Sei sulla pagina 1di 7

(26:50) 131106_001 Quindi mentre nel caso della fustaia coetanea noi abbiamo un netta distinzione tra quelli

che sono i tagli di rinno azione cio! tagli finalizzati ad a ere della rinno azione da seme da quelli che sono i tagli intercalari cio! i diradamenti e che quindi non hanno l"obbietti o di fa orire la rinno azione ma solo di migliorare la stabilit# l"as$etto regolare la com$etizione la com$osizione s$ecifica del bosco% &el caso della fustaia disetanea diradamento e taglio di rinno azione coincidono con lo stesso inter ento e $rendono il nome di taglio di curazione% 'na fustaia stratificata o disetanea ha questo as$etto( qui siamo in un bosco disetaneo di larice abete rosso in )adore e in questo caso edete che abbiamo contem$oraneamente $iante di di ersa et# e struttura di ersa che $u* essere o $er $iccoli gru$$i o comunque $er $iede albero% (2+:15) )he cosa ci consente di determinare se un bosco ha una struttura stratificata o mono$lana : ,l"osser azione in cam$o ,se andiamo a guardare la distr diametrica in $rima a$$rossimazione ci da gi# un idea della struttura di bosco che abbiamo di fronte% -n $articolar modo nel caso di bosco stratificato o disetaneo abbiamo una distr di ti$o es$onenziale decrescente% ."altro $arametro molto im$ortante nel caso di boschi disetanei ! ra$$resentato dalla statura/ $er i boschi coetanei la fertilit# era calcolata utilizzando l"altezza dominante (! l"altezza media delle 100 $iante di maggiori dimensioni diametriche ad ettaro)% ."altezza dominate ! indice della fertilit# della mia stazione( la uso al $osto dell"altezza media $erch! l"altezza dominante non risente dei diradamenti% ."altezza media risente dei diradamenti $erch! ! l"altezza della $iante di area basimetrica media% &el caso del bosco disetaneo si utilizza la statura cio! l"altezza media della 3, 5 $iante $i0 alte di tutto il $o$olamento% .a statura ! im$o $erch! ! stato dimostrato em$iricamente che la distr diametrica ottimale $er un bosco disetaneo ! legata a quella che ! la statura

del $o$olamento% 1rogressione diametrica

edi figura%

(32:50) 'n bosco disetaneo oltre ad a ere una distribuzione di questo ti$o( un bosco disetaneo o stratificato generalmente non $resenta classi di et# cio! mentre nel caso del bosco mono$lano o coetaniforme io $osso distinguere le di erse fasi e oluti e (simili quindi ad un old gro2th forest)( nel caso in ece del bosco disetaneo non lo $osso fare( o meglio se io ho una disetaneit# a gru$$i io a r* un no elleto qui una s$essina qua una $erticaia la/ $er* sono su $iccole su$erfici quindi tali che io non riesco a rile arle( e messe insieme quindi io non $osso dire che quel bosco occu$a un certo stadio e oluti o% ."altra caratteristica del bosco disetaneo ! quella di a ere una rinno azione continua e $i0 $recisamente una rinno azione naturale( cio! mentre nel caso del bosco mono$lano $er esem$io trattato a taglio raso io $ote o $re edere di a ere $oi una rinno azione artificiale $ostici$ata quindi di $rocedere a delle semine o $iantagioni/ in questo caso mi affido esclusi amente alle rinno azione naturale( che ! continua33 Quindi nel caso del bosco disetaneo non ho un turno e so$rattutto non ho un $eriodo di rinno azione $erch! a$$unto ! sem$re continuo33 .a struttura di ti$o disetaneo ! $articolarmente adatto $er le s$ecie sciafile( cio! $er le $iante tolleranti l"ombreggiamento/ $erch! siccome io ho $iante ecchie nel $iano dominate e $iante gio ani nel $iano dominato( queste riesco a so$ra i ere solo se inizialmente riescono a tollerare un certo ombreggiamento% Quindi la struttura erticale di un bosco disetaneo,stratificato ! questa qui ( edi figura)( in questo caso le chiome si localizzano in tutte e tre i $iani33 1arla di un esem$io di 4usine% (36:30) Questa ti$ologia di bosco ! stata descritta $er la $rima olta dai francesi e $rende a il nome di 4oresta 5iardino/ in questo caso abbiamo tutte le et#( tutte le dimensioni diametriche( generalmente la distribuzione s$aziale ! casuale (quindi non abbiamo strutture regolari)( la rinno azione ! continua e naturale% .a $rodutti it# rimante costante nel tem$o cio! mentre nel caso di un bosco

coetaneo la mia cur a di accrescimento era di questo ti$o ( edi figura)( nel caso del bosco disetaneo il olume rimane $ressoch6 costante e io mi muo o solo qui all"interno (ad onda)( cio! ogni olta che faccio un $relie o diminuisce un $o" $oi risale e cos7 ia( $er* mediamente la $ro igione e il olume legnoso rimangono costanti $erch! io ho una continua co$ertura del terreno% (38:30) -n oltre in questo caso non abbiamo grossi squilibri dal $unto di ista del microclima $erch! andando ad inter enire ca$illarmente all"interno del bosco o iamente andiamo solamente localmente a creare delle $iccole ariazioni di luce e tem$eratura% &on ci sono $i0 i grossi disturbi del taglio raso $er esem$io% .a nozione di turno $erde di significato e in ogni caso lo s ilu$$o e il mantenimento di questa struttura richiede comunque l"inter ento da $arte dell"uomo $erch! altrimenti a lungo andare comunque ci sarebbe una dominanza delle $iante su$eriori e quindi andremmo erso una coetanizzazione della struttura% 9sem$i in figura( arie foto% (3+:30) Quindi andando a edere in modo sem$licato ( edi figura)( tro iamo com$osizione generalmente $luris$ecifica e occu$azione di tutti gli s$azi sia orizzontali che degli s$azi erticali% Quindi sostanzialmente da do e deri a il trattamento di questi boschi:: deri a nuo amente dallo studio delle foreste ergini euro$ee e dal fatto che sostanzialmente noi andiamo in questo caso a simulare dei $iccoli disturbi su $iccola scala quindi la morte di un indi iduo o la morte di $ochi indi idui a li ello locale% 1er cui ci* che noi miriamo ad effettuare attra erso l"esecuzione del taglio di curazione ! quella di mantenere la com$osizione s$ecifica mista( quello di andare a selezionare le $iante migliori quelle da mantenere fino a che non raggiungeranno determinate dimensioni e gradatamente educare nel senso di andare ad eliminare le dirette concorrenti% 9 fa orire il $i0 $ossibile la rinno azione gi# esistente cio! se sotto co$ertura

si ! gi# insediate della rinno azione da l7 $artiremo $er fa orire la rinno azione stessa del bosco% )on che $eriodicit# inter eniamo:: in questo caso inter eniamo abbastanza frequentemente cio! il $eriodo di curazione (tem$o che intercorre tra un taglio di curazione e il successi o) a seconda della s$ecie aria dai ; ai 10 anni% <e as$etto tro$$o $er inter enire ado erso una coetanizzazione della struttura cio! le $iante dominanti riesco ad es$andere la chioma( esercitano un eccessi o ombreggiamento sullo strato inferiore e questo $oi muore% =i conseguenza engo ad a ere un bosco mono$lano% > che ti$ologia di boschi si a$$lica: generalmente a boschi misti di conifere e latifoglie( misti $erch! queste tre s$ecie (abete rosso(bianco e faggio) hanno tem$eramenti di ersi e quindi si adattano bene alle di erse condizioni di luce% (;1:00) =al $unto di ista del microclima: il fatto che noi abbiamo una stratificazione delle chiome fa si che sostanzialmente la quantit# di radiazione luminosa che arri a al suolo sia inferiore ris$etto a un bosco coetaniforme o trattato con le tecniche $recedenti% Quindi sostanzialmente e itiamo squilibri termici quindi fa oriamo un clima $i0 oceanico( ! $er questo che questo ti$o di trattamento ! molto a$$ro$riato nel caso dell"abete bianco o del faggio (entrambe s$ecie oceaniche)% Quindi a che ti$o di sistema andremo ad a$$licare questo ti$o di trattamento:: a sistemi di ti$o ? cio! sistemi in cui abbiamo un sufficiente quantitati o di risorse nutriti e( i fattori di disturbo sono anche questi sono limitati $er* ci tro iamo al limite dell"areale delle s$ecie leader% -n ece di a ere solo una( ci tro iamo $i0 s$ecie% &el momento in cui andiamo ad effettuare il taglio modifichiamo solo localmente quindi solo su una su$erficie ridotta la tem$eratura e quindi a creare un maggiore riscaldamento%

1erci* in questo caso nel bosco stratificato a remo anche un maggior accumulo di lettiera $erch! o iamente non interrom$endo mai la co$ertura anche la $roduzione di lettiera ! continua nel tem$o/ e siccome le tem$erature sono generalmente inferiori anche i $rocessi di decom$osizione della <%@% e di umificazione sono $i0 lenti% 'n"altro as$etto ! che attra erso questa forma di trattamento noi anche manteniamo una maggiore umidit# all"interno del bosco oltre al fatto che mantenendo la co$ertura abbiamo sem$re un intercettazione delle $reci$itazioni da $arte delle chiome quindi sostanzialmente riduciamo il $otere battente della $ioggia e generalmente non abbiamo fenomeni erosi i% Quindi abbiamo anche dei antaggi del $unto di ista della stabilit# del suolo e del mantenimento del ciclo degli elementi% 'ltimo as$etto siccome il bosco rimane l7( o iamente abbiamo una maggiore resistenza nei confronti dell"azione del ento/ non solo $erch! abbiamo una co$ertura ma anche $erch! il di erso s ilu$$o delle chiome e la di ersa altezza e dimensione delle $iante rafforza questa barriera semi$ermeabile che ! ra$$resentata dal bosco% Quindi il bosco disetaneo ! $i0 resistente a fattori di disturbo come l"azione del ento ris$etto al bosco coetaneo( $erch! s$ecie di erse dimensione di erse significa anche maggiore stabilit# meccanica ed ecologica% 'na forte elasticit# dal $unto di ista gestionale $erch! tra l"altro inter enendo con degli inter alli abbastanza ridotti (;,10anni) $ossiamo a ere anche dal $unto di ista economico un ritorno( inoltre $ossiamo di ersificare gli assortimenti legnosi cio! mentre nel caso di un bosco coetaneo quando noi andiamo a fare i diradamenti a remo tutto materiale $iccolo che $u* anche non ri$agare l"inter ento che andiamo ad effettuare e a matura abbiamo solo dimensioni grandi% Aentre nel caso del bosco stratificato siccome contem$oraneamente eseguiamo sia il taglio rinno azione che il diradamento cio! con il taglio di curazione( a remo un $o" di materiale $iccolo e $o" di materiale grande in modo da di ersificarsi sul mercato% 4a oriamo molto la biodi ersit#( abbiamo isto che nel bosco coetaneo molto s$esso c"! una di ersit# molto ridotta $erch! $er esem$io nelle $eccete c"! una s$ecie/ oltre al fatto che nel bosco disetaneo abbiamo anche un continuo

accumulo di )B= (legno morto) che funge da ri$aro $er molti animali e quindi aumenta la biodi ersit#% >ltri as$etti im$o sono la $rotezione dall"erosione e so$rattutto il $aesaggio( nel caso di un bosco disetaneo ho sem$re la co$ertura e anche dal $unto di ista del $ubblico cio! una $ercezione $i0 grade ole e so$rattutto non abbiamo questi grossi squilibri $aesaggistici% (;6:30) -l $roblema $er* ! che $er attuare questo ti$o gestione siccome noi andiamo a inter enire su ridotte su$erfici e as$ortiamo una quantit# $iuttosto ridotta di materiale( la condizione fondamentale ! quella di a ere un adeguata iabilit# forestale% )io! se noi non abbiamo un"adeguata iabilit# che consente di accedere al bosco frequentemente e con i macchinari giusti etc%% ! o io che economicamente questo ti$o di inter enti non sono sostenibili% ."altro grosso costo in questo caso ! ra$$resentato dall"o$erazioni di martellata( in questo caso de o andare ad inter enire sia sulle $iante $iccole che quelle medie e grosse quindi de o andare a fare una selezione molto attenta so$rattutto $er riuscire a mantenere questa struttura di ti$o disetaneo% Quindi l"o$erazione di martella ! $i0 com$lessa e costosa e richiede una certa es$erienza so$rattutto $erch! non ho dei criteri di scelta effetti i (mentre dei diradamenti ci sono dei criteri che $osso seguire che mi $ossono aiutare nella scelta delle $iante da abbattere)( nel caso quindi del taglio di curazione ! molto affidato alla mia $ercezione( non ci sono delle regole $recise a$$licabili a tutti i boschi% (;+:35) 4ino adesso abbiamo $arlato di as$etto ecologici( economici e diciamo di alcuni as$etti tecnici molto generali/ in realt# questi as$etti engono $oi codificati in maniera $recisa dal regolamento forestale in igore% 1erch! o iamente se noi andiamo a fare un inter ento che $ro oca un danno al bosco de "esserci la $ossibilit# di erificare se questo ! stato effetti amente un danno ed e entualmente dare una sanzione a chi lo ha eseguito% Quindi $er il 4C5 una fustaia intendiamo boschi di conifere( o latifoglie in

cui meno dell"+0D degli indi idui ! di origine agamica (cio! origine da $olloni) e la co$ertura di questi soggetti di origine agamica ! inferiore al 20D% Eientrano nella categoria delle fustaie tutti i boschi di neoformazione cio! quelli che deri ano da $rocessi di colonizzazione di $rati e $ascoli abbandonati e tutti i cedui in ecchiati con et# su$eriore ai 35anni% 35anni $erch! la ca$acit# di emettere $olloni non ! costante $er tutta la ita della $ianta ma tende a diminuire con l"et#% <e ado a tagliare un ceduo che ha ;5 anni rischio che le ce$$aie non emettano $i0 $olloni% =al $unto di ista delle forme di trattamento il taglio raso ! il taglio totale del so$rassuolo su una su$erficie maggiore a 5000m2% -l taglio raso ! ietato tranne quando si erificano queste condizioni: ,su$erficie minore di 2 ettari ,$endenza minore 80D ,solo nel caso di fustaie $ure di $ino nero(o larice( fustaie montane a $re alenza di abete rosso e su suoli acidi% (52:30) >lcuni esem$i% (56:20) &el caso in ece della fustaia disetanea ci* che $rescri e il regolamento ! sostanzialmente quello di: che il taglio di curazione $u* interessare singole $iante o gru$$o di $iante e che il $eriodo di curazione minimo de "essere di 10anni% Quindi non $osso inter enire con una frequenza inferiore ai 10anni%