Sei sulla pagina 1di 3

I missionari in India ed il gesuita che li dipinse

Quando i primi sacerdoti cattolici arrivarono in India per fare opera di evangelizzazione, scoprirono che erano stati preceduti nientemeno che da uno dei dodici apostoli, quel San Tommaso meglio noto agli annali della chiesa come Tommaso il dubitatore che, secondo la leggenda, era arrivato in India a bordo di un vascello romano nellanno 52 dc !el distretto di "ochin esisteva infatti una comunit# di indiani convertiti al cristianesimo da $an Tommaso %a comunit# fondata dal grande dubitatore rispondeva al nome di "hiesa "ristiana $iriana e il suo fondatore $an Tommaso sub& il martirio nellanno '2 dc per mano di fanatici bramini (in qui la leggenda di $an Tommaso )eglio nota *, invece, quella di San Francesco Saverio, anche perch* i suoi resti sono esposti oggi, in una bara di vetro, nella cattedrale gesuitica di +oa (rancesco $averio, il ,atrono dell-riente, era stato tra i primi ad abbracciare il servizio missionario della "ompagnia di +es. /ra sbarcato a +oa, in India, nel maggio del 0512 ed appena cinque mesi dopo era gi# impegnato ad insegnare il catechismo ai pescatori di perle dellIndia meridionale %a sua opera di evangelizzazione lo port2 fino a "e3lon, e poi in )alacca e nelle (ilippine !el 0514 arriv2 in +iappone dove fond2 varie comunit# cattoliche !el 0552, mentre era sulla via della "ina, prossima tappa della sua missione evangelica, si ammal2 e mor& nellisola di $ancian, prossima alla costa cinese 5ello zelo apostolico del grande missionario gesuita reca testimonianza il gran numero di paesi asiatici dove predic2 il 6angelo durante un periodo di dieci anni (rancesco $averio fu proclamato santo da ,apa +regorio 76, insieme a SantIgnazio di Loyola, nel 0822 %a cultura cristiana associata a $an Tommaso traeva la sua influenza dalla $iria -rientale ma si fondeva in breve con elementi indigeni ed anche europei nella regione del 9erala Il legame con la $iria non era dunque etnico, ma storico, religioso e liturgico (urono gli olandesi a coniare la definizione di cristiani siriani per distinguere i seguaci di $an Tommaso, che usavano il siriaco come linguaggio liturgico, dai cattolici di pi. recente evangelizzazione che seguivano la liturgia latina I cristiani di $an Tommaso incontrarono per la prima volta i portoghesi nel 014: quando il navigatore Vasco da Gama sbarc2 sulla costa dellIndia meridionale I "ristiani $iriani erano stretti dassedio dai rajas di "alicut e "ochin e pertanto furono ben lieti di allearsi con i portoghesi, protesi ad impiantare un promettente commercio con lIndia, ancorato al cosiddetto oro nero del tempo, il pepe, una delle spezie che avrebbero fatto la fortuna degli importatori portoghesi in /uropa I portoghesi si insediarono a +oa con un governo coloniale e imposero il loro controllo anche sulla comunit# cristiano siriana (u lavvio di una intensa conflittualit# che doveva durare secoli e che alla fine sfociare nellennesimo confronto con la nuova chiesa anglicana introdotta dagli inglesi I dissidi e gli scismi tra le varie chiese furono complicati anche da un costante coinvolgimento nella politica regionale I "ristiano $iriani emersero da secoli di lotta con una grossa eredit# di privilegi che vanno dalla propriet# di vasti appezzamenti al predominio culturale e educativo %a comunit# * parte integrante del sistema delle caste indiane dove in generale gode di uno stato di ;lite "on mia grande sorpresa, avendo incontrato una famiglia di cristiano siriani frequentando un corso di cucina indiana, ho sentito la padrona di casa parlare, con un certo compiacimento, di come i cattolici di liturgia siriana si considerino superiori, in termini di status sociale<economico oltre che di casta, rispetto ai cattolici di discendenza gesuita $an (rancesco $averio aveva infatti convertito prevalentemente i pescatori, ossia individui di bassa condizione sociale %a mentalit# della casta continua insomma a determinare per il bene e per il male lo sviluppo presente e quello futuro dellIndia In particolare, la gerarchia di casta tra i gruppi cristiani in uno stato come quello del

9erala * pi. polarizzata che non quella del sistema hindu proprio perch* il numero delle caste tra i cristiani * inferiore a quello delle caste e sottocaste dellordine gerarchico hindu %opera di evangelizzazione in =sia fu sospinta dal fondatore stesso della $ociet# del +es., $antIgnazio di %o3ola, che per anni invi2 missionari gesuiti a +oa con il compito di creare scuole, collegi e seminari +oa fu il punto di partenza per levangelizzazione dellIndia e dellintera =sia 5opo la conquista nel 050> da parte di Alfonso de Albu uer ue, che vi costru& la prima chiesa cattolica, quella di Santa !aterina, patrona dei navigatori, +oa divenne un centro ecclesiastico come pochi al mondo, diffondendo la fede cattolica attraverso non meno di cinquanta chiese, in aggiunta a conventi, ospizi e istituzioni varie %originale insediamento, esposto alle minacce provenienti dal mare e dalla costa, non dur2 a lungo e la capitale amministrativa fu trasferita a ,an?im )olte delle chiese furono abbandonate e scomparvero, ma le pi. belle rimangono ed attorniano un grande spiazzo %a pi. grande * la cattedrale, costruita nel 05'0 e dedicata a $anta "aterina, con il palazzo dellarcivescovato %a pi. bella * la "attedrale del Bom Jesus, edificata nello stile gesuitico nel 05:2 @ qui che riposano i resti di $an (rancesco $averio, esposti ai fedeli ogni dieci anni in una grande urna di argento e cristallo a tenuta daria, cesellata da un orafo fiorentino del diciassettesimo secolo %artistico mausoleo che ospita la tomba, concepito dallo scultore fiorentino Giovanni "attista Foggini, fu donato dallultimo )edici, il Granduca !osimo III %a facciata barocca della basilica, in pietra rosso scura, * di una sfarzosa ricchezza, con tre grandi rosoni nella parte superiore e tre finestroni al disotto %interno presenta una profusione di marmo intarsiato con pietre semipreziose Il Bom Jesus fu la prima chiesa in India elevata nel 041: allo stato di basilica minore Il grande altare dorato con scene della vita del $anto dona un senso di austerit# che invita alla preghiera ,urtroppo, la folla di visitatori che si accalca dinanzi al mausoleo non pu2 che disturbare coloro che si propongono di rendere silenzioso omaggio al +rande )issionario gesuita Questo oggi * il prezzo che si paga per ammirare un luogo giustamente proclamato World Heritage Site. %e sorprese dellarte missionaria in India arricchiscono il percorso del visitatore nelle zone costiere dellIndia )eridionale dove lopera dei gesuiti ha lasciato tracce durature nei campi pi. svariati, dallistruzione alle opere pubbliche, dalle scuole e collegi agli ospedali )a sono le chiese che parlano dei secoli di evangelizzazione e della dedizione dei gesuiti che qui impiantarono province ecclesiastiche e fiorenti diocesi come quella di )angalore @ in questa diocesi, nella cappella del "ollegio di San Aloisio Gonzaga, che ho fatto la conoscenza di un pittore gesuita italiano del quale qui si parla come lerede di )ichelangelo trapiantato in India $i chiamava Antonio #oscheni, era nato a $tezzano, vicino Aergamo, nel 0:51 ed aveva tratto lispirazione alla pittura ammirando i grandi affreschi in 6aticano, in primis la "appella $istina ,ur avendo studiato presso l=ccademia di "arrara a Aergamo, non era, a voler essere caritatevoli, un pittore eccelso )a dipingere alla maniera di un #ichelangelo e di un Giotto era la sua ragione di vita in quello sperduto angolo di mondo dove era finito una volta presi i voti di missionario della "ompagnia del +es., sulle orme di (rancesco $averio /ra arrivato a )angalore, in una regione povera del 9erala nota come "anara del $ud, nel 0::4 e si era messo subito al lavoro per affrescare la cappella del "ollegio di $an =loisio costruito nel 0::2 Impieg2 due anni ad affrescare la chiesa di )angalore !e affresc2 ogni centimetro quadrato in quella che * una commovente apoteosi del martirio missionario I dipinti nel soffitto in verit# non sono affreschi ma tele che celebrano la vita e le opere di $an =loisio, il figlio maggiore del )archese di "astiglione che rinunci2 al titolo e alla ricchezze terrene per servire i poveri %e dodici cappelle laterali presentano affreschi dedicati alla 6ergine, agli =postoli ed a vari santi Tra gli affreschi nella parte bassa del soffitto spicca la rappresentazione di $an Tommaso, l=postolo

dellIndia, ucciso mentre pregava da una lancia che tiene in mano $ono decine i santi martiri raffigurati dal pittore gesuitaB a partire da $an ,ietro, crocifisso a Coma, a $an (ilippo crocifisso a Dierapolis, a $an +iacomo il 6ecchio e $an +iacomo il +iovane / poi $an $imone ucciso in ,ersia, $an Aartolomeo che predic2 in India e quindi in =rmenia dove fu decapitato, $an Taddeo che evangelizz2 in )esopotamia e conobbe il martirio in ,ersia "* una vera panoplia di padri della chiesa, profeti e dottori della chiesa, e naturalmente di santi gesuiti, da $an ,edro "laver, che fu l=postolo dei !egri, a $an +iovanni Aerchmans, un gesuita scolastico (ra le sante spiccano $ant=ngela )erici e $anta Teresa di =vila @ una profusione di martiri che lascia quasi attoniti, molti sconosciuti come Codolfo =cquaviva che si rec2 alla corte del +rande )oghul A$bar divenendone consigliere per poi essere ucciso a +oa +li affreschi rappresentano una grande apologia, ma senza teatralit#, dei gesuiti ricordando figure come San Giuseppe %ignatelli, anchegli religioso della "ompagnia del +es., che quando i gesuiti furono espulsi dai domini del ,ortogallo e deportati dalla $pagna, trov2 rifugio per lordine in Cussia %e navate infine recano affreschi della vita del "risto, dallinfanzia ai miracoli, dalla predicazione alla crocifissione !* poteva mancare lEltima "ena, dove le ingenuit# della rappresentazione Fal pittore gesuita non riuscivano bene le mani michelangiolescheG sono pi. che compensate dalla smisurata fede che sprigiona dai volti degli apostoli e dai pennelli dellartista della provincia bergamasca %a cappella fu eretta con immensi sacrifici in una terra dove levangelizzazione era difficile e pericolosa I pochi mezzi non permettevano lostentazione ma i gesuiti avevano trovato il modo di importare una quantit# di mattoni da Aergamo per pavimentare la cappella "olonne e pareti sono in faux marble che rivela lusura del tempo In nessuna delle opera del Fratello #oscheni, che lavor2 anche a Aomba3 e "ochin, appare la sua firma (edele al motto dei gesuiti, oper2 per la pi. grande gloria di 5io %a mancanza di prodotti per la pittura lo costrinse ad improvvisare colori creati con tinte vegetali %avorando da solo, affresc2 ben :24 metri quadrati dellinterno della chiesa di $an =loisio in poco pi. di due anni =d un secolo dallesecuzione dellopera, ci sono voluti quattro anni per il restauro degli affreschi affidato a sette specialisti =ntonio )oscheni non era )ichelangelo ma la sua opera, pur mostrando tutti i suoi limiti artistici, * pervasa di una grande spiritualit# che illumina i volti di santi e martiri con una carica umana che non pu2 non impressionare il visitatoreB la semplicit# della composizione rende stupendamente limmagine della beatitudine Il "ollegio di $an =loisio ha oggi 01 >>> studenti, solo in parte cattolici, ed * un vero gioiello dellistruzione universitaria impartita dallordine dei gesuiti nel mondo 5allalto di una collina che si affaccia sull-ceano Indiano questa istitutuzione ricorda al visitatore che i sacrifici e il martirio dei gesuiti nello sconfinato subcontinente hanno dato frutti nel corso dei secoli =nche quello di =ntonio )oscheni fu un sacrificio, lontano dalla sua Aergamo ma vicino a 5io sulle traballanti impalcature di una cappella che onorava un grande santo gesuita $e un giorno viagger# sulle orme di Giovanni %aolo Secondo in India, %apa Francesco non mancher# certo di rendere omaggio allopera di un pittore gesuita che nel suo piccolo ma con incredibile perseveranza esalt2 lo spirito missionario di $an Tommaso, $an (rancesco $averio e di una costellazione di santi e martiri di tutto il globo