Sei sulla pagina 1di 6

Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.

it

Comunicato Stampa
Contatti
Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Marco Lastrico Barabino & Partners Tel: +39 02 72023535 Mob: +39 366 628 51 04 Email: m.lastrico@barabino.it

Rossana Garavaglia Barabino & Partners Tel: +39 02 72023535 Mob: +39 333 63 09 139 Email: r.garavaglia@barabino.it

Continua la crescita dei ricavi dei TOP20 club calcistici che raggiungono i 5,4 miliardi di Euro nella stagione 2012/2013 (+ 8% rispetto allo scorso anno!)

Real Madrid domina la classifica per il nono anno consecutivo con 519 milioni di ricavi Bayern Monaco sorpassa il Manchester United piazzandosi sul podio al terzo posto Boom di ricavi per il Paris Saint-Germain che scala la classifica raggiungendo il 5 posto con un fatturato di circa 400 milioni Atletico Madrid, As Roma e Fenerbahce sono le new entry della Top20 di questanno Tutte le 30 migliori squadre hanno fatturato nella stagione 2012/2013 oltre 100 milioni AC Milan e Juventus restano nella Top 10

Milano, 23 gennaio 2014 - Secondo la diciassettesima edizione dello studio Football Money League 2014 pubblicato da Deloitte, il fatturato complessivo dei TOP20 club calcistici del mondo ha raggiunto quota 5,4 miliardi di Euro, in crescita dell 8% rispetto all'anno precedente. Il Real Madrid, con un fatturato pari a 518,9 milioni, il leader indiscusso della Money League per il nono anno consecutivo battendo il precedente record di otto anni del Manchester United. La leadership del Real sostenuta da entrate commerciali di 211, 6 milioni, in aumento di 7,8 milioni (+4% nel 2012/13), e 188,3 milioni di diritti televisivi, in aumento di 5,7 milioni (+3%). Il Barcellona mantiene il secondo posto, mentre il Bayern Monaco sale sul podio grazie ad una stagione vincente in tutte le competizioni sorpassando il Manchester United. Dan Jones, Partner dello Sports Business Group di Deloitte, ha commentato: il Real Madrid si conferma il Club calcistico pi grande del mondo nonostante una stagione 2012/2013 senza trofei. Inoltre, considerando le difficili condizioni economiche della Spagna, labilit del Real Madri d di generare ricavi commerciali sia sul mercato nazionale che internazionale stata sicuramente la chiave del suo successo.

Il gap con i rivali del Barcellona (campioni di Spagna e secondi nella Money League) aumentato a 36 milioni. Entrambi i club spagnoli godono infatti della possibilit di negoziare individualmente i compensi derivanti dai propri diritti televisivi, il che sicuramente un vantaggio fondamentale rispetto ai loro pari europei. In questa edizione della Money League tutti i primi 30 club hanno generato un fatturato di oltre 100 milioni . Analizzando le performance passate, nella prima edizione della ricerca Deloitte (stagione 1996/97) solo il Manchester United superava questa cifra, mentre i primi 20 club hanno generato un fatturato superiore a tale importo solamente nella stagione 2007/2008. Questa decisamente unulteriore conferma della polarizzazione che caratterizza lindustria calcio continua Jones. Lanalisi Football Money League 2014 realizzata da Deloitte prende in considerazione i dati relativi alla stagione 2012/2013, escludendo le plusvalenze da cessioni, e si presenta quale analisi pi aggiornata e affidabile dei risultati economici relativi ai club calcistici.

LA CLASSIFICA EUROPEA
Tutti i TOP20 club di questanno arrivano dalle principali leghe europee e vedono lInghilterra rappresentata da sei club, lItalia da quattro, la Germania da quattro, la Spagna e la Turchia rispettivamente da tre e due club.

The Deloitte Football Money League 2012/13 ricavi


Rank (precedente) 1 (1) 2 (2) 3 (4) 4 (3) 5 (10) 6 (7) 7 (5) 8 (6) 9 (13) 10 (8) 11 (12) 12 (9) Club Real Madrid Barcellona Bayern Monaco Manchester United
PSG

2011/12 Ricavi (m) 512,6 483,0 368,4 395,9


220,5

2012/13 Ricavi (m) 518,9 482,6 431,2 423,8


398,8

Manchester City Chelsea Arsenal Juventus Milan Borussia Dortmund Liverpool

285,6 322,6 290,3 195,4 256,9 196,7 233,2

316,2 303,4 284,3 272,4 263,5 256,2 240,6

13 (15) 14 (14) 15 (11) 16 (19) 17 (20) 18 (new) 19 (new) 20 (new!)

Shalke04 Tottenham Hotspur Internazionale


Galatasaray

174,5 178,2 185,9 129,7 121,1 103,2 115,9 107,9

198,2 172 168,8 157 135,4 126,4 124,4 120

Amburgo SV
Fenerbahe

AS Roma Atltico Madrid

Fonte: Deloitte Football Money League 2014

Per la prima volta il Manchester United si trova fuori dal podio della Money League e viene spinto al quarto posto dal Bayern Monaco. Il dominio del club tedesco nel 2013, sia in patria che in Europa, la chiave della sua ascesa al terzo posto con una crescita dei ricavi di 62,8 milioni (+17%) raggiungendo quota 431 milioni . Dario Righetti, partner responsabile del Consumer Business Italia di Deloitte, ha dichiarato: la stagione vincente del Bayern ha contribuito a un ulteriore incremento dei ricavi commerciali che ammontano a 237 milioni (+18% rispetto allo scorso anno). La vittoria della UEFA Champions League dell anno scorso ha portato nelle casse dei bavaresi pi di 55 milioni di euro, in aggiunta al fatto che i tedeschi continuano a far registrare il tutto esaurito nelle gare casalinghe all Allianz Arena guadagnando in media 3,4 milioni a partita. E prevista unulteriore crescita per il 2013/2014 grazie allestensione dei contratti esistenti con Lufthansa e Coca Cola e al rinnovo della sponsorizzazione sulle magliette da gioco di Deutsche Telekom. Nonostante la posizione persa dal Manchester United nella Money League, il grande numero di contratti pubblicitari recentemente chiusi dal club incrementer fortemente i ricavi, riportando il club sul podio nella prossima stagione. Per quanto riguarda le altre 5 squadre inglesi presenti nella Top20, le perfomance migliori le ha registrate il Manchester City raggiungendo la sesta posizione, superando per la prima volta gli acerrimi rivali del Chelsea (7) e dell Arsenal (8) grazie ai ricavi pubblicitari. Il pi grande balzo in avanti di quest'anno stato quello del Paris Saint-Germain che entra nella Top 5. Il club francese ha quasi quadruplicato il proprio fatturato in 3 anni raggiungendo i 398,8 milioni di , con addirittura 255 milioni di ricavi commerciali che sono considerati la singola fonte di fatturato pi alta di tutti i tempi per una squadra di calcio.

Continua Righetti: Il PSG il club che ha registrato la pi grande crescita assoluta e relativa di tutti i club della Money League quest'anno. Sono gli unici rappresentanti del proprio Paese nella Top20 e ci aspettiamo di vederli ai vertici di questa classifica anche negli anni a venire grazie al supporto dei loro ambiziosi proprietari del Qatar e dalle consistenti entrate commerciali. Lingaggio di David Beckham per la seconda parte della stagione 2012/2013 servito ad incrementare limmagine del club in tutto il mondo. doveroso sottolineare come il successo commerciale fuori dal campo si sia tradotto in migliori prestazioni sul terreno di gioco, vincendo il loro primo Championnat dopo 19 anni". Grazie al loro successo nelle competizioni europee, il Galatasaray e il Fenerbahce sono le new entry della Money League di questanno; la prima volta dal 2005/2006 che due squadre fuori dalle Big5 Europee riescono ad entrare in questa speciale classifica. Righetti conclude: Nonostante il dominio delle squadre appartenenti ai primi 5 campionati, la presenza delle due squadre turche nella Money League, assieme ai brasiliani del Corinthians, evidenzia il trend di crescita molto positivo fatto registrare dai paesi emergenti anche nell industria calcio.

LE MIGLIORI ITALIANE: IL RITORNO DELLA JUVE E LA SCOPERTA DELLA ROMA


Sono quattro le squadre italiane in classifica e di queste la Juventus (nona) e il Milan (decimo) rientrano nella top10. Continua il dominio della Juventus nel campionato italiano nella stagione 2012/13 sia sul campo che nei bilanci. La Vecchia Signora guadagna la posizione di leadership tra le squadre italiane grazie alle performance in campo che sono state accompagnate da unimpressionante performance finanziaria grazie soprattutto allo Juventus Stadium che ha consentito ai Bianconeri di incrementare i ricavi del 39% rispetto alla stagione precedente. Il dominio in Serie A e la partecipazione alla fase finale della Champions League hanno consentito alla Juventus di scavalcare il Milan in classifica. Il Milan il secondo club italiano in termini di ricavi, con 263,5 milioni di Euro, crescendo del 17%. Sempre sul fronte milanese, lInter (168,8 milioni di Euro), perde quattro posizioni scendendo al quindicesimo posto, mentre la Roma (lultima delle squadre italiane in classifica e una delle tre new entry di questanno) si posiziona al diciannovesimo posto. Analizzando i dati, sia Juventus (+39%) che Milan (+17%) crescono a doppia cifra, mentre lInter ha registrato un calo dei ricavi del 19% rispetto alla stagione precedente. Le maggiori cause sono da imputare ai pessimi risultati ottenuti sul campo, soprattutto la mancata qualificazione per lEuropa League, che ha significato la perdita per il club dei premi dalla UEFA. Laltra italiana la Roma che segna un +9% alla voce ricavi.

Ripartizioni dei ricavi dei 5 club calcistici italiani - Stagione 2011/12 (valori in milioni di )

Ripartizioni dei ricavi dei 5 club calcistici italiani - Stagione 2012/13 (valori in milioni di )

Note per i redattori: Per lo studio completo Football Money League 2013 Deloitte, contattare lufficio stampa.

Questo comunicato stampa basato sullo studio Deloitte Football Money League, pubblicato in gennaio 2013. Come spiegato in modo pi completo nella pubblicazione, i dati economici sono estratti dai bilanci annuali di ogni squadra, o da altre fonti dirette, relative alla stagione 2011/2012. Ci sono pi modi per analizzare la relativa solidit o il valore delle squadre di calcio. Nello studio qui presentato i ricavi sono utilizzati come la misura di pi accessibile e comparabile inerente le performance finanziarie. I ricavi escludono quelli derivanti dalla cessione dei giocatori, le imposte sul valore aggiunto e altre entrate derivanti da imposte. In alcuni casi sono stati fatti degli arrotondamenti sui valori relativi ai ricavi in modo da permettere, sempre secondo il punto di vista di Deloitte, un esame pi significativo e omogeneo del business del calcio sulle base delle analisi di ciascuna squadra. Per esempio, quando le informazioni erano disponibili, le attivit significative non strettamente riguardanti il calcio o le transazioni di capitale sono state escluse dai ricavi. Eventuali differenze nei ricavi tra le squadre, o relative alle differenti tempistiche contabili, sono dovute ai diversi tipi di modelli contabili e a come le transazioni sono registrate nei bilanci; o dovute alla diversa applicazione delle tecniche contabili in vigore in ogni Paese. Non abbiamo svolto nessun lavoro di controllo o eseguito alcuna verifica contabile sulle informazioni contenute nelle dichiarazioni finanziarie delle squadre o in altre fonti per il fine di questa pubblicazione. Per le comparazioni internazionali tutti i dati della stagione 2011/2012 sono stati convertiti al tasso di cambio del 30 giugno 2012 (1 sterlina corrispondente a 1,236 Euro). I dati comparativi sono stati estratti dalle precedenti edizioni della Money League. Pi avanti questanno sar pubblicato, sempre a cura di Deloitte, il Deloitte Annual Review of Foot ball Finance, che mostrer una dettagliata analisi del panorama finanziario del calcio inglese ed europeo.

Deloitte una tra le pi grandi realt nei servizi professionali alle imprese in Italia, dove presente dal 1923. Vanta radici antiche, coniugando tradizione di qualit con metodologie e tecnologie innovative. I servizi di audit, tax, consulting e financial advisory sono offerti da diverse societ e studi specializzati in singole aree professionali e tra loro separati e indipendenti, ma tutti facenti parte del network Deloitte. Questo oggi conta 2.700 professionisti, i quali assistono i clienti nel raggiungimento di livelli deccellenza grazie alla fiducia nell'alta qualit del servizio, allofferta multidisciplinare e alla presenza capillare sul territorio nazionale. Grazie ad un network di societ presenti in 140 Paesi, Deloitte porta i propri clienti al successo grazie al suo know how di alta qualit e a una profonda conoscenza dei singoli mercati in cui presente. Obiettivo dei circa 170.000 professionisti di Deloitte quello di mirare allec cellenza dei servizi professionali forniti. Il nome Deloitte si riferisce a una o pi delle seguenti entit: Deloitte Touche Tohmatsu Limited, una societ inglese a responsabilit limitata, e le member firm aderenti al suo network, ciascuna delle quali unentit giuridicamente separata e indipendente dalle altre. Si invita a leggere linformativa completa relativa alla descrizione della struttura legale di Deloitte Touche Tohmatsu Limited e delle sue member firm allindirizzo www.deloitte.com/about. Deloitte Touche Tohmatsu Limited