Sei sulla pagina 1di 6

Operaismo e Operaismo ingenuo.

II Parte *Quell'essere cos degli operai - realisti e nichilisti* Ven, 24/08/2012 - 16:08 -- mirtillo Senza un'infarinatura di operaismo ingenuo risulta difficile capire alcune sottigliezze dell' peraismo Serio! Si pu" dire, in modo molto sc#ematico, c#e l'operaismo ingenuo $ legato all'idea della fa%%rica uni&ersale, o&&ero all'idea, un po' ttocentesca, c#e la fa%%rica coincider' con l'intera societ'! (l li&ello massimo di s&iluppo del sistema di fa%%rica tutti saranno operai! )'operaio sar' la figura generale di la&oratore! *ncarner' il la&oro stesso! +uando si dir' la&oro, si intender' operaio! ppure, &ersione negati&a dello stesso uni&ersalismo, l'operaio, sempre al li&ello massimo di estensione del sistema di fa%%rica, raggiunger' il li&ello pi, alto di sfruttamento, di disumanit', di alienazione, di ingiustizia, e poic#-, raggiunto .uesto stadio, non a&r' alcun altro interesse al di l' della propria li%erazione dall'alienazione, li%erando se stesso non potr' c#e li%erare l'intera umanit'! /i sono molte &arianti di peraismo ingenuo, gli elementi c#e le accomunano sono 10 il 1rogresso *nfinito, l'idea cio$ c#e la storia umana $ un processo generale di miglioramento continuo2 20 un'idea indecostrui%ile di giustizia! )a giustizia $ indipendente dalla storia e dalle passioni degli uomini! Vi $ un %ene c#e &a al d l' delle passioni e dei desideri dei singoli indi&idui! )' peraismo Serio $ nato per smontare .ueste tesi, e per mandare in soffitta l'idea di comunismo, di comunitario, di solidariet', e &arie! *dee c#e #anno giustificato, e c#e ancora giustificano, l'azione dei partiti e dei mo&imenti cosiddetti di sinistra 31/*, 45/*, Sinistra gio&anile, 5io&ani alternati&i, eccetera0 6cco come 7ario 8ronti im%astisce la sua decostruzione! Si parte con un attacco all'idea di 1rogresso! )a storia non $ una strada a senso unico sulla .uale l'intera umanit' si $ incamminata, una strada alla fine della .uale si prospetta un futuro radioso! Se c'$ storia, $ perc#- ci sono differenze, differenze di classe, di ceto, di razza, di sesso! Se .ualcosa accade, non $ in &irt, di un disegno di a&anzamento iscritto nella storia stessa! (lla fine del tragitto non ci sar' alcuna resurrezione, e nemmeno un ritorno al paradiso perduto! *l tempo $ tutto .ui, concentrato nell'istante! 8utto accade adesso! 9on c'$ alcun a&anzamento, ci sono solo mo&imenti e %alzi e capitom%oli, ci sono onde c#e si a%%attano su altre onde, ci sono flussi e riflussi, e niente all'orizzonte! +uando si dice storia, scri&e 8ronti, :si dice appunto le classi, le nazioni, gli Stati, le razze, le religioni, e i conflitti c#e si scatenano, le prospetti&e immagina%ili c#e si aprono, le strade percorri%ili c#e si c#iudono, i tentati&i, i fallimenti, ma anc#e i successi, gli s&iluppi, i salti, in mano a forze, potenze, c#e tro&ano difronte a s- difese, resistenze, e cio$ potenti contro-forze, con cui il rapporto si decide o sul ta&olo della trattati&a o sul campo di %attaglia;! ltre la %attaglia non c'$ niente! se .ualcosa c'$, dipende sempre dalla %attaglia, dai tiramenti di c#i lotta, dai mo&imenti e sommo&imenti degli amici e dei nemici 3.ui si passa da 9ietzsc#e a Sc#mitt0! 9essuno pu" &enire a dirci di piegare la nostra &olont', e indirizzare le nostre azioni in &ista di una societ' a &enire, di un mondo migliore! 9on c'$ nessuna societ' dell'a&&enire! 8utto si gioca .ui e ora! *l comunismo come promessa di una societ' giusta $ un'illusione, un inganno del neo-capitalismo! 9on esiste alcuna societ' degli uguali! 9on esistono uguali! )'idea di uguaglianza e di giustizia $ teologica e teleologica! :+uello della <classe generale< - argomenta 8ronti = emancipatoria di se stessa solo per emancipare l'umanit' tutta $ un &ero apparato ideologico! ( parte il concetto arretrato di emancipazione, del la&oro e di altro, c#e il 9o&ecento si preoccuper' di superare, era l'aura ottocentesca > gli operai a&e&ano sempre = do&e&ano a&ere? - una <missione< da compiere e sempre sal&ifica era = do&e&a essere? - .uesta missione: sal&are la fa%%rica, sal&are la pace, sal&are i popoli del 8erzo 7ondo dalle aggressioni imperialistic#e;!

)'idea di uguaglianza presuppone un disegno preordinato della storia, un disegno di&ino! 7a nella storia non c'$ alcun fine preordinato! /i sono solo gli interessi di parte! 6 gli interessi non sono giustifica%ili, non #anno alcuna ragione&olezza, e soprattutto, essendo di parte, non incarnano, e mai possono presentarsi o rappresentare, un presunto interesse generale! 5li interessi di parte, come i desideri, non portano da nessuna parte, se non alla propria soddisfazione! 6 la soddisfazione, &a da se, non $ un fine per il .uale si pu" rinunciare a .ualcosa! 5li interessi e i desideri sono le forze c#e alla cieca, e senza destinazione preordinata, muo&ono le cose! *l secondo atto dell'attacco all'idea di progresso conduce nelle %raccia del /inismo sfrenato! Se non c'$ alcuna ragione ultima c#e ordina la storia, e tutto si muo&e sospinto dal cieco desiderio, se ognuno #a i propri desideri, i .uali tro&ano giustificazione in se stessi, ne deri&a c#e non c'$ criterio per decidere .uali, tra i desideri in competizione, siano migliori e .uali peggiori, .uali conducano &erso il %ene e .uali &erso il male! )'idea stessa di un %ene comune decade, e con essa decade ogni uni&ersalismo e ogni speranza di comunitarismo! @a adesso in poi nulla $ in grado di giustificare o giudicare ci" c#e io faccio! 5li strumenti c#e uso per soddisfare .uesto o .uel desiderio sono sempre i migliori! 6 i desideri stessi sono tutti legittimi, non c'$ un desiderio, per esempio mangiare, c#e sia o a%%ia la pretesa di essere superiore ad altri! Si pu" morire di fame, come si pu" morire giocando alla roulette russa, o pro&ando l'e%%rezza della &elocit' come nel film il sorpasso! )a &ita non &ale niente, o perlomeno non $ un &alore superiore ad altri! * &alori sono tutti legittimi, o, il c#- $ la medesima cosa, sono tutti s&alutati! gni cosa, ogni oggetto, ogni strumento, anc#e gli strumenti e gli oggetti del nemico, il nemico stesso, anc#e .uando appartiene alla tradizione pi, retr", di&entano arnesi nella mani della lotta = re&ersi%ilit' assoluta - adatti ad una lotta continua, :a condizione, aggiunge 8ronti, c#e ne fai puro, cinico strumento;! Ano strumento purificato da ogni uni&ersalismo! /inismo e operaismo 3serio0 sono la stessa cosa! Senza /inismo non ci pu" essere operaismo serio! /osa &uol direB *l cinico non #a da&anti a se, dietro di se, dentro di se, sotto di se, sopra di se, o in &ista, alcunc#di uni&ersale! 9el mondo del cinico tutto $ relati&o, tutto $ re&ersi%ile, tutto $ irresponsa%ile, tutto $ punto di &ista, tutto $ prospetti&a e messa in prospetti&a, tutto $ &oglia, &olont' e potenza! 1er il cinico ogni attimo $ eccezionale, ogni palpito del cuore $ un'eccezione, ogni passo una scelta c#e non $, e non sar' mai, :la scelta pi, giusta, ma la pi, utile;! )a lotta $ tutto, la giustizia niente: logica con&ergenza tra operaismo e utilitarismo, tra 9ietzsc#e e Cume! *l primato della lotta: .uesto $ l' peraismo! 8utto il resto = la giustizia = sono decadenza! 1oi &i $ l'aristocraticismo! Solo dal punto di &ista operaio si pu" ac.uisire una dimensione aristocratica, e :fare a meno di s%andierare &alori uni&ersali;! *l punto di &ista operaio coincide con la lotta, $ la lotta, e la lotta $ :ci&ilizzazione della guerra;! Ana lotta autonoma! An'autonomia della lotta! (utonomia, e autonomia della politica, significano .uesto: lottare senza o%ietti&o, senza scopo, lottare per il gusto della lotta, lottare per gusto - e %asta? - per il gusto di lanciare una pietra, di seguirne la traiettoria, il gusto incendiario di andare a capo fitto, di muo&ersi correndo, e correndo respirare dalle narici, fino a sc#iantare i polmoni! )'attacco all'idea di giustizia segue passo passo .uello di progresso! *nnanzitutto si parte col dire c#e non c'$ alcuna umanit'! )'idea di umanit', e l'idea di comunismo come societ' dell'a&&enire, sono idee teologic#e, sono %asate sul preconcetto di una natura o di una sostanza Amana! 6 in&ece gli indi&idui sono di&ersi, si radunano in %ranc#i, sono per natura aristocratici, fiutano la preda e la stanano, e la preda $ l'Aomo: la pecora della societ' neocapitalista! 9on c'$ nessuna idea di umanit' c#e accomuna gli indi&idui! 9on c'$ nessuna idea comune! Se non l'idea, anzi l'istinto %estiale, c#e contrappone gli indi&idui nella corsa &erso la preda am%ita! :8utti gli uomini = e gli uomini e le donne = de&ono apparire eguali perc#- il riconoscimento delle differenze non porti all'organizzazione del conflitto! )a %org#esia #a scritto .uesti principi sulle %andiere delle sue ri&oluzioni, e sui pream%oli delle sue /ostituzioni;!
2

8ra parentesi, l'idea di differenza sessuale nasce proprio sul terreno di .uesta decostruzione dell'idea di umanit' e di %ene comune! )'idea di %ene comune $, scri&e 8ronti, un'ideologia, o&&ero un dispositi&o di DnoECoE per disciplinare le forze in campo, per mettere al la&oro la &olont' di potenza: :Ana societ' di&isa in classi politicamente rese inconsape&oli di s- e c#e .uindi con&i&ono producendo e consumando in &ista dell'unico %ene comune, $ l'utopia realizzata del capitalismo;! 6 ancora, anc#e .uando la politica &iene spogliata del sol dell'a&&enire, si trastulla con i suoi surrogati, o&&ero con l'idea di umanit' e con i gingilli annessi 3l'idea di solidariet' e sussidiariet'0, e cerca di spacciarli come collante dall'azione politica! 7a il collante della politica, Scri&e 8ronti, :il cemento dell'amicizia politica $ una %en specifica e determinata e consaputa inimicizia sociale!!! 9on uno Fstare conG, ma un Fessere controG! 9on una Fscelta perG, ma una Flotta aG;! /osa &uol dire 6ssere/ontroB 6ssere/ontro non #a una &alenza negati&a! 6ssere/ontro #a una &alenza positi&a, e &uol dire .uesto! /i" c#e siamo lo determinano gli altri, le altre forze in campo! 9egli ultimi anni i partiti tradizionali #anno cercato di &endere l'idea c#e a0 6ssere/ontro #a una &alenza negati&a! *l /ontro $ stato interpretato in uno sc#ema alla Cegel, in cui il /ontro $ ci" c#e de&e essere negato e superato 3Veltroni0, %0 ppure #anno spinto l'idea di un /ontro inteso come Sostanza o 6ssenza della sinistra 3Hertinotti, 9iIi Vendola0, c0 ppure si sono con&inti c#e il /ontro $ un modo di esistere 3&edi l'infelice uscita di 7ic#ele Santoro a proposito dei 8ransgender, i .uali sare%%ero /ontro in .uanto /ontro-9atura0, d0 e infine c'$ c#i #a interpretato il /ontro come mero atteggiamento negati&o &erso la &ita 39uo&a 9arrati&a 7itologica0! 9on c'$ %isogna di dire c#e le posizioni a, %, c, d sono state s.ualificate dall' peraismo Serio gi' negli anni Sessanta! 6 se sopra&&i&ono ancora, ci" attiene al fatto c#e la storia non a&anza come un %locco compatto! 4acendo un passo indietro 8ronti ri%adisce c#e :)a lotta $ tutto, il fine $ nulla;! @ire c#e non &i $ alcun fine, e.ui&ale a dire c#e l'a&&enire $ aperto! /#e nulla $ predeterminato, c#e non ci aspetta un futuro radioso! /#e &i $ progresso, ma c#e &i $ anc#e regresso, c#e la storia a&anza a %alzi, procede per capriole e capitom%oli, c#e anc#e l'idea di un a&anti e di un dietro, di un prima e di un poi, sono interamente costruite e falsifica%ili, sono armi tattic#e in una guerra senza fine! *n politica, la lotta anti-teleologica dell' peraistaSerio, &uol dire .uesto, c#e nessun fine #a o pu" a&ere la pretesa di giustificare i mezzi! 8utti i mezzi sono giusti, anc#e .uelli del nemico! 8utti i mezzi sono necessari! An mezzo non $ %uono o catti&o, il suo &alore si misura dal Successo! gni cosa si misura dal Successo! )a politica non $ altro c#e un arro&ellarsi infinito a proposito dei mezzi! @ire c#e alcuni mezzi sono immorali 35ad )erner0, $ come c#iedere di tornare ai tempi della santa in.uisizione! +uando ogni criterio generale $ stato decostruito, l'unico metro di misura $ il Successo dall'azione politica! +uando sei al di l' di ogni moralismo:puoi permetterti di manipolare gli e&enti; a tuo piacimento = parola di 7ario 8ronti - :puoi piegare la cur&a della realt' per indicare do&e &uoi colpire;! 9el post-modernismo peraista, la realt' non $ ci" c#e sta l' fuori e resiste, ma $ sempre .uel tutto manipola%ile a piacere a disposizione della &olont' politica! :*l nostro nic#ilismo = $ .ui si raggiunge l'acme =arri&a a declinare cosJ il motto %ernsteiniano: la lotta $ tutto, il fine $ nulla;! 8ra i fini proposti dal neo-capitalismo, il pi, degenerato $ la @emocrazia! /osa &uol dire democraziaB @emocrazia &uol dire piatto uni&ersalismo! )' do&e (ristocrazia significa differenza di classe, differenza di genere, multiculturalismo, lotta politica, amico/nemico, @estra/Sinistra, @emocrazia significa 1ensiero Anico, 1opulismo, Amanitario, 1rogressismo, /omunitarismo! 6 in&ece non c'$ progresso, non c'$ speranza! :9on ci fu pi, posto nella nostra testa per le Fmagnific#e sorti e progressi&eG! *l comunismo non sar' pi, alla fine della strada c#e porta ine&ita%ilmente l'umanit' &erso il meglio, ma sar', con 7arK, l'autocritica del presente e, con )enin, l'indi&iduazione e l'organizzazione di .uella forza in grado, lJ e ora, di spezzare l'anello della catena di continuit' storica;!
L

(lla fine della strada non c'$ nulla ad attendere! )'attesa $ finita! Se il /omunismo $ stato &enduto come l'(ttesa, l'andare a&anti nell'attesa, il piegare la testa e rimandare l'azione, reprimere le &oglie, sedere l'istinto, frenare le forze e piegare ogni mezzo in &ista dello scopo finale, l' peraismoSerio $, al contrario, la rinuncia ad ogni attesa, e, in modo pi, radicale, $ la distruzione di ogni orizzonte di attesa! 1er l' peraismoSerio non c'$ comunismo! *l comunismo, se &e n'$, $ flusso, $ mo&imento, $ spostamento, $ autocritica del presente, $ , come scri&e 7arK nell'ideologia tedesca, <(%olizione del presente<, a%olizione di tutto ci" c#e $ fisso o ripetiti&o! Se c'$ una definizione sintetica di peraismo Serio $ .uesta: 4rantumare la continuit' del .uotidiano! Spezzare l'anello della continuit' storica! )' peraismo Serio $ sciopero contro il presente, contro il .uotidiano, contro la stampa, c#e del .uotidiano garantisce la piatta continuit'! Ana continuit' nella .uale la democrazia del pensiero unico pu" spazializzare i propri apparati! /ontro i giornali e il .uotidiano %isogna sfoderare il sano aristocraticismo! Si tratta, insomma, :di restaurare, o forse di impiantare, un'aristocrazia di popolo post-proletaria contro la deri&a presente di un populismo %org#ese;! (ristocrazia .ui &uol dire lotta alla democrazia! 1erc#- la democrazia $ la forma di go&erno adottata dal neo-capitalismo! 6 il neo-capitalismo $ il sistema della serialit' totalizzante! )a democrazia $ il totalitarismo del popolo, la mediet' decaduta e degenerata, c#e nella caduta trascina ogni cosa &erso una mediet' insipida e Meatti&a, e c#e nasconde la propria origine sotto il manto dell'uni&ersalismo! 8uttalpi, la democrazia $ uno strumento da ri&olgere contro i nemici: :)a democrazia progressi&a non l'a%%iamo amata, ma utilizzata come terreno pi, a&anzato di lotta; Ana &olta decostruite le idee retrograde e teologic#e dell' peraismo ingenuo, si passa alla definizione di operai! /'$ un tratto positi&o nell' peraismo! /ontrariamente a .uello c#e dice l'etic#etta, l' peraismo Serio non #a nulla a c#e &edere con gli operai! 9ell'operaismo il primato $ detenuto dalla lotta! 1rima di tutto c'$ la lotta! 5li operai sono una figura contingente della lotta senza fine e senza .uartiere c#e amici e nemici com%attono da sempre! Si potre%%e azzardare .uesto motto per l'operaismo: )otto dun.ue sono! 6 poic#- non c'$ lotta senza nemici, dun.ue io sono il mio nemico! )'operaio, ripeto, $ una figura contingente dell'amico! 8ant'$ c#e 8ronti si appresta a precisare, in pi, punti, c#e ci" c#e li muo&e&a 3il plurale, il noi, $ un o%%ligo teorico0, non era un moti&o trascendente, non :li muo&e&a la ri&olta etica per lo sfruttamento c#e gli operai su%i&ano, ma l'ammirazione per le pratic#e di insu%ordinazione;! )'idea di sfruttamento puzza di c#iesa, la lotta in&ece $ maledettamente post-moderna! )' peraismo $ il mo&imento c#e allontana dal nemico, $ l'azione c#e dispiega nelle linee di fuga prospettic#e gli amici e i nemici! )'operaismo si identifica pienamente con .uesta azione di allontanamento mediante la .uale amici e nemici si fronteggiano come &icini in lotta permanente! 1oi c'$ il tratto antiscientifico! +uando la scienza si presenta, mostra il &olto di una &erit' oggetti&a, astorica e incontesta%ile! 6 in&ece anc#e la scienza, come la cultura e il gusto, $ sempre e solo &isione parziale e prospettica! 9on c'$ &erit' c#e sia immune dal desiderio e dalla &olont' di &erit'! 9on c'$ impresa scientifica c#e non sia anc#e progetto politico, idea di dominio, &erit' parziale, &erit' usata da una parte contro la parte a&&ersa! *l punto di &ista operaio $, e rimane, una &aria%ile dipendente dalla posizione occupata! )'operaismo non sottost' ad alcuna idea generale! 9on ci sono principi c#e tengano! * principi sono sempre prese di posizione! 6 la posizione non $ la posizione di .ualcuno, dell'operaio per esempio, il .uale preesistere%%e alla posizione presa! *l primato spetta alla posizione! )'operaio $ solo un'escrescenza della posizione! )'operaio $ sempre l'essere messo in prospetti&a dalla forza!
4

6 la &erit' $ da sempre gi' decaduta a punto di &ista, a tiramento e %asta! :*l punto di &ista operaio non a&r' nemmeno pi, %isogno degli operai per funzionare da principio regolatore nella intelligenza degli a&&enimenti e nella scelta delle decisioni! Sar' un modo politico di guardare il mondo e una forma umana di comportarsi in esso stando sempre, in un certo modo, da una parte sola;! /#e cosa significa :modo politico di guardare il mondo;B Significa c#e 8utto $ manipolazione! Vuol dire c#e il mondo non $ altro c#e punto di &ista! )e cose l' fuori sono sempre in prospetti&a! 1olitica .ui significa s&alutazione del mondo! *l mondo $ manipolazione, $ il frutto della manipolazione! *l mondo non $ il tesoro o l'arca rice&uta in eredit' e c#e %isogna alla fine riconsegnare intatta 36cologismo *ngenuo0! *l mondo $ sempre costruito e decostruito dalle forze in campo, il mondo emerge come escrescenza delle forze in lotta! Se c'$ una definizione sintetica di peraismoSerio $ .uesta: *l mondo $ di&entato una fa&ola! 6 .uando il mondo di&enta narrazione e racconto, mito e mitologia, la ragione del pi, forte $ la migliore! 9on ci sono &erit', solo interpretazioni e punti di &ista, non c'$ un %ene comune, ci sono solo interessi contrastanti! 9on c'$ %isogno di dire c#e .uesto atteggiamento $ ser&ito per mettere fuori gioco tutto l'armamentario del comunismo storico, con le sue pra&de, e le sue &erit' ufficiali, le &erit' del materialismo storico e del materialismo scientifico, con annessi i moralismo e le .uestioni morali dei partiti del comunismo e del socialismo storici! *nfine, c'$ l'aspetto pi, intrigante dell' peraismo: la lotta contro il la&oro! 1rima di capire di cosa si tratti occorre una %re&e premessa! 1er l'operaista ingenuo )a&oro e peraio sono la stessa cosa! )'ingenuo tende a considerare le due cose come la stessa cosa: Sono un operaio perc#- la&oro, se non la&oro pi, non sono un operaio, al massimo sono un eK-operaio disoccupato! 1er l' peraista Serio le cose stanno in un altro modo! Solo la lotta mi .ualifica in .uanto operaio, se non lotto non sono insediato nel punto di &ista operaio! 6 poic#- solo la lotta pu" allontanarmi e contrappormi al nemico, solo lottando di&ento ci" c#e sono! +uesto teorema $ difficile da digerire, soprattutto da parte dell' peraista ingenuo! :Solo a&er detto: rifiuto del la&oro? 7and" a gam%e all'aria un secolo di teoria la&oristica;! /#e significa rifiuto del la&oroB Mifiuto del la&oro significa ri&olta contro la serialit', contro la ripetizione, contro la massificazione, la standardizzazione, contro il gusto medio, contro la mediet' democratica, contro nientepopodimeno c#e l'(lienazione? Mifiuto del la&oro significa, in modo pregnante, rifiuto della @emocrazia! 1erc#- la @emocrazia $ l'anti-politica - per definizione! Se @emocrazia significa tutti uguali, politica significa tutti di&ersi! /os'$ dun.ue l' peraismo nell'epoca del rifiuto del la&oroB )a definizione di 8ronti non lascia du%%i: )' peraismo :$ la dimensione da A%erar%aiter Nritorna 9ietzsc#eO, c#e porta l'operaio colletti&o non sopra di s-, ma oltre, al di l', del la&oro, meccanizzato o computerizzato, di fa%%rica, c#e lui odia: non certo per aspirare a raggiungere il generalmente umano, c#e odia altrettanto, .uanto per arri&are a ro&esciare l'alienazione nel prodotto da consumo in riappropriazione di s- > non lasciarsi tra&olgere dal rapporto generale, anzi uni&ersale;! 1er c#iudere .uesta carrellata di motti peraisti Seri non rimane c#e citare le ultime perle, .uelle c#e #anno a&uto pi, Successo negli anni no&anta, e tutt'ora continuano a mietere Successo tra i seguaci di 9iIi Vendola, mi riferisco alla 7ito-poiesi! @a do&e deri&a la necessit' della costruzione di mitiB *nnanzitutto dalla s&alutazione della &erit'! *l 1ostmodernismo peraista Serio #a decostruito l'idea di &erit'! 9on ci sono pi, &erit'! )a scienza non produce &erit'! )a scienza la&ora per l'industria e produce sa&oir faire, sapere applicato, sapere di una parte contro un'altra parte! 6ssere cinici = il c#e e.ui&ale a essere politici = significa dotarsi del DnoECoE necessario per fa%%ricare contro-narrazioni, contro-mitologie! Se &i $ una pecca nell'esperienza dell' peraismo serio, conclude 8ronti, $ .uella di non a&er saputo approfittare dell'occasione, di non a&er capito c#e il tempo delle fa&ole era arri&ato, c#e la lotta si sta&a gi' com%attendo a %otte di narrazioni e di mitologie! @i a&er fatto molto per l'arri&o in *talia del post-moderno, ma di non essere stato in grado di coglierne i frutti! *l limite, per
P

l' peraismo serio degli anni Settanta, $ di essere rimasto ancorato ad una idea ottocentesca di storia come report di fatti &eramente accaduti, .uando si tratta&a in&ece di usare la storiografia e il racconto di fantasia, se non la sceneggiata giornalistica o il doc7ou&ie, per far accadere nuo&i fatti! :)a lotta operaia #a fatto storia, ma non #a creato mito! 6 una storia senza mito non dura e soprattutto non passa, nel senso c#e non prende corpo nella coscienza delle masse;! Mitorna la &ecc#ia idea del 1/*: le masse &anno educate! *l compito delle elites, delle a&anguardie, $ .uello di educare le masse, di metterle sull'a&&iso o sull'attenti, di im%eccarle, di a&&ertirle del pericolo o della gioia imminenti! 9on $ strano dun.ue c#e l' peraista Serio si sia col tempo con&ertito da ri&oluzionario delle lotte sociali a ri&oluzionario dell'arte! (nzi, l'a&anguardia artistica $ stato e rimarr' il grande sogno ad occ#i aperti degli peraisti Seri! :1erc#- altrimenti a&remmo tanto amato le a&anguardie artistic#e primo-no&ecentesc#e, se non per il fatto c#e ritro&a&amo lJ un modello da applicare in un campo do&e non era stato mai applicato, cio$ la politica come arte regia di gestione/trasformazione della societ'B;! 1rima di concludere il suo discorso 8ronti si pone .uesta domanda: /osa resta oggi dell' peraismoB 6 risponde cosJ: :/i" c#e resta $ .uesta istanza critica e decostrutti&a;! /i" c#e l' peraismo ci #a lasciato in eredit', e ci" con cui a%%iamo a&uto a c#e fare, $ la decostruzione!