Sei sulla pagina 1di 4

(1)

CICHERO: culla della Resistenza in Liguria.

Cichero un piccolo paese, alla ase del !assiccio roccioso del "onte Ra!aceto, #a parte del Co!une di $an Colo! ano Certenoli in %al#ontana uona e con le sue piccole #razioni: %illa &rande, %illa 'iano, Cianpanig(, Costacalderaia, )erreccio, Liggia, Lo!(, &norecco e *erenzana , #or!a un grosso +entaglio che copre gran parte della +allata. .,uesto ellissi!o paese spesso ricordato co!e la -culla. della Resistenza nella Liguria di Le+ante, per il se!plice #atto che dopo l/0 $ette! re 1123, a Cichero si riunirono i pri!i 4ri elli5, saliti sui !onti per opporsi, con le ar!i all/in+asore tedesco, 6uesta pri!a #or!azione era conosciuta co!e la -7anda Cichero.(.i loro no!i di attaglia erano :7ini ,7isagno ,7erto ,Croce ,8ente ,"arzo ,8enis ,&ino, Lesta ,Lucio, Oreste, "arco, "oro, 'inan, $e+erino e altri ancora.) "olti gio+ani seguirono la stessa strada dei pri!i ri elli, salendo a Cichero e andando ad ingrossare le #ile partigiane, !a se da un lato era positi+o che i gio+ani e i !eno gio+ani a+essero scelto di co! attere i nazi9#ascisti, dall/altro si crearono dei +eri pro le!i organizzati+i per i 6uali i co!andanti, 7isagno 7ini e "arzo do+ettero organizzare e guidare il nuo+o esercito di li erazione. La nuo+a organizzazione do+e+a essere snella e corrispondente alla strategia della guerriglia, che pre+ede+a attacchi rapidi e sgancia!enti altrettanto rapidi .,uindi, per pri!a cosa organizzarono il -Casone delle reclute,. poi i distacca!enti, la rigata, e la di+isione e successi+a!ente, per una !igliore operati+it(, una seconda di+isione. :nche il no!e delle nuo+e #or!azioni do+e+a essere i!portante e per 6uesto !oti+o scelsero 6uello che #acesse parte del territorio cio Cichero; da 6ui; la 7andaCichero, il 7attaglione Cichero, la III 8i+isione &ari aldina Cichero e successi+a!ente, la 'inan Cichero. Co!e si pu< +edere tutto ruota+a attorno al no!e del paese, tanto che i pri!i lanci di ar!i e !unizioni, destinati ai partigiani, #urono #atti sui prati di Cichero. :nche la %olante $e+erino nac6ue a Cichero con una pri!a s6uadra di 13 +olontari, detta anche la -s6uadra dei silurati. che successi+a!ente, si sposto alla peri#eria di &eno+a, guidata dal co!andante &ino si con6uist< la #a!a della !igliore #or!azione partigiana. Cichero di+enta+a ogni giorno di pi= il si! olo della lotta partigiana e l/incu o del oia #ascista %ito $piotta. $ono passati oltre sessanta anni , da 6uei tragici e+enti, !a il no!e di Cichero ri!asto nel cuore dei +ecchi partigiani e di tutti gli anti#ascisti della Liguria. L/idea di raccontare, in parte, la storia di Cichero nac6ue nel !ese di "aggio del >??2, durante la co!!e!orazione dei sette partigiani #ucilati dai nazi9#ascisti, il 1@ Luglio 1122, nel osco sopra la #razione di &norecco , !a il pro le!a che ci si present< su ito era, co!e e do+e tro+are docu!enti e testi!onianze, sui #atti dell/ulti!a guerra e non soltanto di 6uel periodo. 8i 6uesta nostra idea ne a ia!o parlato con altri partigiani, presenti alla !ani#estazione e, +eni!!o in#or!ati che in paese a ita+ano ancora delle persone che #urono presenti al cri!inale incendio di Cichero, nel lontano !ese di Luglio 1122, grazie a don "ario, parroco del paese, a ia!o incontrato un/ i!portante testi!one: 8o!enico Rezzoagli che ci ha raccontato 6uella terri ile tragedia. La pri!a testi!onianza era gi( un uon inizio !a ci !anca+a la +oce dei partigiani +issuti per lungo te!po su 6uei !onti e per 6uesta parte ci sia!o ri+olti a tre partigiani tra i pri!i a salire a Cichero, dopo l/0 sette! re 1123: Lesta, &ino e 8enis, no!i !itici, in

6uel periodo, nella %I Aona Operati+a, che per il loro coraggio e la loro capacit( operati+a di+entarono tre sti!ati co!andanti. Con le loro testi!onianze arri+< la con#er!a, che il radica!ento del !o+i!ento partigiano, nelle nostre +allate, a++enne grazie al sostegno della gente dei paesi. $are e lungo l/elenco dei paesi da ricordare che sostennero la Resistenza, !a il paese di Cichero stato il pri!o a #arlo e conoscendo un poco la storia del paese e il carattere dei suoi a itanti non +i era alcun du io che i cicheresi a+re ero sostenuto la guerra di li erazione. &i( in passato, i cicheresi #ecero le loro giuste attaglie, contro le ingiustizie, che a 6uei te!pi non erano certa!ente rare, dalle +ecchie pu licazioni apprendia!o di una e! le!atica attaglia, #atta per a+ere una strada rota ile e che +insero grazie alla loro costanza e deter!inazione . $i racconta che alla #ine del 10?? la strada che collega+a Cichero al #ondo+alle era ancora una se!plice strada pedonale, 6uindi tutto 6uanto trasporta ile, da e per i paesi della costa, Chia+ari, La+agna, Rapallo eccB.+eni+a trasportato a spalla d/uo!o. 8i 6uesto ce ne parla anche 8o!enico Rezzoagli nel suo -diario. ri#erendosi al !ateriale per costruire il ca!panile della chiesa, !ateriale che +enne portato a spalle, dai gio+ani del paese , da La+agna al piazzale della chiesa di $anto $te#ano di Cichero. "a tanto disagio e tanta #atica ad un certo punto non #urono pi= accettati dalla gente del paese e si ri+olsero al proprio Co!une , $an Colo! ano, chiedendo una strada rota ile che collegasse il paese al #ondo+alle, al #ine di e+itare tanta #atica . "a le :utorit( rigettarono la richiesta con la scusa che il Co!une non dispone+a di tanti soldi 6uanti ne occorre+ano per la costruzione di un/opera stradale co!e 6uella richiesta. ,uelli di Cichero -gente super a. non si diedero per +inti e continuarono la loro attaglia e la +insero grazie all/inter+ento di un loro concittadino, il car onaio &io+anni Casella della #a!iglia dei )ratti, che #orni+ano il car one di legna al $o+rintendente alle strade del Regno a Ro!a. Il Casella si #ece porta+oce della richiesta del suo paese +erso il $o+rintendente, il 6uale a sua +olta inter+enne presso il &o+erno appoggiando la richiesta del paese di Cichero. Il &o+erno appro+< e #inanzi<, per la parte di sua co!petenza, la nuo+a strada e 6uelli di Cichero e ero +inta la loro attaglia. 'urtroppo passarono alcuni decenni pri!a che si co!pletasse l/intera opera. Cel &ennaio del 11@1 Cichero e e il suo collega!ento stradale col #ondo+alle, sia nella direzione Calcinaia9 Carasco che in 6uella di Ro!aggi9Cal+ari.

Car onai in %al Cichero. L/arte del car onaio #u insegnata ai nostri oscaioli dai car onai della zona di 'istoia che si sposta+ano +erso le nostre +alli alla ricerca di nuo+i oschi di al eri da tagliare per #arne del car one +egetale, una !erce, a 6uei te!pi, assai richiesta e en pagata. Il oscaiolo di+entato anche car onaio taglia+a e prepara+a i pezzi di legna per #are la car onaia, che altro non era che una catasta di legna siste!ata a #or!a di cupola alla cui so!!it( c/era una piccola apertura, detta.il ca!ino.. La catasta +eni+a poi ricoperta con uno strato di zolle di terra per i!prigionare il calore, l/ele!ento principale per tras#or!are la legna in car one +egetale. . ,uesta tras#or!azione

a++eni+a con la cosD detta -cottura - prodotta dal calore del #uoco che si tro+a+a nella parte assa e centrale della car onaia, un #uoco che +eni+a ali!entato continua!ente con scaglie e pezzi di legna, introdotti attra+erso il ca!ino. ,uello del car onaio era un la+oro #aticoso e richiede+a !olta esperienza perch asta+a un nonnulla per !andare in #u!o !olte giornate di duro la+oro . ,uesto incon+eniente succede+a 6uando il car onaio di guardia alla propria car onaia, preso dalla stanchezza , si addor!enta+a !entre nella terra di copertura si apri+ano delle #enditure, dette ocche, che se non chiuse in te!po la catasta +eni+a a++olta dalle #ia!!e e ridotta a un cu!ulo di cenere .,uesto possi ile e+ento induce+a i car onai a colla orare tra loro, nel senso che le car onaie #ossero se!pre sor+egliate da 6ualcuno e che nel caso si aprissero delle nuo+e - ocche., superiori al nu!ero pre+isto per tenere areato e acceso il #uoco, che si tro+a+a all/interno della car onaia, 6uelle . ocche. do+e+ano essere te!pesti+a!ente chiuse per e+itare il totale incendio della car onaia. L/atti+it( del car onaio continu< #ino alla #ine degli anni cin6uanta 6uando su entrarono altri tipi di co! usti ile. EEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE ,ualche piccola curiosit( nei secoli passati di Cichero.. Cella storia di ogni paese italiano ci sono #atti curiosi che, se +isti alla luce dei giorni nostri se! rere ero pi= delle #a+ole che dei #atti +era!ente accaduti, e Cichero ha le proprie curiosit( da ricordare. 4Ricco e!igrante con delle idee stra!palate5 .. :lla #ine del F%III secolo, un ricco e!igrante, un certo Cicol< Casella, rientrato dalle :!eriche, do+e a+e+a #atto #ortuna e si +anta+a di a+er accu!ulato tanti soldi e di essersi #atto una +asta cultura, co!presa una uona conoscenza del latino. 'reso dalla sua posizione econo!ica e sociale perse il senso della realt(, al punto di pretendere che il parroco cele rasse la $anta "essa in un locale, nella #razione di %illa &rande, che l/e!igrante a+e+a deciso di #arne una sua Cappella pri+ata, !a al giusto e #er!o ri#iuto del parroco il Casella pens< di sostituirsi al prete e inizi< a cele rare la $anta "essa e altre #unzioni religiose, co!prese le processioni e, per caricare !aggior!ente di signi#icato la sua a++entura pens< di dotare la #alsa Cappella di statue della "adonna e dei $anti, statue da lui stesso !odellate . ,uesta sua stranezza e e un certo seguito #ra gli a itanti di %illa &rande e, per lungo te!po il paese e e due preti: 6uello +ero e un secondo pri+o di 6ualsiasi titolo IL uon parroco do+ette su ire 6uella assurda situazione #ino all/estre!o dei suoi giorni. . EEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE 4 Le porte delle +ecchie case di Cichero5. : Cichero, co!e negli altri paesi dell/appennino le case dei contadini +eni+ano costruite con l/occhio attento alle spese, per l/ac6uisto del !ateriale indispensa ile per dare sta ilit( alle !odeste a itazioni, !entre le pietre necessarie per la costruzione +eni+ano prele+ate alle #alde del "onte Ra!aceto e !odellate dalle !ani esperte dei cicheresi che sottrae+ano del te!po prezioso ai la+ori dei ca!pi per dedicarsi a un la+oro altrettanto utile co!e 6uello della costruzione della propria casa di a itazione. Con una econo!ia de ole co!e 6uella di##usa nel !ondo contadino, le case +eni+ano costruite con l/aiuto degli a!ici e dei parenti. "a pur essendo case di !odesta super#icie, do+e+ano essere #unzionali alle esigenze delle singole #a!iglie, 6uindi isogna+a adottare

certi accorgi!enti che si potre ero de#inire di piccola ingegneria edile, co!e 6uello che per!ette+a di poter +ariare l/apertura delle porte delle case, al piano terra, spostando una grossa pietra dal !uro #rontale. ,uesto si ottene+a con un ingegnoso posiziona!ento delle pietre del !uro #rontale della casa, garantendo il !assi!o della sicurezza, anche 6uando la grossa pietra +eni+a spostata per introdurre otti o altri oggetti +olu!inosi, *er!inata l/introduzione del !ateriale la grossa pietra +eni+a riposizionata, nel suo spazio naturale e tutto ritorna+a sicuro. ,uesto con#er!ere e il +ecchio detto popolare ;:.contadino scarpe grosse e cer+ello #ino.. EEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE 4 La tassa sulle #inestre, sta ilita dalla Repu lica di &eno+a5

La Repu lica di &eno+a, per #ar #ronte alle crescenti spese !ilitari, studia+a e applica+a ai +alligiani se!pre nuo+e tasse, tra le altre, la pi= odiosa #u 6uella sui +etri delle #inestre, la cosD detta -tassa sulle luci., contro la 6uale si ri ellarono in !olti e in particolare 6uelli di Cichero, persone che per natura erano se!pre state rispettose delle Leggi !a non 6uesta +olta, per la 6uale prepararono dei piccoli pannelli di legno da applicare alle #inestre, 6uando arri+a+ano i controlli e ri!uo+erli, dopo la partenza del ga elliere esattore. :ncora oggi, con l/occhio attento del +isitatore, si potre e sco+are 6ualche +ecchissi!a casa che porta i segni dell/odiosa. tassa sulle luci,.. EEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE Cichero, la sua gente e i rapporti u!ani di un te!po. passato . $ono !olte le notizie raccolte sul paese di Cichero e altrettante #urono le testi!onianze ac6uisite; !a 6uello che !anca in 6ueste pagine lGat!os#era di 6uei giorni che il lettore non pu< percepire se non ha +issuto 6uei !o!enti, 6uando lGa! iente circostante ti cattura+a con i suoi ru!ori e i suoi pro#u!i, co!e 6uello del latte appena !unto o del pane appena s#ornato dalla Richetta di Lo!(, per non parlare poi del picchiettio del ceppo, di legno, che rucia+a Hin tu #ugu(H o del calore u!ano che la gente del posto ci riser+a+a. *utte cose che si ricordano con tenerezza e nostalgia. .$ono trascorsi tanti anni, !a 6uei ricordi sono se!pre presenti nei nostri pensieri e non ci stanchere!o !ai di dire,:H grazie e !ille +olte grazieH alla gente di Cichero e a 6uella degli altri paesi che Hci hanno accolti co!e #igli,H co!e scri+e+a "arzo nel suo li ro, la -7anda Cichero.. Ritornare a Cichero o in 6ualsiasi altro paese che ci +ide calpestare la gelida ne+e, che ricopri+a i sentieri, o inter+enire per contrastare gli attacchi dei nazi9#ascisti , 6uando le #orze in ca!po lo consenti+ano, per noi +oler onorare un de ito di riconoscenza +erso 6uelle popolazioni che ci sono state +icino nella attaglia per la Li ert(. IIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII