Sei sulla pagina 1di 10

Corso di laurea in Scienze dellEducazione A. A.

2009 / 2010

Istituzioni di Linguistica (M-Z)


Dr. Giorgio Francesco Arcodia / Dr.ssa Manana Topadze (giorgio.arcodia@unimib.it / manana.topadze@is .unibe.c!" 1. Le lingue dEuropa: lo spazio geolinguistico europeo Europa come appendice del continente asiatico# delimitata a nord dalle regioni artic!e$ a o%est dalloceano Atlantico$ a sud dal mar &editerraneo ' i con(ini orientali dellEuropa$ con%enzionalmente$ sono (atti coincidere con i monti )rali e del Caucaso. *rilie%i montuosi c!e non rappresentano$ n+ (urono mai$ con(ini in%alicabili e c!e$ piuttosto$ (unzionarono da tramiti$ anc!e se non sempre age%oli$ tra Europa e Asia,
(Emanuele -an(i$ 199.$ La trama storica dellEuropa linguistica: dalla fine del I alla fine del II millennio$ in -an(i$ Emanuele (a cura di"$ La formazione dellEuropa linguistica$ /irenze$ 0a 1uo%a 2talia$ p. 3"

Istituzioni di Linguistica (M !" # A.A. $%%& ' $%(% # giorgio.arcodia)unimi*.it

c(. 1ocentini# *2 con(ini geogra(ici (ra Europa e Asia$ come a%%iene (ra le nazioni$ non coincidono con 4uelli linguistici e una %olta di pi5 si osser%a come le catene montuose non siano barriere in%alicabili# sui due %ersanti degli )rali tro%iamo in(atti lingue appartenenti agli stessi raggruppamenti genetici o legate comun4ue da a((init6 tipologica. 2l con(ine orientale non segno uninterruzione$ ma cade su una continuit6 garantita a nord dalle lingue uralic!e e a sud dalle lingue altaic!e,
(1ocentini$ Alberto$ 2002$ LEuropa linguistica: profilo storico e tipologico $ /irenze$ 0e &onnier$ p. 272"

la delimitazione del territorio europeo rispetto a 4uello asiatico de%e tenere conto di aspetti socio8culturali e storico8politici Alcuni propongono c!e anc!e lArmenia e la 9eorgia siano da considerarsi parte del territorio europeo
(:ag;ge$ Claude$ 1992$ La souffle de la langue. +oies et destins des parlers de lEurope $ <aris$ =acob"

1.1 ,uadro linguistico dellEuropa contemporanea Caratteristic!e essenziali dellEuropa linguistica# (a" 9rande (rammentazione linguistica> pi5 di sessanta lingue statutarie (riconosciute dalle Costituzioni dei singoli stati"$ oltre ad un numero non de(inibile di lingue non statutarie (b" Sostanziale omogeneit6 genealogica> la maggior parte delle lingue parlate nel territorio europeo appartengono alla (amiglia indoeuropea$ mentre la componente non indoeuropea ; minoritaria (basco$ lingue uralic!e / ugro(innic!e$ maltese$ turco$ calmucco" ' tutta%ia$ lEuropa non ; sempre stata *indoeuropea, (c(. 2" (c" 0a distribuzione dei gruppi linguistici in Europa era gi6 de(inita attorno alla (ine del 2 millennio dell;ra %olgare ' (a eccezione la regione dellEuropa sud8orientale (penisola balcanica" interessata dallespansione dell2mpero ?ttomano ' in tempi pi5 recenti$ lEuropa ; stata (ed ; tuttora" interessata da note%oli (lussi immigratori$ c!e !anno arricc!ito il *patrimonio linguistico, del continente

Istituzioni di Linguistica (M !" # A.A. $%%& ' $%(% # giorgio.arcodia)unimi*.it

1.1.1 Europa indoeuropea ed Europa non indoeuropea 0e lingue indoeuropee sono di((use in un territorio c!e si estende tra Europa ed Asia. 9ruppi linguistici estinti della (amiglia indoeuropea# (1" 0ingue anatoliche di((use nella @urc!ia asiatica (Anatolia"$ lingue 4uali littito$ il lidio$ il licio e il lu%io> sostituite progressi%amente dalla lingua e dalla cultura grec!e (gruppo estinto attorno al 2 sec. d.C." (2" 0ingue tocarie ' parlate da una popolazione indoeuropea$ nel territorio dellattuale AinBiang (Cina occidentale"> due %ariet6$ denominate con%enzionalmente *tocario A, e *tocario -, ' lingue indoeuropee pi5 orientali$ sopra((atte da lingue turcic!e e cinesi (ca. C222 sec. d. C." 9ruppi linguistici maggiori# (." 0ingue ro anze (o neolatine" sistemi linguistici deri%ati dal latino$ una lingua italica occidentale> le lingue romanze statutarie sono portog!ese$ gallego$ spagnolo (o castigliano"$ catalano$ (rancese$ italiano$ romeno> esempi di lingue romanze non statutarie sono laragonese$ loccitano (o pro%enzale"$ il cDrso$ il giudeo8spagnolo$ etc. ' il romeno e le sue %ariet6 sono gli unici rappresentanti della antica latinit6 balcanica ' distinzione importante tra ambiente romanzo occidentale (spagnolo$ portog!ese$ (rancese" e orientale (italiano$ romeno"> la linea di separazione con%enzionale tra i due gruppi ; la Eimini F 0a Spezia (o$ meglio$ Senigallia F &assa" 1.-.# lingue italic!e G lingue indoeuropee dell2talia antica (latino$ osco8 umbro$ messapico$ etc." (H" 0ingue ger aniche ' articolate in tre sottogruppi principali> lingue germanic!e occidentali (inglese$ tedesco$ nederlandeseI"$ settentrionali (danese$ s%edese$ nor%egeseI" e orientali (gotico$ %andalo$ burgundo" ' il ramo orientale ; estinto$ le lingue germanic!e orientali non sono sopra%%issute

Istituzioni di Linguistica (M !" # A.A. $%%& ' $%(% # giorgio.arcodia)unimi*.it

allinterno del ramo occidentale %i ; una importante distinzione tra dialetti alto-tedeschi (tra cui il tedesco standard" e !asso-tedeschi (J" 0ingue sla"e ' articolate nei sottogruppi occidentale (ceco$ polaccoI"$ orientale (russo$ ucrainoI" e meridionale (slo%eno$ serbo e croato$ bulgaroI" la lingua di cultura c!e ; stata comune a tutti i popoli sla%i ortodossi ; lantico sla"o ecclesiastico (o paleosla"o"$ %eicolo delle%angelizzazione dei popoli sla%i dalla seconda met6 del 2A secolo d.C. ' la lingua sla%a con pi5 locutori e di((usa sul territorio pi5 ampio ; il russo (1H. milioni di parlanti$ pi5 110 milioni di persone c!e parlano il russo come seconda lingua"
(dati da 0e is$ &. <aul$ 2009$ Et-nologue: Languages of t-e .orld (1KL edizione"$ Mallas$ S20 2nternational"

9ruppi linguistici minori# (K" 0ingue !altiche lingue nazionali delle repubblic!e baltic!e 0ettonia e 0ituania$ attestate a partire dal AC2 secolo ' una importante lingua baltica era il prussiano antico$ parlato nei territori prussiani (ino al AC222 secolo e sostituita dal tedesco (3" 0ingue celtiche articolate nei sottogruppi del celtico continentale (gallico$ celtiberico$ galaticoI" e del celtico insulare (irlandese$ scozzese$ gallese"> il gruppo insulare ; ulteriormente di%iso nei rami goidelico / gaelico (irlandese$ scozzeseI" e brittonico / britannico (gallese$ bretone" ' le lingue celtic!e continentali erano parlate nel territorio europeo (/rancia$ 9ermania meridionale$ Austria$ 2talia settentrionale$ Spagna" e nellAnatolia centrale (attuale @urc!ia"$ allaltezza del 2 millennio a. C.> nei primi secoli della nostra ;ra si sono estinte lunica %ariet6 celtica c!e ; prima lingua di un paese ; lirlandese nella Eepubblica d2rlanda (accanto allinglese"> lo scozzese ; parlato da circa KK.000 persone$ mentre il gallese !a J.0.000 locutori (ma solo una piccola parte di essi ; monolingue"> il bretone (parlato in /rancia" !a circa mezzo milione di locutori$ ma gode di scarso prestigio
(dati da 0e is$ &. <aul$ 2009$ Et-nologue: Languages of t-e .orld (1KL edizione"$ Mallas$ S20 2nternational"

Istituzioni di Linguistica (M !" # A.A. $%%& ' $%(% # giorgio.arcodia)unimi*.it

0ingue indoeuropee isolate# (7" #eogreco ' *(iglio Nunico di una tradizione linguistica indeuropea c!e risulta essere la pi5 antica$ per documentazione$ tra 4uelle presenti in Europa,
(-an(i$ Emanuele O 9randi$ 1icola$ 200.$ Lingue dEuropa$ Eoma$ Carocci$ p. .9"

la (orma popolare (dimoti/0" del neogreco ; caratterizzata da numerosi prestiti di origine turca e romanza Ess.# so/1/i N%icolo P turco so/a/$ deft2ri N4uaderno P turco defter> su((isso %eneziano #1da (lia/1da Nsole cocente$ prasin1da N%erde intenso" ' dialetti neogreci sono parlati anc!e nell2talia meridionale$ nel Salento e nellAspromonte (9" Al!anese lingua con note%oli in(lussi greci$ latini$ romanzi$ sla%i e turc!i> lalbanese ; distinto in due %ariet6 il g!ego (settentrionale" e il tosco (meridionale"$ su cui si basa la lingua standardQ> %ariet6 di albanese sono parlate anc!e nell2talia meridionale (comunit6 ar*r3s-" e dagli albanesi emigrati in Europa$ Stati )niti$ Australia$ etc. ' c(. s-/oll3 Nscuola P %eneziano scola$ d4fe/ N(ucile P turco t5fe/ 9ruppi linguistici non8indoeuropei dEuropa# (11" $asco# lingua isolata$ parlata in una regione compresa tra Spagna e /rancia$ isola linguistica allinterno di unarea interamente romanza ' lingua di pi5 antico insediamento dellEuropa occidentale$ parlata nella regione dei <irenei settentrionali prima dellindoeuropeizzazione dEuropa (c(. 2" ' il basco !a un (uturo incerto# !a un numero di parlanti molto ridotto$ ; (rammentato sia dal punto di %ista linguistico c!e geogra(ico (con(ine (ranco8spagnolo" ed ; sottoposto alla pressione del (rancese e dello spagnolo (12" 0ingue uraliche di%ise in due principali gruppi$ lingue ugro8(innic!e (ung!erese$ (innico$ estoneI" e samoiede (ostiaco$ nenetsI" > di((use su un territorio %astissimo$ dalla 1or%egia settentrionale (regione del /innmarR" (ino al (iume =eniseB$ in Siberia ' la continuit6 territoriale delle lingue uralic!e ; molto bassa$ e spesso le popolazioni uralic!e %i%ono in regioni abitante da una maggioranza parlante lingue di%erse (mord%ini in aree russo(one$ Sami in 1or%egia$ etc."

Istituzioni di Linguistica (M !" # A.A. $%%& ' $%(% # giorgio.arcodia)unimi*.it

(1." 0ingue turche# (amiglia composta da una trentina di lingue$ di((use dai balcani (ino allAsia centrale$ con una certa continuit6 territoriale> i rami della (amiglia rappresentati in Europa (o$ meglio$ tra Asia ed Europa" sono 4uello occidentale (basc!iro$ tataroI" e 4uello meridionale (turco di @urc!ia o ottomano$ azeriI" ' la distribuzione delle lingue turc!e ; il risultato del nomadismo c!e caratterizza%a le genti turc!e$ originarie dellAsia centrale (regione dellAltai" ' in inglese (cosQ come in altre lingue" sono disponibili termini di%ersi per indicare le Nlingue turc!e (Tur/ic" e la lingua turca di @urc!ia (Tur/is-"$ mentre in italiano no e$ pertanto$ si usa la dizione *turco di @urc!ia, per indicare la lingua standard della Eepubblica di @urc!ia ' le lingue turc!e sono caratterizzate da una (orte omogeneit6 (con leccezione del ciu%ascio"$ c!e ne rende di((icile la classi(icazione> ad esempio$ la parola per Ntesta ; P*a6S nel turco di @urc!ia$ ma anc!e in gaugaso$ azeri$ turRmeno$ tataro (di Tazan"$ basc!iro$ nog6i$ RazaRo$ Rirg!iso$ uigurico$ etc. ' dallEuropa alla Siberia orientaleUU
(&anzelli$ 9ianguido$ 199.$ Le lingue turc-e$ in -an(i$ Emanuele (a cura di"$ La formazione dellEuropa linguistica$ /irenze$ 0a 1uo%a 2talia$ p. JJ.8H"

(1H" 0ingue ongole ' gruppo linguistico considerato (non unanimementeUU" parte di una (macro8"(amiglia altaica$ c!e comprenderebbe anc!e le lingue turc!e> la lingua pi5 importante del gruppo ; il mongolo (della Eepubblica di &ongolia"$ lunica lingua presente sul territorio europeo ; il calmucco$ parlato nella Eepubblica di Calmucc!ia (/ederazione Eussa> ca. 1H0.000 locutori" ' i calmucc!i sono lunica popolazione in Europa di religione budd!ista (lamaista"> il tibetano classico ; la lingua religiosa e in calmucco sono presenti numerosi prestiti da tale lingua (e dal sanscrito"$ come degtr Nlibro (P tib. class. de7 t-2r" (1J" 0ingue se itiche ' lunica lingua semitica parlata in un paese europeo ; il maltese$ lingua u((iciale di &alta> il maltese ; lunica lingua semitica parlata in un paese a maggioranza cristiana e c!e ; resa gra(ematicamente mediante lal(abeto latino ' &alta ; stata una terra di con4uista per molti popoli ((enici$ arabi$ ostrogoti$ normanni$ inglesi$ italiani"> la lingua maltese conser%a tracce di molte delle lingue di 4uei popoli> il .J8H0V del lessico maltese ; costituito

Istituzioni di Linguistica (M !" # A.A. $%%& ' $%(% # giorgio.arcodia)unimi*.it

da elementi stranieri$ soprattutto siculo8italiani (g8ern$ palazz$ relazz9oni$ istrutturi$ mus/olu$ forn$ fur/etta$ serpI"

Altri sistemi indoeuropei# (1K" 0ingue indo-iraniche lingue indoeuropee parlate in Asia (:indi$ )rdu$ <ersiano$ etc."> le unic!e parlate indo8arie del continente europeo sono 4uelle degli zingari$ dette lingue *romani,$ originarie dell2ndia nord8 occidentale probabilmente$ solo il 20V dei rom padroneggia una %ariet6 romani ' nelle parlate degli zigane sono presenti numerosi elementi lessicali pro%enienti dalle lingue dei paesi di transito delle popolazioni zingare ( drom N%iaggio P gr. dr:mos$ m2ro Nmare P ted. MeerI"
(&anzelli$ 9ianguido$ 199.$ ;n caso a s2: le parlate degli zingari (le lingue indoiranic-e dEuropa"$ in -an(i$ Emanuele (a cura di"$ La formazione dellEuropa linguistica$ /irenze$ 0a 1uo%a 2talia$ p. ..98.H9"

(13" Ar eno lingua indoeuropea isolata$ ; parlato al di (uori del territorio europeo (nella de(inizione con%enzionale" 2. %rocesso di indoeuropeizzazione dellEuropa Allinizio del 2 millennio della nostra era$ lEuropa ; caratterizzata dalla presenza massiccia di lingue indoeuropee ' non ; sempre stato cosQ <rincipali teorie riguardanti il processo di indoeuropeizzazione dellEuropa# (1" 0a teoria *tradizionale, attorno al C82C millennio a. C.$ popolazioni di *guerrieri8pastori, sono migrate dalle steppe dellAsia centrale %erso i territori do%e sono parlate$ attualmente$ le lingue indoeuropee ' ipotesi dei kurgan (tumuli (unerari delle steppe dell)craina"$ modello in tre (asi# (a" HJ008H000 a.C.$ espansione di popoli (proto8"indoeuropei dalle regioni del Colga %erso il bacino del Manubio (ino ai -alcani> (b" .J008.000 a.C.$ migrazione di genti (proto8"indoeuropee dal Caucaso settentrionale e dall)craina$ %erso il lEuropa settentrionale$

Istituzioni di Linguistica (M !" # A.A. $%%& ' $%(% # giorgio.arcodia)unimi*.it

nord8occidentale e %erso la penisola italica> (ormazione dei gruppi celtico$ germanico$ baltico$ sla%o$ italico> (c" .000 a.C.$ nuo%i (lussi migratori dal sud8est europeo %erso lEuropa centro8settentrionale e centro8orientale$ oltre c!e %erso la Scandina%ia (per appro(ondimenti# 9imbutas$ &ariBa$ 1970$ T-e <urgan .a8e Migration (c. =>%% =$%% ?@" into Europe and t-e FolloAing Transformation of @ulture $ in *=ournal o( 1ear Eastern Studies,$ 9$ pp. 23.8.1J" (2" @eorie della *dipersione neolitica indoeuropea, ' continuit6 degli insediamenti in Europa nelle et6 del tame e del bronzo> le culture dei /urgan e dei *popoli delle asce da guerra, sarebbero$ 4uindi$ intrusioni in un territorio gi6 indoeuropeo ' Een(re # un mutamento della situazione europea 4uale lindoeuropeizzazione puD essere a%%enuto solo allaltezza del C22 millennio a.C.$ 4uando si sono di((use le tecnic!e agricole> i popoli (proto8"indoeuropei giunsero in Europa dalla penisola anatolica$ dalla penisola balcanica e da alcune aree del &editerraneo centro8occidentale e$ in seguito$ da zone della 9ermania e dellEuropa orientale (Een(re $ Colin$ 1973$ Arc-aeolog4 and Language. T-e Buzzle of Indoeuropean Crigins$
0ondon$ =onat!an Cape"

(proto8"indoeuropei come popoli medio8orientali c!e !anno portato la loro tecnologia superiore nel continente Europeo (." @eoria della *continuit& uralica, ' popolazioni uralic!e e samoiede sarebbero stanziate in Europa gi6 dal paleolitico e dal mesolitico> ; possibile ipotizzare c!e anc!e genti (proto8"indoeuropee (ossero insediate in Europa gi6 dalla remota antic!it6 ' teoria sostenuta anc!e dalla ricerca genetica$ secondo cui l70V del patrimonio genetico delle popolazioni europee risale al paleolitico
(per appro(ondimenti# Alinei$ &ario$ 199K / 2000$ Crigini delle Lingue dEuropa (%oll. 2 e 22"$ -ologna$ 2l &ulino"

'. (reco e latino nella

odellizzazione dellEuropa linguistica

*0a storia linguistica dellEuropa medie%ale$ moderna e contemporanea ; incomprensibile se non si tiene conto del ruolo e della (unzione c!e !anno a%uto$ nel processo della sua (ormazione$ le due grandi lingue classic!e dellantic!it6# il greco e il latino. Ad esse si de%e$ oltre c!e la trasmissione

Istituzioni di Linguistica (M !" # A.A. $%%& ' $%(% # giorgio.arcodia)unimi*.it

dellenorme patrimonio culturale c!e inner%a il complesso dellEuropa medie%ale e moderna$ anc!e la (unzione di potenti *serbatoi, per la *modellizzazione, di strutture linguistic!e e per la di((usione di elementi lessicali e (raseologici comuni,
(-an(i$ Emanuele O 9randi$ 1icola$ 200.$ Lingue dEuropa$ Eoma$ Carocci$ p. H1"

9reco e latino in et6 imperiale romana# Espansione romana nel &editerraneo e in Europa dalla (ine del 222 sec. a.C. allinizio del 22 sec. d.C. ' a((ermazione del latino nei territori con4uistati$ resistenza nei con(ronti del latino nelle aree greco(one di 9recia$ Anatolia$ &edio ?riente ' greco come lingua di cultura nel mondo romano> gli uomini di cultura conosce%ano sia il greco c!e il latino> (ormazione di una /oin2 greco8romana /ormazione di due poli politico8culturali nellAlto &edioe%o# )cissione tra I pero ro ano d*ccidente e d*riente e (ine dell2mpero d?ccidente (H3K" 2nsediamento di genti sla%e meridionali e turco8tatare (s/la8inoD / scla8ini" nel sud8est europeo (C28C22 sec." ' primo elemento di separazione tra ambiente latino8romano (e romano8germanico" e ambiente greco8bizantino> *creazione, del paleosla%o (2A sec."$ reso gra(ematicamente mediante lal(abeto glagolitico (a base greca"$ lingua religiosa ed amministrati%a per le popolazioni sla%e (dai (ratelli Ss. Cirillo e &etodio" Scisma tra c!iesa cattolica romana e c!iesa ortodossa bizantina (10JH" ' separazione netta di due aree politico8culturali$ occidentale ed orientale$ e di due modelli imperiali (romano8germanico 8s. greco8bizantino" ' tre grandi lingue %eicolari# latino$ greco e paleosla%o ' dal C22 secolo$ il greco %iene eliminato dalla liturgia cristiana occidentale> il latino di%enta progressi%amente lingua unitaria della cultura europea$ lingua comune anc!e nellinsegnamento uni%ersitario (dal A22 secolo" ' il greco (bizantino8medie%ale" ; stato *collante, di popoli di%ersi nellEuropa orientale$ ma non !a a%uto un ruolo paragonabile a 4uello del latino in occidente> il greco non !a dato origine a una pluralit6 di lingue neogrec!e e non si ; imposto come lingua comune presso le genti sla%e> la
9

Istituzioni di Linguistica (M !" # A.A. $%%& ' $%(% # giorgio.arcodia)unimi*.it

con4uista ottomana (AC sec." !a ulteriormente accentuato lisolamento della tradizione linguistica e culturale greco8bizantina

10