Sei sulla pagina 1di 5

CELLULE PROCARIOTE : formata da un unica cellula in cui il patrimonio genetico non avvolto dalla membrana nucleare ma si trova in una

una regione cellulare chiamata nucleoide . Sono gli organismi pi antichi della terra (3 miliardi di anni fa ) e anche gli esseri viventi pi semplici e numerosi (alcuni milioni di specie ). Il loro grande numero dovuto alla velocit di riproduzione che asessuata cio si moltiplicano per scissione binaria e dalla cellula di partenza si ha la duplicazione del patrimonio genetico con due cellule figlie identiche. Hanno grande versatilit metabolica e sopravvivono dove non esiste altra forma di vita . Sono in grado di formare spore resistenti che rimangono latenti per anni CLASSIFICAZIONE DEI PROCARIOTI : E molto difficile farla in base ai criteri usati per gli eucarioti fino a poco tempo fa i biologi si basavano sull aspetto globale delle colonie , sul tipo di nutrizione sulla presenza di spore ma soprattutto sulle differenze di dimensione e aspetto delle singole cellule . Questa classificazione di grande importanza nella diagnosi e nei trattamenti medici e veterinari . Le nuove tecniche molecolari come il sequenziamento degli amminoacidi e dei nucleotidi e l ibridazione dell acido nucleico hanno permesso di studiare in maniera pi approfondita la struttura e la biochimica dei batteri arrivando alla conclusione che sulla terra si sono separate nel corso del tempo tre linee evolutive corrispondenti ai domini : Archaea Eubacteria e Eukarya. EUBATTERI : sia aerobi che anaerobi si trovano in moltissimi habitat diversi, molti sono parassiti e provocano danno allindividuo, che infettano, altri convivono invece con lorganismo ospite, contribuendo alle sue funzionalit (tubo digerente di insetti e mammiferi), altri batteri vivono associati ai funghi o alle radici delle piante. La parete esterna degli eubatteri formata da peptidoglicani che gli conferiscono robustezza e rigidit. In base alla reattivit della parete a una determinata tecnica di colorazione si distinguono in Gram-Positivi e Gram-negativi. Hanno varie forme :a bastoncino i Bacilli , a sfera i Cocchi e a elica gli Spirilli : esistono anche i bacillococchi a forma ovale e i vibrioni a forma di virgola (come il batterio della collera) . Un altra divisione fra eubatteri fotosintetici (cianobatteri batteri verdi e purpurei ) e non fotosintetici (spirochete e batteri Gram-positivi ) ARCHEOBATTERI o ARCHEI : Sono stati individuati negli anni settanta possono essere aerobi o anaerobi,molti vivono in condizioni estreme : gli alofili in ambienti molto salati, i termoacidofili in zone molto calde, gli acidofili in ambienti molto acidi . I metanogeni sono batteri che abitano nelle paludi e sintetizzano etano a partire da CO2 e idrogeno (H) gassoso MODALITA DI NUTRIMENTO : I procarioti hanno vari tipi di metabolismo poich riescono a ricavare energia in vari modi . Alcuni batteri eterotrofi ottengono le molecole organiche dai tessuti o liquidi corporei di altri organismi viventi .Appartengono a questo gruppo gli eubatteri che inducono malattie ( patogeni) mentre alcuni batteri non hanno influenza sui lori ospiti e altri sono utili . Il gruppo pi numeroso di batteri eterotrofi quello dei saprofiti che si nutrono di materiale organico morto e insieme ad altri microorganismi contribuiscono alla decomposizione e al riciclaggio delle sostanze organiche del suolo ; i batteri sono capaci di vivere numerosi in una piccola area con scarsa competizione e anzi con reciproca assistenza . Altri batteri sono autotrofi cio producono energia da sostanze inorganiche semplici, alcuni sono chemioautotrofi cio producono energia ossidando molecole inorganiche di azoto (N), zolfo (Z) e ferro(FE) .Ci sono anche tre diversi tipi di eubatteri fotosintetici : batteri verdi,purpurei e cianobatteri che catturano l energia luminosa grazie a pigmenti specializzati . I CIANOBATTERI: somigliano alle piante e alle al ghe, in quanto contengono clorofilla a e scindono lacqua durante la fotosintesi, liberando O2. Nei cianobatteri per la clorofilla e gli altri pigmenti fotosintetici (filocianina da cui prende il nome) non sono nei cloroplasti come nelle cellule eucariote ma fanno parte di un

sistema di membrane distribuito nella zona periferica della cellula. Vivono nelle acque dolci e alcune specie sono in grado di incorporare azoto atmosferico in composti organici. ORIGINE ED EVOLUZIONE DEGLI EUCARIOTI : Una delle evoluzioni pi importanti il passaggio dai procarioti ai primi eucarioti un ipotesi sostiene che quando l ossigeno cominci ad accumularsi nell atmosfera i procarioti che erano in grado di usarlo per produrre ATP aumentarono di numero e in base alla teoria endosimbiontica si introdussero in cellule pi grandi assumendo la funzione degli attuali mitocondri .Questo avvalorato dal fatto che i mitocondri contengono un proprio DNA in u n unica molecola circolare come nei batteri , molti enzimi delle membrane cellulare dei batteri sono anche in quelle dei mitocondri , hanno ribosomi simili sia per dimensione che per composizione chimica, i mitocondri , con i cloroplasti sono gli unici organuli che si autoriproducono .L ipotesi endosimbiontica spiega la presenza nella cellula eucariote di organuli complessi . PROTISTI: A questo regno appartengono organismi eucarioti molto diversificati ,la maggior parte sono unicellulari ma non sempre sono organismi semplici . La maggior parte assomiglia poco ai primi eucarioti , tranne quelli che non si sono modificati molto come le amebe si dividono in tre grandi gruppi: i Protozoi, i Funghi Mucillaginosi e Muffe d acqua e le alghe e ognuno di questi gruppi si divide in un certo numero di Phila o divisioni a volte strettamente imparentate tra loro. I PROTOZOI :Sono un insieme di organismi diversificati la maggior parte dei quali eterotrofa unicellulare , si riproducono per via asessuata con semplice divisione cellulare ma molti hanno anche un ciclo sessuato con la meiosi e la fusione dei gameti aploide in uno zigote diploide . La classificazione complicata ,i Phila principali comprendono tre di essi (mastigophora , sarcodina e ciliophora )sia forme a vita libera sia parassite e si distinguono sulla base del tipo di locomozione , gli altri due (Opalinida e Sporozoa) sono solo parassiti. I mastigofori sono i pi primitivi tra i protisti eterotrofi, sono caratterizzati dai flagelli ,uno o due nelle cellule pi piccole un numero maggiore in quelle pi grandi; alcuni conducono vita libera ma la maggior parte vive dentro o sopra altri organismi da cui ottiene il nutrimento I sarcodini comprendono le amebe e altri gruppi ameboidi, si spostano e si nutrono grazie alla formazione di pseudopodi, estensioni del citoplasma. Gli eliozoi somigliano a dei puntaspilli, altri hanno un guscio esterno colorato in modo vivace, le bianche scogliere di Dover e le formazioni calcaree in generale, sono dovute allaccumulo di gusci di foraminiferi. I radiolari hanno un guscio siliceo anzich calcareo. I ciliati o ciliofori sono i protozoi pi complessi e specializzati, sono caratterizzati dalla presenza di ciglia e di due tipi di nuclei, i macronuclei e i micronuclei. Un esempio il Paramecium. Gli opalinidi si muovono per mezzo di ciglia, sono principalmente nel tubo digerente di rane, rospi, e a volte pesci e rettili. Gli sporozoi non hanno ciglia o flagelli e hanno un complesso ciclo vitale, quelli pi conosciuti sono gli appartenenti al genere Plasmodium che provoca la malaria in uccelli e mammiferi. Il Plasmodium falciparum infetta ogni anno da 300 a 500 milioni di persone, soprattutto nelle zone tropicali con oltre un milione di morti ed una delle principali cause di mortalit infantile. Essendo ora note le sequenze del DNA si cercato di produrre insetticidi mirati e nuovi farmaci. I FUNGHI MUCILLAGINOSI : Sono gruppi di strani organismi classificati tra i protisti per la loro somiglianza alle amebe vivono sul legno marcescente nutrendosi di batteri lieviti e particelle organiche comprendono pi di 500 specie e possono essere : cellulari ( acrasiomiceti) o plasmodiali (mixomiceti ) cos

detti perch sono in grado di aggregarsi in un unica massa citoplasmatica ( plasmodio ). I funghi mucillaginosi si riproducono per mezzo di spore cio cellule capaci di dare origine a nuovi individui senza fondersi con un altra cellula . La spora prodotta per meiosi in strutture dette sporangi spesso sollevate dal suolo per facilitare la dispersione delle spore nel vento . MUFFE D ACQUA : Somigliano un po ai funghi nella struttura di base ,comprendono un migliaio di sp ecie e hanno cellule riproduttive flagellate . Sono in genere saprofite e vivono su materiale organico morto,solo alcune sono parassite (oomiceti come la Plasmopara viticola ).L infezione inizia quando uno sporangio portato dal vento si posa su una foglia e libera le spore che producono una rete di filamenti detti ife ( gli austori ) che penetrano allinterno mentre alcune ife aeree gli sporangiofori producono nuove spore . VERSO LA PLURICELLULARITA : la cellula eucariote ha molte propriet (grande quantit di informazioni genetiche, specializzazione di parti diverse in funzioni differenti, maggiore adattabilit) che ha reso possibile la grande diversificazione dei protisti. Ci sono per limiti alla grandezza della cellula, la soluzione pi efficiente la pluricellularit, cio la ripetizione di singole unit, le cellule, con un rapporto superficie volume ottimale. FUNGHI : Alcuni sono unicellulari come i lieviti ma la maggioranza sono organismi plurinucleati o pluricellulari costituite da masse di filamenti .Un filamento fungino detto ifa e le numerose ife che compongono un organismo sono chiamate micelio. Il micelio vive sottoterra ma la maggior parte dei funghi forma una struttura che fuoriesce dal terreno periodicamente costituita da ife strettamente ammassate ,le pareti contengono chitina .I funghi sono eterotrofi e assorbono le molecole organiche dall ambiente circostante secernono enzimi digestivi per scomporre le sostanze vivono quindi in qualsiasi ambiente con materiale organico. I pi grandi e forse i pi antichi organismi viventi presenti oggi sono i filamenti dell armillaria che infetta la radice degli alberi . Alcuni lieviti hanno una grande importanza nella produzione di vino birra e pane mentre altri funghi sono importanti per la preparazione di formaggi o di antibiotici come la Penicillina . Provocano per molte malattie nelle piante come loidio del castagno e la grafiosi dellolmo con effetti devastanti sulle foreste ;sono responsabili di molte malattie ( micosi ) sugli esseri umani provocate per esempio dal lievito Achorion o dai funghi del genere Candida. CLASSIFICAZIONE DEI FUNGHI:dopo la prima separazione dalle muffe dacqua si dividono poi in: Phylum Zygomycota che include la classe dei zigomiceti, funghi saprofiti che si nutrono di materiale decomposto e con legami simbiotici con le radici delle piante (tartufi) Phylum Ascomycota include saccaromiceti e ascomiceti, caratterizzati dalla presenza di aschi, strutture a forma di sacco contenenti spore (lieviti e vari funghi mangerecci). Phylum Basidiomycota comprende molti funghi commestibili come i porcini, ma anche funghi parassiti come ruggini e carboni che provocano gravi malattie nelle piante . Deuteromiceti comprendono i funghi senza alcuna forma di sessualit, vengono detti anche funghi imperfetti e comprendono numerosi fungi patogeni per luomo. RIPRODUZIONE DEI FUNGHI : Pu avvenire sia per via asessuata che sessuata. La riproduzione asessuata pu avvenire o con frammentazione delle ife e da ogni frammento nasce un nuovo individuo, o con la produzione di spore allinterno di sporangi tenuti sollevati dal suolo da miceli, gli sporangiofori, che liberano al momento della maturazione le spore nellaria. I funghi sono aploidi per gran parte del loro ciclo vitale e la riproduzione sessuata inizia con lunione di due ife di due diversi ceppi che dopo il contatto si sviluppano in strutture riproduttive specializzate dette gametangi. Ne deriva una cellula plurinucleata contenente un certo numero di zigoti che portano ad uno sporangioforo allinterno del quale si formano

spore aploidi. Negli ascomiceti e basidiomiceti il ciclo vitale pi complesso con la formazione di una struttura, il dicarion in cui operano contemporaneamente due o pi nuclei geneticamente diversi. FUNGHI E SIMBIOSI : simbiosi (termine greco che significa vivere insieme ) unassociazione stretta e a lungo termine tra organismi di specie differenti. Molti funghi sono parassiti , ma altri sono coinvolti in relazioni simbiotiche di reciproco vantaggio: I licheni la combinazione di uno specifico fungo con unalga verde o un cianobatterio ed il prodotto di questa associazione molto diverso dai due organismi iniziali e pu vivere in diverse condizioni ambientali. Sono molto diffusi in natura, sono i primi a colonizzare zone rocciose e nude e per vivere necessitano solo di luce, aria e qualche sale minerale. Dato che assorbono acqua piovana sono facilmente danneggiati dai prodotti tossici e sono quindi considerati indicatori biologici o bioindicatori per la qualit dellaria e come bioaccumulatori per valutare i diversi tipi di inquinanti. Si riproducono il pi delle volte per separazione di frammenti contenenti sia ife fungine che cellule foto sintetiche. Le micorizze (mykos = fungo e rhiza= radice) sono associazioni simbiotiche fra funghi e radici di piante vascolari che hanno un ruolo importante nella crescita delle piante stesse e si trovano nel terreno circostante le radici. Alcune di queste, le endomicorizzie, le ife fungine penetrano nelle cellule della radice stessa formando spirali, rigonfiamenti e ramificazioni, mentre in altre, le ectomicorizzie, le ife formano una guaina intorno alla radice.