Sei sulla pagina 1di 5

US PIANESE

REGOLAMENTO
ART. 1: ORGANIZZAZIONE La Societ US PIANESE indice ed organizza un torneo a carattere internazionale denominato COPPA ITALIA U13 che si disputa i giorni 19-20-21 Aprile 2014 presso i campi sportivi di Piancastagnaio, Acquapenante e Santa Fiora. La Coppa Italia U13 inserita fra i tornei del GOLDEN CIRCUIT. ART. 2: CATEGORIA DI PARTECIPAZIONE E LIMITI DI ETA' Il torneo riservato alla categoria ESORDIENTI SECONDO ANNO, ovvero a giovani calciatori che hanno compiuto il 10 anno, ma che anteriormente al 1 gennaio dellanno in cui ha ini zio la stagione sportiva in corso non hanno compiuto il 12 anno, regolarmente tesserati per le federazioni di appartenenza. ART. 3: PRESTITI Non sono consentiti prestiti. ART. 4: ELENCHI GIOCATORI Le Societ partecipanti dovranno presentare all'organizzazione del torneo, prima del suo inizio, l'elenco dei calciatori che intendono utilizzare nel corso del torneo, fino ad un massimo di 25. Dopo l'avvenuta consegna proibito apportare modifiche a tali elenchi. Nella distinta da presentare all'arbitro prima di ogni singola gara saranno indicati fino ad un massimo di 18 giocatori. ART. 5: SOSTITUZIONI Le sostituzioni saranno effettuate nel pieno rispetto delle norme di cui al C.U. n 1 del S.G.S. Roma . Tutti i giocatori in distinta dovranno giocare almeno un tempo. Essendo previsti 2 (due) tempi di gara, al termine del primo tempo DEVONO essere obbligatoriamente effettuate tutte le sostituzioni ed i nuovi entrati non potranno pi essere sostituiti fino al termine, se non per gravi motivi di salute. Tali disposizioni dovranno essere rigorosamente rispettate. ART. 6: SOCIETA' PARTECIPANTI Al torneo prenderanno parte le sottoindicate Societ: NOME DEL CLUB NAZIONE DI APPARTENENZA HYERES FRANCIA LUZERN SVIZZERA JUNIORUL BUCAREST A ROMANIA IMOLESE ITALIA AFF. FIORENTINA ITALIA CITTADELLA ITALIA MANTOVA ITALIA VALENTINO MAZZOLA ITALIA LAZIO ITALIA ALTA TUSCIA ITALIA GIOVANILE AMIATA ITALIA PIANESE ITALIA LASTRIGIANA ITALIA MONTELUPO ITALIA SUNO ITALIA JUNIORUL B ROMANIA ART.7: FORMULA DEL TORNEO Il torneo si svolger con la seguente formula: le 16 squadre saranno suddivise in 4 poule (A B C D) composte da 4 squadre ciascuna. Per ciascuna poule si giocheranno 2 partite ad eliminazione diretta (Sabato 19 Aprile 2014). Le vincenti giocheranno la partita per definire il primo e secondo posto della loro poule mentre le perdenti giocheranno la partita per definire il terzo e il quarto posto della loro poule (Domenica 20 Aprile 2014 mattina). Per ciascuna poule si determiner cos una classifica dal primo al quarto posto. Le quattro squadre prime classificate delle poule A,B,C,D saranno ammesse alle semifinali della Coppa Italia U13. Le quattro squadre seconde classificate delle poule A,B,C,D saranno ammesse alle semifinali del Challenge Terre Senesi. Le quattro squadre terze classificate delle poule A,B,C,D saranno ammesse alle semifinali del Challenge Terre Amiatine. Le quattro squadre quarte classificate delle poule A,B,C,D saranno ammesse alle semifinali del Challenge Terre dellAlta Tuscia. Le squadre della poule A affronteranno quelle della poule B. Le squadre della poule C affronteranno quelle della poule D. Nel pomeriggio di Domenica 20 Aprile 2014 si giocheranno le semifinali. Luned 21 Aprile 2014 si giocheranno tutte le finali: Coppa Italia U13 (1 /2 posto fra le vincenti delle due semifinali, 3 /4 posto fra le perdenti delle due semifinali), Challenge Terre Senesi (1 /2 posto fra le vincenti delle due semifinali, 3 /4 posto fra le perdenti delle due semifinali), Challenge Terre Amiatine (1 /2 posto fra le vincenti delle due semifinali, 3 /4 posto fra l e perdenti delle due semifinali) e Challenge Terre dellAlta Tuscia (1 /2 posto fra le vincenti delle due semifinali, 3 /4 posto fra le p erdenti delle due semifinali). ART.8: TEMPI DI GARA E SVOLGIMENTO Trattandosi di torneo a rapido svolgimento (con partite in giorni contigui e nello stesso giorno per la medesima squadra) le gare si svolgeranno in 2 (due) tempi ridotti della durata di 20 ciascuno. Le partite si giocano 11 > 11 su campi di dimensioni regolamentari, con porte regolamentari ed utilizzo di palloni n 4. ART. 9: TIRI DI RIGORE In tutte le partite, in caso di parit al termine dei tempi regolamentari, si proceder all'esecuzione dei tiri di rigore con le modalit stabilite dal vigente Regolamento del Giuoco. ART.10: TEMPI SUPPLEMENTARI In nessun caso sono previsti tempi supplementari. ART.11: ASSENZA DI UNA SOCIETA In considerazione del fatto che si tratta di un torneo a rapido svolgimento con complesse problematiche organizzative e di un evento internazionale non consentito per nessun motivo chiedere, da parte di una o pi societ, il cambiamento della data o dellorario di una partita come stabilito da calendario ufficiale delle manifestazione. Qualora una societ non si presenti ad una partita, automaticamente gli saranno inflitti 2 punti di penalizzazione e la perdita della partita stessa con un punteggio pari alla sconfitta pi ampia eventualmente registrata da quella societ nel corso del torneo e comunque per un minimo di 0-3, oltre ad una multa di euro 200,00 per i danni arrecati allorganizzazione del torneo. ART.12: RITARDO TEMPO DI ATTESA In considerazione del fatto che si tratta di un torneo a rapido svolgimento con complesse problematiche organizzative e di un evento di assoluto prestigio internazionale non sono ammessi ritardi. Limitatamente alle partite che si giocano venerd e sabato viene stabilito

un tempo di attesa massimo quantificato in 15 (quindici) minuti trascorso il quale scatteranno i provvedimenti stabiliti allarticolo 9 del presente regolamento. Nessun ritardo invece ammesso per le partite della domenica. In questultimo caso, ovvero in presenza di un ritardo nella giornata di domenica, spetter al COL valutare lopportunit o meno di disputare la partita, valutando eventuali problematiche organizzative che potrebbero derivarne. Tutto quanto previsto nel presente articolo da considerarsi inapplicabile nei confronti delle societ che si spostano con mezzi gestiti dal Comitato Organizzatori, qualora la causa del ritardo sia imputabile a disservizi organizzativi. ART. 13: ARBITRI Le gare saranno dirette da Arbitri FIGC. I rapporti di gara, con allegate le distinte giocatori, saranno trasmessi alla Delegazione Periferica di competenza nei termini previsti per la necessaria visione del Giudice Sportivo. ART.14 COMITATO DEL TORNEO Sar predisposto un Comitato di Torneo che, sar responsabile per qualunque disputa, protesta, reclamo o circostanza non prevista. Il Comitato sar composto dalle seguenti persone: Nome: Cognome: Societ di appartenenza Funzione FABIO ANICHINI US PIANESE Direttore Sportivo PAOLO FORTI US PIANESE Segretario Il comitato non accetter proteste o reclami sulle decisioni prese dagli arbitri. Il comitato provveder a segnalare alla propria federazione nazionale o internazionale preposta ad adottare i provvedimenti ritenuti opportuni ogni giocatore ed ogni membro delle delegazioni partecipanti ritenuti colpevoli di condotta antisportiva durante il torneo. ART. 15: DISCIPLINA DEL TORNEO La disciplina del torneo viene affidata al Giudice Sportivo titolare o supplente della Delegazione Periferica di competenza. Il Giudice Sportivo deliberer inoltre anche in caso di squalifiche che superino la durata del torneo. ART.16: AUTOMATISMO DELLE SANZIONI (per i Tornei a rapido svolgimento) L'art.45 comma 2, del Codice di Giustizia Sportiva NON prevede l'automatismo delle sanzioni per i calciatori della categoria Esordienti, che pertanto dovranno soggiacere ai provvedimenti del Giudice Sportivo. ART. 17: RECLAMI Eventuali reclami dovranno essere presentati entro 30 minuti dalla fine della gara accompagnati dalla tassa di 50,00 (cinquanta). Copia del reclamo dovr essere consegnata alla controparte sempre nei termini dei 30 minuti. ART.18: FAIR PLAY Qualora si verificassero episodi deprecabili da parte dei giocatori, dei propri responsabili e dei sostenitori al seguito della squadra, lOrganizzazione si riserva il diritto di prendere i giusti provvedimenti nei confronti della societ fino allesclusione automatica ed immediata dal torneo. ART. 19: ASSICURAZIONE Ogni Societ partecipante dovr garantire ai propri giocatori la copertura assicurativa. Lorganizzazione del Torneo responsabile della regolarit della copertura assicurativa. ART. 20: PREMI Coppa a tutte le squadre partecipanti. Medaglia ricordo a tutti gli atleti che hanno partecipato alla manifestazione in oggetto. Coppa al Miglior Giocatore della manifestazione. Tutte le squadre e i giocatori dovranno presenziare alla cerimonia di premiazione che si svolger luned 21 aprile 2014 alle ore 13:00 presso lo Stadio di Pincastagnaio. ART.21: I.F.A.B. Le partite si giocano secondo le regole dellInternational Football Associations Board (IFAB) edizione corrente. ART.22: INCONTRO EDUCATIVO La societ organizzatrice durante lo svolgimento del Torneo organizzer in collaborazione con il Settore Giovanile e Scolastico un incontro tecnico rivolto ai tecnici, dirigenti, genitori, calciatori e calciatrici. ART.23: NORME GENERALI Per quanto non previsto dal presente Regolamento, valgono le disposizioni dei Regolamenti Federali, in quanto compatibili, e quelle riportate sul Comunicato Ufficiale n 1 del Settore Giovanile e Scolastico relativo alla stagione sportiva in corso. ART.24: MODIFICHE Questo regolamento, come anche il calendario, potranno essere modificati dal Comitato Organizzatore in caso di necessit o per il buono svolgimento del torneo. ART.25: ACCETTAZIONE La partecipazione al torneo presuppone la piena accettazione del regolamento da parte delle societ. N.B. Si ricorda a tutte le societ partecipanti, che come da norme e regolamenti della FIGC, in caso di mancata applicazione da parte di una societ di quanto previsto negli articoli 4, 5 del presente regolamento, non prevista - come sanzione - la modifica del risultato acquisito sul campo. In presenza di un reclamo e qualora esso venga accolto, il Comitato del Torneo provveder a quantificare la relativa ammenda a carico della societ che non si attenga al presente regolamento oltre a deferirla per iscritto alla Federazione nazionale o internazionale preposta ad adottare i provvedimenti pi opportuni.

RESPONSABILE ORGANIZZATIVO SIG. FABIO ANICHINI TEL. 338 4006066 fabioanichini@alice.it SEGRETARIO SIG.. PAOLO FORTI TEL. 338 4837874

CALENDARIO

Fase di qualificazione
POULE A FC JUNIORUL A IMOLESE CALCIO
N. Data Ora Loc Partita

Fase Finale COPPA ITALIA U13


SEMIFINALI PARTITA 1A 1C

AFF FIORENTINA USC MONTELUPO


Ris

N. Data Ora Loc 17 20/4 18.00 A 18 20/4 18.30 P

Ris 1B 1D

1 2 3 4

19/4 19/4 20/4 20/4

15.00 16.50 09.00 11.00

P P P P

FIORENTINA IMOLESE P1 V1

JUNIORUL A MONTELUPO P2 V2

1 3 1 2 3 4

21/4 21/4

FINALI 12.00 P V17 V18 11.00 P P17 P18 CLASSIFICA COPPA ITALIA U13

CLASSIFICA POULE A V4 P4 V3 P3 POULE B FC LUZERN FCD SUNO


N. Data Ora Loc PARTITA

1A 2A 3A 4A

CHALLENGE TERRE SENESI


POL. V.MAZZOLA ASD ALTA TUSCIA
Ris

N. Data Ora Loc 19 20/4 17.00 A 20 20/4 17.30 P

SEMIFINALI PARTITA 2A 2C

Ris 2B 2D

5 6 7 8

19/4 19/4 20/4 20/4

17.00 18.00 09.00 12.00

A A A A

LUZERN SUNO P5 V5

ALTA TUSCIA V.MAZZOLA P6 V6

1 3 1 2 3 4

FINALI 21/4 10.00 P V19 V20 21/4 09.00 P P19 P20 CLASSIFICA CHALLENGE TERRE SENESI

CLASSIFICA POULE B V8 P8 V7 P7 POULE C HYERES FC ASD LASTRIGIANA


N. Data Ora Loc PARTITA

1B 2B 3B 4B

CHALLENGE TERRE AMIATINE


AS CITTADELLA US PIANESE
Ris

N. Data Ora Loc 21 20/4 16.00 A 22 20/4 16.30 P

SEMIFINALI PARTITA 3A 3C

Ris 3B 3D

9 10 11 12

19/4 19/4 20/4 20/4

17.45 21.00 10.00 11.00

P P A A

CITTADELLA HYERES P9 V9

LASTRIGIANA PIANESE P10 V10

1 3 1 2 3 4

FINALI 21/4 10.00 SF V21 V22 21/4 09.00 SF P21 P22 CLASSIFICA CHALLENGE TERRE AMIATINE

CLASSIFICA POULE C V12 P12 V11 P11 POULE D FC JUNIORUL B MANTOVA FC


N. Data Ora Loc PARTITA

1C 2C 3C 4C

CHALLENGE TERRE DELLALTA TUSCIA


N. Data Ora Loc 23 20/4 15.00 A 24 20/4 15.30 P SEMIFINALI PARTITA 4A 4C Ris 4B 4D

SS LAZIO ACD GIOV. AMIATA


Ris

13 14 15 16

19/4 19/4 20/4 20/4

15.55 18.40 10.00 12.00

P P P P

LAZIO MANTOVA P13 V13

G. AMIATA JUNIORUL B P14 V14

1 3 1 2 3 4

FINALI 21/4 10.00 A V23 V24 21/4 09.00 A P23 P24 CLASSIFICA CHALLENGE TERRE DELLALTA TUSCIA

CLASSIFICA POULE D V16 P16 V15 P15 1D 2D 3D 4D

LEGENDA: P = PIANCASTAGNAIO / A = ACQUAPENDENTE / SF= SANTA FIORA / V = VINCENTE / P = PERDENTE

GOLDEN CIRCUIT TROFEO REGIONE TOSCANA 2014

Il Golden Circuit Trofeo Regione Toscana un insieme di tornei internazionali di calcio promossi annualmente dal Centro Formazione Calcio divisi in quattro categorie: U13, U12, U11 e U10. La manifestazione composta da 3 eventi che si svolgono nel periodo compreso fra aprile e giugno. Ogni evento pu prevedere al suo interno pi tornei, come in effetti avviene per il Memorial Sergio Castelletti che comprende la Europe Cup U12, la Exhibition Cup, la Coppa Italia Open U10 e la Coppa dellAmicizia. Completano il calendario del Golden Circuit 2014 la Coppa Italia U13 e la Coppa Italia Open U11. Il Golden Circuit ha due classifiche: una riservata ai club professionistici ed unaltra riservata ai club dilettantistici. Le due classifiche sono stilate in base ai risultati conseguiti in ogni singolo torneo: ad ogni club, infatti, viene assegnato un punteggio in base al piazzamento conseguito. In tutti i tornei (fatta eccezione per la Coppa dellAmicizia) assegnato lo stesso punteggio alle prime sei squadre professionistiche classificate (6-5-4-3-2-1) ed alle prime 8 squadre dilettantistiche classificate (8-76-5-4-3-2-1). Il club che al termine dei 5 tornei avr totalizzato il maggior numero di punti vincer il Golden Circuit e ricever il Premio alla Migliore Scuola Calcio. Sono tenuti in considerazione i 3 migliori piazzamenti. Come sopra specificato sono assegnati due titoli: il Golden Circuit alla 1 classificata fra le societ professionistiche e il Golden Circuit alla 1 class ificata fra le societ dilettantistiche. La premiazione delle due societ vincitrici avviene al termine dellultimo evento che questanno sar la Coppa Italia Open U11 ( Lastra a Signa 13/14/15 giugno). Il club che vince i tre maggiori tornei internazionali del Golden Circuit (Coppa Italia U13, Europe Cup U12 e Coppa Italia Open U10) si aggiudica lo Slam.