Sei sulla pagina 1di 3

Lorto in autunno: cosa seminare e trapiantare

Avete liberato lorto e il balcone dalle colture estive: via i pomodori, via i fagioli, via le zucchine! Finalmente un po di spazioma come riempirlo? Guardiamo quali sono gli ortaggi da seminare o trapiantare in autunno per dare nuova vita al nostro orto. E vero che stiamo andando incontro al freddo, ma ci sono molte variet di cavoli, verze e cicorie che non temono le basse temperature, potrebbe essere il momento adatto per acquistare delle piccole piantine gi sviluppate da mettere subito a dimora. Alcune variet di cicoria sono precoci (Orchidea Rossa precocissima, Variegata di Chioggia precoce, Rossa di Verona) e altre tardive (Capotta, Bianca Invernale) scegliamo quella pi adatta alle nostre esigenze e al clima dove viviamo. Potremo dedicare poi un po di spazio anche ai porri, che sembrano peraltro stare benissimo in compagnia di cavoli e indivie. Naturalmente trapiantiamo quelli invernali resistenti al gelo, ma qualora il gelo diventasse troppo intenso proteggiamo il terreno con della paglia.

Non dobbiamo poi scordarci di cipolle e agli. Posizioniamo le cipolle invernali nel terreno lasciato libero da patate e pomodori e mettiamole in compagnia di fragole, lattughe o carote, ma lontane dallaglio. Laglio rosa quello che preferisce la semina autunnale. Scegliamo con cura gli spicchi periferici pi grossi e mettiamoli nel terreno con lapice rivolto verso lalto. Laglio si consocia bene con fragole ( il momento adesso di produrre nuove piantine per stolone), prezzemolo e alberi da frutto,

mentre va tenuto lontano dai terreni troppo duri e umidi, dove lacqua tende a ristagnare: i marciumi sono sempre in agguato! Stesso discorso per la cipolla. Terminati i trapianti, guardiamo alle semine. Settembre-ottobre il momento ideale per la semina di spinaci, cime di rapa, ravanelli, cicorie da taglio, rucola e valeriana, che ci daranno in poco tempo la possibilit di avere ortaggi freschi a tavola. Sono loro, con il loro ciclo di crescita molto breve, a tappare i buchi rimasti vuoi, a movimentare lorto autunnale e a riempirlo di colori. E labbondanza di piogge, tipiche di questo periodo, ci permetteranno di rilassarci sul fronte dellirrigazione. DI STAGIONE

bietola, mela, cavolfiore, cavolo cappuccio, cavolo verza, cicoria, coste, erbette, funghi, insalate invernali, rafano, rapa, ravanello, rucola, scorzonera, sedano, sedano rapa, spinaci, topinambur, valerianella, zucca, caco, castagna, melagrana, uva, alchechengi

Orto, i lavori di novembre

Come consuetudine iniziamo il mese con lelenco dei piccoli lavori dellorto. Pu sembrare noioso, ma utile. E come quando andavamo a scuola che sapevamo gi la lezione, ma ripassarla ci aiutava a tenerla a mente e a non dimenticare dettagli importanti. Ecco allora un piccolo ripasso per lorto di novembre. -Preparare il terreno per gli impianti primaverili ma solo se il suolo ben asciutto.

-Pulire le aiuole dalle colture ultimate, vangare o zappare se necessario e somministrare sostanza organica al terreno.

-Imbianchire cardo e porro. -Legare i cespi di indivia riccia. -Rincalzare i carciofi. Vi ricordo che la rincalzatura consiste nellammucchiare della terra intorno alla pianta, per evitare che le radici possano scoprirsi. -Controllare in magazzino che le patate, le cipolle e le zucche non presentino muffe o marcescenze ed eventualmente eliminare subito gli ortaggi compromessi. -Raccogliere le carote prima dellarrivo delle gelate e conservarle in delle cassette con della sabbia. -Utilizzare tutti i residui dellorto e le foglie per fare del compost. -Sovescio o concimazione verde: seminiamo la veccia e un miscuglio di cereali, a primavera le nuove piantagioni potranno trarne grossi vantaggi. - Se non siete ancora stanchi date unocchiata a questo interessante agri-lunario e scoprirete che siamo nellottava luna, la Luna della nebbia, la Luna dei Fiumi gelati, delle Oche migranti, delle Braccia tese, ecc. Neanche io sapevo che le lune avessero cos tanti nomi e tutti affascinanti! Ma insieme ai nomi imparerete anche cosa meglio fare nei giorni della foglia, nei giorni del frutto, nei giorni della radice e in quelli del fiore. Adesso basta studiare! Spengiamo il computer e torniamo nellorto!