Sei sulla pagina 1di 4

Le citt tra i secoli XIX e XX: idee e progetti realizzati

Le grandi capitali europee, nel corso del XIX secolo, rivelano la loro inadeguatezza rispetto alle trasformazioni dellepoca moderna. In generale, si riscontrano: - eccessiva densit, motivata dalla elevata crescita demografica, in sintonia con la crescita economica - insufficienza di strade e trasporti - condizioni igieniche carenti e insufficienza di spazi aperti - inutilit della cerchia di fortificazioni: persa la valenza difensiva, le mura rappresentano solo dei limiti fisici - problemi di ordine pubblico e sociale: il tessuto viario medievale, angusto e tortuoso, non consente un controllo in caso di rivolte Parigi, ienna e !arcellona rappresentano tre esempi emblematici di confronto con i problemi dellampliamento della citt e delle mutate esigenze urbane Parigi Interventi di trasformazione, dalla met del secolo, per volere di "apoleone III e del suo #prefetto della $enna%, &eorge - 'ug(ne )aussmann *in carica tra +,-. e +,/01: primo esempio di un programma urbanistico esteso allintera citt Lavori attuati: - demolizioni su vasta scala allinterno del vecchio nucleo medievale, per realizzare 2rettifili *percements1: una maglia di arterie ampie e rettilinee, affiancate da nuovi blocchi edilizi, omogenei, con fronti allineati. Le nuove vie di comunicazione collegano i punti nevralgici della vita cittadina: i monumenti, isolati, sono usati come punti di fuga per le nuove prospettive stradali *due esempi sono il nuovo teatro dell3pera o l4rc du 5riomphe, collocati in corrispondenza dellincrocio di strade convergenti1 - creazione di parchi pubblici, come il !ois de !oulogne *sistemazione di unantica foresta reale1 o parchi pi6 piccoli e centrali realizzati ex novo7 costruzione di nuovi cimiteri7 riordino del servizio dei trasporti7 rinnovamento degli impianti *ac8uedotti, fognature, sistemi di illuminazione1 - modifica dellassetto amministrativo *nel +0.0, ++ comuni esterni sono annessi alla citt1 e organizzazione del sistema di gestione finanziaria e burocratica dei grandi lavori Vienna La citt antica, alla met del secolo, ( ancora circondata da fortificazioni, oltre le 8uali si sono sviluppati nuovi 8uartieri7 tra le mura e la nuova espansione, si estende il cosiddetto Glacis, una fascia di terreno demaniale sistemato a verde +,.9: limperatore decide di abbattere le mura e bandisce un concorso per la sistemazione dellarea +,.0: approvazione del piano definitivo, che prevede la realizzazione, sullarea delle e: fortificazioni e del Glacis, di una strada anulare 2di rappresentanza *il Ring1, lungo la 8uale vengono realizzati, nella seconda met del secolo, i principali edifici pubblici *teatro, biblioteca, musei, gallerie;1, inseriti in un ambiente ampio e arioso e progettati secondo modalit eclettiche 4 differenza della soluzione parigina, il ring consente di innestare la citt antica nel sistema viario della citt moderna senza tagliare o distruggere il vecchio tessuto Barcellona +,.<: decisione di abbattere le mura +,.0: approvazione del piano di ampliamento disegnato dallingegnere Ildefonso =erd +

Il piano prevede: - una maglia ortogonale uniforme, profonda circa >> isolati7 lomogeneit della scacchiera ( interrotta da due strade diagonali di grande comunicazione - la citt storica ( inserita nella trama ortogonale, che si sviluppa indipendentemente da essa7 =erd prevede la realizzazione, attraverso uno sventramento, di tre strade per assicurare laccesso al mare *solo una realizzata integralmente1 - il disegno ( basato su un isolato-tipo *#manzana%1 di caratteristiche costanti *ogni lato misura ++- metri17 su ciascuno degli isolati ( prevista ledificazione di due blocchi edilizi paralleli orizzontali o verticali, separati da una strada pedonale pubblica, cos? da assicurare ampie superfici non edificate e occupate da giardini *gli interessi fondiari imporranno unedificazione pi6 intensiva, sui 8uattro lati1. I 8uattro angoli degli isolati sono 2smussati, per agevolare la circolazione - in base al numero di isolati, si definisce la relazione tra popolazione e servizi collettivi *mercati, un parchi urbani, ospedali..1 Alternative alla citt tradizionale &i a partire dallinizio del XIX secolo, si cominciano ad ipotizzare alternative alla citt industriale, studiate teoricamente e in parte sviluppate concretamente: modelli di citt operaie, intese come piccole comunit utopiche che assicurino servizi collettivi e un lavoro in prossimit dellabitazione. 4lla fine del secolo, due modelli si impongono: la citt giardino, inglese, e la citt lineare, spagnola Citt giardino 'benezer )o@ard pubblica, nel +,0, *Tomorrow, a peaceful path to real reform1, il modello teorico e lo schema della citt giardino, alternativa a citt e campagna e fusione dei benefici di entrambe - citt di dimensioni limitate: popolazione massima di -AAAAB->AAA abitanti *raggiunto il numero di abitanti, si prevede la fondazione di unaltra citt giardino17 limite fisico: linea ferroviaria circolare intorno alla citt *la ferrovia ( pensata per le merci: idea di eliminare il viaggio per raggiungere il luogo di lavoro1 - comunit autosufficiente e fondata su un e8uilibrio tra industria e agricoltura *larea esterna alla ferrovia ospita aziende agricole ed industrie elettrificate1 - schema: citt circolare tagliata da sei larghi boulevards7 al centro ( collocato un parco circondato dai principali edifici pubblici7 intorno, una galleria in vetro ospita un giardino dinverno e i magazzini commerciali7 segue un viale circolare *&rand 4venue1 su cui si affacciano scuole, campi da gioco e residenze7 sullanello esterno, fabbriche, depositi, mercati etc.. - dal +0A-, tentativi, non riusciti, di trasformare in realt il modello teorico: costruzione di Letch@orth *la citt stenta a popolarsi1 e, nel +0+0, di Cel@Dn *gli abitanti, contrariamente alle previsioni, lavorano prevalentemente a Londra1 Citt lineare Eodello ideato da un ingegnere spagnolo, 4rturo $oria D Eata, ed esposto per la prima volta nel +,,> *lidea verr ripresa da urbanisti dei decenni seguenti1 - citt assiale, con sviluppo a nastro: progettata in relazione ai mezzi di trasporto, per facilitare le comunicazioni - d la possibilit di edificare lungo tracciati preesistenti, collegando citt tradizionali - schema: larghezza pari a circa .AA metri e lunghezza indefinita *le #estremit possono essere =adice o Pietroburgo o Pechino o !ru:elles%1 >

asse centrale: strada di <A metri, alberata e percorsa al centro dalla ferrovia elettrica *lasse comprende i servizi essenziali: ac8ua, gas, elettricit, fognatura1 ai lati si collocano gli edifici residenziali: la superficie edificata copre solo un 8uinto del terreno *citt estensiva di villini isolati1 tentativo di realizzazione intorno a Eadrid, dal +,0A: ., Fm progettati a ferro di cavallo7 ne viene realizzata solo una parte

Tony Garnier (1 !"#1"$ % e la Cit Industrielle 4rchitetto e urbanista7 deve la sua fama al progetto di un piano per una ipotetica citt industriale *Cit Industrielle1 "asce a Lione, uno dei centri industriali pi6 avanzati in Grancia $tudia all'cole des !eau: 4rts a Lione e poi a Parigi +,00: parte per Homa *in seguito alla vittoria del Prix de Rome), dove risiede per 8uattro anni "el +0AA, inizia la stesura del piano per la Cit Industrielle, pubblicato in forma definitiva nel +0+9, dopo diverse versioni del progetto: ( composto da +/< tavole e una breve introduzione *le tavole riportano progetti completi: piante e prospetti di tutti gli edifici e vedute dallalto1 - primo tentativo *dai tempi di =laude "icolas Ledou: I X III secolo1 di realizzare una nuova citt dallelaborazione di un concetto urbanistico generale fino alla progettazione dei singoli edifici: ipotesi formale unitaria per un insediamento urbano - anticipazione di temi che saranno affrontati nei decenni successivi: principio dellazzonamento o zoning idea di citt suddivisa in zone separate per le diverse funzioni: residenza, industria, servizi.., cos? da consentire un ampliamento futuro7 tema centrale per lurbanistica del XX secolo concetti moderni 8uali il valore normativo dei fattori igienici, lindipendenza dei percorsi pedonali da 8uelli carrabili, lidea di citt parco, la stesura di regolamenti per le costruzioni, sulluso delle strade; =aratteri della Cit Industrielle: - citt immaginaria, ma pensata per la zona sud orientale della Grancia *vicino a Lione1, in un sito in pendenza7 orientamento est-ovest, sulla base dellincidenza del sole e del vento - studiata a partire dalle esigenze dellindustria: vicina alle fonti di materie prime, di energia *presenza di una diga1, in una favorevole posizione rispetto alle vie di comunicazione *presenza di un fiume1 - numero di abitanti previsti: -..AAA - legame con le preesistenze: una citt medievale ( inserita nel piano *la Cit si sviluppa indipendentemente dal vecchio centro1 - legame con il socialismo e inclinazione verso lutopia sociale: non esistono la propriet privata7 non sono necessari chiese, tribunali, prigioni; - sviluppo della citt in tre settori, secondo le funzioni7 zone isolate in modo da consentire un futuro ampliamento: abitazioni e edifici pubblici in un altopiano situato nella fascia superiore complesso ospedaliero nella parte pi6 alta del pendio zona industriale posta vicino al fiume e alla diga

circolazione: trama rettangolare di strade7 viali e strade di diversa ampiezza7 tra la zona industriale e la citt, una linea ferroviaria di grande comunicazione edifici: struttura in cemento armato e vetro *uso anche delle travi in ferro1: semplicit: in generale linee orizzontali e verticali e assenza di elementi decorativi *per il contenimento dei costi e per la convinzione di &arnier della separazione tra la costruzione e lopera darte1 in edifici rappresentativi e scuole si ritrovano elementi formali anticheggianti *retaggio della formazione di &arnier1 edifici pubblici al centro della citt: un campanile e una grande sala per riunioni *edificio a forma di losanga con un peristilio di colonne in cemento armato: sale, auditorio e anfiteatri17 musei, biblioteche, teatri e campi sportivi zona residenziale: area intesa come un grande parco: non pi6 della met del terreno risulta costruita7 la superficie non edificata ( a disposizione del pubblico per gli spostamenti *strade alberate1 vasta gamma di tipologie residenziali, dellaltezza media di due piani7 in un secondo tempo, inserimento di settori a densit pi6 elevata *edifici a pi6 piani -alberghi, grandi magazzini;- solo nella zona della stazione1 architettura cubica e disadorna criteri specifici per la costruzione delle abitazioni: spazio minimo tra due abitazioni pari allaltezza della costruzione situata a sud7 camere da letto con una finestra orientata a sud7 locali con ventilazione dallesterno7 muri, pavimenti lisci, con angoli di raccordo arrotondati edifici non allineati lungo una cortina stradale, contro la monotonia delle citt contemporanee *profilo a zig zag1 diverse categorie di scuole integrate nella zona residenziale *gli istituti per laddestramento tecnico e professionale sono posizionati, invece, tra la zona residenziale e 8uella industriale1

Jopo il rientro a Lione, &arnier svolge attivit di progettista in 8ualit di architetto capo della citt, sperimentando e confrontando con la realt i principi della Cit *macello e mercato del bestiame -+0A/B>,-, ospedale a padiglioni -+0A0-, stadio -+0>/-, 8uartiere 'tats Knits -+0>AB--1

&i'eri(enti )i)liogra'ici o))ligatori: - Euntoni >AA> *parte I, capitolo I, paragrafi .-/7 parte I, capitolo I , paragrafo .1 - Pracchi, Je !enedetti +00/, pp. +>+->, *'. )o@ard, Citt! giardino di domani1 - Pracchi, Je !enedetti +00/, pp. +>,-+-. *5. &arnier, "na citt! industriale1 &i'eri(enti )i)liogra'ici consigliati: - !enevolo +0,-, pp. ++0-<,, <,>-09 *sulle capitali, citt giardino e citt lineare1 - !enevolo +0,-, pp. -9A-,> *su 5. &arnier1

<

Potrebbero piacerti anche