Sei sulla pagina 1di 1

MAURIZIO

PONTICELLO
La nona ora
(Bi etti
editore)
pagg.421
euro 20
Filosofia e miti occulti
nel noir di Ponticello
la storia porta fuori pista
NANDOVITALI
N
ELLAmitologianordicail numero n(}-
ve quello del compimento del ciclo
dal quale ricomincia il rinnovamen-
to. Per i cristiani la nona ora quella del-
l'invocazione di Ges sulla croce che si sen-
te abbandonato da Dio.
Nella cit t del thriller dove ci siamo ad-
dentrati con questo r omanzo, il momen-
to del segreto bisbigliato, quello nel quale
il sole cala simile alla pi inquietante delle
ombre.
Insomma ancora una volta Napoli di-
venta scenario di misteri e di morte. Si ha
come la sensazione che nella parte nasc(}-
sta della citt si annidi una bocca vorace
che ingoia come un Golem. Una bocca in-
saziabile che alimenta romanzi, storie con
un doppio senso di attraversamenti fra il
sopra e il sotto.
Diremo subito che Maurizio Ponticello
mette insieme parecchie tessere, che ogni
volta sembrano ricongiungersi, per poi
perdere l'allineamento. Filosofia, miti oc-
culti, improvvisepioggediscenachepiom-
bano alternandosi al martellante chiarore
del sole, che infetta la citt facendone bril-
lare il corpo ferito. E ancora intrecci che si
collegano al sofisticato noir americano di
insospettabili personaggi che appaiono si-
miliacertialieni travestiti da uomini (me n
inblack).
La persecuzione che colpisce la bella Sii-
vana, docente universitaria, l'incubo che
forse proviene dai poteri occulti delle S(}-
ciet segrete, quelle che tramano per con-
trollare gli abitanti della terra, perch di
questo si tratta.
sono trame bizantine. Avviluppano le loro
vittime dentro gomitoli somiglianti a uova
preistoriche. r
La storia un fuori-pista narrativo. Nel
senso di una spericolata suspense di irre-
quietezza allarmante per il lettore, e per
certi spostamenti di spazio fra N a poli e R(}-
ma dove un misterioso Presidente scandi-
sce frasi del tipo Chi controlla il passato
controlla il futuro; chi controlla il presente
controlla il passato. Dove la figura di
Orwell troneggia in tutta la sua profetica
inammissibilit. E poi quell'aria d'oriente,
anzi di Grande Oriente, chesirespiracome
grandioso progetto lungo le scale della Fa-
colt universitaria e lungo le strade del sot-
tosuolo che ambisce alla luce.
Di certo la bella Silvana avr bisogno di
sostegno. E quello non poteva che venire
da un ex agente segreto, Jax. Uno sconsa-
crato insomma. E quell'ineffabile "amico"
di lei ... quel Giancarlo: chi veramente?
Insomma fra enigmatiche organizza-
zioni, stalker dell'occulto, e fantasmi che
Uno scenario di misteri e morte,
l'incubo che colpisce una bella
docente e una societ che viene
controllata da un "presidente"
comeanimedannateaspettanolaloro uora
d'aria", il romanzo certamente avvince. E
poi, si sa che le anime del sottosuolo sono
insaziabili, e la loro furia si pacifica solo
quando lafametormentosa viene placata.
Il numero di pagine fa la sua parte. Mol-
te e compatte fra loro ad essere esse stesse
una specie di trappola mortale.
Non sappiamo come va a :finire. Come si
conclude la storia di Silvana e del suo ami-
co J ax. Conviene avventurarsi, natural-
mentepremunendosidi unabuonadosedi
valeriana, come suggerisce l'autore.
l'li PRODUZIONE RISERVATA