Sei sulla pagina 1di 17

I nostri interventi:

Progetti finanziati Aiuti umanitari Contributi



4

.~....::l ._-_.......00.1 •• _ ................ --L. _ 4"" _'"- _.---,-:1fJo\.ClJi: •• '! .. _.4~~~""--~......LI ... ,_~~....oL!~~.r_"", ·_J~=-- ,. ... ",-,-"",_" ~ __ ,_ '~_m"'kk ~~k .~ __ .J

Gentilissimo Signor Presidente, Donadio Carla

faccio seguito ai colloqui intercorsi con l'amico Bernabei Massimo, per segnalare l'urgenza da parte nostra di acquistare una motocic1etta da destinare al Servizio di Laboratorio del nostro Centro Medico di Nanoro. Come certamente Le sara noto, il Centro Medico e gestito dai Religiosi Camilliani ed e ubicato in una zona particolarmente disagiata del Burkina Faso. La motocic1etta di cui avremmo bisogno, e destinata ad un servizio sanitario particolarmente importante: essa verrebbe infatti messa a disposizione del nostro personale sanitario, impegnato a recarsi a domicilio di malati che, per svariati motivi (debolezza, grandi distanze percorribili solo a piedi 0 in bicic1etta, ecc.), non possono recarsi agli indispensabili controlli medico-sanitari previsti periodicamente per loro presso il nostro Centro. Si tratta, per 10 pili, di pazienti affetti da tubercolosi e da AIDS. Potremmo cosi essere ancora pili presenti e vicini aIle persone pili

povere e bisognose del circondario. Purtroppo, pero, le nostre disponibilita economiche non ci consentono di destinare somme per l'acquisto del mezzo. Ed e per questa che mi sono permesso di fare appello alIa Sua sensibilita.Confidando nella sua generosita, La ringrazio sin d'ora per quanta vorra fare in aiuto dei nostri malati.

sud-est, il Togo e il Ghana a sud, e la Costa d'A vorio a sud-ovest.

E' uno dei paesi pili poveri del mondo insieme alIa Repubblica del Congo e al Tajikistan. Gran parte della sua economia e finanziata da aiuti internazionali.

L'80% della popolazione occupata si dedica all'agricoltura e all'allevamento. Altre risorse, di minore rilievo, sono quelle minerarie; relativamente attivo e il settore dell'artigianato.

Con la pili viva cordialita Padre Gilbert COMP AORE Direttore del Centro Medico

Burkina Faso e uno stato dell'Africa Occidentale: 274.200 km2 con 13.574.820 di abitanti. Non ha sbocchi sul mare, e confina con sei stati: il Mali a nord, il Niger a est, il Peni a

1

Le suore rnissionarie della Sacra Famiglia, la cuj patria di origine e la Polonia, prestano la loro opera presso le regioni piu povere e abbandonate del mondo. Sono pochissime, circa 300, rna infaticabili. Una di loro, Suor Daria, e gia conosciuta dal nostro Gruppo avendo partecipato anche alle nostre feste della solidarieta,

E' anche grazie alla sua energica attivita che tanti bisognosi possono guardare al futuro con un po' di spe-

ranza.

Quest'anno con lora abbiamo costruita un aula (chiamiamola cosi) per piccoli kenioti.

Guardate nelle foto: come sono belli e felici!!!!!!

L' Associazione Moby Dick cerca di rispondere al naturale bisogno di chi si trova ad affrontare una malattia oncologica di condividere ernozioni, sentimenti e vissuti legati all'esperienza di malattia e ai suoi effetti sulla quotidianita, effetti che danno la sensazione di non riuscire pili a capirsi, a relazionarsi come prima con gli altri e con la vita, in breve di non riconoscersi piu, Malati e farniliari sperimentano affetti ed emozioni nuove e cornplesse per la lora intensita, talvolta difficili da comprendere e gestire. Questo non e patologico, ma e del tutto normale anche se fonte di intensa sofferenza. 11 nostro obiettivo e di non lasciarli da soli a confrontarsi con queste problematiche, nella consapevolezza che la vita di ogni persona e la vita che potrebbe essere di tutti.

QUESTO E' ANCHE L'OBIETTIVO DEL GRUPPO DI SOLIDARIETA'

2

Nel mese di Aprile e stato raecolto del materiale di prima necessita a favore dell' Associazione:

"A ROMA INSIEME"

he si occupa dei bambini che si trovano nel carcere di Rebibbia.

I bambini con i lora accompagnatori sono stati ospiti del Circolo Montecitorio per tre sabati nei mesi di luglio e settembre.

L'Associazione "A ROMA INSIEME" si e concentrata suI lavoro con Ie donne e i bambini in carcere. Le madri detenute possono tenere con se i figli fino all'eta di tre anni.

Il progetto "CONOSCERE E GIOCARE PER CRESCERE" elaborato dieci anni fa e da allora riproposto ogni anna alla cas a circondariaIe femminile di Rebibbia si basa sull'importanza del gioco e della conoscenza per bambini costretti a trascorrere in carcere un periodo cosi fondamentale per la loro crescita fisica ed emotiva.

La finalita dell' Associazione "A ROMA INSIEME" e di creare una forte sensibilita nell'opinione pubblica affinche nessun bambino debba piu varcare la soglia di un carcere.

Ogni sabato, da11994, i volontari e Ie volontarie di "A Roma Insieme" trascorrona l'intera giomata fuori dal carcere con i bambini e Ie bambine della sezione Nido di Rebibbia. Per aprire 10 stretto confrne del lora sguardo e per offrire il maggior numero possibile di stimoli e scenari, le giomate trascorrono, secondo la stagione, presso amici e sostenitori, ospiti in campagna 0 al mare, nei parchi cittadini, al Bioparco 0 dovunque si possano creare momenti di gioco e di scoperta. Per far vivere ai bambini, anche in carcere, momenti di normalita e di gioia, nelle occasioni importanti dell'anno

3

Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilita Intellettiva e/o Relazionale - e una grande associazione di genitori, familiari ed amici di persone con disabilita che opera da quasi 50 anni , oggi e presente sull'intero territorio nazionale con 182 associazioni locali, 17 organismi regionali e 60 Autonomi enti.

Anffas e stata fondata aRoma il 28 marzo 1958 , da un gruppo di genitori radunati attomo a Maria Luisa Ubershag Menegotto , in un'ltalia appena risollevatasi dal conflitto mondiale, dove le esigenze dei piu deboli non trovavano accoglimento.

Le persone con disabilita vivevano in una condizione di emarginazione sociale ed illoro destino era, spesso, quello di condurre una vita poco dignitosa, a volte in fatiscenti istituti.

La prima denominazione assunta dall'Associazione all'atto della sua

costituzione e "Associazione Nazionale Famiglie di Fanciulli Minorati Psichici".

L'originaria denominazione ha subito, di pari passo con l'evoluzione socio culturale ed associativa, numerose trasforrnazioni per assumere infine, con l'approvazione del nuovo Statuto Associativo - Roma, dicembre 2005 - l'attuale denominazione: "Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilita Intellettiva e/o Relazionale" .

Anffas ha struttura democratica, opera prevalentemente su base di volontariato, non ha scopo di lucro e persegue esclusivamente finalita di solidarieta e di promozione sociale, in campo: sanitario, sociale, socio-sanitario, socio-assistenziale, socio-educativo, sportivo - ludico motorio, della ricerca scientifica, della forrnazione, della beneficenza, della tutela dei diritti umani e civili, prioritariamente in favore di

persone svantaggiate in situazione di disabilita intellettiva e/o relazionale e delle loro famiglie, affinche sia loro garantito il diritto inalienabile ad una vita libera e tutelata, il piu possibile indipendente nel rispetto della propria dignita ,

CASA C.O.E.S

"CASA COES", una nuova residenza per ospitare adulti con disabilita mentale. Grazie alla donazione della Fondazione Operandi British American Tobacco Italia Onlus, il Coes Onlus ha potuto acquistare un terreno alle porte di Roma, in localita Osteria Nuova, sul quale sorgera la struttura di circa 350 mq con ampi spazi verdi e la possibilita di condurre attivita all'aperto per i disabili ospitati.

Molti ragazzi gia ospitati dal Coes Onlus sono in eta adulta con genitori anziani.

11 progetto nasce da un'esigenza vera del mondo dell'handicap e grazie alla Fondazione Operandi per il ge-

neroso contributo con il quale ha perrnesso di poter acquistare il terreno ed avere cosi una solida base da cui partire, oggi si vuole mettere il primo mattone per questo chiediamo il contributo di tutte Ie persone e le strutture sensibili alle problematiche della disabilita, "Casa Coes" e per tutti noi una scommessa che dobbiamo vincere". I costi per la costruzione di "CASA COES" ammontano a circa 600.000 euro e, non avendo grandi risorse economiche, il Coes Onlus ha dato vita oggi alla raccolta fondi "LA SOLIDARIETA' CON UNMATTONE"

IL GRUPPO DI SOLIDARIETA' HA CONTRIBUITO CON QUALCHE MATTONCINO (DUEMILA EURO)

4

L'associazione e una O.N.L.U.S. (Organizzazione Non Lucrativa di Utilita Sociale) e opera principairnente nella Divisione di Ematologia dell'Ospedale pediatrico Bambino Gesu di Roma per l'assistenza e la cura dei bambini affetti da leucemia, linfomi e altre

malattie ematologiche.

L'Associazione e nata per opera di un gruppo di genitori, di volontari e di operatori sanitari, i quali hanno sentito l'esigenza di intervenire in modo diretto nel realizzare attivita di supporto alla struttura pubblica, promuovere iniziati-

ve non ancora previste dall'attuale Servizio Sanitario, con il fine di rimanere al fianco dei bambini che soffrono e lottano per la vita.

Promuove la cura, l'assistenza sociale e psicologica ai bambini malati e alle loro famiglie durante e dopo il ricovero nella struttura ospedaliera.

Favorisce la ricerca e 10 studio nel campo delle malattie ematologiche e dei tumori infantili Sollecita gli organi competenti a prestare la massima attenzione possibile a questa irnportante realta,

Svolge opera di informazione e divulgazione delle finalita sensibilizzando l'opinione pubblica Promuove, anche attraverso altre organizzazioni, azioni volte a soddisfare esigenze che possano sorgere e configurarsi nell'ambito dell'attivita specifica svolta dagli aderenti all'Associazione.

Esegue indagini conoscitive, fomisce e sviluppa una reciproca informazione ed un costante aggiomamento su argomenti di interesse comune, anche allo scopo di stirnolare e di promuovere ricerche e

collaborazioni.

Promuove l'integrazione scientifica ed organizzativa fra gli operatori medici e non medici delle varie specialita professionali e favorisce 10 scambio dei proto-

colli terapeutici intemazionali.

Ricerca nuove modalita di intervento nelle attivita scolastiche e ricreative dei bambini ricoverati Promuove l'acquisto di apparecchiature e il miglioramento delle strutture destinate ad accogliere i bambini e i genitori.

1 GRUPPO DI SOLIDARlETA' DEI DIPENDENTI DELLA CAMERA DEI DEPUTATI grazie all'aiuto di molti colleghi ha raccolto nella sua sede una grande quantita di materiale che e stato donato all'ASSOCIAZIONE ALBA" per contribuire allo svolgimento di una pesca di beneficenza per conseguire fondi da destinare a persone con gravi handicap.

L' ASSOCIAZIONE "ALBA" da sostegno ai ragazzi portatori di handicap e alle loro famiglie

Oggi i volontari dell'Associazione sono una realta affermata oltre ai servizi di assistenza ai disabili, agli anziani, ad attivita educative e di sostegno ha aperto le porte all'ippoterapia a bambini e giovani disabili.

A Lariano si e effettuata nel mese di aprile una partita di calcio a favore dell'associazione.

5

11 progetto ba avuto inizio con l'arrivo aRoma di un gruppo di ragazzi fra i 12-13 anni (cinque d'Israele e cinque della Palestina) con i relativi accompagnatori.

Si sono alternate attivita

sportive e ludicbe ( giocbi di squadra ) agli impianti del Circolo Montecitorio con particolare riguardo alla sensibilita dei bambini.

In serata, invece, si sono tenute con il supporto di filmati e brevi racconti, incontri finalizzati allo sviluppo, al dialogo ed allo scambio di opinioni fra i due gruppi.

Sono state effettuate vi site alla Moscbea e alla Sinagoga per proporre l'integrazione e facilitando il dialogo reciproco in favore della pace.

Creare un'occasione d'incontro ancora impossibile nei lora rispettivi paesi,

con 10 scopo di prevenire e superare i pregiudizi determinati da oltre un secolo di violenti conflitti e lutti nella instabile regione mediorientale.

Favorire, un canale aperto di comunicazione tra i rispettivi paesi in particolare fra la categoria pili vulnerabile di ogni conflitto: i bambini.

Essi, difatti, non solo subiscono la violenza diretta delle bombe rna, ancbe, la martellante guerra mediatica la paura del nernico diventa parte integrante della loro vita quotidiana e delle loro sensazioni: nei giocbi, nei disegni, financbe nei so-

gni.

Il Gruppo di Solidarieta dei dipendenti della Camera dei Deputati ba organizzato un incontro con rappresentanti Palestinesi ed Israeliani per la presentazione del progetto e nell' occasione e stata proposta nella palazzina del Circolo Montecitorio l'opera " I SOGNI DEI GIGLI BIANCHI " della collega Lisa Mascia a cui va il nostro ringraziamento.

Prima della loro partenza i ragazzi con gli accompagnatori sono stati ricevuti dal Presidente della Camera dei Deputati Fausto Bertinotti all'incontro era ancbe presente il Presidente Della Croce Rossa Italiana Massimo Barra.

Migliorare i1 rapporto ed il dialogo tra i bambini palestinesi ed israeliani

*

6

· - • • - • __ , - - - , - _I

Nel mese di ottobre in occasione del 5° anniversario del "FIABA DAY" si e svolto il quadrangolare di calcio, dove le squadre partecipanti: SENATO, QUIRIN ALE, PRESIDENZA DEL CONSIGLIO e GRUPPO SOLIDARlETA' CAMERA DEI DEPUTATI si sono impegnate nel sovvenzionare una

borsa di studio in architettura per un giovane disabile.

"FlAB A" si occupa dell'abbattimento delle barriere architettoniche e nasce principalmente per dare una efficace risposta alIa richiesta di qualita di vita e pari opportunita a tutti i cittadini.

La missione dell' Associazione "FIABA" non si riduce solo all'abbattimento delle barriere architettoniche rna va oItre ed e rivolta alla creazione di un vero e proprio movimento di idee ed azioni per favorire la crescita di una societa solidale.

L' associazione di volontariato onlus "Gruppo Zambia per la vita" e nata nel 1998 quando un gruppo di persone, al ritomo da un viaggio in Zambia e vista la situazione socioeconomica in cui versava la popolazione locale, ha deciso di realizzare alcuni progetti di sostegno alla vita.

Successivamente il sostegno e state esteso ad altri Paesi. Formazione

gratuita in Italia, effettuata dai medici dell' Associazione, per i volontari che intendono recarsi in Zambia per prendere coscienza delle diversita in un territorio di selvaggia bellezza.

II viaggio e a spese dei volontari ed il soggiomo e nelle missioni. La durata consigliata per una valida esperienza e di 2-3 settimane.

PROGETTO FARMACI

Raccolta, in Italia, tramite la Croce Rossa ltaliana, la Caritas, Ie case farmaceutiche e privati, di farmaci e di materiale ed attrezzature ospedaliere. Selezione dei farmaci da parte di volontari, per anne di scadenza e per patologia, affinche possano essere immediatamente riconosciuti e correttamente utilizzati in qualsiasi paese del mondo. L' Associazione invia a proprie spese, con scadenza trimestrale, contai-

ner aIle varie Missioni, ospedali e dispensari rurali in Zambia e Costa d'Avono.

II costo di ogni spedizione si aggira intorno ai 5.000,00 euro

PROGETTO CENTRI NUTRIZIONALI

Nei centri Nutrizionali vengono ospitati quei bambini affetti da grave denutrizione, che, dopo il ricovero in ospedale necessitano di altri due mesi di cure adeguate per evitare che ricadano subito nella stessa patologia. Durante il soggiomo nel Centro Nutrizionale vengono lentamente riabilitati all'alimentazione coinvolgendo Ie famiglie per il proseguo della terapia. Per mantenere un bambino in un Centro Nutrizionale bastano 0,50 euro al giomo.

7

DIPENDENTI DELlACAMERADEIDEPUfAll

"SAIAGlOCIHNELREPARIODIONOJLOGIA PEDIA1RICADELPOllUJNICDUMBERIO f'

II progetto ha avuto inizio a dicembre della scorso anna con la:

PARTITA DEL CUORE

Sentiamo la necessita di ringraziare tutti i colleghi che hanno reso possibile l'attuazione di questo importante progetto e di poter condividere con loro la nostra grande gioia.

Bambini in cosi gravi condizioni di degenza hanno il diritto alle peculiari esigenze per la specific a patologia tumorale.

La sala giochi che abbiamo realizzato servira a rendere meno duro il ricovero ospedaliero e permettera al bambino di passare momenti di gioia con i suoi genitori.

8

Siamo un'associazione laica, nata con 10 scopo di sostenere e promuovere Ie attivita missionarie delle Suore Francescane Missionarie del Cuore Immacolato di Maria. Perseguiamo unicamente finalita di solidarieta socia Ie, svolgendo la nostra attivita nei settori dell'assistenza sociale e sociosanitaria, dell' assistenza sanitaria, della beneficenza, dell'istruzione e della formazione. II nostro obiettivo e quello di fomire aiuto umanitario, quanta piu possibile, a chiunque viva una situazione di svantaggio in ragione delle condi-

zioni fisiche, psichiche, economichesociali e familiari, ed, in particolare, a bambini, ragazzi e giovani dei cosiddetti Paesi poveri.

Infatti, con il supporto delle Francescane Missionarie ed anche per illoro trarnite, intendiamo:

- promuovere e realizzare ogni azione ed iniziativa finalizzata a tutelare i diritti dell'infanzia e della gioventu, principalmente attraverso la promozione e la realizzazione di progetti di sostegno

a distanza.

- individuare, studiare e proporre soluzioni ai problemi individuali e collettivi degli individui nonche adoperarci per consentire I' avvicinamento alle Istituzioni competenti, di chiunque si trovi in situazioni di svantaggio.

- orgamzzare e promuovere campagne e iniziative finalizzate alIa sensibilizzazione deIl'opinione pubblica nei confronti dei meno abbienti, dei sofferenti e dei bisognosi in genere privi di assistenza, con particolare riguardo ai Paesi piu poveri.

9