Sei sulla pagina 1di 1

Urbino

14

MERCOLED 26 MARZO 2014

RISPARMIO SI INAUGURA OGGI AL SASSO IL CENTRO DEL RIUSO


SI INAUGURA oggi il nuovo Centro del Riuso di Urbino alle 10.30 nella sede del Centro di Raccolta Differenziata in zona Sasso. Il servizio gestito da Marche Multiservizi e nasce con lobiettivo di salvaguardare lambiente e contrastare la cultura dellusa e getta. E uno spazio in cui si possono portare oggetti di ogni genere, destinati a chi

ne ha bisogno, ma non ne pu o non ne vuole acquistare di nuovi. Lo scambio gratuito e i beni di consumo devono essere in buono stato duso, di conservazione e igienico per essere riutilizzati con lo stesso scopo per cui sono stati creati. Aperto mercoled e venerd dalle 15 alle 18.

TERREMOTI Rilevamenti
Le stazioni provinciali sono collocate a Pesaro, Fossombrone e Pieia di Cagli. I dati vengono trasmessi a Roma in tempo reale

ANALISI DEI DATI A lato, il professor Stefano Santini mentre esamina i dati pi recenti sul terremoto

Lincontro di ieri con la Protezione Civile

APPELLO DEI SINDACI

Informare
Non bisogna creare allarmismo, dice il docente. Apecchio ed Alto Metauro hanno microfaglie lungo le quali si sprigiona energia
INFORMARE, ma non allarmare. E il monito che lancia Stefano Santini, professore di Geofisica e Sismologia allUniversit degli Studi di Urbino e responsabile sismico dellOsservatorio Valerio di Pesaro. I movimenti tellurici che stanno interessando da giorni la zona di Apecchio e dellAlto Metauro spiega sono normali, in linea con la conformazione geologia di tutto lAppennino. Eventi di questo tipo si sono gi verificati in passato e continueranno a verificarsi, perch larea cosparsa di micro faglie lungo le quali si sprigiona energia. Il punto che non possiamo prevedere i terremoti prima che accadano, ma possiamo leggere i dati storici come memoria del passato, esistono archivi addirittura dallanno zero. Lo stesso sciame sismico si verificato nel 2010 esattamente nella stessa zona. Ci sono state scosse frequenti di bassa intensit, che poi sono diminuite. Possiamo pensare che oggi si stia verificando la stessa cosa, anche perch nel corso della storia non si ricordano terremoti fortissimi, a parte quello avvenuto secoli fa, evento pi unico che raro.
Cosa dicono allora i dati storici?

Mettiamo a norma le scuole


APECCHIO

FARE sistema nella prevenzione e nella corretta informazione in eventi, come quellattuale dello sciame sismico che sta colpendo da diversi giorni la zona dellalto Metauro e Apecchio in modo particolare, stato al centro del dibattito svoltosi ieri mattina nella sala del Palazzo Ubaldini di Apecchio, che ha visto la partecipazione di sindaci e alcuni amministratori di Apecchio, Piobbico, Cantiano, Cagli, Mercatello sul Metauro, oltre a Pierpaolo Tiberi responsabile del settore previsione, prevenzione, pianificazione e volontariato della Protezione civile delle Marche e dellesperto sismologo Giancarlo Monachesi. Il sindaco di Apecchio ha ricordato ancora i progetti esecutivi gi presentati dal suo Comune nel 2012 e finanziati per la messa a norma di alcuni plessi scolastici. Giancarlo Monachesi con dati alla mano ha mostrato come nella zona Gubbio-Pietralunga dal 2010 ad oggi si siano registrate ben 14.000 scosse e che gli strumenti hanno rilevato 300 scosse dal marzo 2014 ad oggi tra Apecchio-Pietralunga. Sempre Monachesi ha ricordato come nel passato ci siano stati forti terremoti come quello del 3 giugno 1781 del decimo grado e che caus 200 morti, del 18 ottobre 1389 con epicentro Bocca Serriola e del nono grado e del 18 dicembre 1897 del settimo grado attorno alla Contea di Apecchio. Il sindaco Giorgio Mochi di Piobbico ha parlato di priorit nel finanziare la messa in sicurezza della scuole a rischio sismico, rispetto ad altri plessi di regioni che non hanno fortunatamente per loro, una storia di terremoti. Amedeo Pisciolini

Le scosse possono aumentare di frequenza e non di intensit


Il professor Stefano Santini analizza i dati
nella notte tra luned e marted alle 4,20 con magnitudo 3.2. Che gli strumenti rilevano qualsiasi movimento, anche impercettibile, ma ci non vuol dire che ogni movimento sia preoccupante. La popolazione in genere percepisce le scosse a partire da magnitudo 3, un livello che non dovrebbe causare neanche una crepa sul muro. Se ad Apecchio si sono aperte delle crepe vuole dire che le case sono state costruite male, questa, infatti, la vera piaga del nostro Paese. Controllando i dati a partire dal 2004, si nota che gli eventi sismici ci sono sempre stati con continuit costante, cambia il numero, che si intensificato nel 2010 e tra il 2013 e 2014.
Come si accede a questi dati? Cosa significano questi dati?

LIstituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia pubblica online tutti i dati registrati in tempo reale. LIngv monitora il territorio nazionale attraverso un centinaio di stazioni di rilevamento, nella nostra provincia ne esistono tre, a

7, la visione di quella lista infinita di registrazioni pu dare limpressione di essere sotto un bombardamento, per questo va ribadito che gli strumenti rilevano qualsiasi movimento, ma non tutti sono pericolosi. Non c alcun modo di prevedere i terremoti. Possiamo dire per che lAppennino ha una microsismicit di fondo, i dati storici testimoniano che nellApecchiese essa pu aumentare di frequenza ma non di intensit, questo modo graduale di rilasciare lenergia induce ad avere un cauto ottimismo. La catena montuosa ha una storia geologica complessa e variegata, esistono zone pi pericolose e zone meno, ma la sismicit normale. Valentina Bicchiarelli
Il suo atteggiamento sembra essere ottimista.

GEOFISICO E SISMOLOGO Il docente universitario urbinate studia attentamente levolversi del fenomeno
Pesaro, a Fossombrone e a Pieia di Cagli. Tutti i dati vengono inviati a Roma, dove la Sala sismica li incrocia e li elabora. E chiaro che agli occhi di una persona inesperta, che non riesce a distinguere la differenza tra magnitudo 2 e

E la successione di eventi sismici che si verificano con unelevata frequenza ma con bassa intensit. Lenergia non viene liberata allimprovviso con ununica scossa violenta, ma rilasciata piano piano. Diversa la sequenza sismica, che indica scosse pi intense e rare, come quelle avvenute ad Ancona tra giugno e agosto 2013. Da domenica scorsa alle 11 di ieri, per esempio, sono state rilevate 19 scosse nella zona dellApecchiese con magnitudo superiore a 2, di queste soltanto 5 potrebbero essere state percepite dalla popolazione perch sopra il livello 2.4, registrato luned alle 23,02. La scossa pi forte stata

Che cos esattamente uno sciame sismico?

LA PROTESTA OGGI PULMINO GRATIS PER ANDARE FINO AL CAMPUS MATTEI

Fuorikorso lancia la campagna #saltabordo


LASSOCIAZIONE universitaria Fuorikorso Link Urbino, da sempre interessata alle questioni inerenti la cittadinanza studentesca, prosegue la campagna #saltabordo, lanciata una settimana fa, con uniniziativa per tutta la giornata: oggi un pulmino, completamente gratuito e a disposizione degli studenti, percorrer, dalle prime ore della mattina fino a sera, la tratta Borgo Mercatale Campus Mattei, senza interruzione. Il tema dei trasporti mal funzionanti e poco organizzati dicono dallassociazione pesa molto sulle spalle degli studenti, in particolar modo di quelli che, non per scelta propria, ma dellUniversit stessa, alloggiano o devono frequentare le lezioni per il Campus E. Mattei, ex Sogesta, un plesso che si trova lontano dal centro storico e mal connesso a questultimo, che costituisce il fulcro della vita della citt ducale. Per raggiungere lex Sogesta indispensabile prendere uno dei pochi e affollati pullman, munendosi chiaramente del biglietto, che diviene un onere finanziario non di poco conto per chi deve acquistarlo con una certa regolarit; lalternativa al classico biglietto costituita da un abbonamento che sfiora anchesso un costo non proponibile ad uno studente e questo a causa della mancanza di una convenzione tra gli enti interessati.