Sei sulla pagina 1di 112

da Dezan Shira & Associates

Collezione
China Briefng 2011
www.asiabriefng.com
.

Tutte le dieci edizioni di China Briefng Italia
Asia Briefng, una controllata di Dezan Shira & Associates, fornisce notizie di business e sulle regole fnanziarie in Cina, India, Hong
Kong e Vietnam. Fondata nel 1999, Asia Briefng Ltd. si propone di fornire le notizie economiche e normative costantemente
aggiornate che interessano tutti coloro che operano in questarea geografca.
Riguardo Asia Briefng
Gennaio/Febbraio
Revisione contabile annuale e conformit fscale per gli espatriati e gli investitori stranieri in Cina
Marzo
Costi operativi nelle citt dellentroterra cinese
Aprile
La Gestione Finanziaria
Maggio
Il Foreign Corrupt Practices Act e il suo impatto sulle fliali dazienda basate in Cina
Giugno
Investimenti Esteri nellindustria eco-sostenibile in Cina
Luglio/Agosto
Societ commerciali a partecipazione straniera in Cina
Settembre
Fusioni, Acquisizioni e Joint Ventures in Cina
Ottobre
Gli oneri sociali in Cina
Novembre
Transfer pricing e transazioni infragruppo
Dicembre
La Guida fscale per lAsia
Argomenti chiave per gli investitori stranieri includono costituzione aziendale, Fisco e
Dichiarazioni, Risorse Umane e Contabilit
La nostra esperienza attinge ai professionisti nei settori legali, fscali e contabili di Dezan
Shira & Associates
Le pubblicazioni sono disponibili sulla libreria online di Asia Briefng al seguente link
www.asiabriefng.com/store

Volume XII- Numero I
In questo numero:
Il processo di conformit fscale annuale
Le detrazioni fscali concesse
La verifca annuale del transfer pricing
La compilazione e la dichiarazione dei redditi sulle
persone fsiche
Revisione contabile annuale
e conformit fscale per gli
espatriati e gli investitori
stranieri in Cina
Inclusa la pianifcazione fscale per il 2011
Aggiornamenti legali e fiscali da Dezan Shira & Associates
Notizie on-line su www.china-briefng.com/news/it
Inglese Francese Tedesco Italiano Spagnolo
Benvenuti al nuovo anno di China Briefng
B
uon anno e benvenuti a questo nuovo numero di China Briefng
dedicato alle procedure annuali di revisione contabile e di
conformit fscale. In questo numero prenderemo in esame le
aliquote fiscali per i redditi individuali e le imposte dovute,
oltre alle procedure di compilazione e presentazione della
dichiarazione dei redditi per gli espatriati residenti in Cina (con possibili
detrazioni fscali connesse). Andremo poi a trattare la verifca di conformit
per le societ, la revisione contabile annuale e il rinnovo delle licenze
commerciali per gli Uffci di Rappresentanza e le societ commerciali e non,
a partecipazione straniera. Approfondiremo la gestione del transfer pricing,
una questione che in Cina si sta caricando sempre pi di risvolti importanti,
soprattutto in tema di revisione contabile. Il 2011 promette di essere un anno
interessante per gli investitori stranieri, poich il mercato si sta avvicinando
ulteriormente a un modello di economia di consumo e le opportunit per
raggiungere il consumatore cinese non mancheranno agli investitori stranieri.
Tuttavia, per sfruttare le opportunit di business, lassetto fnanziario della
societ deve essere solido e il momento della revisione annuale loccasione
giusta per una verifica accurata oltre che per gestire nel modo corretto le
richieste informative che verranno dalle autorit fscali.
Le informazioni contenute in questo numero sono a cura di Dezan Shira
& Associates, che festeggia, questanno, diciannove anni di attivit in
Cina. Per ogni informazione o assistenza sulla procedura di revisione
contabile annuale, o per consulenze locali, vi preghiamo di contattarci a
italiandesk@dezshira.com.
Cogliamo loccasione nel frattempo per augurare a tutti voi un 2011 ricco di
successi e un felice nuovo anno del Coniglio!
Alberto Vettoretti
Managing Partner,
Dezan Shira & Associates
Editore, Asia Briefng
China Briefng Contact: editor@china-briefng.com
La copertina artistica di questo mese
La copertina di questo mese Shanghai Flowers (acrilico su tela) stata realizzata dallartista Li Lei. Li Lei nasce a Shanghai nel 1965 e passa la maggior parte della sua
giovinezza nel nord ovest della Cina. Attualmente Li Lei ricopre la carica di direttore esecutivo al Shanghai Art Museum, e ha tenuto esposizioni dedicate in tutto il mondo
per oltre ventanni. La copertina riprodotta per cortesia dellartista e della Elisabeth de Brabant Art Center, centro artistico nellinconfondibile edifcio French Concession
1933. Il centro propone un nuovo approccio per la promozione dello scambio artistico e una piattaforma pi sofsticata per molti degli artisti che promuove. Il centro artistico
Elisabeth de Brabant si trova a Shanghai, in Fuxing West Road n. 299.
www.elisabethdebrabant.com; coordinator@elisabethdebrabant.com
Tutto il materiale e i contenuti sono protetti da 2011 Asia Briefng Ltd.
Nessuna riproduzione, copia o traduzione di materiale permessa senza il consenso dell'editore. Contattate: editor@china-briefng.com

3 China Briefng
I
l processo della certifcazione e verifca
fscale annuale un lavoro impegnativo
e complesso sia per le societ a
partecipazione straniera (FIE) che per
gli espatriati che vivono e lavorano
in Cina. necessario essere pienamente
consapevoli delle procedure, nonch essere
sicuri che queste siano completate tutte e in
tempo. In questo numero di China Briefng ci
concentreremo proprio sulla verifca annuale
di conformit fiscale, in altre parole sulle
procedure di revisione e verifica annuale
per le FIE, con particolare riferimento alle
questioni di detraibilit delle imposte e al
transfer pricing. Risponderemo quindi alle
seguenti domande:
Che cosa bisogna fare?
Chi deve essere coinvolto nel processo?
Quali documenti bisogna preparare e
compilare?
Qual il modo corretto per la detrazione
dimposta?
Che cosa accade in caso di ritardi e
complicazioni?
Nonost ant e l a revi si one annual e si a
obbligatoria per legge, la maggior parte delle
FIE non presta la dovuta attenzione a questi
adempimenti legali, col rischio di incorrere
in sanzioni pecuniarie anche onerose in caso
di discrepanze non rettifcate per tempo. Da
ricordare inoltre che le FIE possono distribuire
e rimpatriare i profitti dopo la revisione
annuale dei conti e il pagamento dei relativi
debiti tributari. La revisione annuale anche
una buona opportunit per unapprofondita
ver i f i ca i nt er na al l a soci et st essa.
Di segui t o, t rovi amo una l i st a degl i
adempimenti annuali per ogni struttura
societaria e per le persone fsiche. La revisione
annuale obbligatoria del bilancio desercizio
di una FIE rilevante principalmente per
gli aspetti finanziari. Infatti, Il bilancio
desercizio annuale e i registri contabili vanno
certifcati con successiva preparazione delle
relazioni di revisione. A questo scopo, tutti
i documenti giustifcativi, i libri contabili e i
bilanci desercizio devono essere sottoposti ai
revisori, che effettueranno la revisione secondo
la normativa vigente in materia fiscale,
contabile e di diritto societario. Il bilancio e
la relazione della societ di revisione devono
essere presentati entro quattro mesi dal termine
dellesercizio in questione.
Certifcazione annuale
per gli Uffci di
Rappresentanza (RO)
Fase 1: Revisione
contabile annuale
La revisione contabile dello stato patrimoniale
e del conto economico deve essere effettuata
da uno studio di revisione contabile autorizzato
(CPA) legalmente registrato in Cina.
Riassumiamo di seguito le aree principali che
gli uffciali tributari e i vostri revisori contabili
andranno a considerare:
Conto bancario
Il saldo in conto corrente e lestratto conto
bancario devono coincidere. In caso contrario
necessario predisporre una riconciliazione
bancaria per verifcarne le discrepanze.
Liquidit
Il saldo nei registri contabili deve coincidere
con il fondo cassa fisicamente presente. I
revisori procederanno al conteggio del fondo
cassa durante lispezione.
Imposta sul reddito dipendente e
sulle persone fsiche.
Lo staff deve essere registrato secondo la
normativa vigente, quindi registrazione
presso il FESCO (foreign enterprises services
corporation-agenzia governativa per i servizi
sulle risorse umane) per gli impiegati locali e
regolari permessi di lavoro per gli espatriati.
necessario inoltre calcolare in modo accurato
i dati per la dichiarazione dei redditi delle
persone fsiche (IRPEF).
Nota spese
Devono essere opportunamente predisposte
con la relativa documentazione di supporto
le parcelle per la revisione contabile, per il
FESCO, le spese per salari, afftti, spese per
servizi e tutte quelle rientranti nellesercizio
fscale corrente. Deve essere inoltre inclusa
nelle spese la retribuzione totale del Chief
Representative, sia che questa venga pagata
localmente oppure offshore. Qualora agli
impiegati siano riconosciuti dei piani di
previdenza sociale esteri, questi pagamenti
devono essere inseriti nella nota spese, cos
come eventuali costi sostenuti per conto della
casa madre.
Reddito imponibile
La State Administration of Taxation (SAT)
ha deliberato la Guo Shui Fa [2010] No. 18
(Circolare n. 18) il 20 febbraio 2010, che
regola, per gli Uffci di Rappresentanza, la
dichiarazione dei redditi e il pagamento delle
imposte nella Cina continentale.
Secondo tale Circolare, i criteri di computo
dimposta prevedono i metodi gia conosciuti,
inclusi lactual revenue basis ( ricavi effettivi)
e il cost-plus (tassazione forfettaria sui costi).
Il metodo applicabile dipende dalla possibilit
o meno del RO di calcolare in modo accurato
il proprio reddito imponibile.
La verifica fiscale annuale di
conformit
[ A cura di Dezan Shira & Associates ]
Uffcio di
Rappresentanza (RO)
FIE:
JV/WFOE/FICE
Persona
fsica
Scadenza
Revisione contabile
annuale
Prima di dichiaraz.
redditi e ispezione
Dichiarazione dei
redditi annuale
31 maggio 2011
Ispezione congiunta 30 giugno 2011
Dichiarazione IRPEF 31 marzo 2011
RO
FICE
WFOE
JV
La verifca fscale annuale di conformit
4 China Briefng
Il metodo cost-plus e il pi utilizzato per
calcolare il reddito imponibile presunto.
Tutte le spese sostenute o relative al RO
devono essere considerate per il calcolo del
reddito imponibile presunto. Da includere:
canone di locazione, spese di trasporto, conto
telefonico, salari, spese per luffcio e per
lintrattenimento, sia che siano pagate dal RO
o dalla casa madre. Deve essere inoltre incluso
il totale del salario del Chief Representative
come menzionato in precedenza.
La Circolare n. 18 ha aumentato loriginale
aliquota del 10% sul proftto presunto a un
livello variabile ma non inferiore al 15%,
aggravando dell1,25% lonere fscale per
i RO che utilizzano il metodo cost plus
(1,25%= incremento nominale del 5% sul
proftto presunto x aliquota CIT pari a 25%).
In seguito a questo cambiamento, linvestitore
straniero deve rivalutare il reale onere fscale
per lUffcio di Rappresentanza e rivedere di
conseguenza il proprio modello di business.
La Circolare impone per la prima volta ai
RO di seguire i criteri di consolidamento
proporzionale e di rischio nel calcolo del
reddito imponibile. Ci potrebbe comportare
che le transazioni tra RO e casa madre debbano
soddisfare il principio di libera concorrenza
(The arms length principle), per cui redditi,
costi e spese devono essere contabilizzati a
prezzi di mercato. La regolamentazione cinese
sul transfer pricing simpone quindi per la
prima volta anche ai RO.
Fase 2: Compilazione
e consegna della
dichiarazione dei redditi
La responsabilit della dichiarazione dei redditi
in Cina ricade totalmente sul contribuente.
Lufficio imposte non consegna come in
altri paesi i formulari per la dichiarazione e
il contribuente deve procurarsi i modelli da
compilare secondo la normativa vigente. Le
autorit fscali pretendono che i libri contabili e
registri siano tenuti in modo accurato e con essi
siano archiviati i dettagli del sistema contabile.

Un RO deve di norma consegnare sia alluffcio
imposte nazionale che a quello locale lAnnual
Taxation Consolidation Reporting Package,
autorizzato da un CPA legalmente riconosciuto
entro la fne di maggio di ogni anno fscale
(che in Cina corrisponde allanno solare).
Qualora le imposte dovute non corrispondano
a quelle versate, il RO dovr discutere
la discrepanza con lufficio imposte. Nel
caso sospettiate tal evenienza, consigliamo
vivamente di discuterne preventivamente con i
vostri consulenti fscali prima di consegnare la
revisione in modo da appianare le differenze.
Certifcazione
annuale per le FIE
(JV/WFOE/FICE)
Fase 1: Revisione contabile
annuale
La procedura di revisione annuale per tutte
le societ a partecipazione straniera (FIE),
ovvero joint venture (JV), societ a totale
partecipazione (WFOE) e societ commerciali
a partecipazione straniera (FICE), molto pi
complicata rispetto a quella dei RO e, oltre
a quanto gi detto nei paragraf precedenti,
bisogna considerare i seguenti ulteriori aspetti:
Crediti inesigibili
In genere, le aziende possono dichiarare una
ragionevole quota di crediti inesigibili in base
al bilancio fnale dei crediti verso i clienti. In
ogni caso, le autorit fscali hanno il diritto
di variare lallocazione di qualsiasi credito
inesigibile non approvato e quindi renderlo
di nuovo tassabile.
Fondi di riserva
Prima di procedere alla revisione annuale
e al conseguente calcolo delle imposte
con luffcio preposto, si devono calcolare
alcune voci da presentare obbligatoriamente
come accantonamenti. Per le societ a totale
partecipazione straniera (WFOE), non meno
del 10% dei proftti netti dovrebbe essere
accantonato come fondo di riserva generale e,
per legge, la quota per i fondi di riserva deve
essere specificata nello statuto societario.
Questa quota inoltre pu essere versata fno
al raggiungimento del 50% del capitale totale
registrato della societ e, una volta raggiunto
tale tetto, non pi necessario accantonare
tali fondi. Altre ripartizioni devono essere
fatte secondo gli atti costitutivi e le delibere
di consiglio.
Particolare attenzione
alle rimanenze
Le rimanenze comprendono le materie
prime, i componenti e i prodotti fniti. Molte
societ non effettuano un controllo adeguato
sulle giacenze e gli scarti, con conseguenti
problemi sulle discrepanze tra polizze di
carico e scarico e beni ricevuti, materie prime
non correttamente caricate e lo smaltimento
illegittimo di materiali di scarto e contenitori.
Il procedimento che lega le rimanenze ai
controlli fscali di una societ rappresentato
dalla gestione del capitale circolante (working-
capital management). Sia per le societ di
trading che per quelle di produzione, le
rimanenze costituiscono una parte importante
del totale delle immobilizzazioni. I revisori
quindi faranno molta attenzione allesistenza e
alla valutazione di tali giacenze. La stima delle
rimanenze pu essere chiaramente rivelata
dalle fatture di acquisto o dai fogli di calcolo
dei costi. I revisori comunque vorranno anche
confermare la presenza fsica delle rimanenze
e di come sia stato effettuato linventario.
Documentazione da preparare per la revisione contabile annuale
(I requisiti possono variare su base geografca; vi preghiamo di consultare il vostro studio di consulenza)
Documento Descrizione
Contabilit Bilancio consolidato e note integrative
Tutti i libri contabili Compresi quelli per la valuta estera
Tutti i documenti giustifcativi
Conto economico Totale dei conti dal Livello 1
ai bilanci aperti, bilanci fnali
e movimenti accumulati
Conti bancari e riconciliazione Tutti i conti bancari
Propriet e certifcati di
propriet di veicoli
Stato patrimoniale Ammortamenti e valore netto
Moduli dichiarazione dei
redditi e versamenti
Dichiarazioni di tutti gli anni e
versamenti mensili e trimestrali
Amministrazione Licenza commerciale
Certifcato per gli adempimenti fscali
Statuto societario
Attestazione versamento imposte
Atti costitutivi
Relazione di verifca del capitale
Relazione di revisione contabile
degli anni precedenti
Procedure di gestione contabile
e fnanziaria e procedure
di controllo interno
Organigramma
Verbali dei consigli di amministrazione
Locazioni
La verifca fscale annuale di conformit
5 China Briefng
I seguenti steps sono solitamente implementati:
Verifcare che le giacenze siano conservate
ordinatamente e che grosse partite siano
accatastate ed etichettate
Controllare che i conteggi siano sistematici
per assicurarsi che sia enumerato tutto e
una sola volta
Fare particolare attenzione agli articoli di
alto valore
Indagare su eventuali discrepanze tra il
conteggio materiale e i registri di giacenza
Prendere nota degli articoli danneggiati,
obsoleti o di lento smaltimento.
I revisori contabili sono indubbiamente utili
al fne di migliorare leffcienza aziendale
(anzitutto attraverso il miglioramento dei
processi) e, specialmente in Cina, per attuare
un sistema di controllo atto a ridurre il
rischio di irregolarit. I revisori assicurano
un livello superiore di analisi che si integra
con i bilanci desercizio e spesso sollevano
questioni cruciali di cui il management non
consapevole, in quanto tende a concentrarsi
di pi sulla mera rendicontazione fnanziaria
e sugli aspetti operativi.
Immobilizzazioni
Lacquisizione di immobilizzazioni deve
essere iscritta nel conto delle immobilizzazioni
al prezzo di costo e lammortamento annuale
calcolato e ripartito nelle spese. Tutte le
immobilizzazioni in corso devono essere
trasferite nelle immobilizzazioni nel caso
prevedano quote di interessi, mentre utili o
perdite sulle cessioni devono essere registrati
e approvati dalle autorit fscali.
Defnizione delle immobilizzazioni
Le immobilizzazioni includono edifici,
fabbri cat i e cost ruzi oni , macchi nari ,
apparecchiature, mezzi di trasporto e
locomozione, dispositivi e strumenti atti alla
produzione e alle operazioni di business con
un periodo di utilizzo uguale o maggiore a
dodici mesi.
Valore residuo
C pi fessibilit sul valore residuo poich
pu essere determinato dalla natura e dalle
condizioni delle immobilizzazioni stesse.
Periodo di ammortamento
Quattro anni per i mezzi di trasporto, esclusi
velivoli, treni e imbarcazioni; tre anni per
lattrezzatura elettronica.
Ammortamenti anticipati
Se le immobilizzazioni necessitano di
aggiornamenti frequenti, lammortamento
pu essere anticipato (fno al 60% del periodo
di ammortamento obbligatorio).
Imposta di bollo
Sebbene di entit limitata, non deve essere
trascurato il costo per le imposte di bollo, che
va pagato per tutti i registri, i libri contabili e
i contratti ove applicabile. Le ammende per i
mancati versamenti superano di gran lunga il
valore dei bolli stessi.
Fase 2: Compilazione e
consegna della dichiarazione
dei redditi
Come per gli Uffici di Rappresentanza,
tutte le FIE devono presentare sia alluffcio
imposte nazionale che a quello locale lAnnual
Taxation Consolidation Reporting Package,
autorizzato da un CPA legalmente riconosciuto
entro la fine di maggio di ogni anno. In
questa relazione, il CPA deve verifcare tutte
le imposte, ivi compresa Business Tax (BT),
IVA, imposta sul consumo, limposta sui
redditi societari (CIT), e altre imposte in base
ai risultati della revisione.
Limposta sui redditi societari (CIT)
naturalmente la voce pi importante da
valutare nella relazione. Tutti gli elementi
tassabili, e in particolare quelli connessi alla
CIT, quali reddito, costi e spese, devono
essere specifcati nei movimenti, e lo studio
di revisione dovr attuare la riconciliazione
tra i profitti finanziari e quelli imponibili
secondo le norme dellimposta sui redditi
societari in Cina.
Qualora le imposte dovute non corrispondano
a quelle versate, la FIE dovr discutere
la discrepanza con lerario. Per esempio,
se la cifra dovuta fosse inferiore a quella
corrisposta, la FIE richieder un rimborso o
una riduzione delle tasse per lanno fscale
in questione. In modo analogo, se la cifra
dovuta fosse superiore a quella corrisposta,
la FIE, dovr saldare il dovuto allerario al
momento della dichiarazione. I vostri revisori
si occuperanno delle suddette questioni.
Sebbene la normativa cinese possa sembrare
eccessivamente complicata, il segreto
essere preparati, rispettare le tempistiche e
garantire un adeguato materiale di supporto.
La normativa cambia di continuo e diventa
fondamentale per le societ anticipare le mosse
onde evitare ritardi e possibili sanzioni.
Fase 3: Revisione annuale
congiunta
Secondo la Notice of the Implementation
Plan for the Joint Annual Examination on
Foreign Investment Enterprises (direttiva
sui piani di attuazione per la relazione
dispezione congiunta annuale sulle societ
a partecipazione straniera) emanata dal
Ministero del Commercio Estero e della
Cooperazione Economica il 10 dicembre
1998, la revisione annuale va condotta a pi
livelli per assicurare che le FIE svolgano le
attivit di business in accordo con i requisiti
di legge. Le Fie devono presentare agli enti
governativi preposti la relazione dispezione
congiunta annuale e altre informazioni
finanziarie, ivi compresi la relazione di
revisione annuale, il bilancio desercizio
consolidato e altri documenti, tutti frmati e
timbrati entro la fne di giugno.
Ogni societ deve richiedere e ottenere i
documenti per lispezione annuale congiunta
dallo stesso uffcio della Administration of
Industry and Commerce (AIC) che ha rilasciato
loriginale della licenza commerciale. E
necessario anche scaricare dal sito internet
dellAIC locale la modulistica per la relazione
dispezione annuale. Le societ devono inoltre
scegliere la modalit per lispezione: per via
telematica o in copia cartacea.
La documentazione deve essere presentata a
sette diversi dipartimenti: il Bureau of Foreign
Trade and Economic Cooperation (BOFTEC),
il Finance Bureau, la China Custom, la State
Administration of Taxation (SAT), luffcio
imposte locale, lAdministration of Industry
and Commerce (AIC) e la State Administration
of Foreign Exchange (SAFE).
Per una consul enza prof essi onal e,
informazioni e assistenza sugli adempimenti
fscali, vi preghiamo di contattare Dezan Shira
& Associates a tax@dezshira.com
Documentazione da preparare per lispezione annuale congiunta
(I requisiti possono variare su base geografca)
Relazione dispezione
annuale congiunta
Certifcati di approvazione per le FIE
Bilancio desercizio consolidato Certifcato di registrazione per
dichiarazione doganale
Revisione certifcata redatta da un CPA Revisione certifcata della valuta
estera redatta da un CPA
Relazione di verifca del capitale Certifcato di registrazione valuta estera per FIE
Duplicato della fnance registration Duplicato della tax registration
6 China Briefng
U
n tema importante per ogni
societ alla chiusura dei bilanci
annuali e alla riconciliazione
fscale la detraibilit fscale.
Daremo qui uno sguardo ad
alcune spese e alle detrazioni che si possono
effettuare oltre che ad alcune regolamentazioni
sullimposta del reddito societario (CIT).
Spese per promozione
e pubblicit
Come norma generale, le spese di promozione
e pubblicit sono deducibili fno al 15% dei
proventi delle vendite, se non diversamente
specificato dal relativo ufficio fiscale e
fnanziario dello State Council. Lammontare
eccedente pu essere dedotto nellesercizio
successivo. I produttori di alcune merci
specifche hanno diversi limiti di detraibilit
fno alla fne del 2010.
Spese di intrattenimento
possibile detrarre solamente il 60% delle
spese relative allintrattenimento a scopo di
business o comunque relativo alla produzione e
alle attivit societarie, e lammontare massimo
detraibile non pu eccedere lo 0,5% dei
proventi delle vendite dellesercizio corrente.
Donazioni
Le donazioni a scopo di benefcenza sono
detraibili fno al 12% del totale dei proftti
annui.
Spese per assicurazioni
commerciali
I premi per le polizze assicurative stipulate
a favore di azionisti o dipendenti non
sono detraibili ad eccezione dei premi per
assicurazioni sulla sicurezza contratte dalla
societ in adempimento alla normativa vigente
sulla sicurezza dei lavoratori in determinate
mansioni, e i premi pagati per altre polizze
assicurative che possano essere deducibili
secondo le regolamentazioni impartite dagli
uffci fscali preposti dello State Council.
Spese per provvigioni
La Circolare n. 29 stabilisce le norme per
la detrazione delle spese di provvigioni
dallimposta di reddito societario (CIT), in
particolare:
Massimo detraibile: 15% (per le societ di
assicurazione di beni immobili) o 10% (per le
societ di assicurazioni sulla vita) del premio
totale previsto; 5% delle entrate previste
dallaccordo sulle provvigioni.
Non detraibili: i pagamenti in contanti ad
agenti o altri individui o spese di commissione
per lemissione di titoli di investimento.
Documentazione richiesta: un riassunto
del cal col o del l e provvi gi oni e al t ra
documentazione di supporto devono essere
presentati alluffcio fscale in questione.
Massimo detraibile: leccedente il massimo
detraibile non pu essere dedotto ne spalmato
su altri esercizi.
Perdite da partecipazioni
detraibili in somma unica
Secondo lannuncio della SAT sulla Circolare
n. 6 [2010], emanata il 28 luglio 2010, nel
calcolare il reddito imponibile ai fni del CIT,
possibile detrarre in ununica rata le perdite
sulle partecipazioni nellanno in cui tali perdite
si sono verificate, come confermato dalle
autorit fscali. Le societ possono detrarre in
ununica somma le perdite sulle partecipazioni
del 2010 che si sono verifcate prima del 28
luglio 2010 e che non sono gi state detratte.
Spese per la ricerca
e sviluppo (R&S)
Ai fni dellimposta sul reddito societario (CIT)
possibile detrarre un ulteriore 50% per le
spese di R&S di nuove tecnologie, prodotti
e tecniche che non sono stati capitalizzati
come immobilizzazioni immateriali. Qualora
le spese siano gi state capitalizzate come
immobilizzazioni, il 150% dei costi delle
immobilizzazioni stesse possono essere
ammortizzati ai fni del CIT.
Spese per sponsorizzazioni
Le spese per sponsorizzazioni non sono
detraibili qualora non abbiano natura
promozionale o non siano riconducibili alle
operazioni di business.
Spese di training
per lo staff
Le spese di training per lo staff sostenute dalla
societ possono essere dedotte fno al 2,5% del
totale degli stipendi e dei salari. Lammontare
eccedente pu essere portato a nuovo per gli
esercizi futuri.
Accantonamenti
Gli accantonamenti non sono in genere
detraibili.
Onorari per il
management
Non sono detraibili gli onorari per il
management, affitti e royalties pagate tra
societ correlate, e le partecipazioni pagate
tra societ collegate di societ non fnanziarie.
Interessi sui debiti verso
parti collegate
Ci sono due articoli sulla legge delle imposte di
reddito societario che riguardano le detrazioni
sugli interessi dei debiti con parti correlate. Si
possono riassumere come segue:
1) Non sono detraibili gli interessi sui
prestiti da societ non fnanziarie contratti
da societ non finanziarie; cos come
lammontare eccedente la cifra calcolata
in riferimento ai tassi di interesse di prestiti
simili alle stesse condizioni come stabilito
dalle istituzioni fnanziarie.
2) Gli interessi che eccedono un certo indice
di indebitamento non sono detraibili al
momento del calcolo del reddito imponibile.
Lindice per le societ fnanziarie e 5:1, per
le altre societ e 2:1.
In base a quanto stabilito dalla circolare n. 121:
Qualora la documentazione di supporto
per le transazioni con le parti correlate
Detrazioni fscali e limiti
Settore
Limite di
detraibilit
Cosmesi 30%
Farmaceutico 30%
Bevande (non alcoliche)
- Franchising 30%
*
- Altre strutture 30%
Tabacchi 0%
*
Il Franchisee pu trasferire parte o tutte queste
spese al Franchisor il quale pu cos detrarle come
spese di vendita. Il Franchisor pu non considerare le
spese attribuite dal Franchisee se eccedono il limite di
detraibilit.
Societ Massimale Base di calcolo
Societ
assicurative di
beni immobili
15%
Totale premi meno
valore di rimborso Societ
assicurative
vita
10%
Altre societ
assicurative
5% Entrate previste
dallaccordo sulle
provvigioni
Detrazioni fscali e limiti
7 China Briefng
non sia disponibile o leffettiva aliquota
CIT sia superiore allaliquota della parte
correlata allinterno del territorio cinese,
saranno detraibili soltanto gli interessi che
soddisfano i criteri sopra citati.
Qualora la documentazione di supporto
per le transazioni con le parti correlate
sia disponibile o leffettiva aliquota CIT
non sia superiore allaliquota della parte
correlata allinterno del territorio cinese,
allora saranno detraibili gli interessi
nonostante la limitazione dellindice di
indebitamento.
Obblighi di ritenuta
Qualora una FIE contragga o maturi costi
per pagamenti, quali affitti (inclusi quelli
per gli uffci e gli alloggi per il personale
espatriato), royalties, partecipazioni, onorari
per management o servizi acquisiti in
Cina tramite individui o organizzazioni
straniere, devono essere calcolate secondo il
principio di competenza le relative ritenute
dimposta. Questo significa che si applica
una ritenuta dacconto del 10% e un 5% di
business tax (BT). Tali spese dovranno essere
accompagnate da prove sostanziali, pena la
non detraibilit. Tutti i debiti sopra menzionati,
qualora saldati in valuta estera, devono essere
necessariamente registrati presso il SAFE
prima dellapprovazione per la rimessa.
Per una consulenza professionale, informazioni
e assistenza riguardanti le imposte sul reddito
societario (CIT), vi preghiamo di contattarci a
italiandesk@dezshira.com o visitarci al sito
www.dezshira.com/it.
Scadenza delle detrazioni e degli incentivi speciali nel 2011
Data Settore Imposta Provvedimento
31 dicembre 2010 Istituti fnanziari CIT Le detrazioni speciali per i crediti di dubbia esigibilit
non saranno pi in vigore dal 1 gennaio 2011
31 dicembre 2010 Societ assicurative CIT Le detrazioni speciali sulle riserve varie non
saranno pi in vigore dal 1 gennaio 2011
31 dicembre 2010 Cosmesi, farmaceutica, bevande e tabacchi CIT I limiti sulle detrazioni speciali per le spese di pubblicit/
promozione non saranno pi in vigore dal 1 gennaio 2011
31 dicembre 2010 Tutti i settori ove incentivi sono applicabili CIT Incentivi per lo sviluppo delle "Western Region" non
saranno pi in vigore dal 1 gennaio 2011
31 dicembre 2010 Produzione di semiconduttori e packaging CIT I rimborsi per i reinvestimenti non saranno pi in vigore dal 1 gennaio 2011
31 dicembre 2012 Tutte le FIE benefcianti di incentivi CIT Le esenzioni per gli incentivi precedenti sui redditi
d'imposta societari scadranno il 1 gennaio 2013
31 dicembre 2013 Aziende accreditate di delocalizzazione
dell'alta tecnologia
CIT e BT Gli incentivi scadranno il 1 gennaio 2014
8 China Briefng
M
olte multinazionali hanno
da sempre adottato, varie
strategie finanziarie e di
pianifcazioni fscali per le
loro operazioni trans-frontaliere. Tra queste
linvestitore straniero dovr confrontarsi
sempre pi assiduamente con le tematiche
relative al transfer pricing (TP). Anche in
Cina, la Circolare n. 2 [2009] nel gennaio
2009, Implementation Measures of Special
Tax Adjustments (Trial) (Implementazione
[provvisoria] delle rettifche fscali speciali),
ha segnato unimportante svolta nel regime
applicativo dei prezzi di trasferimento (TP)
in Cina.
Le autorit fscali cinesi stanno lavorando per
intensifcare il sistema di controllo in materia di
transfer pricing, richiedendo, per esempio, una
documentazione pi complessa, rafforzando
il sistema applicativo, e aumentando in linea
generale la scrupolosit nella verifca delle
transazioni. Da notare che il governo cinese
ha identifcato nel transfer pricing e nella sua
corretta implementazione, una delle fonti pi
importanti di entrata la maggiore entrata fscale
per gli anni a venire.
Poich le autorit fscali stanno introducendo
una pi attenta regolamentazione in materia,
deve crescere in maniera proporzionale
lattenzione a conformarsi e a evitare i rischi
connessi alle violazioni. Limprenditore che
investe in pi paesi deve apprendere appieno
la regolamentazione sul transfer pricing in
modo da gestire effcacemente gli eventuali
rischi sulla revisione, sulla certifcazione di
conformit e sulla doppia imposizione. Poich
in Cina esistono soltanto due livelli di appello
per le questioni fscali, la maggior parte dei
contribuenti cercher di evitare qualsiasi
disputa partendo dalla fase di valutazione. In
questottica, le societ devono quindi valutare
i rischi e documentare scrupolosamente
le strategie di transfer pricing nelle loro
operazioni in Cina.
Defnizione delle
parti correlate
In base allarticolo n. 9 del regolamento
sugli Special Tax Adjustments (STA), le
parti correlate o le imprese associate, come
menzionato nellarticolo n. 109 delle norme
esecutive sulla legge delle imposte sui redditi
societari, comprendono situazioni in cui:
Una part e det i ene di ret t ament e o
indirettamente il 25% o pi delle azioni
di unaltra parte; o una terza parte detiene,
direttamente o indirettamente, il 25% o
pi delle azioni di entrambe le parti dove
unentit proprietaria di pi del 25%
di unentit intermediaria, la propriet
indiretta dellentit di livello inferiore sar
considerata alla stregua di una propriet
diretta dellintermediario dellentit di
livello inferiore.
I debiti di una societ verso unaltra
societ (che non sia un istituto fnanziario
indipendente) raggiungono 50% del
capitale societario, o il 10% o pi del
totale dei debiti di una societ garantito
da unaltra societ (che non sia un istituto
fnanziario indipendente).
Pi della met della dirigenza (senior
management) di una parte (inclusi i membri
del consiglio e i dirigenti), o almeno un
membro del consiglio direttivo che in
grado di esercitare il controllo sul consiglio
sono designati da unaltra parte; o due parti
con pi della met della loro dirigenza
(inclusi i membri del consiglio e i dirigenti),
o almeno un membro con pi anzianit del
consiglio direttivo in grado di esercitare
un controllo sul consiglio sono designati da
una terza parte.
Pi della met della dirigenza di una parte
(inclusi i membri del consiglio e i dirigenti),
o almeno un membro del consiglio direttivo
detiene una carica dalta dirigenza nellaltra
parte; o almeno un membro con pi
anzianit del consiglio direttivo in grado di
esercitare un controllo sul consiglio detiene
una carica dalta dirigenza dallaltra parte.
La normale produzione e le attivit
operative di una societ dipendono da
brevetti di unaltra societ (inclusi diritti
di propriet industriale o tecnologie
brevettate).
Gli acquisti e le vendite di una societ sono
sotto il controllo di unaltra societ.
Le provvigioni e le quietanze di una societ
sono per la maggior parte determinate da
unaltra societ.
Una societ ha un reale controllo sulla
produzione di unaltra societ, sulle
operazioni, sulle attivit di training,
attraverso relazioni con il personale
dellaltra societ (incluse le relazioni di
parentela).
Documentazione
necessaria
Le aziende coinvolte in transazioni con parti
correlate devono ora soddisfare gli obblighi
di segnalazione, che si dividono in due parti:
una presentazione annuale delle transazioni
con le parti correlate e la documentazione
necessaria nel caso in cui le aziende soddisfno
dette condizioni.
Adempimenti annuali per
il Transfer Pricing
Prima del 2008, le aziende coinvolte in
transazioni con parti correlate dovevano
mettere a disposizione le informazioni su tali
transazioni nellannuale dichiarazione dei
redditi compilando i moduli 13-A o 13-B. I
regolamenti sugli Special Tax Adjustments
hanno moltiplicato, di fatto, gli obblighi
sul transfer pricing per tutte le societ che
sono tassate sul principio del reddito reale
introducendo nove formulari di raccolta dati.
Lista delle parti correlate
Sommario delle transazioni
Transazioni: acquisti e vendite
Transazioni: servizi
Transazioni: immobilizzazioni materiali
Transazioni: immobilizzazioni
Transazioni: fnanziamenti
Relazione annuale sugli investimenti esteri
Relazione annuale sui pagamenti esteri
Questi moduli, che devono essere presentati
alle autorit fscali insieme alla dichiarazione
dei redditi delle societ, descrivono le
transazioni di tutte le parti correlate, le
informazioni fnanziarie e tutte quelle rilevanti
al fne di potenziali accertamenti fscali. La
raccolta di questi dati fornisce allautorit
fiscale le informazioni basilari che sono
necessarie a identifcare i possibili obiettivi di
unispezione sul transfer pricing. Con la nuova
regolamentazione, lerario ha ora il diritto di
chiedere qualsiasi informazione alle societ
nelleventualit di un accertamento.
Adempimenti per il Transfer
Pricing
Adempimenti per il Transfer Pricing
9 China Briefng
Il contribuente deve valutare:
Lesistenza o meno di una strategia transfer
pricing e la sua spiegazione.
La conformit o meno di questa strategia
con i reali risultati aziendali.
Leventualit di una verifca sulla propria
strategia e come gestire tale evenienza.
La documentazione contestuale
La document azi one cont est ual e al l e
transazioni infragruppo (Contemporaneous
documentation) deve essere sottoposta alle
autorit fiscali solo su richiesta di queste
ultime, ma deve comunque essere preparata
entro il 31 maggio di ogni anno e conservata per
dieci anni. Il contribuente pu esserne esentato
dalla presentazione in alcune circostanze.
Le societ che hanno transazioni con parti
correlate estere sono sostanzialmente le
destinatarie della Circolare n. 363 emessa
nel luglio 2009 sul monitoraggio di dette
transazioni (Notice on Strengthening the
Monitoring and Investigation of Cross-
Border Related-Party Transactions). La
circolare impone alle societ che generano
perdite di presentare la loro contemporaneous
documentation in automatico, trascurando
il fatto che possano essere esenti dalla
preparazione della stessa come stabilito dalla
Circolare n. 2. Ci sta ad indicare che la STA
vuole assicurare conformit e rigore rispetto
al regime di transfer pricing per i contribuenti
che generano perdite. Inoltre, la circolare 363
rientra nel piano pi vasto di standardizzazione
delle rettifche fscali speciali (Special Tax
Adjustments) al fne di evitare che le societ
sfruttino la crisi finanziaria come capro
espiatorio per spostare le perdite dalle fliali
estere alle parti correlate nazionali.
Le societ destinatarie di questo incrementato
monitoraggio sono quelle societ in perdita
che presentano una funzione e un proflo di
rischio limitati, quelle che spostano le proprie
perdite alle filiali in territorio nazionale e
quelle che spostano i proftti nei paradisi fscali.
Il dipartimento delle imposte, per rafforzare
il controllo, condurr analisi funzionali, di
rischio e di comparabilit. Inoltre, ancor pi
attenzione sar rivolta alla determinazione del
livello di redditivit delle societ e i metodi di
transfer pricing utilizzati.
La regolamentazione cinese sul transfer
pricing permette alle autorit di richiedere a
una societ la documentazione contestuale
alle transazioni anche nel caso in cui detta
societ non sia oggetto di verifche o ispezioni.
Allinizio del 2010, per esempio, gli uffci
fscali locali di Shanghai, Tianjin, Zhuhai,
Shenzhen e Dongguan hanno notifcato a tutti
i contribuenti delle loro giurisdizioni un avviso
di richiesta della documentazione contestuale
per il 2008, e nella stessa direzione si stanno
muovendo altri uffci fscali locali.

Con la possibilit di richiedere questi
documenti, le autorit fscali hanno ora molte
pi informazioni a loro disposizione nelle
cause contro i contribuenti rispetto al passato.
C da aggiungere che disporre correttamente
tale documentazione si rivela anche un
ottimo meccanismo di auto revisione per il
contribuente stesso.
Il metodo del
transfer pricing
In base alla normativa in vigore per i redditi
imponibili societari, i metodi utilizzati per la
determinazione dei prezzi di trasferimento
includono:
Met odo del confront o del prezzo
(Comparable uncontrolled price method)
Metodo del prezzo di vendita (Resale price
method)
Metodo del costo maggiorato (Cost-plus
method)
Metodo del proftto netto (Transactional net
margin method)
Metodo della suddivisione del profitto
(Proft split method)
Altri metodi che fanno riferimento al
principio della libera concorrenza (The
arms length principle).
I regolamenti della STA offrono anche una
guida alla selezione allapplicabilit dei
predetti metodi, e per ognuno sono specifcati
gli elementi che devono essere presi in
considerazione nella loro scelta e applicazione.
Il contribuente deve applicare il metodo di
transfer pricing creato sulla base delle proprie
transazioni e delle informazioni disponibili, ma
al contempo deve anche valutare eventuali altri
metodi applicabili e giustifcare la scelta fnale.
necessario applicare delle rettifche in caso
di signifcative differenze di determinazione
di prezzo fra i metodi, e, dove le rettifche
non sono possibili, indispensabile cambiare
metodo. Il metodo deve essere applicato in
base al tipo di transazione, piuttosto che alla
quantit, salvo che le transazioni non siano tra
loro simili e possano essere aggregate.
Sanzioni per la non conformit
Qualora il contribuente rifuti di fornire la
documentazione sulle transazioni con le parti
correlate, o fornisca materiale non veritiero o
incompleto, le autorit fscali possono ordinare
una rettifca dei prezzi entro un certo limite
di tempo e possono imporre sanzioni fno a
50.000 RMB. In tali circostanze, le autorit si
arrogano il diritto di stimare le imposte dovute
dalla societ sulla base del metodo ritenuto
pi opportuno.
In caso di rettifca fscale viene anche applicato
un interesse sul totale del dovuto. Secondo
la normativa sui redditi societari, questo
interesse calcolato sulla base dei prestiti in
RMB della Bank of China pi un 5% come
sanzione pecuniaria. Il conteggio sar su base
giornaliera per le imposte non pagate e il
totale non sar detraibile dalla dichiarazione
dei redditi. La sanzione pecuniaria del 5%
potrebbe non essere applicata nel caso in cui
la societ abbia fornito la documentazione
contestuale ai trasferimenti di prezzo e altre
informazioni utili entro i tempi stabiliti. Sar
invece applicata quando il contribuente,
anche se in buona fede, non abbia presentato
la documentazione contestuale credendosi
esente.
Alla luce dei tempi ristretti e delle potenziali
sanzioni sulle rettifche dei prezzi, i contribuenti
sono vivamente invitati a considerare il rischio
di essere sottoposti a verifca e di predisporre
tutta la documentazione necessaria per tempo
e correttamente in modo da conformarsi alla
normative in oggetto. Inoltre, necessario porre
la giusta attenzione ai formulari sullannuale
dichiarazione del transfer pricing poich
sono proprio questi i punti di partenza delle
autorit fscali per la selezione dei soggetti da
sottoporre a verifca.
Per una consulenza professionale, informazioni
e assistenza riguardanti le imposte sul reddito
societario (CIT), vi preghiamo di contattarci a
italiandesk@dezshira.com o visitarci al sito
www.dezshira.com/it.
10 China Briefng
S
ono soggette allimposta sul reddito
delle persone fsiche (di seguito
IRPEF) tutte le persone residenti
in Cina. Anche gli espatriati che
lavorano presso una societ a
partecipazione straniera (FIE) sono soggetti a
IRPEF dal primo giorno di arrivo nel territorio
cinese. Vi lobbligo della dichiarazione
mensile dei redditi percepiti cos come della
dichiarazione annuale. In caso di ritardi nella
presentazione, si pu incorrere in sanzioni fno
a cinque volte lammontare dovuto.
Le imposte dovute, per gli stranieri, si
conteggiano generalmente sulla base del
periodo di tempo trascorso in Cina e sulla
fonte del proprio reddito. Gli individui che
trascorrono meno di novanta giorni nellanno
solare in Cina sono esentati dallIRPEF nel
caso in cui la retribuzione sia pagata da una
societ estera.
I cittadini di quei paesi che hanno siglato con la
Cina accordi sulla doppia imposizione (tra cui
lItalia) possono risiedere nel territorio cinese
fno a 183 giorni (anzich 90) senza lobbligo
di versare imposte sul reddito originato.
Qualora un individuo sia retribuito da unentit
cinese, ogni suo reddito originato in Cina
risulta tassabile.
Gli individui che soggiornano in Cina per pi
di 90 (o 183) giorni, ma meno di un anno,
sono soggetti a IRPEF per i redditi derivanti da
prestazioni nel territorio, indipendentemente
dalla fonte della retribuzione.
Gli individui che risiedono in Cina per pi di
un anno, ma meno di cinque anni, sono soggetti
allIRPEF sia per i redditi originati in loco che
per quelli derivanti dallestero percepiti da
unentit localizzata in Cina. Gli stranieri che
risiedono in Cina per pi di cinque anni sono
soggetti alla tassazione su tutti i loro redditi
ovunque originati (world-wide income).
Gl i st rani eri che occupano posi zi oni
manageriali (rappresentante legale o chief
representative) in una entit localizzata in Cina
sono comunque soggetti a IRPEF sui redditi
originati da prestazioni allestero e retribuiti da
entit localizzate nel territorio cinese.
Aliquote IRPEF e
detrazioni concesse
I redditi derivanti da salari e stipendi sono
tassabili in base ad aliquote progressive che
vanno dal 5% al 45%. Il reddito imponibile
mensile calcolato al netto di una detrazione
mensile standard di 2.000 RMB per gli
impiegati locali. Per gli stranieri che lavorano
in Cina (inclusi residenti di Hong Kong,
Taiwan e Macao), la detrazione mensile
standard di 4.800 RMB.
Aliquote IRPEF per il 2010
Reddito imponibile
(RMB)
Aliquota Detrazione
500 RMB o meno 5% 0
da 501 RMB a
2.000 RMB
10% 25
da 2.001 RMB
a 5.000 RMB
15% 125
da 5.001 RMB a
20.000 RMB
20% 375
da 20.001 RMB
a 40.000 RMB
25% 1.375
da 40.001 RMB
a 60.000 RMB
30% 3.375
da 60.001 RMB
a 80.000 RMB
35% 6.375
da 80.001 RMB a
100.000 RMB
40% 10.375
oltre 100.001 RMB 45% 15.375
Base imponibile mensile = salario lordo - 4.800 RMB
IRPEF dovuta = base imponibile x aliquota
applicabile - detrazione concessa
Nel caso in cui lIRPEF sia trattenuta dal
datore di lavoro, sar usato un diverso sistema
di aliquote che tenga conto delle imposte gi
versate.
Beneft tassabili
Ai fini dellIRPEF, i redditi imponibili si
riferiscono a stipendi, salari, bonus, bonus di
fne anno, utili sulle partecipazioni, indennit
o sussidi o altre entrate relative al lavoro o
allimpiego.
Alcuni tipi di beneft per gli stranieri possono
essere esentati dalla tassazione IRPEF qualora
rispondano a certi requisiti. Sono inclusi i
seguenti beneft:
Costi per lalloggio (con relativi documenti
giustifcativi)
Costi di entit ragionevole per due rientri
annui in patria per lo straniero (con relativi
documenti giustifcativi)
Costi di entit ragionevole per il trasloco
(con relativi documenti giustifcativi)
Rimborsi di entit ragionevole per pasti,
lavanderia, corsi di lingua e spese per la
scuola dei fgli a carico in Cina (con relativi
documenti giustifcativi)
Tutti i rimborsi in contanti (cash allowance)
per coprire le spese relative allo svolgimento
del lavoro (come costi di viaggio o di
intrattenimento) sono totalmente tassabili
a carico del dipendente. Possono essere
detratte dallIRPEF, invece che essere
pagate come indennit, specifche spese
relative al lavoro e sostenute dal dipendente
(questi includono intrattenimento, spese
mediche, quote per club, viaggi locali,
riviste e giornali, spese telefoniche ecc.).
I rimborsi non sono soggetti a tassazione
nel caso si siano seguite le procedure
amministrative previste dal contratto.
Aliquote IRPEF per
redditi non originati
da lavoro dipendente
Titolari di imprese industriali o commerciali;
operazioni contrattuali e leasing
I redditi originati dai titolari di imprese
industriali o commerciali, titolari di
operazioni contrattuali o leasing per
imprese o istituzioni sono soggetti ad
aliquote progressive che vanno dal 5%
al 35%. Laliquota del 35% si applica
Presentazione della
dichiarazione dei redditi
delle persone fsiche 2010
Presentazione della dichiarazione dei redditi delle persone fsiche 2010
11 China Briefng
sui redditi imponibili annuali (entrate
lorde meno indennit, spese e perdite) che
superano i 50.000 RMB.
Redditi da lavori dautore
A questi redditi si applica unaliquota fssa
del 20% sul 70% del valore lordo.
Compensi per servizi privati
Si applica una tariffa del 20% nel caso in
cui la base imponibile (dopo le detrazioni
concesse) per un singolo pagamento non
superi i 20.000 RMB; per la fascia che va
da 20.001 RMB a 50.000 RMB si applica
il 30%; alle entrate superiori si applica
il 40%.
Royalties, interessi da partecipazioni,
dividendi, afftti o cessioni di propriet,
altre entrate
A questi redditi si applica unaliquota fssa
del 20%.
Detrazioni concesse
concessa una detrazione di 2.000 RMB
su base mensile per i redditi da operazioni
contrattuali e di leasing di aziende e istituzioni.
Qualora lentrata ricevuta da un singolo
pagamento sia inferiore a 4.000 RMB,
concessa una detrazione di 800 RMB sui
compensi per servizi privati. Qualora lentrata
ricevuta da un singolo pagamento sia superiore
a 4.000 RMB, concessa una detrazione pari
al 20%. Non sono previste detrazioni per i
redditi da partecipazioni, dividendi, bonus
e altre entrate. Sono detraibili le spese di
entit ragionevole e i costi originari per i
trasferimenti di propriet.
Pagamento dellIRPEF
Normalmente lIRPEF trattenuta dagli
stipendi o salari direttamente dal datore di
lavoro e pagata allautorit fscale su base
mensile. La dichiarazione IRPEF deve
essere presentata entro i sette giorni del mese
successivo.
Requisiti per lauto
dichiarazione
annuale IRPEF
I contribuenti che soddisfano uno dei seguenti
cinque criteri devono presentare lauto
dichiarazione IRPEF:
1) Il reddito annuale supera i 120.000 RMB
2) Il reddito originato da due o pi fonti
interne alla Repubblica Popolare Cinese
3) Il reddito originato in parte o totalmente
da fonti esterne alla Repubblica Popolare
Cinese
4) Non vi stato versamento di imposta
nonostante la percezione di un reddito
imponibile
5) Altre condizioni determinate dallo State
Council
Informazioni da includere
nel modulo della
dichiarazione IRPEF
Vanno incluse nella dichiarazione dei redditi
informazioni quali nome, documento di
identifcazione e numero, professione, datore
di lavoro, residenza, indirizzo in Cina, codice
postale e numero di telefono, insieme ai dati
fscali come lammontare totale di tutti i redditi
originati da diverse fonti, le imposte dovute,
le imposte gi versate e trattenute, i crediti
dimposta per versamenti effettuati allestero
e altri crediti dimposta. Inoltre, gli stranieri
devono dichiarare la loro nazionalit e la data
di arrivo in Cina.
Modulo per la dichiarazione dei redditi
(per le persone fsiche con un reddito annuale che supera i 120.000 RMB)
Documento identifcativo del contribuente n. ____________________
Nome e frma/timbro del contribuente ____________________
Reddito per lanno ____________________
Data di compilazione ____________________
Valuta: RMB
Nome del contribuente Nazionalit Documento n. Tipo documento
Data di arrivo in Cina Professione Datore di lavoro Residenza
Indirizzo in Cina Codice postale Telefono
Voce
Reddito annuale
Imposta
dovuta
Imposta
pagata e
trattenuta
Imposta a
credito
Imposta
pagata in
eccesso o
non dovuta
Originato da fonti
localizzate in Cina
Originato da fonti
esterne alla Cina
Totale
Stipendi e salari
Reddito da proprietari di industrie
di produzione o commerciali
Reddito da operazioni
contrattuali o di leasing
Reddito da prestazioni private
Reddito da remunerazione
per lavori dautore
Reddito da royalties
Reddito da partecipazioni,
bonus, dividendi
Reddito da afftti di immobili
Reddito da cessione di propriet
Reddito contingente
Altre entrate
Totale
Dichiaro sotto la mia responsabilit e consapevole delle penalit per dichiarazioni del falso, che il presente modulo
stato compilato secondo le disposizioni di legge sul reddito delle persone fsiche della Repubblica Popolare
Cinese, e dichiaro, in coscienza e in fede, che le informazioni riportate sono veritiere e complete.
Firma del contribuente ____________________
Uffcio locale delle imposte ____________________
frma del responsabile ____________________
Timbro delluffcio locale delle imposte ____________________
Tel.____________________
Responsabile delluffcio tributario ____________________ data: gg/mm/aa __________________Responsabile delluffcio tributario ____________________

Aggiornamenti legali e fiscali da Dezan Shira & Associates
Notizie on-line su: www.china-briefng.com/news/it
Volume XII- Numero II
In questo numero:
Confronto tra afftti di stabilimenti, salari e contributi sociali
Analisi dei costi logistici e di trasporto
Infrastrutture e investimenti
Sessione speciale su Changsha, Chengdu, Chongqing, Hefei,
Nanchang, Taiyuan,Wuhan e Zhengzhou.
Costi operativi
nelle citt
dellentroterra cinese
Inglese Francese Tedesco Italiano Spagnolo
Benvenuti al numero di marzo di China Briefng
D
urante unintervista di ricerca, condotta per la stesura di questo
numero di China Briefng, mi sono ritrovato a rispondere ad alcune
domande del mio intervistato. Tutte queste grosse compagnie,
Intel, Coca Cola, Foxconn, stabilirsi nelle regioni del centro
secondo lei perch ancora una novit ? Ho riflettuto qualche
secondo chiedendomi se questo fosse rappresentativo di una tendenza pi diffusa
o se fosse dovuto al successo della campagna governativa per la promozione degli
investimenti nellentroterra; ma il mio interlocutore rispose per me: Semplice,
perch ancora pochi lo fanno. Tutti ne parlano, ma quasi nessuno lo fa.
Sebbene societ di grosso calibro come quelle menzionate possano diffcilmente
essere considerate nessuno, il mio interlocutore aveva colto nel segno. Per le
piccole e medie imprese, per i produttori orientati alle esportazioni, stabilirsi in una
provincia dellentroterra considerato ancora un fattore di rischio, senza contare
che il rapporto costi e benefci ancora poco chiaro. Proprio a questi imprenditori
China Briefng si rivolge con il numero di questo mese.
Si ritiene che le regioni centrali possano offrire, in termini di costi del terreno e
della manodopera, significativi risparmi rispetto alle maggiori citt della costa
orientale e meridionale. In questo numero, andremo a quantifcare concretamente
queste supposizioni, confrontando salario minimo e costi per oneri sociali, costi per
gli afftti degli stabilimenti e costi di trasporto dei container ai porti di Shanghai
e Shenzhen. Metteremo inoltre a disposizione alcune informazioni pratiche dalle
nostre guide regionali ovvero: i dati di base riguardanti infrastrutture, economia e
zone di sviluppo per ogni capoluogo di provincia considerato.
Ci concediamo una licenza sulla defnizione di province centrali, andando oltre
le sei uffcialmente destinatarie del piano di promozione dellentroterra, ovvero
la campagna Go Inland, spingendoci leggermente pi a ovest, per aggiungere
Chongqing e Chengdu alle province dello Shanxi, Anhui, Jiangxi, Henan, Hubei e
Hunan. La nostra discussione sulla dislocazione nellentroterra comprender tutte
le suddette zone.
Distinti Saluti dallItalian Desk di Dezan Shira & Associates
Alberto Vettoretti
Managing Partner
Dezan Shira & Associates
Editore, Asia Briefng
China Briefng Contact: editor@china-briefng.com
Il materiale e i contenuti sono forniti da Dezan Shira & Associates.
La copertina artistica di questo mese
La copertina di questo mese,Coming & Going Shanghai? (tecnica mista su carta e tavola giapponese) dellartista Wang Qing (
). Wang Qing consegue prima il diploma di belle arti presso la Chinese Art Academy di Hangzhou e poi il dottorato presso la National
University of Fine Arts di Tokyo. Lartista sta attualmente lavorando ad una serie di lavori basati sulla societ di Shanghai.
La copertina riprodotta per cortesia dellartista e della Art Labor Gallery. Questultima divenuta un rinomato e frizzante spazio artistico a
Shanghai, ospitando alcuni dei migliori artisti cinesi e internazionali. La Art Labor Gallery si trova a Shanghai nella ex concessione francese,
Building 4, Yongjia Lu.
www.artlaborgallery.com; info@artlaborclub.com
Tutto il materiale e i contenuti sono protetti da 2011 Asia Briefng Ltd.
Nessuna riproduzione, copia o traduzione di materiale permessa senza il consenso dell'editore. Contattate: editor@china-briefng.com
Dezan Shira & Associates dispone di un ITALIAN DESK diretto dal dott. Alberto Vettoretti che segue i clienti italiani su base nazionale in tutta la Repubblica Popolare Cinese ed in
Italia. Questo servizio ulteriormente rafforzato dal proprio National Team di avvocati e commercialisti esperti in tutti gli aspetti riguardanti il sistema legale e fscale cinese e, fra
laltro, delle implicazioni con le controparti italiane. Se siete interessati a contattare il nostro Italian Desk per discutere dei vostri interessi nella Repubblica Popolare Cinese oppure in
Italia, non esitate ad inviarci una email con le vostre domande agli indirizzi del riquadro qui sotto.
3 China Briefng
C
inque anni fa, il ministero del
commercio cinese lanci la
campagna promozionale volta
ad attirare gli investimenti
diretti dallestero nella Cina centrale, ovvero
il progetto Go Inland.
Da non confondersi con il piano Go West,
lanciato nel 2000 per stimolare lo sviluppo
nelle provincie site pi a occidente (Xinjiang,
Tibet, Sichuan ecc.), la campagna Go
Inland dedicata alle sei provincie del
centro: Shanxi, Anhui, Jiangxi, Henan, Hubei
e Hunan. Queste provincie nel complesso
coprono unarea di 1,027 milioni di kilometri
quadrati (11% della superfcie totale cinese),
ospitano circa il 28% della popolazione del
paese e producono il 20% del PIL.
La campagna Go Inland si propone
appunto di attirare gli investimenti diretti
esteri (IDE), come descritto nel piano di
promozione dellentroterra cinese del 2009,
ovvero il Foreign Investment Promotion
Plan for Central China
1
. La regione centrale,
defnita prioritaria, corre lungo la cintura
economica del fiume Yangtze e lungo il
collegamento ferroviario Pechino-Canton,
i capoluoghi delle sei province sopraccitate,
cos come le citt sul delta del fume Yangtze
(Yangtze River Delta), del fume delle Perle
(Pearl River Delta) e ai margini della baia di
Bohai. Quando questa campagna fu lanciata
uffcialmente nel 2009, il volume totale delle
esportazioni dellentroterra rappresentava
appena il 4,3% del totale nazionale, e le
industrie principali erano la manifatturiera,
lenergetica e quella delle materie prime.
I costi della manodopera e dei terreni, che in
genere inglobano il 70% del totale dei costi
operativi, sono aumentati vertiginosamente,
soprattutto nelle citt di prima fascia sulla
costa orientale e nelle citt del sud, come
a Pechino, Shanghai e Canton. Anche i
prezzi nelle citt della regione centrale sono
aumentati, ma rimangono tuttavia inferiori a
quelli delle citt costiere e del sud.
La possibilit di costi per manodopera e
terreni pi contenuti nelle province centrali
alquanto allettante, soprattutto per le industrie
manifatturiere con budget limitati per le
spese generali di produzione e quelle che
possono operare in modo verticale senza
aver bisogno di un indotto di settore nelle
immediate vicinanze. Molti grossi nomi del
settore si sono gi stabiliti o trasferiti nellarea
in questione: troviamo Hewlett-Packard e
Cisco a Chongqing, a Chengdu, invece, i
siti di assemblaggio e controllo della Intel
e il centro di ricerche sviluppo di Motorola.

Ch i n a Br i e f i n g ,
subito dopo il lancio
nella campagna Go
Inland, si occupato
d e l l a m b i e n t e
economico e delle
opportunit per le
pi c c ol e e me di e
imprese nelle province
della Cina centrale
(cfr. China Briefng, vol. VII, no. IX). Chris
Devonshire-Ellis, nel suo commentario di
novembre 2006, arrivava alla conclusione
generale secondo cui, per le PMI orientate
alle esportazioni, i maggiori costi di
trasporto dovuti alle operazioni effettuate
nellentroterra annullavano le riduzioni
dei costi (comprensivi di manodopera e
terreni) derivanti dalle operazioni nella
regione. Era dunque necessario attendere
infrastrutture di trasporto adeguate e pi
competitive, per rendere appetibile la
scelta di dislocare nella regione centrale.
Oggi, tre anni dopo limplementazione del
progetto Go Inland (che va dal 2009 al
2014), China Briefng torna a occuparsi della
questione ponendo una semplice domanda: al
momento, ha economicamente senso per le
PMI stabilirsi nellentroterra?
Per uno sguardo tutto campo sulla regione
centrale, China Briefng si propone di andare
oltre le sei province uffcialmente destinatarie
della campagna Go Inland (Shanxi, Anhui,
Jiangxi, Henan, Hubei e Hunan), spingendosi
pi a ovest per includere la municipalit
di Chongqing e la capitale del Sichuan,
Chengdu. Andremo ad analizzare, per ognuna
di queste aree, i costi operativi nei capoluoghi
di provincia e nelle due citt aggiunte.
Terreni: afftti per
gli stabilimenti
Il costo dei terreni molto spesso il motivo
per cui le aziende decidono di stabilirsi
nellentroterra. Ci dovuto principalmente
allimpressionante aumento generale
dei costi per terreni e infrastrutture, che
siano residenziali o operative, logistiche o
commerciali. Le citt di seconda fascia, in
termini di costi, sono indubbiamente pi
economiche e la disponibilit dei terreni
maggiore: si stima che la regione centrale
disponga di 1,4 volte lammontare dei
terreni a uso industriale rispetto alla regione
orientale.
La prima preoccupazione per le PMI orientate
alle esportazioni, quindi, il costo per
lafftto dello stabilimento, che pu variare
notevolmente in base al progetto, alla zona di
sviluppo e, naturalmente, alla propria abilit
di negoziazione. Molti governi locali, in
particolar modo quelli delle province centrali,
sono orientati ad accaparrarsi guadagni
di lungo termine con le entrate fiscali, e
quindi sono ben disposti ad accogliere
imprese straniere, proponendo afftti per gli
stabilimenti a prezzi molto spesso scontati, e,
in alcuni casi, addirittura solamente simbolici.
Questi incentivi governativi possono anche
realizzarsi come riduzioni sulle imposte locali
da redditi societari, oppure nellassistenza
durante le negoziazioni sui contratti di afftto
dei terreni, anche quando questi appartengano
a privati. inoltre una pratica comune
concedere periodi di afftti gratuiti.
Costi operativi
nelle citt dellentroterra cinese
[A cura di Samantha L. Jones, Senior Editor, Asia Briefng]
1
Documento disponibile in lingua inglese su: http://www.fdi.gov.cn/pub/FDI_EN/News/Investmentupdates/t20100513_121629.htm
SICHUAN
SHAANXI
SHANXI
HUBEI
HUNAN
HENAN
JIANGXI
ANHUI
Chongqing
Changsha
Nanchang
Hefei
Wuhan
Chengdu
Xian Zhengzhou
Taiyuan
Bay
of
Bengal South China Sea
East China
Sea
Yellow
Sea
G
anges
Yangtze
H
u
a
n
g
S
a
l
w
e
e
n
M
e
k
o
n
g
China
Costi operativi nelle citt dellentroterra cinese
4 China Briefng
importante notare, inoltre, che gli afftti
degli stabilimenti possono variare anche del
20-30%, a seconda della zona di sviluppo
allinterno della stessa citt. Lafftto mensile
di uno stabilimento in una zona di livello
nazionale (state-level zone) pu attestarsi
attorno a 14 Rmb al m, mentre in una di
livello distrettuale si aggira intorno ai 10 Rmb
al m. Gli afftti variano di gran lunga anche
in base al prestigio di una singola zona, come
ad esempio la zona industriale di Suzhou, che
ha tariffe standard simili a quelle di Shanghai,
mentre uno stabilimento nei pressi della zona
di sviluppo di Wuzhong pu strappare un
afftto di circa 12 Rmb al m. (Fonte: Roland
Burton, NAI Asia Pacifc Properties)
Linarrestabile incremento dei prezzi sulle
propriet immobiliari, che ha riempito le
prime pagine dei giornali negli ultimi anni,
ancora pi accentuato in altre categorie
(ad esempio negli immobili residenziali)
piuttosto che nel settore industriale. Pechino,
ad esempio, negli ultimi cinque anni ha
visto una crescita media annuale sugli afftti
intorno al 3%, mentre nelle citt di prima
fascia meridionali e orientali (incluse Canton
e Shanghai) gli afftti degli stabilimenti sono
diminuiti dallinizio della crisi economica
internazionale. Nello stesso periodo gli afftti
standard nelle regioni centrali sono cresciuti
tra lo 0,5 e il 2% allanno. (Fonte: CBRE)
Per le PMI orientate allesportazione, che
si trovano a scegliere tra lo stabilirsi nel
sud o nellest della Cina, piuttosto che nelle
province dellentroterra, utile sottolineare
che gli afftti standard degli stabilimenti sono
abbastanza simili tra citt della stessa fascia
e posizione geografca.
Afftti standard stabilimenti 4 tr. 2010
Citt costa sudorientale vs citt centrali
(Rmb m mensili)
Citt di prima
fascia (est, sud)
Canton 19,4
Shanghai 24,7
Shenzhen 26,9
Citt di seconda
fascia (est)
Nanjing, Jiangsu 11,7
Hangzhou, Zhejiang 11,9
Ningbo, Zhejiang 12,2
Citt centrali di
seconda fascia
Wuhan, Hubei 13,3
Chongqing 12,8
Chengdu, Sichuan 13,6
Xian, Shaanxi 15,8
(Fonte: CB Richard Ellis)
Al nord, gli afftti standard degli stabilimenti
di Pechino toccano la cifra esorbitante di
41,3 Rmb al metro quadrato mensili, mentre
le citt costiere di seconda fascia, sempre
al nord, mostrano consistenti variazioni:
Tianjin, con 23,1 Rmb/m mensili, si avvicina
molto di pi a citt di prima fascia orientali e
meridionali, mentre Dalian si aggira, intorno
ai 18 Rmb/m mensili; Qingdao vanta degli
standard molto pi bassi bassi, ovvero 10
Rmb/m mensili. (Fonte: CBRE)
In base alla precedente tabella comparativa
sui prezzi degli afftti, il presupposto generale
sui costi nelle citt centrali molto pi
bassi rispetto alle aree pi sviluppate del
Paese tende a vacillare se si confrontano
i prezzi con le citt della costa orientale
di seconda fascia (riduzione forse del
15%); tuttavia, se si paragonano le citt
della costa orientale di prima fascia con
le citt centrali di seconda fascia, ecco
che i costi diminuiscono di quasi il 40%.

Il vantaggio competitivo sugli afftti delle citt
centrali di seconda fascia, rispetto a quelle
orientali di prima fascia, indubbiamente
signifcativo, se non altro perch rimasto
ai livelli di cinque anni fa e, in base ai tassi
di crescita attuali, manterr lo stesso scarto
per gli anni a venire.
I costi standard degli affitti degli
stabilimenti sono in media del 40%
pi bassi nelle citt centrali di seconda
fascia, rispetto quelli delle citt di prima
fascia sulla costa orientale e meridionale.
Manodopera:
Costi dei salari
Salario minimo
Negli ultimi anni il salario minimo
aumentato in maniera esponenziale in tutto
il paese. Una trentina di province cinesi ne
hanno stabilito laumento nel 2010, facendolo
crescere mediamente del 22,8% su base
nazionale. Shanghai, Pechino e Tianjin hanno
annunciato, a gennaio 2011, un aumento
del salario minimo, rispettivamente del
10%, 18,6% e 16%. Al di l del raffronto
tra regioni centrali e orientali, in termini
di aumento degli stipendi, va notato che
limpennata maggiore nel 2010 stata
registrata nellisola meridionale di Hainan. Il
costo della manodopera sembra chiaramente
destinato a crescere, pertanto, agire per il suo
contenimento, diventata la priorit in molti
settori dellindustria.
Il salario minimo concesso dalla legge
(che considera straordinari e previdenza
sociale obbligatoria) il dato fondamentale
a cui devono fare attenzione le PMI, nella
comparazione dei costi della manodopera,
anche se va notato che molti investitori
internazionali pagano stipendi ben sopra tale
soglia, per soddisfare le richieste dei manager
locali e del personale pi qualifcato. Fare
un raffronto tra i minimi salariali concessi
legalmente tra le varie citt, ci d, comunque,
una stima delle potenziali riduzioni dei costi
del lavoro per le operazioni di business
nellentroterra cinese.
Salario minimo (Rmb/dipendente/mese)
Citt di prima
fascia (est, sud)
Canton 1300
Pechino 1160
Shanghai 1120
Shenzhen 1100
1

Citt di seconda
fascia (est)
Ningbo, Zhejiang 1100
Nanjing, Jiangsu 960
Hangzhou,
Zhejiang 960
Citt centrali di
seconda fascia
Wuhan, Hubei 900
Chongqing 870
Taiyuan, Shanxi 850
Changsha, Hunan 850
Chengdu, Sichuan 850
Zhengzhou, Henan 800
Lanzhou, Gansu 760
Xian, Shaanxi 760
Hefei, Anhui 720
Nanchang, Jiangxi 720
Straordinari
Quando si rivela economicamente pi
vantaggioso, pratica comune far ruotare il
personale in turni, per coprire gli straordinari.
Questo perch la legge sul lavoro locale
prevede unaddizionale del 150% sulle ore
straordinarie nelle giornate lavorative, e
fno al 300% per le festivit. Ai fni della
comparazione, assumiamo come dato di fatto,
da qui in avanti, due turni di lavoro e i salari
pari al 125% del minimo sopra specifcato.
Previdenza obbligatoria
In Cina, i costi previdenziali obbligatori
per i dipendenti, ivi incluse pensione,
disoccupazione, maternit, assicurazione
medica e fondo casa, aumentano di un
ulteriore 30-50% il salario minimo e variano
di citt in citt.
Ci sono inoltre delle variazioni su questi
contributi minimi che dipendono dalla
registrazione di residenza del dipendente (il
cosiddetto hukou), cos da come il dipendente
stesso decide di contribuire per il proprio
fondo casa (nella tabella seguente si distingue
tra contribuzione alta e contribuzione
bassa per il datore di lavoro)
Contributi minimi del datore di lavoro
(% mensile sul salario/dipendente/mese)

Bassa
(%)
Alta
(%)
Citt di
prima fascia
(est, sud)
Canton 33,45 48,45
Pechino 44,3 44,3
Shanghai 44 44
Shenzhen 30,6 30,6
Citt di
seconda
fascia (est)
Nanjing, Jiangsu 40 44
Hangzhou, Zhejiang 37 41
Ningbo, Zhejiang 33 40
Citt centrali
di seconda
fascia
Wuhan, Hubei 37,7 41,7
Chongqing 31 39
Taiyuan, Shanxi 39,45 39,45
Changsha, Hunan 35,1 42,1
Chengdu, Sichuan 35,72 41,72
Zhengzhou, Henan 40,5 42,5
Hefei, Anhui 35,2 50,2
Nanchang, Jiangxi 37,2 41,2
(Fonte: Analysis & Compilation of Social Insurance
Policy & Legal Benefts of China, 2010 Edition, Expo
Group, Shanghai Foreign Service, Co. Ltd
2
Il minimo salariale a Shenzhen aumenter a 1320 Rmb da Aprile 2011
Costi operativi nelle citt dellentroterra cinese
5 China Briefng
Secondo la stima del ministero del commercio
cinese, i costi della manodopera diminuiscono
del 60% nelle regioni centrali rispetto a quelle
orientali. In questi nostri calcoli, prendendo
in considerazione gli straordinari e i costi per
la previdenza obbligatoria, confrontando le
cifre pi alte e quelle pi basse, notiamo che
stabilirsi in citt centrali di seconda fascia
potrebbe, in teoria, far risparmiare fno al
50% dei costi di manodopera, rispetto alle
citt di prima fascia sulla costa orientale.
Le citt centrali di seconda fascia
potrebbero, in teoria, far risparmiare
fno al 50% dei costi di manodopera,
rispetto alle citt di prima fascia sulla
costa orientale.
Trasporti
Sebbene la Cina centrale rappresenti lo snodo
dei trasporti del paese, per le imprese orientate
allesportazione, lo spostamento dei prodotti
dalla Cina centrale ai porti va a bilanciare la
riduzione dei costi della manodopera e dei
terreni benefciata nellentroterra.
Per fare una stima di quanto influiscano
davvero i costi di trasporto, abbiamo
considerato le quotazioni per lo spostamento
di un container standard da ognuna di queste
citt centrali fno ai porti pi vicini e pi
utilizzati, ovvero Shanghai e Shenzhen.
Assumiamo anche, ai fni del nostro calcolo,
che i costi di trasporto dalle citt di prima
fascia della costa orientale a questi due
porti siano molto contenuti, considerata la
prossimit.
Costi di trasporto ferroviario al porto
(Rmb/container standard)

fno a
Shanghai
fno a
Shenzhen
Minimo
Citt di
seconda
fascia
(est)
Nanjing,
Jiangsu
2900 2900
Hangzhou,
Zhejiang
2600 2600
Ningbo,
Zhejiang
3000 3000
Citt
centrali
di
seconda
fascia
Wuhan,
Hubei
3198 4650 3198
Chongqing 6200 6090 6090
Taiyuan,
Shanxi
5017 7030 5017
Changsha,
Hunan
4332 3825 3825
Chengdu,
Sichuan
6518 7262 6518
Zhengzhou,
Henan
3917 5868 3917
Hefei,
Anhui
2874 4643 2874
Nanchang,
Jiangxi
3570 3570 3570
(Fonte: Shengchang Logistics Co.)
Il trasporto di un container standard varia in
maniera notevole, a seconda della locazione,
partendo da meno di 3000 Rmb nella zona
pi orientale della provincia dello Anhui, ai
3000-4000 Rmb nello Hubei, nel Jiangxi,
nello Hunan e nello Henan, ai 5000 Rmb nel
nord dello Shanxi, fno a oltre 6000 Rmb a
Chongqing e nel Sichuan occidentale.
Detti costi potranno naturalmente diminuire
nelle contrattazioni, o variare secondo il
numero di container per periodo, ma la
realt che non cambia. Per le PMI i costi di
trasporto nelle province centrali sono notevoli
e devono essere opportunamente calcolati al
fne di avere unidea precisa dellimpatto sul
costo totale.
Costi operativi totali:
terreni, manodopera
e trasporti
Riteniamo assodati, nel nostro ragionamento,
i risparmi potenziali fino al 40% sugli
afftti degli stabilimenti e la possibilit di
arrivare a poter dimezzare i costi totali della
manodopera, una volta che ci siamo stabiliti
in una citt centrale di seconda fascia invece
che in una citt costiera di prima fascia. A
questo punto tuttavia, necessario chiedersi
se sia ancora possibile mantenere questi
risparmi, dopo aver sommato i costi di
trasporto.
indispensabile incrociare le cifre a
disposizione per dare signifcato reale alle
comparazioni dei costi tra citt centrali
e costiere. Considerato laffitto di uno
stabilimento di 2500 metri quadri, un
centinaio di dipendenti al minimo salariale
e unuscita di 10 container a settimana,
la riduzione dei costi operativi si attesta
probabilmente al 30-40% in meno nelle
citt centrali, rispetto a quelle costiere di
prima fascia.
doveroso segnalare la natura approssimativa
di questi calcoli sui costi operativi, soprattutto
per le PMI orientate allesportazione, poich
la variazione di pochi punti percentuali
pu significare la riuscita o la disfatta
delloperazione commerciale. bene che
tali calcoli siano eseguiti con precisione, a
seconda della posizione geografca che si
sta considerando e a seconda, naturalmente,
delle specifiche esigenze dellazienda
in questione e di altri costi (ad esempio
elettricit) che potrebbero infuire sul prezzo
di vendita fnale.
Oltre la riduzione dei costi
Anche considerando la potenziale riduzione
dei costi della dislocazione nellentroterra, al
momento della scelta, la posizione va spesso
considerata in relazione ad altri fattori, che
sono imposti dai settori di produzione specifci
e dalle priorit dovute al modello di business.
Molte aziende si trovano costrette a puntare
sugli operai o sullo staff: i primi sono sempre
meno propensi a lasciare le province centrali
per quelle costiere, mentre impiegati con
esperienza sono diffcili da reclutare nelle
province dellentroterra. Di conseguenza,
una societ che ha in maggioranza staff
specializzato (ad esempio ingegneri laureati),
considerer probabilmente troppo rischioso
stabilirsi nellentroterra, vista la diffcolt di
reclutamento del personale. Daltro canto,
Foxconn (la maggiore societ produttrice di
apparecchi e gadgets in OEM) per esempio,
che impiegava pi di 400.000 persone a
Shenzhen fno allanno scorso, ha ritenuto
di maggior vantaggio la disponibilit di
manovalanza nellentroterra, per questo ha
annunciato di recente lo spostamento delle
linee di assemblaggio nella provincia dello
Henan e il potenziamento della produzione
negli impianti esistenti a sud ovest di Chengdu.

In altri settori, invece, il reclutamento di
operai non prioritario, ma ha un peso
maggiore la prossimit ai fornitori, ai clienti
e agli approvvigionamenti. La dislocazione
verso linterno tre anni fa di Coca-Cola Co.
fu dettata soprattutto dalla disponibilit degli
approvvigionamenti (ad esempio elettricit
e acqua) e fornitori. Allo stesso modo, la
scelta delle societ di stabilirsi nelle citt
di seconda fascia sulla costa, favorendo le
zone del Jiangsu, come Changzhou, Wuxi e
Suzhou, piuttosto che quelle nello Zhejiang,
dovuta in parte alla vicinanza ai fornitori o ai
clienti e in parte alla forte disponibilit e aiuto
dei governi locali. La necessit di stabilirsi
nellentroterra diventa sempre pi impellente
e per una buona ragione: come stato
discusso, potrebbe potenzialmente offrire
signifcative riduzioni dei costi per terreni
e manodopera. Ma dal punto di vista delle
PMI orientate allexport, che devono fare
i conti tra i potenziali risparmi e le priorit
imposte dal modello di business, la
dislocazione nellentroterra non pi una
questione di costi, ma piuttosto un fattore
di rischio. Nelle citt di seconda fascia
sulla costa orientale, ad esempio a Suzhou,
si trova una moltitudine di PMI orientate
allesportazione, poich queste citt sono
ampiamente riconosciute come un buon
compromesso tra Pechino, Shanghai, Canton
e le citt centrali di seconda fascia.
A conti fatti, tre anni dopo il lancio della
campagna Go Inland, le PMI oreintate
allexport scelgono ancora di rinunciare alle
potenziali riduzioni di costi, in favore di
ambienti pi sicuri, come la costa orientale,
che sembrano migliori garanzie di successo.
6 China Briefng
Wuhan, Provincia
dello Hubei
Popolazione (10.000 ab) 836
Prodotto
Regionale Lordo
(100 Mln Rmb) 4621
Industria primaria 4%
Ind. secondaria 46%
Ind. dei servizi 50%
Valore totale
import/export
(10.000 USD) 1147256
Infrastrutture
Collegamenti stradali
La citt attraversata da quattro autostrade
nazionali, tra cui il collegamento Pechino-
Zhuhai, da nord a sud, e il collegamento
Shanghai-Chengdu, da est a ovest. Vi sono
inoltre sei ponti e un tunnel di collegamento
tra le sponde del fume Yangtze.
Collegamenti ferroviari
La citt attraversata da una delle quattro
maggiori linee ferroviarie del paese. Nel
2009 stata inaugurata la nuova stazione
ferroviaria, che permette di collegare la citt
a Canton in alta velocit (tre ore). Il progetto
completo prevede il collegamento di Canton
fno a Pechino, 2100 Km in meno di otto ore,
completamento previsto per il 2012.
Collegamenti aerei
Laeroporto internazionale Tianhe lo snodo
di collegamento principale della regione: si
trova a 30 km a nord di Hankou, a 18 km dal
centro citt. Collega attualmente Wuhan alle
principali citt cinesi e offre voli diretti verso
Hong Kong, Macau, Seoul, Fukuoka, Osaka,
Bangkok e Singapore.
Collegamenti marittimi e fuviali
Wuhan al momento, dopo Nanjing, il
secondo porto fuviale della Cina centrale per
grandezza e diventer il porto pi importante
in Asia entro il 2030. Le autorit provinciali
hanno annunciato un investimento pari a 27
miliardi di dollari americani tra il 2011 e il
2015, per la costruzione del nuovo porto,
che ospiter 22 distretti in unarea di
173 km.
Il porto in progetto prevede tre banchine
principali: una per il ferro e lacciaio,
costruita per la Wuhan Iron and Steel Group;
una per i cereali della National Rice Trade
Centre e una per i container. Si calcola,
con tale investimento, un aumento annuale
della movimentazione di merci dagli attuali
100 milioni di tonnellate ai 200 milioni di
tonnellate entro il 2015, fno ai 240 milioni
di tonnellate entro il 2020.
Economia e investimenti
Le industrie principali della citt sono:
produzione di autoveicoli, ferro e acciaio,
componenti elettronici e IT. Grandi case
automobilistiche con produzione a Wuhan
includono: Dongfeng Motor Corporation,
Honda e Peugeot-Citron.
Wuhan Presenta indubbi vantaggi nellarea
delle telecomunicazioni, della tecnologia laser
e della microelettronica. Infatti, la Central
China Science and Technology University
ha fondato nella citt listituto informatico
di optoelettronica e prevede di farne il centro
pi grande del paese. Qui si trova inoltre il
Centro per la Sicurezza Industriale IT, che
il terzo istituto sulla sicurezza informatica pi
importante della Cina.
Da notare anche gli importanti investimenti
nellindustria biotecnologica e pretrolchimica:
Sinopec, pi grande colosso del settore
pretrolchimico cinese, spicca nei progetti
attinenti letilene, materia prima nella
produzione dei composti petrolchimici.
Parchi di sviluppo
industriale
Wuhan Economic
and Technological
Development Zone
Questo parco industriale zona di livello
nazionale si trova sulla sponda nord dello
Yangtze a 10 km dal centro. Vi troviamo nomi
importanti dellindustria automobilistica,
come Dongfeng Group, ovvero il secondo
produttore in Cina, oltre a Nissan, PSA e
Honda. Altri settori incoraggiati nella zona
sono quello biotecnologico, farmaceutico,
chimico, alimentare e delle telecomunicazioni.
Wuhan East Lake High-
Tech Development Zone
A soli venti minuti dal centro citt, questo
parco industriale si trova a lato del famoso
Lago Orientale (East Lake). la pi importante
area per lindustria optoelettronica, per questo
viene anche chiamata Optics Valley.
La presenza del maggior istituto di ricerca
per le infrastrutture di telecomunicazione,
ovvero il Wuhan Research Institute of Post
and Telecommunications, ha fatto s che
societ come NEC e Changfei Fiber-Optical
Cables abbiano scelto questo parco industriale
come loro sede. Altre societ presenti sono:
Xerox, Westinghouse, Mitsui, Philips e ABB.
Yangluo Development Zone
Posizionato a 20 km a est del centro citt,
sulla sponda nord dello Yangtze, questo
parco di livello provinciale ricopre unarea
pari a 35 km, in prossimit del nuovo porto
Yangluo, della cinconvallazione di Wuhan
e del ponte Yangluo sullo Yangtze, che la
collega alle autostrade Shanghai-Chengdu e
Pechino-Zhuhai.
I capol uoghi del l e provi nce
centrali: uno sguardo ravvicinato
[Fonte: Chinas Emerging Second and Third Tier Cities,
China Briefng- guida disponibile su www.asiabriefngmedia.com/store ]
E
c
o
n
o
m
i
c

t
a
b
l
e
s

d
a
t
a

s
o
u
r
c
e
:

C
h
i
n
a

S
t
a
t
i
s
t
i
c
a
l

Y
e
a
r
b
o
o
k
,

2
0
1
0
I capoluoghi delle province centrali: uno sguardo ravvicinato
7 China Briefng
Chongqing
Popolazione (10.000 ab.) 3276
Prodotto
Regionale Lordo
(100 Mln RMB) 6530
Industria primaria 9%
Ind. secondaria 53%
Ind. dei servizi 38%
Valore totale
import/export
(10.000 USD) 770859
Infrastrutture
Collegamenti stradali
Ci sono cinque principali autostrade che
attraversano la citt, di queste la principale
la superstrada Chengdu-Chongqing, che
collega le due maggiori centrali elettriche
della Cina occidentale. Percorrendo la
superstrada, bastano otto ore e mezza
per raggiungere Wuhan e diciassette per
raggiungere Shanghai.
Collegamenti ferroviari
Attraversano Chongqing tre linee di
collegamento nazionale. Il governo della
municipalit auspica che, entro il 2017,
vengano completate le linee in costruzione che
faranno della citt uno snodo fondamentale a
livello nazionale. Il progetto maggiore
una nuova linea ad alta velocit in grado
di collegare Chongqing a Shanghai, in
appena otto ore, contro le attuali 42. In
base alle dichiarazioni delle autorit locali,
saranno aperte otto linee dedicate al trasporto
container entro il 2020.
Collegamenti aerei
Laeroporto internazionale Jiangbei si trova a
circa 20 km a nord della citt. Sono attivi voli
internazionali verso Hong Kong, Dusseldorf,
Monaco, Tokyo, Nagoya e Seoul.
Collegamenti marittimi e fuviali
Il porto di Chongqing, situato sul tratto
superiore delloYangtze, pu gestire navi fno
a 12 TPL (totale della portata lorda), a seconda
di quale tra i cinque terminali venga utilizzato.
La costruzione della diga delle Tre Gole ha,
inoltre, ridotto il tempo di percorrenza verso
Shanghai, avendo aumentato il livello delle
acque navigabili lungo la tratta.
Economia e investimenti
Chongqing il quarto centro cinese pi
importante per la produzione di veicoli
a motore. Si prevede che entro il 2020 la
municipalit sar in grado di produrre 2,6
milioni di veicoli, ovvero il 15% della
produzione totale nazionale. Chongqing
una citt molto aperta agli investimenti
diretti esteri e al commercio con lestero. Tra
le principali societ multinazionali (Global
Fortune 500) con operazioni a Chongqing
ricordiamo: Danone, Carrefour, HSBC,
Ericsson, Honda e Ford.
Parchi di sviluppo
industriale
Chongqing Economic and
Technological Development
Zone (CETDZ)
La CETDZ di Chongqing stata la prima zona
di sviluppo di livello nazionale approvata
nel sud ovest della Cina. Convenientemente
situata nella zona di Nanping, copre unarea
di 9,6 km. Adiacente al ponte Yangzte a nord
e facilmente raggiungibile dal centro citt.
Dista tre kilometri dalla stazione ferroviaria
cinque dal porto e 28 km dallaeroporto.
La zona comprende cinque distretti principali:
il centro informativo industriale, la zona
industriale Dangui, la zona industriale
Hui l ong, un ar ea mul t i f unzi onal e
commerciale e larea residenziale Nanhu e
Luochangwan. Le industrie principali sono:
automotive e ricambi, IT, farmaceutica e
biochimica.
Chongqing Hi-Tech Industrial
Development Zone (CHTIDZ)
La CHTIDZ si estende per 12 km di parchi
industriali. Larea mirava ad unampia
gamma di settori high-tech, ma la maggior
parte delle aziende presenti specializzata
in due aree principali: prodotti elettronici per
linformatica e componentistica auto.
Altre zone di sviluppo presenti sono il
Chongqing Chemical Industrial Park, la
Chongqing New North Zone (CNNZ), la
Chongqing Export Processing Zone e il
Jianqiao Industrial Park.
Taiyuan, Shanxi
Popolazione (10.000 ab.) 365
Prodotto
Regionale Lordo
(100 Mln RMB) 1545
Industria primaria 2%
Ind. secondaria 44%
Ind. dei servizi 54%
Valore totale
import/export
(10.000 USD) 591231
Infrastrutture
Collegamenti stradali
Sono presenti autostrade nazionali e quattro
superstrade; grazie alla superstrada Taiyuan-
Jiuguan si pu raggiungere Pechino in sole
cinque ore.
Collegamenti ferroviari
Sei diverse linee collegano la citt alla rete
ferroviaria nazionale. La sua stazione merci
la pi grande di tutta la provincia ed la
prima della regione per il trasporto di carbone.
La linea Taiyuan-Zhongwei percorre 975 km
da Yuci (Shanxi) verso ovest, per terminare
nel nord ovest della Cina, nella provincia
Ningxia.
Collegamenti aerei
Laeroporto di Taiyuan ha pi di cinquanta
destinazioni nazionali, cos come collegamenti
internazionali verso Hong Kong, Singapore,
Giappone e Russia.
Economia e investimenti
I settori industriali principali in citt sono
carbone, la metallurgia, chimica e macchinari.
La societ Taiyuan Iron and Steel il pi
grande produttore al mondo di acciaio
inossidabile e tratta anche silicone e acciaio
per cuscinetti. Nella citt sono presenti pi
di quattrocento imprese di import-export, la
maggior parte delle quali sta investendo nella
lavorazione del carbone, dellalluminio, nelle
costruzioni, nelle infrastrutture per il trasporto
e nel campo immobiliare.
Parco di sviluppo
industriale
Taiyuan Economic and
Technological Development
Zone (TETDZ)
La TETDZ si trova a sudest della capitale,
cinquecento kilometri da Pechino via
autostrada, e a pochi kilometri dallaeroporto
e dalla stazione ferroviaria di Taiyuan. Sia
lautostrada Datong-Yuncheng sia la statale
n. 208 raggiungono la zona di sviluppo di
Taiyuan. A est dellarea si trova anche la
statale n. 307, mentre la superstrada Taiyuan-
Shijiazhuang-Pechino dista soltanto due km.
Alla stessa distanza si trova anche laeroporto
di Taiyuan, uno dei pi importanti della
regione e una valida alternativa allaeroporto
internazionale di Pechino.
I principali settori industriali sono lelettronica,
la bio-farmaceutica, la produzione di derivati
del carbone attivo, lagricoltura ad alta
tecnologia e il settore bevande e alimentari.
Il governo locale incoraggia maggiormente
gli investimenti nelle energie pulite, nelle
tecnologie a protezione dellambiente e nei
derivati del carbone attivo.
I capoluoghi delle province centrali: uno sguardo ravvicinato
8 China Briefng
Taiyuan Hi-Tech Industrial
Development Zone (THTIDZ)
La THTIDZ stata la prima zona della
provincia a essere approvata a livello
nazionale e ricopre unarea di 60,8 km. Si
divide in due parti: la zona dellalta tecnologia
nel distretto Nancheng, che si estende per 8
km, e la zona economica nella periferia sud
est di Taiyuan, che si estende per 9,6 km.
Le vie di accesso allarea comprendono tre
superstrade e il vicino aeroporto di Wusu.
Pi dell80% delle industrie high-tech
dello Shanxi si trovano in questa zona
di sviluppo. Tra le industrie principali
figurano: loptoelettronica, lelectronics
information, la farmaceutica, le tecnologie
per la protezione ambientale e la produzione
dei nuovi materiali. Altri progetti di alta
tecnologia presenti nel parco includono le
applicazioni delloptoelettronica, lelectronic
information, i nuovi materiali, tecnologie per
la protezione dellambiente e per il risparmio
energetico, la medicina biologica, lindustria
aerospaziale, la tecnologia applicata al
nucleare e lagricoltura ad alta tecnologia.
Taiyuan Private Economic
Development Zone (TPEDZ)
Questo parco, che si estende a est della citt,
il primo nel suo genere nella provincia dello
Shanxi. Situato opportunamente a soli 8 km
dallaeroporto e a poco meno di 1,5 km dalla
stazione ferroviaria, vi si trovano quattro aree
speciali: la citt delle calzature Chaoyang, il
mercato ortofrutticolo, il mercato logistico e
quello dei trasporti. Tra le imprese presenti
vi sono Dadi Group, Hongteng Joint Stock,
Sanjin Pharmacy e Xinhe Machinery.
Changsha, Hunan
Popolazione (10.000 ab.) 652
Prodotto
Regionale Lordo
(100 Mln RMB) 3745
Industria primaria 5%
Ind. secondaria 51%
Ind. dei servizi 45%
Valore totale
import/export
(10.000 USD) 411800
Infrastrutture
Collegamenti stradali
La citt collegata alla rete nazionale tramite
lautostrada Pechino-Shenzhen, da nord a
sud, e tramite lautostrada Xiamen-Chengdu,
da est a ovest. Si impiegano da 24 a 48 ore per
raggiungere Canton o Shanghai. Changsha
ben collegata alle citt di terza e quarta
fascia nella provincia dello Hunan, ivi incluse
Changde, Xiangtan e Zhuzhou.
Collegamenti ferroviari
Attraversano la citt tre linee principali:
la linea Pechino-Canton permette la
connessione alle principali citt di tutto il
paese; il treno veloce Canton-Changsha-
Pechino percorre la tratta in entrambe le
direzioni su base giornaliera, cos come il
treno verso Shanghai.
Collegamenti aerei
Laeroporto internazionale Huanghua si
trova a 30 minuti di strada dalla citt ed
il centro regionale della compagnia aerea
China Southern Airlines, che collega tutte le
principali citt del paese. Sono operative 40
destinazioni nazionali, oltre a collegamenti
verso Taiwan (Taipei), Osaka, Bangkok,
Kuala Lumpur e diverse citt coreane.
Collegamenti marittimi e fuviali
Dal porto di Changsha partono al momento
il maggior numero di navi verso Wuhan. Il
porto Xianing, che si trova sul fume Xiang,
ha una potenzialit annua di 83.000 container.
Economia e investimenti
La citt rinomata per la forte presenza del
settore produttivo e di quello dellistruzione.
La sua crescita economica stata supportata,
negli ultimi anni, dallottima performance
del settore produttivo, in particolar modo
nellhigh-tech e nella vendita al dettaglio.
Parchi di sviluppo
industriale
Changsha Hi-Tech Industrial
Development Zone (CHTIDZ)
Questa stata la prima e pi importante zona
di sviluppo di Changsha, con unarea totale
di 80 km, situata a 8 km dal centro cittadino
e a 28 km dallaeroporto.
Changsha Economic and
Technological Development
Zone (CETDZ)
Promossa a zona di livello nazionale nel
2000 la CETDZ, si trova nella cittadina di
Xingsha, nella periferia est di Changsha,
distante solo 5 Km dalla linea ferroviaria
Pechino-Canton. Convergono in questarea di
sviluppo la statale n. 107 Pechino-Shenzhen e
la statale n. 319 Chengdu-Xiamen. Vi infne
la superstrada Pechino-Zhuhai, che con le sue
uscite pu portare in ogni direzione.
Le sei maggiori industrie della zona sono
la produzione di macchinari, lelettronica,
linformatica, i materiali da costruzione,
il settore alimentare e quello della carta.
Per i prossimi cinque anni gli investimento
prioritari saranno rivolti alle seguenti aree:
prodotti e tecnologie per lelectronics
information, sviluppo e applicazioni di
nuovi materiali, bioingegneria e i relativi
prodotti, tecnologie e prodotti per il
ri sparmi o energet i co e l effi ci enza,
prodotti e tecnologie per la optoelettrica-
meccanica integrata, prodotti e tecnologie
per la protezione ambientale, prodotti
e tecnologie chimiche, infrastrutture,
strutture per lintrattenimento e la cultura,
nuove tecnologie applicabili, materiali per
lindustria tradizionale e altre nuove industrie
dellalta tecnologia.
Changsha Dahexi Zone (CDZ)
Questa zona di sviluppo ha unarea totale di
1200 km. Vi si trovano pi di 30 universit e
istituti di ricerca, 21 centri tecnici provinciali
e nazionali, 17 centri di lavoro e ricerca
per gli studi post universitari orientati
alle imprese e 400 istituti di ricerca e
sviluppo.
Nella stessa area si mira alla promozione
dellindustria high-tech, della logistica, della
lavorazione alimentare e del settore creativo
culturale.
Chengdu, Sichuan
Popolazione (10.000 ab.) 1140
Prodotto
Regionale Lordo
(100 Mln RMB) 4503
Industria primaria 6%
Ind. secondaria 44%
Ind. dei servizi 50%
Valore totale
import/export
(10.000 USD) 1786253
I capoluoghi delle province centrali: uno sguardo ravvicinato
9 China Briefng
Infrastrutture
Collegamenti stradali
La citt collegata tramite la rete autostradale
ai maggiori centri del paese, ivi inclusi
Beihai, Shanghai, Xian, Lhasa e Chongqing.
Collegamenti ferroviari
Chengdu lo snodo ferroviario maggiore
del sud ovest della Cina, si collega alle citt
di Chongqing, Baoji, Kunming e Daxian.
Sono presenti quattro stazioni per il trasporto
merci, tra cui la pi importante nel sud-ovest
della Cina, ovvero la Chengdu Eastern
Station.
Collegamenti aerei
Laeroporto internazionale Shuangliu offre
voli diretti verso Hong Kong, Bangkok,
Si ngapore, Seoul , Tokyo, Fukuoka,
Katmandu, Osaka, Parigi e Kuala Lumpur,
cos come unampia scelta di voli interni.
Collegamenti marittimi e fuviali
Attraverso la rete ferroviaria, Chengdu
collegata ai porti della costa orientale di
Shanghai, Shenzhen, Tianjin, Qingdao e
Lianyungang. Alcune superstrade portano
inoltre ai porti locali di Leshan, Luzhou e
Chongqing, che si trovano in un raggio di
360 km da Chengdu.
Economia e investimenti
La citt stata designata come centro
finanziario e commerciale per tutto il
sud-ovest della Cina, nonch centro per le
comunicazioni. Le sei industrie portanti
della citt sono l alta tecnologia, lindustria
manifatturiera (inclusa la produzione di
tecnologie per laviazione), lingegneria
biologica e farmaceutica, lalimentare, la
metallurgia e il materiale da costruzione
e lindustria petrolchimica. Lindustria
manifatturiera sta spingendo leconomia
di Chengdu, i settori principali sono:
automotive, componenti per motocicli,
componenti per aeromobili, macchinari,
utensili tornitura, ingegneria elettrica e
apparati elettrici, parti di ricambio generale
e apparecchiature per lagricoltura.
La citt riuscita, negli anni, ad attrarre molti
investimenti diretti dallestero. Intel, maggior
produttore al mondo di micro-chip, ha
investito qui 525 milioni di dollari americani
in due stabilimenti per assemblaggio e test di
verifca qualit. Tra le altre multinazionali
straniere che hanno investito a Chengdu,
troviamo Nokia, Sony, Toyota, Motorola,
Microsoft, Ericsson, Lafarge, Volkswagen,
DHL, Texas Instruments e Astellas.
Chendu una delle cinque citt pilota nella
riforma economica del governo cinese. Ci
ha permesso che le decisioni politiche ed
economiche spettassero pi al governo locale
che a quello di Pechino, dando effettivamente
pi libert alle autorit locali e alle imprese
di decidere sullo sviluppo della citt.
Parchi di sviluppo
industriale
Chendu Hi-Tech Industrial
Development Zone (CHTIDZ)
La CHTIDZ divisa due aree, la parte sud
e la parte ovest, e comprende anche due
zone logistiche per lexport. Le tre industrie
principali sono lelectronic information,
la bio-farmaceutica e la produzione di
macchinari dalta precisione. Tra le industrie
a partecipazione straniera presenti troviamo
Intel, Molex, Motorola, Corning e Sony.
Gli investimenti presenti qui si concentrano
principalmente su ricerca e sviluppo per
la produzione di prodotti industriali di alta
tecnologia, in particolar modo la Tecnologia
informatica orientata alla microelettronica
(anche software), lindustria bio-farmaceutica
rivolta alla medicina tradizionale cinese, la
meccanica di precisione, la lavorazione di
prodotti alimentari, la produzione di nuovi
materiali e la protezione ambientale. Qui
si trovano anche due distretti di logistica
per lexport (Export Processing Zone) una
nellarea sud e laltra in quella ovest. LEPZ
dellarea sud ha unarea totale di 0,6 km.
Chengdu Economic and
Technological Development
Zone (CETDZ)
La CETDZ, omologata come zona di
sviluppo di livello nazionale nel febbraio
2000, si trova in una posizione strategica e
facilmente accessibile dalla citt da cui dista
solo 13,6 km. Laeroporto internazionale
Shuangliu, uno dei quattro principali del
paese, dista solo 28 km. A nord della zona
di sviluppo si trova anche la superstrada
Chengdu - Chongqing, mentre a ovest corre
la linea ferroviaria Chengdu-Kunming.
La CETDZ inoltre attraversata dalle
autostrade Cheng-Long e Chenghuan,
oltre che dalla circonvallazione cittadina.
Percorrendo la superstrada Chengdu-
Chongqing, si raggiunge direttamente il porto
fuviale di Chongqing Jiulong e il terminale
internazionale merci Luzhou.
I settori principali della CETDZ sono il
metallurgico, lelettronico, i macchinari, i
materiali da costruzione, il settore medico
e quello lalimentare. Sono incentivate le
seguenti categorie: macchianari, automotive,
motocicli, elettronica, prodotti ottici, IT,
nuovi materiali, protezione dellambiente,
biomedicina, alimentare, nuovi materiali
da costrizione, prodotti chimici raffinati,
industria aerospaziale e costruzione delle
infrastrutture.
Hefei, Anhui
Popolazione (10.000 ab.) 491
Prodotto
Regionale Lordo
(100 Mln RMB) 2102
Industria primaria 5%
Ind. secondaria 53%
Ind. dei servizi 42%
Valore totale
import/export
(10.000 USD) 642754
Infrastrutture
Collegamenti stradali
Quattro autostrade collegano la citt a Yining,
Nanjing, Yantai, Suzhou e Chengdu.
Collegamenti ferroviari
Hefei fa da giuntura tra tre linee di
collegamento nazionale e la pi importante
stazione passeggeri della provincia dello
Anhui. Essendo uno snodo ferroviario
di rilievo, le sue linee multidirezionali la
collegano a tutte le maggiori citt cinesi.
Collegamenti aerei
Laeroporto Luogang, che si trova a 12 km a
sud della citt, offre pi di trenta destinazioni
interne, comprese Pechino e Shanghai, e voli
diretti verso Hong Kong.
Economia e investimenti
Sebbene non goda della stessa popolarit delle
altre citt interne, in termini di investimenti
diretti esteri durante lEconomist China
Summit dello scorso novembre, Hefei stata
indicata come una delle citt cinesi con la
maggior crescita. dei centri a sviluppo pi
sostenuto durante lEconomist China Summit
dello scorso novembre.
I settori principali sono: produzione auto e
pneumatici, attrezzature, elettrodomestici,
industria chimica, IT e software, nuovi
materiali, biotecnologia e medicina, prodotti
alimentari da agricoltura e derivati.
Parchi di sviluppo
industriale
Hefei Economic
and Technological
Development Area
La HETDA, fondata nellaprile 1993, si
estende su unarea totale di 53km, a sud della
citt, e rappresenta una zona di sviluppo di
primo piano nella regione.
I capoluoghi delle province centrali: uno sguardo ravvicinato
10 China Briefng
Produce lequivalente del 40% del prodotto
interno lordo di Hefei e il 20% della
produzione industriale della citt. Tra
gli investitori stranieri presenti troviamo
Unilever, Coca-cola e Hitachi. Limponente
fusso di investimenti in arrivo ha portato
alla pianifcazione di unulteriore espansione
della zona di 70 km.
Le cinque industrie cardine della HETA
sono lautomotive, i macchinari industriali,
gli elettrodomestici, i derivati chimici e i
prodotti alimentari. I settori incentivati per
il futuro saranno lautomotive, i macchinari
e gli accessori per la costruzione edile, gli
elettrodomestici e i relativi componenti, l
electronics information e le industrie ad alta
intensita di forza lavoro (labor-intensive).
Hefei Science City
Si occupano della gestione della Heifei
Science City il ministero della scienza e
tecnologia, lAccademia Cinese di Scienze
e il governo locale. Sono stati dislocati in
questarea alcuni importanti progetti di
portata internazionale, come il sesto centro
tecnologico di Microsoft.
Nanchang, Jiangxi
Popolazione (10.000 ab.) 497
Prodotto
Regionale Lordo
(100 Mln RMB) 1838
Industria primaria 6%
Ind. secondaria 55%
Ind. dei servizi 39%
Valore totale
import/export
(10.000 USD) 347212
Infrastrutture
Collegamenti stradali
Convergono a sud di Nanchang, le autostrade
Pechino-Zhuhai, Shanghai-Kunming e
Fuzhou-Lanzhou. La citta collegata ai
maggiori centri, come Shanghai e Canton,
attraverso una buona rete di autostrade e
superstrade.
Collegamenti ferroviari
Numerose linee della rete nazionale
ferroviaria toccano la citt. Sul collegamento
Pechino-Kowloon, Nanchang lunica
fermata provinciale dove sincrociano anche
le linee Shanghai-Kunming. E presenta
anche una linea ad alta velocit che collega
Nanshang a Hangzhou, Changsha e Shanghai.
Collegamenti aerei
Laeroporto Changbei, che si trova a 28
km a nord della citt, opera su Hong Kong
e Singapore, oltre che su tutto il territorio
nazionale.
Collegamenti marittimi e fuviali
Il porto fuviale di Nanchang, che ha una
capacit annuale di un milione di tonnellate,
si collega ai porti lungo la costa, come
Shanghai e Ningbo, attraverso il canale che
dal fume Ganjiang attraversa il lago Poyang
verso il fume Yangtze. Una rotta alternativa
verso il mare, percorribile da navi fno a
mille TPL.
Economia e investimenti
Il settore secondario presenta un importante
porzione delleconomia cittadina. Sono
presenti nella zona imprese dei settori della
metallurgia, dei macchinari, aviazione,
elettronica, tessile, chimica, materiali edili,
medicina, alimentare, produzione di carta
e stampa. Gli investimenti attuati nella citt
hanno permesso la nascita del primo parco
industriale scientifco del paese per la ricerca,
la produzione e la vendita di velivoli a bassa
quota radiocomandati. Ford Motors in joint
venture con Jiangling Motors produce nella
citt il suo furgone Ford Transit e ha reso
noto, lo scorso dicembre, che sar operativo
un nuovo stabilimento nel 2013.
Parchi di sviluppo
industriale
Nanchang Economic and
Technological Development
Zone (NETDZ)
Questa zona di sviluppo si trova nel nuovo
distretto cittadino di Changbei, in prossimit
della riva orientale del fume Gangjiang,
ai piedi della montagna Meiling e poco
distante dallaeroporto. Questa area di livello
nazionale si estende attualmente su 5,5 km.
Si affaccia sul fume Gangjiang e a sud sulla
banchina dattracco dello stesso. Laeroporto
Changbei dista solamente 10 km e offre
17 voli domestici tra cui collegamenti con
Pechino, Shanghai, Canton e anche Hong
Kong.
Tra le societ di rilievo presenti nella
zona troviamo Hong Kong Greenkell
Kelong, Samsung-Aux Air Conditioner
Manufacturers, ABB, Kohler, Clinico,
Mercedes-Benz e Jiangling Auto. Le industrie
portanti sono lautomotive, lelettronica,
gli elettrodomestici, lIT e la produzione di
carta. Il governo locale vuole dare priorit
per il futuro alle industrie che operano nel
campo dei macchinari, dellelettronica,
dellindustria leggera, degli alimentari, nel
campo medico, chimico, dei nuovi materiali,
dellalta tecnologia, nel settore immobiliare
e turistico.
Nanchang Hi-Tech Industrial
Development Zone (NHTIDZ)
La NHTIDZ gode della migliore posizione
nella citt: a nord si trovano il fume Ganjiang
e il lago Yao, e nelle vicinanze i laghi Aiqi
e Qingsan. Si sono stabilite nellarea pi di
600 societ straniere, di cui il 60% opera nel
settore high-tech. Un buon numero di centri
di ricerca nazionali provinciali sono qui
situati a supporto delle zone tecnologiche e
scientifche.
Industrie principali includono: elettronica e
informatica, software, medicina biochimica,
risparmio energetico, settore minerario
e high-tech. Si prevede che in futuro la
zona beneficier di ulteriori investimenti
provenienti da Hong Kong, cos come
dalle citt di seconda fascia emergenti della
provincia del Guangdong.

I capoluoghi delle province centrali: uno sguardo ravvicinato
11 China Briefng
Zhengzhou, Henan
Popolazione (10.000 ab.) 731
Prodotto
Regionale Lordo
(100 Mln RMB) 3308
Industria primaria 3%
Ind. secondaria 54%
Ind. dei servizi 43%
Valore totale
import/export
(10.000 USD) 359965
Infrastrutture
Collegamenti stradali
Le superstrade Pechino-Zhuhai e Kaifeng-
Luyang attraversano la citt , insieme ad altre
18 autostrade.
Collegamenti ferroviari
La costruzione della rete ferroviaria ha fatto la
storia di Zhengzhou. Infatti, il completamento
della linea Lanzhou-Lianyungang lha
trasformata da piccolo centro a uno snodo
primario per i trasporti. Convergono a
Zhengzhou le linee Lanzhou-Lianyungang
e Pechino-Kowloon, che fanno della citt
una stazione di rilievo nella rete nazionale. Il
ponte Eurasia Land collega i porti della costa
alle rotte ferroviarie per lEuropa.
Collegamenti aerei
Laeroporto internazionale Xinzheng si trova
a 30 km dal centro citt. Offre pi di 60 rotte
nazionali e internazionali, ivi incluse Hong
Kong, Macau, Giappone e Singapore.
Collegamenti marittimi e fuviali
La citt non dispone di un porto fuviale,
tuttavia il sistema ferroviario la connette a
Huaibin, nel sud est della provincia, dove
le merci possono essere imbarcate sul fume
Yangzte.

Infrastrutture
Nonostante Zhengzhou sia dotata di unottima
rete ferroviaria, manca purtroppo di una
rete metropolitana. Il mezzo di trasporto
principale rappresentato dagli autobus.
Economia e investimenti
Le industrie chiave sono tessile, agricoltura,
produzione macchinari, motrici, locomotive
e sigarette. inoltre il sito produttivo per
labbigliamento pi attivo di tutto il paese,
con limpressionante volume daffari che vale
oltre 20 miliardi di Rmb lanno.
Nella citt si trovano anche il mercato
nazionale allingrosso dei cereali e il relativo
mercato dei futures; anche Mitsui, importante
multinazionale agricola, ha stabilito la sua
base operativa nella citt.

Parchi di sviluppo
industriale
Zhengzhou Economic and
Technological Development
Zone (ZETDZ)
Questa Zona di sviluppo, che stata approvata
a livello nazionale nel 2000, copre unarea di
12,49 km dista a soltanto 7 km a est della
citt.
Una vasta rete di autostrade e linee ferroviarie
circondano la zona di sviluppo. A ovest
si trova la stazione ferroviaria orientale
di Zhengzhou, che pu contare sul pi
ampio sito di carico del paese. Attraversa
la zona, nella parte nord, anche la ferrovia
Lanzhou-Lianyungang. Dista soltanto 3 km
dalla stazione Putian, sulla rete Lanzhou-
Lianyungang, e 2 km dalla stazione merci di
Zhengzhou. Inoltre, il centro trasporto merci
su strada di Zhengzhou si trova s 1,5 km.
Laeroporto internazionale Xinzheng, invece,
dista soltanto 22 km.
Si trovano tre distretti di livello nazionale:
la Henan Zhengzhou Export Processing
Area, lo Henan Pioneering Park for Returned
Students from Overseas, e il Zhengzhou
Hi-Tech Pioneering Center. Vi sono anche
altri parchi industriali, come lAutomobile
Industry Park, lInformation Industry Park e
lHi-Tech Industrial Park.
L a r e a ha pr omos s o l o s vi l uppo
del l i nf or mat i on el ect r oni cs, degl i
elettrodomestici, della stampa e materiali da
imballaggio e dei prodotti alimentari. Tra le
maggiorni societa che hanno investito nella
zona troviamo la Philips (Paesi Bassi), Man
(Germania), LG (Korea), Formosa Plastics
Group e China Aluminum Group. Sono
incoraggiati gli investimenti nellindustria
high-tech, nelle infrastrutture e nella
costruzione di nuovi centri di ricerca e
sviluppo.
Zhengzhou High and New-
Tech Industrial Development
Zone (ZHNTIDZ)
Questa zona di sviluppo si trova alla periferia
di Zhengzhou, ha un comodo accesso
alla circonvallazione cittadina, tramite
la superstrada n. 5 a ovest e lautostrada
n.3 a est. Una linea ferroviaria speciale la
collega alla stazione merci di Zhengzhou.
Laeroporto internazionale Zhengzhou,
invece, dista soltanto 35 km.
Le quattro industrie cardine dellarea
sono tecnologia informatica, ingegneria
bi of ar maceut i ca, sof t war e e nuovi
materiali.
Per una consulenza professionale sulle
province centrali, vi preghiamo di contattarci
a italiandesk@dezshira.com o visitarci sul
sito www.dezshira.com/it.
Volume XII - Number V
In questo numero:
Che cosa rende cos diffcile la conformit allFCPA in Cina?
Qual oggi la rilevanza dellFCPA?
Chi pu essere qualifcato come funzionario straniero?
Cosa fare in caso di controlli governativi sulla conformit
della Vostra impresa alle norme FCPA?
Aggiornamenti legali e fiscali da Dezan Shira & Associates
Notizie on-line su: www.china-briefng.com/news/it
Inglese Francese Tedesco Italiano Spagnolo
Benvenuti a questo numero di China Briefng
I
In questo numero speciale di China Briefing approfondiremo
da un punto di vista internazionale alcune delle questioni che
quotidianamente riguardano il business in Cina, dove le buste rosse
di denaro (le cosiddette hongbao) non sono appannaggio esclusivo
del capodanno cinese, discutendo della conformit al Foreign Corrup
Practices Act statunitense.
Questa legge federale del 1977, proibisce alle aziende cui si rivolge di effettuare
pagamenti a uffciali stranieri con lo scopo di sviluppare o di mantenere relazioni
commerciali. Essa interessa sia imprese che singoli individui e si applica a uno
spettro molto ampio di casistiche, comprendendo societ, non solo americane
ma anche straniere, che abbiano emesso strumenti fnanziari registrati negli
Stati Uniti o i cui titoli siano quotati negli Stati Uniti. Le disposizioni contenute
nella legislazione FCPA obbligano le aziende interessate a provvedere a una
tenuta dei libri e dei registri contabili che rifetta in maniera trasparente ogni
transazione aziendale, imponendo inoltre listituzione di un sistema di controlli
contabili interni.
In chiave chiaramente legata a quella che la realt cinese, stato recentemente
domandato alle corti statunitensi (caso U.S. vs Carson) se gli impiegati delle
industrie statali siano da considerarsi uffciali stranieri secondo le disposizioni
dellFCPA, e questo tema a tuttoggi oggetto di fervida discussione.
In questo numero analizzeremo dunque i rischi per quelle aziende straniere
operanti in Cina e che in qualche modo rientrano sotto lombrello dellFCPA.
Per rendere la comprensione di questi temi pi semplice, abbiamo suddiviso
largomento in tre diverse sottosezioni:
Perch lFCPA oggi particolarmente rilevante?
Chi qualifcato da tale legge come funzionario straniero?
Cosa fare in caso di controlli governativi sulla conformit della Vostra impresa
alle norme FCPA?
Ringraziamo Burr Pilger Mayer, Locke Lord Bissell & Liddell LLP e Dezan
Shira & Associates per i loro preziosi contributi alla stesura di questo numero
di China Briefng.
Distinti saluti,
Alberto Vettoretti
Managin Partner,
Dezan Shira & Associates
Editore, Asia Briefng
Tutto il materiale e i contenuti sono protetti da 2011 Asia Briefng Ltd.
Nessuna riproduzione, copia o traduzione di materiale permessa senza il consenso dell'editore. Contattate: editor@china-briefng.com
La copertina artistica di questo mese
Lopera oggetto della copertina di questo mese, Overlooking the City III (inchiostro su carta cinese), vuole esprimere la realt urbana della Cina del ventesimo secolo, come se
losservatore si trovasse in cima ad una torre televisiva, osservando dallalto la citt nuova e limpatto che linformazione ha sulla vita moderna. Il dipinto fa parte di una serie di
quadri realizzata dallartista cinese Fan Feng ( ). Laureatosi presso lAccademia delle Belle Arti di Nanjing, Feng ha ricevuto la pi alta onorifcenza artistica dal Governo
cinese ed ora direttore del Wuhan Art Museum. I suoi lavori sono incentrati su soggetti di costruzione urbana che rifettono lo stato di cambiamento perenne in cui immersa
la societ. proprio questo tipo di mutevolezza che rende lartista capace di raccontare storie sempre nuove sulle persone che lo circondano e sui luoghi in cui essi vivono. Fan
Feng ha vinto una lunga serie di premi nazionali in Cina, oltre ad aver esposto per oltre venti anni in varie citt del mondo, comprese tra le altre Berlino, Padova e Taego.
3 China Briefng
I
n Cina - le tradizionali buste rosse di denaro
(Hongbao) non sono esclusiva del solo
capodanno cinese, ma rivestono un ruolo
importante nello sviluppo di relazioni e
transazioni commerciali - le societ possono
trovarsi in una situazione assai delicata quando si
tratta di defnire il termine corruzione. Questo
tanto pi vero quando si parla di rapporti daffari
con agenti stranieri, un tema affrontato dalla legge
statunitense Foreign Corrupt Practices Act (FCPA).
Pi di ventisette casi di grossa portata coinvolgenti
tangenti nellordine delle decine di milioni di
dollari sono stati perseguiti con successo negli
ultimi sette/otto anni, e gli analisti prevedono che
le investigazioni di questo tipo si faranno sempre
pi severe negli anni a venire. Lesempio pi recente
quello dellIBM, che a marzo di questanno ha
pagato 10 milioni di dollari per risolvere una causa
originata dalle disposizioni FCPA, a seguito di
pagamenti illeciti a funzionari del governo cinese
effettuati sotto forma di corsi di formazione e
coinvolgenti due manager IBM Cina e oltre 100
dipendenti. (Cfr. denuncia SEC vs IBM: http://www.
sec.gov/litigation/complaints/2011/comp21889.pdf)
Le societ americane che vogliano mantenere in
vita la loro attivit in Cina, cos come quelle che
desiderino accedere a questo mercato, si trovano
di fronte a prospettive di business incerte e non
facilmente delineabili a causa della normativa
FCPA. Sulla carta, la Cina possiede le sue proprie
leggi anti-corruzione, come quella, per esempio,
che limita a 200RMB il valore dei regali che
possono essere fatti a funzionari governativi, e
parte dei 49 emendamenti al diritto penale cinese
entrati in vigore il primo maggio, la quale afferma
esplicitamente che la corruzione degli uffciali di
governo illegale. Tuttavia, tali disposizioni sono
scarsamente applicate e vengono costantemente
violate sia dalle societ cinesi sia da quelle straniere.
Sia la cultura cinese sia le pratiche commerciali
in uso rendono di particolare diffcolt il rispetto
della normativa FCPA in questo Paese, poich
tale legge proibisce leffettuazione di pagamenti
che invece sono spesso ritenuti necessari dalle
imprese cinesi e dalle persone che le rappresentano.
Alcune usanze, considerate del tutto accettabili se
non addirittura necessarie nellambito della realt
imprenditoriale cinese, violano lFCPA e sono
soggette a persecuzione civile, penale e ingiunzione
negli Stati Uniti.
Di l dalle aspettative culturali e delle diffuse
pratiche commerciali, la Cina presenta unulteriore
diffcolt ai fni del rispetto dellFCPA: il Paese
abbonda, infatti, di dipendenti dimprese statali o
di organizzazioni semi-governative,non sempre
chiaramente distinguibili dalla definizione di
ufficiali stranieri data dallFCPA. In effetti,
anche i giornalisti che lavorano per i media statali
cinesi potrebbero essere inclusi nella defnizione
di ufficiali stranieri data dal FCPA, poich il
Dipartimento di Giustizia statunitense (Department
of Justice - DOJ) li classifc come appartenenti a
tale gruppo in un parere rilasciato nel 2008. stato
recentemente domandato alle corti statunitensi (caso
U.S. vs Carson) se la qualifca di uffciale straniero
delineata dallFCPA si estenda o meno ai dipendenti
degli enti statali e, vista la rilevanza della questione,
approfondiremo questo argomento nel secondo
articolo di questo numero.
Le problematiche originate dallapplicazione
dellFCPA non possono essere semplicemente
relegate allinterno di un manuale dimpiego,
anche perch persino linterazione con parti terze
o con broker di vario genere da parte di aziende
statunitensi o cinesi pu portare a violazioni gravi
della normativa. Di conseguenza, sia le aziende sia
i singoli imprenditori statunitensi che danno luogo a
joint ventures con partner stranieri, o che comunque
assumono agenti o distributori locali in Cina,
dovrebbero assumere un contegno estremamente
prudente rispetto al rischio di responsabilit per
fatto commesso da altri, in quanto potrebbero
trovarsi a dover pagare per uninfrazione posta in
essere da un terzo.
Questo numero si propone di fornire alle imprese
un supporto per la comprensione dellFCPA e
per la creazione di controlli atti a prevenire o, se
necessario, risolvere leventuale non conformit a
tale normativa.
Per una consulenza professionale sugli investimenti
in Cina, vinvitiamo a contattare Dezan Shira
& Associates allindirizzo e-mail italiandesk@
dezshira.com o visitate il sito www.dezshira.com/it.
Cosa rende la conformit
allFCPA in Cina cos diffcile
Le forme pi comuni di violazione dellFCPA
comprendono:
Corsi di formazione svolti in famose
destinazioni turistiche allestero, senza alcun
contenuto o proposito commerciale
Fatture false
Azioni svolte da parte di terzi o di intermediari
Conti bancari off-shore
Cash Desks aziendali
Modalit di pricing ingannevoli
Spese registrate come spese generiche di
consulenza
4 China Briefng
V
erso la met degli anni 70, la
Se c u r i t i e s a n d Ex c h a n g e
Co mmi s s i o n s t a t u n i t e n s e
(SEC) condusse per la prima
volta unindagine approfondita
sulloperato di oltre 400 societ americane, accusate
di effettuare pagamenti discutibili o illegali a
funzionari pubblici, politici e partiti stranieri.
Questi pagamenti, che spaziavano dalla corruzione
sfacciata di ufficiali di alto rango ai cosiddetti
pagamenti facilitatori, effettuati a favore di
funzionari di pi basso livello, raggiungevano in
totale i 300 milioni di dollari. Di fronte a una tale
situazione, il Congresso decise di intraprendere
unazione decisa per ristabilire la fiducia del
pubblico riguardo allintegrit del sistema aziendale
americano
1
emanando nel dicembre 1977 il Foreign
Corrupt Practices Act (FCPA).
Tuttavia soltanto di recente, dopo pi di trentanni
dallattuazione della legge, stiamo assistendo a un
aumento esponenziale del numero di casi in cui
la SEC e il Dipartimento di Giustizia pongono
in essere azioni coercitive in attuazione di tale
legislazione. Nel solo 2010, questi due soggetti
hanno portato avanti un totale di settantaquattro
azioni legali attuative delle norme FCPA; un
numero assai considerevole, se si pensa che nel
2004 i provvedimenti di questo tipo erano appena
cinque. Commentando questa storica impennata,
Larry Breuer, assistente dellAttorney General
statunitense, ha annunciato una nuova epoca per
lapplicazione dellFCPA
2
.
Quali sono le ragioni di questo improvviso aumento
delle azioni legali esecutive della normativa FCPA?
Mentre alcuni vedono la causa di questa crescita
nei pi stretti obblighi in materia di tenuta dei
libri contabili introdotti col Sarbanes Oxley Act
del 2002, i pi cinici affermano che le ammende
e le sanzioni comminate ai sensi della legge si
sono dimostrate essere una fonte di entrate assai
effcace per il Governo. Richard Cassin, autore
dellFCPA Blog, ha ipotizzato che gli eventi delle
Torri Gemelle abbiano modifcato sensibilmente la
percezione del Governo degli Stati Uniti in merito
alla corruzione e al suo effetto sulla sicurezza
nazionale. Egli sostiene inoltre la rilevanza, ai fni
di questo trend crescente di azioni legali, della
nuova legislazione in materia di trasparenza, posta
in essere dal Governo americano a seguito della
crisi fnanziaria del 2007. La normativa approvata
nel luglio 2010 (il DoddFrank Wall Street Reform
and Consumer Protection Act) starebbe fornendo,
infatti, un numero sempre maggiore di informazioni
alla SEC e al Dipartimento di Giustizia, e questa
circostanza, in aggiunta allincremento dello staff
legale governativo, risulterebbe in un maggiore
numero di azioni di controllo sul rispetto dellFCPA.
Nellultimo anno, il Dipartimento di Giustizia ha
riscosso ben oltre il miliardo di dollari in sanzioni
penali, pi che in qualsiasi annata precedente (basti
pensare che nel 2004 il dato corrispondente fosse di
soli 11 milioni di dollari). Oltre che alla riscossione
di ingenti somme tramite la persecuzione legale di
aziende, il Dipartimento si sta ora dedicando alla
comminazione di pene nei confronti dei singoli
individui che abbaino posto in essere contegni
contrari a quanto stabilito dallFCPA. Durante
il 2010 anche la SEC ha incamerato, attraverso
patteggiamenti riguardanti lFCPA, la ragguardevole
cifra di 529 milioni di dollari, 20 dei quali derivanti
da sanzioni civili e 509 dal pagamento di interessi
in sede stragiudiziale e dalla restituzione di utili
indebitamente acquisiti.
Le ammende comminate dalla SEC (che, a
differenza del Dipartimento di Giustizia, raramente
persegue gli individui e si concentra sulle imprese)
sono state della pi varia entit, comprendendo sia
cifre relativamente limitate (Natco; 65,000 dollari)
che molto sostanziose (Daimler, 91,4 milioni di
dollari). In ogni caso, il rischio di non conformit
allFCPA diventato un problema serio per tutte le
aziende che vi siano soggette.
Per quanto il numero di azioni legali sia rimasto
relativamente esiguo se confrontato con lampiezza
del gruppo di organizzazioni cui si applicano le
disposizioni dellFCPA, due tendenze signifcative
hanno recentemente aumentato in modo sostanziale
la probabilit che una societ debba affrontare
spese legali per risposta alle investigazioni del
Dipartimento di Giustizia o della SEC:
(i) Lespansione della sezione antifrode del
Dipartimento di Giustizia
La sezione antifrode del Dipartimento di
Giustizia cresciuta signifcativamente negli
ultimi due anni, e al suo interno stata creata
ex novo unapposita FCPA Unit, la quale
costituita da oltre una dozzina di procuratori e
si dedica esclusivamente ai casi concernenti tale
normativa. LFCPA Unit sta inoltre collaborando
con la sezione del DOJ dedita allesproprio
di beni e alla persecuzione del riciclaggio di
denaro, la quale si occupa, tra le altre cose, di
individuare e confscare i proventi derivanti
dalla corruzione di uffciali stranieri riciclati
negli Stati Uniti.
(ii) La maggiore cooperazione internazionale da
parte del Dipartimento di Giustizia.
Il Dipartimento ha ampliato la sua portata
internazionale grazie alla formazione di
partnership con agenzie straniere analoghe e
grazie al rafforzamento della sua partecipazione
al l i nt erno del l Organi zzazi one per l a
Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE).
La collaborazione con il solo Serious Fraud
Offce britannico ha gi portato a patteggiamenti
per un totale di 400 milioni di dollari.
Il prezzo medio cui far fronte nel caso di unazione
coercitiva altissimo, e supera notevolmente
quello da pagare per lattuazione di pratiche
di buon governo e per garantire la conformit
alla legislazione. Tenendo questo fatto ben in
mente, il management dovrebbe soppesare molto
Qual oggi la rilevanza
dellFCPA?
[ A cura di Clark Keeler, Director, Assurance & Consulting, Burr Pilger Mayer ]
1
Foreign Corrupt Practices Act; Antibribery Provisions Background
2
2 A transcript of the speech is available at http://www.justice.gov/criminal/pr/speeches/2010/crm-speech-101116.html
Enforcement Actions by the SEC and DOJ
60
50
40
30
20
10
0
2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010
Department of Justice (DOJ)
Securities and Exchange Commission (SEC)
Qual oggi la rilevanza dellFCPA?
5 China Briefng
oculatamente i costi potenziali, sia in termini di
redditivit sia di reputazione, che il mancato rispetto
dellFCPA potrebbe causare.
Aspettative legali
La legislazione FCPA stata scritta in maniera
astratta e pu risultare, di conseguenza, vaga e
ambigua in molte delle sue parti. Interpretare quanto
richiesto, quindi spesso compito tuttaltro che
facile. Purtroppo, in queste circostanze, la legge
viene sviluppata ad hoc dallavvocatura di stato
americana e dallo staff della SEC e del Dipartimento
di Giustizia, in quanto solo essi rispondono alle
esigenze di particolari situazioni di fatto
3
. Nessuna
azienda vorrebbe mai dover fronteggiare unazione
legale in cui sia il regolatore stesso a interpretare la
legge durante lo svolgimento del processo, poich
in una tale situazione una difesa effcace sarebbe
semplicemente impossibile da mettere in piedi.
Che cosa potrebbero (e dovrebbero) fare le aziende
per ottenere la conformit alla normativa, evitando
dunque di trovarsi in una tale, scomoda posizione?
Il punto pi critico probabilmente costituito
dalla corretta comprensione dellFCPA, e dalla
solerte adozione di misure atte allottenimento
della conformit a tale legge. Larry Breuer, nel
suo precitato discorso del novembre scorso, ha
chiarito che le societ non devono aspettare
e non preoccuparsi fino al momento in cui noi
(il Dipartimento di Giustizia) non andiamo a
bussare alla loro porta. Piuttosto, esse dovrebbero
interessarsi attivamente, e adottare misure mirate
a metterle in una posizione migliore per il giorno
in cui andremo a bussare alla loro porta, o meglio
ancora a impedire di darci alcun motivo per andare
a far loro visita. Egli ha quindi offerto alle imprese
due specifci suggerimenti per meglio affrontare
questo momento di stringenti controlli relativi
allFCPA:
(i) Considerare attentamente la congruenza delle
pratiche della vostra organizzazione a quelle che
sono le disposizioni dellFCPA.
La revisione e il rafforzamento dei programmi
di conformit allFCPA pi importante che
mai durante questa nuova stagione di controlli
serrati da parte del Dipartimento di Giustizia.
(ii) Autovalutazione.
Non vi alcun dubbio che una societ che si
sforza di fare progressi senza il bisogno di stimoli
esterni sar valutata in modo migliore di quelle
che invece non lo fanno.
Il linguaggio specifco dellFCPA richiede, da parte
delle imprese cui esso si rivolge:
La creazione e il mantenimento di libri, registri
e scritture contabili che rispecchino fedelmente e
in ragionevole dettaglio le transazioni e le azioni
dispositive di beni dellente
La creazione e il mantenimento di un sistema
di controlli contabili interni suffcienti a fornire
una garanzia ragionevole in merito al fatto che:
Le transazioni siano effettuate esclusivamente
in conformit con lautorizzazione, generale
o specifca che sia, del management;
Le transazioni siano registrate in modo da
(I) consentire la preparazione dei rendiconti
fnanziari in conformit ai principi contabili
generalmente accettati (Generally Accepted
Accounting Principles GAAP), e (II)
mantenere lattendibilit dei dati relativi al
patrimonio della compagnia; e che
Quanto registrato in merito ai cespiti
aziendali venga confrontato a intervalli
ragionevoli con quelle che sono le sostanze
effettivamente esistenti, adottando ogni
azione necessaria in caso di discrepanza tra
i due dati.
Nessuno deve consapevolmente eludere o
evitare di implementare un tale sistema di
controlli contabili interni, n coscientemente
falsifcare libri, scritture e registrazioni contabili.

In poche parole,
il management ha il
dovere di stabilire e
di far mantenere una
cultura aziendale che
non tolleri la corruzione
c o me me z z o p e r
ottenere o conservare
r el azi oni d af f ar i .
Es s o de ve i nol t r e
procedere allattuazione
d i r e g i s t r a z i o n i ,
procedure e controlli
i n t e r n i c h e g l i
r e nda no pos s i bi l e
lindividuazione delle
circostanze in cui il
comportamento dei suoi
dipendenti potrebbe
essere considerato come
non conforme a una tale
cultura aziendale e alla
normativa FCPA.

La creazione e il mantenimento di un approccio


positivo e sicuramente contrario a ogni forma di
corruzione da parte dellimpresa sono i primi ed
essenziali passi verso la conformit allFCPA.
Ciononostante, esso non sar sufficiente per
assicurare che tutti gli impiegati e rappresentanti
dellazienda siano effettivamente ligi a quanto
stabilito da queste disposizioni. Tale sicurezza
potr essere raggiunta soltanto attraverso adeguati
controlli di prevenzione e di rilevamento, atti a
individuare linsorgenza di comportamenti corrotti.
Unadeguata valutazione del rischio, insieme col
mantenimento di solidi e coerenti sistemi di controllo
interni, che vengano efficacemente analizzati,
valutati e, dove necessario, corretti, sono elementi
fondamentali per affrontare il possibile emergere di
contegni corrotti, e forniscono allo stesso tempo una
valida linea di difesa, basata sulladozione di ogni
procedura adeguata, nel caso dinvestigazioni da
parte delle autorit competenti.
La valutazione dei rischi
Il primo passo che una societ deve compiere per
prevenire o individuare la corruzione al suo interno
di determinare quali sono i suoi rischi di esposizione
a un tale fenomeno. Alcuni dei fattori da considerare
nello svolgimento di una tale analisi sono per
esempio lorganizzazione interna dellazienda, la sua
geografa, e la sua rete di rapporti e di transazioni.
Organizzazione interna
Leffcacia della lotta contro la corruzione, e delle
iniziative formative atte ad affrontarla, dovrebbe
essere regolarmente testata e tenuta sotto controllo,
in modo da accertare che i dipendenti abbiano le
competenze necessarie per essere capaci di prevenire
o di individuare situazioni che presentino tratti di
corruzione o di concussione. In particolare, una
societ dovrebbe assicurarsi che il comportamento
esemplare del vertice sia perseguito e attuato
anche ai livelli gerarchici inferiori, in quanto
fondamentale che anche chi si trovi ad attuare
le direttive del senior management ne condivida
il sistema valoriale orientato alle politiche anti-
corruzione. Una societ che operi correttamente in
questo senso ha il dovere di verifcare periodicamente
la comprensione da parte dei suoi dipendenti
dei rischi che i fenomeni di corruzione possono
comportare per la compagnia stessa. Infine,
lazienda deve accertarsi che vi sia chiarezza
per quanto riguarda la sua politica in materia di
regali, di spese per lintrattenimento e per i viaggi.
Geografa
La direzione dovrebbe prendere in considerazione
la realt geografco-culturale in cui la societ opera
e il ruolo ivi rivestito dai fenomeni di corruzione,
quali le tangenti. Essa dovrebbe parimenti compiere
una valutazione della legislazione anti-corruzione
esistente nel paese che la interessa, e giudicare
se tale normativa sia suffcientemente effcace o
se invece il paese sia percepito come fortemente
corrotto, stando a quanto riportato dalle agenzie di
controllo non governative. Infne, il management
dovrebbe valutare la sussistenza di un Governo e
di una comunit daffari locale abbastanza forte da
poter rendere effettiva la richiesta di trasparenza
in materia dappalti e di politiche dinvestimento.
Relazioni e transazioni
I partner dimpresa e le relative transazioni
commerciali devono essere analizzate con la dovuta
attenzione. La societ dovrebbe ben conoscere,
e documentare, i collegamenti che essa ha con
i funzionari pubblici del mercato in cui opera
e con le loro famiglie. Allo stesso tempo, essa
3
Toward a Reg. FDCPA: A Modest Proposal for Change in Administering the Foreign Corrupt Practices Act. James R. Doty, The Business Lawyer, Vol. 62,
August, 2007, p 1225
Qual oggi la rilevanza dellFCPA?
dovrebbe provvedere alla stesura di contratti che
stabiliscano con trasparenza, quali siano i codici
di condotta e le pratiche commerciali cui i propri
rappresentanti devono attenersi. I controlli interni
e i programmi di accertamento della conformit
dovranno chiaramente concentrarsi sulle attivit
che sono ad alto rischio di corruzione. Esse
potrebbero includere, per esempio: i versamenti
a scopo caritatevole o di supporto politico, le
note di giustifcazione delle spese, lottenimento
di licenze o di autorizzazioni, e le attivit
dappalto su progetti di grandi dimensioni per cui
concorrono pi imprenditori, intermediari e agenti.
Per iniziare una societ dovrebbe analizzare la sua
storia: loperato dei suoi revisori contabili e i loro
reperti storici, il coinvolgimento del Consiglio
dAmministrazione in attivit di compliance,
lattuale sviluppo dei sistemi di controllo al suo
interno e ogni precedente episodio di frode. inoltre
necessario sapere quali siano le transazioni che
sono sotto la diretta supervisione del management,
e quali invece avvengano in maniera decentralizzata,
determinando i rischi portati da queste ultime.
Lidentificazione delle aree operative a rischio
e delle possibili azioni preventive da attuare al
riguardo costituisce un deciso passo in avanti
verso il rispetto della normativa FCPA, e ridurr
nettamente il rischio di sanzioni.
I controlli interni
Secondo le disposizioni dellFCPA, i controlli
interni allazienda devono riguardare questioni di
natura fnanziaria, normativa e operazionale, e le
relazioni che esse possono avere con le pratiche
anti-corruzione e anti-concussione.
Per sviluppare un ambiente di controllo interno
efficace, il management dovr progettare
metodi, processi e sistemi capaci di assicurare
allorganizzazione che gli sforzi anti-corruzione
da essa intrapresi funzionino come previsto. La
creazione di meccanismi di verifca riguardanti
la conformit allFCPA non potr fornire, infatti,
alcuna difesa da eventuali sanzioni qualora un tale
sistema non sia posto in grado di agire in concreto.
Ogni tipo di transazione soggetta allFCPA,
e il modo migliore per assicurarsi unazione
veloce ed effettiva verso la conformit alle norme
in essa contenute spesso quello di assumere
degli esperti per la progettazione e realizzazione
di uno schema di controllo interno ad hoc.
A questo fne, necessario tenere conto dei seguenti
fattori:
LFCPA vieta ogni tipo di pagamento o offerta di
pagamento, che si tratti di somme di denaro o di
qualsiasi altra cosa di valore. Anche la fornitura
di regali o di servizi gratuiti pu confgurarsi
come una violazione della suddetta legge.
Ai sensi della normativa in analisi, la persona che
compia o che autorizzi un tale pagamento avr
sempre lintento di corrompere, e il suo scopo
sar sempre quello di indurre il destinatario ad
abusare del proprio potere duffcio per dirottare
degli affari sul corruttore o su una qualunque
altra persona.
LFCPA si concentra in particolar modo sui
pagamenti effettuati per ottenere o per conservare
occasioni commerciali, o per indirizzarle verso
specifci individui. Anche se per cadere sotto le
disposizioni della legge, i pagamenti devono
essere effettuati a funzionari stranieri, lazienda
interessata non deve essere necessariamente in
stretto contatto con unistituzione del governo
estero.
I pagamenti effettuati a uffciali stranieri tramite
il passaggio per mani di terzi sono anchessi
vietati.
Lazione in esame non necessita di andare a buon
fne per confgurarsi come mossa da intenti di
corruzione ed essere quindi perseguibile. Una
semplice offerta o promessa sono parimenti
confgurabili come violazione.
Dei controlli effcaci dovrebbero essere progettati
per raggiungere obiettivi specifci. Il sistema di
sorveglianza interno di una societ dovrebbe
includere programmi di monitoraggio e di
supervisione che assicurino lesecuzione coerente e
precisa delle misure di sorveglianza, confermandone
leffcacia di progettazione. Le revisioni contabili
interne devono a loro volta fornire una ragionevole
garanzia che le transazioni in esse presenti siano
accuratamente registrate e completamente spiegate.
Le azioni esecutive dellFCPA, portate avanti
sia dalla SEC che dal Dipartimento di Giustizia
e recanti con esse pesanti sanzioni penali, hanno
sottolineato che la mancanza di adeguati controlli
interni pu portare gravi conseguenze per qualsiasi
azienda che venga trovata a violare la legge. Non
solo: lincapacit di mantenere adeguati controlli
interni pu risultare anche in una causa civile, che
pu portare con s ulteriori multe, ingiunzioni e
perdite di proftti.
Il livello di esecuzione dellFCPA non certamente
destinato a diminuire e, anzi, continuer
probabilmente ad aumentare in quanto a frequenza
negli anni a venire. Le maggiori sfde da affrontare
per una societ che voglia ottenere la conformit a
questa legge sono costituite dalla determinazione
delle aree operative a rischio e dalla progettazione
di controlli che riescano a individuare, o meglio
ancora a prevenire, linsorgenza di ogni tipo di
corruzione. La decisione di non affrontare tali sfde,
procrastinando il raggiungimento della conformit
alla normativa, comporta nellodierno mondo
degli affari un rischio che potrebbe rivelarsi assai
considerevole, oltre che costoso.
Lautore
Clark Keeler Direttore delle Pratiche Forensi,
di Controllo Interno e di Gestione del Rischio
presso Burr Pilger Mayer (BPM). specializzato
nellidentificazione, mitigamento e gestione
del rischio organizzativo e di frode, operazioni
che svolge occupandosi al contempo del
miglioramento infrastrutturale e dei controlli
interni di unazienda. Tra i molti contributi che
ha dato alla sua societ, ha tra laltro sviluppato
il meccanismo di ispezioni interne che ha reso la
BPM capace di raggiungere la conformit alle
disposizioni dellFCPA.
LFCPA e la Cina
Aziende sia americane sia europee sono state multate di centinaia di milioni di dollari per la
violazione della normativa FCPA in Cina. Negli ultimi sette/otto anni, sono state punite oltre
ventisette imprese accusate di aver distribuito nel paese mazzette nellordine delle decine di
milioni, e gli analisti prevedono che limplementazione dellAtto si far sempre pi dura.
Lignoranza sulle disposizioni di una tale legislazione non pu certo fungere da strategia
difensiva. I vertici dazienda possono essere processati anche per bustarelle, consegnate da un
subordinato, di cui non fossero a conoscenza, e dovrebbero quindi osservare molto attentamente
cosa succede in Cina e mettere in moto dei meccanismi di controllo interno.
Le fliali statunitensi dovrebbero anchesse guardare con occhio critico alle proprie operazioni
sempre meglio, per quanto possa essere diffcile, sradicare ogni rischiosa pratica di corruzione
e mostrare la propria volont di implementare una serie di controlli interni, che tapparsi gli
occhi e cercare di non vedere cosa ci sta succedendo attorno. La corruzione un fenomeno
endemico in Cina, ma la portata delle autorit sta diventando sempre maggiore.
-Chris Devonshire-Ellis, Founding Partner, Dezan Shira & Associates
7 China Briefng
Chi pu essere qualificato come
funzionario straniero?
[ A cura di Davidson Charley, Tim Johnson, e Stacy Williams, John Bissell Lord & LLP Liddell ]
L
e disposizioni del Foreign Corrupt
Pr act i ces Act ( FCPA) vi et ano
in maniera generica alle persone
statunitensi, fsiche o giuridiche che
siano, di regalare qualsiasi cosa di
valore a un funzionario straniero, con lo scopo
di sviluppare o di mantenere in vita attivit
commerciali
4
. In altre parole, proibito corrompere i
funzionari governativi stranieri. Nella maggior parte
dei casi, non diffcile rispondere alla domanda: Chi
pu essere qualifcato come funzionario straniero?;
ad esempio, i funzionari eletti a legislatore nazionale
o capo del dipartimento energetico di un paese
saranno senza ombra di dubbio considerati come
tali. Tuttavia, che dire invece di un manager di
medio livello che lavora allinterno di un ente o di
unimpresa di propriet interamente statale? E dello
stesso dipendente ma in un ente o impresa che solo
parzialmente partecipata statalmente? La propriet
diretta una discriminante necessaria ai fni di
una tale qualifcazione, o pu essere suffciente la
propriet indiretta?
Nel corso degli anni, il Dipartimento di giustizia
(DOJ) ha perseguito un gran numero sia di
aziende che di privati per il pagamento di tangenti
a dipendenti di aziende statali quali compagnie
aeree, sanitarie e petrolifere. Tali azioni penali
venivano giustifcate dalla convinzione, da parte del
Dipartimento, che loperato di questi impiegati fosse
caratterizzato dal connotato della strumentalit.
Questo articolo non vuole mettere in discussione la
correttezza o la ragionevolezza dellinterpretazione
che il Dipartimento di Giustizia ha fatto della
strumentalit, includendovi loperato degli enti
statali
5
. Bens, mantenendo salda lipotesi che
gli operatori di enti statali siano inclusi nella
definizione di ufficiale straniero, il nostro
articolo intende fornire delle linee guida per meglio
comprendere quali altre organizzazioni partecipate
dallo Stato siano caratterizzate dallattributo
della strumentalit. Una tale determinazione
di fondamentale importanza, dal momento che
il Dipartimento di Giustizia sembra ritenere che
ogni dipendente di una simile tipologia di entit
sia da considerarsi come funzionario straniero,
indipendentemente dal rango o dalla posizione6.
Stando al Dipartimento di Giustizia, infatti, lFCPA
si applica ai pagamenti effettuati a qualsiasi pubblico
uffciale, indipendentemente da rango o posizione.
LFCPA si concentra sulla causale del pagamento
piuttosto che sui particolari doveri del funzionario
7
.
Poich il DOJ include entro la sua defnizione di
funzionario straniero i dipendenti di imprese statali,
sembrerebbe ragionevole includere tali enti entro
i parametri di ogni programma di conformit. Le
societ potrebbero cos comprendere a fondo ogni
possibilit che si para loro davanti, potendo di
conseguenza analizzare correttamente i potenziali
rischi di ogni transazione.
Defnizioni date dallFCPA
In particolare, lFCPA definisce la figura del
funzionario straniero nella seguente maniera:
qualsiasi funzionario o dipendente di un
Governo straniero, di unorganizzazione
pubblica internazionale, o di qualsiasi agenzia
o dipartimento che assolva una funzione
di strumentalit allinterno dello Stato o,
ancora, qualsiasi persona che agisca a titolo
uffciale per o per conto di qualsiasi Governo
o istituzione, organizzazione o entit pubblica
internazionale
8
.
Il fatto che lFCPA non comprenda nella sua
defnizione di funzionario straniero i dipendenti degli
enti di propriet Statale di particolare rilevanza per
le imprese operanti in Cina. Inoltre, pur facendone
frettolosa menzione, lFCPA non fornisce una
defnizione precisa della nozione di strumentalit.
Lautorevole Blacks Law Dictionary defnisce la
parola strumentalit come: [a] qualcosa che
viene utilizzato per raggiungere un fine o uno
scopo; o un mezzo o unagenzia attraverso la
quale viene espletata la funzione di unaltra entit,
quale per esempio una succursale di un organo di
governo . Una tale defnizione sembra tuttavia
fornire scarse delucidazioni riguardo al quando un
organismo statale debba essere considerato come
caratterizzato da strumentalit. Non del resto vero
che tutti gli enti pubblici, indipendentemente dalla
quota di partecipazione dello Stato, portano avanti
un qualche tipo di obiettivo governativo svolgendo
una funzione?
Mentre la defnizione di funzionario pubblico o
governativo fornito dalla legge straniera potrebbe
risultare utile, se non addirittura convincente, in ogni
situazione, il Dipartimento di Giustizia ha emesso
un parere affermando che tale determinazione non
fondamentale, ed ha dichiarato che emaner a sua
volta una risoluzione in merito allappartenenza
o meno di ogni singolo individuo alla categoria
di ufficiale straniero. Questo parere stato
promulgato in seguito ad una richiesta, pervenuta da
parte di una societ americana, circa le possibilit
di violazione dellFCPA scaturenti dalla frma di un
contratto con una persona straniera. Insieme con la
presentazione del caso, la societ statunitense alleg
la dichiarazione giurata di un avvocato straniero, il
quale asseriva che, in base alle leggi del suo paese, la
persona in oggetto, il direttore generale di una societ
di propriet statale, non era considerato n come
un funzionario del governo n come un pubblico
uffciale . Alla fne, il Dipartimento di Giustizia
dichiar che il cittadino straniero in esame era un
funzionario straniero
11
.
Unaltra potenziale fonte di assistenza nella
defnizione del carattere di strumentalit utilizzato
dallFCPA il Foreign Sovereign Immunity Act
(FSIA), il quale si occupa di limitare la competenza
del potere giudiziario statunitense nellambito
di cause che coinvolgano un governo straniero,
includendo al suo interno una definizione di
strumentalit. Il FSIA defnisce come avente un
legame di strumentalit verso uno Stato straniero
qualsiasi ente
1. Che sia una persona giuridica distinta, sia essa
unazienda o un altro tipo dorganizzazione, e
2. Che sia un organo di uno Stato estero o di una sua
sottoparte, o la cui maggioranza delle azioni o di
altre forme di propriet sia in mano ad uno Stato
estero o sua sottoparte, e
3. Che non abbia n la cittadinanza di uno Stato
americano, n sia stato creato secondo il diritto
di qualsiasi altro Stato terzo
12
.
interessante notare che la normativa FSIA stata
approvata prima di quella FCPA, e non quindi
chiaro perch lFCPA non abbia semplicemente
integrato la defnizione di strumentalit data dal
4
Foreign Corrupt Practices Act, 15 U.S.C. 78dd-1.
5
Courts have recently been asked to address the question of whether employees of state-owned entities are foreign offcials. E.g. U.S. v. Carson, No. SA CR
09-00077-JVS, In the United States District Court, Central District of California. Professor Michael J. Koehler has done extensive work analyzing the FCPAs
legislative history to show that Congress did not intend to include employees of state-owned entities within the defnition of foreign offcial. http://fcpaprofessor.
blogspot.com/2011/02/foreign-offcial-frst.html.
6
U.S. Department of Justice, Lay-Persons Guide to FCPA, http://www.usdoj.gov/criminal/fraud/docs/dojdocb.html.
7
Id.
8
Id. 78dd-1(f)(1)(A).
9
BLACKS LAW DICTIONARY 814 (8th ed. 2004).
10
U.S. Dept of Justice, Opinion Procedure Release 94-01 (May 13, 1994), http://www.usdoj.gov/criminal/fraud/fcpa/opinion/1994/9401.html.
11
Id.
12
28 U.S.C. 1602.
Chi pu essere qualifcato come funzionario straniero?
8 China Briefng
suo predecessore, che si concentrava sullelemento
del possesso di una certa quota di azioni
13
.
comunque chiaro che queste due leggi hanno scopi
completamente diversi. Mentre il FSIA si preoccupa
di stabilire se un governo estero avr o meno
limmunit ai sensi del diritto federale, lFCPA ha
come obiettivo quello di stabilire se sia illegale o
meno corrompere un certo funzionario. Ed proprio
per la profonda differenza di intenti che vi tra le
due leggi che diffcile ritenere che la defnizione
della FSIA potrebbe o dovrebbe applicarsi anche
allFCPA.

Per quanto non


sia mai stata imposta
una defnizione formale
d i s t r u me n t a l i t ,
i l Di par t i ment o di
Gi us t i z i a , ol t r e a
decidere quali siano i
casi di violazione da
perseguire legalmente,
ha fornito alcune linee
guida riguardo al modo
in cui tale espressione
vada intesa nellambito
dellFCPA.

Quando nel 1998 lOrganizzazione per la


Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE)
interrog il Dipartimento di Giustizia americano
circa il modo in cui lFCPA veniva implementato al
riguardo delle nozioni di funzionari stranieri e di
strumentalit, il Dipartimento rispose esponendo
i fattori che esso prendeva in considerazione
per effettuare le sue scelte in merito. Nella sua
risposta, il Dipartimento di Giustizia afferm che
tra i fattori che vengono presi in considerazione
vi in primo luogo la caratterizzazione legale che
lo Stato estero in esame d dellimpresa e dei suoi
dipendenti, ovvero se esso vieta e sanziona o meno
gli episodi di corruzione allinterno delle aziende
pubbliche, in secondo luogo poi da considerarsi
lo scopo dellimpresa, oltre che il grado di controllo
esercitato su di essa da parte del governo straniero
interessato
14 15
.
Due fattori sembrano essere di particolare rilevanza
allinterno di questa spiegazione: (1) lattenzione
data alla caratterizzazione che la legge del paese
straniero d ad una determinata impresa
16
, e (2) il
grado di controllo esercitato su di essa da parte del
governo straniero. Il primo punto abbastanza facile
da comprendere (se un governo straniero ha voluto
caratterizzare una certa impresa e i suoi dipendenti
come funzionari stranieri, la cosa non dovrebbe
essere diffcile da scoprire); il secondo, purtroppo,
non lo altrettanto. Quanto deve essere intenso ed
esteso il controllo statale? E soprattutto, cosa deve
riguardare?
Per comprendere meglio la questione, potrebbe
essere utile dare uno sguardo a delle leggi analoghe,
ovvero leggi che si occupino di controllo. Per
esempio, il diritto degli Stati Uniti proibisce alle
persone sia fsiche che giuridiche che vi risiedono
di partecipare ad alcuni tipi di boicottaggio, oltre
che alla discriminazione dei gruppi protetti. Tali
divieti si applicano ai cittadini americani e alle
organizzazioni che siano fattualmente controllate
da cittadini americani
17
. Le leggi anti-boicottaggio
defniscono un tale controllo fattuale come la
capacit o lautorit dellimpresa madre di stabilire
le politiche generali e di controllare quotidianamente
loperato delle sue fliali o uffci di rappresentanza
allestero, o comunque di ogni sua estensione in
territorio straniero
18
. Anche il Code of Federal
Regulations fornisce alcune indicazioni che possono
essere utili per meglio delineare la defnizione di
controllo. Esso fornisce, infatti, alcuni principi
guida tramite la seguente elencazione non esaustiva
di presunzioni semplici che renderebber o evidente
una tale situazione:
1. Diritto di propriet (diretta o indiretta) su oltre
il 50% dei titoli con diritto di voto;
2. Diritto di propriet (diretta o indiretta) su oltre
il 25% dei titoli con diritto di voto della fliale
estera, qualora nessun altro ne controlli una
percentuale pari o superiore;
3. La controllata estera gestita in base ad un
contratto di gestione in esclusiva;
4. La maggioranza dei membri del Consiglio di
Amministrazione della controllata anche
membra dellanalogo organo di governo della
sede domestica;
5. Il potere di nominare la maggior parte del
Consiglio dAmministrazione;
6. Autorit di nominare il Direttore Generale
19
.
Viger quindi una presunzione di controllo da
parte dellazienda statunitense sulla fliale estera
dal momento in cui la prima possegga una quota
uguale o maggiore al 50% della seconda. Allo stesso
modo, la societ americana avr il controllo fattuale
dellentit straniera possedendone il 25% dei titoli
con diritto di voto, qualora non vi siano terzi soggetti
che ne posseggono una fetta superiore. Ancora,
la societ statunitense verr considerata come in
posizione di controllo rispetto a quella straniera
ogni volta che ne gestisca loperato in virt di un
contratto di gestione in esclusiva, che ne nomini
la maggioranza del Consiglio dAmministrazione,
o che detenga il potere di nominarne il Direttore
Generale.
Conclusioni
LFCPA non stabilisce in maniera univoca quali
enti o imprese siano caratterizzati dallattributo
della strumentalit. Ciononostante, una defnizione
pi precisa di tale connotato possibile, ed ci
che abbiamo cercato di fare con questo articolo.
Abbiamo visto ad esempio come un ente che sia
interamente di propriet statale sar pressoch
sicuramente caratterizzato da strumentalit. Ogni
fattispecie diversa da quella precitata richieder
tuttavia una valutazione accurata al fne di stabilire
il possesso o meno degli attributi di strumentalit.
La mancanza di una definizione precisa rende
ancora pi rilevante limportanza della due diligence
qualora si svolgano operazioni allestero, allo
scopo di determinare il ruolo rivestito dal governo
straniero nellambito di suddette transazioni. Dopo
che un tale ruolo sia stato stabilito con sicurezza,
sar possibile decidere se il personale dellentit
con cui ci si relaziona debba essere trattato o meno
da funzionario straniero.
13
In Dole Food Co. v. Patrickson, 538 U.S. 468, 472 (2003), the United States Supreme Court interpreted this defnition to require direct ownership by the foreign
government.
14
U.S. Department of Justice, U.S. Response to the Phase I Questionnaire (Oct. 30, 1998), http://www.usdoj.gov/criminal/fraud/fcpa/docs/response1.pdf.
15
Id.
16
While the DOJ may consider this factor, we also know that the DOJ does not believe this factor to be dispositive. U.S. Department of Justice, Opinion Procedure
Release 94-01 (May 13, 1994), http://www.usdoj.gov/criminal/fraud/fcpa/opinion/1994/9401.html.
17
15 C.F.R. 760.1(c).
18
Id.
19
15 C.F.R. 760.1(c)(5)(i)-(vii).
9 China Briefng
G
li agenti federali e statali incaricati
di far rispettare le norme dellFCPA
possono eff et t uar e i ndagi ni
o pr esent ar e un mandat o di
perquisizione senza il bisogno di
alcun preavviso. Per questo motivo di primaria
importanza per ogni societ la previa attuazione
di una serie di procedure di controllo interno che
ne dimostrino la conformit alla legge in caso di
indagini, soprattutto dal momento che la difesa
avr inizio nellistante in cui gli agenti busseranno
alla sua porta. Questo articolo si propone di
presentare alcune linee guida per la creazione di tali
procedure allinterno della Vostra azienda, sperando
naturalmente che non abbiate mai bisogno di usarli.
LINEE GUIDA
Scegliere un Designato
Aziendale
Ai fini del raggiungimento della conformit
dellimpresa alle disposizioni dellFCPA,
importante in primo luogo designare almeno una
persona di contatto primario e una di contatto
alternativo (il designato) cui rivolgersi per
questioni a essa attinenti. Una volta che queste
persone siano state scelte, tutto il personale di ogni
livello e di ogni sede dovr essere a conoscenza
della loro esistenza ed averne accesso in qualunque
momento ne sia necessario lintervento.
Il dovere primario del Designato sar quello di
relazionarsi con gli agenti che dovessero eseguire
un mandato, coordinandosi a tale scopo con il
consulente legale della societ. Egli dovr avere
familiarit sia con i consulenti interni dellazienda
sia con eventuali consulenti esterni, e avere
la possibilit di contattarli quando richiesto.
Poich la tempistica un elemento fondamentale
nellaffrontare eventuali controlli, il Designato dovr
sempre essere pronto a informare tempestivamente
lo staff legale dellazienda, cosicch esso possa
presenziare, se possibile, in caso di esecuzione di
un mandato.
Parimenti, il Designato dovr avere una certa
familiarit con le procedure di relazione con
gli agenti, evitando ad esempio di presentare
dichiarazioni false o fuorvianti. Qualora, infatti, un
Designato o altro dipendente faccia dichiarazioni
false che infuiscano sullo svolgimento dellindagine
penale, egli o ella sar a sua volta passibile di
sanzioni legali. Il Designato dovr inoltre assicurarsi
che la societ non distrugga, elimini o modifchi i
dati contenuti nei propri registri dopo che sia stata
richiesta la presentazione della documentazione
contabile. La distruzione o linquinamento delle
prove avr, infatti, serie conseguenze sia sotto la
legge statale che federale.
Il primo contatto con
gli agenti del governo
Se gli agenti governativi dovessero presentarsi
presso unazienda, chiunque sia il primo ad averci
a che fare generalmente sar chi lavora alla
reception dovr sapere esattamente che cosa fare
e chi contattare. Se in progetto lesecuzione di
un mandato di perquisizione sar probabilmente
presente un gran numero di agenti, spesso anche
armati (non raro che raggiungano le 15-20 unit),
che si identifcheranno come uffciali di polizia
giudiziaria.

Di fronte ad un
simile assalto, non sar
cosa semplice per gli
impiegati seguire i passi
necessari a proteggere la
propria azienda, almeno
che t al i pr ocedur e
non si ano gi st at e
previamente discusse
ed adot t at e. Quest e
misure iniziali sono di
rilevanza essenziale per
evitare che agli agenti sia
dato completo accesso
ai registri societari,
ignorando in toto i diritti
dellimpresa stessa e dei
suoi dipendenti.

Le linee guida che elencheremo di seguito dovrebbero


essere seguite scrupolosamente per affrontare in
modo corretto ed effcace il contatto iniziale con gli
agenti. Per quanto esse siano importanti, forse di
importanza ancora maggiore garantirsi la sicurezza
che chiunque sia il primo a venire in contatto con
gli agenti in caso di visita a sorpresa sappia cosa
fare e come farlo.
Egli dovr:
Segnalare immediatamente la presenza degli
agenti al Designato Aziendale.
Ri chi eder e al l agent e un document o
didentifcazione uffciale come, ad esempio,
distintivo o carta didentit, procedendo quindi
a registrarne nome e informazioni di contatto.
Chiedere allagente di andarsene qualora si
rifuti di identifcarsi e, se necessario, chiamare
la polizia locale.
Chiedere allagente di aspettare larrivo del
Designato.
Questultimo dovr:
Presentarsi tempestivamente in caso di chiamata
da parte della reception.
Condurre lagente in una stanza dove sia il
Designato che un ulteriore membro dello staff,
quale ad esempio il manager o il supervisore del
dipartimento, potranno discutere sulle questioni
relative alle indagini.
Chiedere che gli agenti attendano larrivo
del consulente legale della societ prima di
procedere alla perquisizione. Ciononostante, gli
agenti non hanno alcun obbligo di attendere, e
il Designato non dovr impedire linizio della
perquisizione qualora gli agenti si rifutino di
aspettare.
Fare riferimento alle linee guida concernenti le
perquisizioni qui di seguito nel caso che venga
presentato un mandato uffciale. Se invece non
viene presentato alcun mandato, il Delegato
dovr assicurarsi che il o la receptionist non lasci
Cosa fare in caso di controlli
governativi sulla conformit
della Vostra impresa alle norme
FCPA?
[ A cura di Davidson Charley, Tim Johnson, e Stacy Williams, John Bissell Lord & Liddell LLP ]
Cosa fare in caso di controlli governativi sulla conformit della Vostra impresa alle norme FCPA?
10 China Briefng
entrare gli agenti negli uffci e che non frmi
alcun atto che acconsenta alla perquisizione.
Accompagnare gli agenti durante lintera durata
della loro permanenza nei locali aziendali,
appuntando, se possibile, i luoghi ispezionati, le
persone interrogate, e i dati che sembrano essere
di loro preponderante interesse.
Informare della perquisizione il Direttore della
Comunicazione, lAmministratore Delegato e il
Consiglio dAmministrazione.
Gestire tutte le richieste fatte dagli agenti.
Organizzare una squadra adibita alla raccolta
di materiali utili ai fni di uneventuale difesa
legale, che esegua una valutazione interna delle
questioni in esame.
Identificare e contattare le unit operative
interessate nellinchiesta, basandosi sul mandato
presentato dagli agenti, o su qualunque altra
informazione da essi fornita.
Linterrogatorio da parte
degli agenti governativi
Durante lesecuzione del mandato di perquisizione
probabile che gli agenti cerchino di interrogare
i dipendenti. Quello dellirruzione per loro il
momento migliore in cui fare domande, giacch gli
impiegati, nella maggior parte dei casi, saranno presi
dal panico e non saranno pronti a dare delle risposte
preparate. Chiaramente la societ non dovrebbe
mai ostacolare o vietare il contatto tra dipendenti e
agenti, ma i punti che elencheremo qui di seguito
andrebbero adeguatamente compresi e assimilati per
preparare una linea difensiva da parte della societ
in caso di perquisizioni.
Gli agenti possono richiedere, senza alcun
preavviso, di interrogare i dipendenti mentre
essi stanno lavorando.
Gli agenti potrebbero aspettare e contattare gli
impiegati direttamente nelle loro abitazioni,
dopo lorario di lavoro.
I dipendenti non sono obbligati a parlare con
gli agenti. Detto ci, la societ pu mettere un
lavoratore a disposizione per il colloquio con
gli agenti facendo proposte in merito allorario
e al luogo giudicati pi convenienti per tutti i
soggetti coinvolti. Si raccomanda alle societ di
non rifutare convocazioni fatte da un agente nei
confronti di un impiegato, a meno che lassenza
di questultimo dal suo posto di lavoro crei in
quel momento problemi di sicurezza in azienda.
Se i dipendenti sono invitati a essere sottoposti
ad interrogatorio da parte di un agente, essi
avranno il diritto di parlare con un avvocato
prima di accettare, oltre ad avere il diritto
ad avere la presenza dello stesso, durante il
colloquio.
Se il dipendente sottoposto a un colloquio,
egli avr il diritto di interromperlo in qualsiasi
momento.
Se il dipendente sottoposto a un colloquio, sar
opportuno che lazienda provveda a contattarlo
al pi presto appena esso sia fnito, al fne di
discutere lintervista con i consulenti aziendali.
Lazienda pu fornire un avvocato ai dipendenti
si a pri ma che durant e l o svol gi ment o
dellinchiesta. -Se i dipendenti accettano di
essere intervistati dovranno dire sempre la verit,
anche se non sono sotto giuramento.
La richiesta di documenti
da parte del Governo
Citazione in giudizio
Tr a l e di ver se vi e a di sposi zi one degl i
agenti governativi ai fini della raccolta della
documentazione, vi la citazione in giudizio.
Qualora debba far fronte a un tale atto, la societ
dovr considerare quanto segue:
Gli agenti emettono spesso citazioni in giudizio
richiedenti la produzione dei documenti relativi
alle questioni in esame.
Potrebbe essere utile richiedere il supporto di un
consulente penale esterno.
La citazione in giudizio generalmente non
comporta che i documenti richiesti debbano
essere forniti immediatamente.
Il consulente esterno pu contattare il procuratore
del governo associato alla citazione giudiziale
in esame, per richiedere informazioni sulle
indagini o aiuto per problemi di natura logistica
(richiedendo, ad esempio, un maggior lasso di
tempo per la preparazione della causa).
Potrebbe risultare altres necessaria lemanazione
di una circolare atta alla conservazione dei
documenti e delle registrazioni contabili, anche
in forma elettronica.
Nessuna documentazione deve essere fornita
ad alcun agente senza la previa approvazione
da parte del consulente legale della societ.
Al fne di aver sempre presenti quali documenti
siano stati forniti in risposta alla citazione in
giudizio, bisogna procedere alla produzione di
un indice che li elenchi, oltre che a una copia
separata di ogni documento presentato.
Fare attenzione a non riprodurre alcun tipo
di documento riservato e confidenziale,
quali per esempio quelli relativi al rapporto
pr i vi l egi at o cl i ent e- avvocat o o al l a
produzione non divulgabile dellavvoca
to.
Deve essere il consulente ad esaminare i
documenti per determinare se ad alcuni debbano
applicarsi dei privilegi. Pu essere altres
opportuna la creazione di un registro apposito
per tali carte.
Nel caso vi sia un preavviso riguardante la
futura indagine governativa, nessun documento
o dato elettronico deve essere distrutto o
eliminato senza la previa autorizzazione del
Direttore della Comunicazione o del Consiglio
dAmministrazione.
Mandato di perquisizione
La pi invadente, traumatica e preoccupante
visita da parte degli agenti del Governo ha luogo
quando questi sono in possesso di un mandato
di perquisizione. Lesecuzione di un mandato
di perquisizione in genere attuata da un team
composto da numerosi agenti o investigatori, recanti
con s contenitori vuoti da riempire con i registri
aziendali, oltre che supporti hardware per la copia
dei documenti informatici. Tale ricerca viene inoltre
spesso videoregistrata.
Lesecuzione di un mandato di perquisizione un
evento di grande visibilit, che pu essere riportato
dai media locali e causare forti preoccupazioni
tra i dipendenti. Saper gestire una situazione cos
invadente e ansiogena molto importante. Per
fare ci al meglio, sono dunque da considerarsi le
seguenti linee guida:
Durante lesecuzione di un mandato di
perquisizione, gli agenti hanno il diritto di
sequestrare immediatamente tutti i documenti
sensibili.
I responsabili designati dovrebbero chiedere una
copia del mandato e controllarne la veridicit.
La legge federale prevede inoltre che una copia
debba essere fornita anche al proprietario
dellimpresa ispezionata, o ad un terzo che ne
faccia le veci. Il Designato dovr leggere il
mandato con estrema cura, facendo attenzione
a quali siano nello specifco i locali passibili di
perquisizione e gli oggetti che possono essere
sequestrati. Ai sensi della legge federale, almeno
che non sia indicato altrimenti allinterno del
mandato stesso, la ricerca dovr essere condotta
ad un orario compreso tra le 6 del mattino e
le 10 di sera, ed entro non pi di 10 giorni
dallemissione del mandato stesso. Qualora tali
disposizioni non vengano rispettate, il Designato
dovr cortesemente opporsi alla ricerca ed
annotare lorario di arrivo e di partenza degli
agenti, senza tuttavia impedire il loro operato
se le obiezioni non dovessero funzionare.
Anche se non ne necessaria la produzione, il
Designato dovrebbe comunque chiedere agli
agenti laffdavit a sostegno del mandato di
perquisizione.
Il Designato non dovr fare domande agli agenti
sulle motivazioni della ricerca, n chiedere
informazioni sulla natura delle indagini.
Il Designato non dovr in alcun caso ostacolare
gli agenti, ma piuttosto supervisionarli ed
accompagnarli in ogni momento, appuntandosi
ogni luogo perquisito ed ogni oggetto
sequestrato, chiedendo inoltre una copia di
ognuno di questi ultimi.
Gli agenti sono autorizzati a prelevare la
versione originale dei documenti e degli altri
oggetti specifcati dal mandato.
Il Designato dovrebbe richiedere la presenza del
Consulente Generale o di un consulente esterno.
Se gli agenti si rifutano di attendere larrivo del
consulente, o se i funzionari sopracitati non sono
rintracciabili, il Designato dovr:
Leggere nuovamente il mandato per
assicurarsi di averne compreso la portata.
Scortare gli agenti al luogo in cui in cui sono
conservati i registri richiesti.
Osservare attentamente loperato degli
agenti, prendendo nota dei documenti
sequestrati che esulino dallambito del
mandato.
Informare gli agenti sulla presenza
di qualsiasi documento privilegiato e
richiederne il rispetto della segretezza.
Cooperare e non cercare di impedire o
ostacolare il prelievo di documenti.
Non i nt erferi re i n al cun modo con
lesecuzione del mandato di perquisizione
da parte degli agenti.
Sar necessario richiedere le copie di tutti i
documenti originali prelevati dagli agenti.
Quanto ai dati informatici, il Designato dovr
chiedere che gli agenti facciano un back-up
Cosa fare in caso di controlli governativi sulla conformit della Vostra impresa alle norme FCPA?
del server o del disco rigido, per consentire
allimpresa di continuare il proprio lavoro anche
dopo la rimozione dei dati.
La societ deve informare i propri dipendenti
per iscritto sui loro diritti in merito ad eventuali
domande che vengano loro rivolte da parte
degli agenti federali. Gli impiegati devono
essere informati sulleventualit di un contatto
da parte degli agenti, e sul loro diritto ad essere
accompagnati da un consulente legale durante
lo svolgimento di ogni interrogatorio. Gli
impiegati dovranno essere inoltre informati
per iscritto della necessit che tutti i documenti
societari vengano conservati, e che sia evitata
leliminazione o la distruzione di registri, siano
essi cartacei o di natura informatica, mettendo
da parte ogni precedente politica in materia di
conservazione fles che contrasti con questa
necessit sopravvenuta.
La societ dovrebbe valutare la possibilit di
fornire a proprie spese consulenza legale ai
propri dipendenti.
Per alleviare lansia dei propri dipendenti, la
societ dovrebbe prendere in considerazione
lopzione di lasciar loro libero il resto della
giornata.
Assicurarsi che ogni tipo di attenzione alla
vicenda da parte dei media sia dirottata sul
Designato o sul responsabile della comunicazione
dellazienda.
Considerazioni fnali
La comparsa di agenti governativi allingresso
della vostra azienda pu rivelarsi unesperienza
sconvolgente. Poich il modo in cui reagirete a un tal
evento sar fondamentale ai fni della vostra difesa,
la cosa migliore da fare per proteggere i diritti della
societ e dei suoi lavoratori sar la preparazione
preventiva di alcune istruzioni e procedure da
seguire; sapere, infatti, come comportarsi nel caso
in cui una simile visita abbia effettivamente luogo,
potr essere daiuto.
Autori
Charley Davidson uno dei partner di
Locke Lord. Ha rappresentato legalmente
un gran numero di individui e di imprese
sospettati di crimini societari.. Mr.
Davidson stato per quattro anni assistente
del procuratore nel distretto meridionale
delle procure statunitensi. Allinizio della
sua carriera ha trascorso inoltre sette anni
presso luffcio del procuratore distrettuale
di Harris County, dove stato Chief Felony
Prosecutor per tre anni.
Tim Johnson il co-presidente di Locke
Lords White Collar Criminal Defense
and Internal Investigations, ed stanziato
nella sede di Houston. stato procuratore
distrettuale del Texas dal 2008 al 2010,
guidando di conseguenza uno dei pi
grandi uffci investigativi nel paese. Mr.
Johnson ha quasi due decenni di esperienza
con uno studio privato che rappresenta
individui e aziende di fronte a cause legali
mosse dal governo statunitense e dalle sue
numerose agenzie.
Stacy Williams uno dei partner di Locke
Lord, si occupa di complesse controversie
commerciali ed ha una vasta esperienza
nel campo delle indagini interne e
governative. Inoltre, Ms. Williams fornisce
consulenza ai clienti su un ampio spettro
di problematiche, tra le quali: corporate
governance, conformit alla legislazione
FCPA, conformit alle norme antitrust,
class action, requisiti di controllo per le
esportazionie Commodities Exchange Act.
Casi recenti riguardanti lFCPA in Cina
2008
Avon Products Inc. inizia unindagine interna sulle violazioni dellFCPA in Cina.
2009
Morgan Stanley segnala alla SEC di aver avuto problemi riguardanti lFCPA e licenzia un dirigente a Shanghai.
Control Components, Inc. viene dichiarata colpevole di aver violato le disposizioni anti-corruzione dellFCPA, e accetta il pagamento di una sanzione
da 18,2 milioni di dollari per le mazzette consegnate ai dipendenti della China National Offshore Oil Company.
UTStarcom stipula un accordo di non-azione penale con il Dipartimento di Giustizia e con la SEC, accettando di pagare una multa di 1,5 milioni di
dollari a ognuna. La sua controllata cinese aveva speso quasi 7 milioni di dollari per pagare ai dipendenti di una societ di telecomunicazioni statale
un totale di 225 viaggi di formazione allestero tra il 2002 e il 2007.
2010
Daimler AG e le sue controllate, tra cui quelle cinesi, accettano di pagare 93,6 milioni dollari in sanzioni penali al Dipartimento di Giustizia e patteggiano
la causa anche con la SEC, acconsentendo a pagare a questultima 91,4 milioni dollari per la restituzione di utili indebitamente acquisiti. La fliale
cinese di Daimler AG era accusata di aver effettuato pagamenti illeciti per oltre 5,6 milioni di dollari a funzionari del governo cinese (tra i quali vi
erano anche impiegati di una divisione della Sinopec).
Veraz Networks, Inc. paga 300.000 dollari alla SEC per aver corrotto funzionari statali sia in Cina che in Vietnam.
RAE Systems patteggia una causa con la SEC e il Dipartimento di Giustizia, per un totale di 2,9 milioni di dollari.
Maxwell Technologies Inc. che, secondo testimonianze, ha corrotto funzionari del Governo cinese e falsifcato i propri registri, paga 8 milioni di dollari
di sanzioni FCPA e 6,3 milioni di dollari di sanzioni civili.
Marzo 2011:
IBM paga 10 milioni di dollari per patteggiare una causa FCPA riguardante una serie di pagamenti illegali effettuati ad uffciali del Governo cinese
sotto forma di viaggi di formazione.

Volume XII - Numero V
In questo numero:
Il Dodicesimo Piano Quinquennale e i settori in cui gli
investimenti esteri sono incoraggiati: priorit in evoluzione
Incentivi Fiscali nel Settore Ambientale: IRES, IVA e
Business Tax
Il Mercato dellEnergia Rinnovabile in Cina
Il Ruolo chiave degli investitori stranieri nellindustria
eco-sostenibile in Cina
Aggiornamenti legali e fiscali da Dezan Shira & Associates
Notizie on-line su: www.china-briefng.com/news/it
Inglese Francese Tedesco Italiano Spagnolo
Benvenuti a questo numero di China Briefng
I
l team di China Briefing ha avuto a che fare con il
settore dello sviluppo sostenibile pi volte e a pi
riprese negli ultimi anni, sapendo della necessit di
affrontare largomento, senza per, essere sicuro sul
modo in cui affrontarlo e su come poter apportare
valore alla discussione tramite il proprio expertise, fino
a quando il Catalogo per gli Investimenti Stranieri e il
dodicesimo Piano Quinquennale hanno posto tali tematiche
ancora di pi sotto i rifettori.
Viste le circostanze, ci occuperemo in questo numero della
promozione governativa di questo settore portata avanti
tramite le revisioni al Catalogo per gli Investimenti Esteri
e dal nuovo Piano Quinquennale. La maggior parte dei
commenti rivolti al catalogo hanno descritto questi documenti
comeverdi, perch? Con questo numero vi forniremo alcune
delucidazioni, corredate da dati specifci.
Daremo quindi un breve sguardo allo stato di sviluppo
dellenergia rinnovabile in Cina e discuteremo in maniera
approfondi t a gl i i ncent i vi fi scal i a carat t eri zzazi one
ambientale, prima di concludere con una panoramica sugli
investimenti straniero nel settore delle costruzioni sostenibili.
Questo numero si propone di aiutare linvestitore straniero
medio - non un esperto di energie rinnovabili alla BP o un
guru della Cina alla GE o alla Siemens - a ottenere una
comprensione basilare sugli sviluppi di questo settore e su
come essi possano essere appetibili per gli investitori stranieri.
Speriamo Vi sia daiuto!
Distinti saluti,
Alberto Vettoretti
Managing Partner
Dezan Shira & Associates
Editore, Asia Briefng
Tutto il materiale e i contenuti sono protetti da 2011 Asia Briefng Ltd.
Nessuna riproduzione, copia o traduzione di materiale permessa senza il consenso dell'editore. Contattate: editor@china-briefng.com
La copertina artistica di questo mese
Monika Lin, artista basata a Shanghai, ha esposto le sue opere in gallerie, centri espositivi e musei sia statunitensi che europei. Dopo aver insegnato teoria
e pratica pittorica presso il Kansas City Art Institute, dal 2006 al 2008 stata direttrice creativa di Iuniverse, a Shanghai. In Cina, ha svolto recentemente
alcune mostre personali, tra le quali Medusa nel 2010 e Child Palace nel 2009, presso la Shanghai Art Laboratory Gallery, oltre ad aver esposto,
insieme ad altri artisti, presso Art Beijing, Shanghai Fine Art Museum e OV Gallery.
Lopera riprodotta per cortesia dellartista e della Art Labor Gallery. Questultima divenuta un rinomato e frizzante spazio artistic a Shanghai, ospitando alcuni dei
migliori artisti cinesi e internazionali. LArt Labor Gallery si trova a Shanghai, nella ex concessione francese, presso ledifcio n.4, al civico570 di Yongjia Lu.
www.artlaborgallery.com; info@artlaborclub.com
3 China Briefng
I
l nuovo Foreign Investment Catalogue
ci nes e, che aggi unge di ver s e
industrie verdi nella categoria degli
investimenti esteri da incoraggiare,
e il 12 Piano Quinquennale, che
stato accolto come il pi verde della storia,
contribuiscono a rendere ancora pi evidente
la recente infatuazione del Paese per il settore
dello sviluppo sostenibile.
Negli ultimi anni i propositi del Governo
in tale ambito sono diventati sempre pi
cristallini, e lesecutivo sta spingendo verso
un percorso di sostenibilit nel modo che lha
sempre contraddistinto: investendo ingenti
quantit di denaro nel settore e concentrandosi
sulla tecnologia a esso relativa, la cosiddetta
tecnologia verde. Per quanto tale tecnologia
sia oggi sotto i rifettori e se ne senta parlare
sempre pi spesso, le sue caratteristiche
possono non essere del tutto chiare per gli
investitori stranieri interessati al mercato
cinese; di seguito alcuni approfondimenti:
Per dare una spiegazione pi esaustiva, il
concetto di tecnologia verde descrive una
categoria dominante simile alle tecnologie
pulite ovverosia quella serie di meccanismi
atti a minimizzare lammontare di emissioni
prodotte per unita. Vi rientrano sia le
energie rinnovabili (quali leolico, il solare,
lidroelettrico, le biomasse e i biocarburanti, e
via discorrendo), in altre parole fonti di energia
che si possono ricostituire naturalmente, sia le
tecnologie sostenibili.
Useremo entrambi questi termini negli articoli
di questo numero.
Lenergia - pulita, verde, rinnovabile,
sostenibile, o comunque si voglia chiamare -
al centro della discussione relativa alle
tecnologie verdi per due semplici ragioni:
(1) la domanda di energia sostenibile sta
crescendo in maniera esponenziale in tutto il
mondo, e in particolare in Cina, considerato
inoltre, le limitate fonti tradizionali di energia
(2) le emissioni generate dai sistemi attuali
di produzione energetica sono motivo di
preoccupazione in chiave ambientale.
Per quanto la Cina sia stata spesso criticata
per il suo modello di crescita economica senza
alcun freno n apprensione per lambiente,
di recente non si pu certo rimproverare una
mancanza dinteresse sul tema dello sviluppo
dellenergia pulita e sostenibile. Il pi grande
investimento privato sullenergia pulita nel
mondo nel 2010 ha, infatti, avuto luogo nel
gigante asiatico, dove ha raggiunto un totale
di 54,4 miliardi di dollari, superando i 41,2
miliardi di dollari della Germania e i 34
miliardi di dollari degli Stati Uniti. Gli obiettivi
minimi in termini di energia ottenuta da fonti
pulite stabiliti dai governi cinese e tedesco
consentiranno secondo gli analisti una rapida
risalita delle classifche degli investimenti da
parte dei due paesi.
Molte delle pubblicazioni riguardanti il
settore delle energie rinnovabili in Cina
indicano gli incentivi fscali come uno degli
strumenti chiave utilizzati dal Governo per
portare avanti lo sviluppo del settore. Per
quanto stiano emergendo nuovi incentivi
fscali specifcamente indirizzati al settore,
i tre gruppi dincentivi degni di maggior
attenzione sono quelli espressamente citati
dalla Legge sullimposta sul reddito delle
societ (IRES) e dai suoi regolamenti attuativi.
Essi comprendono gli incentivi destinati alle
imprese high-tech e new-tech (che possono
includere quelle del settore verde), oltre che le
detrazioni di IVA e Business Tax previste per
le societ che forniscano servizi di risparmio
energetico, in atto a partire dal gennaio 2011.
Lassistenza fnanziaria dello Stato nei confronti
del settore delle energie rinnovabili si realizza
anche sotto forma di sovvenzioni e incentivi
(in particolare per lenergia eolica e solare),
e di spesa da parte di veicoli di investimento
di propriet statale. Altri ruoli chiave sono
ricoperti da programmi di concessione, di
collegamento obbligatorio alla rete energetica,
di acquisto di energia elettrica, e di quote di
mercato, oltre che dalla condivisione dei costi
e dal mercato delle emissioni.
Gli incentivi e il supporto del governo
nel settore delle energie rinnovabili, si
riscontrano anche a livello locale. Un
intervento particolarmente intenso ad esempio,
avvenuto nella provincia dello Jiangsu, in cui
sono locate la maggior parte delle aziende il cui
operato collegato alla protezione ambientale,
eccellendo in particolar modo nel settore
dellenergia eolica. La provincia costruir
impianti eolici intertidali e off-shore per un
totale di 7000 MW entro il 2020. La citt che
si trova al centro di questo piano di sviluppo
Nantong, che a oggi, ha gi una capacit di 992
MW di energia eolica, ma punta ad arrivare a
3000 MW entro il 2015.
Le citt della provincia dello Jiangsu stanno
ridefnendosi nel loro complesso attraverso
sviluppi nel settore della sostenibilit. Un altro
esempio di grande rilevanza costituito dalla
citt di Yixing, tradizionalmente nota per il
suo t verde e per le sue teiere dargilla, che
possiede oggi un parco industriale che offre sia
esenzioni che riduzioni fscali consistenti (fno
a cinque anni) per la costituzione di societ
incentrate sullo sviluppo di tecnologia verde.
Il vento della sostenibilit sta soffando verso
la Cina, ed davvero forte.
Vento in poppa per lo sviluppo
eco-sostenibile in Cina
4 China Briefng
I
l pr i mo di apr i l e i l Nat i onal
De v e l o p me n t a n d Re f o r m
Commission (NDRC) e il Ministero
del Commercio (MOFCOM) hanno
emesso un progetto di revisione del
Catalogue for Guiding Foreign Investment
in Industry (Catalogo per Direzionare
gli Investimenti Esteri nellIndustria o,
pi sempl i cement e, i l Cat al ogo) .

Tra le tante revisioni del Catalogo proposte,
spicca un taglio leggermente pi verde
sia per quanto riguarda gli investimenti
stranieri incoraggiati che il dodicesimo Piano
Quinquennale nel suo complesso.
Il Catalogo
Introdotto per la prima volta nel 1995, il
Catalogo stato rivisto quattro volte fno ad
oggi. Stipulando tre diverse classifcazioni
per gli investimenti esteri (rispettivamente
incoraggiati, limitati e proibiti), il
Catalogo stato a lungo un elemento decisivo
nellorientamento delle strategie di apertura
del mercato cinese.
La suddetta distinzione tra investimenti
incoraggiati, limitati e proibiti lascia
ogni altra casistica da considerarsi come
meramente consentita.
Nel 2010, il NDRC e il MOFCOM hanno
permesso ai loro equivalenti locali di approvare
i progetti a investimento straniero facenti parti
delle categorie di investimenti incoraggiati
o permessi e che non superino i 300 milioni
di dollari di esborso totale.
Principali aggiunte
riguardanti la categoria
degli investimenti
incoraggiati
La proposta di rinnovo del Catalogo si
concentra sulla promozione degli investimenti
esteri nel settore manifatturiero di alto
livello, comprendendo settori quali nuove
tecnologie, servizi di carattere innovativo,
nuove energie, risparmio energetico e industrie
environmentally- friendly.
Un rilevante numero di aggiunte fatte alla
categoria degli investimenti incoraggiati sono
legate a questioni ambientali, tra cui:
Fabbricazione di attrezzature atte alla
produzione di energia rinnovabile
Compresi i cuscinetti utilizzati per i
generatori di energia eolica (tra i quali vi
sono: cuscinetti dellalbero primario del
generatore eolico a turbina da 1,5 megawatt
o superiore, cuscinetti per laumento della
velocit, cuscinetti a dinamo, ecc) e i
meccanismi di trasmissione utilizzati per
lenergia eolica, lenergia nucleare o per i
treni ad alta velocit
Fabbricazione di componenti essenziali
per lo sviluppo di veicoli a basso consumo
e per la costruzione di stazioni di carica di
batterie
Comprese le batterie ad alta energia, gli
anodi per batterie, i separatori di batterie,
i sistemi di gestione delle batterie, i sistemi
di gestione dei motori, lintegrazione di
controlli elettronici per i veicoli elettrici
(con un limite di possesso azionario del
50% per gli investitori stranieri)
Produzione di strumenti ad alta effcienza
energetica e riduzione delle emissioni nel
settore tessile
fornita una descrizione pi dettagliata dei
progetti qualifcati di risparmio energetico
ed ecologico rispetto al passato
Tecnologia di depurazione delle acque
Compresi sistemi di depurazione marina
dellinquinamento da idrocarburi e
tecnologie di recupero ecologico, oltre
allo sviluppo dei prodotti a essi connessi,
tecnologie di prevenzione e trattamento
delleutrofzzazione dellacqua del mare,
tecnologia di prevenzione e trattamento di
disastri connessi alla crescita della fauna
marina e tecnologie di recupero degli
equilibri ecologici delle zone costiere
Riciclaggio
Compresi ri ci cl aggi o di ri fi ut i da
costruzione, rifiuti plastici, elettrici e
prodotti elettronici, derivanti da automobili,
da apparecchiature elettriche e batterie, da
gomma e metalli, riciclaggio di batterie;
costruzione e messa in funzione dimpianti
di riciclaggio.
Fatta eccezione per le aggiunte di cui sopra,
la qualifcazione environmentally- friendly
stata inserita nella descrizione di diversi
progetti in cui non appariva in precedenza,
come ad esempio nella sezione riguardante la
produzione di tipologie di materiali e sostanze
chimiche specifche (ivi compresi i frigoriferi,
detersivi e detergenti, fno ad aerei e materiali
aerospaziali).
Il dodicesimo Piano Quinquennale
e i settori in cui gli investimenti
esteri sono incoraggiati: priorit in
evoluzione
[A cura di Jennifer Park, Shelly Zhao, Asia Briefng]
Incoraggiati
Gli investimenti classifcati come incoraggiati
saranno presumibilmente approvati in modo
automatico e potranno benefciare di incentivi
fiscali preferenziali. In virt delle recenti
modifche, progetti fno a 300 milioni di dollari
vedranno ora garantita la propria approvazione
da parte dalle autorit governative locali.
Consentiti
Nella categoria degli investimenti esteri
classifcati come consentiti rientrano tutti i
progetti che non sono esplicitamente elencati
allinterno del Catalogo. Anchessi saranno
presumibilmente approvati in modo automatico,
ma senza beneficiare di incentivi fiscali
preferenziali attribuiti ai settori incoraggiati.
Limitati
Le industrie limitate dovranno aspettarsi
una maggiore attesa per lapprovazione dei
propri investimenti poich essi saranno oggetto
di esame da parte delle autorit di livello
superiore. Vi rientrano generalmente i progetti
che richiedono forte consumo di energia,
causando inquinamento elevato.
Proibiti
Gli investimenti classificati come vietati
non sono aperti a imprese straniere. Essi sono
di solito quelli collegati alle industrie legate
a questioni di attualit sociale e agli interessi
nazionali cinesi.
Classifcazione degli investimenti contenuti nel Catalogo
Il dodicesimo Piano Quinquennale e i settori in cui gli investimenti esteri sono incoraggiati: priorit in evoluzione
5 China Briefng
Industrie gi presenti che
continuano a far parte della
categoria degli investimenti
incoraggiati
Fabbricazione di
apparecchiature
Ri ent rano i n quest a cat egori a gl i
investimenti riguardanti la produzione di
set completi di attrezzature o di materiale
chiave per la generazione di energia
tramite nuove fonti (limitati a capitale
sino-straniero e a joint venture). Tali
investimenti coprono: strumentazioni per
la produzione di energia fotovoltaica, di
energia geotermica, di energia generata
sfruttando le maree e le onde oceaniche,
energia generata tramite il riutilizzo di
rifuti, energia da biogas ed impianti eolici
con una capacit di 3 megawatt o pi [Nota:
in precedenza 1,5 MW]
Produzione di attrezzature environment-
fri endl y e a ri sparmi o energet i co,
poliuretano spray resistente allacqua, e di
sistemi disolamento termico
Produzione di tecnologia per macchinari
agricoli a basso impiego di fertilizzanti, di
pesticidi, e dacqua
Produzione di meccanismi di prevenzione
e controllo dellinquinamento atmosferico
e acquatico; apparecchi di trattamento e
smaltimento dei rifuti solidi; attrezzature
per il riutilizzo di scarti da estrazione
mineraria, attrezzature per il riciclaggio,
smaltimento e riutilizzo dei rifuti plastici
ed elettronici; dispositivi per il riciclo di
rifuti tessili, meccanici ed elettrici e per il
riutilizzo di pneumatici usati
Produzione di strumenti di monitoraggio
ambientale
Strumenti atti al trattamento delle acque non
convenzionali o apparecchiature di ricircolo
delle acque e di monitoraggio della qualit
Costruzione di centrali che
producano energia pulita
Costruzione e messa in funzione di nuove
centrali energetiche (che includano lo
sfruttamento, tra le altre cose, dellenergia
solare, eolica, geotermica, delle maree, dal
moto ondoso e delle biomasse)
Costruzione e messa in funzione di centrali
idroelettriche aventi come scopo principale
la generazione di energia
Costruzione e messa in funzione di
centrali energetiche che utilizzino le
tecnologie pulite fornite dalla combustione
del ciclo combinato di gassificazione
integrata (impianti IGCC), o da una
combinazione della tecnologia dei letti
fluidi circolanti -da 300.000 kilowatt
o pi- e di letti fluidi pressurizzati
-da 100.000 kilowatt o pi (PFBC)
Produzione di materiali
Sviluppo e produzione di materiali da
costruzione caratterizzati da risparmio
energetico, tutela ambientale e riciclaggio
dei rifuti
Produzione di materiali chimici da
costruzione caratterizzati da risparmio
energetico e da alta effcienza, utilizzando
materiale plastico sia per lacciaio che per
il legno
Produzione di materiali refrattari utilizzati
per le fornaci, tra cui cemento, vetro
elettrico, ceramica, che non comportino
cromatura e siano environment-friendly
[Nota: La parola stata qui inserita nella
nuova versione del Catalogo]
Produzione di materiali completamente
biodegradabili
Innovazione tecnologica
Sviluppo del trattamento dellinquinamento
ambientale e tecnologia di monitoraggio
Svi l uppo e ut i l i zzo di t ecnol ogi e
innovative di carbone pulito e produzione
di attrezzature a esse relative (per la
gassifcazione e liquefazione del carbone
industriale)
Sviluppo e applicazione di tecnologie
per il riciclaggio e il riutilizzo di risorse
e di emissioni e scarichi provenienti da
produzioni aziendali, oltre che per lo
sfruttamento di scarti minerari non metallici
Sviluppo e applicazione di nuove tecnologie
per il restauro comprensivo degli equilibri
ecologici delle zone circostanti le miniere
Sviluppo di tecnologie e servizi atti a
favorire il risparmio energetico
Produzione e sviluppo di tecnologie che
siano fnalizzate alla protezione ambientale
degli ecosistemi acquatici
Riciclaggio e rifuti / Trattamenti
per combattere linquinamento
Riciclaggio e trattamento di rifuti plastici,
prodotti elettrici ed elettronici, automobili,
attrezzature meccaniche ed elettriche,
gomme, metalli e batterie.
Costruzione e messa in funzione dimpianti
di depurazione di acque di scolo e rifuti,
trattamento di rifuti pericolosi e impianti
di smaltimento (impianti dincenerimento
e discariche) e strutture per il trattamento
e controllo dellinquinamento ambientale.
Sostanze e prodotti chimici
Sviluppo e produzione di nuove tipologie,
formulazioni, intermedi speciali ed agenti
ausiliari di prodotti chimici per lagricoltura
che siano effcienti, sicuri ed environment-
friendly [Nota: parola ancora una volta
aggiunta in questa revisione del Catalogo],
insieme con lo sviluppo ed applicazione dei
relativi processi di produzione pulita
Produzione dinchiostri e oli aromatici di
stampo ecologico
Produzione di attrezzature environment-
fri endl y e a ri sparmi o energet i co,
poliuretano spray resistente allacqua, e di
sistemi disolamento termico
Approvvigionamento
idrico e riciclaggio
Sviluppo della tecnologia relativa e
produzione di set completi di attrezzature
per la desalinizzazione e il raffreddamento
dellacqua marina, con capacit minima
giornaliera di 100.000 metri cubi
Trattamento delle acque refue da processo
industriale, seguito da relativo riciclaggio e
riutilizzo
Costruzione e messa in funzione dimpianti
che sfruttino il potenziale rinnovabile
dellenergia idrica
Il Catalogo sugli
investimenti nelle
Regioni Centrali ed
Occidentali del Paese
Laltra grande linea guida per gli investimenti
costituita dal Catalogue of Priority Industries
for Foreign Investment in the Central and
Western Regions (Catalogo delle Industrie
Incoraggiate per gli Investimenti Esteri nelle
Regioni Centrali e Occidentali). Modifcato
per lultima volta nel 2008, dovrebbe essere
ulteriormente emendato nei prossimi mesi.
Secondo il documento Diversi pareri del
Consiglio di Stato sullulteriore utilizzo di
capitale estero, pubblicato nellaprile 2010,
tali aggiustamenti si baseranno sugli stessi
principi seguiti per il progetto di revisione
del Catalogo. Tra questi lincoraggiamento
allutilizzo di capitale straniero per manifattura
di alto livello, per il settore di alta e nuova
tecnologia, per lo sviluppo di un terziario
moderno, per le energie rinnovabili e per
lindustria della protezione ambientale
e del risparmio energetico, mentre allo
stesso tempo sar rigorosamente limitata
la produzione molto inquinante, ad alta
consumo energetico e di risorse, e i progetti a
basso contenuto tecnologico e con eccessiva
capacit di espansione.
Il dodicesimo Piano
Quinquennale
1
Un terzo degli obiettivi sociali ed economici
previsti dal dodicesimo Piano Quinquennale
(Five Years Plan FYP) per lo Sviluppo
Nazionale Sociale ed Economico della Cina
(che coprir il lasso temporale che va dal
2011 al 2015) caratterizzato da una stretta
relazione con le risorse naturali e le questioni
ambientali. Inoltre, il documento colmo
di riferimenti allargomento - la parola
ambientale appare ben 54 volte, quella
verde 18 volte e quella rinnovabile 8 volte
da aver indotto i maggiori esperti a defnirlo
1
La versione in cinese disponibile in numerose risorse on line, come ad esempio: http://news.xinhuanet.com/politics/2011-03/16/c_121193916.htm
Il dodicesimo Piano Quinquennale e i settori in cui gli investimenti esteri sono incoraggiati: priorit in evoluzione
6 China Briefng
il pi verde nella storia della Cina. In effetti,
gi lundicesimo Piano Quinquennale aveva
a sua volta una forte connotazione verde,
tanto che il WWF al tempo lo aveva defnito
come probabilmente il primo importante
documento di pianifcazione governativa al
mondo che abbia messo i vincoli costituiti
dalla fnitezza delle risorse globali al centro
della programmazione economica. Allora,
cosa c di diverso?
Forse il cambiamento maggiormente degno
di nota rispetto allundicesimo Piano
Quinquennale laccento ancora maggiore
posto sulla necessit di una crescita economica
e di uno sviluppo equilibrati cos come
sul cambiamento climatico. Gli obiettivi
ambientali presenti nel dodicesimo Piano
Quinquennale sono tutti in linea con gli
impegni di lungo periodo che la Cina si
impegnata a mantenere durante la conferenza
sul clima delle Nazioni Unite tenutasi a
Copenaghen nel 2009. La Cina ha accettato di
ridurre le emissioni di anidride carbonica per
unit di PIL dal 40 al 45 percento del 2005 e
ad aumentare la percentuale di combustibili
non fossili nel consumo di energia primaria
del 15 percento entro il 2020.
Revisione degli obiettivi ambientali:
dall'11esimo al 12esimo FYP:
11th
FYP
12th
FYP
Obiettivo di riduzione
del consumo energetico
(per unit di PIL)
20 % 16 %
Riduzione diossido di zolfo 10 % 8 %
Riduzione domanda di
ossigeno chimico
10 % 8 %
11th
FYP
12th
FYP
Obiettivo di riduzione
consumo d'acqua per unit
di prodotto industriale
30 % 30 %
12th
FYP
11th
FYP
Coeffciente di utilizzazione
effettiva delle acque irrigue
0,5 0,53
Percentuale di trattamento
dei liquami urbani
70 % 85 %
Percentuale di trattamento
decontaminativo dei
rifuti domestici
60 % 80 %
Copertura forestale totale 20 % 21,7 %
Riduzione di ammoniaca - 10 %
Gli obiettivi di riduzione delle emissioni
variano in maniera non considerevole tra i
due Piani Quinquennali: alcuni sono stati
ridimensionati, alcuni sono rimasti costanti,
altri sono invece pi ambiziosi di prima. In
realt, lobiettivo di riduzione del consumo
energetico per unit di PIL pi prudente
rispetto a quello stabilito dallundicesimo Piano
Quinquennale, passando dal 20 al 16 per cento.
Questo ridimensionamento stato attribuito
principalmente al considerevole numero di
blackout imposti dal governo durante il periodo
conclusivo del precedente Piano Quinquennale
al fi ne di raggi ungere gl i ambi zi osi
obiettivi relativi al consumo energetico.
Inoltre, la Cina vedr la nascita di un seppur
ridotto programma pilota di carbon trading
durante gli anni coperti dal dodicesimo
Piano Quinquennale, che riguarder alcuni
settori ad alta intensit di emissioni ed
alcune imprese statali. Un tale progetto
dovrebbe risultare pi conveniente rispetto
alle strategie di gestione utilizzate durante
l undi ces i mo Pi ano Qui nquennal e.
I settori emergenti
strategici
Pressati dalla necessit di nuove strategie di
sviluppo economico nel periodo post-crisi
finanziaria, allinizio del 2010 il governo
cinese ha individuato sette settori emergenti
strategici (strategic emerging industries -
SEIs), di cui si propone di favorire in particolar
modo lo sviluppo.
Tramite le disposizioni contenute nel
dodicesimo Piano Quinquennale, il governo
cinese ha annunciato un investimento di 1.5
trilioni di dollari, provenienti sia dalle tasche
pubbliche che da quelle dei privati, destinato a
questi sette settori. stato altres previsto che il
valore aggiunto in termini di output apportato
dal contributo di questi SEIs dovr aggirarsi
attorno agli 8 punti percentuali in termini di
PIL nel periodo di cinque anni coperti dal
Piano. Di questi sette industrie strategiche, tre
rientrano indiscutibilmente nella defnizione di
industria verde (energie rinnovabili, veicoli
a energia rinnovabile e sistemi di risparmio
energetico e tutela ambientale), ma anche
gli altri (le biotecnologie, la manifattura di
impianti di alto livello, i nuovi materiali e le
auto a nuova energia) sono senza dubbio ad
essa correlati.
I grandi progetti
riguardanti lenergia
rinnovabile
Nel 2010, il National Energy Administration
(NEA) ha annunciato il proposito di
includere 10 grandi progetti riguardanti
lenergia rinnovabile nel dodicesimo Piano
Quinquennale. Nello specifco, gli obiettivi
del NEA riguardante lo sviluppo delle energie
rinnovabili per il 2010 comprendono:
Una centrale idroelettrica chiave
f i n a l i z z a t a a l l a p r o mo z i o n e
dellesplorazione idroelettrica nei fumi
Jinsha e Nujiang.
Cinque progetti eolici per un totale di 90
milioni di KW.
Una capacit di produzione energetica da
solare pari a 5 GW
Progetti pilota per lo sviluppo delle energie
rinnovabili nelle citt
Anche se nessuna enumerazione di questo
genere compare tra le pagine del Piano stesso,
vari progetti relativi allenergia rinnovabile
presenziano da pi parti allinterno del
dodicesimo Piano Quinquennale, ed in
particolar modo nellundicesimo capitolo,
intitolato portare avanti la trasformazione della
produzione e dellutilizzo energetico. Anche
gli obiettivi specifci del summenzionato elenco
sono tuttavia in via di pianifcazione, seppur
con eventuali sfumature concernenti la forma.
Ulteriori piani
di sviluppo
Affermare univocamente che il dodicesimo
Piano Quinquennale sia a livello nazionale
lunica linea guida esistente per il settore
verde sarebbe fuorviante. Oltre ad esso
sono stati, infatti, elaborati dal NRDC e dal
Ministero per la Protezione Ambientale dei
Piani Quinquennali aggiuntivi, anchessi legati
a doppio flo a tali problematiche (come ad
esempio il Piano di Sviluppo Energetico e il
Piano di Protezione Ambientale), mentre il
NRDC e il Consiglio di Stato hanno a loro
volta stilato dei prospetti di medio e lungo
termine orientati verso specifci obiettivi di
sviluppo. Tali piani a medio e lungo termine
relativi al settore verde includono quelli per
lo sviluppo scientifco e tecnologico, per lo
sviluppo energetico (rinnovabile e non), e
per il risparmio energetico. Le disposizioni di
questi documenti sono molto spesso assai pi
dettagliati nella loro descrizione dei progetti
a livello nazionale rispetto a quelle contenute
nel dodicesimo Piano Quinquennale.
Per una consulenza professionale sugli
investimenti in Cina, vi invitiamo a contattare
Dezan Shira & Associates a info@dezshira.com
o visitare il nostro sito www.dezshira.com/it.
Energie rinnovabili
Energia nucleare di nuova generazione,
solare e fotovoltaico, tecnologia per impianti
eolici, reti elettriche intelligenti ed energia
da biomassa.
Veicoli a energia rinnovabile
Tecnologia ibrida, veicoli completamente
elettrici, e tecnologie basate sulle pile a
combustibile.
Sistemi di risparmio energetico
e tutela ambientale
In questultima categoria rientrano invece
tutte le principali tecnologie, attrezzature,
prodotti e servizi che sono caratterizzati da alta
effcienza energetica, da risparmio energetico,
alta tecnologia e rispetto dellambiente, e
quelli che implichino riciclaggio di risorse.
Settori emergenti strategici
3 anni di esenzione
sullimposta del reddito
della societ (IRES)
+ 3 anni di riduzione
del 50 percento
I proftti derivanti da progetti per la conservazione
dellenergia, per la conservazione dellacqua,
protezione ambientale e progetti di meccanismi
di sviluppo pulito
1
(Clean Development
Mechanism o CDM in inglese), hanno diritto
a 3 anni di esenzione e 3 anni di riduzione del
50 percento sulle imposte del reddito della
societ. Tali progetti potrebbero includere
anche il rinnovo tecnologico nel rispetto della
conservazione dellenergia e nella riduzione
di emissioni, e pi in dettaglio, l utilizzo
esaustivo di metano, impianti di scarico e
rifuti, e desalinizzazione
2
delle acque marine.
Hanno diritto a questi incentivi fscali anche
gli investimenti e i progetti di infrastrutture
che hanno supporto da parte dello Stato,
inclusi i progetti riguardanti energia elettrica
e conservazione dellacqua.
La legge sullIRES e la sua applicazione,
prevedono altri incentivi fscali per diverse
aree del settore rinnovabile, tra cui:
Acquisto di dispositivi per la conservazione
e protezione ambientale
Le aziende che acquistano e utilizzano
qualsiasi tipologia di dispositivo speciale
correlato alla protezione ambientale, alla
conservazione dellacqua e dellenergia
e conformi alla sicurezza sul lavoro,
possono benefciare di un abbuono del10
percento sulle tasse dovute nellanno
fscale corrente. Nel caso in cui le tasse
dovute fossero inferiori rispetto al credito,
la parte in eccesso potr essere considerata
nei successivi 5 anni fscali.
Uso esaustivo delle risorse
Quando unimpresa utilizza qualsiasi
materiale elencato nella lista delCatalogo
(Catalogue of Income Tax Concessions for
Enterprises Engaged in Comprehensive
Resource Utilization), in specifco, materie
prime, il reddito ottenuto, dovrebbe essere
incluso nel reddito totale a una tariffa
ridotta del 90 percento.
High and New Tech
Enterprises
Molte aziende impegnate in attivit di
sviluppo sostenibile, sono considerate
imprese appartenenti al settore di alta e nuova
tecnologia, e possono godere di una riduzione
dellIRES sul debito dimposta.
Inoltre, le imprese del settore di alta e nuova
tecnologia, registrate dopo il 1 gennaio 2008,
e situate nelle zone economiche speciali
(Shenzhen, Zhuhai, Shantou, Xiamen e
Hainan) o nel nuovo distretto di Pudong
a Shanghai, hanno diritto a un periodo di
esenzione fscale come segue: primi due anni
esentasse, tre anni successivi tassazione al
12,5 percento.
Tra i requisiti base per essere considerate
imprese di alta e nuova tecnologia, bisogna:
Dimostrare spese di ricerca e sviluppo
con conseguenti ricavi dalle vendite che
rispondono almeno al 60 percento del
reddito totale dellimpresa nellanno fscale
corrente, e, in parte, nei tre anni contabili
precedenti. (in base ai ricavi di vendita)
Ricavi di
Vendita negli
anni precedenti
Percentuale Minima del
Totale spese di R&S
<RMB50 milioni 6 percento
RMB50 milioni -
RMB 200 milioni
4 percento
>RMB200 milioni 3 percento
Possedere diritti di Propriet Intellettuale
indipendenti delle tecnologie essenziali
per i propri prodotti e servizi principali
mediante attivit di ricerca e sviluppo
indipendente, accettazione di trasferimento,
donazioni o fusioni durante i 3 anni
precedenti o attraverso licenze speciali per
un periodo minimo di cinque anni
Portare avanti attivit costanti di R&S, al
fne di realizzare scoperte allavanguardia
nei settori di scienza e tecnologia (escluse
scienze sociali e umanistiche), facendo
un uso creativo delle nuove conoscenze
tecnologiche e scientifiche, e al tempo
stesso, migliorare considerevolmente
tecnologie di prodotti e servizi.
Esenzioni e Riduzioni IVA
I prodotti e servizi che ricorrono a un utilizzo
esauriente delle risorse attraverso luso
di materiali di scarto come produzione di
elettricit o trasformazione ad alta effcienza
energetica, hanno diritto di esenzione IVA gi
dal 2008. Ivi inclusi materiali di costruzione
per le strutture sostenibili, energia combinata
di calore, effuente riciclato, etc.
Nel settore delle strutture sostenibili,
lesenzione IVA concessa nella vendita di
prodotti aventi materie prime formate da non
meno del 30 percento di residui di scarto; un
rimborso immediato nelle vendite di asfalto
riciclato, prodotto dai rifuti di calcestruzzo
e asfalto; un rimborso immediato del 50
percento sulle vendite di materiali per pareti
che rispettano lambiente.
Anche importatori di elementi di turbine
eoliche e produttori di dispositivi di energia
eolica, hanno diritto a benefici fiscali; tra
gli incentivi fscali governativi nel settore
specifco, un 50 percento immediato, viene
concesso ai produttori di generatori di energia
elettrica derivante da energia eolica.
Servizi per il risparmio
energetico
In vigore dal1 Gennaio 2011, i profitti
derivanti da societ specializzate in servizi
per il risparmio energetico, impegnate in
progetti di gestione di contratti energetici,
sono provvisoriamente esenti da business tax.
Quando una societ di servizi per il risparmio
energetico trasferisce i propri beni tassabili
da progetti riconosciuti di gestione di
contratti energetici a imprese per il consumo
dellenergia, lIVA da qui originata, sar
temporaneamente esonerata.
Tali societ hanno inoltre diritto a 3 anni di
esenzione IRES e 3 anni di riduzione al 50
percento.
Incenti vi Fi scal i nel Settore
Ambientale
[A cura di Eunice Ku, Dezan Shira & Associates]
1
http://it.wikipedia.org/wiki/Meccanismo_di_sviluppo_pulito Il meccanismo di sviluppo pulito uno dei meccanismi fessibili previsti dal Protocollo di Kyto (art. 12), che permette
alle imprese dei paesi industrializzati con vincoli di emissione di realizzare progetti che mirano alla riduzione delle emissioni di gas serra nei paesi in via di sviluppo. Lo scopo di
questo meccanismo duplice: da una parte permette ai paesi in via di sviluppo di disporre di tecnologie pi pulite ed orientarsi sulla via dello sviluppo sostenibile; dallaltra permette
labbattimento delle emissioni l dove economicamente pi conveniente e quindi la riduzione del costo complessivo dadempimento degli obblighi derivanti dal Protocollo di Kyto.
2
http://www.fnisterrae-onlus.org/Documenti%20tradotti/Documenti/Desalinizzazione.pdf
Desalinizzazione signifca una gamma di processi che vengono utilizzati per ridurre la quantit di solidi disciolti in acqua. Per solidi disciolti sono spesso intesi i solidi totali disciolti
(Total Dissolved Solids TDS), e sono misurati in mg/l (milligrammi su litro). In media, tra le produzioni di acqua potabile, la desalinizzazione una opzione costosa. E spesso
affancata da impianti di generazione elettrica, dai quali si rendono disponibili sia elettricit che sviluppo di calore.
8 China Briefng
I
l mercato dellenergia rinnovabile
cresciuto del 15,5 percento nel 2010,
per un totale di 20,5 miliardi di USD
3
.
Lo sviluppo dellenergia rinnovabile
in Cina, che in termini finanziari arriva
a cifre enormi, parte della strategia del
Governo per la diversifcazione territoriale e
lautosuffcienza energetica
Nel 12 Piano Quinquennale, stato dichiarato
pubblicamente che la produzione di energia
non combustibile fossile raggiunger e
rester sopra l11 percento del totale della
produzione di energia entro il 2015. La vasta
scelta di sistemi di generazione di energia
alternativa racchiusa nella sezione di energie
non combustibili fossili, include le fonti di
energia rinnovabili quali energia idroelettrica,
eolica, solare, biogas e nucleare, di cui ci
occuperemo in questo articolo.
Produzione di energia
in Cina, analisi di
settore nel 2010
Nucleare
1,12%
Eolica
3,23%
Altre
0,03%
Idroelettrica
22,18%
Termica
73,44%
Lo sviluppo delle energie rinnovabili
spinto non solo da una domanda crescente di
giustapporre la richiesta di fonti di energia
tradizionale ma anche dalla necessit di
ridurre le emissioni nocive per lambiente,
quali: anidride solforosa, ossido di carbonio,
metano e in modo pi rilevante lanidride
carbonica (CO2). Il 12 Piano Quinquennale
mira espressamente alla riduzione di emissioni
di anidride carbonica del 17 percento entro
il 2015. Obiettivi mirati di riduzioni, come
indicato dal NDRC in precedenza (National
Development and Reform Commission),
di fferi scono geografi cament e, come
dimostrato dalla seguente mappa.
I progetti di commercio del carbonio, e i
risultati nelle basse emissioni di anidride
carbonica, stanno inoltre ricevendo politiche
di supporto attuate attraverso programmi pilota
in citt e provincie designate quali; Baoding,
Chongqing, Guiyang, Hangzhou, Nanchang,
Shenzhen, Tianjin, Xiamen, Guangdong,
Hubei, Liaoning, Shaanxi, e Yunnan. Questi
programmi prevedono per le 5 citt e 8
provincie appena elencate, di creare impianti
di economia rinnovabile che mirino a risolvere
problematiche legate allutilizzo di energia,
strutture sostenibili, ed effcienza industriale.
Si prevede che nei prossimi 15 anni la Cina
spender intorno a 1.54 trilioni di USD in
progetti di energia pulita.
Gli investimenti del Governo in tale settore
arrivano da diversi canali, inclusi i veicoli di
investimento di propriet dello stato, istituti
finanziari e politiche fiscali e finanziarie.
China Investment Corporation, fondo sovrano
da 300 miliardi di dollari, attivo sul mercato
azionario, sta investendo in modo prominente
in societ cinesi di energia rinnovabile e in
societ straniere con progetti da realizzare
in Cina. Allo stesso modo, China Energy
Conservation Investment Corporation, societ
a partecipazione statale, sta investendo
nella conservazione dellenergia, controllo
dellinquinamento, e in progetti di energie
rinnovabili nel settore privato.
Alcuni esperti dellHarvard China Forum e
GE (General Eletric) concordano sul fatto
che le opportunit di investimento nel settore
dellenergia rinnovabile in Cina, non potranno
che aumentare in futuro, e in particolare modo
se lenergia pulita sar istituzionalizzata nelle
politiche nazionali cinesi. Anche i mercati
fnanziari prevedono unespansione del settore;
le quotazioni di societ cinesi sono aumentate
I l Me r c a t o d e l l En e r g i a
Rinnovabile in Cina
[ A cura di Jane Shi e Shelly Zhao, Asia Briefng; Christoph Michael e Nico Dapprich, Dezan Shira & Associates ]
C I N A
Guangdong
Yunnan
Tianjin
Sichuan
Shaanxi
Shandong
Shanxi
Shanghai
Beijing
Liaoning
Guizhou
Gansu
Hubei
Hunan
Hebei
Henan
Heilongjiang
Fujian
Qinghai
Jilin
Jiangsu
Jiangxi
Zhejiang
Anhui
Taiwan
Hainan
18 percento
17 percento
16 percento
15 percento
10 percento
Ningxia
Hui A. R.
Guangxi
Zhuang A. R.
Xinjiang Uyghur A. R.
Tibet A. R.
C
h
o
n
g
q
i
n
g
I
n
n
e
r
M
o
n
g
o
lia
A
. R
.
Fonte: Analisi di Asia Briefng, basata sui dati del Gruppo Deutsche Bank
4
3
Datamonitor. Industry Profle: Renewable Energy in China. April 2011.
4
Dodicesimo Piano Quinquennale: Leadership cinese nei confronti delleconomia a basso consumo di anidride carbonica. Deutsche Bank Group, DB Climate Change Advisors. April
4, 2011.
Il Mercato dellEnergia Rinnovabile in Cina
9 China Briefng
di conseguenza alla prontezza del governo
e del mercato, nellaffrontare gli anni dello
sviluppo dellenergia effciente e rinnovabile.
Nel 2010, cinque delle principali IPO nel
settore dellenergia rinnovabile internazionale
erano societ cinesi, principalmente del settore
eolico e solare, per un valore complessivo di
2.472 miliardi di USD.
A marzo 2011, Sinovel Wind Group ha
raggiunto 9.46 miliardi di yuan (1.4 miliardi
di USD) alla borsa di Shanghai, diventando a
oggi il pi grande IPO del Paese nel settore
dellenergia rinnovabile.
Per le societ straniere in particolare, fusioni e
acquisizioni nel settore dellenergia rinnovabile
sono un argomento hot, specialmente tra
societ cinesi e straniere, poich le prime sono
alla ricerca di capitalizzare in tecnologie e
competenze straniere, e le ultime di ricoprire
un ruolo sempre pi importante nel mercato
cinese. Le fusioni e acquisizioni a livello
mondiale nel settore rinnovabile sono cresciute
del 225 percento nel 2010, vedendo il solare ed
eolico in prima linea per un terzo degli accordi
conclusi in entrambe le industrie. In Cina,
nel 2010 le fusioni e acquisizioni nel settore
dellenergia rinnovabile, ammontavano a 2.126
miliardi di USD; ovvero il 60% degli accordi
sulle energie rinnovabile in Asia.
Di seguito, uno sguardo alle quattro fonti
principali di energie rinnovabili in Cina: solare,
eolica, idroelettrica e biogas.
Energia Solare
Secondo alcuni report giornalistici, lenergia
solare equivale a meno dello 0,01 % della
produzione energetica nazionale, tuttavia
questa percentuale apparentemente ridotta,
dovuta non tanto al ruolo ricoperto dal solare
nel Paese, ma quanto alla grandezza del settore
energetico stesso in Cina.
La Cina, infatti, gioca il ruolo principale nel
mercato dellenergia solare internazionale,
sia in termini di produzione sia in termini di
consumo; nel 2010 nel Paese sono stati prodotti
il maggior numero di pannelli solari al Mondo,
e in termini di consumo, vanta il 65 percento
degli scaldabagni solari su scala mondiale,
incluso un 80 percento di nuovi impianti
installati nel 2010.
Il settore in crescita, lenergia solare il fore
allocchiello del governo, nello sviluppo
dellenergia rinnovabile nel Paese. da
includere, inoltre, il consumo domestico, che
sta aumentando grazie alla forte promozione
del governo; a maggio 2011, secondo un
uffciale dellIstituto Nazionale di Ricerca
dellEnergia della Commissione Nazionale su
Sviluppo e Riforme, la Cina ha aggiornato il
proprio obiettivo: 10 giga watt per la capacit
di energia solare entro il 2015, e 50 giga watt
entro il 2020.
Tra gli incentivi fscali disposti dal governo,
in particolare nel settore solare, sono previste
sovvenzioni in investimenti per chi fa parte del
programma Golden Sun, annunciato dalla
Commissione Nazionale per lo Sviluppo e le
Riforme nel luglio 2009. Si tratta del secondo
programma di sovvenzioni nazionali per il
solare, il primo, infatti, programma BIPV
(Building Integrated Photovoltaic), era stato
annunciato a Marzo 2009.
Queste sovvenzioni includono un 50 percento
di reti connesse di investimenti nel solare e
un 70 percento fuori rete di investimenti nel
fotovoltaico (capacit minima 300 kW, periodo
di costruzione massimo di un anno, e pi di 20
anni di operazioni programmate)
5
Gli investitori stranieri sono stati coinvolti
nel mercato dellenergia solare, stabilendo
produzione di impianti nel Paese, fusioni e
acquisizioni con societ cinesi, e attivit di
ricerca e sviluppo.
Elementi chiave recenti comprendono:
La societ americana National Clean Fuels
ha acquisito China National Solar nel 2010
LUniversit Nazionale Australiana e Trina
Solar, azienda manifatturiera di pannelli
solari, si sono congiunte in un programma
di ricerca e sviluppo della durata di 3 anni,
al fne di produrre pannelli solari ad alta
effcienza
Il gruppo t edesco Cent rosol ar, ha
annunciato la sua prima linea di produzione
di rivestimento anti-rifesso nella citt di
Huzhou, Cina
Il mercato dellenergia solare in Cina, ha
attratto linteresse di una buona fetta di
societ domestiche, che ha portato a termine
fusioni per acquisire migliore presenza e
quote di mercato; un esempio dato dal
gruppo Hangzhou Boiler, che ha recentemente
acquisito un 20 percento di azioni nel gruppo
Zhenjiang Supcon Solar Energy Technology,
per 7.7 milioni di dollari.
Energia Eolica
Nel 2010, la quasi totalit dei generatori eolici,
erano collocati in Cina. Riportiamo qui le
parole del Segretario Generale del Consiglio
Mondiale dellEnergia Eolica, Steve Sawyer,
pronunciate allinizio del 2011 La Cina
diventata il fattore principale per lo sviluppo
dellenergia eolica mondiale.
Dal 2004 al 2009, il tasso di crescita annuale
composto dellenergia eolica in Cina era del 134
percento, contribuendo ad un aggiuntivo 13,8
giga watt di energia
6
. La Cina il pi grande
produttore al Mondo di energia eolica, con una
produttivit di energia pari a 44,5 giga watt
7
.
Gli investitori stranieri interessati a entrare
nel mercato dellenergia eolica, potranno
prendere parte a progetti organizzati a livello
provinciale, come suggerito dal Boston
Consulting Group (BCG), in uno studio
recente di analisi di quote di mercato tra le
SOEs nazionali, aziende internazionali, SOEs
regionali, produttori di energia indipendenti
incentivati da politiche nazionali (IPPs), e
produttori di energia indipendenti fnanziati
da progetti a livello regionale, nazionale, e
previsioni di progetti allestero (offshore).
Finora, agli investitori internazionali non
stato concesso di partecipare alla realizzazione
di progetti a livello nazionale, e tale presa di
posizione politica confermata dalle previsioni
per il 2015. Nonostante sia gi stato stabilito
che i progetti a livello nazionale e regionale
aumenteranno in modo importante dal 2009 al
2015, le opportunit generali per gli investitori
stranieri a livello regionale, cresceranno anche
in base al fatto stesso che lenergia rinnovabile
in fase di espansione e sviluppo nel Paese.
Secondo il report del BCG sopra menzionato,
la pi grande societ manifatturiera di
generatori in Cina, fatturer pi di 3 miliardi
di USD di reddito annuale con un margine di
guadagno tra il 10 e il 15 percento, un risultato
sbalorditivo se comparato alla stima di reddito
annuale nel 2007, che oscillava tra i 200 e i 300
milioni di USD.
Tra gli incentivi fiscali statali, nel settore
specifco, troviamo un rimborso IVA del 50
percento, applicabile alle vendite di prodotti
manifatturieri di energia elettrica generata da
energia eolica.
8
In aggiunta, il NDRC ha approvato una tariffa
fssa feed-in (il cosiddetto conto energia, che
incentiva la produzione elettrica da fonte
5
Pricewaterhouse Coopers. http://download.pwc.com/ie/pubs/2011_renewables_deals.pdf
6
Interim Measures for the Management of Financial Subsidies for the Golden Sun Pilot Project promulgated by the Ministry of Finance; Ministry of Science and Technology; National
Energy Bureau in July 2009, Cai Jian [2009] No. 397; Article 7, Article 4, Article 5.
7
2010, Alberts, Larry and Tin Yin. East Wind: Prospects for Equipment Manufacturers in Chinas Burgeoning Wind-Power Sector. The Boston Consulting Group.
8
Notice on VAT Policies for Products Made from Comprehensive Use of Resources and Other Products (Cai Shui [2008] No. 156) Article 4.
Il Mercato dellEnergia Rinnovabile in Cina
10 China Briefng
solare) per elettricit prodotta da nuove
fonti di energia eolica sul territorio nel
2009. Le tariffe, calcolate per kilowatt/
ora, sono di 0,51 RMB (US 0,075, GBP
0,05), 0,54 RMB, 0,58 RMB e 0,61 RMB,
rappresentando un premio signifcativo sul
tasso medio di 0,34 RMB per kilowatt ora,
pagati per generatori di elettricit a carbone.
9
Le norme generali nel settore sono state
abbastanza restrittive, soprattutto per il
coinvolgimento diretto di societ straniere, e
considerando anche una grande competizione
da parte delle societ di energia eolica
cinesi; gli IDE sono stati coinvolti piuttosto
attraverso attivit di fusioni e acquisizioni e
joint ventures.
Di seguito, alcuni esempi interessanti:
Nel 2010 GE (General Eletric),
entrata in JV con la societ Harbin
Power Equipment, per incrementare le
vendite dei generatori eolici nel mercato
cinese. La nuova impresa, nella quale
rispettivamente GE possiede un 49
percento e HEC il 51 percento, fornir
turbine per operazioni allinterno e
allesterno della Cina.
Vestas, manifatturiera danese di turbine
eoliche, ha siglato a maggio un contratto
a lungo termine per un totale di 250
megawatt di turbine per la societ Inner
Mongolia Guibang Shengtai Investments
ed in procinto di siglare un contratto
pari a 100 megawatt nella Provincia
dello Shandong. Guibang Shengtai,
una societ privata che si occupa inoltre
del settore fnanziario e industriale oltre
a quello energetico.
Games a, azi enda s pagnol a, ha
recentemente concluso un affare per
la fornitura di turbine con capacit
produttiva di 300 megawatt per il gruppo
cinese China Resources New Energy. Si
tratta del primo contratto siglato in merito
a una serie di progetti approvati da un atto
siglato nellaprile 2011, affnch Gamesa
fornisca un totale di 900 megawatt di
capacit di turbine, a tre societ cinesi.
First Solar Inc, manifatturiera americana
di pannelli solari, e China Power
International New Energy Holding
Ltd., hanno annunciato lo scorso mese,
la loro nuova collaborazione a lungo
termine, per intraprendere opportunit di
investimento interessanti sia in Cina sia
negli USA .
Energia Idroelettrica
La Cina detiene il primato per la capacit
operativa totale (di impianti) di energia
i droel et t ri ca, pari a 213 gi ga wat t ,
principalmente nelle regioni del Sud e quelle
Occidentali del Paese.
Lo sviluppo dellenergia idroelettrica, si
era stabilizzato negli anni 90, tuttavia, nel
decennio successivo sono stati introdotti
considerevoli aiuti da parte del governo,
avendo come benchmark il completamento
della prima fase della Diga delle Tre Gole
10

nel delta del fume Yangtze nel 2006.
Il completamento defnitivo di tale progetto
stimato per lestate 2011, tenendo in
considerazione che gli ultimi test sulle
turbine sono stati compiuti di recente.
Nonostante la Diga delle Tre Gole sia
stato il progetto pi discusso sul panorama
internazionale, esistono altre centrali
idroelettriche di tale portata; ad esempio
le centrali di Xiluodu e Xiangjiaba, presso
il fiume Jinsha, che hanno una capacit
congiunta di 18,6 giga watt, superiore a
quella della Diga delle Tre Gole.
Finora, le problematiche sociali e ambientali
legate allenergia idroelettrica su larga scala-
quali delocalizzazione della popolazione,
distruzione degli habitat naturali, e delle
superfci arabili -hanno portato le agenzie
statali a incrementare il supporto per gli
impianti pi piccoli, di capacit massima
di 50,000 kilowatt o inferiore. Secondo il
Ministero delle Politiche Agricole e Forestali
Cinese, si prospetta che la capacit di energia
idroelettrica nelle aree rurali, raggiunga 74
giga watt entro il 2015, approssimativamente
il 26 percento del totale possibile della
capacit produttiva entro quellanno.
Tra la seconda met del 2010 e il primo
trimestre 2011, sono state approvate 10
principali centrali idroelettriche, con una
capacit operativa totale di 50 giga watt, e un
investimento superiore ai 200 miliardi di RMB.
Secondo unanalisi effettuata questanno dal
China Research & Intelligence, la capacit
operativa totale di energia idroelettrica in
Cina si stima raggiunger 380 giga watt
entro il 2020. La produzione di dispositivi
idroelettrici, gli sviluppi tecnologici, i
materiali di costruzione, i servizi di supporto
operativo, e la trasmissione di tecnologie,
sono solo alcune delle aree nelle quali gli
investitori stranieri potranno contribuire con
i propri investimenti e know-how.
Biogas
I biogas, miscela di vari tipi di gas,
prodotto dalla fermentazione batterica in
anaerobiosi dei residui organici provenienti
da rifuti, stanno guadagnando terreno come
fonte di energia rinnovabile.
La Cina il secondo Paese per consumo
di grano al mondo, nonch utilizza la met
totale di carni di suino prodotte a livello
globale . Di conseguenza avr certamente
necessit di ricorrere allutilizzo di ingenti
impianti di biogas, sia per breve che nel
lungo periodo.
Nel 2010 i l sondaggi o nazi onal e
sullinquinamento, ha rilevato che nel 2007
406 milioni di tonnellate di rifuti animali
furono smaltiti nelle acque marine. Il
Governo centrale autorizza oggi digestori di
biogas per le fattorie con pi di 1,000 bovini,
10,000 suini o 100,000 polli, ma nonostante
esistano diversi sussidi statali a livello
regionale e locale, solo circa il 3 percento
delle attivit medio grandi hanno strutture
adeguate per lo smaltimento dei rifuti.
Per quanto riguarda la produzione di biogas,
le attivit giornaliere svolte in casa tra
cucina e impianti di illuminazione, erano in
passato le uniche possibilit di utilizzo di
bassi quantitativi di combustibile derivante
da rudimentali dispositivi di smaltimento in
scala ridotta presenti in Cina; tuttavia, con
lavvento di nuove tecnologie e laumento
del potenziale di capacit, le macchine
a biogas prodotte come quelle di GE,
sono capaci di trasformare rifuti naturali
in considerevoli quantitativi di energia
rinnovabile.
Nella citt di Nanyang, Provincia dello
Henan, ad esempio, stata installata una
centrale da 36 megawatt con sistema GE,
in una delle centrali di etanolo pi vaste
del Paese, per la produzione di elettricit
utilizzata nella rete elettrica regionale e nella
centrale stessa. Si prevede che tale stazione
ridurr lemissione annua di carbonio di 1.1
milioni di tonnellate; inoltre, alcuni processi
di biogas possono produrre energia per
produzione chimica e carburante.
Per una consulenza professionale sugli
investimenti in Cina, vi invitiamo a
contattarci allindirizzo e-mail italiandesk@
dezshira.com o visitare il nostro sito
www.dezshira.com/it
9
Circular on the Establishment of Feed-in Tariffs on On-grid Wind Power Projects(NDRC Price [2009] No. 1906) () promulgated by the
NDRC in August2009.
10
La Diga delle Tre Gole, denominata anche Progetto Tre Gole (in inglese rispettivamente Three Gorges Dam e Three Gorges Project, in cinese, Pinyin: Snxi Db),
una diga per la produzione di energia idroelettrica costruita sul Fiume Azzurro, nella provincia dello Hubei in Cina, e rappresenta limpianto con la maggiore capacit di produzione
idroelettrica mai realizzato (http://it.wikipedia.org/wiki/Diga_delle_Tre_Gole)
N
e l me s s a ggi o de l 12
Pi ano Qui nquennal e s i
evi nce che L i ndust r i a
e d i l i z i a p r o mu o v e r
bioarchitettura e strutture
sost eni bi l i , ut i l i zzando cost r uzi oni
avanzate e ottimizzando strutture, servizi,
materiali e tecnologie informatiche (IT)
11
.
La Cina ancora nella sua fase iniziale in
materia di strutture sostenibili, ma linteresse
e il sostegno da parte del governo, sta
prendendo sempre pi piede, con buoni segnali
e prospettive anche per gli investitori stranieri.
Le opportunit in questo settore, variano
principalmente a livello geografco; al Nord ad
esempio, si riscontra un risparmio energetico
nelle strutture pi promettente, dovuto al clima
con inverni freddi ed estati miti.
Infatti, in linea con lo sviluppo tecnologico,
secondo uno studio condotto da McKinsey,
entro il 2030 si prospetta un risparmio di energia
pari a circa l85% nei sistemi di riscaldamento
e di impianti di aria condizionata installati nei
complessi residenziali delle citt del nord.
Politiche e incentivi
del Governo cinese
Le politiche del governo in materia di
sostenibilit, si focalizzano a livello
dincentivi fnanziari oltre che a requisiti e
autorizzazioni per le costruzioni; ad esempio,
il Ministro delle Infrastrutture e Sviluppo
Urbano e Rurale (Ministry of Housing and
Urban-Rural Development), prevede che i
requisiti necessari per le strutture includano
la stipulazione di un sistema di misurazione
del riscaldamento negli edifci residenziali e
commerciali (dove le utenze saranno calcolate
sul consumo effettivo per nucleo famigliare)
e che le istituzioni locali completino il 35
percento della riqualifcazione energetica
12
(o
retroft energetico) dei complessi residenziali
nelle provincie del nord, entro la fne del 2015.
Anche a livello locale esistono simili incentivi,
ad esempio il nuovo distretto Binhai di
Tianjin, citt costiera sul mare Bohai, prevede
ingenti somme di denaro - da RMB 100,000 a
300,000- per progetti che ricevono uno, due
o tre stelle dal Ministro delle Infrastrutture e
Sviluppo Urbano e Rurale (MOHURD) e il
certifcato di struttura sostenibile conforme
agli standard di valutazione per le strutture
sostenibili del MOHURD
13
.
Il ruolo degli stranieri
Gli investitori stranieri hanno ricoperto
in diverse occasioni un ruolo chiave nel
settore delle strutture sostenibili in Cina,
probabilmente pi importante di quello
ricoperto nel settore dellenergia rinnovabile.
In diverse occasioni, quali, ad esempio,
Econet China, the German Energy Center &
College oppure the Global Green Building
China Focus, aziende straniere hanno avuto
la possibilit di promozione e visibilit delle
proprie idee, al fne di accedere al promettente
mercato nazionale.

Sha ngha i os pi t a
lHamburg House, ledifcio
modello al massimo livello
tecnologico-ambientale al
Mondo, realizzato in occasione
dellExpo 2010. Il progetto,
finanziato al 50 percento
dalla citt di Hamburgo e il
restante da quella di Shanghai,
il primo progetto certifcato
di costruzione passiva in
Cina.


Una delle maggiori aree di coinvolgimento
delle aziende straniere nel settore delle
strutture sostenibili, lo sviluppo degli
standard per la realizzazione delle stesse.
La Chinese Green Building Label, lanciata
ufficialmente dallagenzia governativa
MOHURD (Ministry of Housing and Urban-
Rural Development) nel 2007, si basa
sulla certificazione Americana LEED
14

di strutture sostenibili e su quella tedesca
DGNB (Deutsches Gtesiegel Nachhaltiges
Bauen), congiuntamente con i contributi dell
inglese BREEAM (BREE Environmental
Assessment Method ovvero metodologia
di valutazione ambientale del BRE) e del
programma francese HQE (Haute Qualit
Environmentale).
Tale certifcazione sta ricevendo notevoli aiuti
da parte del governo, ed molto probabile che
rivestir il ruolo principale, a oggi ricoperto
dal sistema americano LEED. Grazie anche
ai costi ridotti di certifcazione, rispetto ad
altri programmi, e a strategie di marketing di
successo, LEED introdotta nel marzo 2000
dalla U.S. Green Building Council (USGBC)
per le strutture sostenibili, attualmente la
prima scelta per gli standard di costruzione di
strutture sostenibili tra la maggior parte degli
investitori, proprietari edili e imprenditori
cinesi. Le criticit della certifcazione LEED,
quali i propri limiti come strumento di
design, limpossibilit di misurare leffettiva
performance di un edifcio, e la mancanza di
requisiti tali affnch si possano esaminare i
materiali di costruzione e assenza di misure
dei progetti degli edifci, fa rifettere sulla
possibilit di trovare unalternativa effcace e
conveniente, per la certifcazione di strutture
sostenibili nel mercato cinese.
Se tale possibilit, sar appannaggio di
sistemi di costruzione stranieri o del design
cinese di strutture sostenibili, tutto ancora
da determinare.
La Shanghai Tower, un esempio notevole a
tal proposito, realizzata nel Lujiazui Finance
and Trade Zone di Pudong, uno dei centri
fnanziari pi importanti della Cina, dallo
studio di architetti Gensler, che rispecchia
entrambi gli standard di certifcazione LEED
e quelli del Consiglio di Strutture Sostenibili
in Cina. Ledificio di 128 piani con una
forma asimmetrica a spirale, in grado di
ridurre limpatto del vento del 24 percento, ne
consegue un abbattimento di costi e quantit
di materiali di costruzione necessari. Gli atri
che si formano tra i due rivestimenti, costruiti
in vetro altamente isolante, creano una zona
di cuscinetto termico, come un camera daria
in un vetro a doppio strato, risparmiando
energia per riscaldamento e sistemi di aria
condizionata. I progettisti stanno pianifcando
inoltre, di mettere in atto un sistema per
la raccolta dellacqua piovana, al fine di
utilizzarla per i sistemi di riscaldamento e
condizionamento della torre stessa nonch di
installare mulini a vento sul tetto.
Il progetto sar completato entro il 2014.
Il ruolo chiave degli investitori stranieri
nellindustria eco-sostenibile in Cina
[A cura di Alice Di Diego, Asia Briefng]
11
Dodicesimo Piano Quinquennale, Parte Terza, Capitolo 9, Sessione 1
12
http://it.wikipedia.org/wiki/Riqualifcazione_energetica_delledifcio Per riqualifcazione energetica delledifcio (o retroft energetico delledifcio) si intendono tutte le operazioni,
tecnologiche e gestionali, atte al conferimento di una nuova (prima inesistente) o superiore (prima inadeguata) qualit prestazionale alle costruzioni esistenti dal punto di vista delleffcienza
energetica, volte cio alla razionalizzazione dei fussi energetici che intercorrono tra sistema edifcio (involucro e impianti) ed ambiente esterno.
13
Norme concernenti incentivi fscali per la promozione di economia verde e per lo sviluppo di tecnologie a basse emissioni e basso contenuto di carbonio
14
http://www.certifcazioneleed.com/edifci/ Il LEED un programma di certifcazione volontaria che pu essere applicato a qualsiasi tipo di edifcio (sia commerciale che residenziale)
e concerne tutto il ciclo di vita delledifcio stesso, dalla progettazione alla costruzione.
LEED promuove un approccio orientato alla sostenibilit, riconoscendo le prestazioni degli edifci in settori chiave, quali il risparmio energetico ed idrico, la riduzione delle emissioni
di CO2, il miglioramento della qualit ecologica degli interni, i materiali e le risorse impiegati, il progetto e la scelta del sito. Sviluppato dalla U.S. Green Building Council (USGBC),
il sistema si basa sullattribuzione di crediti per ciascun requisito.

Volume XII - Numero VI
In questo numero:
Analisi delle strutture RO e FICE
Costituzione di una FICE: normativa e procedure
Utilizzazione della FICE per attivit di franchising in Cina
Panoramica macroeconomica sul consumo interno cinese
Aggiornamenti legali e fiscali da Dezan Shira & Associates
Notizie on-line su: www.china-briefng.com/news/it
Inglese Francese Tedesco Italiano Spagnolo
Benvenuti al numero di luglio e agosto di China Briefng
N
onostante la grande quantit di discussioni sugli
scenari macroeconomici e sulle considerazioni
microeconomiche riguardanti il consumatore
cinese (e anche se questo termine troppo generico
e spesso impropriamente usato), lunica parola che
possa descrivere questa fetta della popolazione su cui tutti sembrano
concordare la seguente: potenziale.
Non c bisogno di un demografo col dottorato o di un guru del
marketing per fare due calcoli: popolazione pi numerosa del
mondo + reddito disponibile in rapido aumento + crescente interesse
per i prodotti stranieri = mercato alquanto allettante per unimpresa
estera. Questo semplice calcolo non nuovo, infatti, rappresenta il
tema centrale di migliaia di pubblicazioni per il business e di articoli
di attualit, ma sicuramente pi attuale oggi di alcuni anni fa.
Sempre pi imprese straniere stanno iniziando ad attivarsi, e a
gestire direttamente le proprie vendite nel mercato cinese. Allo
stesso tempo, unaltra tendenza si va manifestando in modo
ricorrente in Cina la trasformazione degli uffci di rappresentanza
(RO) in societ commerciali a partecipazione straniera (FICE), le
quali possono a tutti gli effetti vendere al dettaglio, allingrosso e in
franchising. E a questo fenomeno di tendenza ci siamo ispirati per il
tema di questo numero.
Andremo a rivedere, quindi, lidoneit dei RO, spiegheremo
nei det t agl i l e pr ocedur e di cost i t uzi one di una FI CE,
discuteremo il franchising per le societ estere e diremo qualche
parola sui miti e le verit riguardanti il consumatore cinese.
Cordiali saluti,
Alberto Vettoretti, Managing Partner, Dezan Shira & Associates,
Editore Asia Briefng
China Briefng Contact: editor@china-briefng.com
Tutto il materiale e i contenuti sono protetti da 2011 Asia Briefng Ltd.
Nessuna riproduzione, copia o traduzione di materiale permessa senza il consenso dell'editore. Contattate: editor@china-briefng.com
La copertina artistica di questo mese
Lopera in copertina di questo mese dellartista Wu Guangyu. Wu, nato nella provincia di Jilin, si diplomato presso il dipartimento di pittura a
olio dellAccademia delle Belle Arti Luxun, a Shenyang, e insegna in quello delluniversit dello Shan Xi. I suoi lavori sono stati esposti in molti
musei e gallerie di arte contemporanea, come alla Shanghai Gallery of Art e al National Art Museum.
La Shanghai Gallery of Art, situata al terzo piano delledifcio per eccellenza della citt, Three on the Bund, dedica una superfcie di 1.200 mq alla
promozione dellarte contemporanea internazionale con un occhio di riguardo a quella cinese.
gr@on-the-bund.com; www.shanghaigalleryofart.com
3 China Briefng
S
ul l a sci a del l aument o del
consumo cinese e sulla spinta del
recente inasprimento delle norme
per i RO, le societ commerciali
a partecipazione straniera (FICE-
Foreign Invested Commercial Enterprice)
si pongono con disinvoltura in primo piano
come la struttura organizzativa per eccellenza
per commerciare e fare affari in Cina.
Il fascino delle FICE? Unorganizzazione
semplice, relativamente economica e un ampio
campo dazione che permette in pratica di:
Importare ed esportare
Vendere al dettaglio
Organizzare attivit di franchising
Vendere allingrosso
Svolgere attivit su commissione
In certi casi, costituire una FICE potrebbe
comportare soltanto la riorganizzazione di un
gi esistente uffcio di rappresentanza (RO),
con la chiusura di questultimo e lapertura
della prima (per dettagli sulla costituzione
di una FICE, si veda il relativo articolo in
questo numero).
Come gi ampi ament e segnal at o, i l
governo cinese ha introdotto a marzo di
questanno nuove norme che inaspriscono
lamministrazione dei RO di imprese straniere
in Cina. Tra queste, gli aspetti salienti sono:
1. Un aumento degli oneri fscali dei RO.
Laliquota sul proftto presunto passa da
un tasso fsso del 10% a uno variabile tra il
15% e il 30%.
2. Una maggiore applicazione del divieto
per i RO di condurre attivit commerciali o
redditizie
I RO coi nvol t i i n t al i at t i vi t sono
potenzialmente sanzionabili con ammende
da 50.000 a 200.000 RMB, o passibili di multe
da 10.000 a 100.000 RMB per operazioni
al di fuori dello scopo previsto (ricerche di
mercato, attivit pubblicitarie/espositive in
relazione ai prodotti/servizi della societ,
creazione di contatti legati alla vendita di
prodotti/servizi della societ, investimenti e
approvvigionamenti locali).
Dallentrata in vigore delle nuove disposizioni
per i RO, in molti casi laumento degli oneri
tributari li ha resi pi costosi da gestire
rispetto alle FICE (che prevedono inoltre
vantaggi fscali che i RO non hanno, come
la possibilit di recuperare lIVA sulle
esportazioni) o ad altre societ di servizi a
responsabilit limitata (service wholly foreign
owned companies).
Il giro di vite sulluso dei RO per attivit a
fni di lucro, inoltre, ha prodotto una reale
preoccupazione in chi li utilizzava per scopi
diversi da quelli previsti dalla legge, ad
esempio, per importare ed esportare prodotti,
oppure per gestire direttamente acquisti e
vendite impiegando decine se non centinaia
di addetti ai lavori.
Dato che il consumatore cinese acquisisce
sempre pi potere, le societ a partecipazione
straniera devono rafforzarsi a loro volta,
avendo maggior controllo delle proprie
operazioni commerciali e (in certi casi)
scegliendo la struttura organizzativa che
riflette realmente lattivit che intendono
condurre. Per il commercio in Cina, questa
struttura di norma una FICE.
Societ commerciali a
partecipazione straniera in Cina

Comprare
Vendere

Essendo la Cina diventata uneconomia di consumo, si sono


create molte opportunit per le societ a partecipazione straniera per
sfruttare il nuovo benessere cinese e prendere parte alla nuova et
delloro del consumismo cinese.
In molti casi, gli uffci di rappresentanza (RO) sono diventate strutture
ineffcienti e non adatte alla maggior parte degli investitori in Cina. Il
percorso naturale da intraprendere in questa fase di sviluppo delle PMI
in Cina riqualifcare il vostro RO come entit legale con licenza di
condurre attivit di business vero e proprio e con unadeguata struttura
fnanziaria di sostegno.

(Alberto Vettoretti, Managing Partner, Dezan Shira & Associates)


4 China Briefng
P
er svolgere attivit di import
export, nonch di distribuzione
sul territorio cinese (vale a dire
vendita al dettaglio, allingrosso e
in franchising), investitori stranieri
possono costituire societ commerciali
a totale partecipazione straniera (FICE).

Una FICE, in genere, poco onerosa da
costituire e pu risultare di grande aiuto
in termini pratici, poich permette attivit
di sourcing e controllo qualit, combinate
alle organizzazioni di acquisto ed export,
fornendo quindi molto pi controllo e pi
rapidit di risposta rispetto a una semplice
attivit di sourcing esterna.
Una FICE pu assumere la forma giuridica di
una societ a totale partecipazione straniera
(WFOE) o di una joint venture (JV). Sia
WFOE che JV possono essere costituite
per intraprendere esclusivamente attivit
commerciali o per affancare altre attivit in
essere, quali produzione o fornitura di servizi.
Storia giuridica delle FICE
La costituzione di una FICE in Cina stabilita
dalle Disposizioni Amministrative sugli
Investimenti Esteri nel Settore Commerciale
(FICE Measures) promulgate dal Ministero
del Commercio (MOFCOM) nellaprile
2004 e diventate effettive nel giugno 2004.
Queste disposizioni sono fondamentali poich
rispettano le promesse fatte dalla Cina nel
protocollo di ammissione allOrganizzazione
Internazionale per il Commercio nel 2001,
relative allapertura di maggiori aree
commerciali per investitori di altri paesi
stranieri.
Tali disposizioni sostituiscono quelle sul
Progetto Pilota per le Societ Commerciali a
partecipazione Straniera (Pilot Measures)
promulgate in accordo dalla Commissione
Nazionale per lEconomia e il Commercio
e dal Ministero del Commercio Estero e
della Cooperazione Economica nel 1999
( questi due dipartimenti sono stati accorpati
e sostituiti dal MOFCOM nel 2003 ).
Le Pilot Measures permettevano soltanto
la costituzione di entit commerciali sino-
straniere in joint venture e precludevano la
possibilit di costituire una societ a totale
partecipazione straniera. Le disposizioni
pilota imponevano inoltre degli alti requisiti
di idoneit per gli investitori stranieri che
desideravano attivare una societ commerciale
in joint venture.
Per fare un esempio, il partner straniero della
joint venture che richiedeva la costituzione
di una societ commerciale per la vendita
al dettaglio doveva dimostrare un fatturato
medio di oltre 20 miliardi di USD nei tre
anni precedenti la richiesta, e un patrimonio
superiore ai 200 milioni di dollari nellanno
precedente la richiesta.
Per le Pilot Measures, inoltre, una societ
commerciale in joint venture per la vendita
al dettaglio doveva avere un capitale minimo
registrato di 50 milioni di RMB. Questi
requisiti sono stati rimossi dallentrata in
vigore delle FICE Measures.
Requisiti di costituzione
Oltre a richiedere un background aziendale
senza macchie (ad esempio senza violazioni
di leggi, disposizioni amministrative e relative
norme), le disposizioni sulle FICE incoraggiano
particolarmente gli investitori stranieri con
una solida base economica, una capacita
operativa commerciale avanzata, nonch una
considerevole rete vendita internazionale.

Le FICE Measures hanno, inoltre, rimosso i
requisiti sul tetto minimo di capitale registrato
per gli stranieri. Infatti, al momento, viene
solamente richiesto di soddisfare le condizioni
del diritto societario cinese (Company Law),
quindi 30.000 RMB per le societ con pi di
un azionista e 100.000 RMB per quelle con
azionista unico. Nonostante i capitali minimi
espressi dal diritto societario, quelli uffciali
variano a seconda del settore industriale e su
base regionale. Alcune regioni hanno anche
proprie politiche di incentivi che incoraggiano
gli investimenti esteri e richiedono minori
capitali minimi registrati.
Il capitale minimo, nonostante le autorit
cinesi lo adottino come una barriera
allingresso per assicurare che le societ a
partecipazione straniera siano di notevole
qualit e solidit fnanziaria, non determina in
modo rigido la cifra che deve essere investita.
Il capitale registrato linvestimento iniziale
societario che immediatamente usato per
operare ed necessario a fnanziare lattivit
fno a quando questa non raggiunga un fusso
fnanziario positivo.
Vi sono, invece, requisiti finanziari
spesso trascurati quando sono stimate le
capitalizzazioni dovute, come, ad esempio,
i dazi doganali o anticipi in fase post-
registrazione oppure altri costi one-off non
preventivamente messi a budget. Rifnanziare
la societ in caso di bisogno complicato
in termini di tempo e procedura, e se non
eseguita correttamente pu risultare in oneri
fscali aggiuntivi in capo alla societ cinese.
Sia il capitale registrato che linvestimento
totale devono essere specifcati nello studio
di fattibilit e nello statuto societario,
documenti questi peraltro richiesti durante la
fase di costituzione della FICE. Diversamente
dal capitale registrato, che deve essere
depositato per intero in un conto bancario
cinese nellarco temporale previsto nello
statuto, linvestimento totale rappresenta
lammontare dei fondi pianifcati totali per il
progetto nella sua durata e realizzato e nella
parte di fnanziamenti extra capitale sociale
non devono essere necessariamente apportati
se non necessari.
La differenza tra il capitale registrato e il
totale dellinvestimento rappresenta il debito
fnanziario della societ e pu essere costituito
da prestiti provenienti dagli investitori stessi,
da istituti fnanziari stranieri, da altre societ
o organizzazioni straniere o da persone
fsiche straniere. Lo studio di tale gap
molto importante in fase di programmazione
fnanziaria poich permetter, in futuro, di
attingere a fonti di fnanziamento una volta
che il capitale registrato verr interamente
versato ed utilizzato. Spesso accade,infatti,
che tale capitale sociale venga consumato
molto pi rapidamente di quanto preventivato
in fase di studio ed quindi importante poter
contare su capitale di fnanziamento extra
che potr essere apportato senza dover passare
attraverso lungaggini burocratiche di aumento
di capitale con conseguenti modifiche
dei documenti aziendali relativi presso il
Co s t i t u z i o n e d i s o c i e t
commerciali a partecipazione
straniera
[ A cura di Eunice Ku, Dezan Shira & Associates]
Costituzione di societ commerciali a partecipazione straniera
5 China Briefng
MOFCOM e lAdministration of Industry
and Commerce (AIC). Se tale fnanziamento
non dovesse servire, non ci sar lobbligo del
suo conferimento in futuro per cui tale gap
potr essere tenuto in stand by da usare
alloccorrenza di nuovi investimenti.
Il rapport o t ra capi t al e regi st rat o e
investimento totale regolato da rapporti in
percentuale codifcati nella seguente tabella:
Investimento Totale
(USD)
Capitale
Registrato
(minimo)
Inferiore o uguale
a 3 milioni
7/10
dell'investimento
totale
Superiore a 3 milioni
e fno a 4,2 milioni
2,1 milioni di USD
Superiore a 4,2 milioni
e fno a 10 milioni
1/2
dell'investimento
totale
Superiore a 10 milioni
e fno a 12,5 milioni
5 milioni di USD
Superiore a12,5 milioni
e fno a 30 milioni
2/5
dell'investimento
totale
Superiore a 30 milioni
e fno a 36 milioni
12 milioni di USD
Superiore o uguale
a 36 milioni
1/3
dell'investimento
totale
Limitazioni in ambito legale
Alle FICE permesso
Vendere al dettaglio
Vendere beni e relativi servizi a persone
fisiche nei propri locali, cosi come
attraverso televisione, telefono, posta,
internet e distributori.
Vendere tramite strutture in franchising
Vendere allingrosso
Vendere beni e relativi servizi a rivenditori
al dettaglio, utenti industriali, commerciali
o altre organizzazioni, e altri grossisti.
Svolgere attivit su commissione
Agire da agente di vendita, broker o
intermediario per prodotti, agire da
grossista su commissioni per la vendita
o fornitura di servizi per conto di terzi su
base contrattuale
Le FICE che operano al dettaglio possono,
ottenuto il nulla osta, condurre la vendita
al dettaglio di beni, importare beni in nome
e conto proprio, acquistare prodotti locali
per lesportazione e condurre altre attivit
complementari (escludendo il commercio
di tabacchi).
Le FICE che operanoallingrosso possono
condurre la vendita allingrosso di beni,
svolgere attivit su commissione (eccetto
intermediazioni), importare ed esportare
beni e condurre altre attivit complementari,
escludendo il commercio di sale e tabacchi.
Le categorie di beni trattate devono essere
specifcate nelloggetto sociale dello studio
di fattibilit e dello statuto societario.
Restrizioni vengono applicate alle FICE che
si occupano di particolari prodotti, quali libri,
periodici, quotidiani, prodotti farmaceutici,
prodotti chimici agricoli, flm termoplastici
per lagricoltura, fertilizzanti chimici, oli
raffinati, cereali, oli vegetali, zucchero
alimentare e cotone. Se linvestitore straniero
possiede pi di 30 negozi per il dettaglio in
Cina e distribuisce i prodotti sopramenzionati
provenienti da marchi e fornitori diversi, la
sua quota di capitale sar limitata al 49%.
Nel caso in cui una FICE si occupi di prodotti
sui quali il governo ha emesso disposizioni
speciali, o soggetti a quote e permessi, si
dovr espletare le formalit in accordo alle
relative disposizioni in materia, incluse
quelle per lamministrazione delle licenze per
lexport emanate dal MOFCOM nel 2008 e le
norme emanate dallo State Council nel 2011.
Vendita al dettaglio
Nel caso in cui linvestitore straniero voglia
avviare un esercizio simultaneamente alla
costituzione della FICE, esso deve essere
conforme al piano di sviluppo urbano e
commerciale della citt in cui sar situato e
si dovr inoltre presentare la documentazione
redatta dalle autorit di detta citt che ne
certifchi la conformit.

Per le attivit con superfcie pari o superiore
a 3.000 metri quadrati, linvestitore straniero
deve presentare in fotocopia la certifcazione
del diritto duso dellarea e/o il contratto
dafftto della stessa.
Qualora la FICE abbia gi ottenuto il nulla
osta per la costituzione e faccia richiesta
di apertura di un esercizio, si dovr, in
aggiunta ai requisiti sopra citati, aver
superato lispezione annuale entro i tempi
previsti e aver versato tutto il capitale
registrato. Larea destinata allapertura
dellesercizio da parte della FICE deve
essere obbligatoriamente a uso commerciale,
ottenuta tramite unofferta pubblica di
vendita, unasta o una quotazione in accordo
con le disposizioni di legge e le norme del
governo sullamministrazione dei terreni.
Concessione in franchising
Qualora linvestitore straniero voglia
avviare unattivit in franchising, si
dovranno soddisfare le Regulations on the
Administration of Commercial Franchise
[Norme sullAmministrazione del Franchising
Commerciale] del 31 gennaio 2007 adottate
dallo State Council e divenute effettive il
primo maggio 2007, cos come le Measures on
the Administration of Information Disclosure
of Commercial Franchises [Disposizioni
sullAmministrazione della Divulgazione di
Informazioni sul Franchising Commerciale]
e le Measures for the Administration of
Record Filings of Commercial Franchising
[Disposizioni per lAmministrazione degli
Adempimenti per il Franchising Commerciale]
promulgate dal MOFCOM nellaprile 2007 e
divenute effettive il primo maggio 2007.

(Per i dettagli sul franchising, si veda il
relativo articolo in questo numero).
Durata dellattivit
Le FICE Measures stabiliscono un tempo
massimo di attivit di norma non superiore
ai trentanni o comunque non eccedente i
quarantanni qualora la FICE fosse situata
nelle regioni centrali o occidentali.
Ampliamento
delloggetto sociale
Qualora una societ a partecipazione straniera
Costituzione di societ commerciali a partecipazione straniera
6 China Briefng
volesse espandere il proprio oggetto sociale
(business scope), si dovranno soddisfare i
relativi requisiti della notifca emanata dal
MOFCOM nellaprile del 2005 (Circular
Regardi ng Forei gn Non-commerci al
Enterprises Adding Distribution to its
Business Scope, Shang Zi Han [2005] No. 9).
La notifca prevede che in queste circostanze
si debbano modifcare il contratto (in caso
di joint venture) e lo statuto societario
secondo la normativa, e compilare la
relativa modulistica da presentare secondo
le pertinenti procedure per lespansione
delloggetto sociale della societ richiedente.
Si dovr inoltre specificare il particolare
canale di distribuzione (vendita allingrosso,
dettaglio o per commissione) allegando
lelenco dei prodotti trattati.
Presentazione
della richiesta
Il processo di richiesta per la costituzione
di una FICE pu essere suddiviso in tre
parti: pre-registrazione, post-registrazione
e pianifcazione fscale. La prima fase del
processo riguarda il da farsi prima che la
FICE sia costituita formalmente mentre la
seconda fase inizia quando la FICE diventa
effettivamente unentit giuridica.
1. Fase pre-registrazione
Durante questa fase lente di riferimento
cui rapportarsi la State Administration for
Industry and Commerce (SAIC). Questuffcio
si occupa della registrazione di tutti i tipi di
societ (incluse le FIEs), le organizzazioni
o gli individui che intraprendono attivit
commerciali; la SAIC esamina e ratifca la
registrazione dei nomi delle societ, oltre
a rivedere, approvare e rilasciare le licenze
commerciali.
Pre-autorizzazione del
nome societario
La ver i f i ca da par t e dal l e SAI C
sullaccettabilit del nome proposto richiede
alcuni giorni lavorativi. Soltanto il nome in
cinese vincolante sul piano legale, poich
la traduzione non rilevante per lautorit
locale (ma il nome in altra lingua pu essere
usato nel materiale informativo, nel sito
internet ecc.). Da notare che la parola Cina
non pu essere utilizzata senza autorizzazione
e la traduzione pu avvenire in base al
signifcato o alla trasposizione fonetica.
Il logo societario, il nome cinese e quello
tradotto possono essere registrati per tutela
presso il Chinese Trademark Offce.

Studio di fattibilit
La relazione sullo studio di fattibilit
esaminata dal Ministero del Commercio
o dal relativo uffcio locale che valuta gli
investimenti diretti esteri in Cina. Questa
relazione (non vincolante) utile per stimare
esattamente quanto sar lesborso monterio
e linvestimento da fare e rappresenta una
parte essenziale del processo di pianifcazione
dellattivit (business plan).
Lo statuto societario invece uno dei
documenti pi importanti per la costituzione
di una FICE. Esso descrive il quadro
di funzionamento della societ ed
fondamentale che sia ben strutturato in
tutte le sue parti. Molti investitori stranieri
fanno lerrore di considerarlo una semplice
formalit e non dedicano abbastanza tempo
alla sua formulazione. bene essere coscienti,
tuttavia, di cosa si va a scrivere e concorda
su un progetto lungo trenta o quarantanni.
2. Registrazione
Una volta ultimata la fase di pre-registrazione,
le autorit preposte rilasceranno il certifcato
di approvazione e la licenza commerciale
dopo aver valutato la documentazione degli
investitori e della FICE stessa. Linvestitore
deve fornire la licenza commerciale o il
certifcato di costituzione, il conto bancario
a prova dellaffidabilit creditizia, oltre
alla fotocopia del passaporto del legale
rappresentante della societ investitrice.
In alcune giurisdizioni il certificato di
costituzione e i relativi conti bancari dovranno
con molta probabilit essere tradotti in cinese.
Nella maggior parte dei casi, licenza della
societ investitrice nonch statuto, dovranno
essere legalizzati presso la prefettura della
citt di riferimento e autenticati presso il
consolato o ambasciata cinese in Italia,
responsabili territorialmente per larea ove
la societ investitrice registrata.
Si dovranno fornire il nome della societ,
loggetto sociale, il capitale registrato, il
contratto dafftto, fotocopia del passaporto del
legale rappresentante della FICE, curriculum
e fotocopia del passaporto del direttore, lo
studio di fattibilit e lo statuto societario.
Il certifcato di approvazione viene rilasciato
dallufficio locale del Ministero del
Commercio. Dopo questa approvazione, si
dispone di trenta giorni per la registrazione
della FICE presso la sede locale della
Administration of Industry and Commerce,
che rilascer la licenza commerciale (le
societ di entit maggiori o appartenenti a
settori con restrizioni dovranno registrarsi
presso la SAIC). Alla fne di questa fase,
la societ commerciale a partecipazione
straniera diventa unentit giuridica e sar
legalmente registrata in Cina.
3. Fase post-registrazione
La FICE deve espletare altre registrazioni
presso diversi uffci prima di diventare una
societ commerciale a tutti gli effetti.
Bisogner procedere con:
Approvazione per i timbri societari
emessa dal Public Security Bureau
Registrazione del codice identifcativo
presso il Technical Supervision Bureau
Ispezione degli uffci a cura del SAIC
e spesso anche dellufficio imposte e
registrazione presso lo stesso
Apertura del conto bancario
Registrazione presso gli uffci doganali
Registrazione per lispezione dei beni
presso lEntry-Exit Inspection and
Quarantine Bureau
Registrazione della licenza per limport-
export presso gli uffci doganali
Re gi s t r a z i one pr e s s o l a St a t e
Administration of Foreign Exchange
(SAFE)
Apertura di un conto bancario in valuta
estera
Versamento del capitale e relazione di
verifca del capitale
Rinnovo della licenza commerciale dopo
il versamento del capitale
Registrazione ai fni fscali
Registrazione ai fni statistici
Richiesta di approvazione contribuente
ordinario IVA
Pianifcazione fscale
Le principali imposte che una FICE deve
sostenere sono le seguenti:
Imposta sul reddito societario
(Corporate income tax)
Limposta sul reddito societario viene
calcolata sul reddito netto dellesercizio
fiscale dopo aver dedotto ragionevoli
costi e perdite dellattivit. Si definisce
su base annuale ma spesso viene pagata
trimestralmente con rettifche per il rimborso
o per il riporto a nuovo nellesercizio
seguente. Il calcolo finale si basa sulla
dichiarazione dei redditi di fne anno.
Vi ununica aliquota per tutte le societ
in Cina, sia estere che cinesi, ed pari al
25%. Esistono anche incentivi fscali in base
al settore industriale, i quali premiano le
societ operanti nellalta tecnologia o nelle
tecnologie avanzate.
Ritenuta dacconto
(Withholding tax)
La ritenuta dacconto unimposta applicata
alle societ estere che forniscono servizi
ad entit locate in territorio cinese. La sua
aliquota per le societ non fiscalmente
residenti ma che incamerano introiti passivi
Costituzione di societ commerciali a partecipazione straniera
7 China Briefng
sul territorio cinese pari al 20% del
reddito in base alla normativa sul reddito
imponibile societario. Si riduce al 10%
secondo particolari condizioni espresse dalla
normativa di cui sopra.
Imposta sul valore aggiunto
(Value-added tax)
Tutte le societ e gli individui coinvolti nella
vendita di beni, fornitura di lavorazioni,
riparazioni servizi di ricambio, o importazione
di beni in Cina sono soggetti a IVA.
Vi sono alcune eccezioni, tra le quali
articoli agricoli preparati e venduti da
produttori agricoli, medicinali e strumenti
contraccettivi, libri antichi, importazione
di strumentazione ed equipaggiamenti per
la ricerca scientifica, la sperimentazione
e listruzione, importazione di materiali
ed equipaggiamenti da governi esteri e
organizzazioni internazionali e articoli
importati direttamente da organizzazioni e
destinati ai portatori di handicap.
Laliquota IVA per i contribuenti ordinari di
norma pari al 17%, mentre per alcune tipologie
di prodotti pari al 13%. Per i contribuenti
che trattano beni o forniscono servizi
passibili dimposta con diverse aliquote,
saranno calcolate separatamente le vendite
con aliquote diverse. Qualora le vendite
non fossero contabilizzate separatamente,
verr applicata laliquota maggiore.
Dal primo gennaio 2009, sono stati modifcati
i plafond IVA per quelle societ che non sono
classifcate come contribuenti ordinari. In
primo luogo, il sales threshold sulle vendite
per i piccoli contribuenti stato ridotto da
1 milione di RMB (per societ che trattano
principalmente la produzione di beni e servizi
passibili dimposta) e 1,8 milioni di RMB
(per le societ che vendono allingrosso e al
dettaglio) a 500.000 RMB e 800.000 RMB
rispettivamente.
In secondo luogo, le entit e le unit non
commerciali, che di norma non conducono
attivit passibili dimposta, possono optare
per lo stato di piccolo contribuente IVA,
mentre i contribuenti individuali (le persone
fsiche) con un fatturato eccedente i limiti
menzionati continuano a essere considerati
piccoli contribuenti. Laliquota IVA corrente
per i piccoli contribuenti pari al 3%.
Business tax
Questa imposta si applica al fatturato di
tutte le societ e individui operanti nelle
seguenti attivit: fornitura di servizi passibili
dimposta, incluse comunicazioni, trasporti,
costruzioni, servizi fnanziari e assicurativi,
telecomunicazioni, cultura, intrattenimento
e servizi in genere, trasferimento di
immobilizzazioni, vendita di propriet
immobili.
Le aliquote della business tax variano in
modo considerevole a seconda del settore
industriale, si attestano tuttavia tra il 3%
e il 5% per la maggior parte dei servizi,
con qualche eccezione per i servizi di
intrattenimento (fno al 20%).
Imposta sul consumo
(Consumption tax )
Questa imposta si applica ogni qualvolta
vengono prodotti, lavorati o importati beni
di lusso o altri beni speciali. Limposta sul
consumo viene riscossa ununica volta e deve
essere presentata e pagata a cadenza mensile.
Laliquota varia in modo considerevole a
seconda del prodotto, il suo pagamento
contabilizzato come costo diretto e non
rimborsabile. Limposta sul consumo, inoltre,
concorre alla base imponibile su cui viene
applicata lIVA.
Qualora si lavorino beni passibili dimposta
per conto terzi, si dovr trattenere e pagare
limposta sul consumo (come sostituto
dimposta) in base al valore della materia
prima e dei costi di lavorazione.
Imposta patrimoniale
(Property tax)
A partire dal primo gennaio 2009, sono
tenute a versare limposta sulle propriet
immobili le societ a partecipazione straniera,
le societ e le organizzazioni straniere,
nonch le persone fsiche. Questa imposta
riguarda, al momento, solo le societ con
investimenti stranieri, le societ straniere
e gli stranieri, e viene applicata soltanto
sulle propriet residenziali. Sono soggetti
dimposta proprietari, creditori ipotecari,
depositari e utilizzatori di dette propriet.
Limposta calcolata sul residuo del valore
originale della propriet detratto di una quota
che va dal 10% al 30% . I governi provinciali,
le regioni autonome o le municipalit
stabiliscono i dettagli sulla quota da detrarre.
Pre-registrazione nome societ presso SAIC
conto bancario
temporaneo (su richiesta
e non obbligatorio)
Approvazione studio fattibilit c/o Ministero del
commercio
Rilascio licenza commerciale c/o SAIC
Approvazione timbri c/o Public Security Bureau
Registrazione c/o SAFE
Registrazione codice societario c/o Technical
Supervision Bureau
Ispezione sede da parte delluffcio imposte
Registrazione per pagamento imposte
Apertura conto bancario per
fondi esteri
Apertura conto corrente in RMB
Versamento del capitale Registrazione c/o uffci doganali
Relazione di verifca del
capitale
Registrazione per lispezione dei beni c/o Entry-
Exit Inspection and Quarantine Bureau
Licenza import-export c/o uffci doganali
Rinnovo licenza commerciale
Registrazione Fiscale Registrazione ai fni statistici
Richiesta contribuente
ordinario IVA
* Tempistica: il processo, con le opportune considerazioni e pianifcazioni, necessita tipicamente di tre
mesi, a seconda delle specifche complessit, dalla data d'inizio dei lavori al rilascio della licenza.
FASI DI COSTITUZIONE DI UNA FICE (FICE Establishment Process)
(Da notare che potranno esserci variazioni in base allindustria e alla regione di competenza)
8 China Briefng
Franchising per le FICE: un
modello promettente di business
[ A cura di Nicholas Hughes, Dezan Shira & Associates]
T
ra le attivit che una FICE pu
condurre (oltre alla vendita
al dettaglio, allingrosso e
su commissione) troviamo il
franchising. La natura e lutilizzo
del franchising, nonch le circostanze che lo
influenzavano, sono cambiati in maniera
radicale negli ultimi trentanni.
I primi franchising in Cina risalgono alla fne
degli anni 80. Il mercato del franchising
in Cina, nonostante un periodo di sviluppo
poco controllato nei suoi primi anni a causa
di una normativa imprecisa e della poca
dimestichezza in materia, risulta attualmente
il pi sviluppato al mondo.

Si st i ma vi si ano
oggi 4.000 marchi con oltre
330.000 negozi in franchising
in oltre 80 settori. Tra i gruppi
pi conosciuti che si sono
insediati in Cina, attraverso
il franchising, troviamo Papa
Johns, 21st Century Real
Estate, 7-Eleven Convenience
Stores, EF Education e Kodak
Film

Nel 2011, con uneconomia in espansione,


il franchising offre un modello di crescita
rapida relativamente a basso costo che
permet t e una vi a di accesso rapi da
a una economia di consumo in crescita
soprattutto nelle citt di seconda fascia.
Il franchising, inoltre, rende possibile un
pi veloce riconoscimento del marchio,
attraendo quei consumatori che ritengono
le catene di grossi marchi pi affidabili.

Assecondare la crescita del franchising in
Cina sta cambiando latteggiamento degli
utenti (desiderio di uno stile di vita pi
dinamico, di tendenza e pi comodo), con
un maggior numero di imprenditori cinesi
disposto ad adottare questo modello, e molti
pi imprenditori cinesi decisi a essere affliati
a marchi stranieri (e con le risorse fnanziarie
per farlo).
Il franchising: prima
Negli anni passati, molte imprese con
procedure di franchising internazionale di alto
proflo evitavano di proposito di effettuare
operazioni di franchising in Cina. Le ragioni
principali si trovavano nella difficolt di
reperire partner di qualit, la mancanza di
abilit nella gestione locale, affliati locali
che non seguivano gli standard degli afflianti
(sacrifcando limmagine del marchio per
guadagni a breve termine), la mancanza
di controllo sulle assunzioni, le sfde della
propriet intellettuale, la diffcolt di acquisire
le ubicazioni e (prima della ordinamento
del 2007) limprevedibile base giuridica e
normativa.
Molte di queste societ hanno iniziato e
continuato a insediarsi nel paese attraverso
la propriet diretta con societ a totale
partecipazione straniera (WFOE) o joint
venture, con cui aprivano fliali in diverse
localit.
La propriet diretta permette allimpresa di
realizzare il 100% del proftto e permette
anche di controllare al 100% le operazioni
del business. Yum! Brands Inc. (societ
controllante di KFC e Pizza Hut) una
delle societ che ha intrapreso questa strada:
possiede e gestisce ancora il 90% dei suoi
negozi in Cina.
Il franchising: oggi
Mentre i pionieri iniziarono con la propriet
diretta, i ritardatari hanno utilizzato
il modello franchising per espandersi
rapidamente e restringere il divario con i
leader affermati del mercato.
Esempi chiave: McDonalds e Papa Johns.
McDonald s si affida fortemente agli
affliati nei mercati gi maturi come gli
Stati Uniti, ma ha aperto direttamente
quasi tutti i suoi negozi in Cina prima di
partire con una joint venture ventanni
fa. La societ, tuttavia, lanci un
progetto pilota di franchising in Cina
limitatamente a tre affliati che gestivano
sei ristoranti nel Jiangsu. Ha di recente
ripetuto lesperimento in aprile, cercando
nuovi richiedenti laffliazione al fne di
raddoppiare la propria rete in Cina per
superare i 2.000 ristoranti entro il 2013.
Papa Johns entrato in Cina attraverso
una cooperazione che autorizzava il
suo socio a gestire lattivit, ma non
permetteva nessun subappaltatore. Ha
aperto, in seguito, il suo primo franchising
nel 2006 e al momento una delle societ
internazionali di pi rilievo a utilizzare
questo modello. Il 90% di tutti i ristoranti
Papa Johns , attualmente, concesso in
franchising.

I quattro settori pi
rilevanti che hanno utilizzato
il modello franchising in
Cina sono stati ristorazione,
istruzione, abbigliamento e
ftness, i cui modelli, tuttavia,
si differenziano in termini di
tipi di societ che ne fanno
uso, citt in cui sono stati
avviati e modalit di utilizzo
nel tempo.

I primi franchising in Cina si sono visti


con la ristorazione, la maggior parte degli
afflianti di questo settore, comunque, sono
imprese locali.
Per il settore abbigliamento, invece, il
franchising stato utilizzato soprattutto
nelle citt di seconda e terza fascia.
Per il ftness, questo modello rappresenta
una strategia di espansione, ma alcune
grandi catene hanno iniziato a preferire
le WFOE o le joint venture rispetto al
franchising diretto.
Organizzazione
del franchising
Gli afflianti (franchisors) stranieri di solito
concedono attivit di franchising in due modi:
Franchising transfrontaliero (cross-border)
Costituzione di societ locali che fungono
da afflianti(franchisors).
\Linvestitore straniero pu istituire un
rapporto contrattuale diretto, attraverso
Franchising per le FICE: un modello promettente di business
9 China Briefng
cui, rimanendo fuori dalla Cina, dirige una
rete di affliati locali, oppure pu costituire
una nuova attivit in Cina e agire poi
come sub-franchiser. Le societ estere che
intendonogestire attivit di franchising in
Cina tendono a utilizzare i seguenti modelli:
Franchising transfrontaliero
(cross-border)
Grazie alle modifche della normativa sul
franchising nel 2007, un contratto pu essere
siglato tra un affliante straniero (che non ha
una presenza in Cina) e un master-franchisee
locale. Questo metodo ha dato unopportunit
a quelle societ internazionali che non
avevano le risorse o non volevano registrare
una forma giuridica in Cina. Nonostante il
franchising transfrontaliero rappresenti il
metodo pi semplice e immediato per fare
affari in Cina, pu anche risultare in una
perdita di controllo e supervisione sugli
affliati locali.
Investimento diretto estero
Un affliante estero pu anche optare per
un franchising a investimento diretto,
costituendo prima una societ a totale
partecipazione straniera (WFOE) o una
joint venture (JV) e attivando in seguito
operazioni di franchising. Nonostante
questo metodo richieda un investimento di
capitale maggiore rispetto al franchising
transfrontaliero, esso permette allaffliante
straniero di implementare aspetti di supply
chain, marketing e brand awareness e soltanto
dopo attivare le operazioni di franchising.
Lentit giuridica locale (WFOE o JV) pu
anche funzionare da affiliante per i sub
franchisors e/o franchisee cinesi. Questo
metodo semplifca le procedure in ambito
legale, ma le WFOE o le JV, per agire da
affiliante (franchisor), devono avere la
gestione e la propriet diretta di almeno
due esercizi (in qualsiasi paese del mondo)
da almeno un anno prima di poter attivare
rapporti con franchisees locali (regola del
2+1).
In questo modo la societ straniera riesce a
monitorare o controllare di pi i franchisee
cinesi. In questo caso laccordo di franchising
deve avere una durata minima di tre anni,
che pu essere diminuita qualora laffliato
concordi. Non si applica questa disposizione
in caso di estensioni o rinnovi dellaccordo.
WFOE/JV
WFOE/JV a propriet diretta
Foreign Company
Esercizio Esercizio Esercizio Esercizio
Estero
Cina
WFOE/JV
Esercizio
Estero
Cina
Investimento diretto + Franchising
transfront.
Societ estera
Esercizio 1
Esercizio 2
Esercizio
Franchisee
Esercizio
Esercizio Esercizio Esercizio Esercizio
Esercizio Esercizio Esercizio Esercizio
Estero
Cina
Franchising transfrontaliero
Societ Estera
Franchisee
Esercizio 1
Esercizio 2
WFOE/JV
Estero
Cina
WFOE/JV come afliante
Societ estera
Esercizio 1
Esercizio 2
Franchisee
10 China Briefng
L
ascesa delleconomia cinese
ha visto la nascita di un nuovo
tipo di consumatore. I redditi
aumentano, i consumatori si
sentono sempre pi ottimisti
rispetto al loro futuro fnanziario e una nuova
demografa del consumo sta afforando.
La crisi economica mondiale del 2008 ha
causato una depressione economica in gran
parte del mondo, ma di fatto non ha frenato
la crescita della vendita al dettaglio in
Cina, dove, secondo le stime, aumentata
stabilmente dell 11% ogni anno dal 2007.
Questo ricco e curioso mercato ha guidato al
rialzo la domanda di beni doltre confne. Per
questo, viste le vendite in ribasso allestero,
nei mercati tradizionali una moltitudine di
imprese straniere sta cercando di vendere i
propri prodotti in Cina.
Catene di grandi magazzini internazionali
come Wal mar t e Car r ef our, cas e
automobilistiche da BMW a General Motors,
rivenditori dellabbigliamento come Gap e
H&M, hanno contribuito negli ultimi anni a
questa tendenza e hanno gi stabilito una forte
presenza in molti grossi centri urbani cinesi.
Alcuni fallimenti (come quello di Best Buy,
uscito di scena) sono stati gi ampiamente
discussi, tuttavia il potenziale di questo
mercato indiscusso.
Nella PwC Global CEO Survey del 2011,
il 33% dei CEO intervistati ha indicato
la Cina come controparte pi importante
per la crescita nei prossimi tre anni: una
dichiarazione di fducia piuttosto forte nei
confronti del consumatore cinese.
Tutti si chiedono che fine abbia fatto il
parsimonioso (o soltanto non emancipato)
consumatore cinese, quello con i livelli di
risparmio tra i pi alti al mondo. Senzaltro
ancora vivo e vegeto... ma in continua
evoluzione e transizione. Il reale entusiasmo
per il consumatore cinese per lo pi rivolto
alla sua potenzialit.
La spesa privata cinese va a comporre, a
sorpresa, una piccola porzione delleconomia
totale cinese. Il consumo privato rappresenta
soltanto il 36% del PIL cinese, una cifra
contenuta se paragonata a quella delle
maggiori economie. Per Stati Uniti, Inghilterra
e Giappone raggiunge rispettivamente il 71%,
67% e 55% circa.
Un contenuto andamento dei consumi
in gran parte dovuto alla tipica strategia
cinese di crescita economica. La Cina ha
per lungo tempo inibito il consumo a favore
dellaccumulo di capitale, investendo in
modo cospicuo nella produzione interna e
nellesportazione.
Questo si deduce anche dallorganizzazione
fnanziaria di molte imprese statali (SOE),
che non avevano di norma un sistema per
la distribuzione dei dividendi. Al contrario,
i proventi venivano spesso detenuti dalle
imprese e investiti in progetti capaci
di aumentare ulteriormente il capitale.
Rappresentando le imprese statali una grossa
fetta delleconomia cinese, la loro incapacit
di restituire i proftti agli investitori viene
considerata la causa maggiore del basso livello
di consumo. Inoltre, la suddivisione salariale
di dette imprese tendeva a concentrare molto
nelle mani di pochi...
A livello microeconomico, in concomitanza
alla solida tradizione di frugalit (cui molti
analisti attribuiscono diversi livelli di
infuenza sul risparmio), molti consumatori
potenziali accantonano ingenti cifre da
destinare a necessit prevalenti come salute
e, soprattutto, istruzione. Nonostante il
sistemo creditizio per il consumatore si stia
espandendo rapidamente e vi sia molta pi
disponibilit, ancora pochi consumatori ne
fanno largo uso.
Let anagrafica rappresenta la chiave
daccesso al potenziale consumatore cinese.
Linteresse, in crescita, per i marchi stranieri
pi costosi e la domanda di beni importati
(in particolare alimentari, abbigliamento
e oggetti di lusso) provengono soprattutto
dalle generazioni pi giovani. Le indagini
dimostrano che la maggior parte dei
consumatori di beni di lusso ha unet
compresa tra i venti e quaranta anni, di gran
lunga inferiore a quella dei consumatori
degli Stati Uniti e dellEuropa, tipicamente
compresa tra i quaranta e i settanta anni.
Questo atteggiamento si attribuisce in larga
misura al senso di sicurezza fnanziaria e
allottimismo verso il futuro, poich i prezzi
di detti beni sono per lo pi i medesimi a
livello globale, e gli acquirenti cinesi non
guadagnanodi certo pi della controparte
occidentale.

Settori ad alto potenziale
per la vendita in Cina
Tra tutti i settori in crescita con i pi alti
potenziali per la vendita al dettaglio, troviamo
servizi sanitari e di ristorazione. Lavanzata
delle citt di seconda e terza fascia continuer,
inoltre, a favorire questopportunit.
Valutazione macroeconomica del
consumatore cinese
[Con i contributi di: Simon Sheung e Lena Xia, Asia Briefng]
1
McKinsey & Company. Unleasing the Chinese Consumer. 2010
2
KPMG. http://www.kpmg.com/CN/en/IssuesandInsights/ArticlesPublications/Documents/Luxury-brands-China-200703.pdf
Valutazione macroeconomica del consumatore cinese
11 China Briefng
Il Ministero del Commercio cinese ha
affermato che una riduzione dei dazi
sullimportazione dei beni di lusso in
Cina sar inevitabile, visto soprattutto
che un considerevole numero di cinesi
viaggia oltreconfne per acquistarli!. Gli
articoli di lusso hanno esercitato per lungo
tempo un forte fascino sui sempre pi
benestanti consumatori cinesi. Le grandi
frme straniere, quali Louis Vuitton, Gucci e
Cartier hanno gi da qualche tempo avviato
una forte presenza in Cina. Con una crescita
dal 16% al 20% negli ultimi tre anni, secondo
una relazione di McKinsey & Company,
probabilmente rimarr alta la domanda di
questi prodotti ancora per moltissimi anni.
Altri analisti hannoprevisto che il consumo
annuale di beni di lusso raggiunger i 14,6
miliardi di USD entro il 2012.
Per i marchi del lusso stranieri, il mercato
cinese attivo anche sotto il punto di vista
delle acquisizioni: infatti, investimenti
cinesi in pacchetti azionari di societ del
lusso hanno totalizzato fnora 125 milioni di
USD questanno, in confronto ai 69 milioni
dell anno scorso, secondo i dati forniti da
Dealogic in una relazione del 13 giugno sul
Wall Street Journal.
La ricerca di beni di lusso stranieri da parte
del consumatore cinese si discosta da quella
del consumatore occidentale e si rileva in
rapida evoluzione.
Nei mercati maturi, dove il reddito medio
per famiglia pi alto, come negli Stati
Uniti o in Europa, i consumatori acquistano
prodotti di lusso per la loro superiore qualit
e durabilit. In Cina, invece, prodotti e
servizi di lusso vendono perch riconoscono
uno status e un prestigio sociali secondo
Shian Chuan, Regional Marketing Manager
per spazi e uffci di lusso di Servcorp.
Coerentemente con i principi tradizionali
di modestia e auto-moderazione, la
maggior parte dei prodotti di lusso non
era commercializzata come accessorio
esclusivo e di moda, ma come un mero
strumento fnalizzato al raggiungimento
dei personali obbiettivi di carriera. I prodotti
di lusso, e in special modo quelli di marchi
esteri, sono visti come prodotti fnemente
artigianali e come ricompensa personale.
Essi, in questo modo, rifettono le capacita
e i successi personali, che aiuterebbero ad
attirare altre oppure pi estese opportunit in
un ambiente lavorativo competitivo orientato
al risultato e al merito.
Prodotti e servizi di lusso permettono ai
consumatori di esibire la propria ricchezza
ai colleghi... di esprimere la propria forza e
stabilita nel business, ha aggiunto la stessa
Chuan.
Ci particolarmente vero per i beni di
lusso stranieri, la cui qualit (e prezzo)
sono comunemente visti come perfetta
incarnazione della defnizione di lusso.
Uno sguardo al settore del lusso in Cina
Settore sanitario e farmaceutico
La Cina sta attraversando un periodo di continuo miglioramento
degli standard nei servizi sanitari locali, e non ci si deve meravigliare
se le vendite in questo settore e in quello farmaceutico hanno visto
negli ultimi anni tassi di crescita annuali del 15%/20%. Il governo
centrale ha creato programmi nazionali, come il National Essential
Drug System del 2009, attraverso cui cerca di aumentare la fornitura
di servizi sanitari in tutte le cliniche governative operanti nel paese.
Una normativa piuttosto indulgente comporta anche un ampio
spazio di manovra per prodotti e innovazione tecnologica nel
settore. Considerato quanto la salute sia fondamentale per i cinesi,
i prodotti correlati suscitano unattrazione quasi generale e la loro
domanda globale diffcilmente andr diminuendo. In concomitanza
con laumento del reddito privato, con la maggiore richiesta di
prodotti di qualit e con il fatto che ci si sta inoltrando anche
in nuovi mercati nelle citt di seconda e terza fascia, le societ
che offrono servizi sanitari o che vendono prodotti farmaceutici
avranno enormi spazi di crescita nei prossimi anni.
Ristorazione
Sebbene vi sia gi unampia presenza di catene di ristorazione in
molte citt cinesi, la loro crescita annuale si attestata tra il 10%
e il 15% nei tre anni passati. Come per i servizi sanitari, si tratta
di prodotti essenziali, ma si possono diversifcare in grande misura
per soddisfare innumerevoli gusti e gruppi di consumatori diversi.
Grosse compagnie straniere hanno gi realizzato sul territorio
catene di fast-food o coffe-shops come McDonalds, Kentucky
Fried Chicken, Pizza Hut, Starbucks e anche Costa coffee.
Produttori di bevande non alcoliche come Pepsi e Coca-Cola
aumentano di continuo le proprie vendite.
Recenti tendenze, tuttavia, rivelano una maggior consapevolezza
da parte dei consumatori sempre pi consci della scarsa qualit e
capacit nutrizionale di fast-food e di altri prodotti OTC (Over-the-
counter). Sebbene ci non impatti in maniera rilevante sulle vendite
in generale, vi da notare che sempre pi consumatori sono ora alla
ricerca di alternative pi salutari. Lavanzata costante verso le citt
di seconda fascia, inoltre, continuer a favorire questopportunit
di soddisfacimento dellappetito cinese.

Volume XII -Numero VII
In questo numero:
Passi pratici per la creazione di una Joint Venture
La stesura di un contratto di JV per una partnership
fruttifera
I fondamenti legali di F&A in Cina
Gli investimenti in JV e M&A allestero di Team China
Aggiornamenti legali e fiscali da Dezan Shira & Associates
Notizie on-line su: www.china-briefng.com/news/it
Inglese Francese Tedesco Italiano Spagnolo
Benvenuti a questo nuovo numero del China Briefng
I
n questo numero di China Briefng, vorremmo aiutarvi,
a dare un ulteriore sguardo alle Joint Venture e alle
opportunit di Fusioni e Acquisizioni in Cina.
Sempre al l i nt erno del l o st esso numero di CB,
anal i zzeremo l a si t uazi one corrent e del mercat o e l e
motivazioni e le sfide che caratterizzano ognuno di questi
strumenti di investimento, oltre a dare alcune indicazioni
pratiche su come loro vadano utilizzati.
Se siete interessati agli argomenti coperti da questo numero,
vi consigliamo di leggere le edizioni aggiornate delle nostre
guide tecniche riguardanti Joint Ventures e Mergers &
Acquisitions, disponibili in formato PDF nella libreria online
di Asia Briefng: http://www.asiabriefngmedia.com/store/
Un ringraziamento particolare per la realizzazione di questo
numero va ad Eunice Ku, Mattia Bazzoni, Nicholas William
Hughese e Richard Cant.
Cordiali saluti,
Alberto Vettoretti, Managing Partner
Dezan Shira & Associates
Editore, Asia Briefng
Tutto il materiale e i contenuti sono protetti da 2011 Asia Briefng Ltd.
Nessuna riproduzione, copia o traduzione di materiale permessa senza il consenso dell'editore. Contattate: editor@china-briefng.com
La copertina artistica di questo mese:
La copertina di questo mese dallartista Chun Ouyang, nato nel 1974 e laureato presso il Dipartimento di Educazione Artistica dellAccademia di Belle Arti di Xian nel
1995. Attualmente vive e lavora a Pechino.
Situato al terzo piano delliconico e pluripremiato Three on the Bund, la Shanghai Gallery of Art dedica un ampio spazio di 1.200 metri quadrati per la promozione
dellarte contemporanea internazionale, con unattenzione particolare alla scenario artistico cinese.
gr@on-the-bund.com; www.shanghaigalleryofart.com
3 China Briefng
Rivalutare (operazioni di) Joint
Venture & M&A in Cina
[ A cura di Dezan Shira & Associates ]
S
ulla scia della crisi fnanziaria
e c on i l r i a s s e s t a me nt o
del l economi a ci nes e da
un model l o ori ent at o al l e
esportazioni ad uno focalizzato
sul consumo interno, nel Paese stanno
tornando di moda joint-venture sino-straniere
(JV) e fusioni e acquisizioni (M&A) da parte
di investitori stranieri.
Pur essendo state considerate a lungo
forme dinvestimento da intraprendere
con attenzione, oggi, le motivazioni che
spingono a intraprendere operazioni di JV ed
impegnarsi M&A stanno cambiando. Secondo
JP Morgan, le fusioni e acquisizioni in Cina
rappresenteranno nel 2011 soltanto l8-9%
del totale mondiale. Tuttavia, ma di certo c
stato un forte aumento rispetto allinizio del
2000, quando queste ammontavano al 2-4%.
Nonostante ci, persiste tra gli investitori
stranieri una profonda (e non infondata)
sfducia verso le JV e le M& A, in gran parte
alimentata dallalto numero di operazioni che
sono andate male negli ultimi anni.
Si consideri ad esempio la controversia nata
dalla JV tra Danone e Wahaha nel 2007,
quando il gruppo alimentare francese Danone
accus il produttore cinese di bevande
Wahaha di aver creato illegalmente un
business parallelo al di fuori della loro Joint
Venture. La disputa degenerata in una lunga
battaglia legale, che ha visto la mediazione
da parte dei governi cinese e francese. Nel
2009, Danone ha annunciato che avrebbe
venduto la propria partecipazione del 51 per
cento della JV.
Nel 2008 laffare Coca-Cola Huiyuan
stato il primo caso di acquisizione che
non riuscita a superare la legge cinese
antimonopolistica, varata nello stesso
anno. Coca-Cola aveva annunciato, come
parte della sua strategia di localizzazione,
lintenzione di acquisire per 2,4 miliardi di
USD Huiyuan, il brand di succhi numero uno
in Cina. Dopo molte discussioni e richieste
di documentazioni aggiuntive, il Ministero
del Commercio (MOFCOM) ha emesso una
nota che vietava loperazione di M&A con
la motivazione che la posizione di controllo
posseduta da Coca-Cola nel settore soft
drink avrebbe infuenzato il mercato stesso,
provocando un impatto negativo sulla
concorrenza di mercato.
Eppure, le diverse necessit delle societ
cinesi e straniere non sono per nulla
incongruenti tra loro - piuttosto il contrario.
In particolar modo per le piccole e medie
imprese (PMI), le operzioni di JV e di M&A
meritano un p di rivalutazione, poich lo
scenario delle JV sino-straniere e M&A oggi
molto diverso da quello di qualche anno fa.
Per molte aziende straniere, infatti, la Cina
diventata un mercato target e la conoscenza
del mercato ed i contatti locali sono tenuti
esclusivamente dalle societ cinesi.
Dal lato cinese, i driver che dirigono le PMI
verso JV e M&A sono il capitale e laccesso
a tecnologie e brands. Lincapacit delle
PMI private cinesi di accedere ai capitali
ha ostacolato la loro crescita o addirittura
il mantenimento del loro stesso business.
Inoltre, la prima generazione di imprenditori
cinesi, che ormai si trovano a cavallo tra i
quaranta e cinquanta anni stanno pensando
alla successione, mentre i loro fgli - con
obiettivi e valori distanti molto pi di una
generazione guardano oltre. La contrazione
del credito e il problema della successione
sono particolarmente evidenti nella provincia
imprenditoriale dello Zhejiang, dove vi sono
molte opportunit di JV e di F&A.
Le tendenze globali sono quindi dirette
sempre pi verso le Joint Venture e M&A
con aziende straniere; queste strutture di
investimento sono impegnative in qualsiasi
mercato esse avvengano e richiedono serrata
cooperazione tra le parti oltre ad una attenta
pianifcazione delle fasi di sviluppo.
In questo numero, daremo uno sguardo a
ciascuno di questi veicoli di investimento -
descrivendo la situazione attuale del mercato,
e le principali sfde affrontate - e forniremo
alcuni consigli pratici su argomenti chiave
quali la stesura di un contratto di joint venture
e la ricerca di un partner per operazioni di
M&A.
Per ulteriori informazioni su investimenti
in Cina, incluse operazioni di joint
vent ure e M&A, vi preghi amo di
contattarci a italiandesk@dezshira.com
o vi s i t are www. dezs hi ra. com/ i t .
4 China Briefng
L
a col l abor azi one con un
partner cinese considerata
da molti investitori stranieri
un passo fondamentale per
accedere al mercato cinese.
Allo stesso tempo, la possibilit di acquisire
nuove tecnologie stimola linteresse delle
compagnie cinesi a creare joint-venture con
investitori stranieri.
A livello globale, il tasso di successo delle
JV relativamente basso, dunque non c
da sorprendersi se molte collaborazioni sino-
straniere si rivelino fallimentari per via di
contrasti di natura culturale, manageriale o
legati allimposizione e alla scelta di obiettivi
di lungo termine. Gli stranieri interessati
ad investire nel mercato cinese dovrebbero
essere coscienti dei vari ostacoli per la
costituzione, gestione e dissoluzione di una
joint venture.
Condizioni per la
dissoluzione
Esiste sempre una percentuale di rischio
che la joint venture non funzioni, dunque
necessario includere nel contratto e nello
statuto societario una strategia di uscita che
permetta di mantenere intatti i propri beni.
Nella pratica, al fne di dissolvere una joint
venture, necessario che il consiglio di
amministrazione della stessa si incontri e
concordi allunanimit sulla dissoluzione,
nonch ottenere il permesso delle autorit
governative competenti. Uno degli ostacoli
maggiori che linvestitore straniero potrebbe
incontrare nel caso di dissoluzione il mancato
ottenimento del consenso del partner cinese.
Per facilitare luscita da una joint venture,
cruciale stipulare chiaramente le basi per
uneventuale dissoluzione nel contratto di
joint venture nello statuto societario. Le leggi
che regolano le joint venture prevedono varie
motivazioni per la dissoluzione di una joint
venture, tra cui il verifcarsi di gravi perdite.
Allinterno del contratto e dello statuto
societario, le parti dovrebbero quantifcare
e stabilire chiaramente la definizione di
gravi perdite e il livello inaccettabile per
proseguire con le attivit (perdite in anni
consecutivi, livelli di produzione al di sotto
degli obiettivi, ecc.).

Gli investitori possono e dovrebbero stabilire
altre motivazioni per la dissoluzione nel
contratto e nello statuto societario, come,
ad esempio, la bancarotta della compagnia
partner, il rifuto da parte di unistituzione
fnanziaria di fornire credito, o il ritardo
nellottenimento dei diritti per luso del terreno.
Misure in caso di stallo
Inoltre, prudente inserire una clausola
riguardante le misure in caso di stallo
che permetta ad ogni singola parte di
iniziare unilateralmente un processo di
dissoluzione. Detta clausola dovrebbe
specifcare chiaramente le varie situazioni
che costituiscono una situazione di stallo e
che quindi implicherebbero la terminazione
della collaborazione. Ad esempio, si potrebbe
specifcare che una situazione di stallo possa
risultare dalla mancata partecipazione di un
membro del consiglio di amministrazione
agli incontri per tre volte consecutive.
Le parti dovrebbero stipulare nel contratto
che, al sorgere di una situazione di stallo,
una della parti ha il diritto di inviare un
avviso scritto di terminazione alla controparte
della joint venture. Nelleventualit in cui
questultima dovesse rifutarsi di cooperare
alliniziazione del processo di dissoluzione
della joint venture, la parte intenzionata a
terminare la collaborazione pu richiedere
una decisione sulla base di arbitrato o
rivolgersi ad un tribunale. Linserimento
di clausole ben dettagliate riguardanti
le situazioni di stallo possono aiutare ad
ottenere un verdetto favorevole.

Opzioni di acquisto-
vendita
Unalternativa inserire una clausola per
la quale una situazione di stallo conduca
alla possibilit di esercitare unopzione
acquisto-vendita, per la quale una delle
parti ha il diritto di vendere la propria quota
di partecipazione o di acquistare la quota
dellaltra parte ad un prezzo prestabilito,
obbligando laltra parte ad acquistare/vendere.
Il metodo per calcolare il valore della
quota di partecipazione dovrebbe essere
spiegato in manieria dettagliata allinterno
del contratto, ad esempio basandolo sul
Stesura di un contratto
di Joint-Venture per
collaborare effcacemente con
il proprio partner cinese
[ By Rachel Xuan and Eunice Ku, Dezan Shira & Associates ]
I punti cardine comprendono:
Condizioni per la dissoluzione
Misure in caso di stallo
Opzioni acquisto-vendita
Autorit del General Manager
Arbitrato in Cina
JOINT VENTURE
AGREEMENT
Stesura di un contratto di Joint-Venture per collaborare effcacemente con il proprio partner cinese
5 China Briefng
valore delle attivit nette stimato da
uno studio professionale e rinomato. Si
noti che laddove la rilevazione della quota
societaria dovesse implicare la conversione
della joint venture in una WFOE (Wholly
Foreign Owned Enterprise Impresa a totale
partecipazione straniera), questa sarebbe
soggetta alle limitazioni previste dal Foreign
Investment Industrial Guidance Catalogue,
che proibisce o limita gli investimenti in
determinati settori.
Autorit del GM
Per quant o concer ne l a s t r ut t ur a
ammi ni st rat i va, l e j oi nt vent ure i n
Cina devono possedere un consiglio di
amministrazione che la massima autorit
con potere decisionale allinterno della
societ. Di norma, un general manager sar
nominato dal consiglio di amministrazione,
sar in carica della gestione delle operazioni
giornaliere della societ.
Con lo scopo di mantenere il controllo
sullattivit, linvestitore straniero dovrebbe
considerare lidea di nominare un manager
straniero per ricoprire questa posizione. Se le
parti non desiderano nominare un manager
straniero, bene defnire chiaramente nello
statuto societario e nel contratto della joint
venture quelle che sono le competenze che
ricadono sotto lautorit del GM locale.
Ad esempio, nei documenti bisognerebbe
stipulare che, laddove il valore cumulativo
dei contratti in un certo periodo di tempo
superasse un valore prestabilito, necessaria
unautorizzazione scritta e il consenso
unanime del consiglio di amministrazione
per permettere al manager di firmare il
contratto, o questultimo unicamente sar
considerato personalmente responsabile.
Questo assicura che la parte straniera, tramite
il direttore che ha nominato, sia informata
di tutte le decisioni importanti prese dal
GM. In tal modo, gli interessi della parte
straniera nella joint venture vengono protetti.
Trasferimento dellequity a
parti terze
In alcuni casi, la parte straniera o cinese
potrebbe considerare lidea di trasferire la
propria quota di capitale sociale a una terza
parte. Le leggi che regolamentano le joint
venture prevedono che la parte che desidera
trasferire la propria quota a una terza parte
ottenga il permesso delle altre parti nella
joint venture. Quando una parte in una joint
venture desidera trasferire la sua quota
di capitale sociale a una terza parte, ma
laltra parte non vuole dare il consenso, la
prima pu fare causa oppure rivolgersi alla
commissione darbitrato. Le Interpretations
of the Supreme Peoples Court on Several
Issues Concerning the Trial of Disputes
Involving Foreign-Invested Enterprises
(interpretazioni), in vigore dal 16 agosto
2010, prevede che il trasferimento dellequity
sar sostenuto se:
(1) possibile provare che gli altri azionisti
hanno dato il loro consenso;
(2) La parte trasferente ha inviato un avviso
scritto riguardo al trasferimento, ma gli
altri azionisti non hanno provveduto a
rispondere entro 30 giorni; oppure
(3) Gli altri azionisti non hanno acconsentito
al trasferimento ma si rifiutano di
acquistare la quota della parte trasferente.
Le Interpretations, inoltre, prevedono che,
nel caso in cui gli altri azionisti non facciano
ricorso al diritto di primo rifuto entro un anno
da quando sono (o dovrebbero essere) venuti
a conoscenza del contratto di trasferimento
dellequity, la corte decider a favore del
trasferimento.
Queste regolamentazioni possono essere
vantaggiose per linvestitore straniero che
desidera passare la sua quota di equity
ad una terza parte, ma possono essere
svantaggiose nelleventualit in cui la parte
cinese desiderasse trasferire il proprio
interesse ad un competitor, o a qualcuno
di cui non stata verifcata laffdabilit.
Al fne di minimizzare questo rischio, le
parti dovrebbero stipulare chiaramente le
condizioni per un trasferimento dellequity
allinterno del contratto di joint venture,
come ad esempio il divieto di transferiementi
di capitali a determinati concorrenti.
Arbitrato in Cina
Le leggi che governano le joint venture
dispongono che, laddove il consiglio
damministrazione non fosse in grado di
risolvere la disputa tra le parti di una joint
venture per mezzo di negoziazioni, possibile
ricorrere ad istituzioni di arbitrato. A questo
riguardo, le parti dovrebbero stipulare una
clausola darbitrato o concludere per iscritto
un accordo dove si stabiliscono il nome esatto
dellistituzione di arbitrato, il luogo di incontro
e la lingua in cui larbitrato sar svolto.
Numerosi i nvest i t ori st rani eri sono
generalmente convinti che la scelta di svolgere
larbitrato nel loro paese di provenienza o
in un altro paese straniero possa rivelarsi
vantaggioso. Questo particolarmente vero
per casi che comportano grandi quantit o
fondamentali diritti di propriet intellettuale.
Tuttavia, nel caso di dispute che comportano
piccole quantit e dove alla base ci sono
solo interessi monetari, per ragioni di costo,
linvestitore straniero potrebbe considerare
lidea di unagenzia cinese di arbitrato, per
le seguenti motivazioni.
Prima di tutto, quando una parte a conoscenza
di un imminente arbitrato e si trova in una
situazione poco favorevole, potrebbe tentare
di proteggere i propri beni trasferendoli in
anticipo. Mentre le regole darbitrato di molti
paesi prevedono politiche di preservazioni
dei beni di propriet, queste politiche sono
applicabili solo allinterno della giurisdizione
del luogo dove larbitrato ha luogo. Inoltre,
le leggi cinesi che regolano larbitrato non
prevedono la possibilit di esercitare il diritto
che i beni di propriet siano preservati,
laddove larbitrato avesse luogo fuori dal
territorio cinese. Per questo motivo, un
arbitrato svolto allestero potrebbe rivelarsi
rischioso poich preclude la possibilit di
impedire alla parte in Cina di trasferire i suoi
beni. Condurre larbitrato in Cina permette a
una parte di una joint venture di fare domanda
al centro di arbitrato in Cina affnch i beni
in Cina della parte opposta siano preservati
anticipatamente, purch si possa dimostrare
che la decisione arbitrale potrebbe non essere
applicabile, o che il richiedente potrebbe
riscontrare difficolt nellapplicazione in
assenza di intervento protettivo.
In secondo luogo, la legislazione cinese
prevede che i contratti di joint venture
siano sotto lesclusiva giurisdizione della
legge cinese. Di conseguenza, arbitri con
una scarsa conoscenza della legge cinese
potranno affdarsi esclusivamente alle proprie
conoscenze legali, nonch alle opinioni dei
legali delle parti coinvolte per comprendere
la legge applicabile. Ci potrebbe risultare in
unerrata interpretazione della legge, e in una
conseguente incompatibilit del giudizio con
la legge cinese. Inoltre, lapplicazione in Cina
del giudizio di un centro di arbitrato estero
potrebbe richiedere molto tempo, poich la
parte vincente dovr fare domanda al tribunale
cinese affinch il giudizio sia applicato
e tutto il materiale sia tradotto in cinese.
Infne, per quanto concerne il luogo in cui
larbitrato sar svolto, la China International
Economic and Trade Arbitration Commission
(CIETAC), istituita dal governo cinese
con il solo scopo di risolvere contenziosi
internazionali, costituita da una giuria
di arbitri internazionali con una profonda
conoscenza in diversi settori, tra cui legale,
economico, commerciale, scientifico, tra
cui le parti possono scegliere. Le statistiche
hanno dimostrato che non vi nessun
pregiudizio contro le parti straniere.
1. Valutare il partner
con attenzione
Prima di tutto, fondamentale valutare
lintero potenziale del partner cinese. Bisogna
cominciare guardando le caratteristiche
principali del partner, per esempio la
cultura aziendale, la credibilit, le capacit
manageriali, lo status con i clienti, ecc.
La due diligence legale e finanziaria
comportano in genere lassunzione di
una societ per condurre delle verifiche
di background e di situazione creditizia,
esaminare i file della compagnia presso
lAmministrazione dellIndustria e del
Commercio (AIC), verifcare con le autorit
competenti le qualifche della societ per
operare, controllare libri e scritture contabili,
controllare il background delle persone
chiave, condurre interviste ai clienti, ecc.
2. Dialogare direttamente
con le autorit locali
Tutti i governi provinciali o comunali
possono avere diverse opinioni su norme
e regol ament i , e spesso di most rano
comportamenti piuttosto fessibili.
Suggeriamo di dialogare direttamente con i
funzionari locali quando si dovr affrontare
il processo di registrazione di una JV, anche
se si ha una buona conoscenza delle regole e
regolamenti specifci.
Questo significa parlare, prima della
redazione dei documenti essenziali, con i
dipendenti della commissione per lo sviluppo
e le riforme, del ministero del commercio
e dellamministrazione dellindustria e del
commercio. A volte conviene contattare
anche lamministrazione statale della valuta
estera (SAFE) e luffcio delle tasse.
3. Enfatizzare il contratto
sin dallinizio
Alcuni investitori cinesi (soprattutto PMI)
prestano poca attenzione al contratto e
in alcuni casi non guardano neppure le
documentazioni della JV, tuttavia sono ben
felici di frmarle.
La parte cinese tende a concentrarsi
principalmente a far soldi, spesso ignorando
i dettagli tecnici legali, e considerando
il partner straniero molto lontano dalla
situazione nel suo complesso. quindi
molto importante ricordare al partner
cinese limportanza del lavoro dufficio
(paperwork) e le conseguenze derivanti da
una rottura del contratto.
4. Management straniero
Molte aziende decidono di inviare proprio
personale esperto in Cina per gestire lazienda
direttamente; questo particolarmente
importante in societ ad alta tecnologia o
joint venture di produzione, quando linvio
di professionisti in Cina un must.
In tal modo, possibile tenere docchio la
controparte cinese e curare i propri interessi
con effcacia. Diverse aziende non cinesi
hanno preferito porre fducia nel contratto
piuttosto che mandare persone di fducia,
pensando che il contratto avrebbe legato il
comportamento delle loro controparti cinesi;
tuttavia le cose non hanno assolutamente
funzionato come da contratto, causando
enormi problemi.
5. Stabilire le basi per
il mantenimento del
controllo interno
Prestare attenzione ai timbri della societ
(in inglese chop) e ai conti bancari
fondamentale. Ogni azienda avr tre timbri -
quello aziendale, quello fnanziario e quello
del responsabile legale il controllo di questi
tre timbri consente di aprire conti bancari e
siglare assegni. Il timbro del rappresentante
legale particolarmente importante, giacch
richiesto in numerosi documenti aziendali
e viene spesso considerato come sostitutivo
della frma.
Di conseguenza, qualsiasi persona in
possesso del timbro pu esercitare il potere di
rappresentare la societ e creare obbligazioni
per essa. Al fine di prevenire luso non
autorizzato, fondamentale stabilire una
procedura che controlli che luso del timbro
sia strettamente monitorato.
Cinque punti pratici
per stabilire una JV
[ A cura del dipartimento di Business Advisory Services, Dezan Shira & Associates ]
Case Study
Recentemente, abbiamo assistito ad una
negoziazione di JV in cui entrambe le parti
volevano che laltra parte fosse la prima
a contribuire con i propri investimenti
(contanti dai cinesi, diritti di propriet
intellettuale da parte degli stranieri).
Per risolvere questo problema, Dezan Shira
& Associates ha suggerito di aggiungere
scadenze chiare per il conferimento degli
investimenti nel contratto di JV. Tuttavia
si riconosce come questo, in pratica abbia
un effetto limitato.
Se una parte decidesse di non osservare
l accordo, l al t ra part e pot rebbe
naturalmente portarla in tribunale, ma tutto
questo avrebbe effetti deleteri sullintero
progetto. , infatti, difficile tornare
indietro una volta che gli investimenti
vengono effettuati e che la JV stata
costituita.
Questa negoziazione di JV dimostra
come porre enfasi sul contratto sia
importante, ma come allo stesso tempo
non si debba sottovalutare leffetto della
fiducia e limportanza di strumenti di
misurazione come la due diligence
legale e fnanziaria. Per eseguire bene una
trattativa di JV, necessario avere questo
tipo di informazioni di base a portata di
mano ed in anticipo.
Case Study
Recentemente abbiamo avuto esperienza
di una negoziazione per una JV sino-
straniera fnita in una situazione di stallo
molto velocemente.
Durante le fasi di discussione per arrivare
alla frma del contratto di joint venture, si
sono presentati diversi ostacoli riguardanti
la struttura organizzativa dellazienda,
specie nellassegnazione di posizioni
chiave. Per la parte straniera che voleva
conferire (e proteggere) i propri diritti
di propriet intellettuale, lottenimento
della posizione di general manager stato
fondamentale per la supervisione delle
operazioni giornaliere.
7 China Briefng
N
el 2003, il governo cinese
ha per la prima volta steso
i n ununi ca l egge sul l e
fusioni e acquisizioni i
principi, le procedure e i
requisiti principali per gli investitori stranieri
interessati ad acquisire aziende cinesi. Nella
loro versione pi recente, le regole sulle
Acquisizioni e Fusioni di societ cinesi
da parte di investitori stranieri sono state
promulgate nel 2006 e rivisitate nel 2009.
Tali norme forniscono agli investitori un
quadro di base e informazioni relative ad
attivit di M&A in Cina, dando allo stesso
tempo ampia discrezionalit al governo per
esaminare e approvare fusioni e acquisizioni
che potrebbero avere impatti su temi di
sicurezza nazionale ed economica.
Data la recente esposizione della Cina a
operazioni di M&A, diretta a soppesare
benefci e rischi di acquisizione dimprese in
Cina da parte di imprese straniere, specie se
tali acquisizioni avvengono in settori chiave.
Lacquisizione di partecipazioni e asset
richiede lapprovazione del MOFCOM
locale e la registrazione presso lufficio
amministrativo locale dellindustria del
commercio.
In aggiunta alle norme anti-monopolio,
la Cina si riserva il diritto di esaminare
acquisizioni straniere di aziende e asset cinesi
per ragioni di sicurezza nazionale.
Lapprovazione del MOFCOM a livello
centrale richiesta nei seguenti casi di M&A:
Lazienda a investimento estero formata
dopo la fusione o acquisizione appartiene
ad un settore-industria che necessita il
controllo e lapprovazione del MOFCOM.
Una societ, impresa o persona fsica che
agisca in Cina attraverso una societ con
sede legale al di fuori della Cina, che
voglia fondersi o acquisire una societ
cinese alla quale affliate la persona
fsica, lazienda o impresa stessa.
M&A di unimpresa nazionale da parte di
investitori stranieri per cui:
Gli investitori stranieri ottengano una
posizione di controllo in settori chiave.
Esistano fattori che possano infuenzare
la sicurezza economica dello Stato.
Gli investitori stranieri ottengano il
controllo su unimpresa domestica
che possiede un marchio cinese
tradizionale o rinomato.

Di seguito, vengono esaminate le disposizioni
che gli investitori stranieri che intendano
svolgere M&A in Cina sono tenuti a rispettare.
Le regole riguardanti le M&A si applicano
solo a fusioni e acquisizioni di imprese
nazionali, mentre gli investitori stranieri
che tentano di acquisire aziende in Cina
che gi godono di uno status FIE (foreign
invested enterprises) aderiscono ad un
diverso set di regole.
Le questioni riguardanti la segnalazione
e lapprovazione di tutti i cambiamenti
nella struttura patrimoniale di una FIE
sono regolate dalle Disposizioni sui
cambi dinteressi patrimoniali riguardanti
le FIE, pubblicate dal Ministero del
Commerci o e del l a cooperazi one
economica nel 1997.
Questioni non affrontate da tali disposizioni
vengono gestite con riferimento alle
leggi sulle M&A.
Applicabilit
Le regole sulle M&A si applicano quando un
investitore straniero:
Acquisisce delle equities:
Compra partecipazione in unazienda
domestica non a capitale estero.
Sottoscrive laumento di capitale di
unimpresa nazionale.
Acquisisce degli assets:
Costituisce una FIE tramite la quale
compra e opera gli asset di unimpresa
domestica.
Compra gli asset di unimpresa domestica
e usa tali asset per costituire una FIE.
Stipulazioni
Secondo la legge sulle M&A, fusioni e
acquisizioni di imprese nazionali da parte
di investitori stranieri devono rispettare le
disposizioni del catalogo sugli investimenti
industriali esteri. Ci signifca che, fusioni o
acquisizioni non potrebbero risultare per gli
investitori stranieri nei seguenti casi:
Creazione di una WFOE in settori in cui
non consentito creare WFOEs.
Diventare un soggetto controllante
in unimpresa acquisita in settori che
richiedono il controllo da parte di
investitori cinesi
Acquisire il controllo di imprese dove la
partecipazione di investitori stranieri
vietata o limitata.
Procedura di Acquisizione
Le leggi di M&A stabiliscono i termini per
gli investitori stranieri per pagare per intero
le contribuzioni in equity o per trasferire
gli asset, o laumento di capitale che stato
sottoscritto, il rapporto tra il capitale sociale
e investimenti totali, e le procedure di
application e i documenti richiesti.
Documentazione richiesta
Unacquisizione di equities richiede i
seguenti documenti:
La dichiarazione unanime degli azionisti
dellazienda domestica sullacquisizione
La domanda per la conversione a FIE
Contratto e statuto societario della FIE
Contratto riguardante lacquisizione
straniera dellequity o della sottoscrizione
dellaumento di capitale.
Audit report sui bilanci dellanno
precedente dellazienda target
Document i not ar i zzat i - appr ovat i
riguardanti lidentit, la registrazione e
lo stato creditizio dellacquirente
Descrizione delle attivit dellazienda
target e relative licenze
Proposta di trattamento dei dipendenti
nellazienda target
Documenti rilevanti gli accordi sulle
passivit dellazienda target, rapporto di
valutazione emesso da un ente autorizzato
e relative note integrative
I Fondamenti legali di fusioni
e acquisizioni in Cina
[ A cura di Eunice Ku, Rachel Xuan e Susan Kang, Dezan Shira & Associates ]
I Fondamenti legali di fusioni e acquisizioni in Cina
8 China Briefng
Al t ri document i rel azi onat i al l a
transazione
Unacquisizione di assets richiede i seguenti
documenti:
Dichiarazione dei detentori di diritti
di propriet o organo governante
dellimpresa domestica che attesti il
consenso alla vendita degli asset
Domanda per la creazione della FIE
Contratto e statuto societario della FIE
Contratto di vendita frmato dalle parti
St at ut o e l i cenza di oper at i vi t
dellazienda target, laffermazione di
avvenuta acquisizione da parte del
creditore
Documenti notarizzati-approvati che
certifichino i documenti di identit,
r egi st r azi one e st at o cr edi t i zi o
dellinvestitore
La proposta di sistemazione dei dipendenti
della societ target
I documenti rilevanti la responsabilit
limitata dellazienda target, il rapporto
di valutazione e le spiegazioni fatte dalle
parti nellacquisizione
Altri documenti richiesti
Molte PMI cinesi non riportano i loro
reali ricavi allagenzia delle entrate, in
modo da abbassare limponibile fiscale.
I n un acqui si zi one del pat r i moni o
netto, linvestitore straniero assume la
responsabilit fscale della societ originaria.
In unacquisizione di asset, tale responsabilit
dimposta rimane con la societ cinese.
Capitale sociale
Dopo che un investitore straniero acquista
le partecipazioni in unazienda domestica,
lo stato dellazienda domestica diventa
una FIE. Il capitale sociale della FIE deve
quindi essere costituito dal capitale sociale
dellimpresa domestica originale, con
linvestimento da parte dellinvestitore
straniero espresso come percentuale del
capitale acquistato nellazienda stessa.
Inoltre, larticolo 19 della legge sulle M&A,
quando un investitore straniero si fonde con
unimpresa nazionale tramite unequity
merger, pone i limiti massimi alla quantit
di investimento della parte straniera. Tale
limite determinato dalla quantit totale di
capitale sociale, come indicato nella tabella
sottostante.
Larticolo 9 delle leggi sulle M&A prevede
che, qualora il rapporto tra lapporto di
capitale di investitori stranieri e il capitale
sociale di una FIE istituita a seguito di una
M&A sia inferiore al 25 per cento, limpresa
non abbia diritto al trattamento riservato
alle FIE.
Capitale Registrato Investimento
Massimo totale
<US$2.1 milioni 10/7 del capitale
registrato
>US$2.1 milioni
e=<US$5 milioni
2 volte il capitale
registrato
>US$5 milioni
e=<US$12 milioni
2,5 volte il capitale
registrato
>US$12 milioni 3 volte il capitale
registrato
Valutazione
Tutte le M&A tra unimpresa straniera e
una domestica dovrebbero determinare
il prezzo della transazione sulla base del
risultato di una valutazione effettuata da un
istituto di valutazione patrimoniale. Le parti
possono scegliere listituto di valutazione
che preferiscono, ma esso deve risiedere nel
territorio cinese ed essere in conformit con
la legge cinese.
Larticolo 14 delle leggi sulle M&A vieta
il trasferimento delle partecipazioni o la
vendita di beni ad un prezzo inferiore
rispetto al risultato della valutazione al fne
di evitare il trasferimento mascherato di
capitale al di fuori della Cina.
Accordo di acquisto di Equity
Linvestitore straniero e limpresa nazionale
che stanno per concludere una transazione di
M&A, o un accordo di aumento di capitale
devono sottostare alle disposizioni poste
dallarticolo 22 e contenere le seguenti
informazioni:
1. Le informazioni rilevanti delle due parti
nel contratto
2. Lammontare del patrimonio netto da
acquistare o dellaumento di capitale, e
il prezzo da pagare
3. Il termine e le modalit di esecuzione del
contratto
4. I diritti e i doveri di ciascuna parte
5. Le penalit per violazione del contratto o
il mezzo attraverso il quale le controversie
saranno risolte
6. La data e il luogo di conclusione del
contratto
Pagamento
Linvestitore straniero deve pagare lintero
importo stabilito nel contratto di acquisto
entro tre mesi dallottenimento della licenza
commerciale della FIE.
In casi particolari (e previa approvazione
del MOFTEC o esaminazione da parte
dellautorit provinciale di approvazione),
linvestitore straniero pu pagare un minimo
di 60 per cento del prezzo entro sei mesi, e
la restante parte da saldare entro un anno dal
rilascio della licenza commerciale della FIE.
Qualora linvestitore straniero decidesse
di condurre l acqui si zi one t rami t e
sottoscrizione di un aumento di capitale di
unimpresa domestica, linvestitore straniero
dovr pagare non meno del 20 per cento
dellimporto del capitale sociale conferito,
al momento della domanda di licenza
commerciale fatta dalla FIE.
Il termine per il pagamento della parte
rimanente dellaumento di capitale soggetto
alle disposizioni del diritto societario
della Repubblica Popolare Cinese, leggi e
regolamenti riguardanti le FIE, e normative
sulla registrazione delle imprese.
Approvazione e Registrazione
Il MOFCOM annuncer laccettazione o il
rifuto della domanda entro 30 giorni dal
ricevimento della documentazione. Nel caso
in cui il MOFCOM accolga la richiesta, un
certifcato di approvazione verr rilasciato.
Al ricevimento del certifcato di approvazione
da parte del MOFCOM, limpresa straniera
ha 30 giorni di tempo per registrare limpresa
domestica acquisita come FIE alla SAIC
(state administration for industry and
commerce) locale.
I Fondamenti legali di fusioni e acquisizioni in Cina
9 China Briefng
China Briefng ha recentemente intervistato
Tom Ward, Presidente di PIM, S.r.l. societ
di consulenza strategica focalizzata sul
mercato industriale Cinese, al fine di
reperire importanti consigli riguardanti il
mercato cinese delle M&A.
Qual lo scenario attuale
per le M&A in Cina?
Oggi vi sono numerose societ cinesi
disposte ad essere acquisite. Va sottolineato,
per, che molte di esse potrebbero non
essere pronte o idonee, come ad esempio
alcune societ statali che sono state
privatizzate, e si comportato ancora come
PMI. Queste ultime hanno poca motivazione
allinnovazione, per cui, forse, opportuno
prenderle in esame.
Mentre molte aziende straniere stanno
pianificando di apportare la propria
tecnologia e know-how in operazioni di
fusioni e acquisizioni, in Cina c una
crescente voglia da parte delle imprese
locali, di investire nella ricerca e sviluppo.
La Cina non sta semplicemente copiando
tecnologia e processi dallOccidente, ma
utilizza queste due variabili per crescere,
cosi come avvenne in Giappone.
Recentemente, una societ straniera
operante nel settore estrattivo, che stava
valutando una possibile acquisizione, si
rese conto che le tecnologie utilizzate dalla
societ cinese di interesse, fossero migliori
delle loro.
Circa venti anni fa, lapparato industriale
cinese risultava preoccupante sia nella
manutenzione che nei servizi.
Attualmente le societ riescono a gestire
sempre meglio i costosi downtimes grazie
ad un apparato produttivo qualitativamente
pi effciente.
Questo significa che le imprese locali,
migliorando gli standard produttivi,
divengono pi appetibili per le societ
straniere qualora risulti possibile attuare
manovre di Merger and Acquisition.
In relazione all esperienza
acquisita nellazienda per
cui lavora, quali sono le
motivazioni per intraprendere
unoperazione di M&A? Quali
sono i principali deal breakers?
Le societ straniere con le quali noi lavoriamo
sono interessate principalmente alla vendita
sul mercato cinese. Le motivazioni di chi
vende risiedono nella volont di cambiare
settore oppure investire in qualcosa di
nuovo. In molti casi questi imprenditori
hanno ragioni valide per vendere e uscire
fuori dal business, ma hanno anche un senso
di onore per quello che hanno sviluppato e
cresciuto, e non vogliono uscire totalmente
fin quando non sono certi che il loro
business in buone mani, per cui spesso le
negoziazioni richiedono molto tempo.
Il principale punto di rottura spesso
la valutazione del prezzo. Il venditore e
lacquirente hanno di norma ide differenti
sul valore della societ. Gli acquirenti
vedono la Cina come un mercato in crescita
e valutano attentamente la profttabilit di
eventuali investimenti.
Come scegliere un
possibile target?
Presenza di crescita continua negli ultimi
cinque anni
Innovazione nella produzione
Presenza di brevetti propri e arco
temporale nel quale sono stati sviluppati
Gestione sistematica del processo
decisionale
Market share reale nel segmento di
riferimento
Inoltre, bisogna assicurarsi che il successo
della societ nel mercato nazionale sia
commerciale, non politico.
La ragione primaria che PIM lavora con
una clientela principalmente americana
che pu essere defnita responsabile sotto
gli standard severi descritta nel Foreign
corrupt practice act.
Investire in Cina significa investire
considerevole tempo per conoscere questo
mercato e le sfumature che lo infuenzano.
Intervista a cura di Mattia Bazzoni
Fusioni e Acquisizioni: Scelta della target company
10 China Briefng
T
eam China, nome dato dal
giornalista Australiano John
Garnault alla cooperazione
politica, aziendale e fnanziaria
che sostiene gli investimenti
cinesi allestero, sta guadagnando terreno e
potere. Le imprese cinesi sono sempre pi
spinte dal governo ad investire allestero,
spesso attraverso M&A e JV, e sono aiutate
dal sostegno fnanziario della Banca dello
Sviluppo della Cina e da altri fondi importanti.
I paesi esteri sono territorio di conquista- Il
numero totale delle M&A cinesi allestero
nel 2008 e 2009 da solo, ha superato il
totale di tutte quelle che sono avvenute nei
precedenti otto anni. La Cina ha continuato la
sua performance con un totale di 54 Miliardi
di Dollari nel 2010 investiti in operazioni di
M&A allestero, diventando il quarto paese
a livello internazionale, dopo Stati Uniti,
Giappone e Regno Unito, per volume di affari
in operazioni di M&A.
Diversi studi hanno tentato di collegare
la crescita degli investimenti esteri della
Cina alla sua costante ricerca di buoni
deals, e, mentre i prezzi scontati degli
asset sono una delle maggiori cause dello
sviluppo delle M&A cinesi, laumento della
propensione della Cina ad espandersi ed
investire allestero dovuta anche a:
Approvvigionamento di risorse e materie
prima
Accesso a nuovi mercati e nuovi clienti
Tecnologia, know-how, e capacit
manageriali internazionali
Politiche di sostegno da parte dello Stato
e deregolamentazione
Sicurezza alimentare
Emigrazione
Sfde per le M&A e per
le JV cinesi allestero
Nonostante lalto numero di JV e M&A
allestero, le imprese cinesi devono affrontare
una serie di sfide, come quelle legate
alla regolamentazione o alla mancanza di
conoscenza ed esperienza di management
internazionale.
Diffcolt dovute alla
regolamentazioni
I governi stranieri e le imprese sono diffdenti
verso le intenzioni e le ambizioni delle
aziende cinesi, in particolare di quelle
aziende cinesi che sono propriet dello stato.
Negli ultimi anni, in risposta allemergere
di nuovi investitori provenienti dalla Cina e
dal Medio Oriente, i governi stranieri hanno
stabilito regole restrittive di investimento.
La Cina ha sopportato il peso di queste
regole e di tutte le discussioni politiche,
in particolar modo nel caso in cui la Cina
National Offshore Oil Corporation (CNOOC)
ha tentato di acquisire nel 2005 la compagnia
petrolifera statunitense Unocal. Altri dibattiti
politici sono sorti sugli investimenti cinesi in
Australia (su alcune acquisizioni nel settore
minerario), in Corea (riguardo al fallimento
della casa automobilistica Ssangyong),
in Russia (riguardo al progetto perla del
Baltico), e in diversi paesi in via di sviluppo.
Nei paesi occidentali, le preoccupazioni
sorgono nei casi in cui gli investimenti
stranieri sono considerati una minaccia
per le industrie nazionali e per i cosiddetti
campioni nazionali, ma le preoccupazioni
potrebbero anche riguardare il trasferimento
di conoscenze e tecnologia. Un caso
controverso che fallito proprio per queste
ragioni riguardava un affare proposto nel
2009, nel settore dellindustria mineraria,
che avrebbe port at o l a Al umi ni um
corporation of China (Chinalco), gruppo di
propriet statale, ad acquisire una quota di
maggioranza in Rio Tinto (Australia / Regno
Unito), azienda mineraria leader mondiale.

Un altro esempio riguarda i numerosi
tentativi di far affari in Nord America
compiuti da Huawei, fornitore della rete
nazionale di telecomunicazioni, che ha fallito
nel suo intento avendo suscitato sospetti che
lazienda fosse troppo legata al governo
centrale e militare.
La mancanza di esperienza
manageriale internazionale
La mancanza di esperienza internazionale
ha portato le aziende cinesi a non avere una
chiara visione delle M& A nella loro strategia
globale. Ci ostacola la loro capacit di
cercare, identifcare e valutare potenziali
obiettivi. La loro esperienza limitata pu
inibire la capacit di conoscere e comprendere
i clienti, i concorrenti, la supply chain, e il
quadro regolamentare dei loro mercati target.
Si evidenzia, inoltre, che le imprese cinesi
sono limitate nella loro capacit di trasferire
le operazioni per i loro obiettivi e non sono
abili nelleliminare sprechi e duplicazioni
derivanti della combinazione delle operazioni
gi esistenti con quelle appena introdotte.
Tutti questi fattori possono giocare un ruolo
cruciale nelle aziende cinesi non rendendole
in grado di raggiungere le sinergie che
generano valore in unacquisizione, e la
mancanza di esperienza e conoscenza
signifca che loro stanno realmente imparando
a fare ci partendo quasi da zero.
Inoltre, le imprese cinesi sono in competizione
con le societ americane ed europee, che
possono muoversi molto pi velocemente,
essendo pi esperte nella negoziazione e nella
ricerca dei fnanziamenti. A tal proposito,
gli ostacoli normativi della Cina sono un
problema particolare. Le banche statali
possono richiedere diverse settimane per
condurre una due diligence e una valutazione
dei rischi, mentre i concorrenti stranieri
impiegano solamente pochi giorni.
Gli investimenti in JV e M&A
allestero di Team China
[ A cura di Nicholas William Hughes, Dezan Shira & Associates ]
Gli investimenti in JV e M&A allestero di Team China
11 China Briefng
Quote di minoranza e
JV - Strategia ibrida
di acquisizione
Le complicazioni che sono sorte in accordi
come nel caso di Rio Tinto, hanno portato
ad una diffusa conoscenza da parte dei
cinesi riguardo lapproccio agli affari
internazionali, alla struttura di questi,
alla loro negoziazione, alla pubblicit e
allintegrazione post-acquisizione.
Dopo che le acquisizioni di alto profilo
hanno incontrato diffcolt a consolidarsi
nei mercati target, le aziende cinesi sono
state poco inclini ad intraprendere grandi
acquisizioni allestero. Per evitare problemi,
il governo cinese e le aziende stanno
cercando di intraprendere pi investimenti di
minoranza o di maggioranza in JV ed hanno
cercato di collaborare con partner occidentali;
una immagine speculare, in breve, del modo
in cui gli affari avvengono in Cina.
Invece di un controllo completo, molte
aziende cinesi stanno ora scegliendo
percorsi pi blandi, come una joint venture
o alleanze strategiche in cui il partner locale
ha una partecipazione di maggioranza,
un approccio graduale, che consente di
studiare il management, la tecnologia di
gestione e di conoscere mercati nuovi senza
innescare potenziali critiche e rischi politici.
Una struttura comune la registrazione
di una joint venture dove il gruppo cinese
acquista una quota di minoranza. Questa
partnership consente ai dirigenti cinesi di
avere il tempo e lesperienza necessaria per
lavorare in modo pi effcace in un ambiente
nuovo. Investimenti con quote di minoranza
hanno registrato un trend in particolare nel
settore fnanziario: ICBC, gigantesca banca
statale, ha acquistato il 20% della Standard
Bank del Sud Africa, Ping An Insurance ha
acquistato il 4% di Fortis, e la met dei suoi
assets di gestione, mentre diversi fondi di
investimento statali cinesi hanno acquisito
rami di Blackstone, Morgan Stanley e
Barclays.
Molti investimenti con quote di minoranza
sono stati utilizzati come modelli di
partnership temporanea che si sono
successivamente trasformati in acquisizioni
totali. Dal punto di vista dellacquirente
cinese, tali partenariati rendono pi agevole
lintegrazione di difficili acquisizioni,
assicurando la continuit della gestione e del
personale tecnico, e trasferendo, nel lungo
periodo, le conoscenze del management
occidentale allimpresa Cinese. Essi
rappresentano inoltre, un modo per le societ
cinesi di benefciare di risorse preziose che il
partner occidentale non disposto a cedere,
come i marchi e la propriet intellettuale.
Dal punto di vista delle societ occidentali,
le partnership possono essere un modo
per uscire da un business statico, non pi
attraente, con un rischio dimpresa minimo.
Esempi di JV - strategie ibride di acquisizione:
Sinosteel ha iniziato la sua partnership con
Midwest Corporation of Australia con una
joint venture nel 2005 e poi ha acquisito
la societ australiana nel 2008.
Beijing Automotive Industry Holding
(BAIC), che ha acquistato la tecnologia di
base Saab (ma non il suo marchio e i suoi
impianti) dal fallimento della casa madre
della societ automobilistica svedese,
ovvero GM. Laccordo ha permesso a
BAIC di aggiornare la propria gamma auto
per il mercato interno (ed impressionare i
clienti cinesi con la tecnologia straniera),
evitando, allo stesso tempo, i problemi
politici legati alla ristrutturazione di
unicona svedese e gestendo il brand sui
mercati internazionali.

Laffare IBM-Lenovo nato inizialmente
come una partnership temporanea. Come
parte dellacquisizione, IBM aveva una
partecipazione del 18,9% nella societ
cinese e un accordo di cooperazione
quinquennale. Lenovo otteneva inoltre in
licenza il marchio IBM per cinque anni e
prendeva possesso a titolo defnitivo dei
centri di R&D di IBM in Giappone e Nord
Carolina e della sua fabbrica a Shenzhen
ThinkPad, divenendo cos il datore di
lavoro di circa 10.000 ex dipendenti
IBM. I prodotti Lenovo erano sostenuti
dal marketing e vendite di IBM nonch
questultima forniva i servizi di leasing,
garanzie, e manutenzione di Lenovo. In
cambio, IBM ha ricevuto premi di licenza
per lutilizzo dei suoi canali di vendita cos
come le commissioni su ogni contratto che
il personale IBM ha realizzato per Lenovo.
Da allora, IBM ha costantemente ridotto
la propria partecipazione in Lenovo.
Il gruppo Fosun ha acquistato una quota
del 7,1% in Club Mediterranee nel giugno
2010, che ha dato a Fosun un posto
nel consiglio di amministrazione del
gruppo del lusso francese. Linvestimento
Fosun stato trainato da un desiderio
di capitalizzare lenorme aumento nel
mercato del turismo estero cinese e, al
fne di evitare eventuali problemi politici/
normativi, questi ultimi entrarono
con una quota di minoranza, che gli
avrebbe permesso di fare unesperienza
internazionale, di acquisire capacit di
gestione globale, e di comprendere come
gestire un marchio credibile e di fducia.
Fosun ha dichiarato che non ha intenzione
di aumentare la propria partecipazione ad
oltre il 10% per i prossimi 24 mesi, ma di
essere intenzionato a diventare uno dei
pi grandi azionisti di Club Med. Come
parte dellaccordo, Fosun ha assistito Club
Med nellapertura di un resort in una zona
sciistica in Cina e vi potrebbe essere un
crescente numero di imprese cinesi che
investono allestero, disposte ad aiutare
i loro partner occidentali a svilupparsi
in Cina.
I modelli di partnership temporanea che
si trasformano in piene acquisizioni e joint
venture di minoranza, sono favoriti dalle
aziende cinesi per investimenti esteri e sono
essenziali per continuare a rafforzare le
acquisizioni cinesi allestero, consentendo
alle aziende cinesi di aggirare gli ostacoli
normativi e sviluppare capacit e conoscenza
nel campo della gestione, tecnologia e dei
mercati locali.
Gli oneri sociali
in Cina
Impatto della nuova legge sugli oneri sociali obbligatori
Tabella Sicurezza Sociale: cost-beneft, complicazioni per dipendenti stranieri
Differenze implementative allinterno del Paese
Notizie on line su: www.china-briefng.com/news/it
In questo numero:
2 China Briefng
Benvenuti a questo nuovo numero di China Briefng

Costi e oneri del sistema previdenziale cinese, il topic di


China Briefng di settembre 2010, stato senza dubbio il
pi popolare di quellanno. Adam Livermore, a capo della
divisione libri paga di Dezan Shira & Associates, ci propone
il tema degli oneri sociali anche per il 2011. La nuova Legge,
promulgata nellottobre 2010, indicava che vi poteva esser la possibilit
che la legge stessa avesse effetto anche sugli stranieri prevedendo
laccantonamento di vari fondi previdenziali. Sembrava un p inutile
pubblicare di nuovo un numero riguardo gli oneri sociali fno a che
tutti i dettagli non fossero stati ancora resi noti. Tuttavia, il 9 settembre
2011 - proprio nel mezzo della preparazione del numero di ottobre di
CB - il Ministero cinese delle Risorse Umane e della Sicurezza Sociale
fnalmente ha reso noto che anche gli stranieri sono inclusi nel nuovo
sistema di previdenza sociale. Ci auguriamo che il contenuto di tale
tema - scritto immediatamente al susseguirsi della puntualizzazione
sullargomento - possa esser di aiuto per capire a pieno il tema dei fondi
previdenziali in Cina. Qualora il tema trattato risultasse di notevole
interesse, consigliamo di dare unocchiata anche al numero di settembre
2010, che chiarifca per intero e in modo pi approfondito il sistema
della previdenza sociale (comprese le basi imponibili e i contributi
percentuali, sebbene con grafci datati 2010). Questo numero si focalizza
invece maggiormente sui cambiamenti che sono stati apportati dalla
nuova legge e i suoi effetti sul personale straniero impiegato in Cina.
Distinti saluti,
Alberto Vettoretti
Managing Partner
Dezan Shira & Associates
Editore, Asia Briefng
China Briefng Contact: editor@china-briefng.com
Tutto il materiale e i contenuti sono protetti da 2011 Asia Briefng Ltd.
Nessuna riproduzione, copia o traduzione di materiale permessa senza il consenso
dell'editore. Contattate: editor@china-briefng.com
La copertina artistica di questo mese:
Lopera riprodotta per cortesia dellartista Ouyang Chun e della Shanghai Gallery of Art.
www.shanghaigalleryofart.com, gr@on-the-bund.com, +86 (21) 6321 5757.
MONGOLIA BRIEFING
3 China Briefng
La nuova Legge sulla
Previdenza Sociale
[ A cura di Adam Livermore, Dezan Shira & Associates ]
I
l 9 settembre 2011, il Ministro delle
Risorse Umane e della Sicurezza
Sociale cinese, ha finalmente
chiarito che anche gli stranieri
che lavorano regolarmente in Cina
devono accantonare contributi inclusi nel
sistema previdenziale cinese.
La data prevista per lattuazione di
questo passaggio il 15 ottobre 2011,
resta tuttavia da verifcare se le agenzie
previdenziali cinesi siano pronte ad
accettare la partecipazione al sistema degli
stranieri sin da quel momento.
In ogni modo, linserimento degli stranieri
nel sistema previdenziale era gi stato
formalmente indicato nella nuova Legge
per la Sicurezza Sociale promulgata
nellottobre 2010, ma la sua entrata in
vigore stata anticipata.
Ora lattenzione per gli investitori
si sposter sulla valutazione delle
conseguenze di questo cambiamento,
rivedendo eventualmente le politiche
adottate per le risorse umane aziendali.
In questa edizione del China Briefing
si riassumono alcuni punti chiave
delle recenti modifche legislative, che
includono molti cambiamenti, non solo
riguardanti linclusione degli stranieri
nel sistema previdenziale cinese. Inoltre
chiariremo i benefci e i costi che queste
novit comporteranno per societ e
individui. Infine daremo uno sguardo
alle tendenze per lattuazione della legge
che, come spesso accade in Cina, non
uniforme allinterno del Paese.
Panoramica sulla
Nuova Legge sulla
Previdenza Sociale
Il 1 luglio 2011, la Cina ha implementato
la legge sulla Previdenza Sociale
( Nuova Legge); gli obiettivi del governo
attraverso questa nuova regolamentazione
sono essenzialmente 3:
1) Avere un maggiore controllo sui
fondi contribuitivi del sistema
previdenziale;
2) Snellire lamministrazione in modo
che le aziende siano costrette a
versare i contributi per intero;
3) Migliorare nel complesso il sistema
previdenziale per i residenti in Cina.
Fra questi obiettivi, il terzo pu essere
considerato quello finale, mentre il
primo e il secondo sono strumentali per
il raggiungimento dellultimo. Il governo
cinese consapevole che nel lungo
periodo non potr continuare a contare su
investimenti stranieri, su lavoro a basso
costo e su una pesante pressione fscale per
continuare a sviluppare leconomia. Ci
che manca unadeguata spesa nazionale
da parte delle famiglie cinesi supportata da
un effcace sistema previdenziale.
Una delle principali ragioni per le quali il
popolo cinese non ama spendere (anche
se recentemente c una certa inversione
di tendenza), la mancanza di uneffcace
rete di sicurezza sociale nel caso in cui
dovesse capitare qualcosa di indesiderato
al proprio nucleo familiare, tutto ci in un
contesto ove c una dilagante sfducia;
verso i fondi pensionistici cinesi.
Con la revisione del sistema previdenziale,
il governo sta tentando di arginare
i problemi suddetti, tuttavia, come
spesso accade in Cina, le difficolt
sorgeranno nella fase di realizzazione
e implementazione che affronteremo
pi approfonditamente in un articolo
successivo.
Prima di tutto diamo unocchiata ad alcuni
temi fondamentali affrontati dalla nuova
legge.
Le Cinque Assicurazioni
Sociali
Pensione
Assicurazione medica
Assicurazione sul lavoro
Indennit di disoccupazione
Maternit
Pensione
La nuova legge prevede che il datore di
lavoro versi i contributi in base al totale
delle retribuzioni pagate ai suoi dipendenti,
mentre questi ultimi contribuiranno
Indennit di
disoccupazione
Assicurazione
sul lavoro
Assicurazione
medica
Pensione Maternit
4 China Briefng
La nuova Legge sulla Previdenza Sociale
in base allo stipendio effettivamente
ricevuto. Affronteremo accuratamente il
funzionamento del sistema in un articolo
successivo, tuttavia possiamo anticipare
che lonere fnanziario per il datore di
lavoro destinato a salire.
La legge inoltre chiarisce che i dipendenti
che si spostano da una giurisdizione ad
unaltra saranno in grado di trasferire i
propri pensionistici, ricevendo cos la
pensione in base alla totalit dei fondi
accumulati durante lattivit lavorativa.
Tuttavia il sistema di calcolo attraverso
il quale saranno unificati i fondi,
sar dettagliato in una parte separata
della nuova legislazione, la quale non
ancora stata ultimata al momento della
pubblicazione di questarticolo.
Questaspetto della nuova legge sui
Contributi Previdenziali affronta uno dei
pi seri problemi dellattuale sistema.
Infatti, la mancanza di trasparenza del
trattamento pensionistico cinese ha
avuto leffetto di dissuadere gli individui
a trasferimenti per motivi lavorativi in
altre citt, limitando cos la mobilit
lavorativa, e questo un grave problema
per una societ che manca di lavoratori
sufficientemente qualificati in tutto il
paese.
Realizzazione della sfda
Oltre alla complessit della questione in
s, anche lattuazione sar un compito
arduo: il terreno stato preparato dal
governo centrale, che ha realizzato la
legge, ma la fase di attuazione spetter
ai governi locali, e il trasferimento
richieder tempo. improbabile che la
Cina sia in grado di realizzare lobiettivo
del governo centrale di assicurare un
graduale passaggio della gestione dei
fondi pensione alle giurisdizioni locali
ancora per molti anni.
La nuova legge prevede inoltre la
creazione di un sistema pensionistico
per i lavoratori rurali e questultimo,
in futuro, potrebbe essere incorporato
al sistema urbano. Tale disposizione
mirata a ridurre leffetto dell Hukou
(la carta didentit cinese), che limita
le opzioni di trasferimento lavorativo
disponibili per le popolazioni rurali ed
stato motivo di forte insoddisfazione in
tutta la Cina negli ultimi anni. Anche in
questo caso, la realizzazione di un sistema
integrato sembra ancora lontana, e la legge
indica solo la direzione da percorrere,
senza specifcare i metodi concreti per il
raggiungimento dello scopo.
Assicurazione Medica
Il governo prevede miglioramenti
complessivi anche per il sistema sanitario.
Un particolare punto di nota che il fondo
di assicurazione medica sar responsabile
direttamente del rimborso delle spese
affrontate presso lospedale dove verranno
effettuati trattamenti e le cure, evitando
cos un problema frequente: il paziente
deve pagare in anticipo le spese mediche,
per poi ottenere il rimborso da parte del
fondo in un secondo momento.
Il sistema attuale ha una particolare
debolezza poich quando un dipendente
viaggia e si ammala o sinfortuna in
una zona remota distante dalla propria
zona di registrazione, ci sono notevoli
complicazioni per il rimborso delle
spese per il trattamento sanitario da
parte del fondo di assicurazione medica.
Larticolo 29 propone di risolvere la
questione attraverso la creazione di unit
amministrative volte a sostenere tali
pagamenti, direttamente con il fondo
assicurativo medico. Anche in questo
caso, la realizzazione pratica di ci potr
richiedere del tempo.
Assicurazione infortuni
sul lavoro
La legge concerne principalmente le
circostanze in cui il risarcimento sar
provveduto, e chiarisce che i pagamenti
saranno eseguiti dal fondo per gli infortuni
lavorativi, o da fondi affni come quello
pensionistico.
Il punto focale sullargomento riguarda
limpegno del governo di garantire
il pagamento dei trattamenti medici
determinati dallinfortunio lavorativo o
malattia professionale anche in assenza
del versamento contributivo da parte
del datore di lavoro. La legge chiarisce
chiaramente che il datore, il soggetto
obbligato allonere della contribuzione,
ma in assenza di tale versamento, il
dipendente pu comunque chiedere il
pagamento delle spese mediche e quindi
l agenzia amministrativa incaricata
obbligata a perseguire il datore per il costo
del trattamento sostenuto (cosi, come
anche per gli altri oneri contributivi legati
all infortunio).
Indennit di disoccupazione
Gran parte della legge semplicemente
una generalizzazione di quelle precedenti
e delle circolari relative. I punti chiave
sono: il periodo per il quale i disoccupati
potranno richiedere lindennit (in base
al periodo in cui sono stati occupati) e
limporto che potranno ricevere (regolato
a livello locale, ma non collegato al
precedente salario/premio che hanno
ricevuto durante il periodo di occupazione).
Un punto previsto dalla legge lobbligo
per il datore di lavoro di fornire la
prova dellinterruzione del rapporto
lavorativo al dipendente entro 15 giorni
dall interruzione dello stesso. La fnalit
della previsione di legge di risolvere
il problema che si poneva nel momento
in cui il datore si rifutava di rilasciare il
documento per qualsiasi tipo di ragione,
ponendo il dipendente nell impossibilit
di ricevere l indennit di disoccupazione.
Maternit
Lart. 56 della nuova legge prevede che
lindennit di maternit sia attribuita alle
donne in congedo per una somma pari al
salario mensile medio pagato dallazienda
ai propri dipendenti. Questa politica
contrasta con quella attuale, secondo la
quale la donna in congedo di maternit
riceve una somma pari al suo stipendio
(come defnito dai contributi previdenziali
versati dalla societ prima del periodo di
maternit).
Questo un concetto interessante, nel
senso che a prescindere dal livello
occupazionale che la donna ha raggiunto
in una societ, ricever un importo
prescritto. Se ipotizziamo che gli uomini
che lavorano in aziende cinesi ricevono
in media uno stipendio pi alto rispetto
alle donne, queste dovrebbero ricevere
unindennit di maternit superiore al
salario percepito. Tuttavia, questa non
una buona notizia per le donne in posizioni
manageriali, poich riceveranno una
somma notevolmente inferiore.
Ef f et t i Col l at er al i i n s egui t o
allimplementazione della nuova legge
Quest i cambi ament i avranno una
serie di effetti collaterali interessanti.
5 China Briefng
La nuova Legge sulla Previdenza Sociale
Il primo quello che i dipendenti si
renderanno conto degli stipendi medi
pagati dallazienda. Ci causer dei
problemi di riservatezza (soprattutto
per le piccole realt aziendali), ed anche
incoragger i dipendenti a richiedere
aumenti salariali poich livello nessun
dipendente avr intenzione di guadagnare
una somma molto inferiore rispetto alla
media salariale della compagnia!
In secondo luogo, questa politica
potrebbe incoraggiare i dipendenti
che programmano una gravidanza
nellimmediato futuro, a cercare lavoro
in unazienda che paga uno stipendio alto
o medio alto.
Questo fenomeno diffuso, ad esempio,
in citt come Dalian, dove si prevedono
cinque mesi di congedo per le donne
incinte con un conseguente vantaggio
economico molto pi elevato.
Prendiamo ad esempio il caso di un
individuo che lascia una societ in cui
il salario-medio di 3,000 RMB ed
assunto da unaltra che paga uno stipendio
medio di 9,000 RMB. Poich la differenza
salariale molto elevata, il dipendente
potrebbe benefciare di 30,000 RMB in
pi rispetto alla situazione lavorativa
precedente.
Considerazioni Finali
La sintesi effettuata precedentemente
riguarda le maggiori implicazioni dei primi
56 articoli della nuova regolamentazione.
I restanti 42 si riferiscono principalmente
ai metodi di raccolta dei contributi, al
rafforzamento della responsabilit e
degli obblighi dei soggetti governativi
che gestiscono i fondi. Queste clausole
riflettono limportanza che il governo
cinese attribuisce alla trasparenza della
materia. Ci si resi conto che c una
generale sfducia verso lorgano pubblico
e circa la sua gestione dei fondi, cos
la legge ha cercato di reprimere queste
problematiche.
Ad esempio lart. 80 molto interessante:
prevede che i comitati di gestione dei
fondi siano composti da datori di lavoro,
dai sindacati e dai rappresentanti delle
assicurazioni sociali, con la supervisione
di esperti legali, economici, con ruoli
di organi di controllo. Tutto ci sembra
molto promettente in teoria.
Nonostante tutte le disposizioni di legge
siano volte a migliorare il sistema, la
critica che si pu muovere verso il nuovo
ordinamento sulla Previdenza Sociale,
la mancanza dincisivit in caso di
violazioni. Ad esempio gli art. 87 e 88
impongono delle pene per individui od
organizzazioni che falsifcano documenti
o fanno dichiarazioni fraudolente. Tuttavia
le ammende previste sono limitate
fra il 200 % e il 500 % dellimporto
reclamato e diffcilmente ci pu essere
considerato una punizione adeguata.
Alcune organizzazioni e/o individui,
continueranno ad abusare del sistema
poich non considereranno la pena
adeguata alla violazione commessa.
Come commento fnale su questa legge,
uno degli articoli, lart. 97 in particolare
potrebbe avere maggiore impatto sui
nostri lettori. Esso afferma che gli stranieri
che lavorano in Cina dovrebbero essere
considerati soggetti allapplicazione
della presente legge. Tuttavia la vaghezza
di questa dichiarazione, e il fatto che
larticolo sembra essere stato considerato
solo come aggiunta alla fine del
documento, suggerisce che il governo,
durante la fase di stesura legislativa, non
aveva realmente considerato lestensione
della copertura del sistema previdenziale
cinese anche agli stranieri.
Social Insurance Law in Cina:
Costi e Benefci per personale
straniero e datori di lavoro.
[ A cura di Adam Livermore, Dezan Shira & Associates ]
N
egl i ul t i mi mesi vi
stato un forte interesse per
il sistema di previdenza
sociale cinese in particolar
modo in riferimento alla
situazione degli stranieri che vivono e
lavorano nel Paese. La ragione chiara
- presto i contributi previsti dal sistema
previdenziale cinese e che interessano
solamente i cittadini cinesi, dovranno
essere versati anche da personale straniero.
I datori di lavoro sono, ovviamente
da tempo al corrente del costo dei
contributi da versare ai propri dipendenti
cinesi, e i loro oneri fnanziari saranno
destinati inevitabilmente ad aumentare
con linclusione nel sistema dello staff
straniero che non era precedentemente
soggetto a tali imposizioni.
Analizzeremo di seguito tutti i costi e
benefci associati al nuovo sistema cinese
di accantonamento dei contributi sociali.
Vogliamo iniziare soffermandoci su
unimportante questione che infuenzer
ampiamente i costi potenziali a carico sia
dei datori di lavoro che dei dipendenti,
ovvero la quota massima utilizzata nel
calcolare i contributi sociali. Al tempo
della stesura del seguente articolo, la
maggior parte delle citt in Cina aveva
fissato un tetto massimo ai contributi
per i calcoli relativi allammontare da
accantonare.
Per calcolare tale cifra massima viene
normalmente utilizzata la media del
salario mensile dellanno precedente per
una determinata citt, moltiplicato per
300%. Di conseguenza il tetto contributivo
pu variare da RMB7,545 (Kunming)
fino a RMB12,615 (Shenzhen), e il
corrispondente massimale di contribuzione
a carico dei datori di lavoro attualmente
RMB4,325 al mese per ogni dipendente
(a Shanghai). Il corrispondente massimale
di contribuzione a carico del lavoratore
RMB1,351 al mese (a Nanchino).
A causa dellesistenza di questi tetti,
molti datori di lavoro e dipendenti sono
giunti alla conclusione che sebbene
linserimento dei dipendenti stranieri
allinterno del sistema di assicurazione
sociale determiner un aumento dei costi
aziendali, le ripercussioni complessive
saranno per certi versi limitate.
Benefts
Cost
benefts
Cost
Benefts
Cost
Come funziona il processo
di adempimento contributi
sociali a Pechino
Tutte le societ costituite in Cina e che
impiegano dipendenti cinesi devono
registrare degli accounts presso due
dipartimenti governativi - il dipartimento
dellassicurazione sociale (social
insurance bureau) e quello per il fondo
casa (housing fund) - affnch possano
versare i contributi necessari a favore dei
propri dipendenti. La procedura cambia a
seconda delle regioni. Per spiegare come
registrare e gestire questi accounts,
considerate il seguente esempio riferito
al social security bureau di Pechino.
1. Documentazione richiesta
I documenti necessari includono copie
originali e fotocopie della Company
business license (equivalente alla
visura camerale), certificato del
codice aziendale, certificato di
approvazione, documento didenit
del rappresentante legale o persona
responsabile della societ e il modulo
per la raccolta delle informazioni
relative. Se una filiale di una
societ gi registrata in Cina che
deve registrare i propri accounts,
sono richiesti anche la Company
business license della societ madre,
una copia del certifcato del codice
aziendale e una procura in originale
(power of attorney) insieme al timbro
della societ.
2. Invi o del l e i nformazi oni dei
propri dipendenti al dipartimento
dellassicurazione sociale
I dettagli appena forniti devono
essere salvati su una chiave USB e
consegnati di persona al dipartimento
dellassicurazione sociale. Presso
lufficio, i dati verranno caricati
a l l i nt e r no de l s i s t ema de l
dipartimento stesso.
3. Ricezione del numero del proprio
Entro 15 giorni (normalmente dopo
5 giorni lavorativi), il numero dell
account di previdenza sociale pu
essere visualizzato allinterno del
sito web dellomonimo dipartimento.
La societ deve completare un set up
application form in cui avr bisogno
anche di tale numero di previdenza
sociale e infne pagare RMB260 per
ottenere un certifcato elettronico (una
sorta di chiave USB). Dopo di ch la
societ sar in grado di registrare i
propri dipendenti online.
4. Stipulare accordo con la banca
Un contratto con la banca utilizzata
dalla societ deve essere stipulato in
modo tale da garantire che i contributi
mensili siano automaticamente versati
nel conto corrente del dipartimento
dellassicurazione sociale ogni mese.
5. Aggiornare il proprio account
La societ dovr recarsi al dipartimento
dellassicurazione sociale nel caso di
nuovi assunti per presentare i documenti
necessari . La deregi st razi one dei
dipendenti che vengono licenziati o
lasciano lazienda, pu avvenire online.
7 China Briefng
Social Insurance Law in Cina: Costi e Benefci per personale straniero e datori di lavoro.
Pensione
Datore di lavoro Dipendente
Costi Normalmente il 20% dello
st i pendi o del di pendent e;
notevolmente inferiore in alcune
citt (Shenzhen / Dongguan /
Hangzhou / Ningbo / Zhongshan)
8 % del salario del dipendente (tasso applicato uniformemente sul tutto il territorio nazionale)
Benefci Nessun benifcio diretto matura a
favore del datore di lavoro.
I contributi in favore del fondo pensione non sono imponibili. Un interesse matura inoltre sui fondi
nell account individuale.
Se un individuo ha versato contributi per un periodo di almeno 15 anni, al raggiungimento dellet
pensionabile avr diritto di iniziare a godere di una pensione in base allammontare accumulato nel
proprio fondo (comprendente tutti i fondi versati dal dipendente durante tutta la sua vita lavorativa).
Una volta che lintero ammontare del fondo terminato, lindividuo ha il diritto di richiedere una
pensione da un fondo pubblico, in cui sono stati versati i contributi della societ di cui abbiamo
parlato precedentemente nella parte sinistra di questa tabella.
Nel caso di morte di un dipendente (sia prima, che dopo aver raggiunto let pensionistica),
lammontare dei fondi accumulati nellaccount individuale potranno essere ereditati.
I pi recenti aggiornamenti che risalgono al 9 settembre, sottolineano che i contributi pensionistici
versati da individui non cinesi possono essere richiesti una volta che tali individui interromperanno
il proprio rapporto lavorativo in Cina.
Alternativamente, gli stranieri possono mantenere attivi i loro accounts se avranno intenzione
di ritornare in Cina in futuro e svolgere attivit lavorative.
Complicazioni per dipendenti stranieri:
Il processo per riscattare i contributi pensionistici non stato ancora defnito nei dettagli. Abbiamo motivo di supporre che nei primi mesi dallintroduzione del
nuovo sistema assisteremo a ritardi e complicazioni relative alla questione dei rimborsi. Stiamo inoltre attendendo ulteriori precisazioni sulle tasse che saranno
applicate dal governo quando uno straniero richieder laccredito in somma unica, dei fondi maturati. Per quanto riguarda, le questioni relative alleredit dovuta
alla morte di un cittadino straniero in Cina, probabile che le procedure saranno ancora pi complesse.
Se individui stranieri desidereranno mantenere attivi i propri fondi pensionistici, probabile che si imbatteranno in problemi amministrativi una volta passata
let pensionistica. Se questi ultimi si trasferiranno allestero, sar allo stesso modo problematico dimostrare agli amministratori del fondo di assicurazione che
lindividuo ancora in vita, e quindi per il governo stesso rimettere i pagamenti pensionistici al di fuori della Cina.
Assicurazione Medica
Datore di lavoro Dipendente
Costi Normalmente fra il 7 e 12%
dello stipendio (tasso molto pi
inferiore in alcune citt come,
ad esempio, Zhongshan, nella
provincia del Guangdong)
Normalmente 2 % dello stipendio del lavoratore (tasso molto pi inferiore in alcune citt come, ad
esempio, Zhongshan)
Benefci Nessun benefcio diretto matura
a favore del datore di lavoro.
Nel caso di malattia o infortunio, parte dei costi del trattamento a carico del dipendente possono
essere coperti dallassicurazione medica. Lesatta proporzione della copertura dipender dalla natura
della malattia/infortunio.
I contributi versati dagli individui maturano su una tessera che la persona deve portare con s e i
fondi presenti nella carta possono essere utilizzati per lacquisto di medicine in farmacia oppure
per il sostenimento di costi ospedalieri.
I contributi versati dai datori di lavoro si accumulano in una riserva pubblica che va a fnanziare
trattamenti medici pi costosi.
Complicazioni per dipendenti stranieri:
Il trattamento medico pu essere ricevuto solo in ospedali e cliniche approvate dal governo. Le cosiddette cliniche internazionali non sono generalmente
incluse nella lista delle istituzioni approvate, perci ogni trattamento medico ricevuto da stranieri in tali luoghi non sar coperto dallo schema di assicurazione
medica statale.
La maggior parte degli ospedali approvati dal governo saranno capaci di fornire servizi solo in lingua cinese; aspetto che potrebbe rappresentare una barriera
signifcativa per molti pazienti stranieri. probabile che le societ straniere continueranno ad acquistare assicurazioni sanitarie private non statali per i propri
dipendenti stranieri e che lutilizzo del sistema pubblico rimarr limitato almeno nellimmediato futuro.
Tuttavia, fatti recenti hanno segnalato
possibili cambiamenti in vista per
eliminare questi tetti (approfondiremo
tale argomento nel prossimo articolo).
Se e quando ci accadr, le percentuali di
contribuzione dovranno essere applicate
sullintero ammontare del salario di ogni
dipendente, indipendentemente se cinese
o straniero.
importante ricordare questo punto
quando si andr ad analizzare le percentuali
indicate di seguito, in quanto i potenziali
costi per i datori di lavoro potrebbero
crescere notevolmente qualora tali tetti
fossero eliminati.
Le 5 Assicurazioni
Social Insurance Law in Cina: Costi e Benefci per personale straniero e datori di lavoro.
Assicurazione infortuni sul lavoro
Datore di lavoro Dipendente
Costi Da 0,4% a 3% dello stipendio del personale a seconda dal luogo
geografco e del grado di rischiosit del lavoro svolto.
Nessun contributo richiesto.
Benefci Nel caso un dipendente si infortuni sul lavoro, il datore di lavoro
non deve pagare le cure mediche allo stesso- esse saranno coperte
dallassicurazione.
Tuttavia durante tutto il periodo del trattamento medico e
riabilitazione, il datore di lavoro dovr continuare a pagare un
certo ammontare dello stipendio al dipendente secondo quanto
stabilito da regolamenti locali.
Se viene defnitivamente accertato che il dipendente non in
grado di tornare a lavoro a causa della gravit dellinfortunio,
il datore di lavoro obbligato a pagare un risarcimento al
dipendente.
Questo non coperto dallassicurazione e lesatto ammontare
dipender da vari fattori che sono defniti su base locale.
Il fondo per gli infortuni sul lavoro coprir i costi delle cure
mediche.
Come abbiamo gi accennato precedentemente, il datore di lavoro
dovr continuare a pagare un certo ammontare dello stipendio al
dipendente, sebbene questo risulter minore del salario stesso.
Con la nuova legge sull assicurazione sociale, anche se il datore
di lavoro non ha versato i contributi previsti, il dipendente pu
richiedere cure mediche che saranno pagate dal fondo assicurativo.
Lamministratore del fondo dovr in seguito sollecitare il datore di
lavoro per lottenimento di un risarcimento adeguato.
Complicazioni per dipendenti stranieri:
Come per lassicurazione medica, solo determinati ospedali rientrano nella lista di copertura assicurativa. Tali ospedali, normalmente, non disporranno di
personale fuente in lingua inglese e gli standard di servizi offerti saranno probabilmente al di sotto di quelli di cliniche internazionali, normalmente utilizzate
dagli espatriati che lavorano in Cina.
Assicurazione di maternit
Datore di lavoro Dipendente
Costi Da 0,5 a 1% dello stipendio a seconda del
luogo geografco (con alcune eccezioni
come ad esempio Dongguan non
previsto nessun tipo di contributo)
No contribution required
Benefci Durante il periodo di maternit, lo
stipendio non dovr esser pagato al
dipendente - esso sar corrisposto
dallassicurazione.
Vi sono comunque delle eccezioni alla
regola. Per esempio a Pechino, al datore
di lavoro permesso versare contributi
allassicurazione della maternit solo a
favore di residenti in citt. Per quanto
riguarda dipendenti che non sono
residenti a Pechino, la societ dovr
ancora pagare i loro stipendi durante
tutto il periodo di maternit.
Durante la maternit (normalmente 3 mesi, ma pu arrivare anche a 5 mesi in alcune citt), il
dipendente ricever un somma determinata. Al momento, nella maggior parte delle citt tale
ammontare direttamente proporzionale allo stipendio, tuttavia la nuova legge dichiara che
tale cifra sar uguale allo stipendio medio percepito nella societ per cui lindividuo lavora.
Il dipendente pu anche ottenere un pagamento in ununica soluzione per sostenere i costi
della nascita del bambino; lesatto ammontare dipende da regolamenti locali e circostanze
specifche.
I padri possono inoltre giovare di vantaggi sotto forma di alcuni giorni di permesso di
paternit fnanziato dal fondo. Il numero totale dei giorni varia da citt a citt. In nessuna
citt sono comunque previsti pi di 15 giorni di permesso di paternit remunerati.
Complicazioni per dipendenti stranieri:
probabile che dipendenti stranieri saranno capaci di trarre vantaggi da questo tipo di assicurazione. Infatti, ampiamente noto che le famiglie cinesi sono
tuttora limitate dalla one-child policy (politica del fglio unico). Sebbene tale restrizione si sta gradualmente attenuando, per la maggior parte delle famiglie
cinesi ancora molto diffcile avere pi di un bambino. Al contrario, tale legge non ha effetto sulle donne straniere. Perci, queste ultime, in teoria potrebbero
essere in grado di benefciare dal fondo maternit in pi di unoccasione.
Indennit di disoccupazione
Datore di lavoro Dipendente
Costi Normalmente 2% dello stipendio
(ma talvolta anche1% e solo
0,4% a Shenzhen)
Normalmente 1% dello stipendio del dipendente. In alcune citt come Shenzhen e Zhongshan
non viene applicata.
Benefci Nessun benefcio diretto matura
a favore del datore di lavoro.
Nel caso di licenziamento (N.B. non nel caso che il dipendente si dimetta di propria spontanea
volont), il dipendente pu richiedere una indennit di disoccupazione per un periodo massimo
di 24 mesi.
La condizione necessaria perch ci sia possibile che il dipendente abbia versato contributi al fondo
indennit di disoccupazione per almeno un anno continuativo precedentemente al licenziamento.
La somma di denaro che sar ricevuta durante il periodo di disoccupazione non sar correlata allo
stipendio che il dipendente percepiva precedentemente o allintero ammontare che egli/ella avr
versato.
Complicazioni per dipendenti stranieri:
Il problema abbastanza chiaro - in circostanze normali ad uno straniero che non lavora pi in Cina non sar permesso legalmente, di continuare a vivere nel
paese e quindi sar presumibilmente impossibile ricevere alcuna somma di denaro dal fondo disoccupazione.
Per maggiori informazioni su gestione libri paga e risorse umane in Cina, vi invitiamo a contattare Dezan Shira & Associates al seguente
indirizzo italiandesk@dezshira.com oppure visitare il nostro sito web: www.dezshira.com/it.
Differenze nellimplementazione
della nuova legge allinterno del
Paese.
[ A cura di Adam Livermore, Dezan Shira & Associates ]
C
ome sar ben noto a coloro che
lavorano nel mercato cinese
da lungo tempo, la vera sfda
per il governo locale risiede
nellattuazione delle leggi,
e la legge sulla previdenza sociale non
uneccezione. Nonostante la norma sia stata
varata nellottobre 2010 e effettivamente in
vigore da luglio di questanno, la maggior
parte delle citt non hanno fatto visibili
progressi nellimplementazione del nuovo
sistema.
Citiamo ad esempio la citt di Dalian, (una
citt nel nord-est della Cina e uno dei pi
grandi porti del Paese) che rappresenta un
caso tipico di diversa applicazione locale
di una norma nazionale. Infatti, alla fne di
agosto in un documento del locale uffcio
assicurativo, furono pubblicati cambiamenti
nel metodo di calcolo dellassicurazione
sociale a partire dal mese di settembre.
I dettagli delle modifiche presenti nel
documento e nei suoi allegati possono
essere cos riassunti:
1. I contributi per lassicurazione sociale
versati dai dipendenti non cambieranno
(tali contributi continueranno ad essere
calcolati sullo stipendio medio mensile
dellanno precedente ).
2. I datori di lavoro verseranno contributi
basati sullintero ammontare degli
stipendi pagati dalla societ stessa
nel mese precedente. Le basi per il
calcolo del contributo da parte di
dipendente e datore di lavoro (che erano
precedentemente le stesse) sono state
separate - una per il datore di lavoro e
unaltra per il dipendente.
3. Per quanto riguarda la porzione dei
contributi del datore di lavoro, il tetto
massimo sar temporaneamente rimosso.
In precedenza, il limite massimo per il
calcolo dei contributi era RMB11,154 e
quindi il massimale di contribuzione a
favore di ciascun dipendente era limitato
a RMB3,491 al mese (RMB11,154 *
31,3 %). Di conseguenza, le societ
adesso si troveranno a dover sostenere
oneri extra per tutti i dipendenti che
percepiscono pi di tale ammontare
mensile.
4. La definizione di intero ammontare
degli stipendi pagati specificato
in un documento pubblicato dalla
provincia del Liaoning nel 2008. Tale
documento dichiara che la societ
dovrebbe includere gli stipendi dei
dipendenti stranieri nel calcolo dei
contributi. Ci signifca che sebbene i
cittadini stranieri non dovrebbero versare
alcun contributo al momento, i rispettivi
datori di lavoro sono obbligati a pagare
il 31,3% come premio assicurativo oltre
allintero stipendio che essi pagano allo
staff straniero stesso.

Ci comporterebbe quindi ingenti oneri a
carico delle societ che hanno sede a Dalian
con personale altamente qualifcato, sia
cinese che straniero.
A di spet t o di quant o scri t t o nel l a
documentazione ufficiale, al momento
della stesura di questo articolo permanevano
ancora dubbi per quant o ri guarda
linclusione degli stranieri allinterno del
nuovo sistema da parte del governo locale
di Dalian.
Il personale che lavora nel dipartimento
dellassicurazione sociale sta rispondendo
a domande sulla questione consigliando alle
imprese di non includere lo stipendio pagato
agli stranieri nei moduli di settembre/
ottobre, tuttavia ancora niente di uffciale
stato pubblicato a favore di questa
posizione.
Se anche altre citt seguiranno lesempio
di Dalian, eliminando il tetto massimo
sui contributi a carico della societ e
richiedendo anche quelli per il personale
straniero, il costo di assunzione di risorse
altamente qualificate, cinesi o meno,
aumenterebbe sostanzialmente in tutta la
Cina.
Per societ che hanno sede in citt come
Pechino e Shanghai dove gli stipendi sono
tra i pi alti del Paese, limpatto sarebbe
notevole.
Dallaltro lato se la maggior parte delle
citt cinesi mantenesse il tetto massimo
sui contributi, societ presenti in citt
come Dalian, sarebbero notevolmente
svantaggiate.
Potenziali investitori sarebbero dissuasi
dall investire in citt e anche le grandi
imprese gi localizzate in tali citt
comincerebbero a riconsiderare le loro
strategie di sviluppo. interessante notare
come la regolamentazione nella citt di
Dalian ponga enfasi sulla temporaneit
della soppressione del tetto massimo,
fornendo fessibilit al governo per una sua
reintroduzione futura.
Oltre a Dalian, sono presenti anche altre
citt (Hangzhou un esempio) che hanno
implementato un simile concetto di intero
ammontare degli stipendi pagati per il
calcolo dellassicurazione sociale.

Hangzhou ha comunque posto un limite al
tetto massimo del 300% della media dello
stipendio Nessun contributo richiesto a
carico della societ per il proprio personale
non cinese. Al contrario vi sono alcune
citt che stanno mostrando segnali di
cambiamento verso il nuovo modello.
Infatti, quando lo staff di China Briefng
ha condotto lindagine preparatoria per
questa edizione (esattamente dieci mesi
dopo la promulgazione della nuova legge
e due mesi dopo lentrata in vigore), alcuni
dipendenti delluffcio dellassicurazione
sociale non erano nemmeno consapevoli
degli imminenti cambiamenti.
Una tipica risposta che abbiamo ricevuto
stata che gli uffci locali dellassicurazione
sociale accettano istruzioni solo dallautorit
locale che li gestisce direttamente, e
fntanto che non ricevono tali direttive non
possono commentare su nessun potenziale
cambiamento futuro. Molti governi locali
non hanno ancora rilasciato tali direttive.
Il precedente esempio mostra lampiezza
della sfida che il governo centrale sta
affrontando. Questultimo sta cercando di
imporre le proprie direttive sui vari governi
locali, i quali vorrebbero mantenere invece
pi flessibilit possibile contribuendo a
tenere alto il livello di attrattivit del luogo
per nuovi investimenti.
10 China Briefng
Social Insurance Law in Cina: Costi e Benefci per personale straniero e datori di lavoro.
Stipendi e Assicurazioni Sociali delle 20 maggiori citt cinesi
1

Beijing
Stipendio min. (RMB): 1,160
Stipendio med. (RMB): 4,201
Contributo al fondo casa: 12%
Contributo totale minimo a carico del datore di lavoro: 44,0%
2

Changchun
Stipendio min. (RMB): 1,000
Stipendio med. (RMB): 2,977
Contributo al fondo casa: 7 - 12%
Contributo totale minimo a carico del datore di lavoro: 37,2%
3

Chengdu
Stipendio min. (RMB): 850
Stipendio med. (RMB): 2,543
Contributo al fondo casa: 6 - 15%
Contributo totale minimo a carico del datore di lavoro: 36,7%
20

Zhongshan
Stipendio min. (RMB): 1,100
Stipendio med. (RMB): 3,382
Contributo al fondo casa: 5 - 20%
Contributo totale minimo a carico del datore di lavoro: 19,0%
19

Zhengzhou
Stipendio min. (RMB): 800
Stipendio med. (RMB): 2,732
Contributo al fondo casa: 5 - 12%
Contributo totale minimo a carico del datore di lavoro: 36,50%
18

Xian
Stipendio min. (RMB): 860
Stipendio med. (RMB): 3,156
Contributo al fondo casa: 5 - 12%
Contributo totale minimo a carico del datore di lavoro: 35,0%
17

Tianjin
Stipendio min. (RMB): 1,160
Stipendio med. (RMB): 3,128
Contributo al fondo casa: 11 - 15%
Contributo totale minimo a carico del datore di lavoro: 44,30%
15

Shenzhen
Stipendio min. (RMB): 1,320
Stipendio med. (RMB): 4,205
Contributo al fondo casa: 5 - 20%
Contributo totale minimo a carico del datore di lavoro: 23,9%
14

Shenyang
Stipendio min. (RMB): 1,100
Stipendio med. (RMB): 3,213
Contributo al fondo casa: 8 - 12%
Contributo totale minimo a carico del datore di lavoro: 39,1%
13

Shanghai
Stipendio min. (RMB): 1,280
Stipendio med. (RMB): 3,896
Contributo al fondo casa: 7%
Contributo totale minimo a carico del datore di lavoro: 44,0%
16

Suzhou
Stipendio min. (RMB): 1,140
Stipendio med. (RMB): 3,797
Contributo al fondo casa: 8 - 12%
Contributo totale minimo a carico del datore di lavoro: 41,0%
9
Registrazione societaria, Tassazione, Contabilit e Gestione buste paga in Asia
Nota bene:
Lattuale tetto massimo sui contributi calcolato moltiplicando lo
stipendio mensile medio (Stipendio med.) per 3.
Il contributo totale minimo a carico del datore di lavoro comprende il
fondo casa. Per capire a quanto ammontino i contributi sociali restanti,
necessario sottrarre il minimo contributo al fondo casa dai contributi
totali minimi a carico del datore di lavoro.
Stipendi e Assicurazioni Sociali delle 20 maggiori citt cinesi

Chengdu
Stipendio min. (RMB): 850
Stipendio med. (RMB): 2,543
Contributo al fondo casa: 6 - 15%
Contributo totale minimo a carico del datore di lavoro: 36,7%
4

Dalian
Stipendio min. (RMB): 1,100
Stipendio med. (RMB): 3,718
Contributo al fondo casa: 10%; 12%; 15%; 25%
Contributo totale minimo a carico del datore di lavoro: 41,3%
5

Dongguan
Stipendio min. (RMB): 1,100
Stipendio med. (RMB): 3,881
Contributo al fondo casa: 5 - 20%
Contributo totale minimo a carico del datore di lavoro: 26,5%

Shanghai
Stipendio min. (RMB): 1,280
Stipendio med. (RMB): 3,896
Contributo al fondo casa: 7%
Contributo totale minimo a carico del datore di lavoro: 44,0%
12

Qingdao
Stipendio min. (RMB): 1,100
Stipendio med. (RMB): 2,379
Contributo al fondo casa: 5 - 20%
Contributo totale minimo a carico del datore di lavoro: 37,5%
11

Ningbo
Stipendio min. (RMB): 1,310
Stipendio med. (RMB): 2,808
Contributo al fondo casa: 5 - 12%
Contributo totale minimo a carico del datore di lavoro: 31,1%
6

Guangzhou
Stipendio min. (RMB): 1,300
Stipendio med. (RMB): 4,541
Contributo al fondo casa: 5 - 20%
Contributo totale minimo a carico del datore di lavoro: 36,4%
7

Hangzhou
Stipendio min. (RMB): 1,310
Stipendio med. (RMB): 2,554
Contributo al fondo casa: 12%
Contributo totale minimo a carico del datore di lavoro: 40,7%
8

Jinan
Stipendio min. (RMB): 1,100
Stipendio med. (RMB): 2,592
Contributo al fondo casa: 5 - 12%
Contributo totale minimo a carico del datore di lavoro: 36,3%
9

Kunming
Stipendio min. (RMB): 830
Stipendio med. (RMB): 2,790
Contributo al fondo casa: 5 - 12%
Contributo totale minimo a carico del datore di lavoro: 38,4%
10

Nanjing
Stipendio min. (RMB): 1,140
Stipendio med. (RMB): 3,787
Contributo al fondo casa: 8 - 12%
Contributo totale minimo a carico del datore di lavoro: 40,3%
1
2
4
3
5
6
7
8
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
Transfer pricing
e transazioni
infragruppo
Aggiornamenti quotidiani su: www.china-briefng.com/news
In questo numero:
Modalit di pagamento e ottimizzazione fscale tra quartier generale,
societ estera e clienti
Gestione dei costi di avviamento
Misure restrittive sul transfer pricing
Criteri di transfer pricing riconosciuti dallOCSE e loro utilizzo in Cina
P
D
F
D
I
S
P
O
N
I
B
I
L
E
w
w
w
.a
sia
b
rie
f
n
g
m
e
d
ia
.co
m
/
sto
re
Tu
tte
le
n
o
stre
p
u
b
b
lica
z
io
n
i
so
n
o
d
isp
o
n
ib
ili
in
fo
rm
a
to
e
le
ttro
n
ico
MONGOLIA BRIEFING
Benvenuti al numero di novembre di China Briefng
I
n questo numero, parleremo di transazioni fnanziarie infragruppo (pre
e post costituzione societaria) e della documentazione da predisporre
per rimanere conformi alla regolamentazione sul transfer pricing
in Cina. La complessit insita di queste transazioni le rende fonte di
perplessit per molti investitori in Cina; in questo numero cercheremo di
chiarire alcuni dei concetti fondamentali.
Cercheremo inoltre di fornire alcune indicazioni utili agli investitori per
destreggiarsi in questa complessa tematica, guardando alle modalit di
fnanziamento e pagamento tra societ madre (headquarter) fliale controllata
e clienti in Cina, con le relative implicazioni fscali. Tratteremo i passaggi
fondamentali a cui una societ a partecipazione straniera in Cina deve
attenersi per rimettere fondi dai propri clienti in Cina al quartier generale,
passando per le varie problematiche sul transfer pricing e i trattati contro la
doppia imposizione.
Daremo uno sguardo anche ai pagamenti concernenti i costi iniziali di
avviamento e start-up approfondendo i diversi metodi di gestione dei
pagamenti e di ognuno vedremo fattibilit, rischi e limitazioni.
Infine, approfondiremo le regolamentazioni sul transfer pricing e la
documentazione richiesta al fine di giustificare le transazioni con parti
correlate e/o controllate.
Cordiali saluti,
Alberto Vettoretti, Managing Partner, Dezan Shira & Associates, Editore Asia
Briefng
China Briefng Contact: editor@china-briefng.com
Tutto il materiale e i contenuti sono protetti da 2011 Asia Briefng Ltd.
Nessuna riproduzione, copia o traduzione di materiale permessa senza il consenso
dell'editore.
La copertina artistica di questo mese: Montains Beyond Mountains di Xue Song (tecnica mista su canvas 200*100cm, 2008). ShanghART
Gallery e Xue Song, tutti i diritti riservati.
ShanghART Gallery, 50 Moganshan Rd., Bldg 16&18 Shanghai, Main Space (10AM-6PM), H-Space (1PM-6PM), +86 (21) 6359 3923.
www.shanghartgallery.com
Modalit di pagamento tra
quartier generale, societ
estera e clienti in Cina
[ A cura di Susan Kang, Irene Zhong e Sabrina Zhang, Dezan Shira & Associates]
I
n alcuni casi, il quartier generale
(HQ) fornisce beni e servizi ai clienti
in Cina in modo diretto, anzich
passare attraverso la propria societ a
partecipazione straniera (WFOE o JV)
in Cina. Questo pu accadere per molteplici
motivi, tra i quali strategie di business o
limitazioni delloggetto sociale oppure
operativit dellimpresa partecipata in Cina.
Spesso succede che, per evi t ar e l e
problematiche di pagare il quartiere generale
(fornitore) in valuta estera, il cliente in Cina
si offrir di pagare invece la partecipata
cinese in valuta locale (RMB). Il quartier
generale, in tali circostanze, deve essere ben
consapevole delle conseguenti implicazioni
fscali. In particolare, i pagamenti di beni e
servizi possono innescare questioni di transfer
pricing qualora sia coinvolta una societ locale,
mentre fatture per servizi sono soggette ad
una doppia tassazione, qualora siano pagate
al quartier generale attraverso una propria
partecipata in Cina.
Andiamo a vedere nel dettaglio le implicazioni
fscali delle modalit di pagamento tra quartier
generale, societ a partecipazione straniera
e cliente in Cina. Queste possono essere
suddivise in due categorie a seconda di:
(i) Vendita di beni a clienti in Cina e
(ii) Fornitura di servizi a clienti in Cina.
Vendita di beni a
clienti in Cina
Quando un cliente in Cina desidera importare
dei beni dal quartier generale estero (fornitore)
ci sono due possibilit:
(i) Il cliente o lagente del cliente importa i
beni direttamente dal quartier generale;
oppure
(ii) Il quartier generale esporta i beni alla
propria societ in Cina e in seguito questa
li vende al cliente.
Il cliente, o lagente,
importa i beni direttamente
dal quartier generale
In base alle disposizioni della SAFE (State
Administration of Foreign Exchange), il
soggetto che dispone il pagamento in valuta
estera, per i beni importati, deve essere lo
stesso soggetto che ha importato tali beni.
Per la disposizione del pagamento, dovranno
essere presentati in banca sia il contratto che
il documento per lo sdoganamento intestati al
soggetto importatore.
Dal momento che la partecipata cinese
non di r et t ament e coi nvol t a nel l
importazione, questa non sar in grado
di presentare tali documenti e quindi di
rimettere il pagamento al quartier generale.
Per tale motivo, nonostante la societ locale
possa incassare proventi dai clienti locali,
questa modalit non di norma adottata.
Il quartier generale
esporta beni alla collegata
cinese che li rivende
Con questa modalit, che molto pi
comune della precedente, la partecipata
cinese pagher lIVA e le imposte doganali
per limportazione. LIVA a credito sar
poi deducibile da quella a debito pagata
nella vendita dei beni al cliente finale.

Fornitura di servizi
ai clienti in Cina
I clienti in Cina, per evitare problematiche di
pagamenti in valuta estera, preferiscono, di
solito, pagare alla societ cinese quanto dovuto in
RMB per i servizi ricevuti dal quartiere generale.

Di norma, le societ in Cina non possono
gestire gli incassi per conto di altre societ.
Questa regola si fa ancora pi restrittiva nel
caso di transazioni con lestero, come nel
caso di una WFOE (wholly foreign owned
company) che riceve pagamenti per conto del
quartier generale. La SAFE impone che, nel
momento in cui la WFOE rimette denaro al
quartiere generale, sia presentato alla banca
un contratto stipulato tra i due soggetti. La
WFOE deve anche stipulare un contratto con
il cliente locale per la riscossione di denaro in
RMB, qualora tale cliente necessiti di fattura
per le deduzioni sui redditi imponibili societari.
La WFOE pu rimettere il pagamento ricevuto
dal cliente in Cina al quartier generale in tre
modi, ognuna dei quali prevede obblighi
diversi. Le modalit di pagamento possono
essere sotto forma di:
A. Compensi per servizi
B. Royalties
C. Dividendi
A. Compensi per servizi
necessario che la controllata (usiamo
lesempio di una WFOE in Cina) si attenga
alle seguenti procedure prima di poter
rimettere i compensi per i servizi al quartier
generale:
(i) Stipula del contratto con il quartier
generale (e con il cliente qualora
questi necessiti di fattura per le
deduzioni sui redditi imponibili
societari)
(ii) Registrazione presso gli uffci tributari
competenti
(iii) Versare la ritenuta dacconto e pagare
le relative imposte
(iv) Acquisizione del certificato di
regolarit fscale o di esenzione (per
rimesse oltre i 30.000 USD)
Il principio della libera
concorrenza (arms
lenght principle)
necessario condurre tutte le transazioni
tra quartier generale e partecipata cinese
nel rispetto del principio di libera
concorrenza, poich questi soggetti, in
base alla normativa fscale cinese, sono
considerati parti correlate. La partecipata,
nella vendita al cliente locale, deve
applicare un ragionevole rincaro (markup)
al prezzo praticato dal HQ, in conformit
ai regolamenti sul transfer pricing. Qualora
questo principio non sia soddisfatto,
saranno effettuate delle rettifche nel corso
delle indagini fscali.
Sempre la societ cinese ha lobbligo di
presentare il modulo di dichiarazione delle
transazioni con parti correlate indicando
tutti i rapporti e le transazioni con queste,
al momento della dichiarazione del reddito
societario entro il 31 maggio di ogni anno.
Qualora lammontare delle transazioni
con le parti correlate (inclusi servizi,
royalties, interessi ecc.) sia inferiore ai 40
milioni di RMB lanno, la societ stessa
pu essere esentata dagli obblighi sulla
documentazione contestuale di transfer
pricing.
Modalit di pagamento tra quartier generale, societ estera e clienti in Cina
4 China Briefng
Condizioni per la
rimessa di denaro
Sar suffciente, per la rimessa della maggior
parte dei compensi per servizi, che la WFOE
e il quartier generale stipulino dei regolari
contratti, come si visto nel paragrafo
precedente.
Tuttavia, qualora i compensi per servizi
derivino da contratti per importazione di
tecnologia (ad esempio la cessione dei brevetti,
licenza o trasferimento di tecnologia esclusiva,
consulenza tecnologica, cooperazione su
design, ricerca, sviluppo, produzione, ecc. )
la WFOE dovr registrarsi presso il ministero
del commercio prima della rimessa (si vedano
i dettagli al paragrafo Royalties)
Contabilit
Dal punto di vista della WFOE, il pagamento
ricevuto dal cliente in Cina deve essere
contabilizzato come un ricavo mentre la
rimessa al quartier generale come un costo.
Nel l a prat i ca, i nvece, al cune WFOE
trasferiscono i pagamenti ricevuti dai clienti
locali al quartier generale come costi e
registrano tali transazioni nella contabilit
interna. Dal momento che non vengono
ricavati proftti, la WFOE desume, in modo
errato, di non essere soggetta ad oneri fscali.
In ogni caso, anche se non vi sono ricavi
n costi contabilizzati, sussiste comunque
lobbligo per la WFOE di rispettare la
normativa fiscale e di pagare le relative
imposte qui di seguito illustrate.
Obblighi fscali
WFOE
I compensi per servizi ricevuti dai
clienti in Cina sono soggetti a business
tax , allimposta sulla costruzione e la
manutenzione dei centri urbani (UCMT)
e alladdizionale a supporto della scuola
(ES) al 5,6%. Il proftto generato, inoltre,
soggetto allimposta sul reddito societario
(CIT) pari al 25%, qualora la WFOE risulti
in attivo nellesercizio corrente.
Il quartier generale
Il quartier generale passibile di un
ulteriore business tax, alla UCMT e alla
ES, al 5,6% . Di norma, quando sia il
fornitore che lutilizzatore del servizio
hanno base in Cina, la business tax
calcolata sul reddito generato dal servizio,
senza considerare la locazione materiale
in cui tale servizio stato effettivamente
prestato.
Pertanto, anche quando il quartier generale
si trova al di fuori della Cina, soggetto
alle precedenti imposte sul reddito generato
dal servizio, poich il cliente in Cina.
responsabilit della WFOE trattenere
e pagare le suddette imposte, prima di
rimettere i compensi per i servizi al quartier
generale.
Inoltre, nel caso in cui si ritenga che
il quartier generale abbia una stabile
organizzazione (Permantent Establishment,
PE) in Cina, questo sar soggetto alla CIT
del 25% per i proftti derivanti dai servizi.
Qualora sia identificata una Permanent
Establishment in Cina, il quartier generale,
dovr presentare e pagare le dovute imposte sul
reddito societario, compilare la riconciliazione
annuale e saldare tutti i debiti tributari alla
chiusura dei contratti. Per limposta sul reddito
societario pagata in Cina, il quartier generale
dovrebbe essere in grado di richiederne il
rimborso nel proprio paese, qualora sussistano
accordi contro la doppia imposizione fscale.
WFOE e quartier generale dovrebbero gestire
con estrema cautela i contratti e i relativi
progetti in Cina per valutare e limitare gli
obblighi derivanti dalla costituzione di un PE.
Laddove non sia individuato un PE in Cina,
il quartier generale non tenuto a pagare
limposta sui redditi societari, ma soltanto
soggetto a business tax UCMT e ES per un
totale del 5,6%.
Nella rimessa allestero di compensi per
servizi eccedenti 30.000 USD, la WFOE
dovr sottostare ad una procedura di verifca
per ottenere il certifcato di regolarit fscale
o di esenzione sia dal competente ufficio
tributario statale sia da quello locale. Questi
due uffci, durante tale procedura, andranno
a revisionare il materiale presentato al
fine di attribuire lesenzione fiscale o il
certifcato di regolarit, e avranno facolt di
rifutare la richiesta di benefcio degli accordi
fiscali internazionali (tax treaty benefits).
B. Royalties
Condizioni per la
rimessa di denaro
Le royalties sono compensi pagati in relazione
allutilizzo della propriet intellettuale
(Intellectual Property, IP), quali brevetti,
diritti riservati, marchi registrati e tecnologia
di propriet riservata.
La WFOE deve eseguire la registrazione
presso il ministero del commercio prima
di rimettere il pagamento in valuta estera
al quartier generale,qualora le royalties
pagate dal cliente provengano da contratti di
importazione di tecnologia. Il ministero del
commercio emetter a favore della WFOE
la Technology Import License [licenza per
importare tecnologia] o il Technology Import
Contract Registration Certifcate [certifcato di
registrazione per i contratti di importazione di
tecnologia], insieme alla Technology Import
Contract Data Sheet [scheda dati per i contratti
di importazione di tecnologia]. La banca
designata per il cambio valutario esaminer
la licenza o il certifcato per acconsentire alla
WFOE di rimettere il pagamento in valuta
estera al quartier generale.
Contabilit
Come per i compensi da servizi, il pagamento
che la WFOE riceve dal cliente in Cina deve
essere contabilizzato come un ricavo mentre la
Quali criteri identifcano un Permanent
Establisment (PE) in Cina?
In base alla maggior parte dei trattati
contro la doppia imposizione fiscale
siglati tra Cina e altri paesi, la fornitura
di servizi in territorio cinese da parte di
unorganizzazione estera attraverso i propri
dipendenti o altro personale incaricato
dalla stessa organizzazione costituir un
Permanent Establishment (PE), qualora tali
attivit continuative (per lo stesso progetto
o per altri collegati) coprano un periodo o
un insieme di periodi superiori ai 183 giorni
nellarco di ogni 12 mesi.
Qualora sia identifcato un PE, le autorit
fiscali cinesi utilizzeranno il profitto
presunto per stabilire il reddito imponibile
dellorganizzazione estera che esegue
contratti in Cina. Laliquota per il proftto
presunto varia dal 15% al 50% del valore
del contratto ed determinata caso per caso.
necessario che la WFOE (usiamo sempre
la nostra wholly foreign owned enterprice
come esempio) si attenga alle seguenti
procedure prima di rimettere i compensi
per royalties al quartier generale:
(i) Stipula del contratto con il quartier
generale (e con il cliente qualora questo
necessiti di fattura per le deduzioni sui
redditi imponibili societari)
(ii) Registrazione presso il ministero del
commercio e acquisizione della licenza
per importare tecnologie o del certifcato di
registrazione per i contratti di importazione
di tecnologia.
(iii) Registrazione presso gli uffci fscali
competenti
(iv) Richiesta per la riduzione dellaliquota
di ritenuta dacconto nel caso di accordi
fscali internazionali (tax treaty)
(v) Ritenuta dacconto e pagamento delle
relative imposte
(vi) Acquisizione del certifcato di regolarit
fscale o di esenzione (per rimesse oltre
30.000 USD)
Modalit di pagamento tra quartier generale, societ estera e clienti in Cina
5 China Briefng
rimessa al quartier generale come un costo. In
ogni caso, anche se non vi sono ricavi n costi
contabilizzati, sussiste comunque lobbligo
per la WFOE di rispettare la normativa fscale
e di pagare le relative imposte.
Obblighi fscali
WFOE
La WFOE soggetta alla business tax,
UCMT e alla ES per un totale del 5,6%,
per i pagamenti ricevuti dai clienti in Cina.
soggetta, inoltre, al pagamento della CIT
pari al 25% sul proftto derivante da dette
transazioni.
Il quartier generale
Il quartier generale, ricevuto il pagamento
dalla WFOE, altrettanto soggetto ad
unaddizionale business tax, alla UCMT
ed alla ES del 5,6%.
inoltre soggetto alla ritenuta dacconto
del 10% sui redditi da royalties provenienti
dalla Cina che non sono effettivamente
collegati ad alcuna organizzazione o
attivit l posseduta. Verr applicata a
unaliquota preferenziale qualora il quartier
generale sia un soggetto dimposta in un
paese che ha siglato un accordo contro
la doppia imposizione fscale con la Cina
(dettagli al paragrafo Beneficiare dai
trattati contro la doppia imposizione).
Non possibile dedurre dalla base
imponibile della ritenuta dacconto
la business tax, UCMT e ES pagate.
La WFOE tenuta ad agire come
sostituto dimposta del quartier generale,
presentando i relativi contratti e la
documentazione richiesta agli uffci fscali
competenti entro 30 giorni dalla frma di
tali contratti.
C. Dividendi
necessario che la WFOE si attenga alle
seguenti procedure prima di rimettere i
dividendi al quartier generale:
(i) Approvazione della distribuzione dei
dividendi da parte del consiglio
direttivo
(ii) Registrazione presso gli uffci tributari
competenti
(iii) Richiesta di avvalersi del trattato
contro la doppia imposizione (ove
applicabile)
(iv) Ritenuta dacconto e pagamento delle
relative imposte
(v) Acquisizione del certifcato di regolarit
fscale o di esenzione (per rimesse
oltre 30.000 USD)
Condizioni per la
rimessa di denaro
Come norma generale, la WFOE deve
soddisfare le seguenti condizioni prima di
poter distribuire i dividendi:
Devono esser e st at e i nt er ament e
compensate le perdite dellesercizio
precedente
Devono essere state interamente pagate le
relative imposte
Vi sufficiente denaro contante per la
distribuzione dei dividendi
Il consiglio direttivo ha approvato la
distribuzione di tali dividendi

Obblighi fscali
Rimessa dei dividendi e obblighi
di ritenuta dacconto
Se il pagamento
dei dividendi
Allora l'obbligo di
ritenuta si presenta...
effettuato dopo la
data di dichiarazione
I l gi or no i n cui
i di vi dendi sono
dichiarati
effettuato prima
d e l l a d a t a d i
dichiarazione
I l gi or no i n cui
i l pa ga me nt o
effettuato
Qualora non sia applicabile un trattato contro
la doppia imposizione fscale, i dividendi sono
soggetti alla ritenuta dacconto pari al 10%
calcolata al lordo. Limposta sui dividendi
deve essere trattenuta alla fonte, pertanto la
WFOE agisce da sostituto dimposta.
La WFOE obbligata a presentare allautorit
tributaria la dichiarazione di ritenuta dacconto
e la relativa documentazione, come ad
esempio la decisione del consiglio direttivo
di distribuire i proftti.
Come nel caso delle royalties, quartier
generale o WFOE, possono far richiesta,
qualora possibile, di usufruire della riduzione
di ritenuta dacconto sui dividendi alla luce dei
trattati contro la doppia imposizione.
Al fne di rivendicare i benefci di tali trattati,
necessario soddisfare le seguenti condizioni:
Il quartier generale soggetto dimposta
in un paese frmatario di un trattato contro
doppia imposizione
Il quartier generale il beneficiario di
diritto dei dividendi
I dividendi sono calcolati in osservanza
delle relative leggi e regolamentazioni
Qualsiasi altro criterio previsto dalle leggi
e regolamentazioni
Considerazioni fnali
Il quartier generale dovr valutare attentamente
ogni implicazione fiscale derivante dalle
modalit di pagamento infragruppo al fne di
poter ottenere la massima ottimizzazione fscale.
Ad esempio, come visto in precedenza,
qualora il cliente paghi la WFOE in RMB e poi
questultima rimetta il pagamento al quartier
Pagamento delle royalties e
obblighi di ritenuta dacconto
Se il pagamento
delle royalties...
Allora l'obbligo di
ritenuta si presenta...
effettuato il giorno
del l a st i pul a del
contratto
I l gi or no i n cui
i l pa ga me nt o
effettuato
effettuato prima
della data stipulata
nel contratto
I l gi or no i n cui
i l pa ga me nt o
effettuato
posticipato, ma il
costo stato dedotto
nella dichiarazione
annuale del reddito
s oc i e t a r i o de l l a
WFOE
Il giorno in cui la
WFOE consegna
l a di chi ar azi one
annuale del reddito
societario (CIT)
Benefciare dei trattati contro la doppia
imposizione
Per evitare la doppia imposizione fscale,
molti paesi hanno siglato accordi che
permettono la riduzione delle aliquote
fscali applicabili. Ogni trattato un caso a
s stante; ad esempio, in quello tra Belgio
e Cina siglato nel 2009, laliquota sui
proventi da ritenuta dacconto per dividendi
pagati dalla societ cinese al soggetto
belga stata ridotta dal 10 al 5%, mentre
laliquota sui proftti derivanti da ritenuta
dacconto per le royalties passata dal 10
al 7%.
Qualora il quartier generale sia un soggetto
dimposta di un paese che ha siglato un
trattato contro la doppia imposizione
fscale con la Cina, e quindi abbia diritto
alla riduzione sullaliquota della ritenuta
dimposta, questi deve presentarne richiesta
alluffcio tributario competente. Nel caso
in cui un quartier generale, pur avendo
il diritto alla riduzione, non ne abbia
fatto richiesta e abbia pagato quindi
unimposta maggiore, pu richiederne
il rimborso entro tre anni dalla data del
pagamento. Molto spesso, il quartier
generale incarica un sostituto dimposta
indipendente o la sua stessa WFOE in
Cina di procedere alla richiesta suddetta.
Modalit di pagamento tra quartier generale, societ estera e clienti in Cina
generale in valuta estera, detto pagamento
sar soggetto due volte allimposizione sul
fatturato in Cina.
Come abbiamo visto la WFOE non deve
rimettere il pagamento al quartier generale per
non incorrere in una doppia imposizione. In
questo caso, il pagamento sar solo soggetto
a business tax alla UCMT ed alla ES per
un totale del 5,6%, quando il cliente paga
la WFOE in RMB. Detto pagamento sar
ritenuto un ricavo della WFOE e sar soggetto
allimposta sul reddito societario (CIT) del
25%, qualora la WFOE abbia un utile tassabile
nellesercizio corrente. Dal momento che
la WFOE non rimette compensi al quartier
generale, non necessario trattenere limposta
per suo conto. Ai fni contabili, il pagamento
deve essere registrato come un ricavo della
WFOE senza un costo corrispondente.
Questa modalit deve essere adottata soltanto
nel caso in cui la WFOE presenti delle perdite,
altrimenti fnir col pagare una CIT molto alta
(25%) in Cina.
Oneri fscali che la WFOE deve trattenere per conto del quartier generale
per compensi sui servizi, royalties e dividendi
Imposta
Compensi per servizi
Royalties Dividendi
Permanent Establishment Non PE
Business tax, UCMT
e ES
5,6%
n.d.
Imposta sul reddito
societario (CIT)

(In base allaliquota sullutile
stimato dal 15 al 50%)
n.d. n.d. n.d.
Ritenuta dacconto del
10% o inferiore
n.d. n.d.
Gestione dei costi iniziali e di avviamento
Normalmente, sono necessari da quattro
a sei mesi per completare la richiesta di
avviamento di una societ a partecipazione
straniera (FIE) e lapertura di un conto
bancario a questa dedicato. Tuttavia, anche
in tal periodo, si devono affrontare delle
spese iniziali e di avviamento, e il problema
per linvestitore straniero assicurarsi che
i fondi usati per coprire tali costi siano
poi riconosciuti come apporti in capitale
e vadano a scalare dal totale del capitale
registrato che dovr essere versato entro un
arco temporale defnito.
da notare che non vi una soluzione
perfetta alla regolamentazione e alle
disposizioni relative il controllo della
valuta estera e la costituzione di societ. Le
modalit con le quali linvestitore straniero
pu affrontare la questione prevedono infatti:
Lapertura di un conto bancario temporaneo
ad hoc per le spese in valuta estera
Il pagamento a nome della nuova FIE
Il pagamento su un conto bancario
individuale in Cina
Il pagamento attraverso parte correlata
presente in Cina
Sar necessario, qualora vi siano spese
da caricare in seguito in capo alla FIE,
raccogliere tutte le fatture fscali con il nome
cinese della FIE emesse dai fornitori, al fne
di dedurre tali spese del reddito imponibile.
Identifcazione dellapporto
in conto capitale
I fondi, perch siano riconosciuti come
iniezione in conto capitale, devono
essere trasferiti dal conto bancario estero
dellinvestitore straniero direttamente al
conto bancario della nuova societ, senza
lintermediazione di altre parti.
Apertura di un conto bancario
temporaneo ad hoc per le
spese in valuta estera
Secondo la State Administration of Foreign
Exchange (SAFE), linvestitore straniero
che sta per avviare unazienda in Cina
autorizzato ad aprire un conto bancario per
le spese da sostenere, dopo aver ottenuto la
notifca di verifca e lapprovazione del nome
della societ da parte della Administration of
Industry and Commerce, qualora necessiti di
condurre ricerche di mercato, progettazioni
e lavori preparatori durante questa fase.
In tal modo linvestitore straniero pu
depositare fondi in valuta estera nel
suddetto conto per provvedere ai pagamenti.

La procedura per aprire questo conto bancario
temporaneo pu durare fno a tre mesi, per
cui deve essere pianifcato per tempo. Inoltre,
per completare il trasferimento dei fondi,
sono necessarie complesse procedure di
verifca e il conto stesso sar supervisionato
della SAFE fino alla sua chiusura.

Pagamenti in nome della nuova FIE
Con storno
Linvestitore straniero , di norma, portato
a considerare che il modo pi effciente
e semplice di gestire i costi iniziali di
avviamento sia dapprima il loro addebito
al quartier generale e in seguito il rimborso
da parte della FIE, dopo lapertura del
conto bancario e liniezione di capitale di
questultima.
Sfortunatamente per, nonostante questa
modalit sembri pratica e semplice, in Cina
non cos fattibile a causa del controllo
sulla valuta estera e delle regolamentazioni
fscali. Spesso, infatti, le societ incontrano
problemi nel rimettere i fondi allestero e
devono sostenere pesanti oneri fscali per
farlo, oppure sono costrette a mantenere in
bilancio a tempo indefnito tale voce.
Senza storno
Qualora linvestitore straniero paghi i costi
di avviamento direttamente ai fornitori (sia
locali che esteri), senza ricaricarli alla FIE,
ecco che non ci saranno problemi relativi al
pagamento in valuta estera, n il rischio di
imposte sul rimpatrio dei fondi, n effetti sul
fusso di cassa della FIE. quindi questo il
modo pi semplice di gestire i costi iniziali
di avviamento.
Pagamento su conto bancario
individuale in Cina
Il pagamento dei costi iniziali di avviamento
pu essere dapprima effettuato sul conto
bancario personale (aperto localmente) del
General Manager o di un altro dipendente
in Cina e, in seguito, quando sar attivato
il conto della FIE, lo staff locale potr
richiedere il rimborso per le spese sostenute.
Questi costi appariranno sui registri contabili
della FIE ai fni della deduzione fscale del
reddito societario (CIT). Pu essere quindi
questa una buona soluzione in presenza di
limitati costi di avviamento.
Pagamento attraverso parte
correlata presente in Cina
Qualora linvestitore straniero possegga
gi una societ in Cina, come ad esempio
un ufficio di rappresentanza (RO) o
unaltra FIE con suffciente liquidit, si
potranno fnanziare i costi di avviamento
della nuova FIE attraverso questa parte
correlata e rimborsarli in seguito allapertura
dellapposito conto bancario.
Tuttavia, i pagamenti effettuati da un RO
potrebbero attirare lattenzione delle autorit
fscali, poich si suppone che questo non
debba e possa pagare alcuna spesa a nome di
soggetti terzi. Questi pagamenti potrebbero
essere considerati costi veri e propri del RO e
quindi essere soggetti a imposizione fscale.
7 China Briefng
La documentazione contestuale
del transfer pricing in Cina
[ A cura di Steven Carey, Transfer Pricing Associates, con il contributo di Dezan Shira & Associates]
D
allentrata in vigore, allinizio
del 2009, della dettagliata
regolamentazione sul transfer
pricing, lautorit tributaria
in Cina, ovvero la SAT, ha
lanciato un chiaro segnale sullintenzione di
proteggere la fonte delle proprie entrate e di
difendere in modo attivo il principio di arms
lenght nei prezzi delle transazioni infragruppo,
ad esempio quelle tra quartier generale estero
e WFOE in Cina.
Queste regolamentazioni introducono
lobbligo imprescindibile per il contribuente
di preparare, presentare e conservare la
documentazione sul transfer pricing a supporto
del principio dellarms lenght ovvero del
realizzo di transazioni infragruppo alle
medesime condizioni stabilite in transazioni
comparabili in circostanze comparabili, tra
soggetti tra loro indipendenti.
Nonostante tale obbligo si applichi al
raggiungimento della soglia dei 200 milioni
di RMB, sempre pi evidente che la
documentazione richiesta va aumentando
e che i soggetti in perdita in Cina sono
obbligati a fornire detta documentazione,
indipendentemente dalla loro grandezza o
dallo scopo delle transazioni con le loro parti
correlate o controllate. Lampio utilizzo che
lautorit fscale cinese fa dei formulari di
raccolta dati sulle transazioni infragruppo,
in fase di dichiarazione dei redditi annuale,
supporta limportanza della preparazione
corretta di tale reportistica.
Nel 2010, il Transfer Pricing Week Magazine
ha classificato la Cina al terzo posto per
laggressivit del proprio ente tributario,
facendola avanzare di cinque posti dal 2007,
dietro soltanto a Giappone e India.
Tutto ci sta a signifcare che nessuna societ
estera che opera in territorio cinese pu
sottovalutare le disposizioni sul transfer
pricing. Le aree in cui va crescendo la
sorveglianza comprendono la stima dei beni
intangibili, lutilizzo di appropriate analisi di
funzione e dei contratti di produzione, nonch
utilizzo di dipartimenti di R&D.
Il sistema a tre punte del SAT, che si fonda su
amministrazione, servizi e investigazione
in relazione al transfer pricing, ha contribuito
alla riscossione di unimposta addizionale
pari a 10,272 miliardi di RMB nel 2010,
rispettivamente suddivisi in:
Amministrazione (7,168 miliardi di
RMB)
Ha il compito di riesaminare i formulari
di raccolta dati sulle transazioni con
le parti correlate dei contribuenti e la
documentazione relativa, sottoporre a
nuova verifca i contribuenti gi esaminati,
spingere le imprese a rettifcare in modo
volontario i propri prezzi di trasferimento
e i modelli di pianifcazione fscale.
Servizi (796 miloni di RMB)
Si propone di condurre negoziazioni
relative a disposizioni speciali con
lamministrazione fscale.
Investigazione (2,3 miliardi di RMB)
Si propone di rafforzare, unificare e
standardizzare le verifche contabili e le
investigazioni in tutta la regione e in settori
specifci.
Sono state condotte investigazioni in
diversi settori, quali quello automobilistico,
immobiliare, alberghiero, farmaceutico, quello
delle spedizioni marittime, della produzione
di componenti originali tecnologici e della
produzione di pneumatici. Sono state anche
condotte investigazioni estere incrociate su
alcuni grossi gruppi dellabbigliamento e
alcune catene di grandi magazzini. Lobiettivo
di tali investigazioni era incentrato su
importanti multinazionali leader nei rispettivi
settori, in modo da creare un esempio per le
altre societ.
questo scopo il SAT sta aumentando il suo
organico. In base al report del marzo 2010,
il SAT aveva a disposizione 228 specialisti
in materia di transfer pricing e mirava ad
aumentarne il loro numero in diversi istituti
fscali nelle maggiori citt, come Pechino,
Shanghai, Tianjin, nel Fujian e nel Guangdong.
Si prevede che entro marzo 2012, secondo le
indicazioni dettate dal SAT nel 2009, il numero
degli specialisti transfer pricing a livello
nazionale raggiunger le 500 unit.
Andiamo ora ad approfondire un limitato ma
altrettanto importante aspetto di conformit
alle disposizioni sui prezzi di trasferimento
i n Ci na, ovver o l a document azi one
contestuale (contemporaneous transfer pricing
documentation) al transfer pricing:
Quali soggetti vi si devono attenere?
Come deve essere preparata, presentata e
conservata?
La documentazione contestuale del transfer pricing in Cina
8 China Briefng
Quali informazioni devono esservi
contenute?
Quale metodo di transfer pricing andr
applicato?
Quali soggetti
devono attenersi
alla documentazione
contestuale?
Le regolamentazioni sul transfer pricing in Cina
prevedono tre specifche esenzioni riguardanti
la preparazione della documentazione
contestuale:
(i) Lammontare annuale delle transazioni
di beni tangibili tra parti correlate
inferiore a 200 milioni di RMB (22,98
mi di Euro) e quello dei beni intangibili
inferiore a 40 milioni di RMB (4,59
milioni di Euro).
(ii) Le transazioni sono previste da un accordo
preventivo sui prezzi (advance pricing
arrangement, APA) con lautorit fscale
(iii) Linvestitore straniero detiene meno del
50% delle azioni e limpresa conduce
transazioni soltanto con parti correlate
locali
Bi sogna not are, t ut t avi a, che quest e
esenzioni riguardano soltanto i requisiti per
la preparazione della documentazione e non
lesenzione dal regime di transfer pricing, che
invece si applica a tutte le transazioni con le
parti correlate.
Come deve essere
preparata, presentata
e conservata la
documentazione
contestuale?
Deve essere redatta in lingua cinese
Deve essere completata entro il 31 marzo
dellanno seguente lesercizio fscale, ad
esempio, per lesercizio fscale terminato
il 31 dicembre 2011, la scadenza il 31
maggio 2012
Deve essere presentata entro 20 giorni dalla
richiesta
Deve essere conservata per 10 anni dal 1
giugno seguente il relativo esercizio fscale
Tutte le imprese, che presentano attivit e
rischi limitati e che hanno registrato delle
perdite, devono preparare la documentazione
contestuale e il relativo materiale per lanno, o
gli anni, in cui tali perdite sono state registrate
e devono presentare il tutto allautorit fscale
competente entro il 20 giugno dellanno
seguente.
Leffetto combinato dei precedenti requisiti fa
s che gli obblighi sulla documentazione siano
appunto contestuali. Questa documentazione
lunica accettata dalle autorit tributarie che
saranno cos in grado di capire chiaramente
il modello di transfer pricing adottato e la
realt commerciale del contribuente. Inoltre,
da notare che, non possibile fornire una
documentazione dettagliata entro 20 giorni
dalla richiesta, se tale materiale non gi
stato preparato in anticipo e soprattutto
se le richieste arrivano a coprire i 10 anni
precedenti.
importante sottolineare che, nonostante
un cont ri buent e non si a obbl i gat o a
preparare la documentazione sul transfer
pricing, se ne raccomanda vivamente la
predisposizione in alcune circostanze, ovvero
quando il contribuente un produttore
in perdita o un distributore i cui margini
sono inferiori agli standard del settore. Le
autorit tributarie possono inoltre rettifcare i
prezzi di trasferimento e applicare imposte
supplementari o sanzioni per includere gli
anni in cui la documentazione non era stata
richiesta. Le investigazioni possono estendersi
fno ai 10 anni precedenti e gli interessi e le
sanzioni applicati non potranno in alcun modo
essere ridotti dai trattati contro la doppia
imposizione fscale.
In aggiunta, bisogna notare che gli uffici
tributari locali hanno la facolt di abbassare
la soglia per la richiesta delle transazioni
per i contribuenti delle loro giurisdizioni,
e diventa quindi fondamentale monitorare
le disposizioni e le notifiche in materia
pubblicate degli uffci locali.
Quali informazioni devono
esservi contenute?
Il capitolo tre delle regolamentazioni sul
transfer pricing in Cina (China Tranfer Pricing
Regulations) elenca i dati richiesti da inserire
nella documentazione contestuale.
In particolare:
(i) Struttura organizzativa
(ii) Attivit commerciale
(iii) Transazioni con le parti correlate
(iv) Analisi di comparabilit
(v) Scelta e applicazione del metodo*
(i) Struttura organizzativa
In questa prima categoria di informazioni si
richiedono i dettagli sulla struttura generale
del gruppo. Lautorit tributaria potr arrivare
a valutare lintera fliera e verifcare che vi
sia una ragionevole percentuale di proftti
generati in Cina.
Nello specifco le informazioni richieste sono:
Struttura organizzativa e propriet del
gruppo
Descrizione dei cambiamenti nelle
relazioni tra le imprese e le parti correlate
nellesercizio fscale
Descrizione delle parti correlate con le
quali limpresa ha avuto delle transazioni,
ivi inclusi il nome, il rappresentante
legale, la composizione del management,
il domicilio fscale e lindirizzo delle parti
correlate, e ancora i dettagli sui familiari
dei relativi soggetti e lidentifcazione delle
parti correlate con uninfuenza diretta sul
prezzo delle transazioni dellimpresa
Descrizione delle diverse aliquote fscali sul
reddito, le aliquote applicabili, i trattamenti
fscali preferenziali applicabili di ogni parte
correlata.
(ii) Attivit commerciale
In questa seconda categoria di informazioni si
richiedono dettagli principalmente relativi al
settore industriale e allanalisi delle funzioni.
Lautorit tributaria, grazie a questi dati, potr
posizionare la societ in un settore, defnire
le attivit portate avanti in Cina, la propriet
di beni intangibili, cos come il suo livello
di rischio. Su questo tipo di analisi si basa la
selezione del metodo adatto per le transazioni
e leffettuazione delle analisi comparative.
Le informazioni specifche richieste sono le
seguenti:
Panoramica sullattivit dellimpresa,
incluso un riassunto degli sviluppi e i
cambiamenti di questa, un riassunto dei
settori nei quali opera, i principali aspetti
economici e legali che hanno uninfuenza
sullimpresa e sul settore (quali strategie di
business, politica industriale, restrizioni del
settore e il posizionamento dellimpresa
stessa )
Composizione delle principali operazioni
commerciali dellimpresa, ricavi dalle
principali operazioni commerciali e loro
percentuale rispetto ai ricavi totali, gli utili
dalle principali operazioni commerciali e
loro percentuali rispetto agli utili totali
Analisi della posizione di mercato
dellimpresa e relativa struttura competitiva
del mercato
Organizzazione interna dellimpresa,
informazioni pertinenti i risultati operativi,
rischi sostenuti e beni utilizzati dallimpresa
e dalle sue parti correlate coinvolte nelle
transazioni
Bilancio consolidato del gruppo. Limpresa
pu ritardare la preparazione di queste
informazioni a seconda del termine
dellesercizio fscale del gruppo stesso.
In ogni caso, dette informazioni devono
essere predisposte non pi tardi del 31
dicembre dellanno seguente lesercizio
nel quale sono avvenute le transazioni con
le parti correlate.
(iii) Transazioni con
le parti correlate
necessario fornire, in questa parte della
*prego far riferimento al prossimo paragrafo
La documentazione contestuale del transfer pricing in Cina
9 China Briefng
relazione, una serie di informazioni sulle
transazioni con le parti correlate. In questo
modo, lautorit tributaria sar in grado di
capire lesatta natura delle transazioni e quindi
di valutare la metodologia di transfer pricing
e la redditivit in base al principio di arms
lenght.
Le informazioni specifche richieste sono le
seguenti:
Descrizione di:
Tipo di transazioni tra parti correlate,
relative parti coinvolte in queste
transazioni, tempistica, quantit, valuta
di pagamento, termini e condizioni delle
transazioni
Modello contrattuale delle transazioni
tra parti correlate, cambiamenti
nellesercizio fscale e motivazioni di
tali cambiamenti
Flusso delle transazioni, comprensivo di
dettagli sul fusso di prodotti, sul fusso
monetario, a ogni livello, e discussione
delle similitudini e delle differenze con
le transazioni tra parti non correlate
Beni intangibili coinvolti nelle transazioni
con parti correlate e il loro effetto sulla
determinazione del prezzo
Copi a di cont rat t i o accordi sul l e
transazioni tra parti correlate e descrizione
dellimplementazione di tali contratti o
accordi
Analisi dei principali fattori economici
e legali che condizionano il prezzo delle
transazioni tra parti correlate
Segmentazione di vendite, costi, uscite di
cassa e proftti sulle transazioni con parti
correlate e con parti non correlate. Qualora
queste voci non possano essere segmentate,
dovranno essere suddivise secondo un
ragionevole criterio di ripartizione,
fornendo spiegazione di tale criterio
(iv) Analisi di comparabilit
Nel valutare se una transazione con parti
controllate conforme al principio di libera
concorrenza e nel selezionare un ragionevole
e appropriato metodo di verifca, necessario
fornire alcune informazioni sullanalisi di
comparabilit, tra le quali:
I fattori considerati nellanalisi di
comparabilit
Le informazioni rilevanti su funzioni
svolte, rischi sostenuti e beni utilizzati dalla
societ campione
Descrizione delle transazioni campione,
ad esempio, allinterno dellaccordo
fnanziario, caratteristiche fsiche, qualit
ed efficacia dei beni tangibili; tassi di
interesse standard, quantit, valuta,
periodo, garanzia, affdabilit creditizia
del fnanziatore, termini di ripagamento,
metodo di calcolo degli interessi ecc. ;
natura e livello dei servizi; genere dei beni
intangibili e forma di transazione, diritto di
utilizzo di questi beni e proftto ricavato da
questi
Fonte delle informazioni sui campioni di
riferimento (comparables information),
criteri di selezione e motivi per luso di
tali criteri
Analisi dettagliata dei fattori speciali
che portano a profitti maggiori/minori
confrontati ai risultati di transazioni
normali
Rettifche sui campioni di riferimento e
ragioni di tali rettifche
Quale metodo di transfer
pricing applicare?
La normativa prevede che il contribuente
documenti sia la scelta del metodo di transfer
pricing utilizzato per verifcare la redditivit,
sia la sua applicazione attraverso unanalisi
comparativa macroeconomica.
Nello specifco, le informazioni richieste sono:
Scelta e giustificazioni del metodo di
transfer pricing. Qualora venga utilizzato
il metodo della suddivisione del proftto
(PSM), andranno illustrati il contributo
allutile totale o andr illustrato il livello
di proftto residuo
Descrizione di come i comparables
possono supportare la scelta del metodo
di transfer pricing
Ipotesi e decisioni sul processo di
determinazione del confronto del prezzo
o del proftto
Determinazione del confronto del prezzo
o del profitto, seguente lapplicazione
delladeguato metodo di transfer pricing e
il risultato dellanalisi di comparabilit e la
spiegazione della conformit al principio
di libera concorrenza
Al t r e i nf or ma z i oni a s uppor t o
dellimplementazione del metodo di
transfer pricing utilizzato
La scelta di un appropriato metodo di transfer
pricing deve basarsi sul livello di comparabilit
dei dati utilizzati e sullaffdabilit dei risultati.
I metodi di transfer pricing seguenti sono
quelli riconosciuti sia dalle linee guida
dellOCSE che in Cina:
Met odo del confront o del prezzo
(Comparable uncontrolled price method,
CUP)
Metodo del prezzo di rivendita (Resale
price method, RPM)
Metodo del costo maggiorato (Cost plus
method, CPM)
Metodo del proftto netto di transazione
(Transactional net margin method, TNMM)
Metodo della suddivisione del profitto
(Proft split method, PSM)
Altri metodi appropriati e conformi al
principio della libera concorrenza.
Metodo del confronto
del prezzo (CUP)
Questo metodo considera i prezzi applicati
da parti indipendenti o non correlate, che
conducono le medesime o simili transazioni,
con prezzo ad arms lenght applicato nelle
transazioni tra parti correlate. In teoria, il
criterio CUP applicabile a tutti i tipi di
Utilizzo dei diversi metodi di transfer pricing
Metodo Utilizzo
Met odo del confront o
del prezzo (Comparable
Un c o n t r o l l e d Pr i c e
Method, CUP)
Un prodotto con identici termini di transazione
Sono disponibili sia transazioni con parti controllate che non
controllate
Met odo del prezzo di
rivendita (Resale Price
Method, RPM)
Societ di distribuzione e marketing
Comparabilit delle funzioni relativamente precisa
Me t o d o d e l c o s t o
maggiorato (Cost Plus
Method, CPM)
Produttori o fornitori di servizi
Comparabilit delle funzioni relativamente precisa
Metodo del proftto netto di
transazione (Transactional
Net Margi n Met hod,
TNMM)
Proftto operativo netto (o proporzione margine costo netto) di
societ controllate
Comparabilit di funzioni relativamente minore rispetto ai metodi
RPM/CPM
Metodo della suddivisione
del profitto (Profit Split
Method, PSM)
Le transazioni tra parti affliate sono ben integrate ed diffcoltoso
separare il ruolo di ogni partecipante/partecipata
Tutte le parti correlate posseggono una certa parte di beni
intangibili di uguale natura
Altri metodi appropriati
conformi al principio della
libera concorrenza.
Potenzialmente applicabile alle transazioni di natura unica, alle
quali nessuno dei precedenti metodi pu essere ragionevolmente
utilizzato
La documentazione contestuale del transfer pricing in Cina
10 China Briefng
transazione tra parti correlate. richiesto
un alto livello di comparabilit e, qualora
applicato, fornirebbe la miglior analisi
comparativa di prezzo di libera concorrenza per
le transazioni con parti correlate. Nella pratica,
tuttavia, raro che il CUP sia affdabile al di
l delluso per beni merceologici o prodotti
finanziari con prezzi di listino pubblici.
Inoltre, necessario porre molta attenzione
alle differenze di funzioni e di rischi, ai termini
contrattuali e ad altri fattori che possono
infuire sul margine di proftto delle transazioni
comparate, come nel caso di attivit di
produzione, lavorazione, installazione e
verifca, rischi di mercato e di cambio, valore
e vita utile di macchinari ed equipaggiamenti,
utilizzo e valore delle propriet intangibili,
esperienza commerciale, regimi contabili ed
effcienza manageriale.
Qualora sussistano signifcative differenze tra
le transazioni con parti correlate e quelle con
parti non correlate, essenziale considerare la
possibilit di rettifca e, in caso contrario, la
scelta di un altro metodo.
Il CUP pu essere applicato sia internamente
che esternamente. Il confronto su base
interna osserva le transazioni controllate e
quelle comparabili effettuate tra il soggetto
considerato e la terza parte indipendente.
Il confronto su base esterna osserva le
transazioni controllate e quelle comparabili
effettuate tra due entit terze indipendenti.
Il metodo CUP interno ha, di norma, un livello
di comparabilit maggiore rispetto al CUP
esterno, poich possiede almeno un aspetto
di funzione confrontabile in toto.
Pertanto, usando il metodo del CUP interno
sono necessari soltanto pochi aggiustamenti,
o nessuno, mentre nel caso del CUP esterno
bisogna spesso intervenire per rendere i prezzi
comparabili, condizione diffcoltosa a causa
delle caratteristiche uniche dei prodotti stessi
che li rendono poco confrontabili.
Metodo del prezzo di
rivendita (RPM)
Questo metodo si rivela effcace per merci,
piuttosto che per servizi, poich il prezzo di
libero mercato per le merci acquistate da una
parte correlata si ricava sottraendo lutile
lordo di una transazione comparabile dal
prezzo di rivendita verso parti non correlate.
Tale metodo di norma applicabile nelle
situazioni in cui il rivenditore effettua soltanto
la rivendita o una limitata lavorazione delle
merci.
Di seguito la formula di calcolo:
Prezzo di acquisto arms lenght= prezzo di
rivendita a parti non correlate x (1- margine
lordo di una transazione comparabile)
Margine lordo di una transazione comparabile =
margine lordo di una transazione comparabile/
introito di una transazione comparabile
x100%
Come per il CUP, il metodo del prezzo di
rivendita pu essere applicato sia internamente
che esternamente. Il metodo del prezzo di
rivendita, applicato internamente, confronta
la transazione considerata con una transazione
comparabile tra lo stesso soggetto considerato
e altre terze parti.
Il metodo del prezzo di rivendita, applicato
esternamente, confronta la transazione
considerata con una transazione comparabile
effettuata da terze parti indipendenti.
I problemi insiti allapplicazione del metodo
del prezzo di rivendita applicato esternamente
riguardano la disponibilit e laffdabilit dei
dati sui margini lordi ricavati da parti terze
in condizioni di comparabilit, cos come le
differenze di regimi contabili secondo cui le
societ registrano una spesa o come costo
di merci vendute o come spesa operativa,
differenza che pu distorcere il risultato anche
in modo rilevante.
Metodo del costo
maggiorato (CPM)
In base a questo metodo, un prezzo arms
lenght rispecchia il costo pieno delle merci
considerate o dei servizi maggiorato di un
margine di proftto lordo. Questo il metodo
pi comunemente applicato per le transazioni
tra parti correlate sia in ambito produttivo
(in particolare su base contrattuale o su
commissione) che per la fornitura di servizi.
Di seguito la formula di calcolo:
Prezzo arms lenght= costo ragionevole
x (1 + costo maggiorato del margine di una
transazione comparabile)
Metodo del confronto del prezzo (CUP)
Interno Esterno
X Y
Soggetto considerato
Parte correlata Parte Terza
Stessi prodotti/servizi ecc. Termini e condizioni simili: confronta il
prezzo della transazione X con quello della transazione Y
B
Parte terza
A
Soggetto considerato
Parte terza Parte correlata
Stessi prodotti/servizi ecc. Termini e condizioni simili: confronta il
prezzo della transazione A con quello della transazione B
Metodo del prezzo di rivendita (RPM)
Interno Esterno
X Y
Parte correlata Parte terza
Soggetto considerato
Parte Terza
Prodotti simili, limitato valore aggiunto dal distributore (soggetto
considerato): confronta il margine lordo X con il margine lordo Y
B
Parte terza
A
Parte correlata
Parte Terza Soggetto considerato
Parte terza Parte terza
Prodotti simili, limitato valore aggiunto dal distributore (soggetto
considerato): confronta il margine lordo A con il margine lordo B
Metodo del costo maggiorato (CPM)
Interno Esterno
X Y
Soggetto considerato
Parte correlata Parte Terza
Funzioni, beni e rischi simili: confronta il margine lordo X con il
margine lordo Y
B
Parte terza
A
Soggetto considerato
Parte terza Parte correlata
Funzioni, beni e rischi simili: confronta il margine lordo A con il
lordo B
La documentazione contestuale del transfer pricing in Cina
11 China Briefng
Costo maggiorato del margine di una
transazione comparabile = proftto lordo di
una transazione comparabile/costo di una
transazione comparabile x 100%
Lapplicazione del metodo del costo
maggiorato illustrata nel diagramma che
segue. Come per gli altri metodi, pu essere
applicato internamente o esternamente. Il
metodo del costo maggiorato, applicato
internamente, confronta la transazione
considerata con una transazione comparabile
tra lo stesso soggetto e una terza parte. Il
metodo del costo maggiorato, applicato
esternamente, confronta la transazione
considerata con una transazione comparabile
effettuate da due terze parti indipendenti.
Metodo del proftto netto
di transazione (TNMM)
Nel metodo del proftto netto di transazione
(Transactional net margin method, TNMM),
gli indicatori di profitto in transazioni
comparabili sono utilizzati per determinare
o verifcare il margine operativo netto delle
transazioni tra parti correlate.
I diversi indicatori di livello di proftto sono,
in genere, i seguenti:
Redditivit del capitale
Redditivit delle vendite
Marginalit dei costi totali
Redditivit dei beni/capitali impiegati
Coeffciente Berry (Berry Ratio): margine
lordo/ spese operative
La scelta del coeffciente di proftto adeguato
dipender dalla fonte primaria di proftto del
soggetto. Dal punto di vista di un produttore,
ad esempio, sar pi rilevante la redditivit
dei beni, mentre per un distributore, avr pi
senso la redditivit delle vendite.
Il metodo TNMM , nella pratica, il pi
utilizzato sia dai contribuenti che dalle
autorit fscali. Questo metodo supera i limiti
e i problemi della comparazione tra prodotti,
evita il problema della disponibilit di dati sui
margini lordi e della classifcazione dei costi e
infne, dalla prospettiva dellautorit tributaria,
determina in modo diretto limposta che deve
essere versata.
Metodo della suddivisione
del proftto (PSM)
Il metodo della suddivisione del proftto (Proft
split method) prevede che il proftto totale
di una transazione sia ripartito tra le parti
associate in base al loro rispettivo contributo.
Questo metodo in genere utilizzato nei casi
in cui le transazioni tra parti correlate siano
ben integrate e sia diffcile stimare il risultato
operativo in modo separato.
Ci sono due tipi di metodo della suddivisione
del proftto: generale e residuo.
Il metodo della ripartizione dellutile generale
(o del contributo) distribuisce il proftto tra
le imprese associate a seconda delle funzioni
svolte, dei rischi sostenuti e dei beni impiegati,
con particolare riguardo ai beni intangibili
contribuiti da tutti i soggetti.
Nel metodo della suddivisione dellutile
residuo, invece, necessario come primo
passo identifcare il proftto ordinario di un
soggetto. Ogni altro utile eccedente sar,
in seguito, distribuito in base al contributo
di ogni parte nella generazione dellutile
straordinario, come ad esempio la propriet
di beni intangibili.
Lapplicazione del metodo della ripartizione
del profitto richiede unanalisi dettagliata
delle funzioni svolte, dei rischi sostenuti e
dei beni utilizzati da ogni impresa associata,
cos come lanalisi dellallocazione dei costi,
delle spese, dei proventi e del capitale tra le
imprese associate coinvolte nella transazione.
Per una consulenza professionale sulle
modalit di pagamento o sul transfer
pricing, vi preghiamo di contattarci a
italiandesk@dezshira.com o visitare il
nost ro si t o www. dezshi ra. com/ i t .
S
e
g
u
it
e
c
i
s
u



@
c
h
in
a
b
r
ie
f
n
g
P
e
r le
u
ltim
e
n
e
w
s f
sca
li, le
g
a
li,
n
o
rm
a
tive
e
co
m
m
e
rcia
li in
C
in
a
in
te
m
p
o
re
a
le
La guida
fscale per
lAsia
Aggiornamenti quotidiani su: www.china-briefng.com/news/it
IN QUESTO NUMERO:
Imposte sul reddito delle societ, imposte su beni e servizi, imposte sui dividendi
e imposte sul valore aggiunto
Grafci e tabelle sulle aliquote fscali dei redditi individuali
Speciale su Cina, Hong Kong, India, Vietnam e Singapore
Benvenuti al numero di dicembre di China Briefng
N
ei numeri di questanno di China Briefng, abbiamo
discusso molti aspetti fiscali riguardanti, in modo
specifico, la Cina. La pressione fiscale in Cina, in
linea generale, maggiore rispetto al resto dellAsia
oppure no?.
Vi daremo risposta in questo numero di China Briefng, interamente
dedicato ai sistemi fscali dei paesi asiatici, sempre tenendo a mente
il nostro motto, ovvero Laspetto pratico dellinvestimento in Asia.
Ci auguriamo che i lettori, attraverso questa Guida Fiscale per lAsia,
possano iniziare a capire come collocare il sistema fscale cinese e
come compararlo rispetto alle altre economie asiatiche.
Cordiali saluti,
Alberto Vettoretti,
Managing Partner,
Dezan Shira & Associates, Editore Asia Briefng
China Briefng Contact: editor@china-briefng.com
Tutto il materiale e i contenuti sono protetti da 2011 Asia Briefng Ltd.
Nessuna riproduzione, copia o traduzione di materiale permessa senza il consenso dell'editore.
La copertina artistica di questo mese, Dream Valley, dellartista cinese Thomas Leung, le cui opere sono esposte in numerose
gallerie internazionali. Pacific Perspectives Gallery e Thomas Leung, tutti i diritti riservati. Pacific Perspectives Gallery, 50
Moganshan Rd., Bldg 7, Suite 108, Shanghai, 10AM-6PM, +86 (21) 62990811, info@ppl.bz, www.ppl.bz.
MONGOLIA BRIEFING
MONGOLIA BRIEFING
INDIA BRIEFING
G
MONGOLIA BRIEFING
3 China Briefng
La Guida fscale per lAsia
[A cura di Dezan Shira & Associates ]
L
i nvest i t or e st r ani er o, a
causa della crisi finanziaria
internazionale e dei probabili
tassi di crescita al ribasso
di Europa e Stati Uniti, sta
cercando nuovi sbocchi per realizzare i propri
obiettivi commerciali. Ne risulta che lAsia,
segnata per gran parte dello scorso secolo da
guerre e strategie economiche improduttive,
si trova ora in prima linea negli scambi e nel
commercio a livello internazionale.
LAsia sta vivendo un boom economico senza
precedenti, creando qualcosa come il 54%
della ricchezza internazionale dellultimo
biennio. LASEAN (Association of South-
East Asian Nations), che ingloba gran parte
dellAsia sudorientale e fa riferimento a
Singapore come centro finanziario della
regione, ha contratto accordi di libero
scambio sia con la Cina sia con lIndia,
rendendo lAsia, di fatto, un unico gigantesco
mercato, senza i tipici confitti politici di altre
regioni, come ad esempio lEuropa.

Cina, India e ASEAN offrono insieme un
mercato di oltre tre miliardi di persone,
di st ri bui t e i n una regi one di nami ca
e diversificata, che sar al centro delle
dinamiche economico-commerciali per
il prossimo secolo. Rimane, tuttavia, la
diffcolt di comprendere i rischi e opportunit
della regione, poich le economie asiatiche si
stanno evolvendo in modo rapido e spesso in
maniera poco appariscente allocchio comune.

Pensiamo solo al fatto che, se solo cinque anni
fa aveva un senso aprire uno stabilimento
tessile nella provincia cinese del Guangdong
per attivit di export, oggi questa convenienza
pu non esistere pi. Al contrario, possono
essere molto pi appetibili mercati come
Indonesia, Bangladesh e India.
Lo stesso ragionamento pu essere applicabile
alla fnanza: alla luce dellintegrazione e del
forte allineamento (e quindi controllo) di
Hong Kong con la Cina continentale, lex
colonia britannica potrebbe non risultare, al
momento, la migliore base per il commercio
in Asia. Comprendere a fondo la natura
mutevole dellAsia essenziale per ogni
imprenditore che opera nella regione.
La conoscenza delle imposte fscali soltanto
il primo passo verso la comprensione del
sistema fiscale di un paese; gli accordi
sulla doppia imposizione siglati tra nazioni,
inoltre, sono tra i fattori che aumentano
ulteriormente la complessit del tema.
Infatti, rispecchiando la natura dellAsia
emergente, anche la normativa fiscale
alquanto dinamica. Molte economie
della regione hanno ridotto, negli ultimi
anni, le aliquote fiscali sui profitti (ivi
comprese Cina, Indonesia, Malesia,
Fi l i ppi ne, Tai l andi a e Vi et nam) .

Molti di questi paesi, inoltre, stanno
discutendo altre possibili revisioni del
loro attuale sistema fiscale. Ad esempio,
lapplicazione dellIVA in India sembra
essere di prossima attuazione (per maggiori
informazioni si rimanda a India Briefng,
ottobre 2011). Anche le modalit di pagamento
delle imposte sono state modifcate: citiamo,
ad esempio, la Cina, che secondo la Banca
Mondiale, salita al settimo posto nel 2011
per la semplicit di versamento dei tributi.
Analizzeremo nello specifico il sistema
impositivo dei paesi in cui Dezan Shira &
Associates (lo studio la studio che si occupa
dei contenuti di Asia Briefng, presente,
ovvero Cina, Hong Kong, India, Singapore
e Vietnam. Vedremo anche come questi paesi
si posizionano rispetto alle altre economie
asiatiche in termini di imposte fscali totali
(sulla percentuale dei proftti).
Per finire, raccomandiamo sempre ai
nostri lettori di rivolgersi a dei consulenti
professionali in ambito fiscale, al fine
di ottimizzare i propri investimenti in
Asia. Per una consulenza professionale
in materia, vi preghiamo di contattare
Dezan Shira & Associates, scrivendo a
italiandesk@dezshira.com, o visitando
il sito Internetwww.dezshira.com/it.
CIT
GST
DT
Singapore
CIT
VAT
DT
Cina
CIT
VAT
DT
India
CIT
VAT
Vietnam
CIT
Hong Kong
4 China Briefng
Imposta sul reddito
delle societ
Limposta sul reddito della societ (CIT)
in Cina, sia per le imprese straniere sia per
quelle locali, ha unaliquota pari al 25%. Ci
sono alcune eccezioni, ad esempio per le
societ operanti nei settori incentivati, che
possono usufruire di unaliquota ridotta al
15%.
Le imprese residenti devono pagare limposta
sul reddito generato sia internamente sia
esternamente alla repubblica popolare cinese,
mentre le imprese non residenti, con sede
principale o attivit in Cina, devono pagare
limposta sul reddito generato da dette sedi
nel territorio cinese e sul reddito generato
allestero ma effettivamente correlato alle
suddette sedi e attivit. Le imprese estere,
costituite in base a normative estere, che
non hanno una sede o gestione manageriale
in Cina, devono pagare soltanto limposta
sul reddito generato allinterno della RPC.
Gli incentivi fiscali su base industriale
premiano le societ operanti nellalta o
nella nuova tecnologia. Sono deducibili
dalla base imponibile parte delle spese
dintrattenimento, pubblicit e di promozione
commerciale, cos come parte delle spese per
ricerca e sviluppo.
Le perdite fiscali generate dalla societ
possono essere riportate nellesercizio
successivo per un periodo massimo dia
cinque anni.
Imposta sul valore
aggiunto
Tutte le societ e gli individui coinvolti
nella vendita di beni, lavorazioni, servizi
di riparazione o di ricambio, ovvero
importazione di beni in Cina sono soggetti
allimposta sul valore aggiunto (IVA).
I soggetti passivi di IVA si dividono in due
categorie: contribuenti ordinari e piccoli
contribuenti. Si defniscono ordinari quei
contribuenti il cui valore delle vendite annuali
supera quello dei piccoli contribuenti, cos
come defnito dallautorit tributaria cinese.
Laliquota IVA per i contribuenti ordinari
in genere pari al 17%, o al 13% per alcuni
beni, mentre si riduce al 3% per i piccoli
contribuenti. I contribuenti ordinari possono
scaricare lammontare totale dellIVA
a credito, pagata sullacquisto di nuovi
macchinari, dallIVA a debito derivante dalla
vendita dei loro prodotti.
La Cina prevede un sistema a pi livelli per
il rimborso IVA sulle esportazioni. Non sono
invece permessi rimborsi per prodotti la cui
esportazione non incentivata, ad esempio
per le terre rare.
Ritenuta dacconto
Laliquota sulla ritenuta dacconto per le
societ non residenti, con reddito cosiddetto
passivo generato in Cina, era pari al 20%,
in base alla normativa cinese sul reddito della
societ. La stessa normativa concedette, in
seguito, una riduzione al 10% per le societ di
tutti i paesi e giurisdizioni. Inoltre, laliquota
Aliquote fscali paese per paese
Cina India Hong Kong Vietnam Singapore
Cina
25%
0% 5% 10% 15% 20% 25% 30% 35% 40% 45%
Imposta sul reddito
delle societ
IVA
Imposta standard
sui dividendi
Cina - Imposte per le societ
10%
3% 17%
Cina - Imposta sul reddito delle persone fsiche
0%
5%
10%
15%
20%
25%
30%
35%
40%
45%
50%
$- $50,000 $100,000 $150,000 $200,000 $250,000 ...
Aliquota (%)
Reddito imponibile annuo (US$)
Andremo di seguito ad analizzare le imposte principali applicate alle imprese straniere e agli individui in Asia, ovvero limposta sul reddito
delle societ, limposta sul valore aggiunto, limposta su beni e servizi, limposta standard sui dividendi e limposta sul reddito delle persone
fsiche. Le aliquote che seguono si basano sulla normativa locale di ogni paese e non considerano le riduzioni o le esenzioni previste dagli
accordi contro la doppia imposizione fscale.
Aliquote fscali paese per paese
5 China Briefng
Imposta sul reddito
delle societ
Hong Kong, con il suo sistema fiscale
particolarmente semplice e orientato al
business, risulta molto attraente agli occhi
dellinvestitore straniero. Le aliquote
sul reddito delle societ possono variare
leggermente di anno in anno, per il biennio
2010-2011, laliquota sui profitti per le
societ di capitali pari al 16,5%, per le
societ di persone e per gli imprenditori
individuali pari al 15%.
La citt adotta il principio della fonte
territoriale per determinare gli oneri fscali
dovuti, il che signifca che soltanto i proftti
generati in loco sono tassabili a Hong Kong.
Non vi distinzione tra residenti e non residenti,
e ci pu comportare che non siano tassabili
i proftti derivanti dallestero dei residenti,
mentre siano tassabili i proftti generati in
Hong Kong dei non residenti. Il sistema di
Hong Kong permette anche di benefciare
dello status di societ estera, il quale d diritto
alla totale esenzione dalle imposte sui proftti
generati al di fuori della regione.
Sono detraibili dallutile lordo tutte le spese
sostenute per la generazione del reddito
imponibile, ivi incluse la maggior parte degli
oneri per interessi, canoni di locazione per
uffci e stabilimenti, crediti inesigibili, salari
e pagamenti per determinati fondi pensione.
Non sono deducibili le somme pagate sulle
spese di capitale. Le perdite possono essere
riportate a nuovo senza alcun limite.
Hong Kong
16.5%
0%
0%
0% 5% 10% 15% 20% 25% 30% 35% 40% 45%
Imposta sul reddito
delle societ
IVA
Imposta standard
sui dividendi
Hong Kong - Imposte per le societ
sulla ritenuta dacconto per dividendi, interessi
e royalties pu risultare minore per quei
paesi che abbiano siglato un accordo contro
la doppia imposizione fscale con la Cina.
Imposta sul reddito
delle persone fsiche
I redditi derivanti da salari e stipendi sono
tassabili secondo sette aliquote progressive
che vanno dal 3 al 45%.
Il reddito imponibile mensile calcolato al
netto di una detrazione mensile standard di
3.500 Renminbi (RMB) per gli impiegati locali.
Per gli stranieri che lavorano in Cina (inclusi i
residenti di Hong Kong, Taiwan e Macao), la
detrazione mensile standard di 4.800 RMB.
Gli oneri fscali per gli stranieri si conteggiano,
in genere, in base del periodo di tempo
trascorso in Cina e in base alla fonte del
proprio reddito. Gli individui che trascorrono
meno di 90 giorni in un anno solare in
Cina sono esentati dallimposta nel caso di
retribuzione pagata da un soggetto giuridico
estero e il cui reddito non sia attribuibile ad
unorganizzazione stabile in Cina.
I cittadini di quei paesi che hanno siglato con
la Cina accordi contro la doppia imposizione
fiscale possono risiedere nel territorio
cinese fno a 183 giorni (anzich 90), senza
lobbligo di versare imposte. Un individuo
che risiede in Cina tra i 90 e i 183 giorni
deve registrarsi presso le autorit fiscali
prima dellinsorgenza dellonere tributario
o al momento della dichiarazione dei redditi
al fne di benefciare dei suddetti accordi.
Qualora lindividuo sia retribuito da unentit
cinese, ogni reddito derivante da prestazioni
effettuate in Cina risulta tassabile. Gli
individui che soggiornano in Cina per pi di 90
giorni (o 183 giorni in caso di accordi contro
la doppia imposizione), ma meno di un anno,
sono soggetti al pagamento dellimposta per
i redditi derivanti da prestazioni nel territorio
cinese, indipendentemente dalla fonte della
retribuzione.
Per gli individui che risiedono in Cina per
pi di un anno, ma meno di cinque anni,
dovuto il pagamento dellimposta, sia
per i redditi originati in loco che per quelli
derivanti dallestero percepiti da unentit
localizzata in Cina. Gli stranieri che risiedono
in Cina per pi di cinque anni sono soggetti
alla tassazione di tutti i loro redditi ovunque
originati (world-wide income).
0%
5%
10%
15%
20%
25%
30%
35%
40%
45%
50%
$- $50,000 $100,000
Aliquota progressiva (%)
Reddito imponibile netto annuo** (US$)
...
Hong Kong - Imposta sul reddito delle persone fsiche*
0%
5%
10%
15%
20%
25%
30%
35%
40%
45%
50%
$- $50,000 $100,000 $150,000 $200,000 $250,000 ...
Aliquota progressiva (%)
Reddito imponibile netto annuo (US$)
0%
5%
10%
15%
20%
25%
30%
35%
40%
45%
50%
$- $50,000 $100,000 ...
Aliquota standard (%)
Reddito netto annuo (US$)
* Questa tabella illustra i due metodi di calcolo dellimposta sul reddito individuale a Hong Kong. Limposta
fnale sul reddito sar la risultante minore delle due modalit.
** Reddito imponibile netto annuale = Reddito netto annuale - detrazioni personali
Aliquote fscali paese per paese
6 China Briefng
Imposta sul valore
aggiunto e ritenuta
dacconto
Non esiste imposta sul valore aggiunto,
ovvero IVA, a Hong Kong.
Non prevista, inoltre, la ritenuta dacconto
per il rimpatrio dei proftti da Hong Kong alla
societ controllante estera.
Imposta sui salari
Vi sono due modi, a Hong Kong, per
calcolare limposta sui salari delle persone
fsiche con reddito da lavoro dipendente:
(1) Aliquota progressiva
Una scala variabile (dal 2 al 17%) in base
al reddito imponibile netto annuale del
contribuente (cio diminuito delle detrazioni
ammesse e delle deduzioni personali) e
(2) Aliquota standard
Il 15% sul reddito netto annuale (ovvero
diminuito soltanto delle detrazioni ammesse).
Limposta fnale sul reddito sar la minore
ottenuta dalle due modalit sopra esposte.
Pertanto, limposta fscale media a Hong
Kong si attesta al 15% per lanno fscale in
corso. I dividendi ricevuti da qualsivoglia
societ sono esentasse.
Imposta sul reddito
delle societ
Limposta sul reddito per le societ locali, ivi
incluse le societ di persone a responsabilit
limitata (LLP), del 30%, mentre sale al
40% per le societ estere. Si considera una
societ estera unentit registrata al di fuori
dellIndia. Le societ costituite in India,
invece, si considerano locali, incluse le
succursali di imprese controllanti in paesi
stranieri.
Le societ estere con lavoro a contratto in
India saranno soggette a unimposta sul
reddito pari il 40% del reddito netto generato
dal suddetto contratto.
Imposta sul valore
aggiunto
Limposta sul valore aggiunto, ovvero IVA,
si applica soltanto ai beni e non nei servizi.
LIVA si applica in ogni fase della vendita
e un sistema di credito registra limposta
pagata.
Vi sono quattro categorie, che includono 550
tipologie di beni:
Bene Aliquota
Pr o d o t t i b a s e ( e s s e n t i a l
commodities)
1%
Lingotti di oro o argento e pietre
preziose
1%
Pr odot t i i ndus t r i al e, beni
d'investimento e prodotti di largo
consumo, ivi inclusi medicinali,
farmaci, prodotti industriali e
agricoli, beni strumentali e merci
speciali
4%
I rimanenti prodotti, ivi inclusi
derivati del petrolio, tabacchi,
liquori ecc. ecc. (Questi beni
comportano aliquote maggiori
che variano da regione a regione).
Zucchero, prodotti tessili e derivatri
di tabacchi sono esenti dall'IVA per
un anno
12,5%
Tutte le aziende hanno lobbligo di effettuare
la registrazione ai fni IVA, tranne le attivit
con fatturato inferiore a 500,000 Rupie
indiane (INR), che ne sono esenti. I rimborsi
IVA sulle esportazioni sono concessi, in
India, per tutte le categorie di beni e servizi.
Ritenuta dacconto
Nel momento in cui una societ effettua il
rimpatrio dei proftti verso la propria societ
controllante estera, sar applicata la relativa
aliquota pari al 15%.
Per i proftti rimpatriati da una succursale
estera a una societ indiana, laliquota
corrente pari al 30%, tuttavia si stima un
futuro ribasso al 15%.
India
12.5%
0% 5% 10% 15% 20% 25% 30% 35% 40% 45%
Imposta sul reddito
delle societ
IVA
Imposta standard
sui dividendi
India - Imposte per le societ
15%
30% 40%
India - Imposta sul reddito delle persone fsiche
(Uomini)
0%
5%
10%
15%
20%**
25%
30%***
35%
40%
45%
50%
$- $50,000 $100,000 $150,000 $200,000 $250,000 ...
Aliquota (%)
Reddito imponibile annuo (US$)
* In questo grafco abbiamo considerato l'aliquota maggiore applicabile agli uomini. Tarife minori sono
applicate a donne e pensionati.
** Per i redditi compresi tra 10,265-16,424 US$, l'imposta pari al 20% pi 287 US$.
*** Per i redditi superiori a 16,424 US$, l'imposta pari al 30% pi 1,109 US$.
*
Aliquote fscali paese per paese
7 China Briefng
Imposta sul reddito
delle persone fsiche
Sono previste diverse categorie di aliquota
che dipendono dal gruppo demografico
di appartenenza, cui spettano esenzioni
particolari. Queste aliquote possono variare
dal 10 al 30%.
Limposta sul reddito delle persone fsiche
si basa anche sulla residenza dellindividuo
e sulla fonte del suo reddito. Un individuo
sar considerato residente in India nellanno
precedente, qualora si verifchi una delle
seguenti due condizioni:
(a) Permanenza in India, nellanno di
riferimento, per un periodo, o pi periodi
aggregati, pari o superiore a 182 giorni,
oppure
(b) Permanenza in India, durante i quattro
anni precedenti lanno di riferimento, per
un periodo, o pi periodi aggregati, pari o
superiore a 365 giorni, accompagnato da
60 o pi giorni di permanenza nellanno
di riferimento.
I residenti sono passibili dimposta in
base al loro reddito globale, mentre i
non residenti sono passibili di imposta
soltanto per il reddito generato, ricevuto o
maturato in India. Pertanto, il reddito da
lavoro dipendente sar passibile dimposta,
indipendentemente dalla residenza del datore
di lavoro.
Il reddito derivante dalla distribuzione dei
proftti esentasse in India.
Imposta sul reddito
delle societ
Limposta sul reddito delle societ, con lo
scopo di attrarre investimenti dallestero,
stata ridotta negli ultimi anni fno al 17%
attuale.
La residenza ai fini fiscali della societ
dipende dal luogo in cui si svolgono controllo
e gestione dellattivit. Sintende residente
ai fini fiscali, una societ cui controllo
e gestione sono esercitati in Singapore.
Pertanto, la filiale con sede a Singapore
di una societ estera non generalmente
considerata residente ai fni fscali, poich
controllo e gestione sono esercitati dalla
societ controllante estera.
Le societ, con o senza residenza, ricevono
lo stesso trattamento fscale, con la differenza
che le residenti possono usufruire di certi
benefici che sono preclusi a quelle non
residenti, come ad esempio la possibilit di
esenzioni fscali sui redditi da servizi e da
distribuzione dei proftti generati allestero,
cos come sugli utili della filiale estera,
qualora siano soddisfatte alcune condizioni.
In base al programma Productivity and
Innovation Credit, sono inoltre concessi
degli incentivi fiscali, con particolare
riguardo alle piccole e medie imprese, per
investimenti produttivi e innovativi. Le
imprese, grazie a questo programma, possono
ottenere dei versamenti contanti o deduzioni
e agevolazioni pari al 400% delle spese fno
a 400,000 dollari di Singapore (SGD) se
rientrano nelle seguenti sei attivit:
1. Acquisto o nolo di sistemi automatici
2. Attivit di formazione
3. Acquisizione di propriet intellettuale
4 Registrazione di propriet intellettuale
5 Ricerca e sviluppo
6 Attivit di progettazione
Imposta su beni e servizi
Limposta su beni e servizi prevista a
Singapore , di fatto, una tassa sul consumo
applicata alle importazioni di beni e alla
fornitura di beni e servizi nel paese. Laliquota
attuale pari al 7%.
Soltanto le societ il cui fatturato eccede il
milione di dollari di Singapore, in ogni dodici
mesi, devono registrarsi agli uffci competenti
per versare questa imposta. Limposta sui beni
e servizi applicata e riscossa dalle suddette
societ unimposta a debito, mentre
quella sborsata sugli acquisti e sulle spese
Singapore
17%
0% 5% 10% 15% 20% 25% 30% 35% 40% 45%
Imposta sul reddito
delle societ
Singapore - Imposta per le societ
7% Imposta su beni e servizi
Imposta standard
sui dividendi
10% 20%
0%
5%
10%
15%
20%
25%
30%
35%
40%
45%
50%
$- $50,000 $100,000 $150,000 $200,000 $250,000 ...
Aliquota (%)
Reddito imponibile annuo (US$)
Singapore - Imposta sul reddito delle persone fsiche
(2012)
Aliquote fscali paese per paese
8 China Briefng
unimposta a credito. Le imprese possono
richiedere il rimborso dellimposta a credito,
qualora siano soddisfatte alcune condizioni.

Ritenuta dacconto
La ritenuta dacconto applicabile ad
alcune tipologie di pagamento verso persone
fsiche e societ non residenti, il cui reddito
generato a Singapore per servizi forniti o
lavori svolti a Singapore.
Questa imposta si applica ai seguenti
pagamenti:
Interessi, commissioni, onorari relativi a
prestiti o insolvenze
Royalties e altri compensi per lutilizzo
o il diritto allutilizzo di beni mobili
Spese di gestione
Servizi resi
Afftti
Laliquota sulla ritenuta dacconto varia dal
10 al 20%. Le societ non residenti,ai fni
fscali, possono richiedere il rimborso di tutte
le spese sostenute a riguardo.
Imposta sul reddito
delle persone fsiche
previ st a a Si ngapore unal i quot a
progressiva che varia dallo 0 al 20%,
applicabile ai redditi individuali dei residenti
ai fni fscali.
Si considera residente fni fscali:
un cittadino singaporiano oppure
un cittadino con residenza a Singapore
(SPR) che si stabilito in modo
permanente nel paese, oppure
uno straniero che ha soggiornato o
lavorato a Singapore per un periodo
pari o superiore a 183 giorni nellanno
precedente (condizione non applicabile
agli amministratori delle societ).
Il reddito da lavoro dipendente, generato a
Singapore da un individuo non residente,
soggetto ad unaliquota del 15%, oppure
all aliquota da residente, secondo quella che
porta un debito tributario maggiore.
Imposta sul reddito
delle societ
Laliquota standard per limposta sul reddito
delle societ si attesta al 25%, sia per le societ
locali e per quelle a partecipazione straniera.

Nel caso particolare di imprese con attivit di
perlustrazione, ricerca ed estrazione di petrolio,
gas e altre rare e preziose risorse naturali,
limposta varia dal 32 al 50%, in relazione
al singolo progetto e allattivit svolta.
La normativa vietnamita in materia
prevede la detraibilit delle spese, qualora
comprovate, pertinenti la produzione e
lattivit commerciale dellimpresa e che
non risultino, in modo specifco, escluse dai
casi di detraibilit.
Le societ hanno anche la possibilit di
accantonare il 10% della base imponibile
annuale in un fondo per la ricerca e lo sviluppo,
con lobbligo di impiegarlo entro cinque anni
e allinterno del paese. Qualora la societ
utilizzi meno del 70% del fondo, o lo utilizzi
in modo scorretto, o non lo utilizzi entro
cinque anni, dovr versare lintero ammontare
dellesenzione maggiorata degli interessi.
Imposta sul valore
aggiunto
Limposta sul valore aggiunto, ovvero lIVA,
applicata in Vietnam alla maggior parte dei
beni e dei servizi derivanti dai processi di
produzione, scambio e consumo.
Sono previste tre aliquote: 0%, 5% e la
pi comune al 10%. Laliquota allo 0% si
applica, in genere, a beni e servizi esportati,
laliquota al 5% si applica a 15 categorie di
beni e servizi di base, mentre quella del 10%
si applica ai rimanenti beni e servizi.
prevista unesenzione applicabile a 25
categorie di beni e servizi.
Ritenuta dacconto
Il governo vietnamita ha abolito limposta
sul rimpatrio dei proftti per gli investitori
stranieri. Questi, infatti, hanno la possibilit
di rimettere i proftti, ogni anno, alla fne
Vietnam
25%
0%
0% 5% 10% 15% 20% 25% 30% 35% 40% 45%
Imposta sul reddito
delle societ
IVA
Imposta standard
sui dividendi
Vietnam - Imposta per le societs
0% 10%
Vietnam - Imposta sul reddito delle persone fsiche
0%
5%
10%
15%
20%
25%
30%
35%
40%
45%
50%
$- $50,000 $100,000 $150,000 $200,000 $250,000 ...
Aliquota (%)
Reddito imponibile annuo (US$)
Aliquote fscali paese per paese
9 China Briefng
dellesercizio fscale, in totale esenzione da
ritenuta dacconto.
Imposta sul reddito
individuale
Limposta sul reddito individuale applicata
al reddito ovunque generato (world-wide
income) dei residenti e al reddito generato
in Vietnam dai non residenti. Si defniscono
residenti:
gli individui che rimangono in Vietnam
per un periodo pari o superiore a 183
giorni durante 12 mesi consecutivi o
nellanno solare: oppure
gli individui con un permesso di residenza
in Vietnam.

Al reddito individuale dei residenti si applica
una delle sette aliquote progressive che
variano dal 3 al 35%. Laliquota per i non
residenti, al contrario, unica e pari al 20%.
Tutti i contribuenti, comunque, hanno diritto
a una detrazione pari a 4 milioni di Dong
vietnamiti (VND) mensili o 48 milioni
annuali. Per i familiari a carico, inoltre,
fssata una detrazione pari a 1,6 milioni di
VND mensili o 19,2 milioni annuali.
I familiari a carico riconosciuti includono:
fgli di et inferiore ai 18 anni; e
individui privi di reddito o con redditi
non superiori ai livelli stabiliti, ivi inclusi
fgli maggiorenni frequentanti universit,
scuola superiore, scuole superiori
professionali, ovvero in formazione sul
posto di lavoro; i genitori dei contribuenti
in et pensionabile o inabili al lavoro; altri
individui privi di mantenimento di cui il
contribuente si fa carico diretto.
Gli investitori individuali devono versare il
5% degli introiti da dividendi.
0%
20%
40%
60%
80%
100%
120%
B
a
n
g
l
a
d
e
s
h

C
a
m
b
o
d
i
a

C
h
i
n
a

H
o
n
g

K
o
n
g

I
n
d
i
a

I
n
d
o
n
e
s
i
a

J
a
p
a
n

L
a
o
s

M
a
l
a
y
s
i
a

M
o
n
g
o
l
i
a

N
e
p
a
l

P
h
i
l
i
p
p
i
n
e
s

S
i
n
g
a
p
o
r
e

S
o
u
t
h

K
o
r
e
a

S
r
i

L
a
n
k
a

T
h
a
i
l
a
n
d

V
i
e
t
n
a
m

Imposta totale (% sui proftti) in Asia
Fonte: Banca Mondiale, Doing Business (2011)

Non sorprende che Hong Kong e Singapore si distinguano per le loro aliquote fscali
relativamente basse: entrambi risultano, da questo punto di vista (come per la facilit di versamento
delle imposte), tra i 10 migliori paesi a livello internazionale secondo la Banca Mondiale.
Cina e India presentano aliquote pi alte rispetto al resto dellAsia, per la prima dovute soprattutto
a una maggiore imposizione fscale sulla manodopera.
Il Vietnam, con unimposizione fscale totale minore rispetto a Cina e India, si posiziona, sempre
secondo la Banca Mondiale, soltanto al 124 posto per la facilit del versamento delle imposte, gran
parte a causa delle lungaggini necessarie per conformarsi alla regolamentazione fscale stessa.

10 China Briefng
Limposta sul reddito delle societ presenta le
aliquote maggiori in India (30%), Cina (25%)
e Vietnam (25%), mentre per Hong Kong
e Singapore le aliquote sono decisamente
minori (16,5% e il 17% rispettivamente).
Vi sono alcune eccezioni, ad esempio per
la Cina, dove le societ operanti nei settori
incentivati nelle aree occidentali possono
usufruire di unaliquota ridotta al 15%.
Lo stesso vale anche per India e Vietnam,
tuttavia il cambiamento continuo dellambito
geografco e industriale per ottenere incentivi
vari non ci permette, in questo articolo, di
approfondire tale argomento in maniera
soddisfacente. Vi invitiamo dunque a visitare
gli archivi dei nostri briefings sul sito:
www.asiabriefngmedia.com
Imposta sul reddito delle societ
25%
16.5%
30%
17%
25%
0% 5% 10% 15% 20% 25% 30% 35% 40% 45%
Cina
Hong Kong
India
Singapore
Vietnam
Guida alle aliquote fscali
Cina India Hong Kong Vietnam Singapore
Imposta sul valore aggiunto/imposta su beni e servizi
0% 5% 10% 15% 20% 25% 30% 35% 40% 45%
Cina
Hong Kong
India
Singapore
Vietnam
0%
0% 10%
3% 17%
13%
7%
Imposta standard sui dividendi
0% 5% 10% 15% 20% 25%
Cina (Societ non residenti)
Hong Kong
India (Societ controllanti estere)
0%
0%
Singapore (Societ non residenti)
Vietnam
20% 10%
20%
15%
0%
5%
10%
15%
20%
25%
30%
35%
40%
45%
50%
$- $50,000 $100,000 $150,000 $200,000 $250,000 ...
Tax Rate (%)
Annual Taxable Income (US$)
Cina Hong Kong
Imposta sul reddito delle
persone fsiche
Vi proponiamo, a lato, i grafci sullimposta
di reddito delle persone fsiche luno accanto
allaltro per dare unimmediata percezione
della differenza tra i vari paesi. Invece di
riferirci semplicemente alla media o al valore
massimo dellimposta come bassa o alta,
possiamo vedere, per ogni reddito imponibile
annuo, quale aliquota percentuale corrisponde
per ogni paese.
Ancora in Cina, limposta sul valore aggiunto
(IVA) maggiore per i contribuenti ordinari
(17%), ma di gran lunga inferiore per i
piccoli contribuenti (3%). LIndia applica
unaliquota IVA pari al 13%, mentre in
Vietnam pu variare dallo 0% (per beni e
servizi esportati), al 5% (per 15 categorie di
beni e servizi di base) o al 10% (per gli altri
beni e servizi). Singapore, invece, applica
al posto dellIVA unimposta sui beni e sui
servizi, chiamata GST, pari al 7% .
La ritenuta sui dividendi applicata in modo
diverso da ognuno dei paesi qui considerati.
La Cina, ad esempio, prevede il 20% (anche
se questo pu essere molto inferiore) per
le societ non residenti, mentre in India le
societ controllanti estere versano il 15%.
Laliquota sui proftti non invece prevista
a Hong Kong e in Vietnam. Laliquota sulla
ritenuta dacconto varia dal 10 al 20% per i
non residenti a Singapore.
0%
5%
10%
15%
20%
25%
30%
35%
40%
45%
50%
$- $50,000 $100,000
Progressive Tax Rate (%)
Annual Net Chargeable Income (US$)
...
0%
5%
10%
15%
20%
25%
30%
35%
40%
45%
50%
$- $50,000 $100,000 ...
Standard Tax Rate (%)
Annual Net Income (US$)
11 China Briefng
Singapore
Reddito imponibile
annuo (SGD)
Reddito imponibile annuo (US$)
(US$1 = SGD1,24)
Aliquota
Fino a 20.000 Fino a 16.129 0%
Oltre 20.000 fno a 30.000 Oltre 16.129 fno a 24.194 2%
Oltre 30.000 fno a 40.000 Oltre 24.194 fno a 32.258 3,5%
Oltre 40.001 fno a 80.000 Oltre 32.358 fno a 64.516 7%
Oltre 80.000 fno a 120.000 Oltre 64.516 fno a 96.774 11,5%
Oltre 120.000 fno a 160.000 Oltre 96.774 fno a 129.034 15%
Oltre 160.000 fno a 200.000 Oltre 129.034 fno a 161.290 17%
Oltre 200.000 fno a 320.000 Oltre 161.290 fno a 258.065 18%
Oltre 320.000 Oltre 258.065 20%
Imposta sul reddito
delle persone fsiche
Aliquote fscali paese per paese
India
Reddito imponibile
annuo (INR)
Reddito imponibile annuo (US$)
(US$1 = INR48,71)
Aliquota
Uomini
Fino a 180.000 Fino a 3.695 0%
Ol t re 180. 000 fi no a
500.000
Oltre 3.695 fno a 10.265 10%
Ol t re 500. 000 fi no a
800.000
Oltre 10.265 fno a 16.424 20% +
14.000INR
Oltre 800.000 Oltre 16.424 30% +
54.000INR
Donne
Fino a 190.000 Fino a 4.191 0%
Ol t re 190. 000 fi no a
500.000
Oltre 4.191 fno a 11.030 10%
Ol t re 500. 000 fi no a
800.000
Oltre 11.030 fno a 17.648 20% +
31.000INR
Oltre 800.000 Oltre 17.648 30% +
51.000INR
Anziani tra 60-80 anni
Fino a 250.000 Fino a 5.395 Esentasse
Ol t re 250. 000 fi no a
500.000
Oltre 5.295 fno a 10.264 10%
Ol t re 500. 000 fi no a
800.000
Oltre 10.264 fno a 16.423 20%
Oltre 800.000 Oltre 16.423 30%
Anziani oltre 80 anni
Fino a 500.000 Fino a 10.264 Esentasse
Ol t re 500. 000 fi no a
800.000 Oltre 10.264 fno a 16.423 20%
Oltre 800.000 Oltre 16.423 30%
Cina
Reddito imponibile
annuo (RMB)
Reddito imponibile annuo (US$)
(US$1 = RMB6,353)
Aliquota
Fino a 18.000 Fino a 2.833 3%
Oltre 18.000 fno a 54.000 Oltre 2.833 fno a 8.499 10%
Oltre 54.000 fno a 108.000 Oltre 8.499 fno a 17.000 20%
Oltre 108.000 fno a 420.000 Oltre 17.000 fno a 66.110 25%
Oltre 420.000 fno a 660.000 Oltre 66.110 fno a 103.888 30%
Oltre 660.000 fno a 960.000 Oltre 103.888 fno a 151.110 35%
Oltre 960.000 Oltre 151.110 45%
Hong Kong (aliquota progressiva)*
Reddito imponibile
annuo (HK$)
Reddito imponibile annuo (US$)
(US$1 = HK$7,75)
Aliquota
Fino a 40.000 Fino a 5.161 2%
Oltre 40.000 fno a 80.000 Oltre 5.161 fno a 10.323 7%
Ol t r e 80. 000 f i no a
120.000
Oltre 10.323 fno a 15.484 12%
Oltre 120.000 Oltre 15.484 17%
Hong Kong (aliquota standard)*
15%
* Laliquota progressiva si applica al reddito imponibile netto annuo (ovvero dopo le
detrazioni e le agevolazioni). Laliquota standard si applica al reddito netto annuo (ovvero
dopo le detrazioni). Limposta da versare sar la minore delle due.
Vietnam
Reddito imponibile
annuo
(in Milioni VND)
Reddito imponibile
annuo (US$)
(US$1 = VND21.000)
Aliquota
Fino a 60 Fino a 2,857 5%
Oltre 60 fno a 120 Oltre 2,857 fno a 5,714 10%
Oltre 120 fno a 216 Oltre 5,714 fno a 10,286 15%
Oltre 216 fno a 384 Oltre 10,286 fno a 18,286 20%
Oltre 384 fno a 624 Oltre 18,286 fno a 29,714 25%
Oltre 624 fno a 960 Oltre 29,714 fno a 45,714 30%
Oltre 960 Oltre 45.714 35%
0%
5%
10%
15%
20%
25%
30%
35%
40%
45%
50%
$- $50,000 $100,000 $150,000 $200,000 $250,000 ...
Tax Rate (%)
Annual Taxable Income (US$)
0%
5%
10%
15%
20%
25%
30%
35%
40%
45%
50%
$- $50,000 $100,000 $150,000 $200,000 $250,000 ...
Tax Rate (%)
Annual Taxable Income (US$)
0%
5%
10%
15%
20%
25%
30%
35%
40%
45%
50%
$- $50,000 $100,000 $150,000 $200,000 $250,000 ...
Tax Rate (%)
Annual Taxable Income (US$)
India Singapore Vietnam
Costituzione Societaria | Due Diligence | Fiscalit |
Contabilit | Gestione Libri Paga | Revisioni e Controlli Aziendali
Il Vostro Partner per la Crescita in Asia
22 anni di eccellenza 1992-2014
India
delhi@dezshira.com
mumbai@dezshira.com
Cina
china@dezshira.com
Singapore
singapore@dezshira.com
Stati Uniti Liaison Ofce:
usa@dezshira.com
@DezanShira
Italia Liaison Ofce:
italiandesk@dezshira.com
Vietnam
hcmc@dezshira.com
hanoi@dezshira.com
Hong Kong
hongkong@dezshira.com
www.dezshira.com
Dezan Shira & Associates
Dezan Shira & Associates