Sei sulla pagina 1di 2

JudoEducazione Scuola di Vita

(un modello per l integrazione)


Un progetto di Zai Saman

Un metodo educativo completo per il riequilibrio di corpo e mente al servizio dell integrazione sociale

in collaborazione con Samurai Latina per informazioni e iscrizioni: e-mail: bottegasocialezaisaman@gmail.com tel: +39 380 65 45 251

Panoramica
Attraverso l educazione informale insita nella pratica del JuDo si creer uno spazio di cooperazione e integrazione tra normodotati e disabili, in armonia con i principi teorici della disciplina, dove tutti avranno occasione di crescere e migliorarsi, aiutandosi vicendevolmente.

I Principi del JudoEducazione


I principi teorici del metodo educativo Judo, teorizzati dal fondatore, sono: Sei Ryoku Zenyo Buon uso della propria energia: migliorare la conoscenza, la capacit e razionalizzare lutilizzo della propria energia psico-fisica Ji Ta Kyo Ei La prosperit si raggiunge insieme agli altri: solo attraverso il benessere comune si ottiene la piena realizzazione individuale

Obiettivi
Il progetto intende dimostrare l efficacia del Judo nella sua essenza originaria di metodo educativo e formativo universale e completo, in grado di riequilibrare corpo e mente anche in casi di disabilit fisica e/o mentale. L obiettivo generale del progetto quello di ricreare, sulla materassina di allenamento, un modello di societ in piccolo dove ci sia spazio per tutti e dove le differenze siano un occasione per imparare dall altro, imparando a conoscersi e confrontarsi con serenit e rispetto. L obiettivo generale sar raggiunto tramite obiettivi pi specifici: Educazione psico-motoria (conoscenza del corpo, coordinazione, equilibrio, riflessi ecc.) Ricerca del benessere psicologico (sicurezza, autocontrollo, serenit, stima di s ) Educazione morale e sociale (sincerit, rispetto, forza, coraggio, altruismo, capacit di relazionarsi )

Un metodo educativo completo per il riequilibrio di corpo e mente al servizio dell integrazione sociale

ASSOCIAZIONE CULTURALE ZAI SAMAN C.F. 91117480599 P.I. 02724250598

Cos il JudoEducazione
Il Judo una disciplina psico-fisica completa, nata grazie alle ricerche di un professore giapponese, J. Kano (28 ottobre 1860 4 maggio 1938), che ha saputo estrarre dal bagaglio tecnico delle antiche arti marziali giapponesi (Ju-Jitsu) una pratica di allenamento basata sull auto-difesa, privandola dei pericoli e trasformandola in un metodo educativo basato su principi di razionalit e socializzazione che ha come fine ultimo il benessere individuale e della societ.

Judo: Sport o Arte Marziale?


Nessuno dei due! Il Judo non un arte marziale: anche se delle arti marziali giapponesi (JuJitsu) ha ereditato l aspetto puramente tecnico, (razionalizzandolo e privandolo dei rischi inutili) il Judo non una delle tante arti marziali oggi in commercio. Col Judo si impara anche a difendersi efficacemente, ma non questo il suo scopo principale. Il Judo non comunque nemmeno soltanto uno sport: anche se nello sport ha trovato una dimensione internazionale ed olimpica, essendo oggi uno degli sport pi praticati al mondo, il Judo sportivo soltanto un applicazione del Judo allo sport. Il Judo originariamente e essenzialmente un metodo educativo.

A chi si rivolge
Il JudoEducazione adatto a tutti, dai 5 ai 90 anni. In particolare il progetto Scuola di vita: un modello per l integrazione si indirizza a ragazzi e giovani con disabilit fisiche e/o mentali (autismo, sindrome di down, insufficienza mentale, disfasia..) o a ragazzi con problematiche sociali (asocialit, antisocialit, emarginazione ).

L Equipe di Lavoro
Sulla materassina con i ragazzi saranno costantemente presenti: Maestro di Judo Renato Argano ( VII Dan Benemerito con pi di 50 anni di esperienza di insegnamento) Assistente Sociale Eleonora Mazzucco (Assistente Sociale iscritta all albo) Educatore Luca Perrino (Operatore Sociale in Strutture per Minori, Judoka Cintura Nera)

Alcune attivit e benefici


Educazione Psico-Fisica

Valutazione e Monitoraggio
Per i ragazzi con disabilit o problematiche sociali verranno definiti (insieme alle famiglie) degli obiettivi educativi individuali a breve medio e lungo termine, sulla base dei quali i ragazzi saranno costantemente monitorati e valutati individualmente dal team educativo, per evidenziarne criticit e miglioramenti. Al termine di ogni settimana di lezioni verranno redatte note educative, sociali e psico-fisiche individuali che confluiranno in un unica relazione a cadenza trimestrale finalizzata a tenere traccia degli obiettivi raggiunti e di quelli su cui ancora lavorare. Ai fini di un monitoraggio efficace verranno utilizzate schede individuali con parametri oggettivi e soggettivi. La comunicazione con le famiglie sar costante attraverso uno sportello di ascolto per colloqui individuali o famigliari

Attraverso l allenamento tecnico, ispirato alle arte marziali, si lavora su: postura, respirazione, movimento, scelta del tempo, calcolo delle distanze. Si eseguono esercizi di Propriocezione, Coordinazione, Attenzione, Concentrazione, Presenza, Equilibrio, Postura e altro
Addestramento Mentale e Morale

Il combattimento razionale insegna l autocontrollo, la prontezza, conferisce sicurezza nei propri mezzi grazie ad una pi consapevole visione di se. L allenamento insegna il rispetto e la fiducia per s e l altro.
Autodifesa e Sport

Gioco e simulazioni, lotta in piedi e a terra, rudimenti di autodifesa, introduzione al regolamento sportivo.

Un metodo educativo completo per il riequilibrio di corpo e mente al servizio dell integrazione sociale

ASSOCIAZIONE CULTURALE ZAI SAMAN C.F. 91117480599 P.I. 02724250598