Sei sulla pagina 1di 3

Trading in Azioni: Perchè guadagni?

Lo scopo di questo post è quello di farti capire che cos’è una rendita da
portafoglio e di analizzare in concreto una opportunità: il Trading On LIne in
Azioni.

Una rendita da portafoglio è una rendita, che definirei come una realtà che
inietta nel tuo conto economico personale dei soldi come ricavi, questa
rendita deriva dal potenziale rappresentato dal tuo denaro.

Più precisamente: se tu tieni sotto il materasso il tuo denaro, esso non ha la


possibilità di esprimere il suo potenziale, che invece avrebbe se qualcuno
avesse la capacità di farlo esprimere.

Tu puoi avere la capacità di farlo esprimere !!

Infatti puoi utilizzarlo per avviare una impresa, ma questo comporterebbe da


parte tua un intervento in prima persona, cioè impegno, tempo e lavoro, non
solo per formarti e acquisire il know how necessario per svilupparla in
maniera sana, ma per seguirla dalla nascita alla crescita, finchè magari non
riuscirai a renderla indipendente dalla tua presenza costante.

Cioè non è detto che tu abbia voglia di Imbarcarti in una nuova attività, oltre
quella che già svolgi, allo scopo di ricavare un utile aggiuntivo dai tuoi
risparmi: quello cha abbiamo esaminato ora, cioè la possibiltà di investire le
proprie risorse personali e finanziarie nel creare una impresa, rientra in un
altro tipo di rendita che è quella da investimento (da impresa in particolare).

Noi oggi esaminiamo in generale un altro tipo di rendita di denaro che è la


rendita da portafoglio.

Definiamo con il termine Rendita da Portafoglio, un particolare tipo di rendita


che si crea prestando il tuo denaro a terzi e ricevendone un compenso.
Ad esempio puoi ricevere una rendita da “portafoglio” percependo gli
interessi dovuti da un tuo debitore per avergli prestato del denaro.

Es.: se Paolino, il mio amico, ha bisogno di soldi per pagare l’affitto della sua
casa e mi chiede un prestito, io glielo posso dare a patto che lui accetti di
stipulare un contratto in cui si precisa un compenso del 4 per cento all’anno
sulla cifra che gli ho prestato: possiamo definire questo compenso una
rendita da portafoglio.
Puoi ricevere una rendita da portafoglio se possiedi un titolo di stato, tipo i
bot, o delle obbligazioni emesse da aziende pubbliche o private.
Noi ora esaminiamo un particolare esempio di rendita da portafoglio: la
rendita che può derivare dall’investimento inAzioni.

Se compri una azione, compri un pezzetto di una società per Azioni e quindi
finanzi quella società che ha emesso l’azione per sviluppare il proprio
businness, raccogliendo fondi da istituzioni o privati.

Infatti se la società investe bene quel denaro, può svilupparsi e in questo


modo il prezzo della tua azione sale.

Questa è una operazione detta bullish: cioè speri che acquistando una azione
di una società essa si rivaluti, perchè la società ha saputo amministrare bene
i tuoi soldi ed è riuscita a crescere.

Se a questo punto decidi di chiudere la posizione rivendendo sul mercato


aperto le azioni che possiedi, percepisci un ricavo pari alla differenza tra
valore attuale delle azioni e il prezzo al quale le hai a suo tempo comperate.

Facciamo un esempio: il primo luglio 2009 compro le azioni di Google a 400


dollari l’11 Agosto 2009 decido di rivenderle sul mercato aperto a 456
dollari: ho realizzato un ricavo per azione di 56 dollari, che espresso in
percentuale su 400 dollari è del + 14 per cento.

Ora, il ricavo totale che ho conseguito, in monete sonanti, dipende da quante


azioni avevo acquistato;

mettiamo il caso che abbia acquistato 10 azioni a 400 dollari investendo una
cifra pari a 4000 dollari, se moltiplico questa cifra per 1.14 posso calcolare
quanto ho in mano in questo momento, 4560 dollari, guadagnando 560 euro
in poco più di un mese: questo è un esempio di potenziale al lavoro,
ecco perchècon il Trading in Azioni GUADAGNI!!

Puoi approfondire questi argomenti e vedere praticamente come si realizza il


tutto acquistando il Kit sul Trading On Line che ho preparato per te:

http://www.tradingfurbo.net/trading/azioni/trading_on_line.html

A proposito il termine bullish, che come detto sopra indica una operazione al
rialzo, deriva dal termine inglese TORO e si riferisce al movimento dal basso
verso l’alto che il toro compie quando “incorna” un ipotetico avversario;
questo movimento “mima” in tutto e per tutto il movimento del prezzo
dell’azione in cui speriamo per guadagnare.

Le operazioni bullish possono essere di breve, medio e lungo periodo.

Possiamo definire una operazione di breve periodo quando mira ad ottenere


il risultato auspicato nel giro di 3 mesi al massimo.

Possiamo definire una operazione di medio periodo quando mira ad ottenere


il risultato auspicato nel giro di al massimo 18 mesi.

Invece definiamo come operazione di lungo periodo tutte quelle operazioni


di Trading in Azioni in cui decidiamo di tenere il titolo per più di 18 mesi.
Esistono anche operazioni fatte al contrario, dette Bearish…

… ma mi dilungherei troppo se affrontassi questo argomento in questo post…

… invece voglio descrivertele con calma e con dovizia di particolari ed


esempi…

… per questo ti prometto che troverai questo argomento in uno dei prossimi
post…

… per cui ti consiglio di restare incollato allo schermo del tuo pc ed aspettare
questo interessante articolo sulle operazioni bearish.

Nel ricordarti che se vuoi entrare subito nel vivo del Trading On Line puoi
farlo da questo link, spero di aver stimolato il tuo interesse anche oggi…

… ti mando un caro saluto!

Michele