Sei sulla pagina 1di 24

L PAV PAVIIM ME EN NT TO O IIN N C CE EM ME EN NT TO O A AU UT TO OL LIIV VE EL LL LA AN NT TE E IIL

MANUALE DI DI ISTRUZIONI ISTRUZIONI E E POSA POSA DEL DEL CICLO CICLO MANUALE

1 1 1 1

AUTOLIVELLANTE CEMENTO-RESINOSO COLORATO

MANUALE DI ISTRUZIONI E POSA DEL CICLO


INDICE

1. DESCRIZIONE DEL CICLO LEVEL CRETE 2. CAMPO DI IMPIEGO


2/1 2/2 2/3 2/3/1 2/3/2 Settori di utilizzo Classicazione di resistenza al fuoco Supporti utilizzabili Supporti nuovi Supporti vecchi

6 6 6 6 6 6 6 7 7 7 7 9 9 10 11 12 12 12 12 12 13 13 13 14

3.
3/1 3/1/1 3/1/2 3/2 3/3 3/4 3/5

IDENTIFICAZIONE DEI PRODOTTI


Fondo ancorante NORPHEn SW SOLID NORPHEn FOnDO SL Autolivellante cementizio colorato Level Crete Estetizzazione colorata NorpHen W3 Colorato Finitura trasparente antimacchia e consolidante NorpHen SW Solid Ceratura di mantenimento Nordpowder Cera

4.

MESSA IN OPERA

4/1 Preparazione del supporto 4/1/1 Supporti nuovi  4/1/1A Massetti in sabbia e cemento 4/1/1B Massetti pronti SC 1, SC 1 F 4/1/1C Massetti su pavimenti radianti 4/1/1D Massetti in solfato di Calcio 4/1/1E Massetti autolivellanti in sabbia e cemento 4/1/1F Pannelli in legno truciolare o multistrato

4/1/2 Supporti vecchi 4/1/2A Piastrelle ceramiche 4/1/2B Piastrelle in terracotta 4/1/2C Piastrelle in marmo cemento levigate 4/1/2D Pietra naturale 4/1/2E Parquet 4/1/2F Supporti in resina 4/1/2G Pavimentazioni industriali in calcestruzzo 4/2 Condizioni di applicazione 4/2/1 Misurazione dellumidit 4/2/1A  4/2/1B  4/2/2 Umidit dellambiente 4/2/3 Temperatura di applicazione 4/3 Trattamento delle fessure e dei giunti di ripartizione 4/3/1 Fessure  4/3/1A Fessure no a 2 mm di larghezza 4/3/1B Fessure oltre i 2 mm di larghezza 4/3/2 Giunti di ripartizione 4/3/2A Massetti cementizi 4/3/2B Pavimentazioni industriali in calcestruzzo 4/3/2C Pavimentazioni in piastrella o pietra naturale 4/4 Trattamento dei giunti di dilatazione 4/5 Trattamento delle soglie e dei termini di getto

14 14 14 14 14 15 15 15 15 15 15 16 16 16 16 16 16 16 16 16 17 17 17 17 17 17 17 17 18 18 18 18 18 18 19

5.
5/1 5/1/1 5/1/1A 5/1/1B 5/1/2 5/2

APPLICAZIONE DEL CICLO LEVEL CRETE


Preparazione dellimpasto autolivellante Preparazione dellimpasto autolivellante gi colorato in massa Preparazione manuale ( aree < 300 m2 ) Preparazione a macchina ( aree > 300 m2 ) Preparazione dellimpasto autolivellante da colorare al momento della preparazione Stesura dellimpasto autolivellante

6.
6/1 6/1/1 6/1/2

FINITURA DEL CICLO LEVEL CRETE


Levigatura del getto Colata del LEVEL CRETE Finitura

6/2 6/2/1 6/2/2 6/3 6/3/1 6/3/2 6/4 6/4/1 6/4/2 6/4/3 6/5 6/5/1 6/5/2 6/5/3 6/6 6/6/1 6/6/2 6/7 6/7/1 6/7/2

Estetizzazione colorata ( facoltativa ) Colata del LEVEL CRETE Finitura Trattamento trasparente antimacchia e consolidante Colata del LEVEL CRETE Finitura Ceratura di mantenimento Colata del LEVEL CRETE Realizzazione della spatolatura Finitura Realizzazione di rivestimento spatolato NORPHEN W3 COLORATO Colata del LEVEL CRETE Realizzazione della spatolatura Finitura Trattamento antimacchia trasparente e consolidante con nitura a cera Impregnamento con NORPHEN SW SOLID Trattamento con NORDPOWDER CERA Trattamento antimacchia trasparente e consolidante eseguita con resine non ingiallenti Impregnamento con NORPHEN SW SOLID Trattamento con NORDPUR ESTERNI

19 19 19 19 19 19 19 19 20 20 20 20 20 21 21 21 21 21 21 21 22

7. MANUTENZIONE QUOTIDIANA

1. DESCRIZIONE DEL CICLO LEVEL CRETE


Il ciclo LEVEL CRETE appositamente formulato per la realizzazione di un pavimento nito destinato a pedonamento in vari settori sia pubblici che privati e si realizza mediante la posa successiva di: Un fondo ancorante Una colata di autolivellante cementizio colorato Una estetizzazione colorata ( facoltativa ) Una finitura trasparente antimacchia e consolidante Una ceratura di mantenimento Il ciclo costituito dai seguenti prodotti : NORPHEN FONDO SL - primer di adesione da spolverare con sabbia di quarzo per favorire laggancio NORPHEN SW SOLID - primer di adesione da utilizzare in alternativa al NORPHEN SW SOLID per alcuni usi specifici e trattamento antimacchia e consolidante NORDPOWDER CERA - trattamento di manutenzione periodica.

2. CAMPO DI IMPIEGO
2/1 SETTORI DI UTILIZZO
Il ciclo di rivestimento estetico LEVEL CRETE pu essere impiegato in ambienti interni per il rivestimento e la nitura di pavimenti di abitazioni private, di ufci pubblici o privati, di negozi e show rooms, di scuole ed aule di insegnamento, di strutture ospedaliere ed assimilate.

2/2 CLASSIFICAZIONE DI RESISTENZA AL FUOCO


Classe 0 (come quella delle strutture in calcestruzzo).

2/3 SUPPORTI UTILIZZABILI 2/3/1 SUPPORTI NUOVI:


A Massetti in sabbia e cemento o in sabbia e legante specifico per massetti (SC1 BASE); B Massetti pronti preconfezionati (SC1- SC1F); C Massetti su pavimenti radianti; D Massetti in solfato di calcio naturale o anidrite sintetica; E Massetti autolivellanti in sabbia e cemento; F Pannelli di legno;

2/3/2 SUPPORTI VECCHI:


A Piastrelle di ceramica; B Piastrelle di terracotta; C Piastrelle di marmo-cemento levigate; D Pietra naturale; E Parquet; F Rivestimenti in resina; G Pavimenti in calcestruzzo industriale.

3. IDENTIFICAZIONE DEI PRODOTTI


3/1 FONDO ANCORANTE 3/1/1 NORPHEN SW SOLID
Per applicazione su fondi 2/3/1D. E un prodotto liquido bicomponente di natura epossidica, emulsionabile in acqua, che viene consigliato per fondi assorbenti. Si prepara mescolando con agitatore meccanico i due componenti A e B puri in un secchio di servizio e poi aggiungendo 3 litri di acqua per ogni kg. di prodotto puro. Non ci sono controindicazioni se la diluizione con acqua viene fatta leggermente diversa da quanto indicato. Temperature limite di utilizzo particolare attenzione va posta nellindividuazione delle temperature minime del supporto per non pregiudicare la funzionalit del fondo ancorante: non applicare NORPHEN SW SOLID a temperature inferiori a +10 C. Per quanto riguarda le temperature massime di applicazione il prodotto non risente del caldo, per cui potrebbe essere applicato anche ad elevate temperature (+40 C). Va tuttavia segnalato che il LEVEL CRETE non pu essere usato a queste temperature per cui anche il fondo ancorante seguir i limiti di posa del rivestimento soprastante. Avvertenze Dopo 90 minuti dalla miscelazione dei due componenti A e B, interrompere lapplicazione. Non usare con temperature inferiori a +10 C. Mescolare i componenti A e B nel rapporto indicato sulla confezione; in caso di uso parziale della confezione, pesare i due componenti. Leventuale presenza di depositi sul fondo del secchio indica solamente che il prodotto non stato sufficientemente mescolato. Caratteristiche
massa volumica (A+B) , UNI 8310 pH (A+B) , UNI 8311 pot-life, UNI 9598 tempo di essiccazione superficiale (*), UNI 8904 gloss 60 (prodotto diluito con 2 parti di acqua, applicato su fibrocemento), ISO 2813 temperatura di applicazione resistenza UV e condensa, ASTM D 4329 (esposizione 168 ore) durezza Shore D (dopo 7 gg a 23C), DIN 53505 determinazione della potabilit chimica dellacqua di contatto, DPR 236/88 resistenza allabrasione (dopo 7 gg a 23C), ISO 7748-2 rapporto A : B
(*) su supporto in cemento a 23C. Nota: il metodo di prova fa riferimento alla norma a fianco riportata.

g/cm / min ore --C E gloss / / mg

1,07 0,02 9,8 60 15 2,0 0,5 75 10 +10 +40 >12 70 > 55 conforme 110 10 2:1

3/1/2 NORPHEN FONDO SL


Per applicazioni su fondi 2/3/1A, 2/3/1B, 2/3/1C, 2/3/1E, 2/3/1F, 2/3/2A, 2/3/2B, 2/3/2C, 2/3/2D, 2/3/2E, 2/3/2F, 2/3/2G. E un prodotto liquido bicomponente di natura epossidica, senza solventi. Non adatto alla posa fresco su fresco del LEVEL CRETE per cui va usato sempre qualche ora prima e spolverato rado con sabbie di quarzo per creare ottimali condizioni di aggancio (per
7

spolvero rado si intendono 10 ~ 20 granuli di quarzo 0,7-1,2 per ogni cm di superficie). Si prepara mescolando con agitatore meccanico i due componenti A e B puri in un secchio di servizio fino ad ottenere un perfetto amalgama, quindi si inserisce nella mescola una quantit di sabbia di quarzo 0,1-0,5 pari al 50 % in peso, e una percentuale del 2-3% di SILICE (addensante); si versa sulla superficie distendendo il prodotto con una spatola liscia di acciaio tenuta con angolo di 10 ~ 15 rispetto alla superficie. Lo spessore della sabbia permetter di ottenere un film di NORPHEN FONDO SL uniforme, adatto per saturare tutte le porosit della superficie. Temperature limite di utilizzo - Individuare la temperatura del fondo su cui si intende operare e scegliere il tipo di NORPHEN FONDO (Estivo o Invernale) pi adatto alla stagione: tenere presente che, anche in Estate, per poter sovrapplicare dopo 3-4 ore, necessario luso del NORPHEN FONDO SL INVERNALE. Qui di seguito riportiamo alcune parti della scheda tecnica del prodotto. Avvertenze e istruzioni particolari Mescolare i componenti A e B nei rapporti precisi forniti; in caso di utilizzo di parte della confezione pesare i due componenti secondo il rapporto riportato in etichetta. Misurare la temperatura ambiente in cui si andr ad operare per individuare, in funzione di questo parametro fondamentale, la versione adatta da utilizzare:
intervallo di temperatura [C] versione

da +0 a +15 oltre +15

INVERNALE ESTIVA

In ogni caso tenere ben presente che il prodotto va lavorato con rapidit, costituendo una squadra di lavoro che sia in grado di operare con continuit e con buona sincronia, preparando il prodotto miscelato nellesatto momento in cui viene terminato il precedente, senza periodi morti fra una colata e laltra. A seconda della temperatura ambiente, il prodotto va mantenuto al fresco in estate, per evitare leccessivo aumento della velocit di reazione del sistema con la temperatura, e al caldo in inverno, perch con il freddo le resine hanno tendenza a cristallizzare perdendo fluidit. Leggere la Scheda di Sicurezza. Caratteristiche
massa volumica A+B, UNI 8310 pot-life, UNI EN ISO 9514 tempo di minima maturazione temperatura di applicazione rapporto A : B
Nota: il metodo di prova basato sulla norma a fianco riportata. ESTIVO INVERNALE ESTIVO INVERNALE

g/cm min giorni C C

1,00 0,05 15 (a +15C) 10 (a +23C) 20 (a +1C) 5 (a +15C) 7 da +15 a +30 da 5 a +15 2:1

Confezioni e stoccaggio NORPHEN FONDO SL disponibile in confezioni da 3 e 12 kg. Conservare in luogo coperto a temperatura tra +4 e +30C.

3/2 AUTOLIVELLANTE CEMENTIZIO COLORATO

LEVEL CRETE
Caratteristiche

Autolivellante cementizio colorato in massa o colorabile al momento delluso.


massa volumica impasto, UNI 8995 Granulometria spessore massimo per mano acqua di impasto (a seconda del colore) tempo di inizio presa durata di vita dellimpasto consistenza, UNI 8997 resistenza a flessione a 28 gg., UNI 196 resistenza a compressione a 28 gg., UNI 196 adesione su calcestruzzo (7 gg), UNI 8298-1 temperatura di applicazione
Nota: il metodo di prova fa riferimento alla norma a fianco riportata.

g/cm mm mm % min min MPa MPa MPa C

1990 < 0,4 10 18,50 20 100 20 < 45 superuida 12 2 30 5 > 2,5 + 5 + 30

Confezioni e stoccaggio. LEVEL CRETE disponibile in sacchi da 25 kg in pallet da 56 pezzi. Conservato in luogo asciutto ha una durata minima di 9 mesi.

3/3 ESTETIZZAZIONE COLORATA (FACOLTATIVA)

NORPHEN W3 COLORATO
Caratteristiche
massa volumica (A+B+C) pot-life tempo essiccazione superficiale, UNI 8904 tempo di minima maturazione temperatura di applicazione carico a flessione, ISO 178 carico in compressione, UNI 4279 impermeabilit allacqua, UNI 8202-21 permeabilit vapore dacqua, DIN 52615 adesione su cls (pull-off test), ASTM D 4541 rapporto A : B : C

Rasante tricomponente colorato o neutro da colorare al momento delluso


g/cm min ore giorni C MPa MPa KPa MPa 1,5 0,1 90 10 61 >7 +8 +35 45 15 98 10 > 500 6000 500 > 3,5 1:1:2

Nota: il metodo di prova fa riferimento alla norma a fianco riportata.

Confezioni e stoccaggio NORPHEN W3 COLORATO disponibile in confezioni da 12 e 30 kg. Conservare in luogo coperto a temperatura tra +4 e +30.

3/4 FINITURA TRASPARENTE ANTIMACCHIA E CONSOLIDANTE

NORPHEN SW SOLID
Caratteristiche
massa volumica (A+B) , UNI 8310 pH (A+B) , UNI 8311 pot-life, UNI 9598

Impregnante bicomponente in emulsione


g/cm / min ore --C E gloss / mg 2:1 1,07 0,02 9,8 60 15 2,0 0,5 75 10 +10 +40 >12 70 > 55 110 10

tempo di essiccazione superficiale (*), UNI 8904 gloss 60 (prodotto diluito con 2 parti di acqua, applicato su fibrocemento), ISO 2813 temperatura di applicazione resistenza UV e condensa, ASTM D 4329 (esposizione 168 ore) durezza Shore D (dopo 7 gg a 23C), DIN 53505 resistenza allabrasione (dopo 7 gg a 23C), ISO 7748-2 rapporto A : B
(*) su supporto in cemento a 23C. Nota: il metodo di prova fa riferimento alla norma a fianco riportata.

Resistenze chimiche, UNI EN ISO 2812-1 (metodo 2)


acido cloridrico 30% in acqua acido solforico 10% in acqua acido fosforico 20% in acqua acido acetico 30% in acqua ammoniaca 15% in acqua soda (idrossido di sodio) 30% in acqua acqua ossigenata 3,5% (12 volumi) miscela di acido acetico (1%) e acqua ossigenata (0,5%) in acqua Acetato di etile alcool etilico denaturato acetone tecnico
(1 = disgregazione del prodotto, 5 = nessuna alterazione; per la scala completa vedi appendice A)

1 1 1 1 5 5 5 43 5 4 4

Confezioni e stoccaggio NORPHEN SW SOLID disponibile in confezioni da 3 e 8 kg. Conservare in luogo coperto a temperatura tra + 4 e + 30C.

10

3/5 CERATURA DI MANTENIMENTO

NORDPOWDER CERA
Caratteristiche
massa volumica, UNI 8310 pH, UNI 8311 viscosit dinamica apparente, ISO 3219 residuo a 110 C, UNI 8309 tempo di minima maturazione temperatura minima di lmazione

Cera antipolvere antiaderente per pavimenti


g/cm --mPas % giorni C 0,99 0,05 11 1 120 60 20 5 > 15 < +5

Nota: il metodo di prova basato sulla norma a fianco riportata.

Confezioni e stoccaggio NORDPOWDER CERA disponibile in contenitori da 1, 5 e 25 litri. Ogni confezione riporta unetichetta con il nome del prodotto e le modalit applicative. Conservare in luogo coperto a temperatura tra +5 e +30C.

NORDPUR ESTERNI TRASPARENTE


Rivestimento non ingiallente per interni ed esterni. Caratteristiche
massa volumica, UNI 8310 tempo di essicazione superficiale, UNI 8904 temperatura di liazione impermeabilit allacqua, UNI 8202/21 permebilit al vapore dacqua, DIN 52615 resistenza UV e condensa, (esposizione 168 ore) ASTM D 4329 adesione su cls (pull-off test), ASTM D 4541 resistenza allabrasione, UNI 8298/9 durezza Buchholz rapporto A : B
Nota: il metodo di prova fa riferimento sulla norma a fianco riportata.

g/cm ore C kPa gloss MPa mg ---

0,97 0,05 82 > +5 > _ 500 < 4 . 104 2 - 20 > 3,5 <90 >35 2:1

Resistenze chimiche, UNI EN ISO 2812-1 (metodo 2)


acido coridrico 30% in acqua acido solforico 10% in acqua acido fosforico 20% in acqua acido acetico 30% in acqua ammoniaca 15% in acqua soda (idrossido di sodio) 30% in acqua acqua ossigenata 3,5% (12 volumi) miscela di acido acetico (1%) e acqua ossigenata (0,5%) in acqua alcool etilico denaturato Cicloesano Solvesso 100 Acetato di etile acetone tecnico
(1= disgregazione del prodotto, 5= nessuna alterazione; per la scala completa vedi appendice A)

3 3 4 1 5 3-4 5 5 4 5 5 5 5

11

Confezioni e stoccaggio NORDPUR ESTERNI TRASPARENTE disponibile in confezioni da 9 kg. Conservare in luogo asciutto a temperatura tra +4 e +30 C; stabile per oltre 1 anno.

4 . MESSA IN OPERA
4/1 PREPARAZIONE DEI SUPPORTI 4/1/1 SUPPORTI NUOVI: 4/1/1A Massetti in sabbia e cemento (formulati con sabbia lavata senza componenti ni e cemento Portland 32,5 a 200 250 kg/m3 di impasto totale)
Dimensionamento delle lastre - E necessario seguire la regola darte per la loro realizzazione. Prima del getto si deve stendere sul fondo un telo di separazione e scorrimento (telo in plastica o geotessuto); sulle pareti vanno posizionate delle fettucce di separazione di spessore 35 mm., per evitare laggancio alla muratura; la forma geometrica delle lastre realizzate dovr essere quadrata ( di qualunque misura) oppure rettangolare ( a condizione che un lato non sia pi lungo di tre volte laltro) oppure triangolare (qualunque misura). Per lo spessore delle lastre tenere presente uno spessore minimo di 5 cm. per ambienti destinati a solo camminamento, mentre 6 7 cm. con armatura in rete di acciaio specifica per massetti o fibre semistrutturali (tipo fibre PE della Nord Resine) sono necessari per transito di carrelli non motorizzati con pesi fino a 500 kg. circa. Si consiglia di realizzare aree con superficie non pi grande di 60 m2. In ogni soglia delle porte dovr essere creato un giunto per separare le stanze. Maturazione del getto - Il tempo di maturazione del getto sar in funzione del tipo di impasto che si formulato: conviene tenere presente che, per la posa di LEVEL CRETE, lumidit residua nel massetto, misurata con metodo al carburo, non dovr essere superiore al 4,5 % .Questo potr essere raggiunto in un tempo molto variabile a seconda che si sia formulato il massetto con laggiunta di FAST FLUID o altri agenti acceleranti di essiccazione oppure invece se si abbia lavorato con sola sabbia e cemento; parimenti, se la lisciatura finale sia stata realizzata con sola bagnatura di acqua , lasciugatura sar molto pi veloce di una lisciatura con spolvero di cemento. Normalmente, per uno spessore da 6 cm., il tempo di maturazione ottimale di 35 45 giorni per le stagioni asciutte, con sabbie a normale ritenzione di acqua. Tipo di trattamento ancorante - Alcune ore prima della colata del Level Crete, applicare una mano di NORPHEN FONDO SL a spatola, caricato con il 50 % in peso di sabbia di quarzo 0,1-0,5, aggiungere il 2-3% in peso di SILICE e, dopo la stesura, spolverare rado con sabbia 0,7-1,2.

4/1/1B Massetti pronti-(Tipo SC1 e SC1-F)


Dimensionamento delle lastre - Valgono le stesse regole di cui al punto 4/1/1A, con la differenza che le aree possono diventare grandi il doppio rispetto al caso di massetti in sabbia e cemento, cio 120 m2 e gli spessori possono essere pi sottili di circa il 25 %. Maturazione del getto- I tempi di maturazione di questo tipo di massetti sono molto pi rapidi rispetto agli impasti di sola sabbia e cemento: per fare un esempio, in stagione asciutta, dopo circa 5 6 giorni il Massetto SC1 o SC1-F gi possiede una umidit residua intorno al 4% . Tipo di trattamento ancorante - Alcune ore prima della colata del Level Crete, applicare una mano di NORPHEN FONDO SL a spatola, caricato con il 50% in peso di sabbia di quarzo 0,1 - 0,5, aggiungere il 2-3% in peso di SILICE e, dopo la stesura, spolverare rado con sabbia 0,7 - 1,2.

12

4/1/1C Massetti su pavimenti radianti


A causa della particolare rischiosit di questo tipo di applicazione, si consiglia vivamente di optare per la realizzazione di massetti pronti tipo SC1-F, ampiamente collaudati, che consentono di non produrre crepe su spessori anche di 3 cm sopra il livello dei tubi radianti. Dimensionamento delle lastre - Particolare attenzione va rivolta a questo tipo di operazione poich, su aree grandi, gli impianti di riscaldamento a pavimento vengono suddivisi in lotti separati tra loro: fra un lotto e laltro necessario realizzare un giunto di ripresa che dovr esserte riportato anche sulla superficie del LEVEL CRETE. Per il resto valgono le stesse regole di cui al punto 4/1/1A. Maturazione del getto - Come al punto 4/1/1A, ma con laccortezza che, prima dellapplicazione del LEVEL CRETE, sar opporuno testare limpianto per almeno una settimana allo scopo di vericare sia la tenuta idraulica che leventuale formazione di crepe dovute ad errata posa del massetto stesso. Tipo di trattamento ancorante - Alcune ore prima della colata del Level Crete, applicare una mano di NORPHEN FONDO SL a spatola, caricato con il 50 % in peso di sabbia di quarzo 0,1-0,5, aggiungere il 2-3% in peso di SILICE e, dopo la stesura, spolverare rado con sabbia 0,7-1,2.

4/1/1D Massetti in solfato di Calcio


Sono impasti di gesso naturale che vengono colati in autolivellante sulle superfici da trattare:possiedeno ottima facilit e velocit di posa e realizzano un sottofondo dotato di ottima resistenza a compressione e planarit. Per contro, poich il gesso naturale un legante aereo, anche dopo maturazione perde adesione e resistenza se viene bagnato. Dimensionamento delle lastre - essendo getti espansivi, non necessitano di giunti di ripresa, quindi si possono realizzare anche superfici a campata molto grande senza interruzioni.Va invece tenuto presente che il LEVEL CRETE, su questo tipo di superficie, necessita dei giunti di ripresa come per le normali superfici a sabbia e cemento. Lo spessore medio di questo tipo di massetti di circa 8 10 cm. Maturazione del getto - E una delle questioni pi delicate legate alluso del gesso: infatti lattesa prima di successive lavorazioni di circa 3 mesi. Tipo di trattamento ancorante- Versare sulla superficie da trattare abbondantemente una soluzione di NORPHEN SW SOLID diluito 3 volte in acqua mezzora prima della colata di LEVEL CRETE e spostarla lentamente con una spatola di gomma per ottenere un impregnamento a rifiuto del fondo, per un consumo finale di gr.70 90 /m2. di concentrato. Una eventuale durata del trattamento di fondo per 2 3 ore prima del getto non pregiudica il risultato finale, a medie temperature ambiente (20 25 C).

4/1/1E Massetti autolivellanti in sabbia e cemento


Sono prodotti che si stanno diffondendo sempre di pi sul mercato a motivo della possibilit di ottenere superci planari in tutto ledicio senza utilizzo di manodopera particolarmente qualificata. Vengono applicati con lausilio di macchine speciali montate su automezzi pesanti che premiscelano in cantiere il materiale. Dimensionamento delle lastre - Seguono le regole dei massetti in sabbia e cemento come al punto 4/1/1A. Maturazione del getto - Essendo pi compatti rispetto ai massetti in sabbia e cemento, tendono ad asciugare un po pi lentamente. Tipo di trattamento ancorante - Alcune ore prima della colata del Level Crete, applicare una mano di NORPHEN FONDO SL a spatola, caricato con il 50 % in peso di sabbia di quarzo 0,10,5, aggiungere il 2-3% in peso di SILICE e, dopo la stesura, spolverare rado con sabbia 0,7-1,2.
13

4/1/1F Pannelli in legno truciolare o multistrato


Vericare che i pannelli siano giuntati con unanima inserita a met dello spessore e ancorati al fondo con tasselli adatti in numero di 2 per m2 di superficie. Trattare le giunzioni con una striscia da circa 10 cm di rete di vetro di peso circa 160 gr/m2 impregnata con NORPHEN PU su cui, a fresco, sia stata cosparsa sabbia di quarzo 0,71,2. Tipo di trattamento ancorante - Alcune ore prima della colata del Level Crete, applicare una mano di NORPHEN FONDO SL a spatola, caricato con il 50 % in peso di sabbia di quarzo 0,1-0,5, aggiungere il 2-3% in peso di SILICE e, dopo la stesura, spolverare rado con sabbia 0,7-1,2.

4/1/2 SUPPORTI VECCHI


In questo tipo di applicazione, in caso di dubbio, preferibile far esaminare da un esperto il supporto di posa per accertarne le caratteristiche adatte a ricevere il rivestimento. Per denire un supporto sano e adatto, la resistenza allo strappo non dovr essere inferiore a 1,5 Mpa e non vi devono apparire fenomeni di risalita capillare di umidit.

4/1/2A Piastrelle ceramiche (con o senza fuga)


Su questo tipo di superfici va effettuato un controllo sulla adesione delle piastrelle al fondo: solo in caso di ottimale ancoraggio si potr procedere. Qualora percuotendo le piastrelle con un martello si noti uno scollamento dal fondo, procedere allasportazione di tutto o parte del rivestimento e risarcire la parte con GROVE MASSETTO preventivamente incollato al fondo con GROVE PRIMER. Va tenuto presente che, normalmente, scollamenti parziali in due o tre punti del pavimento rendono preferibile lasportazione totale del rivestimento in ceramica. Preparazione del fondo - Molare la superficie con Moletta BOSCH GBR 14 armata con disco diamantato, oppure con levigatrice HTC armata con mole da sgrossatura, oppure con monospazzola armata con disco al carborundum. Tipo di trattamento ancorante - Alcune ore prima della colata del Level Crete, applicare una mano di NORPHEN FONDO SL a spatola, caricato con il 50 % in peso di sabbia di quarzo 0,1-0,5, aggiungere il 2-3% in peso di SILICE e, dopo la stesura, spolverare rado con sabbia 0,7-1,2. Consumo approssimativo: 0,5 0,6 kg/m2 di NORPHEN FONDO SL; 0,25 0,30 kg/m2 di sabbia 0,1-0,5; 0,8 1,0 kg/m2 di sabbia 0,7-1,2.

4/1/2B Piastrelle di terracotta


Come al punto 4/1/2A Tipo di trattamento ancorante - Come al punto 4/1/2/A.

4/1/2C Piastrelle di marmo-cemento levigate


Come al punto 4/1/2A. Tipo di trattamento ancorante - Come al punto 4/1/2/A.

4/1/2D Pietra naturale


Come al punto 4/1/2/A. Tipo di trattamento ancorante - Come al punto 4/1/2/A.

14

4/1/2E Parquet
Carteggiare il parquet fino ad asportazione totale della vernice protettiva; fissare al sottofondo il parquet con tasselli adatti (3 5 tasselli ogni m2 a seconda del grado di adesione che si riscontra nel caso specifico); Stendere una rete di vetro da 370 gr/m2 circa e fissare al supporto con NORPHEN FONDO SL applicato a rullo per un consumo di circa 300 gr/m2 e spolverato rado con sabbia di quarzo 0,7-1,2. Dopo un giorno (con temperatura normale ) procedere con la posa del LEVEL CRETE.

4/1/2F Supporti in resina


Levigare la superficie con levigatrice a diamante tipo BOSCH GBR 14 o HTC se lo spessore di resina risulta sufficiente. Diversamente utilizzare una carteggiatrice e rendere ruvida tutta la superficie. Tipo di trattamento ancorante - Alcune ore prima della colata del Level Crete, applicare una mano di NORPHEN FONDO SL a spatola, caricato con il 50 % in peso di sabbia di quarzo 0,1-0,5, aggiungere il 2-3% in peso di SILICE e, dopo la stesura, spolverare rado con sabbia 0,7-1,2.

4/1/2G Pavimentazioni industriali in calcestruzzo


Levigare la superficie con levigatrice a diamante tipo BOSCH GBR 14 o HTC, oppure effettuare una pallinatura leggera. Tipo di trattamento ancorante - Alcune ore prima della colata del Level Crete, applicare una mano di NORPHEN FONDO SL a spatola, caricato con il 50 % in peso di sabbia di quarzo 0,1-0,5, aggiungere il 2-3% in peso di SILICE e, dopo la stesura, spolverare rado con sabbia 0,7-1,2. ISTRUZIONI IN CASO DI DOPPIA COLATA In caso si debba procedere ad un trattamento effettuato in due colate successive, tenere presente che la preparazione della superficie del LEVEL CRETE per una seconda colata seguir le stesse procedure di cui al punto 4/1/1D Massetti in Solfato di Calcio, cio sar necessario applicare il NORPHEN SW SOLID come primer di adesione.

4/2 CONDIZIONI DI APPLICAZIONE 4/2/1 MISURAZIONE DI UMIDITA


Effettuare il test con igrometro al carburo. Lumidit del supporto non deve essere superiore al 3 % ( misurazione da effettuarsi a 2 4 cm di profondit ) anche su supporti ricoperti da piastrelle, perch una risalita dal fondo potrebbe macchiare il colore del rivestimento. Con umidit compresa fra 3 e 4,5 % il supporto va trattato il giorno prima con una mano di NORPHEN SW SOLID puro, steso a rullo sulla superficie e spolverato rado con sabbia di quarzo 0,7-1,2. Per umidit residua superiore a 4,5 fino a 7 % il supporto va trattato in uno dei due modi sotto specicati:

4/2/1A
Applicare sul supporto una mano di Q-PRIMER diluito con acqua secondo le indicazioni della scheda tecnica; dopo una mezzora e prima di 6 ore, applicare una rasatura a spatola di accaio con il
15

prodotto Q-RASANTE, per un consumo di circa 1,4 Kg/m, rullare con frangibolle (se necessario) e procedere ad uno spolvero con quarzo 0,7-1,2.

4/2/1B
In alternativa al punto 4/2/1A possibile applicare una rasatura con Q-CRETE, malta tricomponente in emulsione, in una sola mano con spatola di acciaio, per un consumo totale pari a 2 kg/m2. Sulla superficie fresca, spolverare rado sabbia di quarzo 0,7-1,2. Al fine di permettere una corretta maturazione del fondo, il LEVEL CRETE va applicato il giorno dopo se la temperatura del supporto risulta superiore a 15 C, oppure dopo un giorno di attesa, con temperature comprese tra +15 e +5 C. Umidit in risalita Verificare che lumidit residua di cui al punto 4/2/1 contenuta nel supporto sia umidit residua e non sia umidit in risalita, poich, col tempo, potrebbero vericarsi distacchi dal fondo dello strato di LEVEL CRETE. In questo specifico caso, prima di applicare il LEVEL CRETE, necessario procedere al risanamento del fondo e al blocco dellumidit secondo il metodo pi adatto verificandolo con uno specialista.

4/2/2 UMIDITA DELLAMBIENTE


Per permettere lasciugatura del prodotto, lumidit ambiente non deve superare il 70%; se del caso, necessario provvedere alla deumidificazione del locale.

4/2/3 TEMPERATURA DI APPLICAZIONE

Applicare tra i +5 ed i +30 C. La misurazione va effettuata a livello pavimento.

4/3 TRATTAMENTO DELLE FESSURE E DEI GIUNTI DI RIPARTIZIONE 4/3/1 FESSURE


Il trattamento qui sotto esposto tiene sempre conto di fessure stabilizzate.

4/3/1A Fessure no a 2 mm di larghezza


Allargare la crepa con mola a smeriglio per una profondit di circa 1 cm; asportare la polvere con soffiatura di aria compressa; colare nella fessura uno stucco epossidico realizzato con NORPHEN FONDO SL additivato con il 3 % circa di SILICE, spolverando rado a fresco sabbia di quarzo 0,7-1,2. Attendere 6-8 ore prima della colata di LEVEL CRETE.

4/3/1B Fessure oltre 2 mm di larghezza


Effettuare dei tagli con disco diamantato ogni 50 cm. trasversalmente alla crepa di larghezza 10 mm., profondit 1 cm. circa e lunghezza 50 cm. circa; preparare dei tondini di ferro ad aderenza migliorata di spessore 8 mm. e lunghezza 50cm; colare nella fessura NORPHEN FONDO SL addensato con il 3% di SILICE e inserire le barre nelle fessure asportando leccesso di resina; stuccare il giunto come al punto 4/3/1A. Attendere 6-8 ore prima della colata di LEVEL CRETE.

4/3/2 GIUNTI DI RIPARTIZIONE 4/3/2A Massetti cementizi


Se il giunto di ripartizione si trova in corrispondenza della soglia di una porta o serve a interrompere una forma ad angolo ( a forma di L) del massetto, il giunto va riportato anche sul rivestimento LEVEL CRETE.
16

Se, invece, si trova al centro di un ambiente dove non lo si vuole riportare, provvedere al consolidamento del giunto come descritto al punto 4/3/1B, ma con barre distanziate di circa 30 cm luna dallaltra.

4/3/2B Pavimenti industriali in calcestruzzo


Se il pavimento ha uno spessore di almeno 18 cm e risulta armato con due reti elettrosaldate Asportare leventuale guaina copri giunto, applicare una mano di NORPHEN FONDO con pennellessa da radiatore dentro il giunto (circa 4 gr /mt di giunto per ogni cm di spessore). Sigillare il giunto con NORPHEN FONDO SL addensato con il 3 4 % di SILICE, spolverando rado a fresco sabbia di quarzo 0,7-1,2. Attendere 6-8 ore prima della colata di LEVEL CRETE. Se il pavimento ha uno spessore < 15 cm e risulta armato con una sola rete elettrosaldata Procedere al consolidamento dei giunti come indicato nel punto 4/4/1B, inserendo le barre ad una profondit di almeno 3 cm; sigillare il giunto con NORPHEN FONDO SL addensato con il 3 4 % di SILICE, spolverando rado a fresco sabbia di quarzo 0,7-1,2. Attendere 6-8 ore prima della colata di LEVEL CRETE.

4/3/2C Pavimentazioni in piastrella o pietra naturale


La sigillatura delle fughe delle piastrelle si pu effettuare in due modi: a) stuccare con un impasto formato da NORPHEN FONDO SL, SILICE al 3 % e sabbia di quarzo con granulometria 0,1-0,5 o 0,3-0,8 al 50 % in peso, in funzione della profondit e larghezza dei giunti, spolverando rado con sabbia di quarzo 0,7-1,2; b) realizzando una colata di MALTA RAPIDA per un consumo d kg. 4 /m2, spolverata a rifiuto con quarzo 0,7-1,2. Eventuali crepe o giunti vanno trattati come specificato al punto 4/4/1B, ma con tagli di profondit circa 3 cm.

4/4 TRATTAMENTO DEI GIUNTI DI DILATAZIONE


I giunti di dilatazione presenti nel fondo, vanno riportati nel rivestimento LEVEL CRETE e possono essere chiusi con profili specifici tipo SCHLUTER - DILEX - BWS 4,5 mm.

4/5 TRATTAMENTO DELLE SOGLIE E DEI TERMINI DI GETTO


In corrispondenza delle soglie delle porte il getto deve essere interrotto da un profilo. Il tipo pi utilizzato un profilo a L con la base di spessore 1 mm e laltezza di 5 mm.

5. APPLICAZIONE DEL CICLO LEVEL CRETE


5/1 PREPARAZIONE DELLIMPASTO AUTOLIVELLANTE 5/1/1 PREPARAZIONE DELLIMPASTO AUTOLIVELLANTE GIA COLORATO IN MASSA 5/1/1A Preparazione manuale (per aree no a 300 m2)
La squadra minima per potere realizzare il getto in manuale deve essere composta da almeno tre persone: una persona addetta alla preparazione del prodotto; una preposta al trasferimento del prodotto pronto; una persona addetta alla stesura del prodotto. Dopo aver primerizzato la superficie, la preparazione del LEVEL CRETE si effettua in un contenitore di servizio normalmente da 50 litri circa, dove vengono mescolati 2 sacchi di prodotto per volta.
17

Particolare importanza riveste il mescolatore che dovr avere una buona efficacia di miscelazione, adottando una girante grande (diametro di circa 15 cm.) e la misurazione dellacqua di impasto. Per avere una buona continuit, preferibile lavorare con due contenitori. Versare lacqua nel contenitore di servizio, quindi immettere il LEVEL CRETE e mescolare fino ad ottenere un perfetto amalgama.

5/1/1B Preparazione a macchina (per aree superiori a 300 m2)


La squadra necessaria per la colata con macchina in continuo dovr essere composta da almeno 6 persone: una addetta alla preparazione del prodotto; una allo spostamento della linea; una alla colata; una alla spatola dentata per la regolazione dello spessore di materiale; una al rullo frangibolle; una di riserva addetta a servizi vari. La macchina ideale del tipo a due teste miscelatrici tipo DUO MIX della M-TEC (per ogni particolare si potr contattare il servizio tecnico della NORD RESINE). Si inizier lubrificando il tubo di mandata con sola acqua, quindi si comincer a impastare del prodotto a perdere fino ad avere regolato la quantit di acqua corretta: a questo punto si potr procedere alla stesura del LEVEL CRETE sul supporto opportunamente primerizzato.

5/1/2 PREPARAZIONE DELLIMPASTO AUTOLIVELLANTE DA COLORARE AL MOMENTO DELLA POSA (SOLO PER POSA MANUALE)
Il LEVEL CRETE NEUTRO, si prepara in questo modo: - versare lacqua nel contenitore di servizio; - aggiungere il colorante in pasta (3 % sul peso del prodotto secco); - mescolare meccanicamente per amalgamare il prodotto in acqua; - immettere il LEVEL CRETE e mescolare fino ad ottenere un perfetto amalgama; - procedere alla posa.

5/2 STESURA DELLAUTOLIVELLANTE


Il prodotto verr colato sulla supercie e regolato nello spessore mediante una spatola liscia con piedini regolabili in altezza, in modo da lasciare sulla superficie una quantit di prodotto pari a circa 9 kg per ogni m2 (4,5 mm in spessore). Subito dopo verr passato ripetutamente un rullo frangibolle ad aghi di acciaio di altezza superiore a 1 cm. (meglio 1,5 cm.), facendolo scorrere lentamente sulla superficie. Nella posa a macchina loperazione di spatolatura e di rullatura verranno eseguite da personale dotato di scarpe chiodate, per evitare di intralciare il lavoro delloperatore addetto alla colata del LEVEL CRETE.

6. FINITURA DEL CICLO LEVEL CRETE


6/1 SPATOLATURA IN FASE DI GETTO 6/1/1 COLata DEL LEVEL CRETE
Il primo tipo di nitura del prodotto LEVEL CRETE si pu realizzare gi in fase di colata: dopo aver steso il prodotto con la spatola a piedini regolabili ed aver ripassato pi volte il prodotto con lo specico rullo frangibolla, camminando sul prodotto utilizzando scarpe chiodate si pu lisciare la superficie con una spatola di acciaio di lunghezza 200 mm o 280 mm, prima che il prodotto inizi la presa. La spatola va usata con un angolo di circa 10-15 rispetto al piano di posa e va tenuta a filo del prodotto per evitare di spostare il liquido: in base al tipo di movimento che si imprime alla spatola il prodotto assume delle venature di colore e dei chiaroscuri sulla
18

tinta che valorizzano e danno movimento alla superficie. Va tenuto presente che alcune colorazioni danno risultati migliori di altre per cui il risultato finale totalmente nelle capacit del posatore e nelle caratteristiche del materiale.

6/1/2 fInItuRa
Il giorno successivo a quello della colata si potr eseguire la finitura protettiva della superficie come al punto 6/6 o 6/7. facolt del posatore far precedere lapplicazione dellimpregnante da una retinatura con rete abrasiva grana 180 montata su monospazzola per attenuare, modificare o esaltare le spatolature.

6/2 FRATTAZZATURA MECCANICA IN FASE PLASTICA 6/2/1 cOLata DEL LEVEL CRETE
Con questo tipo di finitura, riservata ad utenti che possiedono esperienza nella lavorazione a frattazzo meccanico delle pavimentazioni industriali, il Level Crete viene colato normalmente, ma con uno spessore di getto di circa 8-10 mm. Si attende che il prodotto inizi la presa ed entri nella sua fase plastica: non appena sia possibile camminare sul prodotto con lausilio di ciabatte in plastica ad ampia supercie si proceder alla frattazzatura con specifica macchina (meglio utilizzare un elicottero piccolo a 6 pale), che permetter di ottenere una finitura simile ad una pavimentazione industriale, con spatolature pi o meno evidenti e con giochi di colore particolarmente interessanti. Va tenuto presente che il prodotto finale, cos lavorato, possieder una superficie pi dura rispetto agli altri metodi di finitura. Richiedendo alla NORD RESINE coloranti in pasta e/o in polvere specifici, possibile realizzare finitura policrome. Il risultato finale estetico totalmente nelle mani e nelle capacit delloperatore.

6/2/2 fInItuRa
Il giorno successivo a quello della colata si potr eseguire la finitura protettiva della superficie come al punto 6/6 o 6/7. facolt del posatore far precedere lapplicazione dellimpregnante da una retinatura con rete abrasiva grana 180 montata su monospazzola per attenuare, modificare o esaltare le spatolature.

6/3 LEVIGATURA SUL PRODOTTO MATURATO 6/3/1 cOLata DEL LEVEL CRETE
la maniera pi semplice di realizzare una finitura sul LEVEL CRETE. Non presenta difficolt di esecuzione e viene utilizzata quando si desideri ottenere dal prodotto una supercie uniforme nel colore, senza alcun tipo di variazione cromatica o venatura. Il giorno dopo aver colato il prodotto, abradere con monospazzola armata con una retina abrasiva grana 120 e/o 180 in una o due passate.

6/3/2 fInItuRa
Eseguire la finitura protettiva della superficie come al punto 6/6 o 6/7.

6/4 REALIZZAZIONE DI FINITURA SPATOLATA 6/4/1 cOLata DEL LEVEL CRETE


Colare il prodotto seguendo le normali procedure. Il giorno dopo, levigare il prodotto senza insistere molto, con una monospazzola armata con una retina abrasiva grana 60 o 120. Aspirare la superficie.
19

6/4/2 REaLIzzazIOnE DELLa sPatOLatuRa


Preparare in un secchio di servizio una dose di NORPHEN W 3 COLORATO mescolando fra loro gli ingredienti A+B e successivamente il comp. C. Ottenuto un perfetto amalgama, aggiungere acqua quanto basta per ottenere un prodotto cremoso, sofce, non colabile e procedere allapplicazione del prodotto come segue: - versare sul pavimento un po di prodotto; - con una spatola in plastica bianca da 280 mm stendere il prodotto in modo da ottenere effetti di spatolature esteticamente armoniche, applicando e asportando il prodotto no a che visivamente si noti una corretta disposizione degli effetti. Consumo di NORPHEN W3 COLORATO: mediamente si riscontra un consumo di 0,2-0,25 kg per m2 di superficie.

6/4/3 fInItuRa
Eseguire la finitura protettiva della superficie come al punto 6/6 o 6/7.

6/5 REALIZZAZIONE DI RIVESTIMENTO SPATOLATO NORPHEN W3 COLORATO 6/5/1 cOLata DEL LEVEL CRETE
Colare il prodotto seguendo le normali procedure. Il giorno dopo, levigare il prodotto senza insistere molto, con una monospazzola armata con una retina abrasiva grana 60 o 120. Aspirare la superficie. In un secchio di servizio preparare una dose di NORPHEN SW SOLID comp. A+B e diluire il prodotto 2 volte in acqua. Applicare a rullo sulla superficie.

6/5/2 REaLIzzazIOnE DELLa sPatOLatuRa


-Preparare in un secchio di servizio una dose di NORPHEN W 3 COLORATO mescolando fra loro gli ingredienti A+B e successivamente il comp. C e il 50% in peso di sabbia di quarzo 0,1-0,3. -Ottenuto un perfetto amalgama, regolare la fluidit con acqua (se necessario) e applicare su tutta la superficie con spatola di plastica bianca da circa 500 mm. -Il giorno dopo ripetere loperazione con NORPHEN W 3 COLORATO senza aggiunta di quarzo. -Levigare con monospazzola armata con rete abrasiva grana 60 o 120. -Applicare una terza e una quarta mano di prodotto puro, regolando la quantit di acqua in modo da ottenere un prodotto cremoso, sofce, non colabile e procedere allapplicazione del prodotto come segue: *versare sul pavimento un po di prodotto; *con una spatola in plastica bianca da 280 mm stendere il prodotto in modo da ottenere effetti di spatolature esteticamente armoniche, applicando e asportando il prodotto no a che visivamente si noti una corretta disposizione degli effetti. Levigare con monospazzola e retina grana 120 prima di ogni applicazione, calibrando lazione della macchina in modo da eliminare sormonti antiestetici e imperfezioni esistenti. Tenere presente che la levigatura va effettuata prima che il prodotto diventi troppo duro. Consumo di NORPHEN W3 COLORATO: mediamente si riscontra un consumo di 1,0 kg per m2 di superficie, oltre a 0,25 kg di sabbia 0,1-0,3.

20

6/5/3 fInItuRa
Eseguire la finitura protettiva della superficie come al punto 6/6 o 6/7.

6/6 TRATTAMENTO ANTIMACCHIA TRASPARENTE E CONSOLIDANTE CON FINITURA A CERA 6/6/1 ImPREgnamEntO cOn NORPHEN SW SOLID
Preparare una dose di NORPHEN SW SOLID mescolando fra di loro i componenti A+B. Aggiungere 4 litri di acqua per ogni litro di concentrato e applicare con uno spandicera avendo cura di ripassare pi volte in modo da ottenere una buona penetrazione sulla corteccia.

6/6/2 tRattamEntO cOn NORDPOWDER CERA


Versare NORDPOWDER CERA in un contenitore di servizio (una bacinella) e applicare sul pavimento dopo che il primo impregnamento con NORPHEN SW SOLID sia asciutto (meglio se si applica il giorno dopo). La stesura va fatta con spandicera curando la perfetta distribuzione del NORDPOWDER CERA osservando in controluce: il trattamento fatto correttamente quando la superficie presenta assoluta omogeneit di lucentezza. Consumi: mediamente si riscontrano consumi pari a 60-70 grammi di NORPHEN SW SOLID puro e 40-60 grammi di NORDPOWDER CERA per ogni mano di trattamento. Il trattamento cos eseguito tipicamente utilizzato in ambienti dove non vi siano problemi di caduta di prodotti che possono macchiare la cera o scioglierla. Va tenuto presente che NORDPOWDER CERA non stato progettato per superci piane in esterni. Per ambienti con caduta di liquidi con effetto penetrante e colorante (es. ristoranti) preferibile la nitura come descritto al punto 6/7.

6/7 TRATTAMENTO ANTIMACCHIA TRASPARENTE E CONSOLIDANTE CON F I N I T U R A ESEGUITA CON RESINE NON INGIALLENTI 6/7/1 ImPREgnamEntO cOn NORPHEN SW SOLID
Preparare una dose di NORPHEN SW SOLID mescolando fra di loro i componenti A+B. Aggiungere 4 litri di acqua per ogni litro di concentrato e applicare con uno spandicera avendo cura di ripassare pi volte in modo da ottenere una buona penetrazione sulla corteccia.

6/7/2 tRattamEntO cOn NORDPUR ESTERNI


Preparare una dose di NORDPUR ESTERNI TRASPARENTE e versare in un contenitore di servizio, dopo che il primo impregnamento sia asciutto (meglio se si applica il giorno dopo). Stendere il prodotto con rullo a pelo corto per solventi incrociando le passate e distribuendo il prodotto no a che non rimangano accumuli in supercie, oppure applicare a spruzzo airless. Lo spruzzo airless diventa necessario quando si richieda di applicare NORDPUR ESTERNI TRASPARENTE OPACO.

21

Consumi: mediamente si riscontrano consumi pari a 60-70 grammi di NORPHEN SW SOLID puro e 100-120 grammi di NORDPUR ESTERNI per ogni mano di trattamento.

7.MANUTENZIONE QUOTIDIANA
Per il perfetto mantenimento del pavimento LEVEL CRETE si consiglia di utilizzare il detergente specifico LILIUM in ragione di un consumo di 10 cl ogni 10 lt di acqua di lavaggio. NOTA: se con landare del tempo laspetto della superficie dovesse risultare pi opaco nelle zone di maggiore transito, si potr procedere ad una nuova ceratura del pavimento previo lavaggio con STRIPPER diluito 5 volte in acqua, spazzolatura con monospazzola e aspirazione del liquido. NORDPOWDER CERA potr essere applicato in una o due mani successive con spandicera in vello bianco.

UTILIZZO DEI LOCALI


I locali devono essere mantenuti ad una temperatura non inferiore a +15C per almeno 72 ore dopo la ne delle operazioni di posa. Nord Resine Spa assicura alle imprese ed agli applicatori che ne facciano domanda tutte le informazioni necessarie allinizio cantiere ed allo svolgimento dei lavori. Tale disponibilit non pu essere interpretata come presa in carico di responsabilit o come controllo dello svolgimento corretto delle operazioni di posa.

22

23

Visitate il nostro sito www.nordresine.com


il sito appositamente studiato e realizzato per il progettista che deve decidere su IMPERMEABILIZZAZIONI PAVIMENTAZIONI SPECIALI PROTEZIONI DI SUPERFICI e vuole godere della sicurezza che unazienda allavanguardia come NORD RESINE pu offrire.

NORD NORD RESINE RESINE SPA SPA Via Via Fornace Fornace Vecchia, Vecchia, 79 79 31058 31058 Susegana Susegana (TV) (TV) Tel. Tel. +39 +39 0438 0438 437511 437511 Fax Fax +39 +39 0438 0438 439035 439035 info@nordresine.it info@nordresine.it

24 24

LVC - MI emissione 18-03-08 LVC - MI emissione 18-03-08