Sei sulla pagina 1di 3

La scuola del mondo Una propostasi animazione alla narrazione per l'integrazione culturale

La fiaba la protagonista di tutte le infanzie. I bambini di tutti i paesi ascoltano le storie della loro tradizione. Le madri e gli anziani trasmettono parole che poi diventano immagini ed avventure. L'esplorazione delle fiabe consente anche di misurarsi con la grande sfida della dell'integrazione. La multiculturalit un dato di fatto nella societ contemporanea indipendentemente dagli incontri e dai contatti che si stabiliscono. Con sempre maggiore frequenza persone di culture diverse vengono a contatto e condividono la vita, il lavoro ed i riti della vita quotidiana. Si presenta quindi l'esigenza di valorizzare la diversit culturale nell'educazione come una risorsa, rivolgendosi ai bambini, che saranno i futuri protagonisti delle trasformazioni in atto e dovranno essere preparati ad affrontarle, contribuendo in modo democratico alla creazione di una convivenza basata sull'uguaglianza di genere, sulla tolleranza, sulla solidariet, sul pluralismo, sul rispetto per le diverse etnie. na della modalit pi! diffuse nelle istituzioni educative per " fare# educazione multiculturale per passare dall'approccio teorico a quello delle pratiche proposte didattiche l'utilizzo delle fiabe e delle storie narrate. $ella prospettiva multiculturale, una fiaba rappresenta infatti un genere narrativo universale che si ritrova nella tradizione orale di ciascun popolo e e gruppo che si tramanda di generazione in generazione modificandosi ed adattandosi via via ai cambiamenti di tempo e di spazio. %ttraverso le fiabe possiamo scoprire le caratteristiche e le differenze che connotano un gruppo, un paese, un modo di vivere& entrare per un momento attraverso la suggestione e la magia della parola narrata nella vita quotidiana di un villaggio, di una terra e di un popolo. 'ur nell'estrema variet di ricchezze e di linguaggi, situazioni, ambienti, accadimenti che caratterizzano le fiabe di tutti i paesi, l'immaginario collettivo riconduce ogni volta alle scoperte essenziali sulla condizione umana( la vita, la morte, l'amicizia,l'amore, la paura e i desideri. Il racconto appare cos) come una medaglia le cui due facce sono rappresentate una dall'apertura all'orizzonte dell'immaginario e delle rappresentazioni collettive di una determinata societ e l'altra daegli evidenti agganci con la sfera del vissuto e con la dimensione sociale. Scoprire e riscoprire insieme le fiabe di qui e di altrove diviene allora uno strumento di confronto e di conoscenza fra tradizioni culturali, modi e popoli differenti.

Scheda riassuntiva Referenti del progetto *abriele Carta( +ducatore professionale, esperto di coaching, conduttore radiofonico con esperienza di produzione musicale %nna Laura ,loris( 'sicoterapeuta 'artner del progetto( %ssociazione Culturale -adioascolto . -adioascoltolive /eb radio Tema del progetto n percorso creativo. educativo di laboratori di integrazione culturale attraverso lettura, esplorazione e narrazione di fiabe provenienti da diverse tradizioni culturali Finalit Sviluppare competenze linguistiche, relazionali, sociali 'romuovere la cooperazione ,acilitare la sperimentazione di linguaggi diversi ,avorire l'educazione multiculturale 'romuovere la cultura dell'integrazione ,avorire la lettura e la narrazione Obiettivi 0escrivere ed interpretare emozioni e sentimenti Costruire un ponte tra infanzia e culture attraverso le parole delle fiabe Creare momenti educativi e di apprendimento sulla conoscenza tra i popoli ,avorire la creazione di un "luogo# di scambio di esperienze e punti di vista diversi Consentire al bambino di riscoprire l'esistenza di una oralit di una tradizione propria dell'oralit di un popolo, di una collettivit, di una comunit, come fucine di storie, leggende, fiabe, racconti.

Metodologia di lavoro Il progetto prevede un percorso a tappe definite attraverso le quali verranno realizzati gli obiettivi dello stesso. Le attivit sono state progettate tenendo in debita considerazione i particolari aspetti della manifestazione della creativit e delle emozioni, quindi, a seconda delle esigenze, potranno essere calibrate in modo da essere specificamente efficaci. Le azioni previste sono tese a( individuare alcune fiabe significative di diversi contesti culturali che possano essere condivise dal gruppo dei partecipanti. 1ueste fiabe potranno anche essere selezionate con l'aiuto degli operatori e anche dei genitori dei bambini, i quali potranno attingere a loro volta dal patrimonio culturale del loro popoli, permettendo dunque una pi! ampia partecipazione ed una valorizzazione del loro contesto.

,avorire processi di lettura critica guidata assieme i bambini , cercando di approfondire i personaggi, le loro vicende, le loro emozioni ed i comportamenti in modo da poter individuare gli elementi costitutivi della storia, eventuali similitudini, esaltare il valore unificante di queste o il potere di arricchimento delle differenze. Creare delle occasioni di coinvolgimento attraverso il confronto tra gli elementi delle varie storie per permettere ai bambini di acquisire il valore delle storie che apprendono, favorendo l'ascolto e valorizzando i contesti in cui si creano dei " ponti tra le culture. 'er far questo sar utile allestire di fiabe o storie2err quindi incoraggiata la narrazione di fiabe tradizionali in diverse lingue. In questa fase si inserisce l'intervento della /eb radio locale -adioascoltolive , la quale prevede 3 con il consenso e l'eventuale partecipazione dei

genitori4 di registrare la narrazione delle fiabe da parte dei bambini allo scopo di inserirle come contenuti in un programma di approfondimento dedicato al tema dell'integrazione.

Risultati attesi %umento dell'interesse per la lettura e per la narrazione Stimolo del confronto costruttivo tra popoli diversi per cultura, religione usi e costumi. %ggregazione e scambio tra culture diverse costruzione di un linguaggio multiculturale attraverso lo scambio di storie, esperienze, modi di sentire differenti Durata prevista 5 laboratorio settimanale di 6 ore. +' previsto un ciclo di 7 incontri per un totale di 56 ore. % seconda delle esigenze della struttura ospitante, la durata del ciclo di laboratori pu8 essere ridimensionata. Destinatari 9ambini in et scolare 3 7 : 55 anni4 Costi Costo di ogni singolo laboratorio di 6 ore (56; euro

Bibliografia

<auro *iovanni Carta, <aria Carolina =ardo>, %nna Laura ,loris, <ario %. -eda and 9ernardo Carpiniello."% Constructivist <odel of <ood 0isorders ,rom ?ranscultural Studies#. ,ocus on 0epression research. $ova Science 'ublishers, Inc, $e/ @orA, edited b> 0evito Berem> ?. 6;;C da pagg.5. 5D