Sei sulla pagina 1di 1

E' proprio il caso di dire che, come in molti altri ambiti, anche nel mondo della moda il web

ha sancito vere e proprie autorit in fatto di stile capaci di dettare legge ben pi delle tradizionali riviste di moda. Parlo del fenomeno Fashion Blogger. Figure importanti nel fashion system: privilegiate da stilisti e case di moda tanto da occupare persino le prime file di ogni sfilata durante le Fashion Week,oltre a presenziare da ospiti in ogni evento Press Day ,rubando spesso la scena anche ai giornalisti. Si esprimono attraverso shooting sui propri blog,fotografano ogni nuova tendenza must have di stagione,contano milioni di followers sui principali social network e sono capaci di fare comunicazione mirata attraverso recensioni e pareri,influenzando sensibilmente i loro seguaci. Tutto questo ha un nome: web-influencer. Diventare fashion blogger un po' come essere imprenditori di se stessi: con tanta dedizione,passione, creativit,conoscenze tecniche unite a nozioni di web marketing e ottimizzazione SEO dei propri contenuti,ne consegue un lavoro vero e proprio,un impegno costante che non lascia spazio ad altro. Il tempo,infatti, non mai abbastanza e suddiviso tutto tra lo smistare le centinaia di email quotidiane con proposte di collaborazioni sia da parte di brands emergenti che dalle griffe pi prestigiose,postare loutfit del giorno e rispondere ai tantissimi commenti sul proprio blog. Il segreto di un blog di successo tutto racchiuso nel sapersi destreggiare nella fitta giungla di internet,adoperando strumenti e strategie volte a migliorare il rendimento del proprio progetto e non erroneamente come molti pensano basarsi - sulla bellezza estetica della blogger in questione- anzi tuttaltro, proprio limperfezione a generare umanit e a scaturire empatia negli altri,in poche e brevi parole,lessenziale il contenuto. La moda,intesa come mezzo di espressione e affermazione del proprio pensiero,come in questo caso,ha un prezzo: si comincia automaticamente ad essere notati dalle aziende e sponsor,annunci pubblicitari,guest post e scambio link,se il blog gode di una certa fama,saranno richiestissimi ed i compensi pure parecchio altri. Chi allinzio di questo percorso,riesce a guadagnare tra gli 800 e 1.000 euro mensili,contro i 5/15mila euro tra quelli gi ben avviati,tanto da avere al seguito un vero e proprio team e unagenzia a disposizione che ne cura tutti gli impegni ad esse legate.

Riuscire a costruire unattivit del genere,con le proprie forze,puntando solo su se stessi ,costruendo dunque il proprio Personal Branding tanto lodevole quanto oggetto di critiche e cattiverie gratuite: legittima lopinione personale su un determinato outfit/look,inammissibile lincursione di ha ters. Questo, da un anno ormai,il mio universo,la mia valvola di sfogo,il mio divertimento,che seppure con fatica e sudore ho conquistato con tanta fierezza,in una terra come la Calabria,dove la moda - per me linfa vitale - non esiste,una sfida ancora pi grande che voglio vincere,costi quel che costi. Pamela Soluri http://tr3ndygirl.com tr3ndygirl fashion blog