Sei sulla pagina 1di 2

IL LINGUAGGIO VERBALE

CAPITOLO 1 Linguistica, lingue, linguaggio e comunicazione


La linguistica il ramo delle scienze umane che studia la lingua. Si pu dividere in due sottocampi: Linguistica generale Linguistica storica Oggetto della linguistica sono le lingue storico-naturiali, ossia le lingue nate spontaneamente nel corso della civilt umana; tutte queste lingue sono espressione di quello che viene chiamato linguaggio ver ale umano, che !acolt innata nell"homo sapiens. #on vi alcuna di!!erenza sda questo punto di vista tra lingue e dialetti. Segno: $n segno %qualcosa che sta per qualcos"altro e serve per comunicare qualcos"altro&. Comunicazione: 'n senso lato comunicazione equivale a passaggio di informazione, in senso pi( stretto si ha comunicazione quando c' un comportamento prodotto da un emittente al fine di far passare dell'informazione e che viene percepito da un ricevente come tale; altrimenti si ha del semplice passaggio di informazione. )icapitolando: *omunicazione in senso stretto: emittente intenzionale; ricevente intenzionale. +assaggio di in!ormazione: emittente non intenzionale; ricevente intenzionale. ,ormulazione di in!erenze: #essun emittente; 'nterpretante.

Segni, codice
'l segno l"unit !ondamentale della comunicazione, ma ne esistono diversi tipi: -. 'ndici: motivati naturalmente.non intenzionali, quindi asati sul rapporto causa-e!!etto /starnuto0avere il ra!!reddore, nuvole scure0sta per piovere1; 2. Segnali: motivati naturalmente.usati intenzionalmente /s adiglio volontario0sono annoiato1; 3. 'cone: motivati analogicamente.intenzionali /disegni, !otogra!ie, onomatopee1; 4. Sim oli: motivati culturalmente.intenzionali /colore nero0lutto, sema!oro rosso0stop1; 5. Segni /in senso stretto1: totalmente immotivati, ar itrari.intenzionali /messaggi linguistici, suono al tele!ono di una linea occupata, gesti1 6alla prima categoria all"ultima la motivazione diviene sempre pi( convenzionale e immotivata quindi, di conseguenza, aumenta la speci!icit culturale dei segni; gli indici sono di!atti universali al contrario dei segni, che sono motiva ili solo culturalmente e convenzionalmente. Codice: l"insieme di corrispondenze, !issatesi per convenzione, !ra qualcosa e qualcos"altro.

'l codice !ornisce quindi le regole per l"interpretazione dei segni. Tutti i sistemi di comunicazione sono dei codici

Le !"o!"iet# della lingua


Biplanarit

'l !atto che ci siano in un segno due piani compresenti ossia il significante e il significato. 'l primo il piano !isicamente percepi ile del segno /la scrittura, o la pronuncia1 mentre il secondo il piano non materialmente percepi ile, ossia il contenuto.
Arbitrariet

'l !atto che non vi sia alcun legame naturalmente motivato !ra il signi!icante e il signi!icato di un segno. ' rapporti che ci sono, e che costituiscono il codice, sono posti per convenzione e quindi ar itrari. 'nanzitutto occorre distinguere quattro diversi tipi di ar itrariet

Potrebbero piacerti anche