Sei sulla pagina 1di 2

L'atmosfera quel sottile involucro che avvolge il nostro pianeta, costituito da una miscela di gas di composizione variabile, contenente

e anche particelle liquide e solide. Convenzionalmente si usa distinguerla in bassa atmosfera (omosfera), fino a 100 Km di quota, e alta atmosfera (eterosfera), al di sopra dei 100 Km. La bassa atmosfera ha una composizione chimica costante, ed costituita per il 78% da azoto, e per il 21% da ossigeno; sono presenti inoltre gas nobili, diossido di carbonio e altri gas in quantit minime. Troviamo inoltre il vapore acqueo, che fondamentale per l'equilibrio termico e idrico del pianeta e che determina i fenomeni atmosferici. Nell'aria della bassa atmosfera presente anche il pulviscolo atmosferico, un complesso di polveri estremamente fini provenienti dalla superficie terrestre e dallo spazio interplanetario. Il pulviscolo anche se in quantit decisamente inferiori presente anche nell'alta atmosfera. L'alta atmosfera non chimicamente omogenea, perch i gas che la costituiscono sono stratificati in funzione della loro densit, a causa dell'attrazione gravitazionale esercitata dalla terra. -La struttura dell'atmosfera L'atmosfera viene divisa secondo altitudine, composizione chimica e temperatura in strati sovrapposti, detti sfere, delimitate da zone di transizione, dette pause. Gli strati principali sono: la troposfera, la stratosfera, la mesosfera, la termosfera e l'esosfera. Troposfera La troposfera lo strato pi basso e denso dell'atmosfera, e si estende dalla superficie terrestre fino a circa 12 Km di quota; in questa fascia troviamo quasi tutto il vapore acqueo presente nell'atmosfera ed qui che si verificano le perturbazioni metereologiche (dal greco tropos, cambiamento) Nella troposfera la temperatura diminuisce all'aumentare della quota. A causa della rotazione terrestre e della temperatura pi

elevata al suolo, lo spessore della troposfera maggiore sulla fascia equatoriale che sulle calotte polari, inoltre al limite superiore della troposfera anche la temperatura differente in corrispondenza dei diversi territori della Terra; sono queste differenze che innescano i moti convettivi che rimescolano l'aria in questa fascia. La troposfera delimitata superiormente dalla tropopausa, il sottile strato di transizione in cui la temperatura tocca il valore minimo. Stratosfera La stratosfera costituita dagli stessi gas della troposfera, eccetto il vapore acqueo e il diossido di carbonio, che diminuiscono con la quota, inoltre i gas presenti nella stratosfera sono pi rarefatti. In questa fascia la temperatura aumenta, e ci dovuto al processo di formazione dell'ozono, che assorbe le radiazioni solari ultraviolette a maggiore energia; sono queste radiazioni a scindere le molecole biatomiche di ossigeno, successivamente una parte degli atomi -H % ricostituisce molecole di ossigeno e una parte forma molecole triatomiche di ozono. Tra i 30 e i 60 Km di quota l'ozono, che si dissocia e si riforma continuamente e impedisce a gran parte delle radiazioni ultraviolette di raggiungere la terra, forma uno strato detto ozonosfera; in questa fascia la temperatura aumenta fino a raggiungere 0C in corrispondenza della stratopausa. Mesosfera La mesosfera caratterizzata da una crescente rarefazione dei gas; in questo strato la temperatura riprende a diminuire fino a toccare i valori minimi di -90C, intorno agli 80 Km di quota, in corrispondenza con la mesopausa. Qui si verifica il fenomeno delle nubi nottilucenti, nubi probabilmente costituite da polveri e cristalli di ghiaccio, sottili e brillanti, perch colpite dagli ultimi raggi di sole. Termosfera Nella termosfera le proporzioni tra gli elementi gassosi sono molto diverse rispetto agli strati inferiori e i gas sono sempre pi rarefatti.

Potrebbero piacerti anche