Sei sulla pagina 1di 10

Copyright by: Bigol News - Testata Registr. Trib.

Napoli 20/2008 del 28/02/2008

FATTO di CRONACA
Redazione Giornalismo Investigativo Universit Parthenope 2014

Luned 17 marzo 2014

Cronaca
ARRIVA LA NEKNOMINATION UNA DELLA MAGGIORI PIAGHE SOCIALI SI TRASFERISCE ONLINE
di Miriam Di Fiore Si chiama "Nek Nomination", il nome neriva da "Nek", ossia "collo", in questo caso di una bottiglia, specie quello di birra ma anche di superalcolici. Si tratta di una gara a chi beve di pi e pi velocemente possibile, davanti ad una telecamera. Il video viene poi postato sui Social Network e da l scatta la "nomination", ovvero la chiamata verso altri 3 ragazzi che entro 24 ore sono invitati ad accettare la sfida: se non lo fanno saranno costretti a pagare da bere e ad essere derisi in rete. La sfida, partita dall'Austria, dove aver contagiato gli Stati Uniti e l'Inghilterra, approdata anche in Italia. All'Estero ha gi fatto le prime vittime, almeno 5, tutti ragazzi sotto i trent'anni. In Italia c' chi ci andato molto vicino: ad Agrigento un adolescente entrato in coma etilico per intossicazione acuta da assunzione eccessiva di alcool. La partenza di questa moda il cosiddetto Binge Drinking, una problematica sociale emergente che viene definita come il bere ripetutamente, in modo compulsivo, fino ad ubriacarsi", spiega Luca Bernardo, responsabile del Centro Disagio Adolescenti. Il "Binge Drinking" , a differenza della "Nek Nomination", non viaggia online: i ragazzi si incontrano nei bar o pub e parte il gioco. "Noi - spiega il professore - lo avevamo denunciato gi nel 2008. Si perso un po' troppo tempo ed ora c' stato il passaggio sul palcoscenico mediatico: i ragazzi vivono nel mondo virtuale e di conseguenza hanno trasferito anche qui la sfida".

La risposta DALLA NEKNOMINATION ALLA BOOKNOMINATION, SI VOLTA PAGINA


di Salvatore Corbisiero Liniziativa nasce a Bologna, proprio da Diego, un ragazzo come tanti, anchegli in precedenza partecipe del pericoloso gioco. Mi ha colpito la tristezza di vedere ragazzi obbligati a bere, soli in casa. Allora ho voluto rilanciare con qualcosa che a mio parere fosse pi difficile Infatti ora la scommessa diversa: non si pi obbligati a tracannare un liquore o una birra, i partecipanti devono invece sfogliare le pagine di un libro e riportarne una citazione registrandosi sul web per poi taggare i successivi nominati, si v dall'Italiano Baricco al russo Dostoevskij fino allo statunitense Palahniuk e il giapponese Murakami, autori molto in voga tra la new generation. Ma non ci si limita solo ai libri, in tanti chiedono Vanno bene anche le poesie? il movimento cos si ramifica in pi categorie e nasce come controfenomeno la NEKnomination, dal nome del famoso cantautore Italiano, un iniziativa delle radio che si ispira a quelle web sostituendo allalcol la propria musica preferita.

Luned 17 marzo 2014

Cronaca
I NUOVI GADGET DI BARBIE-VENEZUELA
di Enrico Breglia Un curriculum di tutto rispetto per Federica Gagliardi, sia come consulente legale sia come aspirante politico, transitata anche per la regione Lazio come impiegata sotto la giunta Polverini (povera Renata quanti scandali) per gli amici Barbie; e gi questo fomenter tutte le pi basse battute e illazioni possibili; mai fatti al di l delle dichiarazioni rese qualcuno vuole incastrarmi sembrano chiari: 24kg di cocaina stipati in un trolley trovati in dogana a Fiumicino dalla G.D.F. Un fine carriera o forse un traguardo amaro per la ribattezzata che non si accompagnava allintramontabile fausto ma all incorreggibile Silvio al g8 di Toronto, la stessa, ex modella, ex accompagnatrice che fu anche componente della segreteria politica di Tabacci, che sbarcava non pi da un volo proveniente dal Canada ma bens dal Venezuela. Qualcuno- urlando la sua innocenza tra le lacrime- ha messo quella roba nelle mie valige, sono scattate impetuose le manette. Era ad un passo dal traguardo ovvero la soglia di uscita degli arrivi internazionali, ma trovata in possesso di un bagaglio

milionario (un trolley e una borsa), ora, in attesa dellinterrogatorio di garanzia, langue in una cella. Si aprono scenari vorticosi attorno a questo maxy sequestro di 24 kg di coca purissima Di ottima qualit secondo la guardia di finanza, e dietro un insospettabile corriere si nasconde lasse Caracas-Napoli secondo il Colonnello Nicola Altiero del nucleo di polizia tributaria. Chiss che direbbe Tonino Di Pietro se sapesse che trasportava un numero di kg

equivalenti ai voti che raccolse sei anni fa presentandosi candidata a amministrative per lItalia dei valori, circuiti politici cosi

come le rotte li aveva girati inquirenti lardua sentenza: qualera il suo veroruolo nelle segreterie di partito?

80ENNE ADOCCHIA BAMBINI, ARRESTATO PER MOLESTIE


di Fabrizia Freda Afragola 80enne seduto nella pineta comunale, dove abitualmente i bambini vanno a giocare, adocchia le vittime e compie atti osceni avanti ai loro occhi. Colte in fragrante con i pantaloni sbottonati mentre li importuna, lanziano, gi con precedenti, stato arrestato dagli agenti del comando della polizia municipale dopo un intensa attivit di indagine. Hanno accertato che alcuni casi il maniaco non si limitato solo a farli guardare ma anche a molestarli fisicamente. Decine di vittime, con et di poco superiore ai 10 anni, finite nelle sue mani.

Luned 17 marzo 2014

Cronaca
LADY SPIA
di Danilo Ricardiello A quasi 17 anni dal tragico incidente sotto il tunnel del Pont de l'Alma, torna in auge sui tabloids britannici lady Diana Spencer. Clamorose le rivelazioni di Clive Godman, per anni corrispondente da Buckingham Palace: "Era la principessa a farmi avere l'agenda con i numeri telefonici privati dei reali". A ci fungevano da impalcatura i pessimi rapporti con il principe Carlo, sfociati nella separazione nel 1992 dopo 11 anni di matrimonio. Godman chiarisce come Lady D solesse fornirgli costantemente i recapiti dei reali in virt della consolidata abitudine di questi ultimi di cambiare periodicamente numero telefonico. L'opinione pubblica britannica rimasta alquanto spiazzata dal l'avventura conoscenza del comportamento dell'allora "principessa del popolo" facendosi largo nella coscienza comunque un'immagine atipica di Diana, fredda calcolatrice che, alla luce dei recenti fatti, sembra pi che mai viva, nel bene e nel male, nei cuori dei sudditi inglesi .

BOOM! SMANIA SELFIE


di Antonietta Capasso Ha contagiato tutti: Papa, VIP e ragazzini. Tutti postano sul web i loro autoscatti migliori. Nei luoghi pi strani, belle situazioni pi imbarazzanti , sono pronti ad immortalare il momento con la propria fotocamera e condividerlo in rete. Papa Francesco ha accettato di farsi fotografare in un selfie da un gruppo di fedeli, confermando la sua apertura al mondo dei social, che tuttavia tra i selfie pi semplici e simpatici ci offre una ragazzina che si immortala al fianco della nonna dipartita in un autoscatto poco ortodosso ritraente la macabra smorfia dell'oltretomba . Fanno altres discutere i "funeral selfie". A questi si aggiungono quelli scattati in macchina da persone alla guida. Lasciano senza parole anche i selfie che immortalano giovani ragazzi che, con "senza tetto" sullo sfondo, ironizzano sulla loro condizione . Ammutoliscono gli Americani ed il resto del mondo l'autoscatto fatto da una turista a New York che vede lei in primo piano ed un uomo sullo sfondo che tentava il suicidio sul ponte di Brooklin. Il selfie, evoluzione dell'autoscatto, altro non che un momento egoista intrappolato nel tempo .

VIBRAZIONI POLITICHE
di Marilena Ciccone Arriva in auto blu uno dei sei consiglieri comunali di Bolzano dinanzi al sexy shop BEATE UHSE ed entrando a capofitto nel negozio si dimena alla ricerca di gadget bizzarri per soddisfare le sue imminenti fantasie erotiche. la G.D.F che ritrova tra dei documenti sequestrati uno scontrino di 65 emesso dal famoso franchising di negozi erotici situato al centro di Bolzano. Questi oggetti, tra cui un vibratore, pare siano stati finanziati dal popolo poich utilizzati soldi del fondo pubblico. ancora sconosciuto ai militari il compratore di questa folle spesa ma intanto lo scandalo diffuso tra lopinione pubblica che richiede un risarcimento del denaro investito in futili acquisti. La sfiducia nei confronti dei consiglieri aumenta a dismisura perch pian piano perde sempre pi di credibilit.

Luned 17 marzo 2014

Cronaca
La legge MAI PI CARCERE PER I GIORNALISTI: LA LIBERT DI STAMPA PRIMA DI TUTTO
di Flavia Sorrentino "Non condivido la tua idea, ma darei la vita perch tu possa esprimerla". Ci pens Voltaire a riassumere in poche righe il sacrosanto diritto di libert di espressione, che oggi la Corte di Cassazione sancisce per legge. Mai pi punizioni penitenziarie per i giornalisti che diffamano, perch pi di ogni altra cosa conta tutelare il lavoro svolto da chi quotidianamente comunica notizie di interesse generale. Per tale ragione, il carcere pu sostituire la pena pecuniaria, solo per casi di eccezionale gravit. Nel giudicare un giornalistaricorda la Corte- bisogna tener conto dell'insostituibile funzione svolta dalla categoria, spesso oggetto di ingiustificato attacchi ed ingerenze politiche. Ma se da una parte va protetta la libert di stampa, dall'altra andrebbe sancito l'obbligo di rettifica. Perch se vero che una rettifica una notizia data due volte, altrettanto vero che una notizia falsa pu pregiudicare un'intera esistenza. Guai ad imbavagliare, ma attenzione a quello che si racconta: Sciascia aveva avvisato ne "Il Giorno della Civetta": le parole non sono come i cani che li fischi e tornano indietro.

Politica
DAL GOVERNO UNA MANOVRA PER I DISGRAZIATI
di Giuliano Iannone A chi guadagna meno di 1500 euro al mese diamo 10 miliardi lanno. Renzi parla chiaro. I tagli alla spesa pubblica, ideati dal commissario Mr. Forbici Cottarelli, condurranno ad una riduzione dellIrpef e al beneficio di 80 euro sulle buste paga di dieci milioni di disgraziati. Sembrerebbe una manovra fiscale di tutto riguardo, spinta dalla coinvolgente convinzione del premier: Ora, per la prima volta, il governo invece di aumentare le indennit dei consiglieri regionali li restuisce alle persone, alla vita reale. Unorazione ciceroniana che strappa applausi e consensi. 15 marzo scorso, lopinione pubblica non smentisce le differenze culturali insite nel Sanremo, ancora Troveranno il modo di riprenderseli tutti, sono lo specchio della labile fiducia che la politica di oggi suscita nei cittadini. E come darli torto: sar realmente un cambio di rotta o una carit per i poveri del benefattore don Matteo? Intanto il fiorentino dichiara: Se la riforma sulla buste paga non si far, sono un buffone. Ci ricorderemo di queste parole.

Ma cosa ne pensano gli italiani? Da Torino a Palermo, passando per Bologna, Roma e Napoli, come riporta il Fatto Quotidiano del,

DNA del belpaese: Credo in lui, ha gi cambiato atmosfera, oppure Mi sembra una bella favola, spero sia vera, oppure Non mi fido, dovrebbe condurre

Luned 17 marzo 2014

Politica
DE MAGISTRIS INDAGATO PER ABUSO DUFFICIO Il primo cittadino nel mirino per la nomina del comandante dei vigili urbani
di Alessandra Auriemma Tra lo sfogo del sindaco e le accuse dell'ex comandante, guerra sul fronte politico e le polemiche si diffondono anche sul web. Parte da Luigi Sementa, ex comandante della Polizia Municipale di Napoli, l'accusa al Sindaco partenopeo Luigi De Magistris circa la liceit della nuova nomina. Una dettagliata denuncia firmata dal generale Sementa negli atti del PM incaricato Bottino il quale indaga sull'ipotesi di abuso d'ufficio. La scelta del sindaco sarebbe ricaduta sul colonnello della Guardia di Finanza Luigi Acanfora, suo amico e testimone di nozze. Il nome giunge all'inizio dello scorso febbraio, dopo che la carica rimasta scoperta per oltre 1 anno da quando l'ex comandante fu allontanato nel Luglio 2012 per ragioni di bilancio - De Magistris aggiunge che questi fu escluso per motivi di condotta che non rispecchiavano le linee guida della sua amministrazione. "In tutte le altre citt i comandanti vengono scelti direttamente dal sindaco" le parole del primo cittadino che si sfoga; la questione capire se si tratta di una nomina per favorire un amico o se si tratti una scelta di merito. Sementa incalza: "la nomina del colonnello viziata perch questi non ha i titoli necessari per ricoprire la carica", non sarebbe a questo punto soltanto una questione di merito.

Economia
DAL VATICANO ALLA SVIZZERA: SEGRETEZZA SU EX CORRENTISTI
di Laura Del Pennino Il cerchio si chiude, e lIstituto per le Opere Religiose, permetter solo alle istituzioni cattoliche ed ecclesiastiche di essere correntisti, mentre la restante parte gi sta spostando i propri soldi in Svizzera. Loperazione si sta svolgendo nel pi totale silenzio, mantenendo la massima segretezza. Nulla viene dichiarato alla Dogana italiana, e anche lUif, la procura e la finanza per il momento sono alloscuro di questo spostamento, facendo pensare a questi ormai ex correntisti dello Ior come possibili evasori. Ci che rende il tutto ancora pi strano lassoluta discrezione dellAif, lautorit di informazione finanziaria della Santa Sede, e il silenzio totale del Vaticano che non fornisce i nomi degli ex correntisti, a parte un singolo cittadino modello in regola con la finanza italiana. Due sono i metodi di spostamento dei patrimoni, uno la consegna dei contanti nel Torrione Niccol V, dichiarandoli alla Dogana italiana, il secondo, quello scelto dalla maggior parte dei clienti, il metodo pi discreto, quello attraverso bonifico su conto estero, in paesi che non collaborano con lItalia, rendendosi cos invisibili al fisco italiano. Gi in passato lo Ior ha dato prova di non trasparenza e chiarezza nei riguardi della banca italiana e dei suoi clienti, macchiandosi di vari scandali nel corso della storia, anche per lotte di potere. Ora dichiara questa sua rielaborazione riguardo i conti dei clienti, per chiudere i rapporti che non sono in linea con i suoi scopi, ma allora perch mantiene tanta segretezza nei confronti dellUif?

Luned 17 marzo 2014

Attualit
PAP DELLANNO
di Marilena Ciccone NAPOLI Un commerciante cinese di 39 anni lascia il figlio in macchina per andare al centro commerciale. L'allarme pervenuto dai passanti. Il bambino di soli 2 anni stato dichiarato fuori pericolo. Dopo venti minuti rannicchiato sul sedile anteriore destro. Era in normali condizioni di salute, solo assetato. Uno strano modo di fare shopping? FLORIDA Un pap molla la presa del passeggino per tentare invano di afferrare la pallina finita fuori campo. Durante un match di baseball. Il video ha fatto il giro del web. Furia giustificata della madre. Un pap un po distratto? CINA Un padre di 40 anni percorre 29 km a piedi, ogni giorno, per accompagnare il figlio a scuola. Pap Xukang adagia il figlio disabile, dodicenne, in un cesto di vimini che si carica in spalle. Dopo il divorzio ha deciso di crescere il figlio da solo. "Andr anche al liceo" , dichiara il padre dell' anno. Il figlio come tutti gli altri deve avere un' adeguata istruzione. PAP HO ANCORA BISOGNO DI TE Al giorno d' oggi , nonostante la vita frenetica e la tecnologia. Che ci porta a non fare a meno dello smartphone neanche in sala parto, ci sono ancora modelli da seguire. Ogni bambino ha bisogno di essere visto. Deve essere attenzionato in tutte le fasi della sua crescita. Non si mai troppo grandi per rifugiarsi nelle grosse spalle di un padre. Pap, in occasione della tua festa, fermati un attimo. E ricorda. Meno regali. Pi abbracci.

Attualit
LICENZIATO INGIUSTAMENTE. Il DIRETTORE CHIEDE RISARCIMENTO AL MADRE
di Anna Mele Il primo museo di arte contemporanea, situato nel centro storico di Napoli, si ritrova a fronteggiare un ingombrante episodio: licenzia e non paga Cicelyn. Il direttore partenopeo quindi si rivolge all'autorit giudiziaria che blocca i depositi bancari del Madre per un debito di 297 mila euro. Nella prima sentenza di dicembre, da parte del tribunale del lavoro, il giudice lo ritiene un licenziamento "ingiusto" ma il museo non rispetta il verdetto e non gli versa la somma dovuta, cosi scatta la richiesta di pignoramento. Tuttavia, lo staff del Madre si giustifica affermando che essendo una somma molto cospicua non sono riusciti ad inserirlo nel bilancio del 2013 e che stanno aspettando i fondi che la Regione verser loro nel corso di quest'anno. Ciononostante il museo non si ferma, continua con le sue mostre e il suo successo. Un lavoro che stanno portando a termine un giorno cosi bianco, cosi bianco, una mostra di Ettore Spalletti.

Luned 17 marzo 2014

Sport
NAPOLI PORTO, LA GARA DECISIVA SI GIOCHERA NELLARENA DI FUORIGROTTA
di Mirko Piccolo Si conclude sul risultato di 1 a 0 il primo atto degli ottavi di Europa League tra Napoli e Porto . I partenopei si fermano allo stadio Do Dragao sotto i colpi di uno spettacolare Jackson Martinez, punta di diamante dei lusitani. Martinez a lungo cercato dal Napoli nelle ultime sessioni di calciomercato, si dimostrato un cecchino infallibile siglando la rete che vale la momentanea qualificazione al turno successivo. Momentanea,appunto, visto che fra 7 giorni dovr essere il Porto a presentarsi in un "San Paolo" strapieno data la rispetto al resto della compagine, sempre pi un caso l'involuzione di Marechiaro che non riesce pi a esprimersi ai livelli di inizio campionato e a essere il collante tra centrocampo e attacco,cos come Henrique incapace di lottare e contrastare i lusitani, e di Insigne decisamente deludente in relazione a ci che ci si aspettava dal folletto di Frattamaggiore. Lo stesso Benitez parso rassicurante, l' 1 a 0 un risultato che lascia pi di una speranza soprattutto se si pensa al 12 uomo rappresentato dai 60.000 del San Paolo, Vamos Napoli!

politica dei "prezzi popolari" adottata dal presidente De Laurentiis. Strepitosa la prova di Reina che pi volte salva il risultato,limitando i danni in vista dell'assalto finale, la difesa napoletana ancora una volta mostra le

sue lacune e i suoi limiti con un Britos impacciato rispetto allo spagnolo Albiol che non riesce a caricare sulle sue spalle l'intera retroguardia, sottotono la prova di Hamsik che apparso ancora una volta fuori condizione

DE LAURENTIS FURIOSO TRA CORTE DEI CONTI E PARTITA


di Maria Grazia Ragone A De Laurentiis i conti non tornano n sul campo n nella contabilit. La sconfitta contro il F.C Porto non ha fatto altro che incrementare ulteriori malumori presenti nell' aria. Ad inasprire il tutto ha contributo la sentenza della magistratura contabile che in questo periodo ha congelato depositi bancari alla societ Napoli Calcio. La causa? Il forte indebitamento di De Laurentiis verso il Comuneaffitti dello stadio, stabiliti con una convenzione, non pagati -e benefici illegittimi. La Corte dei Conti afferma << sono 6,7 milioni di euro di danno al Comune, ovvero la differenza tra la cifra che il Napoli deve corrispondere secondo la convenzione e l' importo che l' ente avrebbe potuto incassare nel caso in cui la concessione fosse stata adeguata >>. Ciliegina sulla torta sono i lavori investigativi avviati dal Pm Catalano su 4 appalti del valore di 200 mila euro richiesti nel 2013. Tempi duri per De Laurentiis?

Luned 17 marzo 2014

Sport
GOAL DA EVASIONE PER HOENESS
di Alessia Vitiello Evadere le tasse stato lerrore della mia vita. Affronto le conseguenze di questerrore . Cosi dice il presidente del Bayer Uli Hoeness condannato a 3 anni e 6 mesi per frode fiscale. Prima giocatore poi presidente Hoeness rinuncia con effetto immediato a tale carica, in seguito alla sentenza emessa dal tribunale di Monaco sul suo caso di evasione. Lerrore commesso da Urlich H. stato quello di non aver dichiarato al fisco le rendite ottenute attraverso speculazioni in borsa e compravendita di valute straniere arrivando cos ad un totale di 28,5 milioni. Al primo dirigente del club bavarese non bastata lautodenuncia del gennaio 2013 e dopo aver consultato la famiglia, Honess accetta la condanna e dichiara le sue dimissioni da presidente, senza ricorrere in appello evitando danni di immagine al club.

I NOSTRI SETTIMANALI ON LINE DEI CORSI DI GIORNALISMO INVESTIGATIVO E SPORTIVO DELLATENEO PARTHENOPE DI NAPOLI

Direttore: Cristiana Barone Editore: Antonella Castaldo Capo Redattore: Luigi Liguori Coordinatore di Redazione: Fabio Liguori Editing Grafica: Giuliano Iannone Grafic e Web Designer: Domenico Fredella Foto by Salvatore Corbisiero Redazione: Corso di Giornalismo Investigativo 2014- Universit Parthenope di Napoli Bigol News - Testata Registr. Trib. Napoli 20/2008 del 28/02/2008 Info line: fabio.liguori@virgilio.it giulianoiannone@gmail.com Seguici anche su Facebook : SPYNEWS24 FATTO DI SPORT FATTO DI CRONACA

Interessi correlati