Sei sulla pagina 1di 5

31 GENNAIO 2014 NUMERO 35 ANNO 2

SENTIMENT
DELLA PROSSIMA SETTIMANA

FTSE MIB

DAX

S&P 500

ORO

PETROLIO

Calendario
Luned 3: Italia, Germania, Francia, area Euro, UK: Pmi manifattura; Usa: Ism manifattura. Martedi 4: Uk: Pmi costruzioni; Italia: prezzi al consumo; area Euro: prezzi alla produzione. Mercoledi 5: Italia, Germania, Francia, area Euro, UK: Pmi servizi; area Euro: vendite al dettaglio; Usa: occupazione Adp. Giovedi 6: Germania: ordini di fabbrica; Uk: tassi BoE; Bce: annuncio tassi; Usa: richieste disoccupazione. Venerdi 7: Germania: bilancia commerciale; Uk, Germania: produzione industriale; Usa: non-farm payrolls, tasso disoccupazione.

RISK ALLOCATION PER DIVERSIFICARE


Con le ossa ancora ammaccate dalla crisi, gli investitori oggi hanno bisogno, pi che di obbiettivi di rendimento, di conoscere il target e la tipologia di rischio al quale possano esporsi per raggiungere una performance di medio-lungo termine soddisfacente senza mettere a repentaglio il proprio capitale. Francesco Crespi, docente in economia degli intermediari finanziari allUniversit di Cagliari, ha affrontato largomento durante la 5a edizione del PF Expo, evidenziando come, in passato, la diversificazione avvenisse secondo driver tradizionali quali larea geografica, i settori, il value growth, la capitalizzazione della societ, il rating. Il tutto per avere unallocazione di asset trasversale e non concentrata su un unico fattore. La risk allocation oggi invece la nuova frontiera della diversificazione di portafoglio, che mette quasi in secondo piano lalpha, ovvero il rendimento dovuto allabilit del gestore, concentrandosi sul beta, ovvero sulle condizioni di mercato.

Alla luce del fatto che eventi avversi al mercato sono pi frequenti che in passato e rischiano di scardinare le credenze tradizionali, ora necessario individuare quali siano le tipologie di rischio che possono verificarsi (rischio di inflazione, di liquidit, rischio politico, rischio macroeconomico, di credito), e scegliere gli asset in conseguenza al tipo di esposizione al rischio che si desidera per conseguire un certo obbiettivo di rendimento.

MERCATI SOTTO LA LENTE


STOXX EUROPE 600 BANKS
Da luglio 2013 lindice Stoxx Europe 600 Banks inserito in un canale rialzista di medio termine. I corsi in sei mesi sono passati dai 160 punti di luglio agli attuali 200 circa, dopo aver segnato un top a 209,5 lo scorso 16 gennaio, massimo da marzo 2011. La correzione ha riportato le quotazioni dellindice settoriale europeo a testare un doppio supporto, rappresentato sia dalla media mobile di medio termine a 50 sedute sia dal sostegno statico posizionato a 195 punti. Una doppia barriera ai ribassi che ha fermato per ora la discesa del paniere e permesso di scaricare i principali oscillatori. Lo Stocastico veloce, infatti, ora, ha gi tagliato al rialzo la propria trigger line e sta uscendo dallarea di ipervenduto. Sopra 200 punti, quindi, lindice potrebbe proseguire il recupero verso 204,207 e il precedente massimo a 210. Quindi eventualmente, con la fuoriuscita dal canale ascendente, a 214 e 219/20 punti. Alla violazione di 194, invece, il primo obiettivo il bordo inferiore del canale ascendente ora in area 189/8. Alla sua violazione target a 185 e 182 punti. A Piazza Affari sono disponibili due Etf per sfruttare lo scenario rialzista dellindice bancario europeo, uno di Db X-Trackers e laltro di Lyxor. Per puntare invece al ribasso sul paniere a disposizione invece solo un Etf short daily di Db X-Trackers.

Coming soon...

Clicca per ingrandire

I PORTAFOGLI DI FINANZAOPERATIVA
PORTAFOGLIO ETF

PER CONSULTARE TUTTI I PORTAFOGLI DI

CLICCA QUI

IL MEGLIO
DAL SITO

A gennaio la discesa dei listini azionari non stata sufficientemente compensata dal recupero della componente obbligazionaria. Letf sullS&P500 a gennaio ha lasciato infatti sul terreno l1,07%, l1,03% quello sullMsci World, mentre quello sullEuroStoxx ha perso il 3,86 per cento. positivi, invece, i risultati della parte obbligazionaria, con lEurMts a 3 -5 anni a +1,18% e quello a 10-15 anni a +3,32%. E cos il mese si chiude in negativo gran parte degli otto portafogli (le quattro asset allocation sono proposte tutte nella doppia versione Conservativa - la pi prudente - e Moderata - leggermente pi aggressiva), con performance che vanno dal +0,26% della AA World Conservativa al -1,13% della Basic Moderata. Nel corso del week end sul sito saranno disponibili i pesi degli Etf per affrontare il mese di febbraio. Il file in formato zip ( download) contiene i quattro file in formato excel, ognuno dei quali riporta i risultati storici e i pesi mensili di un diverso portafoglio costruito con gli Etf. Il dato pi recente riguarda i pesi per affrontare il primo mese del nuovo anno. Le note metodologiche si trovano qui. Questi infine gli Etf utilizzati (in parentesi i ticker di negoziazione): iShares S&P500 (IUSA); Lyxor Eurostoxx50 (MSE); Ishares Msci World (IWRD); Lyxor Euromts 3-5y (EM35); Lyxor Euromts 10-15y (EM1015).

VIDEO PF EXPO: RISK ALLOCATION, UNA


NUOVA PROSPETTIVA PER LA GESTIONE DEL PORTAFOGLIO

PER FINMECCANICA
FORTE OSTACOLO A 6,70 EURO

CARBONE, LA CINA CERCA


FORNITORI ALTERNATIVI ALLINDONESIA. LETF PER SFRUTTARE LA SITUAZIONE

PORTAFOGLIO NO TOBIN

FOREX, LMAX EXCHANGE


DEBUTTA IN ITALIA IN PARTNERSHIP CON DIRECTA

EGITTO, LA BORSA CONTINUA IL RALLY COME


APPROFITTARNE A PIAZZA AFFARI

In settimana il nostro Portafoglio anti-Tobin Tax ha registrato un'importante variazione: uscita Fiera Milano con una performance del 38,25% dopo aver intercettato a 7,50 euro lo stop profit che avevamo posizionato e al suo posto entra Emak. La performance total return, ossia comprendente i dividendi, del paniere elaborato da Finanzaoperativa.com (e partito il 18 gennaio 2013) attualmente inferiore, seppur di poco, al 10% (dai riferiti alle ore 16.15 del 31 gennaio 2014). Per fare un confronto, l'indice benchmark Ftse Mib segna nello stesso periodo un rialzo limitato all'8,6%. Al momento i componenti del paniere anti-Tobin Tax sono quattro small cap (Sesa, Italia Independent, Gefran ed Emak), un Etc sulloro fisico e un Etf legato allandamento della volatilit dellS&P500 che consente di proteggere il portafoglio dalle correzioni di Wall Street e di riflesso degli altri principali listini azionari mondiali, il Lyxor Etf Unleveraged S&P 500 VIX Futures Enhanced Roll.

DIAMOND TS

FOCUS TITOLO
ERG
Con il test della resistenza di breve termine posta in area 10,25 euro Erg ha completato sul grafico giornaliero la prima parte di un movimento simmetrico che come target ha il top toccato lo scorso 15 gennaio a quota 10,60. Un livello quest'ultimo dal quale per il titolo, considerando l'ancora ampia distanza dei principali indicatori e oscillatori tecnici dalla zona di ipercomprato, potrebbe allungare ulteriormente il passo verso quota 11,75 in prima battuta e in seguito verso la soglia degli 11 euro. Attenzione per: l'eventuale conferma del cedimento del supporto dinamico, anch'esso di breve termine, al momento passante per quota 10,10 potrebbe innescare una prossima correzione dei corsi verso 9,80 euro prima e, successivamente, riportare il titolo al test del minimo dello scorso 27 gennaio a quota 9,50. Per assistere a un nuovo, potenziale, rialzo dei corsi inoltre essenziale un incremento degli scambi, per ora ancora inferiori alla media mensile e trimestrale.

ABBONATI AI
SEGNALI OPERATIVI CHIEDILI QUI PER UNA SETTIMANA SONO

GRATIS PER SAPERNE DI


PI VISITA LA PAGINA DEDICATA AL TRADING SYSTEM

Clicca per ingrandire

FOCUS COMMODITY
SUCCO DARANCIA
Le quotazioni del succo darancia tornano a salire dopo che il Dipartimento dellagricoltura Usa ha tagliato le stime per il raccolto atteso per questanno in Florida al livello pi basso dal 1990 e del 5% rispetto a quanto preventivato lo scorso dicembre. Dal punto di vista tecnico, allIce il future su questa soft commodity ha disegnato una serie di quattro minimi crescenti, una formazione che, generalemente, favorisce un allungo. In questottica, una volta eventualmente superato la soglia dei 140 centesimi di dollaro per libbra, i target successivi sono individuabili a ridosso di quota 145 prima e poi nellarea compresa tra i 150 e i 152,40 centesimi. Il cedimento del supporto in zona 136 innescherebbe invece una correzione verso 135 prima e 133 poi. Per sfruttare un potenziale, ulteriore allungo del future, a Piazza Affari sono disponibili due certificati di Rbs: uno lineare e uno a leva di tipo minifuture bull. Inoltre, la maggior parte dei principali broker online attivi in Italia offre la possibilit di operare sul future quotato allIce.

Clicca per ingrandire

NOVIT
I SEGNALI
OPERATIVI DI ALESSANDRO ALDROVANDI

USA IL CODICE PROMOZIONALE FINANZA OPERATIVA E OTTIENI UNO SCONTO DEL 10% VUOI SAPERE
COME SOTTOSCRIVERE? CLICCA QUI

Scommettere a leva sette sullo spread BtpBund? Dal 30 gennaio si pu, con i nuovi certificati targati Deutsche Bank Faktor con leva 7x, legati ai future sui titoli di Stato di Italia e Germania e quotati sul mercato SeDex di Borsa Italiana. Dei quattro prodotti disponibili, due permettono di investire sul rialzo dei sottostanti moltiplicando per sette la variazione giornaliera e due permettono di prendere invece posizione al ribasso e quindi di guadagnare se i sottostanti perdono terreno. Per esempio se si acquista il Faktor 7x long sullEuro BTP future, una variazione giornaliera di questultimo pari al 2% si trasformer in un guadagno del 14% del certificato. Sono le singole variazioni di giornata a venire moltiplicate. Se il giorno successivo il Btp guadagna un altro punto percentuale la perfor-

mance dellinvestitore per quella giornata pari al 7%. Ci significa che se si rimane investiti in uno di questi prodotti per pi di una giornata, le performance che si ottengono potrebbero essere differenti da quelle registrate dal sottostante nello stesso periodo temporale (compounding effect). Attenzione per: il certificato moltiplica anche i movimenti del mercato sfavorevoli alla posizione assunta dallinvestitore. Per esempio se il Btp future arretra dell1% e si possiede un Faktor 7x long, la perdita viene moltiplicata sette volte. Per guadagnare su ribassi del sottostante necessario acquistare il Faktor 7x short.

IPSE DIXIT
BENI STABILI: I DIVIDENDI POTREBBERO AUMENTARE DI ANDREW SENTANCE

ANDREW SENTANCE

CHI

Beni Stabili in Borsa a sconto del 40% sul Nav ma paga un dividendo del 4%, cio il 50% del free cash flow. Dividendi che potrebbero aumentare con la riduzione degli interessi. E con il calo dello sconto il titolo potrebbe salire dal 50%, da 0,54 fino a 0,80 euro entro un anno. I valori attuali infatti scontano uno scenario in cui lItalia non vede nessuna ripresa. Beni Stabili gestisce circa 4 miliardi di euro di immobili in Italia. I primi clienti sono Telecom Italia, Intesa San Paolo e Maire Tecnimont; la scadenza media degli affitti il 2021. Che quindi dovrebbero poter continuare a pagare e rimanere affittuari per un periodo abbastanza lungo. Questi due punti dovrebbero stabilizzare il portafoglio nei prossimi anni. Infatti, nonostante la crisi, i ricavi sono saliti (Immagine n.1 foglio excel allegato). E che il portafoglio immobiliare sia buono, lo si rileva anche dal fatto che gli edifici sfitti sono pochi (Immagine n.2 foglio excel allegato). vero, potrebbero aumentare gli edifici sfitti o diminuire gli affitti (quelli di Intesa sono scesi dall11% quando hanno esteso e rinegoziato laccordo) ma landamento degli ultimi anni fa ritenere che Beni Stabili riesca a contrastare questi effetti. E le voci che il portafoglio di Telecom Italia potrebbe presentare problemi mi sono state smentite dalla stessa Beni Stabili quando sono stato da loro di recente per conto di qualche cliente: non c unopzione per rompere il contratto. Con 2,2 miliardi di debiti, gli interessi sono il costo pi importante del bilancio (circa 100 mln lanno) e la percentuale pagata sui debiti a m/l termine nellImmagine n.3, foglio excel allegato. Lazienda punta a ridurla al 4% in 3-5 anni: in pratica risparmiare 13-14 mln. Finora sulla strada giusta con lemissione nel 2013 di un convertibile di 270 mln che paga il 2,625% e un bond di 350 mln questanno che rende il 4,125%.

Leffetto dei minori costi di interesse sullutile netto sar notevole con lutile netto cash adesso intorno a 85 mln (Immagine n.4 foglio excel allegato) (la trasformazione in Siiq ha portato a una riduzione dellaliquota fiscale). Un risparmio di 13-14 mln significa +15% circa di utile. E del dividendo: dagli 0,022 euro per azione degli ultimi tre anni a forse 0,035-0,04. Cio un rendimento del 6,5-7,5% a questi livelli. Cosa potrebbe andare male? Una riduzione degli altri affitti del 10% nei prossimi 3-4 anni porterebbe lutile netto a circa 75 mln e renderebbe quindi improbabile un aumento del dividendo. Ma anche in questo caso il titolo rende sempre il 4,1% e scambia a 14x gli utili: un livello ancora accettabile per una societ esposta a un Paese in piena crisi. Poi guardo allandamento del NAV diluito negli ultimi anni: il valore del portafoglio mostra pochi segnali che si stia riprendendo (Immagine n.5 foglio excel allegato). A fine giugno il valore del portafoglio salito a 0,943 euro ma credo sia meglio aspettare le perizie di fine anno prima di esserne sicuri. Soprattutto se gli sconti sugli affitti rimangono. In uno scenario pessimistico dove gli immobili valgono 20% in meno delle stime, la societ varrebbe circa 0,6 euro per azione (nellipotesi di non conversione delle cv), cio il mercato sconta gi ora il fatto che non ci sar mai una ripresa.

Euno tra i migliori analisti fondamentali, specializzato in particolare sul settore bancario. Lavora in campo finanziario dal 2000, da quando cio arrivato a Milano (a parte il biennio 2006-2008 in cui si occupato di un fondo, trascorso in viaggio tra Londra e Milano). Segue principalmente il mercato azionario, con un interesse particolare verso il value investing e i momenti pi interessanti da un punto di vista finanziario, vale a dire i turn-around, il consolidamento dei settori, gli aumenti di capitale, ecc.. E sempre con un occhio attento ai trucchi contabili (soprattutto delle banche). Pu essere contattato al suo indirizzo mail.

DIAMAN ISCORING IRATING

OBBLIGAZIONE DELLA SETTIMANA


ABERTIS: MERITO DI CREDITO SUPERIORE ALLA MEDIA

Diaman una societ di consulenza finanziaria indipendente, focalizzata sulla ricerca e lo sviluppo di metodologie matematico-statistiche. Ha sviluppato un sistema indipendente di valutazione delle obbligazioni societarie introducendo i concetti di iScoring e iRating. La metodologia di calcolo di iScoring molto semplice e consiste nella trasformazione di un rating alfanumerico (tipicamente quello delle grandi agenzie, da S&P a Moodys) in un rating numerico (da 0 a 10). Con liRating, invece, si valuta, sempre su una scala da 1 a 10 (dove 1 il rating di un titolo in default e 10 di uno sicuro AAA) il merito di credito e la probabilit di default di un titolo, ricalcolata giornalmente secondo logiche quantitative.

Abertis il principale gestore autostradale iberico, ma con partecipazioni anche in America Latina. A giugno 2005 il gruppo ha emesso un bond decennale (quindi con scadenza 15 giugno 2015) per 200 milioni di euro. Taglio minimo di 1.000 euro, cedola fissa annuale del 3,55 per cento. ma con una particolarit: il bond staccher infatti una cedola completa di 3,58 euro per ogni 100 di nominale il prossimo 15 dicembre e una semestrale di 1,77 euro alla scadenza, il 15 giugno 2015. La duration dellobbligazione molto bassa e pari a 1,34 anni e il rendimento a scadenza si

attesta al 3,58 per cento circa. Che non sconta ancora un possibile incremento del valore del titolo di credito: secondo iScoring, infatti, il suo valore corretto superiore a 103. Il rating dellemittente BBB per S&P e BBB+ per Fitch. Ma per la metodologia iScoring prende un voto 6 (appena sotto il 6+ della media sia della regione geografica che della categoria), mentre secondo il parametro iRating il merito di credito dellazienda si posiziona a quota 6: superiore sia alla media di comparto (4-) che a quella regionale (5-).

DISCLAIMER
Tutti i contenuti di questa newsletter non intendono in alcun modo costituire sollecitazione al pubblico risparmio oppure allinvestimento in titoli azionari, contratti future, opzioni, fondi comuni o in qualsiasi altro strumento finanziario. Lattivit non costituisce consulenza personalizzata cos come indicato dal D.Lgs. 58/98, cos come modificato dal successivo D.Lgs. 167/2007. Chi scrive non conosce le caratteristiche personali di nessuno dei lettori, in specie flussi reddituali, capacit a sostenere perdite, consistenza patrimoniale. Tutti i contenuti della newsletter hanno solo scopi didattici, educativi e informativi. Gli argomenti riguardano lanalisi fondamentale e tecnica, i commenti sui mercati, la casistica operativa, piani di trading, ecc., ma non forniscono segnali di acquisto o vendita sui vari strumenti finanziari, n indicazioni per la gestione diretta o indiretta del capitale di terzi. Pertanto, chi legge i contenuti della newsletter riconosce la propria esclusiva responsabilit delle eventuali e successive azioni. Le informazioni finanziarie presenti nascono da conoscenze ed esperienze personali degli autori, che conducono inevitabilmente a valutazioni strettamente soggettive, parziali e discrezionali. Tutti i contenuti sono quindi passibili di errori di interpretazione e valutazione, come avviene per qualsiasi opinione personale. Si ricorda che i rischi di perdite legati allattivit di trading possono essere molto elevati e arrivare ad azzerare il capitale impiegato. Linvestitore deve considerare attentamente i rischi inerenti allattivit di trading e investimento alla luce della propria situazione finanziaria.

Domande?
info@finanzaoperativa.com