Sei sulla pagina 1di 2

La Federazione Russa chiamata comunemente anche Russia uno stato che si estende tra l'Europa e l'Asia.

. Con una superficie di 17.075.200 chilometri quadrati, la Russia l'entit statale pi vasta del mondo. Confina con Norvegia, Finlandia, Estonia, Lettonia, Lituania, Polonia, Bielorussia, Ucraina, Georgia, Azerbaigian, Kazakistan, Cina, Mongolia e Corea del Nord; insieme alla Cina lo Stato al mondo con il maggior numero di confini (14). Inoltre possiede dei confini marittimi con il Giappone (attraverso il mare di Ochotsk) e gli Stati Uniti (attraverso lo stretto di Bering). bagnata a nord ovest dal mar Baltico, a nord dal Mare Glaciale Artico, a est dall'oceano Pacifico e a sud dal mar Nero e dal mar Caspio. Comprende anche l'exclave di Kaliningrad, compresa tra Mar Baltico, Polonia e Lituania. Conta circa 142,7 milioni di abitanti. La capitale Mosca. Come principale successore dell'Unione Sovietica, la Russia ancora uno stato con una forte influenza politica, specialmente all'interno della CSI, che comprende tutti gli stati dell'ex Unione Sovietica tranne le tre repubbliche baltiche, Lettonia, Estonia e Lituania, liberatesi dall' occupazione sovietica nel 1991- e la Georgia. Nei primi anni del XXI secolo l'economia ha presentato tassi di crescita tra i pi elevati a livello globale, tanto che la Russia considerata uno dei quattro paesi a cui ci si riferisce con l'acronimo BRIC.[1] La crisi finanziaria internazionale si fatta per sentire duramente a partire dall'autunno 2008, mettendo in dubbio molte delle certezze acquisite in un decennio di espansione[2]

La Russia degli zar


Nel 1547 Ivan IV (detto il Terribile, 1533-1584) venne incoronato primo Zar di Russia. La parola zar deriva dal latino Caesar, cognomen di Gaio Giulio Cesare che aveva finito per indicare il "capo" per antonomasia. Durante il proprio lungo regno, Ivan occup Kazan' ed Astrachan' lungo il Volga e trasform la Russia in uno stato multietnico. Ridusse il potere dei boiari, ossia i signori feudali, dando inizio ad uno stato autocratico. Alla sua morte segu un periodo di turbolenze dovute ai tentativi dei boiari di recuperare il potere perduto ed anche all'ingerenza polacca.

Prima della fine del secolo, i cosacchi russi avevano stabilito i primi insediamenti nella Siberia occidentale. A met del XVII secolo esistevano insediamenti russi nella Siberia orientale, nella ukotka, lungo il fiume Amur, sulla costa del Pacifico. Lo stretto tra il Nord America e l'Asia fu scoperto nel 1728 da Vitus Bering, un esploratore danese al servizio degli zar. Dopo il Periodo dei Torbidi sal al trono la dinastia dei Romanov, il cui primo membro a divenire zar fu Michele Romanov nel 1613. Pietro il Grande, sul trono dal 1682 al 1725, sconfisse la Svezia nella Grande guerra del nord, costringendola a cedere Ingria, Estonia e Livonia; proprio in Ingria venne fondata una nuova capitale, San Pietroburgo. Pietro riusc ad importare cultura e nuove idee dall'Europa occidentale, riuscendo a modernizzare un paese seriamente arretrato, in cui l'istituto feudale della servit della gleba era ancora vivo e vitale. Sotto il regno degli Zar della dinastia Romanov, la Russia divenne una delle maggiori potenze europee, conosciuta come Russia Imperiale, ammodernata e sempre pi espansa verso est, a partire dal XVIII secolo. L'inizio del XX secolo vide per una diminuzione dell'importanza della Russia; montava lo scontento nella popolazione, a causa delle dure condizioni di vita in uno Stato che conservava ancora aspetti totalitari e che era pesantemente impegnato nelle vicende della prima guerra mondiale.