Sei sulla pagina 1di 16

Economia aziendale

PROF. MARIO MAZZOLENI

Anno accademico 2006 - 2007

INDICE
IL CONCETTO DI ECCELLENZA

Lezioni di Economia Aziendale

LECCELLENZA Perch (e quando) unimpresa pu essere definita eccellente?

Lezioni di Economia Aziendale

Confronti tra diverse situazioni


Obiettivo = massimizzazione profitto
Orientamento unidirezionale Massimizzazione degli interessi di una categoria di soggetti: shareholder

Obiettivo = perseguire scopi economico-sociali


Orientamento : bidirezionale Profitto necessario per la durabilit dellimpresa

Profitto: strumento

Obiettivo: profitto

Lezioni di Economia Aziendale

REGOLE DI FUNZIONAMENTO
DURABILITA
Attitudine a durare nel tempo in ambiente mutevole

AUTONOMIA
Si verifica quando unazienda non ricorre sistematicamente a interventi di sostegno o copertura delle perdite da parte altri istituti

ECONOMICITA
Condizioni di funzionamento dellimpresa

Lezioni di Economia Aziendale

Importanza aspetti extra-economici

Lezioni di Economia Aziendale

STAKEHOLDER
Finanziatori

Personale
Soci
Azienda
Fornitori

Collettivit Collettivit

PA Clienti/ utenti

Tali categorie generali possono essere segmentate, suddivise, classificate da ciascuna azienda, nei modi pi pi rispondenti alle necessit necessit di comprensione
Lezioni di Economia Aziendale

CIRCUITI (1)
Efficienza economica Efficienza sociale

QUALITA

Lezioni di Economia Aziendale

CIRCUITI (2)
Circuiti

Redditivit

Benessere lavoratori

Competitivit Vita duratura dellazienda

Lezioni di Economia Aziendale

Le imprese eccellenti perseguono le finalit economiche e sociali contemporaneamente

Unimpresa eccellente se in grado di raggiungere risultati economico-finanziari positivi accanto a risultati sociali positivi.

10

Lezioni di Economia Aziendale

IL CONCETTO DI ECCELLENZA
Aspetto economico In generale, linsieme delle operazioni di gestione svolte secondo le tipiche linee strategiche aziendali.

Aspetto sociale Riguarda linsieme delle relazioni e delle interazioni tra impresa e vari interlocutori sociali, precisamente gli stakeholder.

11

Perseguimento delle soluzioni migliori per il mercato.


Lezioni di Economia Aziendale

OBIETTIVI DECCELLENZA
Vita duratura, preservando indipendenza e economicit. Capacit di raggiungere obiettivi solidaristici e mutualistici. Distribuzione delle risorse. Coinvolgimento dei partner (membri, dipendenti, fornitori, comunit di riferimento, istituzioni pubbliche). Attitudine a perseguire un mix positivo di obiettivi economico-finanziari e solidaristici.
12
Lezioni di Economia Aziendale

Gli obiettivi di unimpresa ECCELLENTE devono essere declinati secondo due direttrici: Economica ossia il raggiungimento di risultati coerenti con la volont di perdurare nel lungo periodo Sociale realizzando, i principi di coinvolgimento partecipazione attenzione alle richieste di tutti gli stakeholder.

cultura gestionale orientata a misurare non solo attraverso parametri di natura economica, ma anche attraverso indicatori in grado di misurare la capacit di mantenere come aspetto rilevante il rispetto e la realizzazione dei principi partecipativo-solidaristici.

13

Lezioni di Economia Aziendale

ASPETTI ECONOMICI DELLECCELLENZA


Performance economico-finanziaria Analisi di solidit, redditivit, liquidit e di sviluppo dellimpresa Performance competitiva definita analizzando il posizionamento dellimpresa rispetto alle altre simili che sono sul mercato
14
Lezioni di Economia Aziendale

ASPETTI SOCIALI DELLECCELLENZA


Responsabilit del proprio operato: Verso le comunit di riferimento (tutele e formazione ai lavoratori, incentivi al progresso sociale della comunit, ecc.); Verso lambiente (riduzione inquinamento, cura e attenzione oltre le norme nei processi produttivi, ecc.); Solidariet: Impegno in attivit extra-economiche, a favore della comunit di riferimento e non (sensibilizzazione su determinate tematiche, volontariato dimpresa, sostegno a ospedali/scuole, ecc.). Partecipazione: Al proprio interno (i dipendenti vengono consultati nei processi decisionali); Verso lesterno (gli stakeholder esterni vengono interpellati).
Lezioni di Economia Aziendale

15

MATRICE DELLECCELLENZA
alto

SOLIDITA PARTECIPATIVA

ECCELLENZA

Realizzazione principi sociali INADEGUATEZZA


basso

IV I III II SOLIDITA ECONOMICA

basso

Livello di performance

alto

16

Lezioni di Economia Aziendale