Sei sulla pagina 1di 15

BIOLOGIA MOLECOLARE della CELLULA 08

2: Caratteristiche della trasduzione del segnale Interazione ligando-recettore

CARATTERISTICHE della TRASDUZIONE del SEGNALE


I meccanismi molecolari della trasduzione del segnale permettono ai segnali chimici extracellulari di dirigere lattivita delle cellule in modo diversificato, con una grande specificita e preciso controllo, sia in termini di intensita che di durata

SPECIFICITA - complementarieta tra recettore e ligando - interazione tra domini - natura della cellula target SENSIBILITA - alta affinita tra ligando e recettore - cooperativita - AMPLIFICAZIONE (cascate enzimatiche) - INTEGRAZIONE - DESENSITIZZAZIONE / ADATTAMENTO

Caratteristiche della trasduzione del segnale

Nelson, I Principi di BIOCHIMICA di LEHNINGER, CAP. 12

a) Specificit

Recettori specifici mediano la risposta cellulare a segnali esterni Complesso Ligando-Recettore L1 R1 A L2 Risposta cellulare R2 B
Una cellula ha Recettori diversi per molecole segnale (Ligandi) diverse, la risposta cellulare e diversa

L1

L1

Cellule diverse hanno R uguali per lo stesso Ligando, ma sistemi effettori diversi

R1 A

R1 B

Ligando = molecola segnale specifica per un recettore

a) Specificit

L1 R1A

L1

L1 R1B B

L1
Cellule diverse hanno R diversi per lo stesso Ligando, rispondono in modo diverso alla stessa molecola segnale

R1A A

R1B

Complesso Ligando-Recettore Risposta specifica


Recettore: specificita di legame e di sistema effettore

es. Acetilcolina ! muscolo scheletrico, muscolo cardiaco, ghiandole salivari

La stessa molecola segnale puo indurre risposte differenti in cellule diverse

Diverse risposte indotte dal neurotrasmettitore acetilcolina. Le cellule miocardiche e le le cellule delle ghiandole salivari presentano lo stesso recettore per lacetilcolina, ma i segnali intracellulari sono interpretati in modo diverso in cellule specializzate per funzioni differenti. Le cellule muscolari scheletriche producono invece un altro tipo di recettore per lacetilcolina, che genera segnali intracelllulari differenti che risultano in effetti diversi.

Nelle cellule del fegato linterazione delladrenalina (epinefrina) con il proprio recettore attiva una cascata enzimatica che porta al rilascio di un elevato numero di molecole di glucosio nel sangue.

LODISH: Biologia molecolare della cellula Cap. 20

Per la propagazione del segnale e necessaria la presenza simultanea di due segnali diversi A) La proteina Y e attiva solo se viene modificata in due siti differenti. B) Le proteine X e Z interagiscono solo se sono entrambe modificate. In questi esempi le proteine sono modificate per fosforilazione.

Lattivazione del recettore per ladrenalina richiama una proteina che lo modifica per fosforilazione e crea dei siti di legame per larrestina che ne blocca lazione.

STUDIO dellINTERAZIONE MOLECOLA SEGNALE - RECETTORE


(LIGANDO / ORMONE) - studio/caratterizzazione del recettore per un ligando naturale - caratterizzazione di linee cellulari - proprieta di legame (binding) di ligandi sintetici > farmaci -? Cellule possiedono recettore specifico? -? Quante molecole di recettore sono presenti sulla cellula ? -? A quale concentrazione si lega il ligando? Un farmaco lega meglio o peggio di molecola seglnale? POPOLAZIONE di CELLULE omogenea (presenta il recettore) LIGANDO MARCATO > misurazione - proteine (Tyr) IODINAZIONE (125I , 131I); piccole molecole: 3H - MOLECOLE FLUORESCENTI (fluorofori) - MOLECOLE OPACHE agli ELETTRONI (oro colloidale) MISURA ALLEQUILIBRIO DEL COMPLESSO per DIVERSE QUANTITA di LIGANDO Bound Hormone = [RL]* Total Hormone = [L]* + [RL]*

R + L*

R L*

AGONISTI, ANTAGONISTI: analoghi del ligando naturale, in grado di legare il recettore in modo produttivo o non-produttivo

R + L* *

R L*

*
Bound

Total Hormone
0.01 0.1 1 10 nM

[RL]
curve di legame: TOTALE (A) NON SPECIFICO (C): non saturabile (ottenuta mediante aggiunta di eccesso di L non radioattivo, che spiazza L* dai siti recettoriali ma non altera interazioni aspecifiche) SPECIFICO (B): ad alta affinita

[L]+[RL]
Il legame specifico esaturabile in quanto la cellula presenta un numero finito di recettori
Il valore di KD generalmente e simile alla concetrazione presente nel sangue

[RL]

R+L
KA = [RL] [R][L] [R][L] [RL]

RL

[Rtot] 1/2 [Rtot]

costante di ASSOCIAZIONE : L / moli

KD costante di DISSOCIAZIONE : moli / L = M


(10-6 - 10-9 M)

KD =

Allequilibrio da curva di binding si puo stimare Rtot e KD:


quando total hormone tende a infinito quando [RL] = 1/2 Rtot siccome [Rtot ] = [R] +[RL]

[RL] tende a = [Rtot] KD = [L]

(100% recett e legato) (50% recett e legato)

! [RL] = [R]

La risposta cellulare e generalmente proporzionale alla quantita di complesso RL

0.5 EC50

Bound H: RL (mM) 0.03

Rtot 0.030

0.02 0.015 0.010

0.01

0.01

0.1

10 nM

Total Hormone