Sei sulla pagina 1di 44

Prefazione

E sufficiente, lo sappiamo, abbassare le palpebre per lasciare il mondo del visibile, della luce, entrando cos, nel mondo dellinvisibile, dellombra. Lombra e linvisibile sono in ognuno di noi. Ma nel poeta tutto assume significati diversi, come Marina Liberati: chiudere gli occhi, in ella, assurge al significato del viaggio verso linvisibile, linafferrabile essenza del proprio essere, che solamente la capacit di esternare, con la poesia o con larte in genere, sembra in grado di fermare per un attimo le fuggevoli sensazioni che vi abitano . Attraversare quel sottile quanto delicato confine diventa un atto di coraggio che solo il poeta, la poetessa, pu fare, sospinto dalla necessit di strappare dal proprio tormento, dalla propria inquietudine lacerti di sogno, di speranza, di sofferenza come per sacrificarli alla luce del sole; per esorcizzare quella paura di vivere che attanaglia tutti noi. Non pu quindi non instaurarsi tra il pioniere dellanima, quale chi scrive poesia, e il lettore un legame di vicendevole gratitudine: il poeta attenua la sua inquietudine, perch la disperde tra le pagine e la lettura; il lettore, che riconosce nelle parole, nei versi, le proprie somiglianze, i propri disagi, ma anche momenti di serena consapevolezza esistenziale: percorsi animici a cui si sente inevitabilmente sospinto a percorrerli, ma che non trova il coraggio per intraprenderli, perch E,gi, perch? Perch solo il poeta e quindi Marina Liberati, ha il coraggio di varcare quel sottile confine ed immergersi, tuffarsi, nel buio della propria foresta di inquietudini esistenziali e affrontarle col cipiglio dellesploratrice coraggiosa. Eternauta della propria anima

Antonio Dal Muto

POESIE

Mani....gelide Risveglio All'alba di un sogno Riflessioni Ho bisogno Stagioni Dietro la finestra Non solo sepolcro Rifuggo ricordi Riflessioni Ricordi Oltre Illusioni Nevica Nel tempo Riflessioni La notte Riflessioni Tempo, Parole, Pensieri, Silenzio, Sogni Tanka Ascolto Riflessioni colorate Senza me Occhi chiusi Addio

Mani... gelide Mani aperte che si aprono ai silenzi d'inchiostro tra le dita. Mani aperte per quell'amore che non conosce tempo. Mani aperte per pensieri impressi nella mente stanca. Mani aperte che hanno smarrito la strada di radici senza affetti. Mani aperte al centro di un vuoto nel fondo della vita. Mani aperte che scavano gelo bagnato di sospiri. Mani aperte che si chiudono in un lento gelido finire.

Risveglio Questa notte, non riuscita, la magia dei sogni, a trasportarmi nel mio luogo lontano, senza volto... senza voce... senza profumo... senza carezza... Solo vento, di notte, una ninna nanna.

All'alba di un sogno "Voglio sfiorarti... Voglio toccarti... ...l'anima."

Notti che urlano gelidi sogni, cuori che scoppiano trafiggono eccitanti dolori, menti che volano all'ombra del socchiuso uscio silenzi che parlano sfioriscono e languono, ricordi che vivono selve immaginarie, anime che capisconosolitarie inquietudini, emozioni che non tornano mute, tormento, ed io sempre e solo qua corpo di brezza sospesa.

Ho bisogno Ho bisogno di parole non dette che scivolano copiose sul mio corpo tremante. Ho bisogno di una mano che asciughi i miei occhi bagnati. Ho bisogno di un abbraccio perch stringa il mio cuore solitario. Ho bisogno di una mano che mi accarezzi piano. Ho bisogno di una voce, di scricchiolii per nascondere il mio lamento in questo angolo di terra. Ho bisogno di addormentarmi nella profondit della mia anima dondolata dal vento, senza pi sospiri.

Stagioni Ci sono attimi diventati briciole di polvere, in un cuore che non pulsa, vuoto, ghiacciato che quasi non ricordano contorni. Si rincorre il tempo che non lascia traccia, sfiora emozioni di lunghi silenzi, senza ricordar stagioni.

Dietro la finestra Dietro la finestra mentre le luci della notte e i sospiri del silenzio passano davanti, urla di dolore la mia anima... ma tu non senti. Allungo la mia mano, non so con chi parlare, mi rivolgo a te. Voglio solo dirti che sei la mia poesia, l'essenza che fluttua nei miei pensieri. Che non sono cos forte, sono fragile e quando il mio cuore sente freddo, vorrei rifugiarmi tra le tue braccia dove trovo calore.

Non solo sepolcro Sono magia d'istanti, nostalgia di tempo senza vissuto. Sono fiume che scorre e...trascina ricordi stracciati dalla memoria. Sono mare d'erba scossa dal vento fra sinfonie di suoni. Sono un capitolo di libro ancora da leggere. Sono un battito d'amore nel mio cuore stanco di aspettare.

Rifuggo ricordi Vago oltre i confini del tempo, travolta oltre la magia della passione, dove si esalta il furore dei nostri corpi. Scuoto mestamente la testa e rifuggo quei ricordi appannati che furono sollievo del mio animo smarrito.

Ho bisogno Ho bisogno di parole non dette che scivolano copiose sul mio corpo tremante. Ho bisogno di una mano che asciughi i miei occhi bagnati. Ho bisogno di un abbraccio perch stringa il mio cuore solitario. Ho bisogno di una mano che mi accarezzi piano. Ho bisogno di una voce, di scricchiolii per nascondere il mio lamento in questo angolo di terra. Ho bisogno

Un dolorino al cuore mi rispondeva: No non ancora ricontrolla pi tardi. E cos trascorrevo le mie giornate, fermandomi di tanto in tanto, come per cogliermi di sorpresa. E penso ... Ok! e se me lo chiedesse adesso? Mi sento felice ora? Naturalmente la risposta era sempre No. Ed ora eccomi qui, sola, in attesa che la felicit annunci il suo arrivo nella mia vita. Solo adesso comprendo che se continuo a vivere nell'attesa aspetterei per sempre. La felicit, non devo aspettare che entri in me dall'esterno, devo semplicemente crearla io. Dall'interno. E solo allora sar in grado di rispondere: Si...sono felice.

Ricordi Mi sfoglio lentamente fino ad arrivare in fondo all'anima, dove volano le emozioni, i sentimenti, i ricordi, le sofferenze e gli amori. Tutto riprende vita... tutto si anima, ed io mi perdo in una danza di ricordi passati e vissuti.

Oltre E' luce e ombra questa mia vita che non si acquieta e tace il vuoto. Bisogno di te

Illusioni Occhi Spenti, echi lontani, respiri di tempo... Traboccanti regni di Tristezza versano illusioni frantumate e... disperse che Affondano in un vuoto infinito Senza ritorno.

Domani Domani... domani... non ci saranno altri domani, Solo un oggi semaforo spento nel cammino del mio percorso.

Nevica Nevica sempre dentro me... mi lascio trasportare verso il cielo incontro al calore dove potermi abbandonare tra le sue braccia in silenzio, senza rumore... senza parlare... di addormentarmi nella profondit della mia anima dondolata dal vento senza pi sospiri.

Nel tempo Sola, nella notte, tra stille di vento altero silenzi rumorosi che colorano la mia mente. Spiragli di tempo sognati e non vissuti, sfuggiti e non ritornati, chiusi in una scatola di note lasciati a... non ricordare giorni passati.

Trasparenza Mi specchio nel chiarore della trasparenza, osservo i miei occhi tremolanti, sconosciuti e... il mio sguardo smarrisce in lontani vissuti. Oltre confini senza tempo nei lunghi giorni bui della mia esistenza...

In ogni mia cosa osservo la stanchezza di ore vissute

Notte La notte, quando sbiadisco dentro il cuore, amo vestirmi dello splendore della luna, dove fili di luce accarezzano la mia anima fremente di sospiri sussurrati.

Vorrei vestirmi delle tue dolci parole e indossarle con amore.

Tempo, Parole, Pensieri, Silenzio, Sogni Dove non si rincorre il Tempo. Dove non si rincorrono Parole. Dove non si rincorrono Pensieri. Ascolto il Silenzio di voci che, da lontano, arrivano , sussurrate di voci amate, mai dimenticate. Vesto la mia nudit di soli Sogni e... volo, frugando nelle tasche della mia vita.

Quando mi stringi cos... ti prendi una parte della mia vita.

Tanka Ogni passo che ho fatto da quando ho imparato a camminare, era solo un passo verso me!

Ascolto Entro nei cunicoli pi intimi della mia anima, dove difficile orientarmi. Passaggi che non lasciano intravedere sbocchi. Mi soffermo e ascolto Il tempo scorre. Nel buio, dove tutto silenzio mi ritrovo sola, parlo con me stessa, a chiedermi dove ho sbagliato... ho creduto semplicemente all'amore di un sogno spento

Occhi chiusi Occhi chiusi mentre il mio sguardo sul tuo dolce viso si posa, ho paura di guardarti negli occhi e.... non leggere il mio nome.

Addio Sussurra, lento addio, un bacio che nella notte si perde in uno spento lampione, dove anche l'anima lontana e... nel silenzio non ha pi rumore.

FINE