Sei sulla pagina 1di 4

Es.

1) Un gas perfetto biatomico esegue un ciclo ABCD costituito da due isobare (AB e CD con VB > VA) e due isocore (BC e DA). Lo stato A caratterizzato da una pressione PA = 4 atm e un volume VA=1 litro e la variazione di pressione P = PA PD =2 atm. Si disegni il ciclo su un piano PV. Quanto deve essere la variazione di volume V = VB V A affinch il rendimento del ciclo sia = 0.14 ?

Es. 1

nC P (VB V A ) PA C P = PA V nR R nC ( P PD )V A CV Qassorbito (isocora ) = nCv(T A TD ) = V A = V A P nR R L PV PV = = = CP C Qassorbito Qassorbito PA V + V V A P R R C C P PA V + V V A P = PV R R C 5 0.14 1 2 V V A P R 2 V = = = 17.5l CP 7 P PA 2 0.14 4 2 R Qassorbito (isobara ) = nC P (TB TA ) =

PA

PD

V VA VB

Es. 2 Un gas perfetto biatomico e inizialmente nello stato 1 : T1= 283 K, P1=10 atm e V1=10 lit. Il gas viene compresso reversibilmente a T costante fino al volume V2=2 lit. (stato 2). Il gas viene infine fatto espandere reversibilmente ed adiabaticamente fino al volume V3=20 lit. (stato 3). a) Disegnare le due trasformazioni nel piano P-V e determinare le P e T negli stati 2 e 3. b) Calcolare Q, L e U nella trasformazione 1 2 e nella trasformazione 2 3. c) Si consideri anche il caso in cui il gas, partendo dallo stato 2, compia una espansione libera fino al volume V4=V3 =20 l (stato 4). Si calcolino pressione e la temperatura assunte dal gas nello stato 4 e calore scambiato, lavoro e variazioni di energia interna nella trasformazione 2 4. V1=2 lit.
P 2 1

Es. 2) Numero di moli PV=nRT => n = PV/RT = 4.31 moli Gas biatomico cV=5/2 R; cP=7/2 R; = cP / cV = 7/5

4
3

a) Stat. 2 V2=2 l; T2=T1=283 K ; P2 = nRT2/V2=50.0 atm Stat. 3 V3 = 20 l; P3=P2 (V2/V3) = 2.00 atm; T3= P3V3/nR= 112.5 K b) 1 2 (isoterma) 2 3 (adiabatica)

V1=10 lit.

V3=20 lit.

L1= nRT1 ln(V2/V1) = - 1.63 104 J; U=0 Q1=L1 Q2=0 ; U=ncv(T3-T2) = - 1.53 104 J L= - U = + 1.53 104 J

c) Stato 4 V4 = 20 l; T4= T2 =T1=283 K; P4=nRT2/V4= 5.00 atm 2 4 (espansione libera) L=0; Q=0 U=0

3) Un contenitore a pareti adiabatiche diviso in due comparti (1 e 2) da un setto fisso isolante di spessore trascurabile. Il comparto 2 di volume V2=25 lit e vuoto, mentre il comparto 1, chiuso da un pistone mobile adiabatico, contiene una mole di gas perfetto monoatomico. Inizialmente (stato A), il gas in 1 occupa il volume VA=87 lit, alla pressione PA= 0.25 atm. Agendo sul pistone, il gas viene compresso fino a portarlo alla pressione PB=2.0 atm, con volume VB=25 l (stato B). A questa pressione il setto si rompe e quindi il gas subisce unespansione istantanea e va ad occupare tutto il volume disponibile (stato C). Infine il gas viene ulteriormente compresso fino allo stato D, in cui il gas occupa il volume VD = 40 l, alla pressione PD = 1.45 atm. a) determinare gli stati termodinamici A, B,C,D. b) disegnare le trasformazioni nel piano P,V c) determinare il calore scambiato, la variazione di 2 1 energia interna ed il lavoro per andare da A a D

Es. 3) stato A => VA = 87.0 l; PA = 0.250 atm; TA = PAVA /nR = 265K . stato B => PB = PR = 2.00atm; VB = 25.0l ; TB=PBVB /nR = 610K Dopo la rottura, il gas subisce una espansione libera fino allo stato di equilibrio C: stato C => TC = TB = 610 K; VC =VB + V2 = 50.0 l; PC = nRTC /VC =1.0 atm. stato D VD = 40.0 l; PD = 1.45atm; TD =PDVD /nR = 707 K . Tutte le trasformazioni sono adiabatiche, quindi Q = 0, U = ncV (TD TA)= 5.51 KJ L = - U = 5.51 KJ . (Tutto il lavoro viene fatto sul gas) -------------------------------------------------------------------------------

P B D

C A V

Es. 4) Un volume VA = 20 10-3 m3 occupato da n = 0.860 moli di un gas ideale biatomico alla temperatura TA = 280 K. Con una trasformazione isoterma reversibile il gas viene portato dallo stato A allo stato B con VB= 2 10-3 m3. Da B si passa, con una trasformazione isobara reversibile, a uno stato C tale che, con una successiva trasformazione adiabatica reversibile, sia possibile ritornare allo stato iniziale A. a) Si disegni il ciclo su un piano PV indicando il verso di percorrenza; b) si calcoli la temperatura TC del gas nello stato C; c) si calcoli il rendimento del ciclo.

P
Disegno

b) Dai dati del problema si ha: PA = nRTA/VA =0.99 atm PB = nRTA/VB = 9.88 atm In C si ha PC = PB, e dalla legge delle trasformazioni adiabatiche si trova VC =(PA/PC)1/ VA = 3.86 l con = 7/5 (gas biatomico) quindi TC = PCVC/nR = 540 K c) Il rendimento e dato da:

= |L|/|Qass| = 1 |Qced|/|Qass|

(dove Qass= cal. assorbito, |Qced| calore ceduto.)

Qass e dovuto alla trasformazione isobara BC e Qced e douto alla isoterma AB, nella adiabatica CA non si scambia calore. Qass = QBC = nCP(TC TB) = 7/2R(TC TB) = 64.25 l atm Qced = nRTA ln (VB/VA) = - 45.52 l atm Quindi;

= 1 |QAB|/|QBC| = 1 |nRTA ln(VB/VA)|/ nCP(TC TA) = 1-0.71 = 0.29