Sei sulla pagina 1di 2

DINAMICA, CONTROLLO DI STRUTTURE ` E FONDAMENTI DI AEROELASTICITA

Tema desame 26 - 06 - 2012 Esercizio 1. Sia data unala diritta, incastrata a un estremo, di cui sono note le caratteristiche elastiche, EJ (x) e GJ (x), e inerziali, M2 (x) rispetto allasse dei baricentri distante d(x) dallasse elastico, da ritenersi assegnato e approssimativamente rettilineo. Se ne scrivano le equazioni del utter utilizzando la teoria delle strisce instazionaria, assumendo nota H2am (k, M ) al 25 per cento della corda, considerando essione, torsione e deessione dellalettone. Utilizzando poi unapprossimazione quasi-stazionaria al secondordine, per lHam risultante si scriva il problema agli stati. Assumendo poi un servoattuatore in posizione per lalettone, del tipo: =
2 0 2 c s2 + 20 s + 0

e scegliendo un opportuno insieme di sensori, si illustri la progettazione di un controllore attivo ottimo atto a migliorare le caratteristiche di smorzamento dei modi aeroelastici, senza causare una soverchia interazione con il moto del velivolo, anche se non presente nel modello sviluppato. V

EJ , GJ , m, I c d y

11 00 00 11 00 11 00 11 00 11 00 11 00 11 00 11

Esercizio 2. Una barra uniforme ` e incastrata a un estremo e libera di torcersi allaltro. La rigidezza torsionale ` e GJ , mentre linerzia polare ` e Ip . Allestremo libero, la barra ` e collegata ad un corpo rigido mediante una molla torsionale KT . Il corpo rigido ha inerzia di rotazione J attorno allasse rappresentato dal prolungamento dellasse della barra. Allaltro lato, il corpo rigido ` e collegato a terra da due funi di lunghezza L e massa trascurabile, precaricate con una tensione N . Si scriva la condizione per la determinazione analitica dei modi propri di vibrare del sistema. KT

1 0 0 1 0 1 0 1

GJ , Ip b

000 111 111 000

111111 000000 000000 111111 000000 111111 111 000 000000 111111 000000 111111 111 000 000000 111111 000000 111111 000000 111111 J

11 00 00 11 00 11 11 00 00 11

N L

N.B.: si denisca e si commenti opportunamente qualsivoglia dato ritenuto mancante.

DINAMICA E CONTROLLO DI STRUTTURE AEROSPAZIALI


Tema desame 26 - 06 - 2012 Esercizio 1. Sia data la trave diritta, incastrata a un estremo, di cui sono note le caratteristiche elastiche, EJ (x) e GJ (x), e inerziali, m(x) e I (x) rispetto allasse dei baricentri distante d(x) dallasse della trave, da ritenersi assegnato e rettilineo. La trave sia dotata di due bilance, senza massa, che portano attuatori a massa di reazione, allestremo e in mezzeria, in cui il movimento delle masse di reazione, mr , sia controllato in posizione tramite attuatori con cedevolezza aventi la seguente funzione di trasferimento: r =
2 0 Fr c + 2 2 kr s + 20 s + 0

Scegliendo un opportuno insieme di sensori, si illustri la progettazione di un controllore attivo, sub-ottimale a controreazione diretta, atto ad attenuare il movimento dellestremo libero della trave, dovuto a possibili disturbi, da ritenersi bianchi, addizionati alle forze Fr .

1111111 0000000 0000000 1111111 0000000 1111111 d 0000000 1111111 0000000 1111111 0000000 1111111 0000000 1111111 0000000 1111111

EJ , GJ , m, I

kr r Fr mr

Esercizio 2. Una barra uniforme ` e incastrata a un estremo e libera di torcersi allaltro. La rigidezza torsionale ` e GJ , mentre linerzia polare ` e Ip . Allestremo libero, la barra ` e collegata ad un corpo rigido mediante una molla torsionale KT . Il corpo rigido ha inerzia di rotazione J attorno allasse rappresentato dal prolungamento dellasse della barra. Allaltro lato, il corpo rigido ` e collegato a terra da due funi di lunghezza L e massa trascurabile, precaricate con una tensione N . Si scriva la condizione per la determinazione analitica dei modi propri di vibrare del sistema. KT

1 0 0 1 0 1 0 1

GJ , Ip b

000 111 111 000

111111 000000 000000 111111 000000 111111 111 000 000000 111111 000000 111111 111 000 000000 111111 000000 111111 000000 111111 J

11 00 00 11 00 11 11 00 00 11

N L

N.B.: si denisca e si commenti opportunamente qualsivoglia dato ritenuto mancante.