Sei sulla pagina 1di 84

riservati al

SCUOLE

CORSI MEDICO
EDIZIONE

Moduli tematici e corsi monotematici teorico-pratici


Formiamo Medici che sanno affrontare il mondo che cambia come unopportunit di sviluppo e crescita professionale

SESSIONI LIVE di PRATICA DIDATTICA dal Poliambulatorio

2012

Presentazione
Presentazione
Dopo lUniversita ce il C.P.M.A.
Pi di 30 anni fa, da una felice intuizione del Professor Antonio Monti, nasceva a Bologna il Centro Postuniversitario Medicina Ambulatoriale (C.P.M.A.), uno dei primi in assoluto, che si progressivamente affermato per lattenta didattica dei suoi esperti docenti. In un mondo in cui troppo spesso tengono banco le chiacchiere, noi preferiamo che a parlare siano i fatti. E i fatti sono sotto gli occhi di tutti. Da pi di trentanni, la nostra Scuola aiuta medici e chirurghi ad affinare le proprie conoscenze e le proprie qualit in termini di tecniche ambulatoriali. Lo fa attraverso un metodo didattico collaudatissimo, capace di offrire ai partecipanti informazione e formazione scientifiche aggiornate che consentono ai partecipanti di passare con immediatezza dalla teoria alla pratica. Ovvero: una volta frequentato il corso, il medico dal giorno dopo pu mettere in pratica nel proprio ambulatorio le tecniche apprese e offrire quindi ai propri utenti i nuovi trattamenti, mantenendosi al passo coi tempi e con le richieste di una clientela sempre pi esigente e aggiornata in fatto di Medicina e Chirurgia Estetica. E il C.P.M.A. non si limita a far conoscere ai medici le nuove tecniche: li tiene costantemente informati organizzando tempestivamente corsi daggiornamento che servono a illustrare (e dimostrare) le evoluzioni delle tecniche stesse. Trentanni desperienza, una didattica chiara che ha permesso a migliaia di medici di mantenersi aggiornati, docenti selezionati, strumenti dinsegnamento e di comunicazione moderni. Il nostro non uno slogan: Dopo lUniversit, c il C.P.M.A.. la cronaca di un successo che ha per protagonisti e testimoni i medici di tutta Italia.

Filosofia
Filosofia
C.P.M.A. - La Scuola di Medicina e Chirurgia Estetica
La Scuola di Medicina e Chirurgia Estetica strutturata in moduli didattici tematici, a loro volta composti da corsi monotematici teorico-pratici, di immediato apprendimento. Il partecipante potr decidere di frequentare lintero modulo tematico oppure il singolo corso monotematico. Ovviamente la partecipazione allintero modulo consentir di ottenere unadeguata e completa preparazione rispetto allargomento generale del modulo stesso, mentre la partecipazione al singolo corso monotematico dar una completa preparazione sullargomento del corso. Struttura Didattica: La frequenza a quattro moduli didattici, a scelta del discente, d diritto al conseguimento del diploma quadriennale di frequenza alla Scuola di Medicina e Chirurgia Estetica. La Scuola di Medicina e Chirurgia Estetica si compone dei seguenti moduli tematici: Modulo VISO base Modulo VISO avanzato Modulo CORPO base Modulo CORPO avanzato Modulo FLEBOLOGIA Modulo LASER Al termine di ogni modulo, previa discussione di una tesi compilata dal discente, prevista la consegna del diploma di frequenza del modulo. Ogni modulo didattico composto da corsi monotematici teorico-pratici di immediato apprendimento. Al termine di ogni corso viene rilasciato il relativo attestato di partecipazione. possibile iscriversi al singolo corso monotematico o al modulo tematico completo.
La SCUOLA si compone di 4 MODULI a scelta

MODULO

CORSO

CORSO

CORSO

MODULO

SCUOLA

MODULO

CORSO

MODULO

CORSO

MODULO

Ogni MODULO composto da CORSI MONOTEMATICI TEORICO-PRATICI

CORSO

CORSO

CORSO

La Scuola di Bologna

Indice
Indice
Filosofia
Check-up cutaneo Inestetismi del volto: filler - corso base Impiego della tossina botulinica Indicazioni medico-chirurgiche del viso e del collo Timedchirurgia Peelings chimici Carbossiterapia in Medicina Estetica LAvvocato nellambulatorio di Medicina Estetica

3
8 9 10 11 12 13 14 15

Modulo VISO base 7

Modulo VISO avanzato 17


Inestetismi del volto: filler - corso avanzato Peelings chimici - corso II livello pratico Biostimolazione: strategia nel trattamento degli inestetismi del viso Impiego della tossina botulinica: Il terzo inferiore del volto - corso avanzato Global face: tecniche combinate di rimodellamento tridimensionale del volto Tecniche laser percorso base propedeutico Filler - tecnice avanzate dimpianto con microcannule 18 19 20 21 22 23 24

Modulo CORPO base 27


Semeiotica clinica-strumentale e analisi della composizione corporea 28 Intradermoterapia distrettuale (mesoterapia) e microterapia 30 Insufficienza venosa (propedeutico a scleroterapia) 31 Body Reshaping 32 Intralipoterapia - Liporiduzione non chirurgica tramite iniezioni di fosfatidilcolina 33 Intergratori alimentari, alimenti funzionali, endofarmaci 34 Scienza dellalimentazione 35 LAvvocato nellambulatorio di Medicina Estetica 37 40 41 42 44 45 50 51 53 55 58 58 58 61

Modulo CORPO avanzato 39


Rimodellamento corporeo con liposcutura e lipofilling Timedchirurgia Scleroterapia delle varici, esame E.C.D. e schiuma sclerosante Tecniche di chirurgia cutanea ambulatoriale Dietoterapia dellobesit Insufficienza venosa (propedeutico a scleroterapia) Scleroterapia delle varici, esame E.C.D. e schiuma sclerosante E.C.D. di prima formazione Scleroterapia ecoguidata Perfezionamento E.C.D. arterioso arti inferiori Perfezionamento E.C.D. venoso arti inferiori Perfezionamento E.C.D. tronchi sovraortici La schiuma sclerosante

Modulo ANGIOLOGIA e FLEBOLOGIA 49

Perfezionamenti ANGIOLOGIA e FLEBOLOGIA 57

La Scuola di Bologna

Indice
Indice

Modulo TECNICHE LASER in Medicina e Chirurgia Estetica 63


Tecniche laser percorso base propedeutico Trattamento laser delle lesioni pigmentate e tatuaggi Trattamento laser di fotoepilazione Trattamento laser in sinergia nella terapia dellaging cutaneo di viso e corpo Trattamento laser delle lesioni vascolari a manifestazione cutanea Mesoterapia antalgica integrata Terapia manuale, vertebrale e articolare Agopuntura di sintesi funzionale 64 65 67 68 69 74 75 77

Dipartimento di TERAPIA ANTALGICA INTEGRATA 73

Scheda iscrizione Regolamento Informazioni generali Come arrivare

78 80 83 83

I corsi sono sviluppati grazie al supporto scientifico della SIES - Societ Italiana di Medicina e Chirurgia Estetica e dellAFI - Associazione Flebologica Italiana e la parte pratica verr svolta in collegamento AUDIO/VIDEO con il Poliambulatorio MULTIMED

CPMA, MULTIMED, SIES e AFI, una squadra vincente nella formazione e laggiornamento per il Medico

NOV IT 2012

Date e norme discrizione:

Le modalit di partecipazione, le date di svolgimento dei corsi e la scheda discrizione sono contenute nelle pagine seguenti e non in una scheda separata. La Scuola di Bologna
5

La Scuola di Bologna

Modulo VISO base


Il modulo prevede linsegnamento di metodiche e tecniche allavanguardia che permettono al professionista di trattare i principali inestetismi del volto con le armi pi idonee; vengono prese in esame le tecniche elettive e complementari, le sinergie di trattamento, le applicazioni dermocosmetiche, alcune nozioni di chirurgia soft e la Medicina Legale.

Corsi monotematici che compongono il modulo


CheckUp cutaneo Inestetismi del volto: filler - corso base Impiego della tossina botulinica Indicazioni medico-chirurgiche del viso e del collo Peelings chimici

pag.
8 10 11 13 14 15 9

Timedchirurgia 12 Carbossiterapia in Medicina Estetica

LAvvocato nellambulatorio di Medicina Estetica

CORSI MONOTEMATICI CHE COMPONGONO IL MODULO

DATA DEL CORSO

FINO 20 GIORNI PRIMA ISCRIZIONI SUCCESSIVE

QUOTA DISCRIZIONE

ECM
TIMEDCHIRURGIA LAVVOCATO NELLAMBULATORIO DI MEDICINA ESTETICA MEDICINA LEGALE ED ESAMI CHECK-UP CUTANEO CARBOSSITERAPIA IN MEDICINA ESTETICA INESTETISMI DEL VOLTO: FILLER CORSO BASE IMPIEGO DELLA TOSSINA BOTULINICA CORSO BASE INDICAZIONI MEDICO-CHIRURGICHE DEL VISO E DEL COLLO PEELINGS CHIMICI 17/11/12 180,00 15/12/12 200,00

195,00 215,00

9,5 4 8 8 8,5 8 8 12

RISERVATO AI SOLI ISCRIT15/12/12 CORSO TI AL MODULO TEMATICO


15/3/13 290,00 16/3/13 320,00 5/4/13 340,00 6/4/13 340,00 settembre 2013 240,00 ottobre 2013 340,00

320,00 350,00 370,00 370,00 260,00 370,00 2.450,00

COSTO COMPLESSIVO DEI CORSI CHE COMPONGONO IL MODULO

ISCRIZIONE AL MODULO VISO BASE


SESSIONI LIVE di PRATICA DIDATTICA dal Poliambulatorio

2.450,00

1.800,00

La Scuola di Bologna

CHECKUP CUTANEO
OBIETTIVO DEL CORSO

Corso teorico pratico

E ANALISI CUTANEA NON INVASIVA


Fornire unadeguata preparazione teorico-pratica sulla valutazione della cute e dei suoi inestetismi, in particolare la diagnosi delle principali discromie in quanto a natura e profondit del pigmento (Luce di Wood e Dermatoscopia) e la valutazione dei principali parametri di funzionalit cutanea (idratazione,secrezione sebacea, ph). Il corso fornisce inoltre alcuni elementi base di Dermocosmetologia, nellottica del trattamento topico dellaging cutaneo.

PROGRAMMA DIDATTICO
09,00 - 13,00 Significato e utilizzo della diagnostica cutanea non invasiva Diagnosi differenziale della principali lesioni pigmentate della cute Valutazione dellaging cutaneo Luce di Wood applicazioni nella Medicina Estetica e Dermatologia Parte pratica del docente con i corsisti Richiami di fisiologia cutanea Principali parametri di funzionalit cutanea e loro valutazione Idratazione: funzioni dellacqua nello strato corneo, principali fattori di Secrezione sebacea: composizione del sebo e del film idrolipidico, Ph della cute: significato e funzione dellacidit cutanea e dei sistemi tampone Corneometro, sebometro, Phmetro: presentazione dello strumento 13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00 Approccio al paziente Check-up della pelle: valutazione anamnestica e clinica della cute, misurazione dei
(discromie, photoaging, peelings, ecc.)

idratazione cutanea

funzione delle ghiandole sebacee e loro secrezione

parametri di funzionalit cutanea, prescrizione dermocosmetologica Sessione pratica sul paziente Dermatoscopia in epiluminescenza: tecnica, criteri diagnostici, applicazioni cliniche
18,00 Test di valutazione finale ECM

DOCENTE

Dr. Ennio Guaitolini Specialista in Dermatologia e Venereologia

DURATA

1 stage di 8 ore

ECM: 8 crediti
8

La Scuola di Bologna

INESTETISMI DEL VOLTO


FILLER - CORSO BASE
OBIETTIVO DEL CORSO

Corso teorico pratico

Introdurre alla conoscenza dei concetti e delle applicazioni di base del trattamento con filler delle rughe e dei solchi del volto. Particolare attenzione viene rivolta allo studio e alla conoscenza dellanatomia della cute, ai diversi tipi di filler, riassorbibili e non, presenti sul mercato, alle metodiche dimpianto e alla gestione di eventuali complicanze. Il corsista, grazie ai supporti video e alla sessione pratica dei docenti su pazienti, al termine del corso sar in grado di eseguire il trattamento base.

PROGRAMMA DIDATTICO
09,00 - 13,00 Cenni di anatomia e fisiologia cutanea: invecchiamento e fisiopatologia Modalit di anamenesi e visita Panorama dei prodotti iniettabili: caratteristiche, aspetti immunologici,

gestione pianto: tecnica lineare a rilascio, tecnica a ventaglio, tecnica a tratteggio Linee, rughe e solchi: valutazione clinica del solco, della tecnica utilizzabile e del filler iniettabile Precauzioni e controindicazioni post impianto Biostimolazione cutanea Discussione degli argomenti trattati
13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00 Sessione pratica del docente su pazienti con proiezioni video: Preparazione allimpianto e tecniche generali dimpianto Tecniche di impianto di filler riassorbibili 18,00 Test di valutazione finale ECM

DOCENTI

Dr.ssa Paola Rosalba Russo Specialista in Chirurgia Generale Dr. Salvatore Piero Fundar Specialista in Chirurgia Generale

DURATA

1 stage di 8 ore

ECM: 8,5 crediti


La Scuola di Bologna
9

IMPIEGO DELLA TOSSINA BOTULINICA


NEL RINGIOVANIMENTO DEL VOLTO E NEL TRATTAMENTO DELLIPERIDROSI
OBIETTIVO DEL CORSO

Corso teorico pratico

Introdurre alla conoscenza dei concetti e delle applicazioni di base del trattamento delle rughe mimiche del terzo superiore del volto. Particolare attenzione viene rivolta allo studio e alla conoscenza dellanatomia dei muscoli mimici interessati, al meccanismo di azione della tossina botulinica, alle metodiche dinoculo e alla gestione di eventuali complicanze. Inoltre saranno espressi i concetti di base inerenti il trattamento delliperidrosi. Il corsista, grazie ai supporti video e alla sessione pratica dei docenti su pazienti, al termine del corso sar in grado di eseguire il trattamento base.

PROGRAMMA DIDATTICO
09,00 - 13,00 Anatomia e fisiologia dei muscoli facciali Metodiche dimpianto Precauzioni post impianto Aspetti pratici della gestione del prodotto Indicazioni e controindicazioni Trattamento delliperidrosi Domande e risposte - (discussione) 13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00 Legislazione e normative Sessione pratica del docente su pazienti con proiezioni video 18,00 Test di valutazione finale ECM

DOCENTI

Dr.ssa Paola Rosalba Russo Specialista in Chirurgia Generale Dr. Salvatore Piero Fundar Specialista in Chirurgia Generale

DURATA

1 stage di 8 ore

ECM: 8 crediti
10

La Scuola di Bologna

INDICAZIONI MEDICO-CHIRURGICHE
DEL VISO E DEL COLLO
OBIETTIVO DEL CORSO

Corso teorico pratico

Analizzare le principali tecniche chirurgiche utilizzate nel ringiovanimento del volto. Valutando le trasformazioni anatomiche conseguenti allinvecchiamento si individuano le tecniche chirurgiche pi idonee alla loro correzione, specificando le indicazioni, i risultati e le complicanze. Al termine del corso i discenti saranno in grado di poter indicare le tecniche chirurgiche pi idonee per correggere i principali inestetismi, i limiti e le complicanze.

PROGRAMMA DIDATTICO
09,00 - 13,00 Anatomia chirurgica viso e collo Tecniche anestesiologiche nella chirurgia del volto Invecchiamento del volto e correzione con tecniche chirurgiche 13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00 Complicanze e loro gestione La blefaroplastica Il quick lifting in anestesia locale, viso e collo Otoplastica: tecnica mista 18,00 Test di valutazione finale ECM

DOCENTI

Dr. Salvatore Piero Fundar Specialista in Chirurgia Generale Dr.ssa Paola Rosalba Russo Specialista in Chirurgia Generale

DURATA

1 stage di 8 ore

ECM: 8 crediti
La Scuola di Bologna
11

TIMEDCHIRURGIA
OBIETTIVO DEL CORSO

Corso teorico pratico

La Timedchirurgia un sistema operativo estremamente efficace, versatile ed economico ideato dal chirurgo plastico Sergio Capurro. La Timedchirurgia in grado di risolvere facilmente un elevato numero di problemi estetici e dermatologici. Le applicazioni standardizzate consentono di ottenere risultati sempre conformi alle aspettative. Le applicazioni (pi di 52 tecniche) variano dalla vaporizzazione degli angiomi rubino e delle piccole imperfezioni cutanee, alleliminazione delle rughe delle labbra e delle zampe di gallina, dallelettroporo-cosmesi che compatta e rende liscia la cute del volto e del corpo al trattamento dellepidermolisi bollosa (Nature medicine 2006), dalla depilazione definitiva alla ripigmentazione della vitiligine, dalle microescissioni delle neoformazioni cutanee alleliminazione delle macchie dermoepidermiche, dal resurfacing delle aree cicatriziali allo scollamento delle cheratosi, dal trattamento della couperose alleliminazione dei tatuaggi, dalla blefaroplastica trans congiuntivale alleliminazione dei grani di milio, ecc. Le innovative tecniche complementari citate nel corso teorico e pratico aprono nuovi orizzonti anche per il trattamento delle patologie vascolari del volto e degli arti inferiori.

PROGRAMMA DIDATTICO
09,00 - 13,00 Introduzione alle metodiche timedchirurgiche Taglio, trattamento della couperose e biscleroterapia regionale tridimensionale,

trattamento dello spider naevus, del lago venoso, delle verruche piane, degli xantelasmi, dei siringomi palpebrali, del naso rosso Depilazione permanente rapida del viso Trattamento delle iperpigmentazioni cutanee con il peeling misto e la coagulazione Superficiale ripigmentazione della vitiligine stabilizzata Eliminazione delle rughe del labbro
13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00 Resurfacing per il trattamento delle cicatrici ipertrofiche e da acne Trattamento delle neoformazioni Taglio temporizzato e pulsato nella chirurgia delle palpebre e nella

blefaroplastica superiore e trancongiuntivale Trattamento del rinofima e coagulazione bipolare dei turbinati nasali Trattamento dei nevi teleangectasici Approccio chirurgico alle lesioni pigmentate DOCENTE Sessione pratica Dr. Sergio Capurro Specialista in Chirurgia 18,00 Plastica Test di valutazione finale ECM

DURATA

1 stage di 8 ore

ECM: 9,5 crediti


12

La Scuola di Bologna

PEELINGS CHIMICI
OBIETTIVO DEL CORSO

Corso teorico pratico

DI SUPERFICIE, MEDI E PROFONDI


Dare una corretta conoscenza dello stato dellarte nel campo dei peelings chimici, con una completa ma non noiosa illustrazione degli agenti a nostra disposizione, con le indicazioni terapeutiche, le modalit di utilizzo e i possibili eventi avversi. Non abbiamo dimenticato la parte pratica che, in questo corso base, riteniamo debba essere svolto sulle modelle dai docenti per permettere ai colleghi di osservare i momenti dellesecuzione di un peeling chimico, tutti parimenti importanti per un risultato terapeutico ottimale. La mission del corso fare in modo che il discente sia in grado di iniziare immediatamente a praticare i peelings chimici nel suo ambulatorio.

PROGRAMMA DIDATTICO
Prima Giornata 09,00 - 13,00 Anatomia e fisiologia della cute Peeling in monosostanza: resorcina, acido retinoico, acido glicolico, acido

mandelico, acido piruvico, acido salicilico, acido azelaico, acido tricloroacetico acido ferulico (storia e attualit, con descrizione di tutte le attuali formulazioni in commercio) Peelings combinati: soluzione di jessner, high potency peel, alfa beta peel, cromopeel (storia e attualit)
13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00 Peelings nanotecnologici Peelings in maschera: maschera gel alla tretinoina, azelaic lightening peel,

azelaic eyes peel, yellow peel, spot out, amelan, white peel Peelings profondi: il peeling al fenolo (storia e attualit) e tca ad elevata concentrazione sono ancora giustificati? Sessione pratica del docente su pazienti
Seconda Giornata 08,30 - 12,30 Patologie dermatologiche sensibili: seborrea,

acne attiva e cicatriziale, melasma e ipercromie, fotoinvecchiamento, striae cutis distensae, altre possibili applicazioni Modalit applicative Effetti collaterali Il domani dei peelings
12,30 Test di valutazione finale ECM

DOCENTE

Dr. Giuseppe Maria Izzo Specialista in Dermatologia e Venereologia Dr.ssa Paola Tarantino Medico Chirurgo

DURATA

1 stage di 12 ore

ECM: 12 crediti
La Scuola di Bologna
13

CARBOSSITERAPIA
IN MEDICINA ESTETICA
OBIETTIVO DEL CORSO

Corso teorico pratico

Fornire le nozioni indispensabili di anatomia fisiologia e tecniche iniettive al discente. Fornire le basi teoriche e pratiche nel proporre questa metodica sia singolarmente sia in affiancamento ad altre tecniche antiaging.

PROGRAMMA DIDATTICO
Prima Giornata 09,00 - 13,00 Generalit (cenni storici e evoluzione negli anni) Cenni di anatomia del sistema vascolare Farmacocinetica 13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00 Introduzione alla metodica: Antiaging del volto, collo, decollt Trattamento della PEFS Sessione pratica del Docente su pazienti con proiezioni video 18,00 Test di valutazione finale ECM

DOCENTE

Dr. Matteo Basso Specialista in Dermatologia e Venereologia Dr.ssa Emanuela Di Lella Specialista in Dermatologia e Venereologia

DURATA

1 stage di 8 ore

ECM: 8 crediti
14

La Scuola di Bologna

LAVVOCATO NELLAMBULATORIO
DI MEDICINA ESTETICA
OBIETTIVO DEL CORSO

Corso teorico pratico

Permettere ai partecipanti di comprendere le normative che regolano la pubblicit sanitaria, lutilizzo di internet, il consenso informato e gli aspetti legati alla copertura assicurativa delloperato del medico.

PROGRAMMA DIDATTICO
09,00 - 13,00 Aspetti Organizzativi dello Studio di Medicina Estetica  Differenze strutturali tra studio medico e ambulatorio medico

chirurgico,requisiti minimi e autorizzazioni regionali. T  rattamenti effettuabili presso lo studio medico e trattamenti effettuabili presso le strutture pi complesse come lambulatorio medico chirurgico, normativa nazionale e regionale.  Come attrezzare lo studio, analisi degli strumenti contrattuali: lacquisto, la locazione e il leasing delle apparecchiature elettromedicali.
Rapporti con i colleghi Laccordo contrattuale di collaborazione tra professionisti Le obbligazioni reciproche Gli aspetti assicurativi La polizza assicurativa per la responsabilit civile del professionista Le clausole della polizza assicurativa, la c.d. Claims Made e Losses Occurring  Adempimenti in caso di sinistro: la denuncia e la documentazione

da predisporre

La Pubblicit Sanitaria La pubblicit Sanitaria Normativa antecedente allanno 2006 La legge Bersani, 2006, cosa cambia Il Codice deontologico e la Linea Guida della FNOMCeO Il Trattamento dei Dati Personali Trattamento dei dati personali Il concetto di dato personale, dato sensibile Trattamento, conservazione, eliminazione Discussione degli argomenti trattati

Confronto/dibattito tra pubblico ed esperto/i guidato un conduttore lesperto risponde

DOCENTE

Avv. Federica Lerro Legale SIES

13,00 Test di valutazione finale ECM

DURATA

1 stage di 4 ore

ECM: 4 crediti
La Scuola di Bologna
15

16

La Scuola di Bologna

Modulo VISO avanzato


Ideale completamento del Modulo viso Base, consente al professionista di scegliere le metodologie pi idonee per trattare i principali inestetismi del volto. Anche in questo caso vengono prese in esame le tecniche elettive e complementari, le sinergie di trattamento, le applicazioni dermocosmetiche, alcune nozioni di chirurgia soft e la Medicina Legale..

Corsi monotematici che compongono il modulo


Inestetismi del volto: filler - corso avanzato Peelings chimici - corso 2 livello pratico Biostimolazione: strategia nel trattamento degli inestetismi del viso Impiego della tossina botulinica: il terzo inferiore del volto Analisi differenziata e approccio globale dei trattamenti medico estetici Tecniche laser

pag.
18 19 20 21

del 3 superiore e medio del volto, nei pazienti dai 30 ai 60 anni 22 Filler - tecnice avanzate dimpianto con microcannule 23 24

CORSI MONOTEMATICI CHE COMPONGONO IL MODULO

DATA DEL CORSO

FINO 20 GIORNI PRIMA ISCRIZIONI SUCCESSIVE

QUOTA DISCRIZIONE

ECM
INESTETISMI DEL VOLTO: FILLER CORSO AVANZATO PEELINGS CHIMICI CORSO 2 LIVELLO PRATICO FILLER - TECNICHE AVANZATE DI IMPIANTO CON MICROCANNULE ANALISI DIFFERENZIATA E APPROCCIO GLOBALE DEI TRATTAMENTI MEDICO ESTETICI NEI PAZIENTI DAI 30 AI 60 ANNI MEDICINA LEGALE ED ESAMI TECNICHE LASER PERCORSO BASE PROPEDEUTICO IMPIEGO DELLA TOSSINA BOTULINICA CORSO AVANZATO BIOSTIMOLAZIONE: STRATEGIA NEL TRATTAMENTO DEGLI INESTETISMI DEL VISO
30/11/12 edizione 2013 25/5/13

340,00

370,00 370,00 370,00 370,00

8 11,2 8 8

1/12/12 340,00
2/12/12 edizione 2013 24/5/13

340,00

14/12/12 340,00

RISERVATO AI SOLI ISCRIT15/12/12 CORSO TI AL MODULO TEMATICO


19-20-21/4/13 500,00 26/5/13 340,00 ottobre 2013 340,00

550,00 370,00 370,00 2.770,00

20 8 8

COSTO COMPLESSIVO DEI CORSI CHE COMPONGONO IL MODULO

ISCRIZIONE AL MODULO VISO AVANZATO


SESSIONI LIVE di PRATICA DIDATTICA dal Poliambulatorio

2.770,00

2.032,00

La Scuola di Bologna

17

INESTETISMI DEL VOLTO


FILLER - CORSO AVANZATO
OBIETTIVO DEL CORSO

Corso teorico pratico

Approfondire le molteplici applicazioni dei filler di diverso grado di densit; con riferimento allutilizzo dei filler nel trattamento dellipoplasia labiale, della regione zigomatico-malare e mentale. Saranno esposte le tecniche avanzate nel trattamento del dismorfismo lieve del naso e dellinvecchiamento del dorso delle mani. Il corsista, grazie ai supporti video e alla sessione pratica dei docenti su pazienti, al termine del corso sar in grado di utilizzare unampia gamma di filler.

PROGRAMMA DIDATTICO
09,00 - 13,00 Approfondimento dellanatomia e fisiologia cutanea: invecchiamento cutaneo,

atrofia e ptosi della regione perioculare, accentuazione solco naso-labiale Approfondimento della conoscenza dei filler in commercio: totale riassorbimento, parziale riassorbimento, non riassorbibili valutazione di tutti gli eventi avversi possibili confronto fra i filler in commercio: liniettabile che vorremmo. Esame clinico del paziente: dal colloquio al trattamento Approfondimento della valutazione e del trattamento delle rughe e solchi del terzo superiore del volto: rughe orizzontali della fronte, perioculari e solchi glabellari Approfondimento della valutazione e del trattamento delle rughe e solchi del terzo inferiore del volto: solchi naso-labiali, sottocommisurali, le rughe perilabiali e geniene Analisi delle possibili associazioni con differenti filler Discussione e commenti
13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00 Aumento volumetrico di guance, zigomi e

labbra: prodotti e tecniche da utilizzare Depressione sub-orbitale della regione temporale e mandibolare Rimodellamento del naso Trattamento delle depressioni cutanee corporee Tecniche di impianto di filler riassorbibili Sessione pratica del docente su pazienti con proiezioni video
18,00 Test di valutazione finale ECM

DOCENTI

Dr.ssa Paola Rosalba Russo Specialista in Chirurgia Generale Dr. Salvatore Piero Fundar Specialista in Chirurgia Generale

DURATA

1 stage di 8 ore

ECM: 8 crediti
18

La Scuola di Bologna

PEELINGS CHIMICI
SECONDO LIVELLO PRATICO
OBIETTIVO DEL CORSO

Corso teorico pratico

Abbiamo deciso di dare un seguito al corso peeling base. In precedenza avevamo notato che fra i discenti erano presenti in numero crescente quelli gi addentro alla pratica del peeling chimico, con varia esperienza personale. Consapevoli della presenza di una lacuna didattica, abbiamo istituito un corso avanzato, a numero rigorosamente chiuso, strutturato in due parti. Nella prima, alla presenza di colleghi di chiara fama, vengono illustrati con diapositive e video i principali peelings chimici presenti nel nostro Paese. Nella seconda, ogni medico, sotto la guida di uno dei colleghi sopracitati, pratica su tre modelle altrettanti differenti peelings chimici, mettendo quindi immediatamente in pratica e senza timore quanto appreso in precedenza. Una grande novit, quindi, in linea con lorientamento che da alcuni anni ha assunto la nostra scuola: meno teoria e pi pratica!

PROGRAMMA DIDATTICO
09,00 - 11,00 Incontro con gli esperti Presentazione teorica e in video dei peelings Acido glicolico Acido salicilico Acido piruvico Acido mandelico White peel Acido tricloroacetico Peelings nanotecnologici Acido ferulico 11,00 - 13,00 Esecuzione pratica da parte dei discenti 13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00 Esecuzione pratica da parte dei discenti

con la presenza di medici esperti nella pratica del peeling chimico

con la presenza di medici esperti nella pratica del peeling chimico Tavola rotonda e domande agli esperti
18,00 Test di valutazione finale ECM

DOCENTE

Dr. Giuseppe Maria Izzo Specialista in Dermatologia e Venereologia Dr.ssa Paola Tarantino Medico Chirurgo

DURATA

1 stage di 8 ore

ECM: 11,2 crediti


La Scuola di Bologna
19

LA BIOSTIMOLAZIONE
OBIETTIVO DEL CORSO

Corso teorico pratico

STRATEGIA NEL TRATTAMENTO DEGLI INESTETISMI DEL VISO


Linvecchiamento un divenire inesorabile di eventi biologici, biochimici e molecolari scandito dal codice genetico di ciascun individuo. Per questo motivo non tutti gli individui invecchiano allo stesso modo e la cute non uguale in tutti i soggetti. Allinvecchiamento concorrono inoltre fattori di tipo chimico e fisico che provengono dallambiente e che in misura pi o meno determinante possono svolgere una funzione importante nel definire il tipo e la gravit del danno. Linvecchiamento cutaneo si manifesta principalmente nella perdita di elasticit e turgore e nella formazione di rughe ed dovuto a un rallentato turn-over cellulare, con conseguente diminuzione del tessuto elastico e perdita di quellimpalcatura di sostegno rappresentata dal tessuto connettivo. La biostimolazione un trattamento finalizzato al miglioramento dellaspetto estetico cutaneo attraverso la stimolazione delle strutture deputate al mantenimento del trofismo dellelasticit e del tono cutaneo, contrastando il naturale processo di invecchiamento della cute con lapporto di sostanze idonee. Le sostanze utilizzate devono avere propriet di rigenerazione tissutale e stimolare il fibroblasto nelle sue funzioni. Lorganismo, quindi, grazie alla disponibilit dei costituenti necessari, sar in grado di riattivare i processi metabolici locali e di risparmiare energia per la sintesi del collagene e dellelastina. Acido ialuronico a basso peso molecolare, PDRN, Vitamine, Aminoacidi e Minerali sono tra le sostanze che hanno dimostrato di avere un razionale scientifico favorendo le capacit rigenerative e secretive dei fibroblasti ed esercitando unazione antiradicalica.

PROGRAMMA DIDATTICO
09,00 - 13,00 Fisiopatologia dellinvecchiamento cutaneo Razionale della biostimolazione e della bioristrutturazione Proposta del medico o richiesta dal paziente? Quando proporla: proposta del medico o richiesta dal paziente Come migliorare la compliance del paziente Metodiche di impianto Il post impianto Controindicazioni Materiali: le vitamine, gli aminoacidi, gag e pdrn, peptidi,fitoestratti, acido 13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00 Biostimolazione omotossicologica Biostimolazione e integrazione orale con nutriceutici Biostimolazione e filler Biostimolazione e peeling Biostimolazione e LED Biostimolazione transdermica Biostimolazione come alternativa al filler? Biostimolazione e smagliature Biostimolazione nelle ipotonie dei tessuti Sessione pratica del docente su pazienti 18,00 Test di valutazione finale ECM 20

ialuronico naturale e agarosio

DOCENTE

Dr.ssa Isabella Pia Palmieri Specialista in Chirurgia Plastica e Ricostruttiva

con prioezioni video

DURATA

1 stage di 8 ore

ECM: 8 crediti

La Scuola di Bologna

IMPIEGO DELLA TOSSINA BOTULINICA


IL TERZO INFERIORE DEL VOLTO CORSO AVANZATO
OBIETTIVO DEL CORSO

Corso teorico pratico

Introdurre alla conoscenza dei concetti e delle applicazioni del trattamento delle rughe mimiche del terzo medio e inferiore del volto. Saranno approfonditi lanatomia dei muscoli mimici interessati, il meccanismo di azione della tossina botulinica di tipo A e B, le metodiche dinoculo e la gestione di eventuali complicanze. Il corsista, grazie ai supporti video e alla sessione pratica dei docenti su pazienti, al termine del corso sar in grado di eseguire il trattamento avanzato del terzo medio e inferiore del volto.

PROGRAMMA DIDATTICO
09,00 - 13,00 Approfondimento della conoscenza sulla tossina botulinica di tipo A (btxa) e Confronto delle tossine botuliniche di tipo A in commercio Approfondimento dellanatomia funzionale dei muscoli del terzo inferiore del

cenni sulla tossina botulinica tipo B

volto, del collo e decollet Complicanze, risoluzioni e applicazioni nellutilizzo della tossina botulinica
13,00 - 14,00 Colazione di lavoro

14,00 - 18,00 Approccio al paziente in trattamento con btxa Acquisizione delle tecniche di utilizzo della btxa nel terzo inferiore del volto Analisi delle possibili associazioni con filler e btxa Sessione pratica del docente su pazienti con proiezioni video 18,00 Test di valutazione finale ECM

DOCENTI

Dr.ssa Paola Rosalba Russo Specialista in Chirurgia Generale Dr. Salvatore Piero Fundar Specialista in Chirurgia Generale

DURATA

1 stage di 8 ore

ECM: 8 crediti
La Scuola di Bologna
21

ANALISI DIFFERENZIATA
OBIETTIVO DEL CORSO

Corso teorico pratico

E APPROCCIO GLOBALE DEI TRATTAMENTI MEDICO ESTETICI DEL 3O SUPERIORE E MEDIO DEL VOLTO, NEI PAZIENTI DAI 30 AI 60 ANNI
Comprendere le esigenze dei pazienti il primo passo per poter offrire i giusti risultati. Questo corso si pone lobiettivo di analizzare, con particolare attenzione, le richieste e le peculiarit delle pazienti che si avvicinano allambulatorio di medicina estetica. Le esigenze e le aspettative delle pazienti cambiano al variare dellet; proprio per questo motivo verranno evidenziate, per ogni fascia anagrafica, le richieste ed i reali bisogni, la tipologia di trattamento ideale, la scelta del prodotto ideale e delle sinergie attuabili.

PROGRAMMA DIDATTICO
09,00 - 13,00 Studio dellanatomia del volto e valutazione delle modificazioni morfologiche Classificazione dellaging del volto Studio tridimensionale del III superiore e medio del volto Valutazione della tecnica pi idonea, anche in combinazione, per trattare Analisi obiettiva sui pazienti e proposte di trattamento Studio delle possibili complicanze 13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00 Dimostrazione pratica della tecnica di biorivitalizzazione su pazienti di et Dimostrazione pratica dellutilizzo di filler a media densit in pazienti Dimostrazione pratica dellutilizzo di filler ad alta densit nel trattamento

correlate allinvecchiamento

laging in ogni singola area del volto

compresa tra i 30/35 anni

appositamente selezionate di et compresa fra i 40/45 anni

degli inestetismi del viso su pazienti appositamente selezionati di et compresa fra i 50/55 anni Dimostrazione pratica dellutilizzo di filler ad alta densit abbinati a filler volumizzanti in pazienti appositamente selezionati di anni 60 ca.
18,00 Test di valutazione finale ECM

DOCENTI

Dr.ssa Paola Rosalba Russo Specialista in Chirurgia Generale Dr. Salvatore Piero Fundar Specialista in Chirurgia Generale

DURATA

1 stage di 8 ore

ECM: 8 crediti
22

La Scuola di Bologna

TECNICHE LASER
PERCORSO BASE E PROPEDEUTICO

Corso teorico pratico

PROGRAMMA DIDATTICO

Video Live (eritrosi o teleangectasie viso corpo) I laser, le luci pulsate IPL e le lesioni tessuti biologici e con i cromofori biologici pigmentate: inquadramento I laser e le lunghezze donda Protocolli di trattamento (Video) utilizzabili in Medicina Estetica, I laser e i tatuaggi: inquadramento. Dermatologia, Protocolli di trattamento (Video) Chirurgia Vascolare Effetti fotochimici, fototermici, fotomeccanici, FTLS (fototermolisi Terza Giornata 08,30 - 12,30 selettiva) La tecnologia a radiofrequenza 13,00 - 14,00 Esercitazioni pratiche sul paziente Colazione di lavoro con Video Live (trattamento viso o corpo) I faser e la fotoepilazione laser assistita 14,00 - 18,00 (Sistemi Laser oggi disponibili) Misure di sicurezza e protezionistica per i sistemi laser, indicazioni allutilizzo dei laser e delle nuove sorgenti nella 12,30 pratica ambulatoriale Test di valutazione finale ECM La Diagnostica interdisciplinare delle lesioni trattabili con i laser (ruolo del
Interazione delle R.e.m. e dei laser con i

Prima Giornata indicazioni (dye FLPD), (KTP), (Nd:YAG), (Diodi), (IPL) 09,00 - 13,00 Esercitazioni pratiche sul paziente con Le radiazioni elettromagnetiche e la

14,00 - 18,00 I laser vascolari superficiali la FTLS e le

fisica dei laser

Anestesia nella chirurgia laser di lesioni

dermatologo, del chirurgo plastico e del chirurgo vascolare)

cutanee, mucose, vascolari

frazionale (indicazioni e suo impiego) Esercitazioni pratiche sul paziente con Video Live (asportazione di lesione
I laser chirurgici: LEr:YAG pulsato e
cutanea)

Seconda Giornata 09,00 - 13,00 I laser chirurgici: il CO2 c.w., pulsato e

Esercitazioni pratiche sul paziente


frazionale)

frazionale (indicazioni e suo impiego) con Video Live

(resurfacing pulsato o

DOCENTI

Il fotoringiovanimento ablativo e non

ablativo: i laser, le ipl, le sinergie Esercitazione pratiche sul paziente con Video Live

13,00 - 14,00 Colazione di lavoro

Dr. Domenico DAngelo Chirurgia Ambulatoriale e Flebologia Dr. Fabio Marini Specialista in Chirurgia Vascolare

DURATA

1 stage di 20 ore

ECM: 20 crediti
La Scuola di Bologna
23

FILLER - TECNICHE AVANZATE DI IMPIANTO CON MICROCANNULE


OBIETTIVO DEL CORSO

Corso teorico pratico

Illustrare la nuova tecnica dimpianto di filler con microcannule. Il corso si propone di fornire ai partecipanti un esaustiva e completa formazione inerente questa nuova tecnica che recentemente sta trovando un entusiastico riscontro tra gli operatori del settore. La mininvasivit della procedura consente un trattamento pi esteso e completo degli inestetismi del volto e rivoluziona lapproccio terapeutico allinvecchiamento del volto. Avvalendosi dellesperienza dei due docenti saranno esposte le molteplici indicazioni, le diverse tipologie di cannule presenti sul mercato, la scelta di questultime rispetto alle varie tipologie di filler, le specifiche tecniche dimpianto e le complicanze connesse alla tecnica. Le finalit del corso sono: conoscenza delle indicazioni della nuova tecnica con micro cannula, conoscenza della corretta tecnica dimpianto nelle varie regioni anatomiche, capacit dinterpretare in modo ottimale limpianto con microcannula con i principali filler presenti sul mercato, valutazione dei pro e contro della tecnica, conoscenza dei possibili effetti collaterali e complicanze connessi alla tecnica e loro gestione, arricchimento professionale tramite lacquisizione di una nuova tecnica dimpianto.

PROGRAMMA DIDATTICO
09,00 - 13,00 Anatomia del viso correlata allutilizzo delle microcannule Alterazioni anatomiche connesse allinvecchiamento del volto Tecniche anestesiologiche alternative alle tradizionali (mix-anestesia) Analisi dei diversi tipi di microcannule presenti sul mercato Impiantabilita con microcannule dei principali filler presenti sul mercato. Tecniche ed indicazioni Tecniche generali dimpianto con microcannule per regione anatomica Tecniche specifiche per singola regione anatomica Tecnica di ringiovanimento globale del volto 13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00 Complicanze e loro gestione Sessione pratica dei docenti su pazienti: Proiezioni video Trattamenti dal vivo 18,00 Test di valutazione finale ECM

DOCENTE

Dr.ssa Paola Rosalba Russo Specialista in Chirurgia Generale Dr. Salvatore Piero Fundar Specialista in Chirurgia Generale

DURATA

1 stage di 8 ore

ECM: 8 crediti
24

La Scuola di Bologna

S AV E T H E DAT E

B O L O G N A 2 2-2 3 -2 4 FEBBRAIO
16 C o n g r e s s o I n t e r n a z i o n a l e d i MEDICINA ESTETICA 12 S i m p o s i o I n t e r n a z i o n a l e d i CHIRURGIA ESTETICA

2 0 1 3

La Scuola di Bologna

25

26

La Scuola di Bologna

Modulo CORPO base


Pur mantenendo la stessa struttura didattica, la nuova programmazione della Scuola di Medicina e Chirurgia Estetica CPMA di Bologna ha aggiornato e introdotto nuove occasioni formative in risposta alle conferme in termini di efficacia e appropriatezza scientifica di quelle tecniche e innovazioni clinico-diagnostiche che fino a poco tempo fa erano sottoposte a vaglio. I due moduli CORPO BASE e CORPO AVANZATO racchiudono, secondo un ordine di propedeuticit e di gradualit delle acquisizioni conoscitive, tutte le metodiche, sia diagnostiche sia correttive, capaci di fornire un completo bagaglio culturale dal punto di vista teorico e pratico necessario per lo svolgimento di una adeguata e completa attivit professionale nellambito della Medicina e della Chirurgia Estetica.

Corsi monotematici che compongono il modulo


Semeiotica clinica-strumentale e analisi della composizione corporea Intradermoterapia distrettuale (mesoterapia) e microterapia Insufficienza venosa (propedeutico a scleroterapia) Management nutrizionale del paziente in sovrappeso di fosfatidilcolina:

pag.
28 30 31 32 33 34 35 37

Intralipoterapia - Liporiduzione non chirurgica tramite iniezioni Intergratori alimentari, alimenti funzionali, endofarmaci Scienza dellalimentazione LAvvocato nellambulatorio di Medicina Estetica
CORSI MONOTEMATICI CHE COMPONGONO IL MODULO DATA DEL CORSO QUOTA DISCRIZIONE

FINO 20 GIORNI PRIMA ISCRIZIONI SUCCESSIVE

ECM
LAVVOCATO NELLAMBULATORIO DI MEDICINA ESTETICA SEMEIOTICA CLINICA-STRUMENTALE E ANALISI DELLA COMPOSIZIONE CORPOREA SCIENZA DELLALIMENTAZIONE (propedeutico a DIETOTERAPIA dellOBESIT) BODY RESHAPING - MESOTERAPIA, LASERLIPOLISI E MANAGEMENT NUTRIZIONALE ASSOCIATO INSUFFICIENZA VENOSA (propedeutico a SCLEROTERAPIA) INTRADERMOTERAPIA DISTRETTUALE (MESOTERAPIA) E MICROTERAPIA LIPORIDUZIONE NON CHIRURGICA TRAMITE INIEZIONI DI FOSFATIDILCOLINA: INTRALIPOTERAPIA INTERGRATORI ALIMENTARI, ALIMENTI FUNZIONALI, ENDOFARMACI MEDICINA LEGALE ED ESAMI 15/12/12 200,00 2-3/3/13 330,00 22-23-24/3/13 430,00 12-13/4/13 610,00 settembre 2013 450,00 settembre 2013 380,00 ottobre 2013 340,00 ottobre 2013 310,00

215,00 360,00 475,00 650,00 495,00 420,00 370,00 340,00

4 13 21 16 18 13,5 8 8

RISERVATO AI SOLI ISCRITdicembre 2013 CORSO TI AL MODULO TEMATICO

COSTO COMPLESSIVO DEI CORSI CHE COMPONGONO IL MODULO

3.125,00

ISCRIZIONE AL MODULO CORPO BASE


SESSIONI LIVE di PRATICA DIDATTICA dal Poliambulatorio

3.125,00

2.280,00

La Scuola di Bologna

27

SEMEIOTICA CLINICA, STRUMENTALE


E ANALISI DELLA COMPOSIZIONE CORPOREA
OBIETTIVO DEL CORSO

Corso teorico pratico

Fornire gli elementi di base e i fondamentali per un corretto inquadramento clinico e strumentale delle disarmonie corporee. Fisiopatologia, inquadramento clinico e classificazioni della PEFS, delle adiposit localizzate, degli abitus corporei e delle disarmonie legate alle alterazioni dei rapporti tra le masse corporee. Ha valore di propedeuticit per tutti gli altri corsi a contenuto prettamente terapeutico, poich fornisce gli strumenti adeguati per effettuare una corretta diagnosi medicoestetica indispensabile per impostare un adeguato protocollo terapeutico.

PROGRAMMA DIDATTICO
Prima Giornata 09,00 - 13,00 Analisi delle forme esterne:

visita medica e anamnesi in Medicina Estetica con riferimento ad adiposit localizzata, panniculopatia edemo-fibro-sclerotica, scheletro e muscolatura, inestetismi sovrapposti Disposizione e struttura delladipe: cellularit e fisiologia delle cellule adipose P.E.F.S. fisiopatologia della cos detta cellulite, esame obiettivo e strumentale, podoscopia e valutazione posturale, ecografia e termografia
13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00 Struttura muscolare:

valutazione della forza e della modularit articolare, ipotonia e ipotrofia muscolare, riarmonizzazione delle volumetrie corporee, attivit fisica aerobica e anaerobica, elettrotonificazione in senso trofico e ipertrofico Valutazione somatometrica delle forme esterne: generalit, strumentario per le misure sul vivente, punti somatometrici del tronco e degli arti, misurazioni e indici del tronco e degli arti, statura totale, peso corporeo, correlazioni tra statura e peso, correlazioni tra peso e taglia corporea, rapporto bacino/torace (waist to hip ratio) Composizione corporea: compartimento idrico, misurazione del grasso corporeo, plicometria e impedenziometria, valutazione della massa muscolare, aree e volumi muscolari

28

La Scuola di Bologna

segue PROGRAMMA DIDATTICO


Seconda Giornata 08,30 - 12,30 Bilancio nutrizionale ed energetico finalizzato al peso ideale soggettivo:

bilancio calorico (metabolismo basale e fabbisogno calorico), obesit e magrezze (indice di massa corporea BMI, superficie e densit corporea), peso ideale Sessione pratica del docente su pazienti Esame della struttura corporea, corretta misurazione delle pliche dei diametri e di alcuni parametri antropometrici, impedenziometria, calcolo computerizzato dei valori, conclusionii
12,30 Test di valutazione finale ECM

DOCENTE

Dr.ssa Paola Tarantino Medico Chirurgo

DURATA

1 stage di 12 ore

ECM: 13 crediti
La Scuola di Bologna
29

INTRADERMOTERAPIA DISTRETTUALE
MESOTERAPIA E MICROTERAPIA
OBIETTIVO DEL CORSO

Corso teorico pratico

Le finalit didattiche del corso di Intradermoterapia Distrettuale e Microterapia a indirizzo Estetico sono essenzialmente pratiche. Non si prescinde comunque dal trasmettere i fondamenti teorici atti a indirizzare il discente medico-chirurgo a orientarsi clinicamente sulla base dei segni e dei sintomi che conducono a una diagnosi in ambito di medicina correttiva ed estetica e che portano allindicazione terapeutica dellintradermoterapia a scopo funzionale, correttivo ed estetico. La pratica dellIntradermoterapia distrettuale, oggetto del corso, prevede lintroduzione di principi attivi farmacologici, quelli della farmacopea ufficiale, mediante iniezioni effettuate nel derma sede del disturbo funzionale e/o estetico, sia come unico atto medico terapeutico, sia come atto medico inserito in un contesto politerapeutico. prevista anche una trattazione delle problematiche medico-legali che la pratica dellIntradermoterapia Distrettuale e Microterapia comporta e impone, oltre a unampia parte pratica con metodo live sui pazienti.

PROGRAMMA DIDATTICO
Prima Giornata 09,00 - 13,00 Cenni di anatomia e fisiologia cutanea (cute, derma e sottocute) Concetti generali in I.D.T. (definizione, meccanismi dazione, indicazioni alla I.D.T. e strumenti

Nozioni di farmacologia generale (destino dei farmaci nellorganismo, processi Metodo dutilizzo della I.D.T. PEFS e adiposit localizzate (anamnesi, eziologie, diagnosi clinica e strumentale) 13,00 - 14,00 Colazione di lavoro
farmacocinetici, concentrazioni plasmatiche dei farmaci)

necessari per praticare la tecnica)

con proiezioni video

14,00 - 18,00 Trattamento mesoterapico di PEFS e A.L. (lipolitico, flebotrofico eutrofizzante) Trattamento omeomesoterapico della PEFS Allergie da farmaci e effetti indesiderati Farmaci per patologie Riflessioni medico-legali in tema di I.D.T. I.D.T. distrettuale antalgica eutrofizzante Discussione Sessione pratica del docente su pazienti Seconda Giornata 09,00 - 13,00 Microterapia: evoluzione tecnica mesoterapica Finalit e differenze Vantaggi e applicazioni Trattamento della PEFS Razionale della microterapia Discussione Sessione pratica del docente su pazienti

DOCENTE

Dr. Domenico DAngelo Chirurgia Ambulatoriale e Flebologia Dr. Fabio Marini Specialista in Chirurgia Vascolare

DURATA

con proiezioni video Test di valutazione finale ECM


30

1 stage di 12 ore

ECM: 13,5 crediti

La Scuola di Bologna

INSUFFICIENZA VENOSA
OBIETTIVO DEL CORSO

Corso teorico pratico

PROPEDEUTICO A SCLEROTERAPIA DELLE VARICI, ESAME E.C.D. E SCHIUMA SCLEROSANTE


Uno stage base che permette di acquisire le nozioni principali sulla malattia varicosa, sul tromboembolismo venoso, sulla metodica eco(color)doppler, sulledema e lelastocompressione, il tutto finalizzato a una gestione ottimale del paziente flebopatico e del proprio ambulatorio flebologico pi in generale.

PROGRAMMA DIDATTICO
Prima Giornata 09,00 - 13,00 Anatomia venosa degli arti inferiori Fisiologia venosa Fisiopatologia venosa degli arti inferiori Nozioni di emodinamica Classificazione delle malattie venose Stadiazione CEAP Ambulatorio flebologico Esame obiettivo flebologico 13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00 Diagnostica strumentale Prove pratiche con doppler cw Varici Trombosi venosa superficiale Trombosi venosa profonda Insufficienza venosa cronica Teleangectasie Altre patologie venose

indicazioni e principi di trattamento Scleroterapia: indicazioni e principi di trattamento Terapia farmacologica


13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00 Ledema Riabilitazione vascolare Elastocompressione:

Seconda Giornata 09,00 - 13,00 Chirurgia delle varici:

indicazioni e principi di trattamento La calza elastica Le bende elastiche Prove pratiche di prescrizione di una calza elastica e di bendaggio
12,30 Test di valutazione finale ECM

DOCENTE

Dr. Alessandro Frullini Specialista in Chirurgia Vascolare

DURATA

1 stage di 16 ore

ECM: 18 crediti
La Scuola di Bologna
31

NEW

!
Corso teorico pratico LA GESTIONE DEL GRASSO CORPOREO DAL PUNTO DI VISTA MEDICO E CHIRURGICO. DALLA MESOTERAPIA ALLA LASERLIPOLISI E MANAGEMENT NUTRIZIONALE ASSOCIATO

BODY RESHAPING
OBIETTIVO DEL CORSO

Illustrare al discente medico, che opera nel campo della medicina estetica e della chirurgia plastica, le tecniche attualmente disponibili e finalizzate al miglioramento della forma e del profilo corporeo alterati da microvasculopatie lipodistrofiche (PEFS) e dal sovrappeso distrettuale (Adiposit Localizzate). Nella prima giornata verranno discusse le metodiche e le tecniche mediche per diagnosticare, monitorare e curare la principale causa di alterazione del profilo corporeo: la PEFS. Non verr dimenticata lampia trattazione dellargomento nutrizionale come indispensabile presidio per il mantenimento e lottimizzazione del risultato nel body reshaping ottenuto con altri metodi. Nella seconda giornata di corso verr considerata ladiposit localizzata e la sua gestione, accennando alle possibilit di trattamento medico ed approfondendo una delle possibilit chirurgiche mininvasive attualmente disponibili: la Laserlipolisi.

PROGRAMMA DIDATTICO
Prima Giornata 09,00 - 13,00  Inquadramento clinico, ponderale

del/la paziente in sovrappeso distrettuale e D.D. tra A.L., PEFS, e altre dismorfometrie del bodycontour Cenni sullo studio strumentale  del sovrappeso distrettuale (ecografia e BIA) Approccio nutrizionale e scelta  del protocollo terapeutico alimentare La correzione alimentare proteica:  vantaggi terapeutici e limiti Moduli prescrittivi e integrazioni

Seconda Giornata 09,00 - 13,00 Mesoterapia (teoria) Ultrasuoni per cavitazione (teoria) Laserlipolisi (teoria) 13,00 - 14,00 Colazione di lavoro

14,00 - 18,00 Sessione pratica del docente su

Test di valutazione finale ECM

pazienti con proiezioni video: Mesoterapia Ultrasuoni per cavitazione  Intervento di Laserlipolisi in diretta dalla sala operatoria

13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00  Problematiche circolatorie

venolinfatiche di LIPOEDEMA, A.L. e PEFS e riabilitazione fisioterapica  Le alterazioni cutanee (irregolarit e ipotonicit) in corso di sovrappeso distrettuale e terapie medicochirurgiche correttive  Inquadramento e razionale delle terapie lipolitiche e lipoclasiche Cenni sull Intralipoterapia  Radiofrequenza non ablativa per il body contour  Adipocitolisi ultrasonica con e senza idroinfiltrazioni

DOCENTI

Dr.ssa Elena Fasola Specialista in Microchirurgia e Chirurgia Sperimentale Dr. Franco Vercesi Specialista in Chirurgia Plastica e Ricostruttiva

DURATA

1 stage di 16 ore

ECM: in accreditamento

32

La Scuola di Bologna

INTRALIPOTERAPIA
OBIETTIVO DEL CORSO

Corso teorico pratico

LIPORIDUZIONE NON CHIRURGICA TRAMITE SOLUZIONI DI FOSFATIDILCOLINA - SODIO DESOSSICOLATO


Metodica infiltrativa di nuova concezione e in via di rapida diffusione in tutto il mondo. Messa a punto in Italia, si affianca alla storica mesoterapia assumendo un ruolo totalmente differente sulla base delle diverse indicazioni e di nuovi concetti di liporiduzione non chirurgica delle adiposit localizzate basata sullutilizzo di soluzioni adipocitolitiche. Viene anche proposto un protocollo ad hoc per lutilizzo delle soluzioni di fosfatidilcolina-sodio desossicolato.

PROGRAMMA DIDATTICO
Prima Giornata 09,00 - 13,00 Le soluzioni iniettabili di fosfatidilcolina: storia, chimica delle componenti, attivit farmacologia PEFS, Adiposit Localizzata e Abitus Ginoide: inquadramento nosologico, aspetti fisiopatologici, inquadramento clinico e Intralipoterapia e protocollo di infiltrazione: definizione, mesoterapia, microterapia e intralipoterapia, armamentarium e Il Trattamento della regione peritrocanterica (coulotte de cheval): valutazione clinica, tecniche di infiltrazione e posologia 13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00 Il trattamento della ginecomastia: tecniche di infiltrazione e posologia Il trattamento delladdome e dei fianchi: valutazione clinica e antroplicometrica, tecniche di infiltrazione e posologia Il trattamento dellinterno cosce e del ginocchio: tecniche di infiltrazione e posologia Il trattamento degli arti superiori: valutazione clinica e antroplicometrica,

diagnosi differenziale, lesame ecografico. Controindicazioni e effetti secondari modalit di infiltrazione

adipose palpebrali: valutazione clinica, tecniche di infiltrazione e posologia Soluzione Motolese e meccanismo dazione La cavitazione e ladipocitolisi cavitazionale Il protocollo delladipocitolisi cavitazionale Aspetti Medico Legali e consenso informato Follow Up Sessione pratica del docente con proiezioni video Test di valutazione finale ECM

Il trattamento del doppio mento e delle borse

tecniche di infiltrazione e posologia

DOCENTI

Dr. Domenico DAngelo Chirurgia Ambulatoriale e Flebologia Dr. Fabio Marini Specialista in Chirurgia Vascolare

DURATA

1 stage di 8 ore

ECM: 8 crediti
La Scuola di Bologna
33

INTEGRATORI ALIMENTARI
OBIETTIVO DEL CORSO

Corso teorico pratico

ALIMENTI FUNZIONALI, ENDOFARMACI. ATTIVITA VANTATA, VALIDITA E SICUREZZA


Il corso ha la finalit di approfondire la conoscenza di questo segmento di mercato che vale quasi un terzo dellintero fatturato farmaceutico. In un universo cos composito, il corso si propone di far conoscere la reale efficacia dei vari integratori, che in alcuni casi scientificamente documentata, mentre in altri affidata pi alla suggestione del marketing che a effettive qualit. Il corsista, al termine del corso, sar in grado di prescrivere il giusto Integratore Nutrizionale in base alle effettive necessit del paziente.

PROGRAMMA DIDATTICO
09,00 - 13,00 Integratori alimentari Basi scientifiche Normative Piante officinali: razionale, interazioni, indicazioni Vitamine e antiossidanti: razionale, indicazioni, posologia 13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00 Nutraceutici e Malattia Metabolica Diet integratori: razionale, differenze, indicazioni, posologia Fitoestrogeni: razionale, indicazioni, posologia Fermenti lattici: razionale, differenze, indicazioni, posologia Discussione 18,00 Test di valutazione finale ECM

DOCENTE

Dr.ssa Isabella Pia Palmieri Specialista in Chirurgia Plastica e Ricostruttiva

DURATA

1 stage di 8 ore

ECM: 8 crediti
34

La Scuola di Bologna

SCIENZA DELLALIMENTAZIONE
PROPEDEUTICO A DIETOTERAPIA DELLOBESITA
OBIETTIVO DEL CORSO

Corso teorico pratico

Fornire una preparazione completa nel campo della Scienza dellAlimentazione, dalle nozioni di biochimica e di fisiologia della nutrizione alla digestione, assorbimento, trasporto e trasformazioni biochimiche dei nutrienti energetici, con particolare attenzione al reale fabbisogno energetico (basale e di riposo; di utilizzazione degli alimenti; di svolgimento delle comuni attivit di vita, professionali e sportive), fino ad arrivare alla personalizzazione della dieta.

PROGRAMMA DIDATTICO
Prima Giornata 09,00 - 13,00 Nozioni di biochimica e di fisiologia della nutrizione Lorganismo quale sistema biologico instabile La necessita di introdurre cibo per soddisfare i bisogni plastici ed energetici

dellorganismo I principi alimentari energetici (protidi, lipidi, carboidrati, alcol) e non energetici (acqua, vitamine e sali minerali)
13,00 - 14,00 Colazione di lavoro

biochimiche dei nutrienti energetici La metabolizzazione dellalcol Lutilizzazione dei substrati fornitori di energia

14.00 18.00 La digestione, lassorbimento, il trasporto e le trasformazioni

classificazione in 7 gruppi Il fabbisogno energetico (basale e di riposo; di utilizzazione degli alimenti; di svolgimento delle comuni attivita di vita, professionali e sportive) Il fabbisogno proteico e la ripartizione delle calorie extra protidiche fra i lipidi ed i carboidrati Il fabbisogno idrico, vitaminico e minerale
13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14.00 18.00 Il computo dellintroito e del fabbisogno individuale Il modello ideale di dieta fisiologica al quale fare riferimento I presupposti alimentari e comportamentali da osservare per una razionale

Seconda Giornata 09,00 - 13,00 Nozioni di dietologia La composizione bromatologica degli alimenti e la loro schematica

alimentazione Discussione e chiarificazione dei concetti esposti

La Scuola di Bologna

35

segue PROGRAMMA DIDATTICO


Terza Giornata 08,00 - 12,30 Esercitazione pratica: simulazione di un caso clinico, dalla formulazione

alla gestione di un progetto dietetico A) fase preliminare Lanamnesi del comportamento alimentare e di vita del paziente Lindagine antropometrico-compositiva Le indagini emato-urinarie di routine e mirate alla diagnostica di eventuali patologie La ricerca del peso corporeo desiderabile o ragionevole Lindividuazione delle linee guida alle quali attenersi nella formulazione del progetto dietetico B) fase operativa La formulazione del progetto dietetico La presentazione e la discussione del progetto dietetico col paziente La rilevazione sistematica del peso corporeo Lipotesi del tempo di realizzazione del progetto I ruoli insostituibili dellesercizio fisico sistematico e della acquisizione di comportamenti sani di vita per il conseguimento ed il mantenimento del risultato raggiunto La gestione comportamentale del paziente nelle fasi del trattamento dietetico Limportanza nutrizionale e psicologica dellintegrazione dietetica Lintegrazione del progetto dietetico iniziale o la sua sostituzione nella fase del mantenimento Limportanza del consiglio gastronomico nella personalizzazione della dieta

DOCENTE

Prof. Giorgio Maullu Specialista in Scienza dellAlimentazione

DURATA

1 stage di 20 ore

ECM: 21 crediti
36

La Scuola di Bologna

LAVVOCATO NELLAMBULATORIO
DI MEDICINA ESTETICA
OBIETTIVO DEL CORSO

Corso teorico pratico

Permettere ai partecipanti di comprendere le normative che regolano la pubblicit sanitaria, lutilizzo di internet, il consenso informato e gli aspetti legati alla copertura assicurativa delloperato del medico.

PROGRAMMA DIDATTICO
09,00 - 13,00 Aspetti Organizzativi dello Studio di Medicina Estetica Differenze strutturali tra studio medico e ambulatorio medico

presso le strutture pi complesse come lambulatorio medico chirurgico, normativa nazionale e regionale. Come attrezzare lo studio, analisi degli strumenti contrattuali: lacquisto, la locazione e il leasing delle apparecchiature elettromedicali.
Rapporti con i colleghi Laccordo contrattuale di collaborazione tra professionisti Le obbligazioni reciproche

Trattamenti effettuabili presso lo studio medico e trattamenti effettuabili

chirurgico,requisiti minimi e autorizzazioni regionali.

Gli aspetti assicurativi La polizza assicurativa per la responsabilit civile del professionista Le clausole della polizza assicurativa, la c.d. Claims Made e Losses Occurring Adempimenti in caso di sinistro: la denuncia e la documentazione da

predisporre

La Pubblicit Sanitaria La pubblicit Sanitaria Normativa antecedente allanno 2006 La legge Bersani, 2006, cosa cambia Il Codice deontologico e la Linea Guida della FNOMCeO Il Trattamento dei Dati Personali Trattamento dei dati personali Il concetto di dato personale, dato sensibile Trattamento, conservazione, eliminazione Discussione degli argomenti trattati

Confronto/dibattito tra pubblico ed esperto/i guidato un conduttore lesperto risponde

DOCENTE

Avv. Federica Lerro Legale SIES

13,00 Test di valutazione finale ECM

DURATA

1 stage di 4 ore

ECM: 4 crediti
La Scuola di Bologna
37

38

La Scuola di Bologna

Modulo CORPO avanzato


Naturale completamento del Modulo Corpo Base, affronta in maniera ancora pi approfondita le tecniche ele innovazioni clinico-diagnostiche che fino a poco tempo erano sottoposte a vaglio. I due moduli CORPO BASE e CORPO AVANZATO racchiudono, secondo un ordine di propedeuticit e di gradualit delle acquisizioni conoscitive, tutte le metodiche, diagnostiche e correttive, capaci di fornire un completo bagaglio culturale, dal punto di vista teorico e pratico, necessario per lo svolgimento di una adeguata e completa attivit professionale nellambito della Medicina e della Chirurgia Estetica.

Corsi monotematici che compongono il modulo


Rimodellamento corporeo con liposcultura e lipofilling Scleroterapia delle varici e esame E.C.D. - schiuma sclerosante Tecniche di chirurgia cutanea ambulatoriale Dietoterapia dellobesit

pag.
40 42 44 45

Timedchirurgia 41

CORSI MONOTEMATICI CHE COMPONGONO IL MODULO

DATA DEL CORSO

FINO 20 GIORNI PRIMA ISCRIZIONI SUCCESSIVE

QUOTA DISCRIZIONE

ECM
TECNICHE DI CHIRURGIA CUTANEA AMBULATORIALE TIMEDCHIRURGIA DIETOTERAPIA DELLOBESIT SCLEROTERAPIA DELLE VARICI, E.C.D. 1 E SCHIUMA SCLEROSANTE 2 RIMODELLAMENTO CORPOREO CON LIPOSCULTURA E LIPOFILLING
MEDICINA LEGALE ED ESAMI

16/11/12 230,00 17/11/12 180,00 20-21/4/13 4-5/5/13 530,00 settembre 2013 1.600,00 novembre 2013 230,00

250,00 195,00 585,00 1.760,00 250,00

10 9,5 24
1 2

50 16

RISERVATO AI SOLI ISCRITdicembre 2013 CORSO TI AL MODULO TEMATICO

COSTO COMPLESSIVO DEI CORSI CHE COMPONGONO IL MODULO

3.040,00

ISCRIZIONE AL MODULO CORPO AVANZATO


* = in fase di accreditamento
SESSIONI LIVE di PRATICA DIDATTICA dal Poliambulatorio

3.040,00

2.216,00

La Scuola di Bologna

39

RIMODELLAMENTO CORPOREO
CON LIPOSCULTURA E LIPOFILLING
OBIETTIVO DEL CORSO

Corso teorico

Fornire le conoscenze necessarie per approfondire le tematiche inerenti le tecniche chirurgiche di rimodellamento corporeo. Saranno analizzate le indicazioni e le tecniche di liposuzione e lipofilling, oltre alla gestione post operatoria dei pazienti e delle eventuali complicanze. Al termine del corso i partecipanti disporranno delle nozioni di base inerenti tali metodiche.

PROGRAMMA DIDATTICO
09,00 - 13,00 Anatomia del tessuto sottocutaneo Indicazioni della liposuzione Indicazioni del lipofilling strumentario chirurgico 13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00 Tecniche di base della liposuzione Tecniche di base del lipofilling Complicanze e loro gestione Aspetti medico legali Sessione di VIDEO didattica 18,00 Test di valutazione finale ECM

DOCENTI

Dr. Salvatore Piero Fundar Specialista in Chirurgia Generale Dr.ssa Paola Rosalba Russo Specialista in Chirurgia Generale

DURATA

1 stage di 8 ore

ECM: 8 crediti
40

La Scuola di Bologna

TIMEDCHIRURGIA
OBIETTIVO DEL CORSO

Corso teorico pratico

La Timedchirurgia un sistema operativo estremamente efficace, versatile ed economico ideato dal chirurgo plastico Sergio Capurro. La Timedchirurgia in grado di risolvere facilmente un elevato numero di problemi estetici e dermatologici. Le applicazioni standardizzate consentono di ottenere risultati sempre conformi alle aspettative. Le applicazioni (pi di 52 tecniche) variano dalla vaporizzazione degli angiomi rubino e delle piccole imperfezioni cutanee, alleliminazione delle rughe delle labbra e delle zampe di gallina, dallelettroporo-cosmesi che compatta e rende liscia la cute del volto e del corpo al trattamento dellepidermolisi bollosa (Nature medicine 2006), dalla depilazione definitiva alla ripigmentazione della vitiligine, dalle microescissioni delle neoformazioni cutanee alleliminazione delle macchie dermoepidermiche, dal resurfacing delle aree cicatriziali allo scollamento delle cheratosi, dal trattamento della couperose alleliminazione dei tatuaggi, dalla blefaroplastica trans congiuntivale alleliminazione dei grani di milio, ecc. Le innovative tecniche complementari citate nel corso teorico e pratico aprono nuovi orizzonti anche per il trattamento delle patologie vascolari del volto e degli arti inferiori.

PROGRAMMA DIDATTICO
09,00 - 13,00 Introduzione alle metodiche timedchirurgiche Taglio, trattamento della couperose e biscleroterapia regionale tridimensionale,

trattamento dello spider naevus, del lago venoso, delle verruche piane, degli xantelasmi, dei siringomi palpebrali, del naso rosso Depilazione permanente rapida del viso Trattamento delle iperpigmentazioni cutanee con il peeling misto e la coagulazione Superficiale ripigmentazione della vitiligine stabilizzata Eliminazione delle rughe del labbro
13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00 Resurfacing per il trattamento delle cicatrici ipertrofiche e da acne Trattamento delle neoformazioni Taglio temporizzato e pulsato nella chirurgia delle palpebre e nella

blefaroplastica superiore e trancongiuntivale Trattamento del rinofima e coagulazione bipolare dei turbinati nasali Trattamento dei nevi teleangectasici Approccio chirurgico alle lesioni pigmentate DOCENTE Sessione pratica Dr. Sergio Capurro Specialista in Chirurgia 18,00 Plastica Test di valutazione finale ECM

DURATA

1 stage di 8 ore

ECM: 9,5 crediti


La Scuola di Bologna
41

TECNICHE DI CHIRURGIA CUTANEA


AMBULATORIALE
OBIETTIVO DEL CORSO

Corso teorico pratico

Fornire le conoscenze necessarie per eseguire un intervento chirurgico dermatologico di base, gestendo correttamente lo strumentario e i materiali, allestendo un tavolo servitore e un campo chirurgico idoneo. Si analizzano le principali complicanze immediate e tardive e la loro gestione. Al termine del corso i partecipanti saranno in grado di eseguire un intervento dermatologico di base.

PROGRAMMA DIDATTICO
09,00 - 13,00 Anatomia della cute Disinfezione e sterilit Strumentario chirurgico Preparazione del campo chirurgico e del tavolo servitore 13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00 Tecniche di base in chirurgia cutanea Lembi cutanei Fili di sutura e tecniche di sutura Tecniche di anestesia locale Sessione pratica eseguita dai partecipanti su simulatori 18,00 Test di valutazione finale ECM

DOCENTI

Dr. Salvatore Piero Fundar Specialista in Chirurgia Generale Dr.ssa Paola Rosalba Russo Specialista in Chirurgia Generale

DURATA

1 stage di 8 ore

ECM: 10 crediti
42

La Scuola di Bologna

DIETOTERAPIA DELLOBESITA
OBIETTIVO DEL CORSO

Corso teorico pratico

Far acquisire ai corsisti le conoscenze teorico-applicative di base per formulare diete personalizzate nei confronti di pazienti in eccesso ponderale.

PROGRAMMA DIDATTICO
Prima Giornata 09,00 - 13,00 Lorganismo quale sistema biologico instabile La necessit di introdurre cibo per soddisfare i bisogni plastici ed energetici I principi alimentari energetici e non energetici La digestione, lassorbimento e le principali trasformazioni biochimiche dei

nutrienti energetici La metabolizzazione dellalcool Lutilizzazione dei substrati fornitori di energia da parte del corpo La composizione bromatologica degli alimenti e la loro schematica classificazione in 7 gruppi
13,00 - 14,00 Colazione di lavoro

svolgimento delle comuni attivit di vita, professionali e sportive Il fabbisogno proteico e la ripartizione dellenergia extra-protidica fra lipidi e carboidrati Il fabbisogno idrico, vitaminico e minerale
Seconda Giornata 08,30 - 12,30 Il modello ideale di dieta fisiologica al quale fare riferimento I presupposti nutrizionali e comportamentali da osservare per una razionale

14,00 - 18,00 Il fabbisogno energetico basale e di riposo, di utilizzazione degli alimenti, di

alimentazione Discussione e chiarificazione dei concetti esposti

La Scuola di Bologna

43

segue PROGRAMMA DIDATTICO


Terza Giornata 09,00 - 13,00 Aspetti epidemiologici Aspetti fisiologici:

Aspetti eziopatologici: Aspetti metabolici:

sviluppo e differenziamento del tessuto adiposo importanza dei fattori genetici e ambientali nella genesi dellobesit metabolismo del tessuto adiposo: liposintesi e lipolisi

Probabile significato del tessuto adiposo bruno, regolazione dellintroito Dispendio energetico totale, sue principali componenti e possibili fattori di

energetico: eventi neurochimici cerebrali e metabolici periferici interferenza

13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00 Aspetti clinici:

obesit e mortalit, distribuzione topografica del tessuto adiposo, possibili complicanze metaboliche: ridotta tolleranza ai carboidrati, diabete, dislipidemie, iperuricemia e gotta, ipertensione arteriosa essenziale, sindrome plurimetabolica; complicanze cardiovascolari, disturbi respiratori, osteoartropatie, patologie spesso associate: steatosi epatica, calcolosi della colecisti, problemi ostetrico-ginecologici di varia natura, neoplasie colorettali Aspetti delloperativit professionale: premesse specialistiche alla prescrizione dietetica, quantificazione antropometrica delleccedenza ponderale, metodi di misura della composizione corporea, indagini emato-urinarie di routine e mirate, dieta fisiologica alla quale fare riferimento, quantificazione e percentualizzazione dei nutrienti energetici della dieta, distribuzione degli alimenti nella giornata, strutturazione e personalizzazione della prescrizione dietetica
Quarta Giornata 08,30 - 12,30 Aspetti terapeutici di tipo: dietetico,

psicologico-comportamentale, farmacologico e chirurgico Considerazioni finali


12,30 Test di valutazione finale ECM

DOCENTE

Prof. Giorgio Maullu Specialista in Scienza dellAlimentazione

DURATA

2 stages di 12 ore

ECM: 24 crediti
44

La Scuola di Bologna

SCLEROTERAPIA DELLE VARICI


OBIETTIVO DEL CORSO

Corso teorico pratico

ESAME ECO-COLOR-DOPPLER E SCHIUMA SCLEROSANTE


Con questo corso possibile conseguire un significativo bagaglio di nozioni teoriche e pratiche sulla terapia sclerosante delle varici degli arti inferiori; accanto a una base sulla fisiopatologia delle varici e il loro studio morfologico e emodinamico mediante esame eco-color-doppler, si forniscono le conoscenze fondamentali sui materiali pi idonei e le tecniche classiche e pi innovative di scleroterapia; una parte importante dello stesso corso costituito dallutilizzo della schiuma sclerosante, vera e propria rivoluzione nella terapia delle varici.

Il corso riservato a medici che abbiano precedentemente frequentato o che attestino una conoscenza di base nellambito della Flebologia, lo stage propedeutico relativo allinsufficienza venosa, presentato nel programma precedente.

PROGRAMMA DIDATTICO
Prima Giornata 09,00 - 13,00 Anatomia venosa  Fisiologia e fisiopatologia venosa

Seconda Giornata 09,00 - 13,00  Le varici degli arti inferiori:

venosa superficiale e profonda  ipertensione venosa centrale e periferica  reflusso superficiale e profondo  edema, eczema, discromia, lipodermatosclerosi ulcere  patologie e farmaci che interferiscono con la funzione venosa  Principi fisici dellEsame Ultrasonografico  Storia: Doppler CW Ecografia Ecografia con Doppler PW (Duplex) EcoColor Doppler  Informazioni fornite dallindagine Ultrasonografica  Reperti normali e patologici  Come eseguire lindagine  Discussione e commenti
13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00 Seduta pratica con pazienti sani  Clinica e reperti strumentali

 Emodinamica dellinsufficienza

e linfatica

Presentazione di casi simulati  Registrazione dei dati clinico-strumentali La refertazione Lambulatorio flebologico 13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00 Agenti sclerosanti  Il materiale per la sclerosi:

inquadramento clinico, shunt venosi

strumentario e manutenzione degli strumenti Sessione pratica di scleroterapia  Discussione e commenti


Terza Giornata 09,00 - 13,00 Tecniche e tattiche di scleroterapia  Le urgenze nellambulatorio Sessione pratica di scleroterapia  Le complicanze della scleroterapia Discussione e commenti 13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00 LAFOS: laser assisted foam sclerotherapy Scleroterapia MOCA  Le colle chirurgiche nellablazione Sessione pratica di scleroterapia Discussione e commenti

flebologico

mediate da endotelina

nella TVP e nell IVC  Clinica e reperti strumentali nelle varici degli arti inferiori  Shunt veno-venosi e quadri varicosi pi frequenti  La refertazione dellindagine vascolare venosa  Seduta pratica con pazienti affetti da patologia varicosa  Discussione e commenti

safenica

La Scuola di Bologna

45

segue PROGRAMMA DIDATTICO


Quarta Giornata 09,00 - 13,00  Utilizzo dei cateteri endovenosi

Sesta Giornata 09,00 - 13,00  Danno anatomo-patologico: la vena,

in scleroterapia: Stabilit/Fissaggio del catetere Comfort per il paziente Facilit di impiego  Istologia della scleroterapia in tema di scleroterapia  Complicanze dopo scleroterapia trans-catetere corto/lungo con schiuma sclerosante: prevenzione e trattamento
13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00 Sessione pratica di scleroterapia Discussione e commenti Quinta Giornata 09,00 - 13,00 Approccio pratico clinico-strumentale

varicosit minori: aspetti pratici e combinazione con la chirurgia e il laser Ecoscleroterapia (cenni) Sessione pratica di scleroterapia Discussione e commenti
13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00  Diagnosi eco-color-doppler

Cenni di chirurgia delle varici Scleroterapia delle varici e delle

pre-scleroterapia

principali categorie di sclerosanti, letteratura sul danno da scleroterapia con liquido, danno parietale da mousse, analisi istologica delle vene che non rispondono alla terapia sclerosante Metodo di lavoro in flebologia:  introduzione alle indicazioni e controindicazioni alla scleroterapia e concetti generali sulla terapia sclerosante Metodo di lavoro: 1 colloquio, esame  obiettivo, ecocolordoppler, studio del tipo di reflusso, materiale informativo e consenso informato, esami preoperatori (quando e cosa richiedere) Strategia in scleroterapia: nozioni  generali sulla programmazione della terapia, tipi di aggressione della vena in uno o pi tempi e soluzioni ibride/ miste con la chirurgia Tecniche di scleroterapia  Catetere corto: materiali, tecnica, film,  vantaggi e svantaggi Catetere lungo: materiali, tecnica, film,  vantaggi e svantaggi

13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00  Tecnica di puntura diretta eco

 Compressione elastica: teoria  Compressione elastica: pratica  Sessione pratica di scleroterapia  Discussione e commenti

su pazienti varicosi

su varicosit minori

guidata: materiali, tecnica, film, vantaggi e svantaggi Tecniche miste o ibride  Complicanze in scleroterapia: tipi, percentuali e modalit per prevenirle  Complicanze estetiche: tipi, prevenzione e come risolverle  Profilassi antitrombotica: quando, come e perch  Protocolli terapeutici: dosi in base al calibro vene, lunghezza e numero di sedute Presentazione video di casi clinici  Carrello Urgenze: dotazione e comportamenti in base al tipo di urgenze Test di valutazione finale ECM

46

La Scuola di Bologna

segue PROGRAMMA DIDATTICO


Settima Giornata 09,00 - 13,00 Storia della schiuma in scleroterapia Farmacologia  Propriet chimico-fisiche

Ottava Giornata 09,00 - 13,00  Metodo Tessari utilizzo di gas

 Utilizzo del Metodo Tessari nel

biocompatibili

e meccanismo dazione della schiuma sclerosante  Metodiche di produzione: aspetti teorici e pratici Presentazione video di casi clinici Discussione e commenti
13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00  Possibilit e limiti della schiuma

 Norme di sicurezza per limpiego della

trattamento su pazienti schiuma sclerosante

 Possibili complicanze della scleroterapia

con schiuma sclerosante: prevenzione e trattamento Metodiche complementari (elastocompressione, topici, utilizzo del catetere lungo e della tumescenza, ecc)  Discussione e commenti
13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00  Profilassi delle complicanze Et1

sclerosante nella scleroterapia delle safene e delle recidive  La schiuma sclerosante nella scleroterapia delle varici reticolari e teleangectasie  Pratica di formazione e utilizzo della schiuma in scleroterapia  Discussione e commenti
Settima Giornata 09,00 - 13,00 Storia della schiuma in scleroterapia Farmacologia  Propriet chimico-fisiche

 LAFOS: scleroterapia con schiuma  Sessione pratica dei discenti

correlate

laser assistita

 Discussione e commenti sugli

sullutilizzo di mousse sclerosante argomenti trattati

 Test di valutazione finale ECM

e meccanismo dazione della schiuma sclerosante  Metodiche di produzione: aspetti teorici e pratici Presentazione video di casi clinici Discussione e commenti
13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00  Possibilit e limiti della schiuma

DOCENTI

sclerosante nella scleroterapia delle safene e delle recidive  La schiuma sclerosante nella scleroterapia delle varici reticolari e teleangectasie  Pratica di formazione e utilizzo della schiuma in scleroterapia  Discussione e commenti

Dr. Attilio Cavezzi Specialista in Chirurgia Vascolare Dr. Paolo Casoni Specialista in Chirurgia Generale Dr. Alessandro Frullini Specialista in Chirurgia Vascolare Dr. Camillo Orsini Specialista in Chirurgia Generale Dr. Alessandro Pieri Specialista in Angiologia Medica Dr. Stefano Ricci Specialista in Chirurgia Pediatrica

ECM: in accreditamento
La Scuola di Bologna
47

48

La Scuola di Bologna

Modulo ANGIOLOGIA e FLEBOLOGIA


Le malattie vascolari richiedono una significativa competenza e completezza formativa da parte del medico; in particolare le flebopatie, frequenti e prevalentemente gestibili su base ambulatoriale, necessitano una conoscenza specifica delle principali metodiche diagnostiche, in principal modo delleco color doppler, e delle molteplici terapie applicabili. Il Centro Postuniversitario della Medicina Ambulatoriale si propone, attraverso il Modulo e i corsi di aggiornamento, di fornire al Medico le necessarie nozioni teoriche e pratiche per la corretta gestione del paziente affetto da vasculopatia, mediante un percorso di preparazione qualificato.

Corsi monotematici che compongono il modulo


Insufficienza venosa (propedeutico a scleroterapia) Eco-color-doppler di prima formazione Scleroterapia ecoguidata Scleroterapia delle varici, esame E.C.D. e schiuma sclerosante

pag.
50 51 53 55

CORSI MONOTEMATICI CHE COMPONGONO IL MODULO

DATA DEL CORSO

FINO 20 GIORNI PRIMA ISCRIZIONI SUCCESSIVE

QUOTA DISCRIZIONE

ECM
ECO COLOR DOPPLER DI PRIMA FORMAZIONE SCLEROTERAPIA ECOGUIDATA INSUFFICIENZA VENOSA (propedeutico a SCLEROTERAPIA) SCLEROTERAPIA DELLE VARICI, E.C.D. 1 E SCHIUMA SCLEROSANTE 2 MEDICINA LEGALE ED ESAMI 19-20/1/13 2-3/2/13 16-17/2/13 1.600,00 16-17/3/13 9-10/2/13 350,00 settembre 2013 450,00 settembre 2013 1.600,00

1.760,00 380,00 495,00 1.760,00

50 13 18
1 2

50 16

RISERVATO AI SOLI ISCRITdicembre 2013 CORSO TI AL MODULO TEMATICO

COSTO COMPLESSIVO DEI CORSI CHE COMPONGONO IL MODULO

4.395,00

ISCRIZIONE AL MODULO ANGIOLOGIA E FLEBOLOGIA


* = in fase di accreditamento
SESSIONI LIVE di PRATICA DIDATTICA dal Poliambulatorio

4.395,00

3.200,00

La Scuola di Bologna

49

INSUFFICIENZA VENOSA
OBIETTIVO DEL CORSO

Corso teorico pratico

PROPEDEUTICO A SCLEROTERAPIA DELLE VARICI, ESAME E.C.D. E SCHIUMA SCLEROSANTE


Uno stage base che permette di acquisire le nozioni principali sulla malattia varicosa, sul tromboembolismo venoso, sulla metodica eco(color)doppler, sulledema e la elastocompressione, il tutto finalizzato a una gestione ottimale del paziente flebopatico e del proprio ambulatorio flebologico pi in generale.

PROGRAMMA DIDATTICO
Prima Giornata 09,00 - 13,00 Anatomia venosa degli arti inferiori Fisiologia venosa Fisiopatologia venosa degli arti inferiori Nozioni di emodinamica Classificazione delle malattie venose Stadiazione CEAP Ambulatorio flebologico Esame obiettivo flebologico 13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00 Diagnostica strumentale Prove pratiche con doppler cw Varici Trombosi venosa superficiale Trombosi venosa profonda Insufficienza venosa cronica Teleangectasie Altre patologie venose

indicazioni e principi di trattamento Scleroterapia: indicazioni e principi di trattamento Terapia farmacologica


13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00 Ledema Riabilitazione vascolare Elastocompressione:

Seconda Giornata 09,00 - 13,00 Chirurgia delle varici:

indicazioni e principi di trattamento La calza elastica Le bende elastiche Prove pratiche di prescrizione di una calza elastica e di bendaggio
12,30 Test di valutazione finale ECM

DOCENTE

Dr. Alessandro Frullini Specialista in Chirurgia Vascolare

DURATA

1 stage di 16 ore

ECM: 18 crediti
50

La Scuola di Bologna

SCLEROTERAPIA DELLE VARICI


OBIETTIVO DEL CORSO

Corso teorico pratico

ESAME ECO-COLOR-DOPPLER E SCHIUMA SCLEROSANTE


Con questo corso possibile conseguire un significativo bagaglio di nozioni teoriche e pratiche sulla terapia sclerosante delle varici degli arti inferiori; accanto a una base sulla fisiopatologia delle varici e il loro studio morfologico e emodinamico mediante esame eco-color-doppler, si forniscono le conoscenze fondamentali sui materiali pi idonei e le tecniche classiche e pi innovative di scleroterapia; una parte importante dello stesso corso costituito dallutilizzo della schiuma sclerosante, vera e propria rivoluzione nella terapia delle varici.

Il corso riservato a medici che abbiano precedentemente frequentato o che attestino una conoscenza di base nellambito della Flebologia, lo stage propedeutico relativo allinsufficienza venosa, presentato nel programma precedente.

PROGRAMMA DIDATTICO
Prima Giornata 09,00 - 13,00 Anatomia venosa  Fisiologia e fisiopatologia venosa

Seconda Giornata 09,00 - 13,00  Le varici degli arti inferiori:

venosa superficiale e profonda  ipertensione venosa centrale e periferica  reflusso superficiale e profondo  edema, eczema, discromia, lipodermatosclerosi ulcere  patologie e farmaci che interferiscono con la funzione venosa  Principi fisici dellEsame Ultrasonografico  Storia: Doppler CW Ecografia Ecografia con Doppler PW (Duplex) EcoColor Doppler  Informazioni fornite dallindagine Ultrasonografica  Reperti normali e patologici  Come eseguire lindagine  Discussione e commenti
13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00 Seduta pratica con pazienti sani  Clinica e reperti strumentali

 Emodinamica dellinsufficienza

e linfatica

Presentazione di casi simulati  Registrazione dei dati clinico-strumentali La refertazione Lambulatorio flebologico 13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00 Agenti sclerosanti  Il materiale per la sclerosi:

inquadramento clinico, shunt venosi

strumentario e manutenzione degli strumenti Sessione pratica di scleroterapia  Discussione e commenti


Terza Giornata 09,00 - 13,00 Tecniche e tattiche di scleroterapia  Le urgenze nellambulatorio Sessione pratica di scleroterapia  Le complicanze della scleroterapia Discussione e commenti 13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00 LAFOS: laser assisted foam sclerotherapy Scleroterapia MOCA  Le colle chirurgiche nellablazione Sessione pratica di scleroterapia Discussione e commenti

flebologico

mediate da endotelina

nella TVP e nell IVC  Clinica e reperti strumentali nelle varici degli arti inferiori  Shunt veno-venosi e quadri varicosi pi frequenti  La refertazione dellindagine vascolare venosa  Seduta pratica con pazienti affetti da patologia varicosa  Discussione e commenti

safenica

La Scuola di Bologna

51

segue PROGRAMMA DIDATTICO


Quarta Giornata 09,00 - 13,00  Utilizzo dei cateteri endovenosi

Sesta Giornata 09,00 - 13,00  Danno anatomo-patologico: la vena,

in scleroterapia: Stabilit/Fissaggio del catetere Comfort per il paziente Facilit di impiego  Istologia della scleroterapia in tema di scleroterapia  Complicanze dopo scleroterapia trans-catetere corto/lungo con schiuma sclerosante: prevenzione e trattamento
13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00 Sessione pratica di scleroterapia Discussione e commenti Quinta Giornata 09,00 - 13,00 Approccio pratico clinico-strumentale

varicosit minori: aspetti pratici e combinazione con la chirurgia e il laser Ecoscleroterapia (cenni) Sessione pratica di scleroterapia Discussione e commenti
13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00  Diagnosi eco-color-doppler

Cenni di chirurgia delle varici Scleroterapia delle varici e delle

pre-scleroterapia

principali categorie di sclerosanti, letteratura sul danno da scleroterapia con liquido, danno parietale da mousse, analisi istologica delle vene che non rispondono alla terapia sclerosante Metodo di lavoro in flebologia:  introduzione alle indicazioni e controindicazioni alla scleroterapia e concetti generali sulla terapia sclerosante Metodo di lavoro: 1 colloquio, esame  obiettivo, ecocolordoppler, studio del tipo di reflusso, materiale informativo e consenso informato, esami preoperatori (quando e cosa richiedere) Strategia in scleroterapia: nozioni  generali sulla programmazione della terapia, tipi di aggressione della vena in uno o pi tempi e soluzioni ibride/ miste con la chirurgia Tecniche di scleroterapia  Catetere corto: materiali, tecnica, film,  vantaggi e svantaggi Catetere lungo: materiali, tecnica, film,  vantaggi e svantaggi

13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00  Tecnica di puntura diretta eco

 Compressione elastica: teoria  Compressione elastica: pratica  Sessione pratica di scleroterapia  Discussione e commenti

su pazienti varicosi

su varicosit minori

guidata: materiali, tecnica, film, vantaggi e svantaggi Tecniche miste o ibride  Complicanze in scleroterapia: tipi, percentuali e modalit per prevenirle  Complicanze estetiche: tipi, prevenzione e come risolverle  Profilassi antitrombotica: quando, come e perch  Protocolli terapeutici: dosi in base al calibro vene, lunghezza e numero di sedute Presentazione video di casi clinici  Carrello Urgenze: dotazione e comportamenti in base al tipo di urgenze Test di valutazione finale ECM

52

La Scuola di Bologna

segue PROGRAMMA DIDATTICO


Settima Giornata 09,00 - 13,00 Storia della schiuma in scleroterapia Farmacologia  Propriet chimico-fisiche

Ottava Giornata 09,00 - 13,00  Metodo Tessari utilizzo di gas

 Utilizzo del Metodo Tessari nel

biocompatibili

e meccanismo dazione della schiuma sclerosante  Metodiche di produzione: aspetti teorici e pratici Presentazione video di casi clinici Discussione e commenti
13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00  Possibilit e limiti della schiuma

 Norme di sicurezza per limpiego della

trattamento su pazienti schiuma sclerosante

 Possibili complicanze della scleroterapia

con schiuma sclerosante: prevenzione e trattamento Metodiche complementari (elastocompressione, topici, utilizzo del catetere lungo e della tumescenza, ecc)  Discussione e commenti
13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00  Profilassi delle complicanze Et1

sclerosante nella scleroterapia delle safene e delle recidive  La schiuma sclerosante nella scleroterapia delle varici reticolari e teleangectasie  Pratica di formazione e utilizzo della schiuma in scleroterapia  Discussione e commenti
Settima Giornata 09,00 - 13,00 Storia della schiuma in scleroterapia Farmacologia  Propriet chimico-fisiche

 LAFOS: scleroterapia con schiuma  Sessione pratica dei discenti

correlate

laser assistita

 Discussione e commenti sugli

sullutilizzo di mousse sclerosante argomenti trattati

 Test di valutazione finale ECM

e meccanismo dazione della schiuma sclerosante  Metodiche di produzione: aspetti teorici e pratici Presentazione video di casi clinici Discussione e commenti
13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00  Possibilit e limiti della schiuma

DOCENTI

sclerosante nella scleroterapia delle safene e delle recidive  La schiuma sclerosante nella scleroterapia delle varici reticolari e teleangectasie  Pratica di formazione e utilizzo della schiuma in scleroterapia  Discussione e commenti

Dr. Attilio Cavezzi Specialista in Chirurgia Vascolare Dr. Paolo Casoni Specialista in Chirurgia Generale Dr. Alessandro Frullini Specialista in Chirurgia Vascolare Dr. Camillo Orsini Specialista in Chirurgia Generale Dr. Alessandro Pieri Specialista in Angiologia Medica Dr. Stefano Ricci Specialista in Chirurgia Pediatrica

ECM: in accreditamento
La Scuola di Bologna
53

ECO-COLOR-DOPPLER
DI PRIMA FORMAZIONE
OBIETTIVO DEL CORSO

Corso teorico pratico

Il corso di prima formazione si propone di fornire le basi teoriche e metodologiche delleco-color-doppler vascolare. Nei primi tre stages verranno affrontate le problematiche relative allo studio dei vasi cerebroafferenti, delle arterie periferiche degli arti interiori, dellaorta addominale e dei suoi rami, del sistema venoso degli arti inferiori. A unagile presentazione teorica della metodologia dindagine e dei quadri semeiologici pi comuni, far ben presto seguito lapplicazione delle tecniche diagnostiche su pazienti con patologia, selezionati dal Docente. I partecipanti al corso saranno chiamati a svolgere in prima persona, sotto la guida e con lassistenza continua del Docente, gli esami ultrasonografici, allo scopo di familiarizzare sin dallinizio con la manualit e linterpretazioni dei dati. Il quarto e ultimo stage sar esclusivamente pratico e preveder lesecuzione in full immersion di esami riguardanti tutti e quattro i distretti precedentemente studiati. Il corso non si prefigge - non sarebbe daltra parte possibile - di fornire ai partecipanti lautonomia operativa, ottenibile solo al termine di alcuni mesi di pratica continuativa. tuttavia in grado di fornire agli interessati le conoscenze necessarie e una manualit di base per cominciare a lavorare e perfezionarsi successivamente attraverso una pratica assidua e la frequentazione di corsi avanzati.

PROGRAMMA DIDATTICO
Prima Giornata 09,00 - 13,00 Studio ecocolordoppler dei vasi Metodologia dindagine e anatomia

Terza Giornata 09,00 - 13,00 Studio eco-color-doppler

cerebro-afferenti

Metodologia dindagine e anatomia Patologia steno-ostruttiva e Studio dellarteria mesenterica Studio delle arterie renali Tecniche di refertazione Studio eco-color-doppler arterioso

dellaorta addominale e dei suoi rami ecografica aneurismatica aorto-iliaca

ecografica del distretto carotideo extracranico Lispessimento intimale Placca ateromasica, stenosi (valutazione
quantitativa e semi-quantitativa)

superiore e del tripode celiaco

Ostruzione carotidea, patologia rara M  etodologia dindagine e anatomia

(aneurismi, chemodectomi, dissezioni, arteriti)

ecografica del distretto succlavio- vertebrale, anomalie di decorso, ipo-aplasia, stenosi, ostruzione dellarteria vertebrale Furto della succlavia Tecniche di refertazione
13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00 Sessione pratica sui pazienti Seconda Giornata 08,30 - 12,30 Sessione pratica sui pazienti 54

ecografica dei distretti femoro- popliteo tibiali, patologia steno- ostruttiva Tensiometria doppler Patologia aneurismatica e infiammatoria delle arterie periferiche, malattia cistica avventiziale dellarteria poplitea Entrapemnt popliteo Tecnica di refertazione

Metodologia dindagine e anatomia

degli arti inferiori

La Scuola di Bologna

segue PROGRAMMA DIDATTICO


13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00 Sessione pratica sui pazienti Quarta Giornata 08,30 - 12,30 Sessione pratica sui pazienti

Sesta Giornata 08,30 - 12,30 Sessione pratica sui pazienti Settima Giornata 09,00 - 13,00 Sessione pratica sui pazienti (su
tutti i distretti)

Quinta Giornata 09,00 - 13,00 14,00 - 18,00 Lo studio eco-color-doppler venoso Metodologia dindagine e anatomia Sessione pratica sui pazienti (su

13,00 - 14,00 Colazione di lavoro

ecografica del sistema venoso profondo, patologia ileo-cavale, studio della valvola venosa, semeiotica strumentale nellinsufficienza venosa profonda, trombosi venosa profonda, malattia post trombotica, sindromi da compressione estrinseca Metodologia dindagine e anatomia ecografica del sistema venoso superficiale, semeiotica strumentale nellinsufficienza venosa superficiale, trombosi venosa superficiale Metodologia dindagine e anatomia ecografica del sistema delle vene perforanti, semeiotica strumentale nella patologia delle vene perforanti, fistole artero-venose Tecniche di refertazione
13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00 Sessione pratica sui pazienti

tutti i distretti)

Ottava Giornata 08,30 - 12,30 Sessione pratica sui pazienti (su


tutti i distretti)

12,30 Test di valutazione finale ECM

Le sessioni pratiche consistono in esami eseguiti dai partecipanti, sotto la guida del docente, su pazienti con patologia selezionata

DOCENTE

Dr. Alberto Martignani Specialista in Angiologia

DURATA

4 stages di 12 ore

N massimo di partecipanti 10

ECM: 50 crediti
La Scuola di Bologna
55

SCLEROTERAPIA ECOGUIDATA
OBIETTIVO DEL CORSO

Corso teorico pratico

Acquisire unadeguata preparazione teorico-pratica per intraprendere la tecnica di ecoscleroterapia. riservato a coloro che hanno gi frequentato un corso base di scleroterapia (occorre allegare copia dellattestato di frequenza) e a coloro che potranno produrre attestato di analogo significato (precedente esperienza di scleroterapia). La terapia sclerosante delle varici ha subito un potenziamento e un miglioramento della sua sicurezza da quando stata proposta liniezione sotto guida ecografica. Attraverso la coniugazione del potere diagnostico delleco-doppler con il potere del farmaco sclerosante endovenoso (ancor pi se sotto forma di schiuma) si ampliata la gamma delle indicazioni della scleroterapia, nellottica di un migliore controllo del gesto terapeutico.

PROGRAMMA DIDATTICO
Prima Giornata 09,00 - 13,00 Nozioni basilari di eco-color-doppler nelle varici degli arti inferiori;studio eco-color- Materiale duso: liquidi sclerosanti, aghi, siringhe, ecc. Utilizzo della schiuma sclerosante in ecoscleroterapia 13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00 Teoria e pratica della tecnica e tattica di ecoscleroterapia nelle varici safeniche

doppler per la scleroterapia

e extra-safeniche, nelle varici recidive, da perforanti ecc. Indicazioni, possibilit e limiti Varianti di tecnica ecoscleroterapica (con catetere, ec. scansioni diverse, ecc.) Sessione pratica del docente su pazienti con proiezioni video
Seconda Giornata 08,30 - 12,30 Monitoraggio eco-color-doppler dei risultati;

integrazione fra scleroterapia ecoguidata e chirurgia laser e radiofrequenza nella terapia delle varici; tecniche complementari allecoscleroterapia Compressione, topici, ecc... Complicanze: prevenzione e trattamento Sessione pratica del docente su pazienti con proiezioni video

DOCENTI
Dr. Alessandro Frullini Specialista in Chirurgia Vascolare

DURATA

1 stage di 12 ore

ECM: 13 crediti
56

La Scuola di Bologna

perfezionamenti e aggiornamenti

ANGIOLOGIA e FLEBOLOGIA
pag.
58 58 58

Corsi monotematici che compongono il modulo


Perfezionamento E.C.D. arterioso arti inferiori Perfezionamento E.C.D. venoso arti inferiori Perfezionamento E.C.D. tronchi sovraortici

Corsi daggiornamento
La schiuma sclerosante 61

CORSI MONOTEMATICI

DATA DEL CORSO

FINO 20 GIORNI PRIMA ISCRIZIONI SUCCESSIVE

QUOTA DISCRIZIONE

ECM
LA SCHIUMA SCLEROSANTE PERFEZIONAMENTO ECO COLOR DOPPLER VENOSO ARTI INFERIORI PERFEZIONAMENTO ECO COLOR DOPPLER TRONCHI SOVRAORTICI PERFEZIONAMENTO ECO COLOR DOPPLER ARTERIOSO ARTI INFERIORI 30/11-1/12/12 550,00 6-7/4/13 550,00 20-21/4/13 550,00 18-19/5/13 550,00

600,00 600,00 600,00 600,00

16 17,5 15 15

La Scuola di Bologna

57

PERFEZIONAMENTO E.C.D.
OBIETTIVO DEI CORSI

Corsi pratici

ARTERIOSO ARTI INFERIORI, VENOSO ARTI INFERIORI E TRONCHI SOVRAORTICI


I corsi di perfezionamento (tronchi sovraortici, arterioso arti inferiori, venoso arti inferiori, aorta addominale e suoi rami) sono dedicati ai Medici che abbiano frequentato il corso di prima formazione oppure che, a insindacabile giudizio del Docente, possiedano gi (per aver lungamente praticato da autodidatti o per aver frequentato altri corsi) le basi per poter svolgere gli esami eco-color-doppler. I corsi, di un unico stage fine-settimanale e a numero ridottissimo di partecipanti per poter garantire unalta efficacia didattica, sono esclusivamente pratici e prevedono lesecuzione in full-immersion degli esami ultrasonografici su pazienti appositamente convocati dal Docente per poter lavorare sulla pi ampia gamma possibile di patologie. Lo scopo quello di perfezionare la manualit, approfondire le proprie conoscenze cliniche e semeiologiche, poter esprimere e risolvere, grazie al contatto con il Docente, i dubbi operativi e di interpretazione che possano essere eventualmente insorti nei mesi precedenti di pratica.

ARGOMENTI DEGLI STAGES MONOTEMATICI


Perfezionamento Eco-Color-Doppler:

Arterioso arti inferiori Venoso arti inferiori Tronchi sovraortici

Ogni singolo stage di perfezionamento monotematico si svolger nellarco di un week-end, mediante esercitazioni esclusivamente pratiche su pazienti con patologia selezionata. Si affronteranno anche casi particolari, con patologia atipica o rara. richiesta ai partecipanti una preparazione di base, valutata dal docente.

DOCENTE

Dr. Alberto Martignani Specialista in Angiologia

DURATA

1 stage di 12 ore (per ogni argomento)


N massimo di partecipanti 7

58

La Scuola di Bologna

ECM: 15+17,5+15 crediti

La Scuola di Bologna

59

SCHIUMA SCLEROSANTE
OBIETTIVO DEL CORSO

Corso teorico pratico

NEL TRATTAMENTO DELLE TELEANGECTASIE E DELLE VARICI DEGLI ARTI INFERIORI


Da oltre dieci anni la schiuma sclerosante divenuta una realt terapeutica di grandissimo impatto nel trattamento del paziente varicoso. Le potenzialit della schiuma sclerosante, indubbiamente maggiori rispetto al liquido sclerosante, hanno portato a una grandissima diffusione di questa forma di scleroterapia nel mondo flebologico, anche in virt della sostanziale sicurezza della metodica, soprattutto se eseguita previa acquisizione di una tecnica adeguata di formazione e iniezione della schiuma. Il corso permette di esaminare tutti gli aspetti pi significativi di questa metodica, dalla sua storia sino ai dettagli pi fini per una sua gestione ottimale.

PROGRAMMA DIDATTICO
Prima Giornata 09,00 - 13,00 Storia della schiuma in scleroterapia Farmacologia  Propriet chimico-fisiche

Seconda Giornata 09,00 - 13,00  Metodo Tessari utilizzo di gas

 Utilizzo del Metodo Tessari nel

biocompatibili

e meccanismo dazione della schiuma sclerosante  Metodiche di produzione: aspetti teorici e pratici Presentazione video di casi clinici Discussione e commenti
13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00  Possibilit e limiti della schiuma

 Norme di sicurezza per limpiego della

trattamento su pazienti schiuma sclerosante

 Possibili complicanze della scleroterapia

con schiuma sclerosante: prevenzione e trattamento Metodiche complementari (elastocompressione, topici, utilizzo del catetere lungo e della tumescenza, ecc)  Discussione e commenti
13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00  Profilassi delle complicanze Et1

sclerosante nella scleroterapia delle safene e delle recidive  La schiuma sclerosante nella scleroterapia delle varici reticolari e teleangectasie  Pratica di formazione e utilizzo della schiuma in scleroterapia  Discussione e commenti

 LAFOS: scleroterapia con schiuma  Sessione pratica dei discenti

correlate

laser assistita

 Discussione e commenti sugli

sullutilizzo di mousse sclerosante argomenti trattati

 Test di valutazione finale ECM

DOCENTI

Dr. Attilio Cavezzi Specialista in Chirurgia Vascolare Dr. Alessandro Frullini Specialista in Chirurgia Vascolare

ECM: in accreditamento
60

La Scuola di Bologna

SIES DAY 2012

FILL & PEEL


24 NOVEMBRE 2012
VALET SRL - BOLOGNA

LIVE SESSIONS

SESSIONI LIVE dal Poliambulatorio

POSTI LIMITATI Per informazioni rivolgersi alla Segreteria Organizzativa


VALET - Divisione Congressuale Via dei Fornaciai, 29/b - 40129 Bologna Tel: +39 051 63.88.334 Fax: +39 051 32 68 40 www.valet.it congresso@valet.it

La Scuola di Bologna

61

62

La Scuola di Bologna

Modulo TECNICHE LASER in Medicina e Chirurgia Estetica


Il Modulo prevede linsegnamento della pratica terapeutica di Laserchirurgia e metodiche correlate che si sono evolute negli ultimi anni come Luci Pulsate Intense e Radiofrequenze e che consentono al medico che si dedica al trattamento degli inestetismi a manifestazione cutanea ladozione di una terapia elettiva o alternativa, ma che preveda lutilizzo di unapparecchiatura laser o a tecnologia elettro-ottica. Verranno prese in esame le teorie, le procedure diagnostiche e terapeutiche, le pianificazioni degli interventi, le indicazioni elettive e la scelta delle lunghezze donda per ogni problematica patologica sia di tipo funzionale sia estetica, oltrech la gestione del momento preoperatorio, del decorso e del management degli effetti collaterali e/o avversi. Il Modulo sar articolato in Argomenti Monotematici organizzati in Seminari da svolgersi nei fine settimana. Lobiettivo del modulo fornire una preparazione specialistica complessa implementabile successivamente con Corsi superspecialistici. Gli Argomenti Monotematici verteranno sulle singole indicazioni che beneficiano di terapie Laser aggiornate al momento del loro svolgimento. Saranno esclusi dalla trattazione argomenti non avallati dalla Evidence based medicine e non supportati da riferimenti bibliografici ufficiali della letteratura mondiale. Saranno posti a disposizione dei discenti supporti informatici audio-visivi gestibili facilmente da PC, oltre alla possibilit di frequentare i poliambulatori dei docenti sempre dopo aver seguito i corsi.

Corsi monotematici che compongono il modulo


Tecniche laser percorso base propedeutico Trattamento laser di fotoepilazione Trattamento laser delle lesioni pigmentate e tatuaggi

pag.
64 65 67 69

Trattamento laser in sinergia nella terapia dellaging cutaneo di viso e corpo 68 Trattamento laser delle lesioni vascolari a manifestazione cutanea
CORSI MONOTEMATICI CHE COMPONGONO IL MODULO DATA DEL CORSO

FINO 20 GIORNI PRIMA ISCRIZIONI SUCCESSIVE

QUOTA DISCRIZIONE

ECM
TRATTAMENTO LASER SINERGICO NELLA TERAPIA DELLAGING CUTANEO DI VISO E CORPO TRATTAMENTO LASER DELLE LESIONI VASCOLARI A MANIFESTAZIONE CUTANEA MEDICINA LEGALE ED ESAMI TECNICHE LASER PERCORSO BASE PROPEDEUTICO TRATTAMENTO LASER DELLE LESIONI PIGMENTATE TRATTAMENTO LASER DI FOTOEPILAZIONE 16-17(mat)/11/12 550,00 17(pom)-18/11/12 550,00

600,00 600,00

13 13 20 13 13

RISERVATO AI SOLI ISCRIT15/12/12 CORSO TI AL MODULO TEMATICO


19-20-21/4/13 500,00 ottobre 2013 550,00 ottobre 2013 550,00

550,00 600,00 600,00

COSTO COMPLESSIVO DEI CORSI CHE COMPONGONO IL MODULO

2.950,00

ISCRIZIONE AL MODULO TECNICHE LASER


SESSIONI LIVE di PRATICA DIDATTICA dal Poliambulatorio

2.950,00

2.160,00
63

La Scuola di Bologna

TECNICHE LASER
PROGRAMMA DIDATTICO

Corso teorico pratico

PERCORSO BASE PROPEDEUTICO

Prima Giornata 09,00 - 13,00 Le radiazioni elettromagnetiche e la

indicazioni (dye FLPD), (KTP), (Nd:YAG),


(Diodi), (IPL)

14,00 - 18,00 I laser vascolari superficiali la FTLS e le Esercitazioni pratiche sul paziente I laser, le luci pulsate IPL e le lesioni
viso corpo)

fisica dei laser Interazione delle R.e.m. e dei laser con i tessuti biologici e con i cromofori biologici I laser e le lunghezze donda utilizzabili in Medicina Estetica, Dermatologia, Chirurgia Vascolare Effetti fotochimici, fototermici, fotomeccanici, FTLS (fototermolisi selettiva)
13,00 - 14,00 Colazione di lavoro

con Video Live (eritrosi o teleangectasie


pigmentate: inquadramento Protocolli di trattamento (Video) I laser e i tatuaggi: inquadramento. Protocolli di trattamento (Video)
Terza Giornata 08,30 - 12,30 La tecnologia a radiofrequenza Esercitazioni pratiche sul paziente
corpo) (trattamento viso o

per i sistemi laser, indicazioni allutilizzo dei laser e delle nuove sorgenti nella pratica ambulatoriale La Diagnostica interdisciplinare delle lesioni trattabili con i laser (ruolo del
Anestesia nella chirurgia laser di lesioni cutanee, mucose, vascolari Seconda Giornata 09,00 - 13,00 I laser chirurgici: il CO2 c.w., pulsato e
cutanea) dermatologo, del chirurgo plastico e del chirurgo vascolare)

14,00 - 18,00 Misure di sicurezza e protezionistica

con Video Live

I faser e la fotoepilazione laser assistita (Sistemi Laser oggi disponibili) 12,30 Test di valutazione finale ECM

frazionale (indicazioni e suo impiego) Esercitazioni pratiche sul paziente con Video Live (asportazione di lesione
I laser chirurgici: LEr:YAG pulsato e Esercitazioni pratiche sul paziente
frazionale)

frazionale (indicazioni e suo impiego) con Video Live

DOCENTI

(resurfacing pulsato o

Il fotoringiovanimento ablativo e non

ablativo: i laser, le ipl, le sinergie Esercitazioni pratiche sul paziente con Video Live

Dr. Domenico DAngelo Chirurgia Ambulatoriale e Flebologia Dr. Fabio Marini Specialista in Chirurgia Vascolare

13,00 - 14,00 Colazione di lavoro

DURATA

1 stage di 20 ore

ECM: 20 crediti

64

La Scuola di Bologna

TRATTAMENTO LASER
OBIETTIVO DEL CORSO

Corso teorico pratico

DELLE LESIONI PIGMENTATE E TATUAGGI


Il corso di tecniche laser sulle lesioni pigmentate ha come obiettivo quello di formare il medico per operare una corretta diagnosi in grado di riconoscere le lesioni pigmentate cutanee e mucose acquisite e di natura benigna esogena (tatuaggi) o endogena, trattabili con la tecnologia laser o a IPL (luce pulsata intensa) e che abbiano una possibile indicazione terapeutica elettiva, complementare o alternativa ad altre metodiche. Durante il corso, prevalentemente pratico, quindi con la possibilit di vedere i trattamenti laser, verranno trasferite al discente le nozioni fondamentali nella gestione del paziente prima, durante e dopo i trattamenti, oltrech la gestione delle complicanze e gli effetti secondari delle terapie laser.

PROGRAMMA DIDATTICO
Prima Giornata 09,00 - 13,00 La fototermolisi selettiva: teoria Applicazione pratica della teoria della FTLS al cromoforo melanina Applicazione pratica della teoria della FTLS ai cromofori esogeni (pigmenti) Lesioni pigmentate benigne epidermiche, dermoepidermiche, dermiche e post- Diagnostica clinica 13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00 Trattamento dei tatuaggi Istologia dei tatuaggi e differenze tra i pigmenti utilizzati I tatuaggi accidentali e cosmetici I laser per il trattamento dei tatuaggi I laser per il trattamento delle ipercromie melaniche Le luci pulsate (IPL) per il trattamento delle ipercromie melaniche Indicazioni in pratica allutilizzo dei laser e delle tecnologie elettro-ottiche e

infiammatorie

selezione del paziente affetto da ipercromie melaniche e post-infiammatorie Indicazioni in pratica allutilizzo dei laser e selezione del paziente per la rimozione dei tatuaggi Esercitazioni pratiche per la rimozione di ipercromie melaniche acquisite (Video o Live) Discussione e commenti

La Scuola di Bologna

65

PROGRAMMA DIDATTICO
Seconda Giornata 09,00 - 13,00 Domande e risposte sugli argomenti trattati nella prima giornata Esercitazioni pratiche per la rimozione di tatuaggi (Video o Live) Risultati e aspettative dal trattamento delle lesioni pigmentate Risultati e aspettative dal trattamento dei tatuaggi Gestione post-operatoria del paziente Effetti collaterali dal trattamento dei tatuaggi e delle lesioni pigmentate Discussione e commenti 13,00 Test di valutazione finale ECM

DOCENTI

Dr. Domenico DAngelo Chirurgia Ambulatoriale e Flebologia Dr. Fabio Marini Specialista in Chirurgia Vascolare

DURATA

1 stage di 12 ore

ECM: 13 crediti
66

La Scuola di Bologna

TRATTAMENTO LASER
DI FOTOEPILAZIONE
OBIETTIVO DEL CORSO

Corso teorico pratico

Il corso di tecniche laser sulla fotoepilazione laser assistita ha lo scopo di seguire il discente nel management del paziente affetto da disturbi della crescita eccessiva dei peli superflui. Con le metodiche laseristiche ormai multiple per la fotoepilazione, fondamentale sapersi orientare correttamente da un punto di vista fisiologico e fisiopatologico sulla crescita dei peli, onde non disattendere le aspettative dei pazienti. Durante il corso verranno analizzati i momenti diagnostici multidisciplinari di questo argomento, spesso da trattare insieme ad altri specialisti (endocrinologo, ginecologo, dermatologo), e tutte le pi aggiornate e varie possibilit terapeutiche che la tecnologia laser ci mette a disposizione.

PROGRAMMA DIDATTICO
Prima Giornata 14,00 - 18,00 Cenni di anatomia e fisiologia del pelo Cause della crescita eccessiva di peli Trattamenti alternativi delleccessiva

13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00 Domande e risposte sugli argomenti Gestione del paziente di sesso Gestione del paziente di sesso

trattati nella prima giornata femminile a lungo termine

crescita di peli La fototermolisi selettiva applicata alla struttura pilifera Storia della fotoepilazione laser-assistita Visita e inquadramento del paziente con eccessiva crescita di peli
Seconda Giornata 09,00 - 13,00 Razionale della fotoepilazione laser-assistita Razionale della fotoepilazione con IPL

maschile a lungo termine Risultati e aspettative dalla fotoepilazione Considerazioni post-operatorie Le novit tecnologiche per la fotoepilazione Esercitazione pratica con le nuove tecnologie (Video o Live) Discussione e commenti
18,00 Test di valutazione finale ECM

e tecnologia elettro-ottica Esercitazione pratica di fotoepilazione laser-assistita (Video o Live) Esercitazione pratica di fotoepilazione con IPL (Video o Live) Il contributo delle aziende e le nuove tecnologie Discussione e commenti

DOCENTI

Dr. Domenico DAngelo Chirurgia Ambulatoriale e Flebologia Dr. Fabio Marini Specialista in Chirurgia Vascolare

DURATA

1 stage di 12 ore

ECM: 13 crediti
La Scuola di Bologna
67

TRATTAMENTO LASER
OBIETTIVO DEL CORSO

Corso teorico pratico

SINERGICO NELLA TERAPIA DELLAGING CUTANEO DI VISO E CORPO


Il corso si propone come un momento fondamentale per apprendere le metodiche diagnostiche che portano il medico estetico a esaudire le richieste di fotoringiovanimento ablativo e non ablativo per ovviare ai segni dellinvecchiamento del volto e del corpo, anche e soprattutto come complemento ad altre metodiche di ringiovanimento medico e chirurgico gi accreditate da decenni (peelings, fillers, tossina botulinica, biostimolazione). Verranno prese in esame, anche con una parte pratica, tutte le tecnologie pi disparate che il mercato mette a disposizione (IPL, laser ablativi, radiofrequenze, tecnologie elettro-ottiche etc), in modo che il discente possa orientarsi anche nella scelta delle apparecchiature in commercio. Una parte sar dedicata alla gestione delle complicanze e degli effetti secondari transitori.

PROGRAMMA DIDATTICO
Prima Giornata 09,00 - 13,00 Diagnostica clinica dellaging cutaneo I dispositivi laser, IPL,RF, per la terapia di aging e fotoaging Esercitazioni pratiche (Video o Live) 13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00 Il concetto di rimodellamento e fotoringiovanimento Risultati clinici del romodellamento e del fotoringiovanimento Gestione del Pz., trattamento e follow-up Le indicazioni ai trattamenti laser e le differenze Luci e ombre sulle IPL Esercitazioni pratiche (Video o Live) Seconda Giornata 09,00 - 13,00 Domande e le risposte sugli argomenti trattati Il laser CO2 pulsato e frazionale Il laser Er:YAG pulsato e frazionale La tecnologia a RF non ablativa, ablativa: Esercitazioni pratiche (Video o Live) 18,00 Test di valutazione finale ECM

nella prima giornata

DOCENTI

La nostra esperienza

Dr. Domenico DAngelo Chirurgia Ambulatoriale e Flebologia Dr. Fabio Marini Specialista in Chirurgia Vascolare

DURATA

1 stage di 12 ore

ECM: 13 crediti
68

La Scuola di Bologna

TRATTAMENTO LASER
OBIETTIVO DEL CORSO

Corso teorico pratico

DELLE LESIONI VASCOLARI A MANIFESTAZIONE CUTANEA


Fornire al discente i fondamentali per orientarsi nel complesso panorama diagnostico delle indicazioni terapeutiche ai trattamenti laser vascolari (angiomi, teleangectasie del volto e del corpo, anche come epifenomeno di altre patologie, varici degli arti non chirurgiche), oltre a fornire gli elementi di terapie complementari a quelle laseristiche in ambito vascolare. Una sezione sar dedicata alla gestione delle complicanze. La parte pratica verr effettuata sul paziente con le pi accreditate tecnologie, suffragate da letteratura scientifica.

PROGRAMMA DIDATTICO
Prima Giornata 14,00 - 18,00 Principi e teorie delle applicazioni terapeutiche dei Laser Vascolari Superficiali I laser utilizzati per il trattamento delle lesioni vascolari superficiali Classificazione delle lesioni vascolari e indicazioni elettive o alternative

(Localizzazioni, quadro clinico, complicanze, diagnosi e terapia)

Seconda Giornata 09,00 - 13,00 Teleangectasie del viso Poichilodermia di Civatte Rosacea e eritrocouperose Teleangectasie su cicatrice Esercitazioni pratiche (Video o Live) Discussione e commenti 13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00 Domande e risposte sugli argomenti trattati

nella prima giornata Teleangectasie dellarto inferiore e ruolo dei laser Varicosi dellarto inferiore Esercitazioni pratiche (Video o Live) Discussione e commenti

DOCENTI

18,00 Test di valutazione finale ECM

Dr. Domenico DAngelo Chirurgia Ambulatoriale e Flebologia Dr. Fabio Marini Specialista in Chirurgia Vascolare

DURATA

1 stage di 12 ore

ECM: 13 crediti
La Scuola di Bologna
69

70

La Scuola di Bologna

La Scuola di Bologna

71

72

La Scuola di Bologna

Dipartimento di TERAPIA ANTALGICA INTEGRATA


La Riflessoterapia poggia sul concetto di riflesso inteso come risposta a uno stimolo. La stimolazione di punti diversi costituisce un unico messaggio per il S.N.C. che elabora una risposta unica, precisa e sempre uguale per il tipo di stimolazione. Le tecniche riflessoterapiche sono esemplarmente pluridisciplinari: mobilizzazioni riflessogene vertebrali e articolari, agopuntura di sintesi funzionale, mesoterapia mirata (chimiopuntura), kinesiologia (diagnostica, riflessogena, bioenergetica). Contestualmente, vengono fornite nozioni sulluso di sostanze terapeutiche (naturali e/o farmacologiche) in mesoterapia mirata e di punti importanti di meridiani di agopuntura e bioenergetica.

Corsi monotematici che compongono il modulo


Mesoterapia antalgica integrata Terapia manuale, vertebrale e articolare Agopuntura di sintesi funzionale

pag.
74 75 77

CORSI MONOTEMATICI

DATA DEL CORSO

FINO 20 GIORNI PRIMA ISCRIZIONI SUCCESSIVE

QUOTA DISCRIZIONE

ECM
TERAPIA MANUALE, VERTERBRALE E ARTICOLARE AGOPUNTURA DI SINTESI FUNZIONALE 12-13/1/13 26-27/1/13 1050,00 9-10/2/13 2-3/3/13 13-14/4/13 11-12/5/13 550,00 settembre 2013 360,00

1.150,00 600,00 395,00

48 26 13,5

MESOTERAPIA ANTALGICA INTEGRATA

La Scuola di Bologna

73

MESOTERAPIA ANTALGICA
INTEGRATA
OBIETTIVO DEL CORSO

Corso teorico pratico

Insegnamento della Mesoterapia (Intradermo Terapia Distrettuale) dalle sue premesse teoriche alla pratica clinica per la cura delle principali affezioni dolorose. La possibilit di contestuale stimolazione di punti particolarmente reattivi per ciascuna patologia caratterizzer il corso con linsegnamento di detti punti per unazione mirata e sinergica con la terapia localizzata.

PROGRAMMA DIDATTICO
Prima Giornata 14,00 - 18,00 Definizione e cenni storici. La strumentazione. I farmaci in Schemi operativi di trattamento generale La mesoterapia mirata: punti da Dolori osteo-articolari e post-traumatici: cervicali, dorsali, lombari,

Seconda Giornata 09,00 - 13,00 La tecnica mesoterapica: 13,00 - 14,00 Colazione di lavoro

controindicazioni e aspetti medico legali

Meccanismo dazione mesoterapia

trattare e loro localizzazione

pazienti con proiezioni video


18,00 Test di valutazione finale ECM

14,00 - 18,00 Sessione pratica del docente su

sacrali e coccigei lombosciatalgie algie scapolo-omerali epicondiliti sindrome del tunnel carpale artrosi delle mani coxalgie gonalgie osteoporosi affezioni del piede tendinopatie sindrome fibromialgica cefalee nevralgie contusioni distorsioni dolori della articolazione temporo- mandibolare

DOCENTE

Dr. Franco Paolini Medico Chirurgo

DURATA

1 stage di 12 ore

ECM: 13,5 crediti


74

La Scuola di Bologna

TERAPIA MANUALE
VERTEBRALE E ARTICOLARE
OBIETTIVO DEL CORSO

Corso teorico pratico

Dallinquadramento posturale generale statico e dinamico allesame distrettuale e segmentario del rachide cervicale, dorsale e lombo-sacrale per la ricerca del Disturbo Intervertebrale Minore (DIM). I disturbi funzionali della colonna vertebrale, e tutto il corteo sintomatologico riflesso, trovano immediata risoluzione con un trattamento mobilizzativo selettivo che viene insegnato con due possibilit di intervento per ciascun tratto vertebrale e in maniera indolore. Insegnamento di alcune mobilizzazioni articolari periferiche.

PROGRAMMA DIDATTICO
Prima Giornata 09,00 - 13,00 Note introduttive Cenni di fisiologia articolare vertebrale Generalit sullesame obiettivo Lesame posturale statico e dinamico Il Disturbo Intervertebrale Minore (D.I.M.) Indicazioni e controindicazioni della

Terza Giornata 09,00 - 13,00 Il rachide dorsale Cenni di anatomia e fisiologia articolare Esame del rachide dorsale La ricerca del d.i.m. La manipolazione selettiva del Tecniche manipolative di base 13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00 Esercitazioni pratiche Manipolazioni del rachide dorsale la cerniera cervico-dorsale d1 -> d12 la cerniera dorso-lombare Quarta Giornata 08,30 - 12,30 Esercitazioni pratiche

rachide dorsale

manipolazione

13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00 Il rachide cervicale Cenni di anatomia e fisiologia articolare Esame del rachide cervicale La ricerca del disturbo intervertebrale

minore d.i.m. La manipolazione selettiva del rachide cervicale Tecniche manipolative di base

Seconda Giornata 08,30 - 12,30 Esercitazioni pratiche Manipolazioni del rachide cervicale: la cerniera occipito

c1 -> c7 la cerniera cervico-dorsale

atlantoidea c0-c1

La Scuola di Bologna

75

segue PROGRAMMA DIDATTICO


Quinta Giornata 09,00 - 13,00 Il rachide lombare Cenni di anatomia e fisiologia

Settima Giornata 09,00 - 13,00 Le manipolazioni periferiche e

sacro-iliache

articolare Esame del rachide lombare La ricerca del d.i.m. La manipolazione selettiva del rachide lombare Tecniche manipolative di base
13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00 Esercitazioni pratiche Manipolazioni del rachide lombare la cerniera dorso-lombare l1 -> l5 Il tratto lombo-sacrale Sesta Giornata 08,30 - 12,30 Esercitazioni pratiche

13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00 Esercitazioni pratiche Ottava Giornata 08,30 - 12,30 Esercitazioni pratiche 12,30 Test di valutazione finale ECM

DOCENTE

Dr. Franco Paolini Medico chirurgo

DURATA

4 stages di 12 ore

ECM: 50 crediti
76

La Scuola di Bologna

AGOPUNTURA
DI SINTESI FUNZIONALE
OBIETTIVO DEL CORSO

Corso teorico pratico

Realizzazione di una sintesi estrema del costrutto teorico dellAgopuntura Cinese finalizzata alla immediata applicabilit nel campo delle principali affezioni dolorose articolari. Linsegnamento di nozioni di Riflessologia Auricolare e di Craniopuntura doter i discenti della capacit di agire efficacemente nella risoluzione dei blocchi articolari acuti.

PROGRAMMA DIDATTICO
Prima Giornata 09,00 - 13,00 Le basi teoriche dellagopuntura; lo yin

e lo yang I cinque elementi; i cicli fisiologici; i cicli patologici Il percorso superficiale dei meridiani principali I punti di comando (shu antichi)
13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00 Protocolli diagnostico-terapeutici: cefalee cervicalgie torcicollo dorsalgie lombalgie lombosciatalgie

Terza Giornata 09,00 - 13,00 Introduzione alla auricoloterapia La mappa auricolare (aree) Principi di diagnosi e trattamento Protocolli terapeutici 13,00 - 14,00 Colazione di lavoro 14,00 - 18,00 Introduzione alla craniopuntura Identificazione dellarea motoria,

terapeutico in auricoloterapia

dellarea sensitiva e dellarea sensitivo-motoria del piede Principi di diagnosi e trattamento terapeutico in craniopuntura Protocolli terapeutici
Quarta Giornata 08,30 - 12,30 Preparazione al trattamento e

algie scapolo-omerali (periartrite,


blocco articolare acuto)

colpo della strega

Gli aghi e le tecniche di infissione Esercitazioni pratiche di Esercitazioni pratiche di

precauzioni

auricoloterapia craniopuntura

epicondiliti sindrome del tunnel carpale gonalgie coxalgie

12,30 Test di valutazione finale ECM

Seconda Giornata 08,30 - 12,30 La tecnica dellago Simulazione dei casi Esercitazioni pratiche

DOCENTE DURATA

Dr. Franco Paolini Medico chirurgo 2 stages di 12 ore

ECM: 26 crediti
La Scuola di Bologna
77

Scheda discrizione AI MODULI E AI CORSI MONOTEMATICI


> Il/La sottoscritto/a
Cognome Nato/a a il Indirizzo Localit Telefono Cellulare Fax e-mail CAP Prov. Nome Titolo/Professione

> Dati per la fatturazione


Ragione Sociale P.IVA Indirizzo Localit CAP Prov. Codice Fiscale (obbligatorio ai fini fiscali)

Modalit di pagamento del deposito cauzionale infruttifero di: 150,00 per il singolo corso - 300,00 per il singolo modulo 50,00 per i corsi di costo inferiore a 150,00 Mediante: Versamento su c/c postale n 14274401 Bonifico bancario intestato a VALET srl (di cui allego copia del versamento) presso la Cassa di Risparmio di Bologna - Agenzia San Lazzaro IBAN: IT 60 X 06385 37070 100000008022 - BIC IBSPIT2B Assegno bancario intestato a VALET srl (allegato alla presente)

78

La Scuola di Bologna

> Chiede di essere iscritto/a


AL CORSO data inizio corso AL CORSO data inizio corso AL CORSO data inizio corso AL MODULO data inizio modulo AL MODULO data inizio modulo Ladesione contemporanea a due o pi CORSI MONOTEMATICI d diritto ad uno sconto del 10% sul prezzo dei corsi scelti costo +IVA 21% +IVA 21% costo +IVA 21% costo +IVA 21% costo +IVA 21% costo +IVA 21%

TOTALE

Ho provveduto al versamento del deposito cauzionale infruttifero di La/il sottoscritta/o dichiara di NON essere stato invitato da Aziende Sponsor.

L  a/il sottoscritto dichiara di essere edotto che i crediti formativi ricondotti al triennio di riferimento sono acquisibili mediante reclutamento diretto entro il limite massimo di 1/3, e segnala che per questo percorso formativo stato invitato dalla seguente Azienda Sponsor: Digs. 196/2403 - Ai sensi della normativa vigente sulla tutela dei dati personali acconsento a che i dati da me forniti siano immessi nel database della VALET ed utilizzati solo per ricevere informazioni e comunicazioni inerenti allattivit promossa dalla suddetta societ e dalle aziende espositrici. il nome e il cognome del partecipante a corsi, congressi e simposi potr essere visualizzato al momento dellaccesso alle sedi degli eventi su monitor, in ragione della lettura ottica ai fini della rilevazione delle presenze per laccreditamento ECM. Prendo atto dellinformativa sulla privacy presente sul sito: www.valet.it/informativa_valet.htm Barri la casella solo se intende La Scuola di Bologna 79 rinunciare a tale opportunit

La firma apposta conferma i dati inseriti e laccettazione del regolamento retroindicato

Data Firma ATTENZIONE! Compilare la presente scheda in ogni sua parte ed inviare per posta, per fax o e-mail a:  Segreteria Didattica VALET s.r.l. - Via dei Fornaciai, 29/B 40129 Bologna Tel: 051 63 88 334 Fax: 051 32 68 40 info@valet.it

Regolamento

LISCRIZIONE aperta a coloro che sono interessati allacquisizione delle conoscenze sui protocolli diagnostico-terapeutici pi idonei per il trattamento ambulatoriale dei principali inestetismi e delle pi frequenti patologie e affezioni dolorose. Sar cura dei partecipanti assicurarsi che la formazione di base permetta lapplicazione professionale delle nozioni apprese. POSSIBILE ISCRIVERSI ad ogni singolo corso monotematico di I o II livello, (al termine del quale verr rilasciato il relativo attestato di partecipazione), al singolo modulo tematico o allintera Scuola di Medicina e Chirurgia Estetica. LITER DIDATTICO DELLA SCUOLA si articola in Moduli, e prevede la preparazione e laggiornamento (ad indirizzo estetico, flebologico ed antalgico) del medico, partendo dalla laurea in Medicina e Chirurgia. LA CONSEGNA DEL DIPLOMA DI FREQUENZA AL MODULO avviene al superamento dellesame finale, le cui date e modalit verranno decise dal Consiglio dei docenti (qualora lesame non venisse superato, il corsista ripeter lo stage o il corso per il quale non stato ritenuto idoneo dalla Commissione desame, con il solo addebito delle spese di segreteria pari a 60.00 da corrispondersi al ritiro del relativo diploma). LA CONSEGNA DEL DIPLOMA DI FREQUENZA ALLA SCUOLA di Medicina e Chirurgia Estetica prevista al termine delliter didattico prescelto, quindi al conseguimento del diploma di almeno quattro dei moduli didattici, dopo lavvenuta presentazione e discussione di una tesi compilata dallallievo, su un argomento attinente ai corsi frequentati (tassa desame 50,00). LA FREQUENZA ai corsi, ai moduli e alla scuola obbligatoria, e comunque non deve essere inferiore al 75% del totale delle lezioni. richiesta una firma di presenza ad ogni giornata di lezione; lassenza dellallievo non potr essere recuperata, n per lo stesso corso n per altri. Per il rilascio dellattestato ECM (ove previsto) richiesta dal Ministero della Salute la presenza alla totalit dellevento. LA DOMANDA DI ISCRIZIONE verr accettata solo se accompagnata dal deposito cauzionale infruttifero versato a garanzia della partecipazione ( 150,00 PER IL SINGOLO CORSO; 50,00 per i corsi di costo inferiore a 150,00; 300,00 PER IL MODULO) e dai titoli di studio richiesti. Tale documentazione dovr pervenire a VALET S.r.l. almeno 10 giorni prima dellinizio delle lezioni. Le iscrizioni sono a numero chiuso; criterio discriminante per lammissione sar lordine di arrivo delle richieste. PER LATTIVAZIONE di ogni corso previsto un minimo di 10 iscrizioni; qualora tale numero non venisse raggiunto entro lo scadere dei termini previsti, il corso potr essere rinviato a una sessione successiva, oppure annullato. In questultimo caso (annullamento del corso), prevista la restituzione della somma versata. IN CASO DI MANCATA FREQUENZA alle lezioni il deposito verr regolarmente fatturato, a titolo di risarcimento dello squilibrio apportato allattivit didattica. Limpedimento dellallievo a frequentare il corso, il modulo o la scuola non lo solleva in alcun modo dagli obblighi assunti verso VALET S.r.l. LADESIONE CONTEMPORANEA a due o pi corsi monotematici da diritto ad uno sconto del 10% sul prezzo dei corsi scelti. LADESIONE AL MODULO prevede le tariffe agevolate indicate sul listino e comprende, oltre a quanto gi indicato per ogni singolo corso, liscrizione gratuita alla SIES - Societ Italiana di Medicina e Chirurgia Estetica - della durata di un anno e a tariffe agevolate per liscrizione al congresso SIES nellanno accademico in corso. LI.V.A. rimane a carico del corsista, nella misura di legge del 21%. IL SALDO di ogni singolo corso dovr essere improrogabilmente corrisposto il primo giorno di partecipazione, mentre il saldo dei moduli potr essere versato allinizio della programmazione in ununica soluzione, o rateizzato tramite finanziamento da societ accreditate. VALET S.R.L. SI RISERVA LA FACOLTA DI APPORTARE MODIFICHE ai programmi anche in termini di date, fino allannullamento degli stessi corsi in caso del mancato raggiungimento del numero minimo di iscrizioni entro i termini previsti (10 gg. prima dellinizio delle lezioni), per ragioni di forza maggiore e al fine di renderli sempre pi aderenti alle esigenze dellaggiornamento didattico, nellinteresse degli allievi e dei docenti. severamente vietato effettuare riprese fotografiche e registrare filmati durante lo svolgimento delle lezioni.

Hotel convenzionati
Per informazioni e per consultare lelenco degli hotel convenzionati collegarsi alla pagina web:

http://www.valet.it/pagine/chisiamo/hotel.html
80

La Scuola di Bologna

SAVE

the

DATE

B O L O G N A

2 2-2 3 -2 4 FEBBRAIO

2 0 1 3
il CONGRESSO :
LIVE SESSIONS WORKSHOPS TRAINING ROOMS OPEN ROOMS SIMPOSI RELAZIONI TEMATICHE

SIES Membro del COLLEGIO DELLE SOCIET SCIENTIFICHE ITALIANE DI MEDICINA ESTETICA

Evento in fase di accreditamento

www.collegiomedicinaestetica.it

FORMAZIONE CPMA

Valet Provider ECM


Un altro riconoscimento ufficiale per la nostra Scuola
ECM verranno attribuiti in accordo con le normative vigenti direttamente da Valet, considerata ufficialmente, per i meriti acquisiti nel campo della formazione in questi anni, Provider ECM. Potrebbe sembrare una cosa di poco conto, invece non lo . Laccreditamento di un Provider ECM il riconoscimento da parte di unistituzione pubblica (Commissione Nazionale per la Formazione Continua o Regioni o Province Autonome direttamente o attraverso organismi da questi individuati) che un soggetto attivo e qualificato nel campo della formazione continua in Sanit e che pertanto abilitato a realizzare attivit formative riconosciute idonee per lECM, individuando e attribuendo direttamente i crediti ai partecipanti. Laccreditamento

n un mondo in cui sempre pi difficile distinguere tra sostanza e apparenza, un riconoscimento ufficiale alla professionalit vale quanto unonorificenza. Cos, con una punta di malcelato orgoglio, noi di Valet siamo lieti di condividere con i medici che da pi di trentanni frequentano i nostri corsi lennesimo attestato di stima ricevuto dal Ministero della Salute. Da sempre, i corsi del nostro Centro Postuniversitario di Medicina Ambulatoriale assegnano a chi li frequenta i crediti ECM (Educazione continua in medicina), indispensabile strumento di valutazione dellaggiornamento professionale che il Ministero concede in misura variabile a seconda della bont del Corso o del Congresso che ne faccia richiesta. Da oggi, questi crediti

consiste nellassegnazione allevento di un certo numero di crediti formativi ECM, che sono formalmente riconosciuti ai partecipanti allevento anche attraverso il rilascio di un apposito attestato. Lattestato ma questo i medici lo sanno bene deve essere conservato dallinteressato per essere presentato, ai fini della registrazione dei crediti, allOrdine, Collegio o Associazione professionale, secondo le istruzioni che indicher la Commissiona nazionale per la formazione continua. In conclusione, unaltra medaglia appuntata sul petto di Valet, che divide molto volentieri lonore con tutti i professionisti che la gratificano della loro fiducia.

Informazioni
Informazioni generali
Svolgimento dei corsi
I corsi si svolgono nella sede C.P.M.A. VALET di Bologna, via dei Fornaciai, 29/b. I giorni di lezione sono sempre nel periodo di fine settimana. In alcuni casi dal venerd, ma normalmente il sabato e la domenica. Nella giornata di domenica la lezione viene concentrata unicamente nella mattinata, fatto salvo per i corsi in cui chiaramente indicata la frequenza alla giornata completa. Per le giornate complete di corso (mattina e pomeriggio) prevista la pausa pranzo, con buffet offerto dalla Scuola e organizzato nel ristorante adiacente alla scuola stessa. Questo momento offre la possibilit di creare aggregazione fra i partecipanti e rende ancor pi piacevole lo sviluppo del corso.

Metodo di insegnamento

I corsi hanno la caratteristica di essere teorico-pratici. Le lezioni si suddividono in momenti di insegnamento frontale mediante proiezioni multimediali e discussioni interattive; lausilio di dispense realizzate ad hoc e consegnate a ogni iscritto, facilitano lapprendimento e consentono al discente di ripercorrere le fasi delle lezioni anche a casa, una volta terminato il corso. Le parti pratiche saranno illustrate dal docente e dagli eventuali tutor, mediante dimostrazioni trasmesse su grande schermo.

Liscrizione al corso comprende:


frequenza alle lezioni materiale didattico pranzo (previsto per le giornate di 8 ore di lezione) attestato di frequenza rilascio dei crediti ECM (ove previsto)

Come arrivare
La nostra sede in via dei Fornaciai, 29/b a Bologna, comoda da raggiungere e con ampia possibilit di parcheggio. PER CHI VIENE IN AUTO Uscita A14/A13 Bologna Arcoveggio, imboccare la tangenziale in direzione Casalecchio di Reno - uscita n 6. Proseguire in direzione Bologna Centro. Imboccare la prima strada a destra, via Giuriolo, e al termine svoltare a destra. La quarta strada a sinistra via dei Fornaciai. VIENE IN TRENO vxPPER CHI disponibile un servizio bus, il n 11/C, accessibile dallultima fermata di via Indipendenza, poco distante dalla stazione centrale. Occorre prendere la direzione Castel Maggiore e scendere alla fermata Casa Buia Via dei Fornaciai a sinistra.

cP

C.P.M.A. - VALET Via dei Fornaciai, 29/b - 40129 Bologna Tel. + 39 051 63 88 334 Fax +39 051 326 840 www.valet.it - info@valet.it

La Scuola di Bologna

83

VALET - CPMA Via dei Fornaciai, 29/b - 40129 Bologna Tel. 051 63.88.334 - Fax 051 32.68.40 info@valet.it - www.valet.it 84

La Scuola di Bologna