Sei sulla pagina 1di 15

Lo studio di pre-fattibilit e di fattibilit per la cogenerazione

(Preparato da OPET BALKAN, nellambito dellazione internazionale Promotion of mini and small CHP)

Indice
ANALISI DI FATTIBILITA' DI UN IMPIANTO DI COGENERAZIONE ....................................2 LO STUDIO DI PRE-FATTIBILIT .............................................................................................................3 1. Parametri tecnici relativi ai carichi elettrici e termici .................................................................3 2. Impianti esistenti...........................................................................................................................4 3. Cambiamenti futuri.......................................................................................................................4 4. Dati tecnici relativi alla soluzione con cogenerazione.................................................................4 5. Parametri economici: ...................................................................................................................5 6. Altre condizioni.............................................................................................................................5 7. Analisi di pre-fattibilit ................................................................................................................5 LO STUDIO DI FATTIBILIT.....................................................................................................................7 1. Parte tecnica dello studio di fattibilit .........................................................................................8 2. Parte economica dello studio di fattibilit..................................................................................10 2.1. Business plan .......................................................................................................................10 2.2. I flussi di cassa.....................................................................................................................11 2.3. Metodi di valutazione economica ........................................................................................11 3. Considerazioni ambientali..........................................................................................................12 3.1. Emissioni di gas esausto ......................................................................................................12 3.2. Rumore e vibrazioni ............................................................................................................13 3.3. Smaltimento degli oli lubrificanti usati................................................................................13 3.4. Fattori di emissione..............................................................................................................13 3.5. Foglio di calcolo per emissioni e benefici ambientali..........................................................15

Analisi di fattibilit di un impianto di cogenerazione


Prima di intraprendere lanalisi tecnica ed economica relativa allinstallazione di un sistema di cogenerazione in una impresa, necessario definire chiaramente gli obiettivi della cogenerazione, includendo le politiche aziendali, i tempi, gli sviluppi futuri e tutti gli altri fattori che possono influenzare le scelte aziendali. Lanalisi di fattibilit uno strumento essenziale al fine di selezionare la tecnologia pi appropriata e minimizzare i rischi finanziari collegati allinvestimento. Lo studio di fattibilit, dal concetto iniziale fino allimplementazione, un processo progressivo, che normalmente include le seguenti fasi: Analisi di pre-fattibilit verifica preliminare delle potenzialit di introduzione della cogenerazione in un sito, comprese le prime stime rispetto alla fattibilit tecnica ed economica. Lanalisi di pre-fattibilit definisce se giustificabile procedere con la fase di studio di fattibilit dettagliato. Studio di fattibilit dettagliato Parte tecnica consigliabile che lanalisi tecnica dettagliata venga realizzata da un consulente indipendente. Pu anche essere realizzata allinterno dellazienda, se essa possiede sufficiente conoscenza ed esperienza Parte economica anche lanalisi dei fattori economici del progetto dovrebbe essere realizzata da esperti esterni indipendenti. Come per la componente tecnica, essa pu venire realizzata internamente, posto che esista sufficiente conoscenza in materia. Considerazioni ambientali

Lo studio di fattibilit tecnica ed economica dovrebbe essere realizzato da un gruppo di esperti in grado di coprire le diverse competenze necessarie (ingegneristiche, economiche, ambientali e commerciali). In alcuni casi i fornitori di tecnologia o altre aziende operanti nellambito dellenergia offrono alcuni o tutti questi servizi; tuttavia al momento della scelta occorre tenere presente che alcune di queste societ potrebbero non essere indipendenti rispetto alla consulenza prestata. Se lanalisi di fattibilit evidenzia risultati positivi, necessario richiedere i preventivi ai fornitori di tecnologia e contattare i possibili investitori, se appropriato.

Lo studio di pre-fattibilit
I fattori chiave dellanalisi di pre-fattibilit che influenzano la selezione di un sistema di cogenerazione sono i seguenti:

1. Parametri tecnici relativi ai carichi elettrici e termici


Le condizioni pi importanti sono le caratteristiche dei carichi elettrici e termici del consumo e la possibilit di cedere lelettricit in eccesso alla rete. Per la realizzazione di uno studio di pre-fattibilit sono necessari i dati seguenti: Carichi termici Carichi termici (pressione, t); o o o o Carico del vapore, ad ogni livello di pressione; Carichi termici dellacqua calda ad alta pressione; Carichi termici dellacqua calda a bassa pressione; Carichi termici diretti (es. essiccatoi) e livello di temperatura

Schemi relativi ai consumi: o o o o o o Diagrammi giornalieri; Diagrammi settimanali; Variazioni stagionali; Esistenza di interruzioni nel consumo termico (esclusi guasti) quando, per quanto tempo e perch; Ore di funzionamento annuo; Quantit di condensa di ritorno (temperatura, caratteristiche);

Carichi elettrici Capacit elettrica installata; Massimo carico orario; Diagrammi giornalieri; Diagrammi settimanali; Variazioni stagionali.

Situazione attuale delle interconnessioni Con consumatori di calore esterni Lazienda vende calore a consumatori esterni? Se s , specificare i dati indicati al punto 1.1. e il prezzo di cessione (contratti e relazioni contrattuali); Con la rete elettrica Contratti, relazioni con lazienda che acquista lelettricit , prezzi di cessione Con la rete del gas Sono necessari dati sulla rete di fornitura del gas in caso di cogenerazione alimentata a gas, come segue: Proprietario della rete del gas;

Lunghezza, diametro e capacit della fornitura di gas del tratto di rete che porta allutente;

2. Impianti esistenti
Nella maggior parte dei casi, sia nellindustria che nei grandi edifici pubblici, la produzione di calore (vapore e acqua calda) viene effettuata tramite caldaie alimentate a combustibile liquido o gas naturale. In alcuni casi pu essere conveniente sostituire gli impianti esistenti con sistemi di cogenerazione, in altri invece i sistemi di cogenerazione possono andare ad integrare gli impianti esistenti. E necessario quindi che lo studio di pre-fattibilit analizzi il funzionamento degli impianti esistenti, reperendo, se possibile, i dati relativi agli ultimi tre anni di funzionamento: Numero, tipo, capacit and parametri delle caldaie installate; Numero delle caldaie funzionanti (per stagione) e di riserva; Produzione di calore; Tipo di vettore termico (vapore e/o acqua calda) e parametri; Consumo di combustibile per tipo, parametri relativi a quantit e qualit , prezzi e fatture del combustibile; Numero di persone addette alla manutenzione delle caldaie; Emissioni atmosferiche

3. Cambiamenti futuri
Poich un impianto di cogenerazione viene installato perch operi per un lungo periodo, particolarmente importante che lo studio di pre-fattibilit tenga in considerazione le previsioni relative sia ai carichi elettrici e termici sia ai prezzi di acquisto dei vettori energetici (calore e elettricit , gas naturale, combustibili liquidi ecc.). E necessario inoltre tenere conto di eventuali cambiamenti nel quadro normativo ed in particolare quelli che riguardano lefficienza energetica e la riduzione delle emissioni inquinanti. Sono necessari quindi i dati seguenti relativi alle tendenze future: Cambiamento di processi produttivi e relativi cambiamenti nei carichi termici; Cambiamenti nel consumo di elettricit ; Tendenze nella normativa relativa a efficienza energetica e emissioni;

4. Dati tecnici relativi alla soluzione con cogenerazione


Sistema di cogenerazione selezionato: tipo, capacit , parametri; Ore di funzionamento Connessioni con le caldaie esistenti

5. Parametri economici:
Prezzi del calore e dellelettricit ; Combustibile (gas naturale, combustibili liquidi, ecc.) e prezzi; Tendenze previste nei prezzi dei vettori energetici; Tasse associate alle emissioni; Vita dellimpianto; Costi di installazione; Costi di funzionamento e manutenzione; Tasse.

6. Altre condizioni
Esistono altri pre-requisiti necessari, cio: Disponibilit dei combustibili e capacit di fornitura; Disponibilit di spazio per gli impianti di cogenerazione; Finanziamenti (es. Finanziamenti tramite Terzi o ESCO); Assistenza tecnica (supporto ingegneristico)

Lo studio di pre-fattibilit deve quantificare approssimativamente i fattori chiave tecnici ed economici in grado di determinare se un sistema di cogenerazione possa avere un buon rapporto costi-benefici. A questo fine pu essere utile la conoscenza degli sviluppi futuri non solo dei costi dellenergia, ma anche dellazienda e dei processi aziendali. Inoltre, utile identificare fin dallinizio eventuali mezzi per finanziare linvestimento.

7. Analisi di pre-fattibilit
Sulla base di quanto esposto sopra, di seguito si riporta una tabella che riassume i principali dati necessari per il calcolo della viabilit economica per un impianto di cogenerazione.

No.

Oggetto Identificazione del sito

Unit di misura

Commenti Anagrafica

1. 2. 3. 4. 5.

Carico termico - massimo - minimo Consumo annuale di energia termica Massimo carico elettrico Consumo annuale di energia elettrica Tipo di cogeneratore selezionato

kW kW MWh kW MWh Tipo, produttore kW kW

6. 7.

Potenza elettrica Potenza termica

8 9. 10. 11. 12.

Efficienza media Energia fornita dal combustibile Consumo di gas naturale, di cui: - per elettricit - per energia termica Indicatori tecnici ed economici del cogeneratore

% kW Nm3/h Nm3/h Nm3/h

13.

Utilizzo annuo della capacit piena del cogeneratore

ore

14. 15. 16. 17. 18. 19. 20. 21. 22. 23.

Produzione termica annuale Totale, di cui: -da cogenerazione -da caldaia Produzione elettrica annuale Totale, di cui: -consumo elettrico -elettricit ceduta alla rete Combustibile annuale (gas naturale)- Totale, di cui: -per cogenerazione -per caldaia Costo totale dellinvestimento, di cui: - impianto cogenerazione - controlli - connessioni - opere murarie - aggiuntivi - altro

MWh MWh MWh MWh MWh MWh Nm3/year Nm3/year Nm3/year Mio Lit. Mio Lit. Mio Lit. Mio Lit. Mio Lit. Mio Lit. Mio Lit. Mio Lit. Mio Lit. Mio Lit. anni % Mio Lit./anno Lit./kWh

24. 25 26. 27. 28. 29. 30.

Capitale Sovvenzione Prestito, credito Periodo del credito Tasso di interesse Annualit Tariffa elettrica per lacquisto

31. 32. 33.

Tariffa elettrica per la vendita Tariffa per la vendita del calore Profitto dovuto alla sostituzione del combustibile in entrata

Lit./kWh Lit./kWh Lit./kWh

34.

Costo specifico del carburante Confronto tra impianto di cogenerazione e caldaia esistente

Lit./kWh

35. 36. 37.

Costo totale della caldaia, di cui: - costi energetici totali - costi di acquisto dellelettricit Costi energetici totali con cogenerazione:

Mio Lit./anno Mio Lit./anno Mio Lit./anno

38. 39. 40.

Costo annuale del combustibile Costi annuali di esercizio Somma dei costo (combustibile annuale + esercizio + annualit )

Mio Lit./anno Mio Lit./anno Mio Lit./anno

41. 42. 43. 44. 45 46.

Costo di produzione dellelettricit Costo di produzione del calore Guadagno dalla vendita di elettricit Guadagno dalla vendita di calore Risultato economico netto Periodo di pay-back (semplice)

Mio Lit./anno Mio Lit./anno Mio Lit./anno Mio Lit./anno Mio Lit./anno anni

Lo studio di fattibilit
Lo studio di fattibilit tecnico ed economico dettagliato richiede unanalisi di fattori di tipo ingegneristico, economico, ambientale e commerciale. Nella maggior parte dei casi lo studio di fattibilit deve inve stigare aspetti legati alle specifiche caratteristiche del sistema di cogenerazione proposto. Questa analisi pu essere realizzata da consulenti energetici, aziende di servizio energetico (ESCO) o fornitori della tecnologia. I fattori che devono essere considerati sono gli stessi dello studio di pre-fattibilit , ma lanalisi deve essere pi approfondita e dettagliata. Il risultato dello studio sar la raccolta ed elaborazione di dati ed informazioni di natura sia tecnica che economica ed ambientale.

1. Parte tecnica dello studio di fattibilit


Gli impianti di cogenerazione possono soddisfare in parte o totalmente i fabbisogni di calore o elettricit di un sito, le cui eventuali sovrapproduzioni possono essere cedute a terzi. I fabbisogni relativi di calore ed elettricit variano da sito a sito, con diversi rapporti tra calore ed elettricit . Conseguentemente non esiste un kit di cogenerazione standard: ogni installazione deve venire dimensionata in modo da massimizzare il rapporto costi-benefici di ogni singolo sito. I fattori tipici che devono essere considerati sono generalmente quelli inclusi nello studio di pre-fattibilit . I pi importanti sono riportati nella tabella seguente.

Parametri tecnici Carichi elettrici Variazioni giornaliere, settimanali e stagionali Magnitudine del carico di base Carichi termici Carichi termici relativi al vapore ad ogni livello di pressione Carichi termici dellacqua calda ad alta pressione Carichi termici dellacqua calda a bassa pressione Carichi termici diretti (es. essiccatoi) e livelli di temperatura Variazioni giornaliere, settimanali e stagionali Ore di funzionamento annuale Impianti esistenti Capacit , et e condizioni degli impianti esistenti, consumi di combustibile e relativi costi, emissioni atmosferiche Interruttori elettrici/sottostazione. Soluzione di cogenerazione capacit e parametri di esercizio condizioni di esercizio degli impianti esistenti Cambiamenti futuri Carichi termici, consumi di elettricit Cambiamenti relativi ai processi normativa sulle emissioni ore di funzionamento Parametri economici prezzi del combustibile e dellelettricit prezzi dellelettricit ceduta previsioni di variazione dei prezzi eventuali tasse associate alle emissioni vita dellimpianto

costo relativo allinstallazione costo desercizio e di manutenzione tasse e tassi di sconto. Altri parametri combustibili disponibili, capacit della fornitura spazio disponibile per limpianto di cogenerazione resistenza conosciuta valutazione dei rischi Finanziamento Tramite Terzi / Contratto di gestione energetica Disponibilit della tecnologia Assistenza tecnica / supporto ingegneristico / manutenzione programmata alladozione di una tecnologia poco

Come precedentemente evidenziato, ogni impianto deve essere considerato in modo specifico e personalizzato. Tuttavia si sottolineano i seguenti fattori comuni:

Vendita dellelettricit prodotta tramite cogenerazione

Linstallazione di un impianto di cogenerazione dipende principalmente dal carico termico, mentre la produzione elettrica secondaria. Nella maggior parte dei casi si verifica un eccesso di produzione di energia elettrica, che deve quindi essere ceduta alla rete. Naturalmente la possibilit di ottenere prezzi di vendita favorevoli incide sulla conv enienza di un impianto, per cui necessario verificare le tariffe applicate dalle societ che gestiscono la rete elettrica che normalmente sono pi convenienti nelle ore di picco piuttosto che in quelle notturne.

Carichi di raffreddamento

Il carico termico pu anche essere utilizzato per il raffreddamento, sia ambientale che di processo.

Requisiti dellinstallazione

Normalmente un sistema di cogenerazione viene installato per sostituire o aggiungere potenza ad un impianto esistente. Poich gli impianti esistenti possono avere caratteristiche diverse tra loro, i requisiti dellinstallazione del sistema di cogenerazione possono variare notevolmente e devono essere analizzati attentamente durante lo studio di fattibilit .

Impatto ambientale

I sistemi di cogenerazione sono tecnologie ad alta efficienza e a basso impatto ambientale. Lo studio di fattibilit dovrebbe sempre includere unanalisi dellimpatto ambientale.

Cogenerazione e biomasse

Gli impianti di cogenerazione alimentati a biomasse stanno vedendo un ampia diffusione. In alcuni casi pu essere appropriato nellanalisi tenere in considerazione anche questa possibilit .

2. Parte economica dello studio di fattibilit


La parte economica dello studio di fattibilit focalizzata sulla valutazione della fa ttibilit economica di un progetto di cogenerazione. Il modo pi completo di formulare e valutare tutti gli aspetti quello di preparare un business plan.

2.1. Business plan Il business plan una descrizione completa e dettagliata degli aspetti tecnici, economici, finanziari, ambientali, normativi e sociali legati ad un progetto, finalizzato a supportare il processo decisionale. E strutturato come segue: 1. Sintesi del progetto: contiene informazioni amministrative sul proprietario del progetto, una breve descrizione dello stesso, i costi totali, il tipo e limporto dellinvestimento, le fonti di finanziamento, la data di inizio proposta, lanalisi dei flussi di cassa e la stima dei risparmi; 2. Introduzione allazienda: natura, punti di forza e debolezza, situazione attuale e piani futuri; 3. Il progetto di cogenerazione: obiettivi, piani di implementazione, infrastrutture, background e forniture energetiche; 4. Benefici: nel caso della cogenerazione, generalmente questa parte descrive il risparmio energetico / i miglioramenti in campo ambientale, ma ogni altro beneficio aggiuntivo dovrebbe venire elencato, ad esempio creazione di posti di lavoro, aumento della produttivit ecc.; 5. La propriet : background e esperienze, situazione finanziaria passata e proiezioni fu ture, contribuzione finanziaria, eventuale coinvolgimento di partner esterni, obiettivi aziendali nel breve e lungo termine;; 6. Costo del progetto: investimento iniziale, consumi energetici, costi dellenergia, basi per le stime di costo, tempistiche dellimplementazione e del finanziamento, forniture; 7. Prodotti, servizi e mercato: prezzi di acquisto e di vendita di calore ed elettricit attuali e futuri, basi per le stime di costo e spiegazione dei prezzi stimati, descrizione del mercato, luoghi e dimensioni, tipo di consumatori, analisi della concorrenza, fattori di crescita della domanda, posizione finanziaria degli acquirenti; 8. Normativa: analisi del quadro legislativo e normativo per elettricit e calore, provvedimenti legislativi per la cogenerazione, relazioni con gli enti regolatori statali e con le aziende di servizio pubblico, tipi di contratti, termini e condizioni di vendita dellelettricit e calore, iter autorizzativo;

10

9. Ruolo delle banche, in caso di richiesta di finanziamenti; 10. Piano finanziario: fonte di finanziamento, tipi di finanziamento richiesto; 11. Proiezioni dei flussi di cassa e viabilit finanziaria: profitto, capitale, tasse, ecc. 12. Finanziamento del progetto: conto economico, bilancio, flusso di cassa, indici finanziari. La check list riportata sopra solo indicativa, ma maggiori informazioni verranno fornite nel business plan, pi semplice sar il processo decisionale.

2.2. I flussi di cassa La valutazione della viabilit economica di un progetto si basa sul rapporto tra i flussi di cassa previsti e linvestimento richiesto. Linvestimento iniziale viene fatto in previsione di entrate future tali da recuperare linvestimenti iniziale e possibilmente riceverne un guadagno. La previsione tanto realistica quanto accurata lanalisi dei flus si di cassa. I flussi di cassa di un progetto sono semplicemente gli importi di denaro in entrata e in uscita dellazienda attraverso il ciclo di vita del progetto stesso, calcolati su base annuale. I flussi di cassa in uscita includono il costo dellinvestimenti iniziale, i costi del combustibile, i costi del lavoro e della manutenzione, i costi dei materiali, altre spese associate e le tasse. Non includono invece i costi degli interessi e gli ammortamenti. I flussi di cassa in entrata sono generati dalla vendita di energia (calore e elettricit ), se possibile, e/o la differenza positiva tra i prezzi dellenergia acquistata e i costi di produzione dellenergia generata con linstallazione della cogenerazione. 2.3. Metodi di valutazione economica Sono possibili due tipi di approccio: Il metodo del Pay-back Period; Il metodo dei flussi di cassa scontati. Il Pay-back period The pay-back period il numero di anni necessari per recuperare linvestimento iniziale attraverso i flussi di cassa netti. Si tratta di un approccio piuttosto semplificato, che non tiene conto di diversi fattori. Ignora infatti i risparmi realizzati dopo il tempo di pay-back e quindi non valuta il valore complessivo del progetto. Non indica un tasso di ritorno dellinvestimento e non ultimo non tiene conto del valore del denaro nel tempo. Questo metodo pu quindi venire utilizzato per la valutazione iniziale e per la descrizione del progetto di cogenerazione, ma non come supporto alla decisione di investimento. A questo scopo pu essere pi utile il metodo dei flussi di cassa scontati (Discounted Cash Flow - DCF), che riconosce il valore del denaro nel tempo. Si possono utilizzare due tecniche diverse:

11

La prima si chiama valore attuale netto, di seguito indicata come VAN. Il VAN viene calcolato attraverso la previsione di tutti i flussi di cassa generati dal progetto, scontandoli con il tasso di sconto, che normalmente collegato al tasso di interesse di una determinata economia. Se il VAN risulta negativo, allora il progetto non economicamente viabile e viceversa. Il secondo approccio si basa sul calcolo del Internal Rate of Return (IRR) o tasso interno di rendimento, definito come il tasso di sconto che eguaglia il valore attuale dei previsti flussi di cassa netti allesborso iniziale per linvestimento. Praticamente questo significa che lIRR il massimo tasso di interesse che pu essere pagato per il capitale impiegato sulla vita dellinvestimento senza perdite.

3. Considerazioni ambientali
La cogenerazione una delle tecnologie pi efficienti per combattere i problemi associati al riscaldamento globale. E possibile infatti una riduzione significativa delle emissioni di CO2 e di altri gas ad effetto serra tramite la generazione decentralizzata dellelettricit e il recupero del calore. Tuttavia ci sono tre principali aspetti ambientali da considerare quando si affrontano impianti di cogenerazione di piccola taglia: Emissioni di gas esausto; Rumore e vibrazioni; Smaltimento degli oli lubrificanti usati (dai motori alternativi).

3.1. Emissioni di gas esausto Il combustibile usato maggiormente per impianti di cogenerazione il gas naturale e le principali emissioni tossiche che risultano dal suo impiego sono gli ossidi di azoto (NOX). Altre emissioni dannose includono monossido di carbonio, anidride solforosa, idrocarburi incombusti e particolato a seconda del combustibile utilizzato. La determinazione delle emissioni di NOX per una particolare applicazione dovrebbe essere realizzata con lausilio del produttore dellimpianto. Le emissioni di SO2 da impianti di cogenerazione ricadono normalmente al di sotto delle soglie normative. Il contenuto di zolfo del gas naturale infatti molto basso, come pure abbastanza basso quello del diesel; se viene utilizzato biogas o gas di discarica, il contenuto di zolfo pu invece essere considerevolmente pi alto. I produttori di impianti impongono generalmente un limite al contenuto di zolfo del gas da impiegare per limpianto stesso. Se limpianto di cogenerazione viene utilizzato correttamente, le quantit di carbonio e idrocarburi incombusti rientrano normalmente nei limiti consentiti.

12

3.2. Rumore e vibrazioni La riduzione del rumore e delle vibrazioni particolarmente importante nei siti non residenziali. Il rumore prodotto da un impianto non isolato normalmente superiore a 95dB(A) (maggiore per i sistemi con turbina a gas). Tuttavia una attenta progettazione pu assicurare che i livelli acustici e di vibrazione siano accettabili, ad esempio posizionando limpianto allinterno di una cabina isolata acusticamente e dotandolo di una base antivibrazione. Per i sistemi pi piccoli la sola cabina isolata pu mantenere il livello acustico al di sotto dei 30 dB (A). Gli impianti pi grandi invece, oltre alla cabina isolata, sono di solito posizionati allinterno di una struttura in muratura insonorizzata. Le tubature connesse dovrebbero avere una flessibilit tale da evitare la trasmissione di rumore e vibrazioni alledificio. Anche il rumore provocato dai compressori nelle turbine a gas necessita di essere ridotto. Normalmente pi semplice ridurre il rumore ad alta frequenza prodotto dalle turbine a gas che non quello a bassa frequenza e le vibrazioni prodotte dai motori alternativi.

3.3. Smaltimento degli oli lubrificanti usati Lolio lubrificante usato nei motori alternativi deve essere smaltito; a tal scopo possibile affidarsi alle organizzazione deputate alla loro raccolta e smaltimento.

3.4. Fattori di emissione E necessario sottolineare che generalmente la determinazione delle emissioni di gas esausti sono solo stime. I fattori di emissione per la conversione energetica vengono raramente pubblicati e sono normalmente espressi come massa di inquinante rilasciato per unit di energia fornita allutente finale. Conseguentemente le emissioni annuali vengono stimate moltiplicando il consumo energetico annuale per il fattore di emissione. I fattori di emissione hanno lo scopo di permettere la valutazione dei benefici ambientali in assenza di dati pi dettagliati o misure specifiche. Possono essere reperiti presso fonti nazionali responsabili degli inventari delle emissioni atmosferiche. Lutilizzo dei fattori di emissione pu tuttavia essere utile per stime iniziali delle emissioni dei cogeneratori comparate alle altre tecnologie. Una valutazione ambientale dettagliata dovrebbe invece fare uso di informazioni pi dettagliate, di solito fornite dai fornitori di tecnologia. E importante inoltre sottolineare il fattore geografico: luso di cogeneratori ridurr sempre le emissioni a livello nazionale, ma aumenter linquinamento su base locale. La tabella riportata sotto riporta presenta i fattori di emissione reperiti presso una serie di fonti internazionali. Le unit di misura sono chilogrammi di inquinante per MWh di calore fornito.

13

General Emission Factors for Power Generation , Heat Onl y Boi lers & Co -generation Electricity Generation
Approximate Emission Factors in kg/MWhe as supplied Hard Coal + FGD + low NOx 990 2.8 1.3 0.13 0.18

Emission CO2 NOx SO2 CO Dust

Hard Coal 950 4.0 11.6 0.13 0.55

ab

Gas Fir ed Combined Cycle 430 0.5 0.0 0.07 0.0

Natural Gas 560 2.0 0.0 0.2 0 0.0

Natural Gas c CCGT 440 0.5 0.0 0.07 0.0 National Generati ng Mix

Brown Coal 1150 2.9 19.7 0.35 0.05

Emission CO2 NOx SO2 CO Dust

Diesel 700 12.0 1.1 0.73 0.11

Mazut 750 3.7 13.8 0.15 0.40

Hydropower 0.0 0.0 0.0 0.0 0.0

Nuc lear 0.0 0.0 0.0 0.0 0.0

Heat Only Bo ilers


Approximat e Emission Factors in kg/MWhth suppli ed Brown c Mazut Coal Hard Coal Natural Gas 450 350 250 1020 1.0 0.8 0.5 1.0 5.0 5.5 0.0 3.4 0.70 0.05 0.01 0.9 0 0.8 0.9 0.0 1.1 5
e

Emission CO2 NOx SO2 CO Dust

Typi cal Em issions for Co-generation Plant


Emission Factors - kg/MWhe Wast e Heat Heat:Power rati o Boile r 1:1 5.5:1 1.4:1 1.6:1 Back Pressure Turbi ne Yes Yes Yes Yes

Unit

Fuel natural ga s har d coal heavy fuel oil natural ga s

CO2 510 2700 800 500

NOx 0.9 5.2 8 - 15 1.5

SO2 0 34.3 10.5 0

Gas Turbine Boiler Compression Igni tion engine Spark Igniti on engine Not es a b c d e

incl udin g parti culat e control (assumed to b e pre cipitators) assumes 1.5% s ulphur content combined cycle gas tur bine Heavy Fuel Oil - s ulphur content 2.8% assumes approximately 75% boile r effi ciency

14

3.5. Foglio di calcolo per emissioni e benefici ambientali Per semplificare la stima dei benefici ambientali, stato sviluppato un file di Excel (adattato dalla Good Practice Guide 234, pubblicato dallEnergy Efficiency Best Practice Programme) che consente di calcolare i benefici ambientali combinando i dati relativi ai consumi energetici con i fattori di emissione. Dove possibile, preferibile utilizzare dati di performance dei produttori di impianti o fattori di emissione preparati a livello nazionale. Il foglio di calcolo configurato per situazioni in cui la cogenerazione supplisce in parte o totalmente al consumo energetico di un sito. Tuttavia, i calcoli possono essere adattati per valutare installazioni future, comparandole con le installazioni attuali.

15