Sei sulla pagina 1di 10

PERCORSO A

Attivit
introduttive

PERCORSO A
Attivit A1
Attivit A2

Immagini di famiglia

Attivit A3

Cos una famiglia?


> scheda A3

Attivit A4

16 x Laboratorio famiglia

Colloquio in cerchio: la mia famiglia

Nascere e crescere in famiglia


> scheda A4

PERCORSO A
Attivit
introduttive

COLLOQUIO IN CERCHIO: LA MIA FAMIGLIA

ATTIVIT A1

Obiettivo dellattivit
Favorire un primo approccio di conoscenza e di confronto tra gli alunni relativamente alle proprie famiglie. Questo permetter anche agli insegnanti di conoscere meglio elementi salienti della vita familiare dei propri alunni e qual la loro idea
di famiglia.

Metodologia di conduzione
La discussione va lasciata libera; lascolto partecipato e interessato del conduttore pi
importante in questa fase. Naturalmente in un gruppo ci sono modalit diverse di esprimersi: dunque necessario che il conduttore stimoli i bambini pi restii a parlare e ponga un
freno a quelli pi esuberanti.
Pu essere molto utile in questa attivit la compresenza di due insegnanti, uno che guida
la discussione, laltro che funge da osservatore e annota le informazioni.
Anche la registrazione audio pu essere utile per raccogliere ci che viene detto.

Materiale occorrente
Registratore e cassette.
Blocco per scrivere annotazioni.

Traccia possibile delle consegne da dare agli alunni (con linguaggio specifico per
le diverse fasce det)
Ciao bambini, oggi siamo qui in cerchio per parlare di un argomento molto interessante e
che ci riguarda tutti: la nostra famiglia.
Tutti abbiamo una famiglia?
Chi c nella nostra famiglia?
Come si chiamano i componenti della famiglia?
Cosa fanno?
Cosa si fa in famiglia?
Cos per voi una famiglia?

Integrazioni e sviluppi
La registrazione audio o lannotazione scritta pu essere usata anche per una valutazione
iniziale del percorso da svolgere.
In particolare pu venire classificata la quantit e la qualit di particolari descrittivi relativi
alla definizione della propria famiglia e della famiglia in generale (per lattribuzione del
punteggio si veda la pagina seguente).
Alla fine del percorso, lattivit potr essere riproposta e riclassificata.
In questo modo sar possibile vedere quale arricchimento allidea di famiglia avr apportato
il percorso svolto.

continua

Percorso A x 17

continua

ATTIVIT A1
Traccia indicativa per losservazione del colloquio iniziale e finale sulla
famiglia
importante, in fase iniziale, decidere quali elementi o categorie di elementi
osservare.
In base a questo possibile predisporre una traccia che guidi losservazione.
possibile costruire una traccia o una griglia autonomamente, oppure seguire le tematiche
che vengono proposte dal percorso e quindi, definire obiettivi di osservazione pi limitati e
precisi.
Qui proponiamo, come esempio, una griglia molto semplice, facilmente applicabile nel
contesto scolastico.

1. I componenti della famiglia nucleare: nome, caratteristiche fisiche, caratteristiche comportamentali e di personalit.
2. I componenti della famiglia allargata: nome, caratteristiche fisiche, caratteristiche comportamentali e di personalit.
3. Episodi quotidiani di vita familiare, che costituiscono routine (es. la mamma a casa
cucina).
4. Episodi familiari che costituiscono situazioni dove sono significativamente coinvolte le
relazioni tra i membri (es. io aiuto il pap a lavare lauto).
5. Episodi di vita familiare che costituiscono la storia della famiglia (es. quando pap era
piccolo il nonno lo portava con s a lavorare nei campi).
6. Episodi di vita familiare che rilevano emozioni e scambi affettivi (es. quando nato il mio
fratellino, io mi sentivo un po geloso, ma io e il mio pap abbiamo parlato e lui mi ha
spiegato che i genitori riescono a volere bene a tutti i figli e che ora ero io il grande della
casa, quindi ero ancora pi importante).
7. Episodi familiari che rilevano codici, regole familiari (es. i miei genitori non mi fanno
vedere pi di un cartone animato al giorno).
8. Episodi di vita familiare che evidenziano conflitti, disagi e problemi (es. il nonno litiga
sempre con mio pap).
9. Episodi di vita familiare che costituiscono narrazioni (es. un bambino racconta tutto lo
svolgimento di una giornata al luna park con i genitori).

Pu essere utile attribuire un punteggio alle variabili osservate.


Una possibile classificazione, molto semplice, potrebbe essere la seguente:

1 punto per ogni elemento presente;


2 punti per ogni elemento presente e delineato, sebbene in modo sommario;
3 punti per ogni elemento presente e delineato con alcuni particolari salienti;
4 punti per ogni elemento presente e delineato con molti particolari che ne arricchiscono
la presentazione.

18 x Laboratorio famiglia

PERCORSO A
Attivit
introduttive

IMMAGINI DI FAMIGLIA

ATTIVIT A2

Obiettivo dellattivit
Mediante lutilizzo di immagini, favorire un approccio sia emozionale che descrittivo
con la propria famiglia e con la famiglia in generale.

Metodologia di conduzione
Disegno libero
Ciascuno disegna la propria famiglia con una tecnica libera o con una tecnica comune al
gruppo proposta dal conduttore.
Il disegno con varie tecniche pu essere proposto anche come esercizio di stile: La tua famiglia
disegnata prima a matita, poi con i pastelli, con i pennarelli, con le tempere, a collage, ecc.
Dopo aver disegnato, importante lasciare del tempo ai bambini affinch ciascuno mostri
il proprio lavoro ed eventualmente lo commenti.

Le fotografie personali
Ciascuno porta foto della propria famiglia in varie occasioni e le incolla su un cartellone dove
disegnata la sagoma di una casa.
Dopo la costruzione del cartellone necessario lasciare del tempo perch i bambini
raccontino a tutti cosa succede nelle varie foto.

Collage di famiglie
Si ritagliano e incollano su un cartellone con disegnata la sagoma di una casa immagini di
famiglie ritagliate dai giornali.
Le famiglie possono anche essere formate da singoli personaggi, accostati per formare
famiglie immaginarie.
Anche per questattivit necessario lasciare del tempo a ciascuno per mostrare e commentare il proprio lavoro.

Materiale occorrente
Fogli da disegno.
Cartelloni con sagome di case disegnate (e colorate).
Riviste.
Materiali vari per attivit grafico-pittoriche.
Forbici e colla.

Traccia possibile delle consegne da dare agli alunni (con linguaggio specifico per
le diverse fasce det)
Ciao bambini, oggi siamo qui per rappresentare con le immagini e/o il disegno la nostra
famiglia. (A seconda dellattivit proposta, bene fornire indicazioni chiare sulla metodologia di lavoro prevista.)

Integrazioni e sviluppi
Lattivit di ritaglio e composizione di collage pu anche essere svolta in piccoli gruppi
cooperativi. I cartelloni realizzati possono essere appesi in aule comuni o allingresso della
scuola, in modo da favorire la documentazione e lo scambio con i genitori e da diventare
spunto di riflessione.

Percorso A x 19

PERCORSO A
Attivit
introduttive

ATTIVIT A3

COS UNA FAMIGLIA?


Obiettivo dellattivit
Mediante lutilizzo di immagini strutturate, favorire la riflessione sul concetto di
famiglia.

Metodologia di conduzione
Ai bambini vengono dati un foglio con tre cerchi di colore diverso e una scheda (A3) con tre
immagini che raffigurano:
una persona sola
una coppia
una famiglia tradizionale.
I bambini devono collocare ciascuna immagine nel cerchio del colore giusto in base alle
indicazioni del conduttore.
In seguito devono definire, a voce o per iscritto, le caratteristiche di ciascun insieme.
In questa fase necessario far riflettere soprattutto i bambini pi grandi sul concetto di
famiglia (ad esempio, se la persona sola fosse una donna anziana e vedova, sarebbe
ancora una famiglia o no? La coppia appena formata o composta da due genitori con i figli
ormai grandi e usciti di casa una famiglia?).

Materiale occorrente
Un foglio con tre cerchi di diverso colore per ogni bambino.
Fotocopie della scheda A3.
Forbici e colla.

Traccia possibile delle consegne da dare agli alunni (con linguaggio specifico per
le diverse fasce det)
Ciao bambini, oggi siamo qui per riconoscere, con laiuto di alcune immagini che vi dar, che
cos una famiglia.
Ritagliate limmagine dove rappresentata una coppia (due persone) e incollatela nel
cerchio con il contorno rosso.
Ritagliate limmagine dove rappresentata una persona singola e incollatela nel cerchio
con il contorno blu.
Ritagliate limmagine dove rappresentata una famiglia e incollatela nel cerchio con il
contorno verde.
Quale insieme rappresenta una famiglia? Perch?
Gli altri insiemi potrebbero rappresentare una famiglia? Perch?

Integrazioni e sviluppi
Per i pi piccoli, pu essere indicato solo un ascolto rispetto alla loro idea di famiglia e
magari far disegnare un pallino per ogni componente dellinsieme in modo da individuare
e differenziare anche quantitativamente i gruppi.
Per i pi grandi, a partire dalle loro riflessioni, possibile aprire un confronto sulle varie
tipologie di famiglia attualmente presenti nella nostra societ.

20 x Laboratorio famiglia

Scheda
A3

2004, L. Salmaso, Laboratorio famiglia, Trento, Erickson

21

PERCORSO A
Attivit
introduttive

ATTIVIT A4

NASCERE E CRESCERE IN FAMIGLIA


Obiettivo dellattivit
Mediante lutilizzo di immagini ricostruire la propria storia e la storia della propria
famiglia.

Metodologia di conduzione
La storia di una crescita
Ciascun bambino deve rimettere in ordine le immagini disegnate (scheda A4 o altre
immagini ritagliate da riviste) di un neonato, di un bambino, di un adulto, di un anziano.

La storia della famiglia


Ai bambini e alle loro famiglie vengono richieste le foto personali della loro storia familiare
(fidanzamento dei genitori, matrimonio, nascita del figlio e dei fratelli, crescita, ecc.).
I bambini le portano a scuola e le mostrano a turno a tutti, commentandole e poi incollandole in ordine sequenziale su un lungo cartellone, con lindicazione del tempo.

Materiale occorrente
Per La storia della di una crescita, fotocopie della scheda A4 o scheda realizzata
dallinsegnante con immagini disegnate o foto ritagliate.
Per La storia della famiglia foto familiari e lungo cartellone con le indicazione del tempo,
come nellesempio seguente.

Traccia possibile delle consegne da dare agli alunni (con linguaggio specifico per
le diverse fasce det)

La storia di una crescita


Ciao bambini, oggi siamo qui per riconoscere, con laiuto di alcune immagini che vi dar,
come si cresce e come si cambia con il passare del tempo. Voi cercate di riordinare le
immagini che si riferiscono a questa persona. Da quella che viene prima nel tempo a quella
che viene per ultima.
continua

22 x Laboratorio famiglia

continua

ATTIVIT A4
La storia della famiglia
Ciao bambini, oggi siamo qui per riconoscere, con laiuto di alcune fotografie che
ciascuno ha portato da casa, come si forma una famiglia e come si cresce in una
famiglia.
Ora ognuno di voi, a turno, presenter le foto dellincontro dei propri genitori, che
stato linizio della formazione della vostra famiglia e poi le incolleremo sullapposito
spazio nel cartellone.
Questa procedura verr seguita per ognuna delle tappe previste.

Integrazioni e sviluppi
Per i pi piccoli, pu essere indicata solo una brevissima discussione e lincollaggio sul
cartellone di poche tappe principali.
Per i pi grandi, possibile una discussione pi ampia sui vari aspetti legati alle foto e anche
una striscia del tempo pi articolata ed estesa (ad esempio, partendo dai bisnonni e
antenati).
Questattivit va ben calibrata rispetto allet e al livello di conoscenze del gruppo coinvolto.
Insieme alle foto possono essere portati e appesi anche oggetti e documenti relativi alla
storia familiare e alle sue tappe di evoluzione pi salienti.
Per le classi di scuola primaria, dove gli elementi di studio della storia sono gi avviati,
possibile prevedere anche delle strisce del tempo di una famiglia contestualizzate in
epoche storiche precise (ad esempio, crescere in una famiglia dellantichit, in una famiglia
medioevale, in una famiglia dellOttocento, ecc.). Questo permette interessanti confronti e
riflessioni sullevoluzione della famiglia nella storia.
In questa fase anche possibile avviare un percorso pi specifico di educazione sessuale
e affettiva, che pu scaturire dalle richieste stesse dei bambini durante le discussioni.
Ci sono moltissimi programmi a disposizione relativi a questo aspetto, ai quali rimandiamo
per un eventuale approfondimento.
Tra questi ricordiamo:
R. Giommi e M. Perrotta, Programma di educazione sessuale (3-10 anni), Milano, Mondadori, 1989.
G. Del Re e G. Bazzo, Educazione sessuale e affettiva, Trento, Erickson, 1995.

Percorso A x 23

Scheda
A4

24

2004, L. Salmaso, Laboratorio famiglia, Trento, Erickson

Interessi correlati