Sei sulla pagina 1di 40

http://www.hec.usace.army.mil/default.

html
http://www.hec.usace.army.mil/software/software_distrib/hec-ras/hecrasprogram.html
Rapida guida allutilizzo del software HEC-RAS
The Hydrologic Engineering Center (HEC) is an
office of the US Army Corps of Engineers established
to support the nation in its water resources
management responsibilities by increasing the Corps
technical capability in hydrologic engineering and
water resources planning and management. By
means of programs in research, training, planning
analysis, and technical assistance, HEC incorporates
state-of-the-art procedures and techniques into
manuals and comprehensive computer programs.
The products are developed for the Corps; however,
they are available to the public.
Ulteriori e pi accurate informazioni
possono essere ottenute consultando i manuali
di supporto al software:
- Hydraulic Reference
- Users Manual
- Applications Guide
La presente guida stata curata da
Ing. Michele Catella
WORKING WITH HEC-RAS
HEC-RAS un software che consente il calcolo del profilo del pelo libero nel caso di moto
stazionario (STEADY FLOW) e non stazionario (UNSTEADY FLOW).
Il modello di calcolo viene applicato ad un PROJECT, costituito da tutto linsieme di dati
che caratterizzano un sistema idrografico. I dati che compongono un project vengono
suddivisi come segue:
! PLAN DATA: composto da uno specifico gruppo di geometric e flow data;
! GEOMETRIC DATA
! STEADY FLOW DATA
! UNSTEADY FLOW DATA
NOTA: prima di iniziare il project occorre definire il Sistema di Misura SI o US.
STRUTTURA DEI MENU A TENDINA
! EDIT
Geometric Data
Steady Flow Data
Unsteady Flow Data
! FILE
New Project
Open Project
Save Project
Save Project As
Rename Project
Delete project
Project Summary
! OPTIONS
Program Setup
Default Parameters
Unit System
Convert Project
! RUN
Steady Flow Analysis
Unsteady Flow Analysis
Hydraulic Design Functions
! VIEW
Cross Sections
Water Surface Profiles
General Profile Plot
Rating Curves
X-Y-Z Perspective Plots
Stage and Flow Hydrographs
Hydraulic Property Plots
! HELP
Contents
Using HEC-RAS Help
About HEC-RAS
GEOMETRIC DATA
I dati geometrici comprendono
tutto linsieme delle informazioni
atte a caratterizzare il corso dacqua
(River System Schematic):
- sezioni topografiche;
- opere in alveo (ponti, tombinature,
briglie, traverse, etc.).
Quando si inizia un nuovo
progetto la finestra appare bianca.
I passi da seguire sono:
1) cliccare RIVER REACH e
disegnare il tratto di corso dacqua
da monte verso valle ed in seguito
attribuire un identificatore per il
fiume ed uno per il tratto;
2) inserire le sezioni cliccando
il pulsante CROSS SECTION;
3) inserire i dati geometrici relativi
alle opere presenti (BRDG/CULV,
INLINE WEIR/SPILL, LATERAL
WEIR/SPILL).
1
2
3
CROSS SECTION
RIVER, REACH, RIVER STA
individuano lubicazione della
sezione allinterno del reticolo
idrografico.
Il valore numerico del River Sta
necessario per inserire le sezioni
nel corretto ordine allinterno del
tratto.
Il valore pi alto corrisponde alla
sezione pi a monte, mentre quello
pi basso a quella pi a valle.
Per inserire una nuova sezione:
1) dal menu premere OPTIONS e
scegliere ADD A NEW CROSS
SECTION;
2) dare un numero
alla nuova sezione
per inserirla in
modo corretto fra
le altre presenti.
CREAZIONE DI UNA NUOVA CROSS SECTION
Tutti i campi evidenziati nella
finestra CROSS SECTION DATA
devono essere compilati. Per inserire
in memoria i nuovi dati deve essere
cliccato il tasto APPLY DATA
1) coordinate X-Y della sezione,
inserite procedendo da sinistra
verso destra guardando valle (le
X rappresentano una distanza
progressiva);
2) distanza dalla sezione di valle;
3) valori del coeff. di resistenza n di
Manning;
4) il primo campo corrisponde al
valore della X in cui termina la
golena sinistra (LOB), mentre il
secondo a quello dove inizia la
golena destra (ROB);
5) valori di default del coeff. di
contrazione ed espansione della
sezione.
4
2
3
1 5
PLOT CROSS SECTION
Prima di procedere ad inserire una
nuova sez. consigliabile controllare
la correttezza di quella inserita
visualizzandola graficamente, con il
comando PLOT CROSS SECTION.
CROSS SECTION OPTIONS
Premendo sul menu OPTIONS
possibile:
1) aggiungere, copiare, rinominare o
cancellare una sezione;
2) aggiustare la quota Y, le distanze
X o il coeff. di Manning; oppure
ruotare la sezione (le sezioni sono
rilevate ortogonalmente alle linee
di corrente, questo pu non essere
vero nel caso dei ponti);
3) introdurre zone inattive ai fini del
deflusso; inserire argini;
inserire ostruzioni; aggiungere
una copertura (in modo da
riprodurre una sezione tombata);
inserire una scala di deflusso nota;
4) modificare il valore del coeff. di
resistenza lungo la sezione
trasversale o la direzione
verticale.
1
2
3
4
NORMAL INEFFECTIVE FLOW AREAS
Rappresentano aree della sezione non attive ai fini del deflusso, dove la corrente ristagna (la
velocit nella direzione della corrente nulla o prossima a zero). Quando laltezza dacqua
oltrepassa laltezza limite, quella specifica area non viene pi considerata inattiva al deflusso.
ineffective flow areas
MULTIPLE BLOCKED INEFFECTIVE FLOW AREAS
Oltre alle normal ineffective flow areas possibile inserire una o pi BLOCKED
INEFFECTIVE FLOW AREAS, che necessitano dellaltezza e delle coordinate di inizio e di
fine. Anche in questo caso le blocked areas diviengono attive se laltezza dacqua le
sormontano.
1 2 3 4
LEVEES
Questa opzione consente di inserire un argine in un qualsiasi punto della sezione.
In questo modo il flusso dacqua non pu andare ad occupare la parte dalveo oltre largine
fintantoch il suo livello si mantiene inferiore alla quota massima dellargine stesso.
BLOCKED OBSTRUCTIONS
Questa opzione consente
di definire aree nella sezione
inattive ai fini del deflusso
in modo permanente.
Leffetto risultante
quello di diminuire la
sezione liquida ed
aumentare il perimetro
bagnato. Un blocco di
ostruzione pu essere
tracimato.
E possibile inserire
normal o multiple
blocked obstructions.
ineffective flow areas
HORIZONTAL VARIATIONS IN n VALUES
Con questa opzione possibile
inserire pi di tre valori del coeff. di
resistenza, al limite possibile dare
un valore di resistenza diverso a
ciascun tratto della sezione.
VERTICAL VARIATIONS IN n VALUES
Questa opzione consente di far
variare il valore del coeff. di
resistenza di Manning, oltre che
orizzontalmente, anche lungo la
verticale in funzione dellaltezza
dacqua o della portata liquida
defluente.
BRIDGES AND CULVERTS
Dopo aver completato linserimento di tutte le sezioni, possibile aggiungere i dati
geometrici relativi a ponti e tombinature. HEC-RAS valuta le perdite di energia causate da
queste strutture in 3 parti: 1) dovuta allespansione del flusso che si verifica immediatamente
a valle; 2) dovuta alla opera stessa e 3) dovuta alla contrazione del flusso che si verifica
immediatamente a monte. Per questo motivo devono essere definite 4 sez. per la modellazione
L
e
deve essere tale che il
flusso nella sez. 1 non risenta
pi della struttura. La distanza
non deve essere comunque
troppo grande da impedire una
corretta valutazione delle
perdite.
L
c
deve essere tale che le
linee di flusso siano
approssimativamente parallele.
Le sezioni 2 e 3 si trovano
rispettivamente al piede di valle
e di monte della struttura. In
entrambe devono essere inserite
le ineffective flow areas.
! L
e
viene calcolato come il prodotto tra il rapporto di espansione e la lunghezza media di
ostruzione (media tra le distanze AB e CD). Nella tabella sottostante vengono forniti i
campi di variazione del rapporto di espansione in funzione di vari valori del rapporto di
restringimento della sezione (b/B) e del rapporto tra la scabrezza delle golene e quella
dellalveo attivo (n
ob
/n
c
). Per ciascun intervallo il valore estremo associato al valore di
portata pi grande. Comunque il valore assunto da L
e
non deve troppo grande da rendere
le perdite per espansione non modellizzabili correttamente.
! Generalmente viene consigliato di prendere Lc pari alla lunghezza media di ostruzione
delle spalle del ponte (media tra le distanze AB e CD).
Le & Lc
INSERIMENTO DATI GEOMETRICI DI UN PONTE
Per poter inserire i dati occorre
cliccare sul pulsante BRDG/CULV e
seguire la procedura qui riportata:
1) scegliere il corso dacqua ed il
tratto dove inserire il ponte;
2) da Options scegliere ADD A
BRIDGE AND/OR CULVERT;
3) fornire un numero alla nuova
sezione per inserire la struttura in
modo corretto fra due sezioni gi
presenti, che devono
corrispondere rispettivamente alle
sez. al piede di monte e di valle;
4) inserire tutti i dati richiesti in:
a) BRIDGE DECK;
b) PIER;
c) SLOPING ABUTMENT;
d) BRIDGE MODELLING
APPROACH.
BRIDGE DECK
Viene utilizzato per inserire la
porzione di sezione occupata dal ponte
(limpalcato e le spalle).
! Distance: distanza tra il piede di
monte del ponte e la sezione
immediatamente a monte dello stesso;
! Width: larghezza del ponte lungo la
direzione della corrente;
! Weir Coef: coef. utilizzato per il
calcolo del flusso stramazzante sopra
limpalcato del ponte;
! Upstream / downstream station,
high chord, low chord: fornisce
rispettivamente la geometria di monte e
di valle del ponte. Ad ogni valore della
coordinata X deve corrispondere un
valore dellestradosso (high chord) e
dellintradosso (low chord) del
ponte.
BRIDGE DECK
! U.S / D.S Embankment SS: pendenza
del terrapieno rispettivamente nel lato di
monte e di valle della struttura (rapporto
tra la distanza orizzontale e quella
verticale);
! Max Submergence: massimo livello
ammissibile di sommergenza (cio del
rapporto tra altezza dacqua sopra lo
stramazzo nella parte a valle e il carico
totale dellenergia sopra lo stramazzo
nella parte a monte) nel caso di flusso a
stramazzo sopra il ponte. Se tale valore
viene superato in maniera automatica il
programma passa ai calcoli basati
sullenergia;
! Min Weir Flow El: quota minima
della linea dellenergia a monte che se
superata attiva il flusso a stramazzo.
Se questo campo lasciato in bianco
laltezza che innesca questa procedura
viene assunta pari alla minima quota
dellestradosso sul lato di monte.
BRIDGE PIERS
essere inserita a parte per poter
valutare in modo corretto
lammontare della perdita di energia
ad essa dovuto. La geometria della
pila viene definita per mezzo delle
larghezze assunte alle varie quote.
Viene utilizzato per inserire una qualsiasi pila presente nella luce del ponte. Ogni pila deve
SLOPING BRIDGE ABUTMENTS
Per inserire una spalla inclinata
BRIDGE MODELLING APPROACH
Premendo il pulsante BRIDGE
MODELLING APPROCH si apre la seguente
finestra, in cui possibile scegliere gli
strumenti di analisi per la modellazione del
ponte nel caso rispettivamente di LOW
FLOW e di HIGH FLOW.
! LOW FLOW METHODS
1) Energy;
2) Momentum (si deve inserire Cd);
3) Yarnell (si deve inserire K);
Se si utilizzano pi metodi occorre
specificare al programma di utilizzare quello
che fornisce il valore della perdita maggiore.
! HIGH FLOW METHODS
1) Energy Only;
2) Pressure and/or Weir (si deve inserire i coef. per la risoluzione delle equazioni del
flusso in pressione). Il valore assunto da Cd dipende dallaltezza dacqua a monte (varia
tra 0.27 e 0.5). Se non viene inserito, il programma provvede a valutarne uno in base alla
sommergenza di monte. Il coeff. Cd per completa sommergenza vale normalmente 0.80.
BRIDGE MODELLING APPROACH: C
d
! Momentum Balance Method: in questo caso necessario definire un valore da assegnare al
coefficiente di drag C
d
. Alcuni valori caratteristici per varie
tipologie di pile sono riportati nella seguente tabella:
BRIDGE MODELLING APPROACH: K
! Yarnell Equation: in questo caso necessario definire un valore da assegnare al coefficiente
K, funzione della forma della pila. Alcuni valori caratteristici per varie
tipologie di pile sono riportati nella seguente tabella:
INLINE WEIRS AND GATED SPILLWAYS
HEC-RAS consente di modellare briglie o traverse (overflow weirs), luci di fondo (gated
spillways) disposte sia trasversalmente che lateralmente al corso dacqua. La superficie dello
stramazzo pu essere sia curva (ogee shape) che piana (broad crested shape) e le aperture
delle gated spillways possono essere modellate sia come radial gate che vertical sluice gate.
In aggiunta alle luci possibile inserire anche una zona a soglia sfiorante.
Esempio di una briglia con overflow weir e gated spillway,
composta da 15 identiche aperture e da una soglia interamente
stramazzante.
CREAZIONE DI UNA INLINE WEIR OR GATED SPILLWAY
Per inserire i dati relativi
alle inline weir e/o gated
spillway occorre premere il
pulsante INLINE WEIR/
SPILL dalla finestra dei
GEOMETRIC DATA.
Una volta cliccato, compare la
finestra del data editor
(riportata a fianco).
CREAZIONE DI UNA INLINE WEIR OR GATED SPILLWAY
Per inserire una nuova opera si
deve seguire la seguente procedura:
1) scegliere il corso dacqua ed il
tratto dove inserire la struttura;
2) da options scegliere ADD A
INLINE WEIR AND/OR
GATED SPILLWAY;
3) fornire un numero alla nuova
sezione per inserire la struttura in
modo corretto fra due sezioni gi
presenti, che devono
corrispondere rispettivamente a
quelle al piede di monte e di valle;
dopo aver premuto il pulsante OK la
sezione immediatamente a monte
della struttura comparir nella
finestra di dialogo.
4) inserire i dati relativi a WEIR /
EMBANKMENT e se sono
presenti i dati delle GATES.
3
1
4
2
CREAZIONE DI UNA INLINE WEIR OR GATED SPILLWAY
PILOT FLOW una opzione che
consente di definire una quantit
minima di acqua che defluisce
attraverso la struttura, poich, per
poter portare a compimento la
simulazione, HEC-RAS necessita di
un valore minimo di flusso che
prosegue a valle dellopera.
In questo modo possibile garantire
che ci avvenga sempre per ogni
valore di portata in cui stato
suddiviso lidrogramma di piena,
anche per i valori pi modesti
(unsteady flow analysis).
INLINE WEIR STATION ELEVATION EDITOR
Premere WEIR / EMBANKMENT
per aprire la finestra utilizzata per
linserimento dei dati relativi alla
porzione di sezione occupata dalla
struttura.
! Distance: distanza tra il piede di
monte della struttura e la sezione
immediatamente a monte della stessa;
! Width: larghezza della parte
superiore della struttura;
! Weir Coef: coeff. utilizzato per il
calcolo del flusso stramazzante sopra
la struttura, normalmente compreso tra
2.6 e 4 (broad crested-ogee shape);
! Station/elevation: geometria del
profilo superiore della struttura. Le X
non devono necessariamente essere
uguali a quelle della sezione di monte,
ma hanno la medesima origine. HEC-
RAS chiude la superficie compresa tra
le quote della sez. e quelle dellopera.
INLINE WEIR STATION ELEVATION EDITOR
! U.S Embankment SS: pendenza del
terrapieno nel lato di monte della
struttura (rapporto tra la distanza
orizzontale e quella verticale);
! D.S Embankment SS : pendenza del
terrapieno nel lato di valle della
struttura (rapporto tra la distanza
orizzontale e quella verticale);
! Weir Crest Shape: campo utilizzato
per il calcolo del valore da assegnare
al Weir Coef nel caso in cui si
verifichi la sommergenza della lama
stramazzante (cio quando il rapporto
tra laltezza dacqua sopra lo
stramazzo nella parte a valle e il
carico totale dellenergia sopra lo
stramazzo nella parte a monte
superiore a 0.67). Allaumentare della
sommergenza il programma provvede
automaticamente a ridurre il valore da
assegnare al Weir Coef;
INLINE WEIR STATION ELEVATION EDITOR: WEIR DATA
Per il calcolo del valore del Weir Coef in funzione dellentit della sommergenza sono
disponibili due differenti metodi a seconda della forma della superficie dello stramazzo: broad
crested shape o ogee shape. Nel primo caso viene utilizzato il metodo sviluppato sulla base di
una soglia stramazzante larga con sezione trapezoidale (FHWA, 1978). Nel secondo caso
viene utilizzato uno dei metodi sviluppati per soglie stramazzanti curve (COE, 1965), che si
basa sulla risoluzione del seguente diagramma. Occorre in questo caso inserire due ulteriori
parametri: SPILLWAY APPROACH HEIGHT (P, altezza della soglia dello stramazzo
rispetto alla quota media del fondo); DESIGN ENERGY HEAD (H
0
, altezza del carico totale
della portata di progetto rispetto alla soglia dello stramazzo). Premendo su C
d
disponibile
una opzione per il calcolo automatico del valore iniziale da fornire al Weir Coef.
INLINE GATE EDITOR
Premere GATE dalla finestra INLINE
WEIR AND/OR GATED SPILLWAY
DATA per inserire i dati relativi alle
eventuali aperture presenti.
! Gate Group: possibile inserire fino a
10 gruppi di aperture in una singola opera,
che possono contenere ciascuno sino a 25
identiche luci. E necessario inserire pi
gruppi quando le aperture sono
caratterizzate da differenti forme, quote,
dimensioni o coefficienti;
! Height/Width/Invert: altezza e larghezza
della singola apertura e quota della soglia
di inizio sfioro del gruppo di luci;
! Centerline Stations: valore della X in
cui posizionato lasse intermedio di
ciascuna luce del gruppo di aperture;
! Weir Coef: coeff. utilizzato solo nel
caso in cui il livello dellacqua inferiore
alla quota superiore dellapertura.
INLINE GATE EDITOR
! Gate Data:
Discharge coefficient: coeff. compreso
tra 0.6-0.8 e 0.5-0.7 rispettivamente per
radial gates e sluice gates;
Gate Type: scelta del tipo di apertura
radiale (radial) o piana (sluice);
Trunnion Exponent: utilizzato nel caso
free flow per radial gate,
generalmente pari a 0.16;
Opening Exponent: utilizzato nel caso di
free flow per radial gate,
generalmente pari a 0.72;
Head Exponent: generalmente pari a
0.62 nel caso di radial gate e 0.5 nel
caso di sluice gates;
Trunnion Height: distanza T tra il centro
di rotazione della paratoia e la soglia della
luce;
Orifice Exponent: coefficiente utilizzato
nel caso lapertura sia fully submerged.
INLINE WEIR / GATED SPILLWAY MODELLING APPROACH
Il programma utilizza due differenti
sistemi di eq. per il calcolo della
portata defluente a valle della struttura
a seconda della forma dellapertura
(sluice-radial gate), e tiene conto
della forma della sup. dello stramazzo
(broad crested-ogee shape) mediante
il valore fornito al Weir Coef.
Infine 4 differenti schemi di calcolo
vengono adottati a seconda delle
quattro diverse situazioni che si
possono verificare:
1) Free Flow: il livello dacqua Z
d
non
sufficientemente elevato da causare
un innalzamento di quello a monte Z
u
;
2) Transition free flow - fully
submerged (0.67<submergence<0.8);
3) Fully submerged (submerg.>0.8);
4) Weir flow: il livello della superficie
dacqua a monte uguale o inferiore
alla quota superiore dellapertura.
1
4
radial gate
sluice gate
INLINE WEIR / GATED SPILLWAY CROSS SECTIONS
Il numero e le modalit di inserimento delle sezioni che devono essere utilizzate per ottenere
una corretta modellazione dei fenomeni che avvengono in presenza di queste strutture, sono
analoghe a quelle considerate in presenza dei ponti. Sono necessarie due sezioni in prossimit
della struttura, immediatamente a valle e a monte, e due sezioni (una a monte ed una a valle)
sufficientemente lontane dallopera di modo tale che il flusso non risenta della loro presenza.
INLINE WEIR/GATED SPILLWAY INEFFECTIVE FLOW AREAS
Come nel caso dei ponti devono essere inserite, nelle due sezioni immediatamente a valle e
a monte dellopera, le zone non attive ai fini del deflusso mediante il comando
INEFFECTIVE FLOW AREAS. Seguendo lo schema riportato in figura, nel caso di una
briglia di consolidamento la zona non attiva raggiunge la quota della soglia stramazzante,
mentre il tratto dove sono presenti le aperture viene considerato sempre attivo.
EXPANSION AND CONTRACTION COEFFICIENTS
Ai fini di una corretta stima delle perdite di carico, che si verificano in seguito al brusco
restringimento operato dalla struttura, occorre inserire degli opportuni valori dei coefficienti
di espansione e di contrazione.
Nella tabella seguente vengono riportati i valori consigliati dei suddetti coefficienti nel caso di
corrente subcritica per varie tipologie di restringimenti.
Nel caso di corrente supercritica i valori di entrambi i coeff. devono essere scelti con
maggiore cautela, per evitare una sovrastima delle perdite per contrazione e/o espansione. In
generale i valori assunti da entrambi i coeff. devono essere minori (rispettivamente 0.05 - 0.1
nel caso di transizioni graduali; e 0.1 - 0.2 nel caso di transizioni pi brusche).
CROSS SECTION INTERPOLATION
Talvolta si rende necessario
incrementare il numero di sezioni
disponibili (i.e. il cambiamento di
velocit tra due sez. consecutive
troppo elevato per determinare in
modo accurato il gradiente di
energia).
In questo caso possibile
utilizzare 3 differenti metodi:
1) inserimento manuale di una nuova
sezione;
2) inserimento automatico di una o
pi sez. in un determinato tratto
di corso dacqua (Within a Reach);
3) inserimento automatico di una o
pi sez. tra due sezioni
consecutive (Between 2 XSs);
2
3
AUTOMATIC CROSS SECTION INTERPOLATION
1) inserimento automatico di nuove sezioni
mediante interpolazione di quelle presenti in un
determinato tratto di corso dacqua (XS
INTERPOLATION - Within a Reach).
Si deve specificare corso dacqua, tratto, sezione
di inizio a monte e di fine a valle interpolazione e
la massima distanza tra le sezioni interpolate.
2) inserimento automatico di nuove sezioni
mediante interpolazione di due sezioni
consecutive (XS INTERPOLATION -
Between 2XSs).
Si deve specificare corso dacqua, tratto,
sezione di inizio a monte e di fine a valle
interpolazione e la massima distanza tra le
sezioni interpolate.
Vengono aggiunte tante sezioni quante sono
necessarie affinch le distanze risultino
minori di quella massima ammessa.
2
1
RISULTATI DELLINTERPOLAZIONE
Le sezioni interpolate vengono
visualizzate con un colore pi chiaro
di quelle inserite manualmente e
sono indicate da un codice numerico
che termina con un asterisco (*).