Sei sulla pagina 1di 14

Car osio_Por elli_bass c!l !re.q"d 05/05/13 09.

24 Pagina 24

IL CONFLITTO TRA CAPITALE E LAVORO NELLE ESCENAS NORTEAMERICANAS DI JOS MART Erminio Corti

La prensa no es aprobacin bondadosa o ira insultante; es proposicin, estudio, examen y consejo. (Jos Mart, articolo in Revista Universidad de Mexico)

Era il 3 gennaio del 1880 quando Jos Mart sbarcava per la prima volta a New York, seguendo il destino di molti compatrioti che avevano lasciato Cuba, dove da oltre un decennio erano iniziate le lotte civili e militari per rovesciare il governo coloniale spagnolo. A soli ventisei anni aveva gi vissuto esperienze difficili e intense come uomo e come militante rivoluzionario per lindipendenza del suo paese. Nel 1869, quando era ancora un adolescente, in seguito alla pubblicazione di alcuni scritti sovversivi contro il regime coloniale era stato arrestato con laccusa di infidencia e condannato a sei anni di carcere politico. Dopo alcuni mesi ai lavori forzati, la pena fu commutata in confino, che Mart scont in Spagna, dove pot comunque continuare gli studi e lattivit patriottica.1 Alla fine del 1874, dopo essersi laureato in Giurisprudenza e in Lettere e Filosofia, pot lasciare la Spagna e si esili in Messico, dove entr in contatto con intellettuali, politici e scrittori. Qui inizi a praticare il giornalismo, collaborando con alcuni quotidiani e riviste. Quando nel 1876 si instaur il regime dittatoriale di Porfirio Daz, Mart decise di abbandonare il Messico per trasferirsi in Guatemala. Dopo pochi mesi, in segno di protesta contro un provvedimento del presidente Justo

1 A Madrid pubblica due significativi pamphlet, El presidio poltico en Cuba (1871) e La Repblica Espaola ante la Revolucin Cubana (1873).

24

Car osio_Por elli_bass c!l !re.q"d 05/05/13 09.24 Pagina 25

Rufino Barrios, lasci il Guatemala per tornare a Cuba. La sua permanenza in patria, in un clima politico agitato, fin presto. Nel settembre del 1879 fu arrestato per cospirazione contro il governo coloniale e deportato nuovamente in Spagna. Questa volta si sottrasse subito al controllo e, raggiunta la Francia, si imbarc alla volta degli Stati Uniti, dove appunto giunse allinizio del 1880. Il primo soggiorno in terra statunitense di Mart, durante il quale prende contatti con il Comit Revolucionario Cubano di New York, di cui diventa presidente, breve. Nel gennaio del 1881 si trasferisce in Venezuela, dove pensa di stabilirsi per organizzare la liberazione di Cuba. A Caracas accolto con il rispetto e lammirazione che il suo crescente carisma suscitano. Mart tiene discorsi pubblici che testimoniano delle sue grandi capacit oratorie, gli vengono offerte le cattedre di letteratura negli istituti pi prestigiosi e ha la possibilit di fondare e dirigere la Revista Venezolana. Ancora una volta, per, gli ideali democratici e progressisti che professa apertamente lo portano a scontrarsi con il potere politico. Nel secondo numero del giornale lo scrittore pubblica un articolo in cui esalta la libert intellettuale e di espressione che contraria il presidente-dittatore venezuelano Antonio Guzmn Blanco, il quale lo sollecita a lasciare il paese in quanto persona non grata al regime. Mart costretto, dopo soli sei mesi, ad abbandonare il Venezuela e a fare ritorno negli Stati Uniti. Inizia cos, nellagosto del 1881, il secondo soggiorno di Mart nel paese nordamericano. Una permanenza che si protrarr fino al 1895 e che avr unimportanza fondamentale nella sua carriera di politico rivoluzionario, di diplomatico, di intellettuale e di scrittore, consacrandolo come la figura pi importante della cultura latinoamericana dellOttocento. Come sintetizza lo storico della letteratura Jos Miguel Oviedo, el exilio neoyorkino es la etapa ms rica, fecunda y dramtica de su vida y su obra: el Mart que recordamos y el que ms importa es el que surge de su experiencia norteamericana. Gran irona. Estados Unidos contribuy a forjar a este apasionado defensor de la identidad hispanoamericana amenazada por se pas.2 Negli Stati Uniti Mart pubblicher la sua prima raccolta di poesie Ismaelillo (1882), la successiva intitolata Versos sencillos (1891) e

2 Jos Miguel Oviedo, Historia de la literatura hispanoamericana, Alianza Editorial, Madrid 1997, vol. 2, p. 235.

25

Car osio_Por elli_bass c!l !re.q"d 05/05/13 09.24 Pagina 26

comporr quasi tutte le liriche che confluiranno nelledizione postuma di Versos libres. Da New York organizzer la sua attivit di patriota rivoluzionario, che si far intensa soprattutto a cominciare dalla fine degli anni Ottanta, intessendo grazie al prestigio di cui godeva peraltro testimoniato dagli incarichi diplomatici svolti per conto di numerosi paesi ispanoamericani 3 una trama di relazioni e di alleanze politiche in vista della liberazione di Cuba. Durante il soggiorno statunitense Mart si guadagner da vivere con lattivit di traduttore ma soprattutto svolgendo la professione di giornalista. Per un decennio, dal 1881 al 1891, scriver in qualit di corrispondente di alcuni tra i pi prestigiosi quotidiani latinoamericani La Opinin Nacional di Caracas, La Amrica di New York, La Opinin Pblica di Montevideo, El Partido Liberal di Citt del Messico e soprattutto La Nacin di Buenos Aires una copiosa messe di cronache e articoli che, complessivamente, occupano ben cinque volumi delle sue Obras Completas.4 Nella produzione di Mart, questo corpus di scritti assume, per diverse ragioni, unimportanza paragonabile a quella delle opere letterarie in senso stretto: una preziosa testimonianza della progressiva evoluzione del pensiero dellautore sul piano sociale e politico, in particolare per quanto concerne la relazione tra la potenza nordamericana e Cuba; tali corrispondenze ebbero una grande diffusione5 e influenzarono in modo significativo lopinione pubblica latinoamericana; in molti casi, le tematiche e gli eventi trattati mettono in luce, attraverso la visione acuta ed eccentrica dellautore, aspetti interessanti per la stessa storiografia statunitense; non ultimo, la qualit stilistica ed espressiva di queste cronache sempre di altissimo livello. A tale proposito, vale la pena riportare le parole con cui nel 1888 Rubn Daro celebra con fervore la maestria dello scrittore cubano:

Ricopr la carica di Console dellArgentina (1890-91), del Paraguay (1890-91) e dellUruguay (1884 e 1887-91), paese che rappresent anche in occasione dei lavori della prima American International Monetary Conference, tenutasi a Washington nel 1891. 4 Jos Mart, Obras Completas, Editorial de Ciencias Sociales, La Habana 1991, voll. 9-13. 5 Bisogna infatti considerare che le cronache scritte da Mart per i quotidiani sopra menzionati furono spesso riprese e ripubblicate da numerosi altri organi di stampa, come osserva Julio Miranda nel suo Prlogo a una seleccin de Escenas norteamericanas, Ayacucho, Caracas 2003. 26

Car osio_Por elli_bass c!l !re.q"d 05/05/13 09.24 Pagina 27

Hoy [] es famoso, triunfa, esplende, porque escribe, a nuestro modo de juzgar, ms brillantemente que ninguno de Espaa o de Amrica; porque su pluma es rica y soberbia; porque cada frase suya si no es de hierro, es de oro, o huele a rosas, o es llamarada; [..] porque fotografa y esculpe en la lengua, pinta o cuaja la idea, cristaliza el verbo en la letra, y su pensamiento es un relmpago y su palabra un tmpano o una lmina de plata o un estampido. A veces, un titn coge una hacha gigantesca y destronca una selva. [] Mas cuando el poeta en prosa os habla del amor, oh lectores!, o del arte, o de todo lo del alma que es cndido y sensible, oiris un harpa eolia o el arrullo de un coro de palomas. [] Jos Marti! El que hoy con [] otras plumas de primer orden, forma en La Nacin de Buenos Aires el grupo ms brillante de corresponsales que jams haya tenido diario alguno del mundo!6

Nelle Escenas norteamericanas, come lo stesso autore volle intitolare questi scritti pensando a una loro raccolta postuma,7 Mart forn ai suoi lettori ispanoamericani una rappresentazione molto articolata, penetrante e intensamente partecipata della complessa realt degli Stati Uniti, cos come questa veniva progressivamente manifestandosi dinanzi ai suoi occhi. La sua acuta curiosit intellettuale unita a una grande capacit di mettere in relazione eventi che apparentemente non hanno una connessione diretta, rendono il giornalismo martiano un vivacissimo mosaico di temi e fatti di cronaca da cui emerge il ritratto di un paese dinamico e in pieno sviluppo ma attraversato da grandi conflitti e contraddizioni. Nelle sue corrispondenze, lo scrittore cubano riferisce e commenta eventi politici di importanza nazionale (lattentato al presidente Garfield e il processo al suo assassino, le elezioni presidenziali, il funzionamento del sistema democratico, la corruzione amministrativa e gli scandali finanziari) ma anche locale (le elezioni municipali a New York, la prima votazione delle donne in

Rubn Daro, Obras desconocidas de Rubn Daro, Prensas de la Univ. de Chile, Santiago de Chile 1934, p. 201. 7 Si veda la lettera datata 1 aprile 1995 che Mart inv allamico Gonzalo de Quesada y Arstegui, considerata il suo testamento letterario. Mart, Obras Completas, cit., vol. 20, pp. 476-79. 27

Car osio_Por elli_bass c!l !re.q"d 05/05/13 09.24 Pagina 28

Kansas). Riporta inoltre le notizie relative a catastrofi naturali, a eventi pubblici (linaugurazione del ponte di Brooklyn, i preparativi per lEsposizione internazionale del 1892 a New York), a manifestazioni culturali, scene di vita o fatti di costume spesso frivoli, che costituiscono tuttavia loccasione per elaborare riflessioni e commenti che trascendono sempre la pura curiosit giornalistica. Ma soprattutto Mart dedica unattenzione particolare a tutto ci che ha una rilevanza sul piano sociale. sufficiente scorrere lindice delle sue cronache dagli Stati Uniti per riscontrare una costante presenza di tematiche e problemi legati alla realt storica e materiale del paese: la condizione dei nativi americani e degli afroamericani, i conflitti etnici legati allimmigrazione, le rivendicazioni delle donne per i loro diritti e, naturalmente, il grande scontro fra capitale e lavoro che, in quel periodo, fu particolarmente acceso ed ebbe risvolti drammatici. Nel 1873, come scrive Bruno Cartosio,
la crisi economica aveva investito il mondo industriale e finanziario con unondata di panico sollevata dallimprovvisa bancarotta del banchiere Jay Cooke, che fece crollare il mercato azionario []. I fallimenti si succedettero a migliaia, fino a superare i diecimila nel 1878. La disoccupazione, pari al 6,7% nel 1874, era raddoppiata nello stesso 1878, lanno culminante della crisi, portando con s la generale crisi nelle iscrizioni sindacali. La reazione operaia fu il tentativo di riorganizzarsi su un altro piano, dando vita a quelle spesso grandi manifestazioni di disoccupati che si allargarono sul paese seguendo lespansione della crisi.8

In questa situazione di forte rallentamento della crescita economica e di deflazione,9 la classe operaia statunitense si trov ad affrontare poderosi attacchi da parte della classe imprenditoriale, volti sia a decurtare drasticamente i salari e ad appesantire le condizioni di

8 Bruno Cartosio, Movimento Operaio , in Piero Bairati, a cura di, Storia del Nordamerica, La Nuova Italia, Firenze 1978, pp. 211-12. 9 Questo ciclo critico colp non solo gli Stati Uniti, ma anche lEuropa. In America, tuttavia, dove lespansione economica della prima Gilded Age era stata molto forte, la cosiddetta Long Depression ebbe un effetto negativo sui salari, i consumi e le condizioni di vita delle masse, piuttosto che sugli investimenti nei settori produttivi e sul tenore di vita delle classi benestanti.

28

Car osio_Por elli_bass c!l !re.q"d 05/05/13 09.24 Pagina 29

lavoro, sia a soffocare le attivit di rappresentanza sindacale. I movimenti dei lavoratori, in particolare nel settore minerario, manifatturiero e dei trasporti, organizzarono in quegli anni lotte strenue per salvaguardare le retribuzioni e garantire condizioni di vita accettabili, cercando anche di rispondere alloffensiva del padronato con la rivendicazione di nuovi diritti, come quello della giornata lavorativa di otto ore, che, quantomeno nel settore privato, verr introdotta solo alla fine del secolo. Le proteste di piazza, gli scioperi e i boicottaggi si diffusero in tutto il paese e neppure le feroci repressioni di polizia, esercito e milizie private, riuscirono a spegnere le agitazioni, che proseguirono anche negli anni Ottanta, radicalizzando sotto molti aspetti lo scontro. Questo fu, in estrema sintesi, il contesto socio-economico in cui si generarono alcuni degli eventi tragici del conflitto tra il capitale e le organizzazioni dei lavoratori che Mart si trov a raccontare. Sino alla fine del 1883, nelle corrispondenze inviate a La Opinin Nacional e a La Nacin, le notizie relative alle condizioni in cui viveva la classe operaia, alle lotte per il lavoro e alle attivit delle associazioni sindacali americane, sono piuttosto scarse. Il primo articolo in cui si trovano riferimenti in questo senso la cronaca dellomaggio che migliaia di lavoratori e militanti newyorkesi tributano a Karl Marx in occasione della sua morte. Nellintrodurre levento, Mart formula alcune considerazioni importanti a proposito del movimento operaio negli Stati Uniti che rivelano in modo chiaro la sua visione, marcatamente idealistica, delle modalit di lotta e delle soluzioni che dovrebbero risolvere i conflitti tra capitale e lavoro. Una visione che gi alcuni anni prima, in Messico, aveva espresso in occasione di uno sciopero e poi di una protesta da parte di operai tipografici licenziati in cui fu direttamente coinvolto,10 e che manterr sostanzialmente immutata sino alla celebrazione del processo contro i presunti colpe-

Il primo episodio, uno sciopero dei lavoratori dei cappellifici che Mart, in un articolo apparso il 10 giugno 1875 sulla Revista Universal, consider rebelin pacifica y necesaria, en todos conceptos justa poich el artesano que comienza a tener conciencia de su propio valer, se rebela contra el capitalista dominante (Obras Completas, cit., vol. 6, p. 228). Il secondo, fu il licenziamento di alcuni operai tipografici della Revista Universal, che allora Mart, nel suo articolo del 15 luglio pubblicato dalla stessa Revista Universal, ritenne di giustificare per via della condotta scorretta dei dipendenti, concludendo che [e]l derecho del obrero no puede ser nunca el odio al capital: es la armona, la conciliacin, el acercamiento comn [...] (Ivi, p. 278). 29

10

Car osio_Por elli_bass c!l !re.q"d 05/05/13 09.24 Pagina 30

voli dei fatti drammatici di Haymarket del maggio 1886. Non vi sono dubbi circa il fatto che le simpatie dello scrittore cubano siano sempre a favore della multitud [...] de bravos braceros, cuya vista enternece y conforta;11 tuttavia, la peculiarit sociale e politica degli Stati Uniti, che ai suoi occhi incarna ancora gli ideali della democrazia e della giustizia, richiederebbe di perseguire le vie del compromesso tra gli interessi contrapposti di lavoratori e imprenditori, piuttosto che lo scontro frontale. Nella cronaca inviata a La Nacin, datata 13 maggio 1883, Mart rappresenta la classe operaia mobilitata per laffermazione dei propri diritti come un "ejrcito colrico de [] trabajadores, diviso tra ideologi e organizzatori, ai quali attribuisce la responsabilit delle degenerazioni violente delle forme di lotta, e la massa della manodopera sfruttata e oppressa, incline a lasciarsi trascinare dai discorsi infuocati di parte dei suoi leader:
Los hay de frente ancha, melena larga y descuidada, color pajizo, y mirada que brilla [] como hoja de Toledo, y son los que dirigen, pululan, anatematizan, publican peridicos, mueven juntas, y hablan. Los hay de frente estrecha, cabello hirsuto, pmulos salientes, encendido color, y mirada que ora reposa [] y ora se inyecta, crece e hincha, como de quien embiste y arremete: son los pacientes y afligidos, que oyen y esperan. Hay entre ellos fanticos por amor, y fanticos por odio.12

Guidato da una fiducia profonda nelle istituzioni democratiche e repubblicane, nel progresso e nei principi di giustizia sociale che la cultura americana doveva rappresentare, Mart auspica che laffermazione della causa dei lavoratori un processo che vede inscritto nella storia futura del paese si compia in modo pacifico: La conquista del porvenir ha de hacerse con las manos blancas.13 E subito dopo mette in guardia contro ci che considera il pericolo principale allinterno degli stessi movimenti operai statunitensi. Cio la presenza di immigrati che, provenienti da un contesto politico e sociale dominato dallautoritarismo dei governi europei, hanno, secondo lo scrittore cubano, come unico riferimento ideologie rivoluzionarie e metodi di

11 12

Ivi, vol. 9, p. 388. Ivi, p. 387. 13 Ibidem. 30

Car osio_Por elli_bass c!l !re.q"d 05/05/13 09.24 Pagina 31

lotta basati sullantagonismo radicale, estranei allindole pragmatica e tendenzialmente moderata dal buon senso del cittadino americano:
Ms cauto fuera el trabajador de los Estados Unidos, si no le vertieran en el odo sus heces de odio los ms apenados y colricos de Europa. Alemanes, franceses y rusos guan estas jornadas. El americano tiende a resolver en sus reuniones el caso concreto: y los de allende, a subirlo al abstracto. En los de ac, el buen sentido, y el haber nacido en cuna libre, dificulta el paso a la clera. En los de all, la excita y mueve a estallar, porque las sofoca y la concentra, la esclavitud prolongada.14

Mart identifica quindi negli immigrati europei molti dei quali, a causa della loro militanza politica e sindacale in patria, si trasferivano in America per sfuggire alle dure repressioni contro socialisti, comunisti e anarchici (basti ricordare le Sozialistengesetz volute da Bismarck e applicate in Germania tra il 1878 e il 1888) una componente avulsa dalla cultura nazionale e potenzialmente dannosa per la causa stessa dei lavoratori. Questa visione piuttosto ingenua, in cui la condanna dellodio e dellintemperanza si giustappone a una comprensione paternalistica e quasi evangelica, si ritrova anche nelle parole con cui giudica lopera e la figura di Marx: Karl Marx [...] no fue slo movedor titnico de las cleras de los trabajadores europeos, sino veedor profundo en la razn de las miserias humanas, y en los destinos de los hombres, y hombre comido del ansia de hacer bien.15 Mart non stigmatizza tuttavia limmigrato europeo sulla base di fattori etnici, bench spesso nei sui scritti affiorino i pregiudizi e gli stereotipi diffusi dalla stampa statunitense; cos come non condanna, nonostante la sua sempre reiterata inclinazione pacifista, la ribellione o la disobbedienza (ovvero la huelga e il boicot), quando queste si prospettino come lextrema ratio per contrastare la tirannia degli arroganti tycoons, de todos los glotones de hoy, Don Tierra y Don Panza.16 Nella corrispondenza a La Nacin del 25 marzo 1886, riferisce di uno sciopero dei trasporti newyorkesi organizzato dai Knights of Labor, al quale presumibilmente assiste in prima persona. In questa

14 15

Ivi, pp. 387-88. Ivi, p. 388. 16 Ivi, vol. 10, p. 393. 31

Car osio_Por elli_bass c!l !re.q"d 05/05/13 09.24 Pagina 32

cronaca, dove il tono e lo stile mettono in luce la sua partecipazione emotiva, lo scrittore esprime simpatia nei confronti dei tranvieri e sostegno alle ragioni che li hanno spinti a intraprendere ci che considera una misura estrema:
Hay huelgas injustas. No basta ser infeliz para tener razn. [...] Pero la huelga de los conductores era justa. De mala alma se necesita ser para no sentir cario por estos pobres soldados de la vida. [] De modo que cuando se supo que mes sobre mes vena pidiendo la gente de los carros dos pesos al da por trabajar en pie doce horas, a lo cual compaas, ahtas de dividendo, contestaban aumentando las horas y disminuyendo el sueldo, no hubo apenas quien no aplaudiese la determinacin que [] tomaron los empleados de una de las compaas, de desertar carros y establos hasta que se accediese a pagarles su precio [].17

Mart sottolinea in modo particolare la reazione spontanea della popolazione del quartiere operaio in cui ha inizio lo sciopero, descrivendo come non solo gli uomini si schierino dalla parte dei lavoratori in lotta, ma anche le donne e i bambini scendano in strada per contribuire al boicottaggio dei pochi veicoli circolanti: En un instante, se vio en aquella regin de la ciudad un espectculo notable. [...] Cuantos estaban libres, inundaron las calles. [...] Hombres, mujeres y nios se mostraron dispuestos a impedir que la compaa moviese un solo carro.18 Lestendersi della mobilitazione va di pari passo con il crescere della partecipazione popolare, che Mart osserva con una simpatia manifesta, assente o molto meno esplicita in occasione di eventi analoghi: la huelga fue creciendo, y ramificndose a otras lneas. A una hora se detena el trfico en una va. Un instante despus se detena en otra.19 Anche quando il transito di un convoglio scortato dal dispiegamento massiccio di agenti di polizia prelude allo scontro con i dimostranti la muchedumbre [...] esperaba colrica la llegada del carro, que por sobre la gente, con difcil prudencia, haca adelantar la polica , il cronista non stigmatizza latteggiamento ostile della

17 18

Ivi, p. 396-97. Ivi, p. 397. 19 Ibidem. 32

Car osio_Por elli_bass c!l !re.q"d 05/05/13 09.24 Pagina 33

folla che, dagli edifici adiacenti e dalla strada, accoglie con insulti e minacce il passaggio del carro. Poi, improvvisamente, lattesa gravida di tensione si spezza e la situazione precipita. Qualcuno tra la gente lancia verso i poliziotti un primo sanpietrino, cui ne seguono altri. La polizia carica disperdendo temporaneamente i manifestanti, che tuttavia si riorganizzano in altri quartieri della citt, dove gli incidenti si protraggono per un giorno e una notte. Mart conclude la sua corrispondenza annunciando la vittoria degli scioperanti e, riferendosi a uno di essi che aveva lamentato di non poter mai vedere i propri figlioli alla luce del giorno a causa degli orari di lavoro imposti dalla compagnia di trasporti, afferma con evidente compiacimento che finalmente el trabajador de los hijitos, podr abrazarlos alguna vez al sol.20 lecito a questo punto chiedersi quali siano i motivi che spingono Mart a considerare con occhio benevolo questo episodio di boicottaggio, evitando di condannare la sua degenerazione violenta, come invece tender a fare, per esempio, nel caso degli scioperi delle ferrovie che, in quello stesso periodo, si diffondono in tutto il paese. Una prima ragione senza dubbio la legittimit delle rivendicazioni dei tranvieri newyorkesi, con i quali lo scrittore si sente solidale. Anche il fatto di avere assistito di persona allevento e di essere entrato in qualche modo in contatto con i protagonisti, con la loro carica di umanit, certamente un fattore che pu aver colpito positivamente la sua sensibilit. Tuttavia, vi un altro aspetto, molto pi razionale, che spiega latteggiamento di Mart. Si tratta della matrice organizzativa dello sciopero, condotto sotto legida del Noble and Holy Order of Knight of Labor. In tutti i suoi scritti legati allo scontro tra capitale e lavoro negli Stati Uniti, lo scrittore cubano dimostra sempre grande rispetto, fiducia e ammirazione nei confronti dellOrdine che, in quegli anni, costituiva lassociazione di lavoratori con il maggior numero di iscritti. In pi occasioni Mart elogia lapproccio riformista con cui i suoi dirigenti si propongono di comporre i conflitti tra industriali e operai, sollecitando il ricorso alla mediazione piuttosto che allo sciopero e al boicottaggio. Cos come ne esalta la forza e la capacit di mobilitare su grande scala i lavoratori attraverso un patto di solidariet che trascende le divisioni e i limiti delle corporazioni:

20

Ibidem. 33

Car osio_Por elli_bass c!l !re.q"d 05/05/13 09.24 Pagina 34

No se trata de una huelga aqu, y otra all, y otra maana. Se trata del estupendo crecimiento de una asociacin de obreros de toda labor, coligados por un sistema fcil bajo un tribunal supremo, para arbitrar las diferencias entre los capitalistas y los trabajadores, dirigir y mantener huelgas, hacer leyes en acuerdo con una distribucin justa de los productos del trabajo, y suspender en un da dado todo el trabajo de la nacin, en tanto que haya un solo abuso que enderezar [...], una muestra de persecucin a los obreros que defienden sus derechos o los de su clase.21

La fiducia che Mart, pur consapevole della grave situazione economico-sociale che il paese attraversa,22 ripone in unorganizzazione capace con il mutuo soccorso dei suoi iscritti di sostenere finanziariamente diecimila lavoratori in sciopero a oltranza23 tale da indurlo a ritenere che nellimmediato futuro [l]a orden de los Caballeros [] por el unnime encomio de sus principios y mtodos, ver probablemente reorganizada con mayor fuerza su constitucin en las nuevas elecciones de la asociacin, e che [e]l elemento fantico, entre los trabajadores quedar, por algn tiempo al menos, sometido al elemento prudente.24 Inoltre Mart crede che los obreros moderados que con la mira puesta en una reorganizacin social absoluta se proponen ir hacia ella elaborando por medio de su voto unido las leyes que les permitan realizarlas sin violencia debbano prevalere sulla pujanza de la ira acumulada siglo sobre siglo, en las tierras despticas de Europa.25 Il riferimento , naturalmente, agli attivisti di ispirazione socialista e anarchica demgogos y filntropos, fanticos y teorizantes ,26 dei quali lo scrittore diffida, perch li ritiene un fattore destabilizzante per la coesione del movimento

Ivi, p. 394. Nella sua corrispondenza a La Nacin datata 16 maggio 1886, ritiene la questione delle rivendicazioni operaie e degli scontri sanguinosi fomentati dalle compagnie industriali dellOvest che ottengono la protezione della polizia o dellesercito per difendere i loro interessi (quando non si avvalgono di milizie private), come levento pi grave nella storia degli Stati Uniti dopo la Guerra civile. Ivi, p. 445. 23 Ivi, p. 437. 24 Ivi, p. 423. 25 Ivi, p. 447. 26 Ivi, p. 422.
22

21

34

Car osio_Por elli_bass c!l !re.q"d 05/05/13 09.24 Pagina 35

dei lavoratori e, come gi ricordato, considera le loro dottrine sociali e politiche inadeguate al contesto americano, cui sono estranee. Ma anche perch dissente dai toni minacciosi della loro propaganda e considera che i metodi violenti a cui si sentono legittimati a ricorrere li mettano sullo stesso piano, per cinismo e disumanit, dei loro antagonisti, gentes de dinero, iglesia y milicia, [que] se preocupan ms en acumular medios de ataque contra los humildes que van subiendo que en descabezar sus iras poniendo honrado remedio a sus legtimas angustias.27 Lottimismo con cui Mart vedeva il futuro dei Knights of Labor si scontr tuttavia con la realt storica, con i fatti di Chicago nel maggio 1886 e il fallimento di alcuni grandi scioperi condotti su scala nazionale per ottenere la giornata lavorativa di otto ore, mobilitazioni dure a cui peraltro parteciparono molti militanti dellorganizzazione, bench contra la voluntad de los directores de la orden de Caballeros del Trabajo, y contra sus metodos.28 Di fatto, questo momento segn linizio del declino dei Knights of Labor, che negli anni seguenti perderanno rapidamente iscritti a favore della neonata American Federation of Labor. Le cronache scritte tra il 16 maggio 1886 e il 13 novembre dellanno seguente, incentrate sugli eventi sanguinosi di Haymarket Square e sul conseguente processo ai presunti colpevoli del lancio della bomba che uccise un agente di polizia scatenando poi la violenta azione repressiva delle forze dellordine, meriterebbero unanalisi approfondita che, per ragioni di spazio, non posso fare in questa sede, limitandomi soltanto ad alcune osservazioni generali. Nella ricostruzione che segue di pochi giorni le agitazioni sostenute con forza da militanti socialisti e anarchici,29 Mart da un lato trova le conferme ai suoi timori di una incombente recrudescenza dello scontro tra capitale e lavoro a discapito della causa delle masse operaie, dallaltro mostra di riprendere in alcuni passaggi le notizie false o manipolate e le argomentazioni faziose diffuse dalla stampa statunitense contro il pericolo rosso. Tuttavia, negli articoli scritti a qualche mese di distanza, e soprattutto nella corrispondenza intitolata Un drama terrible30 che riferisce del processo, della sentenza

27 28

Ivi, p. 433. Ivi, p. 415. 29 Ivi, pp. 445-55. 30 Ivi, vol. 11, pp. 333-58. 35

Car osio_Por elli_bass c!l !re.q"d 05/05/13 09.24 Pagina 36

che condurr sulla forca quattro dei sette capri espiatori anarchici (il quinto, Louis Lingg, come estremo atto di protesta, si suicid in carcere il giorno prima dellesecuzione, gli altri tre furono condannati a pene detentive) e dei loro funerali, il punto di vista espresso dal cronista evidenzia un significativo mutamento. A prescindere dal tono di profonda pietas con cui rappresenta i condannati ed esprime la sua comprensione umana per lo strazio impotente dei loro famigliari, pi sostanzialmente Mart rettifica la sua precedente ricostruzione degli eventi del 4 maggio, criticando la manipolazione dellopinione pubblica esercitata dalla prensa entera, de San Francisco a Nueva York, [que] falseando el proceso, pinta a los siete condenados como bestias dainas.31 Ma soprattutto, lo scrittore denuncia senza mezzi termini che il processo ha sido una batalla, una batalla mal ganada e hipcrita,32 citando el alegato magistral en que [Trumbull] demuestra la torpeza y crueldad de la causa33 sostenuta dalla repblica entera [que] ha peleado, con rabia semejante a la del lobo, para que los esfuerzos de un abogado benvolo [] no arrebatasen al cadalso los siete cuerpos humanos que crea esenciales a su mantenimiento.34 Questo episodio emblematico di violazione dello stato di diritto, e pi in generale la repressione dei movimenti operai e la manipolazione dellopinione pubblica esercitati dal potere economico, induce Mart a mettere in discussione la propria fiducia nella presunta

31 Ivi, p. 349. Philip Dray rileva che nelledizione del 1 maggio 1886, il giornale conservatore Chicago Mail aveva gi iniziato la sua campagna diffamatoria nei confronti di Albert Parsons e August Spies Keep them in view. Hold them personally responsible for any trouble that occurs , poi accusati, condannati e impiccati come responsabili dellattentato del 4 maggio (Philip Dray, There Is Power in a Union: The Epic Story of Labor in America, Doubleday, New York 2010, cap. 3). 32 Ivi, p. 334. 33 Ibidem. Trumbull, avvocato, politico e ufficiale decorato dellesercito unionista, nel suo articolato appello di grazia presentato al governatore dellIllinois esord affermando che It is averred by friends, and believed by many enemies of the condemned men, that the trial was unfair, the rulings of the court illegal, and the sentence unjust. The decision of the Supreme Courts ends the trial of the Anarchists, but not the trial of the judgment. Matthew M. Trumbull, Was It a Fair Trial?: An Appeal to the Governor of Illinois in Behalf of the Condemned Anarchists, s.n., Chicago [?] 1887, p. 1. 34 Mart, Obras Completas, cit., vol. 11, p. 334.

36

Car osio_Por elli_bass c!l !re.q"d 05/05/13 09.24 Pagina 37

matrice progressista degli Stati Uniti e nellinvulnerabilit delle sue istituzioni democratiche: [e]sta repblica, por el culto desmedido a la riqueza, ha cado [] en la disigualidad, injusticia y violencia de los pases monrquicos.35 Come giustamente rileva Christopher Conway, [t]here is a broad consensus among scholars that this event was key in radicalizing Marts already critical attitudes toward the U.S., setting the stage for his later, more urgent missives against U.S. imperialism in Latin America".36

35

36

Ivi, p. 335. Christopher Conway, The Limits of Analogy: Jos Mart and the Haymarket Martyrs, A Contracorriente, Vol. 2, No. 1 (2004), p. 35. 37