Sei sulla pagina 1di 29

Formulario di Fisica Tecnica

A cura di Tobia Piccoli

Elenco dei capitoli


Convenzioni Conversioni unit Termodinamica 1 Fluidodinamica Termodinamica 2 Sostanze omogenee Gas perfetti Combustione Cicli termodinamici Sistemi gassosi a pi componenti non reagenti Generalit sulla trasmissione del calore Conduzione Convezione Irraggiamento Scambiatori di calore

Convenzioni
+ Lavoro Lavoro Calore rilasciato dal sistema ciclo percorso in senso antiorario assorbito dal sistema + subito dal sistema ciclo percorso in senso orario + f atto dal sistema

Conversioni unit
Atm Pa mmHg bar ata psi J cal BT U HP Atm 1 9.87 106 1.315 103 0.9871 0.9680 0.0689 J 1 4.186 1055.05 2.684 106 Pa mmHg 101317 760 1 0.0075 133, 3 1 105 751.8 98039 735.56 6894.76 51.715 bar 1.013 105 0.00133 1 0.981 0.069 ata 1.033 1.02 105 1.359 103 1.019 1 0.0703 psi 14.513 1.45 104 0.0193 144.92 14.224 1

cal 0.238 1 252 6.412 105

BT U 9.478 104 3.96 103 1 2544.4

HP h 3.726 107 1.559 106 3.93 104 1

Termodinamica 1
Lavoro di volume
L= f
i

pdV

Entalpia
h = u + pv

I principio per sistemi chiusi


du = q L

se solo lavoro di volume:


du = q pdv

dierenziando e sostituendo l'espressione dell'entalpia:


dh = q + vdp

Calore specico
c=
q d

Trasformazioni isocore, isobare, isoterme


isocore: cv = isobare: cp = h2 h1 = cp (2 1 ) isoterme: il calore specico tende all'innito
u v h p

u2 u1 = cv (2 1 )

Fluidodinamica
Fluidi incomprimibili
u () = h () = c d 0 v
0

+ u0

c d + v (p p0 ) + h0

Equazione di Newton per la viscosit in moto laminare


x yx = w y

con coeciente di viscosit e moto

wx y

gradiente velocit in direzione normale al

Numero di Reynolds
Re =
Lc

con massa volumica del uido, velocit di riferimento, Lc lunghezza caratteristica del problema e viscosit del uido
Portata massica m e portata volumica V

m=

S s

= S

con V volume di uido che ha attraversato la sezione in , S sezione della tubazione e s spazio percorso dal uido in

V = S

Equazione di continuit (conservazione della massa per sistemi aperti)


1 1 S1 = 2 2 S2

Equazione dell'energia meccanica in regime stazionario a due correnti


in termini specici (altrimenti si moltiplica per m) e regime stazionario:
ec + ep + R12 + ec =
(
2 2 w2 w1

2
1

v dp + lt = 0

variazione dell'energia cinetica, vale 2 per moto laminare, mentre per un generico moto 1 ep = g (z2 z1 ) variazione energia potenziale tra quota uscita e quota ingresso R12 perdite di carico (continue e localizzate)
2

2
1

v dp lavoro di volume, v volume specico e p pressione

lt lavoro tecnico, eettivamente ottenuto o fornito

Equazione di Bernoulli
2 2 w1 ) (w2

+ g (z2 z1 ) + v (p2 p1 ) = 0

Perdite di carico continue


p = f
l 1 d 2

w2

con f fattore di attrito, l e d lunghezza e diametro (idraulico per tubazioni cilindriche) della tubazione

Rugosit relativa tubazione

S=

rugosit media tubazione

Fattore di attrito - formula di Swamee e Jain


f=
1.325 0.9 ln( 3s ) .7 +5.74Re

valida per 5000 < Re < 108 e 106 < s < 102

Fattore di attrito - formula di Moody


f = 5.5 103 1 + 20000s +
106 Re
1 3

valida per 4000 < Re < 107 e s < 102

Perdite di carico localizzate


p = k
1 2

k una costante tabulata che dipende dal tipo diperdita localizzata (gomiti, curve etc.)

Numero di Reynolds
espressione specica per tubature circolari
Re =
int

la viscosit cinematica: =

Termodinamica 2
I principio per sistemi aperti
in termini specici e regime stazionario:
e c + e p + h = q lt

dove h la variazione di entalpia del uido

Rendimento ciclo di Carnot


c =
Q1 |Q2 | Q1

=1

T2 T1

con Q1 calore scambiato nell'isoterma superiore e Q2 calore scambiato nell'isoterma inferiore; T1 > T2 e espresse in Kelvin

Entropia
ds =
Q T

Bilancio entropico per sistemi chiusi


in termini specici:
s2 s1 =
n i=1 mSi n qi i=1 Ti

+ sirr

Bilancio entropico per sistemi chiusi


+

s dV =

m Qj j =1 Tj

+ Sirr

in condizioni di stazionariet il termine derivativo si annulla

Sostanze omogenee
Titolo di vapore
x=
mv mv +ml

con mv massa del vapore e ml massa della fase liquida

Equazione di Clapeyron
r=
dp dT T

(vv vl )

con r calore latente, vv volume del vapore, vl volume liquido

Propiet termodinamiche vapore saturo


hx = hl + xhd = hl + xr
r lv sx = sl + x q T s = sl + x Ts

dove qlv il calore assorbito durante il cambiamento di fase

Propriet termodinamiche liquido


u1 h1 u1 h1 + v (p1 p1 )

s1 = s1

con 1 appartenente alla curva limite inferiore ed 1 NON appartenente alla curva

Propriet vapori surriscaldati


h2 = hv + s2 = sv + 2
v v

cp dT
dT T

10

Gas Perfetti
Volume molare
v =
V n

con V volume del recipiente e n numero di moli

Equazione del viriale


pv =A 1+
B v

C v 2

D v 3

+ ... = A Z

con A, B, C, ... dipendenti da tipo di gas e temperatura. Z prende il nome di fattore di comprimibilit (tabellato)

Equazione dei gas perfetti


pv = R0 T
J con R0 costante universale dei gas 8.3143 mol K ; moltiplicando per n:

pV = nR0 T

moltiplicando per , essendo m = n con peso molecolare, si ottiene:


pV = mRT

dove R =
pv = RT
p

R0

la costante specica del gas. Dividendo per la massa si ottengono:

= RT

Relazioni tra calori specici dei gas


cp = cv + R cv = cp =
1 k 1 R k k 1 R cp cv

dove k =

1.66 1.40 1.33

gas monoatomici gas biatomici gas triatomici

Trasformazioni isocore
v=
RT p

= cost
T2 T1

s2 s1 = cv ln q = cv (T2 T1 ) 2 p dv = 0 1 2 lt = 1 v dp

Trasformazioni isobare
p=
RT v

= cost
T2 T1

s2 s1 = cp ln

q = cp (T2 T1 ) 2 p dv = p (v2 v1 ) 1

11

lt =

2
1

v dp = 0

Trasformazioni isoterme
pv = cost
p2 2 s2 s1 = R ln v v1 = R ln p1 2 2 v2 2 q = lt = 1 p dv = 1 v dp = RT ln p p1 = RT ln v1

Trasformazioni adiabatiche o isoentropiche


pv k = cost T v k1 = cost pT k1 = cost l = cv (T1 T2 ) ; lavoro di volume lt = cp (T1 T2 )
k

Rendimento isoentropico di espansione e compressione


di compressione di espansione is,e =
Lr Lid

is,c =

Lid Lr

= =

h2 h1 h2 h1 h1 h2 h1 h2

dove Lr il lavoro reale di compressione o espansione, Lid il lavoro ideale, ed i pedici indicano la condizione reale

Compressione con interrefrigerazione


pi = pe pu

in tal caso pi la pressione intermedia che massimizza il risparmio di energia, pe la pressione di entrata del gas e pu la pressione di uscita m rp = p pa ; rapporto compressione, con pm e pa pressioni di mandata e di aspirazione
Ltot = ma pa va pm vm + v =
Va Vg

vm
va

= ma

pm
pa

v dp

= 1

(Va = Vn + Vg Vap. valvola ) , Vn volume nocivo e Vg volume generato

Vn Vg

rp 1 ; rendimento volumetrico, con Va volume aspirato

1 k

12

Combustione
Generica reazione ossigeno - idrocarburo
n Cm Hn + m + n 4 O2 mCO2 + 2 H2 O

Ossigeno, aria, fumi


combustibile in condizioni stechiometriche (adimensionale perch un rapporto stechiometrico). [O] presente solo nei combustibili contenenti ossigeno 1 m a,s = 0.23 mO2 ,s ; massa di aria stechiometrica (adimensionale perch un rapporto stechiometrico) ; coeciente d'eccesso d'aria, con m a massa d'aria eettivamente impiegata; = 30% per combustibili solidi, = 20% per combustibili liquidi e = 10% per combustibili gassosi m f = ma + 1 [ceneri] ; massa eettiva dei fumi (adimensionale perch un rapporto stechiometrico)
=
m a ma,s ma,s

m O2 ,s = 2.67 [C ] + 8 [H ] + [S ] [O ] ; massa di ossigeno per bruciare 1kg di

Bilancio energetico della combustione


q = hc (tc ) + (1 + ) m a,s ha (ta ) mf hf (tf )

nel caso ta = tf = tc = t0 si osserva che il calore prodotto indipendente dall'eccesso d'aria:


q 0 = hc (t0 ) + m a,s ha (t0 ) mf,s [hf (t0 )]s

Rapporto poteri calorici superiore e inferiore


Hi = Hs m H2 O r0 ; dove r0 il calore latente di evaporazione

Temperatura adiabatica di amma


tad = t0 +
ta H +m a cp,a |t (ta t0 ) 0 ta m f cp,f |t 0

Rendimento di un generatore di calore


G =
mH2 O (hu hi ) mc Hi

=1

Pin +Pd +Pf mc Hi

Pin per incombusti, molto piccole Pd attraverso il mantello, tabulate in funzione della potenza del generatore Pf =
m f cp,f (tf t0 ) Hi

al camino, legate a entalpia dei fumi

13

Cicli termodinamici
Ciclo Rankine

t =

(h3 h4 )(h2 h1 ) (h3 h1 )

=1

|q41 | |q23 |

=1

T4 T3

(h3 h4 ) (h3 h1 )

con T4 temperatura al condensatore e T23 temperatura media in caldaia


l12 = l34 = 2 4
3 1

v dp = v (p2 p1 ) v dp = v (p4 p3 ) = v (p2 p1 )

Ciclo Hirn o a vapore surriscaldato


t =
(h3 h4 ) (h3 h1 )

; 3 il punto di massima temperatura


hi,t hi,G

Ciclo di Rankine a ri-surriscaldamento


t =
hi,t hp hi,G

con hi,t salti entalpici negli stadi della turbina, hp salto entalpico nella pompa hi,G salti entalpici nel generatore i calore

Rendimento termico reale cicli a vapore


t,r =
is,e lid,t lid,p/is,c q23

ricordando che lid,t = h3 h4 , lid,p = h2 h1 e q23 = h2 h1

Rendimento impianto produzione energia elettrica con ciclo Rankine


tot = G t m e ; G del generatore di calore, t del ciclo termico, m della turbina e del giunto, e elettrico

Potenza elettrica prodotta dall'impianto


P = mHi tot

Consumo termico specico


=
3600 tot kJ kW h

Consumo specico combustibile


CSC =
3600 tot Hi kgcomb kW h

Consumo specico vapore


CSV =
3600 lr,t kgvapo kW h

con lr,t lavoro specico reale della turbina

Ciclo Otto

14

rv = rt =

v4 v3 T2 T1

; rapporto volumetrico di compressione ; rapporto di temperatura


|q41 | + q23

=1 pm =

=1

T4 T1 T3 T2

=1

1 rt

=1

1 k1 rv

cv (T3 T2 ) v1 v2

; pressione media ciclo Otto

Ciclo Diesel

rc =

v3 v2

T3 T2

;rapporto volumetrico di combustione


=1
1 k 1 rv
k rc 1 k(rc 1)

=1

(T4 T1 ) k(T3 T2 )

Ciclo Sabath

rp = rc =

p3 p2 v4 v3

= =

T3 T2 T4 T3

; rapporto di combustione a volume costante ; rapporto di combustione volumetrico a pressione costante


=1
k rp rc 1 1 k1 (r 1)+kr (r 1) p p c rv

=1

T5 T1 (T3 T2 )+k(T4 T3 )

se rc = 1 si ottiene l'espressione del ciclo Otto, se rv = 1 si ottiene l'espressione del ciclo Diesel

Ciclo Brayton - Joule

15

=1

T4 T1 T3 T2

=1

|q41 | + q23

=1

1
k 1 rp k

con T4 temperatura all'uscita turbina, T1 temperatura ingresso compressore, T3 temperatura ingresso turbina (uscita camera combustione) e T2 temperatura uscita compressore
rp,ott =

lavoro
= ln ln cp T1

T3 T1

k 2(k1)

rp,max ; rapporto di compressione ottimale per massimo rp k 1 ; lavoro netto specico, dierenza fra
k 1

T3 T1

1
k1 rp k

fatto da turbina e assorbito da compressore

Ciclo Brayton - Joule reale


si distingue dal'ideale per la presenza di irreversibilit in compressione ed espansione

T is,e T3 1 k1 k 1 1 rp k1 is,c k rp k1 rp k 1 T3 T1 1 is,c

t =

rp,ott,L =

massimo lavoro
ln,r

T3 T1 is,e is,c

k 2(k1)

; rapporto ottimale pressioni per ciclo reale per


k1

3 is,e T T1

1 rp
k1 k

r p k 1 is,c

; lavoro netto specico reale

Ciclo Brayton - Joule con rigenerazione


t = 1 rp,max =

T1 k T3 rp T3 T1

k 1

k 2(k1)

= rp,ott

e=

Q52

calore eettivamente trasferito al uido caldo e trasferibile in una rigenerazione totale. T2 temperatura in uscita dal compressore nel caso reale, T5 temperatura di ingresso nela camera diu combustione (uscita scambiatore lato freddo), T4 temperatura uscita turbina

Q42

T5 T2 T4 T2

; ecacia della rigenerazione per un ciclo reale: rapporto tra

Coeciente eetto utile frigorifero


; con Q0 calore sottratto alla sorgente fredda e Ln lavoro netto per funzionamento frigorifero
f r =
Q0 |Ln |

16

Coeciente eetto utile pompa di calore


pc =
Q1 |Ln |

; con Q1 calore ceduto nel ciclo alla sorgente calda

Relazione CUP CUF


pc = f r + 1

Ciclo inverso a vapore a semplice compressione

f r =

h2 h1 h3 h2

Ciclo frigorifero a vapore a doppia compressione


=
h2 h1 (h3 h2 )+(h5 h4 )

dove 3 il punto di prima compressione (tra i punti 3 e 2 del graco del ciclo a singola compressione), 5 il punto di seconda compressione (nel graco del ciclo a semplice compressione corrisponde al punto 3), 4 il punto di termine di una isoentalpica che ha come estremi 3 e 5. Il punto 6 prende il posto del punto 4 del diagramma precedente

Ciclo frigorifero a doppie compressione e laminazione

Qe |P |

h2 h1 h h (h3 h2 )+ h3 h8 (h5 h4 )
4 7

in questo caso tra i punti 6 e 1 vi sono due isocore (da6 al punto 7 e da 8 a 1) e una isoentalpica (da 7 a 8)

Ciclo frigorifero a gas

rp =

p2 p1

p3 p4

; rapporto di compressione

17

1
k 1 rp k

Ciclo frigorifero ad assorbimento


f r =
Qe Qg +|Pp | Qe Qg

dove Pp la poteza assorbita dalla pompa, Qe la potenza scambiata dall'evaporatore e Qg la potenza del generatore

18

Sistemi gassosi a pi componenti non reagenti


Frazione Massica
i =
mi mtot

N i=1

i = 1

Frazione molare
xi =
ni ntot

N i=1

xi = 1

Massa molare miscela


=
N i=1

ni i ntot

N i=1

xi i

Costante della miscela di gas


Rm =
R0

Pressione parziale
pi =
ni R0 T V

Legge di Dalton
p=
N i=1

pi

Volume parziale
Vi =
ni R0 T p

Legge di Amagat - Leduc


V =
N i=1

Vi

Volume specico di miscela


v=
V m

N i=1

i vi

Grandezze termodinamiche di miscela


U = mu = H = mh = S = ms =
N i=1 mi ui N i=1 mi hi N i=1 mi si

in termini specici:
u= h= s=
N i=1 i ui N i=1 i hi N i=1 i si

Calori specici di miscela


cv = cp =
N i=1 i cvi N i=1 i cpi

Umidit specica
x=
mv ma pv ps = 0.622 p pv = 0.622 pps kgvap H2 O kgaria secca

19

dove mv la massa di vapore acqueo, ma la massa di aria secca, pv la pressione parziale del vapor d'acqua, p la pressione totale della miscela di aria umida, ps la pressione di saturazione e l'umidit relativa

Umidit relativa
=
mv ms

=
T =cost

pv ps

dove ms la massa di vapore acqueo in condizioni di saturazione e ps la pressione di saturazione

T =cost

Entalpia aria umida


H = ma ha + mv hv [J ] ; entalpia totale di miscela, ha l'entalpia totale di aria secca dividendo per la massa di aria secca: h = ha + xhv
J kg

ha = cpa t ; ssando nulla l'entalpia a 0C , cpa il valore medio del cp dell'aria secca in condizioni standard h = 1.006t + (2.501 + 1.875) x
kJ kg

Equazioni di bilancio delle trasformazioni psicrometriche


poste le grandezze con il pedice 1 in ingresso nel sistema, quelle con pedice 2 in uscita dal sistema, e quelle con pedice l per indicare ventuale acqua immessa nel sistema
ma2 h2 ma1 h1 ml hl = Q ; equazione dell'energia ma2 ma1 = 0 ; conservazione della massa d'aria secca ma2 x2 ma1 x1 ml = 0 ; conservazione della massa d'acqua

diag. Mollier)

h2 h1 x 2 x 1

Q = h1 + m ; retta di lavoro della trasformazione sicrometrica (riportata su l

Fattore termico

adiabatica Qt = 0 R = =
cp,au (t2 t1 ) h2 h1 x 2 x 1 = 1 rh 2 h1

R=

Qs
Qt

x costante t costante

Ql = 0 R = 1 Qs = 0 R = 0

Umidicazione adiabatica
catore
hl =
h2 h1 x2 x1

h2 h1 = 0 ; con hl entalpia dell'acqua introdotta dall'umidi-

Umidicazione a vapore
hv =
t2 t1 x2 x1 h2 h1 x 2 x 1

; hv entalpia del vpore introdotto dall'umidicatore


v valore medio dell'entalpia del vapore tra i punti 1 e 2 ; postoh

hv h v cpa

Riscaldamento e rareddamento senza deumidicazione


Q12 = ma (h2 h1 ) ; Q12 calore introdotto o asportato

Rareddamento con deumidicazione

20

; fattore di by-pass, s si trova sul diagramma psicrometrico in corrispondenza di = 100% e t = tbatt raf f r
fbp =
h2 hs h1 hs

ma (h2 h1 )

Q12

Miscelazione adiabatica di 2 portate d'aria


3:

indicando le portate in ingresso con i pedici 1 e 2 e quella in uscita con il pedice


h2 h3 h3 h1

x 2 x 3 x 3 x 1

m a1 m a2

21

Generalit sulla trasmissione del calore


Energia di un sistema
E sist = mc dT d

valida per solidi e uidi incomprimibili non in cambimento di fase

Conduzione
supercie di scambio termico q x = k A L (T1 T2 ) ; legge di Fourier per lastra di spessore L
qx = kA dT dx ; legge di Fourier per lastra di spessore innitesimo, qx potenza W termica trasmessa in direzione x, k mK coeciente di conducibilit termica, A

Convezione
T (y )Ts T Ts

< 0.99 ; denizione di strato limite termico


W m2 K

q = hA (Ts T ) ; legge di Newton, h

coeciente convettivo

Irraggiamento
4 ; legge di Boltzmann per corpi neri, = 5.67 108 mW q = ATs 2 K 4 costante di Stefan - Boltzmann, Ts temperatura della supercie 4 q = ATs ; legge di Boltmann per corpi grigi, emissivit

22

Conduzione
Legge di Fourier
; supposti i sistemi isotropi, indeformabili e a conduttivit costante e non dipendente dalla direzione.q g calore generato, diusivit termica
2 T +
qg k

1 T

Diusivit termica
=
1 c

; densit, c calore specico


T q A L k cV V i A L C dif f erenza di potenziale intensita ` di corrente area lunghezza conducibilita ` elettrica capacita ` elettrica

Analogia elettrotermica
salto termico potenza termica area lunghezza conducibilita ` termica capacita ` termica

Resistenza termica
Rt = Rt =
L kA 1 hA

; per conduzione ; per convezione


=
T,1 T,2
1 h1 A + LN N 1 i=1 kN A + h2 A

Parete piana multistrato


qx =
T,1 T,2 Rtot

; i pedici 1 e 2 indicano le pareti a contatto

con l'ambiente (ossia quelle esterne)

Trasmittanza o coeciente termico globale U


utilizzata al posto della resistenza termica, per sistemi composti
UA =
1 Rtot

qx = U A (T,1 T,2 )

Parete cilindrica multistrato


indicando il raggio pi interno con il pedice 1 e quello esterno con il 4
qr =
1 2r1 Lh1

T,1 T,2 r2 r r ln 3 ln 4 r1 r r + 2k L + 2k 2L + 2k 3L + 2r 1Lh 4 2 A B C


ln

dove ka , kb , e kc indicano le conducibilit dei 3 strati della parete

Raggio critico
rcr =
k h

Conduzione con generazione di calore


supposto un conduttore cilidrico di raggio r0 si ha e T la temperatura del uido che lambisce il conduttore: ; temperatura superciale conduttore, q g calore generato e h coeciente convettivo dell'ambiente circostante
Ts = T +

q g r0 2h

T0 = Ts +

2 q g r0 4k

; temperatura massima sull'asse del conduttore

Numero di Biot

23

; se < 0.1 si pu applicare metodo parametri concentrati con errore < 5% dove Lc la lunghezza cartteristica, esprimibile come:
Bi =
Rconduttiva Rconvettiva

hLc k

Lc =

Vcorpo Ascambio termico

Metodo delle capacit concentrate


dato un corpo di supercie As , volume V e calore specico c, alla temperatura iniziale Ti ed immerso in un uido a temperatura T , l'andamento temporale della temperatura del corpo :
T ( ) = T + (Ti T ) e V c
hAs

trascurabile e la costante di tempo :


i =

T ( ) = T + (Ti T ) e V c ; per sistemi con isolante di capacit termica

U As

termica globale del solido


Fo =
L2 c

1 hAs

(V c) = Rt Ct ; con Rt resistenza termica convettiva, Ct capacit


i

Q = V c (Ti T ) 1 e

; calore scambiato dal sistema

; numero di Fourier, diusivit termica

si ha anche:
T ( ) = T + (Ti T ) e(BiF o)

24

Convezione
Numero di Nusselt
Nu =
hLc k

; con Lc lunghezza caratteristica della geometria considerata


=
uLc v

Numero di Reynolds
Re =
uLc

; u velocit uido, v viscosit cinematica uido

Numero di Prandtl
Pr =
v

c k

; diusivit termica uido, viscosit dinamica del uido

Deusso parallelo a lastra piana


si ricava h dal numero di Nusselt e si calcola il usso termico con la legge di Newton

Temperatura di lm
riferendosi sempre alla lastra piana:
Tf =
Tp +T 2

Deusso su superci curve e cilindriche


si valuter il numero di Reynols sul diametro D ; u velocit del uido che insiste sulla curva ReD = u v

Formula di Churchill e Bernstein


N u = 0.3 +
0.5 0.62ReD P r 0.33 .4 1+( 0 Pr ) 0.66 0.25

1+

0.8 ReD 0.625 28200

;ReD P r > 0.2

Banchi di tubi allineati investiti ortogonalmente


il numero di Reynolds si valuter in base alla velocit massima; con D diametro dei tubi e ST distanza, tra i centri dei tubi, ortogonale al usso:
VM AX =
ST ST D V Pr P rs 0.25 .5 0.36 N uD = 0.52Re0 D Pr

; formula di Zhukauskas, 100 ReD 103

Banchi di tubi sfalsati investiti ortogonalmente


con D diametro dei tubi, ST distanza, tra i centri dei tubi, ortogonale al usso e SD distanza, tra i centri, di due tubi non allineati:
VM AX =
ST 2(SD D ) V Pr P rs 0.25 .5 0.36 N uD = 0.71Re0 D Pr

; formula di Zhukauskas, 100 ReD 103

Temperatura media logaritmica fascio tubi


; Ts temperatura media parete tubi, Ti temperatura uido ingresso banco, Tu temperatura uscita uido
Tml =
(Ts Ti )(Ts Tu ) Ts Ti ln Ts Tu

Potenza scambiata da fascio di tubi


q = N DhTml ; N numero tubi del fascio

25

Flusso termico per moti interni


q = h (Tp Tm ) ; Tp temperatura di parete, Tm temperatura media di massa o di mescolamento in tazza

Temperatura media massima


supposto il uido incomprimibile e la sezione circolare:
Tm =
2 2 um r0

r0
0

uT r dr

Temperatura interna lungo tubazione con usso termico costante


+ Tm,i ; P perimetro tubazione, x distanza dall'imbocco, Tm,i temperatura media sezione ingresso Tx (x) =
qP x mc

Temperatura interna lungo tubazione con temperatura di parete costante


Tm (x) = Tp (Tp Tm,i ) e Tml =
(Tu Ti ) Tu ln T
i h P x mc

; Tp temperatura di parete

; temperatura media logaritmica per il tubo in oggetto, Ti e Tu temperature di ingresso e di uscita del uido qconv = As hTml calore scambiato dalla tubazione per convezione

Diametro idraulico
Ac Dh = 4P ; con Ac area della sezione trasverale del condotto occupata dal uido e P perimetro, del condotto, bagnato dal uido

Numero di Grashof
Gr =
gL3 c (Tp T ) v2

che l'equivalente di Reynolds per la convezione naturale, con g accelerazione di gravit, modulo di dilatazione termica ( = T1 per i gas perfetti, con la temperatura in Kelvin)

Numero di Rayleigh
Ra = GrP r =
gL3 c (Tp T ) v

I Correlazione di Mc Adams
valida per lastre piane verticali e cilindri di elevato diametro
N u = 0.59Ra 4 ; P r
1 1 4

D L

1 > 35 4 Gr

1 e 104 < Ra < 109 1 e 109 < Ra < 1013

N u = 0.13Ra ; P r

Correlazione di Lewadowsky
valida per lastre piane orizzontali con supercie superiore riscaldata e usso termico ascendente (o viceversa) 1 N u = 0.766Ra 5 ; 104 < Ra < 107 1 N u = 0.173Ra 3 ; 105 < Ra < 108

II Correlazione di Mc Adams
valida per lastre piane orizzontali con supercie superiore riareddata e usso termico discendente (o viceversa) 1 N u = 0.27Ra 4 ; 3 105 < Ra < 1010

26

Correlazione di Churchill e Chu


valida per cilindri orizzontali
N uD = 0.60 +
1 6 0.387RaD 559 16 1+( 0. Pr ) 9

2
8 27

; 105 < RaD < 1012

27

Irraggiamento
Relazione frequenza - lunghezza d'onda
; con lunghezza d'onda, c velocit della luce nel vuoto e v frequenza della radiazione
=
c v

Potere emissivo totale di una supercie diusa


E=
0

I,e () d = Ie ; Ie intensit totale della radiazione emessa

Irradianza totale
G=
0

G () d

Irradanza diusa
G = Ii ; Ii intensit della radiazione che investe la supercie

Radiosit per supercie emettitore e riettore diuso


J = Ie+r

Legge di Planck per corpo nero


E,b (, T ) =
C1 5 e T 1
C2

34 0 con C1 = 2hc0 , C2 = hc Js costante di Planck, k = k ,h = 6.625 10 23 J 1.38 10 costante di Boltzmann e c = 2 , 998 108 m 0 K s velocit della luce nel vuoto

Legge di Wien
m T = 2897, 6 [m K ] ; dove m la lunghezza d'onda a cui corrisponde il massimo potere emissivo monocromatico del corpo nero

Legge di Stefan - Boltzmann


Eb = T 4 ; = 5.67 108
W m2 K 4

Fattore di vista
c,j Fij = Etot,i ; Ec,j energia emessa dalla supercie i che intercetta la supercie j , Etot,i energia totale emessa da i

Fattore di vista per piastre parallele con assi simmetria allineati


due
Fij = [(Wi +Wj )2 +4]
wi L wi L
0.5

[(Wj Wi )2 +4] 2Wi

0.5

; con i piastra di supercie minore tra le

Wi = Wj =

; wi lunghezza piastra, L distanza tra le piastre ; wj lunghezza piastra

Fattore di vista per piastre inclinate di uguale lughezza ed un lato in comune


Fij = 1 sin
2

; angolo tra le piastre


wj wi 2 0.5

Fattore di vista per piastre perpendicolari con un lato in comune


Fij =
1+ wj 1+
i w

; wi lunghezza piastra, wj lunghezza piastra

28

Fattore di vista per dischi paralleli con centri sulla stessa normale
Fij = R1 = R2 =
1 2 r1 h r2 h

X2 4

R2 R1

; con 1 disco di raggio maggiore tra i due

; r1 raggio del disco 1, h distanza tra i dischi ; r2 raggio del disco 2


2 1+R2 2 R1

X =1+

Scambio termico tra superci nere


una cavit
qi = qi =
N j =1

Ai Fij Ti4 Tj4 ; potenza scambiata da N superci nere formanti

Scambio termico tra superci grigie


Eb,i Ji
1i Ai i

1i A i i

si dice resistenza supeciale alla radiazione si dice resistenza geometrica

Scambio termico tra superci grigie formanti una cavit


qi =
Eb,i Ji
1i Ai i

N Ji Jj i=1 F 1A
ij i

1 Fij Ai

N J i J j i=1 F 1A
ij i

; utile quando nota la temperatura di supercie


4 4 A (T1 T2 ) 1 1 + 1 1 2

Scambio termico in una cavit formata da 2 superci grigie


q12 = q12 =
4 4 (T1 T2 ) 11 A1 1

; lastre piane parallele

+A

1 1 F12

+A

12 2 2

q12 = q12 =

4 4 A1 (T1 T2 ) 1 1

r1 12 2 r2 4 4 A 1 T1 T2 r1 2 12 1 1 + 2 r2

; cilindro 1 interno al cilindro 2 ; sf era 1 concentrica alla sf era 2

29

Scambiatori di calore
Bilancio termico

freddo

mc cc (tc,i tc,u ) = mf cf (tf,i tf,u ) ; c pedice per lato caldo, f pedice per lato

Temperatura media logaritmica


Tml = T2 dierenza di temperatura uidi alla sezione di uscita
T2 T1 T ln T2
1

; T1 dierenza di temperatura uidi alla sezione di ingresso,

Calore scambiato tra i due circuiti


q = U ATml

Ecienza di uno scambiatore di calore


=
q qmax

; q calore scambiato, qmax calore massimo scambiabile


UA Cmin

Number Transfer Unit NTU


NTU =

; Cmin capacit termica minima dei uidi


; f lusso equicorrente
Cmin Cmax

Ecienza per alcuni scambiatori



1eN T U (1+Cr ) 1+Cr 1eN T U (1Cr ) 1Cr eN T U (1Cr ) NT U

=1e

; f lusso controcorrente ; Cr = ; ebollizione o condensazione