Sei sulla pagina 1di 7

IL RAPPORTO OBBLIGATORIO IN GENERALE Sintesi di Dino Battaglia - 7 dicembre 2

!"- OBBLIGA#IONE" 2"- ELE$ENTI DEL RAPPORTO OBBLIGATORIO% 2.1. Debito 2.1.1. Debito e responsabilit 2.2. Credito 2.3. Prestazione: 2.3.1. Dare 2.3.1.1. Obbligazioni generiche ed obbligazioni specifiche a) obbligazioni generiche b) obbligazioni specifiche 2.3.2. Fare 2.3.2.1. Obbligazioni di mezzi ed obbligazioni di ris ltato a) obbligazioni di mezzi b) obligazioni di ris ltato 2.3.3. !on fare 2.3.". #e$ isiti della prestazione 2.3.".1. Patrimonialit 2.3.".2. Possibilit% liceit% determinatezza e determinabilit 2.". &nteresse del creditore &"'ONTI%

("- OBBLIGA#IONI NAT)RALI% *"- DO+ERE DI ,ORRETTE##A% !" OBBLIGA#IONE. 'i definisce obbligazione il rapporto gi ridico in (irt) del $ ale n soggetto *debitore) + ten to ad effett are na prestazione economicamente (al tabile per soddisfare n interesse% anche non patrimoniale% di n altro soggetto *creditore).

2" ELE$ENTI DEL RAPPORTO OBBLIGATORIO% 2"!" DEBITO" 'i definisce debito l,obbligo che gra(a s di n soggetto al fine di soddisfare l,interesse di n altro soggetto *creditore)-1.. &l debito si in$ adra nella categoria del do(ere gi ridico *in particolare del do(ere specifico a conten to patrimoniale).

2"!"! Debito e res-onsabilit.-2.. 'i tratta di d e elementi essenziali ma distinti: la responsabilit% infatti% non + elemento costit ti(o del rapporto% ma str mento accessorio della pretesa (antata dal creditore *rile(a% cio+% solo in caso di e(ent ale inadempimento).

2"2 ,REDITO. 'i definisce credito il diritto che ha il soggetto atti(o del rapporto di ottenere la prestazione del debitore *oggetto di tale diritto + la prestazione stessa-3.)-"..

2"& PRESTA#IONE /OGGETTO DEL RAPPORTO OBBLIGATORIO-/.): 0, ci1 che il debitore + ten to a fare per soddisfare l,interesse del creditore. 2"&"! Dare" 2a prestazione p 1 consistere in n dare *obbligo di consegnare na cosa o obbligo di trasferire n diritto)-3.. 2"&"!"! Obbliga0ioni generic1e ed obbliga0ioni s-eci2ic1e-4.. Con particolare riferimento alle obbligazioni relati(e ad na prestazione di fare% si disting e tra: a3 Obbliga0ioni generic1e% $ elle che hanno per oggetto cose non specificate nella loro concreta indi(id alit% ma determinate solo attra(erso il genere al $ ale appartengono-5.. b3 Obbliga0ioni s-eci2ic1e% $ elle che hanno per oggetto beni presi in considerazione proprio nella loro indi(id alit 2"&"2 'are. 2a prestazione p 1 consistere in n fare *$ al n$ e comportamento atti(o di(erso dal dare: es. obbligo di costr ire casa). na

2"&"2"! Obbliga0ioni di me00i ed obbliga0ioni di ris4ltato-6.. Con particolare riferimento alle obbligazioni relati(e ad na prestazione di fare% si disting e tra: a3 Obbliga0ioni di me00i% obbligazioni in c i il debitore + ten to a s(olgere na determinata atti(it *si parla di n 7comportamento diligente8-19.) senza% t tta(ia% garantire il ris ltato che da $ esta atti(it il creditore si attende *es. prestazione del medico o dell,a((ocato). Di conseg enza l,obbligato non p 1 essere riten to responsabile in caso di mancata realizzazione dell,interesse del creditore% a meno che $ est, ltimo non pro(i la colpa del debitore. b3 Obbliga0ioni di ris4ltato% obbligazioni in c i il debitore + ten to a raggi ngere necessariamente n determinato ris ltato corrispondente all,interesse del creditore-11..

0, s fficiente% $ indi% in tal caso% che il creditore pro(i l,inadempimento% spettando al debitore dimostrare la mancanza di colpa. 2"&"& Non 2are" 2a prestazione p 1 consistere in n non fare *e% in tal caso% si ha na obbligazione c.d. negati(a-12.)% cio+ nell,astenersi dal fare $ alcosa *es. non sopraele(are n edificio% non alienare $ alcosa% non fare concorrenza) opp re nel permettere n,atti(it. :i sensi dell,art. 1222 c.c. ogni fatto compi to in (iolazione di n,obbligazione negati(a costit isce di per s; inadempimento% senza che si debbano applicare le norme s lla mora del debitore. 2"&"( Re54isiti della -resta0ione. <ali re$ isiti si ded cono dall,art. 13"3 che si riferisce all,oggetto del contratto% ma (ale anche per l,obbligazione% che tro(a la s a fonte primaria proprio nel contratto. 2"&"("!" Patrimonialit." 2a prestazione de(e essere s scettibile di (al tazione economica. 'econdo la gi rispr denza della Cassazione% la patrimonialit (a intesa in senso soggetti(o: anche na prestazione oggetti(amente non patrimoniale p 1 di(entare tale se le parti hanno dimostrato di (olerla intendere in $ el modo. 2"&"("2 Possibilit.6 liceit.6 determinate00a e determinabilit..2a prestazione de(e essere possibile-13.: l,atti(it del debitore% cio+% de(e potersi realizzare sia materialmente-1". sia gi ridicamente-1/.. 2a prestazione de(e essere lecita-13.% non contraria% cio+% a norme imperati(e% all,ordine p bblico o al b on cost me *es. costr zione di immobile senza concessione edilizia). 2a prestazione de(e essere determinata *$ ando + definiti(amente indi(id ata al momento della costit zione del rapporto) o determinabile *$ ando (i siano criteri s fficienti per la determinazione s ccessi(a% senza necessit di n n o(o accordo delle parti). n

2"( INTERESSE DEL ,REDITORE-14.. 2a prestazione de(e corrispondere ad interesse% anche non patrimoniale% del creditore. 'econdo l,interpretazione preferibile% l,interesse del creditore + elemento costit ti(o del rapporto obbligatorio: esso% pertanto% de(e permanere per t tta la d rata del rapporto% pena l,estinzione dell,obbligazione.

&" 'ONTI-15.. :i sensi dell,art. 1143 c.c. le obbligazioni deri(ano da contratto% da fatto illecito o da ogni altro atto o fatto idoneo a prod rle in conformit dell,ordinamento gi ridico *es. promesse

nilaterali% titoli di credito% gestione di affari altr i% pagamento dell,indebito e arricchimento senza ca sa). 2e fonti sono a tonome ed indipendenti tra loro-16.. (" OBBLIGA#IONI NAT)RALI. 2e obbligazioni nat rali% di tipica deri(azione romanistica% sono caratterizzate dal fatto che il creditore + sfornito di azione diretta ad ottenere $ anto do( to *incoercibilit). 'econdo la maggior parte della dottrina l,obbligazione nat rale non + n,obbligazione ci(ile: si tratta% in altri termini% di n obbligo morale che ass me rile(anza gi ridica solo nel momento dell,adempimento. :d esse si ricollegano alc ni effetti caratteristici delle (ere e proprie obbligazioni ci(ili-29.: in primis% la negazione al debitore della condictio indebiti *art. 293"% primo comma c.c.: sal(o che la prestazione sia stata eseg ita da n incapace)% della possibilit% cio+% di ripetere $ anto abbia com n$ e pagato *es. debito prescritto) *irripetibilit). :l secondo comma si aggi nge che i do(eri morali o sociali 7e ogni altro per c i la legge non accorda azione ma escl de la ripetizione di ci1 che + stato spontaneamente pagato non prod cono altri effetti8: :) spontanea esec zione di na disposizione fid ciaria *art. 324 c.c.): si tratta dell,ipotesi in c i il testatore indichi come destinatario di na disposizione a titolo di erede o legato na persona che si + con l i pre(enti(amente intesa per trasmettere $ anto ri(e( to ad altra persona nominata. :l (ero destinatario non + data azione per ottenere dal destinatario apparente il trasferimento di $ anto do( to. =a se il destinatario apparente ha eseg ito spontaneamente la disposizione fid ciaria% non p 1 agire per la ripetizione. >) pagamento di n debito di gi oco o scommessa *art. 1633 c.c.): il (incitore non ha azione? il perdente non p 1 t tta(ia ripetere *p rch+% o((iamente% il gioco sia a((en to senza frode)? c) Pagamento di n debito prescritto *art. 26"9 c.c.). *" DO+ERE DI ,ORRETTE##A. 2,art. 114/% stat endo no dei principi generali del nostro ordinamento gi ridico% afferma che 7il debitore ed il creditore de(ono comportarsi secondo le regole della correttezza8. 2a gi rispr denza e la dottrina pre(alenti ritengono che l,art. 114/ e 134/ esprimono lo stesso concetto: b ona fede-21. e correttezza hanno cio+ lo stesso significato% in $ anto sono espressione del principio di solidariet% disciplinato dall,art. 2 della Costit zione% secondo c i ogn no dei contraenti + ten to a sal(ag ardare l,interesse dell,altro% se ci1 non comporta n eccessi(o sacrificio dell,interesse proprio.

@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@ @@@@@@@@ -1. 'i disting e dalla soggezione% che + la posizione nella $ ale il soggetto passi(o non de(e far n lla per permettere la realizzazione del diritto% p r non potendo impedirla. 'i disting e dall,onere% che + la posizione nella $ ale il soggetto passi(o de(e tenere n dato comportamento% ma per soddisfare n interesse proprio% e non altr i. -2. 2a responsabilit personale + l,assoggettamento del debitore alle conseg enze deri(anti dal s o e(ent ale inadempimento *es. obbligo di risarcire il danno). 2a responsabilit patrimoniale + il (incolo che gra(a s l patrimonio del debitore che p 1 essere oggetto di esec zione forzata. -3. 'i + disc sso in dottrina se l,oggetto del credito sia il comportamento che de(e tenere il debitore opp re se sia il patrimonio di $ est, ltimo. 0, preferibile la prima interpretazione. -". &l diritto di credito + diritto soggetti(o relati(o% in $ anto attrib isce al creditore il potere di pretendere la prestazione solo nei confronti di n soggetto determinato *(d.% t tta(ia% infra% la t tela c.d. esterna o a$ iliana del credito% che consiste nell,applicazione delle norme in materia di responsabilit eAtracontratt ale in caso di lesione del credito per fatto del terzo estraneo al rapporto obbligatorio). 'i disting e tradizionalmente dai diritti assol ti% in c i il termine passi(o del rapporto + costit ito da t tti i consociati. &l diritto di credito + diritto patrimoniale% in $ anto la prestazione de(e essere s scettibile di (al tazione economica. -/. Oggetto dell,obbligazione + la prestazione. Oggetto della prestazione + il bene dedotto nel rapporto. -3. Bn,importante specie di obbligazioni di dare sono le obbligazioni pec niarie% $ elle% cio+% che hanno per oggetto na somma di denaro: esse sono soggette al principio nominalistico *(d.% infra% l,importante distinzione tra debiti di (al ta e di (alore). -4. #ile(anza gi ridica: a) estinzione delle obbligazioni per impossibilit sopra((en ta: il gen s non perisce mai% pertanto l,impossibilit non p 1 mai (erificarsi rispetto alle cose generiche? b) contratti con effetti reali: la propriet delle cose generiche si ac$ ista con la specificazione% con l,indi(id azione% cio+% dell,oggetto della prestazione nell,ambito del genere. -5. 2e cose generiche si disting ono dalle cose f ngibili in $ anto la f ngibilit rig arda n carattere obietti(o del bene% cio+ la s a

sostit ibilit con altri beni% mentre la genericit ha carattere soggetti(o. -6. <ale distinzione rile(a sotto il profilo dell,onere della pro(a. -19. 0, fre$ ente nelle massime gi rispr denziale la seg ente definizione: obbligazioni in c i il debitore + ten to 7alla diligente osser(anza del comportamento patt ito% indipendentemente dalla s a fr tt osit rispetto allo scopo perseg ito dal creditore8 *Cass. 3"13C46). -11. 2Dobbligazione di ris ltato% pertanto% p 1 considerarsi adempi ta solo $ ando si sia realizzato lDe(ento pre(isto come conseg enza dellDatti(it esplicata dal debitore. -12. :d essa si contrappone l,obbligazione affermati(a o positi(a% $ ella% cio+% che ha per oggetto na prestazione di dare o di fare. -13. :i sensi dell,art. 13"4 c.c. l,obbligazione + (alida se% in n contratto sottoposto a condizione sospensi(a o a termine iniziale% la prestazione% inizialmente impossibile% di(iene possibile prima dell,a((erarsi della condizione o della scadenza del termine. -1". 2,impossibilit + materiale o fisica $ ando la prestazione non p 1 essere eseg ita per ca se nat rali *es. consegnare na cosa gi distr tta). -1/. 2,impossibilit + gi ridica $ ando la prestazione ha ad oggetto beni o atti(it che non possono essere dedotti in n rapporto gi ridico *es. beni demaniali). -13. <ale re$ isito de(e s ssistere sin dal momento della costit zione del rapporto% non potendo applicarsi l,art. 13"4 c.c. -14. Per $ anto rig arda il debitore% non esiste n s o diritto all,adempimento% c i corrisponderebbe n obbligo del creditore di rice(ere la prestazione *sal(o che tale obbligo sia pre(isto nel titolo)? non (i + d bbio% t tta(ia% che il legislatore riconosca all,obbligato la possibilit di liberarsi dal (incolo che gra(a s di esso% indipendentemente dalla (olont del creditore *cfr. artt. 1293 ss.). -15. Per fonte si intende il fatto gi ridico da c i nasce l,obbligazione? nel codice precedente si parla(a di 7ca sa dell,obbligazione8. -16. Bna stessa fattispecie p 1 essere fonte di obbligazioni di(erse: + possibile% pertanto% agire in gi dizio per il risarcimento del danno c m lando pi) domande in caso di (iolazione delle di(erse obbligazioni *es. in caso di incidente stradale ca sato dal (ettore con colpa% il danneggiato potr agire sia in (ia contratt ale% ai sensi dell,art. 1351 c.c.% sia in (ia eAtracontratt ale% trattandosi di fatto illecito.

-29. 0, com nemente riten ta inammissibile la no(azione dell,obbligazione nat rale in obbligazione ci(ile e la compensazione tra obbligazione nat rale e obbligazione ci(ile. -21. 0, fre$ ente in dottrina l,affermazione secondo c i il principio di b ona fede + norma inderogabile% in $ anto esso% costit endo no dei principi fondamentali del nostro ordinamento% coin(olge anche interessi di nat ra p bblicistica *che% in $ anto tali% non sono liberamente disponibili dalle parti. &n realt la derogabilit o meno dipende dall,interesse protetto nel caso concreto: solo $ alora l,interesse in $ estione abbia nat ra p bblicistica e risponda ad esigenze generali dell,ordinamento% potr sostenersi il carattere cogente della norma.