Sei sulla pagina 1di 2

Estratto da Pocket Manual Terapia 2014 - www.pocketmanualterapia.com Seguici su www.facebook.

com/PMTerapiabartoccioni o Twitter: Terapia Bartoccioni

CHINIDINA

C. Solfato cf 200 mg, C. bisolfato cps 250 mg, C. feniletilbarbiturato Natisedina cpr 100 mg, C. poligalatturonato Ritmocor cpr 275 mg, Diidrochinidina cloridrato Idrochinidina Ritardo cps 250 mg (preferita per terapie croniche), Arabogalattano solfato di chinidina Longachin cps 275 mg. Come si pu notare ne esistono molte forme per cui occorre tenere presente lequivalenza di azione: 200 mg di chinidina base equivalgono a 275 mg di bisolfato, 290 di gluconato, 110 di idrochinidina, 330 di poligalatturonato, 100 di feniletilbarbiturato e 333 di arabogalattano.

Effetti

cronotropo negativo negativo (azione lieve) diminuisce la permeabilit della fibrocellula cardiaca al K+
inotropo

dromotropo batmotropo

negativo negativo diminuisce le resistenze periferiche.

Rapido assorbimento intestinale. I picchi di concentrazione ematica vengono raggiunti in 2-4 ore. Il 40% viene eliminato in 6 ore, il 75% in 12 ore, il 90% in 24 ore. Somministrato per os ogni due ore raggiunge il plateau in 10-12 ore; somministrato ogni 4 ore raggiunge il plateau in 48-96 ore. Somministrata im lazione inizia dopo 10 min e raggiunge il massimo dopo 1-2h. Le somministrazioni ev vengono oggi raramente impiegate essendo disponibili farmaci meno pericolosi (vedi cap 30). Leliminazione avviene per lo pi a livello renale. Livelli ematici ottimali: 2-5 mg/L (Massie, Current Med. Diag. Treat. 2005). Gli effetti tossici compaiono per livelli superiori a 10 mg/L. Uno stato ipocaliemico pu provocare refrattariet alla chinidina. La somministrazione in paziente digitalizzato pu determinare intossicazione digitalica, con meccanismo non noto, in questi casi bene diminuire i dosaggi della digitale della met ed iniziare con i dosaggi di mantenimento di chinidina; es di trattamento: Idrochinidina Ritardo 1-2 cpr 2 volte al d + Lanoxin 0,125 mg/die. Lassociazione con lAmiodarone aumenta le concentrazioni ematiche della Chinidina con rischio di gravi aritmie. Oggi il farmaco viene impiegato pi raramente per il rischio di morti improvvise (1%2%), probabilmente imputabili ad aritmie ventricolari. Una torsione di punta la probabile causa di sincope da Chinidina, si pu verificare anche a basse dosi ed potenziata dallipopotassiemia, ipomagnesiemia e bradicardia. Una terapia cronica in caso di fibrillazione atriale pu aumentare la mortalit da 0,8 a 2,9/anno.

Chinidizzazione
Nel

caso di fibrillazione o flutter atriale alcuni Autori digitalizzano il paziente prima della chinidizzazione per il rischio che si possa instaurare un flutter atriale con conduzione 1:1, conseguente tachicardia e collasso. Daltro canto, per, la digitale e la chinidina hanno effetti opposti sullatrio, quindi la digitalizzazione pu diminuire le possibilit di successo chinidinico. comunque opportuno impiegare preventivamente un agente bloccante il nodo AV; digitale, amiodarone o bloccante, per ridurre il rischio di tachicardie. Prima di iniziare la chinidizzazione somministrarne 200 mg, per saggiare se il paziente presenta ipersensibilit o idiosincrasia al farmaco. 300-400 mg/6h per 3 gg (facendo un ECG al giorno), sospendere se non si ottengono risultati dopo 72h. Altri metodi di chinidizzazione, ma pi rischiosi:

Sokolow: 5 somministrazioni al giorno a distanza di 2h, iniziando con 200 mg ed aumentando di 100 mg/die fino alla conversione o alla comparsa di segni di tossicit. Levine: 3 somministrazioni al giorno a distanza di 4h, iniziando con 200 mg e aumentando di 200 mg ogni dose successiva fino ad un massimo di 3 g/die. 200 mg/6h dal 1 al 3 giorno, se non si ottiene effetto 200 mg/4h dal 4 all8 giorno, se non si ottiene effetto 200 mg/3h dal 9 al 13 giorno, se non si ottiene effetto cambiare farmaco.

Mantenimento: 200 mg/6h. Indicazioni Controindicazioni


extrasistoli

atriali atriale tachicardia sopraventricolare extrasistoli ventricolari (negli ultimi due casi non il farmaco di prima scelta)
fibrillazione

blocco A-V scompenso

di 2-3 grado cardiaco intossicazione digitalica QT lungo Difetti cardiaci strutturali

Effetti collaterali
diarrea,

nausea, vomito ipotensione (specialmente per ev) e paralisi muscolari aritmie (ad alti dosaggi) allungamento del QT che allargamento del QRS (il predispone alle extrasistoli farmaco va sospeso se c stato ventricolari, tachicardia un allargamento del 50% in un ventricolare e fibrillazione soggetto normale o del 25% in ventricolare un soggetto con disturbi della scotomi, acufeni, vertigini, conduzione intraventricolare) cefalea potenzia lattivit dei dicumarolici e trombocitopenia, anemia della digitale e la sua azione viene emolitica potenziata dallAmiodarone orticaria, dermatiti, febbre, depressione miocardica. proteinuria
parestesie,

Se insorgono segni di intossicazione, sospendere il farmaco ed eventualmente ricorrere al lattato o al bicarbonato di sodio o allemodialisi.

Valuta