Sei sulla pagina 1di 2

COMUNICATO STAMPA

Piombino, 28 febbraio 2014 - A seguito degli articoli recentemente apparsi sulla stampa, ci permettiamo di fornire alcune precisazioni sui rapporti fino ad oggi intercorsi con la societ SMC Group SA la cui manifestazione di interesse ha creato grandi aspettative nella popolazione e nelle amministrazioni locali di Piombino. Poiche' la continuit produttiva e il mantenimento dell'occupazione sono gli obiettivi primari della procedura, in data 31 gennaio u.s. il Commissario Straordinario ha incontrato a Firenze i rappresentanti di SMC Group SA al fine di verificare i progetti di investimento (che non erano esplicitati nella Manifestazione di Interesse inviata da SMC Group SA). Nel corso di tale incontro il Commissario Straordinario ha appreso che SMC Group SA stata costituita a fine novembre con capitale di 2 milioni di dollari (di cui versati 500 mila dollari). Ad esito di tale incontro stata trasmessa alla stampa locale la seguente nota: Il Commissario Straordinario di Lucchini Piero Nardi ha incontrato oggi i Dr. Khaled Al Habahbeh e Ali Ghammagui che attraverso la societ SMC Group hanno manifestato l'interesse per Piombino. I rappresentanti di SMC Group hanno ribadito il loro interesse e asserito di avere la capacit di strutturare un fondo per il progetto in accordo con istituzioni finanziarie e investitori privati. Al termine dell'incontro sono state anche analizzate le necessit a breve termine per trovare le soluzioni per la continuazione della produzione a caldo. Il 17 febbraio u.s. il Commissario Straordinario ha reso noto di aver acquistato le materie prime necessarie per il funzionamento dellaltoforno e di aver invitato SMC Group SA ad un incontro da tenersi in tempi molto stretti. Il 20 febbraio u.s. i rappresentanti di SMC Group SA hanno incontrato a Piombino il Commissario Straordinario e nel corso dellincontro con questultimo hanno confermato di essere interessati a rilevare i complessi aziendali di Piombino e Lecco nello stato in cui sono garantendo per almeno due anni occupazione ed attivit produttiva, senza per assumere alcun formale impegno per la realizzazione del piano di investimenti per 1,5 miliardi di Euro in precedenza annunciato alla stampa da SMC Group. Il Commissario Straordinario ha fatto presente che il mantenimento in funzione dellaltoforno di Piombino e, pi in generale, i complessi aziendali di Piombino e Lecco richiedono risorse finanziarie per almeno 300 milioni di Euro per un biennio e conseguentemente una consistente solidit patrimoniale e finanziaria dellinvestitore. Per questa ragione il Commissario Straordinario ha chiesto a SMC Group SA di presentare adeguate referenze bancarie (nella forma di comfort letter) che attestino la capacit di sostenere linvestimento e la disponibilit di almeno 300 milioni di euro per finanziare il circolante. Lincontro del 20 febbraio u.s. si quindi concluso con il reciproco intento di pervenire in tempi molto rapidi (entro il 28 febbraio) alla sottoscrizione di un documento che, accompagnato dalla comfort letter di cui sopra e da opportune garanzie di SMC Group SA circa la messa a disposizione delle risorse necessarie per lapprovvigionamento di materie prime, sarebbe stato sottoposto dal

Commissario Straordinario ai competenti organismi di vigilanza e controllo per le opportune valutazioni e autorizzazioni. Nella giornata di luned 24 febbraio u.s., il Commissario ha inviato a SMC Group SA il verbale dellincontro del 20 febbraio che, una volta condiviso, avrebbe potuto diventare, previo ottenimento delle necessarie autorizzazioni, la base degli accordi futuri. Nella serata di mercoled 26 febbraio u.s., SMC Group SA ha inviato al Commissario Straordinario un Memorandum of Understanding avente ad oggetto lacquisto dei complessi aziendali di Piombino e Lecco, del c.d. Complesso Vertek e della partecipazione detenuta da Lucchini in GSI Lucchini) che prevede, tra laltro, che: Il corrispettivo per lacquisto degli assets di Lucchini [come sopra descritto] pari a 1,00 euro da pagare in contanti; SMC Group consegner () una comfort letter rilasciata da una banca pari ad euro 300 milioni per attestare la propria capacit finanziaria; SMC Group SA vuole ricevere dai crediti e/o dai conti di Lucchini e Lucchini Servizi 200 milioni di euro sui propri conti allatto dellaccettazione dellofferta vincolante; Lucchini e Lucchini Servizi sono e saranno responsabili dellesecuzione e del pagamento di tutte le n. 73 prescrizioni previste nel report dellAIA del marzo 2013. Il valore stimato di tali n. 73 prescrizioni di circa euro 100 milioni. In sintesi, a fronte delle dichiarazioni rese alla stampa circa la volont di effettuare investimenti per 1,5 miliardi di Euro in Lucchini e Lucchini Servizi e per Euro 3 miliardi nel territorio di Piombino, SMC Group SA chiede oggi al Commissario Straordinario un supporto finanziario di 300 milioni di Euro. Il Commissario Straordinario ha gi comunicato a SMC Group SA che le loro richieste sono inaccettabili in quanto le Procedure di amministrazione straordinaria (i) non dispongono delle risorse che sono state richieste da SMC Group SA (300 milioni di euro a fronte di un corrispettivo per lacquisto di 1 euro) e (ii) ove anche disponessero di tali somme, non potrebbero comunque finanziare SMC Group senza stravolgere la procedura di gara e arrecare un grave pregiudizio ai creditori. SMC Group SA potr ovviamente, nel rispetto di quanto sopra e del disciplinare di gara, presentare al Commissario Straordinario unofferta non vincolante entro il 10 marzo. Se permane la pregiudiziale sulla continuit dell'altoforno, SMC Group SA dovr, secondo i termini gi discussi, finanziare lacquisto delle materie prime necessarie.

Lucchini S.p.A. in Amministrazione Straordinaria