Sei sulla pagina 1di 10

Fortis: il ruolo chiave della fiducia Fornero: le riforme del mercato del lavoro da sole non bastano come

quelle elencate prima al punto B) anche queste affermazioni si giustificano alla luce del modello di Keynes MOD !!O D" K #$ % "l modello cerca di spiegare perch& il sistema economico non ' internamente stabile $on ' vero che pu( solo essere disturbato da shoc) esogeni* ha problemi interni "l sistema non ' un cavallo a dondolo ma un ottovolante +impazzito, che alterna tratti di calma a improvvise accelerazioni che possono sfuggire di mano "potesi e caratteristiche fondamentali del modello la Macro non deriva dalla micro- non esistono +leggi naturali,: +For an economy is not li)e an household,

i vincoli che mordono a livello individuale non spariscono* ma possono essere +relativizzati, sono possibili +sospensioni, o gradi di libert. rispetto a questi vincoli per es/ non esiste quota 012 per il debito 3su 4"!) * il debito pubblico non ' la stessa cosa del debito privato ci( che fa la differenza tra debito sostenibile e insostenibile non ' il livello assoluto ma la governance* le istituzioni che determinano diversi atteggiamenti dei mercati finanziari l, uropa lasciando soli gli stati membri a fronteggiare i mercati rende oggi quasi insostenibile il debito pubblico italiano mentre un debito piu, alto ' possibile in 5iappone viceversa vedremo che se i consumatori spendono meno e aumentano il risparmio ci( non ha generalmente le conseguenze positive che ha nel modello standard 3stimolo degli investimenti)- pu( invece avere effetti depressivi sull,economia 6uesta relativizzazione ' giustificata dal ruolo chiave della domanda aggregata nella determinazione del reddito 7 8 " 999: #

7 " ; 5

p!

7 %

7ome si arriva a stabilire questo ruolo chiave<


gli agenti economici sono razionali e cercano di fare

calcoli ma a differenza di quello che succede nella teoria standard 99 secondo cui ad es/ i nuovi prodotti finanziari 3derivati etc) consentono di spalmare e alla fine annullare i rischi di qualsiasi investimento 99 secondo la visione di Keynes gli agenti hanno conoscenza imperfetta e sono condannati a vivere in un contesto di incertezza radicale che non ' riducibile a rischio calcolabile 3probabilit.) tuttavia gli agenti non rimangono paralizzati di fronte all,incertezza e agiscono seguendo regole convenzionali 3+scorciatoie,)*

pur non avendo reale conoscenza dei dati rilevanti* +fingono, di averla a/ uguale a oggi b/ imitano ci( che fanno o pensano gli altri agenti seguendo le teorie pi= popolari 3comprese quelle che ritengono possibile una riduzione dell,incertezza a rischio con uso di +formule magiche,) fingono di credere che domani sar.

se gli agenti si comportano in questo modo per( il sistema economico non ' in grado di auto9regolarsi/ 4erch&< i criteri convenzionali possono essere rassicuranti ma non generano un livello di fiducia adeguato- la fiducia ' intrinsecamente precaria la gente sa che il futuro pu( riservare sorprese errori sono possibili anche perch& ci sono molte teorie e tecniche di valutazioni e non si sa a priori quale ' quella +giusta, 3ad es/ analisi +tecnica, e analisi +fondamentale, per valutare le azioni)

la fiducia degli agenti non ' affatto un dato spontaneo o +naturale, dell,economia di mercato essa pu( facilmente venire meno a fronte di shoc) 3ad es/ gli attentati del >11?) oppure di problemi strutturali +endogeni, 3ad es/ la crisi finanziaria recente) 7risi, di fiducia colpiscono le componenti della domanda aggregata: pu( cio' succedere che la fiducia dei consumatori e degli investitori sia cos@ scarsa che anche prezzi o tassi d,interesse bassi 3o AgiustiA) possono non essere sufficienti ad alimentare un adeguato livello di domanda di consumi e beni di investimentoi consumatori possono decidere di rimanere liquidi piuttosto che spendere 3la moneta non ' neutrale* ma pu( influenzare il livello del reddito) 7i( significa che se anche i prezzi sono flessibili non sempre la merce prodotta trova sbocchi* cio' non ' vera la legge di %ay secondo cui l,offerta crea la propria domanda- ' piuttosto vero il contrario: il reddito di equilibrio o reddito effettivo ' determinato dalla domanda aggregata- questo reddito effettivo ' determinato dalla domanda di beni che effettivamente

si rivolge alle imprese: principio della domanda effettiva $el breve periodo* la produttivit. p ' data per cui la domanda determina l,occupazione il livello di occupazione pu( essere inferiore a quello massimo* pu( esistere disoccupazione involontaria dovuta ad insufficienza di domanda aggregata/ ci( significa che se la domanda aggregata ' bassa anche se il mercato del lavoro ' efficiente e flessibile pu( non esserci piena occupazione per ovviare a problemi di domanda effettiva la +creazione, di fiducia ' dunque essenziale in un,economia avanzata la fiducia pu( essere solo riprodotta +artificialmente, grazie alla presenza o all,intervento dello stato* delle istituzioni e della politica economica che forniscono ancore per gli agenti: Banche centrali !a moneta che usiamo ' fiat money senza copertura aurea* per cui usiamo la moneta solo perch& ci fidiamo dello stato o di istituzioni come la banca centrale che assicura di proteggere il valore della moneta dall,inflazione* garantisce i depositi bancari Belfare

!a stabilit. del ciclo economico ' stata ottenuta nel dopoguerra grazie all,introduzione del Belfare 3che +assicura, reddito ai cittadini in vario modo)* e quindi dell,aumento della spesa pubblica che compensa la bassa spesa privata !a politica economica in generale svolge un ruolo di supporto e sostegno delle aspettative degli agenti 3operazioni di salvataggio* di limitazione della volatilit. dei mercati azionari* ecc)

"l modello Keynesiano e la crisi recente !a crisi dovuta ad elementi di instabilit. interna 7ause della crisi 7risi ha determinato crollo dal lato della domanda 3calo dei consumi e investimenti* dell,occupazione* specie nell,edilizia) e crisi del credito 4olitiche per fronteggiare la crisi la F D si ' mossa bene e di concerto con lAamministrazione Obama ha realizzato il +salvataggio, di varie banche e istituzioni finanziarie

per evitare contagio e collasso dell,intero sistema finanziario americano +che aveva bisogno di fiducia, "n una crisi del credito gli operatori finanziari diffidano tra loro 3quasi nessuno ' disposto a prestare denaro all,altro temendo che possa essere insolvente) politiche della domanda sono servite a scongiurare rischio recessione
sarebbe opportuno realizzarle anche in uropa con riduzione dei tassi e poltica comuntarie espansive 9il rischio inflazione ancora basso 9c,' disoccupazione congiunturale troppo elevata 9contesto di recessione altrinenti si rischia di rivalutare troppo l,euro e aumentare fragilit. del sistema finanziario e rischio deflazione da debiti