Sei sulla pagina 1di 7

SCHEDA DI CRISTOLOGIA

Per quanto concerne alla loro origine Per quanto concerne il loro contenuto TITOLI CRISTOLOGICI La maggioranza Mentre altri dalle religioni circostanti provengono dellA.T Alcuni esprimono pi Messia // figlio delluomo // parola. direttamente il rapporto di Ges con il regno di Dio. Il suo rapporto con Dio Figlio di Dio // parola.// mesia // logos Momento dellesistenza Profeta // servo // sommo sacerdote di Dio // terrena. // Il suo significato nel Messia // figlio delluomo // figlio futuro Davide Il suo significato nel Signore // salvatore corso della storia. La sua realt Preesistente // parola // figlio di Dio trascendente // Dio. Variet dei titoli. Ignoranza o disprezzo degli altri titoli. Concentrare tutti i titoli nei soli titoli trascendenti. Signore // figlio di Dio, parola // IGNORANDO O DISPREZZANDO GLI ALTRI. Servo // sommo sacerdote. 1. Cronologico e Si nel primo momento la realt di logico. Ges compresa a partire dai titoli Conoscenza precedenti a lui, ora i titoli sono delluniversale compresi a partire di Ges. generico conosciuto al particolare concreto sconosciuto dallimportanza dal titolo. 2.particolare concreto alluniversale generico. Da Ges ai titoli

Ricchezza dei titoli. Pericoli dei titoli

Uso corretto e incorretto dei titoli

LA RICERCA DEL GES STORICO Punto di partita Punto d partita reimarus ( 1694 1768 ) LESSING LE FASI E LE CINQUE QUESTIONI DELLA RICERCA SUL GES STORICO Una nuova ermeneutica ha inizio nel 1500. Dopo la riforma Lessing pubblica protestante iniziano i problemi cristologici. Movimento Sociniano. alcuni Lelio Socini 1525 1562. Toscani frammenti en 1774 Fausto Socini 1539 1604. Toscani 1778 FAUSTO Catechismo 1605 Primato della ragione Primato della parola, considerazione che la scrittura puo errare. Negazione del dogma trinitario Negazione del peccato originale Necessit della rivellazione delluomo Ges di nazaret Negazione della redenzione di Cristo

Spinoza 1632 - 1677 GOTTHOLD LESSING Protestante, critico del illuminismo. Diventa bibliotecario e scopre i frammenti di REIMARUS che publica nel 1780 Tali frammneti indicavano che. Cristo pienamente uomo La religione di cristo e la religione cristiana sono due cose diverse. (nascita del Metodo Storico critico ) La religione di Cristo quella da lui professata La religione cristiana afferma come verit che Cristo non umano rendendolo oggetto di adorazione. Queste due religione non possono essere unite. Si escludono entrambi La religione di Cristo e contenuta nei vangeli nei termini pi chiari e distinti.

Esilio in italia Esilio a cracovia * Fonda una chiesa *

I sacramenti son solo simboli Tolleranza fra le diverse religioni Dissolvimento di una escatologia LA OLD QUEST 1778 1906 PRIMA FASE. Distinzione tra Ges e cristo. Il primo. luomo di Nazareth ( historisch nel senso di storico reale). Il secondo. Il salvatore predicato dalla chiesa. ( geschichtlich) nel senso Storico biblico. Solo il cristo biblico ha valore per la fede. Teologia liberale. R. Bultmann, sostiene che ci si pu interessare solo del Cristo della fede non del Ges della storia.

Prima fase. Spunti critica sulla questione del Ges Storico HERMANN SAMUEL REIMARUS 1694 - 1768 Professore di lingue orientali. OPERA. Difesa degli Adoratori razionali di Dio Lessing pubblico sette frammenti di questa opera ( 1774 1778. A.6. La storia della resurrezione di Ges. 7.B sullo scopo di Ges e dei suoi discepoli. Raimarus distingue fa la predicazione di Ges e la fede degli apostoli il Ges predicato.

***

***
Viene ricollocato al suo contesto originario, il giudaismo, come elemento base. Lo descrive come: ebreo rivoluzionario. La resurrezione. Invenzione. F SCHLEIRMACHER . distingue chiaramente fra il Ges della storia dei sinottici e il cristo della fede del 4 evangelo, dando priorit al secondo. David friedrich straus. 1808 1874. Discepolo di hegel. Impossibilit di scrivere una vita di Ges, negando la credibilit Storica dei vangeli a motivo degli elementi sopranaturali e le contraddizioni che vi sono. Spiegazione mitica. SECONDA FASE: LOTTIMISMO DELLA RICERCA SULLA VITA DI GES HEINRICH JULIUS. Scrive nel 1863, i vangeli sinottici. Carattere storico. Marco come Fonte e la fonte Q. JOHANNES WEISS. nel 1890, fu lui a dar il nome di fonte Q.

LA NO QUEST ( 1921 1953) CROLLO DELLA RICERCA SULLA VITA DI GES


Posizioni riduzionista della OLD QUEST. LA NEW QUEST. tende a ricomporre la frattura tra Ges solo prodotto storico e un cristo solo prodotto di fede. ERNST KASEMANN. Fa notare come la troppo netta distinzione tra il cristo della fede e il Ges storico possa significare ridurre il cristianesimo a mitologia: se vero che i racconti evangelici sono un prodotto della fede postpasquale. altrettanto vero che i redattori partivano da una posizione di fiducia nellidentit tra Ges terreno e signore risorto. Storia 1. HISTORISCH. La storiografia // il processo MartinKahler dinterpretazione. 1835 1912 2. GESCHITLICH. La storia nella sua attualit. Impossibilit del Ges della storia. Non perch gli autori dei vangeli non siano A. SCHWEITZER obiettivi ma perch I vangeli non contiene sufficienti informazioni 1875 -1965 biografiche.. lo inserisce nel movimento apocalittico ebraico. Profeta apocalittico Esegeta della teologia dialettica. TEOLOGIA DIALETTICA ( 1919 RUDOLF 1968 ). Estremizza la distanza fra la realt storica e la condizione divina. BULTMANN Contrappone Dio al mondo in modo tanto radicale che essi si toccano soltanto 1884 - 1976 in un punto: nella croce e nella resurrezione. Era considerato determinante non quello che Ges aveva detto e fatto, bens quello che Dio aveva detto e fatto nella croce e resurrezione. Il kerigma neotestamentario. Ha come oggetto non il Ges storico, bensi il Cristo Kerigmatico. Egli si mostra scettico di fronte alla possibilit di ricuperare scientificamente il Ges della storia. Il vangeli sono espressione di fede post pasquale delle prime comunit e non documenti storici per accedere al Ges della storia. Ci che importa il kerigma. Tra il kerigma ( il Ges predicato) e la persona storica di Ges ( il Ges predicatore ) non vi continuit. La fede, perci va intesa e vissuta ai margini della storia di Ges. Categoria del mito. Applicata ai vangeli.

LA NEW QUEST ( 1953 1975 ) LA NUOCA RICERCA SUL GES STORICO


Accettazione fra il Ges della storia e il Cristo della fede. Il principio che tra questi vi una continuit. Lo stesso kerigma cristologico Richiama a una figura terrena. impegna a porre la nuova ricerca del Ges storico. Fiducia che possibile trovare un Scartando tutto quello che derivabile sia dal giudaismo minimo di tradizione autentica su che da cristianesimo primitivo. Ges criticamente accertata. Ricostruzione critica letteraria. Fonti vecchia ricerca Storico religioso Storico tradizionale Criterio della differenza Intenzione teologiche. Criterio della differenza o della discontinuit. ogni detto o CHIAVI DELLA NEW QUEST atto di Ges che non si inserisce nellambiente ebraico del tempo proviene del Ges della storia.(in discontinuit con il giudaismo ove Ges inserito) LA THIRD QUEST. Accetta, parimenti la continuit Criterio di attestazione multipla. Marco e Q Criterio di conformit continuit - coerenza . Contesto linguistico ambientale Criterio linguistico ambientale La new quest. Ricerca la traccia fra il Ges predicato e il Ges predicatore. ERNEST KASEMANN 1906 - 1998 GUNTHER BORNKAMM 1905 - 1990

LA THIRD QUEST ( 1975) LA TERZA QUESTIONE SUL GES STORICO


Emerge inizialmente soprattutto in ambiente linguistico anglosassone. INTERESE. Teologico storico- sociologico Collaborazione entro Giudaismo. Fonti non canoniche. ( imparte eretiche) Caratteri fondamentali. a. Interdisciplinari. b. Ottimismo per la via storica di accesso a Ges c. Ebraicit di Ges. d. Vallo razione delle fonti apocrife. IMMAGINE DI GES. a. Ges maestro di sapienza. JESUS GERMINAT b. Ges contadino. Ebreo, itinerante, cinico. CROSSAN c. Ges uomo carismatico dello spirito. PARISH SANDERS d. Ges profeta scatologico. PARISH SANDERS e. Ges profeta del cambiamento sociale. THEISSEN f. Ges ebreo marginale. MEIER.

LA PROSPETTIVA NEOTESTAMENTARIA DELLA CRISTOLOIGA


DUE PUNTI FONDAMENTALI 1. Cristologia storico-salvifica dellinnalzamento ed esaltazione ( ambiente palestinese con il titolo di figlio di Dio nella missione messianica ) 2. Cristologia cosmica della preesistenza e dellincarnazione di Ges Una nuova fede dopo la resurrezione. Superano la crisi della croce. Novit rapporto che Ges ha con Dio. Dopo la resurrezione si penso che Dio non agisce pi senza Ges e Ges senza Dio. Ges appartiene alla realt di Dio. Il nuovo testamento ci mostra da quando Ges esiste in rapporto a Dio. Lunit di Ges con Dio descritta dopo la resurrezione. la figliolanza. (questo il mio figlio mio prediletto - colui che nascer sar santo e chiamato figlio di Dio la preesistenza esprime un rapporto trascendente )

Dinamismo dellatto di fede cristologico

Il rapporto di Ges con Dio nel corso della sua vita

LA CRISTOLOGIA DEI SINOTTICI


LA CRISTOLOGIA DI MARCO Figlio di Dio. Evangelo scritto per i pagani che si convertivano al cristianesimo e per i Giudei della diaspora. Evangelo catechetico Parla del segreto messianico. Mc 8, 27 9 13. Resurrezione centro del tutto il vangelo Il silenzio. GES FIGLIO DI Il titolo figlio di Dio pi Marcato nel vangelo di DIO Marco. Mc 1, 1 // 3,11 // 5,7 // 9,7 // 12,1-11 // TRE SENSI FONDAMENTALI. 1. Giudice escatologico. Mc 8,38 // 13,26 // 14,62 2. Descrive lopera terrena. Mc 2.10 // 2,28 3. Fragilit, sofferenza delluomo Dio di Nazaret. Mc 8,31 // 9,9 // 10,33 // Mc 10,45 // 14,21 // 14,41 Pi complessa di quella di Marco. Aspetto comunitario, lunico in utilizza il termine chiesa Mt 16,18 e 18,17. Tradizioni Giudeo cristine 5;6,1-8 // 10,5 // 15,24 //18,15-17 // 23,12 concezione ellenica 2,1-12 // 8,10-12 // 12, 18-21. Anche Lui, come Mc, utilizza il titolo figlio di Dio Ges terreno. Ges il vero messia, tuttavia descritto in Il MESSIANISMO contraddizione con la concezione di un messia atteso dalla comunit ebraica. Figlio di Davide 9 volte si trova questo titolo Mt 1,18 // 1,20 Mt 15,22. Servo di Dio. Legato alla concezione di Isaia. 8,17

CRISTOLOGIA DI MATTEO

Messia religioso. Inmatteo il messia deve redimire Israele e salvarlo. Mt 2,2-6 // 15,31 Figlio di Dio. Messia atteso Messia universale. Ges nuovo Mos. un parallelo e novit in relazione a Israele. 5 discorsi ( Mt 5-7 // 10 // 13// 18 // 24- 25. ) riferimento a Ges come nuovo Mos Mt 2. Riferimento allesodo nell Egitto. // Mt 4. Nelle tentazioni il riferimento ai 40 anni nel deserto. Mt 5 e 7 le beatitudini come il nuovo decalogo Mt 8-9. Dieci miracoli di Ges come, al contrario, le dieci piaghe dEgitto. Mt 17. Trasfigurazione come Mos illuminato dal roveto ardente. LA CRISTOLOGIA DI LUCA Luca fra i sinottici il pi esistenziale e il pi storico. Luca scrive a una comunit ellena cristiana. Troviamo il tema della parusia, ma come ricapitolazione della storia, sottolineando il gia e non ancora Conversione personale. Lc 1,26-38 // 3,23-38 // 10,18 // 19,40 GES PROFETA. 13,34 // 7,16 // 24,19-21. GES APERTO AL MONDO ELLENISTICO. Lc 10,30-37 // 15, 1-32 PROFONDO SENSO SOCIALE E POLITICO. Lc 6,20-26 ATTENZIONE DI GES ALLE DONNE UOMO DI PREGHIERA.

LA SIGNORIA DI GESU: GESU SIGNORE E RE

LA CRISTOLIGIA DI PAOLO

Livelli della cristologia paolina. PRIMA TAPPA. Escatologia fattura. 1 Corinzi 15 Tema centrale. La risurrezione di Ges e la parusia prossima del signore. SECONDA TAPPA. Soteriologia. Galati // romani // 1- 2 corinzi TERZA TAPPA. Persona di Ges. ( al interno della storia della salvezza). Filippesi // colossesi // efesini. Il centro il concetto di mistero. Inni cristologici. Fil 2, 5- 11 // Col 1, 15- 20 // Ef 2, 14-16. Paolo utilizza pi volte tre titoli messianici: ( cristo signore.275 volte figlio di Dio. 15 volte ). La lettera giovannea rappresenta Sintesi fra cristologia e soteriologia il punto pi alto ed anche il momento pi concentrato della cristologia del N T.

LA CRISTOLOGIA DI GIOVANNI

LIBRI DEI SEGNI

Tre elementi chiave. a. Segno. Gv 6 // 9 // 11 b. Opera. Gv 5 // 16, 47 // 5, 17 // 5, 19 c. Parola a. Lora di Ges e la gloria b. Io sono la via, la vita e la verit

IL LIBRO DELLA PASSIONEGLORIFICAZIONE GV 13-21 LINCARNAZIONE DEL LOGOS

Logos come a. Creatore b. Rivelatore c. Essere divino d. Preesistenza e. Incarnato ed escatologico

CRISTOLOGIA DALLALTO

CRISTOLOGIA DAL BASSO

Parte della divinit di SCUOLA ALESSANDRINA Ges pone al logos al centro de la riflessione cristologica; logos preesistente. Che pone la natura SCUOLA ANTIOCHENA umana vicina al pro nobis. Assume lorizzonte ermeneutico delle due nature, che mantiene ferma la distinzione.

CRISTOLOGIA Il cristianesimo deve diventare meno CRISTOMONISMO. OMOLOGENESI. Ges evangelico della Storia. CRISTOLOGIA DOGMATICA. Cristo della fede. LA CRISTOLOGIA DOGMATICA si basa sulla formula pi antica GES IL SIGNORE OSSIA GES DIO.

DIALOGO INTERRELIGIOSO. CONCETTI COME. Natura grazia sostanza, sono resistiti ad oggi in quanto sono sempre stati considerati termini universali. PROBLEMI FONDAMENTALI RELATIVI AL DIALOGO SONO A. Concetto di unicit. B. Linguaggio e cultura. C. Singolarit di Ogni chiesa.

Potrebbero piacerti anche