Sei sulla pagina 1di 19

CRISTOLOGIA I.

TEMI INTRODUTTIVI Mc 8,27-30: Poi Ges part con i suoi discepoli verso i villaggi intorno a Cesarea di Filippo, e per la strada interrogava i suoi discepoli dicendo: La gente chi dice che io sia?. d essi gli risposero: Giovanni il !attista" altri dicono lia e altri uno dei pro#eti. d egli do$andava loro: %a voi chi dite che io sia?. Pietro gli rispose: &u sei il Cristo. ordin' loro severa$ente di non parlare di lui ad alcuno( )el corso dei secoli sono state date tante risposte: - * un uo$o e+reo - * il Figlio di ,io - * il Cristo -Cristj Khrists . l/0nto, il %essia1 - * il 2ignore -Krioj Krios1 - * il 2alvatore - * l/ $$anuele... ,e#ini3ioni dog$atiche 4 sono tutti tentativi linguistici di dire il $istero di Cristo, sen3a $ai esaurirlo -con 5uesto non signi#ica che siano tentativi inutili1 )el percorrere 5uesta strada possia$o avere due grandi pericoli: - $odalis$o 4 si negano le persone: Padre, Figlio e 2pirito non sono tre persone, $a 6 $odi di parlare di ,io - su+ordi3ionis$o 4 si nega l/unit7" * la via che percorre Ario - 668 ca.1, il 5uale sosteneva che il Figlio non * generato, $a * creato: c/era un te$po in cui non c/era( La di##icolt7 sta nel riconoscere Ges al conte$po ,io e uo$o... - docetis$o 4 Ges se$+ra uo$o, $a non lo * vera$ente: non * a$$issi+ile un/9ncarna3ione nella 5uale ,io si sporca con l/u$anit7 - e+ionis$o 4 il :er+o * creato, non generato: Ges non * ,io , F9)9;9<) F9)=L9&> , LL= C?92&<L<G9= 2C9 )&9F9C=

Cristologia 4 letteral$ente signi#ica discorso su Cristo, per essere scienti#ica * necessario che si $uova nella dialettica storia@#ede attraverso un approccio storico@critico al dato scritturistico, sottolineando co$e nella persona storica di Ges si $ani#esti il Cristo -0nto1 di ,io 9n#atti possia$o #are Cristologia in due $odi: - cristologia dall/alto 4 * 5uella delle de#ini3ioni dog$atiche alle 5uali si approda partendo da una preco$prensione" * la strada percorsa da gran parte della teologia, dai Padri #ino ad oggi Anselmo di Aosta - AABC1 si chiedeva: cur deus homo? PerchD ,io si incarna? Per riparare al peccato... arl Ra!ner - ACEB1, anche lui #a una cristologia dall/alto, $a $olto intelligente: la la de#inisce trascendentale, ossia parte dalla convin3ione che l/uo$o sia capace di $ettersi in ascolto del $istero di ,io, * uditore della Parola intesa co$e autorivela3ione di ,io nella storia - cristologia dal +asso 4 * 5uella che #are$o noi, attraverso un approccio storico@critico al dato scritturistico -cristologia scienti#ica1 9l pri$o trattato $oderno di Cristologia * 5uello del tedesco protestante Maisner -A8FG1, di i$pianto scolastico, strutturato su HB tesi: A. sulla natura divina di Cristo -)icea1 F. sulla natura u$ana di Cristo -Calcedonia1 1

6. sulla incarna3ione del :er+o G. sulla conce3ione e #or$a3ione della carne H. sulla assun3ione della carne di Crristo... e cos via 9L P<2&< ,9 C?92&< ) LL= F , C?92&9=)= &ra le varie proposte di $etodo per #are Cristologia, interessante * 5uella di Adol"!e #es!$, Dio per pensare. Il Cristo, strutturata in G punti: A. una cristologia sen3a cristologia -cristologis$i1 4 prende atto che il cristocentris$o * #atale per la cristologia: Ges * venuto a parlare di ,io e non di sD stesso e che dalla sua predica3ione e$erge che il $essaggio * pi i$portante del $essaggero GeschD riprende la distin3ione operata da %&es 'on(ar, Jesus Christ -AC8H1: nella cristologia ,io Padre * il centro, Ges Cristo * al centro =nche il $iracolo altro non * che la capacit7 di Ges di puri#icare il rapporto con ,io, di ri$ettere in $oto la #ede dell/uo$o: :a/, la tua #ede ti ha salvato( GeshD cita passi del )& che con#er$ano 5uesto: anche se il loro utili33o pu' apparire stru$entale, di #atto si citano anche passi che se$+rano essere contrari alla tesi, ad es.: - Gv 8,28: Iuando avrete innal3ato il Figlio dell/uo$o, allora saprete che Io sono e non #accio nulla da $e stesso, $a parlo co$e il Padre $i ha insegnato( 4 da una parte a##er$a la divinit7 di Ges, $a dall/altra si ha una vera e propria relativi33a3ione cristocentrica - Gv )0,2*: 9l Padre * pi grande di $e(, $a anche... - Gv )0,30: 9l Padre e io sia$o uno( 4 sono passi da interpretare alla luce di tutti i passi in cui Ges parla del rapporto col Padre, non estrapolandoli - Gv )7,3: Iuesta * la vita eterna Jsalve33aK: che conoscano te, l/unico vero ,io, e colui che hai $andato, Ges Cristo( 4 a++ia$o 5ui un e5uili+rio, dove si introduce il te$a della della salve33a: noi a++ia$o $olto insistito sul peccato dell/uo$o, $a essen3ial$ente il cristianesi$o ro$pe il concetto greco del te$po co$e cronos -te$po ciclico sche$ati33ato dal serpente che si $orde la coda1 dove il destino dell/uo$o * condi3ionato dal #ato@caso, per introdurre la conce3ione di te$po co$e kairos -con un ini3io@crea3ione e un #ine@ escaton1, te$po dove si dispiega il progetto di salve33a di ,io per l/uo$o: la storia * storia di salve33a ,etto 5uesto * chiaro che la cristologia non pu' #are a $eno di parlare di Ges 4 Cristo ri$ane lo snodo principale per capire il suo $essaggio" 5uesto approccio per' evita la con#usione tra Padre e Figlio, e da ragione della nostra #ede che ha origine nella #ede del popolo e+raico, anche se poi per noi * diventata #onda$entale la $edia3ione del Cristo" $olte cristologie invece si concentravano solo sulle nature del Cristo, perdendo di vista la centralit7 del $essaggio e il #atto che Ges * venuto a rivelarci ,io" a tale proposito GeshD a##er$a che * necessario evitare che paradosso dei paradossi, Cristo #inisca per non lasciar pi vedere ,io(, e citando +a,l Ri-oe,r: )on esito a dire che resisto con tutte le #or3e allo sposta$ento d/accento da ,io a Ges Cristo( Iuindi pri$a di essere cristologia, deve essere teologia e antropologia... F. la cristologia co$e teo@logia -letteral$ente discorso Jdell/uo$oK su ,io1 A 4 * necessario chiedersi se il $essaggio di Ges * stato preso sul serio, producendo un nuovo $odo di #are teologia" di #atto ci si * concentrati sul :er+o adottando le categorie ellenistiche per a##er$are che Ges di )a3aret * ,io: se 5uesto ha per$esso al cristianesi$o di dilatarsi, di #atto ha anche sacri#icato la teologia, di$enticando ci' che lui ha detto di ,io e dell/uo$o
1

Nella teologia contemporanea abbiamo 3 grandi scansioni: a. teologia liberale luomo con la sua ragione libero di interpretare i testi ispirati (non dettati) da Dio; si radicali a laspetto etico (massimo esponente !dol" #on $arnac%) b. teologia dialettica opponendosi alla teologia liberale si assoluti a il primato di Dio e della &i#ela ione operata da 'es( )risto* c+e luomo non pu, c+e accogliere (-arl .art+) c. teologia esisten iale la pi( e/uilibrata* do#e si riconosce il primato di Dio* ma si tiene conto della ragione e libert0 delluomo* #i dialettica tra "ede e ragione* c+e +anno una loro autonomia (&udol" .ultmann)

2e non si vuole ridurre al $otore i$$o+ile aristotelico, il ,io rivelato da Ges non pu' essere inga++iato nella #redde33a della $eta#isica e della #iloso#ia greca -stru$enti utili, $a non assoluti33a+ili1 4 gi7 il ,io creatore dell/=& * un ,io che non si disinteressa della cretura... 0n te$a da a##rontare * 5uello della so##eren3a: ,io pu' so##rire? La risposta che la teologia ha dato per te$po * che caso$ai si pu' #are un/analogia tra la so##eren3a di ,io e 5uella dell/uo$o" inoltre Ges pu' so##rire co$e uo$o, non co$e ,io... - Raner, .n(, Met/ e altri, non a$$ettono una so##eren3a di ,io che $etta in discussione la sua onnipoten3a" per Moltmann invece ,io ha la capacit7 di so##rire1" di #atto * di##icile separare l/9ncarna3ione dalla Passione@$orte di Ges: - Ori(ene - FHG1, Omelie su Ezechiele: 9l 2alvatore J...K pri$a ha patito, poi * disceso e si * $ostrato. Iual * la passione che per noi ha so##erto? L la passione dell/a$ore. Persino il Padre J...K non so##re anche lui in certo 5ual $odo? )on sai che 5uando governa le cose u$ane, condivide le so##eren3e degli uo$ini?( 4 * la so##eren3aMpassione per l/uo$o che ha spirnto il :er+o ad incarnarsi - Martin 0,tero - AHG81, La disputa di Heidel er! -AHAE1: in Cristo croci#isso * la vera teologia e la conoscen3a di ,io. J9l teologo della gloriaK ignorando Cristo, non conosce neppure l/9ddio nascosto nella so##eren3a, per cui pre#erisce l/opere alla so##eren3a, la gloria alla croce. J...K ,io pu' essere trovato soltanto nella croce e nel dolore( 4 sulla croce si $ani#esta il vero volto di ,io 6. la cristologia co$e antropologia 4 la teologia deve collegarsi alla ri#lessione sull/uo$o che * stata portata avanti da altre discipline, in particolare: a. #iloso#ia 4 de#inisce, ri#lette e cerca de#ini3ioni sull/u$ano +. sociologia 4 descrive con l/ausiolio di scien3e $ate$atiche -statistica1 c. psicologia 4 co$prende l/u$ano e soprattutto da 1re,d in avanti * diventata diagnostica e o##re terapie 9n 5uesto contesto l/antropologia cristiana non cerca tanto di de#inire, descrivere o co$prendere, $a * chia$ata a pro#eti33are l/i$$agine dell/uo$o secondo il progetto di ,io che Ges * venuto a rivelare: i$$agine pro#etica, aperta e non chiusa, se$pre in ca$$ino - #a2riel Mar-el usa l/espressione homo "iator(" Dorotee 34lle a##er$a che essere cristiani signi#ica essere 5ualcuno che ha il diritto di diventare un altro1 Per GeshD * necessario #are antropologia riscoprendo il linguaggio +i+lico, sen3a cadere in tenta3ioni di cristocentris$o e teocentris$o G. la cristologia co$e cristologia 4 solo dopo 5uesto percorso * legitti$o passare alla ri#lessione dal $essaggio al $essaggero, interrogarsi sulla persona di Ges: espressioni co$e Cristo, 2ignore, 2alvatore... #orse non sono state inventate alla leggera( -GeshD1 9 C<%P9&9 CN 2/9%P<)G<)< =LL= C?92&<L<G9= 9l $anuale di 5alter as"er, #es$ il Cristo -ACOG1 #ocali33a 6 esigen3e attuali -co$piti1 richieste alla cristologia: A. una cristologia storica$ente deter$inata -da una risposta relativa alla storia1 4 una cristologia seria deve avere un aggancio storico, soprattutto con un approccio storico@cristico della 2crittura che non a++ia paura di leggere in alcuni #atti narrati dei signi#icati pro#ondi, an3ichD delle se$plici cronache" con 5uesto non signi#ica che la nostra #ede si de++a poggiare sulla storia, $a ne$$eno che il :angelo vada preso alla lettera co$e narra3ione di #atti Per 5uesto * necessario evitare di assoluti33are due tenden3e: a. teologia li+erale 4 l/uo$o con la sua ragione * li+ero di interpretare i testi ispirati -non dettati1 da ,io" si radicali33a l/aspetto etico -$assi$o esponente =dol# von NarnacP1 =ssoluti33ando la !i++ia 5uale prodotto della ragione u$ana, si eviden3ia in particolare che il )& * gi una riela+ora3ione in chiave ellenistica che deve essere spogliata di tutte le aggiunte per ritornare al vero $essaggio di Ges -si tratta di un/utopia, $a la 5uestione posta * seria1

teologia dialettica 4 opponendosi alla teologia li+erale si assoluti33a il pri$ato di ,io e della ?ivela3ione operata da Ges Cristo, che l/uo$o non pu' che accogliere -Qarl !arth1 =ssoluti33ando 5uesta visione si approda ad un #ideis$o astratto in cui non trovano posto nD storia, nD ragione Per Qasper * necessario respingere ogni assoluti33a3ione, $a dall/altra parte * anche opportuno accogliere le istan3e di entra$+e, per trovare una connessione -ar$oni33a3ione1 tra storia e #ede F. una cristologia universal$ente responsa+ile -da una risposta relativa agli uo$ini1 4 si propone intelligentre$ente di a++andonare il vecchio $odello apologetico del cosiddetto pro+le$a sull/assolute33a del cristianesi$o -inteso co$e una via soteriologica che esclude tutte le altre1" 5uindi non solo * necessario tenere conto del pro+le$a della verit7 interna, $a anche esterna -rapporto con le altre religioni: 5uale ruolo hanno nel piano di ,io? Possi+ile che si tratti solo di errori u$ani?1 )atural$ente Qasper si $uove sulla scia del $oderato inclusivis$o del C:99 -non va oltre1 6. una cristologia con rilevan3a soteriologica -da una risposta relativa alla speran3a1 4 * necessario un recupero della valen3a soteriologica dell/evento Cristo, che porti ad un livello superiore i due co$piti precedenti - 2colastica 4 aveva staccato la dottrina su Cristo -ri#lessione sulla sua divinit7 e u$anit71 dalla sua valen3a soteriologica nella vita del cristiano - 0,tero 4 cerca di recuperare 5uesta valen3a soteriologica $ettendo in eviden3a co$e l/opera redentiva sia pro me - Melantone 4 il Cristo non lo conosco tanto attraverso le specula3ioni dottrinali, 5uanto attraverso i +ene#ici che ha prodotto nella $ia vita ,i #atto non possia$o vedere due alternative tra cristologia ontologica e cristologia sociologica, * necessaria un/ar$oni33a3ione che per$etta di cogliere piena$ente la portata dell/evento Ges = tale proposito R,dol6 7,ltmann, nella con#eren3a su La pro%essione di %ede cristolo!ica del Consi!lio Ecumenico -ACHA1, chiedendosi se nel )& si pu' #ondare la pro#essione di #ede che Ges * ,io e 2alvatore, risponde di non saperlo, pur sen3a negarlo Certa$ente il )& * la testi$onian3a di 5ualcosa che ca$+ia decisa$ente la vita delle persone L= C?92&<L<G9= ,<P< =02CNR9&; La &hoa * stato un evento unico, irripeti+ile 4 se++ene nella storia vi siano stati tanti genocidi, 5ui dietro c/* una costru3ione siste$atica per annientare popoli e culture, per cancellarne per#ino il ricordo Parlare di Cristologia dopo =uschSit3 non signi#ica a##er$are che =uschSit3 diventi criterio per #are cristologia, $a oggi * chia$ata anche a s$ascherare certe posi3ioni esegetiche o dottrinali che hanno potuto #avorire l/antigiudais$o Iuesto non signi#ica che alcuni passi del )& non ri#lettano una situa3ione di tensione col giudais$o, $a tale tensione deve essere contestuali33ata -i giudeo@cristiani ancora si $uovevano all/interno del giudais$o e stavano $inando un siste$a religioso istitu3ionali33ato1 se non si vuole giungere alla conclusione che il popolo e+raico sia deicida II. NATURA, VA0ORE, 0IMITI DE00E RI'ER'8E 3U0 #E39 3TORI'O :DA00;I00UMINI3MO A O##I< Circa FBB anni #a alcuni autori hanno sconvolto la teologia, applicando 5uello che poi diventer7 il $etodo storico@critico all/esegesi del )&, per #ini vari La triparti3ione classica della ricerca sul Ges storico pu' essere cos sche$ati33ata, con una ter$inologia inglese $a che vuole riassu$ere una ricerca di $atrice essen3ial$ente tedesca -nata nell/allora Prussia1: A. Old :1irst< =,est -AOOE@ACB81 4 si avvia la Le en'Jesu'(orschun! -vita@Ges@ricerca1, ossia si * $ossi dalla curiosit7 di ricostruire la vita di Ges: nasce in Ger$ania -Prussia1, si allarga in Francia e investe anche l/9talia -nonostante l/aspra lotta $ossa nei con#ronti del $odernis$o1

+.

&utto 5uesto nel nuovo cli$a dell/illu$inis$o, $a anche per la stanche33a delle prediche da parroco e da pastore su Ges e dei discorsi sulle due nature dei teologi della gloria... la do$anda ora *: chi era vera$ente 5uesto Ges? 8erman 3am,el Reimar,s -A8CG@AO8E1, (rammenti -postu$i, AOOE1 4 si dice che sia lui l/ini3iatore della ricerca sul Ges storico, $a vedre$o che non nasce dal nulla -vi sono dei prodro$i alla pri$a ricerca, p.es. Fausto 2ocino1" sicura$ente * attento a ci' che accade in 9nghilterra dove si assiste ad una #orte spinta deista" anche !aruch 2pino3a, olandese, viene espulso dalla sinagoga per aver $esso in discussione il )almud, ossia l/interpreta3ione ra++inica della )orah1" lui si pone critica$ente di #ronte ai testi evangelici cercando di evitare due #onda$entalis$i: tutto * storica$ente vero T non c/* niente di storica$ente vero No =,est -ACB8@ACH61K 4 si interro$pe la ricerca sul Ges storico... Al2ert 3-!>eit/er -AEOH@AC8H1 nel ACB8 pu++lica la sua &toria della ricerca sulla "ita di #es$ nella 5uale getta un #reno all/otti$is$o sulla ricerca storica, che in #ondo non * ne$$eno poi cos utile per la nostra #ede... R,dol6 7,ltmann -AEEG@ACO81 sostiene che da un punto di vista storico non possia$o dire niente su Ges, poichD $ancano le #onti: il )& * k*ri!ma -annuncio1, ossia interpreta3ione teologica e in #ondo Ges altro non * che il presupposto del no"um che ini3ia dopo la sua $orte e risurre3ione F. Ne> :3e-ond< =,est -ACH6@ACO61 4 si riaccende il di+attito sulla storicit7 delle #onti neotesta$entarie... Ernst ?semann -ACB8@ACCE1 in una con#eren3a del ACH6 critica !ult$ann in 5uanto, pur concordando sul valore teologico dei :angeli, ritiene che Ges non sia solo un presupposto poichD il k*ri!ma ha un suo #onda$ento storico... 6. T!ird =,est -dal ACO61 4 la ter3a ricerca si sviluppa in a$+ito anglossassone, soprattutto negli 02=: non pi nelle #acolt7 teologiche, $a in centri, istituti, gruppi autono$i di ricerca nD accade$ici nD legati a istitu3ioni ecclesiastiche, talvolta portata avanti da non credenti... si $ettono in ca$po esperien3e speci#iche 5uali la storia, la psicologia, l/antropologia culturale -in #ondo si assiste ad un interesse co$e nei prodro$i della pri$a ricerca1 Iuesta triparti3ione eviden3ia una continuit7, $a anche una pro#onda discontinuit7 4 sia le do$ande che ci si pongono, sia il Ges che e$erge, sono pro#onda$ente diversi 2i tratta di una triparti3ione classica, utile, $a che $ostra dei li$iti: pri$a di ?ei$arus gi7 5ualcosa si $uoveva nella ricerca del Ges storico e anche tra il ACB8 e il ACH6 non possia$o a##er$are che niente sia stato #atto... #erd T!eissenF -insie$e alla sua assistente Annette Mer/1 supera la triparti3ione classica cercando di cogliere aspetti pi particolari tra gli autori A. <ld -First1 Iuest -AOOE@ACB81 a. 2punti critici per la ricerca su Ges -U:999 sec.1 4 il contesto * 5uello dell/illu$inis$o che vuole l/applica3ione del $etodo storico@critico ai testi +i+lici -do++ia$o all/applica3ione di 5uesto $etodo una lettura non #onda$entalista della !i++ia1 Gli autori sono 5uasi tutti di lingua tedesca e di con#essione protestante -non che le Chiese condividessero...1, in particolare: 0essin( 4 pu++lica i #ra$$enti di ?ei$aus...

'. 3$45664N 7 !. 84&9* Il Ges storico. Un Manuale* :ueriniana 1;;<2

Reimar,s 4 applicando un $etodo pura$ente storico, teori33a un inganno che sare++e all/origine di una discrepan3a tra il Ges storico -da vedere nel contesto giudaico1 e il Cristo della chiesa 3tra,ss 4 in#luen3ato dalla #iloso#ia di Negel con la sua storia delle #or$e, giunge alla teoria del $ito secondo la 5uale le narra3ioni su Ges devono essere lette co$e racconti $itici, soprattutto in #io"anni -5uesto non signi#ica che non veicolano delle verit7, $a si co$prende che non sono cronache1 +. ?icerca li+erale sulla vita di Ges -U9U sec.1 4 il contesto * 5uello della teologia li+erale che con grande ottis$o si pre#igge di li+erare la #ede dal dog$a per rinnovarla a partire dalla storia Genere letterario delle vite di Ges 4 autori co$e 8olt/mann, applicando il $etodo storico@critico per una critica letteraria applicata ai :angeli che approda alla teoria delle #onti, cercano di ricostruire la vita di Ges sulla +ase delle due #onti pi antiche - +arco per la ricostru3ione della +iogra#ia e #onte I per la ricostru3ione della dottrina di Ges1" in altre parole si tenta di approdare alla Historie -#atto in sD1, partendo dalla #eshichte narrata nei vangeli -interpreta3ione del #atto1 ,i #atto i risultati raggiunti sono vi3iati dal tentativo vano dei soprannaturalisti e dei ra3ionalisti di giusti#icare ra3ional$ente ci' che esula dalla s#era del naturale

J)o Iuest -ACB8@ACH61K 4 sia$o in contesto di teologia dialettica e di #iloso#ia esisten3ialista: - teologia dialettica 4 R,dol6 7,ltmann * il $aggior esponente di 5uesta teologia che oppone ,io al $ondo in un $odo tal$ente radicale che 5uesti si toccano solo in un punto: nell/evento - da&&1 della sua venuta nel $ondo e nell/evento - da&&1 della sua $orte e risurre3ione: ci' che * deter$inante * 5uello che ,io ha rivelato nella croce e risurre3ione, non ci' che Ges ha detto e #atto... - #iloso#ia esisten3ialista 4 l/uo$o ac5uista la sua piena identit7 solo nella decisione di rispondere all/appello del keri!ma: gli argo$enti oggettivi 5uali il sapere storico non potranno $ai garantire 5uesta decisione... 9n 5uesto contesto tre prospettive scienti#iche, ani$ate dallo scetticis$o, #ecero crollare tutte le sicure33e raggiunte dalla ricerca sulla vita di Ges -#alli$ento della ricerca sulla vita di Ges1: - Al2ert 3-!>eit/er, &toria della ricerca sulla "ita di #es$ -ACB81 4 carattere proiettivo delle i$$agini di Ges: tutte le vite di Ges altro non sono che la proie3ione dell/ideale etico del loro autore - 5. 5rede 4 carattere tenden3ioso di +arco: applicando co$e $etodo la storia delle #or$e, sostiene che anche la #onte pi antica su Ges * vi3iata dal ri#lettere una certa op3ione dog$atica #atta dalla co$unit7 cristiana nel 5uale * stata scritta .0. 3-!midt 4 carattere #ra$$entario della tradi3ione su Ges: applicando co$e $etodo la storia delle reda3ioni, sostiene che la cronologia e la geogra#ia di +arco non * attendi+ile poichD anche 5uesta antica #onte * #rutto di un asse$+laggio di antichi #ra$$enti ar$oni33ati da una cornice narrativa ideata dall/evangelista 9noltre vi sare++e un carattere ker,!matico della tradi3ione su Ges: la storia delle #or$e applicata ai singoli #ra$$enti di +arco, eviden3iere++ero che anche 5uesti sono #rutto di un/adatta$ento #un3ionale all/annuncio keri!matico F. )eS -2econd1 Iuest -ACH6@ACO61 4 la teologia dialettica -in particolare 5uella dei discepoli di 7,ltmann1 evolve nel tentativo di col$are la distan3a tra rivela3ione e storia, riaccendendo l/interesse e riac5uistando la #iducia di poter dire 5ualcosa sul Ges della storia: in particolare non si cerca di ricostruire la vita di Ges, $a si vuole approdare agli ipsissima "er a Iesu -* 5uesta la #ase dei teologi, degli esegeti...1 2i applica il criterio della di##eren3a 4 Ges si * distaccato dal Giudais$o $a non * ne$$eno ipso'%acto 5uello del cristianesi$o pri$itivo: * da ritenere di lui tutto 5uello che si oppone sia alla tradi3ione giudaica, che all/ela+ora3ione dog$atica succesiva della chiesa =lcuni esponenti sono: ?semann, 1,-!s, E2elin(... - #.nt!er 7orn@amm -ACBH@ACCB1 4 sar7 il pri$o dopo HB anni a riscrivere una vita su Ges: #es$ di -azaret -ACH81

>

Aoa-!im Aeremias -ACBB@ACOC1 4 i$portantissi$o il suo contri+uto nel tentativo di ricostruire i cosiddetti ipsissima "er a Iesu, $a anche i suoi studi sulle para+ole -5uali vera$ente uscite dalla +occa di Ges?1

6. &hird Iuest -dal ACO6, cele+ra3ione del pri$o Jesus &eminar negli 02=1 4 in un contesto di dialigo giudeo@cristiano da una parte si risveglia in a$+ito e+raico l/interesse per l/uo$o Ges parte della propria storia, dall/altra in a$+ito cristiano si cerca di appro#ondire l/e+raicit7 di Ges e le radici giudaiche del cristianesi$o" a tale scopo si tenta di ridisegnare la cornice storica nella 5uale situare l/e+reo Ges di )a3aret =lcuni esponenti sono: T!eissen, Ao!n Domini- 'rossan -eV 2ervo di %aria, per il 5uale Ges era un cinico itinerante, contadino, rivolu3ionario...1 2oprattutto in a$+ito anglosassone si percorrono alcuni ca$pi di studio: - storia della sociologia 4 si studiano i $ovi$enti del giudais$o conte$poranei a Ges per rintracciare eventuali lega$i - storia del giudais$o 4 si studia l/e+raicit7 di Ges -contri+uto #onda$entale * 5uello di Ed +aris! 3anders, Jesus and Jedaism, ACEH1 - #onti non canoniche 4 se ne riscopre il valore, in particolare della #onte dei l!ia -I1 e il .an!elo di )ommaso, riscoperto attorno al ACGH <ltre a T!eissen-Mer/, vi sono poi altri a$plia$enti di prospettiva per cercare di descrivere la ricerca sul Ges della storia, p.es.: - 'li&e Mars! propone C #iloni te$atici -ricerca positivistica, ricerca ro$antica...1 - si discute sulla data dell/ini3io della &er3a ricerca: in particolare Mario +es-e contesta il #arla coincidere con la data di cele+ra3ione del pri$o Jesus &eminar -ACO61 Iuesto ci dice co$e le periodi33a3ioni sono utili, $a vanno utili33ate con intelligen3a" d/altro canto ci $ette in guardia sul #atto che 5uesta ricerca ha avuto una prepara3ione in alcuni autori precedenti... =)& C , )&9 2&<?9C9, C0L&0?=L9, F9L<2<F9C9, ? L9G9<29, , LL= ?9C ?C= 20L G 2W 2&<?9C< %olti sono gli antecedenti storici della <ld Iuest, 5uali l/0$anesi$o, la ?i#or$a e la Controri#or$a, la #iloso#ia di ,escartes, 2pino3a e Qant, il Pietirs$o, l/9llu$inis$o, il ,eis$o inglese... studi recenti per' hanno $esso in eviden3a che sare++e i$portante il ruolo svolto da alcuni $ovi$enti di pensiero teologico, 5uali il %ovi$ento sociniano, per gettare le +asi a 5uella che sar7 la ricerca sul Ges storico Iuesto $ovi$ento * considerato eretico perchD antitrinitario -nega3ione della &rinit71 anche se in positivo possia$o a##er$are che erano unitariani -sottolineavano l/unicit7 di ,io1 - 0elio 3o//ini, latini33ato in &ocinus, da cui 3o--ino -2iena AHFH@;urigo AH8F1 4 laico e giuriconsulto, per le sue idee * costretto a scappare nella pi tollerante ?epu++lica :eneta -:al Chiavenna1 per poi ri#ugiare in 2vi33era -;urigo1 )ella vicina Ginevra per' nel AHH6 il Consiglio della Citt7 ri#or$ata da Calvino condanna al rogo il $edico spagnolo %ichele Cerveto per le sue idee antitrinitarie: $olti unitariani -tutti successiva$ente de#initi 2ociniani1 scappano nell/est uropa - 1a,so 3o//ini -2iena AH6C@;urigo A8BG1 4 pi #a$oso dello 3io Lelio, * tra gli unitariani che scappano in Polonia" 5ui riesce a coali33are tutti i $ovi$enti antitrinitari che dopo la condanna su+ita anche dalla Chiesa ?i#or$ata andranno a costituire la Chiesa 2ociniana, le cui tesi saranno riassunte nel Catechimo di /ako0 -nel AHOA il re di Polonia sancisce l/uguaglian3a di Chiesa Cattolica, Luterana, ?i#or$ata, 2ociniana1 Fa suo l/antico adagio: In necessitatis unitas1 )elle cose necessarie unit7, in du iis li ertas1 nel du++io li+ert7, in omni us charitas. in tutto carit7 Punti #onda$entali del pensiero sociniano: ?

A. interpreta3ione critico@ra3ionale della 2crittura 4 sulla scia dell/0$anesi$o si riconosce l/autorit7 della 2crittura anche co$e testo ispirato, $a la sua interpreta3ione non pu' $ai giungere a verit7 che contrastino con la ragione u$ana F. nega3ione della &rinit7 co$e dog$a 4 5uale $ovi$ento unitariano -detto anche neo@nestoriano1 si ri#iuta uno sviluppo dog$atico di un dato che non si riconosce presente nella 2crittura -la parola &rinit7 non * nella !i++ia1" si sostiene che il tutto * #rutto dell/elleni33a3ione del cristianesi$o -critica che sar7 ripresa dalla teologia li+erale1 6. nega3ione del peccato originale 4 non vi * una crea3ione per#etta dell/uo$o poi rovinata dal peccato, il racconto della Genesi altro non * che un $odo di raccontare la de+ole33a insita all/uo$o e di inde+oli$ento della ragione G. nega3ione dell/opera redentiva di Ges Cristo 4 non essendovi peccato originale non * necessaria la reden3ione operata da Ges, il 5uale invece * venuto per una nuova rivela3ione a causa dell/inde+oli$ento della ragione u$ana -sorta di gnosi1 H. nega3ione dell/u##icio sacerdotale di Ges Cristo 4 non essendovi peccato originale non * necessario il sacri#icio di espia3ione che secondo la tradi3ione avre++e co$piuto Ges: 5uindi non * sacredote, $a solo re e pro#eta 8. necessit7 di accogliere responsa+il$ente la giusti#ica3ione 4 risvolto etico@$orale: do++ia$o $ostrrare di aver accolto 5uesta illu$ina3ione ricevuta gra3ie alla nuova rivela3ione operata da Ges osservando i co$anda$enti O. $ito escatologico 4 cronologica$ente non possia$o parlare di #ine dei te$pi #utura: Ges ci ha insegnato ad essere i$$ortali -gnosi1 E. tolleran3a 5uale principio i$prescindi+ile 4 la tolleran3a deve essere principio cardine irrinuncia+ile sia nei con#ronti del credo religioso che del credo politico <L, -F9?2&1 I0 2& -AOOE@ACB81 Ja. 2punti critici per la ricerca su Ges -U:999 sec.1K 8ermann 3am,el Reimar,s -A8CG@AO8E1

Protestante $a non praticante, co$e !aruch 2pino3a in a$+ito e+raico -+uttato #uori dalla 2inagoga1, anche lui * vicino al deis$o che nega la possi+ilit7 di un intervento di ,io nella storia -rivela3ione positiva1 ,al AO6B, $entre insegna ad =$+urgo, pri$a a livello personale e poi condividendole con a$ici, scrive delle ri#lessioni su te$i speci#ici del )uovo &esta$ento -p.es. ?isurre3ione1 sen3a per' pu++licarli 4 si gettano cos le +asi per un approccio storico@critico della 2crittura, testo allora considerato assoluta$ente inviola+ili 2olo dieci anni dopo la sua $orte l/a$ico Lessing co$pleter7 la loro pu++lica3ione col titolo I (rammenti dell2anonimo di 3ol%en 4ttel pu licati da #.E. Lessin! -AOOG@AOOE1: si tratta di un/opera volu$inosa di oltre GBBB pagine -pu+licati intera$ente solo nel ACOG1 che crea un vero e proprio scon5uasso e che successiva$ente si chia$er7 5polo!ia o scritto in di%esa de!li adoratori razionali di Dio ?ei$arus * i$portante perchD * il pri$o che distingue tra: a. la predica3ione di Ges +. il Ges predicato Iuesta distin3ione approder7 in 5uella tra il Ges della storia e il Ges della #ede 4 se le sue conclusioni non sono condivisi+ili, la sua ri#lessione * i$portante perchD inaugura un approccio nuovo allo studio della 2crittura - 8X #ra$$ento: &ulla /isurrezione -AOOO1 - OX #ra$$ento: &ullo scopo di #es$ e dei suoi discepoli -AOOE1 4 segna conven3ional$ente l/ini3io della <ld Iuest 9l cristianesi$o si #ondere++e su una #rode -astuta inven3ione(1, in#atti: a. Ges era un e+reo rivolu3ionario alla guida di un $ovi$ento politico non violento convinto che era i$$inente l/avvento del ?egno di ,io e la conseguente #ine dell/occupa3ione ro$ana <

+.

0na volta andate $ale le cose -$orte in croce1 i suoi discepoli di rendono conto di essere eredi di un/aspettativa creata dal $aestro 4 alcuni onesta$ente, altri disonesta$ente, giocano la carta della grande $en3ogna della ?isurre3ione e identi#icano Ges col Figlio di ,io... nasce cos un nuovo $ovi$ento religioso che poi sar7 chia$ato cristianesi$o #ott!old E"!raim 0essin( -AOFC@AOEA1

Filoso#o di spicco dell/illu$inis$o tedesco, * +i+liotecario di Rol#en+Yttel, dove dichiara di aver rinvenuto i #ra$$enti anoni$i... =nche lui prosegue il genere letterario dei #ra$$enti, tipico di 5uesta epoca, dove espone proposi3ioni, tesi, opinioni che necessitano appro#ondi$enti 9$portante il #ra$$ento La reli!ione di Cristo -AOEB ca., un anno pri$a della $orte1 4 pur apparendo innocuo, * rappresentativo della <ld Iuest: - a$$esso che sia esistito, non vi * du++io che Ges sia uo$o - vi * invece il du++io che Ges sia ,io 4 * necessario un appro#ondi$ento: non rientra nella logica u$ana l/unit7 delle due nature -punti A e H del #ra$$ento1 ,etto 5uesto, * necessario #are una distin3ione -F, 6, G1: - religione di Cristo 4 Ges * uo$o predica rela3ionandosi con ,io - religione cristiana 4 Ges * predicato co$e ,io Iuesta evolu3ione non * da #ar risalire solo alla &radi3ione e al dog$a, $a allo stesso )&: se nei vangeli la religione di Cristo * evidente, 5uella cristiana * solo a++o33ata -8, O, E1 )ella 5ntitesi ai (rammenti dell25nonimo di 3ol%en 4ttel si o##re una sintesi della sua er$eneutica +i+lica 4 la verit7 contenuta nella !i++ia non pu' contrastare con la ragione: la religione cristiana * vera nella $isura in cui si trova a con#er$are la religione ra3ionale 1riedri-! Daniel Ernst 3-!leierma-!er -AO8E@AE6G1

Con la sua .ita di #es$ -AE8G, postu$a1, #rutto di appunti di studenti, * uno dei pri$i autori che inaugura il genere letterario delle vite di Ges 4 preso atto che vi * 5uesta discrepan3a tra il Ges della storia e il Ges della #ede, si tenta di ricostruire il Ges della storia =nticipando !ult$ann, 2chleier$acher distingue tra: - Ges della storia 4 5uello dei sinottici - Ges della #ede, che ha $aggior peso del pri$o 4 5uello di Giovanni Considerato co$e l/ini3iatore della $oderna er$eneutica, sostiene che per interpretare le verit7 di #ede cristiana * necessario tenere conto che la religione * 5ualcosa di connaturale all/uo$o 4 anche la religione, che appartiene al ca$po del senti$ento, deve essere veri#ica+ile -si va oltre al ra3ionalis$o, si coinvolgono tutte le di$ensioni dell/uo$o1 Da&id 1riedri-! 3tra,ss -AEBE@AEOG1

=llievo di 2chleier$acher ed Negel -sinistra hegeliana1, * assistente di 2acra 2crittura a &u+inga ,opo la pu++lica3ione della .ita di #es$ o esame critico della sua storia -AE6HM81 gli viene tolto l/insegna$ento: - i vangeli sono #rutto di una riela+ora3ione del dato storico su Ges, co$e eviden3iano i nu$erosi ele$enti soprannaturali e le contraddi3ioni tra sinottici e Giovanni - * i$possi+ile risalire alla vera storia di Ges: tutti i tentativi #atti sono vani - se si possono accettare alcuni ele$enti soprannaturali, 5uesti non possono essere anali33ati ra3ional$ente @

Iuindi 2truss vede 6 vie percorri+ili nell/analisi del soprannaturale: A. rinunciare a spiegare il soprannaturale F. tentativo vano di spiegare ra3ional$ente il soprannaturale 6. spiega3ione del soprannaturale attraverso la categoria del $ito 4 * la via che lui propone -lo stesso +idrash e+raico * un teologu$eno, esposi3ione di idee religiose con rivesti$ento storico@narrativo1 =ppartenente alla sinistra hegeliana, per lui il $ito rappresenta la sintesi delle interpreta3ioni inadeguate del soprannaturalis$o da una parte, e del ra3ionalis$o dall/altro -entra$+i utili33ati per risalire a Ges1: - tesi 4 soprannaturalis$o - antitesi 4 ra3ionalis$o - sintesi 4 uso della categoria interpretativa del $ito Iuindi il $ito * la chiave per co$prendere i vangeli, i 5uali * vero che presentano un personaggio reale -storico1, $a utili33ando 5uesto genere letterario, che per$ette di unire in sD sia ci' che * storico con che ci' che * soprannaturale -pensia$o alle teo#anie negli episodi del +attesi$o e della tras#igura3ione, ai $iracoli...1, sen3a poterlo distinguere 4 la conclusione * che non vi * una storia a #onda$ento dei vangeli, $a non vi si pu' risalire Possia$o dire che Ges che * un uo$o e+reo che rivendica per sD il $essianis$o, $a soprattutto la sua esegesi +i+lica giunge a F conclusioni principali: A. u$anit7 di ,io 4 sen3a l/idea della possi+ilit7 per ,io di essere uo$o, non * possi+ile nessun ragiona$ento su Ges: il $ito * il rivesti$ento storico di 5uesta idea F. distan3a tra sinottici e #io"anni 4 se++ene i sinottici siano pi vicini alla storia di Ges, 5uesta ri$ane se$pre irraggiungi+ile" per 5uesto * $eglio prendere in esa$e #io"anni, che * il pi $itico dei vangeli, ossia il pi evoluto riguardo alla co$prensione di #ede su Ges J2. <tti$is$o della ricerca li+erale sulla vita di Ges -U9U sec.1K 8einri-! A,li,s 8olt/mann -AE6F@ACAB1

9l suo li+ro I "an!eli sinottici -AE861 * $olto i$portante nella storia dell/esegesi +i+lica perchD indaga sul rapporto esistente tra i pri$i tre vangeli, ponendo le +asi a 5uella che sar7 la teoria delle due #onti - +arco e #onte I@6uelle o dei lo!7a1 2i tratta di un contri+uto $olto i$portante all/er$eneutica +i+lica, alla 5uale si applica il $etodo storico@critico Adol6 &on 8arna-@ -AEHA@AC6B1

&ra il AECC e il ACBB tenne a !erlino A8 le3ioni sull/essen3a del Cristianesi$o, giungendo a delle conclusioni: - Ges essen3ial$ente * $aetro di etica - ci' che serve per la nostra vita di cristiani non sono i dog$i, $a la 5uotidiana esperien3a di rela3ione con ,io@Padre, cos co$e ce l/ha $ostrata Ges: ,io e l/ani$a, l/ani$a e il suo ,io( 4 la $edia3ione ecclesiale e sacra$entale non serve -il li$ite del suo li+eralis$o * proprio 5uesto individualis$o esasperato che ignora ogni di$ensione co$unitaria1 =nali33ando i testi: - pri$a le3ione 4 si co$prende gi7 che il genere delle vite di Ges * in crisi, che * i$possi+ile scriverle Ges * essen3ial$ente una persona, non una dottrina -co$prensione che se ne ha di lui1 - ottava le3ione 4 il nucleo e l/essen3a del ker7!ma di Ges * la possi+ilit7 per l/uo$o * di porsi in ascolto di ,io, chia$andolo Padre: tutto il resto * costru3ione della co$unit7 poichD l/evangelo, cos co$e Ges lo ha predicato, non annuncia il #iglio, $a soltanto il Padre(

1;

N.7.: alla teologia li+erale di NarnacP si opporr7 la teologia dialettica di arl 7art! -AEE8@AC8E1 4 non * l/uo$o al centro del discorso etico: in#atti tornando alle #onti e rileggendo 8aolo possia$o co$prendere che l/uo$o * in#iciato dal peccato, sen3a la $isericordia di ,io l/uo$o con la sua ragione non pu' salvarsi. ,ire che la ragione * li$itata non signi#ica dire che non possia$o #are teologia, $a essere consapevoli che non possia$o giungere a tutto 2ia !arth che R,dol6 7,ltmann -AEEG@ACO81 si oppongono soprattutto alla sua visione di ker7!ma svuotato del $istero di $orte@risurre3ione del Cristo" anche Aose"! Rat/in(er -!enedetto U:9, ACFO@1 ri$provera ad NarnacP di ridurre il cristianesi$o ad etica )< I0 2& -ACB8@ACH61 Pri$a del ACB8 a++ia$o tre autori che anticipano la data conven3ionale dell/ini3io della -o 9uest, $attendo in discussione l/approccio li+erale: le #onti neotesta$entarie non dicono #alsit7, $a non per$ettono di ricostruire la storia concreta di Ges poichD veicolano una verit7 $ediata, interpretando #atti e situa3ioni -non per ingannare, $a per tras$ettere un $essaggio1 Iuesti tre autori sono: A. Martin ?!ler -AE6H@ACAF1, Il cosiddetto #es$ storico e l2autentico Cristo i lico -AECF1 4 si tratta della pu++lica3ione di una con#eren3a in cui si sostiene che le "ite di #es$ sono tutte inven3ioni che certa$ente non sono $igliori del Cristo dog$atico della teologia +i3antina: entra$+i sono lontani dal Ges reale neotesta$entario F. Ao!annes 5eiss -AE86@ACAG1, La predicazione di #es$ sul /e!no di Dio -AECF1 6. 5illiam 5rede -AEHC@ACB81, Il se!reto messianico dei "an!eli -ACBA1 4 i vangeli sono rivela3ioni dell/annuncio e non per$ettono di co$prendere storica$ente Ges: 5uesto lo si co$prende chiara$ente nel segreto $essianico che costituisce il #ilo conduttore del :angelo di %arco Al2ert 3-!>eit/er -AEOH@AC8H1

%edico, $issionario laico in =#rica 5uatoriale Francese, Pre$io )o+el per la Pace -ACHF1 Pu++lica nel ACB8 Da /eimarus a 3rede: una storia della ricerca sulla "ita di #es$ , riedito nel ACA6 col titolo &toria della ricerca sulla "ita di #es$ -#eshichte der Le en'Jesu'(orschun!1: - $ostra le contraddi3ioni degli studi precedenti che di$ostrano l/i$possi+ilit7 di ricostruire una vita di Ges, anche se ci' non signi#ica che il cristianesi$o a++ia perduto per 5uesto il suo #onda$ento storico( - eviden3a un carattere proiettivo delle i$$agini di Ges 4 tutte le vite di Ges altro non sono che la proie3ione dell/ideale etico del loro autore - #atto 5uesta ricostru3ione storica non * i$portante per il nostro rapporto personale con Ges che deve essere di carattere $istico e la nostra religione, nella sua speci#icit7 cristiana, * non tanto un culto di Ges, 5uanto piuttosto una $istica di Ges( - la nostra unione con lui nella volont7 di ,io a porre il suo ?egno sopra tutto, ci rende in co$unione con tutti gli uo$ini che perseguono lo stesso #ine 4 si recupera la di$ensione co$unitaria della #ede che era venuta $eno nell/approccio li+erale - inoltre Ges non * solo etica -anche se per lui l/etica * i$portantissi$a, lascia tutto e si #a $issionario...1 R,dol6 7,ltmann -AEEG@ACO81

9l suo approccio ha una radice li+erale, $a soprattutto * dialettico 9l )& * essen3ial$ente annuncio di $orte e risurre3ione - ker7!ma1, $entre la croce rappresenta il giudi3io de#initivo di ,io nel tentativo dell/uo$o che crede di potersi salvare da solo 2ulla ricerca storica: - Ges * vera$ente esistito e non occorre perdere te$po a di$ostrare il contrario 11

nei vangeli appare il Ges predicato dalla co$unit7 4 * possi+ile cercare di li+erare la sua predica3ione dalle strati#ica3ioni successive, $a * di##icile dire che giungia$o vera$ente ad essa - oltre alla di##icolt7 di giungere alla sua predica3ione -ci' che vera$ente ha detto1, si aggiunge la di##icolt7 ancora pi grossa di ricostruire la sua vicenda storica: io sono indu++ia$ente del parere che noi non possia$o sapere pratica$ente nulla della vita e della personalit7 di Ges, poichD le #onti cristiane non si sono interessate al riguardo se non in $odo $olto #ra$$entario e con taglio leggendario, e perchD non esistono altre #onti su Ges. Ci' che * stato scritto da circa un secolo e $e33o sulla vita di Ges, sulla sua personalit7 e sulla sua evolu3ione interiore ecc., * #rutto di #antasia e $ateriale da ro$an3o in 5uanto non sono ricerche critiche...( Con !ult$ann se$+ra che la ricerca storica sia de#initiva$ente #inita, $a si riaccende soprattutto su un te$a che non * $ai stato risolto: il rapporto tra Ges e l/e+rais$o, al 5uale accenna anche lo stesso !ult$ann ) R -2 C<),1 I0 2& -ACH6@ACO61 Co$e gi7 detto, alcuni esponenti sono: ?semann, 1,-!s, E2elin(... - #.nt!er 7orn@amm -ACBH@ACCB1 4 sar7 il pri$o dopo HB anni a riscrivere una vita su Ges: #es$ di -azaret -ACH81 - Aoa-!im Aeremias -ACBB@ACOC1 4 i$portantissi$o il suo contri+uto nel tentativo di ricostruire i cosiddetti ipsissima "er a Iesu, $a anche i suoi studi sulle para+ole -5uali vera$ente uscite dalla +occa di Ges?1 Fin 5ui... Iuando si giunge agli anni /OB, riguardo alla ricostru3ione della storia di Ges, sia utili33ando il )& che le #onti eVtra+i+liche, possia$o individuare due posi3ioni principali che attraversano tutte le #asi della ricerca: a. radicali -0essin(, 3tra,ss, ?!ler, 5eiss, 5rede, 3-!>eit/er, 7,ltmann...1 4 )& e #onti eVtra+i+liche non per$ettono, secondo i criteri della $oderna storiogra#ia, di ricostruire la storia di Ges, poichD si tratta di racconti con #inalit7 teologica" 5uesto, per la $aggior parte degli autori, non signi#ica necessaria$ente che si tratti di #alsit7 o leggende +. $oderati - ?semann, 1,-!s...1 4 pur ri$anendo #edeli all/i$posta3ione di !ult$ann -tenere conto di rivela3ione e storia1, riprendono l/idea che nel )& vi * un #onda$ento -dato1 storico 9n particolare si pro#ila l/idea che sia storico tutto ci' che $ostra una discontinuit7 sia con le idee giudai33anti dell/epoca di Ges, sia con la nor$ale interpreta3ione della pri$a co$unit7 apostolica -in 5uesto senso alcuni sostengono che Figlio di ,io, essendo un titolo $olto utili33ato nel )&, ossia * una attesta3ione $ultipla, non possa essere considerato un dato storico1 &N9?, I0 2& -,=L ACO61 )ella ter3a ricerca -)hird 9uest1, nel tentativo di ricostruire la cornice storica nella 5uale collocare l/e+reo Ges di )a3aret, a++ia$o 6 tipi di autori -la ter$inologia radicali e $oderati non corrisponde a 5uella precedente...1: A. radicali -'rossan, 7or(...1 4 utili33ando #onti eVtra+i+liche, giungano a ridisegnare il volto del Ges storico co$pleta$ente di##erente a 5uello che e$erge dall/esegesi +i+lica F. $oderati -T!eissen, Meier, '!arles>ort!, 7ar2a(lio...1 4 pur utili33ando il )& 5uale #onte autorevole, si servono anche di scien3e ausiliarie per giungere ad una nuova interpreta3ione storica della #igura di Ges 6. conservatori critici -D,nn, Romano +enna...1 4 sostengono l/i$portan3a della storia 5uale scien3a ausiliaria, $a soprattutto ritengono che la #ede sia produttrice di storia )odi cruciali di 5uesta ter3a ricerca: A. e+raicit7 di Ges, dato $ai studiato a #ondo F. rapporto tra storia e #ede nell/interpreta3ione che )& da di Ges 11

6. 5uali risposte poter avere dalla ricerca del Ges storico -perchD la $orte? perchD la risurre3ione?1 Preparare un autore a piacere da: Pierpaolo ! Carocci, ?o$a FBAB
?&=L<&&<,

Il #es$ storico. #uida alla ricerca contemporanea ,

III. 0E 1ONTI +ER 0A 'ONO3'ENBA 3TORI'A DI #E39 DI NABARET Le #onti antiche possia$o distinguerle secondo 5uesto sche$a: A. #onti antiche non cristiane -5ui vedre$o 5ueste1 a. autori pagani +. autori e+rei F. #onti antiche cristiane a. letteratura eVtracanonica 9. apocri#i del )& 99. Padri apostolici 999. a!raph; -detti di Ges non nei vangeli1 +. letteratura canonica 9. lettere di Paolo e tradi3ione paolina -autentiche, deutero@paoline, trito@paoline1 6 99. tradi3ione evangelica -sinottici e =tti1 4 Ges predicatore escatologico del ?egno 999. tradi3ione giovannea -vangelo, lettere, =pocalisse1 4 $ediatore di rivela3ione esoterica 9:. altre lettere ).a. F<)&9 =)&9CN )<) C?92&9=) : =0&<?9 P=G=)9 Iueste #onti, pi che su Ges, parlano dei cristiani T!allos -HH d.C. ca.1

2i tratta di un sa$aritano -ossia uno considerato eretico dai giudei1, la cui opera viene citata da 2eVtus Zulius =#ricanus -A8B@FGB ca.1, Chrono!raphia, a sua volta giunto a noi tra$ite Geogius 2[ncellus, Eclo!a chrono!raphica -EBB ca.1 - dalla cita3ione si capisce cha &hallos pensava che l/eclissi avvenuta al $o$ento della $orte di Ges non #osse a##atto un #atto straordinario, $a assoluta$ente naturale - 2eVtus Zulius =#ricanus ri+atte che non pu' essere stato un #eno$eno naturale pechD non c/era luna piena e 5uindi 5uesto era i$possi+ile +linio il #io&ane -8A@AA6 d.C. ca.1

2enatore e giurista, pagano, verso il AAA d.C. era stato $andato co$e governatore in Ponto e =+itinia -attuale &urchia del nord1 e trova la presen3a di co$unit7 cristiane 2crive C li+ri di lettere -genere letterario degli epistolari1, in particolare nel Li ro <1 lett1 => scrive all/i$peratore &raiano per chiedere co$e co$portarsi nei processi contro i cristiani, che creano disordini, non adorano gli dei...
6

paoline autentic+e (?): Rm, 1 Cor, 2 Cor, Gal, Fil, 1 Ts, Fm ; deutero-paoline (3): 2 Ts, Ef, Col; trito-paoline (3): 1 Tm, 2 Tm, Tt

13

- chiede se vadano puniti solo per il #atto di essere cristiani - sono soliti riunirsi pri$a dell/al+a a intonare a cori alterni un inno a Cristo co$e se #osse un dio( ,a 5uesta testi$onian3a possia$o ricavare G ele$enti i$portanti: G A. vi era stata un/enor$e crescita di cristiani nel Ponto@=+itinia F. riguardo alle pratiche cultuali si descrivono F tipi di incontro: a. giorno sta+ilito Jdo$enicaK pri$a dell/al+a -).!. alcune donne sono dette $inistre1 +. lo stesso giorno pi tardi per un/a!ape o pasto co$unitario 6. ri#iuro da parte dei cristiani di adorare le i$$agini di divinit7 pagane e di rendere onori divini all/i$peratore 4 erano atti considerati idolatri e 5uindi costituivano un tradi$ento a Cristo G. non si citano codici o leggi che aiutino ad a##rontare il caso 4 nonostante la presen3a or$ai considerevole dei cristiani, ancora l/i$pero non aveva adottato leggi speci#iche 3&etonio -OB@AGB d.C. ca.1

)ella sua .ita dei Cesari -AFB ca.1, li+ro :, parlando dell/i$peratore Claudio -HA@HG d.C.1, cita un/episodio che se$+ra avere un riscontro negli 5tti: - spulse da ?o$a i Giudei che per istiga3ione di Chrestus erano continua causa di disordine( - At )8,)-2: Paolo trova a Corinto =5uila e Priscilla, provenienti dall/9talia per il #atto che Claudio aveva ordinato che tutti i Giudei partissero da ?o$a( =++ia$o due ipotesi sull/identit7 di Chrestus: a. si tratta del no$e storpiato di Cristo, 5uindi ci si ri#erisce al suo insegna$ento +. si tratta di un personaggio vivente a ?o$a all/epoca dei disordini, #orse un e+reo 3elota che non ha niente a che vedere coi cristiani ,a tenere conto che ancora non si distingueva tra e+rei e giudeo@cristiani, 5uindi: - se Chrestus * il nostro Cristo 4 ne #anno le spese anche gli e+rei - se Chrestus * un e+reo di ?o$a 4 ne #anno le spese anche i cristiani... 2e$pre nella stessa opera -A8,F1, parlando di )erone -8G d.C.1: sottopose a suppli3i i cristiani, una ra33a di uo$ini di una supersti3ione nuova e $ale#ica( Ta-ito -H8@AFB d.C. ca.1

)ei suoi 5nnali -AH,GG1 descrive l/incendio di ?o$a a##er$a che )erone dette la colpa ai cristiani, spiegando poi 5ual/era l/origine di 5uesto no$e: - origine di 5uesto no$e JcristianiK era Cristo, il 5uale sotto l/i$pero di &i+erio era stato condannato al suppli3io dal procuratore Pon3io Pilato( 4 si tratta di un/attesta3ione i$portantissi$a proveniente da autore pagano ).2. F<)&9 =)&9CN )<) C?92&9=) : =0&<?9 !? 9 #i,se""e 1la&io -6OM6E@post ABB d.C.1

Giuseppe * un #ariseo, #iglio di un sacredote, soldato che a F8 anni viene catturato in Galilea 5uando vengono represse le rivolte giudaiche contro l/9$pero -8O d.C.1: portato davanti a :espasiano, capo della spedi3ione ro$ana, gli predice che sar7 i$peratore... 5uando 5uesto accade :espasiano li+ero lo schiavo Giuseppe e lo adotta nella dinastia dei Flavi -da cui il no$e Giuseppe Flavio1 La sua opera storica * natural$ente in#luen3ata dall/essere a servi3io della corte i$periale -diversa$ente da 2vetonio e &acito1 )ella 5ntichit; !iudaiche, scritte sotto ,o$i3iano -#iglio di :espasiano1, a++ia$o delle testi$onian3e particolari perchD:
2

)"r. A.A. .&B)4* Testimonianze extrabiblic e su Ges. !a Giuse""e Fla#io al Corano* )laudiana* 3orino 1;;3

12

a. +. c.

sono scritte da un e+reo -ri$arr7 e+reo anche dopo la cattura da parte dei ro$ani1 * un e+reo che non aderisce al cristianesi$o non conosce i personaggi citati, che sono: A. Giovanni !attista F. Giaco$o, il #ratello di Ges detto il Cristo 6. Ges, il Cristo 4 si tratta del cosiddetto )estimonium (la"ianum che, se++ene interpolato -$anipolato con aggiunte1, contiene un nucleo essen3iale dello stesso autore

Giovanni !attista -li+ro AE1: - contesto 4 si parla del re rode, di cui si a##er$a che il re =reta -ara+o1, padre della sua pri$a $oglie ripudiata, lo scon#igge rode * colui che pri$a ha i$prigionato e poi ha giusti3iato Giovanni !attista perchD poteva rappresentare un pericolo in 5uanto la sua predica3ione stava riscuotendo troppo successo - il +attesi$o di Giovanni non era #inali33ato al perdono dei peccati -ani$a1, $a per la puri#ica3ione del corpo Jtipico rituale essenoK 4 invece nel )& si speci#ica che non * un se$plice rituale, $a serve per la puri#ica3ione dei peccati Giaco$o, il #ratello di Ges detto il Cristo -li+ro FB1: - contesto dra$$atico 4 nel 8F d.C. $uore a Gerusale$$e il procuratore Festo e vi * un interregno di 6 $esi #ino all/ele3ione del procuratore =l+ino" durante 5uesto interregno viene eletto so$$o sacrdote =nano o =nna il Giovane, che si $ostra spietato contro i giudeo@cristiani - si racconta che =nano condanna Giaco$o il #ratello di Ges, detto il Cristo( alla lapida3ione con l/accusa di aver trasgredito la Legge -per 5uesta esecu3ione di Giaco$o, che godeva di sti$a, venne ri$osso1 - da notare che Giaco$o non * identi#icato co$e il capo dei giudeo@cristiani, $a co$e il #ratello di Ges -pur sen3a espri$ere un giudi3io nD su Ges, nD sui cristiani1 Ges, il Cristo -li+ro AE1: 2i tratta del cosiddetto )estimonium (la"ianum 4 dall/analisi critica del testo, 5uasi tutti gli studiosi concordano che il testo * stato interpolato, pro+a+il$ente in a$+iente cristiano: nonostante 5uesto conterre++e un nucleo essen3iale dello stesso autore Possi+ili aggiunte: - a$$esso che lo si possa chia$are uo$o( 4 * 5ui ado$+rata una con#essione di #ede sulla natura divina di Ges - egli era il Cristo( 4 vera e propria con#essione di #ede - dietro accusa dei $aggiori responsa+ili del nostro popolo( 4 vi sono due ipotesi, $a di##icili da diri$ere: #orse si tratta di una rilettura cristiana oppure * un tentativo di Giuseppe Flavio di discolpare i ro$ani -* storico di corte1, $a deve essere tenuto conto che lui $ai rinneg' il suo essere e+reo... - in#atti apparve loro al ter3o giorno nuova$ente vivo, avendo gi7 annun3iato i divini pro#eti 5ueste e $igliaia d/altre $eraviglie riguardo a lui( 4 vera e propria con#essione di #ede nella risurre3ione 9l )estimonium (la"ianum * citato da E,se2io di 'esarea - 6GB1, $a pri$a di lui da Ori(ene - F8B ca.1, il 5uale a##er$a che Giuseppe Flavio non era cristiano e non credeva che Ges #osse il Cristo 4 * evidente che il testo non era ancora stato $anipolato &ra le varie ipotesi di ricostru3ione vi sono: - Aose"! la,sner -ACFC1 4 eli$ina le possi+ili aggiunte di cui sopra, $antenendo solo 5uella pi discussa: dietro accusa dei $aggiori responsa+ili del nostro popolo( - 1.1. 7r,-e -FBB61 4 pensa ad un/altera3ione del testo con delle censure, tali da rendere il )estimonium (la"ianum pi rispondente all/apologetica di Giuseppe Flavio nei con#ronti dei ro$ani

1=

9nteressante la versione in ara+o che ci o##re A(a"io, vescovo di Gerapoli -sec. U1 4 le pro+a+ili aggiunte $ancano tutte, ad ecce3ione di 5uella sulla risurre3ione, che per' * riportata co$e 5ualcosa in cui i suoi discepoli credono, non co$e #atto oggettivo IV. I TITO0I 'RI3TO0O#I'I :NE0 NUOVO TE3TAMENTO<H Zon 2o+rino, nella sua ri#lessione sui titoli cristologici, parte dal $istero della croce e risurre3ione 4 alcuni, #acendo il salto della #ede, hanno creduto che Ges * stato risuscitato da ,io, con#er$ando cos 5uello che lui aveva detto e #atto ,a 5uesto $o$ento non si pu' pi parlare di ,io sen3a parlare di Ges 4 la nostra cristologia teocentrica non pu' escludere Ges 9 due pilastri della successiva ri#lessione cristologica saranno: A. &rinit7 F. 9ncarna3ione Poi si a##rontano altri te$i, p.es. ci si chiede se Cristo sia $orto in croce per placare l/ira del Padre, 5uale sia stata la rea3ione dei discepoli a 5uesta $orte in#a$ante... Iuindi venendo all/incipit della ri#lessione cristologica che * la ?isurre3ione, possia$o eviden3iare alcuni aspetti e$ergenti: A. #ede 4 di #ronte alla ?isurre3ione la #ede del discepolo non * rinnovata, $a * nuova 2e pri$a erano stati #atti tentativi di risposte u$ane, solo dopo la Pas5ua * possi+ile co$prendere 5uello che Ges * stato Gli stessi vangeli sono stati scritti alla luce di 5uesto evento e i titoli cristologici sono un pri$o #rutto di 5uesta ri#lessione della co$unit7 alla luce della Pas5ua F. rapporto tra Ges e ,io 4 la teologia neotesta$entaria continua$ente insiste su 5uesto rapporto )el nuovo testa$ento non si trover7 $ai scritto Ges * consustan3iale al Padre(: 5uesto non signi#ica che non sia vero, $a che * #rutto di un/ela+ora3ione teologica successiva Iuesto rapportoMappartenen3a nel )& * espresso in ter$ini di #igliolan3a: Ges * Figlio di ,io, Figlio dell/uo$o, ossia: a. ,io non agisce pi sen3a Ges +. l/uo$o non pu' pi pensare ,io sen3a Ges L con la ?isurre3ione che ,io suggella il #atto che Ges proviene da lui, che 5uello che lui dice viene da lui: da 5ui la ri#lessione successiva sull/9ncarna3ione e lo sviluppo giovanneo della preesisten3a 6. rapporto tra Ges e ,io in ordine alla salve33a 4 la soteriologia * costitutiva della cristologia 9n#atti la cristologia non * solo soddis#are una curiosit7 noetica -sapere chi * Ges1, $a capire in che $odo con Ges si rivela e si reali33a la volont7 salvi#ica di ,io per l/u$anit7 G. u$anit7 e divinit7 di Ges 4 nel )& la divinit7 di Ges non * esplicitata, anche se con l/utili33o dei titoli i$plicita$ente si vuole dire anche 5uesto 2olo successiva$ente l/ela+ora3ione teologica con l/ausilio delle categorie proprie della #iloso#ia greca giungono ad esplicitare la te$atica 4 progressiva$ente per parlare di Ges ci si allontana se$pre pi dal linguaggio +i+lico e liturgico =nche la storia delle de#ini3ioni dog$atiche dei concili $ette in risalto il no"um con il 5uale devono #are i conti i pri$i cristiani 4 5uesto no"um * essen3ial$ente che d/ora in avanti, per parlare di ,io, non si pu' #are a $eno di ri#erirsi a Ges Per 2o+rino 5uesto non riveste un carattere solo intellettuale -gnostico1, $a * un no"um che vera$ente ha introdotto Ges 4 ,io ha a++racciato la nostra carne, ha accolto #ino in #ondo l/u$ano u$iliato, o##eso, e$arginato Iuesto lo possia$o vedere in due testi:
=

)"r. C. 6D.&5ND* $a fe%e in Ges Cristo. &a''io a "artire %alle #ittime* )ittadella* !ssisi 1;;1* pp. 1@=-111

1>

Fil 2,C-8: gli, pur essendo nella condi3ione di ,io, non ritenne un privilegio essere co$e ,io, $a svuot' se stesso assu$endo una condi3ione di servo, diventando si$ile agli uo$ini. ,all/aspetto riconosciuto co$e uo$o, u$ili' se stesso #acendosi o++ediente #ino alla $orte e a una $orte di croce( 4 5uesto inno cristologico di Paolo eviden3ia la $orte in#a$ante in croce Eb D,7 e se((.: )ei giorni della sua vita terrena egli o##r preghiere e suppliche, con #orti grida e lacri$e, a ,io che poteva salvarlo da $orte...( 4 si $ette in eviden3a tutta l/u$anit7 di Ges

,i #atto, #in dagli ini3i, si #ronteggeranno due visioni opposte che reltiva$ente a Ges sottolineano: A. prossi$it7 a ,io -nel senso che * ,io1 F. prossi$it7 all/uo$o -nel senso che * uo$o1 =d oggi il $etodo di #are cristologia partendo dai titoli cristologici * $esso in discussione, co$un5ue 2o+rino a##er$a che i tanti titoli -Cul$ann ne ha individuati pi di 6B1 per essere studiati devono essere classi#icati: a. titoli di origine se$itica veterotesta$entaria, poi applicati a Ges +. titoli di origine eVtra@se$itica 9noltre: A. titoli che eviden3iano il rapporto di Ges col ?egno -di ,io o dei cieli1 4 ai 5uali si pu' dare una sottolineatura pi spirituale o pi terrena, concreta -p.es. %essia, Figlio dell/uo$o, Pro#eta...1 F. titoli che eviden3iano il rapporto di Ges con ,io 4 i 5uali possono avallare l/en#ati33a3ione della natura divina di Ges -p.es. Figlio di ,io, L!os...1 2i possono #are ulteriori classi#ica3ioni: - titoli di successiva ela+ora3ione -p.es. Pro#eta, 2ervo...1 - titoli che eviden3iano il corso della storia -p.es. 2alvatore...1 0n approccio della cristologia attraverso lo studio dei titoli pu' essere: - #econdo 4 il loro uso ci dice che sia$o di #ronte a una #igura ecce3ionale, che ci deve interrogare 2econdo %artin Nengel -Il (i!lio di Dio1, l/uso cu$ulativo di titoli nei vangeli * uno stru$ento per avvertirci dell/ecce3ionalit7 della persona di cui si parla -pi titoli . pi ecce3ionale1 - negativo 4 +en presto dei circa 6B titoli cristologici neotesta$entari, ci si * di$enticati di tutti 5uelli di spessore +i+lico e narrativo, per en#ati33are solo 5uelli di dignit7: 2ignore, Figlio di ,io, L!os... Iuesto ha ingenerato un altera$ento di signi#icato: p.es. il titolo 2ignore, se staccato dal contesto narrativo del vangelo, non viene co$preso corretta$ente nella categoria del servi3io VI. 0E DE1INIBIONI DO#MATI'8E 3U 'RI3TO8 2olo alcuni dati essen3iali: - Concilio di )icea -6FH1 4 si #ronteggiano due posi3ioni: a. Ario 4 il Figlio * stato creato: c/era un te$po in cui non c/era( +. Alessandro di Alessandria 4 il Figlio * generato Concilio 4 il Lgoj L!os * moosioj omo?sios -. consustan3iale1 al Padre - Concilio di Costantinopoli -6EA1 4 si ri+adisce l/unione ipostatica nell/incarna3ione" non si utili33a ancora il ter$ine &rinit7 - Concilio di #eso -G6A1 4 co$plesso, si #ronteggiano le due istan3e cristologiche dell/antichit7, antiochena e alessandrina: a. Nestorio -Giovanni di =ntiochia1 4 vuole sottolineare la natura u$ana e 5uindi accentua la distan3a tra le F nature: il Lgoj L!os si unisce all/ani$a dell/uo$o Ges +. 'irillo di Alessandria 4 vuole accentuare l/unit7 delle due nature, $a la natura u$ana -#ragilit71 ne risulta inde+olita: il Lgoj L!os diventa l/ani$a della carne di Ges Concilio 4 autori33a l/uso del titolo Qeotkoj )heotkos
>

)"r. $. -466E4&* Cristolo'ia* :ueriniana* .rescia* 1;1;2* pp. 111-121

1?

Concilio di Calcedonia -GHA1 4 #eso di #atto non aveva risolta la 5uestione" * 5ui che si giunge a una #or$ula di co$pro$esso, e5uili+rando il discorso delle due nature: Ges * consustan3iale al Padre secondo la divinit7 Ges * consustan3iale a noi secondo l/u$anit7 -ani$a e corpo1 Le F nature stanno insie$e sen3a con#usione, $uta$ento, divisione, separa3ione

V. 0A 'RI3TO0O#IA DE0 NUOVO TE3TAMENTOO La cristologia neotesta$entaria si sviluppa a partire dell/evento di $orte@risurre3ione del Cristo, dove ,io l/ha glori#icato 4 il Ges predicatore diventa il Ges predicato Iuesto no"um si espri$e attraverso due linee te$porali: - linea escatologica -+arco, Paolo1 4 Ges * il veniente, colui che ritorner7 alla #ine dei te$pi -che sar7 i$$enente1: allora si $ani#ester7 a tutti la sua Gloria Per Paolo, nella predica3ione di Ges ci' che salva non * tanto il ?egno, $a ,io stesso che giusti#ica - linea dell/attualit7 -Luca1 4 non si nega la tensione escatologica, $a si sottolinea l/attualit7 del ?egno )ella cristologia del )ovecento possia$o individuare due #or$e o $atrici sostan3iali storico@salvi#iche: a. cristologia dell/innal3a$ento@ele3ione -#onte I o dei lo!7a, sinottici, Paolo1 4 il pri$ato * di ,io che innal3a ed elegge: 5uesta visione, se esasperata porta all/ado3ionis$o o al docetis$o Iui general$ente * #orte la tensione escatologica +. cristologia storico@salvi#ica cos$ica, o della preesisten3a -#io"anni, Paolo in parte1 4 viene accentuata la prossi$it7 di Ges co$e #iglio di ,io e la sua rela3ione al cos$o -crea3ione di tutte le cose1" vi * una preesisten3a di Ges sulla 5uale ci si interroga - L!os1 Iuestione del $essianis$o )el )& vedia$o che in +arco Ges $ai si de#inisce %essia, an3i chiede il segreto su 5uesta identit7 4 si tratta di un titolo che rivela una $atrice giudaica Progressiva$ente si sposta l/atten3ione verso altri titoli: Figlio dell/uo$o, Figlio di ,io 9l $essianis$o * 5uindi stato interpretato in due $odi: A. sottolineando la discontinuit7 col giudais$o --e0 9uest1 4 il titolo di %essia * utili33ato in $odo tutt/altro di##erente che nell/=& L/0nto, il %essia * colui che viene introni33ato sulla croce 4 * la ?isurre3ione che per$ette di leggere la croce non co$e stru$ento di $orte, $a co$e stru$ento di vittoria Iuindi si tratta di un titolo contenuto nelle pro$esse di 9sraele, $a che * segnato dalla discontinuit7 della croce 4 9sraele non pu' aspettarsi un %essia diverso dal Ges croci#isso F. sottolineando la continuit7 col giudais$o -)hird 9uest1 4 il $essianis$o di Ges viene contestuali33ato nei $essianis$i di 9sraele 9 ricercatori della )hird 9uest eviden3iano co$e vi sia una circolarit7 tra i tre titoli: %essia, Figlio dell/uo$o, Figlio di ,io 4 ci dicono che vi * una prossi$it7 di Ges a ,io, $a non necessaria$ente che Ges * ,io Van(elo di Mar-o -OB ca.1

2i o##re un pro#ilo ese$plare del ritratto di Ges e soprattutto del suo k@ri!ma 4 vi sono tutti i titoli #onda$entali, $a non 5uello di Krioj Krios -2ignore1 =naloga$ente agli altri vangeli, anche 5ui tutto converge verso il $istero di $orte@risurre3ione La cristologia di +arco * dell/innal3a$ento@ele3ione 4 evento ini3iale * il !attesi$o Possia$o dividere il vangelo in 6 parti:
?

)"r. $. -466E4&* Cristolo'ia* :ueriniana* .rescia* 1;1;2* pp. ?1-1;@

1<

A. proe$io -A,A@A61 4 si annuncia l/identit7 di Ges, 5uale Figlio di ,io prediletto, $osso dallo 2pirito per una $issione a destina3ione universale F. $inistero di Ges in Galilea e #uori -A,AG@AB,HF1 4 si conduce il lettore a scoprire l/identit7 di Ges attraverso le sue parole e i suoi gesti -guarigioni, $iracoli, perdono dei peccati che rivelano il suo agire in no$e di ,io1, anche se il segreto sulla sua identit7 verr7 rivelato solo nella ter3a parte 2i annuncia la necessaria conversione per la vicinan3a del ?egno -sovranit7 di ,io1 4 si tratta di una regalit7 che gi7 ha ini3iato ad instaurarsi ed * universale 6. $inistero di Ges a Gerusale$$e ed epilogo -AA,A@A8,E1 Jsecondo #inale: A8,C@FBK 4 la croce * il +anco di prova per il credente che deve rispondere alla do$anda Ges 9 pi prossi$i a lui non capiscono, il centurione invece riprende il titolo attri+uito a Ges nell/evento del !attesi$o: Figlio di ,io Van(elo di 0,-a -post EH1

2ia$o in un contesto di progressiva divisione tra giudei e giudeo@cristiani, pro+a+ile$te scritto in area ellenistica, 5uindi non stretta$ente se$itica, dove aderivano alle pri$e co$unit7 sia giudeo@cristiani che pagano@cristiani Punto centrale della ri#lessione critologica di Luca * il te$po 4 la tensione escatologica * ste$perata, * vero che do++ia$o aspettare gli eventi ulti$i, $a 5uesti non sono poi cos i$$inenti 9l te$po in Luca * diviso in 6 epoche: A. te$po dell/=&, dove * centrale la Legge e il ruolo dei pro#eti F. te$po di Ges, la cui $orte@risurre3ione con#er$a l/autenticit7 della sua predica3ione 4 5uesto te$po si prolunga nel te$po della Chiesa che nello 2pirito continua a rendere presente Ges Per Luca * 5uesto il te$po #onda$entale 4 in Cristo rileggia$o la storia passata, il presente e il #uturo -in 5uesto a++ia$o i ger$i della teologia della preesisten3a, che verr7 portata a co$pi$ento da #io"anni e da Paolo1 6. parousa parusAa 4 * il te$po ulti$o, #inale

1@