Sei sulla pagina 1di 37

Guida alla Carriera

universitaria
regole, disposizioni e indicazioni
sulla permanenza e conclusione
degli studi
Anno Accademico 2009/2010

Redazione e coordinamento:
Area Servizi agli Studenti – Segreterie Studenti
Versione n. 1 – aggiornamento del 05 ottobre 2009

1
Tutti gli studenti sono tenuti a conoscere le disposizioni che regolano la carriera universitaria.

Eventuali modifiche che interverranno successivamente alla pubblicazione di questa guida saranno rese
note:

- nella sezione avvisi didattici su www.polimi.it/didattica/avvisi-didattici


- nel sito della propria Facoltà www.polimi.it/didattica/facolta
- nella pagina avvisi delle Segreterie Studenti www.polimi.it/studenti/avvisiamministrativi
- nella casella Webmail e nella bacheca elettronica dei servizi Webpoliself personalizzati
(in particolare quest’ ultimo strumento sarà sempre più usato quale canale istituzionale di
comunicazione)

Le informazioni contenute nelle Guide e tramite gli strumenti online suindicati


hanno valore di notifica ufficiale agli interessati

2
Indice
Pag.
Cap. 1 Qualifica di studente 5

Sospensione 5
Interruzione 5
Rinuncia 6
Decadenza 6

Cap. 2 Immatricolazioni, Iscrizioni ad anni successivi, trasferimenti, 9


passaggi, riconoscimenti
Corsi di Laurea 9
Immatricolazione al primo anno 9
Iscrizione ad anni successivi al primo 9
Trasferimenti verso altri Atenei 9
Provenienti da altri Atenei/Passaggi di corso 10
Re - immatricolazioni per decaduti o rinunciatari/ Iscrizione seconda Laurea
Riconoscimento della Laurea ai Diplomati universitari 12
Passaggi di Ordinamento 12
Disposizioni specifiche relative agli O.F.A. di Inglese e/o accertamento della conoscenza 13
della lingua straniera in caso di passaggi di Ordinamento

Corsi di Laurea Specialistica/Magistrale 14


Immatricolazione al primo anno 14
Iscrizione ad anni successivi al primo 14
Provenienti da altri Atenei e passaggi di corso 14
Trasferimenti verso altri Atenei 14

Corsi Singoli 15

Delibere di ammissione o di passaggio 16

Cap. 3 Piano degli Studi 18

Indicazioni generali 18
Periodo di presentazione 18
Modalità di presentazione 18
Esiti della presentazione Piano e precedenze di composizione 20

Corsi di Laurea
Vincoli OFA 21
Insegnamenti in soprannumero 21

Corso di Laurea Magistrale 21

Cap. 4 Attività didattica, esami e valutazioni 22

Organizzazione dell’anno accademico 22


Esami di profitto 22
Recupero O.F.A. 24
Lingua straniera 26
Tirocinio 26

Mobilità studentesca e riconoscimento di studi compiuti all’estero 27

3
Cap. 5 Esame di Laurea 28

Ammissione all’esame di Laurea 28


Scadenze 28
Iscrizione 28
Elaborati di Laurea 30
Svolgimento della prova finale e valutazione 30

Cap. 6 Certificazioni 32

Certificazioni e documentazione 32

Diploma Supplement 33
Pergamena di Laurea 34

Autocertificazione 34
Equipollenze 34
Abilitazione professionale 35
Tesserino universitario 35
Servizi informatizzati 35

Contatti 36

4
Cap. 1 – Qualifica di studente
La qualifica di studente si ottiene con l’iscrizione, al primo anno o ad anni successivi, ai corsi di Laurea e
Laurea Specialistica/Magistrale tramite il pagamento delle tasse universitarie entro i termini indicati
annualmente sul calendario Accademico (www.polimi.it/didattica)
Sono equiparati agli studenti:
- coloro che si iscrivono ai singoli insegnamenti
- gli studenti ospiti, nell’ambito di programmi dell’Unione Europea o di accordi bilaterali tra Università.

Acquisire lo status di studente significa avere diritto alla frequenza, avere la possibilità di sostenere esami,
poter ottenere: passaggi, trasferimenti, godere di eventuali agevolazioni economiche.

Sospensione degli studi

È possibile sospendere temporaneamente la propria carriera universitaria tramite istanza di sospensione


dagli studi.
La richiesta può essere presentata solo una volta nel corso della carriera universitaria.
Il periodo di sospensione, che non sarà computato ai fini del calcolo della decadenza, non potrà avere una
durata superiore alla durata normale del Corso di studi (tre anni per la Laurea, due per la Laurea
Specialistica/Magistrale), né inferiore ad un anno accademico.
Nel periodo di sospensione viene meno il diritto alla frequenza, alla possibilità di partecipare a prove di
valutazione, di ottenere passaggi, trasferimenti o altri provvedimenti, nonché ad eventuali agevolazioni
economiche.

Modalità di richiesta
La sospensione degli studi si richiede, a partire dal mese di ottobre, presentando presso la Segreteria
Studenti domanda in carta libera, indicando il motivo e la durata della richiesta.
(Modulo disponibile sul sito www.polimi.it/modulistica).
La sospensione non può essere richiesta per l’anno accademico in corso, nel caso lo studente abbia già
compiuto atti amministrativi (pagamento 1° rata, presentazione Piano degli Studi, partecipazione a prove di
valutazione, ecc.)

Gli studenti con cittadinanza extra U.E. durante il periodo di sospensione non potranno ottenere certificati
utili al rilascio del permesso di soggiorno.

Ripresa degli studi


La ripresa degli studi deve essere effettuata presentandosi presso la Segreteria studenti entro i termini di
pagamento della prima rata di iscrizione all’anno accademico, pena addebito dell’importo di mora.
Lo studente sarà tenuto a:
ƒ versare il diritto fisso di ricognizione pari a € 250,00 per ogni anno di interruzione
ƒ effettuare gli eventuali versamenti mancanti relativi all’ultima iscrizione precedente la sospensione degli
studi, comprensivi dell’importo di mora
ƒ versare per intero le tasse e i contributi dell’ultimo degli anni accademici di sospensione, nel caso siano
ancora usufruibili sessioni d’esame
ƒ versare per intero le tasse e i contributi dell’anno accademico in corso o in fase di apertura al momento
della ripresa.

Gli studenti che non riprenderanno gli studi entro il periodo di sospensione massimo previsto saranno
dichiarati decaduti dagli studi.

Interruzione degli studi


Lo studente che non rinnova l’iscrizione per l’anno accademico successivo nei termini previsti, non
effettuando il pagamento delle tasse universitarie, interrompe gli studi intrapresi.
Non sarà pertanto possibile frequentare le lezioni, sostenere esami, ottenere passaggi, trasferimenti o altri
provvedimenti, godere di eventuali agevolazioni economiche.

5
Il periodo di interruzione, contrariamente a quello di sospensione, viene calcolato ai fini dei termini di
decadenza degli studi (si veda pag. 7)
Ripresa degli studi
Per riprendere gli studi lo studente è tenuto ad iscriversi e a corrispondere le tasse arretrate dovute, purché
siano rispettate le condizioni indicate nella sezione “decadenza dagli studi”.

Rinuncia agli studi


Lo studente che intende abbandonare definitivamente il Corso di studi, può presentare domanda di rinuncia
agli studi in qualsiasi momento dell’anno accademico.
La rinuncia è irrevocabile e comporta l’annullamento della carriera percorsa.

Lo studente rinunciatario non è tenuto al pagamento delle tasse e contributi universitari di cui sia
eventualmente in debito; non ha diritto al rimborso di tasse e contributi versati, nemmeno nel caso in cui
abbandoni gli studi prima del termine dell’anno accademico.

Modalità di richiesta
La domanda di rinuncia agli studi, disponibile su www.polimi.it/modulistica , deve essere corredata di marca
da bollo da € 14,62 e va presentata presso la Segreteria Studenti, allegando:
ƒ il libretto universitario (nel caso di studente del Vecchio Ordinamento)
ƒ il tesserino universitario.
Se lo studente è sprovvisto dei suddetti documenti, potrà consegnare un’autocertificazione relativa allo
smarrimento o al furto subito, oppure l’eventuale copia della denuncia resa alle competenti Autorità.

La domanda di rinuncia agli studi può essere presentata:


ƒ allo sportello della Segreteria Studenti dal diretto interessato, esibendo un documento d’identità o tramite
un terzo soggetto munito di delega firmata dal rinunciatario in carta semplice allegando copia del
documento d’identità del delegante
ƒ trasmessa per posta alla Segreteria Studenti, allegando copia del documento d’identità.

Agli studenti immatricolati al primo anno dei Corsi di Laurea che presentino apposita istanza di rinuncia
all’immatricolazione entro il 27 novembre 2009 viene concesso il rimborso del versamento della prima
rata, che deve essere richiesto con apposito modulo disponibile presso gli sportelli della Segreteria
studenti.

Allo studente rinunciatario possono essere rilasciati solo certificati relativi alla carriera universitaria percorsa
per gli anni in cui è stato in regola con il pagamento delle tasse e contributi, recanti l’annotazione
dell’avvenuta rinuncia agli studi.

Lo studente rinunciatario ha facoltà di iniziare ex novo lo stesso Corso di Studio precedentemente


abbandonato oppure di immatricolarsi ad altro Corso di Studio, senza alcun obbligo di pagare le tasse di
ricognizione arretrate. Dovrà in questo caso seguire la procedura prevista per gli studenti che si
immatricolano per la prima volta. L’eventuale riconoscimento dei crediti acquisiti è operato dal competente
Consiglio di Corso di Studio, previa verifica della loro non obsolescenza.

Decadenza dagli studi


La decadenza dalla qualifica di studente comporta l’impossibilità a proseguire la carriera percorsa.

Lo studente decaduto ha facoltà di iniziare ex novo uno dei Corsi di Studio attivati dal Politecnico di Milano,
senza alcun obbligo di pagare le tasse di ricognizione arretrate. Per iniziare ex novo lo studente dovrà
seguire la procedura prevista per gli studenti che si immatricolano per la prima volta. L’eventuale
riconoscimento dei crediti acquisiti è operato dal competente Consiglio di corso di studio, previa verifica della
loro non obsolescenza.

6
Non sarà pertanto possibile, per lo studente decaduto, ottenere passaggi, trasferimenti o altri provvedimenti.
La decadenza non avviene se lo studente ha superato tutti gli esami previsti nel suo piano degli studi ed è in
difetto unicamente dell’esame di Laurea o dei CFU relativi alla prova finale.

Immatricolati ad ordinamenti previgenti al D.M. 509/99

Si decade dagli studi se decorrono otto anni accademici consecutivi dalla data dell’ultimo esame sostenuto,
anche se non superato, purché il mancato superamento sia verbalizzato.
Il calcolo degli anni accademici deve essere effettuato partendo o dall’anno accademico relativo all’ultima
iscrizione come regolare o ripetente, non come fuori corso, oppure dall’anno accademico relativo all’ultimo
esame sostenuto anche se non superato, applicando la condizione più favorevole.

Immatricolati ad ordinamenti disciplinati dal D.M. 509/99 e dal D.M. 270/04

Decadono dagli studi coloro che si trovano in una delle seguenti condizioni:

a. gli studenti che non rinnovano l’iscrizione per un numero di anni accademici pari alla durata normale del
Corso di studio, che non abbiano presentato istanza di sospensione;
b. gli studenti che non abbiano rispettato il vincolo del conseguimento di almeno una valutazione finale
positiva nel corso del biennio di studio precedente e che non abbiano presentato istanza di sospensione;
c. gli studenti che non acquisiscano tutti i CFU del proprio corso di studi, ad esclusione di quelli relativi alla
prova finale, entro il doppio della durata normale del corso di studi 1 .
Si precisa che per “durata normale dei corsi” si intende
- per i Corsi di Laurea: 3 anni accademici
- per i Corsi di Laurea Specialistica/Magistrale: 2 anni accademici

Perciò uno studente del Corso di Laurea dovrà concludere i propri studi entro 6 anni pesati, mentre uno
Studente del Corso di Laurea Magistrale/Specialistica dovrà concludere entro 4 anni pesati, sfruttando
l’ultimo appello di Laurea dell’anno accademico di iscrizione.
Si consulti il calendario degli appelli di Laurea

Gli anni accademici si devono, inoltre, considerare pesati in base ai CFU acquistati
Il valore in anni pesati dei CFU acquistati ogni anno dallo studente è determinato nel modo seguente:
- se “CFU Acquistati” nell’anno accademico tra 60 e 80 = 1 anno pesato
- se “CFU Acquistati” nell’anno accademico tra 31 e 59 = (CFU Acquistati / 60) anni pesati
- se “CFU Acquistati” nell’anno accademico inferiori a 30 = 0,5 anni pesati

Nell’apposita funzione Webpoliself (Servizi Personalizzati – Carriera - Condizioni di decadenza) è possibile


visualizzare per ogni singolo anno accademico il numero di CFU acquistati e il numero di anni pesati
corrispondente. Inoltre viene segnalato il totale degli anni pesati raggiunti.

Esempio

Lo studente Andrea è iscritto ad un corso di laurea dall’A.A. 2002/2003.


Nel primo anno di iscrizione Andrea ha inserito 70 CFU
Nell’A.A. 2004/2005 ha inserito 60 CFU
Nell’A.A. 2005/2006 chiede la sospensione e quindi non presenta il Piano
Nell’A.A. 2006/2007 ha inserito nel piano 50 CFU
Nell’A.A. 2007/2008 ne ha inseriti 25
Nell’A.A. 2008/2009 ne ha aggiunti altri 47,25
Nell’A.A. 2008/2010 Andrea pensa che il doppio degli anni del suo corso di laurea (6) sia trascorso e crede
di incorrere nella decadenza. E’ giusto il suo timore?

Ecco cosa visualizzerà Andrea nella sua pagina personale:

1
Per tutti i provenienti da altro Ateneo il calcolo della decadenza parte dall’ A.A. di immatricolazione al
Politecnico
7
Anno iscrizione Sospensione CFU acquistati Anni pesati
2003/2004 N 70 1
2004/2005 N 60 1
2005/2006 S --- 2 ---
2006/2007 N 50 50 : 60 = 0,83
2007/2008 N 25 0,5
2008/2009 N 47,25 47,25 : 60 = 0,79
2009/2010
TOTALE ANNI PESATI 4,12

Quindi, pur essendo passati sei anni accademici dall’immatricolazione, il valore totale degli anni pesati
considerato ai fini della decadenza è di 4,12.
Pertanto Andrea avrà ancora 1,88 anni pesati prima di decadere.

La Segreteria però non potrà dirgli quando esattamente decadrà in quanto la progressione del numero
di anni pesati mancanti dipenderà dal numero di CFU che Andrea inserirà nel Piano Studi degli anni
accademici successivi.
Ad esempio inserendo 30 CFU acquisterà 0,5 anni pesati, inserendone 60 invece ne acquisterà l’equivalente
di 1 anno pesato e quindi accorcerà il tempo a disposizione prima della decadenza.

La valutazione delle suddette condizioni riguarda anche il periodo di carriera precedente ad eventuali
passaggi di Corso o di Ordinamento o trasferimenti. Ad eccezione che si provenga dal Vecchio Ordinamento
(antecedente il D.M. 509)

2
Gli anni di sospensione non vengono conteggiati ai fini della decadenza

8
Cap. 2 - Immatricolazioni, iscrizioni ad anni successivi,
trasferimenti, passaggi, riconoscimenti

Corsi di Laurea

Immatricolazione al primo anno


• Per immatricolarsi ad uno dei corsi di Laurea delle Facoltà di Architettura, del Design e al corso di
Laurea Magistrale a ciclo unico in Ingegneria Edile-Architettura è necessario superare il Test di
ammissione in presenza (TIP)

• Per immatricolarsi al primo anno dei corsi di Laurea delle Facoltà di Ingegneria del Politecnico di
Milano (ad eccezione del corso di Laurea Magistrale a ciclo unico in Ingegneria Edile-Architettura) è
obbligatorio sostenere il test di ammissione, Test On Line (TOL).

Coloro che avranno acquisito il diritto ad immatricolarsi dovranno pagare la prima rata delle tasse
universitarie e successivamente inserire, tramite www.webpoliself.polimi.it i dati personali richiesti e
stampare la ricevuta con numero di matricola ed il codice segreto

Per approfondimenti è possibile consultare le guide specifiche disponibili su www.polimi.it/guide Æ Guide


all’immatricolazione.

Iscrizione ad anni successivi al primo


L’iscrizione agli anni successivi al primo si effettua tramite il pagamento della prima rata delle tasse
universitarie dell’anno accademico in corso entro i termini previsti, utilizzando il bollettino MAV (Modulo di
avviso di pagamento), che lo studente riceverà presso il proprio domicilio.

Nel caso di mancato recapito del bollettino MAV lo studente deve recarsi per tempo presso lo sportello
della Segreteria studenti per richiederne la ristampa ed effettuare così il pagamento entro i termini di
scadenza, pena addebito di una mora pari ad un importo massimo di € 110.

Definizione della posizione di iscrizione


Per gli studenti iscritti al Nuovo Ordinamento D.M. 509/99 e all’Ordinamento D.M. 270/04 non viene
assegnata alcuna posizione di iscrizione, se non quella convenzionale che si riferisce all’anno di corso
associato all’offerta degli insegnamenti contenuti nel piano degli studi, nei seguenti termini:
- primo anno regolare, per il primo anno di iscrizione;
- secondo o terzo anno regolare, per coloro che hanno richiesto, oltre alla eventuale rifrequenza di
crediti non acquisiti, la frequenza di crediti relativi al secondo o al terzo;
- primo, secondo o terzo anno ripetente per chi ha richiesto solo e unicamente la rifrequenza dei corsi
rispettivamente del primo, del secondo o del terzo anno dei quali non abbia ancora acquisito i crediti.
Tale posizione non viene menzionata nei certificati rilasciati.

Trasferimenti verso altri Atenei


Gli studenti del Politecnico interessati al trasferimento verso un altro Ateneo devono informarsi presso
l’Università di destinazione per conoscere i termini e le condizioni di ammissione.

La domanda di trasferimento può essere presentata dalla metà di luglio al 31 dicembre 2009 senza obbligo
di iscrizione all’ A.A. 2009/2010.
Solo in casi eccezionali e motivati la domanda può essere presentata oltre il 31 dicembre, ma sarà
obbligatoria l’iscrizione all’A.A. 2009/10, con il versamento della prima rata.
La domanda è accolta se si è in regola con i pagamenti di tasse e contributi.

La domanda di trasferimento, disponibile su www.polimi.it/modulistica, corredata di marca da bollo da €


14,62 deve essere presentata presso la Segreteria Studenti allegando i documenti indicati:

9
ƒ tesserino universitario
ƒ libretto universitario (solo per gli iscritti al V.O.)
ƒ ricevuta versamento di € 30 ( diritto fisso di trasferimento ) con bollettino postale su c.c.p. 886200
intestato a Politecnico di Milano – Piazza L. da Vinci, 32 - 20133 Milano
ƒ eventuale denuncia in caso di smarrimento o furto del libretto universitario o della tesserino
universitario (in alternativa è possibile compilare la parte sul retro).

Lo studente trasferito può chiedere il ritorno al Politecnico di Milano mediante la procedura di trasferimento
solo dopo un anno accademico dalla domanda di trasferimento verso un altro Ateneo, salvo che non sia
giustificata da gravi motivi.

Provenienti da altri Atenei/ Passaggi di corso


Re - immatricolazioni per decaduti o rinunciatari / Iscrizione seconda Laurea
Se interessati a corsi di Laurea delle Facoltà di Architettura, Design o al corso di Laurea
Specialistica/Magistrale quinquennale a ciclo unico in Ingegneria Edile-Architettura

• Provenienti da altri Atenei


• Laureati
• Diplomati universitari
• Studenti del Politecnico provenienti da qualsiasi Corso di studio

che intendono iscriversi ad un corso:


- a tutela UE (Scienze dell’Architettura, Architettura delle Costruzioni, Ingegneria Edile-Architettura) ed al
corso di Laurea in Architettura Ambientale devono obbligatoriamente superare il test di ammissione TIP

- non a tutela UE devono obbligatoriamente superare il Test TIP solo nel caso non siano convalidati
almeno 30 CFU derivanti dalla precedente carriera universitaria; tale regola riguarda anche gli studenti
che intendano effettuare un passaggio da Scienze dell’Architettura sede di Milano a Scienze
dell’Architettura sede di Mantova e viceversa.

• Decaduti o rinunciatari: è sempre obbligatorio il superamento del TIP

Ulteriori specifiche, anche più restrittive, possono essere previste da ciascuna Facoltà. In particolare, per i
trasferimenti/passaggi verso corsi di Laurea della Facoltà del Design si invita a consultare i Regolamenti
Didattici dei relativi corsi di Studio.

Gli studenti provenienti da altro Ateneo o già laureati/diplomati, che intendano conseguire la Laurea presso il
Politecnico di Milano, dovranno in ogni caso acquisire presso questo Ateneo un numero di CFU almeno pari
a 60.

Per garantire la preliminare valutazione della carriera pregressa entro termini compatibili con l’iscrizione al
TIP, si consiglia di contattare tempestivamente il docente referente del Corso di Laurea di interesse o lo
specifico ufficio della Facoltà.
In caso di dubbio sulla convalida dei 30 CFU utili, si consiglia la partecipazione al TIP.

Informazioni sui contatti con gli uffici ed i docenti sono reperibili sui siti di ciascuna Facoltà:
Ingegneria Edile-Architettura www.ingeda.polimi.it Docente referente
Architettura e società www.arch.polimi.it Ufficio corsi di laurea/Cos
Architettura civile www.arch2.polimi.it Segreteria didattica
Design www.design.polimi.it Dicos/Dida

Le disposizioni sopraindicate possono essere ulteriormente disciplinate da ciascuna Facoltà.


Per la Facoltà del Design sono previste disposizioni specifiche e aggiuntive (www.design.polimi.it – email:
trasferimenti.design@polimi.it)

Per informazioni sul trasferimento/passaggio di Corso o sul percorso speciale (riservato ai laureati V.O. o
Laurea Specialistica/Magistrale in Architettura) per l’ammissione al corso di Laurea quinquennale a ciclo
unico in Ingegneria Edile-Architettura, è possibile rivolgersi alla Segreteria studenti del Polo Regionale di
Lecco: tel. 02.2399.8730/32/58 - email: segreteriastudenti.lecco@polimi.it

10
Se interessati a corsi di Laurea delle Facoltà di Ingegneria (ad eccezione del corso di Laure
Magistrale quinquennale a ciclo unico in Ingegneria Edile-Architettura)

• Provenienti da altri Atenei


• Laureati
• Diplomati universitari
• Studenti del Politecnico provenienti dalle Facoltà di Architettura, Design o Ingegneria Edile-
Architettura studio
• Decaduti o rinunciatari

- devono sostenere il test di ingresso TOL, nel caso in cui saranno convalidati meno di 30 CFU
derivanti dalla precedente carriera universitaria
- non devono sostenere il test di ingresso TOL se saranno convalidati almeno 30 CFU derivanti dalla
precedente carriera universitaria

Gli studenti provenienti da altro Ateneo o già laureati/diplomati, che intendano conseguire la Laurea presso il
Politecnico di Milano, dovranno in ogni caso acquisire presso questo Ateneo un numero di CFU almeno pari
a 60.

Gli studenti decaduti o rinunciatari provenienti dalle Facoltà di Ingegneria del Politecnico esonerati dal
sostenimento del TOL a seguito di un riconoscimento di almeno 30 CFU, avranno l’attribuzione degli
eventuali OFA totali o parziali se rilevati nella carriera precedente.

• Provenienti da una Facoltà di Ingegneria del Politecnico che intendono passare ad altro Corso di
studi di una Facoltà di Ingegneria (ad eccezione del corso di Laurea Magistrale a ciclo unico in
Ingegneria Edile - Architettura): non hanno in alcun caso l’obbligo di sostenimento del TOL.

Per avere una indicativa valutazione della carriera pregressa entro i termini compatibili con l’iscrizione al test
di ingresso, si consiglia di consultare tempestivamente il Docente referente dello specifico Corso di studi del
Politecnico di Milano; in caso di dubbio sulla convalida dei 30 CFU utili, si consiglia la partecipazione al test
TOL.

Le informazioni di contatto con i Docenti referenti sono reperibili sui siti di ciascuna Facoltà:

Facoltà di Ingegneria civile, ambientale e territoriale www.ingcat.polimi.it


Facoltà di Ingegneria dei sistemi www.ingsis.polimi.it
Facoltà di Ingegneria dei processi industriali www.ingpin.polimi.it
Facoltà di Ingegneria industriale www.ingind.polimi.it
Facoltà di Ingegneria dell'informazione www.inginf.polimi.it
Facoltà di Ingegneria edile-Architettura www.ingeda.polimi.it

Avvertenze generali per tutti i provenienti da altre Università


E’ possibile conoscere in dettaglio le scadenze e le modalità per effettuare la domanda di Trasferimento
verso il Politecnico, passaggio/trasferimento di Corso o di re-immatricolazione consultando la Guida
Iscrizione al primo anno dei corsi di Laurea (www.polimi.it/guide) e nei documenti e Regolamenti didattici
pubblicati nei vari siti delle Facoltà (www.polimi.it/didattica/facolta).

Agli studenti provenienti da altri Atenei esonerati dal sostenimento del Test di ammissione (TIP o TOL),
sono attribuiti d’ufficio gli OFA di Inglese. Gli OFA di Inglese, se non assolti entro il primo anno di iscrizione
impediranno di aggiungere nuovi CFU nel Piano degli Studi, oltre agli stessi inseriti all’atto dell’iscrizione.
Gli OFA di Inglese sono assolti superando il TENG, o presentando una delle certificazioni idonee a livello
minimo B1 (vedi Guida alla Lingua Inglese su www.polimi.it/guide .

11
Riconoscimento della Laurea ai Diplomati universitari
Come previsto dal Provvedimento del Senato Accademico, i Diplomati Universitari del Politecnico di Milano
possono richiedere il riconoscimento degli studi pregressi per il conferimento della Laurea (triennale)
omologa, cioè con identica denominazione del Diploma Universitario acquisito, effettuando l’iscrizione
agevolata (con il pagamento di una tassa di iscrizione ridotta) con l’addebito di max 30 CFU (comprensivi
della Prova finale), da acquisire secondo le indicazioni dello specifico Consiglio di Corso di Studio.

I Diplomati universitari del Politecnico o di altri Atenei hanno inoltre la possibilità di richiedere:

- L’iscrizione per il conferimento della Laurea Triennale (vedere paragrafo precedente “Iscrizioni
seconda Laurea”).
Sarà richiesta l’acquisizione di almeno 30 CFU (comprensivi della Prova finale).
- L’ammissione ai corsi di Laurea Specialistica/Magistrale (vedere paragrafo “Iscrizioni ai Corsi di
Laurea Specialistica/Magistrale)

La procedura di iscrizione per il riconoscimento della Laurea Triennale è la medesima prevista per i candidati
richiedenti una seconda Laurea. Si consiglia pertanto, per conoscere in dettaglio le scadenze e le modalità
per effettuare la domanda di consultare la Guida all’immatricolazione (www.polimi.it/guide), i documenti e i
Regolamenti didattici pubblicati nei vari siti delle Facoltà (www.polimi.it/didattica/facolta).

A tutti gli iscritti sarà accertata la conoscenza della lingua straniera, tramite superamento del TENG, o
presentando una delle certificazioni idonee a livello minimo B1 (vedi Guida alla Lingua Inglese su
www.polimi.it/guide).
Le modalità di iscrizione e svolgimento per la Prova finale sono uguali a quelle previste per tutti gli studenti.

Passaggi di Ordinamento

Passaggio dal Vecchio Ordinamento antecedente D.M. 509/1999 al nuovo ordinamento D.M. 509/1999
o successivi
La domanda di passaggio da un Corso di Laurea del Vecchio Ordinamento ad un Corso di Laurea (triennale)
del Nuovo Ordinamento, si presenta attraverso la specifica funzione online all’interno dei servizi
www.webpoliself.polimi.it .
E’ vivamente consigliato consultarsi con lo specifico docente referente del Corso di studi o la Segreteria
didattica della Facoltà (www.polimi.it Æ Facoltà)
Le equivalenze disposte dalle Facoltà quantificano in:
ƒ 10 CFU del Nuovo Ordinamento il valore attribuibile ad un Insegnamento o unità didattica del
Vecchio Ordinamento
ƒ 9 CFU del Nuovo Ordinamento per il Corso di Laurea Magistrale a ciclo unico in Ingegneria Edile-
Architettura
Nel caso di moduli/laboratori l'equivalenza sarà proporzionata al loro peso rispetto all’unità didattica del
Vecchio Ordinamento.
L’attività di tirocinio, ove prevista, potrà essere riconosciuta a fronte di idonea documentazione presentata.

Passaggio dall’Ordinamento D.M. 509/1999 all’Ordinamento D.M. 270/2004


Nel 2004 Il Ministero dell’Università ha dettato, tramite il Decreto Ministeriale D.M. 270, nuove regole per la
stesura dei Regolamenti Didattici (Manifesti degli studi) per la Laurea (I livello) e per la Laurea Magistrale.
La trasformazione dei curricula dal precedente ordinamento universitario (D.M. 509) avrà inizio dall’anno
accademico 2008/09 e sarà portata a compimento entro il 2011.

La domanda di passaggio da un Corso di Laurea dell’Ordinamento D.M. 509/99 ad un Corso di Laurea del
Nuovo Ordinamento D.M. 270/04 si effettua in fase di presentazione del Piano degli Studi: tramite una
specifica funzione è possibile selezionare l’opzione.
Per gli iscritti ai corsi di Laurea afferenti alle Facoltà di Ingegneria Industriale, Ingegneria Edile-Architettura
Architettura e Società e Architettura Civile è necessario richiedere il passaggio di Ordinamento (rispettando i
termini indicati sul calendario accademico della propria Facoltà) utilizzando la funzione “passaggi di
corso/facoltà” su WebPoliself – servizi personalizzati, fornendo anche le indicazioni sul Piano degli Studi che
si intende seguire.
E’ vivamente consigliato consultarsi con lo specifico docente referente del Corso di studi o la Segreteria
didattica della Facoltà (www.polimi.it Æ Facoltà)

12
Disposizioni specifiche relative agli O.F.A. di Inglese e/o accertamento della
conoscenza della lingua straniera in caso di passaggi di Ordinamento
dal D.M. 509/1999 - al D.M. 270/2004
Agli studenti che hanno optato per il passaggio (interno al Politecnico di Milano), da un Corso di studio
regolamentato dal D.M. 509/99 (Riforma Universitaria) ad un altro anche omologo attivato secondo il D.M.
270/2004 (modifiche alla Riforma) non viene attribuito l’OFA di Inglese:
• se sono in possesso di una delle certificazioni indicate nella Guida alla Lingua Inglese con livello minimo
B1
oppure
• se hanno sostenuto il TENG rispondendo esattamente ad almeno 18 quesiti
Le condizioni sopra indicate consentono l’ammissione alla Prova Finale.

Tali studenti conservano il diritto al rimborso forfettario del costo della prova se questo è già stato acquisito e
rispetta le condizioni indicate sulla Guida alla Lingua Inglese.

In caso contrario verranno attribuiti gli OFA di Inglese da assolvere entro il primo anno di iscrizione dal
passaggio, tramite superamento del TENG oppure presentando una delle certificazioni indicate nella Guida
alla Lingua Inglese con livello minimo B1

da Ordinamenti antecedenti il D.M. 509/1999 - al D.M. 270/2004


Agli studenti che:
1) non hanno provveduto all’accertamento della conoscenza della lingua inglese, ad un livello minimo B1,
verranno attribuiti gli OFA di Inglese che potranno essere assolti, entro il primo anno di iscrizione dal
passaggio, tramite superamento del TENG oppure presentando una delle certificazioni indicate nella
Guida alla Lingua Inglese con livello minimo B1.
L’accertamento, eventualmente già riconosciuto, della conoscenza di una lingua straniera diversa
dall’inglese non verrà preso in considerazione.
2) hanno provveduto all’accertamento della conoscenza della lingua inglese ad un livello minimo B1 non
viene attribuito l’OFA di inglese e non viene richiesto nessun ulteriore adempimento in relazione
all’accertamento della conoscenza della lingua straniera.

da Ordinamenti antecedenti il D.M. 509/1999 - al D.M. 509/1999


Gli studenti che non hanno provveduto all’accertamento della conoscenza della lingua inglese ad un livello
minimo B1, dovranno acquisire i CFU relativi alla sola lingua inglese tramite superamento del TENG con
punteggio 24/30 o con una certificazione a livello minimo B1, prima dell’ammissione alla Prova finale.

13
Corsi di Laurea Specialistica/Magistrale
Immatricolazione al primo anno
Per effettuare l’immatricolazione ai Corsi di Laurea Specialistica/Magistrale, è necessario presentare
apposita domanda di ammissione online tramite il sito www.webpoliself.polimi.it .
Gli studenti provenienti da altri Atenei devono inoltre produrre l’idonea documentazione relativa alla loro
carriera necessaria per la valutazione.
Successivamente sono valutate, dalla preposta Commissione, le condizioni di ammissione di ogni singolo
candidato.
Si ricorda che dall’A.A. 2006/07 la conoscenza della lingua straniera è un prerequisito per l’immatricolazione
ai corsi di Laurea Specialistica/Magistrale, pertanto si consiglia di consultare la Guida alla Lingua Inglese
(www.polimi.it/guide) e il Regolamento didattico del Corso di studi a cui si intende immatricolarsi.

Coloro che avranno acquisito il diritto ad immatricolarsi dovranno pagare la prima rata delle tasse
universitarie e successivamente inserire, tramite www.webpoliself.polimi.it i dati personali richiesti e
stampare la ricevuta con numero di matricola ed il codice segreto

Per approfondimenti si invita alla consultazione della Guida Iscrizione al primo anno dei corsi di Laurea
Specialistica/Magistrale (www.polimi.it/guide) e l’ avviso Linee Guida per l’ammissione alle Laurea Magistrali
(www.polimi.it/guide) e dei documenti e Regolamenti didattici pubblicati nei vari siti delle Facoltà
(www.polimi.it/didattica/facolta).

Iscrizione ad anni successivi al primo


L’iscrizione agli anni successivi al primo si effettua tramite il pagamento della prima rata delle tasse
universitarie dell’anno accademico in corso entro i termini previsti, utilizzando il bollettino MAV (modulo di
avviso di pagamento), che lo studente riceverà presso il proprio domicilio.

Nel caso di mancato recapito del bollettino lo studente deve recarsi per tempo presso lo sportello della
Segreteria studenti per richiederne la ristampa ed effettuare così il pagamento entro i termini di scadenza,
pena addebito di una mora pari ad un importo massimo di € 110.

Provenienti da altri Atenei e passaggi di corso


Gli iscritti a Corsi di Laurea Specialistica/Magistrale presso il Politecnico di Milano o presso altri Atenei che
intendono trasferirsi ad altro Corso di Laurea Specialistica/Magistrale de Politecnico di Milano, devono
utilizzare la medesima procedura online richiesta per l’immatricolazione al primo anno su
www.webpoliself.polimi.it Æ Presentazione domanda di ammissione alla Laurea Specialistica/Magistrale.
E’ possibile effettuare la domanda di passaggio/trasferimento di Corso solo nel primo semestre.

Si ricorda che anche in caso di passaggio/trasferimento la conoscenza della lingua straniera è un


prerequisito per l’iscrizione ai corsi di Laurea Specialistica/Magistrale, pertanto si consiglia di consultare la
Guida alla Lingua Inglese (www.polimi.it/guide) e il Regolamento didattico del Corso di studi a cui si intende
trasferirsi.

Trasferimenti verso altri Atenei


Gli studenti interessati al trasferimento verso un’altra Università devono seguire le medesime procedure e
modalità indicate nel Paragrafo “Corsi di Laurea” a pag. 9

14
Corsi singoli
Possono iscriversi ai corsi singoli studenti:

in possesso di Laurea o diploma di maturità, purché non iscritti a Corsi di studio del Politecnico di
Milano; non è ammessa la contemporanea iscrizione tra corsi singoli e altri corsi di studio del Politecnico di
Milano ad eccezione dei Corsi di Master di primo e secondo livello.

L’iscrizione dà diritto a frequentare gli insegnamenti richiesti, a sostenere gli esami negli appelli previsti
nell’anno accademico e ottenere la certificazione degli esami superati con votazione e i corrispondenti CFU
acquisiti.
L’ammissione è consentita compatibilmente alla disponibilità di posti dell’Insegnamento specifico.

L’iscrizione ai corsi singoli può essere richiesta per:

ƒ max 30 CFU per anno da coloro che desiderano integrare la propria formazione o che non sono in
possesso dei requisiti/prerequisiti necessari per l’ammissione ad un Corso di Laurea o Laurea
Specialistica/Magistrale e che intendono sostenere in anticipo le attività formative in vista di un
eventuale successivo riconoscimento.

Gli studenti interessati devono presentare presso la sede delle Segreterie Studenti il modulo di
domanda di iscrizione e modulo di pagamento (disponibili nel sito durante il periodo utile
www.polimi.it/modulistica ).
Si invitano gli interessati a contattare la stessa Segreteria Studenti prima di effettuare l’iscrizione.

Il successivo riconoscimento dei CFU acquisiti, che non potrà mai essere superiore a 30 CFU, è
subordinato all’ ammissione e immatricolazione allo specifico Corso di Laurea o Laurea
Specialistica/Magistrale.
Nel caso in cui gli esami degli insegnamenti singoli non siano stati sostenuti/superati, è discrezionale
la convalida della relativa frequenza.

ƒ max di 80 CFU per anno


Tale opportunità è prevista solo per coloro che hanno presentato la domanda di
ammissione/valutazione ai Corsi di Laurea Magistrale, disciplinati dal D.M 270/04, che sono tenuti a
superare insegnamenti, definiti come integrazioni curriculari, prima di potersi immatricolare.
Il limite massimo di 80 CFU può comprendere sia le integrazioni curriculari, assegnate dalla
valutazione, sia gli anticipi di insegnamenti del corso di Laurea Magistrale; questi ultimi non possono
in ogni caso superare i 30 CFU.

L’ iscrizione può essere effettuata online, utilizzando la funzione web disponibile nella stessa pagina
nella quale si è consultato l’esito della domanda.

I cittadini ExtraUE sono tenuti a presentare:


- la fotocopia del permesso di soggiorno in corso di validità;
- certificato di frequenza universitaria o la fotocopia del libretto universitario o altro documento
rilasciato dall'Ateneo estero purché tradotto e legalizzato oppure la fotocopia conforme all'originale
del Diploma di Laurea tradotta e legalizzata dalla Rappresentanza Diplomatica del Paese estero che
lo ha rilasciato unitamente alla Dichiarazione di Valore.

Periodi utili per l’iscrizione


1° semestre: dal 7/09/09 al 28/9/09
2° semestre: dal 23/2/10 al 8/3/10

Costi di iscrizione:
L’importo di tasse e contributi da versare è determinato annualmente e varia in funzione del totale dei CFU
richiesti

15
numero di crediti Importo di prima rata importo seconda rata
Fino a 30 0
Da 31 a 45 € 794,00 € 340,00
Da 46 a73 € 679,00
Da oltre 73 a 80 € 1.086,00

Sono dispensati dal versamento:


- gli studenti iscritti presso Università con le quali siano in atto specifici accordi
- gli studenti inseriti in programmi interuniversitari di mobilità
- gli studenti iscritti alla SILSIS-MI i quali potranno fruire del pagamento con quota ridotta

Delibere di ammissione o di passaggio


Il trasferimento da un altro Ateneo ed il passaggio di Corso di Laurea e di Laurea Specialistica/Magistrale
e/o di ordinamento, descritti in precedenza, generano una delibera. Nella delibera vengono valutati gli
esami acquisiti nella precedente carriera per i quali possono verificarsi diverse opzioni di riconoscimento:

Per i corsi di Laurea


convalida: registra l’individuazione di una corrispondenza diretta tra esami sostenuti nel passato ed
elementi dell’offerta di ammissione. Possono verificarsi i seguenti casi:
1. convalida “piena” di un insegnamento offerto. Lo studente non dovrà/potrà sostenere il relativo
esame, in quanto i relativi CFU sono stati valutati come già acquisiti nella carriera precedente; il voto di
convalida è generato dalla media pesata delle votazioni riportate negli esami registrati nella carriera
pregressa che concorrono alla convalida.
2. convalida “parziale” (per un numero di CFU che viene indicato) di un insegnamento offerto.
L’insegnamento viene inserito nel Piano degli Studi con l’A.A. di frequenza pari a quello di delibera e con
lo stato di esame non superato/convalidato. I CFU convalidati non vengono computati nel calcolo del
numero min/max di CFU per anno di corso e neppure in sede di determinazione dei contributi dovuti dallo
studente. Il docente di pertinenza, negli elenchi degli iscritti, potrà vedere accanto al nome dello studente
il numero di CFU già convalidati e la relativa votazione riportata. La consuntivazione della valutazione
complessiva verrà effettuata mediante i tradizionali verbali.
E’ quindi relativa ai CFU utilizzabili nel percorso formativo del Corso di studi scelto, partecipa al totale dei
CFU necessari al conseguimento del titolo e partecipa al calcolo della media delle votazioni.

accredito: è attribuito quando non risulta possibile individuare una corrispondenza diretta tra esami superati
in passato ed elementi dell’offerta, ma si ritiene comunque necessario riconoscere tale attività svolta come
utilizzabile nel percorso formativo di ammissione. Questa circostanza può essere espressa inserendo in
luogo di una convalida, un “accredito”.
L’accredito deve essere associato al Settore Scientifico Disciplinare (SSD) di riferimento e viene definito un
accredito qualificato, caratterizzato dal valore in CFU, da un SSD e se possibile, da un voto (calcolato come
media pesata dei voti associati alle attività svolte in precedenza, oppure direttamente determinato dalla
Commissione). Un accredito qualificato gioca un ruolo del tutto simile a quello degli usuali insegnamenti
(rappresenta l’acquisizione di CFU in un particolare SSD) ai fini del soddisfacimento dei vincoli di conformità
allo Statuto, non può essere posto in corrispondenza di alcun elemento dell’offerta, non può contribuire al
soddisfacimento di vincoli né di precedenza, né di obbligatorietà di scelta in un gruppo di insegnamenti.

eccedenza: registra il fatto che esami superati nel passato, benché parzialmente correlati al percorso
formativo di ammissione, non possano al momento essere (in alcuna forma) direttamente accreditati (in
mancanza di altri interventi non potranno quindi essere utilizzati per il conseguimento del titolo). Le
eccedenze non vengono inserite nel Piano, ma solo registrate come nota nella delibera di ammissione.
Eventuali delibere successive potranno riconsiderare la situazione, portando alla definizione di convalide e/o
accrediti (qualificati e non) a partire da eccedenze definite in precedenza.

16
Per i corsi di Laurea Specialistica/Magistrale
convalide di frequenza: relative ad insegnamenti in soprannumero inseriti nell’ultimo Piano degli Studi
presentato per il percorso triennale o i cui esami non sono stati superati. Possono essere richieste convalide
di frequenza anche di Corso Singoli.

obblighi formativi: insegnamenti che vengono inseriti nel Piano degli Studi, per i quali è obbligatorio il
superamento. La Commissione potrà convalidare e/o posticipare la frequenza di un insegnamento all’anno
successivo; l’obbligo è calcolato nel totale dei 120 CFU utili al conseguimento del Titolo di studio.
La frequenza può riferirsi sia all’anno corrente che a quello successivo.

debiti formativi: insegnamenti/attività formative obbligatorie che lo studente deve superare per conseguire il
titolo di Studio, ma non rientrano nel totale dei 120 CFU necessari, né al calcolo della media delle votazioni.
La frequenza può riferirsi sia all’anno corrente che a quello successivo.

integrazioni curriculari: insegnamenti/attività formative obbligatorie che lo studente deve superare, tramite
l’iscrizione ai corsi singoli (vedi pag. 15), per potersi immatricolare al Corso di Laurea Magistrale. Non
rientrano né nel totale dei 120 CFU necessari per conseguire la Laurea né nel calcolo della media delle
votazioni. Il mancato assolvimento non permette l’immatricolazione.

17
Cap. 3 - Piano degli Studi

Indicazioni generali
Tramite la presentazione del Piano degli Studi lo studente dichiara quante attività formative, quantificate in
CFU, intende acquisire nell’anno accademico di riferimento.
Solo inserendo nel Piano un insegnamento/attività formativa si può usufruire dei servizi didattici correlati:
frequentare le lezioni, comparire nelle liste del docente, effettuare le eventuali esercitazioni, attività pratiche
e integrative (laboratori, seminari, progetti ecc), sottoporsi alle valutazioni intermedie (in itinere), sostenere le
prove di valutazione (appelli d’esame) e ricevere una valutazione del profitto (votazione).

Secondo il Nuovo Ordinamento D.M. 270/2004 il numero di crediti da acquisire per conseguire il titolo di
studio sono stabiliti in: 180 CFU per i Corsi di Laurea, 120 CFU per i Corsi di Laurea Magistrale, 300 CFU
per i Corsi a ciclo unico quinquennale.

Il Piano degli Studi deve comprendere sia le attività obbligatorie, sia quelle opzionali o scelte
autonomamente, proposte nell’offerta del Regolamento didattico del corso di studi, necessarie per il
raggiungimento degli obiettivi didattici.

I Piani degli studi conformi ai curricula previsti nei Regolamenti didattici dei Corsi di studio sono approvati in
automatico; gli studenti possono presentare proposte di Piani degli studi individuali, che saranno sottoposte
a valutazione e approvazione da parte del competente Consiglio di Corso di Studi.

Periodo di presentazione
Il Piano degli Studi deve essere presentato all’inizio dell’anno accademico.
Le scadenze di presentazione variano in base alla Facoltà e all’anno di Corso e sono indicate nei relativi
Calendari Accademici che possono essere scaricati dal sito www.polimi.it/didattica Æ calendario
accademico.
Eventuali variazioni sono pubblicate nei siti di Facoltà (www.polimi.it/didattica/facolta) o su
www.polimi.it/studenti/avvisiamministrativi

Nel secondo semestre sarà possibile effettuare variazioni al Piano degli Studi unicamente per gli studenti:
• iscritti a tutti i Corsi di Laurea (ad eccezione degli studenti iscritti alla Facoltà del Design, gli
iscritti al 1° anno della Facoltà di Architettura Civile)
• iscritti a tutti i Corsi di Laurea Specialistica/Magistrale (ad eccezione degli studenti iscritti ad
un Corso della Facoltà del Design)
Sarà possibile:
- Aggiungere o eliminare frequenze richieste per il secondo semestre del corrente anno accademico
- modificare le attività formative collocate nel primo semestre variandone la posizione da
soprannumero ad effettivo o viceversa.
Se lo studente non ha intenzione di effettuare modifiche non è necessario che effettui alcuna variazione al
Piano degli Studi.

Modalità di presentazione
La presentazione del Piano avviene tramite l’apposita funzione online su www.webpoliself.polimi.it .
Nel periodo previsto per la presentazione lo studente può inserire nel Piano degli Studi gli insegnamenti e le
attività formative collocati sia nel primo sia nel secondo semestre e può modificarlo più volte.

Il sistema informatizzato presenta in automatico l’elenco degli insegnamenti previsti e che risultano ancora
non superati e propone:
1 – una schermata per autocertificare il superamento di eventuali esami che non sono ancora stati
registrati in carriera
L’autocertificazione viene effettuata sotto la personale responsabilità dello studente e in caso di dichiarazioni
non veritiere sono previste sanzioni a carico dello studente.
2 – una schermata per l’eventuale modifica della posizione da soprannumero/effettivo o viceversa
3 – una schermata per selezionare gli esami

18
È possibile:
- confermare il Piano degli Studi proposto automaticamente dal sistema (per un numero di crediti
complessivi pari a 60 CFU)
oppure
- modificarlo, inserendo o togliendo insegnamenti entro i limiti di: minimo di 30 CFU - massimo 80
CFU senza alcuna limitazione riferita al primo o al secondo semestre, sia per i corsi di Laurea che di
Laurea Specialistica/Magistrale.

La presentazione di un Piano degli Studi con un numero di CFU inferiore a 60 (ma non inferiore a 30) è
consigliato agli studenti che non possono impegnarsi negli studi a tempo pieno, ad esempio a causa di
attività lavorative.

Per modificare il Piano, è necessario deselezionare gli esami proposti e cliccare su Aggiungi
insegnamento autonomo.
In quest’ultimo caso il Piano Studi sarà valutato dal docente responsabile Piano degli Studi e sottoposta alla
approvazione del Consiglio del Corso degli Studi (CCS) .
Gli insegnamenti inseriti in autonomo diverranno effettivi solo dopo l’approvazione del Piano da parte del
CCS.

Si ricorda che in base al numero di CFU inseriti verrà fissato l’importo dei contributi universitari che si dovrà
pagare con la seconda rata.

numero crediti Fino a 30 da 31 a 45 da 46 a 73 oltre 73 (massimo 80)


% contributi dovuti 50 % 75 % 100 % 130 %

L’eventuale mancato superamento di esami finali non comporta alcun rimborso dei contributi versati.

Al termine della procedura è necessario salvare dopo avere verificato che gli insegnamenti presenti sono
quelli desiderati ed effettuare la stampa della pagina conclusiva a titolo di ricevuta attestante l’avvenuta
presentazione del Piano degli Studi.

Dopo la scadenza per gli studenti della:

• Facoltà di Architettura e Società potranno presentare un Piano cartaceo


- entro il 25 Settembre 2009 per la Laurea Triennale
- entro il 7 Ottobre 2009 per la Laurea Specialistica/Magistrale
Oltre tali termini verrà attribuito un Piano studi d'ufficio
• Facoltà del Design: dopo la scadenza verrà attribuito un Piano Studi d'ufficio
• Facoltà di Architettura Civile: sarà necessario rivolgersi direttamente al COS
(didarch.bv@ceda.polimi.it )
• Facoltà di Ingegneria: potrai presentare il Piano Studi solo in forma cartacea presso gli sportelli
della Segreteria Studenti di appartenenza

In tutti i casi sopra elencati verrà addebitata una mora di €100,00 nell’importo della seconda rata delle tasse.
Nel caso siano stati inseriti più di 73 CFU non saranno concesse modifiche richieste oltre la scadenza al
fine di evitare l’attribuzione della sovrattassa.

FACOLTA’ DESIGN e ARCHITETTURA

Per alcuni Corsi delle Facoltà di Architettura e del Design sono richieste indicazioni preliminari come le
opzioni di indirizzo, di sezione o di orientamento per le articolazioni del Corso, o le preferenze nei
laboratori o in altre attività pratiche.
Lo studente, nel periodo previsto, dovrà esprimere le preferenze sugli orientamenti o sulle sezioni previsti
dal Regolamento Didattico del Corso di studi.

Per i neo-immatricolati l’opzione viene richiesta all’atto dell’immatricolazione; per tutti l’opzione espressa
può essere più volte sovrascritta fino al termine prestabilito, sempre solo all’interno della funzione piani
studi. Successivamente sarà pubblicata l’allocazione degli orientamenti/sezioni espressi dagli studenti; per
gli studenti che non hanno espresso opzione, la Facoltà esprimerà una allocazione d’ufficio.

19
In un intervallo di tempo successivo, sarà possibile presentare il Piano degli Studi; gli studenti che non
vedranno l’attribuzione di un indirizzo allocato non potranno presentare il Piano degli Studi.
Nella presentazione del Piano degli Studi (con o senza opzioni) gli studenti, a seconda del Corso di studi,
potranno essere chiamati ad effettuare altre scelte relativamente a:
1) opzione sui laboratori
2) opzione su corsi opzionali.
Successivamente alla fase di presentazione del Piano degli Studi, la Facoltà provvederà a pubblicare
l’allocazione degli studenti.

Esiti della presentazione Piano e precedenze di composizione


Dopo la presentazione del Piano ci si può trovare di fronte a due situazioni:

Piano convalidato (automaticamente): è tale quando il percorso formativo è quello consigliato nel
Regolamento didattico del Corso di studio e anche quando ricorrono le seguenti condizioni:
- CFU acquisiti in anni accademici precedenti, riconducibili direttamente o mediante corrispondenza
ad elementi dell’offerta di Insegnamenti attivati nell’anno accademico in corso
- Nuove frequenze indicate sulla base delle opzioni disponibili dall’offerta attiva di Insegnamenti del
Regolamento didattico dell’anno accademico in corso e rispettando un ordine di completamento
cronologico-propedeutico per gli anni di corso.

Piano degli Studi da convalidare (o autonomo): è tale quando non presenta le condizioni del Piano
convalidato automaticamente ed è quindi sottoposto, per ottenere la convalida, alla valutazione della
struttura didattica competente; Il piano si caratterizza per le seguenti condizioni:
- CFU acquisiti in anni accademici precedenti non sempre riconducibili direttamente o mediante
corrispondenza ad elementi dell’offerta attiva di Insegnamenti nell’anno accademico in corso
- Nuove frequenze indicate sulla base delle opzioni disponibili dall’offerta attiva, ma anche in modo
libero ed autonomo, scegliendo insegnamenti di altri Corso di studio, orientamenti, ecc., oppure
non rispettando l’ordine di completamento degli anni di Corso.

Durante la composizione del Piano è necessario porre attenzione ad eventuali precedenze che vengono
indicate nello specifico Regolamento del Corso di Studi.

Precedenza consigliata: non definisce alcun vincolo formale, ma ha lo scopo di fornire agli studenti utili
indicazioni circa la sequenzialità degli insegnamenti, senza precludere l’inserimento nel Piano ed anche la
verbalizzazione dell’esame.

Precedenza di composizione del Piano: definisce un vincolo che deve essere rispettato nella scelta degli
insegnamenti all’atto della presentazione del Piano; non è possibile inserire nel Piano l’insegnamento B se
non è presente (anche se non superato) l’insegnamento A; non influenza la verbalizzazione dell’esame.

Precedenza di frequenza: definisce un vincolo che deve essere rispettato nella scelta degli insegnamenti
all’atto della presentazione del Piano; non è possibile inserire nel Piano l’insegnamento B se non è stato
verbalizzato (superato) l’insegnamento A.

Precedenza di verbalizzazione: definisce un vincolo che deve essere rispettato sia al momento della
composizione del Piano sia al momento della verbalizzazione positiva (superamento dell’insegnamento):
non è possibile verbalizzare B se non è verbalizzato A.

Corsi di Laurea
Per i Corsi di Laurea, il Piano degli Studi ha valenza annuale, perciò ogni anno si devono reinserire, oltre ai
nuovi insegnamenti, tutti i corsi dell’anno precedente che non sono stati superati.
Le attività formative inserite nel Piano degli Studi hanno validità solo per l’anno accademico di riferimento.
Gli studenti che devono ripetere la frequenza di un insegnamento/attività formative o hanno sfruttato (con
esito negativo) tutti gli appelli d’esame, devono reinserire tali attività nel Piano degli Studi dell’anno
accademico successivo (tenendo presente eventuali modifiche al regolamento didattico).
Fanno eccezione l’attività formativa “prova finale” e “tirocinio” che si inseriscono una volta sola.
La prova di conoscenza della lingua inglese non deve essere inserita nel Piano degli Studi (accertata con le
modalità stabilite dall’Ateneo (vedere Guida alla lingua inglese).

20
Allo studente in difetto dei soli esami di recupero del mese di febbraio 2010 relativi al II semestre dell’A.A.
2008/2009, intenzionato a laurearsi entro l’ultimo appello dell’A.A. 2008/2009 (sessione di febbraio 2010), si
consiglia comunque di presentare il Piano degli Studi all’inizio dell’anno accademico (Piano Cautelativo)
• Nel caso non superasse i relativi esami non sarà tenuto al pagamento della mora per ritardata
presentazione Piano
• Nel caso invece li superasse, il Piano degli Studi verrà annullato dietro specifica richiesta in
Segreteria Studenti

I vincoli O.F.A.

Tutti gli studenti ai quali sono stati attributi O.F.A. (Obblighi Formativi Aggiuntivi) Totali, di Inglese o
Matematica, fino al loro assolvimento (vedere capitolo successivo), sono soggetti ad alcune limitazioni nella
formulazione del Piano degli Studi (sia nel primo anno accademico sia negli anni accademici successivi al
primo).

In condizione di O.F.A. non è consentito:


ƒ l’inserimento di insegnamenti in soprannumero
ƒ l’anticipazione di insegnamenti da anni di Corso successivi al primo
ƒ la presentazione di un Piano degli Studi autonomo

Rimane invece possibile:


ƒ l’inserimento di rifrequenze di insegnamenti offerti al primo anno di Corso
ƒ l’inserimento di nuove frequenze di insegnamenti offerti al primo anno di Corso.

Insegnamenti in soprannumero
E’ possibile inserire insegnamenti/attività formative nel Piano degli Studi in posizione di soprannumero, scelti
anche da altri Corsi di studio, per un numero di CFU massimo di 30 nell’arco di tutta la carriera universitaria,
esclusi i CFU convalidati in soprannumero a seguito di passaggi o trasferimenti.

Le Facoltà di Architettura (Architettura e Società si se autorizzano) e del Design possono rispondere


negativamente alle richieste di poter anticipare in soprannumero la frequenza di alcuni insegnamenti del
Corso di Laurea Specialistica/Magistrale durante il Corso di Laurea: gli studenti sono quindi invitati
contattare la Segreteria Didattica della propria Facoltà: www.polimi.it/didattica/facolta

Gli insegnamenti in soprannumero:


- non sono considerati nel computo dei 180 CFU complessivi necessari all’ammissione alla Prova
finale ed è quindi facoltativo il loro superamento
- non contribuiscono al calcolo della media delle votazioni
- partecipano al limite massimo di 80 CFU posto nella composizione del Piano degli Studi e rientrano
anche nell’ammontare complessivo dei CFU in base ai quali si definisce l’importo dei contributi
universitari corrisposti con la seconda rata;
- vengono registrati nella carriera dello studente e compresi nelle certificazioni rilasciate se superati

E’ possibile riclassificare un insegnamento da effettivo a soprannumero (che non comporta la necessità di


convalida dell’elemento nel contesto del Piano degli Studi) così come da soprannumero ad effettivo (che
comporta la necessità di convalida dell’elemento nel contesto del Piano degli Studi).

Ai fini dell’accesso al Corso di Laurea Specialistica/Magistrale, è prevista la possibilità di convalida degli


esami relativi ad insegnamenti anticipati in soprannumero sostenuti durante il Corso di Laurea (o anche solo
la convalida delle relative frequenze, con esonero della necessità di richiedere l’insegnamento nel Piano
degli Studi del corso di Laurea Specialistica/Magistrale).

Corsi di Laurea Specialistica/Magistrale


Per i Corsi di Laurea Specialistica gli studenti degli anni successivi al primo sono tenuti ad inserire solo gli
insegnamenti/attività formative necessari al completamento del Piano degli Studi (gli studenti della Facoltà
di Architettura devono reinserire anche i Laboratori che non sono stati superati).

21
Cap. 4 - Attività didattiche, esami e valutazioni
Organizzazione dell’anno accademico
L’anno accademico è costituito da due semestri, ciascuno dei quali prevede:
- due periodi, di sette settimane (emisemestri) dedicati alla didattica frontale (lezioni, esercitazioni, attività di
laboratorio) seguiti ciascuno da almeno una settimana di interruzione
- una sessione d’esame al termine del I semestre
- una sessione d’esame al termine del II semestre
- una sessione d’esame a settembre.

I calendari accademici sono predisposti distintamente dalle Facoltà di Ingegneria, dalle due Facoltà di
Architettura e dalla Facoltà del Design e sono disponibili dal sito: www.polimi.it/didattica --> calendario
accademico, e distribuiti presso le Segreterie Studenti.

Esami di profitto
I crediti (CFU) corrispondenti a ciascuna attività formativa svolta dallo studente sono acquisiti con il
conseguimento di valutazione positiva e votazione.
Sono attribuibili senza votazione i crediti corrispondenti alle attività formative riconosciute e convalidate dai
Consigli di Corso di Studio.

Tipologia e finalità delle prove di valutazione


Le prove di valutazione della preparazione degli studenti si distinguono in:

ƒ prove di accertamento delle conoscenze richieste per l’accesso


ƒ verifiche relative ai singoli insegnamenti
ƒ prove di accertamento o conoscenza relative ad altre attività didattico formative teoriche o pratiche
ƒ prova finale per il conseguimento del titolo di studio

Generalmente, per ogni insegnamento/attività formativa di un Corso di Laurea viene offerta la disponibilità di
almeno di tre appelli d’esame in tre sessioni diverse; per ogni insegnamento di un Corso di Laurea
Specialistica/Magistrale può essere offerta la disponibilità anche di cinque appelli d’esame nell’arco di un
anno accademico.

Valutazione del profitto


Le modalità di verifica del profitto sono indicate nel programma ufficiale dell’insegnamento, approvato dalle
competenti strutture didattiche. Queste sono anche rese note dal Docente all’inizio del Corso, il quale
specifica:

- l’eventuale obbligatorietà di frequenza a lezioni e/o esercitazioni e/o laboratori


- la tipologia e l’eventuale obbligatorietà di partecipazione a prove in itinere, nonché l’effetto sulla
valutazione finale dei risultati conseguiti
- l’eventuale obbligatorietà di una prova finale
- la tipologia della prova d’esame
- i criteri per la formazione della valutazione

Il docente formula una valutazione finale così articolata:


- Promossi, con assegnazione di un voto
- Rimandati ad una successiva valutazione, in altra sessione
- Riprovati, qualora non abbiano ottemperato agli obblighi relativi alla frequenza e alla partecipazione
alle prove in itinere. In questo caso, sulle Lauree Triennali, la frequenza all’insegnamento decade.
La votazione è espressa in trentesimi e l’esito si considera positivo se è almeno pari a 18/30.
Ove venga conseguito il voto massimo, può essere concessa la lode. Quest’ultima non ha rilevanza
numerica nel calcolo della media delle votazioni; può essere valutata, diversamente a seconda della Facoltà,

22
ai fini del punteggio di ammissione alla prova finale/esame di Laurea o in sede di determinazione del voto di
laurea.
Lo studente ha il diritto di conoscere, su richiesta, le motivazioni della valutazione. Nel caso di valutazione
positiva, ma prima della verbalizzazione, lo studente può eventualmente rifiutare la stessa e quindi iscriversi
ad una successiva sessione, ove prevista.
Non è consentito sostenere nuovamente un esame/prova di valutazione finale se è già stato verbalizzato
con un esito positivo.
La verbalizzazione della valutazione positiva assegna allo studente i CFU associati all'insegnamento.

La verifica della conoscenza della lingua straniera dell’Unione Europea è effettuata secondo le modalità
indicate nella Guida alla Lingua Inglese (www.polimi.it/guide).

Lo svolgimento e la valutazione dell’eventuale attività formativa di Tirocinio avvengono secondo le modalità


individuate dalla propria Facoltà (www.polimi.it/facolta - www.polimi.it/stage).

Modalità di iscrizione agli esami


Gli studenti che intendono sostenere appelli di esame, che comportano l’assegnazione di un voto, hanno
l’obbligo di iscriversi tramite la specifica funzione Webpoliself – Servizi personalizzati, entro i termini previsti.
Le date degli appelli a cui iscriversi, una volta rese disponibili dalle singole Facoltà, sono periodicamente
pubblicate sul portale www.webpoliself.polimi.it.
L’ attestato unico dell’ avvenuta iscrizione è la ricevuta rilasciata al termine dell’iscrizione.

Non è possibile iscriversi agli appelli oltre la scadenza fissata né utilizzando il sito
www.webpoliself.polimi.it , né presso la Segreteria Studenti.

Gli studenti che per motivi diversi (presenza di OFA, mancata iscrizione all’appello, precedenze non
osservate) non compariranno nell’elenco fornito al docente dalla procedura di iscrizione all’esame, non
potranno sostenere esami.

L’iscrizione agli appelli d’esame/prove di valutazione finali è sempre obbligatoria; l’iscrizione alle altre prove
di valutazione e alle prove intermedie (in itinere) non è normalmente richiesta, a meno di diversa indicazione
da parte del Docente responsabile dell’insegnamento o dell’attività formativa.

Le condizioni per essere ammessi agli esami di profitto/prova di valutazione, sono le seguenti:
- essere in regola con il pagamento della tassa di iscrizione e dei contributi universitari;
- aver inserito il relativo insegnamento/attività formativa nel Piano degli Studi;
- aver soddisfatto le eventuali propedeuticità obbligatorie;
- avere frequentato l’insegnamento/attività formativa, ove previsto l’obbligo e nelle modalità indicate;
- essere iscritto all’appello d’esame/prova di valutazione (in caso di mancanza della specifica funzione
di iscrizione all’esame a causa di istanza di passaggio/trasferimento in fase di valutazione, è
consentita l’iscrizione con la funzione di iscrizione libera)

Gli appelli del mese di febbraio relativi al primo semestre non possono essere utilizzati come appelli di
recupero di insegnamenti del I semestre relativi ad anni accademici precedenti; pertanto i laureandi con
Piano degli Studi completato, che si trovino in debito solo di quegli insegnamenti, per poterli utilizzare,
dovranno iscriversi al nuovo anno accademico.
L’iscrizione è prevista a condizioni agevolate (l’importo è di € 394,00).

Le sessioni d’esame immediatamente precedenti agli Appelli di Laurea/Laurea Specialistica non sono
sempre interamente utilizzabili dai laureandi in quanto i verbali d’esame dei laureandi devono essere
consegnati con alcuni giorni di anticipo rispetto alla data della Prova Finale, per i dovuti controlli
amministrativi pre Laurea.
Si invita a consultare il calendario accademico per conoscere le date ultime per la consegna dei verbali.

Modalità di registrazione delle valutazioni


Il sistema di verbalizzazione delle valutazioni (consuntivazione delle prove in itinere o degli appelli d’esame)
prevede i verbali elettronici.
Il Docente, dopo avere effettuato l’inserimento nello specifico software degli esiti delle prove degli studenti,
provvede alla pubblicazione dei risultati (nel luogo dell’esame, Dipartimento/Facoltà, ed eventualmente nel
sito specifico).
23
La pubblicazione delle valutazioni viene notificata agli interessati con messaggio inviato alla casella email
istituzionale indicando il termine entro cui potranno esercitare un’opzione rispetto alla valutazione ottenuta
(rinuncia al voto ottenuto, richiesta di visione delle prove scritte, richiesta di colloquio, ecc.).
Il mancato esercizio dell’opzione rispetto alla valutazione ottenuta è considerato come silenzio-
assenso. I docenti, una volta scaduto l’intervallo temporale, devono provvedere al consolidamento della
valutazioni.
In seguito si potranno consultare le valutazioni, registrate o in attesa di registrazione, attraverso i servizi
webpoliself personalizzati.

La registrazione nella Carriera dello studente della verifica positiva della conoscenza della Lingua Inglese e
del positivo svolgimento del Tirocinio è effettuata dalla Segreteria Studenti in seguito alla presentazione da
parte dello studente della certificazione (l’esito della prova di inglese mediante TENG in Ateneo è accertato
d’ufficio).

Recupero O.F.A
I Test di recupero degli OFA, differenziati a seconda della Facoltà di appartenenza dello studente e dell’anno
di immatricolazione in cui sono stati attributi (OFA TEST, OFA TOL, OFA MATEMATICA, OFA INGLESE-
TENG, TENG, OFA TOTALI), si svolgono di norma almeno una volta al mese.
In ogni caso lo studente non può partecipare al Test specifico per più di una volta al mese.
L’iscrizione al Test è sempre gratuita e si effettua utilizzando la specifica funzione attivata all’interno dei
servizi webpoliself personalizzati.

Modalità di assolvimento per gli immatricolati dall’A.A. 2008/2009

Facoltà di Ingegneria
Si possono assolvere OFA totali o parziali, sostenendo positivamente una delle seguenti tipologie di Test:

OFA TEST
ripetizione della sezione TEST del TOL (sezioni di Logica, Matematica e Statistica, Comprensione Verbale,
Fisica); lo devono sostenere gli studenti che hanno raggiunto il punteggio minimo (24/30) nella sezione di
Inglese del TOL

OFA TOL
ripetizione dell’intero TOL, compresa la sezione di Inglese; lo devono sostenere gli studenti che non hanno
raggiunto il punteggio minimo (24/30) nella sezione di Inglese del TOL

OFA INGLESE
si assolve superando la sezione di Inglese in una delle sessioni specifiche del Test (denominate OFA
Inglese - TENG o similari) con punteggio minimo 24/30 oppure consegnando certificazione di conoscenza
della lingua Inglese a livello B1 del CEF, tra quelle previste dall’Ateneo (vedi Guida alla Lingua Inglese)

Facoltà di Architettura e del Design e Corso di Laurea a ciclo unico in ingegneria Edile-Architettura

Si possono assolvere tenendo presente le seguenti modalità per ciascuno degli OFA specifici attribuiti:

OFA MATEMATICA
si assolve o con il superamento del Test specifico predisposto dal Docente del Corso di recupero di
Matematica previsto al termine dello stesso Corso; o con il superamento di un esame del settore scientifico-
disciplinare MAT/; oppure sostenendo positivamente la specifica sezione di Matematica attraverso uno dei
Test periodicamente organizzati dall’Ateneo

OFA INGLESE
si assolve superando la sezione di Inglese in una delle sessioni specifiche del Test (denominate OFA
Inglese - TENG o similari) con punteggio minimo 24/30 oppure consegnando certificazione di conoscenza
della lingua Inglese a livello B1 del CEF, tra quelle previste dall’Ateneo (vedi Guida alla Lingua Inglese)

OFA DISEGNO
è attribuito solo agli immatricolati alla Facoltà del Design; le modalità di superamento sono stabilite dalla
stessa Facoltà (www.design.polimi.it); indicazioni sono presenti nel Regolamento didattico dell’anno di
immatricolazione.

24
Modalità di assolvimento per gli immatricolati fino all’A.A. 2007/2008

Facoltà di Ingegneria

OFA MATEMATICA
superamento della sezione di Matematica in una delle sessioni di Test online di recupero

OFA INGLESE
superamento della sezione di Inglese in una delle sessioni di Test online (OFA Inglese - TENG o similari)
conseguendo un punteggio minimo di 18/30 oppure consegnando certificazione di conoscenza della lingua
inglese a livello B1 del CEF, tra quelle previste dall’Ateneo (vedi Guida alla Lingua Inglese)

OFA TOTALI
superamento dell’intero Test in una delle sessioni online di recupero; gli studenti che hanno superato
soltanto la sezione di inglese dovranno ripetere tutto il test TOL compresa la sezione di inglese

1) gli studenti immatricolati fino all’A.A. 2004/2005 possono avere solo OFA di Matematica, assolti con
superamento di un esame del settore scientifico-disciplinare MAT/-- oppure con il superamento della
sezione di Matematica in una delle sessioni di test online
2) gli studenti che hanno chiesto passaggio da un Corso D.M. 509/99 allo stesso Corso attivato con il D.M.
270/04:
- avranno automaticamente l’eliminazione degli eventuali OFA di Matematica residui
- se hanno superato la sezione di Inglese con un numero di risposte esatte compreso tra 18 e 23
avranno la conferma dell’assolvimento OFA di inglese e verrà registrata la prova di lingua in carriera;
inoltre non dovranno superare il “TENG laureandi” per essere ammessi all’appello di Laurea di primo
livello.

Facoltà di Architettura e del Design e Corso di Laurea a ciclo unico in ingegneria Edile-Architettura

OFA MATEMATICA
superamento dello specifico test predisposto dal Docente al termine del Corso di recupero oppure
superamento di un esame del settore scientifico-disciplinare MAT/-- oppure superamento della sezione di
Matematica in uno dei Test periodicamente organizzati dall’Ateneo

OFA INGLESE:
superamento della sezione di Inglese in una delle sessioni di test online (OFA Inglese - TENG) conseguendo
punteggio minimo di 18/30 oppure consegnando certificazione di conoscenza della lingua Inglese, tra quelle
previste dall’Ateneo a livello B1 del CEF (vedi Guida alla Lingua Inglese).
Questo debito si può presentare solo agli studenti immatricolati a partire dall’anno accademico 2006/2007.

25
Lingua straniera
Con l’applicazione del D.M. 270/04 la verifica della conoscenza della lingua inglese, ad un livello almeno pari
al B1 del CEF (Common European Framework), costituisce un prerequisito di accesso ai corsi di Laurea e
viene effettuata all’atto del sostenimento del Test di Ingresso.
Il mancato superamento della sezione di Inglese determina l’attribuzione di obblighi formativi aggiuntivi
(OFA) e comporta l’impossibilità di poter accedere alle frequenze di insegnamenti offerti negli anni successivi
al primo.
Gli OFA possono essere colmati tramite il superamento di una specifica prova interna al Politecnico,
denominata OFA Inglese – TENG, rispondendo esattamente ad almeno 24 quesiti, oppure tramite la
presentazione di una delle certificazioni indicate nella Guida alla Lingua Inglese.

Gli studenti immatricolati fino all’A.A. 2007/2008 (D.M. 509/99), tuttora con OFA di Inglese, possono
assolverli rispondendo esattamente ad almeno 18 quesiti della specifica prova interna al Politecnico, oppure
tramite la presentazione di una delle certificazioni indicate nella Guida alla Lingua Inglese.
In qualsiasi momento della carriera, purché entro il termine ultimo previsto per l’ammissione allo specifico
appello di Laurea/prova finale, è necessario acquisire i CFU relativi alla lingua inglese, rispondendo
esattamente ad almeno 24 quesiti o tramite la presentazione di una delle certificazioni di cui sopra.
La prova di lingua inglese non deve essere inserita nel Piano degli Studi.

Per quanto concerne i Corsi di Laurea Specialistica/Magistrale la conoscenza della lingua inglese, ad un
livello almeno pari al B2 del CEF, è prerequisito di accesso, ed è accertata tramite la presentazione di una
delle certificazioni indicate nella Guida alla Lingua Inglese; per alcuni Corsi di Laurea
Specialistica/Magistrale è richiesta la conoscenza a livello C1.
In mancanza di tale certificazione non sarà possibile procedere all’immatricolazione.

Tutte le informazioni sulle modalità dell’accertamento della conoscenza della lingua inglese, sugli enti gestori
della prova e sulle possibilità di preparazione per l’esame, sono indicate nella Guida alla Lingua Inglese su
www.polimi.it/guide.

Tirocinio

Le attività di tirocinio sono presentate nell’offerta formativa con un percorso specifico e caratterizzante il
Corso di studio; i CFU relativi al tirocinio devono essere inseriti nel Piano degli Studi e partecipano al totale
di CFU rilevanti per la determinazione dell’importo della seconda rata di tasse e contributi; nel caso lo
svolgimento del tirocinio e l’acquisizione dei CFU associati non sia avvenuto nell’anno accademico di
inserimento nel Piano degli Studi, l’attività non deve essere reinserita nel Piano degli Studi dell’anno
accademico successivo.

Ove sia considerata attività formativa obbligatoria, può essere prevista dalla Facoltà la possibilità di
sostituirla con un’attività alternativa di laboratorio progettuale e/o seminari e/o corsi mirati ad acquisire
conoscenze utili per l’inserimento nel mondo del lavoro.
La registrazione in carriera dello svolgimento positivo del tirocinio, può prevedere una delle seguenti
modalità:
- nel caso il tirocinio sia previsto come quota parte di un insegnamento, viene verbalizzato con un unico voto
- nel caso il tirocinio sia considerato come attività formativa, viene effettuata una convalida senza voto e
pertanto non concorre alla determinazione della media delle votazioni utile per la votazione finale di Laurea.

La gestione dei tirocini viene effettuata dal Career Service Stage del Politecnico di Milano (Piazza Leonardo
da Vinci 32 - atrio del Rettorato - piano terra) ed è supportata dai Docenti referenti per i diversi Corsi di
studio.
Per ulteriori informazioni: www.polimi.it/stage email: stage@polimi.it
Si invita a consultare anche il sito di Facoltà: www.polimi.it/facolta.

26
Mobilità studentesca e riconoscimento di studi compiuti all’estero
Il Politecnico di Milano offre ai propri studenti l’opportunità di partecipare a progetti internazionali di qualità
elevata, basati su programmi comuni e accordi stipulati con numerose istituzioni partner.

Ogni anno circa 700 studenti stranieri e altrettanti del Politecnico partecipano a programmi di mobilità
internazionale.

Gli studenti selezionati per un programma specifico hanno la possibilità di arricchire il loro curriculum
accademico trascorrendo un periodo presso un’Istituzione partner presso cui esista un sistema di crediti
facilmente riconducibile al sistema ECTS, acquisendo in tal modo crediti completamente riconosciuti dal
Politecnico di Milano.
Il riconoscimento preventivo del programma di studi da effettuarsi all’estero e la determinazione dei crediti
acquisibili a seguito dello svolgimento delle relative attività è affidato alle competenti strutture didattiche.

Diverse sono le opportunità offerte:


o periodo di studio nell'ambito di accordi Erasmus, Extra- UE o di programmi speciali
o lavoro di tirocinio presso aziende o laboratori universitari
o periodo (anno, semestre o metà semestre) per preparare un lavoro di tesi
o doppie lauree.

Per ottenere informazioni sulle diverse possibilità per studiare all’estero e per conoscere le condizioni, le
procedure e le modalità di partecipazione ai progetti internazionali, rivolgersi allo StuDesk (l’ufficio che si
occupa della mobilità studentesca internazionale) di riferimento della propria Facoltà.
(http://www.polimi.it/studenti/fai-unesperienza-allestero/).

27
Cap. 5 - Esame di Laurea
Ammissione all’esame di Laurea/Prova finale
Il titolo di studio è conferito a seguito del sostenimento della di Prova finale.
Per accedere alla Prova finale lo studente deve aver acquisito:
- i CFU richiesti dal relativo Regolamento didattico del Corso di studi, esclusi quelli attribuiti alla Prova
finale
- i CFU relativi al tirocinio curriculare, ove previsti nel Regolamento didattico
- l’ accertamento della conoscenza di una lingua dell’Unione Europea diversa dall’Italiano, secondo le
modalità riportate nella specifica Guida alla Lingua Inglese (www.polimi.it/guide).

Scadenze
I periodi di iscrizione all’esame di Laurea variano a seconda che si tratti di Laurea o di Laurea
Specialistica/Magistrale/Vecchio Ordinamento.
I Calendari degli appelli di Laurea sono disponibili sul sito istituzionale: www.polimi.it/didattica/esami Æ
esame di laurea e riportano:

- il termine stabilito per ogni appello per presentare la domanda mediante i servizi webpoliself
personalizzati
- il termine stabilito per ogni appello per superare le ultime prove di valutazione e conseguire i CFU
mancanti e la consegna dei verbali da parte dei docenti
- le date degli appelli di Laurea per sede e corso
- l’anno accademico di riferimento

Viene consentito l’accesso anticipato all’appello di laurea di dicembre 2009, considerandolo primo
appello dell’A.A. 2009/2010, ai laureandi dei Corsi di Laurea Specialistica/Magistrale che presentano un
Piano degli Studi per l’A.A. 2008/09 esclusivamente per:

- il completamento dei 120 CFU con l’inserimento della sola Prova finale (primo semestre)
- la modifica della sola posizione di insegnamenti presenti nel Piano completo (da soprannumero ad
effettivo e viceversa)

In questo caso, gli studenti saranno tenuti all’iscrizione all’A.A. 2009/2010, ma non al versamento della
seconda rata.
In caso di sola modifica della posizione degli insegnamenti da soprannumero ad effettivo e viceversa,
l’importo di prima rata sarà quello ridotto (pari a € 394,00).

Iscrizione
L’iscrizione all’esame di Laurea si effettua tramite la specifica funzione online su www.webpoliself.polimi.it
Æ Iscrizione appello di Laurea (attivata se lo studente è nelle condizioni di potersi laureare nell’anno
accademico).
Condizione preliminare per l’iscrizione è avere il Piano degli Studi convalidato completo di tutti i CFU
necessari per conseguire il titolo di studio (già acquisiti o da acquisire entro i termini previsti per ogni
appello); in esso devono essere compresi i CFU della Prova finale.

All’atto dell’iscrizione all’appello di Laurea il laureando dovrà:


ƒ compilare la domanda di Laurea
ƒ compilare il questionario sulla valutazione del percorso formativo, in forma anonima e destinato al
Ministero
ƒ compilare il Curriculum Vitae destinato all’Associazione Laureati del Politecnico di Milano per il
Career Service
ƒ stampare il bonifico per il pagamento della tassa di Laurea pari a € 78,91 composto dalle seguenti
voci:
- € 44,29 costo del diploma (Pergamena)
- € 20,00 contributo speciale per l’ammissione all’esame di Laurea
- € 14,62 imposta di bollo.

28
La stampa del bonifico è possibile anche successivamente, riaccedendo alla stessa funzione nei servizi
webpoliself personalizzati.

Nel caso in cui lo studente non sia in regola con il pagamento di tasse e contributi universitari, l’importo
includerà le eventuali tasse arretrate.
Alla conclusione della procedura online si consiglia di stampare la ricevuta di iscrizione.

Il termine di pagamento della tassa di corrisponde rigorosamente al termine previsto per la presentazione
della domanda di Laurea e deve essere effettuato presso un’agenzia della Banca Popolare di Sondrio (BPS)
o collegate.

Qualora lo studente decida di non presentarsi all’appello di Laurea, dovrà ritirare la propria domanda,
mediante Webpoliself servizi personalizzati.
Se la funzione fosse già disabilitata, poiché al di fuori dei termini previsti, la rinuncia dovrà essere
comunicata tempestivamente alla Segreteria Studenti.

Lo studente precedentemente ritirato, all’atto dell’iscrizione ad un nuovo appello di Laurea, sarà tenuto a
ripetere completamente la procedura di iscrizione nonché il pagamento della tassa di Laurea, diminuito della
voce corrispondente al costo del diploma già versato nella precedente iscrizione.

Solo ed esclusivamente per gli iscritti ad Ordinamenti antecedenti il D.M. 509/99 è prevista la consegna, o in
alternativa l’invio tramite fax, di copia del libretto universitario presso la Segreteria Studenti della propria
sede.

La Segreteria Studenti verifica l’idoneità di ciascuna domanda di Laurea al fine dell’ammissione alla Prova
finale, relativamente alla posizione amministrativa e all’assolvimento di tutti gli obblighi formativi necessari al
conseguimento del titolo.
Il laureando riceverà, concluso l’iter, una comunicazione nella sua webmail istituzionale di conferma della
preiscrizione all’appello di Laurea (lo status preiscrizione o iscrizione confermata è consultabile anche
accedendo ai servizi webpoliself personalizzati).
In caso di carenze o richieste di chiarimenti, il laureando sarà tempestivamente contattato dalla Segreteria
Studenti; in caso contrario deve ritenersi ammesso all’appello di prova finale.

La Segreteria Studenti comunica alle singole Facoltà di appartenenza l’elenco dei laureandi idonei, circa una
settimana prima della data dell’appello.
Le Facoltà, a loro discrezione, possono pubblicare l’elenco degli ammessi alla Prova finale all’interno della
Struttura di Presidenza della stessa Facoltà.
Le Facoltà hanno cura di organizzare le giornate di Laurea e pubblicare con specifici avvisi le informazioni
logistiche sugli appelli (aule e orari) e sulle relative proclamazioni, anche in periodi a ridosso della data di
svolgimento della prova finale (vedere www.polimi.it/avvisi e il sito di Facoltà www.polimi.it/facolta)

Elaborati di Laurea
Lauree triennali

Per le Facoltà di Architettura e Società, di Architettura civile e del Design le norme e le modalità per la
consegna tesi sono reperibili alle pagine del TeDOC nella sezione “Consegna Tesi”.
Si invitano i laureandi a prendere visione di eventuali informazioni e avvisi inerenti le sessioni di Laurea, gli
adempimenti, l'eventuale consegna della tesina, elaborato o progetto, sui siti dei Dipartimenti o delle Sedi (a
seconda del corso di laurea di appartenenza).
Non è prevista la consegna di tesine, elaborati o progetti alla Biblioteca Centrale di Ingegneria (sede
Leonardo, piazza Leonardo da Vinci 32) e alla Biblioteca Didattica di Ingegneria Bovisa (sede Bovisa, via
Lambruschini 15).

Lauree Specialistiche/Magistrali e Vecchio ordinamento

Per le Facoltà di Ingegneria, per le Facoltà di Architettura e Società, di Architettura civile e del Design le
norme e le modalità per la consegna tesi sono reperibili alle pagine del TeDOC nella sezione “Consegna
Tesi”

29
Si invitano i laureandi a prendere visione di eventuali informazioni e avvisi inerenti le sessioni di Laurea, gli
adempimenti e le date per la consegna della tesina, elaborato, o progetto, presso le Segreterie delle
Commissioni del Corso di Laurea di appartenenza (Dipartimenti, Sedi)
Per avere maggiori informazioni è necessario consultare:
http://www.polimi.it/studenti/concludi-i-tuoi-studi/esame-di-laurea/elaboratidilaurea

Tesi con controrelatore


I laureandi in Ingegneria che si laureano con tesi con controrelatore devono consegnare copia della tesi
anche alla biblioteca SBA di afferenza:
o corsi di Leonardo: Biblioteca Centrale Ingegneria - Leonardo
o corsi di Bovisa: Biblioteca Didattica Ingegneria - Bovisa
o corsi di Como: Biblioteca di Como
o corsi di Lecco: Biblioteca di Lecco

Informazioni sull’attività formativa di preparazione della Prova finale sono da richiedere al Docente relatore.
Informazioni sull’organizzazione della Prova finale sono da richiedere al Docente o alla Segreteria didattica o
alla Facoltà di appartenenza.
Informazioni sul materiale da consegnare e sulle regole di redazione e impaginazione sono da richiedere,
oltre al Docente, anche alla Segreteria didattica o alla Biblioteca in caso di Tesi.
Le richieste di assistenza tecnica per disporre di strumenti audiovisivi e attrezzature multimediali al fine di
presentare la tesi o l’elaborato dell’esame, sono da richiedere previa prenotazione a:
Sede Milano Leonardo email: SalaVideoAmpere@ceda.polimi.it, aulasO1@polimi.it
Sede Milano Bovisa email: SalaVideoDurando@polimi.it, SalaVideoLamasa@polimi.it

Svolgimento della prova finale e valutazione


In alcuni Corsi di studio possono essere richieste le seguenti attività preparatorie o integrative della Prova
finale, pur restando gli obblighi di iscrizione all’appello e le incombenze descritte in precedenza:
1) nel caso l’attività di preparazione alla Prova finale sia inclusa come quota parte di un insegnamento, viene
verbalizzato un unico voto.
2) nel caso sia tipicamente collegata all’attività di tirocinio ne conseguono due fasi distinte che prevedono:
- un’attestazione da parte del Docente tutor di completamento delle attività necessarie per l’ammissione
- la convalida dei relativi CFU previa valutazione, prima del sostenimento della Prova finale di Laurea.

Le modalità di organizzazione della Prova finale sono disciplinate dalle Facoltà.


La Prova finale è finalizzata ad accertare il raggiungimento degli obiettivi formativi qualificanti il Corso di
studio.
La valutazione conclusiva tiene conto dell’intera carriera dello studente all’interno del Corso di studio.
La votazione è espressa in centodecimi e l’esito si considera positivo se è almeno pari a 66/110.
Ove venga conseguito il voto massimo, può essere concessa la lode.
Le modalità per il rilascio dei titoli congiunti sono regolate dalle convenzioni che le determinano.

Le singole Facoltà possono regolare diversamente i criteri della valutazione conclusiva.


Nel sito di ciascuna Facoltà si può consultare lo specifico Regolamento dell’esame di Laurea/Prova finale
(eventualmente distinto tra Vecchio e Nuovo Ordinamento, Laurea o Laurea Specialistica/Magistrale); in
assenza sono contenute indicazioni nel Regolamento didattico del Corso di studi: www.polimi.it/facolta.

La votazione di partenza è la media ponderata delle votazioni riportate in tutte le valutazioni finali delle
attività formative utili, espresse con voto da 18 a 30; la media ponderata si ottiene mettendo in rapporto la
somma dei prodotti delle votazioni con i CFU associati, rispetto al totale dei CFU.
Generalmente ed eccetto specifiche regolamentazioni, la variazione della votazione di Laurea espressa in
centodecimi è effettuata tenendo conto dei seguenti limiti:
- per la Laurea può essere compresa tra -1 e +8;
- per la Laurea Specialistica/Magistrale (tenendo presente che non è considerata la votazione della
Laurea precedentemente conseguita, né di eventuali debiti):
ƒ da 0 a +8 per le Facoltà di Ingegneria e del Design;
ƒ da 0 a +10 per le Facoltà di Architettura e di Ingegneria Edile/Architettura.
Tutti i punteggi sono espressi in frazioni centesimali di punto, con arrotondamento al voto intero più vicino
(0,50 viene arrotondato per difetto).

30
I laureandi sono tenuti a presentarsi alla Prova finale nell’aula e ora indicata nello specifico avviso
predisposto dalla propria Facoltà e pubblicato nella bacheca avvisi del sito istituzionale e nel sito di Facoltà,
anche nell’imminenza del giorno dell’appello di Laurea.

Le Facoltà normalmente strutturano la giornata di Laurea in due periodi distinti:


- presentazione e discussione dell’elaborato di Laurea (o tesina) o della tesi; per alcuni Corsi di studio la
prova finale ha momenti di svolgimento e valutazione anche precedenti ma in ogni caso il laureando è
tenuto ad iscriversi regolarmente all’appello di Laurea e a presentarsi davanti alla Commissione di
Laurea
- proclamazione, momento in cui la Commissione enuncia ufficialmente il conseguimento del Titolo a tutti
i candidati; in molti casi ciò coincide con la comunicazione della votazione finale.

Il laureato potrà recarsi presso gli sportelli della Segreteria Studenti della propria Sede a richiedere le
certificazioni di Laurea utili (anche secondo le modalità alternative indicate nel capitolo successivo).
L’ emissione delle certificazioni di Laurea può avvenire una volta conclusa la procedura di verbalizzazione di
tutti gli appelli di Laurea della sessione relativa; ciò si può stimare in un tempo massimo di una settimana
dall’appello di Laurea.

31
Cap. 6 - Certificazioni
Certificazioni e documentazione
In ottemperanza al Decreto legislativo n. 196 del 30 giugno 2003 “Codice in materia di protezione dei dati
personali” i certificati vengono rilasciati esclusivamente all’interessato, oppure a terzi muniti di documento
d’identità in corso di validità, nonché di delega sottoscritta, accompagnata dalla copia del documento
d’identità dello studente richiedente.

Tutti i principali dati relativi alla carriera universitaria possono essere consultati tramite
www.webpoliself.polimi.it oppure richiesti alla Segreteria Studenti della propria sede.
I programmi attuali degli insegnamenti sono disponibili nel sito della Facoltà; copie dei programmi degli anni
accademici precedenti si possono reperire presso le Facoltà oppure presso il Dipartimento di afferenza del
Docente responsabile dell’insegnamento; i programmi non recenti sono disponibili presso le Biblioteche.

Le Segreterie Studenti rilasciano certificazioni in modalità informatizzata e con firma omessa, in conformità
alla legislazione vigente.
Possono essere richieste:
- certificazioni di frequenza (ovvero iscrizione all’anno accademico corrente) purché sia stato
effettuato il pagamento della prima rata delle tasse previste per l’iscrizione allo stesso anno
accademico;
- certificazioni sulla carriera, subordinate al regolare pagamento delle tasse e contributi
riferiti agli anni accademici di cui si certifica la carriera

Attestazioni di frequenza al singolo insegnamento/attività didattica o di partecipazione ad esami/prove


di valutazione sono invece rilasciate dal Docente responsabile o altrimenti presso la sua segreteria didattica
del Dipartimento di afferenza.

È possibile stampare in autonomia i certificati:

• Utilizzando www.webpoliself.polimi.it Æ Sevizi personalizzati Æ certificati e autocertificazioni.

Attualmente sono disponibili le seguenti tipologie di certificati: (entro l’anno si prevede di rendere
disponibili tutte le tipologie)

studenti iscritti:

ƒ di iscrizione relativo all’anno accademico corrente e agli anni accademici precedenti (in italiano)
ƒ delle tasse pagate in un anno solare ai fini della dichiarazione dei redditi (in italiano)
ƒ di iscrizione con l’elenco degli esami sostenuti con voti e date e/o media (in italiano)

laureati:

ƒ delle tasse pagate nell’anno solare ai fini della dichiarazione dei redditi (in italiano)
ƒ di laurea con e senza voto (in italiano)
ƒ di laurea con voto ed esami sostenuti (in italiano)
Selezionando la funzione “Dettaglio elenco esami” sarà possibile stamparlo:
- con voti
- con voti e date
- con voti, date e media
- senza date e voti

Inoltre è possibile ottenere moduli di autocertificazione personalizzabili precompilati con tutti i dati di carriera,
e che possono essere salvati su file nei formati .pdf e .rtf
Se la tipologia di certificato non è disponibile su www.webpoliself.polimi.it o se non è possibile accedere ad
internet è possibile richiedere i certificati:
• presso gli sportelli delle Segreterie Studenti personalmente oppure tramite terza persona munita
di documento d’identità in corso di validità e di delega sottoscritta, accompagnata dalla copia del
documento d’identità dello studente/laureato di cui si chiede il certificato (in questo caso il certificato

32
sarà consegnato al momento della richiesta. Per gli studenti degli Ordinamenti antecedenti al D.M.
509/99 per i quali i dati non sono stati informatizzati o nel caso di richiesta di particolari categorie di
certificati l’ elaborazione potrebbe richiedere qualche giorno);
• via fax allegando copia di documento d’identità dello studente/laureato di cui si chiede il certificato;
• via mail (utilizzando la casella di posta istituzionale) o tramite la form “Domande? FAQ e Commenti”
accedendo da www.webpoliself.polimi.it Æ servizi personalizzati, selezionando la voce
Certificazione/tesserino/diploma di Laurea Æ Richiesta Certificazioni / Restituzione Diploma di
maturità. Nel caso di utilizzo di un indirizzo email differente da quello fornito dal Politecnico di Milano
sarà necessario allegare la copia di un documento di identità del richiedente.
Nella richiesta si prega di specificare:
o tipo di certificato richiesto;
o numero di copie;
o modalità di consegna (via fax, indicando un numero al quale si desidera riceverlo; via mail, indicando
l’indirizzo se diverso da quello istituzionale; via posta, indicando l'indirizzo postale)

I certificati in bollo devono essere richiesti agli sportelli delle Segreterie Studenti, consegnando o inviando
una marca da bollo da € 14,62.

Le tipologie dei certificati rilasciati dal Politecnico di Milano sono:

laureati studenti iscritti

• di laurea con voto ed esami sostenuti: • di iscrizione relativo all’anno accademico


- con voti corrente e agli anni accademici precedenti (in
- con voti e date italiano e in inglese)
- con voti, date e media
- senza date e voti
(in italiano)
• di laurea e carriera scolastica (in italiano) • di iscrizione con elenco esami sostenuti con voti
e date (in italiano)
• di laurea con voto ed esami sostenuti con voti, • di iscrizione con esami sostenuti con voti, date e
date e media esami (in inglese) media (in italiano e in inglese)
• di laurea con carriera scolastica solo anni • di iscrizione con esami sostenuti e no e
regolari uso pensione (in italiano) completamento piano studi (in italiano)
• di laurea con voto ed esami sostenuti e non, • di iscrizione all’appello di laurea (in italiano)
divisi per anno accademico con voti e date (in
italiano)
• di laurea senza voto (in italiano) • unico per corsi singoli (in italiano)
• di laurea con voto (in italiano e in inglese) • di iscrizione con esami sostenuti e no con voti e
date suddivisi per anni di corso (in italiano)
• delle tasse pagate nell’anno solare ai fini della • di iscrizione con termine ultima sessione A.A. (in
dichiarazione dei redditi (in italiano) italiano)
• delle tasse pagate nell’anno solare ai fini della
dichiarazione dei redditi (in italiano)
• di iscrizione con carriera scolastica (solo per
Ordinamenti antecedenti D.M. 509/99 in italiano)
• di laboratorio sintesi finale (solo per vecchio
Ordinamenti antecedenti D.M. 509/99 in italiano)
• di iscrizione con completamento piano studi per
ammissione alla laurea/diploma (solo per
Ordinamenti antecedenti D.M. 509/99 in italiano)

Diploma Supplement
I laureati del Nuovo Ordinamento in base all’Ordinamento 509/99, possono stampare il Diploma Supplement
o scaricarlo in formato .pdf dall’apposita funzione all’interno dei servizi Webpoliself personalizzati,
selezionando la voce Certificato supplemento al diploma.

Il Diploma Supplement è una certificazione integrativa del titolo di studio conseguito e riporta, secondo un
modello approvato dal Senato Accademico e conforme a quelli adottati dall’Unione Europea, le principali
indicazioni relative al curriculum specifico seguito dallo studente per conseguire il titolo.

33
Fornisce la descrizione della natura-livello-contesto-contenuto-status degli studi effettuati e completati;
contiene solo dati ufficiali sulla carriera (con esclusione di valutazioni discrezionali), dichiarazioni di
equivalenza o suggerimenti relativi al riconoscimento e serve a rendere più trasparente lo stesso titolo,
facilitando la valutazione dei percorsi di studio e rendendo così più agevole il riconoscimento accademico e
professionale dei titoli italiani all’estero.
Tale certificato è redatto in lingua italiana e in lingua inglese.

Pergamena di Laurea
Il rilascio del titolo accademico in originale avviene con modalità distinte a seconda dell’Ordinamento di
appartenenza e della tipologia di Laurea:
- per i laureati del Vecchio Ordinamento (antecedente al D.M. 509/99) e per i Laureati del II livello
(D.M. 509/09 e D.M. 270/04) è prevista la spedizione, a mezzo raccomandata, all’ultimo recapito
indicato all’atto dell’iscrizione all’appello di Laurea; è prevista, unitamente alla spedizione della
pergamena, la restituzione del titolo originale o sostitutivo di istruzione secondaria di secondo grado
se consegnato all’atto dell’immatricolazione (può anche essere richiesto agli sportelli della
Segreteria Studenti presentandosi con valido documento d’identità o, nel caso di terze persone, con
delega in carta semplice e copia del documento d’identità in corso di validità dell’interessato)
- per i laureati di I livello (D.M. 509/09 e D.M. 270/04) il diploma di Laurea in originale deve essere
ritirato direttamente dall’interessato (o, nel caso di terze persone, con delega in carta semplice e
copia del documento d’identità in corso di validità dell’interessato) presso la Segreteria Studenti di
appartenenza.
Il costo della Pergamena è compreso nella tassa di iscrizione all’esame di Laurea.

In caso di smarrimento, furto o distruzione del titolo accademico in originale è possibile ottenere un
duplicato, previa richiesta formale agli sportelli della Segreteria Studenti competente in marca da bollo da €
14,62 intestata al Rettore del Politecnico di Milano e completa di tutti i dati anagrafici, data di Laurea,
indirizzo di recapito e numero telefonico, con in allegato:
- denuncia in originale rilasciata dal competente ufficio di Polizia dello Stato o dai Carabinieri nel caso
di furto o smarrimento;
- attestazione del versamento di € 120,00 effettuato a mezzo c/c postale n. 886200, intestato a
Politecnico di Milano Piazza Leonardo da Vinci 32 – 20133 Milano con causale: “Duplicato
pergamena di Laurea”.

Career Service - Associazione Laureati del Politecnico di Milano


Orario sportello: da lunedì a venerdì dalle 9.30 alle 13.30 – Atrio del Padiglione centrale del campus
Leonardo
P.zza Leonardo da Vinci, 32 – 20133 Milano
Tel.: 02.2399.3941 - 02.2399.2535
www.careerservice.polimi.it

Autocertificazione
In base al Testo unico della normativa sulla documentazione amministrativa D.P.R. n. 445 del 28 dicembre
2000, è possibile autocertificare presentando dichiarazione sostitutiva di certificazione (quindi senza
necessità di presentare successivamente il certificato) per:
- l'iscrizione in albi o elenchi tenuti dalla pubblica amministrazione
- il titolo di studio posseduto
- gli esami sostenuti
- la qualità di studente
In questi casi la firma non deve essere autenticata e le dichiarazioni sono utilizzabili solo nei rapporti con le
amministrazioni pubbliche (tutte le Amministrazioni dello Stato, compresi istituti e scuole di ogni ordine e
grado, istituzioni universitarie, aziende e amministrazioni dello Stato ad ordinamento autonomo, regioni,
province, comuni, camere di commercio e qualsiasi altro ente di diritto pubblico, enti pubblici economici,
imprese esercenti servizi di pubblica necessità e di pubblica utilità).
La Pubblica Amministrazione ha l'obbligo di accettarle, riservandosi la possibilità di controllo e verifica sulla
veridicità del loro contenuto.

Equipollenze
Nel sito del Ministero dell’Università e Ricerca www.miur.it/0002Univer/0751Equipo/index_cf2.htm si
possono consultare le equipollenze (fino ad ora dichiarate), tra titoli accademici italiani ai fini della
partecipazione ai concorsi pubblici.
Sono pubblicati: la tabella delle equipollenze tra Titoli accademici del Vecchio Ordinamento e i vari Decreti

34
interministeriali sulle equiparazioni dei diplomi di Laurea secondo il Vecchio Ordinamento alle nuove classi
delle lauree specialistiche.

Abilitazione professionale
Le certificazioni di abilitazione professionale, utili per:
- l’iscriversi nell’Albo dell’Ordine
- conseguire il Titolo di Ingegnere/Architetto
- esercitare la professione secondo la normativa vigente
si ottengono a seguito del superamento dello specifico Esame di Stato;
Per informazioni e iscrizioni rivolgersi a:
Politecnico di Milano - Area Formazione - Servizio Post Laurea - Esami di Stato
Via Bonardi, 2 - 20133 Milano
Sportello: dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle ore 12.00
martedì pomeriggio dalle ore 14.30 alle ore 16.00
Tel. 02.2399.2291/2280/2186
Fax 02.2399.2255
Email: esamidistato@ceda.polimi.it
Web: http://esasta.polimi.it

Tesserino universitario
Allo studente immatricolato viene rilasciato un tesserino universitario per l’utilizzo dei servizi di Ateneo
didattici, amministrativi e del diritto allo studio. La tessera non è valida come documento di identità.
Il tesserino viene normalmente spedito al domicilio dichiarato e successivamente dovrà essere attivato
attraverso la funzione “attivazione tesserino magnetico” dalla pagina www.webpoliself.polimi.it – Area
riservata.
Fatti salvi gli usi di cui sopra il tesserino non è valido come documento comprovante l’iscrizione all’Ateneo; è
richiesta la restituzione in Segreteria Studenti in caso di rinuncia agli studi o trasferimento esterno.
In caso di smarrimento o furto del tesserino magnetico è necessario richiederne il duplicato presso la
Segreteria studenti, consegnando l’apposito modulo disponibile sul sito www.polimi.it – Sevizi agli studenti -
modulistica

Servizi informatizzati
All’atto dell’immatricolazione, allo studente viene attribuita una matricola e una password per accedere a tutti
i servizi online su Webpoliself – Area Riservata.
Dalla propria pagina personale lo studente potrà:
- visualizzare e modificare i dati personali
- svolgere pratiche relative alla carriera (iscrizioni ad esami, cambi di Ordinamento, presentazione
Piano degli Studi, etc.)
- accedere alla Webmail per utilizzare l’indirizzo email assegnato dal Politecnico
- consultare la Bacheca Elettronica personalizzata

E’ fortemente consigliato cambiare e personalizzare la password assegnata.

Nel caso in cui lo studente smarrisca o dimentichi la password potrà richiederne la rigenerazione:
- personalmente agli sportelli della Segreteria Studenti della propria sede di Laurea oppure tramite
una terza persona munita di delega e copia del documento di identità;
- via fax alla Segreteria studenti della propria sede di Laurea, allegando copia di documento d’identità
in corso di validità e indicando un recapito telefonico/fax/mail

35
Contatti
Segreterie Studenti
Sito Internet
www.polimi.it –> servizi agli studenti
www.polimi.it –> accesso rapido Æ FAQ
www.como.polimi.it www.lecco.polimi.it www.mantova.polimi.it www.cremona.polimi.it
www.piacenza.polimi.it
Posta elettronica

Servizi Webpoliself personalizzati> domande e commenti


segreteria.studenti@como.polimi.it
segreteriastudenti.lecco@polimi.it
segreteriastudenti.mantova@polimi.it
segreteria@cremona.polimi.it
didattica.piacenza@polimi.it

Sportelli

Sedi di Milano: da lunedì a venerdì 9.30-12.30 (dalle 14.00 alle 16.00 su appuntamento telefonando al
Numero Verde 800.420.470)
- Leonardo, Facoltà Ingegneria e Architettura:
via Golgi, 42
- Bovisa,Facoltà Ingegneria:
via La Masa, 34
- Bovisa, Facoltà Architettura e Design:
via Durando, 10
Polo regionale di Como: da lunedì a venerdì 9.00-11.30, mercoledì 8.00-15.30 (verificare nel sito)
via Castelnuovo, 7 da lunedì a venerdì 14.00-15.30 su appuntamento
Polo regionale di Lecco: da lunedì a venerdì 9.00-12.00
via Marco d’Oggiono, 18/a
Polo regionale di Mantova: da lunedì a venerdì 10.00-13.00, pomeriggio 14.30-15.30 (escluso venerdì)
via Scarsellini, 2
Sede di Cremona: lunedì, martedì, giovedì, venerdì 9.00-12.00, mercoledì 9.00-16.30
via Sesto, 41
Sede di Piacenza: da lunedì a venerdì 9.00-12.00
via Scalabrini, 76
Fax
Sede Milano Leonardo
Capo Servizio 02.2399.2209
Ufficio Informativa e Pubblicazioni 02.2399.2256
Ufficio Ingressi 02.2399.6922
Ufficio Permanenze ed Uscite - Nuovo Ordinamento 02.2399.2188
Ufficio Permanenze ed Uscite - Vecchio Ordinamento 02.2399.2172
Ufficio Ingressi studenti stranieri 02.2399.2176
Ufficio Tasse ed esoneri 02.2399.2100
Sede Milano Bovisa - La Masa Facoltà di Ingegneria 02.2399.8098
Sede Milano Bovisa - Durando Facoltà di Architettura e di Design 02.2399.5608
Polo regionale di Como 031.3327432
Polo regionale di Lecco 0341.488731
Polo regionale di Mantova 0376.317026
Sede di Cremona 0372.567701
Sede di Piacenza 0523.356804

- Le richieste via fax devono essere firmate dall’interessato/a e accompagnate da copia di documento
di identità valido –

36
Telefono

Numero Verde 800.420.470 dal lunedì a venerdì ore 9.30 – 12.30:


rilascia informazioni di carattere generale; le informazioni di carattere personale vengono fornite
esclusivamente se richieste con le seguenti modalità che garantiscono la privacy dello studente interessato
- presso gli sportelli della Segreteria Studenti, personalmente o tramite terzi regolarmente delegati
- inviando richiesta firmata via fax all'ufficio competente, insieme a copia di documento di identità
valido
- scrivendo dall'applicazione "Domande e Commenti" all’interno dei servizi wepoliself personalizzati o
da www.webpoliself.polimi.it – area pubblica per utenti esterni
Polo regionale di Como
031.3327400/1/5/9
Polo regionale di Lecco
0341.488730/32/58
Polo regionale di Mantova
0376.317001/31 Sede di Cremona
0372.567703/04
Sede di Piacenza
0523.356875/02

Facoltà e Dipartimenti
Segreterie di Presidenza – Segreterie didattiche – COS – DICOS:
Per contatti e riferimenti consultare su www.polimi.it/didattica/ - > facoltà

37