Sei sulla pagina 1di 7

CRONOLOGIA IN BREVE DELLA GUERRA

PRIMA FASE DELLA GUERRA DEI CENT'ANNI (LA FIAMMINGA)

1337 NOVEMBRE - Il conte di Derby sbarca in Fiandra


1338 GENNAIO - Giacomo van Artevelde capitano generale di Gand .
LUGLIO Edoardo III sbarca ad Anversa
SETTEMBRE . Edoardo III proclamato vicario dell'Impero a a Coblenza.
1339 APRILE - Lega di Gand con le altre città fiamminghe -
OTTOBRE assedio di Cambriai, ma vi si rinuncia. Si avanza fino a Buironfosse, ma anche qui
avviene una successiva ritirata.
1340 GENNAIO - Edoardo III a Gand si proclama re di Francia
FEBBRAIO-GIUGNO rientro in Inghilterra di Edoardo III.
GIUGNO (24) Battaglia navale a Sluys.
LUGLIO l'assedio di Tournai fallisce.
SETTEMBRE (25) - Tregua di Esplechin.
NOVEMBRE (30) rientro in Inghilterra di Edoardo III.
1341 APRILE - Si apre il Parlamento . Muore Giovanni III di Bretagna: disputa per la
successione fra Giovanni Montfort e Carlo di Blois - Ludovico il Bavaro si accorda con Filippo
VI.
1342 Muore Papa Benedetto XII: Gli succede Clemente VI.
1342 (Ottobre)-1343 (Marzo). Edoardo III in Bretagna.
1343 Tregua di Malestroit.

SECONDA FASE (LA BRETONE-NORMANNA)

1345 Giovanni di Montfort fugge dalla prigione e presta omaggio per la Bretagna a Edoardo III
- (26 Maggio) Edoardo III dichiara la guerra
- (Luglio) Morte di van Artevelde
- (26 Luglio) Sbarco di Enrico di Lancaster conte di Derby in Guascogna
- (21 Ottobre) Battaglia di Auberoche
1346 (12 Luglio) Edoardo III sbarca a St-Vaast la Hougue
- Campagna del conte di Derby nel Poitou
- (13 Agosto) Edoardo III a Poissy
- (26 Agosto) Crécy

26 agosto 1346
Battaglia di Crécy
Durante la guerra dei cent'anni il piccolo esercito inglese di re Edoardo III annienta le forze
francesi di gran lunga maggiori, nella battaglia di Crécy, in Normandia. La battaglia, tra le
prime in cui gli inglesi utilizzarono i mortali archi lunghi, è considerata una delle più decisive
della storia. Caricando ripetutamente, la cavalleria francese cercò di penetrare oltre le file della
fanteria inglese, ma cavalli e cavalieri continuavano a cadere, falciati dalla spietata pioggia di
frecce. La battaglia segnò il tramonto della cavalleria nei conflitti europei, e l'ascesa
dell'Inghilterra tra le potenze mondiali. Da Crécy Edoardo marciò su Calais, che si arrese nel
1347.

- (4 Sett.) Inizio dell'assedio di Calais


- (17 Ottobre) Battaglia di Neville's Cross
1347 (4 Agosto) Resa di Calais
- (28 Settembre) Tregua di Calais (rinnovata fino al 1351)
- Il conte di Derby torna in Inghilterra
1348 Fondazione dell'Ordine della Giarrettiera - LA MORTE NERA
1350 (22 Agosto) Muore Filippo VI: gli succede Giovanni
TERZA FASE (L'AQUITANICA)

1351 Battaglia dei Trenta


1353 Ordinanza della Stapula
1355 Guerra nell'Artois
- (20 Settembre) Il Principe Nero sbarca in Guascogna
1356 (18 Giugno) Il Lancaster sbarca a La Hougue: guerra di Bretagna
- (19 Settembre) Battaglia di Poitiers
1357 (23 Marzo) Tregua di Bordeaux
- (Ottobre) Trattato di Berwick con David Bruce
1357 (Novembre) Liberazione di Carlo il Malvagio
1358 Principio di jacquerie
- (31 luglio) Morte di Stefano Marcel
1359 (Ottobre) Edoardo III sbarca a Calais
- (4 Dicembre) Edoardo III davanti a Reims
1360 (11 Genn.-Marzo) Edoardo III in Borgogna
- (1 Apr.-12 Apr.) Edoardo III davanti a Parigi
- (Maggio) Trattato di Brétigny
- (24 Ottobre) Trattato di Calais
1363 Filippo l'Ardito (terzogenito di Giovanni il Buono) duca di Borgogna
- Fuga di Luigi d'Angiò, secondogenito di Giovanni il Buono
1364 (Gennaio) Giovanni il Buono torna a Londra
- (8 Aprile) Giovanni il Buono muore a Londra: succede Carlo V
1365 (Marzo) Trattato d'Avignone fra Carlo V e Carlo il Malvagio
- (12 Aprile) Pace per la Bretagna
1366 Du Guesclin mette sul trono di Castiglia don Enrico di Trastamare
- (23 Settembre) Accordo fra Pietro il Crudele, il Principe Nero e Carlo il Malvagio
1367 (3 Aprile) Battaglia di Navarete
1367 (Ottobre) - 1368 (Gennaio) Tassazione delle terre aquitaniche

PRIMA FASE (SOTTO EDOARDO III)

1368 (Giugno) Appello dell'Armagnac al re di Francia


- (20 Novembre) Alleanza di Carlo V con don Enrico di Trastamare
- (Dicembre) Carlo V cita il Principe Nero
1369 Riconquista del Ponthieu e della Rouergue
- Spedizione del duca di Lancaster in Piccardia-Normandia
- (14 Marzo) Don Enrico vince Pietro e diventa definitivamente re di Castiglia
- (Maggio) Carlo V rompe le trattative con l'Inghilterra
- (3 Giugno) Edoardo III riprende il titolo di re di Francia
- (19 Giugno) Filippo l'Ardito duca di Borgogna sposa Margherita di Fiandra
- (15 Agosto) Morte della regina Filippa di Hainaut
1370 Spedizione di Knolles in Piccardia
- Knolles si ritira in Bretagna
- (4 Settembre) Vittoria di Du Guesclin a Pontvallain
- (19 Settembre) Massacro di Limoges
- (22 Settembre) Knolles davanti a Parigi
- (2 Ottobre) Du Guesclin connestabile
1371 Accordo tra Francia e Portogallo
- (Gennaio) Il Principe Nero torna in Inghilterra
- Riconquista del Poitou, 1371-1373.
1372 (Gennaio) Accordo fra Carlo V e l'imperatore Carlo IV
- (23 Giugno) Battaglia navale della Rochelle
- (Agosto) Fallita spedizione di Edoardo III
- (Settembre) Riconquista della Rochelle
1373 Occupazione francese della Bretagna
- Spedizione del duca di Lancaster da Calais a Bordeaux
1375 (27 Giugno) Tregua di Bruges
1376 (Aprile-Luglio) Il Buon Parlamento
- (8 Giugno) Morte del Principe Nero
1377 (17 Gennaio) Fine della cattività di Avignone
- (19 Febbraio) Wycliffe davanti ai vescovi
- (21 Giugno) Morte di Edoardo III: succede Riccardo II

(SECONDA FASE (SOTTO RICCARDO II)

1377 (21 Agosto) I Francesi occupano l'isola di Wight


1378 (Aprile) Urbano VI papa.
- (Aprile-Giugno) I Francesi occupano i castelli navarresi in Normandia
- (Giugno-Luglio) Il Lancaster assedia St. Malo
- (27 Luglio) Cherbourg consegnata agli Inglesi
- (20 Settembre) Clemente VII papa: inizio dello scisma
1379 Ribellione di Bretagna
1380 (20 Maggio) Trattative di Leulinghen
- (13 Luglio) Muore Du Guesclin
- (19 Luglio) Spedizione del Buckingham da Calais
- (Agosto) Giovanni di Vienna brucia Gravesend
- (16 Settembre) Muore Carlo V: succede Carlo VI
1381 (Giugno) Insurrezione dei contadini
- (8 Settembre) Rivolta di Béziers
1382 (Febbraio) Rivolta a Rouen
- (Marzo) Rivolta a Parigi
- (29 Novembre) Sconfitta dei Fiamminghi a Roosebeke
1383 Reazione in Francia
- Tregua di Leulinghen fra Inghilterra e Francia
(Febbraio) Campagna del vescovo di Norwich in Fiandra
1384 Pace di Tournai fra Gand e Filippo l'Ardito, duca di Borgogna e conte di Fiandra
1385 Spedizione di Riccardo II contro la Scozia
1386 Il Lancaster parte per la Castiglia
- Fallita spedizione francese in Inghilterra
- (Ottobre) Parlamento: « impedimento » del conte di Suffolk; commissione di controllo.
1387 (Dicembre) I lords appellanti
1388 (Febbraio-Giugno) Il Parlamento Spietato.
- (Agosto) Battaglia dell'Otterburn
1389 Tregua con la Francia e la Scozia
- (Maggio) Riccardo II si dichiara maggiorenne
1393-1394 Trattative di Leulinghen e di Boulogne: rinnovamento della tregua per 4 anni
1394-1395 Spedizione di Riccardo II in Irlanda
1396 (27 Ottobre) Incontro di Carlo VI e Riccardo II
1402 Invio di soccorsi francesi ai Gallesi
1403 Sconfitta navale degli Inglesi per opera dell'ammiraglio di Bretagna
- Luigi d'Orléans sfida Enrico IV
1404 Walleran de St. Pol, cognato di Riccardo II, e il duca di Orléans devastano le coste
meridionali dell'Inghilterra e l'isola di Wight
- Una flotta francese brucia Plymouth
1405 Invio di soccorsi francesi a Owen Glendower
1411 Enrico IV manda soldati al duca di Borgogna
1412 I duchi di Orléans, Borbone, ecc. (Armagnacchi) promettono ad Enrico IV la restituzione
dell'Aquitania
- Riconciliazione di Armagnacchi e Borgognoni
- Sbarco di Tommaso di Clarenza, figlio di Enrico IV, in Normandia
1413 Rivolta dei Cabochiens a Parigi
1414 Ambasceria inviata da Enrico V in Francia
1415 (23 Maggio) Trattato di Leicester fra Enrico V e Giovanni Senza-paura
- (Giugno) Ambasceria francese in Inghilterra

PRIMA FASE (NORMANDIA)

1415 (28 Luglio) Dichiarazione di guerra


- (7 Agosto) Trattato di Ypres fra Enrico V e Giovanni Senza-paura
- (13 Agosto) Sbarco in Francia
- (22 Settembre) Capitolazione di Harfleur
- (25 Ottobre) Azincourt
- (16 Novembre) Ritorno in Inghilterra
1416 (15 Agosto) Convenzione di Canterbury fra Enrico V e Sigismondo
- (6 Ottobre) Colloquio di Calais fra Enrico V e Giovanni Senza-paura
1417 (1 Agosto) Enrico V sbarca a Trouville
- (Agosto) Morte del delfino Giovanni: succede Carlo delfino
- (Agosto) Conquista di Caen
- (16 Settembre) Giovanni Senza-paura a Versailles
- (19 Settembre) Conquista di Bayeux
1418 (29 Maggio) Giovanni Senza-paura prende Parigi
- Morte del conte d'Armagnac
- (29 Luglio) Inizio dell'assedio di Rouen
- (26 Ottobre) Il delfino Carlo reggente di Francia.
1419 (19 Gennaio) Resa di Rouen
- (30 Maggio) Colloqui di Melun
- (29 Luglio) Accordo fra il Duca di Borgogna e il delfino Carlo
- Conquista di Pontoise
- (l0 Settembre) Giovanni Senza-paura assassinato a Montereau: succede Filippo il Buono duca
di Borgogna
- (2 Dicembre) Trattato di Arras fra Inghilterra e Borgogna.
1420 (21 Maggio) Trattato di Troyes
- (2 Giugno) Enrico V sposa Caterina di Francia.

SECONDA FASE (ISOLA DI FRANCIA E ANGIO')

1420 - Presa di Sens, Montereau, Melun


- (27 Dicembre) Enrico V parte da Parigi per la Normandia e l'Inghilterra
1421 (Gennaio) Bando del delfino Carlo
- (22 Marzo) Gli Inglesi sconfitti a Baugé
- (Giugno) Il Delfino assedia Chartres
- (Giugno) Ritorno di Enrico V: assedio di Meaux.
1422 (Giugno) Presa di Compiegne e Senlis
- (3) Agosto) Enrico V muore a Vincennes
- (Settembre-Novembre) Trasporto funebre da Vincennes a Londra
- (21 Ottobre) Morte di Carlo VI: Enrico VI e Carlo VII, ambedue re di Francia.

TERZA FASE (MAINE e ANGIO')

1422 Il Bedford reggente


1423 (17 Aprile) Colloquio di Amiens: il Bedford sposa Anna di Borgogna
- (31 Luglio) Sconfitta francese a Cravant
- (Settembre) Tregua fra Inghilterra e Scozia
- (Ottobre) Rinnovazione dell'alleanza Scozia-Francia.
1424 (Febbraio) Matrimonio e ritorno in Scozia di Giacomo I
- (17 Agosto) Sconfitta francese a Verneuil
- Spedizione del duca di Gloucester nello Hainaut
1425 (2 Agosto) Presa del Mans
- (7 Ottobre) Trattato di Saumur fra Carlo VII e il duca di Bretagna
- Lite fra l'arcivescovo di Winchester e il Gloucester; il Bedford in Inghilterra.
1427 (Febbraio) Il Bedford ritorna in Francia
- Gli Inglesi battuti a Montargis
1428 (7 Ottobre) Inizio dell'assedio di Orléans
1429 (12 Febbraio) Giornata delle Aringhe
- Rinnovo della tregua con la Scozia

QUARTA FASE (LA RISCOSSA SOTTO GIOVANNA D'ARCO)

1429 (23 Febbraio) Giovanna d'Arco arriva a Chinon


- (8 Maggio) Liberazione d'Orléans
- (18 Giugno) Patay
- I Francesi prendono Troyes
- (17 Luglio) Carlo VII coronato a Reims
- (26 Agosto) Giovanna d'Arco a St. Denis
1430 (Marzo) Seconda campagna di Giovanna d'Arco
- (20 Maggio) Il duca di Borgogna assedia Compiègne
- (23 Maggio) Giovanna d'Arco cade prigioniera delle forze borgognone comandate da
Giovanni del Lussemburgo. Carlo VII non fece nulla per riscattarla e il Beldford potè comprarla
da Giovanni del Lussemburgo per 10 mila lire tornesi.
1431 Insurrezione di Jack Sharp
- (30 Maggio) Morte di Giovanna d'Arco sul rogo; anzichè essere l'inviata di Dio fu accusata di
essere una strega.
- (17 o 18 Dicembre) Enrico VI coronato a Parigi

QUINTA FASE (LA RISCOSSA DEI PARTIGIANI)

1432 Presa di Chartres


1434 Insurrezione della Bassa Normandia
- (21 Giugno) Alleanza di Carlo VII con Sigismondo
1435 I Francesi prendono St. Denis
- (5 Agosto) Trattative di Arras
- (14 Settembre) Morte del Bedford
- (21 Settembre) Alleanza tra Carlo VII e il duca di Borgogna
- (Ottobre) Insurrezione del paese di Caux
- Dieppe, Harfleur, ecc. prese dai Francesi
1435-1444 La « scorticheria »
1436 Insurrezione nella Bassa Normandia
- (16 Aprile) I Francesi riprendono Parigi
- Assedio di Calais (fino al 31 Luglio)
- Spedizione del Gloucester in Fiandra
1437 (10 Ottobre) Presa di Montereau
1438 (Gennaio) Trattative di Gravelines
1439 Presa di Meaux
- Seconde trattative a Gravelines
1440 Trattative di Calais
- Liberazione del duca d'Orléans
1441 Presa di Creil e Pontoise
1442 Attacco francese alla Guyenne: presa di Tartas, St. Sévère, La Réole
- Enrico VI maggiorenne
1443 Spedizione del Somerset
1444 (28 Maggio) Tregua di Tours
1445 (21 Aprile) Enrico VI sposa Margherita d'Angiò
- Riforma militare francese
- (Luglio) Trattative di pace a Londra
1447-1448 Trattative per la consegna del Maine
1447 (28 Febbraio) Morte del duca di Gloucester
- Morte del cardinale Beaufort
1448 (15 Marzo) Estensione della tregua fino al 1450

SESTA FASE (la riconquista della Normandia e della Guyenne)

1449 (24 Marzo) Sacco (inglese) di Fougères


- (16 Maggio) I Francesi prendono Pont de l'Arche
- Presa di Conches
- (17 Luglio) Rottura della tregua
1449 (Agosto) - 1450 (Agosto) Riconquista della Normandia
1449 (29 Ottobre) Conquista di Rouen
1450 Morte del Suffolk
- (15 Aprile) Sconfitta degli Inglesi a Formigny
- (1° Giugno) Insurrezione di Jack Cade
- (Giugno) Assedio di Caen
1451 Attacco alla Guyenne
- (12 Giugno) Resa di Bordeaux
- (20 Agosto) Presa di Bayonne.
1452 (Ottobre) Talbot rioccupa Bordeaux
1453 (17 Luglio) Talbot battuto a Castillon
- (19 Ottobre) Presa definitiva di Bordeaux
(fine dei Cento Anni di guerra)

JACQUERIE
(28 maggio - 10 giugno 1358). Rivolta contadina in Francia che prese il nome da Jacques
Bonhomme, dispregiativo rivolto dai nobili ai rustici. Divampata nel Beauvaisis, vicino a Parigi, fu
soffocata a Mello dalle truppe di Carlo di Navarra. Seguì una repressione aristocratica altrettanto
sanguinosa. L'epicentro della rivolta fu l'^Ile-de-France, dove si collegò in parte all'azione del
prevosto dei mercanti di Parigi Etienne Marcel, ma il suo raggio d'azione si allargò dalla Piccardia
sino ad Auxerre. Fu un conflitto di classe spontaneo. Furono assaliti i nobili nei loro castelli, ma
non fu attaccato il re, né i suoi agenti o le sue fortezze. Il bersaglio principale, in un paese devastato
dalla guerra dei Cent'anni e dalle bande armate reduci dalla battaglia di Poitiers (1356), sembrò
essere non tanto il nobile in quanto tale, bensì la sua incapacità di svolgere uno dei compiti
fondamentali connessi al suo rango: quello di combattere con successo per difendere i laboratores.
Non si trattò nemmeno di una reazione alla miseria; il movimento toccò proprio le regioni più
ricche del bacino parigino, dove anche i contadini agiati subivano la quotidiana violenza dei
mercenari e l'onda lunga del marasma dei prezzi cerealicoli.

La peste nera
Una delle conseguenze della guerra dei cent’anni fu un’epidemia ovvero “ la peste nera”.
Essa durò quasi 5 anni dal 1347 al 1351 ed uccise circa un terzo della popolazione europea.
La peste nera ebbe origine ai piedi dell’Himalaya;qui il bacillo trovò condizioni climatiche e
biologiche ideali per impiaNtarsi stabilmente nelle colonie di roditori che popolavano quella zona.
Dell’Himalaya la peste sì propagò in Cina. In seguito il morbo raggiunse la colonia genovese
(1346), allora centro di commercio .A questo punto fu il commercio a favorire la diffusione
dell’epidemia che sì sparse per tutto il Mediterraneo, con effetti devastanti.
La malattia è provocata dal bacillo della peste, il Pasteurella Pestis, scoperto da Alexandre Yersin
nel 1894 durante un epidemia ad Hong Kong . I principali portatori di questa malattia furono i
roditori infettati dalla loro pulci.
Sì conoscono due vie di trasmissione del contagio: attraverso la pelle e attraverso i polmoni.
L’infezione contratta attraverso il morso della pulce porta la peste bubbonica,così detta perché sì
manifesta con comparsa di rigonfiamenti dei linfonodi e febbre altissima. I primi sintomi della peste
bubbonica sono cefalea, nausea, vomito, dolore articolare e generale sensazione di malessere. I
linfonodi inguinali o, meno comunemente, ascellari e del collo, diventano all’improvviso dolenti e
gonfi. La temperatura, accompagnata da brividi, sale a 38,5-40,5 °C. Il polso e la frequenza
respiratoria aumentano e il soggetto colpito è esausto e apatico. I bubboni si gonfiano fino a
raggiungere le dimensioni di un uovo. I colpiti da questo tipo di peste muoiono normalmente entro
una settimana dal contagio. Ma la forma più pericolosa è la peste polmonare che viene trasmessa
come il raffreddore per via aerea. Essa conduce quasi sempre alla morte entro uno o due giorni tra
atroci sofferenze. Tutti e due i tipi di peste colpirono le popolazioni europee. I sintomi di questa
peste nera che da noi si sono manifestati sono: febbre violenta, poi delirio, stupore, insensibilità. La
lingua e il palato illividivano, fetidissimo il fiato, il sudore, le deiezioni, insaziabile la sete. Alcuni
cadevano come di colpo. La medicina del tempo non aveva gli strumenti per spiegare e quindi
debellare la malattia. Nella lotta contro la peste i dottori del Medioevo sì affidarono ai grandi
medici del mondo antico. Secondo i medici la peste era causata da un’eccedenza di sangue che
indicava un processo di putrefazione entrasse nell’organismo attraverso l’aria o il cibo ingerito.
Per curare l’organismo sì raccomandavano salassi e clisteri.
La gente dell'epoca era impreparata ad affrontare la malattia; poiché si ignoravano le cause
scientifiche del contagio, si speculava molto sulle origini dell’epidemia, individuate da alcuni in un
inquinamento atmosferico agente attraverso un invisibile quanto letale miasma proveniente dal
sottosuolo, liberato da terremoti di cui si aveva avuto notizia. Le scarse cognizioni igieniche – la
presenza di fogne e immondezzai a cielo aperto era normale nelle città europee del Trecento –
favorivano la diffusione del contagio, soprattutto nelle aree urbane, dove i governi adottarono
sistemi per far fronte alla malattia, pur ignorando le cause reali. Oltre a incoraggiare l'adozione di
misure d'igiene personale particolarmente accurate, posero restrizioni ai movimenti di persone e
merci, prescrivendo poi l'isolamento dei malati o il loro trasferimento nei lazzaretti, l'immediato
seppellimento delle vittime in fosse comuni appositamente predisposte fuori dalle mura, e la
distruzione con il fuoco dei loro indumenti. Si diffusero rimedi empirici come bruciare erbe.
In tutta Europa la Chiesa e i moralisti in genere erano convinti che la peste nera fosse una punizione
divina per i peccati compiuti dall'umanità, e per questo predicavano la rinascita morale della
società, condannando gli eccessi nel mangiare e nel bere, i comportamenti sessuali immorali,
l'eccessivo lusso nell'abbigliamento.
La presenza della peste in Europa rimase endemica nei tre secoli successivi, per poi scomparire
gradualmente, da ultimo in Inghilterra, dopo la 'grande peste' del 1664-1666, per cause che
rimangono senza spiegazione.