Sei sulla pagina 1di 4

LETTERA ALLE FAMIGLIE

D E L L U N I T A PASTORALE DI

CAPEZZANO P.re - MONTEGGIORI - S. LUCIA


Via Sarzanese 147 - Tel. 0584 914007 - 347 64 66 961 e-mail: parrocchia.capezzano@alice.it

Visitateci sul Sito Internet: chiesacapezzano.org

N 645

23 FEBBRAIO 2014

VII SETTIMANTA DEL TEMPO ORDINARIO - LITURGIA DELLE ORE III SETTIMANA

SEMPLICEMENTE AMARE SEMPRE!


A volte pensiamo di essere buoni cristiani e uomini onesti perch amiamo la nostra famiglia, siamo buoni coi vicini e non facciamo male a nessuno... Ma Ges ci dice che questo lo fanno anche quelli che non hanno fede e ci propone un ideale di perfezione molto grande. Amore: tra le parole pi usate e tra le pi equivoche. Oggi l'amore pericolosamente svalutato. Quanti di noi, og gi, siamo disposti ad accettare volentieri le parole di Ges? Ma Ges proprio oggi ci parla del vero amore, dell'essenza del cristianesimo! Avete inteso quello che fu detto: occhio per occhio, dente per den te... La legge del taglione... Ma io vi dico: amate i vostri nemici... pregate per i vostri persecutori. Sono le cose straordinarie che Cristo richiede da un cri stiano. Cose straordinarie da fare in maniera ordinaria, ogni giorno! Se ci professiamo cristiani, e non parliamo il lin guaggio dell'amore, del perdono, della comprensione, della non violenza, noi diciamo il falso. Dobbiamo ridare all'amore la sua vera dimensione, sco prendone la bellezza, la grandezza e le esigenze. L'amore, forse, la prova pi difficile alla quale un cri stiano chiamato. Ma , anche, la testimonianza pi alta che possiamo dare della nostra fede. Ritorniamo ad amare! Impegniamoci a vivere concreta mente il grande comandamento di Cristo, se vogliamo co struire la civilt dell' Amore! Ges ci propone un ideale veramente grande, "nuovo", salvifico. Non vogliamo sentirci mai a posto pienamente, non vogliamo giustificarci o lasciarci andare alla mentalit e ai modi correnti del nostro tempo. Ges non ci dice cose facili, ma cose belle, profonde, che durano non pochi anni, ma per l'eternit, innovatrici e appaganti per chi le accoglie.

DA ALEPPO, SIRIA, CI SCRIVE SR. ARCANGELA


Carissimi amici di Capezzano, Con un cuore colmo di riconoscenza vengo ad informarvi che oggi ho ricevuto il generoso dono di 2.000 euro che ci avete mandato. A tutta la Parrocchia e a ciascuno in particolare dico mille grazie. La vostra solidariet mi commuove sempre di pi, perch sono sicura che per molti di voi frutto di sacrificio e di rinunzie conoscendo i disagi finanziari che state vivendo e malgrado questo il vostro spirito umanitario e missionario vi spinge a condividere con coloro che sono allo stremo, soffrono la fame e muoiano per non avere la possibilit di curarsi. La situazione non migliora, anzi peggiora sempre di pi. La conferenza di Ginevra stata un vero fiasco che ci ha deluso profondamente .... Si conclusa senza risultati ed servita ad armare in modo lecito e chiaro i fanatici ribelli, e a fare cadere pi vittime innocenti. Ad Aleppo la battaglia continua con scontri violenti lontani e vicini, le bombe cadono ovunque a tutte le ore della giornata e della notte seminando morti, feriti e distruzione. Ormai coabitiamo con la morte, la paura, langoscia e linquietudine. Con questo perseveriamo e resistiamo fin tanto che il Signore ci dona la forza di andare avanti per alleviare le sofferenze, asciugare le lacrime di coloro che lamentano la morte dei loro cari dando coraggio e un po di speranza ai cuori afflitti. Non stanchiamoci di continuare a pregare, affinch risuoni nella coscienza dei grandi di questa terra una voce che dica loro di decidere una volta per tutte di lasciare la Siria in pace !!! A nome della mia comunit e di tutti coloro che sono aiutati con il vostro contributo: i feriti della guerra, i malati e i tanti rifugiati che domandano sostegno per vivere, vi diciamo con gratitudine che il Signore ricompensi la bont del vostro cuore e vi conceda salute e serenit. Fraternamente vi saluto assicurandovi la mia preghiera Sr Arcangela

LA PECORA
Appena creata, la pecora scopr di essere il pi debole degli animali. Viveva con il continuo batticuore di essere attaccata dagli altri animali, tutti pi forti e aggressivi. Non sapeva proprio come fare a difendersi. Torn dal Creatore e gli raccont le sue sofferenze. "Vuoi qualcosa per difenderti?", le chiese amabilmente il Signore. "S". "Che ne dici di un paio di acuminate zanne?". La pecora scosse il capo: "Come farei a brucare l'erba pi tenera? Inoltre mi verrebbe un'aria da attaccabrighe". "Vuoi dei poderosi artigli?". "Ah no! Mi verrebbe voglia di usarli a sproposito". "Potresti iniettare veleno con la saliva", continu paziente il Signore. "Non se ne parla neanche. Sarei odiata e scacciata da tutti come un serpente". "Due robuste corna, che ne dici?". "Ah no! E chi mi accarezzerebbe pi?". "Ma per difenderti ti serve qualcosa per far del male a chi ti attacca...". "Far del male a qualcuno? No, non posso proprio. Piuttosto resto come sono". Siamo, in un certo senso, come piccoli animali senza nemmeno una pelliccia o denti aguzzi per difenderci. Ci che ci protegge non la cattiveria ma l'umanit: la capacit di amare gli altri e di accettare l'amore che gli altri vogliono offrirci. Non la nostra durezza a darci il tepore la notte, ma la tenerezza, che fa desiderare agli altri di scaldarci. La vera forza dell'uomo la sua tenerezza.
---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Sette cose caratterizzano l' ignorante e sette il sapiente. Il sapiente non parla davanti a chi gli superiore in scienza e in et; non entra nei discorsi degli altri; non si precipita a rispondere a una domanda; domanda a proposito e risponde per bene; tratta ordinatamente i vari argomenti; in quel che non sa, dice di non sapere e rende omaggio alla verit. Le caratteristiche opposte sono nellignorante.

CALENDARIO DELLA SETTIMANA


DOMENICA 23 FEBBRAIO Sante Messe: A Capezzano: Ore 7 - 9 - 11 Ore 10 A Santa Lucia - Ore 17 A Monteggiori Ore 14,30 Pomeriggio Insieme Ore 18,30 Gruppo Famiglie LUNEDI 24 Ore 9,15 Pulizia delloratorio e dei locali parrocchiali Ore 21Gruppi Giovanissimi Giovani MARTEDI 25 Ore 21 In ascolto della parola di Dio. N.B.: Portare la Bibbia o il Vangelo GIOVEDI 27 Ore 14,30 Festa di carnevale presso l Oratorio, se non piove VENERDI 28 Ore 17,30 Ora di Adorazione SABATO 1 MARZO Ore 14,30 Pulizia della chiesa Ore 16,30 Confessioni Ore 18 Santa Messa Festiva DOMENICA 2 MARZO Sante Messe: A Capezzano: Ore 7 - 9 - 11 Ore 10 A Santa Lucia - Ore 17 A Monteggiori Ore 15 - Celebrazione del sacramento del Battesimo
---------------------------------------------------------------------------------------------------

VIVONO NELLA GIOIA DELLINCONTRO CON DIO Don Lino Lari - Suor Teresina
--------------------------------------------------------------------------------------------------------------

DOMENICA 30 MARZO - GITA A P A V I A


Ore 6 Partenza da Piazza degli Alpini per la Certosa di Pavia - Pranzo a ristorante con ricco men - Visita alla citt di Pavia Quota di partecipazione 65,00 ( 10,00 come acconto) Per informazioni: Centro Missionario di Capezzano Pianore, sabato pomeriggio e domenica mattina. Tel. 0584 913617