Sei sulla pagina 1di 24

TRADING OBBLIGAZIONARIO

Il mix ideale
di investimento e speculazione

Milano, 30 Settembre 2009


Chi siamo: www.lupotto.it
Torino – Milano – Roma

2
Oggetto del trading obbligazionario
Selezionare e gestire nel tempo un paniere di
titoli obbligazionari in modo tale da:
1. Garantirsi un rendimento minimo soddisfacente
2. Generare con l’attività di trading un rendimento
aggiuntivo

Il rendimento minimo è predeterminato!

Rimane da gestire il rischio emittente

3
Obiettivi realistici di rendimento
Rendimento minimo + rendimento aggiuntivo
1. Rendimento minimo: scelto dal trader in base al momento di
mercato, all’orizzonte temporale e alla sua propensione al rischio
Esempio: 4% annuo. Più il valore è alto, più sarà difficile trovare obbligazioni adatte
per il trading. A valori più contenuti, corrisponderà maggiore scelta di titoli candidati
al trading
2. Rendimento aggiuntivo: dipende dal tempo dedicato dal trader e
dalla sua abilità. Un valore realistico all’inizio è il 3% annuo. (in
certi periodi anche 10% e più)

4% + 3% = 7%

Ottimo rapporto rendimento / volatilità

4
La volatilità dei rendimenti

5
La volatilità dei rendimenti

6
La volatilità dei rendimenti

5%

7
La volatilità dei rendimenti

7%

5%

8
I risultati reali – ultimi 18 mesi

9
I risultati reali – ultimi 18 mesi
9 mesi da 1/3/2008 a 31/12/2008

9 mesi da 1/1/2009 a 28/09/2009

10
Il rendimento a scadenza (YTM, TRES)
• Rendimento a scadenza:

• C = flussi di cassa ricevuti a ciascuna scadenza per cedole o rimborsi


parziali
• F = rimborso finale
• YTM = rendimento a scadenza

• Formula complicata e di difficile soluzione se


vogliamo ricavare YTM. Bisogna usare formule
computerizzate
• Il rendimento a scadenza può essere calcolato solo
per obbligazioni a tasso fisso o con cedole note fin
dall’emissione (Step-up, Step-down)

11
Il rendimento per le obbligazioni a TV

• Il metodo del TRES non si può applicare a queste


obbligazioni perché la cedola futura è incerta
• Allora bisogna usare un altro metodo di calcolo
che si chiama DM (discount margin)
• Il DM indica di quanto realmente un’obbligazione a
tasso variabile rende in più (o in meno) rispetto al
parametro di riferimento. Funziona con qualsiasi
parametro di riferimento (Euribor, BOT,
Inflazione...)

12
Il Discount Margin: esempi

• Una obbligazione che si compra oggi a 100, ha


cedole pari a Euribor3m + 0,40, e rimborsa dopo
un anno 100, ha un DM pari a 0,40
• Una obbligazione che si compra oggi a 99, ha
cedole pari a Euribor3m + 0,40, e rimborsa dopo
un anno 100, ha un DM pari a circa 1,40
• Una obbligazione che si compra oggi a 92, ha
cedole pari a Euribor3m + 0,40, e rimborsa dopo
5 anni e 3 mesi 100, ha un DM pari a:

13
Il rischio emittente: rating
Default rate cumulativi medi relativi alle obbligazioni corporate
(periodo: 1990/2007; valori in %; fonte: il Sole24Ore su dati Fitch)

1 anno 2 anni 3 anni 4 anni 5 anni

AAA 0,0 0,0 0,0 0,0 0,1

AA 0,0 0,0 0,0 0,1 0,2

A 0,0 0,2 0,4 0,5 0,6

BBB 0,3 1,0 2,0 2,9 3,5

BB 1,5 4,1 6,3 7,6 8,3

Con una opportuna diversificazione, il rischio emittente può essere


efficacemente contrastato (attenzione che il rischio varia nel tempo)

14
La selezione della watchlist
• Categorie di obbligazioni
• Mercato di quotazione
• Liquidità
• Trend
• Duration
• Volatilità giornaliera
• Rendimento minimo atteso

15
Categorie di obbligazioni candidate
• Obbligazioni a tasso fisso
♦ Tasso fisso costante
♦ Step-up e step-down
• Obbligazioni a tasso variabile
• Zero-coupon bonds
• Obbligazioni strutturate
• Obbligazioni convertibili

16
La strategia base per il trading obbligazionario
• A differenza del trading azionario, in cui i prezzi futuri sono del
tutto ignoti, il prezzo futuro di un’obbligazione, almeno alla data di
scadenza, è noto!
• Si tratta quindi di approfittare di errori di traiettoria del prezzo, che
ci sono sempre, e di definire una strategia adeguata.

17
La strategia base: un esempio

BTP 5% 1/8/2039

18
La strategia avanzata: arbitraggi

• Identificare due (o più) obbligazioni fra loro


correlate (stessa emittente, simile duration)
• Avranno di solito TRES e ASW molto simili
• Inserirle in portafoglio in parti uguali
• Quando il TRES delle due obbligazioni si discosta
significativamente, effettuare uno switch parziale
o totale dalla obbligazione con TRES inferiore a
quella con TRES superiore
• Riposizionare in parti uguali quando il TRES
inevitabilmente tornerà ad essere simile
• Ripetere l’operazione tutte le volte che si
presentano le condizioni di mercato

19
La strategia avanzata: un esempio

20
La strategia avanzata: un esempio

21
La strategia avanzata: un esempio

22
• 3 iniziative in favore dei partecipanti al Globalbond Day:
 Gratis il calcolatore dei rendimenti obbligazionari (YTM, DM)
 Check-up gratuito di Portafoglio (su appuntamento)
• Verifica se il portafoglio è in linea con gli obiettivi individuali
• Verifica del rischio di portafoglio
 Consulenza gratuita sullo Scudo Fiscale
♦ Da Lunedì 12 a Venerdì 16 Ottobre, dalle 9 alle 17
♦ Al numero 335-833-7595 risponderanno Esperti di Scudo
Fiscale per chiarire ogni dubbio sull’opportunità e sulle modalità
di adesione allo Scudo Fiscale 2009

23
Per ricevere il calcolatore dei rendimenti:
www.lupotto.it e cliccare
Contatti

Ho partecipato al
GlobalBond Day e chiedo
la spedizione del
calcolatore dei rendimenti
Codice 1431WE

24