Sei sulla pagina 1di 9

Ruba auto, tenta furto e poi rapina supermercato

A pagina sei www.libertasicilia.com

FONDATO NEL 1987 DA GIUSEPPE BIANCA

CRONACA

Celava in casa preziosi e orologi per 200 mila euro


i A pagina sei e mail redazione@libertasicilia.com

CRONACA

No a tassa cimiteriale
Tutti contro la proposta della Giunta di tassare i loculi
FLORIDIA

GIOVED20 2014 ANNO XXVII N. DIREZIONE Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 - FAX 0931 / 60.006 PUBBLICIT: PoligraficaS.r.l. S.r.l.via viaMosco Mosco51 51 Tel. Tel.0931 093146.21.11 46.21.11--Fax Fax0931 0931/ SABATO 17FEBBRAIO MARZO 2012 ANNO XXV N. 6440 DIREZIONE Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 - FAX 0931 / 60.006 -PUBBLICIT: Poligrafica / 60.006 0, 0,50 50

QUOTIDIANO DELLA PROVINCIA DI SIRACUSA

ECONOMIA

Una levata di scudi bipartisan


Quelle farmacie vicine

Levata di scudi contro la co-

A Floridia due farmacie nel

raggio di pochi metri, caso unico in Italia. Questo il titolo di un articolo pubblicato sulla stampa il 26 settembre scorso che racconta una vicenda che sa tanto di paradosso, e che diviene oggetto di uninterrogazione targata M5s indirizzata al presidente della Regione e allassessore alla Salute. Latto parlamentare, a firma del deputato Cinquestelle Stefano Zito, fa riferimento alla quinta sede farmaceutica del comune nel siracusano, gestita dal 2003 dalla titolare in gestione provvisoria. Ed ecco che, a seguito di successivo concorso pubblico, il gestore definitivo viene individuato.
A pagina sette

siddetta tassa sulo caro estinto. Da destra a sinistra, passando per il centro, non c persaona che non sia saltato in aria nellapprendere della proposta avanzata dallamministrazione comunale. A sollevare il caso il parlamentare nazionale del Pd, Pippo Zappulla: Prendo con sorpresa dalla stampa locale della decisione presa dal mio Sindaco di istituire una tassa sui servizi cimiteriali da addebbitare ai proprietari dei loculi del camposanto di Siracusa. Si tratta di un provvedimento che, se confermato.
A pagina cinque

POLITICA

Elezioni da ripetere La diffida di Gennuso


A pagina tre

No a macelleria sociale sui lavoratori della Sai 8

Non sono bastate cinque ore per completare lesame di Giuseppe

Raeli, il pensionato cassibilese, imputato alla sbarra per una serie di omicidi avvenuti tra Cassibile, Avola e Fontane Bianche. Malgrado vi fosse lo sciopero degli avvocati, ludienza in Corte dAssise si svolta ugualmente per il fatto che limputato detenuto non ha aderito allastensione dalle udienze. Lesame stato condotto dai pm Claudia DAlitto e Antonio Nicastro.
a pagina quattro

20 FEBBRAIO 2014, GIOVED

di Arturo Messina Al teatro Vasquez andato in scena il secondo spettacolo della presente stagione di prosa della Comica, la compagnia teatrale fondata e da sempre diretta da Enzo Firullo, affiancato dalla sempre pi pimpante moglie Elvira, che degna di essere meglio (ri)conosciuta come la Tina Pica aretusea perch tanto affine per figura, talento e temperamento alla indimenticabile attrice nazionale, tanto che non si sa se definirla teatralmente la spalla del protagonista oppure- meglio coniugalmente e artisticamente aderendo alla pi perfetta parit -la pi verace e autentica met di lui. Sia il primo (Natale in casa Cupiello) che questo (Quel simpaticone di mio figlio) diciamo che sono degli interessanti arrangiamenti delle corrispettive commedie napoletane: la prima larcinota commedia di Edoardo De Filippo, cavallo di battaglia di tante compagnie, anche amatoriali; la seconda non tra le pi note di Edoardo Scarpetta, ch ben pi note, di Scarpetta, sono, ad esempio, Miseria e nobilt, O scarfalietto, No turco napolitano, O caf chantant, e tante altre che furono per la maggior parte se non le versioni napoletane di lavori francesi di carattere pochardistico, giacch egli mirava unicamente a divertire lo spettatore, con qualsiasi mezzo, a qualsiasi costo. Tra i meriti che dobbiamo, quindi, attribuire a Enzo Firullo, come quello di aver sicilianizzato anche questa seconda commedia, come aveva fatto lo stesso Scarpetta napoletanizzando quelle francesi, dobbiamo sottolineare quello di aver fatto non solo conoscere una commedia scarpettiana che non era tra le pi apprezzate, ma di averne fatto una delle pi apprezzabili, innestando alla comicit (sempre pi accentuata pigiando ancor pi il piede sullumorismo e il farsesco, come fosse commedia delle maschere) quasi alla fine, una buona dose di sentimentale, che tanto piaciuta al buongustaio pubblico siracusano, accorso, del resto, numeroso ad applaudirlo. Cos aveva gi fatto in Natale in casa

e-mail redazione@libertasicilia.com Cronaca di Siracusa online nel mondo

SIRACUSA
Indire subito le elezioni nei due comuni della provincia di Siracusa in cui il Cga ha imposto la ripetizione del voto delle elezioni regionali del 2012. "Il presidente della Regione Crocetta indica subito le elezioni regionali a Pachino e Rosolini, dando seguito all'ordinanza del consiglio di giustizia amministrativa". Lex deputato regionale del Movimento per lautonomia, Giuseppe Gennuso), ha inviato una lettera diffida al governatore, al presidente dellArs, Giovanni Ardizzone, al direttore generale dellassessorato regionale alle Autonomie locali e per conoscenza al procuratore della Corte dei Conti, affinch si esegua la sentenza emessa dal Cga. La sentenza, che indice nuove elezioni per le Regionali del 2012,in sei sezioni di Pachino e tre di Rosolini, stata notificata ai vertici dellAssemblea regionale siciliana ed alla Presidenza, lo scorso 12 febbraio. Gli avvocati di Gennuso affermano che la sentenza (immediatamente esecutiva ai sensi dellart. 112 comma 1 del CPA) stata depositata in data 5 febbraio 2014 ed gi stata notificata; Che, a seguito di tale statuizione, la rinnovazione parziale delle elezioni rappresenta un atto

20 FEBBRAIO 2014 GIOVED

Gennuso diffida il Governatore

Prima riunione operativa per stilare il piano delle opere pubbliche

Sono in pagamento

Borse di studio in pagamento

Subito lindizione delle nuove elezioni regionali a Pachino e Rosolini, ha affermato lex deputato del Mpa
Gli avvocati di Gennuso aggiungono: Deve applicarsi lart. 3 dello statuto della Regione siciliana ai sensi del quale Il decreto di indizione delle elezioni deve essere pubblicato non oltre il quarantacinquesimo giorno antecedente la data stabilita per la votazione e pertanto, entro 90 giorni dalla pubblicazione della sentenza (avvenuta in 5.2.2014) e dunque entro il 06.05.2014 dovranno ripetersi le elezioni regionali nelle sezioni indicaelezioni a seguito di te nella sentenza del annullamento giuri- Consiglio di Giustizia amministrativa. sdizionale) .

Al teatro Vasquez la compagnia teatrale Comica ha deliziato il numeroso pubblico con la messinscena della sua seconda commedia
Cupiello, sottolineandovi in modo particolare il gi tanto stridente contrasto tra il drammatico dellagonia e il farsesco equivoco del protagonista che aveva scambiato lamante della figlia con il di lei marito. Molto, anzi moltissimo, ha contribuito a far da leva, anzi da volano, a tutta la commedia, linterpretazione che di Lucietta (la segretaria-assistente-fantesca-cameriera-consigliera del notaio-vedovo Cardillo, di cui egregiamente ha vestito i panni lo stesso riduttoreregista-protagonista Enzo Firullo) ha saputo dare la solita semi o toto protagonista Elvira Trombatore, che poi- altro che cameriera-segretaria!- la sua moglie legittima, fedelissima e felicissima. Ci anche perch il suo ruolo in questa commedia molto pi impegnativo e possiamo dire ininterrotto dal principio alla fine, per cui ha meritato gli applausi pi calorosi del folto e divertitissimo pubblico. Unaltra considerazione che spinge alla pi positiva valutazione sia della commedia scarpettiana che della regia e messinscena di Enzo Firullo quella che scaturisce da come stato affrontato, trattato, sviluppato e concluso il delicato problema del diverso, che gi dal nome, Lollo (che in siciliano vuol dire babbeo, menomato mentalmente) molto pi appropriato e significativo del semplice simpaticone, visto che suscita invece commiserazione... Altrettanto intelligentemente stato interpretato- ironia del caso!- da Salvo Amatore, che non ha affatto marcato sul registro delleffeminato, del maschio che maschio non , come lha invece interpretato scritto e reso sulla scena sullo stesso palcoscenico del Vasquez nellultimo spettacolo ospitato da La Nuova Scena, in La stranissima coppia, Diego Ruiz, non suscitando se non qualche pallido sorrisetto, molto probabilmente di commiserazione che di soddisfazione ed esaltazione Del resto, anche i nomi di diversi altri personaggi della commedia scarpettiana sono significativi, come Furioso, (al secolo Luca Di Natale) il tuttaltro che furente marito di Serena ( Valeria Calabr) che poi tanto serena non ma sa come dominare il povero marito: una delle coppie che ricorrono dal notaio. Oppure Sintina, la ricca zitella alla quale il notaio vuole nfrinzari lunico figlio, Lollo, dei problemi del quale non si reso affatto conto, se non quello di essere impertinente, spendaccione mangiafranco nullafacente, per cui licenzia la povera segretaria tutto fare, che pensa sia lui che voglia impalmarla. Sintina in siciliano vuol dire feccia, quindi peste, e simpaticamente pestifera, che positivamente vuol dire

Quel simpaticone di mio figlio


tutta pepe: ne linterprete Agnese Firullo, la figlia della coppia pi comica che si conosca, almeno nellambito teatrale aretuseo . Tali genitori tali figli: ugualmente brioso a 360 gradi Francesco Firullo che interpreta il ruolo di Arturo- non viene il sospetto che vi sia qualche riferimento al sottoscritto?- lastuto e briosissimo giovane cameriere che approfitta della situazione per ricavarne il suo utile. Caratteristica anche laltra coppia, quella interpretata da Sonia Bottaro nel ruolo di Sara e il sempre pi in canna Nuccio DAmbrogio, che fa ricordare i tempi in cui veniva a recitare al Vasquez il suo grande amico e grandissimo comico Antonello Puglisi. Una commedia, insomma, in cui tutti gli attori hanno a iosa trovato pane per i loro denti e ne hanno saputo trar profitto rendendola veramente una delle pi spassose cui i numerosi e non troppo facilmente accontentabili spettatori siracusani abbiano assistito e avuto loccasione di applaudire cos frequentemente e calorosamente. Peccato- come ha fatto notare lo stesso Firullo nellintervista che mi ha concesso alla fine dello spettacolo- che a Siracusa gli amministratori pensino a tuttaltro che a offrir loro (e agli altri ottimi filodrammatici) un contenitore ove pi frequentemente esibirsi!

In foto, lex deputato Pippo Gennuso.

di carattere vincolato (cfr. Consiglio di Stato n. 6975/11

e TAR Catanzaro n.914/11 in materia di ripetizione di

da oggi, in tutte le filiali Unicredit di Siracusa, le borse di studio relative agli anni scolastici 20092010 e 2010-2011. Si tratta di somme destinate a quelle famiglie bisognose che ne hanno fatto richiesta e che non abbiano superato lindicatore economico ISEE relativo agli anni in questione. Per ritirare la borsa di studio basta presentarsi negli sportelli bancari, muniti di documento di identit e codice fiscale. Questo il calendario dei pagamenti: mercoled 19/2: dalla lettera A alla lettera F gioved 20/2 : dalla lettera G alla lettera Q venerd 21/2 : dalla lettera R alla lettera Z luned 24 e mercoled 26 dalla A alla L marted 25 e venerd 28 dalla M alla Z

Autosport

S.r.l. C.da Targia 18 Siracusa Tel.0931 759918

autosport.toyota.it

Yaris Hybrid Lounge E 15.950. Prezzo promozionale chiavi in mano (esclusi I.P.T. e Contributo Pneumatici Fuori Uso PFU ex DM n. 82/2011) valido fino al 28/02/2014 con il contributo della Casa e dei Concessionari Toyota. Auris Hybrid Active ECO prezzo di listino 23.450 E (inclusa IVA, esclusi I.P.T. e Contributo Pneumatici Fuori Uso PFU ex DM n. 82/2011). Ecoincentivo Toyota senza rottamazione o permuta: 4.000 E inclusa IVA con il contributo della Casa e del concessionario. Prezzo promozionale E 19.450. Offerta valida fino al 28/02/2014. Immagine vettura indicativa. Valori massimi: consumo combinato 27 km/l, emissioni CO2 85 g/km.

20 FEBBRAIO 2014 GIOVED

20 FEBBRAIO 2014 GIOVED

I lavoratori della Sai 8 non saranno macelleria sociale


Era chiaro che saremmo arri-

La sfida del sindacato che ieri mattina ha tenuto unassemblea del personale dipendente

Tutti contrari alla proposta avanzata dallamministrazione comunale siracusana

Mario Rizzuti suona la carica e chiede al prefetto Gradone di convocare tutte le parti interessate per tentare di risolvere lintricata vicenda

Chiediamo con forza allAmministrazione comunale dichiarano Salvo Sorbello e Salvo Castagnino- di ritirare il provvedimento
Levata di scudi contro la cosiddetta tassa sulo caro estinto. Da destra a sinistra, passando per il centro, non c persaona che non sia saltato in aria nellapprendere della proposta avanzata dallamministrazione comunale. A sollevare il caso il parlamentare nazionale del Pd, Pippo Zappulla: Prendo con sorpresa dalla stampa locale della decisione presa dal mio Sindaco di istituire una tassa sui servizi cimiteriali da addebbitare ai proprietari dei loculi del camposanto di Siracusa. Si tratta di un provvedimento che, se confermato, paleserebbe una serie di incongruenze su cui non posso tacere, nonostante l'inequivocabile sostegno all'amministrazione guidata da Garozzo. La prima incongruenza riguarda la tipologia del balzello che andrebbe a colpire un luogo sacro per i siracusani gi comunque colpiti dalla pressione fiscale e sfiniti dalla devastante crisi economica ed occupazionale. La seconda incongruenza riguarda il comportamento per lo meno singolare di Giancarlo Garozzo che, solo due anni or sono, da capo dell'opposizione come capogruppo del Pd, vinse una battaglia proprio contro la proposta di istituire questa tassa da parte del gi assessore competente Boscarino. Appendo, inoltre, che la tassa che vorrebbe oggi imporre la nuova compagine amministrativa sarebbe triplicata rispetto a quella paventata e poi non applicata dalla giunta Visentin. Ammetto che il Sindaco ha tutto il diritto di cambiare opinione sui provvedimenti amministrativi, ma credo che su certe questioni Giancarlo Garozzo dovrebbe coinvolgere con maggiore spirito collaborativo il suo partito e la coalizione che sostiene la sua giunta. Ed in ogni caso lo invito a soprassedere rispetto all'applicazione di tale balzello per i motivi accennati in precedenza, intraprendendo una fase di riflessione che accolga i contributi dei consiglieri del suo partito e delle altre compagini che sostengono la maggioranza". Chiediamo con forza allAmministrazione comunale dichiarano Salvo Sorbello, coordinatore provinciale di Articolo 4 e Salvo Castagnino, consigliere comunale di Nuovo Centro Destra di ritirare

Tassa sul caro estinto: levata di scudi bipartisan

vati a questa condizione. La situazione diventata insostenibile in quanto la curatela ha difficolt economica a continuare lesercizio della gestione della Sai 8. In aquesti termini si esprime Mario Rizzuti, segretario provinciale della Filctem, il quale ha tenuto unassemblea davanti agli uffici della Sai 8 insieme al personale dipendente. La partita economica molto irrisoria - spiega Rizzuti Dallaltro lato c la politica che non riesce a fare lopera di sistemazione, la Regione che non riesce a portare avanti la necessaria legge. Dallaltro lato ci troviamo i comuni, che erano entrati nel sistema di Sai8 e quelli che invece ne erano rimasti fuoriche pensano a modo loro, non c unanimit di intenti, per cui la difficolt che alla fine si scarica tutto sui lavoratori. , A tutti quanti - dice Rizzuti - chiediamo di fare fronte comune per tentare di trovare una soluzione che sia adeguata alla salvaguardia dei posti di lavoro e della gestione dellutenza nei migliori dei modi. Sappiamo che ci sono anche altre aziende private che si stanno interessando al problema, ma aspettiamo di sapere cosa verr fuori dalla Regione, da quei comuni che lo vogliono in servizio altri non lo vogliono. Insomma c una situazione veramente ingarbugliata e difficile. Lassemblea del perdsonale dipendente della Sai 8 stato, quindi programmato perch riteniamo che il Prefetto Gradone in prima persona dovrebbe mettere attorno ad un tavolo i protagonisti della vicenda perch c il rischo di trovarci con i curatori che non riescono pi a fare la gestione ordinaria e quindi con una situazione veramente di difficolt della distribuzione dellacqua e quindi con difficolt per lutenza. Laltro problema quello dei lavoratori perch noi continuiamo a sostenere che ai lavoratori non saranno macelleria sociale, non permetteremo nessuno spezzatino. Quando ci sar una soluzione, la vaglieremo ma deve essere una soluzione che salvaguardia tutti e 150 lavoratori. R.L.

In foto, la protesta dei dipendenti della Sai 8.

Palazzetto dello sport condiviso da immigrati e atleti di calcio


Scoppia il problema palazzetto dello sport di
Augusta, invaso pacificamente dai migranti in attesa di ulteriore sistemazione dopo lo sbarco dei giorni scorsi. Chiusi da dodici giorni in un palazzetto dello sport dove la domenica si gioca calcio a 5 e dove manca un presidio ospedaliero con i farmaci necessari. La questione legata alla gestiione del Palajonio di Augusta, messo a disposizione dal comune del Siracusano e dalla societ di calcio Asd Augusta per ospitare i minori non accompagnati, 75 nell'ultimo sbarco di oltre 1.000 migranti che si aggiungono agli altri 74 qui gi da quasi due settimane. "E' una struttura temporanea, non pu essere trasformato in un centro di accoglienza - spiegano dalla Protezione civile di Augusta - manca un presidio ospedaliero: un ragazzino

LA QUESTIONE

In foto, il cimitero di Siracusa.

qui con il polso fratturato da una settimana, e non ci sono farmaci, spesso mancano anche le coperte". Durante le partite di calcio a 5 i minori, non avendo migliore sistemazione, siedono in tribuna e s, magari, fanno anche il tifo. E intanto emergono storie anche commoventi. Divisi nel deserto, due ragazzini del Mali si sono ritrovati e riabbracciati dentro il Palajonio. "In tanti anni che faccio questo lavoro non ho mai provato un emozione cos grande" ha raccontato Marco Bertoni della Protezione Civile di Augusta. racconta come due fratelli di 15 e 17 anni si sono ritrovati al Palajonio di Augusta: "Hanno 15 e 17 anni, viaggiavano su due camion diversi mentre attraversavano il deserto, si sono persi e dopo un mese e mezzo si sono ritrovati qui ad Augusta".

subito la proposta trasmessa al consiglio comunale per lapprovazione, che prevede, tra gli altri aumenti, anche un canone di manutenzione di 15 euro allanno per

ogni loculo (anche per quelli che se si trovano in cappelle private). Siamo certi che il sindaco Garozzo concorder con noi che non certo il momento di imporre

ulteriori balzelli concludono Castagnino e Sorbello che rendono la situazione economica cittadina sempre pi difficile. R.L.

Il

Via Puglia, il marciapiede davanti ai Cappuccini fa storcere il naso


esatte. Linteresse e la disponibilit e limpegno dellamministrazione prendersi cura di tutte quelle situazioni in cui possa emergere un pericolo per lincolumit dei pedoni o anche degli automobilisti e quindi ovviamente dove ravviseremo necessario intervenire interverremo. Si deve comprendere che ci sono dei lavori in corso quindi una valutazione va fatta a lavori definiti Il muro della Chiesa dei Cappuccini non mai stato messo in discussione - dice il consigliere Foti - Questa variante che stata apportata in corso dopera render lopera fruibile e perfetta per la circolazione. Bisognerebbe fare un sopralluogo a 360 sulla vicenda perch questo muro pu rientrare nel discorso dellabbattimento. Questo non un progetto di riqualificazione ma di viabilit. Un progetto di viabilit cos come stato progettato dagli uffici risponder alle esigenze che originariamente il progetto si prefiggeva.

CITTA

marciapiede adiacente alla Chiesa dei Cappuccini rispetto alla carreggiata troppo ampio e non si nota perch ci sono state delle macchine che hanno avuto dei problemi ma soprattutto ci sono stati dei ragazzi che con le moto sono caduti. Siamo in corso dopera e soprattutto con soldi pubblici dobbiamo cercare di modificarlo - dice il consigliere Impallomeni - La rotonda accennata solo con dei paletti metallici ed stata buttata gi almeno 5 volte e rifatta. La stessa cosa succeder quando sar un manufatto definitivo, perch rispetto alla carreggiata troppo ampia. Questo un progetto che chiaramente viene seguito con molta attenzione dallamministrazione - dice lassessore Lo Giudice - Ci stiamo adeguando ai parametri di sicurezza anche per marciapiedi che devono essere utilizzati dai pedoni e con le misure

La scoperta stata fatta dai poliziotti a casa di un carlentinese, denunciato

20 FEBBRAIO 2014 GIOVED

20 FEBBRAIO 2014 GIOVED

Ritrovati oggetti preziosi rubati per un ammontare di 200 mila euro


Luomo accusato del reato di ricettazione di numerosi oggetti in oro e 21 orologi di marche prestigiose, che saranno restituiti ai proprietari
Una
prquisizione domiciliare bastata agli investigatori di individuare una persiona trovata in possesso di un ingente quantitativo di merce di provenienza furtiva. Nella giornata di ieri, i poliziotti del Commissariato di pubblica sicurezza di Lentini hanno denunciato in stato di libert S.S. di 65 anni, residente a Carlentini, per il reato di ricettazione di numerosi oggetti in oro e 21 orologi di marche prestigiose ( per un valore complessivo di 200 mila euro) rinvenuti a seguito di perquisizione domiciliare. In particolare, gli investigatori del Commissariato di Lentini hanno ritenuto opportuno procedere ad una perquisizione presso labitazione della persona denunciata, che consentiva di individuare una cospicua quantit di monili di oro e 21 orologi di prestigiose marche, dei quali il presunto autore del reato di ricettazione non ha saputo giustificarne la lecita provenienza, per un valore di circa 200 mila euro. La posizione giuridica delluomo stata ulteriormente aggravata dal rinvenimento di circa sessanta assegni, in parte anche trasferibili, pronti ad essere incassati con cadenza mensile in un periodo compreso tra la fine di febbraio dello scorso anno ed il mese di dicembre passato per un valore pari ad euro 60 mila circa, nonch 10 cambiali per un valore pari a 40 milioni delle vecchie lire. Alla luce di quanto scoperto e sequestrato dagli agenti del commissariato lentinese, luomo, gi segnalato per reati contro il patrimonio, stato sottoposto ad indagine per il reato di ricettazione. La merce e gli assegni rinvenuti sono stati, pertanto, posti sotto sequestro. I monili di oro e gli orologi rinvenuti sono stati singolarmente catalogati e fotografati da personale della polizia scientifica intervenuto. I cittadini interessati possono recarsi presso il Commissariato di pubblica sicurezza di Lentini per eventuale riconoscimento dei monili che, previa adeguata procedura di legge, potranno essere restituiti ai legittimi proprietari.

Due farmacie in pochi metri M5S interroga lassessore


LAsp rilascia lautorizzazione per lapertura della nuova farmacia al gestore definitivo dimenticando quello provvisorio
A
Floridia due farmacie nel raggio di pochi metri, caso unico in Italia. Questo il titolo di un articolo pubblicato sulla stampa il 26 settembre scorso che racconta una vicenda che sa tanto di paradosso, e che diviene oggetto di uninterrogazione targata M5s indirizzata al presidente della Regione e allassessore alla Salute. Latto parlamentare, a firma del deputato Cinquestelle Stefano Zito, fa riferimento alla quinta sede farmaceutica del comune nel siracusano, gestita dal 2003 dalla titolare in gestione provvisoria. Ed ecco che, a seguito di successivo concorso pubblico, il gestore definitivo viene individuato. Il paradosso afferma il deputato del Movimento - nasce quando lAsp di Siracusa, il 30 luglio scorso, rilascia lautorizzazione per lapertura della nuova farmacia al gestore definitivo senza accertare il previo pagamento dellindennit dovuta per legge. La legge, infatti, parla chiaro: l'autorizzazione all'esercizio di una farmacia, che non sia di nuova istituzione e che quindi subentri ad una gestione provvisoria, sia concessa solo dopo aver rilevato dal precedente titolare o dagli eredi di esso gli arredi, le provviste e le dotazioni attinenti all'esercizio farmaceutico, contenuti nella farmacia e nei locali annessi, nonch di corrispondere allo stesso titolare o

La paradossale questione sollevata allArs, dal deputato Stefano Zito

In foto, il deputato regionale del M5S, Stefano Zito. ai suoi eredi un'indennit di avviamento in misura corrispondente a tre annate del reddito medio imponibile della farmacia, accertato agli effetti dell'applicazione dell'imposta di ricchezza mobile nell'ultimo quinquennio. Nemmeno a dirlo, continua Zito il gestore definitivo, ad oggi, non ha ancora provveduto proprio a nulla e nel frattempo ha gi ottenuto lautorizzazione dallAsp. Proprio questultima ha stravolto, con modalit che non comprendiamo, la procedura di legge decretando la chiusura della vecchia farmacia, nonostante fosse a conoscenza dellaccordo non ancora raggiunto sulla somma rela-

In foto, gli oggetti rubati, recuperati dai poliziotti a Carlentini.

Ruba unautomobile e poi tenta di mettere


a segno un furto ai danni di un distributore di carburanti di Rosolini, senza per riuscirvi. e successivamente rapinando la cassa di un supermercato Non solo, le successive indagini dei carabinieri, hanno consentito agli investigatori di venire a capo della vicenda e di arrestare il resunto autore del furto. I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno arrestato, in flagranza di reato, per furto e rapina Domenico Tedeschi, 34enne di Noto, gi conosciuto dalleforze dellordineper reati contro il patrimonio e la persona. Luomo, alle ore 19.30 circa di ieri sera, ha

Ruba unauto, tenta un altro furto e rapina la cassa di un supermercato


rubato una Fiat Punto parcheggiata a Noto in via Napoli con la quale, poco dopo, si diretto verso Rosolini dove ha tentato di rapinare, senza riuscirvi, il distributore di carburanti Erg di contrada Zacchitta ed ha poi rapinato 160 euro da una delle casse del supermercato Conad di contrada Vignale. Grazie allimmediata denuncia effettuata dal proprietario dellautovettura stato possibile ricostruire, nellimmediatezza, i reati commessi dalluomo che, grazie alle ricerche congiunte della Stazione di Rosolini e dellAliquota Radiomobile, stato tratto in arresto dopo poche ore. Larrestato, su disposizione della Procura della Repubblica di Siracusa., stato accompagnato presso la sua abitazione ai domiciliari.

CRONACA

tiva allindennit. Non basta nemmeno la comunicativa dellassessorato alla Salute, indirizzata alla ASP di Siracusa del 6 agosto 2013, che rilevava come tale provvedimento si caratterizzasse per una sua sostanziale atipicit, consistente nelle considerazioni esposte relativamente allindennit di avviamento, tale da porlo in aperto contrasto con le prescrizioni contenute nelDPR 1275/1971, senza tra laltro palesare alcuna indicazione riguardante le giacenze e il magazzino del cessato gestore. Proprio a seguito del provvedimento di autorizzazione allapertura della nuova sede, la vecchia farmacia, ritenendo il provvedimento illegittimo e lesivo dei propri diritti, ha proposto ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale per ottenere la riapertura dellesercizio. In poche parole, oggi, ancora pendente una causa innanzi al TAR per la Sicilia sez. staccata di Catania (sez.IV), in cui , pertanto, in discussione loperato della ASP di Siracusa.

Autosport

S.r.l. C.da Targia 18 Siracusa Tel.0931 759918

autosport.toyota.it

RAV4 2WD 2.0 D-4D 124CV. Prezzo promozionale chiavi in mano (esclusa I.P.T. E Contributo Pneumatici Fuori Uso, PFU, ex DM n. 82/2011 E 5,40 + IVA) con il contributo dei Concessionari Toyota aderenti all'iniziativa. Offerta valida anche senza rottamazione o permuta. La versione raffigurata del modello RAV4 puramente indicativa. Offerta valida fino al 31/01/2014. Valori massimi: consumo combinato 13.9 km/l, emissioni CO2 176 g/km

Un tavolo del centro sinistra per trattare il caso Pillirina


Nasce un tavolo unico del centro
sinistra per la gestione di tutta la materia che riguarda la tutela ambientale della Pillirina. Ospiti di Padre Rosario Lo Bello, nellOratorio della Chiesa di San Paolo, si sono riuniti i rappresentanti dei Verdi, di Sel, del PD, in un apposito incontro dedicato alla nascente Riserva Terrestre Orientata della Penisola della Maddalena e Capo Murro di Porco, erano presenti: lOn.le Marika Cirone Di Marco componente della Commissione Ambiente della Regione Siciliana, il Prof. Paolo Giansiracusa, Assessore allUrbanistica, delegato dal Sindaco in rappresentanza del Comune, larchitetto Giuseppe Patti Consigliere Nazionale dei Verdi, Paolo Pantano Segretario Provinciale dei Verdi, Vincenzo Vitale Segretario Provinciale del Sel , lavvocato Ettore Di Giovanni del Direttivo Provinciale Sel, Carmen Castelluccio Segretaria Provinciale del partito democratico siracusano. Dopo avere esaminato i vari aspetti relativi allistituzione di una riserva terrestre, tutti i presenti hanno auspicato, allunanimit, la celere nascita della Riserva Naturale Orientata Penisola della Maddalena e Capo Murro di Porco, sia per gli aspetti floro/faunisti dellarea ,legati alla grande quantit di biodiversit presente, che per le peculiarit storico/archeologiche,oltre che per le ricadute che una riserva ha, come ulteriore elemento di attrazione turistica, nel modello di sviluppo al quale tende la citt. In merito alla perimetrazione si sottolineata la necessit di confermare i contorni planimetrici gi individuati dalla Regione Sicilia ed approvati dal Consiglio Regionale per la Protezione del Patrimomio Naturalistico(organo tecnicoscientifico preposto per legge) e posti attualmente sotto vincolo. Si ribadita limportanza della variante urbanistica delle coste adottata nel 2011 dal Consiglio Comunale che elimina la possibilit di realizzare qualsiasi struttura turistica, modificando la precedente destinazione urbanistica delle aree classificate T1(Villaggio Turistico) in Verde Naturalistico. Tanto premesso

Nasce il tavolo unico per affrontare il caso della ttela ambientale del litorale aretuseo

20 FEBBRAIO 2014 GIOVED

vita di Quartiere

20 FEBBRAIO 2014, GIOVED

Gioiosa Convention dellazione cattolica ragazzi insieme agli educatori della parrocchia del Pantheon e del centro sportivo italiano di Siracusa

E stato reiterato limpegno per la conferma della perimetrazione esistente dellarea in questione ai fini dello svilppo turistico e la tutela ambientale

Nei primi anni di vita

La pi longeva e diffusa realt laicale presente oggi in Italia

tutti i partecipanti auspicano che lAssessorato Regionale al Territorio e Ambiente tenga conto di quanto dibattuto e del

In foto, la spiaggia della Pillirina.

presente documento che assume valenza di un documento politico redatto dai rappresentanti dalle forze politiche di governo

locale e regionale, e si impegni ad istituire la riserva nel minor tempo possibile. R.L.

Musei aperti la domenica? Un piano da parte della Regione


Per la Regione impossibile mantenere aperti in Sicilia i siti archeologici e i musei per 17 domeniche e 4 festivit infrasettimanali cos come organizzato il lavoro: per evitare di chiuderli e anzi consentire l'apertura serale e festiva come richiesto dal governatore Rosario Crocetta, l'assessore ai Beni culturali, Mariarita Sgarlata, ha previsto un piano che include una serie di misure tra cui l'abolizione dei turni notturni in presenza di impianti anti intrusione e videosorveglianza e aprendo la gestione a "forme integrate di valorizzazione dei siti culturali mediante accordo con enti locali e associazioni culturali o di volontariato". Per modificare i rapporti di lavoro col personale, la giunta Crocetta, nei giorni scorsi, ha deliberato di autorizzare l'Aran ad aprire una contrattazione collettiva decentrata integrativa con i sindacati. Ma ai Cobas/Codir il piano non piace affatto: "E' ridicolo, l'assessore Sgarlata intende risparmiare sulla pelle dei lavoratori, non sa nemmeno che in realt non ci sarebbe alcun risparmio visto che il salario accessorio ai custodi viene pagato coi fondi del Famp: la verit - sostengono Marcello Minio e Dario Matranga, segretari del Cobas/ Codir - che vogliono togliere al personale l'indennit di turnazione, stabilita per legge". Oltre all'abolizione dei turni notturni, il piano

CULTURA

Ortigia: Gli aquiloni Acierrini sul cielo di piazza Duomo


no sensibilizzati sul tema della cura delle meraviglie del Creato. Alle 11.30 nella Chiesa Cattedrale ha avuto luogo la Concelebrazione Eucaristica presieduta da Don Salvatore Caramagno, rettore del seminario arcivescovile e assistente unitario di Azione Cattolica. La giornata stata conclusa con i ragazzi che hanno sfidato il vento nel tentativo di far volare i loro aquiloni, gadgets i cui ricavati serviranno a donare ai bambini di Haiti nuovi spazi di gioco, di sport, di incontro e di relazione. L'quipe diocesana di Acr desidera ringraziare tutti coloro che si sono impegnati per la buona riuscita della giornata, in particolare gli amici del Csi, il Sindaco di Siracusa Giancarlo Garozzo e i consiglieri comunali della citt aretusea. L'Azione Cattolica Italiana (abbreviata in Ac o Aci) la pi antica, ampia e diffusa tra le associazioni cattoliche laicali d'Italia. Nel 1954 contava due milioni e mezzo di iscritti, dei quali un milione e settecento tra le sole associazioni giovanili; nel 1959 giunse al massimo di 3 milioni 372 mila iscritti. Nel 2012 contava circa 400 mila soci e, secondo i dati emersi dalle ricerche della Conferenza Episcopale Italiana, alle sue attivit partecipano ogni anno complessivamente oltre un milione di cattolici italiani. Le origini dell'Azione Cattolica risalgono al settembre 1867, quando due giovani universitari, Mario Fani, viterbese, e Giovanni Acquaderni, da Castel San Pietro dell'Emilia, fondano a Bologna la Societ della Giovent Cattolica Italiana. Il motto Preghiera, Azione, Sacrificio sintetizza la fedelt a quattro principi fondamentali: l'obbedienza al Papa ("sentire cum Ecclesia"); un progetto educativo fondato sullo studio della religione; vivere la vita secondo i principi del Cristianesimo; un diffuso impegno alla carit verso i pi deboli e i pi poveri. La costituzione dell'associazione viene approvata il 2 maggio 1868 da papa Pio IX con il Breve apostolico Dum filii Belial. In sintonia con le posizioni del Pontefice (dello stesso anno , infatti, la prima formulazione del non expedit) la neonata compagine esclude l'impegno politico diretto. Nel 1872 si tiene a Venezia il primo congresso dei cattolici italiani: l'opera di Fani e Acquaderni viene ufficialmente ribattezzata Societ della Giovent Cattolica Italiana. Dopo il congresso, prenderanno vita in Italia l'Opera dei Congressi e i Comitati cattolici. L'associazione cresce rapidamente e, nel giro di pochi anni, si diffonde nelle parrocchie di tutta Italia. In principio conserva una divisione in sessione maschile e femminile, che negli anni fu superata. Nel 1904, Pio X scioglie l'Opera dei Congressi a causa dei perduranti contrasti tra "intransigenti"[4] e "innovatori"[5]. L'anno seguente, lo stesso papa pubblica l'enciclica "Il fermo proposito" con la quale promuove la nascita di una nuova organizzazione laicale cattolica che prende il nome di Azione Cattolica.

Sgarlata prevede la riduzione da tre a due unit di personale presente contemporaneamente in un turno di servizio, l'ampliamento dell'utilizzo flessibile del personale societario che presta servizio di vigilanza e fruizione, la mobilit e la ridistribuzione del personale del comparto non dirigenziale, potenziando i siti di maggiore rilievo o che soffrono maggiormente la carenza. L'assessore ha stabilito queste linee d'intervento dopo avere valutato i risultati di una proiezione dei servizi in turnazione, effettuata dal Dipartimento ai Beni culturali, nei giorni festivi del 2014 tenendo conto delle diverse tipologie di orario che possono essere adottate nei luoghi della cultura. "Anzich potenziare i siti culturali anche attraverso sistemi tecnologici di vigilanza come ormai avviene in tutto il mondo - affermano Minio e Matranga - l'assessore Sgarlata pensa di tagliare qualcosa risparmiando sugli orari di lavoro del personale, una scelta davvero incomprensibile e inaccettabile. Rimaniamo sbalorditi". Il Cobas/Codir contesta anche l'autorizzazione all'Aran di avviare la contrattazione sindacale. "Cosa c'entra l'Aran? sostiene il sindacato - Caso mai si dovrebbe avviare un confronto a livello di Dipartimento, l'assessore dovrebbe sapere che l'Aran interviene sull'intera categoria dei regionali non su singoli dipartimenti. Questo dimostra ancora una volta la superficialit dell'azione di di questo governo".

stata la stupenda cornice di Piazza Minerva a Siracusa ad ospiare, la Festa della Pace Azione Cattolica Ragazzi, organizzata da diverse parrocchie della diocesi in collaborazione con il Centro Sportivo Italiano. Dopo il saluto del Presidente dell'Azione Cattolica dellarcidiocesi di Siracusa Raffaele Gurrieri e del Presidente del Centro Sportivo Italiano La Spada, gli acierrini e gli educatori delle parrocchie della Cattedrale, del Pantheon, della Sacra Famiglia, del Ss Salvatore, dell'Angelo Custode del Comune di Priolo Gargallo e di Santa Maria della Consolazione di Belvedere, aiutati da alcuni membri dell'quipe diocesana e dai rappresentanti del Csi, si sono sfidati in bellissimi giochi che li han-

dell'Azione Cattolica si susseguono alcuni eventi molto significativi per il cattolicesimo tutto: la condanna contenuta nel decreto Lamentabili sane exitu (3 luglio 1907) di Pio X delle 65 proposizioni moderniste e, subito dopo, la "scomunica" del modernismo contenuta nell'enciclica Pascendi dominici gregis (8 settembre 1907). In quest'ultima, il modernismo ed il relativismo venivano etichettati dal Pontefice come la sintesi di tutte le eresie. L'Azione Cattolica fu, dunque, voluta dal Papa come principale strumento di contrasto al modernismo. Nel 1908 venne fondata l'Unione fra le Donne Cattoliche Italiane ad opera di Maria Cristina Giustiniani Bandini, con la collaborazione di Adelaide Coari, e nel luglio del 1909 Vincenzo Ottorino Gentiloni ricevette da Pio X l'incarico di dirigere un'organizzazione contigua all'Azione Cattolica, l'Unione Elettorale Cattolica Italiana (Ueci). L'Ueci svolse un'azione di primo piano nel panorama politico italiano di allora. Nel 1912, nonostante non fosse ancora stato revocato il non expedit decretato da Pio IX, Ottorino Gentiloni, nella sua funzione di massimo responsabile della Ueci, concluse con Giovanni Giolitti il cosiddetto Patto Gentiloni. Con esso venivano perci a saldarsi il filone risorgimentale pi istituzionale ed il filone cattolico largamente maggioritario nel paese.

10

20 FEBBRAIO 2014, GIOVED

Di

seguito il testo dellinterrogazione sui servizi allinfanzia e i nuovi finanziamenti formulata dallavv. Fabio Rodante, un esponente consiliare del movimento politico di Progetto Siracusa. Il sottoscritto consigliere comunale di Siracusa del gruppo Progetto Siracusa, avv. Fabio Rodante, espone quanto segue. Premesso che da anni il servizio di gestione degli asili nido comunali concesso in proroga, Il consiglio comunale ha deliberato un regolamento per laffidamento e lampliamento di tali servizi, anche tramite laccreditamento di strutture e societ private che gesticoscono micro asili. Considerato che il cosiddetto Pac, piano di azione e coesione, ha stanziato diverse centinaia di migliaia di euro per il nostro comune, con lobiettivo di esten-

Citt: Sui servizi allinfanzia

Interrogazione del consigliere Fabio Rodante di Progetto Siracusa

In foto, il cons. Fabio Rodante dere i servizi erogati ture e societ private, ad un maggior nume- il numero di domanro di utenti e che Il de presentate entro i regolamento prevede termini prescritti dal laccreditamento di bando pubblicato, i strutture private in- criteri di selezione teressate ad ottenere della commissioun contributo comu- ne competente per nale (voucher) per laccreditamento, le lerogazione di tali condizioni imposte, servizi in immobili lo stanziamento ecoprivati. Tutto ci pre- nomico per la copermesso e considerato, tura di tali servizi. Si lo scrivente Interroga chiede ancora quali lassessore e il diri- siano i termini previgente competente af- sti per la pubblicaziofinch comunichino ne del bando di gara per iscritto liter am- per laffidamento dei ministrativo seguito servizi di gestione dal comune per la degli asili nido coselezione di tali strut- munali o quali i ter-

mini individuati dalla Giunta per la concessione della proroga del servizio. Cos si esprime esponente consiliare del movimento politico Progetto Siracusa, avv. Fabio Rodante, a proposito dello stato dei servizio allinfanzia a Siracusa. Nei Nidi, nelle Scuole dellInfanzia e nei servizi integrativi occorre tenere conto della diversit dei contesti in cui i singoli servizi sono collocati e della forte complementarit dello sviluppo affettivo, sociale e intellettuale dei bambini. Le capacit di bambine e bambini si affinano in contesti di esperienza. Per questo motivo le linee di indirizzo dei servizi allinfanzia, volte a promuovere capacit e competenze, devono delineare con chiarezza le situazioni di esperienza (contesti, attivit, modalit di svolgimento, ecc.) che si presuppone possano favorire la crescita delle diverse capacit. Situazioni di vita quotidiana, dunque, che ladulto allestisce in quanto motivanti e coinvolgenti e entro le quali opera dallinterno, calibrando i propri interventi e le proprie proposte. Le competenze vanno quindi intrecciate con i lineamenti di metodo: esplorazione, ricerca, valorizzazione del gioco, vita di relazione, mediazione didattica, osservazione, progettazione, verifica, documentazione. La vitalit dei Servizi e buona parte della sua specificit risiede proprio nellattenzione rivolta alle forme relazionali, organizzative e didattiche che consentono un incontro significativo con i saperi formalizzati e che favoriscono un uso consapevole e critico dei diversi linguaggi offerti.

In agenda per la data di sabato 22 febbraio alle

Pesca siracusana: Conferenza in nota per sabato alle 18,00

Citt: Giornata della guida turistica


20 FEBBRAIO 2014, GIOVED

11

18:00 la conferenza del Prof. Augusto Aliffi dal titolo Pesca e pescatori nel siracusano, dallantico ad oggi. Location dellevento la Sala Multimediale della Provincia di Via Brenta, 41. Un tempo, fino agli anni 70 del 900, il porto grande di Siracusa, che oggi si avvia a divenire un porto turistico, con un progetto devastante quanto inutile, destinato ad alterare lequilibrio delle acque, pullulava di barche da pesca, le ultime sciabiche, di bulestri, di veloci buzzetti. Sulle banchine i pescatori, anneriti dal sole, deponevano e riparavano le nasse, i conzi , le reti (rizzi), chiamate, come le imbarcazioni, sciabichi e sciabicoti. Questi manufatti denotavano antiche tecniche di pesca, oggi desuete: come la pesca a conzu, consistente nellimmergere una lunga e sottile corda di cnnavu (lenza), cui si applicavano molti ami; o come la pesca a scibica, sorta di rete a sacco, pi o meno stretta a seconda del pescato. Le reti erano confezionate con liama (ampelodesmo), con giummara, o con cnnavu (a seconda delle maglie pi o meno strette). Le reti chiamate derba si confezionavano ad Avola, quelle di canapa a Siracusa (nella grotta dei Cordari). La rete pi stretta prendeva il nome di ammicu; mentre vera opera di raffinato ntrizzu era a nassa, confezionata dagli stessi pescatori, che usavano fibre di arcia di pantano o altri particolari giunchi di fiume. Altra tecnica era il trinu con barca in movimento, il cianciolu e lo spiruni. Molto praticata era la paranza dal nome dellomonima barca: era una pesca a strascico in cui due paranze tiravano i due capi di una grande rete. Il pescato ottenuto era un misto che dava il nome allomonimo e popolaresco piatto, cucinato a zuppa, alla matalotta o a frittura. Si praticava una rispettosa pesca a strascico per mezzo di tartaruni, grandi tartane, che erano in grado di allontanarsi dalla riva; una sua variante era la plica. Il pescatore non si allontanava molto dalla costa, pronto a rientrare al primo segnale di cambio di vento. Il mare di Siracusa era pescosissimo. Vi si pescavano, come leggiamo in un inventario settecentesco in un misto di italiano e dialetto: aguglie grosse e minute, angille di salto, mmestini seu crozzi, calamari minuti, cerni, civole, luvariti, cernioli, croggia, dentici, grunghi, gambaro minuto, gambaro imperiale, gattuzze seu monacelli, giugiastre, lampuche, linguate, luzzi, lupi, mazzonelli, merluzzi, mnoli, opi, morine, moletti grossi di pantano, moletti minuti, mucco russo, mucco bianco, palamiti, palumbo, patelli, picari, purpi, raia liscia, rizzi, sarda grossa, sarda minuta, sauri imperiali, scrfani, scrfani minuti, spinotte grosse, triglie, triglie minute, tundo palamato, vopi con la pasta, sgambiri, pisci di scarda, aresta, alecci, sgummi, lvari, mazzuni, cicali, ricciole, arineddi, spineddi, fragaglia, sarpe, lumbrini, cipoddazzi. Solo un pesce non si pescava, per antichissimo costume: il mulettu, cio il cefalo o muggine, che se la fa lungo le banchine del porto, a ridosso della fonte di Aretusa, alla quale ninfa era in epoca antica consacrato. Esso era riservato ad una particolare categoria di pescatori detti mulittari di cimetta, cio quei pescatori che usavano la canna, che oggi fa sorridere gli esperti dotati di sofisticate attrezzature. Il mulettu, a seconda della stazza, si chiama capulatu, cirinu, murbusu.

La

sinergia tra Istituzioni, il confronto con il mondo dellassociazionismo e delle categorie produttive, in una parola il continuo rapporto con la citt e chi la governa ai vari livelli: da qui bisogna ripartire per la migliore crescita turistica di Siracusa. Lo ha detto il vece sindaco, Francesco Italia, aprendo la conferenza stampa di presentazione della 25esima Giornata Internazionale della Guida Turistica istituita dalla World Federation of Tourist Guide Associations e promossa in Italia dallAssociazione Nazionale Guide Turistiche. La 25a Giornata Internazionale della Guida Turistica si terr sabato 22 e domenica 23 febbraio: per la ricorrenza a Siracusa saranno organizzato delle visite guidate gratuite allAnfiteatro Romano. Secondo la legge quadro italiana sul turismo guida turistica chi per professione, accompagna persone singole o gruppi di persone nelle visite ad opere d'arte, a musei, a gallerie, a sca-

In programma per sabato 22 e domenica 23 febbraio visite gratuite allanfiteatro romano


na possiede Mmg oMmv; abilitazione per unarea specifica di norma rilasciata e/o riconosciuta dalla competente pubblica autorit". Per esercitare la professione di Guida turistica bisogna essere in possesso di una licenza rilasciata dalle autorit locali a seguito di un esame abilitativo con almeno una lingua straniera, conoscenze approfondite in campo storico-artistico, culturale e naturalistico relative allambito territoriale nel quale si vuole esercitare. In Italia (sebbene la nostra regione legiferi autonomamente in materia) la Guida turistica ha attualmente abilitazione provinciale, ovvero pu sostanzialmente operare solo nella provincia di cui ha ottenuto l'abilitazione, previo esame scritto e orale. Il titolo di studio obbligatorio per tutti il diploma di maturit o titolo equivalente (stranieri). Alcune Province prevedono solamente l'esame finale (scritto e orale), cui ci si presenta previa iscrizione nei termini di

25a edizione per levento in agenda per il prossimo fina settimana nella zona archeologica

vi archeologici, illustrandone le attrattive storiche, artistiche, monumentali, paesaggistiche e naturali. Chiamate per molto tempo con il soprannome di ciceroni la prima legge riguardante le guide turistiche fu emanata dallo Stato Pontificio nella prima met dell800 e successivamente riconosciuta come figura professionale anche dal regno d'Italia. Il Cen

(acronimo di Comit Europen pour la Normalisation) ha cos definito la Guida turistica (Uni En 13809:2004 Turismo Agenzie di viaggio e tour operator - Terminologia): "Una persona che guida i visitatori nella lingua di loro scelta e che interpreta il patrimonio culturale e naturale di unarea (una citt e la sua provincia o una regione), detta perso-

legge, altre prevedono un corso di alcuni mesi, con frequenza obbligatoria e generalmente gratuito. Anche la frequenza dell'esame varia: tutti gli anni presso alcune regioni, saltuariamente presso altre. Ci sono altre professioni con licenze quale assolutamente non sono da confondere con la licenza della guida turistica: il Tour Leader (Accompagnatore turistico); colui che accoglie i turisti stranieri e li accompagna nella visita del Bel Paese sia per quanto riguarda l'illustrazione delle abitudini e le tradizioni italiane che le tappe previste nel programma di viaggio; il Tour Manager; colui che guida i turisti italiani all'estero. Per questo ruolo fondamentale la conoscenza dell'inglese o della lingua del Paese di destinazione; il Transferista; colui che si occupa delle procedure di imbarco e di sbarco dei turisti accompagnandoli per brevi tragitti; la Guida escursionista; il cui compito simile a quello svolto dal Tour Leader.

Giorno 23 opportunit di riscoperta della chiesa bizantina di Rosolini con il prof. Francesco Tomasello

In agenda per la data di domenica

Eventi: Da Siracusa al sito del Commaldo

23 alle 9:00 una visita guidata alla chiesa bizantina di Rosolini promossa dallassociazione culturale Arkaios di Siracusa. A fare da Guida il Prof. Francesco Tomasello. La Cava di Croce Santa, uno dei tratti di Cava Grande di Rosolini, conserva un ricco patrimonio storico ed archeologico di notevole spessore culturale. Incastonato nella roccia calcarea della sua sponda sinistra, vi infatti un Eremo la cui originaria edificazione si deve presumibilmente alla venuta in Sicilia di Sant'Ilarione nel 363 d.C. Complesso rupestre, tra i pi interessanti della Sicilia, fu per secoli abitato da eremiti tanto da conservare le tracce di quattro chiese , scavate nella roccia ed edificate nei secoli a seguito dei crolli provoca-

ti dai vari terremoti , che colpirono questa parte della nostra isola. La prima chiesa venne insediata in un'area adibita nell'alto medio evo a sepolcreto. Oggi di essa, a seguito del terremoto del 786 d.C., rimane la parte absidale a semicerchio, contenente un subsellium

semicircolare, interrotto al centro da una cattedra. La seconda chiesa , anch'essa interamente rupestre, ipotizzabile per la presenza di alcune strutture, come il moncone di un pilastro raccordato da due archetti a pieno centro , che lasciano pensare ad un impianto a croce inscritta con

quattro pilastri centrali. Fu un imponente crollo, forse a seguito del terremoto del 1167 a distruggerla interamente. La terza chiesa costituisce l'ultima fase architettonica dell'Eremo nella sua forma attuale e fu realizzata negli anni successivi al 1533, anno di rinvenimento di una croce lignea. Ha una facciata, sistemata con avancorpo in muratura, e l'interno ad unica navata , dove ancora visibile una bella serie di affreschi rispondenti ad un vero programma pittorico di arte bizantina. Dei dipinti sono rimaste le figure di San Teodoro e Santo Stefano, collocate nella parete di destra, mentre le altre figure, probabilmente di Santo Ilarione, della Vergine con il Bambino e nell'abside del Pantocrator, restano solamente delle tracce in seguito ai danni causati dall'incuria.

12

Unit in Cristo
20 FEBBRAIO 2014, GIOVED

Tenuto a Siracusa un incontro/studio


mediatore unico tra Dio e uomini. Non sar forse rischioso minacciare la sua signoria con altre signorie umane? In Cristo vi una sola fede, quella radicata sulla parola stessa di Cristo come la si apprende dagli apostoli; Giovanni apostolo ricorda che proprio mediante il suo evangelo si pu imparare la fede fiduciosa che dona vita in Cristo. Da dove origina perci la diversit delle fedi? Anche questo un bel problema. In Cristo vi un solo battesimo, il lavacro di rigenerazione attuato da credenti ravveduti che vengono cos innestati alla Vita di Cristo. Come mai perci oggi si conoscono diversi battesimi attuati per gli scopi pi diversi? Unico infine Dio che Padre di ciascuno e di tutti, quel Padre che il testo biblico spesso presenta anche come Madre affettuosa e premurosa della creatura umana. Come mai, dunque, anche su Dio si nutrono idee cos diverse tra loro? certo una cosa buona che in ogni aspetto della vita si abbiano e siano salvaguardati i diversi punti di vista. Ma questi dovrebbero servire non a mantenere uno stato di divisione permanente, ma ad approfondire lanalisi dellEvangelo con uno studio serio, accurato, che elimini ignoranza e instabilit,

di Roberto Tondelli Lincontro sullunit dei credenti in Cristo si svolto a Siracusa nello scorso fine settimana (15-16 febbraio) e ha visto una buona partecipazione. Lumilt della sede non ha scoraggiato la buona volont di quanti hanno voluto sedersi ai piedi del Signore per porsi in ascolto di letture e commenti fatti direttamente sui testi dellEvangelo. Qui infatti troviamo la Parola stessa del Cristo, registrata da scrittori ispirati da lui. Certo non facile ri-

trovare lunit in Cristo quando la semplicit dellEvangelo stata inutilmente complicata da tradizioni e culture religiose che talvolta si discostano sensibilmente dalla Parola che tutti i credenti in Ges dicono di amare e stimare. Per questo occorre, come scrive lapostolo, sforzarsi di conservare lunit dello Spirito col vincolo della pace. Si tratta proprio di uno sforzo fatto in termini di ascolto della Parola, pazienza verso chi se ne distrae, graduale eliminazione dellignoranza biblica mediante

lo studio biblico attento, accurato. Occorre tenere sempre ben presente ci che scrive Pietro apostolo: la fede verace del credente fondata non su favole ma sulla preziosa Parola di Dio, cio sulle scritture profetiche, sulla testimonianza di uomini che hanno parlato perch mossi dalla forza di Dio. In Cristo vi una sola chiesa, per cui la molteplicit di chiese pone problemi: come mai tante chiese se Ges ne edifica una soltanto? In Cristo vi un solo Spirito, quello del Risorto che a tutti comunica le stesse cose in modo intelligibile affinch tutti aderiscano di cuore al Ges Vivente: ma il cristiano si affida al Vivente o a un fantasma o, peggio, a cadaveri? In Cristo vi una sola speranza, quella conservata presso Dio; ora tale speranza pone una domanda seria: sperare, come dice lapostolo, che un giorno Dio sia tutto in tutti o lasciarsi attrarre da speranze materialistiche proposte dalla fantasia umana? Uno solo il Signore, colui che appunto ha dimostrato la propria signoria mediante la risurrezione da morte e la vita in Dio: lui il

come scrive Pietro apostolo. Cos si potrebbero pi facilmente superare le divisioni, spesso frutto di pregiudizio. Forse le divisioni sono almeno in parte responsabili della mancanza di fede che sembra caratterizzare la societ. Ci si allontana da Ges Cristo per divenire atei o per dedicarsi purtroppo a miti ufologici. Se vero come vero che il cuore dellultima lunga preghiera di Ges fu proprio lunit dei discepoli, vuol dire che la divisione un male. Un male da superare con amore per la verit. La tua Parola verit, dice Ges rivolto al Padre. Occorre quindi studio umile del testo biblico, rispetto e pazienza verso chi la pensa diversamente, preghiera amorevole a favore di tutti coloro che con buona volont si accostano alla Buona Notizia di Cristo. Torniamo alla Vite che Ges, per essere tralci innestati a lui. Linvito cordiale nella grazia di Dio esteso a uomini e le donne di buona volont (chiesa di Ges Cristo via Modica, 3 di fronte allingresso dellIstituto Insolera conversazioni bibliche settimanali: mercoled ore 19.30 - culto al Signore domenica ore 10.30 - info: 093124639 - 3404809173 - email: chiesadicristo@alice.it).

Ucraina, Kiev in fiamme: 26 morti e 240 feriti Alitalia taglia navette Ashton convoca riunione urgente dei ministri Ue le Roma-Milano
Yanukovich: Opposizione ha passato i limiti. Mosca: E un tentativo di colpo di stato. Bonino: Rischio guerra civile
attaccando lopposizione e incolpandola delle violenze. Il potere si ottiene con le elezioni e non in strada - ha detto il presidente dellUcraina-. Hanno passato i limiti chiamando la gente a prendere le armi. I colpevoli compariranno davanti alla giustizia. Anche il Cremlino si scagliato contro gli antigovernativi, denunciando un tentativo di colpo di stato e chiedendo ai leader di Maidan di riprendere immediatamente il dialogo con le autorit senza minacce o ultimatum. Ribadendo che la Russia un paese amico, fratello e e partner strategico e attribuendo la responsabilit di quanto successo alle azioni criminali delle forze di opposizione radicali. LE REAZIONI DELLOCCIDENTE - Mercoled il vicepresidente americano Joe Biden ha chiamato Yanukovich per esprimere la grave preoccupazione per le violenze e per rivolgere un appello al presidente a ritirare le forze di polizia dalla piazza. Mercoled Jose Barroso ha auspicato che sanzioni mirate contro i responsabili delle violenze e delluso eccessivo della forza possano essere concordate urgentemente dagli Stati membri, come proposto dallAlto Rappresentante. Sanzioni che sembrano ormai sempre pi vicine. Catherine Ashton ha indetto per gioved, alle 14, un meeting straordinario dei ministri degli Esteri Ue. Tutte le opzioni saranno esploraVentisei morti e oltre 200 feriti. E il bilancio della giornata pi dura della crisi che, da circa tre mesi, si abbattuta sullUcraina. Un bagno di sangue che allarma le cancellerie di tutto il mondo. LUe sempre pi vicina alle sanzionicontro i responsabili delle violenze, come ha spiegato mercoled il presidente della Commissione Ue Barroso. Catherine Ashton ha convocato per gioved una riunione straordinaria dei ministri degli Esteri. DallItalia, il ministro degli Esteri, Emma Bonino, ha parlato di rischio concreto di guerra civile. Dallaltra parte il presidente ucraino Yanukovich resiste e addossa le responsabilit dellescalation allopposizione, proclamando per gioved una giornata di lutto nazionale. Anche la Russia si scaglia contro gli antigovernativi, denunciando un tentativo di colpo di stato. BAGNO DI SANGUE - La giornata pi dura per Kiev nasce dopo la notizia che la Russia ha previsto altri due miliardi di dollari a favore dellUcraina (un gesto di fiducia, ha detto il Cremlino, ilprezzo della schiavit, ha spiegato Klitscho, uno dei leader dellopposizione ): la seconda tranche del prestito di 15 miliardi che in dicembre, dopo il no di Yanukovich sulla firma dellaccordo di associazione con la Ue, Putin ha accordato a Kiev. Tanto bastato perch migliaia di persone tornassero in piazza. In 2.000 hanno rioccupato il munici-

20 FEBBRAIO 2014, GIOVED

13

pio di Kiev, che domenica avevano abbandonato dopo il rilascio di 234 arrestati. Gli scontri sono proseguiti per tutta la notte. Alla fine il bilancio di 26 morti e oltre 240 feriti (alcuni gravissimi). Fra le vittime c anche un giornalista, picchiato e ferito da colpi darma da fuoco. Proteste a Kiev, ma anche in altre zone del Paese. A Leopoli, bastione nazionalista vicino alla frontiera polacca, i palazzi del governo e della pubblica sicurezza sono stati assaltati e circa 5.000 manifestanti si sono impossessati di un deposito di armi. IL PUGNO DURO DI YANUKOVICH E LAPPOGGIO DELLA RUSSIA - Una situazione drammatica a cui Yanukovich ha risposto

ROMA - Meno voli tricolori tra Roma e Milano. Per colpa dellalta velocit ferroviaria. Dopo anni di battaglie e di offerte speciali per vincere la concorrenza dei Frecciarossa prima e dei treni Italo poi, Alitalia alza le mani e cambia la sua politica nella gestione dei collegamenti su quella che era la pi remunerativa tratta interna, la navetta tra la Capitale e lo scalo urbano della metropoli lombarda. La compagnia ha infatti chiesto allEnac la riconversione degli slot Roma-Milano per utilizzarli su altre rotte europee. Lo riferisce il presidente dellEnte nazionale per laviazione civile (Enac) Vito Riggio, a margine di un convegno sugli aeroporti, precisando che lente sta valutando la richiesta. Non ancora chiaro quanti voli al giorno verranno cancellati sulla tratta della navetta, tuttavia - secondo lEnac - la riconversione potr comunque riguardare per legge solo le rotte per lEuropa e non quelle intercontinentali n extra Ue, come invece si era ipotizzato nei giorni scorsi. Intanto alimenta polemiche la sospensione del servizio di bus navetta tra Roma e laeroporto di Fiumicino, dedicato da Alitalia ai passeggeri dei propri voli .

La procura: 400 vittime di Tirreno Power Sarebbero ancora vivi senza la centrale
il 2005 e il 2012. I dati emergono da una consulenza disposta dalla procura nellambito delle indagini per disastro ambientale e omicidio colposo, due distinti fascicoli aperti sospettando che le polveri uscite dalle ciminiere di Vado siano la causa delle malattie fra gli abitanti della zona. Una conclusione alla quale i periti sono arrivati attraverso unanalisi sul tasso di mortalit in diverse aree vicine alla centrale (il perimetro riguarda quasi tutta Savona, Vado, Quliano e Bergeggi e in parte Albisola e Varazze), dove sarebbe stato accertato un sensibile incremento di decessi tra le zone di minima e massima ricaduta degli elementi inquinanti.

La dichiarazione choc: Senza la centrale a carbone di Vado tanti decessi non ci sarebbero stati... 400 morti dal 2000 al 2007. Sorprende il numero delle vittime e sorprende che a parlare in questi termini sia il procuratore capo di Savona, Francantonio Granero, che si sta occupando direttamente delle due inchieste sulle emissioni della Tirreno Power di Vado Ligure, un impianto costruito nel 1970 e ancora in funzione. Quei morti sono da attribuire alle emissioni degli impianti. Non solo. Ci sarebbero stati anche tra i 1.700 e i 200 ricoveri di adulti per malattie respiratorie e cardiovascolari e 450 bambini ricoverati per patologie respiratorie e attacchi dasma, tra

Savona: linchiesta per disastro ambientale e omicidio colposo. I decessi tra il 2000 e il 2007

Gli esperti hanno anche escluso che le patologie possano essere attribuite ad altri fattori: traffico automobilistico, altre aziende della zona o fumi delle navi in porto. Per il momento nel registro degli indagati sono stati iscritti tre nomi per il reato di disastro ambientale. Si tratta di tre dirigenti, fra cui lex direttore generale di Tirreno Power Giovanni Gosio, che ha lasciato la societ qualche settimana fa, e il direttore dello stabilimento Pasquale DElia. Tirreno Power, societ controllata a met dalla Suez Gaz de France e dalla Cir della famiglia De Benedetti, ha replicato alle parole del procuratore di Savona smentendo il nesso fra i decessi e i fumi della centrale.

Questi i bacini economici che hanno mostrato maggiore interesse verso le cultivar deccellenza A sud del sudest in occasione della Fruitlogistica berlinese.

14

20 FEBBRAIO 2014, GIOVED

Ungheria, Francia, Regno Unito mercati del pomodoro Pachino


Ungheria,
Francia, Londra: questi i tre mercati che in particolar modo hanno manifestato interesse durante ledizione 2014 del Fruit Logistica, di Berlino, per il Pomodoro di Pachino Igp, presente anche questanno allappuntamento mondiale dellortofrutta. Numerosi i contatti presi con i buyer del settore, che hanno visitato lo stand del Consorzio per chiedere maggiori spiegazioni rispetto al prodotto, alla sua produzione e alla sua commercializzazione. Da qualche tempo oramai abbiamo dei segnali forti da parte del mercato europeo, che ci invita a esportare il nostro prodotto. I mercati raggiunti- spiega il Presidente Sebastiano Fortunato- sono ancora pochi e questo rappresenta un punto di forza, nel senso che le aspettative sono vaste. Occorre per prepararsi in maniera adeguata alle sfide che ci aspettano oltre le Alpi. Il pericolo, infatti, quello di naufragare per mancanza di una struttura di commercializzazione adeguata e unitaria. La preoccupazione radicata da tempo tra il gruppo dirigente del Consorzio Igp, che per per statuto non pu dedicarsi a operazioni di commercializzazione, ma solo di promozione e tutela. E arrivato il momento di andare oltre- azzarda il Presidente Fortunato-. Mi

ritengo molto soddisfatto delle operazioni fatte durante il mio mandato, volte alla tutela, ad una maggiore attenzione nei controlli, e alla promozione su scala nazionale. Adesso per giunta lora per il Pomodoro Igp di di-

ventare grande e pu farlo solo creando una struttura di commercializzazione esterna ma parallela al Consorzio, che ne potenzi il valore, al momento in balia della forza e delloscillazione dei mercati. Credo di potermi ritenere soddisfatto solo se entro il 2014 questa rete commerciale prender vita: lobiettivo principale da perseguire entro questanno. Occorre infatti per affrontare il mercato in maniera adeguata unire le forze e fare massa critica, solo cos potremo dettare le nostre condizioni.Gi allacciati i primi contatti con grandi multinazionali di export per sondare linteresse a curare la commercializzazione, ma si tratta di percorsi ancora da verificare con la base sociale. Il superamento degli steccati e linvito a lavorare in sinergia potrebbero oggi trovare terreno pi fertile. Le condizioni sempre pi dure di accesso a grandi progetti di export da una parte, e i rischi di non poter onorare gli impegni in termine di quantit da parte dei singoli produttori dallaltra, rappresentano le necessit che spalancherebbero le porte a unazione comune. I quantitativi di produzione sono aumentati lo scorso anno- continua il Direttore Salvatore Chiaramida - ma si tratta pur sempre di percentuali piccole rispetto alla quota di mercato che potremmo conquistare. Nonostante la crisi, infatti, c un trend sempre pi forte che evidenzia linteresse delle famiglie verso i prodotti a marchio certificato. Si tratta, infatti, di garanzie in termini di produzione, controllo e salute, valori che non sono contrattabili. Il 2014 si apre dunque con scenari interessanti, che da una parte intendono conquistare i mercati esteri, mentre dallaltra vogliono rafforzare la presenza in Italia attraverso delle strategie di promozione innovative. Allo studio una campagna che coinvolga i food blogger nella conoscenza delle variet di pomodori di Pachino e la partecipazione a Cibus XVII Salone Internazionale dellAlimentazione. Tra i progetti al vaglio anche alcune pubblicazioni di valore e laffiancamento a un testimonial di carattere nazionale, sulla cui identit, per, c ancora il massimo riserbo.

SPORT Siracusa Play-off, gli azzurri allo sprint finale


20 FEBBRAIO 2013, GIOVED

15

Considerando irraggiungibile la Tiger la lotta si restringe a sette squadre

Entra nel vivo il rush finale per entrare nella griglia dei playoff, e per assicurarsi possibilmente la posizione migliore.A guidare lo sprint proprio il Siracusa che con quattro incontri abbordabili (San Gregorio, Rosolini, Mazzarr e Rometta), uno di media difficolt (Scordia) e due piuttosto difficili (Modica e Fc Acireale), sembra, almeno sulla carta, il favorito numero uno. Il Modica, appaiato in questo momento agli azzurri, pur potendo contare sullo scontro casalingo diretto fra due domeniche, ha forse il calendario pi difficile, dovendo affrontare il Misterbianco, il derby col Vittoria, il Taormina e la Tiger. Stesso discorso per il

Sulla volata a sette pende per la spada di Damocle del ricorso dellFC Acireale
La corsa ai play-off (in grassetto le partite in casa)
SIRACUSA MODICA SAN PIO FC ACIR. IGEA VIRT. 42 42 40 38 38 S. Gregor. Rometta Misterb. Scordia Taormina Igea V. Modica Siracusa Vittoria Tiger Viagrande Acir.46 Rosolini Misterb. Scordia Vittoria Mazzarr Taormina Tiger Rometta Rometta Viagrande Igea Virt. Acireale 46 FC Acireale Tiger Acireale 46 Siracusa S. Gregorio Scordia Rometta

Taormina Viagrande Mazzarr Tiger S. Pio X Igea V. FC Acir. S. Gregor. Rosolini

Acireale 46 San Pio X Modica Scordia Rosolini Mazzarr

TAORMINA 38 MISTERB

37 S. Pio X

S. Gregor. Modica

San Pio che viaggia a due lunghezze dalla coppia che al momento detiene alla pari il secondo posto. Sulle prossime sette partite, gli etnei dovranno vedersela col Misterbianco, col Vittoria, col Taormina, con la Tiger e con lIgea

Virtus. Pi agevole il cammino dellFC Acireale che oltre a nutrire speranze sul ribaltamento della sentenza del giudice sportivo in virt del ricorso presentato, pu contare su quattro incontri interni alla sua portata e su

tre esterni piuttosto difficili (Tiger, Igea Virtus e Siracusa). Calendario avverso per lIgea Virtus, leggermete attardata per lincostanza del suo rendimento, e che oltre a doversela vedere con lFC Acireale in casa, dovr

affrontare tre incontri esterni con Taormina Tiger e San Pio che possono vanificare le sue speranze. Durissimi invece gli incontri casalinghi del Taormina che dovr misurarsi con Igea, San Pio, Modica e Scordia, per riposare in trasferta con lAcireale 46, il San Gregorio e il Rosolini. Per finire il Misterbianco, il pi attardato, che solo dopo avere affrontato in casa il San Pio X e il Modica avr il cammino in discesa. Come abbiamo per accennato, sullo sprint finale grava la spada di Damocle dellesito della sentenza di appello che, ancora una volta, potrebbe sconvolgere la classifica. Armando Galea

Basket A1/F. La Trogylos riprende gli allenamenti aspettando il CUS Cagliari


La Trogylos ha ripreso gli allenamenti in vista della gara di domenica pomeriggio, in Sardegna, contro il C.U.S. Cagliari. Dopo aver goduto di due giorni di riposo, a causa dello stop al campionato per la Final Four di Coppa Italia vinta dalla Famila Schio, le ragazze hanno ripreso a lavorare sul parquet del PalaPriolo. Coach Coppa, potendo finalmente contare su una rosa al completo, sta impartendo schemi e lezioni di tattica alle sue che, come si visto nelle ultime uscite, hanno iniziato a giocare in maniera molto pi convincente. Anche la tenuta atletica notevolmente cresciuta e, gran parte del merito, va sicuramente attribuito al preparatore Giancarlo Bertini, il quale, con grande dedizione al lavoro, riuscito a far raggiungere un condizione fisica ottimale alla squadra. I risultati che fino a poche settimane addietro faticavano ad arrivare erano frutto della mancata preparazione di inizio stagione, ha commentato Bertini. Pian piano le ragazze hanno acquisito fiato e agilit, e questo stato possibile anche grazie alla loro estrema professionalit in un momento particolarmente difficile. Insieme a Santino Coppa, che un maestro sotto tutti i punti di vista, decideremo come impostare il lavoro da qui fino al termine del campionato. Mancano ormai poche partite alla conclusione ma saranno importanti per mantenere il distacco da Chieti. Larrivo dellamericana Dowe, ha proseguito, ha dato sicuramente maggiore peso sotto canestro e, personalmente, lho trovata molto bene anche a livello fisico-atletico. Si integrata in brevissimo tempo al resto del gruppo e insieme alle compagne sono sicuro che far bene. Sono convinto che miglioreremo ancora un po, conclude Bertini, e la costanza delle ragazze in allenamento sar fondamentale per chiudere al meglio la stagione.

Calcio a 5. Il Memorial Stefano Tortorici se lo aggiudica la Telab


Con un rocambolesco 13 a 12 la Telab si aggiudicata il 4 memorial di cacio a 5 organizzato dal Movimento Sportivo Popolare di Siracusa a Stefano Tortorici. Una finale al cardiopalma, ha visto ieri sera protagonisti le due finaliste del torneo Telab capitanata da Daniele Garofalo e la Nuova Ortigia di Domenico Colella che concludevano i tempi regolamentari 4 a 4, partita infatti decisa poi ai rigori. A premiare i ragazzi vincitori e tutti i ragazzi che hanno preso parte alla manifestazione sportiva, tutta la famiglia e gli amici di sempre. Si considera molto soddisfatto il Direttore Tecnico MSP-SR Elia Danilo, per l'ottima riuscita dell'evento e la sempre costante partecipazione di amici del fraterno Amico Stefano. Elia continua ringraziando lo staff arbitrale Salvatore Pugliara, Emanuele Di Martino e Tony Lentini, il centro sportivo Aurora per la disponibilit dei campi ed in fine le altre squadre partecipanti come l'Associazione Le Formiche e le squadre capitanate da Drago Angelo, Andrea Tortorici e gli amici di Salvo.

16

20 FEBBRAIO 2014 GIOVED

Autosport S.r.l. C.da Targia 18

autosport.toyota.it

Siracusa Tel.0931 759918

Aygo Edition 1.0 3P MY13. Prezzo promozionale chiavi in mano 8.350 (esclusi I.P.T. e Contributo Pneumatici Fuori Uso PFU ex DM n. 82/2011 di 5,40 + IVA) con il contributo della Casa e del Concessionario. Valori massimi: consumo combinato 22,2 km/l, emissioni CO2 104 g/km. Off erta valida fi no al 28/02/2014 solo per vetture disponibili in stock. Yaris Active 1.0 3P. Prezzo promozionale chiavi in mano 9.950 (esclusi I.P.T. e Contributo Pneumatici Fuori Uso PFU ex DM n. 82/2011 di 5,40 +IVA) con il contributo della Casa e del Concessionario. Valori massimi: consumo combinato 18,2 km/l, emissioni CO2 127 g/km. Off erta valida fi no al 28/02/2014 solo per vetture disponibili in stock. Immagini vetture indicative.