Sei sulla pagina 1di 48

FUMETTOMANIA

RIVISTA DI APPROFONDIMENTO - RECENSIONI - INTERVISTE PREVIEW e STORIE A FUMETTI - NUMERO 20 - ANNO 2012

2011,34:,*,38434:(38934 ...

... +9,201(+4+0*0

F#ME""OMANIA N. 20

NEL P O!!IMO N#ME O:


Betty Boop Vanna Vinci
Carlo Scaringi Alda Teodorani

ARTICOLI e INTERVISTE
TRIBUTI DISEGNATI:
Lorna e Vampirella A. Scocci/T. Trimbolii

Hamelin Emilio Varr 10 nuove autrici italiane Luigi Serra Emanuela Lupacchino

Poison

Eva Kant

Julie Lamour Maggi

Grazia Nidasio
Loris Cantarelli Cesare Giombetti

Julia e donne Bonelli


Fabrizio Scibilia Lilith Domenico Cutrupia

Dodo e Nausicaa Barbara Nicora Endelige Alice Callegari

Vincenzo Acunzo NOA as AGAPE Mirella Menciassi

Catwoman

PREVIEW E WORK IN PROGRESS


Julie Lamour Maggi

Ignazio piacenti Tergestea Paola Ramella ElektraVsBlob omaggio a

Moebius

Red Bella

Mary & Bryan Talbot John Bolton


Sally Heathcote, Suffragette Shame 2

Bryant Bridgewaters Dotter of Her Fathers Eyes

Federica Manfredi Alice Ravenna Dea Fumettista Scuola del fumetto di Palermo

Kate Charlesworth

Rivista di approfondimenti, recensioni, interviste, preview e storie a fumetti di giovani autori a cura dellAssociazione Culturale Fumettomania Factory Pubblicazione annuale senza scopo di lucro ed autofinanziata Supplemento di Lo Skarabeo - Edito dallass.. culturale Fumettomania Factory - Registrazione Tribunale di Barcellona P. G. n. 83 del 17/09/2013 Direttore Responsabile: Fabrizio Scibilia Direttore Culturale, grafica ed impaginazione Mario Benenati Hanno collaborato Vincenzo Acunzo, Lucia Bartolone, Alessandro Boni, Giov Brusca,Loris Cantarelli, Alberto Conte, Michela De Domenico, Michele Ginevra, Angela La Rocca, Anna Leotta,Angelo Molinari, Barbara Nicora, Giuseppe Orlando, Alessandro Pastore, Carlo Scaringi, Alessandro Scoccia, Tiziana Trimboli. Sede Associazione e Sede Pubblicazione c/o Mario Benenati, vicolo Basilico n. 6 - CAP 98051 - Barcellona Pozzo di Gotto (Messina) Pagine web http://www.fumettomania.net http:www.glamazonia.it https://www.facebook.com/fumettomania.net https://www.facebook.com/fumetttomania.fanzine http://www.pinterest.com/fumettomania/ http://www.tumblr.com/blog/ass-culturale-fumettomania http://fumettomaniafactory.deviantart.c om e-mail: associaz.fumettomania.factory@gmail.c om Informazioni utili Si collabora con la Prozine tramite comunicazione via mail oppure tramite posta. Il copyright di tutti i personaggi rappresentati e delle illustrazioni, pubblicati nella rivista, sono degli aventi diritti. Si autorizza la riproduzione parziale o totale, dei testi e dei disegni, dietro richiesta scritta alla Redazione. Arretrati cartacei disponibili n.ri 6 - 7- 8 - (euro 4,00 cadauno) n.ri 11 - 12 - 13 - 14 (euro 5,00 cad.) n. 15 (euro 8,00) n. 17 (euro 10,00) Arretrati digitali disponibili n. 18 - formato PDF (3,00 euro) Gli arretrati si possono richiedere a: Mario Benenati, vicolo Basilico n. 6 98051 Barcellona Pozzo di Gotto (ME) mail: arch.mabe@gmail.com Copertina Lillustrazione in copertina e disegno di Barbara Nicora (2011), una caricatura del gruppo storico di Fumettomania.

Fumettomania n20 - Anno 2012

I I L

l tempo: marzo 1990 l luogo: Lucca evento: il numero zero della fanzine Fumettomania alledizione primaverile di Lucca Comics.

Cos il nostro gruppo, composto da Giuseppe Orlando, Mario Benenati, Salvatore Bucca, Giorgio Cambini, Salvatore Bonanzinga ed altri quindici giovani appassionati di fumetti si presentato alla Scala del Fumetto nazionale ed internazionale. In quella manifestazione sembravamo degli alieni con la nostra rivistina che ci tingeva le mani, a causa del troppo inchiostro nero della quarta di copertina, e con il nostro stand nella parte superiore del Palazzetto dello sport di Lucca. Il nostro stato un approccio un po timido e spavaldo, in un ambiente dove cerano gi agguerriti fanzinari, per proporre una pubblicazione piena di aspettative, di obiettivi e di altrettanti errori, refusi et simila. Non possiamo dimenticare gli sguardi stupiti, le chiacchiere, le risate, le foto di quei tre giorni, sono tutti ricordi indelebili. Fumettomania, nata per gioco e per passione (come ho scritto tante altre volte), stata la voce di un gruppo di giovani barcellonesi e messinesi, nel quale sono confluiti tanti altri giovani provenienti dai posti pi disparati dItalia. Alcuni di questi giovani, 11 fino ad oggi, hanno poi fatto il salto di qualit diventando professionisti nel campo delleditoria, altri invece si sono accontentati di coltivare la loro passione, altri ancora hanno scelto strade diverse. Quello che pi ci ha sorpreso, in tutti questi anni, stata laccoglienza positiva del nostro gruppo alle varie manifestazioni di fumetti, dovuta per lo pi al fatto che siamo stati sempre una voce fuori dal coro, mai troppo celebrativa di questo o quel prodotto editoriale, mai troppo polemici, anche quando ce ne sarebbe stato bisogno; abbiamo cercato sempre di utilizzare le nostre parole per costruire e non per distruggere ed abbiamo sempre cercato di scrivere di fumetti con equilibrio allinterno di una realt, quella fanzinara, sempre in mezzo tra la polemica a tutti i costi e lovviet degli argomenti presentati, e non abbiamo difficolt ad ammettere che non ci siamo sempre riusciti. Ci spiaciuto, inoltre, lassoluto ed imbarazzante silenzio dellAmministrazione comunale di Barcellona Pozzo di Gotto, nel decennio 2003-2011. Unamministrazione che si dimenticata di noi, nonostante i nostri sforzi (che chiaramente diminuirono sempre di pi) sul territorio comunale. Oggi la nostra rivista, come molte altre, ha seguito levoluzione dei tempi, legata alla minore lettura da parte degli appassionati, e legata anche alla distribuzione nelle fumetterie; questultime, dopo la fase di gestione appassionata degli anni 80 e 90, si ritrovano con quantit smisurate di titoli e con tante difficolt di gestione. Nel 2012 in edicola troviamo le riviste Fumo di China e Scuola di Fumetto, che sono gli unici contenitori di critica fumettistica che si sono ritagliati negli anni un pubblico, hanno saputo rinnovarsi, hanno una struttura organizzativa ed economica alle spalle e sono, quindi, delle piacevoli eccezioni. Con leccezione di Fumo di China e Scuola di Fumetto, la stagione delle riviste di sola critica o di critica e fumetti, a cura di appassionati, venduta alle mostre e con laiuto delle fumetterie, quindi, si conclusa. La critica, il giornalismo fumettistico, le news, i preview, si sono spostati negli ultimi anni sul web, trovando uno spazio idoneo, con centinaia e centinaia di siti e di blog, e con un pubblico di visitatori-lettori pressoch analogo, ed anche superiore, a quello raggiunto con il cartaceo. Non c pi spazio ed interesse per le fanzine cartacee di critica, ed anche noi nel 2008 ci siamo resi conto (come tante altre fanzine prima di noi) che non aveva pi senso distribuire un prodotto come il nostro nelle fumetterie e/o venderlo nelle manifestazioni italiane, ed abbiamo messo la parola fine al prodotto cartaceo. Supportati dalla passione e dalla coriacea perseveranza del sottoscritto, e del gruppo di amici (che in maniera gratuita e libera, accetta di volta in volta di partecipare sia al sito sia ai progetti di Fumettomania), abbiamo potuto rafforzare i contenuti del nostro sito, svecchiandolo a favore di una grafica e di unaccessibilit migliorata; inoltre, abbiamo cercato di rafforzare i legami con alcuni siti (Glamazonia.it, Lo Spazio Bianco, ecc.) con cui ci sentiamo in sintonia di idee e di intenti. Dopo queste lunga carrellata dal taglio amarcord non mi resta che augurare buon compleanno a Fumettomania per i suoi ventuno anni di Associazione culturale e ventidue anni di pubblicazione. Nel 2013 inizieremo una serie di progetti che rilanceranno definitivamente lassociazione sul territorio barcellonese e nellhinterland. Restate sintonizzati! mario benenati

F#ME""OMANIA N. 20

!OMMA !OMMA IO IO
5
DIARIO

VENTUNO ANNI DI FUMETTOMANIA


a cura di Mario Benenati

32 DEDICHE DISEGNATE
BARBARA NICORA GIOV BRUSCA ALESSANDRO BONI ALESSANDRO SCOCCIA & TIZIANA TRIMBOLI VINCENZO ACUNZO

37 qUATTRO PAROLE
INTERVENTI DI: MICHELE GINEVRA LORIS CANTARELLI CARLO SCARINGI ALBERTO CONTE ALESSANDRO & MARINA ANGELO MOLINARI GIUSEPPE ORLANDO

32
37

42 INDEX 1990-2012
a cura di Mario Benenati

48
4

42

DIA

IO

$EN"#NO ANNI DI F#ME""OMANIA


(ma anche 22 anni, per chi ci segue dal 1990) a cura di Mario Benenati <arch.mabe@gmail.com>

In questa rilettura storica dei ventidue anni di pubblicazione della rivista e ventuno dalla nascita dellAssociazione culturale, ho estratto alcuni articoli ed alcune immagini dai numeri arretrati di Fumettomania. Il criterio adottato stato quello del singolo articolo non troppo esteso, scritto dal collaboratore che maggiormente si impegnato quellanno e/o dellillustrazione che ci ha colpito. Inoltre, abbiamo estrapolato, dove si potuto, poche righe delleditoriale di ogni numero arretrato. Non avendo pi le matrici dei numeri impaginati, per molti articoli ho proceduto alla scansione della pagina cos come stata pubblicata a suo tempo. Lintero fascicolo e stato supervisionato (e corretto dei vari refusi) da mia moglie Angela, dalla giovane Lucia Bartolone, giornalista freelance barcellonese, e dallamico Cesare Giombetti, che si sono impegnati a riparare i vari errori che inevitabilmente saltano fuori in un lavoro cos complesso ed articolato. M.B.
Nota bene: Limmagine della copertina unillustrazione dellautrice Barbara Nicora, per gentile concessione. dellAutrice stessa. Il disegno una caricatura della formazione completa della redazione barcellonese della rivista, risalente agli anni 20032004. Da sinistra: Lucio Sottile, Luigi Bambaci (oggi Presidente dellAssociazione), Domenico Cutrupia, Salvatore Bucca e Mario Benenati (Fondatori della rivista), Ambrogio Isgr ed infine Giuseppe Orlando (il maggiore copertinista della rivista, anche lui co-fondatore della rivista).

1990

N#ME O 'E O

I G ANDI P OPO!I"I DEL N#ME O 'E O

el 1990 la nostra giovane et e la spensieratezza ci facevano desiderare obiettivi e risultati incredibili. Nelle edicole la Star Comics e la Play Press si contendevano le collane della Marvel. Leditore laziale (Play Press), proprio nel 1990 inizi a pubblicare i personaggi della DC Comics. Anche leditore Comic Art scese in campo pubblicando alcune collane DC, precisamente alcune della linea Vertigo. La Sergio Bonelli Ed. stava vivendo una seconda giovinezza con i risultati di vendita di Dylan Dog e di Martin Mystre ed aveva in cantiere una nuova serie con unambientazione fantascientifica. La Disney Italia e Giovan Battista Carpi, invece, facevano il punto della situazione del progetto Scuola Disney, divenuto poi nel 1993 lAccademia Disney. La Glenat Italia fece esordire Akira, il capolavoro di Otomo; ed infine in edicola resistevano tenacemente le ultime riviste dautore: Comic Art, LEternauta, Corto Maltese, Totem Comics, Bhang. Poi cera Fumo di China, la principessa delle fanzine, Schizzo del Centro Fumetto Andrea Pazienza di Cremona, Made in USA, Collezionare, Yamato, Comix, Glamazonia, e tante altre fanzine di critica e di storie a fumetti di giovani esordienti. Insomma cera un clima culturale fertile per altre e nuove proposte.

Il sottoscritto, nei tre anni precedenti, aveva fatto amicizia con altri ragazzi di Messina (via posta e di persona), aveva instaurato un rapporto epistolario con dei giovani lettori esperti di comic book USA di Livorno, Foggia, Lucca, ed aveva tra le sue manie quella di organizzare degli eventi; inoltre, nel 1989 aveva gi pubblicato una fanzine (Comic Book n. 0), per cui disponeva sulla carta di un gruppo variegato e valido e si convinse che una rivista siciliana, con articoli sui fumetti e di storie a fumetti, era possibile, poteva funzionare, e poteva essere distribuita in tutto il territorio nazionale mediante i due maggiori distributori di quegli anni (Alessandro Distribuzioni di Bologna e La Borsa del Fumetto, di Nessim Vaturi, di Milano), ed in ultimo poteva essere presentata e promozionata al Salone del fumetto di Lucca. Per sua fortuna, o sfortuna, riusc a convincere tutto il suo gruppetto di barcellonesi e messinesi e con queste premesse si cominci a preparare il numero zero della nuova fanzine. Non ricordo bene a chi venne in mente il nome della rivista, ricordo che fu Giuseppe Orlando a studiarne il logo, poi trovammo un font che allepoca era poco usato, il paintbrush, e si arriv al titolo Fumettomania scritto in verticale. La bicromia della copertina nasceva dalluso dellaerografo e dal soggetto disegnato: un uomo misterioso con limpermeabile che leggeva una rivista, illuminato

solo dalla luce del lampione. Si scelsero le storie da pubblicare, alcune non ci convincevano del tutto ma era un numero zero, quin-

di, bisognava rischiare, provare, per rendersi conto del risultato e delle critiche. Si scrissero gli articoli, molti erano sui fumetti americani, il sottoscritto prepar una lunga panoramica su fumetto italiano e francese, e si cerc di far legare tutti gli interventi della rivista. Infine, grazie alla conoscenza di Alfredo Castelli, arriv una miniintervista da pubblicare. Per telefono, si convinsero i due distributori nazionali della bont del prodotto, si presero accordi e si fiss un appuntamento per il 16 marzo 1990 al Lucca Comics. Eravamo pronti per il debutto nazionale! Era nata Fumettomania!

Una delle migliori recensioni del numero zero, scritta dal messinese Salvatore Bonanzinga (sopra); mentre sotto si pu ammirare la tavola a fumetti conclusiva della breve storia di Gianfranco Arn e Salvatore Ingegneri, anche loro messinesi. Nella pagina precedente le foto dei giovanissimi Giuseppe Orlando e del sottoscritto. Per gentile concessione dallarchivio di Mario Benenati Fumettomania Factory

1990

N#ME O #NO

IL !ALONE DEL F#ME""O DI L#CCA COMIC!


Blocchiamo il tempo, il calendario, al 1990. Il 16 marzo 1990 siamo andati a Lucca, alla Scala del Fumetto in Italia, per la nostra prima volta e non essendo sazi ci siamo tornati pure in autunno. Erano gli anni in cui gli organizzatori si erano convinti che il doppio appuntamento lucchese avrebbe focalizzato lattenzione dei media sul Fumetto, in realt, tranne qualche raro caso, gli appassionati si svenavano pur di essere presenti, gli eventi si raddoppiavano, cos come le spese per i vari standisti e dopo alcuni anni si torn allunico appuntamento annuale. A marzo avevamo uno stand, con Giuseppe Orlando, ancora studente presso lAccademia delle Belle Arti di Firenze. Eravamo posizionati nella parte alta del Palazzetto, cera una bella vista sul parterre, ma laffluenza del pubblico non fu il massimo; conoscemmo Luca Boschi, Rinaldo Traini, alcuni giovani redattori di Fumo di China tra cui il simpaticissimo Marcello Toninelli; ed ancora il maestoso e cordiale Attilio Micheluzzi, scomparso qualche anno dopo. A novembre andammo a Lucca solo come visitatori, e ce la siamo goduta di pi, con me cera Vito di Domenico, ed insieme intervistammo John Bolton allo stand Play Press. La casa editrice romana lo invit ma di lui conoscevano pochissime opere, noi (che avevamo letto qualcosa di pi dellautore bri-

tannico) ci siamo fatti sfacciati e ci siamo proposti per fargli delle domande per loro. Lintervista fu pubblicata sulla rivista Hellraiser n. 4 (Gennaio 1991Editore Play Press), i nostri nomi non comparirono nei credit, salvo quello di Vito nella didascalia di una foto. Alla manifestazione autunnale lucchese conoscemmo dei mostri sacri come lautore americano Joe Orlando (che lavor per tanti anni alla DC Comics), litalianissimo editore Sergio Bonelli, i giovani Claudio Castellini, Pasquale Del Vecchio, Silvio Camboni, Roberto Santillo (questultimi due presso lo stand della Disney Italia) ed infine Claudio Chiaverotti e Luigi DallAgnol. Due parole sul n. 1. Nella colorata copertina vi era rappresentato in maniera ironica e caricaturale, nellatto di fumare una sigaretta, il Cavaliere Oscuro (Batman); lautore di questa opera sovversiva era Giuseppe Orlando. Il 1990 non fu esente da polemiche. Una rubrica della rivista era dedicata ad approfondimenti e pareri: rispondemmo alla nostra maniera alla polemica riguardante i fumetti splatter, che si era innescata proprio quellanno; ci aggiungemmo un testo sulla scomparsa dal mercato statunitense della casa editrice COMICO (qualcuno si riguarda che fumetti pubblicava?), ed infine uno dei nostri collaboratori messinese scrisse una forte critica sulloperato della Star Comics. I tre pezzi furono un cocktail esplosi-

vo, e alla mostra mercato di Messina, tra dicembre 1990 e gennaio 1991, ci fu il faccia a faccia tra M.M. Lupoi e A. Grussu (lestensore del pezzo sulla Star Comics) e furono scintille! Anche questo secondo numero fu ricco di storie a fumetti che, nonostante fossero apprezzabili per i testi ed in alcune tavole, non riuscivano per ad imprimere alla rivista quella qualit che noi redattori volevamo raggiungere. Cos come nel n. zero, in questo numero 1, furono pubblicate delle brevi recensioni sulle riviste di fumetti Comic Arte Corto Maltese, sulle produzioni della Sergio Bonelli, della Play Press, della Star Comics; mentre i valentissimi Salvatore Bonanzinga e Giorgio Cambini del quale potete rileggere un lunga recensione nella pagina accanto), ci facevano conoscere alcune belle produzioni doltreoceano;
Un articolo sul mercato degli editori USA indipendenti degli anni 90, di Giorgio Cambini (uno dei collaboratori pi preparati sul mercato americano degli anni 80 e 90), estratto dal n. 1 della fanzine. Nella pagina accanto la copertina del n.1, ad opera di Giuseppe Orlando, e lo schizzo del compianto Attilio Micheluzzi Per gentile concessione, dallarchivio di Mario Benenati Fumettomania Factory

ed infine grazie allamico Hubert Holle riportavamo sulla fanzine tante notizie e brevi recensioni sulla Bande Dessine. Sempre gli stessi, Salvatore, Giorgio, Hubert ed il sottoscritto chiudevano la rivista con le ultime notizie sulla nona arte.

1991

N#ME O D#E , " E

LA NA!CI"A DELL=A!!OCIA'IONE C#L"# ALE GIO$ANI E!O DIEN"I


Il n.2, con la bella copertina disegnata da Claudio Castellini e colorata da G. Orlando, anticip di qualche mese luscita del n. 1 dellalbo di Nathan Never, eroe fantascientifico della Sergio Bonelli, ideato dal trio dei sardi Serra-Medda-Vigna e graficamente affidato proprio alle mani di Claudio. La copertina del n.3, invece, stata la prima di un autore internazionale, linglese John Bolton, che ci ha, infatti, omaggiato di un disegno che faceva parte di un portfolio di 4 illustrazioni contro la guerra chimica. Questi due numeri del 1991 si segnalarono per le tante interviste pubblicate, che tra le varie edizioni di Lucca Comics, la rassegna del fumetto di Prato, la Fiera del Libro di Bologna, linaugurazione dei nuovi locali della Alessandro Distribuzioni a Bologna, la mostra mercato di Impruneta e di Montecalvoli, e la redazione della Sergio Bonelli, eravamo riusciti a fare. Pasquale Del Vecchio, Sergio Bonelli, SerraMedda-Vigna, Claudio Castellini, Silvio Camboni, Roberto Santillo, Max Bonfatti, Giacomo Michelon, Giorgio Sommacal, Vincenzo Perrone, Fabrizio Mazzotta, Roberta Corradin, Luca Boschi, Silver, John Bolton, Rinaldo Traini, Cavezzali, Berardi e Milazzo, Luigi Bernardi, Andrea Domestici, G.B. Carpi, Giorgio Cavazzano, Bruno Concina, Roberto Baldazzini, Vanna Vinci, Marco Bianchini, Moreno Burattini, Fabio Valdambrini, Marcello Toninelli, Alfredo Castelli, gli autori cadutti nella trappola dellintervista per mano di Vito De Domenico, Mario Benenati e Roberto Irace.

el maggio del 1991, io e due miei cari amici, (allanagrafe Salvatore Bucca e Salvuccio Milone), con il sostegno di Giuseppe Orlando, gi copertinista della fanzine, creammo lAssociazione culturale giovani esordienti, che proprio questanno, oggi (nel 2012, ndr) modificata in Ass. Cult. Fumettomania Factory. Loperazione ci serviva per avere unidentit pubblica a livello locale e nazionale, e poterci rapportare con le istituzioni al fine di organizzare eventi e raggiungere obiettivi, che come singolo gruppo di amici, non sarebbero stati alla nostra portata A distanza di ventuno anni dalla nascita dellassociazione, lunico vero rammarico quello di non avere un locale biblioteca tutto nostro nonostante le varie richieste presentate allamministrazione comunale.

Qui a lato due dediche per noi molto importanti, entrambe, ottenute alla Lucca Comics del 1990, quella di John Bolton a sinistra (da noi intervistato per la Play Press), e quella del grande maestro disneyano Giovan Battista Carpi a destra Per gentile concessione, Fumettomania Factory e Mario Benenati

10

to bonelliano, che veniva pinzato ed allegato alla stessa fanzine; questa scelta da un lato ci permise una spesa tipografica minore (le pagine del fascicolo avevano un piccolo formato ed una foliazione non superiore alle 16 pagine) e dallaltro rese pi omogenea la fanzine. Inoltre, nel n. 3 lattivit di PR del sottoscritto si percep molto; non riuscendo ad inserire e sostenere la fanzine con sottoscrizioni pubblicitarie riuscii, infatti, ad ottenere il patrocinio della ProLoco di Barcellona di Pozzo di Gotto, senza nessuna interferenza o censura di alcun tipo. Il mio plauso va al prof. Gino Trapani, presidente e segretario della ProLoco, in quegli anni (ora non ricordo bene), ed uomo di cultura della nostra citt. Chiudo questo ricordo del 1991 con uno stralcio delleditoriale del n. 3 (figura sotto), che il primo editoriale vero e proprio della fanzine, gli altri erano solo presentazioni e appunti sul contenuto dei vari numeri. Altra due novit arricchirono il n. 3 che fu uno dei pi venduti, oltre 600 copie, della nostra storia editoriale. La prima era legata alla pubblicazione del primo dossier di Fumettomania, uno speciale sul Festival della BD di Angouleme 91, con articoli e interviste provenienti dai quotidiani francesi che venivano da noi tradotti e ripubblicati in italia a scopo divulgativo. La seconda novit riguard lo spostamento dello spazio per i giovani esordienti in un fascicolo, formaUn altro articolo di G. Cambini, dedicato alla produzione USA, in particolare alla serie Maze Agency. Sopra la copertina del n. 3, di John Bolton e nella precedente pagina quella del n 2 di Claudio Castellini. Per gentile concessione, dallarchivio di Mario Benenati Fumettomania Factory

11

1992-94

N#ME O Q#A"" O

IL G ANDE BL#FF
& Vittorio Cristiano (appassionati di cinema fantastico) e del giovanissimo Gianluca Piredda (oggi autore di fumetti per il mercato USA), e ben due speciali. Con il Dylan Dog Horror Fest 3 (un bel momento di aggregazione che la Sergio Bonelli organizz per alcuni anni a Milano) si scriveva di cinema e di fumetti, con la 19a edizione del Festival della BD di Angouleme tornavamo a parlare del fumetto francese con tanti spunti e riflessioni. Non mancarono nella fanzine le recensioni su qualche comic book poco noto al pubblico italiano tra cui la mini serie Kid Eternity (linea Vertigo della DC COMICS), riportata per intero nella pagina seguente. Allinizio ho scritto dellapice di questo numero, perch era stampato su carta patinata (compreso il fascicolo dedicato ai giovani esordienti) e ci cost un occhio o forse due! La vendita delle copie tra le fiere e le fumetterie, per quanto interessante, non ci permise di arrivare in pareggio e fu il tracollo! Inoltre, il disegno dellUomo Ragno in copertina, volutamente ironico, ci caus delle polemiche con Marco M. Lupoi, per la seconda volta, il quale minacci azioni legali contro di noi. Purtroppo poi non successe nulla, Lupoi non intraprese nessuna azione contro di noi che speravamo in un po di pubblicit indiretta, pazienza! Scherzo ovviamente, Lupoi una persona molto intelligente, non sarebbe oggi a capo della Marvel in Italia, magari allepoca giocava molto sulla sua popolarit e sulla sua capacit trascinatrice e, giustamente ci riprese, ma poi ha chiuso un occhio e ha lasciato cadere le sue bellicose intenzioni, con buona pace di tutti.

Lucca Comics di novembre del 1992, la fanzine tocc il suo apice tipografico, di contenuti, economico (spese-incassi) e di polemiche. Prima di addentrarmi sulla Lucca del 92, riporto la parte delleditoriale del n.4, che spiega molto bene le nostre idee sul mercato fumettistico in Italia in quegli anni.

Dopo aver letto lo stralcio delleditoriale, passo ad alcune considerazioni sul n.4. Anche questo numero conteneva delle belle interviste grazie agli eroici Vito Di Domenico

12

Nella pagina precedente, unestratto delleditoriale del n.ro 4, e unestratto del pezzo scritto e disegnato di Jacques Tardi, che spiega il suo stile. Qui in alto la copertina del n.ro 4 di Giuseppe Orlando, e sotto lintera recensione di Kid Eternity scritta da Giovanni Genovesi (uno dei giovani co-fondatori della fanzine). Per gentile concessione, dallarchivio di Mario Benenati Fumettomania Factory

Complice il periodo di leva del sottoscritto, dopo questo numero decidemmo di fermarci un po, per fare il punto della situazione, non era possibile continuare a proporre una fanzine con costi alti, vendite, sempre minori, e senza nessuna aiuto da parte dellAmministrazione Comunale. Per cui si pens di essere pi presenti in loco, infatti partecipammo ad una mostra espositiva sui personaggi della Bonelli, organizzata da un nostro amico e socio, Carmelo Proto nel dicembre del 1994, e cominciammo a pensare di proporre negli anni a seguire qualche progetto alla nuova amministrazione comunale del 1995-96 (un corso di fumetti per adolescenti ed una mostra espositiva senza perdere di vista la fanzine), che finalmente mostrava un po di interesse per le nostre attivit e molto rispetto verso la nostra passione per il fumetto. Nel frattempo, il periodo del servizio di leva pass in fretta, e quasi alla fine mi organizzai con il mio amico Giov Brusca, conosciuto proprio in quei due anni. Giovanni era un giovane talentuoso, che in tre occasioni si era messo in evidenza al Concorso di Prato, ed era stato pure pubblicato sul settimanale lIntrepido. Il suo tratto pieno di neri che definivano le figure corpose ed iperatletiche, mi piaceva molto, ed insieme studiammo una strategia per far vedere il suo book a Bepi Vigna (sceneggiatore di Nathan Never) e a Luca Boschi (profondo conoscitore del fumetto, giornalista, critico, ecc.), entrambi allExpo Cartoon di Roma. Nel dicembre del 1994, alla mostra organizzata nella nostra cittadina, uno dei due pannelli dedicato a Fumettomania era interamente pieno di disegni di Giovanni.

13

1995

... *43 93( 24786( , +9, 392,60 -484*450(80


iprendere il filo di un discorso sempre difficile e, in questi ventuno anni mi capitato pi volte, non so se un segno di maturit o di sana incoscienza. Mi ricordo che allindomani del periodo di pausa, del servizio di leva, mi sentivo pieno di energia e, complici i tanti amici con cui ero in contatto in quegli anni, Fumettomania ripart. Questo nuovo numero arriv dopo la mostra di Barcellona, dedicata nel dicembre del 1994 ai fumetti Bonelli, che aveva avuto un buon afflusso di pubblico e dopo la realizzazione di un piccolo fascicolo (formato bonelliano) di 16 pagine, una sorta di abecedario con tanti spunti fumettistici. Il n.6, con il quale Fumettomania riprese la propria attivit, aveva una grafica completamente rinnovata, che prendeva spunto dal settimanale Musica del quotidiano La Repubblica, ed il disegno di copertina era del pluripremiato autore inglese Dave McKean. A novembre insieme a Giov Brusca e Marco Sturniolo, andammo allExpo Cartoon, a Roma, l promozionammo il nuovo numero che aveva la caratteristica di essere fotocopiato, scelta dettata dalla necessit di contenere i costi, cos potevamo stampare solo le copie effettivamente vendute, senza nessuna resa. Era un primo passo per riproporre la fanzine e fu positivo perch si vendettero oltre un centinaio di copie, tra vendita diretta e distribuzione nazionale nelle fumetterie.

F#ME""OMANIA IPA "E!

N#ME O CINQ#E , !EI

A Roma, tra i tanti eventi, rincontrammo Bryan Talbot, e gli autori francesi, Fred e Claude Moliterni; vedemmo la bella esposizione chiamata Destinazione futuro, dedicata a Nathan Never, chiacchierammo della Phoenix (casa editrice che pubblicava supereroi italiani) con Daniele Brolli che ne era direttore editoriale, con Luca Boschi, e riuscimmo ad incontrare pure Bepi Vigna per fargli vedere il book di Giovanni.

Le copertine del n. 6 (a sinistra) e del n.ro 5 (a destra), della nostra fanzine. Sopra uno stralcio della pag. 2 con una parte dellarticolo su Ken Parker Magazine ad opera di Salvatore Bucca. Per gentile concessione dallarchivio di Mario Benenati Fumettomania Factory

14

1996

N#ME O !E""E , O""O

nche nel 1996 la magia di preparare e stampare un nuovo numero si ripet, addirittura per due volte. Stavolta tocc a Giov Brusca la copertina del n. 8, anche perch speravamo di essere un trampolino di lancio per lautore palermitano alla corte di Bonelli. Purtroppo le nostre speranze non andarono in porto. Nonostante i ripetuti contatti con la redazione, Giovanni non ebbe loccasione che sperava, cio di fare delle tavole di prova. Lautore palermitano poi ebbe altri impegni familiari e di lavoro, e lasci perdere il mondo del fumetto. Quellanno, come il precedente, fummo presenti alledizione, sia di maggio, sia di novembre, dellExpo cartoon a Roma; ci divertimmo parecchio perch oltre ad avere un piccolo spazio fisso, allinterno dellarea dedicata alle fanzine ed alle autoproduzioni, incontrai Francois Boucq e Loistel, due autori francesi che apprezzavo, ed apprezzo molto, insieme a Fred e Claude Moliterni. Erano anni che leggevo storie di F. Boucq ed incontrarlo di persona fu un piccolo momento di felicit. Mi

F#ME""I PE D#"I NEL "EMPO! A

ricordo che partecipai allincontro di gruppo di autori, insieme ad altri redattori di riviste e di fanzine, che posi una domanda tra le tante alle quali gli autori risposero quel giorno. Una volta finito lincontro oltre le dediche che ognuno degli autori regal ai presenti, mi intrattenni direttamente con loro, facendo sfogliare il n.7 pubblicato a maggio, ed il n.8 della fanzine a novembre; nel n.7 cerano tre belle, anche se brevi, interviste a Fred, a Claude Moliterni (morto il 21 gennaio 2009) e a Bryan Talbot; mentre nel n. 8, oltre lintervista ad Alfredo Castelli, festeggiavamo i primi cento anni del fumetto, ed il ritorno alla stampa tipografica, dopo quattro anni. Infine mi piace ricordare, a distanza di tanti anni, il fervore con cui scrivevo gli editoriali di presentazione della fanzine. Di Seguito riporto una parte di quello relativo al n.8.

La copertina del n. 8 (sopra). A sinistra uno stralcio della pag. 2 con una parte dellarticolo su Mr. Punch ad opera di Lorenzo Fratini. Per gentile concessione dallarchivio di Mario Benenati Fumettomania Factory

15

1997

N#ME O NO$E , DIECI

l 1997 fu un anno intenso per me e per Fumettomania. Dopo tanti progetti presentati, lamministrazione di Barcellona Pozzo di Gotto ci diede il patrocinio totale per un corso di fumetti destinati ai giovanissimi. Questo progetto, ideato e realizzato da me e dallillustratore Giuseppe Orlando, cre linteresse dei due assessori dellallora Amministrazione comunale, Giuseppe Turrisi e Salvatore Marazzita, che non mi stancher mai di ringraziare. Il laboratorio si svolse in parte nei locali del Papocchio, in Pozzo di Gotto, ed in parte nel Centro Giovanile di Cairoli (in una stanza messa a disposizione dalla Responsabile Anna Maria Puliafito). A maggio, dopo tanti anni riuscii pure ad andare a Cremona dal mio amico Michele Ginevra, e partecipai alla mostra con annessi incontri Nuvole a Cremona, portando con me copie del n.9 della fanzine. Tra il contenuto del numero 9 cera il resoconto dellincontro con gli autori francesi, Francois Boucq e Loistel, insieme a Fred e Claude Moliterni, avvenuto nel novembre del 1996 e la seconda parte di unintervista al poliedrico autore inglese Bryan Talbot. A settembre, il laboratorio di fumetto giunse alla sua conclusione ed alla fine di ottobre fu allestita la mostra espositiva finale, visitata da circa 500 persone, con i lavori dei quindici giovanissimi partecipanti; a completamento della mostra fu pubblicato un piccolo catalogo ed infine nel n.10 della fanzine, pubblicato nel mese di dicembre del 1997, inserimmo le immagini pi carine estratte dal corso. Infine il 1997 lo ricorder anche per il mio cambiamento di look, mio malgrado, e per linizio di un periodo veramente difficile da un punto di vista

LA FINE DELLE I$I!"E D=A#"O E I

personale. In quegli anni, dal 97 al 2000, non mi sono mancati alcuni amici, tra cui Michele G. (che continu nonostante i suoi tanti impegni a collaborare con Fumettomania), Giovanni Genovesi il mio amico di infanzia (che nel 97 riusc a venire allExpo Cartoon a Roma), e Giov Brusca di Palermo che nonostante non riuscisse a sbloccare la sua situazione lavorativa legata alle prove della Bonelli contribu in maniera determinante alla fanzine

La copertina del n. 9 (a sinistra) e del n.10 (a destra). Sopra: uno stralcio della pag. 16 del n.10, con unarticolo scritto da Michele Ginevra. Nella pagina successiva unestratto del n.11 di Fumettomania (199899) con lintervista allo scrittore Stefano Benni Per gentile concessione dallarchivio di Mario Benenati Fumettomania Factory

16

1998-99

N#ME O #NDICI

IN $IAGGIO

l biennio 1998-99, stato pieno di idee, ma con poche realizzazioni. Lassociazione present una serie di progetti allAmministrazione, tra cui Cartoline da Barcellona a fumetti, la settimana del Libro e del fumetto, ma i mezzi tecnici ed economici per realizzarli non erano sufficienti, e ci dedicammo di pi alla rivista. Il sottoscritto, inoltre, fu spesso in viaggio tra Bologna e Reggio Calabria, e proprio in terra calabra accadde, tra un concerto e laltro, a Roccella Jonica Jazz che Fumettomania conobbe ed intervist nellestate del 1998, Stefano Benni, il prolifico scrittore, poeta, bolognese. Si propose allautore anche uneventuale incontro a Barcellona P.G., ma non fu poi possibile. Nellautunno del 1999, invece, debutt il sito di Fumettomania, anche se era molto spartano e si appoggiava al sito it.fortunecity.com, prima, e su go.to, dopo. Bisognava cominciare a proporsi sul web, per non restare indietro, ed anche questo passo fu realizzato, per merito di Domenico Cutrupia, collaboratore della fanzine. Nel frattempo si intensificarono i contatti con leditore Sergio Bonelli, e con il gentilissimo signor Paolo Ferrari che curava i rapporti con gli enti per le mostre espositive per la SBE, con la Phoenix di Daniele Brolli e Giuseppe Palumbo, per il materiale da esporre nella mostra che si stava progettando per il 2000 a Barcellona P.G., Lanno si chiuse con il n. 11 della fanzine e con una mitica partita di calcio nei dintorni di

Lucca (tra i soci del Centro fumetto Andrea Pazienza ed una selezione di Scuole del fumetto di Firenze), di cui in fondo a questa pagina c il ricordo fotografico della formazione del CFAPAZ, cero anchio. Per la pubblicazione ci fu il primo tentativo di dare un aspetto monografico alla rivista e si ritorn alla stampa tipografica, dopo 7 anni, con alcuni cambiamenti nella grafica e negli intenti. Lintervista a Stefano Benni, quella ad Alex Bertani, che ci parl della realt della distribuzione nelle fumetterie, uno speciale sulla manifestazione Nuvole a Cremona, anchesso con tante interviste, ed uno spazio ad unautoproduzione messinese, resero quel numero unico! Nel mercato fumettistico, il biennio 1998-99 segn una svolta. Dopo la rivista Corto Maltese che chiuse nel 1993, Il Grifo, che cess di essere pubblicato nel 1995, nel 1996 chiuse anche Nova Express; nel biennio 97-99 rimasero solo due riviste di fumetti dautore, Comic Art e lEternauta. Nel frattempo (dal 1995) Leternauta aveva gi cambiato progetto editoriale pubblicando solo albi monografici, mentre Comic Art (dopo una breve parentesi nelle fumetterie), usc nuovamente in edicola nel settembre del 1997 e sospese le pubblicazioni col n. 163 del giugno 1998. Furono poi pubblicati alcuni albi monografici che continuavano la numerazione della rivista C.A. fino alla chiusura definitiva nei primi mesi del 2000; per le due riviste delleditore romano, Rinaldo Traini, fu una lenta agonia. Era finita lepoca delle rivista dautore!

17

2000

N#ME O DODICI

DE!"INA'IONE F#"# O
l 2000 fu lanno di passaggio per noi. Insieme al decimo anno di esistenza la fanzine col il n.12, dopo i primi cambiamenti effettuati nel numero del 1999, definimmo un nuovo formato di stampa (18x26 cm), una nuova grafica sia in copertina, sia interna, e riuscimmo a realizzare un numero a tema. Da questo momento in poi, infatti, il sottoscritto con gruppo di redazione barcellonese (che ogni due/tre mesi riuniva), organizzava ogni numero a cadenza annuale e con una parte dedicata ad un approfondimento, un dossier, mentre il resto delle rivista rimaneva legato allattualit fumettistica. Si inizi con una serie di interventi sulle autoproduzioni italiane e sulla distribuzione dei fumetti, che proseguivano idealmente il discorso del numero precedente. Ricompariva pure in questo numero una storia a fumetti, del duo E. Teodorani-A.Conversano. Da quel momento le storie pubblicate dovevano essere davvero belle, interessanti, seppure di giovani autori. Il primo semestre del 2000, fu un susseguirsi di incontri alle fiere, di telefonate e di email, per poter realizzare una mostra espositiva sulla fantascienza a fumetti nella nostra citt. Gli editori e gli autori che conoscevamo maggiormente aderirono alliniziativa e lamministrazione, nel contempo, ci diede il suo appoggio; dopo tante peripezie e spostamenti alla fine settembre, a Barcellona Pozzo di Gotto, si festeggiava il nuovo secolo con una bella mostra espositiva sulla Fantascienza. Destinazione Futuro fu un allestimento curatissimo, con una variegata composizione di pannelli abbelliti di immagini edite ed inedite di Nathan Never, di Legs, di Ramarro e di svariate serie supereroistiche della Phoenix. Inoltre cerano altre tavole di: Stefano Casini, Alessio Spataro, Giuseppe Palumbo, John Bolton e Bryan Talbot. Insieme a loro ci fu spazio anche per dei giovani autori siciliani quali, i catanesi Alessio Spataro e Salvo Santonocito, i messinesi Adriano Belfiore e Giovanni Daniele Freri, il palermitano Giov Brusca, i barcellonesi Giuseppe Orlando (co-allestitore della mostra stessa) e Giovanni Genovesi.

Di lato linvito alla mostra DeDei redazionali corstinazione Futuro, sopra uno posi completavano il stralcio della pag. 9 del n.12, percorso visivo che incon unarticolo scritto da Dotroduceva e guidava il visitatore in una sorta di menico Cutrupia, in fondo la copertina del n. 12. astronave allinterno Per gentile concessione dallardella sala vetri del Pachivio di Mario Benenati Fulazzo G. Spagnolo; mentre fuori nellandro- mettomania Factory ne del piano primo del Palazzo cerano dei tavolini con lesposizione delle nostre produzioni e dei fumetti in omaggio offerti da alcuni editori. Non manc nulla per quellevento, che dur una settimana, e fu una bella e positiva esperienza che ci fece conoscere meglio le opere di Daniele Brolli e Giuseppe Palumbo e della loro casa editrice, la Phoenix, che port il ricco universo narrativo di Nathan Never e della Sergio Bonelli Editore anche nella nostra provincia, dopo tantissimi anni. Alla fine ci furono circa 1000 visitatori, che fu un buon risultato, considerando che le scuole avevano da poco iniziato le attivit e non parteciparono tutte allo stesso modo, e la stampa locale non manc di segnalare levento.

18

2001

N#ME O " EDICI

gennaio, presentammo subito il nuovo numero di Fumettomania (il n. 13) interamente dedicato alla mostra espositiva sulla Fantascienza, Destinazione Futuro, con articoli ed immagini estratti dallevento. La copertina in B/N era la riproduzione di una illustrazione inedita a due mani, di Giuseppe Palumbo e Giuseppe Orlando, per Orlando fu ancora una volta un riconoscimento di stima e di stile. La copertina sarebbe stata pi di impatto nella versione a colori, ma nel 2001 non potevamo ancora sostenere la spese di una copertina colorata, per cui ripiegammo sulla versione in grigio. Quel numero fu il primo pubblicato imbustato, perch conteneva in omaggio un numero arretrato della fanzine ed il primo stampato da Salvatore Fam titolare della Litofast di Venetico. Quellanno iniziammo a pubblicare sul sito altri articoli che continuavano idealmente il numero cartaceo, colmando quel vuoto che si creava tra due numeri consecutivi della fanzine.

NAPOLI, LA !FIDA DEL COMICON A

A giugno, io e Ambrogio, conoscemmo gli organizzatori del festival Napoli Comicon, Claudio Curcio, Alino & Alina, e tutti gli altri amici napoletani. Quellanno il Comicon era arrivato alla terza edizione e si svolgeva al Castel SantElmo. Organizzare un festival di fumetti nel Sud-Italia, e a Napoli, era una gran bella sfida. Gli organizzatori dimostrarono nel corso degli anni che la manifestazione era vincente, ed il Comicon divent un appuntamento imperdibile per gli amanti del fumetto. A noi, quellanno, piacquero latmosfera della manifestazione, limpegno che ci misero gli organizzatori, e la location; e poi fu bellissimo poter incontrare, dopo tanti anni, ad una manifestazione cos tanti autori di fumetti. Ricordo con piacere Carlos Trillo, il bravo e prolifico scrittore argentino scomparso da qualche anno. Lanno fumettistico si chiuse a dicembre, a Palermo, dove si svolse 20MILARIGHE, un salone del libro per ragazzi e del fumetto. Anche a Palermo, nonostante il freddo, cera unatmosfera piena di calore e di passione. Manlio Mattaliano e Marco Pellitteri, riuscirono ad organizzare un bellevento con tanti autori (alcuni dei quali vennero probabilmente per la prima volta in Sicilia), tra cui Igort, Diego Cajelli, Andrea Accardi, Massimiliano De Giovanni. Vi partecipai, per conto dellassociazione e presentai la fanzine ad un incontro con il pubblico, condotto dal bravo Marco. Ebbi anche loccasione di ri-incontrare dopo alcuni anni il mio caro amico, disegnatore, Giov Brusca. Nel 2001, infine, uno dei collaboratori della fanzine, Domenico Cutrupia, scrisse una lunga riflessione LA CRISI DEL FUMETTO, DELLE FANZINE E LE NUOVE OPPORTUNIT PER FUMETTOMANIA (ancora leggibile in questo link : http://fumettomaniafactory.altervista.org/2005/07/lacrisi-del-fumetto-delle-fanzine-e-le-nuove-opportunita-per-Fumettomania-2/). Questo suo intervento fu molto positivo e stimolante.

19

2002-03

N#ME O Q#A""O DICI , Q#INDICI

IL FENOMENO A"-MAN
el 2001 lentusiasmo per ledizione di Napoli Comicon e per il progetto culturale che erano alla base della manifestazione napoletana, contagi anche noi e nel numero successivo (dedicato al fumetto nordamericano, extra-superoistico), gi in fase di preparazione, ricevemmo nuovi stimoli per completarlo con un esperimento; si convogliarono nel numero cartaceo degli interventi critici nati originariamente sul web, su alcuni siti dedicati alla critica ed allinformazione, con i quali eravamo in contatto. Il risultato fu interessante grazie a Marcello Vaccari di glamazonia.it, a Smokyman del sito ultrazine.org, e di Emilio Longobardi di rorschachonline.it, che parteciparono con gioia a quellesperimento. In quel numero collabor con noi per la prima volta Alberto Conte, da Genova, che negli anni a venire pubblic come scrittore di fumetti, dei volumetti per Magic Press e poi per il mercato francese, e fu anche una delle ultime apparizioni di Giorgio Cambini, da Livorno, uno degli amici co-fondatori della fanzine e di Maurizio Pustianaz da Torino. Anche in questo caso loriginale della copertina, opera del talentuoso autore italiano Alessandro Boni (che allepoca muoveva i suoi primi passi nelleditoria con degli albi prodotti dalletichetta Medicina Nucleare), era a colori, ma fu stampato sulla fanzine nella versione in scala di grigi. Il 2002 inizi con la stampa e la promozione della fanzine ma durante lanno fu dedicato molto tempo al nostro sito, il quale venne sottoposto ad un articolato restyling, fino raggiungere i contenuti e la grafica che lo contraddistinse fino al 2007-08, ed a giugno di quellanno fu acquistato anche il dominio di primo livello: Fumettomania.net; unaltro piccolo passo avanti, per migliorare la nostra visibilit, era stato compiuto. Nei primi mesi di quellanno continu il dibattito sullarticolo di D. Cutrupia, gi citato, allinterno dellassociazione che sfoci in una nuova rubrica nella pubblicazione. Nel secondo semestre del 2002 al ritorno, del sottoscritto, dalledizione del Comicon si inizi subito il nuovo numero della

fanzine che era dedicato a RatMan. Poi per, a causa dei miei impegni di lavoro, che per circa un anno fui in giro per lItalia, il numero rallent la sua programmazione e si spost la stampa allanno 2003. Con il 15 del 2003, finalmente la copertina fu a colori, Ratman, disegnato da Leo Ortolani e Chastity disegnata da Alessandro Boni. I colori furono di Alessandro. Il numero dedicato a Ratman aveva dei beni approfondimenti, e si distingueva per la storia a fumetti di Oscar Celestini, talentuoso autore viterbese, che negli anni a venire si fatto conoscere per le colorazioni delle storie dellUomo Ragno sul Giornalino, per alcune colorazioni del webfumetto Davvero, ideato e scritto da Paola Barbato, nonch per tantissimi altri fumetti. Debutt, infine, in quel numero anche la rubrica Voli Pindarici, fortemente voluta dal collaboratore barcellonese Domenico C., dedicata alle intersezioni creative tra mezzi espressivi. Quellanno infine cominciarono ad avvicinarsi alla rivista tanti nuovi giovani autori, che furono proposti sul sito con delle pagine specifiche, e che venivano invitati a realizzare dei tributi legati ai vari approfondimenti.

20

2004-05

N#ME O !EDICI

I !OGNI DI M . GAIMAN
i puo? ancora sognare? Si possono esprimere tutte le emozioni che un sogno ci lascia? Ci sono ancora scrittori che possono farci sognare? Pu il fumetto trasformarsi dal brutto anatroccolo nel bellissimo cigno, della nona arte e farsi rispettare come arte sequenziale? Non sono il primo che vuole trovare queste risposte ma, sono convinto che Neil Gaiman ha fatto, e far ancora in futuro, di tutto per dare la sua personale risposta alle mie domande.
cit. da pag. 5 di Fumettomania n. 16.

<!

Questo numero 16, pubblicato nelaprile del 2005, ma preparato a partire da marzo del 2004, uno di quelli a cui sono pi affezionato, per la stupenda copertina disegnata da Bryan Talbot, per la eccezionale colorazione di Alessandro Boni, per gli interventi dei vari collaboratori sulla produzione di Neil Gaiman, per i disegni inediti di alcuni autori disseminati nelle varie pagine della rivista, per lintervista a Talbot (pubblicata per la prima volta in italiano ed inglese), per la profondit degli articoli nella sezione Voli Pindarici, per le recensioni. Tutto si incastr alla perfezione, e dopo tante riunioni del gruppo barcellonese, controlli e correzioni degli articoli, la pubblicazione che volevamo presentare e far leggere ai lettori (ahim pochini), allindomani della consegna da parte della litografo, era l sul mio tavolo. Nellanno 2004, oltre ad iniziare i preparativi del n. 16, riuscimmo ad essere presenti al Napoli Comicon, il 5-6 e 7 marzo, dove promozionammo la nostra pubblicazione ed il sito ed incontrammo tanti autori francesi. Le mostre del Comicon, dedicate alla rivista francese Metal Hurlant e ai fondatori della casa editrice Les Humanodes Associs, erano stupende, cos come quelle dedicate a

Lorenzo Mattotti, a Joann Sfar , a Loustal, a David B. Lanno successivo (il 2005) il Comicon fu dedicato al Giappone ed alla Corea; la mostra che ci colp maggiormente fu Mecha e Robot, i scatti fotografici in quelloccasione si sprecarono! Anche del fumetto coreano furono presentate delle cose interessanti, mentre litaliana Kappa Edizioni allest un mostra molto carina dedicata a Lupin III, nella sua versione italica cio con delle storie scritte e disegnate da autori italiani. Mi ricordo che fu un bellesperimento. Su Barcellona P.G. nel biennio 2004-05 non riuscimmo a realizzare nulla, a meno di un piccolo patrocinio di una manifestazione nelle vacanze natalizie, dedicata ai presepi disegnati oltre che realizzati. Il sito Fumettomania.net, continu ad essere ampliato, nella grafica e nei contenuti, con altre opere di giovani artisti tra cui Anna Leotta, Michela De Domenico e Giancarlo Rizzo, tutti di Messina, e Ivan Abraini, di Milano, mentre tra gli autori professionisti risaldammo il legame con Bryan Talbot, con John Bolton e con Stefano Casini. Delle due manifestazioni del comicon (2004 e 2005) ci sono ancora due post pubblicati nel mio blog: http://fumettomaniafactory.altervista.org/2004/06/la -francia-al-napoli-comicon-2004/ e http://fumettomaniafactory.altervista.org/2005/07/comicon-2005/

21

2006-07

N#ME O DICIA!E""E

DA MA "IN M&!"> E AL CODICE DA $INCI


Nel n. 17 pubblicammo una storia a fumetti, opera di Alessandro Boni, autore messosi in luce qualche anno prima con lopera Hearth of Chastity. Le intersezioni creative tra generi diversi ci portarono ad Atlantide e Flatlandia e dal Maus di Spiegelman; infine nello spazio recensioni affrontammo le opere di alcuni autori siciliani che si stavano facendo largo nel mercato fumettistico italiano, un saggio sulle fanzine italiane dal 1996 al 2006, e infine il volume Lultimo della Lista a cura di tre giovani talentuosi, Alberto Conte, Luca Rossi, e Andrea Piccardo, completato da una breve intervista. Le 52 pagine della rivista, erano impreziosite da una serie di disegni inediti realizzati da autori professionisti e non, che accompagnavano il dossier e le interviste. La copertina era disegnata (dopo 7 anni) dallillustratore barcellonese Giuseppe Orlando. Questa cover la ricordo con molto piacere per due motivi: il primo legato al fatto che lillustrazione fu visionata da Alfredo Castelli (creatore e curatore di Martin Mystre), che lapprezz per lo stile e lambientazione. Con lui ne discutemmo seduti in un bar di Lucca, nel 2006, durante Lucca Comicsandgames, insieme a Lucio Filippuci, uno degli storici copertinistica di Martin Mystre. Il secondo motivo legato alleffetto positivo che tale disegno procur a Giuseppe, nel prosieguo della sua attivit lavorativa. Facciamo un passo indietro. Nel frattempo che si preparava la rivista si continuava ad essere presenti alle manifestazioni fumettistiche di Napoli (il Comicon) e di Lucca (Lucca Comicsandgames), due realt lontane anni luce, molto dedita allaspetto culturale la prima, a quello commerciale la seconda. Al Comicon nel 2006, and Ambrogio Isgr uno dei pi costanti ed appassionati soci barcellonesi dellassociazione, ed incontr Gary Spencer Millidge, Jamie Delano, David Lloyd, Karen Beger, Chris Claremont; mentre a Lucca, sempre nel 2006, fu il sottoscritto a girare per gli stand, incontrando gli autori e facendo promozione per la fanzine, ed a visitare le mostre dislocate nelle varie parti della citt. La novit della manifestazione lucchese consisteva nella collocazione dei padiglioni allinterno delle mura, dentro la citt. I visitatori della fiera, potevano ammirare anche la citt e i vari scorci che la caratterizzano. A lucca quellanno si festeggiarono: i dieci anni della Kappa Edizioni, i venti anni della rivista Schizzo (questultimo evento con una bella mostra) prodotta dal Centro Fumetto A. Pazienza di Cremona; i ventanni dalluscita del capolavoro a fumetti di Alan Moore e Dave Gibbons: Watchmen, con un libro di critica ed interviste ed un incontro; ed infine anche i quarantanni di Fe-

interesse suscitato dal film Il Codice da Vinci per i misteri, lesoterico e simili, ci fece prendere la decisione di dedicare un numero della nostra pubblicazione su quei temi. Questo nuovo sforzo ci impegn per un anno (febbraio 2006 - febbraio 2007), ed una volta completato, la Prozine era composto per 2/3 dallapprofondimento sul tema del mistery, da Martin Mystre al Codice da Vinci; spiccavano oltre gli articoli le due lunghe interviste a: Vanna Vinci, la poliedrica autrice (di origine sarda ma oramai bolognese di adozione), dotata di una sensibilit e di un segno grafico molto intimistico, ma anche ironico, e ad Alfredo Castelli, il creatore di Martin Mystre, che proprio con una fanzine inizi la sua carriera di scrittore e critico-giornalista; Alfredo un esempio di professionalit e di passione per tutti noi.

L=

22

teressatamento dei lettori di fumetti dalle fanzine, dalle riviste come la nostra; la critica, le interviste, i preview, gli approfondimenti, e le news (specialmente) si erano spostati da alcuni sul web e non cera pi interesse per la rivista su carta. Le fumetterie, inoltre, non avevano pi tempo per promuovere questo tipo di produzioni, sommersi comerano da tutte le produzioni fumettistiche, per cui nei mesi a venire dovevamo prendere, in particolare il sottoscritto, una scelta importante. Il comicon 2007 lo ricorder con molta emozione ed affetto, anche per gli incontri con tanti autori, oltre i citati Moebius e Go Nagai, tra cui Joann Sfar, Florance Cestac, Francesca Ghermandi, Steve Mc Niven. Quellanno le mostre furono il valore aggiunto alla manifestazione. Molto carina quella sulla fantascienza "ma gli androidi sognano pecore blu?" con belle tavole di Go Nagai, Moebius, Enki Bilal, altri artisti europei, qualche americano, alcune tavole della Disney, ed infine alcune tavole estratte dalla serie italiana di Nathan Never, della Sergio Bonelli Editore. Molto interessante anche quella dedicata alla "guerra per l'indipendenza della catalogna", tutte opera di artisti spagnoli; e quella dedicata ad alcuni giovani autori italiani a cura del Centro Fumetto Andrea Pazienza. Molto bella anche quella dedicata all'autore italiano IGORT, che secondo me stata tra le pi interessanti. Infine, cerano le mostre dedicate a IUK Italian Underground Komix, con storie e tavole create apposta per il Festival dagli autori che da tempo vengono pubblicati tra le pagine di XL, la rivista mensile di varia cultura del quotidiano La Repubblica; la bella mostra su Lys - Full Moon, il nuovo progetto editoriale di Rainbow/Tridemensional; GEvsG8: Genova a fumetti contro il G8, unantologia di storie e vignette sul controvertice genovese del 2001, spiccavano le tavole di Filippo Sczzari, Erri De Luca e Giuseppe Palumbo. Lintero reportage del Comicon, con tante foto, avendo gi stampato la rivista qualche mese Sopra una foto dellincontro a Napoli, in compagnia di Luca Boschi, Diretprima, lo pubblicai sul sito. tore Artistico del Comicon e di Michele Ginevra, Responsabile del Centro Delle 3 manifestazioni: Comicon 2006, Lucca Fumetto A. Pazienza. Per gentile concessione dallarchivio di Mario BeComicsandgames 2006 e Comicon 2007 e nenati Fumettomania Factory della presentazione della rivista a Barcellona A Napoli, al Comicon, lincontro fu di ben altro spessoP.G., ci sono quattro post pubblicati nel mio blog: re, anche perch il nostro incontro si inseriva nel palinsehttp://fumettomaniafactory.altervista.org/2006/08/costo del salone gi ricchissimo di presenze, due per tutte: micon-2006/ Moebius e Go Nagai, che ho avuto il piacere di inconhttp://fumettomaniafactory.altervista.org/2006/12/luctrare e di conoscere un po di pi. ca-comicsgames-2006/ Lincontro condotto dal direttore culturale ed artistico http://fumettomaniafactory.altervista.org/2007/06/pre del Comicon, Luca Boschi, e da Michele Ginevra, Resentazione-Fumettomania-17-a-barcellona-p-g-e-a-naposponsabile del Centro Fumetto A. Pazienza, sanciva gli li/ applausi dagli addetti ai lavori (del settore fumettistico) http://fumettomaniafactory.altervista.org/2007/07/coai nostri sforzi ma, contemporaneamente, un forte disinmicon-2007-2/

stival legati ai fumetti nella citt lucchese, ed i visitatori non mancarono: per la prima volta ci furono 80.000 presenze, in 3 giorni. Anche a Barcellona P.G. si mosse qualcosa: nel 2006, il 23 aprile, in occasione della giornata mondiale del Libro fummo invitati dallattivissima Antonella Saja (responsabile del Biblioteca Oasi sez. ragazzi di Barcellona P.G.) a VITA DA VIAGGIO CAFFE LETTERARIO - In viaggio con giovani autori barcellonesi. Fu un incontro interessante, il pubblico fu numeroso, ed il sottoscritto relazion sulla realt di Fumettomania, con aneddoti vari e letture. Torniamo allanno 2007. I primi mesi furono molto febbrili, impegnati comeravamo nella correzione della bozza della rivista prima e nella stampa dopo. La rivista compiva il diciottesimo anno di vita, bisognava festeggiare, creare interesse, ed ecco nel giro di un mese, il sottoscritto ed il gruppo della redazione organizzarono 2 incontri uno a Barcellona P.G., ed uno a Napoli al Comicon (il Salone internazionale del fumetto e dellanimazione). Lincontro nella nostra citt fu un tentativo per sensibilizzare e far conoscere meglio la nostra realt ai lettori di fumetti barcellonesi e allammnistrazione comunale di quegli anni. La presentazione del n. 17 della Fumettomania fu positiva: Antonella Saja present la rivista e lassociazione in maniera appassionata, Orlando spieg la genesi della copertina, ed il sottoscritto complet il tutto. Anche il sindaco di allora intervenne per esprimere la sua contentezza ed il suo stupore nel non sapere dellesistenza della nostra realt; questultima affermazione che mi fece sorridere molto, in virt delle mie numerose richieste inviate alla sua attenzione senza mai risposta.

23

2008-09

N#ME O DICIO""O E DICIO""O BI!

O$$E O L=#L"IMO N#ME O CA "ACEO DI F#ME""OMANIA


ntroduco il ricordo del 2008 riutilizzando uno stralcio delleditoriale dellultimo numero cartaceo della Prozine, perch esprime nel modo migliore cosa sia stato il nostro progetto ed il mio stato danimo in quel momento. Fumettomania ci
ha accompagnato per una lunga stagione, ora venuto il momento di mettere la parola FINE a questo progetto cartaceo. Tutto qua, senza rimpianti e senza rimorsi...Questo doppio numero celebrativo stato iniziato l'anno scorso al Napoli Comicon 2007, all'indomani della presentazione del n.ro 17 di Fumettomania. Dopo alcuni mesi in cui questo numero sembrava essere ad un punto morto (gli articoli erano pochi e gli interventi degli autori non di ottima qualit), a dicembre 2007 ed aprile 2008 avvenuta la svolta con la consegna delle storie di Francesco Conte, di Giuseppe Palumbo e di Alessandro Boni, e con la scelta di inserire degli articoli tratti da alcuni siti web con i quali sono in contatto (un sentito grazie a Daniele Calandra, Ettore Gabrielli, Davide Occhicone, Roberto Paura, Andrea Pelliccia, Umberto Scopa e Marcello Vaccari). A quel punto la rivista si ampliata ulteriormente grazie ad una seconda serie di eventi che mi hanno riempito di gioia: risentire Claudio Castellini e Bryan Talbot, che mi hanno inviato entrambi delle splendide tavole; lintervista a cura di Alberto Conte a Luca Rossi, (un giovane autore che viene pubblicato negli USA); ed infine lincontro con nuovi amicicollaboratori con cui ci accomuna la passione per la fantascienza e per le opere di Asimov in particolare. La rilettura di alcuni dei romanzi del Ciclo della Fondazione di Asimov e della miniserie Civil War, ha determinato uno sviluppo particolare della seconda parte dellapprofondimento, che spero apprezzerete. Completano il ricco contenuto della rivista, la sezione voli pindarici, ormai un appuntamento fisso da diversi anni, e la novit? dei 5 brevi racconti di giovani autori, alcuni dei quali barcellonesi. Insomma, quella che a dicembre 2007 era una rivista di 36 pagine, diventata un ricco volume di 118 pagine! Volume che per scelta tecnica e tipografica abbiamo suddiviso in due parti, la prima di 60 pagine e la seconda

G#E

A E F#ME""I

di 48, con due copertine (una a colori ed una in bianco e nero). Anche la scelta dei due autori, delle copertine, Giuseppe Orlando e Alessandro Boni, oltre che premiare i due autori cresciuti con noi in tutti questi anni, legata allo spirito della rivista, un po fumetto, un po qualcosa di diverso dal fumetto.
citaz. dalleditoriale del n.18-18bis.

La chiusura di una rivista professionale, o amatoriale, sempre una cosa triste, una sorta di sconfitta. Fumettomania realizzata con passione e con seriet, anche se non divent un prodotto professionale come altre realt, fu un punto di riferimento per tanti giovani autori e giovani giornalisti-pubblicisti. Della presentazione della rivista a Barcellona P.G., c un post pubblicato nel mio blog: http://fumettomaniafactory.altervista.org/2009/02/p resentazione-del-n-18-di-fumettomaniaa-barcellona-pg-2/

24

lustrazione inedita per lItalia dellautore inglese Bryan Talbot, dedicata a Superman). A dicembre del 2009 organizzai, insieme alla Direttrice della Biblioteca Oasi, sez. ragazzi di Barcellona P.G., Antonella Saja, tre incontri sul fumetto con le Scuole Superiori della nostra citt. Lo spunto era il compleanno della Marvel Comics, i 70 anni della casa editrice statunitense. I tre incontri, uno a dicembre e due a gennaio del 2010, nei quali i giovani potevano ascoltare il racconto sui personaggi, e sulle serie fondamentali della Marvel comics, ebbero un riscontro positivo; la Sala Auditorium fu sempre piena, inoltre al termine regalavamo delle copie dellultimo numero cartaceo di Fumettomania ai giovani studenti, nella speranza che ci contribuisse alla lettura della rivista stessa, e magari ad un successivo dibattito che haim poi non avvenne. Noi comunque avevano gettato lesca mettendoci il massimo impegno.

La rivista, purtroppo per noi, fu pubblicata dopo che si era svolta Lucca Comicsandgames (1-3 nov. 2008), per cui non potemmo promozionarla a dovere, e lapprossimarsi del matrimonio con Angela, ci imped di portarla lanno successivo al Comicon. Nonostante la mancata promozione nei due festival pi importanti dItalia, la rivista ebbe delle buone recensioni, su alcuni siti, nella newsletter del centro fumetto A Pazienza. Un articolo sullultimo numero cartaceo di Fumettomania fu pubblicato anche sul quotidiano locale Gazzetta del Sud, a cura di Saverio Vasta, e ci determin che un mucchio di gente incontrandomi in giro per la mia citt mi fermava per chiedermi delle rivista e dellassociazione. Fu una sensazione strana, dal momento che alla presentazione della rivista non cerano tantissime persone. Nel 2009, dopo il mio matrimonio, trascorsi alcuni mesi necessari per la riorganizzazione dei miei impegni, il primo passo per riavviare le attivit dellassociazione e della rivista fu la riformulazione del sito www.Fumettomania.net, con la migrazione su una piattaforma nuova, quella di Wordpress, lutilizzo del database MySqL, la grafica nuova, un home page nuova, dei nuovi collaboratori (tra cui il caro amico, oggi scomparso Carlo Scaringi), tutto realizzato in maniera molto professionale. Dopo circa tre mesi di lavorazione, il debutto del nuovo sito avvenne il 6 dicembre del 2009 (qui di lato la videata di apertura del nuovo sito con lil-

Sopra la locandina degli incontri dedicati ai 70 anni della Marvel Comics, realizzati tra il 2009 ed il 2010; ed a seguire lhome page del sito rinnovata il 6 dicembre 2009. In questa pagina e nella precedente 2 pagine estratte dal n. 18 di Fumettomania. Per gentile concessione dallarchivio di Mario Benenati Fumettomania Factory.

25

2010

N#ME O DICIANNO$E

!I ICOMINCIA IN PDF
siamo arrivati al 2010, alla nuova stagione di Fumettomani@. Da questo numero infatti la Prozine (come alcuni nostri amici giornalisti usano definirla) viene elaborata, prodotta, impaginata, come la sua precedente incarnazione cartacea, ma non viene pi stampata in tipografia e venduta nella fiere dei fumetti e nelle fumetterie. La nuova pubblicazione viene pubblicata sul nostro sito e nei due siti di Issuu.com e Scribd.com, nei quali possibile leggerla e scaricarla in forma gratuita. Il numero 19 dedicato ai 40 ANNI DEI FUMETTI MARVEL IN ITALIA (in concomitanza con lanniversario dei quarantanni di pubblicazione in Italia dei fumetti di supereroi della Marvel, che abbiamo festeggiato, il 30 aprile del 2010), ed composto da 76 pagine a colori. Dietro una bellissima copertina del sempre pi bravo Oscar Celestini (ne passata di acqua sotto i ponti dalla sua prima storia del 2003, ndr), si inizia con una sezione storico-nostalgica, si prosegue con lintervista a Giuseppe Camuncoli, uno dei tanti giovani autori che, influenzato dalle letture della Marvel, arrivato oggi a lavorare per la major statunitense (ma ha pubblicato anche per la DC Comics); a pag. 33 c il lungo tributo degli autori professionisti ai personaggi della Marvel; a seguire la seconda parte redazionale della rivista, con recensioni e particolarit; a pag. 61 si trova un secondo tributo, stavolta degli autori esordienti e semiprofessionisti. La rivista termina con lintervista alla donna che ha rappresentato, per la nostra generazione di quarantenni, un punto di riferimento nelle letture dellEditoriale Corno del periodo 1972-78, cio Maria Grazia Perini, per tutti MGP. Lintervista, la prima di MGP dopo molti anni, ha la peculiarit di essere stata collettiva; oltre il sottoscritto, infatti, hanno partecipato alcuni amici e collaboratori di Fumettomania. Ho conosciuto Maria Grazia tramite FACEBOOK dopo aver risposto al mio contatto in maniera gentilissima, poi ho conosciuto pure due gruppi di appassionati che su FB erano legati a lei e allEditoriale Corno: Le Molte Gentili Parole di EMMEGIPI' (https://www.facebook.com/groups/168910303650/) e C'era una volta l'Editoriale Corno a Milano (https://www.facebook.com/groups/58310511736/). Una delle cose pi belle di questo nuovo numero, che stato il primo in PDF, stata la partecipazione (dopo qualche titubanza iniziale) di 52 persone, quasi tutti amici, addetti ai lavori delleditoria a fumetti, di cui 31 autori tra professionisti e non professionisti. stato assolutamente un bel risultato, che ha premiato la mia voglia di tornare a pubblicare la rivista (dopo 2 anni) seppure in un forma diversa. Quellanno, ed anche nei seguenti, abbiamo avuto modo di stampare qualche copia del numero 19, lo abbiamo fatto rilegare come un piccolo brossurato ed

venuto molto carino. Passando allattivit sul web, il sito Fumettomania.net stato molto attivo; abbiamo fatto parte della Community Comic-Soon (da maggio a dicembre), la prima community di blog dedicata al mondo del fumetto! CS era realt editoriale che ho trovato molto interessante, anche se non priva di difetti e che ha determinato una apertura mentale verso un nuovo modo di intendere il sito e la collaborazione sul web; il bravo Valentino Sergi, vera anima di ComicSoon, quellanno mi fece pure unintervista che fu pubblicata sulledizione di giugno del giornale. Contemporaneamente abbiamo realizzato un gemellaggio con Glamazonia.it Ecco come sono andate le cose!
<<Dopo una serie di riflessioni sulla nostre attivit, sugli obiettivi raggiungibili, e i vari inviti ricevuti da Marcello Vaccari (gia collaboratore delle rivista Fumettomania negli anni precedenti), il nostro sito si e gemellato con il sito Glamazonia. Glamazonia.it e un sito senza scopo di lucro che si occupa di approfondimento sul tema del fumetto. Dopo essere nato come fanzine nel 1988, il progetto si e trasferito online nel 1996, con l'avvento di internet. Lo scopo della webzine e di informare in maniera molto argomentata e documentata, e senza peli sulla lingua, con uno stile che vuol essere libero da condizionamenti e da pregiudizi. Inoltre, Glamazonia e da sempre anche vetrina per nuove promesse emergenti del mondo del fumetto, ospitando strip e storie inedite. Questo gemellaggio-fusione si realizza allo scopo di migliorare l'apporto critico sul fumetto, sulla nona arte, senza perdere la nostra identit che rimarra salvaguardata in ogni articolo che confluira in Glama. A partire da maggio 2010, in conseguenza di questo gemellaggio con Glamazonia, il sito di Fumettomania sub delle modifiche importanti. Questo cambiamento fece parte di un progetto piu ampio

26

iniziato alcuni mesi fa e con il quale vorrei, con il mio gruppo, potenziare un sito ricco di contenuti e di idee invece che avere tanti piccoli siti, piu o meno uguali o simili. Inoltre sul social network FACEBOOK attiva un profilo personale, ma legato a Fumettomania, ed una pagina specifica il cui link e: http://www.facebook.com/pages/FUMETTOMANIANET/274943947044, che rimarra invariata, accogliendo anche le news provenienti da glamazonia.>>. Testo estratto da un pieghevole che abbiamo prodotto per Napoli Comicon (30 aprile-2 maggio 2010).

Nel sito di Glamazonia, fu aperta anche una sezione chiamata Fumettomania, mentre da giugno 2010 ogni articolo del gruppo Fumettomania che viene pubblicato su glamazonia riporta in testa un logo che identifica la provenienza dell'articolo by Fumettomania. Inoltre ormai faccio parte delo staff di Glamazonia, e nei prossimi mesi anche l ci saranno tanti cambiamenti. Nel nostro sito, organizzai e pubblicai uno Speciale Watchmen, in concomitanza con luscita del film nelle sale cinematografiche italiane, con articoli e disegni. Nel 2010, infine, ricorrevano anche i 20 anni di esistenza della fanzine (il cui numero zero fu pubblicato nel febbraio del 1990) e non potendo fare chiss quali eventi o progetti, organizzammo un nuovo incontro, nella saletta della Biblioteca Oasi, sez. ragazzi, sito in Piazza San Sebastiano. Il 10 dicembre di quellanno, di fronte ad una platea di ragazzini, si fece un excursus sui venti anni della nostra attivit e fu presentato anche il nuovo numero della rivista che si poteva scaricare dai siti indicati allinizio di questo articolo. Lincontro fu loccasione per ufficializzare e presentare nella biblioteca il nuovo spazio (uno scaffale) dedicato ai fumetti, costituito da circa 1000 tra fumetti e riviste di fumetti donati dal sottoscritto alla struttura pubblica, in un fondo a nome proprio. Lo scopo della mia donazione era quello di far conoscere i fumetti ai bambini che frequentavano abitualmente la Biblioteca Oasi e di attivare negli anni successivi dei laboratori di lettura, che ahim fino ad oggi (anno 2012) non si sono realizzati.

Sopra una pagina del n. 19 di Fumettomania e la foto dellincontro del 10/12/2010, presso la saletta della Biblioteca Oasi, sez. ragazzi, a Barcellona P.G.. Nella pagina precedente, invece, la videata su issuu.com dedicata al n. 19 di Fumettomania. Per gentile concessione dallarchivio di Mario Benenati Fumettomania Factory.

27

2011

F#ME""OMANIA P E!EN"A: COMIC! " IB#"E 2009

l 2011 stato un anno di passaggio, non abbiamo pubblicato la Prozine, abbiamo solo lanciato il tema dellapprofondimento (Donne nei fumetti) e raccolto un po di materiale; ma abbiamo indetto il nostro primo concorso artistico e siamo andati a Lucca Comicsandgames. Sul sito di glamazonia continuammo a pubblicare tanti articoli. Vero mattatore sul sito di Glamazonia.it stato, ancora una volta, il caro amico Carlo Scaringi. Abbiamo lanciato lappello, e le relative email, riguardanti il nuovo numero (il cui approfondimento era: Donne nei fumetti - AUTRICI DI FUMETTI e sui PERSONAGGI FEMMINILI DELLA STORIA DEL FUMETTO MONDIALE) a marzo qualche giorno prima della ricorrenza della Festa della donna. Anche su FACEBOOK abbiamo attivato levento (WOMEN IN COMICS) che tuttora aperto. Alla fine del 2011, a fronte di numerose adesioni, avevamo ancora solo 5 contributi, tra cui una bella illustrazione di Vincenzo Acunzo, giovane artista partenopeo che si stava facendo strada nella Marvel Comics e un lungo articolo di Alda Teodorani, scrittrice di romanzi horror (che fu pure pubblicato in anteprima su glamazonia.it). La vera novit di questo nuovo numero, infatti, era proprio quella che gli interventi scritti venivano pubblicati subito, e dopo impaginati per la rivista. Era un modo per creare interesse sul web attorno ad un prodotto amatoriale, che sarebbe stato pubblicato nella sua interezza almeno 12 mesi dopo. Era logico che il numero non potesse essere pubblicato se non a fine 2012, ma questo discorso lo affronter pi avanti. Nel frattempo nellaprile di quellanno pubblicammo la versione in PDF di tutti gli articoli scritti da Carlo Scaringi nel 2009, pubblicati sul sito, denominati Comics Tribute. Questo numero speciale fu chiamato Fumettomania presenta: Comics Tribute 2009. A maggio pubblicammo sul sito, su issu.com e su scribd, tutta la rassegna stampa dellassociazione e della fanzine dal 1990 al 2011. Divisa in 4 fascicoli, raccogliemmo sia il materiale cartaceo (opportunamente scansionato), sia quello digitale. Sempre nella primavera di quellanno ci fu un novo incontro per Fumettomania.
<<FACEBOOK diventato un potentissimo mezzo di comunicazione, questo fuori di ogni dubbio, permettendo di contattare tante persone che nutrono lo stesso amore e la stessa passione per il mondo della nona arte.

IL NO!" O P IMO CONCO !O IN"E NA'IONALE


Tramite FB ho conosciuto lo scorso anno (2010) : Emanuela Lupacchino, Alessandra Bracaglia, Mirella Menciassi, Alessandro Scoccia & Tiziana Trimboli, e tantissimi altri autori italiani e stranieri, mentre tra i critici, scrittori e affini ho conosciuto Maria Grazia Perini, Alda Teodorani, Orlando Furioso ed Hafa Adam. Hafa un'agente di autori di comics e di illustratori, che lavora per delle Gallerie espositive tra Montreal e Parigi; l'anno scorso (2010) ha organizzato un evento dedicato a Barbara Canepa, con tanti artisti che hanno realizzato dei tributi disegnati poi esposti e venduti a Montreal. Da una serie di epistole iniziate proprio su FB, ci siamo conosciuti reciprocamente. Ad Haifa sono piaciuti alcuni nostri artisti, Giuseppe Orlando, Alessandra Bracaglia, Barbara Nicora, in particolare, ed il passo successivo stato quello di coinvolgerla, nei limiti dei suoi impegni di lavoro, nei progetti di Fumettomania. Questo il suo primo intervento, lo pubblichiamo nella versione originale in inglese; tra qualche settimana lo pubblicheremo in italiano su Glamazonia.it>>, estratto dal post dedicato allintervista a DOUGLAS KLAUBA, pubblicato su www.Fumettomania.net il 15/04/2011.

A maggio, al ritorno dal Napoli Comicon, insieme ad Hafa, iniziammo un progetto ambizioso che si riveler nel 2012, addirittura uno dei momenti importanti per il rilancio dellassociazione sul territorio comunale: l'evento Eric Woolfson Forever: An Artistic Tribute, un Concorso per disegnatori ed illustratori, dedicato alle canzoni di Eric Woolfson, scomparso il 2 dicembre 2009.

il 2 dicembre 2011, in occasione del secondo anniversario della morte di Eric Woolfson, io ed Hafa Adam, entrambi appassionati di musica e dell'artista Eric Woolfson (che insieme ad Alan Parsons ha realizzato negli anni tra il 1976 ed il 1986 degli album musicali pop-rock molto innovativi e sperimentali), vogliono rendergli omaggio con un tributo, unesposizione, ed una pubblicazione di tutti i lavori realizzati, da parte degli artisti di tutto il mondo che vorranno partecipare. Per l'occasione fu creato un blog di supporto all'evento sulla piattaforma blogger, che poi per sopraggiunte difficolta tecniche fu travasato nel nuovo sito-blog Il Pozzo dellIsola felice (oggi anche spazio ufficiale dellassociazione culturale). Ogni mese vennero pubbli-

28

questa cosa, ed anche un po in tensione. Gli sarebbe piaciuto? Si sarebbe stancata? And tutto magnificamente anche se per tre giorni fummo pendolari tra Pisa e Lucca. Quello Lucchese sempre un Festival incredibile, pienissimo di gente, anche troppo, e mia moglie rimasta molto colpita da questo mondo cos variopinto. Queto il link del post che racconta la nostra avventura: http://fumettomaniafactory.altervista.org/2011/11/lavventura-a-lucca-comics-2011/ A novembre, il nostro territorio fu colpito da due giorni di pioggia incessante e dallo straripamento dei due fiumi che attraversano Barcellona P.G., il Longano e lIdria. Solo un miracolo ci scamp da un numero indecifrabile di morti. I danni furono solo alle cose, ad una parte del centro cittadino, quello a ridosso del torrente Longano rimase ferito (ed in parte lo ancora) da questa tragedia. Un post fotografico fu la mia testimonianza di questo dolore: http://fumettomaniafactory.altervista.org/2011/11/c he-tragedia/ Per Fumettomania lanno si chiuse con una bella intervista di Hafa Adam a RICHARD STARKINGS, raccontata in questo post, http://fumettomaniafactory.altervista.org/2011/12/ri chard-starkings-dal-digital-lettering-ad-elephantmen/ e con la trasformazione del sito che, dopo 2 anni, non aderiva era alla mia idea di blog, inoltre volevo togliere tutti gli articoli che erano pubblicati su glamazonia ed inserire quelli del contest dedicato ad Eric Woolfson. Infine, causa una serie di problemi tecnici il tema comic press, non mi soddisfaceva pi, non era adatto a quello che volevo comunicare.

cati post dedicati alle canzoni scritte, cantate, da Eric. Anche su FACEBOOK, fu aperta una pagina, https://www.fACEBOOK.com/EricWoolfson.ArtisticTribute, ancora attiva. Furono create le regole per partecipare, pubblicate in tre lingue, italiano, inglese e francese, e stabilite le date di conclusione del Contest (inizialmente il 30 ottobre 2011). A settembre, invece, cerano degli artisti che non avevano potuto ancora consegnare e la galleria a Montreal non aveva lo spazio per ospitare la mostra nel mese di dicembre dello stesso anno, cos decidemmo di posporre di alcuni mesi la scadenza del Contest, alla nuova data del 30 settembre 2012 e di realizzare la mostra espositiva a Montreal il 2 dicembre 2012. Tutti i tributi furono pubblicati, sottoforma di miniatura, man mano che venivamo consegnati e poi tutti insieme sul sito www.Fumettomania.net (ci avvenuto nel dicembre del 2012). La pubblicazione sulla Prozine Fumettomania, invece, avverr nel prossimo numero. A settembre di quellanno ci lasci, prematuramente Sergio Bonelli. A fine ottobre, come ho gi scritto allinizio di questarticolo, siamo stati a Lucca Comicsandgames. Era la prima volta che portavo mia moglie ad una manifestazione dedicata al fumetto, per cui ero felicissimo di

In questa pagina il tributo ad Eric Woolfson, del disegnatore palermitano Francesco Conte, ed una foto di mia moglie, Angela, allinterno del Museo del fumetto di Lucca. Nella pagina precedente il piccolo banner che introduceva gli articoli dedicati al contest ERIC WOOLFSON FOREVER, e la copertina dello speciale Fumettomania presenta: Comic Tribute 2009. Per gentile concessione dallarchivio di Mario Benenati Fumettomania Factory.

29

2012

A!!OCIA'IONE C#L"# ALE F#ME""OMANIA FAC"O &

N#O$A GENE!I
fantastici-4-barcellonesi-atto-secondo-2/). Vacanzina a Napoli a fine aprile, per andare al Comicon, e poter fare tanti incontri con vecchi e nuovi; mi ha fatto molto piacere conoscere, in quelloccasione, Melinda Gebbie (la moglie di Alan Moore), l'autrice di "Lost Girl"; e rivedere, dopo venti anni Paul Gravett, mitico giornalista e critico di origine inglese. Ma tra gli autori incontrati non posso dimenticare anche Alfredo Castelli, Giuseppe Palumbo, la coppia di artisti Bertolucci-Bremaud, Alfred, Michele Ginevra, Loris Cantarelli, Luca Boschi (ottimo padrone di casa) e lincredibile appassionato di fumetti, e caro amico, pugliese Cesare Milella. in questo post (http://fumettomaniafactory.altervista.org/2012/05/il-comicon-e-ancora-unisola-felice/) ho scritto delledizione 2012 del Comicon pubblicando anche tante foto. Mentre mi stavo decidendo se era il caso di gemellare lassociazione con una struttura culturale a livello nazionale, accade come per magia l'evento inaspettato che cambia la visione delle cose. Il giovane Fabrizio Scibilia, milazzese di nascita, cresciuto a Barcellona P.G., e residente a Milazzo, giornalista, autore di testi, per commedie, film e cortometraggi, uomo di cultura vicino al mondo del fumetto, mi telefona, per l'ennesima volta, con una proposta che ho valutato e condiviso con il gruppo barcellonese e che alla fine da settembre diede un nuovo volto all'associazione.

l 2012 stato lanno della ripartenza per lassociazione culturale. Vediamo nel dettaglio gli avvenimenti. Con questo post del 15 gennaio (http://fumettomaniafactory.altervista.org/2012/01/annonuovo-blognuovo/), il sito di Fumettomania si trasformato in un BLOG, pur mantenendo lo stesso dominio (Fumettomania.net), con un nuovo nome: Il Pozzo dellisola felice. E l1 febbraio ho spiegato dettagliatamente il significato del titolo del blog, in questo post http://fumettomaniafactory.altervista.org/2012/02/ilpozzo-dellisola-felice/ . Il nuovo sito-blog raccoglie principalmente i miei scritti di fumetti, musica, illustrazioni, architettura e tant'altro (compresi quelli personali pubblicati nel precedente sito), tutto il materiale del vecchio blog dedicato ad Eric Woolfson su blogspot.com, quest'ultimo curato in coppia con l'amica giornalista Hafa Adam, e continua a presentare le attivit dellassociazione culturale. Ho rinnovato la grafica puntando molto sulle immagini, oltre che sui testi. Il mio progetto di scrivere con una certa frequenza dei post, diversi da quelli che pubblico a nome di Fumettomania su Glamazonia. E Fumettomania, la fanzine ed il sito? Tutti gli articoli del sito, sono stati trasferiti in GLAMAZONIA.IT, sempre in Glama abbiamo creato una stanza (una sezione), raggiungibile subito dalla home page, chiamata Fumettomania, nella quale sono stati pubblicati tanti articoli quanti sono i nuovi numeri arretrati della fanzine, che saranno cos consultabili e scaricabili anche da l. Il resto (ben poco) stato ripartito nelle altre stanze del sito. Ho continuato i progetti che Fumettomania aveva in corso ed altri speravo di poterne ideare, prima di tutto il 2012 stato segnato da una serie di decessi, in particolare voglio ricordare due amici che a marzo, nel giro di 2 giorni sono venuti a mancare: Maria Grazia Perini e Moebius, due figure molto diverse, ma importanti nel mondo del fumetto, quello italiano (MGP) e quello mondiale (Moebius). Ci mancheranno tantissimo. Ad aprile ci sono state le elezioni cittadine nella mia citt ed in mezzo a tre uomini molto autorevoli, lha spuntata lunica donna candidata, ed altrettanto autorevole, la dott.ssa Maria Teresa Collica, diventando il nuovo Sindaco di Barcellona Pozzo di Gotto. Ai quattro contendenti ho dedicato un post nel blog, in cui li abbiamo ritratti in un foto montaggio (grazie allamico Alessandro Coizzi), come fossero i famosi supereroi conosciuti come i Fantastici quattro (http://fumettomaniafactory.altervista.org/2012/04/i-

L'associazione culturale "Laboratorio Giovani Esordienti", pi semplicemente nota come Fumettomania si trasforma, si amplia con nuovi soci, modifica il proprio statuto (che andava svecchiato dopo 21 anni), si apre a nuove attivit culturali affini al mondo del fumetto. Ecco lo stralcio del nuovo articolo 2 dello statuto che ha ridefinito lAss. culturale FUMETTOMANIA FACTORY:
<<Lassociazione ha per fine essenziale la promozione, lo

30

sviluppo e la diffusione di diverse espressioni culturali ed artistiche, in particolare con riferimento al fumetto, all'illustrazione, alla street art, alla caricatura, alla vignettistica, al testo umoristicosatirico, alla narrativa di genere, alle produzioni audiovideo (cortometraggi, videoclip, cartoon e simili), e ad altre forme di creativit, specie se innovative, attraverso l'istituzione di una Biblioteca del fumetto, l'organizzazione di mostre, dibattiti, conferenze, convegni, attivit laboratoriali e manifestazioni similari, la produzione di pubblicazioni di giovani esordienti inerenti al fumetto, l'illustrazione, la caricatura, la vignettistica, il testo umoristico-satirico, la narrativa di genere, e/o di testate legate al territorio che usino i sopracitati linguaggi, nonch l'acquisizione di materiale (libri,

Corrado Mastantuono (con la maglietta scura) e Lucio Parillo (con la maglietta bianca), disegnano dal vivo nellarea Live dedicata agli Autori, durante Etnacomics 2012. Per gentile concessione dallarchivio di Mario Benenati Fumettomania Factory.

riviste, stampati vari, vari documenti multimediali e digitali, ecc.) riguardante i linguaggi in questione, da destinarsi alla sopracitata Biblioteca e/o alle sopracitate pubblicazioni.">>

In concomitanza con il nuovo statuto si decide da far ripartire davvero le attivit dellassociazione e si creato un programma di massima da settembre 2012 a giugno 2013, che in buona parte stato realizzato. Se ci penso oggi (dicembre 2013) stata una cosa un p folle, sicuramente ambiziosa. In una sequenza impressionante: - abbiamo nominato 24 SOCI ONORARI dellass. culturale. Questa carica onoraria stata loro attribuita per aver collaborato e contributo, in molte occasioni, negli anni precedenti, all'associazione e alla fanzine Fumettomania; - abbiamo partecipato a Catania alla seconda edizione di ad Etnacomics (http://fumettomaniafactory.altervista.org/2012/09/grandi-autori-alle-pendici-delletna-2/), incontrando Alessio Riolo, allora vice-direttore della manifestazione, Emanuela Lupacchino, Corrado Mastantuono, Lucio Parillo, Eduardo Risso e tanti autori di fumetti. Ci sono piaciute tantissimo le performance dei vari artisti nellarea Live, Tutti abbiamo potuto ammirare con vero piacere i disegni di David Lloyd, di Emanuela Lupacchino (la sue interpretazioni di Wonder Woman e di Scarlet Wich, sono state fenomenali); quello di Mauri-

zio Rosenzweig, (assolutamente fantastica la sua tela!) E ancora il disegno su tela di Corrado Mastantuono, molto delicato ed affascinate, ed infine lo straripante disegno di Hulk, ad opera di Lucio Parillo che ha entusiasmato gli appassionati mentre lo realizzava e che poi ha fatto letteralmente animato l'asta per lacquisto delle opere; - nel mese di ottobre abbiamo distribuito il volantino e affisso la locandina con la nuova campagna di iscrizione soci per l'anno 2013-14, nelle edicole di Barcellona P.G., di Milazzo e nelle fumetterie di Messina (quello visualizzato in questa pagina); - dal 12/10/2012 la testata "lo Skarabeo" (a cura di Fabrizio Scibilia e del gruppo milazzese dell'associazio-

Maurizio Rosenzweig, in posa insieme alla sua opera su tela appena terminata, ad Etnacomics 2012. Per gentile concessione dallarchivio di Mario Benenati Fumettomania Factory.

31

altri appassionati di fumetti in giro per l'Italia. La passione, deve essere un fuoco che alimenta ognuno di noi e che ci spinge a trovare sempre nuovi, e pi belli, obiettivi, quali lo studio, il lavoro, gli hobby, ecc. Grazie alla passione stato possibile, per tanto tempo, realizzare, distribuire e promozionare, una pubblicazione dedicata ai fumetti con testi e disegni, che quasi ogni anno viene da noi prodotta. Fumetto. Il fumetto una forma d'arte, la pi giovane rispetto alle altri forme d'arte avendo poco meno di 120 anni, ma di uguale dignit. Siparietto comico con Giuseppe Palumbo, presso lo Stand Astorina, al momento della conseNel mio intervento ho detgna dellattestato di socio onorario per Giuseppe a Lucca Comicsandgames 2012. Per gentile to ai giovani presenti : concessione dallarchivio di Mario Benenati Fumettomania Factory. <<se voi studenti avete sentito dire, anche a scuola, ne), che tratta di argomenti di attualit e cultura con che il fumetto non arte o lo sentirete dire in futuro umorismo e spirito satirico, stata distribuita in edicola potete rispondere che non vero, che il fumetto la ed in abbonamento; nona arte, un'arte sequenziale, perch costituita da una sequenza di parole e disegni, amalgamati dentro dei - abbiamo consegnato lattestato di socio onorario ad riquadri (le vignette). Ecco noi oggi vi racconteremo la 8 amici a Lucca comics (l1-2 novembre). Sempre a storia di un gruppo di persone che sono legati dall'amiLucca, il pranzo con un piccolo gruppo tra quelli che cizia, dalla passione e dai fumetti>>; facciamo parte del gruppo FB "i fumetti sono una cosa seria" e la cena con i giovani del "Centro Fumetto A. Pazienza", di Cremona sono stati due momenti da incorniciare. Durante il pranzo, e durante la cena, ho potuto rallentare il ritmo e mi sono messo a dialogare con calma con le persone che avevo accanto. Le cose scritte su FB o per email acquistano un altro significato quando, di fronte, hai la persona in carne e ossa. Lucca Comics ci d anche queste opportunit, che ritengo meravigliose.; - il 28 novembre 2012 c stato l'evento Fumettomania in festa, presso la sala Auditorium, ex Monte di piet, con la consegna dellattestato di socio onorario ad 8 autori e collaboratori siciliani della Prozine; il ricordo pi vivido di quel giorno, oltre la pioggia incessante, stato linizio lento dellincontro in cui ho parlato della genesi del nostro gruppo e di tre elementi importantissimi senza i quali oggi (dopo ventuno anni) non ci sarebbe nessuna associazione e nessuna rivista: AMICIZIA, PASSIONE, FUMETTO. L'amicizia ha permesso nel 1989-90 a quel piccolo gruppo di 7/8 giovanissimi, barcellonesi e non, di trovare dei punti di affinit, di restare uniti e di fare a loro volta amicizia con tanti - dal 2 al 16 dicembre 2012 a Montreal (Canada), c stata l'esposizione collettiva nella galleria L'Espace Cratif dedicata al tributo artistico ad Eric Woolfson, il co-fondatore di Alan Parsons Project; e a fine dicembre abbiamo pure proclamato i quattro vincitori del contest: Silvia Di Mauro, Francesco Conte, Ignazio Piacenti e Jos Luis Ocana.

Un sorridente Giuseppe Orlando, illustratore barcellonese, saluta i presenti prima di ricevere lattestato di socio onorario, lo scorso 28/11/2012. Per gentile concessione dallarchivio di Mario Benenati Fumettomania Factory.

32

Foto di gruppo del 28/11/2012, con gli otto soci onorari, i soci sostenitori dellassociazionee lAssessore Raffaella Campo. Per gentile concessione dallarchivio di Mario Benenati Fumettomania Factory.

Per il 2013 abbiamo programmato una serie di eventi, tra cui: - un intervento in eventi realizzati da altre associazioni culturali; una mostra espositiva di tavole a fumetti di autori siciliani a Barcellona P.G.; - lincontro, con presentazione di un libro, con un autore straniero da realizzarsi a Catania al Festival di Etnacomics e/o con la Scuola del Fumetto di Palermo; - degli incontri sul fumetto e sul linguaggio del fumetto nelle Scuole di Barcellona P.G.. Delle numerose attivit svolte nel 2013 ne riparleremo nel prossimo numero di Fumettomania, per ora ci fermiamoci qui con lelenco dei post dedicati alle attivit del 2012, http://fumettomaniafactory.altervista.org/2012/11/ lucca-comicsgames-2012-croce-e-delizia-per-gli-appassionati-di-fumetti/ http://fumettomaniafactory.altervista.org/2012/12/ ventuno-anni-di-Fumettomania/ http://fumettomaniafactory.altervista.org/2012/12/ i-vincitori-del-contest-eric-woolfson-forever/ http://fumettomaniafactory.altervista.org/2013/01/ 2012-in-poche-righe/ Lavventura di Fumettomania, e con Fumettomania Factory, non finita, to be continued...

I 24 SOCI ONORARI
dellass. culturale Fumettomania Factory,
insigniti di tale carica il 12 settembre 2012 e che hanno ricevuti lattestato sono stati: John Bolton - Londra- UK (autore di fumetti) Salvatore Bonanzinga - Messina (Co-fondatore della fanzine Fumettomania) Alessandro Boni Viadana (autore di fumetti) Luca Boschi Pistoia (critico di fumetti e giornalista) Giovanni Brusca - Palermo (disegnatore di fumetti) Giorgio Cambini - Livorno (Co-fondatore della fanzine) Claudio Castellini - Roma (disegnatore di fumetti) Stefano Casini - Firenze (autore di fumetti) Oscar Celestini Viterbo (disegnatore-colorista di fumetti) Alberto Conte - Genova (scrittore di fumetti) Michela De Domenico - Messina (autrice di fumetti) Vito Di Domenico Foggia (collaboratore della fanzine) Salvatore Fama - Venetico (Tipografo) Giovanni Genovesi - Barcellona P.G. (Co-fondatore della fanzine) Michele Ginevra Cremona (critico di fumetti) Roberto Irace Lucca (collaboratore della fanzine) Giuseppe Orlando - Barcellona P.G. (illustratore e Co-fondatore della fanzine) Giuseppe Palumbo Bologna (autore di fumetti) Gianluca Piredda Sassari (collaboratore della fanzine, autore di fumetti e giornalista) Antonio Recupero - Barcellona P.G. (scrittore di fumetti) Carlo Scaringi Roma (critico e collaboratore della fanzine) Giuseppe Salvo - Barcellona P.G. (docente e consulente aziendale) Giuseppe F. Sottile - Barcellona P.G. (Co-fondatore della fanzine) Bryan Talbot Sunderland - UK (autore di fumetti)

Emanuele, titolare della galleria L'Espace Cratif in posa, con alle spalle 6 delle 21 opere dedicate al tributo artistico ad Eric Woolfson. Per gentile concessione dallarchivio di Mario Benenati Fumettomania Factory.

33

F#ME""OMANIA " IB#"E

DEDICHE DI!EGNA"E
In questi ventuno anni di esistenza lassociazione culturale ha conosciuto tanti giovani autori esordienti, quasi tutti ospitati sulla fanzine. Sette di loro, ormai professionisti, hanno trovato il tempo per dedicarci una loro illustrazione. Li ringrazio di cuore. M.B. Nota Bene: Dei sette autori, qui ne mancano due, Anna Leotta e Michela De Domenico, perch le loro opere le ho spostate sul prossimo numero dal momento che sono attinenti al tema delle Donne nei Fumetti.

B(6)(6( NICO A
ta sul n 11 dello stesso anno. Nel 2006 conduce il Corso di Fumetto presso lIstituto Tecnico Industriale Statale A.Gastaldi G.Giorgi di Genova. In questo periodo inizia lo studio di alcuni personaggi a fumetti che vedranno la luce nel 2008 (Pen & Jin) e nel 2009 (Dodos House). Nel 2008 partecipa a due audizioni per la Ammos Books (Christmas Tales e Bandi Balu) arrivando tra i finalisti. Nel 2009 inizia la pubblicazione su web delle strisce Pen & Jin e Dodos House, e nello stesso anno muove i suoi primi passi come scrittrice partecipando a diversi concorsi letterari, ottenendo riscontri positivi (semifinalista nella seconda edizione dei Corti promossa da Edizioni XII, con il racconto Le tasche allegre; menzione per meriti letterari nel 19 Premio WMI con il racconto Anche i pesci sudano). Attualmente lavora come insegnante privata di disegno artistico e fumetto, proseguendo la pubblicazione on-line delle strisce Dodos House e Pen&Jin. Nel 2012 ha partecipato al contest "Eric Woolfson Forever", organizzato dall'ass. culturale Fumettomania con un'opera dal titolo: L'occhio nel cielo, dimensioni: 19x39,5 cm, tecnica: matite, inchiostro, acquarello, digitale, ispirata alla canzone "Eye in the Sky" di Alan Parsons Project. Con quest'opera gli stato assegnato, dai lettori di Facebook, il quarto premio. Sempre nel 2012 labbiamo incaricata di realizzare per questo numero la caricatura del gruppo della redazione di Fumettomania, cos comera nel 1995-96, e lei ha saputo tirar fuori unottima prova. Il suo sito web http://digilander.libero.it/mondodiandro/

arbara Nicora nasce a Genova il 28 Novembre 1973, citt dove risiede tuttora. Diplomata presso il Liceo Artistico Paul Klee di Genova, inizia le sue prime esperienze di lavoro come disegnatrice. La sua attenzione si rivolge subito al mondo del fumetto, studiando da autodidatta le opere dei grandi maestri, sia del fumetto che dellillustrazione. Realizza in questo periodo alcune storie autoconclusive: Inizio e fine, La pozzanghera, Miraggio. Dopo un breve excursus nel mondo del teatro dei burattini, durante il quale cura la scenografia di alcuni spettacoli, lo studio dei personaggi e la realizzazione di manifesti, realizza la grafica per alcune insegne. Esperienze di lavoro Nel 2001 pubblica due storie illustrate presso Clara Serina Edizioni (Marina e il ragnetto e Kal, il ragazzo della foresta). Nel frattempo inizia la collaborazione con la ditta B.B. di Genova, che porter alla realizzazione del presepio luminoso di Pieve Ligure e, pi tardi, di due vetrate artistiche in stile Art Nuveau, mentre resta ancora in corso la lavorazione del catalogo. Nel 2005 collabora con la rivista Psychologies Magazine per lillustrazione dellarticolo Io dimentico tutto, pubblica-

34

G047 B #!CA

In questa pagina una versione di Emma Frost dedicata ai 21 anni della nostra associazione cuturale. Per gentile concessione dellAutore. Marvel Comics

do (testo M. La Neve) e altri lavori (es: illustrazioni per Sprayliz);- ha pubblicato per riviste locali palermitane (vignette, illustrazioni, anche a colori) con cadenza settimanale e passaggi tv delle vignette in vari programmi (sempre tv locali) anni 1992-'97. Dopo alcune delusioni lavorative nel campo del fumetto e sopraggiunti impegni importanti ha smesso. In 12 anni non ha pi realizzato uno scarabocchio, n letto un fumetto. "Dallinizio del 2009 tornato alle sue amate matite, e disegna, disegna, disegna. I suoi disegni sono, sia a matita, sia con pennino, e le sue figure femminili continuano ad essere sensuali ed avvolgenti; alcune sue opere sono visibili nel sito spagnolo http://giovannibrusca.artelista.com/ Per Fumettomania ha interpretato Rorschach che potrete ammirare nello Speciale Watchmen del 2009, Devil, Emma Frost&Tempesta che si trovano invece nel numero 19 di Fumettomania (2010) ".

reve Biografia: - stato tra i vincitori del concorso per fumettisti e giovani esordienti di Prato edizioni 1991-92 e 199596 (con testi di Roberto Di Fresco) con annesse premiazioni e mostre. - ha collaborato con Fumettomania con mostra espositiva a Barcellona P.G. e allo stand della Fiera di Roma, Expocartoon 1995 e '96 (bei tempi!); - ha collaborato con la Casa Editrice Universo, anni 1992 e '93 con pubblicazione di fumetto su Intrepi-

lessandro Boni (classe 71) nasce e vive a Viadana (MN). Lavora come designer e diventa direttore Artistico presso un'azienda che produce articoli da regalo ed oggettistica a livello nazionale. Tra le sue escursioni nel fumetto ricordiamo Heart of Chastity. Miniserie che gli valsa la nomination "Fumo di China" come miglior nuovo autore nel 2001.

A1,77(3+64 BONI A
Foto dellattestato di socio onorario inviato ad Alessandro, insieme alle copertine di Fumettomania realizzate da Alex. Per gentile concessione dellautore Alex Boni e Fumettomania Factory

Una serie di storie brevi uscite per diverse riviste italiane come Schizzo del Centro Fumetto Andrea Pazienza, Gruppo Misto, X-Comics, Fumettomania e Heavy Metal Magazine. Diverse illustrazioni e copertine alcune delle quali realizzate a 4 mani con disegnatori del calibro di Leo Ortolani e Bryan Talbot, e altre per il volume "Alan Moore: storia di uno straordinario Gentlemen" uscito sul mercato anglosassone, spagnolo e italiano (in Italia per la Black Velvet). Ha collaborato negli ultimi anni (storie brevi e coperti-

ne) con la rivista americana Heavy Metal Magazine e ha realizzando una graphic novel horror, la cui prima uscita in autunno 2006, sul mercato italiano, per la rivista Brand New della FREE BOOKS dal titolo "MELTING PULP". Attualmente sta realizzando la seconda parte di una Graphic Novel Horror ideale seguito del volume Melting Pulp (Free Books - 2008) dal titolo DEAD BY DAWN.

35

A. !COCCIA & ". " IMBOLI


sito: www.schizzofantasy.it coccia Alessandro, classe 1974. Trimboli Tiziana, classe 1978. Entrambi romani, frequentano la Scuola Internazionale di Comics. Dal 2001 iniziano a lavorare assieme, dividendosi i compiti di matite, chine e colori. Nel maggio 2004 partecipano al concorso Fumettorama con la storia Fotografie, su sceneggiatura di DAquino, arrivando fra i primi nove. Dal 2004 collaborano con Salvatore Taormina realizzando gli episodi numero 6 e 10 de La saga di Ho Lan, e il numero 3 di Avalonia . Dal 2005 collaborano con la Eremon Edizioni realizzando le illustrazioni (del piccolo popolo, dei miti e leggende, degli animali fantastici, ecc.) per il sito www.mitiemisteri.it . Nel 2006, per la Eremon Edizioni, illustrano, su testi di Azzurra Tacente, il libro Bogus racconta il piccolo popolo Gnomi & Troll. Sempre nel 2006 la storia Fotografie viene pubblicata nellantologia Proposal della 001 Edizioni. Illustrazione-tributo a Hellboy degli autori, dedicata ai 21 anni della nostra Nel 2007 pubblicano nel sito Associazione culturale. Per gentile concessione degli aventi diritti www.galassiaarte.it alcune illustrazioni e la storia a fumetti La versione Ufficiale, e lavorano al secondo libro della serie di Bogus, sempre su testi di Azzurra Tacente, intitolato Bogus racconta il piccolo popolo Fate & Ninfe, pubblicato nel Maggio 2008. Nel 2008 realizzano le storie a fumetti, su sceneggiatura di DAquino, La casa infestata e Invasione immorale; nel novembre 2008 la storia La casa infestata viene pubblicata sul sito www.rantolo.it e la storia Invasione immorale viene pubblicata sul primo numero del seriale Bizzarro Sfork per il sito www.subaqueo.it/bizzarro. Nel dicembre 2008 realizzano una serie di illustrazioni sulle divinit greche per il sito www.mitiemisteri.it Nel giugno 2009 disegnano le tavole per il primo episodio della seconda serie de "La saga di Ho Lan" per Cronaca di Topolinia, pubblicata a Lucca; nell'agosto 2009 realizzano la storia Al cuore non si comanda su sceneggiatura di D'Aquino e tratta da un racconto di Andrea Mucciolo, per il sito www.galassiaarte.it. Nel giugno 2010 realizzano alcune illustrazioni per il n. 19 del seriale Fumettomania per il sito www.Fumettomania.net in occasione degli omaggi per i 40 anni della Marvel e per i 21 anni della rivista stessa (limmagine sotto riprodotta, ndr). Nel luglio-agosto 2010 lavorano allo

storyboard per lepisodio pilota della serie a cartoni animati i Mostrodomestici, sotto la direzione di Romano Garofalo. Nel gennaio 2011 realizzano la storia breve Achelos su sceneggiatura di Damiano Perrone nellambito del progetto Diecilune Fumetto della BelAmi edizioni sotto la direzione artistica di Giorgio Di Vita. Nellagosto 2011 realizzano sempre su sceneggiatura di Damiano Perrone lalbo Il marchio e ad ottobre il fumetto Il marchio pubblicato fra le applicazioni della Apple dallo sviluppatore MeLeto Software. Dal dicembre 2011 realizzano i primi episodi del seriale Habel, che verranno pubblicati sulla rivista Arcana Magazine a partire dal numero di aprile 2012. NellAprile del 2012 viene pubblicato sul sito Miti e Misteri la Serie J.J. & Foot scritta e disegnata da loro Dal giugno allottobre 2012 realizzano, per la Eremon Edizioni, Habel e la profezia Maya in qualit di autori di testi e disegni che viene pubblicato nel dicembre 2012. Nel 2013 hanno lavoro ad alcuni progetti che attendono riscontro editoriale.

36

$03*,3;4 AC#N'O

In questa pagina una versione del Joker, ad opera di Vincenzo (2011), dedicata ai 21 anni della nostra associazione culturale. Per gentile concessione dellAutore. DC Comics

ome: Vincenzo Cognome: Acunzo Data di nascita: 24/07/1981 Residenza: Portici (NA) Titolo di studio: Laurea in scenografia conseguita presso lAccademia di Belle Arti di Napoli Precedenti esperienze lavorative: Ho lavorato come inchiostratore al numero 147 della serie Lazarus Leed della casa editrice Star Comics, grazie a tale incarico sono potuto entrare in contatto con Daniele Bigliardo e gli autori del suo studio. Successivamente, sempre per la Star Comics ho lavorato sulla serie Jonathan Steele sia come inchiostratore che come disegnatore oltre ad avere collaborato con la casa editrice GGstudio di Napoli e, come inchiostratore al numero 11 della serie Linsonne pubblicata da Edizioni Arcadia. Recentemente ho lavorato come inchiostratore alla Marvel, per la quale ho chinato la miniserie di 6 numeri Secret invasion: She Hulk per le matite di Vincenzo Cucca e Pasquale qualano. Ha realizzato per la casa editrice francese Claire de lune il primo di una serie di volumi intitolata Heroes for hire interamente disegnata da me, sui testi di Alberto Conte.

Riepilogo esperienze lavorative Lavori Matita e china: Jonathan Steele Speciale 10 anni star comics Heroes for Hire #1-2 (Claire de lune editions) Histoire de France pour les nuls #2-4 (First grund editions) CONTES ET LEGENDES DES REGIONS DE FRANCE #2 (Soleil editions) Lavori da inchiostratore: Jonathan Steele #43 Secret invasion : She Hulk (Marvel) Route des maison rouges (GGstudio) JLA giant #80 (DC Comics) JLI #6 (DC Comics) Brightest day Aftermath : the search for Swamp thing #1-3 (DC Comics) Star Wars: knight errant escape #1-5 (Dark Horse) Per aggiornamenti sulla mia produzione potete visitare il blog: http://vincenzoacunzo.blogspot.com/

37

F#ME""OMANIA " IB#"E

Q#A"" O PA OLE
La nostra associazione tra il 1991 ed il 2012 ha avuto modo di incontrare e conoscere circa 200 autori di fumetti tra professionisti ed esordienti ed ha conosciuto pure tanti distributori, editori, librai, giornalisti, che hanno reso vivo e lo rendono tuttora il mercato fumettistico nazionale. Nel momento in cui stato deciso di realizzare questo numero celebrativo (2010) anche questi amici, insieme agli autori ed ai collaboratori della Prozine, sono stati invitati a partecipare con un tributo scritto, una dedica.
M.B.

M0*/,1, GINE$ A
OME ERANO BELLE LE RIVISTE... MA QUANDO AVR UN BOOK READER...
In questi anni sono cambiate due cose importanti: i tempi di fruizione e la disponibilit di informazioni. Le riviste di critica, o che ne contenevano, avevano una periodicit al massimo mensile. Questo consentiva di leggere e riflettere, condividendo di persona o per lettera. Lo studio e la formazione avvenivano su libri e altre riviste, nelle biblioteche o tramite acquisti o prestiti personali. cambiato parecchio. Oggi abbiamo molta informazione on line. In realt non si segue una testata in particolare. Ciascuno di noi ha la propria rete di siti e blog, e condivide con un click le proprie "scoperte" o riflessioni. Ammetto di sentirmi un po' pi in difficolt. Per ritrovare quello che mi interessa, che ho "scoperto", devo come minimo accendere un'apparecchiatura che ha anche bisogno di manutenzione e aggiornamenti. Il sapere che ho accumulato negli scaffali, migliaia di pubblicazioni varie, un nulla rispetto a quanto si trova in rete. Ma un qualche cosa che conosco e so come gestire. La rete una grande opportunit, ma c' talmente tanto da trovare e da leggere che ho difficolt a gestire. Dovrei salvare le pagine interessanti, che per tra qualche anno non saranno pi leggibili. Dovrei allora stamparle, ma i costi sarebbero altri e accumulerei ancora carta. Fumettomania una delle testate che hanno accompagnato e vissuto questi cambiamenti. Trovarmela in un pdf da scaricare mi ha fatto piacere. Provo molta simpatia e affetto per chi la realizza. Ma proprio il formato pdf, sui piccoli schermi a disposizione, non mi ha incentivato a leggerla tutta. Sfogliarla s, ma leggere poco. Perch i tempi e i luoghi della lettura sono anche il letto, il divano, il gabinetto... Il cartaceo me lo posso portare a dietro. Un computer no. Quindi... evidente che devo procurarmi un book reader, prima o poi.

Michele Ginevra (Cremona, 1965). Promotore culturale, saggista ed esperto in didattica del fumetto. Nel 1988 tra i fondatori del Centro Fumetto "Andrea Pazienza", di cui ha diretto o curato quasi tutte le iniziative, i servizi e i progetti: Schizzo e le collane collegate, la biblioteca specializzata dotata di O.PA.C. ed eventi quali fiere, concorsi, mostre e incontri. Coordina ancora oggi il Centro nel ruolo di Istruttore Direttivo del Comune di Cremona. Tra le collaborazioni pi significative, quelle rivolte a valorizzare le nuove tendenze come il padiglione Alter Vox e la Self Area a Lucca Comics, l'Happening Underground del Leoncavallo di Milano, la mostra collettiva annuale Futuro Anteriore a Napoli Comicon. Nell'ambito della didattica ha condotto laboratori e corsi in ogni tipo di scuola, e corsi d'aggiornamento per insegnanti e bibliotecari. Ha scritto e redatto rubriche, oltre a Schizzo, su Blue, Fumo di China, If, Biblioteche Oggi e Tirature. Ha collaborato con il sito ComicUs e pubblicato interventi su lospaziobianco. Ha scritto saggi e prefazioni per diverse pubblicazioni, tra cui i volumi: "Carlo Ambrosini. Percorsi disegnati" (Glamour International, 2000), "Luca Enoch" (Il Penny, 2001), "Roberto Baldazzini" (Il Penny, 2000), "Sergio Tarquinio. Un disegnatore per l'avventura" (ANAFI, 2005), "Gipi. La vita tra le pagine" (ArteFumetto, 2007). stato frequentemente chiamato a far parte di giurie di premi fumettistici. Nel 2004 stato Presidente della giuria dei Premi Guinigi di Lucca Comics. Si laureato alla Statale di Milano in Scienze Politiche con una tesi intitolata Il Diritto d'Autore e l'opera a fumetti, che ha ricevuto nel 1998 ad Expocartoon il Premio "Mario Marchetti". Ha un blog aperto nel 2008: http://sonoioche.blogspot.it

38

L4607 CAN"A ELLI


na fanzine sui fumetti? Quella roba fotocopiata o al massimo ciclostilata, vendute sui gradini del palazzetto di Lucca o nei suoi immediati dintorni anche sotto la pioggia? Ma esistono ancora? Ebbene s, Fumettomani@ ancora viva e lotta insieme a noi... anche se per sopravvivere non ha potuto far a meno di sbarcare sul web (daltra parte nata nel 1990 come Rat-Man, quindi a cavallo tra il vecchio e il nuovo mondo...). Approfondimenti e dossier, interviste e recensioni, esordienti ed emergenti, segreti & bugie dal mondo del fumetto in epoca pre-digitale si potevano avere soltanto loro tramite (comprese Fumetto e Fumo di China, a tutti gli effetti nate come fanze), oltre a diventare una vera e propria palestra per intere generazioni di critici, redattori e perfino editori, amatoriali quando non professionali a tutto tondo. Linstancabile Mario Benenati e i suoi collaboratori ce lhanno sempre messa tutta, e non si pu non dargliene atto, oltre al fatto di rendere ancora pi nazionale il suo lavoro, coinvolgendo Nord e Sud Italia. Grazie anche per questo!
Loris Cantarelli Appassionato fin dalla tenera et di fumetti, musica e illustrazione, ne scrive professionalmente da free lance su carta e in Rete dal 1995. Autore in oltre venti antologie di critica fumettistica, collabora con diverse riviste e fiere di settore, scrivendo e curando saggi, recensioni e interviste sul mensile Fumo di China, di cui direttore editoriale dal 2012. I suoi scritti appaiano su http://www.postcardcult.com

C(614 !CA INGI


Breve biografia, scritta da Carlo. Carlo Scaringi, giornalista romano, ha passato vent'anni all'Avanti! e altrettanti al Radiocorriere. Quando hanno chiuso per mancanza di carta (moneta) si arrampicato sulla Rete per continuare a scrivere di fumetti. Prima ha fatto di tutto e di pi: dalla cronaca (non nera, anche se amo i gialli) alla televisione, dallo sport praticato (poco) e scritto (molto), dalla radio ai fumetti, facendo sempre del mio peggio, e riuscendovi alla perfezione.

a grande stagione delle riviste dautore, o contenitori, che alternavano fumetti di qualit con interventi critici e recensioni varie, finita con gli anni Novanta. In tempi di crisi si taglia il superfluo, anche se poi qualcuno cerca ancora labito firmato o la vacanza chic e poi chiude una rivista o cancella una mostra di qualit e non commerciale (piena solo di videogiochi e qualche fumetto) annullando tutte le iniziative in perdita. Scomparse Comic Art, Orient Express, ecc. sono rimaste, a fatica, solo Fumo di china e Scuola di fumetto e qualche fanzine fatta in casa. Si salvata Fumettomania per la buona volont e limpegno anche economico di un gruppo di appassionati che in questi anni hanno proposto e analizzato temi stimolanti, favorendo serie riflessioni e una conoscenza pi approfondita del fumetto presente e passato, con una paziente e meritoria opera di scavo e di ricerca in un mondo che forse non tutti gli addetti ai lavori ancora conoscono bene. Gli ultimi numeri sul fumetto di guerra, sul magico, sulla Marvel o il prossimo sul fumetto al femminile non testimoniano solo limpegno dei curatori, ma anche la necessit di continuare un cammino difficile, ma forse ricco di scoperte che meriterebbe di venir sviluppato ulteriormente, da nord a sud.

nascer tra qualche settimana, ma spero tanto che ora sia

ipubblico anche qui linizio del post scritto lo scorso 30 ottobre 2013 sul mio blog, per ricordare Carlo Scaringi, che la notte precedente ci ha lasciati. Innanzitutto riporto le parole della figlia Claudia :
<< Cari Mario e Gianfranco Goria, Sono la figlia di Carlo Scaringi, vi comunico che pap venuto a mancare questa notte. Vi ringrazio perch da quando la malattia lo aveva colpito qualche anno fa e lo aveva costretto prima a lunghi mesi in ospedale e poi a vivere la maggior parte del tempo su una sedia a rotelle, l'unica cosa che lo rendeva felice era poter continuare ad occuparsi dei suoi amati fumetti. E questo riuscito a farlo grazie a voi e ai vostri bellissimi siti. Ha cresciuto me e mio fratello a pane e fumetti e, anche se non abbiamo seguito le sue orme, ci ha insegnato che la cosa pi importante in un lavoro, qualunque esso sia, farlo con passione. Aveva sempre tra le mani un qualche albo Bonelli, Tex e Dylan Dog soprattutto... i fumetti americani non gli sono mai piaciuti tanto.. Mi dispiace solo che non potr conoscere la sua nipotina che

felice tra le sue nuvolette e che ci guardi da lass..>>

E poi riporto la risposta che inviato alla figlia di Carlo:


<<Carissima Claudia Sono molto addolorato di questa notizia, per me lui stato un esempio di scrittura, di professionalit e di passione. Sono fiero e felicissimo di aver conosciuto tuo pap, grazie ai suoi articoli che ha scritto per Fumettomania, e conservo nel mio cuore tutte le frasi che mi ha scritto per email e per lettera, cos come spero che conserverete con cura l'attestato di socio onorario che ho mandato a suo tempo via posta a Carlo. Sono d'accordo con Te che oggi lui felice in Paradiso e potr ri-incontrare i tanti amici ed artisti di fumetti. Anche se non ti conosco di persona, ti mando un'abbraccio forte e pieno di calore. E ti ringrazio di cuore per il pensiero che hai avuto per me>> Mario

39

A1),684 CON"E
ome sono finito a collaborare con Fumettomania? Semplice: non ricordo affatto loccasione, ma mi bast conoscere Mario Benenati per capire che condividevamo la stessa passione ingenua per il fumetto. Sono passati diversi anni da allora: ai tempi collaboravo con diverse riviste e webzine, ma avendo ben chiaro in mente la definizione di Wilde dei critici (gli eunuchi dellharem). Il resto ha fatto il mio pessimo carattere ed il caso. Adesso scrivo fumetti, sporadicamente data la mia proverbiale pigrizia, ma ancora talvolta mi presto allesercizio della critica o dellintervista e solo per Fumettomania, dove ho trovato persone pazienti e comprensive del mio lassismo e dei miei costanti ritardi. Senza dimenticare la mia balzana visione del fumetto. A loro scusante parziale di questo esecrabile privilegio sia il sentimento citato: spesso lamore cieco, no? E sordo e muto e
Alberto Conte 07/07/1966, Genova TITOLI DELLE PUBBLICAZIONI A FUMETTI 1) Il Capo: storia breve noir con Luca Rossi (disegni) e Andrea Piccardo (colori, impaginazione, lettering), apparsa sul volume antologico Alta Fedelt Volume 2 (2003) 2) U.S.S., volume one shot SF con Luca Rossi (disegni) e Andrea Piccardo (colori, impaginazione, lettering), edito da Magic Press nel 2005 3) Lultimo della lista, volume one shot noir con Luca Rossi (disegni) e Andrea Piccardo (colori, impaginazione, lettering), edito da Magic Press nel 2006 4) U.S.S. - ultime station service, e Le dernier de la liste, editi in Francia da Clair de Lune, usciti il 29 maggio 2008. 5) Hros louer, serie SF 2 volumi su 4 volumi, con Vincenzo Acunzo ai disegni, editore Clair de Lune (anno 2010 e 2011). Ristampati a luglio del 2013 i due volumi di Heroes for Hire in un unico volume cartonato dalla Petit Pierre & Ieiazel. 6) Le Fauteuil du Diable, con Luca Rossi ai disegni e Romina Denti ai colori, Editore Clair de Lune (luglio 2011). GLI ESORDI: recensioni su webzine, su quotidiani e riviste per libri, film e fumetti, sceneggiatore per una scuola di fumetto locale, sceneggiatore di cartoni animati per la Avo Film; sceneggiatore ed art director per un film 3D (mai peraltro uscito) a cura della Darko 2000; traduzione del fumetto Hoods in Love per Cut Up Edizioni. LE INFLUENZE: Shakespeare, Chandler, Leonard, Dick, Mc Carthy, per fare una rapida selezione. Per citare sceneggiatori del settore: Alan Moore, Hugo Pratt, Jamie Delano, Frank Miller, Garth Ennis, Grant Morrison, Warren Ellis. PECULIARITA' PERSONALI: insonne cronico ed anche discromatopsico parziale, ovvero daltonico. Sono lo spettatore divertito, non pi larbitro tartassato, delle dispute tra disegnatore e colorista. ATTIVITA' PARALLELE AL FUMETTO Mi dedico al motociclismo, alla gastronomia, ai viaggi allestero, nonch agli alcoolici ed ai sigari.

Alessandro & Marina, ovvero ALESSANDRO DISTRIBUZIONI e ALESSANDRO EDITORE Via del Borgo di S. Pietro, BOLOGNA Libreria specializzata in fumetti dal 1981, primo portale italiano del fumetto online, nota casa editrice. la fumetteria pi grande del mondo. << "la" fumetteria. Enorme spazio espositivo e di conseguenza fornitissima anche di arretrati molto vecchi, sia comics sia manga. Gli appassionati la conoscono bene, per gli occasionali conviene perch si va sempre sul sicuro>>.

A1,77(3+64 & M(603(

LI ANNI DELLA MANIA DEL FUMETTO

Tra la fine dei Settanta e linizio dei 90 ci fu nel nostro Paese un vero boom di quelle pubblicazioni amatoriali note come fanzine. Frutto dellamore dei fan per il loro mezzo despressione preferito, le fanzine di e sul fumetto si contavano a decine. La loro vita era solitamente breve, legata al momento contingente e alla presenza di un gruppo di collaboratori fortemente impegnato, di solito studenti un felice momento della vita in cui si dispone di pi tempo libero - con alcune significative eccezioni. Dai loro ranghi sono nati disegnatori e sceneggiatori, ma anche una nuova generazione di critici studiosi del settore, nonch operatori nel campo editoriale (traduttori, redattori, consulenti...). Insomma, quel felice periodo fu un momento di rinnovamento per una stagione fumettistica che ha assistito allaffermarsi di grandi personaggi - da Ken Parker a Dylan Dog, passando per il rinascimento americano, allarrivo sempre pi massiccio dei manga - e al tramonto del periodo delle riviste dlite. Al declino delle testate legate alla grande editoria e alla nascita di una miriade di piccoli editori e delle fumetterie, dei distributori solo di fumetti. Tutta una stagione che si rinnova oggi nelle nuove fanzine - che presentano pi autori di fumetti che non critica e saggistica - sempre pi orientate verso il web, ma in cui sono presenti anche testate storiche (come Fumetto, la rivista dellANAFI decana del settore), altre passate al semi professionismo (come Fumo di China) e altre ancora, pi recenti. Il mondo dei fan italiani sempre in movimento, con iniziative che nascono e muoiono in continuazione. Ma resta un po di nostalgia verso quellirripetibile (per chi vi partecip) periodo. Una storia fatta di amori e passioni, quella del vivace mondo dei fumetti, di cui anche Fumettomania fa parte. E a Fumettomania e al suo fondatore Alessandro Distribuzioni sempre stata particolarmente legata, visto che si era di fronte allimpegno totale, onesto (lamore per il fumetto e niente secondi fini) faticoso e la voglia di andare avanti, sempre e comunque nonostante le difficolt, di Mario Benenati.

40

Angelo MOLINARI, Appassionato di fumetti, collaboratore della rubrica W La France,news Dall'Italia, ed ha fatto qualche intervista, su Fumo Di China.

A3.,14 MOLINA I
o un ricordo simpatico, indelebile del mio primo incontro con Fumettomania. Un incontro dal vivo, sul posto, nella mitica sede di Via Papa Giovanni XIII, 267 a Barcellona Pozzo di Gotto, prima che cartaceo. Non ricordo con precisione ma credo fosse il 1993. Io appassionato di fumetti avevo da poco scoperto che esistevano le fanzine (in quegli anni in abbondanza) da articoli letti su riviste come L'Eternauta, Comic Art, Orient Express. Cos scoprii Fumo Di China, Schizzo, ecc e cominciai ad interessarmi al fenomeno acquistando dove possibile questi prodotti. Mi colp Fumettomania, anche per la sua origine cos lontana da dove risiedo. Forse anche per inesperienza non pensai di acquistarla dal distributore. Nell'estate del 1993 andai in vacanza in Sicilia ospite di mia cognata (siciliana) a Saliceto di Patti, poco distante da Barcellona P.G. Convinto mio fratello, con mia moglie e mio figlio andammo in auto a cercare la sede di Fumettomania. Dopo alcune indicazioni giungemmo finalmente in via papa Giovanni XIII, 267. Sorpresi, all'indirizzo ormai per me divenuto storico trovammo un negozio di sartoria. Comunque chiediamo ai proprietari, due gentilissime persone, il padre e la madre di Mario che ricorder sempre con affetto, entusiasti della nostra visita ci confermarono che quella era la sede e dato che Mario in quel momento era assente ci invitarono ad accomodarci e ci regalarono i primi due tre numeri della fanzine. Poi arriv Mario, mi ricordo anch'esso stupito della nostra visita, e dopo esserci presentati da allora per circa sei-sette anni io continuai a recarmi in vacanza in Sicilia dove sempre ci si incontr almeno per un giorno conversando di fumetti tra un bagno ed una granita.
Giuseppe Orlando, classe 69 . Nel 90-91 illustra le copertine della fanzine Fumettomania, del numero zero, uno e due, della quale colora il disegno originale del disegnatore italiano Claudio Castellini. E illustratore editoriale e pubblicitario esperto in varie tecniche pittoriche tradizionali e digitali. Le sue opere sono esposte in diverse gallerie e musei in Italia ed allestero. Realizza studi di character design e concept design. Ha collaborato negli ultimi anni con: Galleria Geraldes de Silva (Portogallo), Puro arte (Spagna), Eugenio Finardi, RAI DUE, Museo Antonio De Curtis, Emergency, Museo etnostorico Nello Cassata, Giuseppe Palumbo, Agrigento Arte, Pittoridigitali.com, Adimmagine, Pubblisud, Salani Editore. Ha collaborato: anche con Massimo Polidoro, C.I.C.A.P. Con Fumettomania ha ri-collaborato per diverse copertine,

G097,55, O LANDO
ingraziamenti per Fumettomania
Nei primi anni del mio percorso artistico mi sono trovato, grazie allamicizia che mi lega da anni allarch. Mario Benenati, creatore e coordinatore di Fumettomania, a illustrare diverse copertine della fanzine a cominciare dalla n. 0 del 1990. Sono stati anni di grande fermento e di sperimentazione entusiasta, in cui abbiamo presentato la rivista in varie fiere riscontrando parecchio successo e nello stesso tempo confrontandoci con artisti noti nel mondo del fumetto. Fra queste ricordo la prima fiera di Lucca nel 1990, in cui con uno stand di Fumettomania eravamo proprio immersi nel fumetto mondiale o il momento in cui ho collaborato con grandi disegnatori del fumetto come Claudio Castellini e Giuseppe Palumbo. Oggi mi ritrovo a ringraziare la fanzine in quanto grazie alla copertina n. 17 del 2006 con Martin Mystre, il mio lavoro stato notato dalla direttrice della casa editrice Salani e da l ha avuto inizio il mio percorso professionale con case editrici di fama nazionale. Riflettendoci, lentusiasmo di quegli anni in cui ci dedicavamo con passione alla fanzine per il solo piacere di dare libero sfogo al nostro desiderio di immergerci nel fantastico mondo del fumetto, ha giovato in me da gavetta e da officina per dare le basi al mio stile e soprattutto al mio mestiere di illustratore. Grazie quindi anche Fumettomania, perch da allora ho collaborato e collaboro con Salani Editore con diverse copertine fra cui la saga di Sally Lockart di Philip Pulman, Gribaudo Editore con le illustrazioni con un libro di fiabe dei fratelli Grimm, la rivista Focus Extra con varie illustrazioni e altri ancora.

dal 2000 in poi, compreso lultimo numero cartaceo della rivista, che porta la sua firma.Nel 2009, ha realizzato la copertina del quaderno n.10 per il C.I.C.A.P. (Comitato italiano per le affermazioni sul paranormale). Attualmente freelance per la Salani Editore, per la quale ha firmato finora due copertine, per due libri, il Segreto di Lydia pubblicato nel giugno del 2009 e "Operazione Canarino" dell'aprile 2010, entrambi visualizzati di seguito. Ed ancora le cover de: Il libro selvaggio di Juan Villoro (2010), il rubino di fumo di Philip Pullman (2011), La tigre nel pozzo di Philip Pullman (2012), La principessa di latta di Philip Pullman (2012), La meravigliosa macchina di Pietro Corvo (2013). Mentre con altri editori spiccano le illustrazioni all'interno del volume e la copertina di "Le fiabe dei fratelli Grimm" Gribaudo editore (2012). Alcuni lavori nuovi, si trovano in questo sito: http://giuseppeorlando.cghub.com/

41

F#ME""OMANIA INDE% 1990-2012


a cura di Mario Benenati Fondatore della Prozine Fumettomania e co-Fondatore dellAssociazione culturale Fumettomania Factory
In questa piccola celebrazione voglio ricordare tutto il materiale che stato pubblicato nei ventuno numeri, pubblicati tra il 1990 ed il 2012, e tutti coloro che hanno collaborato con la nostra fanzine. Buona lettura. NOTIZIE GENERALI # O, febbraio 1990 - esaurito - 60 pagine - formato 21x29,7 - L. 5000 # 1, ottobre 1991 - esaurito - 52 pagine - formato 21x29,7 - L. 5000 # 2, aprile 1991 - esaurito - 52 pagine - formato 21x29,7 L. 5000 # 3, ottobre 1991- esaurito - 44 pagine - formato 21x29,7 - L. 6000 # 4, ottobre 1992 - esaurito - 48 pagine carta patinata formato 21x29,7 - L. 6000 # 5, maggio 1995 - disponibile su richiesta - 16 pagine formato 15x21 - L. 1000 # 6, novembre 1995 - disponibile su richiesta - 16 pagine - formato 21x29,7 - L. 3000 # 7, maggio 1996 - disponibile su richiesta - 20 pagine formato 21x29,7 - L. 4000 # 8, novembre 1996 - disponibile - 20 pagine- formato 21x29,7 - L. 4000 # 9, giugno 1997 - esaurito - 20 pagine - formato 21x29,7 - L. 4000 # 10 - Dic 1997 - esaurito - 20 pagine - formato 21x29,7 L. 4000 (euro 2,06) # 11 - Dic 1998-Gen 199 - disponibile - 32 pagine - formato 21x29,7 - L. 5000 (euro 2,58) # 12 - Dic 1999-Gen 2000 - disponibile - 32 pagine - formato 18x25 - L. 6000 (euro 3,09) # 13 - Aprile 2001 - disponibile - 24 pagine - formato 18x25 - L. 5000 - (2,58 euro) # 14 - Dic 2001- Gen 2002 - disponibile - 24 pagine- formato 18x25 - L. 5500- (2,84 euro) # 15 - Dic 2003 - disponibile - 28 pagine- formato 18x25 - euro 4,50 # 16 - ANNO 2005 (Aprile 2005) - esaurito - 40 pagineformato 18x25 - euro 5,00 # 17 - ANNO 2006/2007 (marzo 2007) - disponibile - 52 pagine- formato 18x25 - euro 6,50 # 18 e 18 bis - ANNO 2007/2008 (ottobre 2008) - esaurito - 108 pagine- formato 18x25 - euro 10,00 # 19 - ANNO 2010 - disponibile su richiesta - 76 pagine a colori - formato digitale (PDF) 18x25 - euro 3,00 (oppure Estratto del n. 19 in versione free sui issuu.come e su scribd.com) FUMETTOMANIA PRESENTA: Comics Tribute 2009 (anno 2011) - disponibile free su issuu.come e su scribd.com 24 pagine a colori - formato digitale (PDF) 18x25 COPERTINE # O, copertina in b/n. Inedito di Giuseppe Orlando. # 1, copertina a colori. Batman, inedito di G. Orlando # 2, copertina a colori. Nathan Never, inedito di Claudio Castellini - colori di G. Orlando # 3, copertina a colori. Inedito di John Bolton, tratto da un portfolio contro luso della armi chimiche. # 4, copertina a colori. Uomo Ragno, inedito di G. Orlando. # 5 , copertina in b/n. Arthur King, inedito di G. Orlando. # 6 , copertina in b/n. Deatht, inedito di Dave McKean. # 7 , copertina in b/n. Batman, inedito di Kelley Jones. # 8 , copertina in b/n. Legs e May, inedito di Giov Brusca. # 9 , copertina in b/n. Peter Pan, inedito di Rgis Loisel. # 10 - Copertina in b/n. Inedito di Giuseppina Mosca # 11 - Copertina in b/n. Inedito di Adriano Belfiore # 12 - Copertina in scala di grigi. Inedito di Luca Bertel e Michele Duck # 13 - Copertina in scala di grigi. Inedito di Giuseppe Palumbo e colorato da Giuseppe Orlando # 14 - Copertina in scala di grigi. Daredevil e Elektra, inedito di Alessandro Boni # 15 - Copertina a colori. Ratman e Chastity, inedito di Leo Ortolani e Alessandro Boni # 16 - Copertina a colori. Sandman e gli Eterni, inedito di Bryan Talbot - colori di Alessandro Boni # 17 - Copertina a colori. Martin Mystre, inedito di Giuseppe Orlando # 18 - Copertina a colori. Inedito di Giuseppe ORLANDO # 18bis - Copertina a colori. Joker, inedito di Alessandro Boni. # 19 - Copertina a colori. Capitan America inedito di Oscar Celestini, colori di Andrea Celestini. FUMETTOMANIA PRESENTA: Comics Tribute 2009 (anno 2011)- Copertina a due colori. tributo ad Amazing Spiderman # 39, inedito di Giov Brusca. ARTICOLI (184) Obiettivo su (rubrica di recensioni). Fumetto italiano: - di Autori Vari - n.0- pp. 28-31; n.1 pp. 23-24; Appunti, pareri su fumetti, autori e tendenze Immonde e putrescenti larve, sanguinolenti esseri, pustolosi mostriciattoli - di Giovanni Genovesi - n.1 pp.15-16 La scomparsa della COMICO - di Giorgio cambini - n.1 pag. 16 Un persuasore poco occulto - di Alesandro Grussu - n.1 pag. 17 Parlando di Dylan Dog: orrore, fumetto e rinscimento - di Salvatore Bucca - n. 2 pp. 21-22 Auguri, in ritardo, ad un personaggio e al suo autore: Martin Mystre e Alfredo Castelli - di S. Bucca - n. 2 pp. 22-23 E Arrivata la Bufera... - di Maurizio Pustianaz - n. 2 pp. 2324 Sogni di carta - di Mario Benenati - n. 3 pp. 24-25 Tex vivo, via Tex - di Giovanni Luisi - n. 3 pp. 28-29 Il fumetto in Italia - di Maurizio Pustianaz - n.3 pp. 29-30 Ken Parker magazine - di M. Pustianaz - n.4 pp. 42-43 Arthur King - di Alessandro Cortese e Manuel Scordo - n.5 pp. 3-5 Phoenix- di M. Scordo - n.5 pp. 9-10 Dylan Dog - di Carmelo Proto - n.5 pag. 11 Martin Mystre - di S.Bucca - n.5 pp. 11-12 Nathan Never - di C. Proto- n.5 pag. 13 Lultimo dei Magazine, Ken Parker - di S.Bucca - n. 6 PP.2-3 Lazarus Ledd e Video max - di M. Scordo- n.6 pp. 4-5 Il team-up che non ti aspetti:Nathan Never e Martin Mystre - di Lucio Sottile- n.7 pag. 15 Sfogliando un fumetto - di Giusy Modaffari - n.8 pp. 2-3 Un anno di ESPerimenti? - di M. Scordo - n.8 pag. 6 Indipendence - di M. Scordo - n.8 pp. 6-7 Helena, Helena, amore mio! - di Domenico Cutrupia - n. 8 pag. 7 Avventura e sentimento - recensione su Martin Mystre Gigante - di L. Sottile - n.8 pag. 15 Anteprima Magico Vento - di M. Benenati - n. 9 pp. 14-15 Cera una volta - di L. Sottile - n. 9 pag. 17 Il fumetto che piace, il fumetto che vende - di D. Cutrupia n. 9 pag. 17 Fu vera gloria?... Meglio le edicole o le librerie? - di Mario Benenati - n. 10 pag. 3 Comic Art ritorna in edicola - di M.B - n. 10 pag. 4 Dago. Le avventure di Cesare Renzi - di Domenico Cutrupia - n. 10 pag. 4 Napoleone parte bene - di Lucio Sottile - n. 10 pag. 12 Eppure sento che soffia - di L.S. - n. 10 pp. 12-13 Gianluca Piredda presenta Whinny - di Jacopo Bonistalli - n. 10 pp. 14-15 Memo Comics - di M.B. - n. 10 pag. 14 Schizzo Presenta - di M.B. - n. 10 pag. 16 Primi dieci del cuore - di D.C. - n. 10 pag. 16 Lucca e Roma, breve reportage - di M.G. - n. 10 pag. 18 Un anno di Autoproduzioni - di M.B - n. 11 pag. 5 In principio era Tex - di Salvatore Bucca - n. 11 pp. 14-15 Sognando la realt realizzando il sogno - di G.M. - n. 11 pag. 20 Zograf, racconti di guerra - di Michele Ginevra - n. 11 pag. 21 Non leggete quel fumetto (Tex) - di Paolo De Francesco n. 11 pag. 22 Una questione di moralit (Martin Mystre) - di Lucio Sottile - n. 11 pag. 23 C vita oltre le edicole... - di Michele Ginevra - n. 12 pag. 3 e pp.12-13 Morgan - di D.C. - n. 12 pag. 9

42

Dove vole il Palumbo - di D.C. - n. 12 pag. 9 Destinazione F..iasco - Resoconto della mostra espositiva di Barcellona P.G. - di M.B. - n. 13 pag. 4 Langolo dellignorante - di Maurizio Pustianaz - n. 13 pag. 8 Cittadino del mondo - di Lucio Sottile - n. 13 pag. 10-11 Un impegno concreto: avvincere i lettori (Magico vento) - di L.S. - n. 13 pag. 10-11 La commedia alla Mystere - di Michele Ginevra - n. 13 pag. 12 Silvana GANDOLFI a Barcellona - di E & T - n. 13 pag. 14 Medicina Nucleare - di Diego Gabriele - n. 13 pag. 15 Ista puella Amanda est - di Domenico Cutrupia - n. 13 pag. 19 D-Road : recensione - di A.R. - n. 13 pag. 19 cfapaz_members-unsubscribe@egroups.com - di MAbe - n. 13 pag. 21 Fumettomania presenta: COMICS TRIBUTE 2009 INTRODUZIONE ALLO SPECIALE 2009 UN ANNO DI TRIBUTE a cura di Mario Benenati - CT2009 - PAG. 3 RICORDANDO WINSOR MCCAY di Carlo Scaringi - CT2009 - PAG. QUELLA STRANA COPPIA DI ANDY CAPP E FLO di Carlo Scaringi - CT2009 - PAG. 6 VAMPIRELLA, UNALIENA SULLA TERRA di Carlo Scaringi - CT2009 - PAG. 10 ARRIVA TEX WILLER di Carlo Scaringi - CT2009 - PAG. 12 QUANDO TOPOLINO ANDO ALLINFERNO di Carlo Scaringi - CT2009 - PAG. 14 TOPOLINO PARLA, AL CINEMA di Carlo Scaringi - CT2009 - PAG. 16 CON DIABOLIK ARRIVA IL FUMETTO NERO di Carlo Scaringi - CT2009 - PAG. 18 LA LUNGA GUERRA DI SATURNO CONTRO LA TERRA di Carlo Scaringi - CT2009 - PAG. 20 BIBI E BIBO, I PRIMI BAMBINI TERRIBILI di Carlo Scaringi - CT2009 - PAG. 22 LUCCA 2001: piccoli sussulti? di A.C. - n. 14 pp. 18-19 Nuove ricette in Medicina Nucleare - di Diego Gabriele - n. 14 pp. 18-19 Langolo dellIgnorante - di Maurizio Pustianaz - n. 14 pp. 20 20mila di queste righe - Presentazione della manifestazione a fumetti che si terr a Palermo dal 13 al 16 dicembre - di Manlio Mattaliano - n. 14 pp. 21 Lultimo supereroe - di Lucio Sottile - n. 14 pp. 22 TEODORANI sbarca in internet !! - n. 14 pp. 22 NON SOLO RECENSIONI a cura di Mario Benenati Introduzione: nuvolette italiane - di M. Benenati - n. 16 pag. 31 Nathan Never, Cronache dal futuro - di Mab'E - n. 16 pp. 31-33, USS Ultima stazione di servizio: introduzioe e intervista a Andrea Piccardo - Redazione - n. 16 pp. 34-35 Hommage, plage, hommage - di Lucio Sottile - n. 16 pag. 36 SPECIALE: Napoli COMICON 2005 a cura di Mario Benenati articolo e foto di Mario B. - n. 16 pp. 37-39 NON SOLO RECENSIONI a cura di Mario Benenati Introduzione di M. Benenati - n. 17 pag. 42 Golem Studio: Ges di Nazaret - di M. Benenati - n. 17 pp. 42-43 Golem Studio: Il Giglio Nero - di M. Benenati - n. 17 pp. 44-45 Per una critica fanzinara verso e oltre il nuovo millennio - di Gianluca Umiliacchi - n. 17 pp. 46-47 LUltimo delle Lista: presentazione, recensione e intervista con il magico gtrio - Redazione - n. 17 pp. 48-50 RECENSIONI a cura di Mario Benenati introduzione - di M. Benenati - n. 15 pag. 24 Dead Man Walking - di Lucio Sottile - n. 15 pag. 24-25 La combattente che veste alla rockettara - di Domenico Cutrupia - n. 15 pag. 25 Dampyr - di Domenico Cutrupia - n. 15 pag. 26-27 Lucca Comics: appunti di viaggio - di Antonio Recupero - n. 15 pag. 26-27 Speciale Lucca Comics e games 2006: Cartoline da Lucca a cura di Mario Benenati - articolo e foto di M. B. - n. 17 pp. 35

VOLI PINDARICI: Intersezioni creative tra mezzi espressivi a cura di Domenico Cutrupia introduzione - di D. Cutrupia - n. 15 pag. 18 Lirresistibile leggeezza del fumetto - di Gianfranco Gravina - n. 15 pag. 18 Storia di nomale soppravvivenza di un povero cristo reo di essere un fumetaro... - di Maurizio Pustianaz - n. 15 pag. 19 Nota sullarte del collezionare - di Giovanni Coppolino Bill - n. 15 pp. 20-21 Lutilit del fumetto nlla didattica della storia - di Domenico Cutrupia - n. 15 pag. 21 VOLI PINDARICI: Il fumetto una lente colorata a cura di Domenico Cutrupia introduzione: il fumetto una lente colorata - di D. Cutrupia - n. 16 pag. 23 La solitudine come metafora - di Giovanni Coppolino Bill n. 16 pp. 24-25 Le grandi praterie della fantasia - di Giuseppe Chiofalo - n. 16 pp. 26-27 Anche manzoni diventa un fumetto - di Rosalba Ciraulo - n. 16 pag. 27 VOLI PINDARICI: Intersezioni creative tra mezzi espressivi a cura di Domenico Cutrupia introduzione: Incursioni fantastiche nei luoghi del possibiledi D. Cutrupia - n. 17 pag. 29 Platone e il Mistero di Atlantide - di Giovanni Coppolino Bill - n. 17 pp. 30-31 Limmaginazione utopica: Flatlandia - di Giovanni Coppolino Bill - n. 17 pp. 32-33 topini come Vladek - di D. Cutrupia- n. 17 pag. 34 VOLI PINDARICI: Intersezioni creative tra mezzi espressivi a cura di Domenico Cutrupia IL FUMETTO CONQUISTERA IL MONDO a cura di D. Cutrupia -n. 18bis pag. 93 Erewhon - di Giovanni Coppolino Bille - n. 18bis pag. 94 La malga di sir - di Carmelo Aliberti - n. 18bis pag. 96 La virtualita della storia - di Giovanni Coppolino Bille - n. 18bis pag. 99 Fumetto USA in Italia: di autori vari - n. 0 pp.31-33; n.1 pp. 24-25; Born Again- di M. Benenati- n. 2 pag. 24 Rinascimento americano. - di Roberto Irace - n. 2 pag. 25 American Heroes - di Massimilianio Schenatti - n. 3 pag. 27 X-Men anno I dopo Claremont - di Lorenzo Fratini- n. 4 pp. 40-41 Sandman - di Alessandro Cortese e di Marco Sturniolo - n.5 pp.6-7 Viaggio nella psichedelia - di Ambrogio Isgr - n. 7 pag. 11 Ancora aumenti? ...Grazie, non fumo - di Massimo Todaron. 9 pag. 2 Il Corvo presenta ... - di Giusy Modaffari - n. 9 pag. 16 Manovre infernali - From hell - di D. Cutrupia - n. 9 pag. 16 Zero Tollerance: gli ultimi capolavori Marvel - di M.B. - n. 11 pp. 6-7 Chi Batman? - di Giorgio Cambini - n. 11 pp. 6-7 Manga in italia: Ricomincio da Zero - di Maurizio. Pustianaz - n. 2 pag. 24 Grey- di M. Pustianaz- n. 3 pag. 30 Kappa magazine - di M. Pustianaz- n. 4 pag. 41-42 Il ragazzo e le sette sfere - di A. Isgr- n. 9 pp. 8-9 La sailormania e Allarme Sailor Moon - di Danila Franzone - n. 9 pp. 8-9 Marmelade Boy - di D.Franzone- n. 9 pag. 9 Mangasaurus Rex - di A.I. - n. 10 pag. 13 "Che m'importa del fango" (Ushio e Tora) - di Ambrogio Isgr - n. 11 pp. 24-25 Il gueriero oscuro (Berserk) - di Carmelo Floramo- n. 11 pp. 24-25 Bastard !!, un manga nellarte - di Margherita Biondo - n. 12 pp. 16-17 Lo stregone gentiluomo - di Giuseppe Maio - n. 12 pp. 17 La nuova riforma scolastica: Fortifield School - di Ambrogio Isgr - n. 12 pp. 16-17 La fantascienza nei manga - di Peppe Maio - n. 12 pp. 17 Fumetto francese: Ed. du Lombard, ED. Dupuis, Ed. Glenat, ed. Dargaud, La cospirazione della stella bianca di Abel e Charpier ed. Les Humanoides Associes. - di Hubert Holle- n. 0 pp. 33-35; Varie - di H. Holle - n. 1 pp. 36-37; n. 2 pp. 24-25; n. 3 pp.

43

25-26; Varie - di M. Benenati - n. 4 pp. 24-26 Al di l delle Alpi - di M. Benenati- n. 6 pag 11; n. 7 pag. 17; Tardi o larte della copertina - di M. Benenati n. 12 pag 2021; Fumetto USA: 89 in comics USA e V for Vendetta - di G. Cambini - n. 0 pp. 35-36 Catwoman e The prisoner - di Salvatore Bonanzinga - n. 0 pag. 36 Detective Comics - Gotham by Gaslight e L.E.G.I.O.N. - di S. Bonanzinga - n. 1 pp. 34-35 Indipendent, Indipendent e ancora Indipendent... (quello che tutti omettono del merato USA) - di G. Cambini - n. 1 pag. 35 Meltdown - di S. Bonanzinga - n. 1 pp. 36 Gothic (da Legend of the Dark Knight #6-10) e Batman annual #14 - di S. Bonanzinga - n. 2 pp. 18-19 Manga uninvasione? e Le ultime - di G. Cambini - n. 2 pp. 19-21 Maze Agency - di G. Cambini - n. 3 pag. 24; Prey (da Legend of the Dark Knight #11-15) - di S. Bonanzinga - n. 3 pag. 25; indipendenti publisher - di G. Cambini - n. 3 pp. 26-27; Give me liberty - di S. Bonanzinga - n. 3 pp 27-28; Dark Horse, il cavallo nero si conferma di razza - di S. Bonanzinga - n. 4 pp. 38-39 Heavy Metal - di G. Genovesi - n.4 pp. 39-40 Venom (da Legend of the Dark Knight #16-20) - Faces (da Legend of tha Dark Knight #28-30) e Year Two e Full Circle - di S. Bonanzinga n. 4 pp. 41-43 Kid Eternity - di G. Genovesi - n. 4 pag. 44 Speculazione, copertine multiple, inchostri dorati e dintorni - di G. Cambini - n. 4 pp. 43-46 Il minimo comune, denominatore... e i fumetti - di G. Cambini - n. 4 pp. 44-46 Terminus (da Legend of the Dark Knight #64) - di S. Bonanzinga - n. 5 pp. 14-15 Ritonano le Leggende di Batman: Mask (da Legend of the Dark Knight #39-40) - di S. Bonanzinga - n. 6 pp. 6-7 Marvel: un suicidio annunciato - di G. Cambini - n. 6 pp.6-7 Tutta la verita su Epic Illustrated - di M. Benenati - n. 6 pp.8-9 Le origini di Sandman - di M. Sturniolo - n. 6 pag.v10 Valiant e Co, cera una volta... - di D. Cutrupia e A. Isgr n. 6 pag.11 Mr. Punch, letteratura disegnata o comics? - di Lorenzo Fratini - n.7 pp. 2-3 Death of Groo! Ovvero la fine di unera - di G. Cambini - n. 7 pp.7-8 Engines (da Legend of the Dark Knight #74-75) - di S. Bonanzinga - n. 8 pag. 8 Eightball - di L. Fratini - n. 8 pag. 13 Cuore di Trekker - di D. Cutrupia - n. 8 pag. 14 Novit dal fronte americano - di G. Cambini - n. 8 p. 16-17 Cages - di L. Fratini - n. 9 pag. 7 Novit nei comics indipendenti? - di G. Cambini - n. 9 p. 12-13 Sovereign Seven: un nuovo supergruppo - di S. Bonanzinga - n. 9 p. 14-15 Passeggiate nei boschi - di A. Isgr - n. 10 pp. 6-7 Martha Washington Goes to war - di S. Bonanzinga - n. 10 pp. 8-9 Nato morto: arriva il vampiro del 2000! - di Michele Ginevra - n. 10 p.9 Lindiscutibile Supremazia di Alan Moore - di D. Cutrupia n. 11 pp. 28-29 Comics USA - di G. C. - n. 12 pp. 20-21- n. 13 pp. 14-15 BIOGRAFIE GLI AUTORI OSPITI DI qUESTO NUMERO I magnifici 10 + uno. I giovani 10 autori che hanno partecipato a questo numero - di M. Benenati - n. 17 pag. 51 I MAGNIFICI 15 - brevi biografie a cura di M. Benenati - N. 18 - pag. 106 PROFILI D'AUTORE - brevi biografie a cura di M. Benenati N. 19 -pag. 75 DOSSIER (77 articoli) Speciale Angouleme 1991, vedi anche interviste introduzione - di M. Benenati- n. 3 pp. 3-5 1990 in numeri - di Thierry Groensteein - n. 3 pp. 4-7 Max Cabanes, un autore sensuale - di Le quotidien de Paris - n. 3 pp. 5-6

obiettivo fumetti - di Jean-claude Perrier - n. 3 pp. 6-7 La lezione di Tardi - di Marie-Angie Poyet- n. 3 pp. 7-8; n. 4 pp. 26-27; Il centro nazionale del fumetto e dellimmagine al servizo della 9 arte - dossier de presse - n. 3 pp. 7-9 Tintin chez les juifs - di Catherine Erhel - n. 3 pp. 10-12 Dagli hippies agli yuppies - Robert Crumb - di Antoine de Gaudemar - n. 3 pp. 12-13 Palmares 91- di M. Benenati - n. 3 pp. 12-13 Speciale Dylan Dog Horror fest 3: (vedi interviste) Introduzione - di V. Di Domenico e Vittorio Cristiano - n. 4 pp. 5-10 Classifica dei film visti - di V. Di Domenico e V. Cristiano n. 4 pp. 10-12 Speciale Angouleme 1992, vedi anche interviste introduzione - di M. Benenati - n.4 pp. 16-20 La casella ritrovata - di Emmanuel Prost - n. 4 pp. 20-21 Isabelle Rabarot, da forza ai colori - di M.R. - n. 4 pag. 21 Bilal e la letteratura - di Carole Ciacobbi - n. 4 pp. 22-23 Dossier-approfondimento: Che fine hanno fatto i supereroi? Ovvero il fumetto nordamericano del nuovo millennio Riflessioni di Antonio Recupero - n. 14 pag. 6 Sonnambulo ed altre storie di Tomine - Recensione di Alberto Conte - n. 14 pag. 6 David Boring - Recensione di A.C. - n. 14 pag. 7 Che fine hanno fatto i supereroi? Ovvero il fumetto nordamericano del nuovo millennio - di Marcello Vaccari (Glamazonia Comics) - n. 14 pp. 7-8 Hanno ucciso lUomo Ragno? di G. Cambini - n. 14 pag. 11 Che fine hanno fatto i supereroi, ovvero il fumetto nordamericano del nuovo millennio di M. Ginevra - n. 14 pp. 12-13 PaniniComics: what happens ?! - di Pierpaolo Valenti - n. 14 pp. 12-13 Supereroi e superstorie - di Smoky Man - n. 14 pp. 14-15 Vivat Grendel ! - Recensione del volume: Grendel Tales Demoni e morti - di Emiliano Longobardi - n. 14 pag. 17 Dossier-approfondimento: IL FENOMENO RAT-MAN a cura di Mario Benenati e Antonio Recupero Introduzione: Il fenomeno RatMan di M. Benenati - n. 15 pag. 5 Rat e Leo - legati da un unico beffardo destino - di Vito Di Domenico - n. 15 pp. 6-7 Piu che un fan club, un covo di pazzi - di Howling Mad - n. 15 pag. 7 Lesilarante epica tristezza di Rat-Man - di Michele Ginevra n. 15 pp. 8-9 Il senso di Rat-Man per il tempo - di Fabrizio Lanfredi - n. 15 pp. 10-11 Non leggevo Rat-man perch ... non so perch... - di Fabio Mirabile - n. 15 pp. 10-11 Dossier-approfondimento: I SOGNI DI MR. GAIMAN a cura di Mario Benenati Introduzione: i sogni di mr. Gaiman di M. Benenati - n. 16 pag. 5 Oltre le terre del Sogni? Neil Gaiman e i supereroi - di Fabio Ciaramaglia - n. 16 pag. 6-8 Neil Gaiman vs Todd McFarlane - di M. Vaccari - n. 16 pag. 9) La morte esiste ed una persona - di M. Ginevra - n. 16 pag. 10-11 Coraline - romanzo di Neil Gaiman; illustrazioni di Dave McKean - di Antonio Recupero - n. 16 pag. 12-13 il viaggio degli Dei - di Manlio Mattaliano - n. 16 pag. 12-13 1602, il ritorno di Gaiman al fumetto - di Mario B. - n. 16 pag. 14-15 Londra magica - di D. Cutrupia - n. 16 pag. 16-17 La regina della melanesia in visita nei sogni - di Gaiman di D. Cutrupia - n. 16 pag. 16-17 Dossier-approfondimento: FUMETTI E MISTERO, da Martin Mystre al Codice da Vinci a cura di Mario Benenati Introduzione: di M. Benenati - n. 17 pag. 5 I fumetti del mistero - di Giuseppe Basile - n. 17 pag. 6-7 I misteri Oscuri di Martin Mystre - di Carlo Scaringi - n. 17 pag. 8-9 I misteri dei Draghi: un viaggio dei misteri delle Cronache del ghiaccio e del fuoco di George R. R. Martin - di Fabio Ciaramaglia - n. 17 pag. 10-13 Roma, Provincia di Fiumicino - di Lucio Sottile - n. 17 pag. 14-15

44

Mistery questo sconosciuto - di A. Conte- n. 17 pag. 16-17 APPROFONDIMENTO: Guerra e fumetti (parte prima) introduzione a cura di Mario Benenati n. 18 pag. 6 Il magico mondo di Bonvi di Fabrizio Pani - N. 18 Pag. 7 Sturmtruppen la guerra permanente - di Antonio Rubinetti n. 18 Pag. 8 Franco Fortunato Gilberto Augusto Bonvicin - di Silvana Ghersetti - n. 18 Pag. 10 Gli Eroi di Carta nella Seconda Guerra Mondiale - di C. Scaringi - n. 18 Pag. 12 Le guerre di ieri e di oggi nellopera di Attilio Micheluzzi - di Loris Cantarelli - n. 18 Pag. 16 Capitan America e gli eroi patriottici - di M. Vaccari - n. 18 Pag. 18 Il Sergente Roccia di Joe Kubert - di M. Vaccari - n. 18 Pag. 22 Da Spiegelman A Kubert, Lezioni perdute - di Davide Occhicone n. 18 pag. 24 APPROFONDIMENTO Guerra e fumetti (parte seconda) a cura di M. Benenati - n. 18 pag. 35 dal sito www.isaacsimov.it - I Cicli Asimoviani - di Andrea Ghilardi - n. 18 Pag. 36 dal Sito Http://Www.Fantascienza.Net/Robot/ - Guida spericolata nel Ciclo della Fondazione di Asimov - di Umberto Scopa - n. 18 Pag. 38 Civil War: Mr Fantastic E La Psicostoria - di U. Scopa - n. 18 Pag. 48 Hari Seldon Incontra Reed Richards - di Mario Coppi - n. 18 Pag. 54 Hari Seldon, Reed Richards, Frammenti Di Storia - di M. Benenati - n. 18 Pag. 56 APPROFONDIMENTO Guerra e fumetti (parte terza) introduzione a cura di M. Benenati - n. 18bis - pag. 69 Nathan e la guerra che non c - di Daniele Calandra - n. 18bis - pag. 70 Il Volto Nascosto dellavventura - di D. Cutrupia - n. 18bis pag. 72 APPROFONDIMENTO MARVEL 40 ANNI IN ITALIA (parte prima) a cura di M. Benenati e del sito Glamazonia.it La Marvel - di C. Scaringi - n. 19 - Pag. 6 La parabola della Timely - Max Brighel - n. 19 - Pag. 6 Lera Atlas - M. Vaccari - n. 19 - Pag. 10 1970-2010 : Uomo Ragno e Soci, da 40 anni a spasso per lItalia - M. Benenati - n. 19 - Pag. 12 Un ricordo piccino piccino - Orlando Furioso - n. 19 - Pag. 14 Il mio primo appuntamento con la marvel - di A. Recupero n. 19 - Pag. 16 Il primo fumetto non si scorda mai! di Massimo Bissattini n. 19 - Pag. 17 Il cinema scopre i supereroi di C. Scaringi - n. 19 - Pag. 20 Luomo Ragno tra cinema e fumetto - di Gordiano Lupi - n. 19 - Pag. 21 APPROFONDIMENTO -MARVEL 40 ANNI IN ITALIA (parte seconda) Mostri, alieni e semidei fra i supereroi di C. Scaringi - n. 19 - pag. 50 I supermostri Marvel di Kirk Kimball aka Robby Reed (trad. di Alessandro Neri di glamazonia.it) - n. 19 - pag. 52 X-MEN FOREVER 1: Nostalgico what if di M. Benenati - n. 19 - pag. 57 Chi Frank Castle? Da Punitore a Punisher - Antonio Rubinetti - n. 19 - pag. 59 INTERVISTE (a 86 autori) Alfredo Castelli- di M.Benenati- n. 0 pp. 16-17 Lucca interviste: 16-17 e 18 marzo 1990 - Marcello Toninelli, Luca Boschi - di G. Luisi - n. 1 pp. 8-9 LUCCA 90, Interviste a Sergio Bonelli, John Bolton, Pasquale Del Vecchio, Claudio Castellini, Joe Orlando e Jos Luis Garcia Lopez, Silvio Camboni, Roberto Santillo - di autori vari - n. 2 pp; 3-13 Prato 91 - Cattivik e i Kattivissimi nel fumetto italiano Interviste a Max Bonfatti, Giacomo Michelon, Giorgio Sommacal, Vincenzo Perrone, Fabbrizio Marrotta, Roberta Corradin, Luca Boschi, Silver - di R. Irace - n. 2 pp. 30-35 John Bolton- di R. Irace - n. 3 pp. 1-2 Speciale Angouleme 1991, vedi anche dossier Bilal ho rotto con lest - di Benoit Charpentier - n. 3 pp. 89

Uscire dal ghetto... con Alan Moore - di Laurent Bolle - n. 3 pag. 10 Yann - di Livres- n. 3 pp. 11-12 Lucca 91 primaverile: Rinaldo Traini, Cavezzali, Berardi e Milazzo, Luigi Bernardi, Andrea Domestici - di R. Irace - n. 3 pp. 15-21 Fiera del Libro di Bologna: G.B. Carpi, Giorgio Cavazzano e Bruno Concina - di R. Irace - n. 3 pp. 21-23 Inaugurazione dei nuovi locali della AD a Bologna: Roberto Baldazzini, Vanna Vinci, Marco Bianchini, Moreno Burattini e Fabio Valdambrini - di R. Irace - n. 3 pp. 31-34 Montecavoli: intervista a Marcello Toninelli - di R. Irace - n. 3 pag. 35 Alfredo Castelli - di V. Di Domenico - n. 3 pp. 36-38 Speciale Dylan Dog Horror fest 3: Robert englund, Michele Soavi, Brian Yuzna, Wes Craven di V. Di Domenico e V. Cristiano - n. 4 pp. 6-15 Piero DallAgnol - di R. Irace - n. 4 pp. 13-15 Speciale Angouleme 1992, vedi anche dossier Marcel Gotlib - di Antoine Dreyfus - n. 4 pp. 17-18 Art Spiegelman - di Mathieu Lindon - n. 4 pp. 18-21 da La Lettre de Dargaud: - M.E. Leclerc - di Didier Christmann - n. 4 pp. 22-23 Teste di serie - Gli autori intervistano il loro personaggio -n. 4 pp. 23-24 Franosi Boucq - di Michel Rouge-n. 4 pp. 24-26 Ade Capone - di Gianluca Piredda - n. 4 pp. 28-30 Dino Caterini - di R. Irace- n. 4 pp. 30-31 Antonio Serra - di M. Benenati- n. 4 pp. 31-34 Giuseppe Palumbo - di V. Di Domenico - n. 4 pp. 34-37 Expo cartoon: presente e futuro - intervista a Rinaldo Traini 1a parte; 2 parte n. 8 pp. 16-17; - di M. Benenati - n. 7 pp.4-5 Il fumetto italiano made in Phoenix - intervista a Daniel Brolli - di M. Scordo - n. 7 pp.6-7 Un grande scoop, Fred in Italia - di M. Benenati - n. 7 pp. 8-9 Moliterni e la bande dessine - di M. Benenati - n. 7 pp. 8-9 General Press a ruota libera: chiaccherata con Pasquale Ruggero e Francesco Cinquemani - di M. Scordo - n. 7 pp.10-11 English Comics - intervista a Bryan Talbot, 1a parte - di M. Benenati- n.7 pp. 12-13; Un maestro del fumetto italiano : Giovanbattista Carpi - di M. Todaro - n.7 pag. 14 Delitti e fumetti - Alfredo Castelli - di M. Todaro - n.8 pp. 45 Al di l delle Alpi - Conferenza stampa di Loisel, F. Boucq e Fred - di M. Benenati e G. Modaffari - n.9 pp. 3-6; Il ritorno di Luther Arkwright - Intervista a Bryan Talbot - di M. Benenati e G. Genovesi - n.9 pp. 12-13; Selen, dalla TV al fumetto - intervista di Gianluca Piredda n.10 pp. 6-7 Ade Capone - Intervista di Gianluca Piredda - n.10 pag. 17 The Funky: intervista agli autori e recensione di M.B. - n.11 pp. 3-4 Nuvole a Cremona: chiaccherate con Stefano Ricci, Giovanna Anceschi, Massimiliano De Giovanni, Otto Gabos, Vanna Vinci, Carlo Ambrosini e Cladio Chiaverotti a cura di M.B. - n.11 pp. 8-15 Intervista a Stefano Benni e impressioni sullo spettacolo: Sconcerto - di Carmen Modaffari e M.B. - n.11 pp. 18-20 Voce alle fumetterie: Intervista ad Alex Bertani di M.B n.11 pp. 26-29 La Factory dei talenti. Intervista a Luca Bertel e Diego Cajelli - di Domenico Cutrupia - n.12 pp. 4-7 Perch Ortolani unico!: intervista a Leo Ortolani - di Maurizio Pustianaz - n.12 pp. 10-11 Linizio di tutte le storie. Intervista a S. Ciantini e A. Camerini - di A. Isgr - n.12 pp. 18-19 Bonerest: intervista agli autori: Casali e Camuncoli di A. I. n.12 pp. 22-23 Gea, Sprayliz e tutto il resto. Intervista a Luca Enoch - di D. C. - n.12 pp. 24-25 Duri, indipendenti ed incazzati! Intervista alla Perfect Trip Production - di Antonio Recupero - n.13 pp. 6-7 Dossier-approfondimento: Che fine hanno fatto i supereroi? Ovvero il fumetto nordamericano del nuovo millennio Intervista a Luca Boschi dalle pagine del sito http://clik.to/Fumettomania - linizio della lunga intervista a L. Boschi e una panoramica sul nostro nuovo spazio web. di MAbe - n.14 pag. 4

45

L'AUTORE: Una breve conversazione con Mr. Bryan Talbot (in italiano ed in inglese) a cura di A. Conte n. 16 pp. 18-22 Reportage Lucca 2006 L'AUTRICE: Intervista-recensione con Vanna Vinci - a cura di M. Benenati - n. 17 pp. 36-41 Dossier-approfondimento: FUMETTI E MISTERO, da Martin Mystre al Codice da Vinci Intervista ad Alfredo Castelli - a cura di D. Cutrupia e L. Sottile n. 18 pp. 24 -28 APPROFONDIMENTO Guerra e fumetti IL SIGNOR ROSSI VOLA IN VERTIGO (intervista a Luca Rossi) - a cura della redazione con il supporto di Alberto Conte n. 18bis - pag. 76 APPROFONDIMENTO MARVEL 40 ANNI IN ITALIA LAUTORE OSPITE - INTERVISTA a GIUSEPPE CAMUNCOLI a cura di A. Conte - n. 19 - PAG. 28 APPROFONDIMENTO MARVEL 40 ANNI IN ITALIA INTERVISTA COLLETTIVA A Maria Grazia Perini MGP, UN PEZZO DI STORIA DEL FUMETTO ITALIANO di M. Benenati, Fabio Graziano, M. Vaccari, C. Scaringi, Alessandro Neri e M. Ginevra n. 19 -pag. 70-74 NARRATIVA (4 racconti) 4 RACCONTI BREVI SULLA GUERRA a cura di M. Benenati pag. 79 Il camion della morte - di Gordiano Lupi - n. 18bis pag. 80 Un Ebreo in marcia - di L. Sottile - n. 18bis pag. 81 Piccioni investigazioni. La guerra a Lagobello - di Antonino Genovese - n. 18bis pag. 82 In fondo al mare - di Domenico Cutrupia - n. 18bis pag. 84 ULTIME NOTIZIE (4 articoli) rubrica di news - di Autori vari - n. 0 pp. 50-52; n. 1 pp. 47-50; n. 2 pp. 47-50; n. 3 pp. 39-40; INTERNET E DINTORNI (6 articoli) rubrica di news- di autori vari- n. 6 pag. 13; n. 8 pp. 1819; n. 9 pag. 19; Internet e dintorni, notizie dal mondo dei fumetti AA.VV. n. 10 pag. 19 Le news di Voltapagina di E.&T. - n. 12 pag. 32 News da Internet di Mario e Domenico - n. 12 pag. 32 SULLE TRACCE DI FUMETTOMANIA (8 articoli) rubrica dellassociazione - di autori vari - n. 6 pp. 12-13; n.8 pag 19; Intervista a Roberto Roda - ricercatore etnografico del comune di Ferrara - di M. Benenati- n. 7 pp. 16-17 Mostra su Hugo Pratt - di M. Todaro - n. 9 pag. 18 Notizie dallAssociazione - di M. Benenati - n. 9 pag. 18 Spende il sole a Nuvole A Cremona - di Miki Morfeo - n. 9 pag. 18 Sulle Tracce di Fumettomania - di M.B. - n. 10 pag. 18 Sulle tracce di Fumettomania - di AA.VV. - n. 11 pag. 31 Bilal e Ade Capone - di AA.VV. - n. 11 pag. 31 DISEGNI e TAVOLE A FUMETTI INEDITE (186) sketch e vignette di autori Luca Boschi, Attilio Micheluzzi, Marcello Toninelli - n. 1 pp. 8-9- di Piero dallAgnol - n. 1 pag. 52 John Bolton, Silvio Camboni, Giova Battista Carpi, Claudio Castellini, Pasquale Del Vecchio, Jos Luis Garcia-Lopez, Joe Orlando - n. 2 pp. 4-13 Piero dallAgnol - n. 2 pag. 22 Max Bonfatti, Giacomo Michelon, Giorgio Sommacal, Fabbrizio Marrotta, Luca Boschi, Silver - n. 2 pp. 30-35 J. Bolton - n. 3 pag. 2 Tardi, Yann - n. 3 pag. 8-11 Teresa Marizia, Cavezzali, Milazzo, Andrea Domestici, G.B. Carpi, Bill Hanna, Cavazzano - n. 3 pag. 14-21 Roberto Baldazzini, Vanna Vinci, Marco Bianchini, C. Castellini, P. DalAgnol, M. Toninelli, Nat Clem - n. 3 pag. 31-38 Stano, P. DallAgnol - n. 4 pp. 11-13 Gotlib, Kyle Baker, Yann, Boucq, Jacques Tardi - n. 4 pp. 17-27 Dino caterini, Stefano Casini, Giuseppe Palumbo - n. 4 pp. 31-37 Bryan talbot - n. 6 pag. 10 Simone Bianchi, Davide Fabbri, Rosenzweig, Fred, B.Talbot, S. Casini - n. 7 pp. 5-15

Chris bachalo, Alessandrini, Mastantuono - n. 8 pp. 3-19 Franois Boucq, Fred, B.Talbot - n. 9 pp 3-12 Vanna Vinci, Carlo Ambrosini e Anteprima: Jonathan Steele (pag. 30) n. 11 Autori in mostra: Giuseppe Palumbo pag 5 - Stefano Casini pag 9 - Alessio Spataro pag 13 - John Bolton pag 22 e Sam Glanzam pag 24 - n. 13 Portfolio: Bryan Talbot pag 10 - Mark Badger e George Pratt pag 16 - n. 14 Vignetta di Panif n. 18 Pag. 9 Tavole e/o illustrazioni di autori Giovanni Genovesi- n. 0 pag.2 Marcello Fresini - n. 4 pag. 5 Giovanni Brusca - n. 4 pag. 6; n.5 pag. 4; n.6 pag. 14; n.7 pp. 18-19 ; n.8 pp. 9-10; n. 9 pp. 10-11; Francesco Ferrari - n. 4 pag. 7; Daniele Scapati - n. 4 pag. 8; n. 5 pag. 8 Giuseppe Orlando - n. 5 pag. 12; n. 7 pag. 18; n.8 pag. 12 Valeria Genovese e Domenico Cutrupia - n. 6 pag. 15 Giorgio Fratini - n.8 pag. 11 Giovanni Brusca, Emanuele Dainotti, Santo Arizzi, Alessandra Rugolo, Michele Salleo, Giorgia Tedeschi - n. 10 pp 10-11 Giovannni Daniel Freri, Anna Leotta - n. 11 pp 16-17 Giuseppe Bellavia - Silvano Callegari - n. 12 pag. 8 L. Casalanguida - C. Rossi - G. Fratini - n. 12 pag. 14 Otello Castellani - Adriano Belfiore - n. 12 pag. 15 Anna Leotta - Giovanni Freri - n. 12 pag. 26 Aspettando... Dampyr - n. 12 pag 31 Autori in mostra: Salvo Santonocito - Giovanni Genovesi pag 18 - Daniele G. Freri pag 20 - Francesco Ferrari - n. 13 pag 24 Aspettando... Alessandro Boni. da Siena una nuova autoproduzione delleditore Medicina Nuclerare - n. 13 pag 23 Portfolio: Alessandro Boni - n. 14 pag 5 Anteprima: LUPIN III MILLENIUM - n. 14 pag 23 Adriano Belfiore - n. 14 pag 24 Preview: TAG 17 n. 3 - n. 15 pag 22 Preview: 5 PICCOLI ALIENI "UN' AVVENTURA GALATTICA n. 15 pag 23 Alessandro Boni - n. 15 pag 28 Preview: AVALONIA - "Gruppo Trinacria" - ED. Cronaca di Topolinia - n. 16 pp. 28-30 Oscar Celestini, Fabiano Fedi, Delirio di Alessandro Boni n. 16 pag 40 Ignazio Piacenti, Michela De Domenico, Oscar Celestini, Francesco Conte, Giacomo Landi, Filippo Letizi, Fabrizio Pani, Giuseppe Basile, Luca Congia, Ugo di Alessandro Boni - n. 17 varie pagine APPROFONDIMENTO : Guerra e fumetti Spazio autori: Luca congia - Perch un Kalashnikov meglio della PlayStation n. 18 pag. 6 Spazio Autori: Michela De Domenico - n. 18 Pag. 15 spazio autori: Oscar Celestini - Giancarlo RizzO n. 18 - pag. 20 spazio autori: Giacomo Landi n. 18 - pag. 21 Spazio autori: Alessandro Borroni - n. 18 - pag. 47 spazio autori: Superman di G. Orlando - n. 18 - pag. 59 LAUTORE ITALIANO - un italiano negli States: Claudio Castellini Portfolio sulle guerre nel fumetto di Claudio Castellini, n. 18bis - pag. 64 PREVIEW 2009: NATHAN NEVER GIGANTE - La sceneggiatura e di Stefano Vietti e i disegni di Max Bertolini. - n. 18bis - PAG. 74 LOSPITE STRANIERO - BRYAN TALBOT il baronetto - INDEX delle opere di B. Talbot a cura di M. Benenati - n. 18bis pag. 101 APPROFONDIMENTO -MARVEL 40 ANNI IN ITALIA Spiderman di G. Orlando - n. 19 - Pag. 15 Elektra di Francesco Conte - n. 19 - Pag. 20 MARVEL TRIBUTE di GiovBrusca - n. 19 - pag. 26 MARVEL TRIBUTE 1 - Schizzi di autori professionisti - n. 19PAG. 33 Punisher e Daredevil di Vincenzo Acunzo - n. 19 - pag. 34 Tributo al n. 1 Uomo ragno III serie - di Ignazio Piacenti n. 19 - pag. 35 Doctor Strange di Bryan Talbot - n. 19 - pag. 36 Thor di Barbara Nicora - n. 19 - pag. 37 Wolverine e Sabretoht di Alessandro Scoccia & Tiziana Trimboli - n. 19 - pag. 38 Spiderman di Cius - n. 19 - pag. 39

46

Matite di Marada, the she Wolf, John Bolton - n. 19 - pag.40 Ben Grim, La Cosa di Alessandro Borroni - n. 19 - pag. 42 Hulk di Giancarlo Rizzo - n. 19 - pag. 43 Wolverine di Michela De Domenico - n. 19 - pag.44 Emma Frost, e Thor di Oscar Celestini - n. 19 - pag. 45 Baby wolverine di Alessandra Bragaglia - n. 19- pag. 46 Tavole a matita ed colorate di Emanuela Lupacchino - n. 19 - pag. 47 Devil&Elektra, Hulk di Alessandro Boni - n. 19 - pag. 48 APPROFONDIMENTO - MARVEL 40 ANNI IN ITALIA (parte seconda) N. 19 Copertina di Giov Brusca (Devil) ed Emanuela Lupacchino (Lilith) Silver Surfer di Francesco Conte - n. 19 - pag. 51 APPROFONDIMENTO - MARVEL 40 ANNI IN ITALIA - n. 19 MARVEL TRIBUTE 2 - SCHIZZI DI AUTORI ESORDIENTI E QUASI PROFESSIONISTI OLTRECOMICS PRESENTA: Marvel vs Comics Universe - n. 19 - pag. 62-63 Alan Ford, vede Mr. Fantastic e Thor alle prese con Asterix, Tiramolla e Superciuk di Roberto Fiaschi Sampei e Namor the Sub MAriner di Stefano MarianiDisney e Marvel si sfidano di Marcello Locatelli Spiderman blocca con la sua ragnatela Dragonball, sotto lo sguardo di Wolverine di Antonio Zuccarello - n. 19 - pag. 64 Spiderman di Nino Stinga - n. 19 - pag. 65 Emma Frost di A. Neri - n. 19 - pag. 65 Silver Surfer e Galactus di Alessandro Ferrara - n. 19 pag. 66 Thor di Simone Giudici - n. 19 - pag. 66 Silver Surfer di Antonio De Cataldo - n. 19 - pag. 67 Peter Parker e Mary Jane di Giovanni Daniele Freri - n. 19 - pag. 67 Spiderman di Giacomo Landi - n. 19 - pag. 68 Emma Frost di Mirella Menciassi - n. 19 - pag. 69 Fumettomania presenta: COMICS TRIBUTE 2009 Amazing Spiderman n. 39 di Gios Brusca - CT2009 - PAG. 8 STORIE A FUMETTI (25) Storia - di Giuseppe Orlando e Salvatore Mobilia - n. 0 pp. 5-8 Ray Kroy, il mago- di Otello Castellani - n.0 pp. 10-15; n. 1 pp.10-14; Sogni da cani - di Giusto Pinelli - n. 0 pp. 18-21 O quanto m bello in mezzo allazzurro... - di Giovanni Genovesi - n.0 pp. 22-27; n. 1 pp.18-22; n. 2 pp.36-46; Harry Boyle - di Giorgio Cambini e Giovanni Luisi - n. 0 pp. 39-44 Il caro estinto - di Gianfranco Arn - n. 0 pp. 45-49 Segni - di Giuseppe Bonfiglio - n. 0 pp. 53-57 Over-dose - di Francesco Ferrari - n. 1 pp. 3-7 I potenti creditori - di Stefano Pallotta - n. 1 pp. 26-33 Cara mamma - di Domenico Loddo - n. 1 pp. 38-46 Zoo - di G. Arn- n. 1 pp. 51 Tilt, la rubrica dei sogni impossibili - di Francesco Gentile e G. Arn -n.2 pp. 14-17 La fontana - di Salvatore Ingegneri - n.2 pp. 26-29 Notoria - di Massimiliano Pancia - n.3 - inserto Laboratorio pp. 3-6 Darhland - di Vito Di Domenco e Federico Bertolucci - n.3 inserto Laboratorio pp. 7-11 Scontro allO.K. Corral - di Umiliati e derelitti - n.3 - inserto Laboratorio pp. 12-15 Batman - di G. Orlando - n. 4 inserto Laboratorio pp. 2-3 Storia Anomala - di Marcello Fresini - n. 4 inserto Laboratorio pag. 4 Primo Impiego - di Antonio Biella - n. 7 pag. 19 Le cento giornate di Djustine. di Enrico Teodorani e Antonio Conversano - n. 12 pag. 27-30 Dove muoiono i desideri di Oscar Celestini - n. 15 pag. 1317 La Sindrome di Stendhal di Alessandro Boni - n. 17 pag. 18-23 GUERRA e...STORIA A FUMETTI i Segni della casbah - di Francesco Conte n. 18 - pag. 26 GUERRA e...STORIA A FUMETTI RAMARRO IL MORTO di Giuseppe Palumbo - n. 18 - pag. 34 GUERRA e...STORIA A FUMETTI Silenzio di Alessandro Boni n. 18BIS - pag. 86

HANNO COLLABORATO CON FUMETTOMANIA in ordine alfabetico (160 persone) Ivan Abraini(MI) Vincenzo Acunzo (NA) Hafa Adam (MontrealCanada) Jolanda Agostino (ME) Carmelo Aliberti (ME) Carmine Amoroso (CA) Gianfranco Arn (ME) Wagner Augusto (BrasileSan Paolo) Peter Barca (ME) Giuseppe Basile (ME) Mario Benenati (ME) Adriano Belfiore (ME) Giuseppe Bellavia (PA) Federico Bertolucci (GE) Antonio Biella (ME) Margherita Biondo (ME) Massimo Bissattini (Roma) John Bolton (Londra - UK) Salvatore Bonanzinga (ME) Alessandro Boni(MN) Jacopo Bonistalli (SS) Alessandro Borroni (PA) Luca Boschi (PT) Giuseppe Bonfiglio (ME) Alessandra Bracaglia (Roma) Max Brighel (BO) Giov Brusca (PA) Salvatore Bucca (ME) Daniele Calandra (BO) Silvano Calligari (VC) Giorgio Cambini (LI) Giuseppe Camuncoli (RE) Loris Cantarelli (MI) Luca Casalanguida Alfredo Castelli (MI) Claudio Castellini (Barcelona - Spagna) Otello Castellani (RI) Stefano Casini (FI) Oscar Celestini (VT) Giuseppe Chiofalo (ME) Fabio Ciaramaglia (Roma) Rosalba Ciraulo (ME) Cius Luca Congia (CA) Alberto Conte (GE) Francesco Conte (PA) Antonio Conversano (FG) Mario Coppi Giovanni Coppolino Bill (FG) Alessandro Cortese (ME) Vittorio Cristiano (FG) Domenico Cutrupia (ME) Antonio Humerto De Cataldo (Roma) Paolo De Francesco (ME) Michela De Domenico (ME) Tindara De Pasquale (ME) Alessandro Dezi Vito Di Domenico (FG) Fabiano Fedi (PT) Alessandro Ferrara (PA) Francesco Ferrari (RC) Roberto Fiaschi Carmelo Floramo (ME) Giorgio Fratini (Prato) Lorenzo Fratini (Prato) Danila Franzone (PA) Giovanni Daniele Freri (ME) Marcello Fresini (BR) Orlando Furioso (TO) Diego Gabriele (Siena) Ettore Gabrielli (PT) Antonino Genovese (ME) Valeria Genovese (ME) Giovanni Genovesi (ME) Francesco Gentile (ME) Silvana Ghersetti (GE) Andrea Ghilardi (AP) Michele Ginevra (CR) Simone Giudici (Roma) Glauco Guardigli (MI) Gianfranco Gravina (ME) Alessandro Grussu (ME) Hubert Holle (FranciaLimoges) Franois Hue (Francia Parigi) Salvatore Ingegneri (ME) Antonio Intermite (MS) Roberto Irace (LU) Ambrogio Isgr (ME) Kirk Kimball (USA) Giacomo Landi (BO) Fabrizio Lanfredi (CR) Angela La Rocca (ME) Maria La Spada (ME) Andrea Leggeri (Roma) Anna Leotta (ME) Filippo Letizi (MI) Marcello Locatelli (MI) Domenico Loddo (RC) Emiliano Longobardi (SS) Giovanni Luisi (LI) Emanuela Lupacchino (Roma) Gordiano Lupi (LI) Giuseppe Maio (ME) Stefano Mariani Manlio Mattaliano (PA) Gisella Medici (ME) Mirella Menciassi (SI) Salvatore Milone (ME) Fabio Mirabile Salvatore Mobilia (ME) Giusy Modaffari (RC) Alessandro Neri Barbara Nicora (GE) Davide Occhicone (NA) Giuseppe Orlando (ME) Leo Ortolani (PR) Stefano Pallotta (PG) Giuseppe Palumbo (BO) Massimiliano Pancia (TO) Fabrizio Pani (CA) Roberto Paura (NA) Andrea Pelliccia (NA) Maria Grazia Perini (MB) Ignazio Piacenti (PA) Gianluca Piredda (SS) Maurizio Pustianaz (TO) Carmelo Proto (ME) Antonio Recupero (ME) Robby Reed (USA) Giancarlo Rizzo (ME) Cristian Rossi (Pesaro) Luca Rossi Antonio Rubinetti (MI) Alejandro Torreguitart Ruitz Salvo Santonocito (CT) Daniele Scapati (RC) Carlo Scaringi (Roma) Massimiliano Schenatti (LU) Alessandro Scoccia (Roma) Manuel Scordo (ME) Umberto Scopa Smokyman (CA) Marco Sonseri (PA) Silvio Sosio (MI) Joe Sottile (ME) Lucio Sottile (ME) Alessio Spataro (Roma) Anna Stagno (ME) Nino Stinga Marco Sturniolo (ME) Bryan Talbot (Sunderland UK) Enrico Teodorani (Forli) Massimo Todaro (ME) Tiziana Trimboli (Roma) Gianluca Umiliacchi (RA) Marcello Vaccari (BO) PierPaolo Valenti (CZ) Roberto Vassallo Vanti (MI) Vanna Vinci (BO) Antonio Zuccarello (RG)

47

F#ME""OMANIA IN FE!"A 28 34:,2)6, 2012