Sei sulla pagina 1di 11

LEuropa alla conquista del mondo

Hansa e navi commerciali

A cura di Noemi Massa III F Liceo Scientifico G.Brotzu 7 Febbraio 2014

LEuropa alla conquista del mondo di Noemi Massa III F Liceo Scientifico G.Brotzu 7/02/2014

Indice:
LEuropa alla conquista del mondo
1. Il grande commercio nel XV secolo.
1.1 Le potenze marinare della fine del Trecento 1.2 Venezia al vertice della sua potenza 1.3 I portoghesi nelle Indie 1.4 Limpero coloniale portoghese 1.5 Anversa e i Fugger

2. Le grandi potenze europee alla fine del XV secolo.


2.1 Le ambizioni del regno di Francia 2.2 LItalia e la pace di Lodi 2.3 Carlo VIII e Savonarola 2.4 La nascita della potenza spagnola

3. Galleria di immagini 4. Bibliografia 5. Sitografia

LEuropa alla conquista del mondo di Noemi Massa III F Liceo Scientifico G.Brotzu 7/02/2014

1. Il grande commercio nel XV secolo.


1.1 Le potenze marinare della fine del Trecento Venezia entr in diretto contatto con le regioni tedesche, le quali Hansa erano produttrici principalmente di fustagno, rame, stagno e argento. confederazione che Genova invece, port le sue navi nello stretto di Gibilterra, permetteva alle citt di raggiungendo via mare il porto di Bruges. Bruges nel 1340 aveva un acquisire maggiore forza totale di 35000 abitanti, i quali salirono a 100000 intorno al 1500. Tale politica e finanziaria nelle terre dove i loro sviluppo dovuto soprattutto alla costruzione nel 1356 della Hansa mercanti operavano. delle citt tedesche. I mercanti acquistavano materie prime di vario genere, le quali venivano portate a Londra e infine a Bruges. Essi si ingegnarono anche dal punto di vista nautico, di fatto introdussero un nuovo tipo di nave da trasporto: Kogge. Nonostante Bruges stesse acquisendo potere, non poteva comunque competere con la ricchezza di Venezia, la quale nel XIV secolo divenne il centro economico pi importante Kogge dEuropa. Negli anni 1379-1380 Venezia fu soggetta ad un attacco da A differenza della galera parte dei Genovesi, i quali si allearono con il duca dAustria e il re era priva di remi, in dUngheria per penetrare nel golfo di Venezia (Guerra di Chioggia). quanto aveva uno scafo Dopo un anno di assedio per, Venezia riusc a creare una flotta rotondo e si serviva solo di demergenza e obblig i Genovesi alla pace, la quale venne stipulata grandi vele. l8 Agosto 1381 a Torino. Ci fu una divisione dei mercati dove i Genovesi erano impegnati nei territori dellAfrica del Nord e in Spagna, mentr e i Veneziani nei mercati orientali. Uno dei centri principali delleconomia era il Fondaco dei tedeschi, un albergo per i mercanti provenienti dalla Germania che fungeva anche da magazzino per le loro merci. 1.2 Venezia al vertice della sua potenza La potenza di Venezia deriva in gran parte dalla sua capacit di produrre navi adatte ad ogni necessit. A tale produzione provvedeva lArsenale, un cantiere di propriet dello Stato. Nel 1328, oltre alle varie navi da combattimento, lArsenale inizi a produrre anche navi adibite prevalentemente al commercio. Queste navi (chiamate anche galere da mercato) erano di propriet dello Stato ma venivano concesse in uso ai mercanti, e durante il XV secolo arrivarono persino nellAtlantico e in Barberia. Venezia
2

Arsenale Veneziano

LEuropa alla conquista del mondo di Noemi Massa III F Liceo Scientifico G.Brotzu 7/02/2014

estese il suo dominio anche nellItalia Settentrionale, ove giunse a Galera controllare le citt di Padova, Verona,Brescia e Bergamo. Siccome la La galera era una nave citt di Padova era stata alleata dei Genovesi durante la guerra di da commercio che talvolta veniva Chioggia, Venezia cre allinterno della citt una fascia di sicurezza per utilizzata anche nelle difendersi da eventuali mire espansionistiche. Le ultime colonie guerre. Costituita da genovesi vennero distrutte dai turchi, con i quali Venezia decise di remi, alberi e vele, scendere a patti. Infatti Venezia stabil che sarebbe entrata in guerra divenne linnovazione con loro solo se il loro espansionismo avesse minacciato la sicurezza nautica che caratterizz Venzia. della citt. Nel XVI secolo lespansione Veneziana venne bloccata da papa Giulio II, il quale si fece promotore di una coalizione europea contro Venezia. La citt fu cos costretta alla resa, e nel 1509 il suo esercito venne sconfitto nella battaglia di Agnadello. Nonostante ci per, Venezia riusc a rimanere la principale potenza economica Europea. Uno dei suoi punti di forza principali consisteva nei possedimenti coloniali nellEgeo : possedeva la citt di Cipro, Candia e Corf. La particolarit di questi territori era che avevano un regime di monocultura, ovvero producevano merci solo per lesportazione e non a seconda delle necessit della popolazione. 1.3 I portoghesi nelle Indie I Portoghesi condussero varie esplorazioni nellAtlantico, dove iniziarono scambi commerciali prima con lAfrica nera e poi con le Indie. Grazie alle regolari iterazioni istituite nel Duecento con lInghilterra e le Fiandre, i Portoghesi si ingegnarono per costruire imbarcazioni pi innovative per favorire il commercio. Progettarono la caravella1, una nave di piccole dimensioni dotata di unattrezzatura velica mista. Le prime spedizioni furono verso sud: nel 1420 venne occupata Madera, nel 1471 fu superato lequatore e nel 1382 venne scoperta la foce del fiume Congo. Grazie a questultima scoperta, i Portoghesi poterono entrare in diretto contatto con lAfrica nera, dalla quale esportavano polvere doro ma soprattutto Vasco Da Gama schiavi. Lisbona, capitale del Portogallo, divenne cosi il primo mercato di manodopera nera. Visti i grandi profitti esercitati sulle coste Africane, i monarchi portoghesi vollero continuare lesplorazione fino a sud-est, verso le Indie. Ci furono due spedizioni decisive che furono quella di Bartolomeu Dias e quella di Vasco da Gama. Da Gama part nel 1497 e giunse prima sulle coste dellAfrica Orientale, poi approd a Calicut. Una volta riempite le stive principalmente di pepe e cannella, egli fece ritorno in Portogallo.

La caravella: era un tipo di nave in legno la quale venne introdotta nel 1441 dai portoghesi. Piccola ma veloce, era attrezzata con due o tre alberi dotati di vele quadrate fisse e vele triangolari che si potevano manovrare. Era molto adatta ai viaggi di lunga distanza, grazie alla sua solidit e manovrabilit.

LEuropa alla conquista del mondo di Noemi Massa III F Liceo Scientifico G.Brotzu 7/02/2014

Schede di Vasco da Gama e Bartolomeu Dias

VASCO DA GAMA Vasco Da Gama nacque a Sines nel 1469. E considerato un personaggio importante della storia in quanto raggiunse per primo l'India per via marittima. Furono costruite quattro navi per la sua spedizione: la San Gabriel, ammiraglia da egli stesso; la San Raphael,comandata da Paolo da Gama (fratello primogenito di Vasco); la Benio, di 50 tonnellate, e una nave ausiliaria minore con un equipaggio di 160 uomini.
Vasco Da Gama

BARTOLOMEU DIAS Bartolomeu Dias acque in una ricca famiglia portoghese composta da marinai ed esploratori. Egli comp diversi viaggi, dei quali ne ricordiamo tre. Il primo fu quello che permise di trovare una nuova rotta per le Indie. Inizi nel 1487 e si concluse sedici mesi pi tardi nel dicembre del 1488, dopo aver raggiunto e il Capo di Buona Speranza per la prima volta nella storia dell'Europa. Il secondo quello che svolse nel 1497 accompagnando Vasco da Gama fino al Capo di Buona Speranza dove poi lo lasci da solo affinch esplorasse le Indie. Lultimo, nel quale naufrag perdendo la vita, fu accompagnando Pedro Alvarez Cabral. Dias mor il 25 maggio del 1500.
Bartolomeu Dias

LEuropa alla conquista del mondo di Noemi Massa III F Liceo Scientifico G.Brotzu 7/02/2014

1.4 Limpero coloniale portoghese NellOceano Indiano, i Portoghesi, trovarono la resistenza dei mercanti Arabi. Essi dal punto di vista commerciale erano molto pi sviluppati di loro, perci se volevano continuare a mantenere la propria presenza nelle Indie dovevano essere superiori dal punto di vista navale. Quando compresero ci i Portoghesi si ingegnarono e fecero in modo che tutte le spedizioni successive a quella di Da Gama fossero supportate da navi da guerra munite di artiglieria. Ci si rivel utile fin da subito, infatti nel 1509 riuscirono a sconfiggere una flotta inviata dagli egiziani per cacciarli dallOceano Indiano. Il trionfo decisivo per si verific quando conquistarono Ormuz, le isole Molucche e Malacca.

Impero coloniale Portoghese

Inizialmente il commercio con lOriente era gestito solo dalla corona, in quanto in gioco cera il monopolio dellimportazione dei prodotti Orientali in Europa. Successivamente si decise che per gestire i commerci bisognava tenere sempre in funzione tre flotte: una flotta doveva stazionare nellOceano Indiano per tenere sotto controllo la concorrenza musulmana, mentre le altre due dovevano spostarsi continuamente tra Lisbona e le Indie. Ogni flotta era composta da 12 o 14 navi, ma si arriv anche ad averne 30. Le spese di queste flotte erano per molto alte bench traessero profitti eccellenti, perci la Corona portoghese si accordo con altre compagnie finanziarie tedesche, fiorentine e genovesi.

LEuropa alla conquista del mondo di Noemi Massa III F Liceo Scientifico G.Brotzu 7/02/2014

1.5 Anversa e i Fugger Sulla piazza del mercato di Anversa cerano degli uomini che avevano acquisito un posto centrale: i Fugger. Essi erano dei banchieri di Augusta i quali avevano prestato denaro alla famiglia di Asburgo, duchi dAustria e imperatori del Sacro romano impero. I Fugger ottennero come compenso dagli Asburgo il diritto di sfruttare le miniere del Tirolo. Cos nel giro di poco tempo furono proprio i Fugger a gestire il mercato delle spezie portoghesi, ma pi generalmente il traffico commerciale di Anversa. Essi riuscirono a sviare da Venezia larrivo del rame e dellargento, indirizzando tali materiali verso il porto fiammingo. Il commercio arabo fu devastato molto dai portoghesi, tanto che il pepe per i commercianti veneziani risult quasi introvabile. Inoltre nel 1525 vennero abolite le Galere di Barberia, ma i commercianti Arabi non si fecero scoraggiare e ripresero a fornire il Mediterraneo. Quanto ad Anversa invece, non esportava solo prodotti orientali o largento ma anche legname, pece o canapa. Il trasporto di queste merci fu, nel Trecento e nel Quattrocento, monopolizzato dalle citt dell Hansa. Fu per dal 1535 che Anversa raggiunse il culmine della sua ricchezza, quando si verific un aumento demografico notevole e il numero delle case (come anche i lussi e lattivit industriale) aument.

2. Le grandi potenze europee alla fine del XV secolo.


2.1 Le ambizioni del regno di Francia Nel Quattrocento la citt di Anversa era di propriet del duca di Borgogna. Oltre ad Anversa lo stato Borgognone arriv a comprendere anche altre citt molto prospere e con dei porti. Esse erano: le Fiandre, il ducato di Lussemburgo, il ducato di Brabante e le contee di Olanda e Zelanda. Lunico problema del nuovo Stato che si stava creando era che i vari territori erano distanti fra loro, infatti la Borgogna era separata dai territori del Nord dalla Lorena. Nel 1477 il duca Carlo il Temerario2 cerc di conquistare proprio la Lorena, ma il Re di Francia ostacol i suoi piani. Avvenne tra i due una battaglia a Nancy, nello stesso territorio, dove Carlo il Temerario venne sconfitto. Forti di questa vittoria, i sovrani di Parigini fissarono come loro nuovo obiettivo lItalia. 2.2 LItalia e la pace di Lodi Firenze era governata dalla famiglia dei Medici, guidata da Cosimo il vecchio. Erano una dinastia molto potente, la quale si rafforz quando venne concesso loro dal Papa il monopolio del commercio dellallume nel 1459. Seppur molto potente, Cosimo il vecchio non si proclam mai signore di Firenze, bens lasci che il suo dominio fosse indiretto, ovvero gestito da amici e collaboratori. Ogni elezione o designazione per, veniva pilotata da lui o dai suoi familiari, in modo che nessuna carica di valore potesse sfuggire al loro controllo. Nel frattempo, a Firenze stessa e in altre regioni dellItalia, le citt pi importanti avevano sottomesso i centri minori
2

Per cercare di battere il re di Francia si alle con Venezia, Milano, e il duca di Savoia. Si scontr con i duchi di Lorena, e dopo l'annessione del ducato di Lorena (ottenuta nel 1475) intraprese una spedizione contro gli Svizzeri da cui fu battuto a Granson e Morat (2 marzo e 22 giugno 1476). Nel tentativo di riconquistare Nancy, cadde in combattimento.

LEuropa alla conquista del mondo di Noemi Massa III F Liceo Scientifico G.Brotzu 7/02/2014

formando cosi degli Stati Regionali pi estesi. Ci fu un lungo periodo di scontri, che termin con un trattato: la pace di Lodi, la quale venne stipulata nel 1454 tra lo Stato della Chiesa, Firenze, Milano e il regno di Napoli. Fu Lorenzo De Medici a guidare Firenze dal 1469 al 1492, in quanto si pose come obiettivo quello di garantire che nessuno Stato in Italia acquisisse una potenza eccessiva che avrebbe cosi alterato la pace di Lodi. Scheda di Lorenzo de Medici
LORENZO DE MEDICI

Lorenzo de' Medici, detto il Magnifico, nacque a Firenze da Piero e Lucrezia Tornabuoni. Ad egli va attribuito il grande merito di essere riuscito ad appacificare gran parte dell'Italia centro-settentrionale fino a Napoli. Va anche riconosciuto che ha riunito la Toscana, terra di grandi scontri. Alla morte del padre i figli Lorenzo e Giuliano ne ereditarono il potere. Giuliano lasci il governo al fratello, il quale riusc a imporre pacificamente la propria volont. Inoltre, quando Lorenzo annull la libert repubblicana, non perse il favore del popolo. Si assicur il potere, diventando vero signore di Firenze, dopo essere riuscito a superare la crisi per il trapasso del governo.
Lorenzo De Medici

Per stroncare legemonia dei Medici alcuni membri di una ricca famiglia di banchieri, i Pazzi, attuarono una congiura, la quale venne appunto chiamata Congiura Dei Pazzi. Questa si concluse il 26 aprile 1478, con il ferimento di Lorenzo De Medici e la morte di Giuliano De Medici. Scheda sulla congiura dei Pazzi LA CONGIURA DEI PAZZI
Avvenne a Firenze nel 1469, quando il signore della citt era Lorenzo De Medici ( il Magnifico ). La congiura era guidata dalla famiglia dei Pazzi, ed ebbe il culmine nella chiesa di S.Maria del Fiore dove Giuliano De Medici ( che era fratello di Lorenzo ) rimase ucciso. Lorenzo invece riusc a restare vivo, seppure ferito. I Pazzi attuarono questa congiura per fare appello alla libert, ma il popolo rimase fedele alla famiglia dei Medici e si rivolt contro i congiurati. Accadde infatti che Jacopo de Pazzi e suo fratello, Francesco de Pazzi, vennero impiccati in una finestra del palazzo della Signoria.

LEuropa alla conquista del mondo di Noemi Massa III F Liceo Scientifico G.Brotzu 7/02/2014

2.3 Carlo VIII e Savonarola Carlo VIII fu il primo francese a giungere in Italia, e con se port unartiglieria molto vasta. Gli stati Italiani, nel vedere limponenza di tale artiglieria, non opposero resistenza e lasciarono libero il passaggio per Carlo, consentendogli di arrivare cos fino a Roma. Solo una coalizione comprendente Venezia, Milano, il papa, lImpero e il regno di Spagna fu in grado di cacciarlo. La campagna di Carlo VIII lasci per nellanimo degli italiani un grande segno, tanto che in molti si convinsero che fosse una punizione divina per i peccati degli uomini.Durante questa situazione Carlo VIII confusionaria Firenze rovesci la signoria di Piero de Medici e nel frattempo un predicatore domenicano, Girolamo Savonarola, si assunse la responsabilit di guidare Firenze verso una nuova strada, la quale avrebbe secondo lui evitato che si abbattesse sulla citt lira divina. Il suo obiettivo principale era perci cristianizzare la citt, trasformarla nel regno di Cristo. Nei suoi piani aveva un ruolo molto importante Roma, dove per regnava papa Alessandro VI, il quale era noto per la sua immoralit. Savonarola allora decise di sfidarlo, ma questo suo gesto non si concluse con lascensione di Alessandro come molti si aspettavano bens con la morte di Savonarola stesso, il quale venne bruciato al rogo come Girolamo Savonarola eretico nel 1498. 2.4 La nascita della potenza spagnola A causa del matrimonio fra Maria di Borgogna e Massimiliano dAsburgo, la famiglia degli Asburgo si trovo in competizione con il regno di Francia. Per fronteggiarlo, limperatore si serv dei matrimoni combinati, che permisero agli Asburgo di creare una vasta rete di parentele in tutta Europa. Linteresse degli Asburgo per si incentr per nei sovrani di Spagna, quando nel 1504 conquistarono il regno di Napoli. Il regno di Spagna era inizialmente diviso in due territori: comprendeva il regno di Castiglia e il regno di Aragona. Con il matrimonio di Isabella di Castiglia e Ferdinando di Aragona per le cose cambiarono. Alla morte di Isabella infatti avvenne lunificazione politica dei due regni. La corona spagnola fin da subito si present come garante di fede cattolica, e nel 1480 fu introdotta linquisizione che aveva infatti il compito di colpire gli eretici; inoltre Ferdinando ed Isabella provarono a completare la Reconquista3, impegnandosi a
3

La Reconquista un periodo in cui avvenne la conquista dei regni musulmani della Penisola iberica da parte dei sovrani Cristiani. Ebbe il culmine quando Ferdinando e Isabella occuparono Granada, ultimo stato musulmano in terra di Spagna.

LEuropa alla conquista del mondo di Noemi Massa III F Liceo Scientifico G.Brotzu 7/02/2014

conquistare Granada. Questa guerra fu molto costosa, ma la corona aveva numerose risorse, una delle pi importanti era la lana merino. 3. Galleria di immagini Galleria di immagini su i Portoghesi e il loro impero.

Vasco da Gama

Caravella portoghese

Viaggio di Vasco Da Gama

Monete antiche del Portogallo dove vi sono raffigurate le caravelle e il il volto di Da Gama

Lisbona, capitale del Portogallo

Bandiera Portoghese

LEuropa alla conquista del mondo di Noemi Massa III F Liceo Scientifico G.Brotzu 7/02/2014

4. Bibliografia Chiaroscuro volume 1 Casa editrice SEI Autori: Francesco Maria Feltri, Maria Manuela Bertazzoni, Francesca Neri 5. Sitografia Wikipedia.it Treccani.it Firenze online. Com Tiscalinet.it Balbruno alter vista.it Youtube

Interessi correlati