Sei sulla pagina 1di 2

CREDO

Credo nel valore supremo dell'individuo e nel suo diritto alla vita, alla libert e alla ricerca della felicit. Credo che ogni diritto implichi una responsabilit, ogni opportunit un impegno, ogni possesso un dovere. Credo che la legge sia stata fatta per l'uomo e non l'uomo per la legge; e che il governo sia il servitore del popolo e non il suo padrone. Credo nella dignit del lavoro, sia intellettuale che manuale; e che il mondo debba ad ogni uomo non un'esistenza, ma un'opportunit di farsi una vita. Credo che la parsimonia sia essenziale al corretto vivere e che l'economia sia il requisito primario di una sana struttura finanziaria, sia nel governo, che nel commercio, che negli affari personali. Credo che la verit e la giustizia siano fondamentali per un ordine sociale duraturo. Credo nella sacralit di una promessa, che la parola di un uomo dovrebbe essere valida quanto il suo impegno e che il carattere, non la ricchezza o il potere o la posizione, sia di supremo valore. Credo che il rendimento di un servizio utile sia il dovere comune del genere umano, e che solo nel fuoco purificatore del sacrificio siano consumate le scorie dell'egoismo e liberata la grandezza dell'animo umano. Credo in un Dio onnisciente e sempre amorevole, con qualsiasi nome venga chiamato, e che l'adempimento pi elevato, la felicit pi grande e la pi profonda utilit dell'individuo si ritrovino nel vivere in armonia con la Sua volont. Credo che l'amore sia la cosa pi grande al mondo; e che solo esso possa sopraffare l'odio; e che il diritto possa trionfare e trionfer sull'autoritarismo.
(di J. D. Rockfeller Jr.) Pag. - 4 -

Foglio informativo parrocchiale ad uscita settimanale. Ciclostilato in proprio ad uso interno. ANNO A Campane on line sul blog: oratoriobrenta.blogspot.it

PRIMA LETTURA (Dal libro del profeta Isaa 58,7-10) BRILLER FRA LE TENEBRE LA TUA LUCE SALMO RESPONSORIALE (Dal Salmo 111) IL GIUSTO RISPLENDE COME LUCE SECONDA LETTURA (Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Cornzi 2,1-5) INFLAZIONE DI PAROLE VANGELO (Dal Vangelo secondo Matteo 5,13-16) CITT SUL MONTE In quel tempo, Ges disse ai suoi discepoli: Voi siete il sale della terra; ma se il sale perde il sapore, con che cosa lo si render salato? A nullaltro serve che ad essere gettato via e calpestato dalla gente. Voi siete la luce del mondo; non pu restare nascosta una citt che sta sopra un monte, n si accende una lampada per metterla sotto il moggio, ma sul candelabro, e cos fa luce a tutti quelli che sono nella casa. Cos risplenda la vostra luce davanti agli uomini, perch vedano le vostre opere buone e rendano gloria al Padre vostro che nei cieli. * Ges ha raccolto attorno a s i discepoli sulla collina che domina Cafarnao, il suo lago; egli traccia adesso una regola per vi-

vere nel mondo in cui li invia. Prima regola: Voi siete il sale della terra. Praticando le beatitudini, i discepoli diventano il sale della terra; cio la loro vita acquista un senso, un sapore, un significato contagioso e missionario. Il sale d gusto ai cibi e li conserva (Gb 6,6; Bar 6,27); ma il sale serve anche ad ardere e ad attizzare il fuoco che si spegne. Il sale la fede dei cristiani. A che serve la fede? Ges risponde: Serve a dar sapore, a dare senso alla vita e a stuzzicare lappetito per le cose di Dio. * Se il sale perdesse il sapore... La vocazione pu quindi perdere il suo primo vigore, la forza di una vita orientata a Dio pu venir meno. Allora non soltanto la vita del discepolo in se stessa che si affloscia e intristisce: con essa viene a mancare anche lirradiazione vitale sugli altri. I discepoli sono lunico sale, a cui la terra possa ricorrere, il sale insostituibile. * Seconda regola di vita: Voi siete la luce del mondo. Il cristiano discepolo di Colui che fu presentato al mondo come luce delle nazioni (Is 42,6; Lc 2,32) e che si autodefinito: Io sono la luce del mondo (Gv 8,12). I discepoli portano la stessa luce della verit che viene da Ges: essi infatti gli appartengono cos intimamente e sono talmente pieni di lui - Luce- da diventare a loro volta luce. Essi sono luce e sono lucerna (v.15); ma non lo sono per loro personale soddisfa-

Pag. - 1 -

zione(sotto il moggio); lo sono per il bene degli uomini, per illuminarli, per fare luce a tutti quelli che sono nella casa, che in Oriente comporta di solito una sola e unica stanza. La motivazione missionaria: con le loro opere buone (opere di luce) i discepoli devono trascinare e influire sugli altri. Devono cio con la loro condotta di vita dare testimonianza a Cristo, diventare una trasparenza di Ges. * Terza regola di vita: Voi siete una citt collocata sopra un monte e non potete rimanere nascosti. La citt collocata sul

monte la Chiesa, corpo e tempio di Cristo; epifania, cio rivelazione, delle Tre divine Persone; citt nuova fatta non di pietre morte, ma di pietre vive per costituire una santa comunit sacerdotale (1 Pt 2,5). La citt sul monte probabilmente Safed, le cui casette bianche a cubo brillano al sole su una delle pi alte cime della Galilea (metri 1.050).

Parrocchia SANTI VITO e MODESTO - BRENTA calendario dal 9 al 16 febbraio 2014

DOMENICA 9 Domenica della Carit


(volontari alla casa di riposo di Cuveglio)

Parrocchia ore 10.00 S.Messa def.to Giancarlo LUN 10 Parrocchia ore 17.00 S.Messa def.ti Todeschini Pietro De Lorenzi Carlotta e Eufelia Oratorio ore 21.00 Riunione del Gruppo Liturgico MAR 11 B.V.M. di Lourdes
XXII Giornata mondiale del malato - Celebrazione Vicariale

AVVISO
In occasione della Candelora per la lampada del santissimo abbiamo raccolto la somma di 224,20. Grazie a quanti hanno generosamente offerto.

Cittiglio ore 15.00 S.Messa dellammalato Parrocchia ore 21.00 Incontro dellquipe del PerCorso in preparazione al Matrimonio MER 12 Parrocchia ore 17.00 S.Messa ore 20.45 Riunione dellquipe 1 Tappa Cammino Catec. GIO 13 ===

VEN 14 === SAB 15 Cavona ore 6.50 Pellegrinaggio Vocazionale Parrocchia ore 14.30 Incontro Genitori del 4 anno del Cammino Cat. ore 16.00 Incontro Genitori del 1 anno del Cammino Cat. ore 18.00 S.Messa DOMENICA 16 Parrocchia ore 10.00 S.Messa def.ti Santaniello Saverio e Mariuccia Como ore 14.00 6 Incontro formativo per i nuovi Ministri Straordinari della Comunione
Pag. - 2 Pag. - 3 -