Sei sulla pagina 1di 4

2014 | Archivio Guerra Politica

Pagina 1 di 4

2014

Opera, 15 gennaio 2014 In apparenza, nulla cambiato rispetto allanno appena trascorso. Ad Opera, il 2013 inito con il solito spettacolo di ignominia o erto dai secondini c!e !a raggiunto il culmine il 2" dicembre, alle 1#.30, per merito di uno c!e li rappresenta tutti, e il 2014 iniziato allo stesso, identico modo. $econdini, certo, dai %uali non si pu& attendere altro c!e la reiterazione di comportamenti ultra'entennali, perc!( gli uomini cambiano, loro no. In politica, nuo'i ciarlatani subentrano ai 'ecc!i senza apportare no'it) nello s%uallido panorama di una classe dirigente c!e !a distrutto il *aese, e pretende di essere ancora credibile nel proporre un sal'ataggio c!e non !a la capacit) di compiere. +utto il resto appare altrettanto immoto, inamo'ibile, come una gigantesca montagna di ri iuti tossici c!e nessuno in grado di eliminare e distruggere. , da arsi prendere dallo scon orto, da dubitare della possibilit) di poter liberare %uesto cielo dItalia dai miasmi c!e lo a''elenano da troppi anni. -a non il caso di rassegnarsi, di credere c!e %uesta situazione possa durare per decenni, c!e dobbiamo condannare i igli dei nostri igli a 'i'ere sottomessi ed oppressi da una casta c!e appare immortale solo perc!( controlla i mezzi di comunicazione di massa do'e sembrano perpetuarsi i ser'i dei ser'i del potere. .ualcosa si muo'e. / il bisogno di rappresentare, sempre pi0 spesso, sugli sc!ermi della tele'isione grottesc!e e mendaci ricostruzioni della storia degli anni $ettanta, ci suggerisce c!e il potere a''erte il pericolo di un passato sul %uale possibile ancora are luce, come !a riconosciuto anni a lattuale presidente della 1epubblica c!e, per&, !a ammonito2 3*urc!( non ci si accia tra'olgere dal passato4. A ermazione s uggita a tanti, ma c!e ben illustra le ragioni per le %uali il potere politico moltiplica gli s orzi per c!iudere un capitolo della nostra storia, il pi0 tragico dalla prima'era del 1#45, c!e, se e %uando conosciuto, porr) ine alla sua esistenza. 5a montagna di ri iuti comincia a perdere pezzi. ,rolla il mito del barista *ietro 6alpreda, con buona pace di %uanti anno ancora %uadrato attorno alla igura di un accusatore di anarc!ici, spacciato per martire dellanarc!ia. 7a una pedina si passa ad un ca'allo2 %uel 1andol o *acciardi, pi0 'olte ministro della 7i esa, esponente di primo piano del mondo politico anticomunista c!e cerca'a in tutti i nodi di imporre al *aese la 3soluzione autoritaria4.

file:///C:/Users/Andrea/AppData/ ocal/!e"p/#$%&D'C#(ht"

12/02/2014

2014 | Archivio Guerra Politica

Pagina 2 di 4

lui, lex combattente della guerra di Spagna contro Franco e i fascisti italiani, ad aver favorito lincontro fra anarchici e militanti dellestrema destra a partire dalla meta degli anni Sessanta, operazione non difficile avendo al proprio fianco Giano Accame e il sostegno del Movimento sociale italiano. ome non ricordare che il primo a costituire un gruppo anarchico, nellimmediato dopoguerra, !"#nione Spartaco$, fu arlo Andreoni, confluito poi nel partito di Giuseppe Saragat dopo la scissione di palazzo %arberini& '( venuto il momento di ricostruire la storia dellanticomunismo anarchico in )talia, nel dopoguerra, per accertare la verit* sullalleanza divenuta operativa nel +,-./+,-, fra anarchici veri 0non 1uindi 2ietro 3alpreda4 ed appartenenti alla milizia politica e paramilitare dellestrema destra al servizio dello Stato e del potere democristiano. #na pagina rimasta strumentalmente intensa perch5 in grado, 1uando scritta, di far crollare definitivamente la pretesa che !fascisti$ solo presunti abbiano strumentalizzato ed ingannato alcuni anarchici per addossare ad essi la responsabilit* della strage di piazza Fontana. i sono stati degli strumentalizzati, i ragazzi che allepoca non avevano ancora compiuto venti anni e che, oggi, latrano impotenti contro coloro che cercano la verit*, la stessa che non hanno intuito allora n5 potranno mai accettare per aver vissuto nellillusione di essere martiri e non, come i fatti provano, solo dei fessi. anche il momento di fare i conti, sul piano storico, con la magistratura che sulla guerra politica ha costruito la leggenda del suo impegno nella ricerca della verit*. Affermazione destituita di ogni fondamento, come prova la ricostruzione dei comportamenti dei magistrati della procura della 6epubblica di Milano dal +,78 ad oggi. Si 9 ironizzato a torto sulla !doppia bomba$ a piazza Fontana, bench5 i fatti diano ragione al giornalista 2aolo !Fronte nazionale$. )n realt*, la !doppia bomba$ poteva rappresentare la garanzia che nessuno dei protagonisti, proprio perch5 componenti di due diversi gruppi ideologicamente non affini anzi ufficialmente contrapposti 0il fascismo perseguit: gli anarchici4, non potessero mai avere cedimenti o tradire i loro complici. ;on servono due bombe per fare una strage, ma metterle insieme significa garantirsi il silenzio di tutti i protagonisti ed i comprimari legati per sempre, in maniera indissolubile, dallignominia di un massacro di civili di cui nessun gruppo politico, 1uale sia la sua ideologia, pu: sopportare il peso morale. unipotesi, certo, che per: poggia sui fatti lucidamente ed analiticamente esposti da 2aolo ucchiarelli, gli stessi negati dai magistrati milanesi che non intendono discostarsi da 1uanto fatto e scritto dal loro ex collega Gerardo <Ambrosio che non possiede il dono dellinfallibilit*. =utti possono sbagliare, anche in buona fede, purch5 dopo si abbia lonest* intellettuale di riconoscere gli errori compiuti e non si pretenda di negarli ad oltranza per affermare la validit* di una ricostruzione giudiziaria che nulla ha ricostruito, che ha invece tutto confuso rendendo difficile, ma non impossibile, laccertamento della verit*. ucchiarelli, il cui errore iniziale 9 stato solo 1uello di credere che 2ietro 3alpreda fosse la vittima innocente dei raggiri degli uomini del

file:///C:/Users/Andrea/AppData/ ocal/!e"p/#$%&D'C#(ht"

12/02/2014

2014 | Archivio Guerra Politica

Pagina $ di 4

Noi possiamo comprendere che nel 1969 e negli anni immediatamente successivi, non si trovasse in Italia un solo magistrato in grado di ipotizzare una responsabilit dello Stato che rappresentava nella guerra politica, compreso luso dellarma della strage, ma oggi ci rifiutiamo di accettare che si continui a negare levidenza per ragioni esclusivamente politiche. o stesso discorso ! riconoscere gli errori ! pu" essere fatto per #uanti hanno fatto parte, consapevolmente, di #uella milizia politica e paramilitare che, sotto i simboli esteriori del fascismo, ha servito con zelo gli interessi dello Stato antifascista ed anticomunista e degli Stati uniti d$merica. Non ci attendiamo che #ualcuno di costoro abbia il coraggio, sia pure a distanza di #uasi mezzo secolo, di fare i nomi degli ingannatori ma che trovi la forza di disvelare linganno s%. Si sono collocati a #uel tempo dalla parte dello Stato perch& ritenevano di dover combattere con ogni mezzo il comunismo, e pensavano di poter riscuotere dopo la vittoria la meritata ricompensa sul piano personale e politico. 'anno fatto, #uanti in buona fede, un clamoroso e tragico errore, al #uale per" non hanno mai inteso rimediare. $l contrario, sono rimasti al servizio dello Stato perpetuando la menzogna di una loro battaglia di opposizione, addirittura trasformata in lotta armata, contribuendo ad ingannare il popolo italiano e a rafforzare lattuale potere politico. (uanti in carcere, non hanno esitato a proclamarsi )e* terroristi neri+, pentiti del loro passato e delle loro idee, pur di riguadagnare il ritorno nella societ esterna, altri puntualmente dissociati si sono intruppati in )$lleanza nazionale+ e ),orza Italia+ vestendo i panni dei )neo-antifascisti+ dopo aver indossato prima #uelli dei )neofascisti+. .ermettere a costoro di continuare a mentire, di fingersi )fascisti+ contando sul fatto che il ministero degli Interni non sar mai disponibile, se non costretto, ad aprire gli armadi e a rendere noto il loro stato di servizio, non / pi0 un errore1 / un delitto, #uello di complicit con lo Stato ed il potere. anno che / appena iniziato dovr essere #uello dellinvito a costoro a tacere per sempre, a svolgere con umilt i loro compiti nelle comunit di preti in cui sono intruppati, di evitare di scrivere libri per pochi intimi per vantarsi di battaglie che non hanno mai fatte e di pericoli che non hanno mai corso, di indurre i 2assinari et similia a cambiare mestiere perch& #uello degli storici non / il loro. Il tempo dellambiguit / finito. $ distanza di #uasi mezzo secolo non ci sono pi0 )camerati in buona fede+, ma solo zelanti e codardi servitori del potere passato e presente. $ccanto agli apparati ufficiali e clandestini dello Stato, alla magistratura nel suo complesso, ai partiti politici e ai mezzi di comunicazione di unasservita stampa, a completare il fronte della menzogna per sorreggere un potere sempre pi0 traballante ci sono proprio i )fascisti+ dellantifascismo, nemici come ogni altro che si opponga alla verit. 2racciamo, in #uesto 3415, la linea di confine fra gli italiani e i loro nemici, fra il potere ed il popolo, fra i burattini e gli uomini. 6d altro ancora si muover.

file:///C:/Users/Andrea/AppData/ ocal/!e"p/#$%&D'C#(ht"

12/02/2014

2014 | Archivio Guerra Politica

Pagina 4 di 4

7incenzo 7inciguerra

Tweet

Mi piace

Condi"idi

86

(uesto articolo / stato pubblicato in Vinciguerra e contrassegnato come Alleanza Nazionale, Carlo Andreoni, Forza Italia, Francisco Franco, Fronte nazionale, Gerardo D'Ambrosio, Giano Accame, Giuseppe Saragat, Ministero della Di esa, Msi ! Mo"imento sociale italiano, #pera, $aolo Cucc%iarelli, $ietro Valpreda, &andol o $acciardi, Secondini, Spagna, Strage di piazza Fontana, 'go Maria Tassinari, 'nione Spartaco, 'sa ! Stati uniti d'America da admin . $ggiungi il permalin( )%ttp*++www,arc%i"ioguerrapolitica,org+-p./0012 ai segnalibri.

file:///C:/Users/Andrea/AppData/ ocal/!e"p/#$%&D'C#(ht"

12/02/2014